MALATI. di Beatr ice Salve mini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MALATI. di Beatr ice Salve mini"

Transcript

1 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 53 MALATI di DIETA di Beatr ice Salve mini primavera scoriro vita e fianchi non soddisfano, abitini e bermuda della per godersi il fare come a ate, all est sa non entrano e, intanto, si pensa bo della l incu avere senza mare in si tuffar dà senso di liberazione che ci vieche cosa prima la, ripari ai e correr Per me. ciccia che deborda dal costu et per intern he su ne in mente è metterci a dieta. Così, tra estenuanti ricerc comper ia librer in scovare l espediente più veloce per dimagrire, capatine ette prom che, turno di prare l ultimo libro scritto dall attrice o dall esperta ia «bruc e pillol di base a cia miracoli in un mese, e una rapida spesa in farma polelmi, pomp con via e o respir grassi», siamo pronti per iniziare. Un bel ne ha più ne metta. lo ai ferri, barrette sostitutive, dieta liquida e chi più G Terra Nuova maggio

2 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 54 Ma è la strada giusta? È proprio così che possiamo sperare di tornare in forma piacendoci, ma anche preservando la salute? No, spiega l Inran, l Istituto nazionale per gli alimenti e la nutrizione, che ha stilato delle semplici linee guida 1 per controllare il peso mantenendosi anche sani e attivi. Molti diranno: controllare il peso mangiando sano ed equilibrato non significa dimagrire. E invece sì. Se il peso è eccessivo, è proprio ristabilendo una corretta ed equilibrata alimentazione che si favorisce l eliminazione dei chili in più. Molti diranno: controllare il peso mangiando sano ed equilibrato non significa dimagrire. E invece sì. Cosa mangiare? Gli alimenti da privilegiare, spiegano gli esperti dell Inran, sono quelli di origine vegetale, come cereali (meglio se integrali), legumi, ortaggi e frutta, che contengono amido, fibra, vitamine, minerali e altre sostanze preziose per la salute. Cereali e legumi contengono anche proteine. In questo modo, si assume un volume maggiore di cibo che sazia, mantenendo basso il contenuto calorico. L ideale sarebbe assumere almeno 5 grandi porzioni di frutta e verdura, cercando di aggiungere poco sale e pochi grassi. Questi ultimi, infatti, hanno il doppio di calorie rispetto ai carboidrati e alle proteine. È bene limitare fortemente (o anche eliminare) i grassi saturi (burro, panna, formaggi, latticini, carni grasse, insaccati), che peraltro causano l aumento del colesterolo nel sangue. Da privilegiare, sempre limitandoli, i grassi insaturi che si trovano negli oli vegetali, nei cereali, nella frutta secca, nelle olive e nel pesce. Cartellino rosso per gli zuccheri semplici, cioè quelli che si assumono con i dolci, le bibite o i carboidrati raffinati. Meglio affidarsi agli zuccheri che si assumono naturalmente attraverso i cereali e la frutta. Saggio anche limitare al massimo o eliminare il sale; importante bere molto e aumentare l attività fisica, senza la quale ogni sacrificio rischierebbe di essere vano. L Oscar delle stroncature Ma, chissà perché, nell alimentazione, la ricerca dell equilibrio non seduce tanto quanto le promesse di 54

3 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 55 risultati miracolosi con interventi alimentari drastici, radicali, squilibrati e che possono rivelarsi rischiosi per la salute. Un monito è arrivato anche dalla British dietetic association, che ha stilato una classifica delle cinque peggiori diete dimagranti che hanno spopolato nel Andiamo a vedere quali sono. Six weeks to OMG. È il titolo del volume che ha spopolato in Usa, i cui suggerimenti sono arrivati anche in Italia e in Europa. Sei settimane di alimentazione assurda, per potersi concedere, come scrive l autore del libro (il personal trainer Venice Fulton), l esclamazione OMG, che nel linguaggio degli adolescenti di lingua inglese sta per «Oh my God!», «Oh mio Dio!». Tra le altre cose, l autore suggerisce di fare esercizio fisico la mattina presto dopo avere bevuto un caffè nero, spostare la colazione nella tarda mattinata o saltarla del tutto, immergersi in bagni gelati. E poi: niente frutta, tante proteine e i carboidrati non importa se arrivano dai broccoli o dalla coca cola! Alcoressia. Dieta di cui si dicono seguaci molte celebrità e top model. Si basa su un assunzione minima di calorie dagli alimenti e un consumo altissimo di alcolici. Provoca gravi carenze di tutti i nutrienti necessari alla sopravvivenza. Party Girl. In questo approccio, un cocktail di vitamine, magnesio e calcio viene iniettato con una flebo, proprio come ai malati cronici denutriti. I rischi comprendono anche svenimenti, infezioni, infiammazioni, fino allo shock anafilattico. Dieta del sondino. La dieta Ken sta per ketogenic enteral nutrition, in italiano Nec, ossia Nutrizione enterale chetogena, meglio nota come «dieta del sondino». Prevede un regime di dieci giorni a base di liquidi (vitamine e lassativi) somministrati tramite un sondino. I chili persi, che possono arrivare anche a 10, vengono immediatamente riacquistati appena si ricomincia a mangiare normalmente. Dieta Dukan. Tanto popolare tra molte celebrità, tra cui la principessa Kate Middleton, quanto osteggiata da nutrizionisti di tutto il mondo. La dieta, oltre a essere squilibrata a favore delle proteine, è confusa, estremamente rigida e con troppi effetti collaterali, fra cui spossatezza, stitichezza e alito cattivo. Gli altri regimi sbagliati Le cinque diete appena citate non sono le uniche ad essere piene di errori e, quindi, pericolose per la salute. In Italia, se ne sono diffuse altre che, malgrado risultino non equilibrate o eccessivamente fantasiose, continuano ad essere seguite da un gran numero di persone. Vediamo quali sono. Dieta Scarsdale. Si basa sulla eliminazione completa di pane, pasta e altri carboidrati. Si possono mangiare a volontà carne, pesce, uova e formaggi. La fame passa a causa dello squilibrio alimentare, mentre Schema per la valutazione dell adeguatezza del peso corporeo negli adulti (età superiore a 18 anni) Altezza (m) Magrezza Magrezza grave moderata Sottopeso Normopeso Sovrappeso 2,00 1,95 1,90 1,85 1,80 1,75 1,70 1,65 1,60 1,55 1,50 1,45 IMC 16,0 17,0 IMC 18,5 IMC 25,0 IMC 30,0 Obesità moderata IMC 40,0 Obesità grave 1, Peso (kg) Fonte: Inran Terra Nuova maggio

4 TN diete_ diete 05/04/13 15:28 Pagina 56 Paolo Giordo Paolo Giordo la alute nel iatto Osteoporosi senza medicine ricette di Alice Savorelli Preziosi consigli e gustose ricette per prevenire e curare l osteoporosi con un alimentazione equilibrata e uno stile di vita sano. ricette di Federica Del Guerra Paolo Giordo la alute nel iatto Alimentazione e menopausa la Salute nel Piatto Prostata: cure naturali e alimentazione Tutti i segreti per vivere la menopausa con naturalezza e in sintonia con il proprio corpo attraverso un alimentazione sana ed equilibrata. Michela Trevisan Prevenire e curare i disturbi della prostata con il cibo,i rimedi naturali e uno stile di vita appropriato.con 90 ricette per combinare cibo e salute. Luisa Ferrari la Salute nel Piatto Manuale dei cibi fermentati la Salute nel Piatto Celiachia senza sacrifici Come preparare olive in salamoia, sidro, kefir, dosa, formaggio di mandorle, insalatini e tanti altri alimenti fermentati dalle elevate proprietà ricette di nutrizionali Antonio Zucco 95 ricette senza glutine per superare i luoghi comuni, vivere meglio e non rinunciare al piacere a tavola LA SALUTE NEL PIATTO Una collana di manuali corredati da splendide illustrazioni a colori, che mettono insieme medicina e alimentazione naturale. Ricchi di ricette di facile realizzazione e consigli efficaci alla portata di tutti per conservare la salute e prevenire i disturbi e le patologie più comuni attraverso uno stile di vita e un alimentazione corretta e equilibrata. Ordini su oppure: tel o utilizzando l apposito coupon a pag. 99 segna liibro il corpo va in acidosi. Tale dieta, se protratta nel tempo, può indurre carenze di macro e micronutrienti e causare vere e proprie patologie, soprattutto a carico dell apparato urinario e del fegato. I «sostituti dei pasti». Si tratta di prodotti dietetici liquidi o in barrette, che vengono consumati in sostituzione di uno o entrambi i pasti principali. Un approccio che non educa affatto a una corretta ed equilibrata alimentazione, e che nel tempo risulta insostenibile. Dieta Mayo. È caratterizzata dall assunzione di un pompelmo prima di ogni pasto. Si pensa che tale agrume abbia la funzione di bruciare i grassi, ma ciò non è vero. Dieta Beverly Hills. Prevede l assunzione di sola frutta per 10 giorni, con graduale aggiunta, dall undicesimo giorno in poi, di alcuni alimenti e l esclusione illogica di altri. È una dieta che può causare gravi carenze proteiche e indurre diarrea, con diminuzione della massa magra piuttosto che della massa grassa. Dieta Atkins. È una dieta a punti, prevalentemente composta da grassi, che comporta il rischio di chetosi e perdita massiva di liquidi. La dieta del gruppo sanguigno Un discorso a parte merita la dieta del gruppo sanguigno, che ha ottenuto un grande seguito anche negli ambienti più attenti all approccio naturale ed equilibrato alla salute. È stata ideata nel 1997 da Peter J. D Adamo, un naturopata statunitense, che è partito dal libro One BV FRUTTA snc Commercio Prodotti Ortofrutticoli Piadena (CR) - Via Marconi, 14 Tel Fax Frutta 56 Man s Food, pubblicato dal padre James D Adamo, anch egli naturopata, nel Peter D Adamo è autore di un libro che ha riscosso un enorme successo e che è stato tradotto in 40 lingue. Si tratta di Eat right 4 your type, pubblicato in Italia con il titolo L alimentazione su misura (Sperling & Kupfer). La teoria del dottor D Adamo sostiene che i gruppi sanguigni (0, A, B e AB) siano frutto dell evoluzione. In essi sarebbe contenuto il messaggio genetico relativo allo stile alimentare e comportamentale. I quattro gruppi sono definiti nel modo seguente: cacciatore (gruppo 0), agricoltore (gruppo A), nomade (gruppo B) ed enigma (gruppo AB). D Adamo afferma che ogni gruppo sanguigno dovrebbe evitare determinati cibi, poiché causano fenomeni di agglutinazione, e spiega come per ciascuno di essi esista una predisposizione all attività fisica ben determinata. Quello del cacciatore sarebbe il gruppo sanguigno più antico; la dieta prevede un assunzione elevata di proteine di origine animale, esclusi i cibi a base di farina di frumento. Quello dell agricoltore si sarebbe formato come risposta al progressivo mutamento del regime alimentare del cacciatore; in questo caso la dieta è soprattutto vegetariana. Il gruppo del nomade si sarebbe formato in seguito ai notevoli mutamenti climatici; il regime alimentare prevede, oltre al latte e ai prodotti caseari, anche le carni e la stragrande maggioranza dei prodotti di origine vegetale. Il gruppo enigma è quello più recente e comwww.terranuovaedizioni.it

5 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 57 plesso, e ad averlo è solo un 2-5% della popolazione mondiale; in linea generale, i cibi che risultano dannosi per i gruppi A e B sono dannosi anche per il gruppo enigma. Secondo D Adamo, l applicazione di questi principi alimentari permetterebbe anche di risolvere i problemi di sovrappeso e trattare malattie come il diabete mellito, l ulcera gastrica e il tumore. Una teoria scientificamente valida? A definire privo di basi scientifiche questo approccio è stata la Società tedesca dell alimentazione, la Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V., conosciuta come Dge 3. La Dge ha affermato come non esistano prove scientifiche del fatto che le lectine 4 assunte con il cibo sviluppino reazioni di agglutinazione con le cellule del sangue. Dunque, prediligere determinati alimenti sulla base del gruppo sanguigno non viene inteso come un rimedio o una cura per sovrappeso e malattie. «Le generalizzazioni di D Adamo sulle lectine contenute negli alimenti sono scientificamente inaccettabili» sostiene la Dge. «I consigli dell autore contraddicono anche in maniera sostanziale la realtà dei fatti. Molte delle piante citate da D Adamo contengono lectine che non presentano le caratteristiche che lui attribuisce loro. È stato osservato in laboratorio, che la lectina del germe di grano, per esempio, si lega alle cellule sanguigne indipendentemente dal gruppo cui appartengono; inoltre, anche quando è combinata con altri alimenti, non si sviluppa nessuna reazione agglutinante. D Adamo chiama in causa anche le lectine del riso e delle lenticchie, senza avere riscontri oggettivi alle sue affermazioni. L agglutinazione delle glicoproteine di tipo B del latte non è provata e lo stesso vale per quanto riguarda le lectine contenute nel pollame e negli animali con il guscio. In quest ultimo caso, poi, la cottura sulla brace o sulla griglia neutralizza quasi certamente qualsiasi attività nociva. D Adamo ritiene particolarmente pericolose le lectine delle piante appartenenti alle solanacee, come i pomodori e le patate, le quali, però, si legano alle cellule sanguigne indipendentemente dal gruppo di appartenenza». D Adamo difende con convinzione le sue idee e le sue proposte alimentari, soprattutto attraverso il suo blog, dove contesta a sua volta le critiche che gli vengono mosse 5. Sta di fatto che, al momento, in letteratura scientifica, non vi sono studi su questo approccio alimentare. Alla ricerca dell equilibrio Come abbiamo visto, le teorie sono tante e anche molto diverse tra loro. Ma cosa è meglio fare per raggiungere e mantenere il peso forma e stare in salute? «Sicuramente non scegliere un regime alimentare incentrato unicamente sulla perdita di peso e, peraltro, all ultimo momento» spiega il dottor Paolo Giordo, medico omeopata, specializzato in neurologia ed esperto di nutrizione, autore, tra l altro, di Alimentazione terapeutica (Edizioni Mediterranee, 2007) e Prevenire e curare il cancro con l alimentazione e le terapie naturali (Terra Nuova Edizioni). Giordo spiega nel dettaglio quali sono le ragioni che portano a sconsigliare diete non equilibrate. «Le diete sbilanciate in senso proteico, per esempio, portano alla formazione di corpi chetonici e acidificano fortemente l organismo, sovraccaricando specialmente i reni e generando un ri- Dimmi cosa fai, ti dirò quante calorie consumi! Valori indicativi del dispendio energetico complessivo per ogni minuto (kcal/minuto) di alcune attività. Dormire 0,9 Stare seduto 1,0 Stare in piedi inattivo 1,1 Scrivere al computer 1,3 Lavare la biancheria a mano 3,0-4,0 Pulire i pavimenti 3,6 Stirare 3,5-4,2 Pulire e battere i tappeti a mano 7,8 Montare circuiti elettronici 2,7 Intonacare una parete 4,1-5,5 Fare lavori agricoli 5,5-7,0 Spalare 6,0 Camminare in piano (4 Km/ora) 2,5-3,5 Correre in bicicletta (22 Km/ora) 11,1 Correre a piedi (12 Km/ora) 15,0 Fonte: Inran L hai voluta la bicicletta? Chilocalorie apportate da alcuni alimenti e tempo necessario per smaltirle svolgendo alcune attività. Alimento Fonte: Inran Quantità (g) Energia (Kcal) Camminare 4 km/h Bicicletta 22 km/h Stare in piedi inattivo Stirare Biscotti secchi (2-4 unità) Cornetto semplice (1 unità) Merendine con marmellata (1 unità) Cioccolata al latte (4 unità) Caramelle dure (2 unità) Aranciata (1 lattina) Panino imbottito con prosciutto cotto e formaggio Pasta e fagioli (1 porzione) Torta farcita con crema (1 porzione) Gelato alla crema Terra Nuova maggio

6 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 58 schio vascolare. È noto, infatti, che non possono essere protratte a lungo. Le diete sbilanciate sui carboidrati sottopongono il pancreas a un enorme lavoro, sino ad arrivare a un suo esaurimento funzionale, con il rischio quindi di insulino-resistenza e diabete di tipo 2. Fino a pochi anni fa, si è guardato all indice glicemico come a un punto chiave di ogni corretta alimentazione, ma non venivano considerati i picchi della risposta insulinica agli zuccheri in genere. Infatti, i cereali integrali e i legumi, che contengono zuccheri, sono molto più in grado di modulare la risposta insulinica con picchi più bassi e di durata maggiore rispetto ai cereali raffinati. Si è quindi data più importanza al carico glicemico». Imparare a nutrirsi bene Dunque, quale può essere un regime equilibrato e adeguato al mantenimento del peso forma e della salute? «L approccio giusto si definisce esaminando anche le popolazioni rurali del mondo, dove il sovrappeso è estremamente raro, laddove appunto ci si nutre di cereali integrali, legumi, verdure e frutti, tutti ricchi di fibre grezze» spiega ancora Giordo. «La raffinazione porta, oltre che a una frettolosa masticazione e insalivazione dei cibi, anche a una iperproduzione insulinica, che rappresenta il primo gradino del sovrappeso e di tante malattie a essa correlate. Le sostanze ad azione antienzimatica contenute nei legumi Magri e in salute: le regole d oro Consuma quotidianamente più porzioni di ortaggi e frutta freschi, e aumenta il consumo di legumi sia freschi che secchi, avendo sempre cura di limitare le aggiunte di oli e grassi, che vanno eventualmente sostituiti con aromi e spezie. Consuma regolarmente pane, pasta, riso e altri cereali (meglio se integrali), evitando di aggiungere troppi condimenti grassi. Quando puoi, scegli prodotti ottenuti a partire da farine integrali e non con la semplice aggiunta di crusca o altre fibre (leggi le etichette). Varia spesso le tue scelte a tavola. fanno di questi ultimi un ottimo presidio per chi voglia perdere peso. La dieta per perdere peso si avvicina di più a quella vegetariana, in quanto la ricchezza di fibre riduce anche il valore calorico dei nutrienti. Una dieta ricca di vegetali e acqua limita anche lo stimolo della fame e, se associata a un buon esercizio fisico, contribuisce sicuramente alla perdita del peso superfluo. Ma perché pensarci solo prima dell estate?». LE AZIENDE INFORMANO Pantaleo Agricoltura: ogni prodotto ha la sua storia La Pantaleo Agricoltura è una giovane azienda nata nel 2008 che ha deciso di coltivare con il metodo biologico. I prodotti che propone fanno parte della tradizione della terra di Puglia e raccontano ciascuno la propria storia Il pomodoro Regina sin dai primi anni dell 800 veniva coltivato da giugno a settembre e venduto fresco, mentre la sovrapproduzione veniva conservata nella caratteristica ramasola (grappoli di pomodori legati tra di loro con filo di cotone) per essere disponibile fino ad aprile. Prima dell avvento delle serre, il pomodoro da serbo era molto importante perché consentiva di avere a disposizione anche nella stagione invernali dei pomodori con il sapore della terra e del sole. Il pomodoro Regina veniva coltivato insieme a una varietà locale di cotone, grazie alla quale era possibile individuare eventuali malattie prima che presentassero un pericolo reale per il pomodoro. Il cocomero Barattiere è una varietà particolare di questo frutto, selezionato nel territorio di Fasano: a differenza dei cocomeri che tutti conosciamo, è verde sia fuori che dentro. Proprio come il pomodoro, deve essere coltivato con acqua salmastra sulla costa, mentre per la riproduzione del seme si prediligono le zone collinari limitrofe per evitare l inquinamento del seme stesso. Questo frutto ha una forma perfettamente sferica e un gusto fresco e saporito, grazie allo iodio presente nell acqua usata per l irrigazione. Il fiorone Petrelli, varietà ormai in estinzione tipico anch esso della nostra zona, è una varietà di fico che dura solo quindici giorni l anno, all incirca dai primi di giugno fino alla prima metà dello stesso mese. La Pantaleo Agricoltura è gestita dalla giovane dottoressa agronoma Luisa Pantaleo insieme ai suoi collaboratori, e si avvale dell esperienza maturata in anni di lavoro e per competenze dirette. L azienda offre, oltre ai prodotti sopra indicati, anche altri ortaggi di stagione. È provvista di uno spaccio aziendale aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00, compreso il sabato ed esclusa la domenica. Nel laboratorio è possibile trovare anche prodotti confezionati, ottenuti dai prodotti freschi interni all azienda. Ormai famosa in loco è la nostra passata di pomodoro, ottenuto da un blend di due pomodori locali: Fiaschetto (70%) e Regina (30%). Se si è interessati a quantità elevate è gradita prenotazione. Produciamo anche confezionati per conto terzi e prodotti a marchio. Se avete intenzione di venire a fare una vacanza nella nostra splendida terra, vi informiamo che la nostra azienda è nel circuito delle masserie didattiche di Terra di Brindisi. Per questo, organizziamo visite didattiche per famiglie, scolaresche o gruppi che, insieme all operatore didattico, sono interessati a conoscere le tradizioni locali. L azienda propone diversi tipi di laboratori didattici: Il laboratorio del pomodoro appeso Il laboratorio della passata di pomodoro Il laboratorio di semina e trapianto Contatti: Pantaleo Agricoltura soc. agr. srl, Contrada Ottava Piccola snc Pozzo Faceto di Fasano (Br) - tel

7 TN diete_ diete 04/04/13 23:41 Pagina 59 Già. La fretta e la sensazione di scegliere nell emergenza non sono mai buone consigliere. «Ogni riequilibrio ha bisogno di tempo e deve diventare una buona e salutare abitudine» aggiunge Giordo. «Diciamo, comunque, che per mantenersi sani e in forma si dovrebbe propendere per una restrizione calorica generale, unitamente a un buon apporto di vegetali, preferibilmente crudi e ricchi di fibre, con semi oleosi e scarso apporto di proteine animali. I nostri paleoantenati, infatti, non mangiavano forse proteine animali solo quando catturavano una preda? Inoltre, non esiste una dieta ideale valida per tutti che non prenda in considerazione il sesso, l età, il tipo di lavoro, il clima e il luogo dove si vive. Questo lo diceva già Ippocrate. Oltre a ciò, esiste anche la tipologia metabolica iper o ipossidatrice che ci consente di far virare, benché lievemente, le nostre preferenze alimentari su una maggiore o minore quantità di vegetali o proteine animali». Le teorie sono tante e anche molto diverse tra loro. Ma cosa è meglio fare per raggiungere e mantenere il peso forma e stare in salute? E nel caso si tratti di individui con particolari problemi di salute? «Le patologie metaboliche o autoimmuni, ad esempio, possono far sì che la dieta sia maggiormente restrittiva per gli zuccheri; oppure può assumere funzione antinfiammatoria e modulante-immunitaria con vegetali freschi in grande quantità, semi oleosi e oli spremuti a freddo. Credo comunque che l uso degli oli andrebbe ristretto. Infine, non si può parlare di alimentazione tout-court se non la si inserisce in un contesto più ampio che prenda in considerazione l intero regime di vita; altrimenti si rischia di marginalizzare il problema facendone solo un fatto di assunzione alimentare». Dunque, non c è peso forma senza salute e non c è salute senza una sana e corretta alimentazione. Gli estremismi non aiutano e, soprattutto, comportano sempre un prezzo molto alto da pagare. l Note 1. Qui si trovano le linee guida complete dell Inran, capitolo per capitolo: www. inran.it/648/linee_guida.html 2. Trovate qui la classifica delle cinque peggiori diete del 2012 stilata dalla British dietetic association: news/121122faddiets2012.html 3. goo.gl/wjwmf 4. Le lectine sono una famiglia di proteine altamente specifiche per determinati zuccheri. Svolgono un importante ruolo biologico nel processo di riconoscimento delle proteine cellulari. Per esempio, alcuni virus utilizzano le lectine per riconoscere e legarsi alle strutture di carboidrati delle membrane cellulari dell organismo ospite nel processo infettivo. 5. n-equals-one.com/blogs In caso di crampi muscolari, nervosismo, stanchezza, irritabilità, astenia, attività sportiva 100% Magnesio citrato Magnesio 200 Mantieni psiche e muscoli in buono stato Il magnesio contrasta le situazioni di affaticamento e stanchezza, conserva la regolare funzione del sistema nervoso e aiuta a trasformare le sostanze nutritive contenute nel cibo in energia. Magnesio 200 VitOrtho è un integratore alimentare di magnesio citrato a rapido assorbimento e metabolizzazzione proposto in tavolette di pratico utilizzo. Adatto ai vegetariani. Chiedi in farmacia, in erboristeria o visita il sito: VitOrtho - Via Saleccia, Ranica (BG) Tel Terra Nuova maggio

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica EVOLUZIONE ED OBESITA Dott.ssa D Angelo Angelica Definizione di obesità Per obesità si intende la presenza di un eccesso della massa corporea. Il grado di obesità si misura con l indice di massa corporea

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Istruzioni per l uso

Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Un periodo ristretto nel tempo di restrizioni alimentari per dimagrire o curare / prevenire una patologia Modo di alimentarsi, abitudine alimentare Siamo programmati per ingrassare

Dettagli

Alimentazione Equilibrata

Alimentazione Equilibrata Gli standard nutrizionali Alimentazione Equilibrata Per soddisfare in modo ottimale il fabbisogno dietetico dei propri cittadini, molti paesi del mondo hanno elaborato e messo a disposizione delle collettività

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo: Diabete e alimentazione Relatore: Giovanna Foschini Data 19 marzo 2014 Sede Sala Piccolotto UN PO DI STORIA Un po' di storia... Papiro di Ebers (1550 a.c.)

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Cagliari, mercoledì 30 novembre 2011 METTI IL FORMAGGIO SARDO NELLA TUA DIETA Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Giovanna Maria Ghiani Specialista in Scienza

Dettagli

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung pag. 1 / 5 Società Svizzera di Nutrizione SSN, Ufficio federale della sanità pubblica UFSP / 2o11 Dolci, snack salati e alcolici In piccole quantità. Oli,

Dettagli

Dieta chetogenica o very low carbohydrate ketogenic diet (VLCKD)

Dieta chetogenica o very low carbohydrate ketogenic diet (VLCKD) Francesca De Vita Dieta chetogenica o very low carbohydrate ketogenic diet (VLCKD) Drastica riduzione quota glucidica (

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Progetto Expo 2015. Questionario on-line

Progetto Expo 2015. Questionario on-line a.s. 2014.15 Progetto Expo 2015 Questionario on-line Questionario di indagine sul livello di informazione e consapevolezza in merito all alimentazione Indice Introduzione Prima sezione: Conosci le tue

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA Speciale FARINE di Maurizio De Pasquale www.orlandipasticceria.com LA RICERCA DELLE PROTEINE N utrirsi bene è fondamentale

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE In qualità di Presidente del mi sento in dovere di portarvi a conoscenza di alcune interessanti e basilari concetti per una corretta alimentazione dei nostri figli.

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

DIETA. Ovvero MANGIARE PER LA VITA

DIETA. Ovvero MANGIARE PER LA VITA Regione PIEMONTE- ASL2-Torino Ambulatorio di Cardiologia OSPEDALE S. Giovanni Bosco Tel.011-2402310 Progetto GIOTTO Responsabile Drssa Bianca BIANCHINI DIETA Ovvero MANGIARE PER LA VITA Questo piccolo

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile!

Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile! ri-esco Salute, Benessere, Carattere. Guida la tua vita! Il mio benessere? Una questione di stile! Esistono molti modi di alimentarsi, e un solo modo di nutrirsi STATO NUTRIZIONALE Adattato da: Bedogni

Dettagli

1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo

1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico tra entrate ed uscite caloriche. L'energia viene introdotta

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

INDICE PREFAZIONE ALLA TERZA EDIZIONE 13 PARTE 1 PRINCIPI DELL ALIMENTAZIONE

INDICE PREFAZIONE ALLA TERZA EDIZIONE 13 PARTE 1 PRINCIPI DELL ALIMENTAZIONE INDICE PREFAZIONE ALLA TERZA EDIZIONE 13 PARTE 1 PRINCIPI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE 15 L aspettativa di vita.........................................17 La grande illusione.........................................17

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio

Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio Il benessere comincia dall ufficio 4 ottobre 2008 Alimentazione equilibrata e lavoro d ufficio Dott.ssa Cristina Angeloni Università di Bologna Dipartimento di Biochimica G.Moruzzi Centro Ricerche sulla

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

UNITà 8 la dieta equilibrata

UNITà 8 la dieta equilibrata unità La dieta equilibrata I termini e i concetti fondamentali 1 dieta equilibrata e peso corporeo Una dieta equilibrata è data da comportamenti alimentari e da uno stile di vita tali da mantenere un buono

Dettagli

TABELLA DEI CARBOIDRATI

TABELLA DEI CARBOIDRATI TABELLA DEI CARBOIDRATI Per una ottimale riuscita del programma dietetico-nutrizionale LineaMed è di fondamentale importanza assortire in modo corretto gli alimenti che compongono il pasto principale (pranzo).

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

LA DIETA VEGETARIANA

LA DIETA VEGETARIANA LA DIETA VEGETARIANA Le persone che seguono un alimentazione vegetariana sono, a dispetto dell opinione generale, tante. Può essere utile perciò cercare di capire qualcosa di più riguardo questo tipo di

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

SCEGLI IL GUSTO. 7 febbraio 2013 Body Worlds. Anna Caroli

SCEGLI IL GUSTO. 7 febbraio 2013 Body Worlds. Anna Caroli SCEGLI IL GUSTO 7 febbraio 2013 Body Worlds Anna Caroli Terminato l iter diagnostico esami del sangue biopsia enterica Oggi so di essere celiaco Cosa faccio e cosa mangio Il Medico fornisce le prime e

Dettagli

L'alimentazione del giovane praticante corsa

L'alimentazione del giovane praticante corsa L'alimentazione del giovane praticante corsa Prof. Danilo Gambarara L alimentazione è uno dei fattori che incidono più fortemente sull accrescimento, sullo sviluppo fisico e mentale, sull aspetto estetico,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di INFORMARSI È SEMPLICE, RECLAMARE È FACILE CONOSCERE I PROPRI DIRITTI È IL PRIMO PASSO PER FARLI VALERE Iniziativa organizzata con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico QUESTIONARIO SUGLI

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

Capitolo 4 I menu per ritrovare la linea in 14 giorni 95. Capitolo 5 Cucinare con i cibi che non alzano la glicemia 115

Capitolo 4 I menu per ritrovare la linea in 14 giorni 95. Capitolo 5 Cucinare con i cibi che non alzano la glicemia 115 Sommario Introduzione Conosci l indice glicemico e perdi peso senza sacrifici 7 Capitolo 1 La glicemia dei cibi e i meccanismi che fanno ingrassare 13 Capitolo 2 L importanza dell indice glicemico 33 Capitolo

Dettagli

Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta.

Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta. Guida150x210Adolescenza 20-03-2007 14:59 Pagina 1 Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta. Cod. 60514621 www.automedicazione.it Sono medicinali. Leggere attentamente il foglio illustrativo.

Dettagli

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Direttore dott. Fausto Aufiero Chef, Naturopata Michele Pentassuglia PROGRAMMA Prima giornata

Dettagli

VERDURA FRUTTA FRUTTA SECCA E SEMI OLEAGINOSI

VERDURA FRUTTA FRUTTA SECCA E SEMI OLEAGINOSI DIETA VEGETARIANA Nella realizzazione di una dieta vegetariana frequentemente viene seguito un percorso che passa attraverso un procedimento di eliminazione di gruppi di cibi dall architettura tipica della

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma

ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma I. Bonchi Dietista specializ. in nutrizione nello sport, gravidanza e allattamento I.bonchi@libero.it Con la collaborazione di Francesca Pascazio Nutrizione

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO?

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? LIDIA ROVERA UOA Gastroenterologia Dietetica e Nutrizione Clinica ASO Ordine Mauriziano-Torino I.R.C.C. Candiolo LUCIA FRANSOS Dietista AIC -Piemonte e

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Consigliere Nazionale SINSeB Docente Università di Camerino Stato nutrizionale Bilancio energetico

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI EDUCAZIONE ALIMENTARE PER TUTTA LA FAMIGLIA PRIMA PARTE ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI PRIMA PARTE IL PERCORSO DEGLI ALIMENTI Gli alimenti, dopo essere stati ingeriti, arrivano al tubo

Dettagli