Dimagrire con metodo. come quando e perchè. La nuova dieta proteica. Maria Gabriella Di Russo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dimagrire con metodo. come quando e perchè. La nuova dieta proteica. Maria Gabriella Di Russo"

Transcript

1 Maria Gabriella Di Russo Dimagrire con metodo come quando e perchè La nuova dieta proteica

2

3 Dimagrire con metodo come quando e perchè La nuova dieta proteica Maria Gabriella Di Russo

4

5 INDICE 1 La Dieta pag.03 Dieta, alimentazione e nutrizione, quali differenze? pag.04 Come mantenersi in salute con l alimentazione pag.05 Cosa occorre sapere sulle diete per evitare errori pag.07 2 Il metodo alimentare, luoghi comuni da sfatare pag.11 Dieta significa costrizioni, stanchezza e nervosismo? pag.12 Regole per mantenere il tono muscolare ed evitare rughe e smagliature pag.18 3 Il regime dietetico vincente pag.25 Le diete iperproteiche pag.26 4 ProtiPlus )3.2.2( pag.29 ProtiPlus, il metodo che funziona pag.30 La dieta proteica senza rischio di chetosi pag.33 Perchè la dieta ProtiPlus si affronta col sorriso pag.34 Come ProtiPlus combatte rughe, smagliature e perdita di tono pag.36 5 Il metodo di dieta ProtiPlus pag.39 I prodotti ProtiPlus pag. 40 Lo schema di dieta ProtiPlus pag. 43 Consigli utili per la dieta ProtiPlus pag. 47 Dieta di mantenimento pag. 49 Fase progressiva di mantenimento pag. 50 Fase di pre-equilibrio di mantenimento pag. 52 Consigli generali per il mantenimento pag. 53 Modalità di preparazione dei preparati ProtiPlus pag. 54 ProtiPlus dietabag 1 settimana pag. 55 1

6 2

7 1 0 capitolo La dieta 3

8 1 0 capitolo La dieta Dieta, alimentazione e nutrizione, quali differenze? Cosa bisogna sapere quando si parla di dieta? A volte sapere il significato dei termini che si usano, aiuta a comprendere meglio e facilmente ciò di cui si sta parlando. La parola dieta deriva dal greco dìaita e racchiude molti significati ma tutti legati tra loro: regime, stile, tenore di vita. dieta è sinonimo di alimentazione corretta, sana ed equilibrata. Alimentarsi, infatti, non consiste nella sola soddisfazione del palato o dello stomaco e nell'ingerire cibo senza conoscere e apprezzare la consistenza e la finalità. Il cibo che si porta verso la bocca non rappresenta semplicemente un mezzo per il nutrirsi, ma è tradizione, cultura, convivialità, storia, piacere. Cibarsi è occuparsi del proprio nutrimento, alimentarsi correttamente vuol dire adottare una dieta ossia uno stile di vita che sia in grado di soddisfare i bisogni fisiologici dell organismo in termini tanto di energia quanto di nutrienti, il tutto senza dimenticare né la quantità né la qualità. Per ben alimentarsi è utile iniziare a conoscere gli alimenti, a leggere le loro caratteristiche, ad imparare a distinguere le proteine, dai carboidrati, dai grassi... C è differenza tra alimentazione e nutrizione? È utile distinguere l alimentazione dalla nutrizione perché sono due fasi di uno stesso processo fisiologico. L alimentazione comprende tanto l assunzione per bocca degli alimenti semplici, composti od elaborati, tanto la loro digestione. È il rifornimento o l'utilizzo del cibo dal punto di vista fisiologico. L alimentazione è un processo volontario. La nutrizione, invece, è l insieme dei processi di assorbimento intestinale degli alimenti digeriti e la loro utilizzazione od assimilazione da parte delle cellule dell intero organismo. Nella nutrizione avviene la somministrazione e l utilizzazione degli alimenti dal punto di vista biologico cioè organico. La nutrizione è un fenomeno involontario. 4

9 Quale è il legame dieta-alimentazione? Spesso si utilizza la parola dieta dandole un significato inesatto, ovvero si dice: mettersi a dieta intendendo limitare l assunzione di cibo in risposta e/o in conseguenza ad un particolare stato patologico o ad un eccessivo accumulo di grasso e di peso corporeo. Si restringe, insomma, il significato della parola dieta solo ad un calo di peso o a un regime alimentare da seguire subito dopo una malattia. Nulla di più errato e riduttivo. L alimentazione è importante per lo svolgimento della nostra vita, vale la pena di trattarla con estrema cura, rispettare una dieta può contribuire a vivere meglio ed a lungo. L alimentazione può aiutare la salute; alimentarsi con criterio aiuta a sentirsi in forma e a conoscere il proprio organismo e il proprio corpo. Come mantenersi in salute con l alimentazione Una sana alimentazione può prevenire alcune malattie? Alla luce di quanto esposto sopra, la prima conseguenza è che una sana e corretta alimentazione aiuta sicuramente a prevenire alcune patologie. Negli anni Settanta un fisiologo americano, tale Ancel Keys* fu tra i primi ad intuire che l alimentazione potesse prevenire o provocare determinate patologie, infermità e malattie. Egli condusse un accurato studio epidemiologico, studiò le cause, e sempre negli anni Settanta pubblicò il libro Eat well and stay well, the Mediterranean way che tradotto significa mangiare bene e stare bene con la dieta mediterranea. Il fisiologo mise in relazione le cause di alcune malattie, ad esempio quelle cardiovascolari, con un regime alimentare scorretto. La prima regola da seguire è senza dubbio quella di evitare gli abusi. La salute si conquista innanzitutto a tavola, imparando sin da bambini le regole del mangiar sano. Una corretta alimentazione è fondamentale per una buona qualità di vita e per invecchiare bene. * Ancel Keys - Eat well and stay well, the Mediterranean way,

10 Dieta e dietologia sono la stessa cosa? Al concetto di alimentazione è strettamente legato quello di dietologia, che fa riferimento alla razione alimentare giornaliera. Per dietologia, si intende lo studio dei fabbisogni e dei modi per fornire all uomo, attraverso l alimentazione, una nutrizione idonea ed adeguata. Comprende la distribuzione e la combinazione degli alimenti nella razione alimentare, il numero ed il ritmo dei pasti, le modalità di cottura e di presentazione dei cibi. Si può, quindi, asserire che la dietologia è la scienza che si occupa della cura delle malattie tramite un regime alimentare controllato ed appropriato. Una dieta ottimale, oltre a soddisfare le esigenze fisiologiche dell organismo, si armonizza con la sfera psicologica e relazionale, appagando i sensi, aderendo alla tradizione del territorio, adeguandosi allo stile di vita. Esiste una dieta ideale? Non esiste una dieta ideale, ma l ideale è una dieta personalizzata. Una dieta personalizzata viene impostata in base a vari parametri: l età, il sesso, il peso, il tipo di lavoro svolto, il clima, lo stato fisiologico, le condizioni di salute, il fabbisogno calorico e nutrizionale. Nella prescrizione di una dieta appropriata, quindi, il medico dovrà tenere conto della presenza o meno di eventuali patologie del paziente, dell età, del sesso, dei fabbisogni nutrizionali minimi, della composizione corporea e dovrà considerare i numerosi nutrienti che fornisce con la dieta al paziente. Differenziare il metodo alimentare in base alle caratteristiche dell individuo è l atto primario e fondamentale per una dieta personalizzata. La dieta, allora, non è solo dimagrante? Nella comune accezione la parola dieta ha assunto essenzialmente il significato di dieta dimagrante, intesa come astinenza temporanea da determinati cibi o bevande, periodo di tempo in cui si controlla la propria alimentazione, astenendosi dal consumo di alcuni alimenti o assumendo meno calorie del normale. Viene, di conseguenza, associata a sensazioni e condizioni di restrizione, sofferenza, fame, rinuncia, difficoltà, privazione. Tornando al significato da cui proviene ossia stile di vita, nonché alimentazione corretta ed equilibrata vorrebbe dire che siamo tutti a dieta. In realtà vuol dire assumere gli alimenti giusti nella corretta quantità, al fine di fornire al proprio corpo tutti i nutrimenti di cui si ha bisogno. Le necessità dietetiche di ciascuno possono variare a seconda dell età o di particolari 6

11 esigenze fisiche: la dieta di un anziano non sarà la stessa di un adolescente, così come quella di una donna incinta non sarà uguale a quella di una persona ammalata. dieta deve significare trovare uno stile di vita sano, piacevole e facile da seguire, che permetta di stare bene e di mantenere o ritrovare il giusto peso. Cosa occorre sapere sulle diete per evitare errori Qual è l errore da evitare assolutamente quando si affronta un regime dietetico? Il primo errore che solitamente commette chi è a dieta è pretendere il tutto e subito, smaltire nel giro di poco tempo i chili da perdere, per non dover stare a regime a lungo. Perdere chili velocemente è possibile, ci sono molti modi per farlo, si può ricorrere al digiuno, alle diete rapide, alle diete chetogeniche (quelle che generano chetosi, cioè sintomo di un alterato metabolismo degli acidi grassi) o a quelle a base di soli liquidi, ai farmaci antifame e a molte altre. I contro, però, sono molti e diversi: innanzitutto, un regime alimentare squilibrato a lungo andare può danneggiare l organismo, attaccando il sistema nervoso ed organi come il fegato od i reni, si possono avere carenze fisiologiche ed indebolimento del sistema immunitario, malessere generale ed irritabilità, sbalzi di umore, abbassamento del livello di energia. Non si può costringere il corpo a vivere in una situazione di privazione e sofferenza, anche perché per un naturale meccanismo di difesa, l organismo a poco a poco si adatta al nuovo regime ipocalorico, abbassando il metabolismo e facendo sì che le riserve corporee di grasso rimangano intatte. Si può correre il rischio di non dimagrire? Il corpo, non ricevendo abbastanza cibo, crede di trovarsi in una situazione di emergenza, e per proteggersi attiva dei meccanismi che gli consentono di conservare la massa grassa eliminando in cambio quella magra, cioè i muscoli. I chili smaltiti con regimi alimentari squilibrati vengono in genere ripresi molto celermente e tutti in grasso, e la perdita di massa magra causata da questo tipo di diete rende ancora più difficoltoso un ulteriore tentativo di dimagrimento. Per poter smaltire un chilo di grasso ci vuole almeno una settimana. Perdere peso più velocemente significa solo che che si sta eliminando anche massa magra e non solo quella grassa. 7

12 Man mano che l organismo si abitua al nuovo regime ipocalorico, il metabolismo si abbassa, rendendo difficoltosa una nuova perdita di peso. Questo perché il corpo ha la capacità di adattarsi alle situazioni che ritiene potenzialmente pericolose. In questo caso avverte il debito calorico come una sorta di emergenza, e fa il possibile per abituarsi a vivere consumando meno, per preservare gli organi vitali. La dieta può influire sul metabolismo di un individuo? Il metabolismo (dal greco cambiamento) è il complesso delle reazioni chimiche e fisiche che avvengono in un organismo o in una sua parte. È utile sapere, inoltre, che il metabolismo non è uguale per tutti gli individui, non è un numero fisso, varia in base all età, al sesso, allo sport eventualmente praticato. Molte di queste trasformazioni della materia sono reversibili e sono legate a variazioni della condizione energetica. La condizione energetica dipende dagli alimenti assunti. Il metabolismo è l insieme di processi e trasformazioni che permettono all individuo di produrre energia, rinnovare e conservare i tessuti, digerire i cibi, ovvero in una sola parola, vivere. Il metabolismo si divide in tre insiemi di processi: metabolismo energetico, che comporta il recupero dell energia. catabolismo, che comporta la scissione di molecole complesse in molecole più semplici e produce energia. anabolismo, che produce molecole complesse a partire da molecole più semplici utili alla cellula. Per cui un mutamento nella dieta intesa come composizione qualitativa e quantitativa di alimenti può influenzare il metabolismo in un individuo. La dieta può influire sul cervello? Memoria ed efficienza mentale si possono coltivare e stimolare tutti i giorni con semplici norme, a partire dall alimentazione. Più calorie si assumono durante il giorno più aumenta la possibilità di perdere la memoria, è il risultato di un recente studio di Neurologia condotto alla Mayo Clinic Scottsdale in Arizona*. Secondo i ricercatori, chi supera le 2100 kcal al giorno rischia di invecchiare più velocemente e rischia di ritrovarsi con la sindrome clinica Mild Cognitive Impairment ossia una riduzione precoce della propria efficienza mentale. L eccesso di grassi animali e zuccheri semplici (cappuccino e cornetto, cioccolato, pasta con salsa elaborata e soffritta) altera le arterie e di conseguenza la circolazione. Cosa * Yonas E. Geda, M.D - Mild Cognitive Impairment in Older Adults,

13 avviene: si restringono le arterie si riduce il passaggio di sangue e di conseguenza anche l apporto di ossigeno ai neuroni (le cellule nervose), pertanto con meno ossigeno le prestazioni del cervello degenerano. Un pasto abbondante e pesante richiede maggior quantità di sangue a livello gastro enterico, di conseguenza si ha un limitato afflusso al cervello senso di stanchezza e spossatezza. Un alimentazione corretta ed equilibrata permette di mantenere efficiente il cervello senza grandi rinunce. ad esempio Il pesce con le sue proteine e gli omega 3 oltre che gli antiossidanti potenzia le nostre capacità intellettive. 9

14 10

15 2 0 capitolo IL METODO ALIMENTARE, LUOGHI COMUNI DA SFataRE 11

16 2 0 capitolo IL METODO ALIMENTARE, LUOGHI COMUNI DA SFataRE Dieta significa costrizioni, stanchezza e nervosismo? Perché si avverte un senso di costrizione quando si segue una dieta? Spesso quando si è a dieta, ci si sente costretti ad un regime forzato, si ha sempre fame perché si mangia poco e quel poco non basta, ci si stanca di consumare sempre gli stessi cibi, si desiderano da impazzire gli alimenti proibiti, ci si sente esclusi dalla vita normale e dalla convivialità con gli amici, la bilancia scende lentamente e ciò è frustante. Spesso ci vogliono lunghi periodi di controllo del regime alimentare e può capitare di rovinare il risultato a causa degli eccessi che portano ad interrompere la dieta, vanificando così i sacrifici fatti fino a quel momento. Le diete dimagranti, proprio per questi motivi, non funzionano per la maggior parte delle persone. A nessuno piace avere fame, e nessuno ama rinunciare agli alimenti che preferisce, specialmente per lunghi periodi. Riesce a farcela solo chi è dotato di un forte autocontrollo e di una grande forza di volontà, ma prima o poi, abbassando il livello di attenzione, riprende i chili smaltiti, ricadendo nel circolo vizioso. Non si può pretendere che basti un semplice foglio con scritti alimenti e quantità da consumare ogni giorno perché una persona riesca a ristabilire il proprio equilibrio psicofisico e a raggiungere l obiettivo con facilità. Spesso le diete non tengono conto che chi le segue non è un automa, ma un essere umano, con le sue fragilità e debolezze. E non tutti gli individui rispondono allo stesso modo agli stimoli e alle condizioni di vita. Quando si è a dieta si avvertono un senso di stanchezza e spossatezza: perché? Un esempio semplice aiuta a comprendere il legame dieta e stanchezza/spossatezza. Una vettura senza carburante non marcia. Né, tantomeno, possiamo pretendere che la vettura possa compiere molti chilometri con un solo litro di benzina. Ancora, se la vettura fora un pneumatico, la stessa può continuare a funzionare, ma riducendo di molto la velocità e compromettendo il suo funzionamento meccanico. 12

17 Lo stesso avviene se si trucca il motore: avrà prestazioni migliori, ma non a lungo, rischiando poi di compromettere seriamente il suo intero funzionamento. Inoltre, una accorta manutenzione della vettura aiuta la stessa a restare più a lungo efficiente, ritardando di molto la sua rottamazione. L organismo, se non viene alimentato in modo adeguato e razionale, può incorrere negli stessi problemi della vettura. Ci sono alimenti che sono in grado di far bene all umore, allontanando l ansia e lo stress, mentre ne esistono altri che producono un effetto opposto soprattutto se consumati in modo eccessivo. Alcuni esempi sono l alcool, il caffè, il tè, lo zucchero bianco, la carne rossa perché sono sostanze caratterizzate dalla presenza di principi che eccitano e alterano la normale attività del sistema neuropsicologico. Un corretto e razionale funzionamento della vettura organismo parte dagli alimenti, da come si combinano e da come si assumo: carboidrati (zuccheri semplici e zuccheri complessi) grassi, proteine, vitamine, sali minerali. Zuccheri complessi (polisaccaridi): I carboidrati hanno numerose funzioni biologiche tra cui quella di riserva energetica e trasporto dell energia (esempio: amido, glicogeno) e sono anche noti come componenti strutturali della cellulosa nelle piante e della cartilagine negli animali. I carboidrati e i loro derivati, hanno un ruolo fondamentale nel sistema immunitario, nella fertilità e nello sviluppo biologico. I carboidrati sono la più comune fonte di energia negli organismi viventi, e la loro digestione richiede meno acqua di quella delle proteine o dei grassi. Le proteine e i grassi sono componenti strutturali necessari per i tessuti biologici e per le cellule, e sono anche una fonte di energia per la maggior parte degli organismi. I carboidrati non sono nutrienti essenziali per gli esseri umani: il corpo può ottenere tutta l energia necessaria da proteine e grassi. Però una dieta completamente priva di carboidrati può portare a chetosi. Il consumo giusto di carboidrati, invece, è in grado di indurre energia e benessere senza effetti collaterali. 13

18 Zuccheri semplici (mono e disaccaridi): Per funzionare, il sistema nervoso utilizza in particolare il glucosio, che si trova negli zuccheri (carboidrati semplici) dal quale ottiene la giusta energia funzionale. Il glucosio media importanti neurotrasmettitori, ovvero sostanze necessarie per il passaggio degli impulsi nervosi tra un neurone e l altro, favorendo la sensazione di benessere, l attivazione e la tranquillità a livello psicologico. Una serie di studi ha però posto in evidenza che chi abusa di zuccheri, manifesta successivamente scompensi psico-fisici quali apatia, sonnolenza, spossatezza e rallentamento cognitivo (l eccesso di glucosio causa infatti un innalzamento della glicemia ed un conseguente aumento dell insulina che poi fornisce un senso di stanchezza e l abbassamento delle capacità cognitive). Chi invece utilizza quantità non esagerate di zuccheri, e/o ancor meglio, si ricarica di energia nutrendosi di carboidrati complessi (detti polisaccaridi ad alto peso molecolare), ovvero l amido di cereali e legumi, non accusa tali sintomi negativi. Queste sostanze rappresentano per l organismo una fonte di energia primaria, ovvero subito utilizzabile, ed una fonte di energia immagazzinabile per le esigenze future. Per quanto detto, il consumo equilibrato di zucchero può aiutare a mantenere il benessere e la reattività mentale e fisiologica dell individuo, ma un suo utilizzo eccessivo o scarso comporta una modificazione patologica degli stati energetici, cognitivi e psico-emotivi interni. Grassi (lipidi): Tutto l organismo, ed in particolare il sistema nervoso, è costituito da componenti lipidiche, le quali agevolano il passaggio dei nutrienti attraverso le pareti cellulari e nelle strutture cerebrali ed il loro successivo vitale assorbimento, così come forniscono una protezione contro possibili intrusioni patogene esterne. In particolare l utilizzo di acidi grassi polinsaturi i cosiddetti omega 3 ed omega 6 (di cui sono ricchi pesce e frutta secca) aiuta a mantenere l'integrità della membrana cellulare. L uso e l abuso di grassi saturi produce l effetto contrario, ovvero la diminuzione del passaggio di sostanze nutritive e, a livello neurale, ovvero del sistema nervoso centrale, la discesa delle prestazioni cognitive come ad esempio ragionamento, memoria ed attenzione e la comparsa di ulteriori problemi psicologici. Gli alimenti e le pietanze ricche di grassi per essere digerite richiedono l impiego di molto sangue da parte dell apparato gastrointestinale, a scapito delle quantità di sangue che nutrono il cervello. Ciò può portare ad un rallentamento dell attività del sistema nervoso, con conseguente sonnolenza, rallentamento nella comprensione ed apatia. 14

19 Gli omega 3 e omega 6 vengono definiti anche acidi grassi polinsaturi essenziali, in quanto il nostro organismo non riesce a produrli autonomamente ma deve introdurli con gli alimenti. Hanno potere antiossidante e hanno un ruolo importante nel mantenere la salute del sistema nervoso e dell apparato cardiovascolare. Gli omega 3 sono presenti in particolare in acciughe, tonno, sgombro, salmone, aringhe, sardine, merluzzo, noci, nocciole, mandorle, arachidi; gli omega 6 sono invece contenuti in oli vegetali, verdure, cereali, carne. Proteine: Anche il consumo di proteine è strettamente collegato al benessere psicofisico della persona. Le proteine formate da aminoacidi funzionano come precursori (predecessori) di neurotrasmettitori e ormoni, sono importanti perché rappresentano la fonte di energia tratta dall alimentazione e utilizzabile durante il digiuno. I neurotrasmettitori sono contenuti nelle vescicole sinaptiche e rilasciati in seguito a un opportuno stimolo. Queste molecole producono degli effetti fisiologici a carico di tutto l organismo. I neurotrasmettitori sono costituiti proprio dalle molecole proteiche derivate dagli alimenti ingeriti. In natura esistono ventuno aminoacidi che combinandosi formano le proteine; otto di essi non sono sintetizzabili dall organismo e per questo devono essere necessariamente assunti mediante l alimentazione. Fonti ricche di proteine sono carne, pesce, uova, latte, formaggio ed anche cereali e legumi. Il triptofano, per esempio, è un aminoacido che presidia e media la formazione della serotonina, ovvero un neurotrasmettitore che modula l umore e lo stato emozionale della persona, così come le funzioni sessuali, la temperatura, la fame ed il sonno (questo spiega le proprietà sazianti e calmanti di tale molecola). Il triptofano si trova in particolare in cereali, latte e derivati, legumi, riso, frutta secca, verdure (come spinaci, cavolo, asparagi), carne, uova, pesce, banane, pappa reale. Un altro aminoacido, la tirosina, veicola la formazione della dopamina che altro non è che un neurotrasmettitore addetto ai livelli umorali, allo stato di attivazione e vigilanza, alla modulazione delle emozioni e dello stress e alla ricezione del piacere. La tirosina si forma a livello organico a partire da un altro aminoacido chiamato fenilalanina; esso non si trova disponibile nell organismo ed è dunque necessaria la sua introduzione attraverso l alimentazione. Cibi ricchi di tirosina e fenilalanina sono carne, legumi, pesce, latte, formaggio, spinaci, frutti di mare, uova. 15

20 Vitamine: Un giusto apporto di vitamine è fondamentale per il buon funzionamento generale dell individuo; la carenza di vitamine del gruppo B (B1, B2, B3/o PP/, B5, B6, B12) può infatti provocare ansia, paura, problemi di umore (ad esempio depressione), demenza e/o disturbi psicotici. Parimenti un loro equilibrato consumo attraverso gli alimenti aiuta a tener lontani tali problematiche psico-fisiche. Più in generale le vitamine, pur non fornendo energia, sono indispensabili all utilizzazione dei principi nutritivi assunti. La maggior parte di esse non è prodotta dall organismo in modo indipendente e dunque devono essere assunte attraverso un'alimentazione variegata ed equilibrata. La vitamina A, contenuta in pomodori, carote, pesce, uova, latte e derivati (nei vegetali si trova il suo pioniere, il betacarotene, che viene trasformato in vitamina A nell intestino), è importante per la salute di ossa, apparato visivo e apparato respiratorio. Tale vitamina, inoltre, ha buone proprietà antiossidanti e dunque antiradicali. Le vitamine del gruppo B, invece, vengono implicate nei processi di produzione di energia e di sintesi dei neurotrasmettitori a partire dagli aminoacidi. Tali vitamine si trovano in buona quantità nei cereali, nei legumi, nel pesce, nella carne magra, negli oli vegetali, nelle verdure a foglia verde e nel lievito di birra. Delle vitamine del gruppo B fa parte anche l acido folico, un composto importante per la sintesi del DNA e delle proteine, il corretto sviluppo dei globuli rossi ed avente proprietà ansiolitiche ed antidepressive; lo si può trovare in particolare nei legumi, nella frutta (arance) e nella verdura (insalata, asparagi, piselli, spinaci), nelle uova, nel lievito e in certi tipi di carne (fegato). Vi sono poi le vitamine C ed E, molto presenti in frutta e verdura fresche (C), nei cereali, nei semi e negli oli vegetali (E), che aiutano a contrastare l affaticamento e l invecchiamento a livello celebrale e fisico dovuto ad ossidazione da radicali liberi, a stimolare il sistema immunitario, a mantenere in salute l apparato dermico e cardiovascolare e a tenere alto il tono dell umore dell individuo. La vitamina D (uovo, pesce, burro) è invece fondamentale per la sintesi del calcio e del fosforo e quindi per lo sviluppo dell apparato osseo e dentale ed il suo mantenimento in salute; la vitamina K (verdura, avena) è altrettanto importante in quanto partecipa al buon funzionamento della coagulazione del sangue e della giusta composizione ematica generale. La vitamina F, ancora, rintracciabile in semi ed oli vegetali, il cui maggior rappresentante è l acido linoleico, ha la proprietà di preservare la giusta permeabilità della membrana cellulare, proteggendo in tal modo la cellula da possibili attacchi esterni e partecipa alla sintesi di altri acidi polinsaturi cruciali per la salute delle cellule nervose. Vi è anche la vitamina H (o vitamina B8, sempre del gruppo B) contenuta in legumi, verdure, 16

21 carne, che partecipa al metabolismo degli aminoacidi e alla formazione del glicogeno, ovvero delle riserve energetiche dell organismo. Una sua scarsità può comportare affaticamento, dolori muscolari e discesa del tono dell umore. Sali minerali: Altri fondamentali principi nutritivi sono i sali minerali, come ad esempio calcio, ferro, fosforo, iodio, magnesio, potassio, sodio oltre ad oligoelementi quali selenio, zinco e zolfo, tutti cruciali nella mediazione di molteplici funzioni fisiologiche e mentali. Tali sostanze sono contenute in cereali integrali, legumi, frutta e verdura fresche, pesce e frutti di mare, cioccolato, frutta secca, latte e derivati, carne. I sali minerali sono coinvolti in molti fondamentali meccanismi neurologici e psico-fisici (ad esempio sodio, magnesio e potassio sono coinvolti nell attivazione nervosa e muscolare e nel controllo delle cellule). La dieta rende nervosi? Da numerosi studi scientifici è emersa e si è sempre più confermata negli ultimi anni, la stretta interconnessione tra cibo e mente, laddove il primo può influenzare l altra e viceversa. Non a caso il detto latino recitava mens sana in corpore sano (mente sana in corpo sano). Il mantenimento del benessere psicologico, oltre che fisiologico, passa anche da una sana alimentazione, contraddistinta da una dieta equilibrata e da cibi qualitativamente prescelti in base ai loro principi e valori nutrizionali. Due studiosi, David Gal, della Northwestern University di Chicago, e Wendy Liu, dell Università della California, hanno preso in esame alcuni volontari a cui hanno somministrato cibi dietetici al posto di alimenti non propriamente leggeri e il risultato è stato davvero sorprendente: la ricerca ha dimostrato che esercitare l autocontrollo aumenta la probabilità che le persone diventino aggressive verso gli altri, e che in particolare essere a dieta rende le persone irritabili. I due ricercatori hanno sottoposto i volontari ad una serie di test. In un primo, i volontari che avevano mangiato una mela invece che una barretta al cioccolato, sceglievano dei film d azione o violenti. In un altro test hanno dimostrato che persone a regime dietetico preferivano e concordavano con messaggi politici aggressivi. In conclusione, l autocontrollo può generare comportamenti aggressivi e tali comportamenti sono ancora più evidenti se si è sottoposti ad una dieta alimentare. Il complesso sistema nervoso di cui ogni individuo è dotato si aziona sulla base di 17

22 particolari processi biochimici che, per funzionare, necessitano di certi nutrienti e, per essere protetti, di certi antiossidanti. Tali elementi come proteine, sali minerali, vitamine, zuccheri, fito-molecole etc. mediano la costituzione e la ristrutturazione di certe strutture cerebrali e il passaggio dei segnali elettrici tra neurone e neurone alla base del funzionamento neuropsicologico. Il cervello è la sede della nostra componente psicologica, ma allo stesso tempo un organo il cui funzionamento dipende da elementi nutritivi. Molti principi contenuti negli alimenti hanno il potere di mediare il funzionamento del sistema nervoso, inibendolo o stimolandolo, quindi più in generale la capacità di mantenere o meno la buona salute di molteplici dinamiche psico-fisiche. Per quanto detto, è intuibile lo stretto rapporto tra alimentazione e sfera psicologica ed il fatto che, quindi, un adeguato comportamento alimentare preserva un ottima salute sia neurologica che, allo stesso tempo, psichica. Il cibo che assumiamo determina la composizione biochimica di ciascuno di noi, anche e soprattutto a livello del sistema nervoso centrale. Una cattiva dieta con scarsa, eccessiva e/o squilibrata ingestione di alimenti secondo le loro proprietà nutrizionali può provocare spossatezza fisica, diminuzione delle prestazioni cognitive, squilibri e problemi psicologici da non sottovalutare come ad esempio tensione e labilità emotiva, ansia, umore altalenante, nervosismo, apatia, suscettibilità, sonno disturbato, etc. Una dieta sbilanciata produce conseguenze negative anche sulle emozioni e sugli atteggiamenti di ciascun individuo, anch esse chiaramente collegate alla sua componente psichica. Regole per mantenere il tono muscolare ed evitare rughe e smagliature Quando si è a dieta si può avere perdita del tono muscolare e compattezza dei tessuti? Dimagrire in maniera graduale è essenziale per non incorrere in problemi, tra i quali il rischio di perdere muscoli, tipico di diete eccessivamente rigide. Spesso, quando pensiamo di metterci a dieta per perdere qualche chilo, pensiamo alla dieta come ad un qualcosa di molto restrittivo, dover ridurre in maniera drastica la quantità di cibo assunta nella giornata o ancor peggio saltare i pasti, ritenendo questo il modo migliore e più veloce, senza renderci conto che spesso basterebbe cambiare alimentazione riducendo gli eccessi. In questo modo non solo non otteniamo il risultato desiderato ma se protratto per lungo tempo mettiamo a rischio la nostra salute. 18

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

7 Minutes Project Manager

7 Minutes Project Manager 7 Minutes Project Manager Alimentazione 7 regole d oro per un alimentazione corretta Un alimentazione corretta è la base per far si che tutta l attività motoria svolta da un soggetto si traduca in reali

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ NUTRIENTI (O PRINCIPI NUTRITIVI): PROTEINE LIPIDI CARBOIDRATI VITAMINE ACQUA MINERALI CON FUNZIONE: PLASTICA ENERGETICA BIOREGOLATRICE PROTEINE LUNGHE CATENE DI

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani Le rughe e ll iinvecchiiamentto cuttaneo :: riisvollttii psiicollogiicii Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani La comparsa delle rughe è senza alcun dubbio uno dei primi segni dell invecchiamento

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu'

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' 5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' Spesso, a causa della nostra vita frenetica e degli impegni quotidiani, noi donne non abbiamo molto tempo da dedicare alla preparazione dei cibi, e

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

UNITà 7 Alimentazione e salute

UNITà 7 Alimentazione e salute unità Alimentazione e salute I termini e i concetti fondamentali 1 l organismo e l energia Per stabilire i fabbisogni nutrizionali dell organismo umano, bisogna conoscerne la composizione chimica. L organismo

Dettagli

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA NOI E IL CIBO Per crescere servono calorie e principi nutritivi e la nutrizione della prima parte della vita influisce sull

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI)

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) Sono i composti chimici dei viventi. Sono formate da Carbonio (C), Idrogeno (H), Ossigeno (O), Azoto (N), Fosforo (P) e Zolfo (S).

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Informazioni sugli elementi nutritivi

Informazioni sugli elementi nutritivi Informazioni sugli elementi nutritivi Nella terra e nello spazio Gli zuccheri Gli zuccheri (detti anche glucidi o carboidrati)) sono i composti organici più comuni sulla Terra. Le piante li producono con

Dettagli

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA Tutti i gruppi alimentari (carboidrati, grassi, proteine) sono importanti per lo svolgimento dell attività sportiva, ma è utile fare alcuni distinguo sul tipo di alimenti

Dettagli

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE Prof. Publio Viola Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto I grassi sono indispensabili per il nostro

Dettagli

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche,

IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, IL MODELLO ALIMENTARE DELLA DIETA MEDITERRANEA Il termine Dieta deriva dal greco diaita ovvero stile di vita inteso come l insieme delle pratiche, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e delle tradizioni

Dettagli

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA

Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Corso P1 - Operatore della Ristorazione N. RIF. 2010-358/RA Docente: Dr. Luca La Fauci Biologo Nutrizionista & Tecnologo Alimentare Lezione 2 Principi nutritivi, tabelle nutrizionali e corretto regime

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU Per la formulazione delle tabelle dietetiche sono state

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute

Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute Prof. David Heber Presidente del Comitato Consultivo Herbalife per la Nutrizione e dell Herbalife Nutrition Institute B.S. Magna Cum Laude, in Chimica, UCLA 1969 M.D., Harvard Medical School 1973 Ph.D.

Dettagli

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA.

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. INTRODUZIONE Da un indagine condotta dal CONI Provinciale di Milano, risulta che 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e obesi. Ciò è dovuto soprattutto ad abitudini alimentari errate e a un eccessiva sedentarietà.

Dettagli

Sedalfam. Descrizione

Sedalfam. Descrizione L attenzione al peso corporeo e all indice glicemico e ad un corretto metabolismo non è solo oggetto di interesse estetico, ma di importanza fondamentale per la prevenzione di molte malattie quali diabete,

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE Dott.ssa Luce Ghigo Medico Chirurgo Convenzionato S.S.N. Medicina di Gruppo - Medico di R.S.A. Piani Alimentari e Terapia del Sovrappeso 1 Se è vero che le esigenze nutrizionali

Dettagli

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero Qualunque cibo introdotto nel corpo umano viene trasformato, tramite reazioni chimiche, nei suoi costituenti elementari che sono proteine, lipidi, carboidrati, vitamine, minerali e acqua, perché è solo

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

Alimentazione Equilibrata

Alimentazione Equilibrata Gli standard nutrizionali Alimentazione Equilibrata Per soddisfare in modo ottimale il fabbisogno dietetico dei propri cittadini, molti paesi del mondo hanno elaborato e messo a disposizione delle collettività

Dettagli

Elementi di Scienze Motorie e Sportive

Elementi di Scienze Motorie e Sportive Francesco Duca Elementi di Scienze Motorie e Sportive I principi nutritivi Dispense per la Scuola Secondaria di I grado Il dottore del futuro non darà medicine, ma invece motiverà i ELEMENTI DI SCIENZE

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Informazioni per i pazienti Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Quelli con l arcobaleno Tutte le guide Mepha sono disponibili al sito www.mepha.ch Per scandire il «QR-Code»

Dettagli

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi ,3(5/,3,'(0,( 1. Iperlipidemie Le iperlipidemie, ed in particolar modo l ipercolesterolemia, rappresentano sicuramente il più riconosciuto ed importante fattore di rischio per l insorgenza dell aterosclerosi

Dettagli

L'Alimentazione (principi alimentari e consigli) Una Sana Alimentazione Ogni essere vivente introduce cibo nell'organismo: questo processo prende il nome di ALIMENTAZIONE. Introdurre cibo nel nostro corpo

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita.

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita. 2%(6,7 1. Obesità L incidenza del sovrappeso e/o dell obesità è andata aumentando dal dopoguerra in tutti i paesi industrializzati per l abbondanza e la disponibilità di cibi raffinati da un lato e la

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top Questo E-book è di proprietà di Ivan Ianniello. Questo E-book non può essere copiato, venduto o usato come contenuto proprio in nessun caso, salvo previa concessione dell'autore. L'Autore non si assume

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Viaggio delle sostanze nutritive

Viaggio delle sostanze nutritive Viaggio delle sostanze nutritive Il cibo che assumiamo contiene sostanze nutritive per la produzione di nuove cellule Gli alimenti però devono essere ridotti in molecole Esistono 4 fasi fondamentali 1)

Dettagli

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ABITUDINI NUTRIZIONALI IN ITALIA ETÀ PRESCOLARE E SCOLARE ABITUDINI NUTRIZIONALI 3-53

Dettagli

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari Cause L sono la causa di mortalità più frequente nei paesi occidentali industrializzati. In prima linea troviamo l infarto del miocardio come conseguenza della malattia cardiovascolare (MCV). La malattia

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli