Associazione La Grangia di Monluè Onlus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Associazione La Grangia di Monluè Onlus"

Transcript

1 Associazione La Grangia di Monluè Onlus BILANCIO 2006 CONSUNTIVO 2006, PREVENTIVO 2007 E RELAZIONE ACCOMPAGNATORIA La presente relazione e i bilanci annessi sono stati approvati dal Consiglio Direttivo nella riunione del 12 marzo 2007 e saranno presentati all Assemblea dei soci del 17 aprile Il Presidente dell Associazione (Alessandro Baraldi) NOTE PRELIMINARI... 1 OSSERVAZIONI GENERALI SUL CONSUNTIVO CONTO ECONOMICO 2006 E PREVENTIVO STATO PATRIMONIALE AL NOTE AL CONTO ECONOMICO... 6 NOTE ALLO STATO PATRIMONIALE... 9 NOTE AL BILANCIO PREVENTIVO LEGENDA NOTE PRELIMINARI

2 L Associazione La Grangia di Monluè è iscritta al Registro regionale del Volontariato con decreto n del 13 novembre 1995, al foglio n prog sez. A. Dal 1997, sulla base del decreto legislativo 460/97, che ha introdotto la figura delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), l Associazione risulta Onlus di diritto, ai sensi dell art.1 del decreto citato. Con effetto dal 24 gennaio 2002, l Associazione è iscritta al Registro di enti e associazioni che svolgono attività a favore degli stranieri immigrati (ai sensi dell art. 42, comma 2, del Decreto Legislativo 25 Luglio 1998, n.286, Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, e dell art.52 del DPR 31 agosto 1999, n.394, regolamento di attuazione del suddetto Testo unico). L iscrizione al Registro costituisce condizione necessaria per accedere ai finanziamenti del fondo nazionale per le politiche migratorie, erogati dalla Regione. All inizio del 2006, l Associazione ha presentato domanda per l iscrizione all elenco dei soggetti a cui, ai sensi della legge 266/2005, le persone fisiche potranno destinare una quota pari al 5 per mille della propria imposta sul reddito (Irpef), a partire dalla dichiarazione dei redditi 2005 (sia modello 730 sia modello Unico). Essendo stato cancellato l elenco 2006, l Associazione ha provveduto a rinnovare l iscrizione per il Si ricorda che l edificio presso il quale ha sede l Associazione, nonché l omonima Casa di accoglienza per stranieri extracomunitari da essa gestita, è stato concesso in comodato gratuito dalla Parrocchia San Lorenzo in Monluè all Associazione, con atto di scrittura privata. La ripartizione delle quote delle spese comuni dell Associazione e della Parrocchia San Lorenzo in Monluè, è fissata da un accordo approvato dal Consiglio Direttivo in data 7 maggio Tale accordo stabilisce che: - i costi della fornitura dell acqua potabile sono a carico della sola Associazione; - la tassa smaltimento rifiuti grava per 1/3 sulla Parrocchia, per 2/3 sull Associazione; - i costi del gas metano della caldaia a muro cod sono a carico della Parrocchia; - la quota annuale dell assicurazione dello stabile di via Monluè, 87 è divisa a metà fra i due enti. OSSERVAZIONI GENERALI SUL CONSUNTIVO 2006 Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 12 marzo 2007, ha approvato il bilancio che sottopone all Assemblea dei soci. Il bilancio è redatto secondo le indicazioni dell art. 15 comma 4 dello statuto associativo. L ammontare complessivo delle uscite copre tutte le spese legate all esercizio delle attività statutarie della casa di accoglienza. Questa offre vitto e alloggio a 20 ospiti contemporaneamente più gli operatori (suore e obiettori). Il numero complessivo di stranieri ospitati nell anno 2006 è stato di 30 persone, con un periodo di permanenza medio nella Casa di 220 giorni, per un totale di 6600 giorni di ospitalità offerta. Le entrate complessive del 2006 sono state pari a , mentre le uscite sono state pari a L esercizio economico dello scorso anno si è chiuso, dunque, con un disavanzo di C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 2

3 CONTO ECONOMICO 2006 E PREVENTIVO 2007 ENTRATE consunt. prevent. consunt. prevent % 2007 CARITAS E CURIA CEI (otto per mille) CHIESA % FONDAZ. E BANCHE % SGOMBERI-TRASLOCHI MOBILI OFFERTE PERSONALI OFFERTE PRIVATI % CONTRIBUTI PRIVATI % REGIONE % PROVINCIA DI MILANO % - COMUNE (241/90) % - CONTRIBUTI PUBBLICI % SPETTANZA OBIETTORI RIMBORSO ASSICURAZ RIMBORSO PRESTITI TELEFONO A SCATTI RETTA OSPITI PARROCCHIA OFFERTA SACERDOTI RIMBORSI VARI % QUOTE SOCI % 600 RICICLAGGIO SCHEDE TELEFONICHE VARIE RIMBORSO SPESE ALTRO % 100 RICAVI BANCARI % 150 FONDO RISTRUTTURAZ FONDO PRESTAZ. PROF UTILIZZO FONDI % - VENDITE INTERESSI BANCARI RIMANENZE FINALI COMMERCIO EQUO % - TOTALE ENTRATE % C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 3

4 USCITE consunt. prevent. consunt. prevent % 2007 ASSICURAZIONE % ATTIV. FORMATIVE % ATTIV. RICREATIVE % COMPARTECIPAZIONE TASSE ASSICURAZIONI RIPARAZIONI SPESE DI ESERCIZIO CARBURANTE AUTOMEZZI % ENEL TELECOM ACQUA POTABILE GAS METANO SMALTIMENTO RIFIUTI CANONE TV RISCALDAMENTO UTENZE % GESTIONE DELLA CASA VITTO NON ALIMENTARI CASALINGHI VARIE CANCELLERIA SCHEDE TELEFONICHE MAN. ORDINARIA MAN. STRAORDINARIA GESTIONE CASA % RISTRUTTURAZ. IMM % GESTIONE OBIETTORI % - C. "FARSI PROSSIMO" PRESTAZIONI PROF RIT. ACC. IRPEF COLLABORAZIONI % PRESTITI CONCESSI ACQUISTI VARI SPESE BANCARIE ALTRO % 750 AMM. ELETTRODOM AMM. IMPIANTI AMM. AUTOMEZZI AMM. MACCHINE UFF AMMORTAMENTI % 967 ACCANTONAMENTI % - ACQUISTI RIMANENZE INIZIALI SPESE BANCARIE AVANZO COMMERCIO EQUO % - TOTALE USCITE % AVANZO (DISAVANZO) C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 4

5 STATO PATRIMONIALE AL ATTIVO PASSIVO LIQUIDITA': RISERVE PATRIMONIALI: CASSA ASSOCIAZIONE 627 RISERVA LIQUIDITA' 627 RISERVA CONTI CORRENTI: FONDI PER ONERI: CARIPLO - INTESA BCI FONDO SPESE PRESTAZIONI PROF. - CONSORZIO ETIMOS 53 FONDO SPESE RISTRUTTURAZ. IMM CONTI CORRENTI FONDI PER ONERI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI: FONDI D'AMMORTAMENTO: IMPIANTI IMPIANTI AUTOMEZZI AUTOMEZZI MACCHINE UFFICIO 930 MACCHINE UFFICIO 930 ELETTRODOMESTICI ELETTRODOMESTICI IMMOBILIZZAZIONI FONDI D'AMMORTAMENTO DISAVANZO TOTALE ATTIVO TOTALE PASSIVO C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 5

6 ENTRATE NOTE AL CONTO ECONOMICO Contributi privati Il contributo della Curia, pari a circa , corrisponde al finanziamento dei servizi offerti dall Associazione nel quadro di un progetto promosso dal Sai, il Servizio accoglienza immigrati dell Arcidiocesi di Milano. I contributi della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), provenienti dal gettito dell 8 per mille, hanno rappresentato, in anni recenti, la quota più significativa delle offerte private. Questi fondi vengono corrisposti sulla base di un accordo informale con l Arcidiocesi di Milano, a copertura dei costi sostenuti dall Associazione per le collaborazioni professionali alla gestione della Casa d accoglienza. Nel 2006, il contributo CEI è stato pari a zero, poiché l importo stanziato per il 2006 (pari a ) è pervenuto prima della chiusura dell esercizio 2005 e il bilancio dell Associazione segue un criterio di cassa. In termini di competenza, il contributo CEI è rimasto stabile a per gli ultimi tre anni, dopo essere cresciuto negli anni precedenti, passando approssimativamente da euro 10mila (2000) a 20mila (2001) a 25mila (2002 e 2003). I contributi della Caritas Ambrosiana e della Curia Arcivescovile di Milano sono più occasionali e più esigui, legati perlopiù a situazioni di particolare difficoltà finanziaria dell Associazione. Nel 2006 sono stati pari a I contributi provenienti da Fondazioni bancarie e Istituti di credito costituiscono anch essi una fonte d entrata aleatoria, essendo vincolata, ogni anno, all approvazione di un progetto specifico. Nel quadro del bando 2004 della Fondazione Cariplo, l Associazione ha richiesto un finanziamento di per il Progetto Richiedenti Asilo. Il contributo, assegnato dalla Fondazione Cariplo a febbraio del 2005, e per il quale si era prevista la liquidazione nell anno passato, sarà invece erogato nel Sono leggermente aumentate le offerte private, in seguito a un trend decrescente sull arco del precedente quinquennio. Le entrate da attività di sgombero e trasloco si sono completamente annullate, in connessione con la progressiva diminuzione del numero di obiettori di coscienza in servizio civile presso la Casa d accoglienza, fino alla loro completa cessazione nel luglio Sono, invece, aumentate le offerte occasionali da parte di volontari e simpatizzanti dell Associazione. L incremento, sia pur lieve, rappresenta un incoraggiante inversione di tendenza rispetto alla diminuzione registrata anche per questa voce negli anni precedenti. Contributi pubblici La Regione Lombardia ha concesso un finanziamento sulla base della L.R. 1/86, bando Il contributo, pari a , è stato in linea con gli anni passati. Il finanziamento della Provincia di Milano corrisponde alla seconda tranche di un contributo concesso per il progetto Formazione alla mediazione linguistico-culturale per volontari, ai sensi della L.R.22/93, Bando Il Comune di Milano, che ha sempre contribuito in maniera più aleatoria e in misura più esigua al finanziamento delle attività dell Associazione, non ha concesso, negli ultimi tre anni, alcun contributo. Rimborsi vari I contributi del Ministero della Difesa per la gestione degli obiettori sono cessati, in conseguenza della cessazione del servizio civile. Nel corso del 2006, i contributi degli ospiti si sono ulteriormente ridotti, risultando assai inferiori alle previsioni. Infatti, ha continuato ad aumentare il numero degli ospiti ri- C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 6

7 fugiati e in attesa di riconoscimento dello status di rifugiati politici: nel corso del 2006, tutti gli ospiti della casa erano in questa situazione. Non potendo lavorare, e beneficiando unicamente di un esiguo contributo ministeriale, a questo genere di ospiti è richiesto un contributo ridotto o addirittura nullo. Le offerte dei sacerdoti dell Unità Pastorale Forlanini, per i pasti occasionalmente consumati presso la casa, sono invece aumentate, risultando superiori alle previsioni. Quote soci Le quote associative sono ulteriormente diminuite, anche rispetto a quanto previsto. Il numero dei soci si è, infatti, ridotto a 18. La perdita fisiologica di alcuni soci non è stata compensata dall ingresso di nuovi, anche a causa del venir meno degli obiettori in servizio civile, che costituivano una regolare fonte di nuovi soci. Utilizzo fondi È stato interamente utilizzato il Fondo prestazioni professionali, corrispondente al contributo della Curia per l anno 2006, erogato a fine Il Consiglio Direttivo ha inoltre deliberato di utilizzare del Fondo ristrutturazioni, precedentemente accantonato, al fine di coprire le spese relative a un intervento urgente di rifacimento dei bagni degli ospiti. USCITE Assicurazione L Associazione ha stipulato una serie di polizze assicurative che coprono, conformemente ai requisiti di legge, responsabilità civile, incendio, infortuni e malattie dei volontari. Inoltre, in conformità con gli accordi citati nelle note preliminari della presente relazione, l Associazione contribuisce per il 50% alle spese assicurative della Parrocchia, che coprono responsabilità civile, incendio e furto sugli immobili (chiesa, pertinenze e locali parrocchiali). Attività culturali e ricreative Le spese per attività formative hanno registrato un leggero incremento. Esse risultano, tuttavia, di circa inferiori alle spese preventivate. Ciò è dovuto al fatto che soltanto all inizio del 2007 è stata pagata la fattura della Cooperativa Interculturando, alla quale è stata appaltata la realizzazione del progetto Formazione alla mediazione linguistico-culturale per volontari, finanziato dalla Provincia di Milano. Anche le spese per attività ricreative, pur aumentate, sono risultate inferiori all importo preventivato, poiché gran parte delle spese previste per i festeggiamenti in occasione del ventesimo anniversario dell Associazione sono state surrogate da donazioni in natura. Automezzi All inizio del 2006, l Associazione ha stipulato un accordo con l Unità Pastorale Forlanini per l utilizzo congiunto del pulmino. In base a tale accordo, le spese di assicurazione e di esercizio sono sostenute dai principali utenti, ovvero dalle Parrocchie dell unità pastorale, mentre l Associazione contribuirà con una quota forfetaria pari a 600. Rimangono, invece, a carico dell Associazione le spese per l assicurazione dell autovettura Punto. L elevato importo delle spese per riparazioni corrisponde a una fattura, pagata all inizio del 2006, per un intervento di manutenzione al pulmino. Si osservi che, in quanto Onlus, l Associazione è esente dal pagamento del bollo. C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 7

8 Utenze La bolletta dell Enel per la fornitura dell energia elettrica ha registrato un forte aumento. La discrepanza, di oltre 1000, fra l importo relativo al 2005 e l importo relativo al 2006 corrisponde al pagamento di un conguaglio per consumi effettivi non fatturati in precedenza (in mancanza di lettura del contatore). La media del biennio è, comunque, in linea con il trend degli anni precedenti. Le spese telefoniche si sono ridotte rispetto all anno passato, grazie alla scelta di piani tariffari più consoni agli utilizzi degli operatori. Il costo della fornitura di acqua potabile è aumentato, risultando superiore alle previsioni. Le spese di riscaldamento, nonostante le previsioni di incremento, sono rimaste ai livelli del 2005, grazie a un inizio di inverno piuttosto mite e al fatto che il prezzo del gasolio non ha continuato ad aumentare. Le spese per le altre utenze sono state in linea con le previsioni. Gestione della casa Le spese per la gestione e per la manutenzione della casa d accoglienza sono state inferiori alle previsioni, grazie al contenimento dei consumi. Con una riduzione di circa il 10% rispetto all anno passato, si è proseguito il trend decrescente dell ultimo quinquennio. La spesa alimentare è rimasta a livelli particolarmente bassi, anche se è opportuno ricordare che la voce vitto non comprende i beni alimentari acquisiti grazie a donazioni in natura, il cui valore può essere stimato intorno a Tali donazioni provengono principalmente dal Banco Alimentare, da alimenti sequestrati dai Vigili Urbani, nonché da alcuni fornai e altri privati. Ristrutturazione immobili Al fine di mantenere condizioni adeguate di igiene e di decoro, si è reso necessario un intervento di ristrutturazione dei bagni degli ospiti. I lavori, pianificati e deliberati dal Consiglio Direttivo nel 2005, sono stati svolti e pagati nel Hanno comportato una spesa complessiva di Gestione SCV Fra il 2005 e il 2006, l Associazione si è avvalsa della collaborazione di due ragazze in Servizio Civile Volontario. Per ciascuna di loro, l Associazione ha pagato un contributo forfetario di 600 euro. Prestazioni professionali Gli esborsi a favore della Cooperativa Farsi Prossimo, alle cui dipendenze si trovano tre operatori della Casa, sono pari all importo annuale previsto dal contratto stipulato dall Associazione per la consulenza e l intervento organizzativo. Dagli ultimi mesi del 2006, una delle ragazze che ha svolto l anno di Servizio Civile Volontario presso La Grangia, ha continuato la sua collaborazione in regime di partita iva (v. alla voce prestazioni professionali). Ammortamenti Gli ammortamenti corrispondono a quelli previsti dal piano descritto più avanti nel paragrafo dedicato allo stato patrimoniale. C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 8

9 NOTE ALLO STATO PATRIMONIALE ATTIVO Nel 2006 non sono stati effettuati acquisti di beni strumentali per importi cospicui. Di conseguenza, le immobilizzazioni sono rimaste invariate. PASSIVO Riserve Le riserve dell Associazione, con l aggiunta dell avanzo del 2005, pari a 335, risultano pari a Fondi È stato interamente utilizzato il Fondo spese per prestazioni professionali, costituito l anno scorso con l accantonamento del contributo della CEI, liquidato a dicembre 2005, e destinato alla copertura delle prestazioni professionali nell anno Inoltre, si è attinto, per un importo di , al Fondo spese ristrutturazioni immobiliari, a copertura dei costi di rifacimento dei bagni. Ammortamenti Le immobilizzazioni materiali e i rispettivi ammortamenti sono dettagliatamente descritti nella seguente tabella. anno di perc. quote di ammortamento fondo valore valore acquisto amm amm.zato residuo IMPIANTI serbatoio caldaia % impianto elettrico % impianto elettrico II % totale impianti ELETTRODOMESTICI frigorifero % lavastoviglie % totale elettrodomest AUTOMEZZI auto % totale automezzi MACCHINE UFFICIO fotocopiatrice % totale macchine uff TOTALE C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 9

10 NOTE AL BILANCIO PREVENTIVO 2007 Il bilancio preventivo per il 2007 tiene conto dei risultati degli esercizi precedenti, del programma associativo per l anno sociale , e degli obiettivi di spesa e di entrata individuati dal Consiglio direttivo. ENTRATE Offerte private Il contributo della CEI per il 2007 è già stato stanziato e liquidato, a febbraio 2007, per un importo di Pur essendo incrementato di rispetto agli anni passati, non risulterà sufficiente a coprire le spese per le collaborazioni (v. sotto), a cui questo contributo è specificamente destinato. La differenza sarà, comunque, più che compensata dalle entrate provenienti dal finanziamento di particolari progetti, promossi o partecipati dall Associazione. Nel 2005 è stato, infatti, approvato uno stanziamento di da parte della Fondazione Cariplo per il progetto Accoglienza richiedenti asilo presentato dall Associazione. All inizio di febbraio del 2007 è stata presentata la rendicontazione e si prevede che almeno una parte del contributo (stimata, in via prudenziale, a ) sarà liquidata nel Inoltre, l Associazione partecipa al progetto Cittadini Possibili, promosso dal Consorzio Farsi Prossimo e finanziato dalla Fondazione Cariplo, per il quale riceverà un contributo di circa Anche per tale progetto si prevede, nel corso del 2007, una prima tranche di contributo, pari a Complessivamente, i contributi provenienti da Fondazioni saranno, dunque, pari a La fine del servizio di leva obbligatorio, e il conseguente venir meno degli obiettori in servizio presso la Casa, ha portato alla cessazione delle attività di sgombero e trasloco. Le offerte corrispondenti sono state azzerate di conseguenza. Le offerte personali sono, invece, leggermente aumentate, proseguendo la leggera ripresa che si era manifestata già nel 2005, dopo anni di forte diminuzione. Da febbraio 2007, l Associazione si avvale della collaborazione di una operatrice che ha esperienza nel campo del fund raising e sta valutando le possibili iniziative che l Associazione potrebbe intraprendere, a costi contenuti, in questa direzione. Non si può, tuttavia, immaginare che la ridefinizione delle strategie di raccolta fondi possa portare frutto già nel corso del Per questo motivo, l importo stimato è in linea con il consuntivo del Contributi pubblici La Regione Lombardia non ha ancora approvato il piano di riparto 2007 per i contributi alle attività socio-assistenziali. Tuttavia, la regolarità dei finanziamenti regionali (ai sensi della L.R. 1/86) negli anni passati suggerisce di prevedere un contributo per il 2007 del medesimo ordine di grandezza ( ). Gli obiettivi definiti per il 2006 dalla Provincia di Milano per il riparto dei finanziamenti alle organizzazioni di volontariato (L.R. 22/93) non ha consentito all Associazione di proporre alcun progetto. Non si prevedono, dunque, erogazioni da parte della Provincia per l anno in corso. In linea con quanto è avvenuto in passato, non è possibile prevedere contributi da parte del Comune di Milano, nonostante il fatto che numerosi ospiti della casa siano inviati su segnalazione dell Ufficio stranieri del Comune. Il Consiglio Direttivo ha deciso di sondare la possibilità di stabilire una convenzione con il Comune, che preveda di riser- C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 10

11 vare esplicitamente un determinato numero di posti agli stranieri segnalati dall Ufficio stranieri del Comune, a fronte di un adeguato contributo da parte del Comune stesso. Una simile convenzione potrebbe contribuire a dare una base finanziaria solida e un esplicito riconoscimento all Associazione per l attività che da anni svolge, a beneficio della cittadinanza milanese in particolare. Inoltre, il Consiglio Direttivo farà ogni sforzo affinché l Associazione possa accedere al Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi d Asilo, di cui un importante cifra è disponibile per il Comune di Milano. In ogni caso, gli eventuali frutti di tali iniziative presso il Comune di Milano non potranno concretizzarsi prima del Per questo motivo, si prevedono ancora per il 2007 contributi comunali pari a zero. Rimborsi vari Il contributo del Ministero della Difesa per la gestione degli obiettori sarà pari a zero, dal momento che non vi sono più da tempo obiettori in servizio presso l Associazione, e l ultimo contributo è stato corrisposto nel Per i rimborsi e le spese varie, così come per le rette degli ospiti, sono previsti importi in linea con il consuntivo Quote soci Contando su un aumento del numero dei soci intorno a 20, abbiamo stimato per l anno 2006, un entrata complessiva di 600, al netto di ulteriori contributi da parte dei soci. USCITE Assicurazione L importo corrisponde alla quota spettante all Associazione, secondo il seguente quadro riassuntivo delle polizze in essere, in seguito al rinnovo stipulato all inizio del Attività culturali e ricreative C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 11

12 Le spese per attività formative preventivate per il 2007 corrispondono, in larga misura, al costo del progetto Formazione alla mediazione linguistico-culturale per volontari, finanziato dalla Provincia di Milano. Automezzi All inizio del 2006, l Associazione ha stipulato un accordo con l Unità Pastorale Forlanini per l utilizzo congiunto del pulmino. In base a tale accordo, le spese di assicurazione e di esercizio saranno sostenute dai principali utenti, ovvero dalle Parrocchie dell unità pastorale, mentre l Associazione contribuirà con una quota forfetaria pari a 600. Utenze Le spese per il riscaldamento continueranno probabilmente a crescere, a causa dell incremento dei costi energetici e dell obsolescenza dell impianto. Per le altre utenze sono previsti andamenti in linea con gli scorsi anni. Gestione della casa Non potendo contare sullo straordinario contenimento delle spese realizzato nel corso degli ultimi due anni, e in particolare sulle cospicue donazioni di generi alimentari, le spese di vitto sono previste in linea con gli anni precedenti. Ristrutturazione immobile Non sono previste spese straordinarie per lavori di ristrutturazione nel corso del Servizio civile L Associazione, dal 2006, non ha più operatori né operatrici in Servizio Civile Volontario. Prestazioni professionali L incremento dell importo previsto per il 2007 (di circa il 25%) è dovuto alla collaborazione, in regime di partita iva, con la nuova coordinatrice, Manuela Nanni. Ammortamenti Le quote di ammortamento per il 2007 coprono le immobilizzazioni attuali per le quali sussiste ancora un valore residuo da ammortizzare (cfr. tabella a p. 9). C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 12

13 LEGENDA DESCRIZIONE DELLE VOCI DEL CONTO ECONOMICO ENTRATE Contributi pubblici e privati Le entrate della Associazione dipendono in larga misura da offerte pubbliche e private. Queste ultime sono, in parte, offerte per servizi di traslochi e di sgomberi, che consentono anche di recuperare mobili e altro, per ospiti ed ex ospiti che trovano una sistemazione abitativa dopo il periodo dell accoglienza in comunità. Retta ospiti A partire dal settembre 1999, viene chiesto agli ospiti, nei limiti delle loro capacità, di contribuire alle spese della casa con un rimborso simbolico di euro 30 mensili. Si tratta di un rimborso simbolico, dal quale peraltro gli ospiti sono esentati nel caso in cui non abbiano la possibilità di pagare. Si è ritenuto, tuttavia, opportuno introdurlo per responsabilizzare gli ospiti e per non creare aspettative eccessive, dal momento che gran parte dei centri analoghi alla Grangia richiedono un simile contributo. Rimborsi Altre voci non costituiscono propriamente delle entrate dell Associazione, ma piuttosto dei rimborsi di vario genere: spettanza obiettori: contributi che il Ministero della Difesa versa all Associazione per il mantenimento degli obiettori (cessati già dal 2006) offerta sacerdoti: occasionalmente, un gruppo di sacerdoti dell Unità Pastorale Forlanini pranza presso la Casa d Accoglienza; l offerta costituisce un rimborso forfetario per i pranzi consumati Commercio equo e solidale Ai sensi dello Statuto dell Associazione, contestualmente all approvazione del bilancio 2001, che registrava un disavanzo dell attività del commercio equo e solidale, l assemblea dei soci ne ha deliberato la chiusura, avvenuta già nel corso del USCITE attività culturali: acquisto di libri e abbonamenti a riviste attività formative: spese sostenute per la partecipazione degli operatori a corsi di formazione e di aggiornamento utenze: le spese per le utenze comuni con la parrocchia sono suddivise in conformità all accordo raggiunto fra i due enti (cfr. note preliminari) spese di gestione della Casa: spese per la manutenzione dell orto, per la pulizia della casa, e in generale di manutenzione spicciola all interno della Casa d accoglienza (ivi compresi piccoli riconoscimenti in denaro, che gli ospiti della Casa ancora disoccupati, o ex ospiti bisognosi, ricevono quando collaborano a questi servizi) vitto: evidentemente, questa voce non registra i beni alimentari derivanti da donazioni in natura (principalmente da parte del Banco Alimentare) e dalla produzione diretta (orto) manutenzione ordinaria: acquisti di vario materiale: elettrico, di falegnameria, di idraulica; assistenza della fotocopiatrice, spese di spurgo, fatture della MT Tecnoimpianti per l assistenza alla caldaia manutenzione straordinaria: altre spese di manutenzione, che non configurino immobilizzazioni C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 13

14 contributi per gestione obiettori: quota versata alla Caritas ambrosiana per i nuovi obiettori che hanno scelto di svolgere il loro servizio civile presso la nostra Associazione (cessati già dal 2006) prestiti concessi: prestiti concessi agli ospiti stranieri della Casa di accoglienza. prestazioni attività professionali: uscite relative al contratto di consulenza e di supporto stipulato con la Coop. Farsi Prossimo DESCRIZIONE DELLE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVO L attivo è costituito dalle seguenti voci: cassa: corrisponde alla cassa dell associazione conti correnti: l Associazione ha opportunamente unificato le operazioni su un unico conto corrente (Cariplo-Intesa BCI); il conto presso il Consorzio ETIMOS (ex CTM MAG) ha un puro valore simbolico, di adesione morale ai principi della finanza etica immobilizzazioni: valore economico delle macchine ufficio, degli elettrodomestici, degli automezzi e degli impianti PASSIVO Il passivo è costituito dalle seguenti voci: riserve e fondi: confluisce nelle riserve l avanzo del conto economico generale fondi rischi e oneri: comprendono, a fine 2006, solo il residuo del fondo spese ristrutturazione immobile, costituito per far fronte alle spese di ristrutturazione della casa d accoglienza. Il fondo per prestazioni professionali è stato interamente utilizzato nell esercizio. fondi di ammortamento: i fondi di ammortamento risultano incrementati della quota corrispondente, secondo il prospetto riportato nelle note allo Stato patrimoniale avanzo (disavanzo): equivale alla corrispondente voce del conto economico ed è pari alla differenza fra entrate e uscite dell Associazione C:\grangia\f\bilancio_2006.doc 14

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS ISTRUZIONI MOD.COM6BIS COMMERCIO ELETTRONICO 2 AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM6BIS, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA DELLA CIRCOLARE, ALLA QUALE

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Allegato A) deliberazione nr.14 d.d. 28.04.2015 APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Il Presidente

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Art.1. Oggetto del regolamento

Art.1. Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GI ORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Il Presidente del Consiglio dei Ministri Vista la legge 8 luglio 1998, n. 230, recante Nuove norme in materia di obiezione di coscienza, e successive modificazioni ed integrazioni; Vista la legge 6 marzo

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli