UNIVERSITÀ DI PARMA ANNALI DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA VETERINARIA. Vol. XXIX 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DI PARMA ANNALI DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA VETERINARIA. Vol. XXIX 2009"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DI PARMA ANNALI DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA VETERINARIA Vol. XXIX 2009 Facoltà di Medicina Veterinaria di Parma 2009

2 Pubblicazione ufficiale della Facoltà di Medicina Veterinaria dell Università di Studi di Parma DIRETTORE RESPONSABILE Prof. Fausto Quintavalla COMITATO DI DIREZIONE Ezio Bottarelli Sandro Cavirani Simone Taddei Andrea Salghetti Giuseppe Zannetti SEGRETERIA DI REDAZIONE Biblioteca Generale della Facoltà di Medicina Veterinaria dell Università degli Studi di Parma Via del Taglio, PARMA (ITALY) Tel /032654/56 Fax / Responsabile: Angelo Ampollini La pubblicazione è disponibile on-line sul sito I volumi degli annali possono essere chiesti in scambio da altre Università o Istituzioni culturali rivolgendosi alla Segreteria di Redazione

3 INDICE Personale docente e tecnico amministrativo della Facoltà di Medicina Veterinaria...pag. 7 Afferenze del personale docente ai dipartimenti e servizi della Facoltà...pag. 12 ANESTESIA / Anaesthesia and Immobilization ANAESTHETIC REGIMEN IN A SHEEP EXPERIMENTAL MODEL WITH MYOCARDIAL ISCHEMIA Gestione anestesiologica di pecore con ischemia miocardica indotta a scopi sperimentali Leonardi Fabio, De Razza Pierangela, Simonazzi Barbara, Martini Filippo Maria, Zanichelli Stefano, Botti Paolo...pag. 17 FISIOLOGIA ANIMALE / Animal Physiology THE ROLE OF ORBITOFRONTAL CORTEX IN EMOTION-BASED DECISION MAKING AND FOOD CHOICES Ruolo della corteccia orbitofrontale nelle decisioni su basi emotive e nelle scelte alimentari Ghirri Alessia, Bignetti Enrico...pag. 27 ISPEZIONE DEGLI ALIMENTI / Veterinary Food Hygiene; Public Health DOMESTIC FOOD HANDLING PRACTICES AND FOOD SAFETY Gestione domestica degli alimenti e sicurezza alimentare Conter Mauro, Pojani Linda, Cortimiglia Claudia, Di Ciccio Pierluigi, Ghidini Sergio, Zanardi Emanuela, Ianieri Adriana...pag. 33 PARMA HAM: A LOW RISK-FOOD FOR HUMAN TRANSMISSION OF LISTERIA MONOCYTOGENES Il prosciutto di Parma quale elemento a basso rischio per la trasmissione all uomo di Listeria monocytogenes Cotugno Delia, Bonardi Silvia...pag. 39 IDENTIFICATION OF THE ICHTYIC SPECIES THROUGH MORPHOLOGIC AND LABORATORY METHODOLOGIES Identificazione delle specie ittiche mediante metodiche morfologiche e di laboratorio Nicosia S. Dario, Sigovini Giovanni, Ianieri Adriana, Bracchi Pier Giovanni:...pag. 51

4 RESIDUES IN FOODSTUFFS Residui negli alimenti di origine animale Signorini Giancarlo, Biagi Giulia, Luchetti Elena, Nannipieri Sandra, Marzotto Giampaolo, Roncaia Angelo...pag. 77 MEDICINA INTERNA e TERAPIA / Internal Medicine and Therapeutics USE OF NICARBAZINE IN THE CONTROL OF URBAN PIGEON COLONIES IN ITALY IN Uso del nicarbazine nel controllo delle colonie di piccioni urbani in Italia nel Ferri M, Ferraresi Maurizio, Gelati Antonio, Zannetti Giuseppe, Ubaldi Antonio, Contiero Barbara, Bursi Eleonora...pag. 91 MUCOKYNETIC DRUGS. IN VITRO RHEOLOGICAL STUDY ON HORSE MUCUS Farmaci mucocinetici: attività reologica in vitro sul muco di cavallo Quintavalla Fausto, Skert Stefano, Pini Paolo...pag. 103 MICROBIOLOGIA / Microbiology MOLECULAR TYPING OF CLOSTRIDIUM PERFRINGENS STRAINS ISOLATED FROM DOGS BY TOXIN GENE AMPLIFICATION Tipizzazione molecolare di ceppi di Clostridium perfringens isolati da cani Zerbini Laura, Ossiprandi Maria Cristina...pag. 115 ZOOTECNIA E NUTRIZIONE ANIMALE, ECONOMIA PRODUZIONI ZOOTECNICHE / Animal Production, Agricoltural Economy PREDICTING LIVEWEIGHT FROM BODY MEAUSURES IN NERO DI PARMA PIGS Stima del peso vivo dalle misure biometriche nel suino nero di Parma Beretti Valentino, Superchi Paola, Manini Raffaele, Cervi Claudio, Sabbioni Alberto...pag. 129 NATURAL WHEYSTARTER IN THE PARMIGIANO-REGGIANO CHEESE PRODUCTION WITH PARTICULAR REFERENCE TO THE ACIDIFICATION OF THE WHEEL IN THE EARLY HOURS AFTER THE EXTRACTION FROM THE VAT: AN OVERVIEW Il siero innesto nella produzione del formaggio parmigiano-reggiano, con particolare riferimento alla acidificazione della forma nelle prime ore dopo l estrazione dalla caldaia: stato dell arte Formaggioni Paolo, Vecchia Paola, Summer Andrea, Franceschi Piero, Malacarne Massimo, Mariani Primo...pag. 141

5 EFFECTS OF MYCOTOXINS ON FERTILITY OF DAIRY COW Effetti delle micotossine sulla fertilità della vacca da latte Rossi Federico, Righi Federico, Fuochi Sara, Quarantelli Afro...pag. 153 PIG FARMING AND BUSINESS STRATEGIES Allevamenti suini e strategie d impresa Salghetti Andrea, Ferri Giovanni, Dolfini Enrica...pag. 167 ECONOMIC SURVEY OF RACEHORSE BREEDING FARMS Indagine economica sugli allevamenti equini da competizione Salghetti Andrea, Ferri Giovanni, Gambino Pietro...pag. 193 THE INFLUENCE OF ARAB GENES IN THE BARDIGIANO HORSE BREED Influenza del sangue arabo nella razza equina Bardigiana Vaccari Simonini Franca, Sabbioni Alberto, Beretti Valentino, Villa Marcello, Martuzzi Francesca...pag. 223

6

7 PERSONALE DOCENTE E TECNICO AMMINISTRATIVO DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA VETERINARIA TEACHER, ADMINISTRATIVE AND TECHNICAL STAFF OF THE FACULTY OF VETERINARY MEDICINE Presidenza Facoltà Sig.ra BERTOLI Barbara Dott.ssa MIDURI Francesca Sig.ra ROSSETTI Elisa Personale non docente Personale non docente Personale non docente Servizio Segreteria Studenti Sig.ra GROSSARDI Cristina Sig. TRINITATO Palmerino Personale non docente Personale non docente Servizio Biblioteca Rag. AMPOLLINI Angelo Dott.ssa OLIVIERI Giovanna Dott.ssa SORENTI Mariangela Personale non docente Personale non docente Personale non docente Dipartimento di Produzioni Animali, Biotecnologie Veterinarie, Qualità e Sicurezza degli Alimenti PERSONALE NON DOCENTE Sig.ra AMPOLLINI Costanza Sig.ra BELLOLI Cinzia Sig.ra BRANCA Giulia Sig.ra CAMPESATO Elisabetta Dott.ssa CAVALLI Valeria Sig.ra CONTI Virna Sig. DAMASCHI Cesare Dott.ssa DRAMIS Maria Sig. FAROLDI Luigi Dott. FORMAGGIONI Paolo Rag. NINIMOSI Clara Dott. RENZI Marco Sig.ra TRANCOSSI Mariangela Dott. ZAMBINI Ernesto Mario Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente

8 Sezione di Biochimica Veterinaria Prof. GROLLI Stefano Prof. RAMONI Roberto Ricercatore Universitario Professore Associato Sezione di Fisiologia Veterinaria Prof.ssa BASINI Giuseppina Prof.ssa GRASSELLI Francesca Prof.ssa SALERI Roberta Professore associato Professore Associato Ricercatore Universitario Sezione di Informatica e Biomatematica Prof. BRACCHI Giovanni Professore Associato Sezione di Scienza degli Alimenti e della Nutrizione Prof. QUARANTELLI Afro Prof. RIGHI Federico Prof.ssa SUPERCHI Paola Professore Ordinario Ricercatore Universitario Professore Ordinario Sezione di Scienze e Tecnologie Lattiero Casearie Prof. MARIANI Primo Prof. SUMMER Andrea Professore Ordinario Professore Associato Sezione di Scienze Zootecniche e Qualità delle Produzioni Animali Prof. CATALANO Antonio Lucio Prof.ssa MARTUZZI Francesca Prof. SABBIONI Alberto Professore Ordinario Professore Associato Professore Associato Sezione di Sicurezza degli Alimenti Prof. GHIDINI Sergio Prof.ssa IANIERI Adriana Prof.ssa ZANARDI Emanuela Ricercatore Universitario Professore Ordinario Ricercatore Universitario

9 Dipartimento di Salute Animale PERSONALE NON DOCENTE Sig. ALBA Giuliano Rag. BALESTRIERI Alberta Sig. BERTACCINI Giuseppe Rag. CANTARELLI Giovanna Sig.ra CATTABIANI Chiara Sig. CONTARDO Claudio Dott. BONATI Luca Dott.ssa DE ANGELIS Elena Dott. DODI Pier Luigi Sig. FERRARI Ivano Dott. FERRI Giovanni Dott.ssa FUSARI Antonella Sig. GALIA Giordano Sig.ra GIANELLI Paola Sig. LONETI Vannes Sig. LURISI Roberto Dott.ssa MANGHI Elisa Sig.ra MANTELLI Federica Sig. ROSSI Andrea Rag. ROSSIANO Cristina Sig. PACCHIANI Andrea Dott.ssa PIZZIN Gisella Sig. POLI Ida Dott.ssa REVERBERI Cinzia Sig. RUSTICI Mirco Dott.ssa SCHIANO Emiliana Dott. SERVENTI Paolo Sig.ra TRENTADUE Giuseppina Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Personale non docente Sezione di Anatomia degli Animali di Interesse Medico Veterinario Prof.ssa BO Luisa Prof.ssa BOTTI Maddalena Prof. CACCHIOLI Antonio Prof. GAZZA Ferdinando Prof. PANU Rino Prof.ssa RAGIONIERI Luisa Professore Associato Ricercatore Universitario Ricercatore Universitario Professore Associato Professore Ordinario Ricercatore Universitario

10 Sezione di Clinica Chirurgica Veterinaria e Medicina D Urgenza Prof. BOTTI Paolo Prof. DEL BUE Maurizio Prof. MARTINI Filippo Maria Prof.ssa SIMONAZZI Barbara Prof. ZANICHELLI Stefano Professore Ordinario Professore Ordinario Professore Associato Ricercatore Universitario Professore Ordinario Sezione di Clinica Medica Veterinaria Prof. BIANCHI Ezio Prof. DONDI Maurizio Prof. MARTELLI Paolo Prof.ssa QUINTAVALLA Cecilia Prof. QUINTAVALLA Fausto Prof. ZANNETTI Giuseppe Ricercatore Universitario Professore Associato Professore Ordinario Professore Associato Professore Ordinario Professore Ordinario Sezione di Clinica Ostetrica e Riproduzione Animale Prof. BIGLIARDI Enrico Prof. MORINI Giorgio Prof. PARMIGIANI Enrico Professore Associato Ricercatore Universitario Professore Ordinario Sezione di Diagnostica e Tossicologia Sperimentale Prof. UBALDI Antonio Professore Ordinario Sezione di Endocrinologia e Farmacologia Veterinaria Prof. BERTINI Simone Prof. DE RENSIS Fabio Prof. MENOZZI Alessandro Professore Associato Professore Ordinario Ricercatore Universitario Sezione di Microbiologia ed Immunologia Veterinaria Prof. BOTTARELLI Ezio Prof.ssa OSSIPRANDI Maria Cristina Professore Ordinario Professore Associato

11 Sezione di Patologia Generale ed Anatomia Patologica Prof. BORGHETTI Paolo Prof.ssa CANTONI Anna Maria Prof. CORRADI Attilio Prof.ssa DI LECCE Rosanna Prof.ssa PASSERI Benedetta Professore Ordinario Professore Associato Professore Ordinario Ricercatore Universitario Ricercatore Universitario Sezione di Risorse del Territorio Prof. BONAZZI Giuseppe Prof. SALGHETTI Andrea Professore Associato Professore Associato Sezione Ispezione degli Alimenti di Origine Animale Prof. BENTLEY Stefano Prof.ssa BONARDI Silvia Prof. BRINDANI Franco Ricercatore Universitario Professore Associato Professore Ordinario Sezione Malattie Infettive degli Animali Prof.ssa CABASSI Clotilde Silvia Prof. CAVIRANI Sandro Prof. DONOFRIO Gaetano Prof. FLAMMINI Cesidio Filippo Prof. TADDEI Simone Professore Associato Professore Ordinario Professore Associato Professore Ordinario Ricercatore Universitario Sezione di Parassitologia e Malattie Parassitarie Prof. GRANDI Giulio Prof.ssa KRAMER Laura Helen Ricercatore Universitario Professore Associato

12 AFFERENZE DEL PERSONALE DOCENTE AI DIPARTIMENTI E SERVIZI DELLA FACOLTÀ TEACHER AFFERENCES FACULTY DEPARTMENTS AND FACULTY SERVICES Presidenza Via del Taglio, Parma Tel. Presidenza Fax Preside: Prof. CORRADI Emilio Biblioteca Generale Tel Fax Direttore: Prof. QUINTAVALLA Fausto Segreteria Studenti Tel Fax Dipartimento di Salute Animale Tel Fax E.mail: Direttore. Prof. Cavirani Sandro *Sezione di anatomia degli animali di Interesse Medico Veterinario Tel Fax Coordinatore: Prof. PANU Rino Docenti: Prof.ssa BO Luisa Tel E.mail: Prof. GAZZA Ferdinando Tel l E.mail: Prof. PANU Rino Tel Ricercatori: Dott. CACCHIOLI Antonio Tel Dott.ssa RAGIONIERI Luisa Tel *Sezione di Patologia Generale e Anatomia Patologica Tel Fax Coordinatore: Prof. CORRADI Attilio Docenti: Prof. BORGHETTI Paolo Tel Prof.ssa CANTONI Annamaria Tel Prof. CORRADI Attilio Tel Ricercatori: Dott.ssa DI LECCE Rosanna Tel Dott.ssa PASSERI Benedetta Tel *Sezione di Clinica Chirurgica Veterinaria e Medicina d Urgenza Tel Fax Coordinatore: Prof. BOTTI Paolo Docenti: Prof. BOTTI Paolo Tel Prof. DEL BUE Maurizio Tel Prof. ZANICHELLI Stefano Tel Prof. MARTINI Filippo Maria

13 Tel Ricercatori: Dott.ssa SIMONAZZI Barbara Tel *Sezione di Clinica Medica Veterinaria Tel Fax Coordinatore: Prof. ZANNETTI Giuseppe Docenti: Prof. DONDI Maurizio Tel Prof. MARTELLI Paolo Tel Prof.ssa QUINTAVALLA Cecilia Tel Prof. QUINTAVALLA Fausto Tel Prof. ZANNETTI Giuseppe Tel Ricercatori: Dott. BIANCHI Ezio Tel *Sezione di Clinica Ostetrica e Riproduzione Animale Tel Fax Cordinatore: Prof. PARMIGIANI Enrico Docenti: Prof. PARMIGIANI Enrico Tel Prof. BIGLIARDI Enrico Tel Ricercatori: Dott. MORINI Giorgio Tel *Sezione di Diagnostica e Tossicologia Sperimentale Tel Fax Cordinatore: Prof. UBALDI Antonio Docente: Prof. UBALDI Antonio Tel *Sezione di Endocrinologia e Farmacologia Veterinaria Tel Fax Cordinatore: Prof. DE RENSIS Fabio Docenti: Prof. BERTINI Simone Tel Prof. DE RENSIS Fabio Tel Ricercatori : Dott. MENOZZI Alessandro Tel *Sezione di Ispezione degli Alimenti di Origine Animale Tel Fax Cordinatore: Prof. BRINDANI Franco Tel Docente: Prof. BRINDANI Franco Tel Prof.ssa BONARDI Silvia Tel Ricercatori: Dott. BENTLEY Stefano Tel *Sezione di Malattie Infettive degli Animali Tel Fax Cordinatore: Prof. CAVIRANI Sandro Tel Docenti: Prof. CAVIRANI Sandro Tel

14 Prof. FLAMMINI Cesidio Filippo Tel Prof. CABASSI Clotilde Silvia Tel Prof. DONOFRIO Gaetano Tel E.mail: Ricercatori: Dott. TADDEI Simone Tel *Sezione di Microbiologia e Immunologia Veterinaria Tel Fax Cordinatore: Prof. BOTTARELLI Ezio Docenti: Prof. BOTTARELLI Ezio Tel Prof.ssa OSSIPRANDI M. Cristina Tel *Sezione di Radiologia e Diagnostica per Immagini Tel Fax Cordinatore: Prof. BERTONI Giorgio Docenti: Prof. BERTONI Giorgio Tel Prof. GNUDI Giacomo Tel *Sezione di Risorse del Territorio Tel Fax Cordinatore: Prof. SALGHETTI Andrea Docenti: Prof. SALGHETTI Andrea Tel Prof. BONAZZI Giuseppe Tel Dipartimento di Produzioni Animali, Biotecnologie Veterinarie, Qualità e Sicurezza degli Alimenti Tel Fax Direttore: Prof. QUARANTELLI Afro *Sezione di Biochimica Veterinaria Tel Fax Cordinatore: Prof. RAMONI Roberto Docenti: Prof. RAMONI Roberto Tel Ricercatori: Dott. GROLLI Stefano Tel *Sezione di Parassitologia e Malattie parassitarie degli animali domestici Tel Docente: Prof. KRAMER Laura Helen Tel Ricercatori: Dott. GRANDI Giulio Tel *Sezione di Fisiologia Veterinaria Tel Fax Coordinatore: Prof. GRASSELLI Francesca Docenti: Prof. GRASSELLI Francesca Tel Prof. BASINI Giuseppina Tel Ricercatori: Dott.ssa SALERI Roberta Tel *Sezione di Informatica e Biomatematica Tel Fax Coordinatore: Prof. BRACCHI Pier Giovanni

15 Docenti: Prof. BRACCHI Pier Giovanni Tel *Sezione di Sicurezza degli Alimenti Tel Fax Coordinatore: Prof.ssa IANIERI Adriana Docenti: Prof.ssa IANIERI Adriana Tel Ricercatori: Prof. GHIDINI Sergio Tel Dott.ssa ZANARDI Emanuela Tel *Sezione di Scienza degli Alimenti e della Nutrizione Tel Fax Coordinatore: Prof. QUARANTELLI Afro Docenti: Prof. QUARANTELLI Afro Tel Prof.ssa SUPERCHI Paola Tel Ricercatori: Dott. RIGHI Federico Tel *Sezione di Scienza e Tecnologie Lattiero Casearie Coordinatore: Prof. MARIANI Primo Tel Docenti: Prof. SUMMER Andrea Tel *Sezione di Scienze Zootecniche e Qualità delle Produzioni Animali Tel Fax Coordinatore: Prof. CATALANO Antonio Lucio Docenti: Prof. CATALANO Antonio Lucio Tel Prof.ssa MARTUZZI Francesca Tel Prof. SABBIONI Alberto Tel Scuole di Specializzazione Ispezione degli Alimenti di Origine Animale Direttore: Prof. BRINDANI Franco - Sezione di Ispezione degli Alimenti di Origine Animale Tel Patologia suina (triennale) Direttore: Prof. CORRADI Attilio - Sezione di Patologia Generale e Anatomia patologica Tel Sanita Animale. Allevamento e produzioni Zootecniche (triennale) Direttore: Prof.ssa. OSSIPRANDI Maria Cristina - Sezione di Microbiologia ed Immunologia Veterinaria Tel

16

17 Ann. Fac. Medic. Vet. di Parma (Vol. XXIX, 2009) pag pag. 26 Anaesthetic regimen in a sheep experimental model with myocardial ischemia Gestione anestesiologica di pecore con ischemia miocardica indotta a scopi sperimentali Leonardi Fabio 1, De Razza Pierangela 2, Simonazzi Barbara 1, Martini Filippo Maria 1, Zanichelli Stefano 1, BOTTI Paolo 1 Structured summary Objectives To evaluate an anaesthetic regimen in sheep with induced myocardial ischemia. Methods A In five sheep, two left thoracotomies were performed to induce a chronic myocardial ischemia and after 45 days to inject myoblasts into the infarct area. The same anaesthetic management was used: premedication by diazepam, induction by propofol, maintenance by isoflurane using a mechanical ventilator. Analgesia was ensured by flunixin meglumine, intercostal nerves blocks with bupivacaine, fentanyl in bolus and buprenorphine. Heart and respiratory rates, body temperature, end tidal CO 2 (EtCO 2 ), diastolic, systolic and mean arterial blood pressures were recorded at different times. Results Five minutes after induction and at the end of surgery, EtCO 2 was significantly higher during the second thoracotomy. Body temperature significantly decreased ten minutes after entering the pleural cavity and at the end of surgery. At the end of surgery, body temperature was lower after the second thoracotomy. Clinical significance The multimodal analgesia employed in this study resulted effective. Fentanyl and buprenorphine produced little effects upon cardiovascular system. Mechanical ventilation opposed pulmonary atelectasis, but this alveolar recruitment was not sustained over time and re-formation of atelectasis cannot be excluded producing a mild hypercapnia. Hypothermia is probably due to the surgical procedures. Keywords Anaesthesia, thoracotomy, myocardial ischemia, sheep. INTRODUCTION The sheep has proved useful as an experimental animal model for cardiovascular research because its circulatory and respiratory characteristics are similar to those of human beings (Gross 1994a). Ischemic damages routinely occur in a lot of clinical situations such as vascular or neurosurgery. It is possible to encounter ischemic injuries, as after a transient myocardial ischemia during a stressful anaesthetic induction (Schlack et al. 1 Animal Health Department, University of Parma, via del Taglio n. 8, Parma, Italy; 2 Veterinary practitioner, PhD 17

18 Ann. Fac. Medic. Vet. di Parma (Vol. XXIX, 2009) pag pag ). Also surgical procedures may exert an influence over cardiac and respiratory functions. Thoracotomy favours formation of atelectasis and right-to-left shunting (Kronen et al. 2005). The goal of an anaesthetic regimen is to maintain an adequate cardiocirculatory and respiratory function. The anaesthetic management of a patient with cardiovascular dysfunction can be very challenging, since most preanesthetic and anaesthetic agents capable of central nervous system depression are also capable of producing cardiovascular and respiratory depression. Diazepam and the Benzodiazepines are commonly used in sheep. Diazepam induces taming effects in animals probably by affecting neurotransmitter system (Gross 1994b). It is used because of its minimal and dose dependent effects on cardiovascular system and because of its antiarrhythmic effects (Conklin et al. 1980; Gross 1994b; Lumb and Jones 1996b; Celly et al. 1997). Propofol is injected as a single bolus for induction of general anaesthesia to allow tracheal intubation. Propofol ensures a smooth induction, produces an increase in heart rate and mean aortic pressure, a decrease of hepatic and renal blood flow while cardiac output does not change (Runciman et al. 1990; Booke et al. 1996; Mather et al. 2004). If it is injected rapidly apnoea may occur, but slow administration may be able to prevent this complication (Riebold 1996). Performing a thoracotomy, respiratory function must be supported by mechanical ventilation and general anaesthesia can be maintained by inhalation anaesthetics (Riebold 1996). Isoflurane is preferred because it ensures a good cardiac stability even if it induces dosedependent respiratory depression. For its analgesic properties, fentanyl is often used as a part of a balanced anaesthetic protocol for cardiac surgery in animals, but it leads to respiratory depression (Kronen et al. 2005). Fentanyl reduces the hemodynamic adverse effects of propofol (Booke et al. 1996), does not change cardiac output, mean aortic pressure and heart rate, but it decreases renal blood flow (Yaster et al. 1989). The aim of our study is to evaluate the influence of an anaesthetic regimen on the cardiovascular and respiratory function in sheep with surgical induced myocardial ischemia. MATERIALS AND METHODS This study was conducted in accordance with local animal welfare laws (Legislative Decree 116/92 and Regional Decree 020/2002 of Region Emilia Romagna, Italy). Five female Sardinian sheep, two years old, weighing 49.6 ± 0.89 kg were anaesthetized to perform a left thoracotomy two times at a distance of forty-five days: the first one (phase A) to induce a chronic myocardial ischemia and the second one (phase B) to inject skeletal autologous myoblasts into the infarct area. The same anaesthetic management was used in both phases. All animals were classified as ASA 1 or 2 on the basis of physical examination, electrocardiogram (ECG) and haematological parameters. The animals were fasted for 12 hours prior to anaesthesia, but access to water was allowed at all times. A physical restraint was necessary to perform the premedication with diazepam (Diazepam 0.5%, Gellini, Aprilia, Italy) 0.5 mg/kg into the right cephalic vein through a 45 mm, 16-gauge plastic cannula secured with a strap. Induction was carried out with propofol (Rapinovet, Schering- 18

19 Ann. Fac. Medic. Vet. di Parma (Vol. XXIX, 2009) pag pag. 26 Plough Animal Health, Harefield, UK) 3 mg/kg I/V. The trachea was intubated with a direct visualization using a laryngoscope MacIntosh blade number 5. To facilitate the intubation, an assistant stabilized the larynx externally with the forefinger and thumb until the orotracheal probe was passed through the larynx into the trachea. After the placement of a Magill orotracheal tube (diameter 9 mm), the trachea was sealed by inflating the cuff with ml of air. Anaesthesia was maintained with 1.5-2% isoflurane (Isoflurane, Schering-Plough Animal Health, Harefield, Uxbridge, UK) in oxygen (5 l/min) by a semi-closed circle system. One dose of atracurium besilate (Tracrium, GlaxoSmithKline, Stockley Park West, UK) 0.5 mg/kg I/V was administered after intubation. The level of neuromuscular blockage was monitored checking the presence or absence of spontaneous respiratory activity using the monitor PM8050 (Drager Italia, Corsico, Italy) (Lachin 2005). No neuromuscular blockage antagonist was used. The animals were ventilated immediately after the administration of atracurium until the end of surgery. Intermittent positive pressure ventilation (IPPV) was used (ventilator Fabius, Drager Italia, Corsico, Italy) with inspiratory pressure cm H 2 O, respiratory rate 15 breaths per minute (brpm), tidal volume ml/kg, inspiratory-expiratory ratio 1:2, positive end-expiratory pressure (PEEP) 3-12 cm H 2 O. Fluid intake was carried out with lactate Ringer s solution (Ringer lactate, ACME, Milan, Italy) at a dosage of 8-10 ml/kg/h. To reduce the risk of ventricular fibrillation, lidocaine chlorhydrate 2% (Lidocaina 2%, Fort Dodge Animal Health, Aprilia, Italy) was administered at a dosage ranging between mg/kg I/V before the coronary ligation (Chachques et al. 2004). Analgesia was ensured by flunixin meglumine (Niglumine, Bio 98, Milan, Italy) 1 mg/kg preoperatively I/V, by intercostal nerves blocks at intercostal spaces 3-7 on the left side with bupivacaine (Bupicain, Recordati, Milan, Italy) 1 mg/kg 30 minutes before the surgical procedures, by fentanyl (Fentanest, Pharmacia Italia, Nerviano, Italy) 2 μg/kg I/V in bolus 5 minutes before entering the pleural cavity and by buprenorphine (Temgesic, Schering-Plough Animal Health, Harefield, UK) 10 mg/kg I/M at the end of surgery. At the end of anaesthesia, intravenous infusion of lactate Ringer s solution was decreased to 5 ml/kg/h and was continued until the animals were able to stand. Postoperative management consisted of cefazolin (Cefazolina, Merck, Frankfurter, Germany) at 20 mg/kg I/M and flunixin meglumine 1 mg/kg I/M every 12 hours over 5 days. Monitoring consisted of ECG, oesophageal temperature (T C), respiratory (RR) and heart rates (HR) before surgery (B), 5 minutes after premedication (P), 5 minutes after induction and intubation (I), 10 minutes after entering the pleural cavity (T) and at the end of surgery and anaesthesia (E). We recorded end tidal CO 2 (EtCO 2 ), partial saturation of hemoglobin (SpO 2 ) and systolic (SAP), diastolic (DAP) and mean (MAP) arterial blood pressure by a non-invasive system 5 minutes after induction and intubation (I), 10 minutes after entering the pleural cavity (T) and at the end of surgery and anaesthesia (E). Cardiac and hemodynamic data and oesophageal temperature were recorded by the monitor Guardian Byosis (Schiller, Esaote, Genova, Italy) while respiratory parameters were recorded by the monitor PM8050. The degree of left ventricular damage in phase A was evaluated through the plasma concentration of cardiac troponin I (ctni) by Access Accu TnI Immunoassay 19

20 Ann. Fac. Medic. Vet. di Parma (Vol. XXIX, 2009) pag pag. 26 System (Beckman Coulter, Milan, Italy). ctni was assessed before surgery and 24 hours after surgery. Results are reported as mean ± SD. Student t test was used to compare the data; the significance was set at p<0.05. RESULTS A minimal physical restraint was necessary during the premedication and the induction. The induction of general anaesthesia by intravenous administration of propofol was rapid and smooth. Intubation did not create any difficulty because movements of the tube were easily felt through the skin and its placement could be readily identified. No case of regurgitation or tympany was recorded. The mean time of anaesthesia was significantly (p<0.05) longer in phase B (86 ± 18 minutes) than in phase A (54 ± 13 minutes). Phase A (table 1). Body temperature significantly (p<0.05) decreased 10 minutes after entering the pleural cavity and at the end of surgery. No ECG change was recorded. No significant differences were recorded about other data. The serum levels of ctni before surgery was 0.06 ± 0.03 ng/ml while 24 hours after coronary ligature was ± 9.21 ng/ml. Table 1: Data recorded in phase A: values are expressed as mean ± SD (p<0.05). Ba Pb Ic Td Ee HR (bpm)f 134 ± ± ± ± ± 23 RR (brpm)g 34 ± 3 44 ± (IPPV) 15 (IPPV) 15 (IPPV) T C ( C)h 38.9 ± ± ± ± ± 0.4 EtCO 2 (mmhg) NT NT 38 ± 3 35 ± 6 34 ± 4 SpO 2 (%) NT NT 97 ± 2 96 ± 2 97 ± 3 SAP (mmhg)i NT NT 93 ± ± ± 19 DAP (mmhg)l NT NT 54 ± ± 9 72 ± 9 MAP (mmhg)m NT NT 68 ± ± ± 8 a before surgery; b five minutes after premedication; c five minutes after induction and intubation; d ten minutes after entering the pleural cavity; e the end of surgery and anaesthesia; f heart rate (bpm, beats per minute); g respiratory rate (brpm, breaths per minute); h oesophageal temperature ( C, centigrade degrees); i systolic arterial blood pressure; l diastolic arterial blood pressure; m mean arterial blood pressure. Phase B (table 2). An ischemic injury was macroscopically observed in all five animals. Respiratory rate significantly (p<0.05) decreased 5 minutes after the premedication. 5 minutes after induction and at the end of surgery, EtCO 2 was significantly (p<0.05) higher than the same times in phase A. Body temperature significantly (p<0.05) decreased 5 minutes after induction, after entering the pleural cavity and at the end of surgery. At the end of surgery, body temperature was significantly (p<0.05) lower than the same time in phase A. No ECG change was recorded. No significant differences were recorded about other data. 20

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 La prevenzione primaria per la sicurezza delle attività subacquee professionali: risvolti procedurali, operativi, medici ed assicurativi

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

Una guida su che cosa bere e mangiare quando si ha una colostomia

Una guida su che cosa bere e mangiare quando si ha una colostomia Una guida su che cosa bere e mangiare quando si ha una colostomia Non serve cambiare le proprie abitudini alimentari perche` si ha una stomia E` possibile che si riescano a mangiare dei cibi con i quali

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli