UNA DIETA EFFICACE. Per ottenere i migliori risultati dalla dieta ricordate che... DIMAGRIRE SENZA RINUNCE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA DIETA EFFICACE. Per ottenere i migliori risultati dalla dieta ricordate che... DIMAGRIRE SENZA RINUNCE"

Transcript

1 UNA DIETA EFFICACE In questa sezione troverete un programma di 4 settimane, facile per tutti, che abbina al meglio dieta e attività fisica. Esistono "diete" con le quali una persona può perdere anche otto chili in sette giorni, ma nella maggior parte dei casi, terminata la dieta, si riacquistano tutti i chili persi in pochissimo tempo. Seguire una corretta alimentazione senza nulla togliere agli impegni quotidiani, senza spendere soldi inutilmente o sacrificarsi con diete persino affamanti?... il segreto sta in un programma calibrato che abbina una corretta alimentazione ad una moderata attività fisica, e che ci faccia fare un piccolo passo verso l'obbiettivo finale. In queste pagine troverete, tappa per tappa, un piano dietetico combinato con un semplice programma di allenamento. Per ottenere i migliori risultati dalla dieta ricordate che... Tenere sotto controllo i cibi non basta, bisogna bere molto! L'assunzione di almeno 1,5-2 litri d'acqua al giorno, infatti, evita che la massa degli alimenti digeriti presente nel colon si disidrati e abbia difficoltà di transito, provocando gonfiori addominali e rotondità indesiderate. Attenzione ai condimenti, non devono superare i tre cucchiai d'olio al giorno e vanno sempre usati a crudo, prediligendo l'olio d'oliva e quello di semi di girasole. OK al caffè, ma solo nella misura di due tazzine al giorno. L'uso dell'aceto di vino, può compromettere la digestione dei cibi ricchi di proteine. Per condire le insalate che accompagnano i piatti di carne e pesce, è meglio utilizzare erbe aromatiche come menta, aneto, cumino, barbaforte, alloro, cerfoglio, finocchio, dragoncello, maggiorana, cannella, zenzero e cardamomo. Attenzione ai tempi della tavola! La digestione va aiutata con un po' di movimento; quindi, soprattutto alla sera, bisogna evitare di cenare troppo tardi e infilarsi sotto le coperte quasi col boccone in bocca. Come minimo dovrebbero trascorrere almeno due ore tra l'ultimo pasto e il momento del riposo. DIMAGRIRE SENZA RINUNCE Nelle stagioni più fredde, anche i fanatici di palestre e piscine, consumano troppi cereali raffinati (pane, riso, pasta, dolci e prodotti da forno in genere), utilizzano più grassi sia in tavola sia in cucina; si accontentano di mini-pasti durante il giorno, ma eccedono in quantità alla sera. Quindi, pur tenendo sotto controllo le calorie, accumulano errori che, a lungo andare, riducono l'efficienza degli organi digestivi. Conseguenze? Si assimila male, si accumulano tossine e si peggiora il rapporto tra massa grassa e massa muscolare. Per tornare in forma bisogna allora adottare un programma alimentare capace per prima cosa, di disintossicare l'organismo per poi alleggerire la silhouette. Quella che vi proponiamo, è una dieta lievemente ipocalorica; in soli sette giorni, migliora le funzioni digestive, consente di ritrovare la leggerezza perduta e di eliminare 1-2 chili (a seconda delle caratteristiche

2 strutturali e del tipo di metabolismo dell'individuo) migliorando il rapporto tra grasso e muscoli. AL RISVEGLIO 1 bicchiere di acqua oligominerale a temperatura ambiente COLAZIONE 1 tazza di tè o latte scremato con orzo o caffè, 1 tazza di cereali soffiati o muesli, 1 frutto. 1 yogurt magro mischiato con 1 o 2 albicocche affettate al momento; 1 fetta di pane tostato con un velo di marmellata, 1 bicchiere di acqua oligominerale, 1 frutto di stagione fresco. METÀ MATTINA 1 bicchiere di acqua oligominerale, 1 frutto di stagione fresco. 15 MINUTI PRIMA DEL PRANZO 1 bicchiere di acqua oligominerale a temperatura ambiente. PRANZO Insalata di verdura cruda assortita con ½ scatoletta di tonno al naturale e ½ mozzarella; 2 bicchieri d'acqua oligominerale; 1 ciotolina di macedonia senza zucchero o ½ panino integrale. Verdure alla griglia con 120g di petto di pollo; 2 bicchieri di acqua oligominerale; una ciotolina di macedonia senza zucchero o 1 frutto. 120g di carne alla griglia con contorno di verdure al vapore; 2 bicchieri di acqua oligominerale; 2 palline di gelato o ½ panino integrale. SPUNTINO 1 bicchiere di acqua oligominerale; 1 frutto fresco di stagione. 15 MINUTI PRIMA DI CENA 1 bicchiere di acqua oligominerale. CENA 1 porzione di riso (80g a crudo) alle verdure o minestra di riso e verdure; 120g di pesce al vapore aromatizzato allo zenzero; 1 patata bollita; 1 bicchiere di vino e 2 di acqua oligominerale. 1 porzione di pasta al sugo (80g a crudo) di pomodoro fresco o di verdure stufate; insalata mista con 80g di bresaola o prosciutto crudo; 1 bicchiere di vino e 2 di acqua oligominerale; 1-2 fette di pane integrale ai cereali. Pinzimonio di verdure; 1 porzione di pasta e legumi (tipo zuppa con ceci o pasta e lenticchie), condita con 1 cucchiaino d'olio crudo; 1 bicchiere di vino e 2 di acqua oligominerale. PRIMA DI CORICARSI 1 bicchiere di acqua oligominerale a temperatura ambiente. PIÙ TONO A COSCE E GLUTEI

3 SQUAT: con l'aiuto di un semplice bastone, state in piedi, gambe divaricate (poco più della larghezza delle spalle), con le punte dei piedi rivolte leggermente verso l'esterno, schiena diritta e addominali tenuti; piegate le ginocchia portando leggermente il busto in avanti e quindi il bacino indietro, fino a formare un angolo di 90 con le gambe, poi raddrizzatevi spingendo sui talloni. 2 serie da 16 ripetizioni, inspirando quando vi piegate ed espirando in risalita. SOLLEVAMENTI POSTERIORI: mantenendovi alla sbarra, state sulla gamba destra, con le cosce leggermente ruotate all'esterno, e le ginocchia flesse; portate la gamba sinistra incrociata dietro (come nel disegno) e cominciate a sollevarla dietro di voi, piegando leggermente il busto in avanti, sempre tenendo gli addominali. Espirate durante il movimento e ritornate inspirando. Eseguite 2 serie da 12 ripetizioni, quindi cambiate gamba. La colazione a base di yogurt e albicocche non ha solo uno scopo dietetico. L'abbinamento tra lactobacilli e betacarotene, infatti, è un vero trattamento di bellezza per la pelle che, già dopo 7 giorni, appare più morbida, omogenea e luminosa; acquisendo in tal modo la base ottimale per un abbronzatura intensa, omogenea e duratura. Le albicocche, infatti, aiutano a mantenere le funzionalità dell'epidermide prevenendo i tipici inestetismi da tintarella: eritemi, macchie, desquamazioni e rughe. Ma sono utili anche a misfatto avvenuto perché, sempre per il contenuto di provitamina A, favoriscono la riparazione cellulare e il recupero delle funzionalità dei tessuti. Infine forniscono solo 28 calorie ogni 100g di prodotto e sono ricche di zuccheri semplici: quindi forniscono energia immediata senza pesare sulla linea. VIA I LIQUIDI CHE GONFIANO Dopo la prima settimana del nostro programma vi sentite più leggeri. È giunto allora il momento di amplificare questo senso di benessere, accentuando i toni verdi dell'alimentazione: più vegetali di stagione per completare l'azione disintossicante della tavola e drenare i liquidi accumulati, eliminando i gonfiori e riducendo la cellulite. Durante i primi 5 giorni (dal lunedì al venerdì) ripetete la dieta proposta per la prima settimana, aumentando le razioni di verdura di stagione, ricche di antiossidanti che contrastano l'attività dei radicali liberi prodotti durante gli allenamenti. Nel week-end state a riposo e seguite una dieta di sola frutta. Scegliete quella che vi piace di più: l'importante è che sia fresca, e possibilmente di coltivazione biologica (in modo da poterla mangiare con la buccia, sfruttando l'effetto saziante delle fibre che contiene). Consumatene 1kg e ½ al giorno suddivisa in 6 pasti. Introdurrete così circa 8g di proteine, 390g di zuccheri semplici e solo 0.9g di grassi al giorno; ma soprattutto, andrete ad assumere una grande quantità di "acqua viva" (ricca di vitamine e sali minerali) che, oltre a drenare i ristagni di di liquidi, grazie alla vitamina C svolgerà un azione protettiva sui capillari e rafforzerà il tono della pelle. Risultati? Riduzione dei gonfiori, incarnato più luminoso e tessuti più tonici. Chi non riesce a consumare grandi quantità di ortaggi, aumenti le dosi di centrifugati, utilizzandoli

4 come bevande supervitaminiche da sostituire ai classici "aperitivi" e alle bibite dissetanti. Le combinazioni più adatte sono: 1) Carote, zenzero e mela. 2) Spinaci, germogli di alfa-alfa, carote e mela. 3) Cimette di broccoli, aglio, carote, pomodori, sedano(gambi) e peperone verde. 4) Prezzemolo, spinaci, carote e gambi di sedano. 5) Prezzemolo, crescione, carote, sedano, finocchio e mela. Oltre a rinfrescare, sono integratori salini e vitaminici che fanno bene a tutti. Ma attenzione! chi soffre di gonfiori addominali, meglio stia alla larga da cipolle, peperoncino, legumi, cavoli e crusca, prediligendo invece semplici beveroni a base di yogurt magro, ghiaccio e succo d'ananas. GAMBE SEMPRE PIÙ FORTI AFFONDI DA FERMO: appoggiandovi alla consueta sbarra con la mano destra, state in piedi estendendo la gamba sinistra indietro, con il tallone sollevato e distribuendo i pesi su entrambe i piedi. Cominciate piegando le ginocchia e respirando, spingete poi sul tallone destro e raddrizzate le gambe espirando. Nell'affondo, attenti che il ginocchio avanti sia sulla verticale della punta del piede. Effettuate 2 serie da 10 ripetizioni, quindi cambiate gamba. SOLLEVAMENTI A GAMBA TESA: sdraiatevi a pancia sotto (come indicato nell'illustrazione) appoggiate quindi la testa sull'avambraccio sinistro e, tenendo il bacino ben appoggiato a terra, sollevate la gamba facendo attenzione a non staccare il fianco da terra ed espirando. Effettuate 1 serie da 16 movimenti e quindi passate all'altra gamba. L'esercizio agisce sui glutei, tonificandoli. La frutta, un integratore naturale: fresca, dissetante, energetica ma leggera, è un cibo indispensabile in ogni stagione, ancor più in estate, quando le perdite idrosaline provocate dal calore e dalla conseguente abbondante sudorazione, aumentano il fabbisogno di liquidi da introdurre con l'alimentazione. Per la mini-dieta ad alte temperature, quindi, niente di meglio che albicocce, pesche, angurie e meloni. I quali, tra l'altro, costituiscono il miglior integratore idrosalino naturale perché contengono più dell'80% di liquidi, oltre a vitamine, enzimi, oligoelementi e sali minerali. Certo si tratta di alimenti ad alta percentuale di zuccheri, ma niente paura: sono glucidi prontamente assorbibili! Il fruttosio, in particolare, è il più indicato per chi deve dimagrire: non provoca infatti sbalzi glicemici e non determina quelle "impennate" d'insulina che sono le principali responsabili della trasformazione del cibo in "ciccia". GIÙ L'ULTIMA PANCETTA Allo scadere del quindicesimo giorno i muscoli sono più tonici e la bilancia segna 2-3kg in meno. Se nonostante tutto la classica "pancetta" non accenna a scomparire, le cause possono essere ricercate in una postura errata. Anche in un fisico asciutto, infatti, un portamento scorretto può determinare il rilasciamento dei muscoli addominali che, così non danno un sufficiente sostegno alla colonna vertebrale. La quale tende ad inarcadsi, provocando una sporgenza eccessiva dell'addome. Ma l'origine della rotondità spesso è dovuta anche al consumo di cibi che provocano fermentazione e putrefazioni intestinali. Come rendersene conto? Basta controllare il decorso del disturbo: se alla mattina ci si alza

5 con l'addome piatto e alla sera ci si sente tondi e pesanti come un melone, allora l'intestino non funziona a dovere. In questi casi, è sufficiente adottare una dieta capace di accelerare e normalizzare il transito intestinale. Come quella che vi proponiamo per questa settimana. Un programma dietetico che risulta tra l'altro piacevolissimo, perché ricco di piatti ispirati al gustoso modello mediterraneo. Fornisce 30g di fibre al giorno, regalando in poco tempo un ventre teso e piatto. COLAZIONE 1 vasetto (125g) di yogurt parzialmente scremato, 3 fette biscottate integrali (30g), 1 porzione di prugne sciroppate (130g). METÀ MATTINA 1 grande bicchiere di spremuta senza zucchero (200g). PRANZO 200g di cuori di carciofo (oppure altre verdure come finocchi, carote, radicchio, sedano) in pinzimonio, 100g di petto di pollo (o di tacchino) agli aromi, 1 panino integrale (60g), 2 kiwi (200g). MERENDA 130g di macedonia mista, senza zucchero. CENA 120g di insalata di indivia (o lattuga o rucola o cicoria), 60g di risotto alla trevigiana (o alle zucchine o ai fiori di zucca o ai carciofi), 60g di salame (o prosciutto crudo o bresao la alternate a 2 uova o a 120g di pesce al cartoccio), 1 panino ai cereali (50g). N.B.: il condimento consiste sempre in 20g di olio extravergine d'oliva. La trevigiana e l'indivia possono essere sostituite con altri tipi di insalate e radicchi (quelle am are hanno un maggiore carattere disintossicante), mentre le prugne non vanno mai eliminate. ADESSO TOCCA AGLI ADDOMINALI CRUNCH DI BASE: sdraiatevi sulla schiena, ginocchia piegate e talloni a distanza confortevole, appoggiate le mani (senza intrecciarl e) dietro la nuca e lentamente sollevate il tronco mantenendo lo sguardo verso l'alto, espirando e contraendo l'addome; ritornate inspirando nella posizione di partenza. Eseguite 2 serie da 16 ripetizioni, facendo attenzione a mantenere la zona lombare sempre aderente al pavimento. CRUNCH CON ROTAZIONE: poggiate ora la gamba destra sulla sinistra e sollevate il tronco, iniziando il movimento con la spalla sinistra, eseguite una rotazione verso il ginocchio destro espirando; ritornate inspirando ed eseguitelo 16 volte prima di cambiare lato. Ripetete tutto l'esercizio 2 volte. Tutti conoscono il potere lassativo della prugna. Quella fresca fornisce ben 16.1g di fibre per ogni 100g di prodotto (circa la metà del fabbisogno quotidiano), mentre quella secca ar riva addirittura a 24g, aggiudicandosi il secondo posto tra tutti gli alimenti dopo la crusca. Ecco perché bastano pochi di questi frutti, meglio se consumati a colazione con qualche fetta di pane integrale, per rimettere in riga l'intestino. Ma i vantaggi non finiscono qui, perché con la stessa razione si ottiene una tonificazione generale dell'organismo. Le prugne, infatti, stimolano il sistema nervoso, decongestionano il fegato e favoriscono l'attività dei reni. Quindi

6 sono l'ideale per tirarsi su nei periodi in cui gli oneri del superlavoro prevacanziero si sommano alle "pene" della calura e dell'afa. BENTORNATI MUSCOLI Siamo quasi alla fine del nostro programma e la prova-specchio non lascia dubbi: più magri e leggeri, ci sentiamo pieni di energia e persino la pelle ha un aspetto più luminoso e giovanile. Quel che resta da fare è dare più tono ai muscoli per ottenere un vero effetto "scultura". A questo scopo sfruttiamo in modo intelligente l'azione di alcuni cibi che, associati ad un programma alimentare completo, amplificano i risultati dell'attività fisica mirata. Quali cibi? Per primi i cereali integrali che, grazie al prezioso contenuto di vitamine del gruppo B, aiutano ad utilizzare meglio l'energia: convertendo i carboidrati in glucosio e favorendo il metabolismo dei grassi, evitando che si accumulino nei tessuti e nella sottocute. Poi largo alla carne bianca (pollo, tacchino, vitello e coniglio), che è una fonte privilegiata di creatina: una sostanza che, secondo alcuni studiosi, stimola lo sviluppo dei muscoli. Soprattutto, una volta trasformata dall'organismo in fosfocreatina, costituisce un serbatoio di energia immediata aiuta a riossigenare i tessuti durante gli sforzi muscolari e combatte parte degli effetti negativi dell'acido lattico. Semaforo verde anche per il prosciutto, che è digeribilissimo (lascia lo stomaco in 1 ora e 40 minuti) e apporta aminoacidi ramificati quali la valina, la leucina e la isoleucina: gli unici ad essere utilizzati principalmente a livello muscolare e capaci di regolare la sintesi dei "mattoni" (protidi) che formano i tessuti del nostro corpo. Individuati i cibi utili, tuttavia, l'importante è mangiarli al momento giusto, sia per evitare problemi di digestione, sia per sfruttare al massimo i benefici della combinazione fitness-dieta. Quindi, 2 ore prima degli allenamenti consumate una pasto leggero ma energico, come ad esempio un sandwitch al prosciutto ed insalata, seguito da 150g di frutta fresca di stagione. Lo stesso discorso vale dopo il training, quando bisogna recuperare energia. Quindi bando alle misere terrine di insalata scondita, al pacchetto di crackers o al vasetto di yogurt. Se non avete tempo, può andar bene anche una fetta di crostata alla frutta, accompagnata da una spremuta, oppure un piatto d'insalata di riso senza maionese, sempre accompagnata da una spremuta. In ogni caso, ricordate che non bisogna saltare mai nessun pasto, soprattutto se si fà ginnastica e, quindi, si ha bisogno di "carburante" sia 2 ore prima sia 1 ora dopo lo sforzo. Passiamo allora dalla teoria alla pratica, con la dieta della quarta ed ultima settimana, che fornisce circa 1900 calorie al giorno, combinata con gli esercizi proposti in questo capitolo garantisce un apprezzato "effetto scultura", visibile immediatamente. Appagante e sana, si basa su una leggera diminuzione degli zuccheri e dei grassi, abbinata ad un lieve aumento della quota proteica. COLAZIONE 1 tazza di latte scremato, 1 caffè con dolcificante (aspartame), 2 fette biscottate. METÀ MATTINA 180g di frutta fresca. PRANZO 100g di pasta integrale o riso integrale al pomodoro o alle verdure (oppure 120g di puré di patate), 120g di filetto di pollo o tacchino arrosto o alla piastra (alternativa di 100g di prosciutto crudo sgrassato o di bresaola e a 80g di mozzarella), 90g di pane di segale, 150g di verdure crude a scelta o di insalata di lattuga o di pomodori.

7 SPUNTINO 150g di frutta fresca. CENA 100g di pennette integrali con pomodoro fresco frullato con aglio e basilico (oppure 150g di minestrone con legumi e cereali integrali o 100g di riso integrale al burro o 1 piccola pizza margherita), 160g di trota ai ferri (o sogliola ai ferri o di merluzzo lesso o 70g di tonno in salamoia), 150g di verdure cotte al vapore o stufate con poco brodo vegetale, 90g di pane di segale. IN SERATA 150g di frutta fresca. N.B. : I pesi indicati si riferiscono agli alimenti crudi e privi degli scarti (il peso di un vegetale cotto, ad esempio, è circa il doppio di quello a crudo). Per i cibi conservati, invece, il peso si riferisce all'alimento così come è dichiarato sulla confezione. In ogni piatto da condire viene previsto l'uso del cucchiaino d'olio extravergine di oliva. Per i primi è ammesso l'uso di 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato. Il dolcificante và usato in dosi di 10g per tazzina. GLI ULTIMI "RITOCCHI" SOLLEVAMENTI PER INTERNO COSCIA: sdraiatevi sul fianco destro, appoggiate il gomito a terra, piegate ed appoggiate la gamba sinistra davanti alla destra (che deve rimanere distesa). Sollevate ora (molto lentamente ed espirando) la gamba destra per quanto vi è possibile. Effettuate 2 serie da 12 ripetizioni l'una, quindi cambiate lato. SOLLEVAMENTI POSTERIORI ED ADDOMINALI: inginocchiatevi ed appoggiatevi sui gomiti, allungate la gamba sinistra dietro e usate il gluteo per sollevare la gamba dritta espirando. Ripetete 12 volte e cambiate gamba. Per quanto concerne gli addominali: ripetete quelli descritti nella terza settimana.. L'effetto scultura si ottiene combinando l'esercizio fisico con l'introduzione degli alimenti giusti nella dieta. Il che, però, non significa abbuffarsi di carne per sfruttare l'effetto plastico delle proteine. I carboidrati, infatti, devono costituire dal 50% al 55% della quota calorica giornaliera. Perché, non forniscono solo energia di facile utilizzo, ma contengono anche aminoacidi che, combinati con quelli delle proteine vegetali, divengono simili a quelli contenuti nei prodotti animali. Quanto alla carne, perché bisogna scegliere quella bianca? Perché è più digeribile, dato che le sue fibre hanno un diametro di circa 45 micron contro i 75 micron di quella rossa. Inoltre contiene grassi insaturi (concentrati soprattutto nel pollo e nel tacchino), che risultano di grande merito sia come fonte di energia, sia come "protettori" della salute di vene e arterie. Nelle carni avicole (pollo, faraona, tacchino, ecc...), infine, sono ottimamente presenti anche sali minerali quali: ferro, fosforo, calcio, potassio, magnesio e manganese, indispensabili per un buon rendimento fisico e muscolare. Beninteso, oltre all'alimentazione mirata e agli esercizi proposti, dovreste effettuare dell'attività fisica complementare (per esempio: evitare di prendere l'ascensore per salire un paio di piani); viene consigliato l'utilizzo della bicicletta, nell'ordine di 30min al giorno, o di brevi scampagnate (senza mai oltrepassare i 120 battiti al minuto, altrimenti fermatevi e godetevi il panorama).

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

MENU PASTI PER I DEGENTI (n.pag: 18)

MENU PASTI PER I DEGENTI (n.pag: 18) D I E T E DIETA COSIDETTA COMUNE DIETA A Latte parzialmente scremato gr. 250 n. 4 fette biscottate zucchero gr. 10 marmellata o miele gr. 25 in alternativa al latte: un vasetto di yogurt da gr. 125 alla

Dettagli

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010 I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Per avere un alimentazione varia, senza assumere elevati quantitativi

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA NOI E IL CIBO Per crescere servono calorie e principi nutritivi e la nutrizione della prima parte della vita influisce sull

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' COMPRESA TRA I 16 E I 36 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' COMPRESA TRA I 16 E I 36 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' COMPRESA TRA I 16 E I 36 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' COMPRESA TRA I 16 E I 36 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI : MERCOLEDI :

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

CARATTERI NUTRIZIONALI DELLA DIETA

CARATTERI NUTRIZIONALI DELLA DIETA CARATTERI NUTRIZIONALI DELLA DIETA E una dieta ipocalorica, caratterizzata da un modulo alimentare basato su tre pasti principali: colazione, pranzo, cena con due spuntini: mattina e pomeriggi. Mangiare

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

ALLEGATO D. CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Area della Ricerca di Pisa DIETETICO PER VITTO PAZIENTI

ALLEGATO D. CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Area della Ricerca di Pisa DIETETICO PER VITTO PAZIENTI ALLEGATO D CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Area della Ricerca di Pisa DIETETICO PER VITTO PAZIENTI 1 INDICE Presentazione del dietetico pag. 3 Vitto comune (esempio di giornata base) pag. 4 Calcolo

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE PER SOGGETTO IPERCOLESTEROLEMICO 1.400 CALORIE

SCHEMA ALIMENTARE PER SOGGETTO IPERCOLESTEROLEMICO 1.400 CALORIE SCHEMA ALIMENTARE PER SOGGETTO IPERCOLESTEROLEMICO 1.400 CALORIE Colazione 1 tazza di caffè e latte parzialmente scremato: caffè: una tazzina Latte parzialmente scremato: 200 gr. 4 fette biscottate Sostituibili

Dettagli

TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE

TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE 1 TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE ASILI NIDO Le grammature sono indicate al crudo e al netto degli scarti, tranne quando diversamente indicato: CEREALI E DERIVATI 1-3 anni Adulti Pasta asciutta

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

PRANZO o CENA (30-40%apporto calorico giornaliero) COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero)

PRANZO o CENA (30-40%apporto calorico giornaliero) COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero) Consigli COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero) E un momento alimentare troppo spesso trascurato. E importante consumare un adeguata colazione. E dimostrato, peraltro, che l assenza di questo pasto

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Ti senti appesantita?

Ti senti appesantita? Consigli Detox Ti senti appesantita? Non ti preoccupare, scopriremo insieme come liberarci dalle cattive abitudini e ripartire ogni giorno! Consigli Detox CERCA DI AVERE UNA DIETA VARIEGATA Suddividi la

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso.

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Per seguire tutti gli allenamenti collegati al sito www.workout-italia.it

Dettagli

LINEE GUIDA E CONSIDERAZIONI SULLA NUTRIZIONE DEI DAMISTI

LINEE GUIDA E CONSIDERAZIONI SULLA NUTRIZIONE DEI DAMISTI Federazione Italiana Dama Fondata nel 1924 CONI - Foro Italico Largo Lauro de Bosis n.15-00135 ROMA P. IVA 01253260093 Codice Fiscale 80022440210 Tel. 06-3272 3203 / 3202 Fax: 06-3272 3204 - e-mail: segreteria@fid.it;

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO

TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO L.A.R.N. (livelli di assunzione giornalieri raccomandati di energia) da tener presenti nella definizione delle grammature. ETA MASCHI

Dettagli

CITTA DI PORTICI ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - TABELLE DIETETICHE E GRAMMATURE DEGLI ALIMENTI -

CITTA DI PORTICI ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - TABELLE DIETETICHE E GRAMMATURE DEGLI ALIMENTI - CITTA DI PORTICI PROCEDURA APERTA - PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO Dl RISTORAZIONE SCOLASTICA COMPRESO I LAVORI Dl ADEGUAMENTO DEL CENTRO Dl COTTURA E DEI REFETTORI DEI PLESSI SCOLASTICI. ALLEGATO 2 AL

Dettagli

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso.

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Per seguire tutti gli allenamenti collegati al sito www.workout-italia.it

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

DIETA - Esempio di stampa Prime scelte/alternative con porzioni

DIETA - Esempio di stampa Prime scelte/alternative con porzioni DIETA - Esempio di stampa Prime scelte/alternative con porzioni Colazione Latte di vacca parzial. scremato Yogurt magro alla frutta Spremuta di arancia Fette biscottate Biscotti secchi Miele Una Tazza

Dettagli

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

Disciplinare per l offerta di piatti sani

Disciplinare per l offerta di piatti sani DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE MANGIAR SANO IN PAUSA PRANZO Disciplinare per l offerta di piatti sani Questo disciplinare predisposto dal Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI ALLEGATO 2 (AL CAPITOLATO DI GESTIONE) SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI Capitolato di gestione Allegato 2 Pagina 1 di 9 Disposizioni Generali I pasti che l'amministrazione

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI L anemia: cos è? Il termine anemia indica la diminuzione del numero dei globuli rossi o dell emoglobina, dovuta a perdita o insufficiente produzione di sangue. Questo termine viene usato impropriamente

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

MENU 2015/2017 COMPUTO CALORICO PRANZO E CONSIGLI PER LA SERA

MENU 2015/2017 COMPUTO CALORICO PRANZO E CONSIGLI PER LA SERA MENU 2015/2017 COMPUTO CALORICO PRANZO E CONSIGLI PER LA SERA Scuola Secondaria di 1 grado Comune di Genova Servizi di Ristorazione Scolastica Ufficio Nutrizione e Dietetica 1 SETTIMANA Pranzo Computo

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

CITTA DI VERBANIA Settore Pubblica Istruzione SPECIFICA TECNICA RELATIVA ALLE TABELLE DELLE GRAMMATURE PER CIASCUNA CATEGORIA DI UTENTI. Allegato n.

CITTA DI VERBANIA Settore Pubblica Istruzione SPECIFICA TECNICA RELATIVA ALLE TABELLE DELLE GRAMMATURE PER CIASCUNA CATEGORIA DI UTENTI. Allegato n. CITTA DI VERBANIA Settore Pubblica Istruzione SPECIFICA TECNICA RELATIVA ALLE TABELLE DELLE GRAMMATURE PER CIASCUNA CATEGORIA DI UTENTI Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI marzo 2015 TABELLA DELLE

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso.

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Per seguire tutti gli allenamenti collegati al sito www.workout-italia.it

Dettagli

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media)

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Dipartimento Cure Primarie Area Dipartimentale salute donna e bambino UOS Pediatria Territoriale Est SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Merenda di metà mattina Latte

Dettagli

PRINCIPI GENERALI DI ALIMENTAZIONE A cura del Dr. Danilo Gambarara - Facoltà Scienze Motorie - Università degli Studi di Urbino Medicina dello Sport

PRINCIPI GENERALI DI ALIMENTAZIONE A cura del Dr. Danilo Gambarara - Facoltà Scienze Motorie - Università degli Studi di Urbino Medicina dello Sport PRINCIPI GENERALI DI ALIMENTAZIONE A cura del Dr. Danilo Gambarara - Facoltà Scienze Motorie - Università degli Studi di Urbino Medicina dello Sport La nutrizione nell'attività fisica e nei vari sport

Dettagli

TABELLE GRAMMATURE E RICETTE

TABELLE GRAMMATURE E RICETTE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERV. IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE TABELLE GRAMMATURE E RICETTE SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA RICETTE PRIMI PIATTI GRAMMATURE Scuole dell Infanzia(g) GRAMMATURE Scuole Primarie

Dettagli

Colazione (abbondante)

Colazione (abbondante) Dr Fabrizio Moda Specialista in Scienza dell Alimentazione www.dietadellasalute.com fabrizio.moda@libero.it Dieta Michele Consigli alimentari per un Uomo Colazione (abbondante) 1) Un frutto fresco di stagione

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

CONVEGNO REGIONALE AMD-SID

CONVEGNO REGIONALE AMD-SID CONVEGNO REGIONALE AMD-SID NEFROPATIA DIABETICA, IPERTENSIONE E MALATTIA CARDIOVASCOLARE SESSIONE PARALLELA PER DIETISTI E INFERMIERI RUOLO DELL INFERMIERE NELLA GESTIONE ASSISTENZIALE DELLA PERSONA CON

Dettagli

Anche tu puoi godere dei piaceri della tavola

Anche tu puoi godere dei piaceri della tavola Anche tu puoi godere dei piaceri della tavola Dieta e Menu per DIVERTICOLOSI Menu per una giornata tipo dedicato a persone che soffrono di diverticolosi Complimenti per aver scaricato questo menu, ciò

Dettagli

PREMESSE ALLA TERAPIA ALIMENTARE

PREMESSE ALLA TERAPIA ALIMENTARE PREMESSE ALLA TERAPIA ALIMENTARE Contrariamente a quanto molti credono, la parola dieta non significa mangiare meno per dimagrire, bensì mangiare bene per vivere meglio. Per iniziare correttamente una

Dettagli

L'alimentazione nel giovane sportivo

L'alimentazione nel giovane sportivo L'alimentazione nel giovane sportivo Dr.ssa Sara Perrotta Biologa Nutrizionista Le abitudini alimentari sono in grado di influenzare in maniera significativa la capacità individuale di realizzare una determinata

Dettagli

inshape Piano nutrizionale

inshape Piano nutrizionale Piano nutrizionale Consiglio 1: le regole fondamentali Le proteine scompongono i grassi e i carboidrati si legano ad essi I carboidrati vengono bruciati solo attraverso il movimento e l esercizio fisico

Dettagli

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Consigliere Nazionale SINSeB Docente Università di Camerino Stato nutrizionale Bilancio energetico

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

Allegato A) SCHEMA MENU TIPO

Allegato A) SCHEMA MENU TIPO SCHEMA MENU TIPO Allegato A) Mesi 3 3 pasti di latte intero fresco diluito secondo le dosi indicate dal pediatra del bambino + 5 gr. di zucchero ogni 100 gr. di liquido (oppure malto destrine) + eventuale

Dettagli

Regime dietetico per uomo non che svolge attività fisica

Regime dietetico per uomo non che svolge attività fisica Regime dietetico per uomo non che svolge attività fisica Di seguito, troverete i nuovi piani pasto per il ottenere successo. Ognuno di questi piani pasto è stato appositamente studiato numero preciso di

Dettagli

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO. SCHEMA IPOGLUCIDICO da Kcal 1200 Menù invernale

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO. SCHEMA IPOGLUCIDICO da Kcal 1200 Menù invernale SCHEMA IPOGLUCIDICO da Kcal 1200 Menù invernale Colazione : una tazza di latte g 150 con caffè o tè + o 4 fette biscottate Non aggiungere grana ai primi piatti, limitare il consumo di sale Pranzo : tacchino

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO COMUNE DI RAPALLO Allegato n. 2 CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO 1 MENU CARATTERISTICHE DEL MENU 1. Alimenti sempre BIOLOGICI o a LOTTA INTEGRATA

Dettagli

Le castagne. I frutti dell autunno utili contro la fame nervosa. Le schede di. Alimenti. Enciclopedia Digitale del Dimagrimento.

Le castagne. I frutti dell autunno utili contro la fame nervosa. Le schede di. Alimenti. Enciclopedia Digitale del Dimagrimento. castagne Alimenti Le castagne I frutti dell autunno utili contro la fame nervosa CASTAGNE ARROSTO w Kcal 193/100 g w Grassi 2,4 g w Proteine 3,7 g w Glucidi 41,8 g w Fibre 8,3 g w Colesterolo 0 CASTAGNE

Dettagli

Presentazione. [Digitare il testo]

Presentazione. [Digitare il testo] Presentazione Il Menù scolastico rappresenta il frutto di un lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi con l obiettivo di rimodulare la varietà delle pietanze nell ottica di una dieta bilanciata. Tiene

Dettagli

IL MENU' ALLEGATO 1 al Capitolato Speciale d Appalto Servizio di Ristorazione Scolastica

IL MENU' ALLEGATO 1 al Capitolato Speciale d Appalto Servizio di Ristorazione Scolastica ALLEGATO 1 al Capitolato Speciale d Appalto Servizio di Ristorazione Scolastica IL MENU' I menù rispecchiano le indicazioni della piramide alimentare mediterranea, le Linee Guida per una sana alimentazione

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

Subocclusione intestinale e Nutrizione

Subocclusione intestinale e Nutrizione Subocclusione intestinale e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire,

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL GIOVANE SPORTIVO

L ALIMENTAZIONE DEL GIOVANE SPORTIVO L ALIMENTAZIONE DEL GIOVANE SPORTIVO 1) Digestione e digeribilità dei cibi 2) Gli alimenti calorici e non calorici 3) Il fabbisogno calorico 4) Il peso ideale 5) Diete 1) DIGESTIONE E DIGERIBILITÀ DEI

Dettagli

TABELLE DIETETICHE MENU INVERNALE NIDI D INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA PRIMARIA

TABELLE DIETETICHE MENU INVERNALE NIDI D INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA PRIMARIA TABELLE DIETETICHE MENU INVERNALE NIDI D INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/2015 MENU INVERNALE SCUOLA PRIMARIA A.S. 2014/2015 TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO

PRONTUARIO DIETETICO REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE VIA VINICIO CORTESE, 25 8810 CATANZARO PRONTUARIO DIETETICO DIETISTA ADRIANA GRANDINETTI DIREZIONE SANITARIA PRESIDIO OSPEDALIERO LAMEZIA TERME 0 ELENCO CODIFICATO

Dettagli

DIMAGRIRE. giorno per giorno RIZA

DIMAGRIRE. giorno per giorno RIZA RIZA DIMAGRIRE giorno per giorno Come rendere più leggeri i cibi che ci piacciono Cosa mangiare ai pasti, negli spuntini e fuori casa I condimenti, le cotture e gli abbinamenti light DIMAGRIRE giorno

Dettagli

La dieta della gravidanza

La dieta della gravidanza La dieta della gravidanza La gravidanza è un evento fondamentale nella vita degli individui e, grazie alle nuove acquisizioni nel campo della nutrizione, oggi possiamo con la corretta alimentazione evitare

Dettagli

ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO

ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO 1 ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO Data: Aprile 2014 Il Documento è composto di n 7 pagine - pag1 di pagine7 - 2 LINEE GUIDA 1. INDICAZIONE PER L ELABORAZIONE DEI

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

MENU NIDO CENTO (dicembre 2013) Menù A MERCOLEDI. Pasta al ragù vegetale. Formaggi misti + Purè di legumi. Pane/Pane integr Frutta

MENU NIDO CENTO (dicembre 2013) Menù A MERCOLEDI. Pasta al ragù vegetale. Formaggi misti + Purè di legumi. Pane/Pane integr Frutta Menù A ORE 9,30: frutta di stagione (cruda, cotta, spremuta, frullata, in macedonia) + un po di latte. Riso in crema di piselli Insalata di riso (E). Pasta al pesto. Pasta al ragù vegetale. Passato di

Dettagli

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica deve fornire la corretta quantità in nutrienti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, in modo che l organismo dell individuo non debba ricorrere ad

Dettagli

la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari

la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari DELLE COMMISSIONI MENSA la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari 10 gennaio 2008 Lucia Antonioli Margherita Schiavi 3 COME SI STRUTTURA UNA TABELLA DIETETICA 5 LARN Livelli di assunzione

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DELLO SPORTIVO

L ALIMENTAZIONE DELLO SPORTIVO CivitilloOsteopathicCenter ServiziodiOsteopatiadelloSport info@osteopatiacivitillo.com Tel0823/1688251Cell335/8437244 L ALIMENTAZIONEDELLOSPORTIVO Un corretto piano alimentare deve essere interamente integrato

Dettagli

Un cereale anti gonfiori addominali e diuretico

Un cereale anti gonfiori addominali e diuretico mais Alimenti Il mais Un cereale anti gonfiori addominali e diuretico w Kcal 3/100 g w Grassi 3,8 g w Proteine 9,2 g w Glucidi 75,1 g w Fibre 2,0 g w Colesterolo 0 i chicchi gialli anti grasso n Il mais

Dettagli

Terapia radiante sulla pelvi con tecnica selettiva (esclusione dell intestino) e Nutrizione

Terapia radiante sulla pelvi con tecnica selettiva (esclusione dell intestino) e Nutrizione Terapia radiante sulla pelvi con tecnica selettiva (esclusione dell intestino) e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali

Dettagli