AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI"

Transcript

1 AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI Controllo di gestione I fondamentali 1 Corso base di controllo di gestione e budget 2 Fondamenti di supply chain 3 Supply chain management 4 Analisi organizzativa e process management 5 Il bilancio per i non addetti 6 Contabilità esterna e analisi di bilancio 7 Corso base di contabilità 8 La stesura di un business plan 9 Aspetti economico finanziari della gestione analizzati attraverso lo strumento del 10 bilancio: Introduzione del bilancio Aspetti economico finanziari della gestione analizzati attraverso lo strumento del 11 bilancio: Come si analizza il bilancio Il controllo economico e finanziario della gestione d impresa: Il controllo dei costi, il 12 budget e le decisioni aziendali Il controllo economico e finanziario della gestione d impresa: Come gestire il rapporto 13 con le banche e negoziare le condizioni Fondamenti di finanza aziendale 14 Gestire l innovazione di prodotto e di servizio 15 Strategie dei processi di innovazione di sistema prodotto 16 Project management 17 Project management advanced 21 Business process management 22 Six Sigma: la nuova frontiera del process management 23 Come finanziare progetti di innovazione 24 Modelli di pianificazione e controllo della produzione 25 Analisi dello scenario finanziario attuale 26 Corso base IVA 27 L utilizzo di Excel abbinato al calcolo dei costi e della redditività di prodotto delle PMI 28 Il budget commerciale 29 Il recupero crediti: condurlo in modo efficace 30 In funzione delle esigenze, i corsi potranno svolgersi presso la sede aziendale o in modalità interaziendale presso l ente di formazione. Per informazioni contattare i referenti riportati in ogni scheda corso.

2 Controllo di gestione I fondamentali Il seminario ha la finalità di aiutare i partecipanti a comprendere il significato delle informazioni contenute nei documenti economico-finanziari e interpretare le informazioni sulla redditività e sugli aspetti finanziari presenti nei report aziendali, effettuando gli opportuni collegamenti con lo scenario finanziario attuale. Il bilancio di esercizio e l analisi di bilancio Il flusso di cassa e il fabbisogno finanziario Il margine di contribuzione e il punto di pareggio La programmazione e il budgeting Analisi dello scenario finanziario attuale. Manager junior/senior di tutte le funzioni aziendali (addetti/non addetti ai lavori) che desiderano acquisire conoscenze di base nell area economico-finanziaria. 16 ore FONDAZIONE ISTUD : Paola Marchionini Tel

3 Corso base di controllo di gestione e il budget Fornire i concetti di base del controllo di gestione, necessari al fine di consentire ai partecipanti di comprendere come meglio applicare questo strumento che permette, attraverso le informazioni che fornisce, di programmare, gestire e controllare l azienda nella quale ci troviamo ad operare. Il processo di pianificazione, programmazione e controllo Definizione, finalità, struttura del controllo di gestione Contabilità analitica e contabilità generale Esercitazioni sul calcolo dei costi e dei margini La costruzione di un piano dei centri di costo: logiche e metodologie Scelta della metodologia di calcolo dei costi più corretta in relazione alle decisioni aziendali Esercitazioni sull utilizzo delle informazioni di costo per le decisioni Presentazione di un modello di contabilità analitica: caso concreto ed esercitazioni Tecniche alternative di calcolo dei costi: activity based costing (ABC) Il controllo del budget economico: metodologie di calcolo ed analisi delle varianze per ricavi, costi e risultati La contabilità direzionale ed il sistema di reporting Il sistema di budget: concetti fondamentali Addetti alla gestione o responsabili contabili e capi amministrativi di PMI che intendono promuovere in azienda un efficace controllo di gestione. 24 ore Sede del corso Da definire ASSOSERVIZI : Segreteria Corsi Greta Morlacchi - Marianna Tritto Tel /644 - Fax

4 Fondamenti di supply chain Affrontare gli elementi base dei processi che intervengono lungo il percorso della Supply Chain, con particolare attenzione alle procedure dell addetto acquisti e dell operatore logistico, per contribuire alla gestione e riduzione dei costi. Compiti, responsabilità e obiettivi della funzione acquisti e logistica di un azienda di produzione Determinazione e predisposizione delle politiche degli acquisti aziendali Analisi e segmentazione del portafoglio acquisti Il processo d acquisto nella Supply Chain Introduzione al marketing d acquisto Ricerca, selezione e valutazione dei fornitori Cenni su acquisti a catalogo, piattaforme elettroniche, centrali d acquisto e acquisti on-line Il total cost management Logistica ed economia dei trasporti: un progetto strategico per l azienda La gestione dei problemi legati all Import Export L outsourcing della logistica: quando e come affidarsi agli operatori esterni specializzati La riduzione strutturale dei costi di acquisto Le diverse modalità di negoziazione Responsabili acquisti di PMI, buyers ed addetti alla funzione acquisti, approvvigionamenti e logistica. 32 ore Sede del corso Da definire ASSOSERVIZI : Segreteria Corsi Greta Morlacchi - Marianna Tritto Tel /644 - Fax

5 Supply Chain Management Sviluppo dei Sistemi Gestionali L obiettivo didattico perseguito dal corso è di creare una specifica base formativa relativamente alla gestione dei processi lungo la supply chain, con particolare riferimento agli strumenti informativi a supporto. Il corso si propone di affrontare temi che vanno dall outsourcing e la gestione strategica degli acquisti alla gestione di una rete integrata di imprese, enfatizzando i problemi che emergono nel coordinamento, nella condivisione delle informazioni e nella gestione della domanda di mercato. Tali temi saranno trattati alla luce dei principali strumenti metodologici ed operativi per assumere le decisioni più idonee allo specifico contesto aziendale. Introduzione: Il concetto Supply Chain - Supply Chain e Supply Network - Perché gestire la Supply Chain - I concetti chiave - Valore strategico del SCM - Logistica e SCM - I processi della SC - Il modello SCOR - La collaborazione; Le performance e i trade-off: Livello di servizio - Costo logistico totale - Il miglioramento dei trade-off - La sfida dell agilità; Le scelte strategiche di make or buy: L evoluzione dei rapporti cliente-fornitore - Mercato competitivo, collaborativo e integrazione - Complessità specificità e incertezza - I driver strategici - Le reti di fornitura; Gli acquisti; La gestione della partnership; Il caso Mozzini e il Gear Box Game; Discussione dei risultati del GearBox Game; Il Bullwhip Effect; Il caso Sainsbury s. Professionisti e consulenti attivi internamente o all interfaccia del processo logistico. 24 ore MIP - POLITECNICO DI MILANO : Claudia Busnati Tel FORMAPER Segreteria Corsi Tel 02/

6 Analisi organizzativa e process management Il seminario si propone di sviluppare nei partecipanti le capacità di lettura e analisi del sistema organizzativo e delle diverse variabili di cui tale sistema si compone. Il corso intende, inoltre, sviluppare la capacità di lettura e analisi dei processi organizzativi e di fornire gli strumenti necessari per la valutazione e l eventuale riprogettazione dei processi. Analisi organizzativa Organizzazione per processi Ciclo del Process Management Gestione dell innovazione e dei cambiamenti dei processi Il seminario si rivolge a chi ricopre ruoli gestionali o manageriali e si occupa della gestione, monitoraggio e valutazione dei processi aziendali. Si rivolge inoltre a tutti coloro che, aspirando a ricoprire ruoli simili, vogliano possedere una visione integrata delle tecniche e delle metodologie di process management. 16 ore Sede del corso Da definire FONDAZIONE ISTUD : Paola Marchionini Tel

7 Il bilancio per i non addetti Il seminario ha la finalità di fornire ai partecipanti le conoscenze base di contabilità (per capire la costruzione del bilancio) con opportuni e interessanti collegamenti con lo scenario finanziario attuale. Come nasce la contabilità Conto economico Stato patrimoniale Logica di base dei flussi finanziari (cash flow) Esempi pratici di costruzione bilancio Analisi dello scenario finanziario attuale. A manager di tutte le funzioni aziendali che desiderano acquisire conoscenze di base per capire la struttura di bilancio e la contabilità (non adatto a chi già ricopre da anni funzioni di contabilità). 16 ore Sede del corso: Da definire FONDAZIONE ISTUD : Paola Marchionini Tel

8 Contabilità esterna e analisi di bilancio Obiettivo del corso è fornire competenze necessarie per poter comporre compiutamente un bilancio d'esercizio, operare una corretta valutazione delle principali voci di bilancio, leggere, analizzare e interpretare il bilancio attraverso il sistema degli indici, funzionali alla comprensione della struttura patrimoniale, finanziaria e operativa di un impresa, nonché al confronto tra bilanci di aziende diverse. Introduzione alla contabilità civilistica: la normativa di riferimento e i principi contabili; I documenti di bilancio: o Lo Stato Patrimoniale o Il Conto Economico o Il Rendiconto Finanziario La lettura di un bilancio in chiave gestionale: l analisi ad indici Il programma si rivolge alle funzioni aziendali non finanziarie, manager e impiegati con la necessità di acquisire delle conoscenze di base dell area economico finanziaria dell azienda e che in particolare desiderano approfondire, anche attraverso delle esercitazioni e la discussione di casi reali, la lettura, la riclassificazione e le principali tecniche di analisi del bilancio d esercizio. 16 ore Sede del corso Via Garofalo, Milano MIP - POLITECNICO DI MILANO : Claudia Busnati Tel

9 Corso base di contabilità La logica di base delle rilevazioni contabili dalle operazioni di esercizio fino alla redazione del bilancio. Studio della struttura della contabilità in azienda; le scritture relative ad acquisti, vendite, Iva, investimenti, ammortamenti, costi del personale; nonché scritture di rettifica e comprensione delle logiche di formazione del bilancio d esercizio L'azienda: definizione e caratteristiche Le grandezze aziendali: il capitale e il reddito Le regole di registrazione contabile Le relazioni con il sistema fiscale: imposte dirette, IVA, ritenute e bollo La rilevazione delle operazioni di esercizio: Le operazioni di acquisto Le operazioni di vendita Le prestazioni di servizi I cespiti Il costo del personale La gestione delle ritenute I controlli contabili Le scritture di chiusura Il bilancio di esercizio: struttura Gli obblighi contabili ai fini civilistici e fiscali Addetti alla contabilità generale 32 ore Sede dei corsi Da definire ASSOSERVIZI : Segreteria Corsi Greta Morlacchi - Marianna Tritto Tel /644 - Fax

10 La stesura di un business plan Il corso si pone il triplice obiettivo di: i) definire quando risulti necessario realizzare un business plan e quali possano essere gli obiettivi da perseguire nella stesura di un business plan; ii) descrivere i contenuti di un business plan indicando le principali tecniche e metodologie che ne rendono possibile la realizzazione (mettendo in luce in particolare aspetti strategici, di marketing, operativi, organizzativi, di gestione delle risorse umane e finanziari); iii) identificare e descrivere le principali fonti di finanziamento delle startup. di un Business Plan Fonti di finanziamento di uno start-up di un Business Plan Il corso si rivolge specificamente a professionisti impegnati nel lancio di iniziative strategiche interne all impresa (ad es. entrata in un mercato completamente nuovo) che intendono approfondire le tematiche inerenti la stesura di un business plan e agli imprenditori impegnati nell avvio di una start up. 16 ore Sede del corso Via Garofalo, Milano MIP - POLITECNICO DI MILANO : Claudia Busnati Tel

11 Aspetti economico finanziari della gestione analizzati attraverso lo strumento del bilancio: Introduzione del bilancio Il corso si propone di fornire le conoscenze di base del bilancio relativamente a: 1. La normativa di riferimento 2. Gli schemi per la presentazione del bilancio (voci, contenuto e modalità di formazione di ciascuna di esse) e la sua redazione; 3. Approccio alla lettura del bilancio. Il bilancio di esercizio: Struttura e contenuti del bilancio; Normativa civilistica e fiscale (cenni); La redazione del bilancio di esercizio; Analisi dei principali aggregati: immobilizzazioni, attivo circolante, patrimonio netto ecc. Aspetti economico-finanziari L impatto della gestione del circolante sulla situazione finanziaria aziendale; Esame e approfondimento di talune voci di particolare rilevanza: fondi rischi, rimanenze, ammortamenti e svalutazioni, costi da capitalizzare, imposte, risultato economico e altre; Valutazione della situazione economica e di quella finanziaria Il corso è destinato ad impiegati amministrativi interessati a rafforzare e sistematizzare le conoscenze contabili e ad acquisire conoscenze di base sul bilancio. 16 ore articolate in due interventi di 8 ore ciascuno Sede dei corsi Milano via S. Marta, 18 oppure presso le sedi delle aziende interessate alla realizzazione del corso monoaziendale FORMAPER Segreteria Corsi Tel 02/

12 Aspetti economico finanziari della gestione analizzati attraverso lo strumento del bilancio: Come si analizza il bilancio Il corso si propone di: fornire le conoscenze necessarie per analizzare la situazione aziendale attraverso la lettura critica del bilancio della propria impresa o di quella di un cliente/fornitore/concorrente; illustrare i diversi aspetti della gestione economico-finanziaria ed i meccanismi sottostanti, allo scopo di valutare eventuali alternative strategico-gestionali e di poterle illustrare e discutere consapevolmente. Le analisi di bilancio Analisi verticali e orizzontali; Le analisi svolte dalle banche per valutare l affidabilità del cliente; Dal bilancio legale al bilancio gestionale per rendere più efficace il processo decisionale; La riclassificazione e gli indici per l analisi Interpretazione degli indici economico-finanziari Modalità e cautele nell interpretare i risultati degli indici; valutazione della situazione economica e finanziaria; L importanza dell analisi alla luce degli Accordi di Basilea 2 Il corso è destinato agli addetti alle funzioni amministrazione-finanza e controllo che conoscono già approfonditamente il bilancio, interessati a fornire all imprenditore un importante supporto per valutare la situazione aziendale ed individuare strategie ed azioni migliorative. 16 ore articolate in due interventi di 8 ore ciascuno Sede dei corsi Milano via S. Marta, 18 oppure presso le sedi delle aziende interessate alla realizzazione del corso monoaziendale FORMAPER Segreteria Corsi Tel 02/

13 Il controllo economico e finanziario della gestione d impresa: Il controllo dei costi, il budget e le decisioni aziendali Il corso si propone di: illustrare e discutere il tema del controllo, di grande attualità in periodi difficili in termini di efficienza gestionale (= produrre e vendere a costi competitivi); migliorare la capacità di analizzare i costi dell impresa in termini di valutazione dell efficienza gestionale e di individuare in modo consapevole gli interventi necessari per migliorarla; trasmettere conoscenze per utilizzare strumenti utili per la gestione aziendale, quali il break-even-point ed il margine di contribuzione, applicabili a situazioni gestionali concrete allo scopo di rendere più efficace il processo decisionale; discutere le opportunità offerte dagli strumenti del controllo di gestione (piani e budget) ed i loro contenuti. Costi di investimento e costi di esercizio: il loro diverso impatto sulla gestione; I costi di esercizio: costi monetari e non, costi fissi e variabili, costi diretti e indiretti, costi effettivi e costi figurativi; La determinazione del punto di equilibrio economico: il break-even-point Le decisioni aziendali: lo strumento del margine di contribuzione; Imprese che lavorano a ciclo continuo ed imprese che operano su commessa; Esempi pratici di applicazione dello strumento del margine di contribuzione; Come fissare il prezzo di vendita o come fare il preventivo al cliente: un problema di non facile soluzione; Piani e budget Il corso è destinato agli addetti delle funzioni amministrazione, finanza e controllo. 16 ore articolate in due interventi di 8 ore ciascuno Sede dei corsi Milano via S. Marta, 18 oppure presso le sedi delle aziende interessate alla realizzazione del corso monoaziendale FORMAPER Segreteria Corsi Tel 02/

14 Il controllo economico e finanziario della gestione d impresa: Come gestire il rapporto con le banche e negoziare le condizioni Illustrare le principali fonti di finanziamento praticate dalle PMI italiane, in particolare quelle di origine bancaria, delle quali si esaminano condizioni e costi e come questi ultimi possano essere negoziati, nonché le principali implicazioni degli Accordi di Basilea 2. Il bilancio dell impresa come fonte di informazioni per le banche allo scopo di valutare l affidabilità del cliente-impresa richiedente finanziamenti; L analisi del bilancio con i principali indici utilizzati dalle banche (cenni); Le diverse fonti di finanziamento a cui può fare ricorso una piccola o media impresa, discutendone opportunità e costi; Fabbisogno finanziario d impresa e fonti di finanziamento; Il rapporto tra la banca e l impresa; Il sistema bancario prima e dopo l euro ed il tessuto imprenditoriale italiano rispetto al resto dell Europa. Alcune cifre che fanno riflettere; Le tipologie di credito bancario, a breve e a lungo termine; Come scegliere tra credito a breve e a lungo termine; Le determinanti del costo del credito bancario: dal TA.N al TA.E.G.; Come calcolare da sè il costo effettivo (omnicomprensivo) del credito bancario; Come negoziare le diverse condizioni del costo del credito bancario; Come leggere l estratto conto bancario per valutare il trattamento riservato dalla banca, conoscere le modalità di calcolo degli addebiti effettuati dalla banca e le strategie da seguire per rinegoziare il rapporto; Basilea 2: le principali conseguenze per le piccole imprese. Suggerimenti per migliorare il proprio rating; Il business plan ed il piano economico e finanziario a supporto delle richieste di finanziamento. Il corso è destinato alle persone inserite in azienda in ruoli che comportino l esigenza di gestire gli adempimenti fiscali ed amministrativi dell impresa 16 ore articolate in due interventi di 8 ore ciascuno Sede dei corsi Milano via S. Marta, 18 oppure presso le sedi delle aziende interessate alla realizzazione del corso monoaziendale FORMAPER Segreteria Corsi Tel 02/

15 Fondamenti di finanza aziendale Sviluppo dei Sistemi Gestionali Gli aspetti fondamentali della gestione finanziaria aziendale. Sviluppo della capacità di previsione dei fabbisogni finanziari in funzione dei programmi aziendali e di analisi delle varie forme di finanziamento Principi base - principi base utili per l analisi finanziaria, patrimoniale ed economica dell attività aziendale - come gli strumenti dell analisi finanziaria integrano gli altri strumenti per la gestione ed il controllo dell attività aziendale La tesoreria aziendale - obiettivi e funzioni della tesoreria, l analisi dei fabbisogni finanziari dell azienda - criteri di selezione delle banche con cui operare i strumenti per la previsione dei flussi finanziari, il budget di tesoreria Il credito commerciale - il rischio sul credito commerciale, modalità di smobilizzo - la gestione del capitale circolante - il credito commerciale strumento di vendita Analisi delle variabili finanziarie - elementi propedeutici per l analisi dei rischi finanziari - scelta delle variabili (tasso, durata e strumento) più rispondenti alle necessità aziendali - derivati, strumento per ridurre i rischi finanziari, trasferendoli a terzi Il bilancio di esercizio, il rendiconto finanziario - affidabilità e completezza dei dati, il punto di vista delle banche - gli indici di bilancio maggiormente utilizzati per l analisi del merito creditizio Il bilancio di esercizio, il rendiconto finanziario - il rendiconto finanziario per analizzare l utilizzo delle risorse finanziarie aziendali - il bilancio come strumento di comunicazione verso il sistema bancario e gli altri interlocutori Addetti alla funzione amministrativa e finanziaria e responsabili di PMI 24 ore Sede dei corsi Da definire ASSOSERVIZI : Segreteria Corsi Greta Morlacchi - Marianna Tritto Tel /644 - Fax

16 Gestire l Innovazione di Prodotto e di Servizio Obiettivo del corso è comprendere come gestire il processo di sviluppo di nuovi prodotti e quello di nuovi servizi e di farli confluire in un piano aggregato di lungo periodo che incorpori scelte tecnologiche, di business e di mercato di lungo periodo. Il programma è strutturato su tre moduli della durata di una giornata: Innovazione di prodotto/servizio e vantaggio competitivo o Processo di innovazione: attori e fasi o Concept generation (analisi dei bisogni, analisi del contesto tecnologico, sviluppo del concept) Approcci istinti all innovazione: innovazione tecnologica ed innovazione di significato Strategie di innovazione di prodotto/servizio (famiglie, piattaforme, architetture). Gestire lo sviluppo di nuovi servizi. Il programma si rivolge principalmente a responsabili di funzione che hanno o che desiderino acquisire responsabilità nell ambito del processo di sviluppo nuovo prodotto e servizio, consulenti di management e professionisti, interessati ad un corretto approccio verso il processo di sviluppo, alle teorie organizzative ed agli strumenti pratici per metterle in pratica. 24 ore Sede del corso Via Garofalo, Milano MIP - POLITECNICO DI MILANO : Claudia Busnati Tel

17 Strategie di gestione dei processi di innovazione di sistema prodotto Condividere un metodo per valutare le opportunità di sviluppo di nuovi prodotti e servizi, coerentemente agli orientamenti e alle strategie di mercato; definire un metodo per pianificare l innovazione e gestire i progetti di sviluppo nel rispetto dei vincoli e delle strategie aziendali Il project management nei progetti di innovazione di prodotto/servizio. Strumenti di pianificazione strategica e visualizzazione degli scenari per lo sviluppo di nuovi prodotti e nuove soluzioni di servizio. Il corso si rivolge a chi esercita ruoli di responsabilità e ha potere decisionale nell ambito dei seguenti uffici: sviluppo prodotto/servizio, marketing commerciale, ufficio tecnico ingegnerizzazione. 16 ore Sede del corso Consorzio Polidesign, via Durando 38/A, Milano (o sede dell azienda nel caso di corso aziendale) FONDAZIONE POLITECNICO DI MILANO : Federica Auteri Antonio Chiaia Tel politecnico.it 16

18 Project Management Il successo di un impresa, in qualsiasi settore essa operi, dipende sempre più dalla capacità di fare innovazione e svolgere attività uniche, cioè di saper portare a termine con successo i propri progetti. L impresa di successo vuole lavorare per progetti. Essa studia il prodotto e i processi al fine di comprendere come sia possibile fornire soluzioni su misura per i clienti. Si pone il problema di individuare pochi, ma cruciali, interventi di innovazione attorno a cui concentrare le energie e l attenzione dell impresa. Obiettivo del corso è comprendere come lavorare per progetti, integrando gli attori interni ed esterni all impresa, orientandoli al risultato, e fronteggiando i rischi che inevitabilmente ogni attività di cambiamento e innovazione porta con sé. Il programma è strutturato su tre moduli della durata di una giornata: Project management: il progetto, il contesto e gli obiettivi Organizzazione di progetto, principi di gestione e definizione delle caratteristiche del piano di progetto Tecniche e strumenti per la pianificazione e il controllo (con utilizzo di software per la pianificazione ed il controllo dei progetti) Il programma si rivolge principalmente a manager che hanno o che desiderino acquisire responsabilità nell ambito del project management e della gestione dell innovazione, consulenti di management e professionisti, imprenditori interessati ad un corretto approccio verso il progetto, alle teorie organizzative ed agli strumenti pratici per metterle in pratica. 24 ore Sede del corso Via Garofalo, Milano MIP - POLITECNICO DI MILANO : Claudia Busnati Tel

19 Project Management Il successo di un impresa, in qualsiasi settore essa operi, dipende sempre più dalla capacità di fare innovazione e svolgere attività uniche, cioè di saper portare a termine con successo i propri progetti. L impresa di successo vuole lavorare per progetti. Essa studia il prodotto e i processi al fine di comprendere come sia possibile fornire soluzioni su misura per i clienti. Si pone il problema di individuare pochi, ma cruciali, interventi di innovazione attorno a cui concentrare le energie e l attenzione dell impresa. Obiettivo del corso è comprendere come lavorare per progetti, integrando gli attori interni ed esterni all impresa, orientandoli al risultato, e fronteggiando i rischi che inevitabilmente ogni attività di cambiamento e innovazione porta con sé. Il programma è strutturato su tre moduli della durata di una giornata: Project management: il progetto, il contesto e gli obiettivi; Organizzazione di progetto, principi di gestione e definizione delle caratteristiche del piano di progetto; Tecniche e strumenti per la pianificazione e il controllo (con utilizzo di software per la pianificazione ed il controllo dei progetti). Il programma si rivolge principalmente a manager che hanno o che desiderino acquisire responsabilità nell ambito del project management e della gestione dell innovazione, consulenti di management e professionisti, imprenditori interessati ad un corretto approccio verso il progetto, alle teorie organizzative ed agli strumenti pratici per metterle in pratica. 24 ore Sede del corso Da definire FONDAZIONE ISTUD : Paola Marchionini Tel

20 Project Management Questo corso propone l acquisizione delle linee guida della gestione dei progetti, oggi più nota come Project Management, e la comprensione delle problematiche relative ai processi di inizio, pianificazione, gestione del tempo, gestione del team di progetto e controllo di un progetto. Competenze base di gestione progetti e inizio del progetto: introduzione e concetti chiave del PM. Familiarizzare con il gergo PM in uso internazionalmente. I process groups. Il Ciclo di vita del progetto. Avvio: la definizione degli obiettivi, le attività necessarie per ottenere l autorizzazione per la partenza del progetto: il Project Charter e la definizione delle ipotesi di partenza. Pianificazione del progetto: la definizione delle attività e delle risorse; il tempo, i costi, i rischi, la WBS e la creazione del piano di progetto. L identificazione, tra le alternative possibili, di quella migliore per il raggiungimento degli obiettivi. Esecuzione, controllo e chiusura del progetto: L esecuzione: la gestione del tempo, il coordinamento delle persone e l approvvigionamento delle risorse, in accordo con il piano stabilito, per portare a compimento il progetto. La gestione del team, la delega, la leadership. Il controllo: Il controllo per assicurarsi che gli obiettivi del progetto siano raggiunti, monitorando e misurando regolarmente progressi e variazioni rispetto al piano. La Chiusura: La formalizzazione della fine del progetto, l accettazione dei risultati e le attività per portarlo ad una corretta conclusione. Le lessons learned. Le aree della conoscenza e l organizzazione di progetto. Tutti i lavoratori che vogliono acquisire competenze nell ambito della gestione e conduzione dei progetti. 24 ore Sede dei corsi Piazzale Cantore, 10- Milano (oppure presso l azienda) EMIT: Segreteria Didattica Tel

21 IT Project Management Sviluppo dei Sistemi Gestionali Sviluppare le conoscenze e le competenze necessarie per comprendere le peculiarità del contesto di progetto e della rete di relazioni ad esso collegate; utilizzare le principali metodologie di pianificazione e controllo dei progetti; integrare e ottimizzare i dati operativi derivanti dall uso dei principali approcci di gestione dei tempi, dei costi, delle risorse, del rischio di progetto; ottimizzare attraverso le abilità sociali e relazionali l efficacia del team di progetto. Introduzione all analisi e monitoraggio dei requisiti, Contesto di riferimento, Contesto in cui si colloca il requirement engineering, Confini e approccio iterativo al requirement, engineering, Ruoli coinvolti, Il processo di analisi dei requisiti, Definizioni, Le attività di analisi dei requisiti, Classificazione dei requisiti funzionali e non funzionali, Identificazione, Analisi, La matrice dei requisiti, Esempio di Caso aziendale, Il processo di specifica dei requisiti, Attività di analisi dei requisiti: specificazione e validazione, Specifica dei requisiti Tracciabilità e controllo dei requisiti, Gestione della tracciabilità, Rappresentazione delle relazioni di tracciabilità, Strumenti per la tracciabilità dei requisiti, Considerazioni conclusive e condivisione di esperienze util, Introduzione al PM, Contesto di riferimento, Definizione di progetto, Processi di prodotto e di gestione di progetto Pianificazione, Il processo di pianificazione del PMI, I 6 passi della pianificazione, Definizione della WBS, Sequenza dei task, Stima dei task, Sviluppo dello scheduling, Assegnamento delle risorse, Costi, Stima di un progetto, Particolarità dei progetti IT, Ciclo di sviluppo a cascata, Stima parametrica e process oriented Fondamenti di gestione e controllo del progetto, Guida all uso dell Earned Value, Management, Il Risk Management: analisi e gestione del rischio nel progetto, Considerazioni conclusive e condivisione di esperienze utili Project Manager, Team Leader : 24 ore Sede dei corsi Via R. Fucini Milano CEFRIEL Roberta Letorio Tel

AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI

AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI Controllo di gestione I fondamentali 1 Corso base di controllo di gestione e budget 2 Fondamenti di supply chain 3 Supply chain management 4 Analisi organizzativa

Dettagli

FONDAZIONE ISTUD...2

FONDAZIONE ISTUD...2 Area tematica: SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI Indice FONDAZIONE ISTUD...2 FONDAMENTI DI CONTABILITA...2 BALANCED SCORECARD...2 CONOSCERE E LEGGERE IL BILANCIO...3 FONDAMENTI DI CONTROLLO DI GESTIONE...3

Dettagli

AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI

AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI AREA TEMATICA SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI Supply Chain Management 2 Contabilità esterna e analisi di bilancio 3 La stesura di un business plan 4 Gestire l Innovazione di Prodotto e di servizio 5 Strategie

Dettagli

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12 SYLLABUS Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Alessandro Cortesi Il primo macro-modulo ha l obiettivo di permettere ai partecipanti di utilizzare con efficacia i sistemi software per la corretta

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

I titoli di credito. Caratteristiche. Le cambiali, Cambiale tratta e pagherò. Compilazione di tratte e pagherò.

I titoli di credito. Caratteristiche. Le cambiali, Cambiale tratta e pagherò. Compilazione di tratte e pagherò. Istituto tecnico economico statale Roberto Valturio A.s. 2014/15 Programma consuntivo di Economia aziendale Classe 2^ E Prof. Paolo Fabrizio Correggioli ARGOMENTI I CALCOLI FINANZIARI I rapporti di credito.

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale Unità Competenze professionali Conoscenze Abilità Strumenti

Dettagli

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale Dirigere con successo un impresa del settore edile Corso executive di alta formazione in gestione aziendale ITALSOFT GROUP per la formazione degli imprenditori del settore edile Il settore dell edilizia

Dettagli

I.T.C.S. PRIMO LEVI BOLLATE PROGRAMMA CONSUNTIVO. a.s. 2014/2015

I.T.C.S. PRIMO LEVI BOLLATE PROGRAMMA CONSUNTIVO. a.s. 2014/2015 I.T.C.S. PRIMO LEVI BOLLATE PROGRAMMA CONSUNTIVO a.s. 2014/2015 MATERIA Economia Aziendale CLASSE 5 SEZIONE: A Amm.Finanz.Mark. DOCENTE Antonio Barone ORE DI LEZIONE 8 Ore Settimanali STRUMENTI Con noi

Dettagli

Finanza aziendale per non specialisti

Finanza aziendale per non specialisti Corso Formazione Obiettivo Finanza aziendale per non specialisti I fondamenti della finanza aziendale sono indispensabili per completare le competenze di ogni manager con responsabilità aziendali. Il corso

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie Le applicazioni amministrative e finanziarie 1 LA CONTABILITA AZIENDALE L esatta esposizione degli indici e degli altri elementi che compongono la contabilità è fondamentale per formulare correttamente

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (M PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Corso base in commercio estero 2 L efficacia commerciale: corso per operatori al servizio vendita 3

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Corso base in commercio estero 2 L efficacia commerciale: corso per operatori al servizio vendita 3

Dettagli

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO PIANO DI LAVORO PIANIFICAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 5 AL PROF.SSA MARILINA SABA a.s 2010/2011 Moduli UNITA ORARIE 1. Il controllo della gestione

Dettagli

A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA

A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA Economia Aziendale DOCENTE Rezzonico Isabella MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTABILITÀ GENERALE BILANCI AZIENDALI E REVISIONE LEGALE DEI CONTI CONTENUTI

Dettagli

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI Analisi di settore e internazionalizzazione (Mip) 2 Formazione

Dettagli

Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2

Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2 RiViSTA PIANO DI LAVORO Eugenio Astolfi, Lucia Barale & Giovanna Ricci Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2 Tramontana Di seguito presentiamo il Piano di lavoro tratto dai materiali digitali per il docente

Dettagli

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Il corso è progettato e strutturato per offrire la possibilità di aggiornare le competenze dell imprenditore

Dettagli

FONDIMPRESA - P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI

FONDIMPRESA - P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI FONDIMPRESA - P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA Area tematica: SVILUPPO DEI SISTEMI GESTIONALI INDICE DEI CORSI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO* Contabilità generale (Liuc) 1 Controllo

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE I.I.S. ABBA BALLINI. Classe QUINTA E AFM

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE I.I.S. ABBA BALLINI. Classe QUINTA E AFM Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

Allegato A ABILITÀ: UNITA DIDATTICA B: Le analisi di bilancio per indici e per flussi

Allegato A ABILITÀ: UNITA DIDATTICA B: Le analisi di bilancio per indici e per flussi PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO: CLASSE: DISCIPLINA: COMUNE 5 AFM ECONOMIA AZIENDALE COMPETENZE: Riconoscere e interpretare i macrofenomeni economici che influenzano

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM TOMO 1 MODULO 1: LA GESTIONE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI CAPITOLO 1: Le caratteristiche delle imprese industriali 1. Il sistema produttivo

Dettagli

Approccio alla logica della finanza aziendale

Approccio alla logica della finanza aziendale Corso Formazione Approccio alla logica della finanza aziendale OBIETTIVI Capire il contenuto del bilancio per creare valore. A CHI SI RIVOLGE Tutti i manager. IMPARERETE A Capire il contenuto del bilancio

Dettagli

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE e CONTROLLO di GESTIONE D I R E T T O R E S C I E N T I F I C O

Dettagli

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione)

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) OBIETTIVI E COMPETENZE La finanza aziendale sta diventando sempre di più uno strumento fondamentale per la crescita delle imprese,

Dettagli

Credit management: organizzare al meglio il processo di recupero crediti Livello avanzato

Credit management: organizzare al meglio il processo di recupero crediti Livello avanzato Credit management: organizzare al meglio il processo di recupero crediti Livello avanzato TEMATICA: Gestione aziendale Amministrazione Sviluppare un modello decisionale attraverso il coordinamento delle

Dettagli

Bilancio, Finanza & Budget

Bilancio, Finanza & Budget Bilancio, Finanza & Budget Modulo 1 Analisi di bilancio Guida all analisi e alla interpretazione della struttura economica, finanziaria e patrimoniale d impresa alla luce di Basilea 2 Il corso Attraverso

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff Il catalogo MANUFACTURING Si rivolge a: Responsabili Produzione e loro staff Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff processo produttivo Responsabili Manutenzione

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Dettagli

La visione e il controllo d impresa alla luce di Basilea 2

La visione e il controllo d impresa alla luce di Basilea 2 In collaborazione con consulenti di formazione integrati in rete Organizza la IV Edizione di Corso di Alta Formazione Imprenditoriale e Manageriale La visione e il controllo d impresa alla luce di Basilea

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi 34 P01 Il miglioramento rapido in produzione in ottica lean : il Quick Kaizen Approccio innovativo ispirato a principi e tecniche di Lean Production e TPS Il QuicK Kaizen è un approccio innovativo per

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : Amministrazione finanza e Marketing, Sistemi informativi aziendali Nodi concettuali essenziali

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) PIANO DI LAVORO ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 5 B SI

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) PIANO DI LAVORO ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 5 B SI Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-MAIL: MAIL@ITCGFERMI.IT PIANO DI LAVORO ECONOMIA

Dettagli

Addetti agli approvvigionamenti

Addetti agli approvvigionamenti M generali Fornire le conoscenze di base per gli addetti agli approvvigionamenti, in relazione a tutto il processo relativo Consolidare conoscenze e metodiche di gestione che risultino le più consone allo

Dettagli

TECNICO SPECIALIZZATO IN BUDGET E CONTROLLO DI GESTIONE. Percorso formativo

TECNICO SPECIALIZZATO IN BUDGET E CONTROLLO DI GESTIONE. Percorso formativo Corso di specializzazione TECNICO SPECIALIZZATO IN BUDGET E CONTROLLO DI GESTIONE Percorso formativo Moduli propedeutici ELEMENTI DI OFFICE AUTOMATION Foglio elettronico Presentazione multimediale Servizi

Dettagli

Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Anno scolastico 2013/2014 Programma di Economia Aziendale Classe: 5^ F Mercurio Insegnante: Lino Bartolini Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Le caratteristiche

Dettagli

Informatica e Amministrazione aziendale

Informatica e Amministrazione aziendale Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: CORSO A CATALOGO 2011 Informatica e Amministrazione aziendale Corsi di specializzazione Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione:

Dettagli

Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati

Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati MECCANICA FINANZIARIA è una società ben strutturata, composta da un team altamente qualificato e dalla pluriennale

Dettagli

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore Indice Prefazione alla seconda edizione Autori Ringraziamenti dell Editore XIII XXI XXII Capitolo 1 Elementi di economia e organizzazione aziendale 1 1.1 La natura e il fine economici dell impresa 1 1.1.1

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO CLASSE II R

PROGRAMMA SVOLTO CLASSE II R 1 CLASSE II R U.D. I credito e i relativi calcoli finanziari - I finanziamenti dell attività economica - Remunerazione del credito: l interesse - Compenso per l anticipata riscossione di un credito: lo

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13

PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13 PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13 MODULI UNITA ORARIE 1. Il controllo dei risultati attraverso l analisi di bilancio per 98 indici

Dettagli

Credit Controller Risk Manager

Credit Controller Risk Manager per il Executive Master in Credit Controller Risk Manager Sida Group Alta Formazione dal 1985 Strategia Consulenza Formazione Sedi: Roma Napoli Bologna Parma Chieti Perugia Ancona www.mastersida.com OBIETTIVI

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

MODULO a LE IMPRESE INDUSTRIALI: ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI Le imprese industriali: concetti introduttivi Aspetti caratteristici della moderna produzione industriale Le principali classificazioni

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

CORSI A CATALOGO 2014 MIB SCHOOL OF MANAGEMENT

CORSI A CATALOGO 2014 MIB SCHOOL OF MANAGEMENT CORSI A CATALOGO 2014 MIB SCHOOL OF MANAGEMENT BUDGET E GESTIONE DEL CAPITALE CIRCOLANTE Mostrare le tecniche per la costruzione del budget economico, del budget patrimoniale, del budget finanziario e

Dettagli

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche MODULI FORMATIVI L'iniziativa coniugherà una formazione per l'acquisizione di competenze teorico - tecniche, finalizzate alla messa in atto di strategie funzionali e all'integrazione di diverse capacit{

Dettagli

IL CONTROLLER IN AZIENDA ANALISI, STRUMENTI, SISTEMI GESTIONALI CORSO EXECUTIVE PART TIME 18 SETTEMBRE 19 DICEMBRE 2015 7ª EDIZIONE

IL CONTROLLER IN AZIENDA ANALISI, STRUMENTI, SISTEMI GESTIONALI CORSO EXECUTIVE PART TIME 18 SETTEMBRE 19 DICEMBRE 2015 7ª EDIZIONE IL CONTROLLER IN AZIENDA ANALISI, STRUMENTI, SISTEMI GESTIONALI CORSO EXECUTIVE PART TIME 18 SETTEMBRE 19 DICEMBRE 2015 7ª EDIZIONE CUOA Business school Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova

Dettagli

PROSPETTO DI SINTESI DELL OFFERTA DI FORMAZIONE GRATUITA FONDIMPRESA 2008

PROSPETTO DI SINTESI DELL OFFERTA DI FORMAZIONE GRATUITA FONDIMPRESA 2008 PROSPETTO DI SINTESI DELL OFFERTA DI FORMAZIONE GRATUITA FONDIMPRESA 2008 Area tematica SVILUPPO DELLE COMPETENZE DI BASE Corsi erogati da ASSOCIAZIONE SERVIZI FORMATIVI : Pacchetto applicativo Word Pacchetto

Dettagli

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti.

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. executive master COURSE www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. EXECUTIVE MASTER COURSE General Management PREMESSA Le figure al timone di un azienda hanno

Dettagli

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1 00Pr_pag_CAROLI_2012 16/07/12 06.44 Pagina VII Prefazione alla quarta edizione Autori Ringraziamenti dell Editore In questo volume... XVII XXI XXIII XXV Parte I La strategia nel sistema impresa 1 Il sistema

Dettagli

INTRODUZIONE PARTE I LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI

INTRODUZIONE PARTE I LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI INTRODUZIONE 1. CRISI D IMPRESA 1.1. Crisi e risanamento pag. 5 1.2. Le cause della crisi pag. 7 1.3. Gli indicatori della crisi pag. 12 1.4. Gli eventi scatenanti pag. 18 1.5. I modelli di intervento

Dettagli

Amministrazione e finanza nelle PMI innovative Nuove metriche per valutare la performance

Amministrazione e finanza nelle PMI innovative Nuove metriche per valutare la performance AMMINISTRAZIONE & FINANZA Amministrazione e finanza nelle PMI innovative Nuove metriche per valutare la performance Amedeo De Luca FRANCOANGELI Am - La prima collana di management in Italia Testi advanced,

Dettagli

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18 MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18 CALENDARIO GIORNATE FORMATIVE 25 novembre 2014 2 dicembre 2014 9 dicembre 2014 BUSINESS

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BERNALDA-FERRANDINA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BERNALDA-FERRANDINA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BERNALDA-FERRANDINA PRESIDENZA: BERNALDA (MT) Via Schwartz, s.n. 75012 - Tel./Fax: 0835-549136 FERRANDINA (MT) Via Lanzillotti s.n. - 75013 0835-556009 0835 554832 Programma

Dettagli

Investi in conoscenza, il rendimento è garantito.

Investi in conoscenza, il rendimento è garantito. Investi in conoscenza, il rendimento è garantito. CATALOGO CORSI 2013/2014 INDICE AREE CORSI Area Commerciale e Marketing Area Innovazione PAG 04 PAG 07 Area Organizzazione e Risorse Umane Area Economico

Dettagli

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA TRENTO, 20-27 NOVEMBRE 4-11-18 DICEMBRE 2015 c/o CENTRO FORMAZIONE SEAC CEFOR SRL Via Solteri, 56

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA TRENTO, 20-27 NOVEMBRE 4-11-18 DICEMBRE 2015 c/o CENTRO FORMAZIONE SEAC CEFOR SRL Via Solteri, 56 PRIMA GIORNATA 20 NOVEMBRE 2015 SECONDA GIORNATA 27 NOVEMBRE 2015 TERZA GIORNATA 4 DICEMBRE 2015 QUARTA GIORNATA 11 DICEMBRE 2015 QUINTA GIORNATA 18 DICEMBRE 2015 MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Catalogo Offerta Formativa. Amministrazione, Fisco, Finanza e Controllo

Catalogo Offerta Formativa. Amministrazione, Fisco, Finanza e Controllo Catalogo Offerta Formativa Amministrazione, Fisco, Finanza e Controllo CATALOGO CORSI L offerta formativa di Assoservizi, sui temi di Amministrazione, Fisco, Finanza e Controllo, prevede una serie di corsi

Dettagli

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 CONFINDUSTRIA ALESSANDRIA Unione Industriale della provincia di Asti FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 Corsi di alta formazione per dirigenti 1 LEAN MANUFACTURING L intervento formativo persegue l obiettivo

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

SISTEMI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

SISTEMI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE SISTEMI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Dott. Ing. Matteo Moi Dott. Ing. Matteo Moi 1 ARGOMENTI CONTENUTI Introduzione ai sistemi di controllo di gestione La Pianificazione strategica Il Bilancio

Dettagli

Chi può partecipare alla proposta?

Chi può partecipare alla proposta? Irecoop Veneto presenta l opportunità per le cooperative aderenti al fondo interprofessionale FONCOOP di utilizzare le risorse a Valere sull Avviso 21 per coltivare la crescita della propria organizzazione

Dettagli

Gruppo Max Application MAX 2F AMMINISTRAZIONE FINANZA & CONTROLLO PARTNER

Gruppo Max Application MAX 2F AMMINISTRAZIONE FINANZA & CONTROLLO PARTNER Gruppo Max Application MAX 2F AMMINISTRAZIONE FINANZA & CONTROLLO PARTNER NOVA INFORMATICA è una società del Gruppo Max Application che produce e distribuisce sistemi informativi nell area Amministrazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance

Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance Dalla condivisione dei dati all analisi delle performance Agenda Presentazione Alfa Group Sistemi informativi tradizionali La La soluzione innovativa Gli strumenti Le Le regole del gioco Il Il prototipo

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

Programma Formativo del Piano. In-formazione per lo sviluppo - Bis

Programma Formativo del Piano. In-formazione per lo sviluppo - Bis Programma Formativo del Piano In-formazione per lo sviluppo - Bis Ente Finanziatore: Fondimpresa ID Progetto AVT/15/08II Il Progetto è promosso da: Assolombarda, Confindustria Alto Milanese, Organizzazioni

Dettagli

ATTIVITA DI FORMAZIONE A CATALOGO 2015

ATTIVITA DI FORMAZIONE A CATALOGO 2015 ATTIVITA DI FORMAZIONE A CATALOGO 2015 Revisione 3 del 29/10/2015 Brogi & Pittalis Srl INDICE DEL DOCUMENTO EVOLUZIONE D IMPRESA E FORMAZIONE... 5 RIEPILOGO ATTIVITA DI FORMAZIONE... 6 1. BUSINESS MODEL

Dettagli

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo...

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... Esame e analisi critica di un business plan Premessa... 1 Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3 Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... 3 Analisi di

Dettagli

Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio

Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio Aree gestionali e loro riflessi contabili e di bilancio [29 agosto 2013] Riclassificazione e analisi di bilancio di un impresa turistica [29

Dettagli

Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo

Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo Introduzione Tutte le aziende, anche di medie o piccole dimensioni,

Dettagli

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale. progettato e realizzato da

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale. progettato e realizzato da Dirigere con successo un impresa del settore edile Corso executive di alta formazione in gestione aziendale progettato e realizzato da ITALSOFT GROUP per la formazione degli imprenditori del settore edile

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 5 Anno Scolastico 2015/16 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina: GESTIONE PROGETTO, ORGANIZZAZIONE D IMPRESA Classe 5^ DATI IN EVIDENZA

Dettagli

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE 24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE IL SISTEMA DI REPORTING: DEFINIZIONI Il reporting è il processo sistematico di elaborazione ed analisi dei risultati di gestione (in particolare economici,

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO Pagina 1 di 9 ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO DOCENTE MATERIA CLASSE GAROFOLI M. GIUSEPPINA ECONOMIA AZIENDALE V B MERCURIO OBIETTIVI DISCIPLINARI (in conformità

Dettagli

# $ % $ & # '() * + #./ * #

# $ % $ & # '() * + #./ * # ! " # $ % $ & #! '() * + '( ) (,--./--0 /1020-- #./ * # MODALITA DI FREQUENZA Il Master in Finanza e Controllo di Gestione verrà attivato ANCONA 22 febbraio 2013 31 maggio 2013 07 giugno 2013 BOLOGNA 25

Dettagli

Contabilità e fiscalità pubblica

Contabilità e fiscalità pubblica Contabilità e fiscalità pubblica Corso 60 ore Negli ultimi anni è in corso un consistente sforzo - che partendo dal piano normativo si ripercuote sull ordinamento e sulla gestione contabile di tutte le

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Il processo di marketing 3 Acquisti: attivare rapporti efficaci tra clienti e fornitori 6 Gestire il

Dettagli

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI Proposte formative Un team di esperti in progettazione formativa è a disposizione per lo sviluppo di soluzioni personalizzate e la realizzazione di percorsi costruiti intorno alle esigenze di ciascuna

Dettagli

Mercato: Produzione su Commessa

Mercato: Produzione su Commessa Una serie di soluzioni pensate in modo specifico per tutte le imprese specializzate nella produzione su commessa, alle quali garantisce un abbattimento dei tempi e dei costi di gestione valorizzando nel

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Ragnoli Raffaella MATERIA Economia Aziendale e geopolitica classe e indirizzo : 5 A RIM n. ore settimanali: 6 monte orario annuale: 198 CONOSCENZE

Dettagli

Unità A Il bilancio d esercizio: significato e formazione

Unità A Il bilancio d esercizio: significato e formazione I s t i t u t o P r o f e s s i o n a l e p e r i S e r v i z i C o m m e r c i a l i Tu r i s t i c i A l b e r g h i e r i e d e l l a R i s t o r a z i o n e G. M a t t e o t t i 5 6 1 2 4 - P i s a

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli