Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA"

Transcript

1 Comune di Ostuni Ufficio Stampa RASSEGNA STAMPA selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili mercoledì 22 aprile 2015 Sommario Al via le lezioni per gli studenti del Pesina. (Quotidiano) Crollo al Pessina, si ipotizza anche il falso ideologico. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Ostuni, da oggi a scuola gli alunni del Pessina. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Ok ai mercati, anche nella giornata festiva. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Novità in stazione: fermate ripristinate per l Alta velocità. (Quotidiano) Antiquariato e modernariato. Appuntamento con le Zacaredde. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Scomparso Pierangelo Colucci. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Emergenza Xylella: Xylella, dopo la Francia anche il Marocco blocca l import piante. (Quotidiano) Emergenza Xylella: Nuova ordinanza di Silletti parte la conta dei danni. (Quotidiano) Emergenza Xylella: Xylella, Marocco come la Francia. (La Gazzetta del Mezzogiorno) Una kermesse in Puglia dedicata al tesoro olio. (Corriere del Mezzogiorno) Lavoro minimo, sfida da 17 milioni. (Quotidiano) Buono bebè, chi ne ha diritto e come fare per ottenerlo. (La Gazzetta del Mezzogiorno) a cura di: Natalino Santoro Francesco Pecere Emilio Guagliani

2 Q~!~J~iiò 687 ALUNNI Nella foto a destra, polizia davanti al "Pessina": la scuola è ancora. sotto sequestro. A sinistra, un'immagine delra~~11~of.l~ scorso 13 aprile "CINQUE STEtlE" «Una vicenda all'italiana La politica ha le sue colpe» OSTUNI Dopo il crollo del 13 aprile Al via le lezioni per gli studenti del ''Pessina'' Riprende l'attività didattica: gli scolari sono stati trasferiti in cinque diversi istituti di Danno SANTORO La campanella suonerà in orari diversi ed in sedi differenti. Per i 687 alunni dell'edificio "Pessina", però, non sarà un "primo giorno" come gli altri: il ritorno al'attività didattica. infatti, almeno per il momento non potrà cancellare quanto successo lo scorso_ lunedì 13 aprile. Il ricordo angosciante di quella sequenza traumatica, tra il cedimento del blocco d'intonaco e i due bambini feriti, accompagnerà, non solo la 2E, ma lintera comunità scolastica del primo circolo didattico. Ma ripartire con le : llf R6ltl:OSC!llJll ', attività didattiche, oltre ad essere un obbligo a livello istituzionale, è forse anche il modo migliore per chiudere quella parentesi negativa, e riprendere l'anno scolastico. Ieri sono state concluse tutte le fasi di trasloco e allestimento delle nuove aule. Un piano di emergenza che prevede la sistemazione delle 34 classi. tra scuola d'infanzia e scuola primaria, in cinque nuove strutture. I piccoli alunni della materna saranno distribuiti tra l'istituto privato "Cif', lasilo nido comunale in Largo Bianchieri, e le aule al primo piano della S. Carlo Borromeo, che attualmente ospita la ludoteca comunale. In questa struttura troveramio Ospitalità anche 11 Clas$e di scuola elementare. Le restanti 14, invece, in turni pomeridiani saranno divise equamente tra la Giovanni XXllI e I' Orlandini Barnaba. Un piano d'emergenza valutato all'interno di una conferenza dei servizi, sottoposto anche a verifiche specifiche da parte degli ispettòti dell 'Asi, e che ha dovu.to fronteggiare per una serie di motivazioni, anche indisponibilità dell'ultima ora, come gli spazi dell' oratorio femminile della chiesa "Madonna del pozzo". Il risultato finale, comunque, è stato raggiunto. Da oggi tutti gli alunni potranno final: menté ritcimare sui banchi di scuola e concentrarsi esclusivai;nente sulle materie di studio. E ciò che hanno chiesto con insistenza anche le famiglie: ripartire in breve tempo, separare la fase delle indagini penali còn il diritto allo studio dei propri figli. Su questo mamme e papà hanno trovato convergenza. Meno sul lato dei possibili disagi dei turni pomeridiani. con le ri~etve di molti genitori, per quanto avverrà sin da oggi, con decine di alunni a casa la mattina ed a scuola dopo le 14. Una situazione provvisoria, che durerà per i restanti 35 giorni di scuola, dovuta all'iodisponibilità di altre strutture pubbliche sia per questione di spazi, ma anche per aspetti legati alla sicurezza. Portata a termll."w questa prima fase, e quindi lit ripresa delle lezioni, l'attenzione delle famiglie si sposta ora su un altro versinte: cosa ne' sarà del "Pessina"? La strutt:ura potrà essere disponibile per llavvio del nuovo anno scolastico, il prossimo settembre? Le Prossime settimane saranno decisive per poter rispondere a queste istanze, con i primi passi dell'inchiesta della Procura di Brindisi, che potrebbero fare maggiore chiarezza in merito ai tempi di riapertura dell'edificio. Il pm ha conferito l'incarico a un consulente tecnico. Anche il Comune designerà un esperto Da martedì il sopralluogo dell'istituto scolastico 8 Martedì prossimo riapriranno i cancelli della scuola del crollo, ma solo per dare il via al sopralluogo dei consulenti all'ioterno dell'edificio, i tecnici che cercheranno ognuno per la propria parte di stabilire cosa ha provocato il distacco di un pezzo di intonaco caduto in testa ai bimbi di seconda elementare, al Pessioa di Ostuni. Al fine di accertare eventuali responsabilità in merito ai fatti. Ieri niattina il pm di Brindisi ha conferito l'incarico all'ingegnere Michele Colella. Gli avvocati delle famiglie dei due bambini feriti, insieme a una maestra, Alessandro Dellorusso e Michele La.forgia, si sono invece affidati all'ingegnere Ruggero Cat'Callo. Anche il Comune di Ostuni, a quanto annunciato dal siodaco Gianfranco Coppola, designerà a breve un esperto che parteciperà all'ispezione. La procura avrà a disposizione una relazione accurata sui fatti tra novanta giorni. Sono cinque le persone indagate per crollo colposo e lesioni colpose. Si tratta dei responsabili delle ditte esecutrici dei lavori Palmiro Brocca, di Lecce e Vito Urgesi di Ceglie Messapica, del direttore dei lavori rlnchiesta Per ora sono cinque le persone indagate VERIRCHE I cancelli del "Pessina'.' riapriranno martedl, ma solo per le verifiche tecniche Salvatore Molentino, del capo dell'ufficio tecnico del Comune, Roberto Melpignano, del collaudatore Michele Fuzio. A carico degli ultimi due è stata contestata anche l'ipotesi di falso ideologico.per aver prodotto una certificazione ritenuta non regolare. Le indagini vengono tuttora condotte dagli agenti del Commissariato di Ostuni diretti dal vicequestore Francesco Angiuli che subito dopo i fatti si sono recati sul J?OS~o per contribuire alle operaz10ni di messa in sicurezza compiute dai vigili del fuoco e per far sgomberare la scuola. Hanno poi apposto i sigilìi su disposizione della procura dando esecuzione a. un se ~uestro probatorio urgente :finahzzato proprio al compimento di tutti gli approfondimenti ritenuti necessari per stabilire le cause del crollo. ' «La storia del "Pessina", della sua ristrutturazione, è la più classica delle storie all'italiana che giunge ali' attenzione 'dell'opinione pubblica solo quando ha conseguenze violente e drammatiche»: Panlo Mariani, attivista del Movimento Cioque Stelle e candidato al Consiglio regionale, esprime il suo disappunto per la nota vicenda che ha visto coinvolti gli alunni della 2E, e che ha portato il pm della procura di Brindisi Pierpaolo Montinaro ad aprire un'inchiesta, avviata con il sequestro dell'intera struttura riinaugurata appena tre mesi fa. «Da giorni sento invocare chiarezza sui fatti accaduti lunedl scorso all'istituto "Pessina", eppure per me è tutto chiaro. Certo, la magistratura dovrà accertare eventuali responsabilità penali, ma è ora di smetterla di attendere dagli inquirenti valutazioni e giudizi morali, etici e politici che invece spettano ad ogni singolo cittadino. Questa è la classica storia in cui chi doveva controllare pare sia stato un po' distratto. La classica storia in cui la- MARIANI «Invocano chiarezza ma a noi sembra tutto evidente» vori lautamente pagati sono da rifare dopo pochi mesi». Mariani accusa la classe dirigente locale: «La politica, che in questi. giorni si è nascosta dietro frasi di circostanza, è la prima responsabile. Inuti, le girarci intorno. Basta guardarsi intorno per verificare quanto ciò sia prassi consolidata. La casa della musica chiusa e abbandon~ta dopo essersi ioghiottit;i un cospicuo finanziamento pubblico, il servizio di raccolta dei rifiuti che fa acqua da tutte le parti e ci costa molto di più di quanto previsto dall'appalto, la nuova ala dell'ospe-oale di Ostuni incompiuta - attacca lesponente grill in o - nonostante sia già costata diversi milioni di euro, le strade cittadine rifatte pochi anni fa che sono un colabrq-!. do».

3 la GAZZElIA DEL MEZZOGIORNO GIOVEDI' 16 APRILE J LA NUOVA IPOTESI DI REATO CONTESTATA SOLO AL CAPO DELrDFFICllHECNICO PER remissione DI CERTIFICAZIONI Crollo al «Pessina», si ipotizza anche il «falso ideologico» ll 28 aprile fissate le operazioni del perito nominato dal giudice ~t' gati dalla Pro- INAGIBILE Sigilli all'edificio cura di Brindisi, si aggiunge _.., pe11 quest'ultimo anche"l'accusa di {<falso ideologico». Ieri il Pubblico ministero, dott; Pierpaolo Montinaro~ che indaga sul crollo dell'into naco, hà. affidato al cot1sulente tecnico, ing. Michele Colella; l'incarico per la perizia sui lavori di rlstrutturaziorie dell'un mobile e il (?opralluogo si effettuerà il prossimo 28 aprile insieme a tutti gli altri consulenti di parte che sono stati nominati da indagati e dalle parti offese ossia: i genitori dei due bambini <!I OSTUNI. Cede l'intonaco al «Pessina)>: alle accuse formulate di «crollo colposo)) e «lesioni colpose» per il direttore dei lavori, ing. Salvatore Molentini di Ostuni; per il còì!audatore, ing. Michele Fuzio di Bari; per i legali rappresentanti delle imprese che si sono in varie riprese occupate di lavori all'interno della scuola: Vito Urgesi, di Ceglie Messapica e Palmiro Brocca, di Lecce (azienda che si è aggiudicata l'appalto originario di ristrutturazione) e per il capo dell'ufficio tecnico co ferlti e l'irtsegnailte; cbe':à Scivolata procùrandosi la frattura al malleolo, la scuola e il Comune. I genitori dei dùe bambini rimasti feriti, hanno rtominato gli avvocati: Michele Laforgia e Alessandro Dello Russo e quale consulente di parte, l'ing: Ruggero Carcano. La perizia tecnica dovrà accertare la composizione dell'intonaco e l'ese munale, ing. Roberto Melpignano, tutti iscritti nel registro degli indacuzione dei lavori mentre l'indagine della Procura prosegue in quantò, i lavori iniziati il, 7 ottobre 2010, hanno. subito diversi stop. Nel giugno 2012 per poi riprendere un anno dopo solo che non tutti i lavori vengono tenni- nati. fu una determìna di liquidazione dell'agosto 2013 si legge che «rispetto al programma costruttivo del progetto esecutivo, risllitano non realizzati». tre lavori, tra cut la «re:a li?:zazione dee li ihtonaci all'intradosso dell'àia Est del solaio di copertura del piano terra))" Al vaglio della Procura c'è una prima; corposa in~ formativa stilata dalla Polizia del Commissariato oshmese in collaborazione con i.vigili-' del fuoco dopo i sopralluoghi effettùati il -13 aprile,~.subitb dopo l'im:provviso crollo nell'aula della 2a E e le audizioni delle persone informate sui fatti. Le indagini fatte dal perito della Procura dovranno sciogliere il rebus dei vari quesiti formulati ' dal Pm., dott. Montinaro e, si spera, si concludano in tempi relativamente brevi. Nel frat tempo la scuola, posta sotto sequestro giudiziario, è chiusa (è stata riaperta solo due giorni fa per prelevare dalle aule della scuola dell'ìnfanzta e dalle aule del primo piano, banchi e suppellettill) mentre fintero faldone dei!averi: dalla gara d'appalto a tutti i passaggi delle varie imprese, sequestrato dalla Polizia, è al vaglio della Procura. Proprio da qui, nell'esaminare le carte, ne è scaturita un'altra ipotesi di reato di «falso ideologico» per l'emissione di alcune certificazioni preliminari al~ la riapertura dell'edificio scolastico «Pessina)), Intanto per tuttala giornata di ieri, si è lavorato Per approntare le aule e renderle pronte e agibill per quest'oggi, nel momnento in cui gli scolari rit-orneranno tra i banchi. SCENA 11\!GUIETANTf,!:interno dell'aula subito dopo il crollo "r Cifi f ORDINANZA DEL SINDACO; SEZIONI DISLOCATE IN VARI STABILI ANCHE IN ORARI POMERIDIANI E da oggi gli alunni tornano a scuola... «in ordine OSTUNI. Si ritorna a scuola. Le attività scolastiche che si svolgevano nel "Pessina", riprendono in edifici scow \astici o strutture private messe a di~ sposizione dell'amministrazione Comunale. Da oggl e fmo al termine del corrente anno scolastico, 2 sezioni di scuola dell'infan...7ia saranno. presso i locali mes si a disposizione dal <<CIF», in via Luigi' Sturzo; 2 sezioni di s.cuola dell'infanzia presso <d'asilo Nido Co -munale>>: sito in largo Bianc_hieri; 5 sezioni di scuola dell'infanzia presso il piano terra della «San Carlo Borromeo»; 7 classi di scuola primaiia presso l'elementare «Giovanni XXIII>;, cori frequenza pomeridiana; 7 classi elemen-, tari presso la scuola media «Orlandini Barnaba» (con frequenza pomeridiana) e 11 classi di scuola primaria presso l'edificio scolastico «San Carlo Borro~ meo». Lo ha disposto il sihdaco Coppola con un'ordinanza n. 16 del 21 aprile (trasmessa anche alla Prefettura cli Brìndisi e all'ufficio Scolastico-Provlllciale) dopo che, con ordinanza n. 11 del 13 aprile scorso, si disponeva, con effetto immediato la chiusura dell'edificip. scolastico <{Pessina» per ragioni di salvaguardia della pubblica incolumità, a causa di un episodio di distacco dell'intonaco del soffitto in un'aula scolastica. Non è stato facile pér l'aro- ministrazione affrontare la situazione di emergenza e individm1re aule ove allocare, per questi ultimi 37 giorni di scuola, le varie classi e, accertata l'inw sufficienza dell'edificio scolastico «Borromeo» ad ospitare interamente le classi della scuola primaria_, si sono dovute collocare 14 classi elementari e 4 sezioni di scuola dell'infanzia presso altri edifici scolastici. Per quelle classi che svolgeranno il turno della mattina, l'orario sarà dalle 8 alle mentre per chi andrà a scuola nel turno pomeridiano, l'orario sarà dalle 14 alle circa.

4 DOPO i[ CROUO «<DISTRIBUlilu IN 5 1STITUTI Ostuni, da oggi a scuola gli alunni del «Pessina» OSTUNI (BRINDISI). Torneranno oggi a scuola i 687 bambini della scuola elementare «Pessina» in cui il 13 aprile scorso si è verificato il crollo di una parte dell'intonaco in un aula in cui sono rimasti feriti due bambini e una maestra: ieri il sindaco di Ostuni Coppola ha firmato un'ordinanza per laricollocazione degli alunni di elementari e medie che saranno redistribuiti, per la fme dell'anno scolastico, in cinque diversi istituti. Le lezioni si terranno anche nel pomeriggio, con i doppi turni. Il pm Pier- paolo Montinaro, intanto, ieri mattina, ha conferito l'incarico a un CR~1U.O L'aula dei «Pessina» consulente tecnico, l'l11gegnere Michele Colella, per il sopralluogo e gli accertamenti necessari ad appurare le cause dell'accaduto. Anche i genitori dei bambini, che si sono affidati agli avvocati Alessandro Dello russo e Michele Laforgia, hanno nominato un esperto di fiducia, l'ingegnere Ruggero Carcano. L'ispezione avrà inizio il 28 aprile. Il consulente della procura brindisina consegnerà la propria relazione entr9 novanta giorni. Sono cinque le persone indagate per crollo colposo e lesionl È stato anche ipotizzato il reato di falso ideologico a carico del dirigente dell'ufficio tecnico ài Ostuni e del collaudatore.

5 IA GAZZE1IA. DEL MEZZOGIORNO Ok ai mercati, anche nella giornata festiva. e OSTUNI. Si svolgerà regolarmente nell'apposita area mer~ ca.tale e lungo le vie limitrofe, pur comcidendo con la giornata di festa del 25 aprile, il mercato settimanale del sabato. Lo ha disposto con un'apposita ordinanza il'sindaco Gianfranco Coppola che ha confermato gli orari di svolgimento, dalle ore 7 alle 13, con l'obbligo di liberare al più presto l'area mercatale al fine di consentire agli addetti della ditta della nettezza urbana di ri~ pulire la zona. Nel provvedimento del sindaco si fa presente che si è dato corso al regolare svolgimento del mercato settimanale del sabato, vista l'istanza pervenuta all'ufficio per le Attività produttive da parte degli operatori del mercato i quali richiedevano che l'attività di vendita potesse esserè svolta ugual-. mente, malgrado la coicidenza con la giornata festiva, in deroga all'obbligo di chiusura previsto dal regolamento comunale.. Per questo, con l'ordinanza n. 13 del \ 16 aprile scorso, il primo cittadino ostunése ha disposto ànche che il mercatino settimanale, solitamente allestito ogni venerdì n.ell'area di viale dello Sport, pur ricadente nella giornata festiva del 1 maggio, si svolgerà regolarmente dalle ore 7 alle ore 13. Anche per questo mercatino rio-. nale, infatti, 'gli operatori commerciali avevano inviato una - istanza nella quale richiedevano lo svolgimento della loro attività in deroga a quanto dispostò dal regolamento. Allo stesso tempo, considerata la notevole presenza di turisti in questo periodo - ma anche al fine di non creare disparità tra gli operatori commerciali in sede fissa e quelli su aree pubbliche aree -tutti gli esercenti operanti sul territorio comunale, a qualsiasi sèttore essi appartengano, facoltativamente potranno svolgere la loro attività nella stesse giornate di festa. Il Comando della Polizia urbana vigilerà sull'esecuzione del provvedimento.

6 Novità in stazione: fermate ripristinate per l'alta velocità di Sara MACCIIlTELLA L'Alta velocità fa tappa a Ostuni. Ripristinate,. ma solo per lestate, le fermate sui binari ostunesi. Dopo la soppressione avvenuta cinque anni fa, i treni a:d alta velocità da giugno prossimo passeranno e si fermeranno anche ad Ostuni. Otto ore e trenta minuti circa per arrivare a Milano e meno di cinque ore per raggiungere Roma. Buone notizie per la stazione della Città bianca che, solo per il periodo estivo, potrà essere tappa di partenza e di arrivo delle "Frecce" di Trenitalia.Le Ferrovie dello Stato italiane hanno, infatti, deciso di assegnare alla stazione di Ostuni le fermate delle Frecce bianche e argento dal 14 giugno al 19 settembre relative ai collegamenti da Milano e da Roma. In dettaglio il "Frecciabianca 35803" in partenza da Milano Centrale alle ore 7.35 arriverà a Ostuni alle ore e il "Frecciabianca 35826" in partenza da Ostuni alle ore arriverà a Milano Centrale alle ore Quanto ai collegamenti con la capitale ci sarà il "Frecciargento 35351" in partenza da Roma alle ore 8.05 che arriverà ad Ostuni alle ore e sempre dalla Città bianca si partirà con il "Frecciargento 35358" delle ore per arrivare alla stazione Termini alle ore Una buona notizia dopo l'addio dato ai collegamenti veloci ben cinque anni fa e che aveva causato difficoltà e non poche alla città di Ostuni. Ciòè stato reso possibile grazie alle sollecitazioni da parte dell'amministrazione comunale in merito all'esigenza che Ostuni, città turistica per vocazione, potesse essere sede di fermata di treni ad alta velocità. «Ovviamente queste scelte devonò andare di pari passo con il miglioramento del decoro della stazione ferroviaria - sottolinea il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola - e degli spazi. adiacenti che rappresentano una delle più importanti porte di ingresso nella nostra città. Prima di tutto occorrerà sollecitare le Ferrovie dello Stato circa la eliminazione delle barriere architettoniche, in modo da consentire anche alle persone con disabilità di raggiungere il secondo ~binario senza effettuare pericolosi attraversamenti su passerelle insidiose e in pessimo stato di manutenzione. Come amministrazione comunale - prosegue Coppola - ci impegneremo a migliorare il decoro del piazzale antistante la stazione risolvendo il problema degli allagamenti in caso di pioggia».

7 la GAZZE1TA DEL MEZZOGIORNO '.i0~~~'f$~~~... ~-~t ~tf i-lt~{; dew~~~i:t~a.t() mj:ìl()~ef:}l~a,to.~i'.'zacat'eclcle,'' ;l~fill~[ ~O.it1.> 1><>i.lll.llg.()p()rS()~ft~~()l"e.;\:n;.()!Clie,~a.J.W~cli~dl1i~t,l:f1cl~.....c~e,.cos~~g~~()U!a.-v:iJla. C()ll}ll.llaleosttie11s~1; sf:t)rrà.l'ap1>~-. ~~.IJ.!o;:phe.è.~~M~trtn,a. Cli ~coli~iù 'l"~ eclorigi.na_li: dhl.. <.luad[.haf ili 'J>ti.af;.ffiscbi,. dalle.monete af,monili 'iilltibfil'~x ì,~i;~~~~~tj'..i:~ttil~~itqa11'a~~9~i~~ope : ,q~J_>a_squàJe.fytto) ~.claj. S()WlJ.llePer <po.l'.fal'~~~ ~a.p.y~11~ta.11e,!,l()}lt~ol9~3s.11ypzia.~ya Clill.11~1:l:ìa'fil.t,2~~I>P() Cli ~~if ~ lljj.i>ll.llm Cli tìf')~~11to,dà ll()ij; J?~:rci~l."~i::J?el" :ç()p.~?;i<>ffisp.t~h~i>j?a.s~~t>}l;;ttl/'~entt~ pel" gli ()l;>e!i;a.t,();. royew;~~tj..~()~;p~t d~l1a.l'~~()l1~, ~ll.111l:l()go~ tìf'e,#e e du~ ~fl'a_de;~i~f} a.i:~() ~lliu8ceitltl'a.t'fìp().yeic~l~ ?ffi.l();.id!a 'con~lll~i()l1~ pom~j.'ìelianélidel J.llér-.cpa.ii}l() W-~Rfre:IJ~l"l,~.~()~Élcl~ne,.a.11tf.lso11oa.clisp.08cizi()n~.t\lft:e~e. ~~e,;e,.yi~~cl~ffit ~()1l~:IJ.!J()~ cie,l1a. ". : 0~e>t~~<?lr:~t at:f]11e~a, Cli.. 'ap~f1$~io~?-tr,~ ()~;J~~fr:!' q.....,....() mrl"éltllìo ci()ve ~ei<lza.... Pfll"~~~e}'. P~ici~;igJie :?-lltiche;. s~ço11dcj,. il ternùn~.. ~.ial~t~. tfil~)son():re..:,\ < ;(A;GJ.f -~ ~~

8 la GAZZE1IA DEL MEZZOGIORNO AVEVA 56 ANNI. OGGI rummo SALUTO DURANTE LE ESEQUIE PRESSO LA. CHIESA DI SAN FRANCESCO Scomparso Pierangelo Colucci Musicista tra i più apprezzati nelle percussioni e nelle ricerche di musica popolare fil OSTUNI.. È scomparso il 56enne musicista ostunese Pierangelo Colucci che era stato uno della band di Eugenio Bèn- nato; Cultore della musica popolare, ne era stato un interprete a livello nazionale tanto che Bennato lo aveva voluto con se per diversi anni. Nato a Carrù nel 1959, era sempre. vissuto a Ostuni dove il padre. svolgeva il mandato di notaio. Laureato in giurisprudenza, il richiamò delle percussioni aveva avuto la meglio sulla carriera di avvocato (meglio ancora, di notaio) e per questo aveva molto studiato con insegnanti brasiliani, cu-.iite:. bani, arabi ed egiziani, diven- ri.'1u$lcista fierangelo Colucci tando uno dei più grandi percussionisti a livello italiano'. Nel 1983 era stato protagonista di un turnato su Ostuni: «Una città da svegliare»; nel 1985 era entrato a far parte aveva suonato con Peppe e Concetta Barra diventando con pieno merito, un punto di riferimento artistico per la del gruppo di E~enio Bennato e musica etnica suonando, tra gli altri, nell'88 aveva fatto parte del filmato «Pugliartealtro», rivisitazione della Puglia, in qualità di nòvello "tamburellista" magico. Successivamente con i Dervisci a Bagdad, Glen Velez e Nabil Kaiat, considerati fra i migliori percussionisti a livello mondiale e Dionisi Savapoulos. I festival dei Caraibi e di Santiago de Cuba, di Atene, di Bàbilonia lo hànno avuto tra i protagonisti. Pierangelo aveva fondato alcuni gruppi musicali di notevole spessore artistico quali «La Compagnia Mediterranea» e «Aracne mediterranea». Insomma, una vita dedicata alla ricerca delle migliori sonorità della musica etnica dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo e non solo. Colucci è riuscito a dare un nuovo impulso alla musica etnica e folk, studiando a fondo gli strumenti tipici, molti dei quali ormai «desueti» e confrontandosi con culture e tradizioni di altri Paesi proprio perchè la musica popolare non appartiene a nessuno in particolare, ma è il frutto della volontà dell'uomo di socializzare al di là dell'appartenenza a una determinata zona geografica. Pierangelo Colucci si è spento nella sua casa di Ostuni e i funerali si svolgeranno oggi alle ore 16 presso la chiesa di San Francesco in Piazza della Libertà. [E GJ

9 L'EMERGENZA ULIVI Xylella, dopo la Francia anche il Marocco blocca l'import delle piante Terza ordinanza di embargo per evitare il rischio contagio di Maria Claudia MINERVA La psicosi Le scelte Ue Prima!'Algeria, poi la Francia e adesso anche il Marocco. Tre Paesi, un unico comune denominatore: il blocco dell'import pugliese per evitare il rischio di contagio del batterio xylella fastidiosa. Ora si teme che la paura diventi psicosi e che altri Stati, come la Spagna, la Grecia, il Portogallo, che già avevano manifestato timori chiedendo all'ue misure più drastiche, possano decidere di chiudere le frontiere ai prodotti made in Puglia. Intanto, già la decisione del Marocco è più drastica rispetto a quella presa nelle scorse settimane dalla Francia, che ha bloccato oltre agli ulivi, 102 specie vegetali provenienti dalla Puglia, perché il provvedimento di sospensione dell'importazione è esteso a tutta l'italia e riguarda, oltre gli ulivi, anche altre piante come agrumi, viti, oleandri, querce e ro- Si teme che altri Paesi imitino queste decisioni per bloccare i vegetali Il ministro Maurizio Martina seti. In ogni caso, sino ad oggi, in Marocco non è stato segnalato alcun càso di ulivi toccati dal batterio. A riferire la notizia sono stati ieri alcuni siti locali, che hannò sottolineato comunque che le autorità italiane stanno combattendo il batterio killer con misure drastiche, come l'abbattimento delle piante malate. Interventi che, però, evidentemente, non sono bastati per impedire l 'embargo, che secondo Coldiretti è «ridicolo, perché le esportazioni pugliesi verso il Paese magrebino sono praticamente nulle». Ma la questione supera Fiato sospeso in attesa della decisione prevista per la fine di questo mese i numeri, il problema oggi come oggi è politico e ~ischia di scatenare una guerra commei; ciale oltreoceano. «Onnai siamo di fronte. a un attacco frontale, la questione non riguarda più la Puglia ma l'intero Paese - sostiene il presidente della Camera di Commercio di Lecce, Alfredo Prete -. Il danno di immagine è spaventoso, a questo punto il Governo deve intervenire pesantemente. Quello che sta accadendo con questi Paesi dimostra lo scarso carisma che abbiamo a livello internazionale, sui banchi su cui dovremmo battere i pugni contiamo veran:ente poco»: Gli fa eco, il presidente naz10nale Cia, Dino Scanavino: «Non è più un problema di numeri e di volumi di esportazione, e nemmeno di decreti, ormai c'è il passaparo~ la che amplia la platea dei Paesi che attuano una chiusura versq la Puglia e litalia. La consèguenza è che le aziende vivaistiche sono in ginocchio, perché nessuno vuole più comprare le nostre piante per paura della xylella>>. La Cia invoca al proposito <<un'azione straordinaria a livello europeo, bisogna fare sistema per scongiurare conseguenze disastrose. Non si può permettere che la.produzione agricola europea sia continuamente minacciata da nuove fitopatie che potrebbero azzerare le produzioni, generando danni economici di dimensioni straordinarie. Anzi, l'emergenza Xylella dimostra anche come sia assolutamente necessaria oggi una revisione della normativa Ue in materia di controlli alle frontiere. È a rischio il futuro di oltre I 00 mila ettari di superficie». Certo è che la terza ordinan- 1 za di chiusura delle frontiere nei confronti dei prodotti pu : gliesi potrebbe avere un peso determinante nella decisione comwritaria; il 27 e 28 aprile il Comitato permanente euro~ peo per la salute delle piante ~ovrà. decidere se bisognerà i~aspnre o.me11ç 11;; azioni previste nel piano del commissario. straordinario Giuseppe Sillettl. Entro fine mese, poi, esattamente dal 27 al 30 aprile sulla questione xylella si pro~ nuncerà anche il Parlamento europeo, chiamato in causa per una decisione politica. Decisioni che teng~no con il fiato sospeso sia la Puglia che l'itajia, perché saranno scelte determinanti per il futuro, soprattutto di migliaia di agricoltori e di vivaisti ormai alla canna del gas. Motivo per cui il ministro alle Politiche agricole, Maurizio Martina, laltro ieri ha scritto al Commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, chiedendo «di prevedere un sostegno concreto da parte dell'ue per tutelare gli agricoltori e i Vivaisti colpiti, coprendo le perdite subite». Non solo. Martina ha anche allegato un dossier tecnico e dettagliato sull'emergenza che a breve sarà inviato alla Commissione. La speranza è quella di riuscire a "contrattare" la soluzione più indolore per tutti. Riaperti i cancelli di 8 delle 90 case sequestrate per consentire le azioni del piano del comm1ssano E il batterio ''salva'' le villette abusive di Giarmi CANNALIRE La xylella fastidiosa, tra le cause del disseccamento degli ulivi nel Salento, ha fatto riaprire i cancelli di otto delle 90 vil~ lette sequestrate dalla Procura della Repubblica di Brindisi nel marzo dello scorso anno a Francavilla Fontana nell'ambito dell'operazione "Villafranca". Oltre 200 gli indagati per sospetta lottizzazione abusiva e falsità ideologica commessa da priv,ato in atto pubblico. E stata disposta la facoltà d'uso degli immobili rurali per otto proprietari. La Procura della Repubblica di Brindisi, accogliendo la richiesta formulata dall'avvocato Pasquale Fistetti per conto dei suo assistiti, ha disposto di fatto l'apertura dei cancelli «per lo svolgimento delle attività previste nel piano di intervento» allegato ali' ordinanza n. 2 del 26 marzo scorso del commissario Giuseppe Sil- 1etti per fronteggiare l'emergenza connessa alla diffusione del t~f=~1i 11 1! ~:ì ':~~~~~o ~~i~i~ chiesta in subordine dell'avvocato Fistetti (un altro proprietario è difeso dall'avvocato Marcello Cafueri) per permettere agli interessati di poter effettuare tutti i trattamenti fitosanitari e le altre opere cosiddette di "buone pratiche agricole" sulle piante di olivo ed altre colture a rischio. Il pm si è riservato di decidere sull'istanza, invece, di dissequestro. La polizia municipale è stata incaricata a notificare i provvedimenti circa la "facoltà d'uso" ai diretti interessati. Le villette furono sequestrate il 24 marzo dello scorso anno. Ad apporre i sigilli furono gli agenti della polizia municipale su disposizione del gip Giuseppe Licci su richiesta proprio del pm Valeria Fmina Valaori. Risultano indagate 212 persone, tra proprietari, tecnicì comunali, progettisti e notai. Complessivamente sotto sequestro sono finite 90 vìllette. Nel corso dell'inchiesta sono spuntati diversi falsi atti notori atte.- La Procura Disposta la facoltà d'uso degli immobili sotto sigilli dal marzo del 2014 Una delle villette sequestrate a marzo dello scorso anno a Francavilla Fontana stanti l'attività non veritiera di bracciante agricolo. Al posto di case rurali destinate per le attività agricole sono state costruite delle vere e pròplie villette residenziali. Gli indagati in concorso tra loro avrebbero attuato, secondo la Procura brindisina, una trasformazione urbanistièa ed edilizia del territorio comunale. Secondo l'accusa i. tecnici del Comune, pur in assenza dei requisiti di legge, garantivano il conseguimento del permesso di costruire oltre che le stesse autoiizzazioni paesaggistiche sulla base di procedimenti amministrati vi carenti nelle istruttorie e tutti uguali sia nei contenuti che nei provvedimenti conclusivi. Le indagini hanno scoperchiato un vastissimo fenomeno che ha interessato tutto l'agro francavillese in parte anche soggetto a vincoli paesaggistici. Il rilascio di così tanti I?ermessi a costruire a falsi braccmnti e falsi coltivatori diretti ha provocato, secondo la procura brindisina, «Un generalizzato e incontrollato stravolgimento della vocazione agricola originariamente attribuita all'area in questione, con conseguente sproporzionato aumento del carico urbani stico>~- La terza sezione penale della Cassazione, il 25 febbraio scorso, lia annullato con nnv10 al Tribunale del Riesame di Brindisi le ordinanze di sequestro delle villette. Ora il Riesame dovrà valutàie le singole posizioni dei ricorrenti. Come dire, non si deve fare di tutta l'erba un fascio. Secondo i giudici romani, il Riesame si sarebbe mantenuto su un piarro di globalità che non ha fornito risposta.alle singole istanze, ritenute uniche. Secondo la difesa non si tratterebbe di lottizzazione abusiva ma, per alcuni casi, di abusivismo edilizio.

10 L'EMERGENZA ULIVI Q~~!~~~iiò Nuova ordinanza di Silletti parte la conta de,i~... L'attività dovrà essere svolta dai Comuni e completau{ éntro il 15 maggio ìi Jlluovo provvedimento del cdmmissari_o. straordinario. pe~ r èmeìgenza "ylella, ' Giusewe Silletti. Questa volta, però, non sr tratta di abbattere, ma di fare una «ricognizione dei fabbiso" gni delle attività economiche e produttive~. L'ordinanz_a numero 5 del 17 aprile scorso, avvia infatti una sorta di conta dei danni subiti dai contadini e delle aziende vivaistiche. «In 'pri ~a istanza - si legge nel documento - la quantificazione del =~a1~:!6:e~i::e~ej fabbisogno necessario (ad esempio, attraverso fatture e preventivi di spesa, indagini di mercato, ecc.). da confermarsi comunque succèssivamente. nel caso di esito positivo dell'istruttoria di accesso all'eventuale contributo. con una perizia asseverata, dalla quale risulti il nesso di causalità tra il danno accertato e levento per un importa non superiore a quello stimato sommariamente, redàtta dà un professionista esperto in materia. ' iscritto al relativo albo»o L'attività di ricognizione do' vrà essere svolta dalle amministrazioni comunali interessàte e «improrogabilmente complètata entro il 15 maggio 2015, tennine entro il quale - si legge noli' ordinanza - ciascun Comune dovrà restituire al commissario delegato la tabella con!enente la sintesi dei dati raccolti; se. condo lo schema illdicato in allegato». Intanto, l'ordinanza è stata notificata ai sindaci della provincia di Lecce e ai Sindaci di alcuni Comuni di "Brindisi UNISALENTO Il parco sperimentale Vendola Il governatore plaude all'idea della Voce dell'ulivo e promette aiuti regionali Il Comitato Ieri i primi sopralluoghi nei terreni che ospiteranno il "Getsemani in Salento" ', ;<El"chie; ~;uio. M~gne, fo~,, ilcomitatò "Vòce ~~ll'uli~o re.santa Swannii, Otja. Francavilla' Fontana, San Pancrazio 'Alleanza dei produttori" Jia 1an, ciato l'idea di un patco speri Salentino, San Donaci, Celino mentale nel Salento, con 1500 San Marco, San Pietrò Vemoti- varietà di ulivi, in modo da vinco e Torcbiarolo) e ai sindàci cere la sfidà contro il batterio di alcuni 'Comuni di Taranìo cercando di trovare specie resi (Avetrana,.Manduria, Marug- stenti proprio attraverso la ricergio, San Manano di San Giu- ca che vertà fatta nel laboratoseppe, Sava e Tonicella). I pri- rio all'aperto, che i rappresen!dl cittadini dovranno. poi ren- tanti del Comitato hanno ribalderia pubblica, mediante avvi- tezzato "Un Getsemani in Saso, in modo che ciascun pro- lento". Un'idea che ha avuto il prietario o ciascuna azienda plauso del presidente della Repossa avviare a sua volta lari- gione, Nichi Vendola, ché ieri cognizione. L'ordinanza è stata ha sottolineato: «Finalmente la comunicata. anche ai presidenti dèlle Provil\ce di Lecce, Brindi~ comunità ~alentina reagisce in modo positivo a <J.Uesla calamisi e Taranto, nonché ai legali là. È la strada grnsta. Ottima rappresentanti degli enti pubbli- idea quella della ''V ace dell'uli" ci non tenitoriali interessati e vo" - ha aggiunto 'Vendola - e dei soggetti privati a partecipa- la Regione troverà.il modo per zione pubblica, oltre che al Cor- realizzare il Getsemani del Sapo Forestale; alla Regione Pu- lento, con il supporto della glia, ali' Arif e al Servizio filo- scienza e delle altre istituzioni sanitario regi.mude. Nelle se~a- che vorranno adottare questa!azioni sulli ricognizione dei idea e farla crescere insieme aldanni- dovtanno essere eviden- _ la speranza che, stando uniti, si ziate, oltre alle generalità gel di- può vincere questà guerra conchiarante e i dati dell'attività tro la xylella fastidiosa». economica e produttiva, anche Ieri sono cominciati già i tutte le informazioni richieste primi sopralluoghi dei terreni nella modulistica. destinati a~ ospitare il parco. Avanti tutta, quindi, con il «Accogliamo positivamente le piano Silletti:,in questi giorni dichiarazioni di Vendola, che si continua anche con il monito- plaude alla nostra iniziativa e raggio delle zone più critiche, dà la disponibilità alla realizzanelle quali, oltre,agli ulivi, do- zione del progetto - hanno sotvranno essere estirpate le pian- tolineato dal Comitato - Ora inie o~piti di xylella, come l'ole- vitiamo l'università del Salenandfo, specie quelli che si tro- to, nella persona del rettore vano sulle strade di transito, Vincenzo Zara, a sostenere il giacché il vet1ore può essere nastrò progetto e ad unirsi a tuttrasportato. Intanto, ne~a zona ti coloro che, insieme, vorraninfetta, che i:jcade completà- no contribuire a realizzarlo». mente nella provincia di Lec.ce, M.'C.M. Il Senato accademjco impegna il rettore Ora in campo "c'è pure lateneo: «Sì alla ricerca finanziata da BPP» O Sulla xylella, alla fine, scende in campo anche l'università del Salento. Ieri, infatti, dopo una lunga discussione, il Senato accademico, ha impegnato lateneo a contribuire alla gestione del problema sia sug'g1>rendo modifiche migliorative del Piano Silletti, sia sviluppando un'attività di ricerca.finaliz... zata ad una migliore comprensione della problematica considerata nella sna globalità e clie proprio per questo richiede un approccio muliìdisciplinare in collaborazion~ con le altre Uni-. versità e con il Cnr. Il rettore Vincenzo Zara ha informato inoltre di aver avuto un incontro con il direttore della Banca Popolare Pugliese, Mario Busciccbio, nel corso del quale è emersa la possibilità che la Fondazione della BPP contribuisca al finanziamento di,una proposta progettuale avanzata dà Uni Salento per affrontare!'"emergenza xylella" sulla base delle competenze presenti nei vari Dipartimenti. Zara ha sollecitato i direttori dei Dipartimenti ad avanz;u e proposte organiche e coordinate, in modo che egli possa far le conflnire «in una proposta progettuale unica, credibile e scientificamente valida». In altri termini, il rettore si farà garante, a nome dell'istituzione, della qualiìà della proposta che sarà avanzata alla Fondazione BPP. A margine del Senato accademico, anche l'intervento d,el- 1' associazione Link ~ecce: <<li nostro Aten_eo non può astenersi dal costruire una collabora~ :tiòne delle istituzioni universitarie, in particolare quelle pugliesi, per raggiungere una co noscenza scientifica più profqil-, dà del problema e poter suggeri- re delle soluzioni che rispettino ff valore ambientale e paesaggistico degli ulivi in Puglia».

11 SOS U I EMERGENZA IN PUGLIA IA GAZZE1IA. DR MEZZOGIORNO IN PRlf4CIPH> FU L'ALGERIA 1114 gennaio il Paese nordafricano ha deciso di sospendere l'importazione dall'italia delle barbatelle di vite LA DECISHONE DI PARIGI 113 aprile il ministro dell'agricoltura Stephana Le Foll ha stoppato le importazioni dalla Puglia di 102 specie vegetali ylella,.marocco come la Francia Rabat blocca l'importaz:tone di molte piante anche in assenza di contagi,_,, '.- / DANIELA PASTORE i'9 Arriva un nuovo stop alla movimentazione vegetale per colpa di Xylella fastidiosa, il batterio da quarantena che sta falcidiando gli ulivi del Salento- All'embargo della Francia verso il made in Puglia, si è unito ieri il Marocco, che ha chiuso le porte alle importazioni dal Bel paese. Il Paese del Maghreb ha deciso, a seguito dell'estensione del contagio di Xyleila negli uliveti pugliesi, di sospendere l'importazione di molte specie di piante dall'italia:. La decisione di Rabat è stata riportata dai media marocchini che hanno evidenziato anche l'impegno delle autorità italiane nel combattere, il patogeno con misure drastiche, quali «l'abbattimento delle piante malate». Il provvedimento di sospensione delle importazioni riguarda, oltre gli ulivi, anche agrruni, viti, oleandri, querce e rosacee. In ogni caso, sino ad oggi, in Marocco non è stato segnalato alcun caso di ulivi contagiati dal batterio. È mia ' misura precauzionale, dunque, che sottolinea quanto l'epidemia fitosanitaria in atto nel $alento faccia paura all'europa e all'intero Mediterraneo. In attesa della nuova decisione europea, che dovrebbe giungere a Ime mese (il 27 e il 28 aprile i servizi fitosanitari dei Paesi membri sono convocati a BnlXelles per afil-ontare l'emergenza pugliese), molti Stati stanno prendendo iniziative autono- EMEFH7ìEf-1Z.i:1,, Un albero di ulivo infettato dalla Xylella me per autotutelarsi. Il primo stop è partito dall'algeria. Il 14 gennaio la D:irezione della protezione delle piante e del controllo getali a rischio Xylella. Un decreto Irrmato «.in attesa dell'attuazione di un dispositivo europeo» e che ha scatenato lllla ridda di polemiche e di ac tecnico del ministero dellagricoltura e dello sviluppo rurale del Paese, nordafricano ha disposto la so-?ierotunno «Non possiamo ritardare gli interventi chiesti dall'europa» cuse dall'italia contro i cugini d'oltralpe. «Di certo, il provvedimentò è servito a far spensione dell'importazione dall'italia delle barbatelle di vite, adducendo come motivo la presenza del batterio Xylella fastidiosa. Ma a destare più clamore è stato lo stop della Francia. Il 3 aprile Il. ministro dell' Agricoltura, Stephane Le Foll. ha vietato le importazioni dalla Puglia di ben 102 specie ve- conscere il problema Xyleila ai francesi», dice Ya, suko Takeda, corrispondente da Parigi della tv di Stato nipponica «Nhk»",.in questi giorni nel Salento per lll1 reportage sulla fitopatologia. «Prima dell'embargo solo pochi tecnici erano a conoscenza del problema che attana gliava il Sud Italia. Adesso.invece, dopo tutti i servizi e gli articolo che sono stati dedicati all'argomento~ quasi tutti i i francesi ne sono a conoscenza>t E sul nuovo embargo interviene Piero Tunno, pre-: side'nte del Distretto floriviaistico della Puglia. «Quello che sta succedendo è molto grave ma è al contempo anche il segnale che dobbiamo subito procedere con il piano di contenimento del batterio. Non possiamo ritardare ul teriormente gli interventi che ci vengono chiesti dall'europa». Tunno incalza anche sul discorso eradicazioni. «A tutti dispiace ab battere gli ulivi, ma se ora siamo chiamati ad abbattere qualche albero per salvare 11 milioni di piante ora ed in futtu-o centinaia di milioni di piante, non possiamo tirarci indietro>'. Parco sperimentale Vendola plaude. «finalmente una reaz.ione positiva» LECCE. «Finalmente la com.unità salentina reagisce in m:odo positivo a questa calamità. È la strada giusta». II governatore di Puglia, Nichi Vendola, commenta così la proposta del comitato «La Voce dell'ulivo», Il quale ha chiesto l'istituzione di un parco sperimentale, il più grande del mondo a disposizione della scienza, per testare la tolle}anza di tutt_e le varietà di lilivo alla Xylella, il batterio-killer degli ulivi. «Ottima idea quella de "La Voce dell'ulivo" - aggiunge Vendola - E la Regione troverà il modo per realizzare il "Getsemani del Salento". con il supporto della scienza e delle altre istituzioni che vorranno adottare questa idea e farla crescere insie111e alla speranza che Stando uniti si può vincere questa guerra contro Xyella». La Voce dell'ulivo, dunque, propone di realizzare tm parco delle biodiversità llllico al mondo, visitabile 'da tutti ed al servizio dell'olivicoltura mondiale, che possa garan- tire il futuro olivicolo anche agli altri Paesi. «Questo è un atto d'amore verso l'albero di ulivo che Il Salento ha il dovere di compiere - sottolineano gli organizzatori - e che gli consentirà da vittima PLAUDE Nichi Vendola di diventare protagonisa della nascita di una speranza per l'olivicoltura mondiale!>. <dl parco delle biodiversità - aggiunge Giovanni Melcarne, della Voce dell'ulivo - è un'idea che stiamo coltivando da tempo e che sta trovando il favore di molti. come i produttori nella zona di Gallipoli, propensi a mettere a disposizione i propri terreni o. agricoltori esteri pronti ad investire in questo progetto pur di dare una speranza in più al loro territorio, semrriai un giorno dovesse essere attaccato dal batterio-killern. E ora - come detto - c'è il via libera del governatore di Puglia.

12 la GAZZElTA DEL MEZZOGIORNO ALLA CAMERA DI COMMERCIO u :f::!i'!il t:~féuw A DO!tJIEl!'~.IH:;:;t\. La manifestazione si svolge nel nuovo padiglione (ingresso gratuito): si rivolge a operatori, istutuzioni e consumatori Una kennesse in Puglia dedicata al «tesoro» olio Oasi esordisce in fiera a Bari: vuole «imitare» Vinitaly PRESENTAZIONE Il presidente Ambrosie!"assessore Nardoni!foto Turi] AlESSANDRA MOl\ITEMURRO o BARI. Prendiamo l'incipit de II Manifesto di Marx ed Engels e trasliamolo nella Puglia di oggi. Ne vien fuori che «nno spettro si aggira per la Puglia: lo spettro della XyleilaJ>, batterio che distrugge gli tùivi e contro cui si è scatenata una caccia alle streghe. Per esorcizzare questo fantasma la Pnglia dedica all'ulivo, suo immenso patrimonio identitaria, economico e finanziario, un'intera kermesse. Si tratta di OASI, Fiera su Olivo, Ambiente, Salute e Innovazione (www.oasi.me) che ambisce a diventare quello che il Vmitaly è per il viuo. La manifestazione, presentata. ieri mattina in Camera di Commercio, in programma da venerdì 24 a. domenica 26 aprile nel nuovo padiglione della Fiera del Levante (ingresso gratuito), promossa dall'area sviluppo rurale della Regione Puglia, in collaborazione con Unioncamere Puglia, FdL e il supporto organiz. zativo di CIBi - Premio Biol, si rivolge a istituzioni, produttori, industriali e consumatori (famiglie e bambini) per creare insiem_e una piattaforma per Io sviluppo non solo del comparto olivicolo ma, attraverso di esso, di tutto il territorio pu' gliese. Un viaggio attraverso le molteplici declinazioni della pianta di olivo: dai prodotti degli artisti e artigiani ai desk per i giovani che vogliano intraprendere il mestiere dell'agricoltore;' dall'innovazione ai molteplici utilizzi nella cosmesi; dai controlli sulla sicurezza all'uso corretto dellamaterla, passandopershowcooking degustazioni guidate e anche perla crea: zione della biblioteca «Giulivi Lettori» e il suo arricchimento attraverso donazioni dilibri e pubblicazionisull'olioe l'olivo che chiunque potrà fare, senza tralasciare incontri e conferenze con specialisti di calibro nazionale. «Oasi celebra la pianta simbolo della Puglia - sostiene Alessandro Ambrosi, presidente della Cdc di Bari -. La nostra regione è al primo posto come regione olivicola con 377mila ettari coltivati ad olivo ( 32% dello tale nazionale) e 190mila imprese dedicate. Un primato confermato dalla produzione di 12 milioni di quintali di olive (35% di quella nazionale) e la presenza di cinque DOP riconosciute dall'ulli6ne europea>>. «Avevamo necessità di parlare dell'intera filiera olivicola: olio, olive, artigianato, cosmetica, momenti espositivi - aggiunge l'assessore regiollale alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni - e chiarire che la Xylella n.on crea problemi all'olio che fmisce sulle tavole dei consumatori e sulla sua qualità alimentare. Questa malattia uccide gli ulivi, ma la Regione ha destinato 4 milioni di euro a ricerca e prevenzione e sta effettuando 600 prelievi giornalieri-per evitare il dilagare dei focolai». All'ExpQ progetto digitale pugliese sulla biodiversità dell'oliva Ogliarola o ROMA. Al Padiglione Italia dell'expo di Milano, verrà proiettato anche un progetto digitale pugliese sulla biodiversità, che riguarda l'oliva Og!iarola, ideato dall'istituto Tecnico Superiore (lts) AgréalimentarediPug!ia, presiedutodal professor NiCola Vito Sa:vllio.. Quello sull'olio è uno dei sette lavori nati nell'ambito del progetio Vivaio Scuole, presentati ieri al ministero dell'istru zione dalla Rete delle Fondazioni Its Agroalimentari ital~ana, coordinata da Savino, professore di Vlrologia Vegetale dell'università di Bari ed ex preside della facoltà dì Agraria. La Rete, nata nel 2013, riunisce le Fondazioni Its di varie regioni, con forme di integrazione di risorse pubbliche e pri vate tra scuole, enti locali, università e imprese, per creare formazione professionale specializzata e sinergie con il mondo della ricerca, delle professioni e dei distretti produttivi. I percorsi biennali di livello post secondario per la formazione di tecnici superiori in settori strategici del sistema produttivo italiano sono una realtà che produce occupazione ed innovazione. «Nei primi 5 anni di attività degli Its - ha spiegato il sottosegretario all'istruzione Gabriele Toccafondi - sono il 70% gli studenti, oltre?mila -m 240 corsi, che hanno trovato occupazione a tempo indeterminato, con punte che superano 1'80% in alcune regioni». In Puglia, spiega l'assessore regionale alla Formazione Alba Sasso, <<tocca1'84 % loccupazione degli studenti traletrefondazioniltsdell'agroalimentare, della Meccatronica e del!' Aerospazio, e ne abbiamo previste altre tre nei settori della Mobilità sostenibile (a Taranto), della Tecnologie della comunicazione e del Turismo, finanziate con il Fondo Sociale Europem>. Secondo Toccafondi, che ha annunciato a breve i risllitatì del monitoraggio sugli Its, «gli Istituti hanno dimostrato capacitàdiadattamentoalleesigenzedel territorio e con la "Buona scuola" -pro" segue -è prevista una premialità pari al 10% dei fondi che nelle migliori realtà potranno crescere fino al 30%, per avere scuole superiori non in ogni provincia, ma reti militi regionali». Se il ministero dell'istruzione «ricomincia a dare finanziamenti dopo quattro anni senza fondi, è una buona notizia», osserva l'assessore Sasso. Ma il professor Nicola Vito Savino ricorda che «sia la Regione (30%) che il ministero dell'istmzione (70%) hanno sempre onorato gli impegni economici previsti, ma da ora in poi una parte delle risorse dipenderanno dal parametro dell'occupabilità, che per l'il:s pugliese dell'agroalimentare è del 78%». [aleflave]

13 "Lavoro minimo", sfida da 17 milioni Le domande si presentano dal 4 maggio: "cantieri di cittadinanza" per l'inclusione di soggetti fragili di Maria Claudia MINERVA È una sfida che la Regione Puglia ha lanciato e vinto portando avanti una sperimentazione unica in Italia, una strategia per l'inclusione attiva, che connette lavoro, reddito e servizi. I "cantieri di cittadinanza" e il "lavoro minimo di cittadinanza" onn<ti non sono più pfil-ole scritte su un foglio di çarta, ma sono progetti -concreti, pronti a partire per dare una risposta a chi ha sopravvive grazie agli ammortizzatori sociali o a chi ha perso il lavoro e non può contare nemmeno sull'assegno dello Stato. Due linee di intervento dal triplice l'obiettivo: formare nuove competenze professionali, favorire l'occupazione, garantire servizi di pubblica utilità, infatti si tratta di progetti pensati insieme ai sindacati e ai Comuni. Quattro-c_inquenrila le persone che potranno beneficiare del progetto, grazie ai quattro milioni di euro già stanziati dalla Regione, ai quali si aggiungono altri 6 nùlioni di fondi strutturali e 34 milioni del fondo europeo "Inclusione attiva", somme che permetteranno di ampliare la platea dei beneficiari. «I cantieri prevedono un -sostegno economico che trasferiamo ai Comuni perché, per dodici mesi, possano assumere persone a 500 euro al mese per lavori minimi di manutenzione, di messa in sicurezza delle città feritè dal degrado» ha spiegato l'assessore regionale al Lavoro, Leo Caroli, che annuncia la data del 4 maggio prossimo (e 4 n Già stanziati dalla Puglia come prima tranche In arrivo nei prossimi mesi dal Fondo europeo AnlVITÀ La pulizia del verde pubblico rientra nei progetti presentati non più dal 20 aprile, per la necessità di adeguare la parte _tecnica della procedura) quale giorno in cui i cittadini pugliesi che hanno i requisiti previsti per accedere ai "cantieri di cittadinanza" o al '-'lavoro minimo di cittadi_nanza" potranno presentare la domanda di accesso al percorso di inclusione o reinclusione sociale previsto dalla due misure, candidadosi attraverso l'apposita piattaforma online messa a punto sul portale puglia.it/cantieridicittadinanza. Ci si può rivolgere anche ai Caf già convenzionati. con il Comune per la presentazione delle domande, che però non possono essere presentate tramite spop:elli comunali né trainite i centri per l'impiego. Dal 16 marzo scorso è, comunque, attiva online la procedura informatica d_edicata ai Comurù e alle imprese del territorio pugliese che vogliano presentare i loro progetti di Cantiere dì Cittadinanza o di Lavoro Minimo. «Lo spostamento al 4 maggio della data iniziale per Ja present<izione delle domande si è reso necessario anche per consentire ai Comuni di esaminare le proposte di Cantiere presenta te con le manifestazioni d'interesse- di enti locali e di imprese e organizzazjoni private, e di popolare il relativo catalogo, per consentire una più ampia scelta ai cittadini stessi» ha aggiunto Caroli. Dalla prossima settimana, i referenti indicati dai diversi Ambiti territoriali pe~ l'istruttoria dei progetti di Cantiere saranno accredit~ti per l'accesso e la consultazione delle singole pratiche e si avvierà di fatto (di concerto con i referenti delle organizzazioni sindacali e con i referenti dei competenti centri per l'impiego) la fase istruttoria di verifica e conseguente validazione dei progetti proposti. Una volta validati definitivamente, i singoli progetti proposti saranno visibili nell'apposito catalogo online, accessibile a tutti i cittadini. «Sono molto contento - ha aggiunto l'assessore Caro li - perché fmalmente c'è_il bando che consentirà di far partire i progetti. Finora ne abbiamo ricevuti 130 ma si tratta di un numero destinato a cresc_ere. Si tratta di progetti che riguardano la pulizia delle spiagge, ma anche la manutenzione del verde pubblico e delle strade, la custodia e la bellezza del patrimonio pubblico, come pure l' assistenza domiciliare». I "cantieri di cittadinanza" durano da 6 a 12 mesi, con un'indennità per il partecipante di 23 euro a giornata (massimo 500 euro al mese). «Possono beneficiare di uri cantiere specifica Caroli - le persone disoccupate da almeno l~ mési, gli inoccupati e le perso-: ne in condizione di specifiche fragilità sociali come disabili, ex detenuti e donne sole». Accanto ai cantieri anche il "lavoro minimo di cittadinanza", rivolto ai percettori di ammortizzatori sociali, anche in deroga, la cui platea oggi in Puglia raggiunge quasi lomila 1.mità. Il budget per questo progetto è di per 7,5 milioni di euro.

14 la GAZZE1IA DEL MEZZOGIORNO.11'\I CERCA DI SPIAGGE LIBERE La maggiòr parte dei lidi è in concessione, ma i gestori non possono vietarne in gogni caso l'uso ai, cittadini Buono bebè, chi ne ha diritto e come fare per ottenerlo Lo Stato riconosce.un contributo di 80 euro al mese per tre anni m [)!E\IE SJ!IPl.:Rf. -Dal 10 aprile è possibile accedere al buono bebè. Per o~ figlio.hato o adottato tra il 1 genn11io 2015 e il.31.diceìnbre 2017 lo Stato riconosce un contributo di importo pari a 960 euro all'anno, erogati in rate mensili da so euro a partire dal mese di nascita odi adozione del bambino ~uro annui, il limite massimo di reddito per ottenere l'agevolazione. Per chi ha redditi sotto i 7000 euro l'anno il bonus è raddoppiato. Possono.accedere tutti i residenti in Italia, anche gli extracomunitari con permesso di soggiorno. Il bonus verrà erogato men~ihnente fino al compimento del terzo anno di età. La domanda, da presentare entro 90 giorni dalla nascita del figlio, deve essere inviata all'inps o via telematicao tramite Cafopatronato. La richiesta del bonus, della durata di tre anni,deve essere fatta solo una volta: il primo anno; per i due anni successivi basterà rinnovare l'isee, l'indicatore della situazione economica equivalente. LE NOVITA' DELLA SEH!f,/IANA -Attenzione o non circolare più con gonune invernali con un codice di circolazione inferiore a quello del libretto. Chi dopo il 16 maggio risultasse al controllo ancora con gomme invernali rischia multe salate: da 419 a euro. Non basta: è previsto anche il ritiro della carta di circolazione e l'invio in revisione del veicolo. La normativa, infatti, prevede che nessuno possa circolare con pneumatici dotati di codici di velocità inferiori a quelli riportati sulla carta di circolazione. Durante l'inverno, tuttavia; viene ammessa questa deroga, la cui applicazione arriva fino al 15 maggio. Non ci sono obblighi di legge, invece, per chi monta pneumatici invernali con lo stesso indice di velocità indicato sulla carta di circolazione. L'indice di velocità è un codice alfabetico che corrisponde alla velocità massima alla quale uno pneumatico può viaggiare. Per sapere qual è, basta leggere su uno degli pneumatici, la lettera finale. Ricordiamo però che le gomme invernali in estate si consumano velocemente e che quindi è neglio cambiarle per tempo. TARGA SYSTEM -Si chiama Targa System e dal 18 ottobre 2015 servirà a scoprire la maggior parte dei 3,5 milioni di automobilisti italiani che circolano senza assicurazione. Abolito il tagliando, molto spesso falsificato, per verificare se l'auto sia in regola con l'assicurazione, basterà incrociare i dati della targa tra Ministeri, Forze dell'ordine e Agenzia delle Entrate. Il Targa System, utilizzerà le telecamere già in uso per!'autovelox, il tu tor e i controlli per le Ztl (che dovranno per questo essere omologati) per monitorare automaticamente tutte le vetture in circolazione, segnalando i risultati sui terminali della Polizia. Ricordiamo che chi circola senza assicurazione non solo non è coperto in caso di incidente, ma rischia pure il sequestro del veicolo e una sanzione fino a euro. Le compagnie assicurative dovranno sempre e comunque rilasciare la doéumentazione che attesta la conclusione del contratto e il pagamento del premio. Per evenutali contestazioni basterà esibire questa documentazione. LA PUl'JIZIONE DEI FURBEITI -Hai acquistato on line, il materiale non ti arriva e lazienda non vuole rimborsarti? L'Antitrust non lo permette. Giorni fa ha multato di euro una società, la Techmania, per aver fornito ai consumatori false notizie su disponibilità e tempi di consegna dei prodotti, non predisponendo sistemi di informazione corretta sullo stato di evasione degli ordini e omettendo, o ritardando, il rimborso del prezzo nonostante l'annullamento degli ordini. Quandosiacquistaonlineelamerce non arriva è consigliabile inviare una diffida con raccomandata entro 15 giorni. In caso di mancata risposta si ha diritto al rimborso di quanto pagato. L' Antirust ribadisce che il rimborso è comunque dovuto, anche se il pagamento è stato effettuato con carta di credito o paypal. Il consiglio che vi diamo è di bloccare in banca il pagamento in assenza di ricezione della merce. Ricordiamo che si può chiedere direttamente all'ente emittente della carta il rimborso della sonuna addebitata. Nel caso di pa" gamento cònpaypalsipuò chiedere il rimborso a Paypal dopo 45 giorni. DAL MONDO DEll'ASOCiAZiO l\l!srm:ll -Si avvicina l'estate e già si pensa a trovare spiagge libere e soprattuto varchi per accedervi. Trovarle è sempre più difficile. Le concessioni ventennali hanno portato infatti all'occupazione della maggior parte delle nostre spiagge. La legge, però, non impedisce ai cittadini l'uso della battigia, che è considerata bene comune. L'Adiconsum per evitare pericolosi contenziosi ha diffuso un vademecum per consentire l'accesso alla battigia. L'accesso alle spiagge è infatti libero e gli-stabilimenti devono consentire il transito. L'impedimento o la richiesta di un pagamento è una violazione di legge e va denunciata alle Autorità. Si intende battigia, la striscia di sabbia di 5 metri dove arriva l'onda, a disposizione di tutti, perché area esclusa dalla concessione demaniale. Il transito è permesso ma non il collocamento sulla battigia di oggetti ingombranti come ombrelloni o sdraio. Ricorda l'adiconsum che le spiagge libere devono essere posizionate tra uno stabilimento e l';:iltro_ TI non rispetto di questa norma va segnalato ai sindaci e alle Regioni. La pulizia delle spiagge libere è onere del Comune. I prezzi degli stabilimenti balneari sono liberi e dovrebbero essere legati alla qualità dei servizi. In caso di violazione dei diritti dei bagnanti rivolgersi a Polizia Municipale, Carabinieri o Capitaneria di porto.

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~ ca MIUR _Ministero dell'istruzione dell'universuà e della Ricerca AOODPIT _DIPARTIMENTO DELL'ISTRUZIONE REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI Prot. n. 0000767 _ 17/07/2015 _ REGISTRAZIONE 1111_11111 JI~~J~J

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 Regolamento concernente il riconoscimento dei titoli di studio accademici, a norma dell'articolo 5 della legge 11 luglio 2002, n. 148. (09G0197)

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n.1 (Prova di ammissione per i corsi di laurea e laurea magistrale cui agli articoli 2, 4, 5 e 6 ) 1. Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca si avvale del CINECA Consorzio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli