UO di Ortopedia, Ospedale San Salvatore, ASL n 4, L Aquila, Italia 3. Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università di L Aquila, Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UO di Ortopedia, Ospedale San Salvatore, ASL n 4, L Aquila, Italia 3. Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università di L Aquila, Italia"

Transcript

1 Original article Closed surgery: autologous platelet gel for the treatment of pseudoarthrosis Anna Rughetti 1, Stefano Flamini 2, Olivo Colafarina 2, Luigi Dell Orso 1, Alessandra Filoni 2, Rita Gallo 3, Rosangela Costantini 1, Giuseppina De Michelis 1, Albina Lupo 1 1 UO di Immunoematologia e Trasfusionale, Ospedale San Salvatore, ASL n 4, L Aquila, Italia 2 UO di Ortopedia, Ospedale San Salvatore, ASL n 4, L Aquila, Italia 3 Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università di L Aquila, Italia The aim of this study was to evaluate the efficacy of a therapeutic protocol using platelet gel rich in growth factors in the treatment of pseudoarthrosis. The platelet gel was injected into the site of the unhealed fracture during closed surgery and associated with electromagnetic shock waves. By causing microfractures in the lesion, the shock waves expose a greater surface area to subsequent stimulation by platelet growth factors, in particular osteogenic factors. We studied a group of patients who had not previously responded to treatment with a cycle of shock waves. In all cases autologous platelet gel was used. The planned treatment programme was a mean of 3 radio-guided applications at intervals of 3-4 weeks. There were no unwanted side effects in any case. Of the 16 patients treated, one was excluded from the study because he underwent further surgery, thus leaving the follow-up prematurely. One patient was treated with a single application because a rapid clinical and radiological improvement made it unnecessary to continue with further treatment. In almost all cases there were clinical and radiological improvements and it was possible to remove the synthesis aid an average of 10 weeks after the start of the therapeutic programme. Clinical and radiological evaluations 2, 4 and 6 months after the first application of platelet gel showed gradual improvement of the clinical picture and progressive formation of bone callus. Key words: platelet gel, pseudoarthrosis, shock waves Parole-chiave: gel piastrinico, pseudoartrosi, onde d'urto Received: 4 November Revision received: 23 January 2004 Correspondence: Dott.ssa Rughetti Anna Via San Benedetto in Perillis L Aquila, Italia Introduzione Nonostante le recenti e innumerevoli acquisizioni nel trattamento incruento delle pseudoartrosi, queste ancora oggi rappresentano una temibile complicanza delle fratture e sono oggetto di discussione nel mondo scientifico poiché invalidanti per il paziente e spesso causa di intervento o reintervento chirurgico. La litotripsia extracorporea a onde d urto (ESWL: Extracorporeal Shock Wave Lithotripsy) già da alcuni anni si propone come terapia innovativa, incruenta, scevra da complicanze e ben tollerata dal paziente nel trattamento delle pseudoartrosi 1,2. Scopo dello studio è stato quello di valutare l efficacia delle onde d urto elettromagnetiche nelle pseudoartrosi dei piccoli e grandi segmenti ossei in associazione con la tecnica di infiltrazione con gel piastrinico (PG) autologo; a tal fine è stato selezionato un gruppo di pazienti in cui il solo trattamento con un ciclo di 3 sedute di onde d urto non si è rivelato efficace per la guarigione. Il razionale di tale protocollo è stato quello di sfruttare l effetto osteogenico delle onde d urto per l induzione del callo osseo 1,3 : inducendo, infatti, delle microfratture e neoangiogenesi 4 a livello della lesione, questa diviene più recettiva allo stimolo dei fattori di crescita piastrinici particolarmente in senso osteogenetico. Materiali e metodi Da febbraio 2002 a settembre 2003 sono stati arruolati allo studio 16 pazienti, 11 maschi e 5 femmine, con pseudoartrosi delle ossa lunghe. Tutti i casi presentavano mancata consolidazione di una pregressa frattura dopo immobilizzazione a tempo variabile con mezzo di sintesi interno o fissatore esterno senza ottenere callo osseo 37

2 A Rughetti et al. Table I - Mean values ± standard deviation of the tested parameters in the product: platelet concentrate (PC) + cryoprecipitate (CRYO) Baseline platelet count x 10 3 /microlitre (patient s blood count) 295 ± 91 Platelet count x 10 3 /microlitre of the final product (PC + CRYO) 3,218 ± 498 Total platelet count of the final product (platelets x 10 9 ) ± 21 Baseline white cell count /microlitre x 10 3 (patient s blood count) 7.37 ± 0.94 White cell count/microlitre x 10 3 of final product (PC + CRYO) ±17.3 Fibrinogen content (mg) of final product (PC + CRYO) 406 ± 204 Introduction Despite the numerous recent improvements in noninvasive treatment of pseudoarthrosis, this condition is still a feared complication of fractures and a source of international discussion in the scientific community because it handicaps the patient and often requires surgery or repeated operations. Extracorporeal shock wave lithotripsy (ESWL) has now been proposed for several years as an innovative, noninvasive, treatment for pseudoarthrosis, which has no complications and is well tolerated by patients 1,2. The aim of this study was to evaluate the efficacy of electromagnetic shock waves in the treatment of pseudoarthrosis of small and large bones in association with infiltration of autologous platelet gel (PG). We selected a group of patients in whom 3 sessions of shock waves had not been effective. The rationale of this protocol is to exploit the osteogenic effect of shock waves in inducing callus formation 1,3 : in fact, by inducing microfractures and neoangiogenesis 4 in the lesion, this becomes more receptive to stimulation by platelet growth factors, particular the osteogenic factors. Materials and methods Between February 2002 and September 2003 we enrolled 16 patients (11 males and 5 females), with pseudoarthrosis of the long bones. In all cases a prior fracture had failed to consolidate despite immobilisation for a variable period of time with an internal method of synthesis or an external fixator and no radiologically visible callus formation had been achieved, even after treatment with a cycle of 3 sessions of electromagnetic shock waves. The PG were prepared using quadruple bags and ml of autologous whole blood 5,6. The units of blood were fractionated into: a) red cell concentrate, immediately reinfused into the patient; b) platelet concentrate (PC) in ml of plasma, in which the platelets were "hyperconcentrated"; c) platelet-poor plasma, used for the radiologicamente visibile, nemmeno dopo trattamento con un ciclo di 3 sedute di onde d urto elettromagnetiche. Per la preparazione di PG sono state utilizzate sacche quadruple e raccolti ml di sangue intero 5,6. Le unità di sangue sono state frazionate in: a) eritrociti concentrati (EC), subito dopo reinfusi al paziente; b) concentrato piastrinico (CP) in ml di plasma, dove le piastrine sono state iperconcentrate ; c) plasma povero di piastrine (PPP), avviato alla preparazione di ml di crioprecipitato (CRIO) mediante sifonamento. Successivamente il CP è stato unito al CRIO utilizzando un connettore sterile TSCD (Terumo Sterile Tubing Welder, Terumo Italia, Roma) ed il mix così ottenuto frazionato in 3 aliquote da 8-10 ml ciascuna: di queste una è stata conservata a 22 C in agitazione continua ed utilizzata fresca entro 1-2 giorni, le 2 rimanenti stoccate a 80 C ed utilizzate successivamente con modalità differite. L attivazione e l applicazione del prodotto sono state sempre effettuate presso la sala operatoria di Ortopedia per garantire la massima sterilità. Sul prodotto finale fresco (miscelato CP + CRIO) è stato eseguito un controllo di qualità (Tabella I) costituito da: - conteggio piastrinico sul prodotto finale rapportato alla conta piastrinica basale del paziente, mediante esame emocromocitometrico; - contenuto piastrinico sull intero volume di prodotto; - conteggio dei leucociti sul prodotto finale rapportato al numero basale dei leucociti del paziente, mediante esame emocromocitometrico; - dosaggio del fibrinogeno sull intero volume di prodotto. Le sedi trattate sono state: 5 di femore, 4 di tibia, 4 di omero, 2 di radio e 1 di ulna. Il range di età tra 21 e 83 anni, con una media di 48 aa e una mediana di 45. Sono state escluse dal trattamento pseudoartrosi infette, con marcata diastasi (superiore a 5-10 mm). Il PG è stato attivato aggiungendo ad ogni aliquota 0,5 ml di calcio gluconato (Monico SpA, Via Ponte di Pietra 7, Venezia/Mestre) al 10% e 0,5 ml di soluzione di batroxobina (Botropase, Ravizza Farmaceutici SpA, Via Europa 35, Muggiò - MI) del commercio. In sala operatoria, dopo aver inserito in posizione opposta sotto controllo radioscopico due aghi- 38

3 Platelet-gel for the treatment of pseudoarthrosis Figure 1 - Radioguided application of the autologous platelet gel to the edge of the fracture preparation of ml of cryoprecipitate (CRYO) by siphoning. The PC was subsequently combined with the CRYO using a TSCD sterile connector (Terumo Sterile Tubing Welder, Terumo Italia, Rome) and the mixture thus obtained divided into 3 aliquots of 8-10 ml each: of these 3 aliquots, one was stored at 22 C under continuous agitation and used fresh within 1-2 days, the other 2 were stored at 80 C and used later. The product was activated and applied in the orthopaedics operating theatre in order to safeguard its sterility. The following quality controls (Table I) were carried out on the fresh final product (PC + CRYO mixture): - platelet count of the final product as a ratio of the patient's baseline platelet count, obtained from a full blood count; - platelet count of the whole volume of the product; - white cell count of the final product as a ratio of the patient's baseline white cell count, obtained from a full blood count; - fibrinogen content of the whole volume of the product. The sites treated were femur (n=5), tibia (n=4), humerus (n=4), radius (n=2) and ulna (n=1). The patients were aged between 21 and 83 years old, with a mean of 48 and a median of 45. Patients with infected pseudoarthrosis were excluded as were those with marked diastasis (greater than 5-10 mm). Each aliquot of PG was activated by adding 0.5 ml of calcium gluconate (Monico SpA, Via Ponte di Pietra 7, Venezia/Mestre) 10% and 0.5 ml of a commercially available solution of batroxobin (Botropase, Ravizza Farmaceutici SpA, Via Europa 35, Muggiò - MI). In the operating theatre, after having positioned two 14 G needle-cannulae under radioscopic control at the border of the fracture (Figure 1), the PG was activated and immediately applied by infiltration. The gelification, which occurred within 2-7 minutes, did not hamper the infiltration: the second needle-cannula was, however, positioned in order to have a second injection route in case the first became obstructed by small lumps of platelet aggregates and/or cryoprecipitate, given the cannula 14 G in corrispondenza della rima di frattura (Figura1), il PG è stato attivato ed immediatamente applicato per infiltrazione; la gelificazione, infatti, che si è visto verificarsi in un lasso di tempo di 2-7 minuti, ne impedirebbe l infiltrazione. Il 2 ago-cannula viene posizionato appunto per disporre di una seconda via di iniezione nel caso la prima venisse ostruita da piccoli frustoli di aggregati piastrinici e/o crioprecipitato, data la densità del prodotto. Il protocollo terapeutico proposto ha previsto in media un ciclo di tre applicazioni di PG autologo ad intervalli di 3-4 settimane. Nel gruppo di pazienti trattati, nonostante la scarsa risposta ad un ciclo di sole onde d urto utilizzato in precedenza, con l intento di preparare la sede della lesione ad una maggiore recettività all azione dei fattori di crescita contenuti nelle piastrine, ogni applicazione di PG è stata preceduta da una singola seduta di onde d urto extracorporee, mediante somministrazione di colpi, applicando energie variabili da 0,4 a 0,5 mj/mm 2. Il trattamento è stato effettuato con un litotritore elettromagnetico di ultima generazione: Dornier Epos Fluoro (Dornier Med Tech Italia Srl, Via A. Cavaglieri 26, Roma) con puntamento radiografico ed ecografico 7. Il follow up proposto ha previsto un controllo radiologico mediamente a 2, a 4 e a 6 mesi dalla prima applicazione. Risultati I controlli di qualità eseguiti sul prodotto finale fresco sono riportati nella Tabella I. Come si evince dai dati riportati in tabella I si osserva una grande variabilità sia nel numero di piastrine sia, soprattutto, nel conteggio dei globuli bianchi, nonché nella concentrazione di fibrinogeno, attribuibili, a nostro parere, al metodo manuale di preparazione del concentrato piastrinico e del crioprecipitato. Per quanto riguarda i risultati clinici una paziente si è sottoposta a reintervento dopo solo un mese 39

4 A Rughetti et al. Figure 2 - Before treatment and after 3 months of treatment with a single application of autologous platelet gel, preceded by electromagnetic shock waves density of the product. The planned therapeutic protocol was a cycle of three applications of autologous PG at intervals of 3-4 weeks. Despite a previous poor response to shock waves, before every application of PG the patients were treated with a single session of extracorporeal shock waves (3,000 shocks, using an energy between 0.4 and 0.5 mj/mm 2 ) in order to prime the site for greater response to the action of the growth factors in the platelet gel. This treatment was delivered with a latest generation electromagnetic lithotriptor: Dornier Epos Fluoro (Dornier Med Tech Italia Srl, Via A. Cavaglieri 26, Roma) with radiographic and echographic targeting 7. The radiological follow-up controls were planned for 2, 4 and 6 months after the first application. Results The results of the quality control tests carried out on the fresh final product are reported in Table I. As can be seen from the data reported in table I there was a great variability in both the number of platelets and, particularly, in the white cell count, as well as in the fibrinogen content. In our opinion these variations can be attributed to the manual method of preparing the platelet concentrate and cryoprecipitate. As far as concerns the clinical results, one patient underwent further surgery only one month after the end of the treatment and was therefore excluded from the study. In all the others the planned radiological follow-ups were carried out 2, 4 and 6 months after the first application. All patients reported a clear improvement in pain symptoms, 40 dalla fine del trattamento ed è quindi stata esclusa dallo studio. In tutti gli altri il follow up ha previsto un controllo radiologico mediamente a 2, a 4 e a 6 mesi dalla prima applicazione. Tutti hanno riferito un miglioramento netto della sintomatologia dolorosa, quindi della funzionalità dell arto, già dopo qualche giorno dalla prima infiltrazione. La valutazione dei risultati ha mostrato una consolidazione completa del focolaio di pseudoartrosi a circa 4-6 mesi in 12 casi e parziale in 2; un caso non ha risposto al trattamento dopo un ciclo di 3 sedute. In un paziente di 44 anni, con pseudoartrosi per pregressa frattura di tibia, è stata sufficiente una singola applicazione per il rapido miglioramento clinico e radiologico (Figura 2). In tutti i casi, meno uno, è stata possibile la rimozione dei mezzi di sintesi dopo una media di 10 settimane dall inizio del trattamento. Il numero esiguo e l eterogeneità dei casi riportati non hanno permesso di evidenziare, mediante test di correlazione di Spearman, una significatività statistica tra risposta al trattamento ed età, sesso e sede della lesione. Tuttavia si segnala una blanda correlazione tra età e tempo di guarigione (aumentando l età aumenta il tempo di consolidazione) e tra sesso e risposta al trattamento (i pazienti di sesso maschile sembrano rispondere meglio). I casi trattati sono riportati nella tabella II. Discussione e conclusioni Le piastrine elaborano, immagazzinano e rilasciano, se attivate, numerosi fattori di crescita (GFs, Growth Factors) capaci di stimolare la replicazione delle cellule di origine

5 Platelet-gel for the treatment of pseudoarthrosis Table II - Patients with pseudoarthrosis of the long bones treated with autologous PG Patient n Age (years) Sex (M/F) Site of fracture n of session with PG Time of consolidation (days) 1 36 M Humerus M Femur M Tibia M Humerus F Humerus 3 No consolidation 6 56 M Tibia M Tibia F Femur F Humerus 3 Out of follow-up M Tibia M Ulna F Femur M Radius F Femur M Radius M Femur and thus in limb function, already only a few days after the first infiltration. An evaluation of the results showed complete consolidation of the focus of the pseudoarthrosis at about 4-6 months in 12 cases and partial consolidation in 2 other cases; one case did not respond to treatment after a cycle of 3 sessions. Finally, in one 44-year old patient with pseudoarthrosis of a previous tibial fracture, a single application was sufficient for a rapid clinical and radiological improvement (Figure 2). In all cases, except one, the synthesis aid could be removed a mean of 10 weeks after the start of the treatment. The small number and the heterogeneity of the cases reported do not allow Spearman's correlation analysis to highlight any statistical significant associations between response to treatment and age, sex or site of lesion. However, a weak correlation was noted between age and time to heal (increasing age associated with longer consolidation times) and between sex and response to treatment (the male patients seemed to respond better). The cases treated are reported in table II. Discussion and conclusions Platelets produce, store and release, if activated, numerous growth factors capable of stimulating the replication of cells of mesenchymal origin such as fibroblasts, osteoblasts and endothelial cells 8. Besides osteoprogenitor cells (fibroblasts, osteoblasts and chondrocytes) the regeneration of bone tissue requires a matrix conducive to bone formation, including osteogenic growth factors (PDGF Platelet Derived Growth Factor; mesenchimale come fibroblasti, osteoblasti e cellule endoteliali 8. La rigenerazione del tessuto osseo necessita oltre che di cellule osteoprogenitrici (fibroblasti, osteoblasti e condrociti) e di una matrice osteoconduttiva, anche di fattori di crescita osteoinduttivi (PDGF Platelet Derived Growth Factor; TGF-b Trasforming Growth Factor-b; IGF I e II Insulin Like Growth Factor I and II) di derivazione piastrinica e di proteine ad attività morfogenetica (BPMs, Bone Morphogenetic Proteins) BPMs. Le BPMS sono peptidi osteoinduttivi di derivazione piastrinica appartenenti al gruppo del TGF-b responsabile dei processi di generazione e rigenerazione dell osso 6,9. Fattori locali, citochine e fattori di crescita, sono necessari per l innesco e il mantenimento dei processi di rigenerazione tessutale. Nel tessuto osseo, inoltre, i fattori di crescita liberati localmente vengono incorporati nella matrice minerale e rilasciati lentamente durante la dissoluzione della matrice da parte degli osteoclasti o dei condroclasti 9. È stato ipotizzato che nel sito di lesione dell osso ci sia un rilascio iniziale di PDGF, TGF- b e IGF I e II per effetto della degranulazione delle piastrine presenti in loco 6,9,10. Il PDGF stimola, da un lato, la mitosi delle cellule staminali midollari presenti nell osso e dall altro ha un effetto angiogenetico inducendo e potenziando la formazione di nuovi capillari nelle sedi di lesione 9. Contemporaneamente, per effetto del TGF-b, si assiste alla proliferazione di fibroblasti e pro-osteoblasti e nella differenziazione di questi ultimi verso forme più mature (osteoblasti) che vengono stimolate a produrre matrice ossea, mentre i fibroblasti a depositare matrice di collagene per sostenere la crescita vasale 9,10. La presenza locale di piastrine veicolate dal torrente ematico rifornisce di continuo l area di rigenerazione ossea dei GFs necessari 6. Successivamente il rilascio di IGF I e II agisce sugli osteoblasti 41

6 A Rughetti et al. TGF-b Transforming Growth Factor-b; IGF I and II Insulin Like Growth Factor I and II) derived from platelets and morphogenically active proteins (bone morphogenetic proteins -BPM). The BPM are osteoinductive peptides derived from platelets and belong to the TGF-b group responsible for the processes of bone generation and regeneration 6,9. Local factors, cytokines, and growth factors are necessary to trigger and maintain tissue regeneration processes. Furthermore, growth factors released locally in bone tissue are incorporated into the mineral matrix and released slowly during the break down of the matrix by osteoclasts or chondroclasts 9. It has been hypothesised that there is an initial release of PDGF, TGF-b and IGF I and II at the site of a bone lesion due to the effect of degranulation of platelets present in the lesion 6,9,10. PDGF stimulates mitosis of bone marrow stem cells and also has an angiogenic effect, inducing and enhancing the formation of new capillaries in the site of the lesion 9. At the same time, TGF-b causes proliferation of fibroblasts and pro-osteoblasts and differentiation of these latter into more mature forms (osteoblasts) which are stimulated to produce bone matrix, while the fibroblasts deposit a collagen scaffold to support vessel growth 9,10. The local presence of platelets carried by the blood stream continuously provides the area of bone regeneration with the necessary growth factors 6. Subsequently released IGF I and II act on osteoblasts of the endosteum which starts to fill the trabeculae of the cancellous bone 10. We used repeated infiltrations of hyperconcentrated, activated autologous platelets in the form of a gel (PG) into the damaged site in order to enhance the role of platelet tissue repair mechanisms. The application of PG in adjuvant treatment of bone tissue regeneration, incorporated appropriately into the overall management and multidisciplinary care of the patient, is being shown to be effective. We found a clearly faster response as well a much higher percentage of healing than in the cases previously treated with only shock wave therapy. On the basis of our experience, we consider that it is difficult to design protocols with certain prognostic evaluations because of the small size of our series, the limited cases reported in the literature and, not least, because of the great variety of cases treated. However, the short healing times and the good results obtained lead us to consider this new method as one of the most effective and promising treatments for pseudoarthrosis. Furthermore, the method is a simple and economic strategy for managing this unpredictable pathology. dell endostio che iniziano a riempire le trabecole dell osso spugnoso 10. L infiltrazione ripetuta in situ di piastrine autologhe iperconcentrate e attivate in forma di gel (PG) è stata da noi utilizzata per esaltare il ruolo delle piastrine nei meccanismi di riparazione tessutale. L applicazione del PG nel trattamento adiuvante della rigenerazione di tessuto osseo, inserita in maniera appropriata nel quadro complessivo e pluridisciplinare della cura, sta dimostrando una evidente efficacia. Abbiamo constatato una risposta decisamente più rapida nonché una percentuale di guarigione di gran lunga superiore rispetto ai casi trattati precedentemente solo con terapia ad onde d urto. Sulla base della nostra esperienza riteniamo difficile la formulazione di protocolli con valutazioni prognostiche sicure data l esigua casistica personale, la limitata casistica reperita in letteratura e non di meno la grande varietà delle caratteristiche dei casi trattati. Tuttavia, i tempi brevi di guarigione e i buoni risultati ottenuti ci inducono a considerare questa nuova metodica come una tra le più efficaci e promettenti, nonché semplici ed economiche, nel trattamento di patologie così imprevedibili quali le pseudoartrosi. Riassunto Scopo dello studio è stato valutare l efficacia di un protocollo terapeutico con gel di piastrine, ricche di fattori di crescita, iniettato a cielo coperto in corrispondenza della lesione e associato ad onde d urto elettromagnetiche, nel trattamento delle pseudoartrosi. Le onde d urto, provocando delle microfratture sul sito della lesione, espongono una superficie maggiormente recettiva allo stimolo dei fattori di crescita piastrinici particolarmente in senso osteogenetico. È stato selezionato un gruppo di pazienti che non ha risposto precedentemente al solo trattamento con un ciclo di onde d urto. In tutti i casi è stato utilizzato gel piastrinico autologo. Il programma di trattamento ha previsto in media 3 applicazioni radioguidate differite di 3-4 settimane l una dall altra. In nessun caso vi sono stati effetti indesiderati. Dei 16 pazienti trattati uno è stato escluso dallo studio poiché sottoposto precocemente a reintervento chirurgico uscendo quindi dal follow up. Un paziente è stato trattato con una singola applicazione poiché il rapido miglioramento clinico e radiologico non ha reso necessario procedere nel trattamento. Nella quasi totalità dei casi è stato osservato miglioramento clinico e radiologico ed è stata possibile la rimozione dei mezzi di sintesi mediamente dopo10 settimane dall inizio del programma terapeutico; la valutazione clinica e radiologica a 2, 4 e 6 mesi dalla 1 a seduta ha evidenziato graduale miglioramento del quadro clinico e progressiva formazione di callo osseo. 42

7 Platelet-gel for the treatment of pseudoarthrosis Acknowledgement We thank Dr. Gaetano Caloprisco for his precious collaboration in implementing the preparation and clinical use in our Transfusion Service. Ringraziamenti Si ringrazia il Dott. Gaetano Caloprisco per la preziosa collaborazione nell'implementazione della procedura di preparazione e applicazione del gel piastrinico presso il SIT di L'Aquila. References 1) Ghisellini F, Ceffa R, et al. Extracorporeal shock wave lithotripsy in the treatment of pseudoarthrosis. GIOT 2000; 26(Suppl.1): S 17-S 20. 2) Vogel J, Hopf C, Eysel P, Rompe JD. Application of extracorporeal shock-waves in the treatment of pseudoarthrosis of the lower extremity. Preliminary results. Arch. Orthop Trauma Surg 1997; 116: ) Russo S, Canero R, D'Avena L, et al. Meccanismo d'azione delle onde d'urto sul tessuto osseo. Atti del Corso Interdisciplinare: Affezioni osteo-articolari e muscolotendinee: un nuovo campo d'applicazione delle ESWT. Parma: 1998: ) Russo S, Marlinghaus E, Amelio E, et al. Onde d'urto nel trattamento delle pseudoartrosi: valutazione clinica e sperimentale nella risposta neo-osteo-angiogenetica. 85 Congresso Nazionale SIOT, Turin October 2000: S6- S12. 5) Zimmermann R, Jakubietz R, Jakubietz M, et al. Different preparation methods to obtain platelet component as a source of growth factors for local application. Transfusion 2001; 41: ) Caloprisco G, Borean A. Raccolta multipla: preparazione e utilizzo di emocomponenti per la terapia topica. Progressi in Emaferesi, Santa Flavia (Palermo) 3-5 giugno 2003; Vol VIII: ) Bachmann CE, Gruber G, Konermann W, et al. Dornier Med Tech: Dornier Epos Ultra Operating Manual, ) Marx RE, Carlson ER, Eichstädt RM, et al. Platelet-rich plasma: Growth factor enhancement for bone grafts. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radio Endod 1998; 85: ) Caloprisco G, Borean A, Mele A. Il gel piastrinico: come e quando. Progressi in Emaferesi, Cortona 8-9 April 2002; Vol VII: ) Slater M, Patava J, Kingham K, Mason RS. Involvement of platelets in stimulating osteogenic activity. J Orthop Res 1995; 13:

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE BOLLARD DISSUASORE dissuasori bollards materiali materials acciaio steel dimensioni dimensions SHORT BASE - 220 x 120 x h 840 mm LONG BASE - 400 x 120 x h 840 mm niture nishes struttura structure 74 75

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len;

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len; /* Date in ingresso una frase, dire se una è palindroma */ #include #define MAX 100 int main() /*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i,

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli.

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Tecnica chirurgica Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Sommario Indicazioni e controindicazioni 3 Impianti 4 Strumenti 4 Piano

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE

LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE Dott.ssa M.Pasquali VITAMINA K K1 fillochinone K2 menachinone (Carl Peter) Henrik Dam (1895-1976) Glutammato Proteina noncarbossilata

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli