di Krista Scott-Dixon i per perdere peso 156 Olympian s News / mind & body

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di Krista Scott-Dixon www.precisionnutrition.com i per perdere peso 156 Olympian s News / mind & body"

Transcript

1 di Krista Scott-Dixon i e d i l g i s n o i c i r g a m per perdere 156 Olympian s News / mind & body peso

2 Non detesti anche tu quelli che sono magri per natura? Sai, quelli che mangiano tutto quello che vogliono ma non mettono su un etto. Sembrano essere benedetti con una specie di metabolismo magico. La loro vita è piena di bignè al cioccolato e buffet a base di pasta. Di certo, quelli di noi che si sforzano di buttare giù i rotoli di grasso in eccesso non possono imparare niente di utile da questi esseri fortunati. GIUSTO? Sbagliato. Inizialmente, ridevo dell idea che potesse essere difficile mangiare di più. Insomma, anche una ra gazzina minuta con un po di determinazione e salse e bistecche a sufficienza può mettere insieme il fabbisogno calorico prestabilito per aumentare di peso. Però, più parlavo con queste persone e più capivo che per loro è naturalmente difficile mangiare in eccesso e capivo anche che la loro magrezza naturale ha più a che fare con la loro impostazione mentale e i loro comportamenti che con le loro caratteristiche genetiche. Ho pensato che molte loro esperienze e idee potevano essere utili per i LE. Così ho parlato con un altro gruppo di persone naturalmente magre per capirne di più. Le persone hanno risposto alle mie domande dandomi delle informazioni preziose. Anche se ci sono indubbiamente delle differenze fisiologiche fra le persone naturalmente magre e le persone naturalmente più pesanti, non è solo una questione di genetica o di metabolismo. Le persone naturalmente magre pensano e agiscono in modo diverso anche. cosa possono avere in comune quelli che vogliono dimagrire e quelli che vogliono mettere su massa? Durante un seminario recente a Toronto ho avuto l opportunità di parlare con alcuni ragazzi del programma di allenamento Scrawny to Brawny (S2B) (da esile a massiccio). Abbiamo parlato delle loro difficoltà a ingrossare, il problema opposto a quello vissuto da quelli nel programma di allenamento Lean Eating (LE) (dimagrimento). Poi però ho capito che abbiamo tutti molto in comune. Dopotutto, i LE stanno cercando di dimagrire. Vogliono imparare a mangiare meno. Gli S2B stanno cercando di diventare più grossi e più pesanti. Devono imparare a mangiare di più. Entrambi i gruppi devono imparare dei nuovi modelli alimentari che sono contrari alle loro inclinazioni e abitudini alimentari normali. Foto: Eric Jacobson cibo, carburante ed emozioni il cibo come carburante Una delle cose più importanti dell impostazione naturalmente magro è che il cibo è solo cibo. A qualcuno il cibo piace più che ad altri ma in generale il cibo non è nient altro che cibo. Non è una ricompensa o un appiglio. Non ha un significato profondo, non è un rifugio. Foto: nsphotography - Fotolia.com À Il cibo è solo una fonte di energia. A volte scherzo con altri miei amici magri che se potessimo trarre tutto quello di cui abbiamo bisogno da una pillola sarebbe davvero comodo. Conosco il buon cibo e ho anche preso delle lezioni di cucina. Mi piace il sapore del buon cibo ma non è un ossessione. À Il cibo deve semplicemente darmi l energia sufficiente per affrontare la giornata e svolgere gli allenamenti. Il cibo è solo una cosa che mi serve per tenere a bada la fame. Non importa se mangio sempre spaghetti per molti giorni di fila, come in realtà è successo durante l adolescenza. Lo svantaggio di questa impostazione è che molte persone naturalmente magre hanno abitudini alimentari scadenti. Spesso mangiano qualsiasi cosa hanno a disposizione invece di preoccuparsi della qualità del cibo e dei nutrienti assunti. L altro problema è che molte persone naturalmente magre non danno molta importanza all alimentazione. Prima di intraprendere il programma S2B, mangiare non rientrava fra le loro priorità, c erano molte altre cose più importanti dell alimentazione. À Per me è ancora molto difficile dedicare il tempo sufficiente a mangiare tutto quello di cui ho bisogno. À [Mangiare] era un qualcosa che dovevo fare prima di potermi occupare di cose più importanti. Per le persone naturalmente magre, il cibo è solo uno strumento che non domina le giornate, perciò non pensano continuamente a mangiare. Questo però significa che spesso non sono delle priorità neanche la preparazione dei pasti e la salubrità degli alimenti. w w w.olympian.it Olympian s News / mind & body 157

3 i consigli dei magri per perdere peso alimentazione emotiva Molte delle persone naturalmente magre erano confuse circa il concetto di alimentazione emotiva. Capivano il concetto in teoria ma non lo comprendevano. Il cibo è solo un carburante, perciò per loro il cibo non può avere significati più profondi e addirittura di contrasto alla depressione. À L intero concetto del cibo di conforto o del mangiare quando si è depressi per cercare di sentirsi meglio mi suona molto strano. À Per i miei amici sovrappeso, mangiare quello che vogliono sembra essere la cosa più importante ancora più importante della loro salute. Mangiano per alleviare la depressione, per sentirsi meglio. Parlano di alimenti senza i quali non possono vivere, roba come patate, patatine fritte, dolci carboidrati. Per me è difficile capire come le persone possano trovare conforto nel cibo. come si capisce quando è l ora di mangiare? Molti LE hanno difficoltà a capire quando possono mangiare. Alcune persone sovrappeso dicono di avere sempre fame. Altri tendono a confondere la fame di testa (cioè il desiderio psicologico di cibo) con la fame fisica (cioè il bisogno fisiologico reale di cibo). È la differenza fra l aver voglia e l aver bisogno di cibo. Le persone naturalmente magre seguono sempre quanto dettato dallo stomaco o dagli orari dei pasti predeterminati e solitamente infrequenti. Spesso le persone naturalmente magre addirittura si scordano di mangiare. Foto: Eric Jacobson pasti, fame e sazietà À Mangio in base all ora o se mi viene una discreta fame. La colazione non è un problema perché corrisponde a quando entro in macchina. Anche il pranzo non è un problema perché tutti staccano a mezzogiorno. Di solito la cena corrisponde a quando mia moglie comincia ad avere fame. À Aspetto fino a che lo stomaco comincia a protestare per la fame. Non guardo mai l orologio. Mangio quando ne ho voglia. A volte mangio quando il lavoro me lo permette. della sazietà e smettono di mangiare al primo accenno di questi segnali. Un S2B ha detto che spesso si scorda che sta mangiando e molti dei suoi pasti si concludono perché deve uscire per fare qualcos altro. Le persone naturalmente magre non si sentono obbligate a pulire il piatto se non è necessario, non sembrano aver interiorizzato il messaggio c è chi muore di fame. À Al ristorante o quando le porzioni sono grandi, lascio gli avanzi nel piatto oppure li porto a casa. Non ho problemi a lasciare il cibo nel piatto se mi sento sazio a sufficienza. affamati o abbuffati? Immaginiamo una progressione dalla fame all abbuffata. 1 è pari al digiuno, roba tipo spedizione nel deserto senza niente da mangiare per giorni; 10 è pari a un abbuffata tale che l esofago sta per scoppiare. Prima di cominciare il programma S2B ho chiesto alle persone naturalmente magre a quale livello di questa progressione si sentirebbero a posto. Cosa significa appropriato e normale per loro? In gran parte hanno risposto che si sentirebbero a posto fra 4 e 6, un valore molto inferiore a quanto indicherebbero i tanti di noi inclini a sovralimentarsi. Una persona naturalmente magra ha detto addirittura che sarebbe orientata a 3: quanto basta per togliermi la fame. In realtà, in molti hanno detto che la sensazione di sazietà da loro cattive sensazioni. À Sentirmi sazio non mi fa sentire a mio agio e mi rende più lento. À Se mangio troppo non mi sento bene né fisicamente né mentalmente. À Detesto sentirmi come a 10 nella progressione della sazietà. È una cosa solo fastidiosa e inutile. Come se il mio stomaco interrompesse il funzionamento del cervello con segnali tipo sei esageratamente sazio. À Non ti senti miserevoli quando sei pieno come un uovo? Mi ricordo di quando una volta ho saltato un pasto per poi abbuffarmi a un buffet. In seguito me ne sono pentito così tanto che ho fatto una croce sui buffet. "Se mangio troppo non mi sento bene nè fisicamente nè mentalmente... Perciò, per i S2B una delle difficoltà maggiori è cominciare a mangiare. Non vogliono mangiare se non hanno veramente fame. Come si capisce quando è l ora di smettere di mangiare? Le persone naturalmente magre sono come il classico invitato snob che arriva in ritardo quanto basta per farsi notare e se ne va presto dando l idea di avere di meglio da fare. Se ne vanno sempre prima che le cose si facciano patetiche o che arrivi la polizia. In altre parole, sanno quando smettere di mangiare prima che sia troppo tardi. Sono attenti ai segnali fisici 158 Olympian s News / mind & body w w w. o l y m p i a n. i t

4 Quindi, come ha detto un partecipante, la parte più difficile del programma S2B è Mangiare tanto, riempirsi fino a sentirsi male. Mi ricordo che la prima sera sono andato a letto con la sensazione di avere un pallone incastrato nello stomaco. Sembravo uno scherzo della natura un uomo incinta di 8 mesi. Comunque, la gran parte delle persone magre ha preso con filosofia l esperienza delle sensazioni date dal mangiare di più e trovavano interessante il modo in cui alla fine il corpo si era abituato al cambiamento nell assunzione calorica. È stato detto che la dimensione delle porzioni era in larga parte una questione di abitudine e che se una persona magra può imparare a mangiare di più, allora altri possono imparare a mangiare meno. À L S2B è impegnativo però sto cominciando ad abituarmici. Intendo dire che la quantità che precedentemente avrebbe causato sazietà pari a 9-10, adesso è paragonabile a 7-8. Credo che possa funzionare anche al contrario per qualcuno che sta cercando di perdere peso. À Sono rimasto sorpreso quando la mia porzione di 300 g di carne è aumentata a g senza però darmi problemi. voglie, intrattenimento e velocità non tutti i pasti devono essere spettacolari Anche se alcuni S2B si sono autodefiniti dei palati difficili, in molti apprezzano il buon cibo in generale, senza però pensare che ogni pasto debba essere un evento elaborato. Come ha detto David Kessler in The End of Evereating e come osserva Brian Wansink in Mindless Eating, i produttori di cibo sanno che le persone tendono a mangiare di più quando hanno più scelte a disposizione. Quasi tutti mangiano di più a un buffet che a un pasto con piatto unico. Inoltre, le persone mangiano di più quando si possono fare tante esperienze insieme, tipo consistenze croccanti, consistenze cremose, varie combinazioni di gusti, tanti colori ecc. (pensate a un gelato con la guarnizione, a delle ali di pollo con la salsa o a un piatto di nachos). Questo perché gli esseri umani sono stimolati dalla varietà. Più cerchiamo cose varie e ricompensanti in un pasto e più rischiamo di sovralimentarci. Le persone naturalmente magre non si aspettano che ogni pasto sia stimolante o particolarmente interessante. Ovviamente apprezzano un buon pranzo elaborato ma lo considerano un evento raro. L unica cosa che manca è uno spettacolo pirotecnico. velocità Ho chiesto ai S2B a quale velocità mangiano di solito. Cosa interessante, le risposte sono state molto diverse. Alcuni vanno di corsa perché considerano mangiare una scocciatura. Altri tendono a prendersela con calma e a distrarsi. Una persona naturalmente magra ha detto che impiega minuti per terminare un pasto. Un altra persona ha detto che, adesso che deve mangiare di più, la sua lentezza nel mangiare è particolarmente evidente a colazione perché faccio tardi a lavoro perché non riesco a finire la colazione abbastanza velocemente! Mi ci vogliono oltre 40 minuti per finirla tutta e a volte non ci riesco nemmeno!. avete mai delle voglie? Le persone naturalmente magre si sono divise in due gruppi su quest argomento. Alcuni hanno detto di non aver mai voglia di niente in particolare, indipendentemente da quanto sia attraente o gustosa. Come ha detto una persona naturalmente magra: Non mangio molti zuccheri e posso tranquillamente astenermi quando tutti gli altri ordinano il dessert. Sono contrario anche a un eccesso di grassi. Elimino sempre il grasso in eccesso dalle bistecche, compro la carne macinata più magra e non uso cose tipo il burro. Fra quelli che hanno delle voglie a volte, quasi tutti concordano che i carboidrati semplici ciambelle, prodotti da forno, pizza e gelato sono i più allettanti. Altra cosa interessante, i vogliosi adorano il cioccolato. À Soffro sicuramente di una dipendenza da cioccolato. Se in casa ho del latte al cioccolato lo scovo e lo mangio, tutto. Lo so che non è una cosa saggia ma ho una dipendenza grave. Adesso sto provando a mettere ogni tanto uno o due pezzi di cioccolato fondente con l 85% di cacao nei miei superfrullati, noto che mi aiuta con le voglie. Però non è comunque una buona idea lasciarmi da solo in una stanza con un uovo di Pasqua da mezzo chilo. Comunque, una differenza fondamentale fra le persone naturalmente magre e quelle più pesanti è che spesso le persone naturalmente magre usano strategie diverse per gestire le voglie. Raramente cedono alle voglie, di solito cercano di concentrarsi su qualcos altro e spesso allontanano l alimento desiderato oppure capiscono che ne vogliono solo un assaggio. À A volte uso le voglie come delle specie di sfide, per capire quanta autodisciplina ho per resistere alle tentazioni. Di solito dopo un po mi scordo della voglia. La maggior parte delle volte in cui riesco a superare una voglia è perché non ho semplicemente a portata di mano le cose di cui ho voglia e sono troppo pigro o immotivato per uscire e comprarle. À Se voglio davvero del cioccolato ne prendo una barretta, però raramente la mangio tutta. Mi rendo conto che di solito quello che mi manca è solo il gusto. Il mio w w w. o l y m p i a n. i t Olympian s News / mind & body 159

5 i consigli dei magri per perdere peso stomaco può anche essere già pieno ma mi sento soddisfatto solo se mangio un pezzetto di cioccolata. Per esempio, la settimana scorsa sono passato davanti a un vassoio di cioccolatini e mi è venuta una forte voglia di cioccolato. Prima di cominciare il programma S2B avrei mangiato solo una barretta e poi me ne sarei andato ma siccome adesso voglio ottenere dei risultati con questo programma e voglio impegnarmi meglio che posso, ho fatto qualcosa di diverso. La cosa può sembrare strana, comunque, ho messo in bocca un cioccolatino assaporandone per un po il gusto, poi però l ho sputato nel cestino e mi sono mangiato una banana. Dopo mi sono sentito stupido, però avevo soddisfatto la mia voglia, dopodiché ho proseguito la mia giornata come al solito. À Gran parte delle volte non è un problema perché non compro queste cose, quindi non le ho in casa. Giro un po per casa per vedere se ho qualcosa, di solito non ho niente, così alla fine mangio un frutto (prima del S2B) o un frullato (dopo il S2B). Di solito mi rimetto a lavorare a qualcosa e così me ne dimentico. Una persona ha confessato di incappare in delle abbuffate occasionali. In questo caso cerca di usare la strategia di non tenere in casa gli alimenti oggetto di voglie. À Se succede di avere a portata di mano le cose di cui ho voglia mi abbuffo (per questo ho chiesto alla mia ragazza di non tenere in casa determinate cose e se ci sono di non farmelo sapere). Posso mangiare una busta intera di biscotti al cioccolato inzuppati nel latte nel giro di 12 ore. Credo che le radici delle abbuffate risalgano all infanzia. Eravamo quattro fratelli, di cui tre più o meno della stessa età. Dovevamo dividerci i dolci e mangiarli velocemente, altrimenti li avrebbe mangiati qualcun altro! Beh, in fin dei conto anche quelli naturalmente magri hanno dei punti deboli! attività fisica e dispendio calorico perdere (e non riguadagnare) peso. Non sorprende che le persone naturalmente magre sono persone spesso in movimento, magari per dei lavoretti, per delle commissioni o per portare fuori il cane. À Sono una persona con molta energia, sono molto attivo. Faccio tante cose, sono sempre in movimento. Per me è molto difficile restare seduto per periodi prolungati. Questa qualità mi ha anche aiutato a diventare uno dei pochi che non è stato accettato all asilo: non potevo stare fermo e allora non c era il Ritalin! Il mio lavoro come fisioterapista è piuttosto fisico: devo spostare arti e dimostrare esercizi. Direi che sposto alcune migliaia di chilogrammi nel corso di una giornata di lavoro piena (parti corporee, carico/scarico di bilancieri, manubri, macchine ecc.). À Ho un lavoro molto attivo (sudo almeno una volta nel corso di una giornata poco impegnativa) che mi impegna per molte ore. Lavoro in piedi per gran parte del giorno spostandomi spesso. Quando gli altri cominciano a rallentare io vado ancora a piena velocità. Inoltre, vado in palestra due volte la settimana e faccio pattinaggio sul ghiaccio due volte la settimana al mattino presto. Faccio anche tanti lavoretti. À Anche se ho un lavoro sedentario, in realtà mi muovo molto. Non riesco a capire come le persone riescano a restare seduti come delle patate per ore e ore. Io diventerei pazzo! À Cammino di continuo quando sono a lavoro e cammino anche quando sono al telefono. Cammino così tanto che mi sono procurato una frattura da stress in entrambi i piedi, in due momenti distinti! Lavoro per andare da casa all università, da casa al centro, nei pressi dell università, visitando nuove città (quando lavoravo come guida turistica), facendo una passeggiata per godermi il bel tempo Anche se ho un lavoro sedentario, in realtà mi muovo molto... Foto: Jane Doe - Fotolia.com le persone naturalmente magre sono persone attive Molti pensano che per dimagrire sia sufficiente andare in palestra qualche volta la settimana. Eppure, dati empirici indicano che nel lungo periodo le attività fuori della palestra (le cose giornaliere come le faccende di casa, i piccoli spostamenti, i lavoretti, le brevi camminate ecc.) contribuiscono al dimagrimento. La ricerca mostra che restarsene seduti per molte ore al giorno ostacola notevolmente la perdita di grasso, pur andando in palestra ogni giorno. Restare fermi per gran parte del giorno è controproducente, anche se siete tecnicamente attivi grazie agli allenamenti regolari. Questo movimento che genera termogenesi non riconducibile all attività fisica sportiva, è molto importante per farci Foto: avali - Fotolia.com sostegno sociale, messaggi e comportamenti ingordigia Molte persone naturalmente magre sono sensibili ai messaggi sociali sull ingordigia ed evitano di mangiare troppo perché la percepiscono come una cosa socialmente inopportuna. À Credo che una parte di me equipari il mangiare troppo all ingordigia e ogni tanto sento il bisogno di ricordarmi che il punto non è comportarsi come un maiale ma semplicemente crescere e alimentare la forza e la potenza. 160 Olympian s News / mind & body w w w. o l y m p i a n. i t

6 I Lean Eater detestano sprecare il cibo e di solito risolvono il problema mangiando gli avanzi. Le persone naturalmente magre, invece, evitano lo spreco di cibo usando porzioni più piccole. À Per me lo spreco di cibo (mangiando troppo) è sempre stata la cosa più difficile da gestire e colpevolizzante. I miei genitori ci dicevano chiaramente che non era bello sprecare il cibo quando nel mondo ci sono persone che muoiono di fame (le immagini dei bambini etiopi malnutriti durante le carestie degli anni 80 sono impresse nella mia mente). Forse è per questo che tendo a mettere nel piatto solo quello che mangerò (porzioni più piccole), prendendone di più solo se ho ancora fame, invece di rischiare di dover buttare via il cibo. Una persona naturalmente magra cresciuta in una famiglia con pochi soldi è consapevole del costo del cibo, perciò sta attenta a non esagerare. À Quando ero piccolo, mi sentivo in colpa se prendevo più cibo. Perciò, cercavo di limitarmi a una porzione ogni tanto ne prendevo una seconda se mi era offerta. Non volevo finire le scorte settimanali troppo velocemente perché non potevamo comprarne altre. eventi sociali Come istruttore Lean Eating, so che una delle cose più difficili per i Lean Eater sono gli eventi sociali. Le persone possono sentirsi pressate a mangiare, oppure trovano difficile resistere a una situazione dove c è molto cibo. Molti si preoccupano che gli altri li osservino giudicando quanto mangiano. Così mi sono chiesto se gli S2B hanno lo stesso problema e ho chiesto: Vi trovate a un evento sociale o familiare e alcune persone vi spingono a mangiare ma voi non avete fame. Cosa fate?. Le loro risposte sono state molto interessanti. Nessuno di loro si sente obbligato a mangiare quando non ha fame, indipendentemente da quante volte la nonna invita a mangiare qualche altro dolcetto. À La mia famiglia offre continuamente cibo. Forse fa parte della cultura tedesca: Chi vuole wurstel e formaggio per colazione e poi un po di birra???, declino l offerto educatamente. À In quasi tutti gli eventi sociali o familiari il cibo sembra essere l attrazione principale. Sono tantissime le volte in cui amici e parenti mi hanno spinto a mangiare o a bere quando non volevo o non avevo fame. Per me la sensazione di sentirmi pieno è così innaturale che nessun tipo di invito o senso di colpa può smuovermi dalla mia resistenza accanita al mangiare di più. Se una persona naturalmente magra cede alla pressione degli altri, cerca di essere creativa. À Quando al mio rifiuto si risponde comunque con un piatto pieno (nella cultura indiana non bisogna mai rifiutare il cibo perché può essere considerata maleducazione), accetto l offerta, mangio il boccone necessario e poi trovo un modo per scaricare il piatto da qualche parte. À Prendo la quantità socialmente accettabile più piccola possibile. Ne mangio un boccone o due e poi schiaccio il resto e lo spargo per il piatto. Le persone naturalmente magre non temono di offendere le persone. Sono cortesi nel loro rifiuto oppure fanno dello humour. Comunque non cedono e alla fine a cedere sono gli altri. À Se mi offrono del cibo che non voglio rifiuto cortesemente. Posso prenderne un boccone piccolo o una cucchiaiata tanto per provare qualcosa di nuovo, però non mangio perché pressato. Di solito mi tocco lo stomaco e dico che devo stare attento alla dieta. Prima era uno scherzo perché ero molto magro ma adesso è vero perché recentemente ho messo su qualche chilogrammo. La gente capisce e non sembra offendersi. À Ho scoperto che dopo aver detto no una volta o due la mia determinazione aumenta, è bello sapere che la gente capisce quando dici semplicemente no. immagine di se e identità Adesso una cosa che non mi aspettavo. Ho sempre pensato che le persone magre volessero essere più muscolose, pensavo alla proverbiale insicurezza del magrolino di 45 kg. Non sapevo che molte persone naturalmente magre sono in realtà ben contente di essere magre. Molti vogliono essere più magri o più leggeri per lo sport che fanno. Molti hanno detto di voler essere molto magri, con poco grasso corporeo. Solo pochi hanno detto di sentire la pressione che sperimentano le donne circa la magrezza. Il cibo sembra essere l attrazione principale... À Psicologicamente non è facile determinare se per me va bene o è appropriato essere grosso e forte. Ho sempre pensato di dover fare del mio meglio, nonostante la mia taglia e la poca forza, non il contrario. Ero un atleta veloce, rapido e intelligente e vedevo quelli più grossi e più forti come degli avversari che dovevo battere grazie al talento, alla rapidità e all intelligenza. Non pensavo di essere in grado di sviluppare forza e potenza pari alla loro. Quindi adesso è una cosa piuttosto interessante vedermi sviluppare queste caratteristiche (a questa età!). Proprio come i Lean Eater devono imparare a immaginarsi come delle persone in forma o addirittura atletiche per dimagrire, le persone naturalmente magre devono imparare a immaginarsi muscolose. Affinché il comportamento cambi, deve cambiare anche l identità. Foto: Gudellaphoto - Fotolia.com w w w. o l y m p i a n. i t Olympian s News / mind & body 161

7 i consigli dei magri per perdere peso e se foste obesi? Spesso per gli obesi è difficile immaginare quali sono i pensieri e le sensazioni delle persone naturalmente magre. Così ho chiesto agli S2B di riflettere sulla situazione opposta: Qual è una cosa che proprio non riesci a capire circa le persone obese o che si sovralimentano?. Molte persone naturalmente magre non riescono proprio a capire l assunzione di alcuni alimenti, specialmente in quantità eccessive. À Anche solo vedere le patatine fritte del fast food mi da la nausea, però tante persone le mangiano. Mi rendo conto di essere una sorta di marziano, perché l industria alimentare continua a produrre un sacco di questa roba (cose molto grasse e artificiali). Vedo queste cose nei carrelli della spesa e ho difficoltà a capire come possono mangiare una roba del genere. Altre persone naturalmente magre hanno detto che le persone obese non sembrano calcolare correttamente le porzioni. À Durante un buffet a base di cioccolata su una nave da crociera, io e la mia ragazza abbiamo riempito i nostri piccoli piatti da dessert con quella che pensavamo fosse una grossa quantità di dolci (5-6 pezzi). Alla fine riuscimmo a mangiarne solo mezzo piattino in due. Una signora si sedette al nostro tavolo. Era piuttosto bassa (circa 155 cm) e probabilmente pesava più di 135 kg. Aveva fatto una cupola su un piatto normale. Riuscì a finire tutto e fece anche il bis. Ero sbalordito che questa signora fosse riuscita a mangiare così tanto in così poco tempo per poi farsi un altro piatto pieno (preciso che aveva il braccialetto per diabetici). squilibrio fra desideri e azioni Le persone naturalmente magre sono sconcertate dalle persone che vogliono perdere peso ma non mangiano meno. À È sconvolgente quello che molte persone mangiano. L altro giorno ero a pranzo con un amico. Sta cercando di perdere qualche chilo di troppo Prima di ordinare mi aveva parlato della sua routine di allenamento, poi ha ordinato un doppio cheeseburger con pancetta. À Non capisco perché non hanno una sorta di pulsante mentale di arresto. Perché non possono smettete di mangiare troppo e il cibo spazzatura? Spesso sanno che dovrebbero farlo ma non riescono a farlo. addirittura fatto un corso Precision Nutrition doppio, il marito ha fatto lo Scrawny to Brawny e la moglie ha fatto il Lean Eating (mi immagino i compromessi sulla scelta degli alimenti e delle porzioni!). Ciò significa che i mariti S2B hanno potuto osservare e comparare direttamente esperienze e punti di vista diversi. À Mia moglie mangia in modo emotivo. Quando ha una giornata storta mangia un biscotto per sentirsi meglio. Ne è consapevole e sta cercando di superare quest abitudine. Io invece non ho mai avuto lo stimolo a mangiare per nervosismo o per noia. Questa difficoltà a capire non significa che le persone naturalmente magre non hanno compassione per le difficoltà degli obesi. Molti sono semplicemente sbalorditi da quello che vedono e si rendono conto dello squilibrio che c è fra gli obiettivi e i bisogni delle persone e i loro comportamenti. À I miei amici sovrappeso dicono sempre di volersi mettere a dieta, sempre. Il problema non è la mancanza di consapevolezza. Uno di loro ha fatto la dieta Weight Watchers per un po e ha perso 20 kg, però pochi mesi dopo li aveva ripresi tutti. Perciò il problema di questa persona non è che non sa come fare. À Dopo una cena normale, il mio amico passa il resto della serata a mangiare patatine, pezzi di torta, biscotti e gelato. Pensa di comportarsi in modo salubre perché mette un po di mirtilli nella ciotola del gelato e beve tè invece di bevande gassate! Una volta mi ha chiesto incredulo come ci riesco, come riesco a esercitare una tale disciplina costante e inamovibile. À Gli ho detto che le cose non stanno così. Il punto è che non ho voglia, né desiderio di mangiare quella roba. Mentre lui mangia cibo spazzatura per tutta la sera, io dico no grazie quando me lo offre e come spuntino serale mangio una scatoletta di tonno. A dire la verità, mangiare tanto come fa lui mi sembra disgustoso. Ogni tanto posso anche concedermi un pezzo di torta o un biscotto ma le sue quantità mi sembrano ripugnanti. À Tempo fa ho letto un articolo che diceva che la sovralimentazione influenza i recettori della dopamina nel cervello proprio come fanno la cocaina e altri farmaci che danno dipendenza. Mi sembra che questa cosa descriva molto bene il comportamento dei miei amici e le differenze fra di noi. Sembrano in preda a un urgenza, quasi inarrestabile, come dei dipendenti del mangiare in azione. Quindi, quell aspetto di me che considerano disciplina è secondo me una non dipendenza. Molti S2B sono sposati con donne che hanno problemi di peso. Alcuni hanno Le persone naturalmente magre sono sconcertate della persone che vogliono perdere peso ma non mangiano meno. Foto: PeJo - Fotolia.com 162 Olympian s News / mind & body w w w. o l y m p i a n. i t

8 Una volta sono andato al supermercato con il mio amico della dieta Weight Watchers. Il suo carrello era pieno di torte, biscotti e patatine. Gli dissi che se voleva dimagrire doveva cominciare ad assumere il controllo della sua dieta già nel supermercato. Se faceva entrare quella roba in casa, poi l avrebbe mangiata. Se non voleva mangiarla, doveva decidersi subito e toglierla dal carrello. Detto questo, l amico si girò verso una commessa sovrappeso e sorridendo le disse i magri non possono capire. La commessa rise e disse proprio così. Ovviamente comprò tutta quella roba. Questo significa che le persone naturalmente magre si appostano agli scaffali dei supermercati, giudicando i nostri carrelli e chiedendosi se siamo dei pazzi? Ovviamente no. Né significa che essere una persona naturalmente magra è sinonimo di buona salute. Significa soltanto che le loro esperienze e i loro punti di vista suggeriscono che gran parte dell alimentazione compulsiva è indotta, origina dal periodo della nostra infanzia, dalle nostre opinioni, dai messaggi sociali e dalle abitudini familiari. riassunto e consigli consigli per dimagrire dalle persone naturalmente magre Come potete imparare a pensare e ad agire come una persona naturalmente magra, così da ottenere dei benefici per la riduzione del grasso? Ecco alcuni consigli: Dovete capire che avete il controllo delle vostre abitudini alimentari, indipendentemente dalla vostra fisiologia. Il cibo è solo cibo, non deve essere usato come ricompensa o sfogo emotivo. Riorganizzate le vostre priorità e date al cibo una giusta collocazione, cioè quella di una cosa che è buona e ci sostiene ma che non dove dominare i nostri pensieri. Prestate attenzione ai segnali fisici. Cominciate a mangiare quando avete fame fisicamente e fermatevi quando siete fisicamente pieni. Date un altro significato a sazietà. Fermatevi prima di sentirvi pieni. Dovete capire che le voglie sono passeggere. Ignorate le voglie, distraetevi e non tenete in casa cibi pericolosi. Muovetevi più che potete. Dire di no al cibo nei momenti di socialità non è proibito. Più siete decisi e più le persone ci faranno l abitudine. Affinché cambino i comportamenti deve cambiare la propria identità. Quelli magri devono immaginarsi più grossi e più muscolosi. Quelli più pesanti devono immaginarsi come degli atleti magri. La dimensione delle porzioni è importante. Forse avete un idea sbagliata di cosa sia una porzione giusta. Per cambiare è necessario impegnarsi. Più vi impegnate a fare pasti più piccoli (o più grandi) e più il corpo ci si abituerà. Comportatevi in modo coerente con i vostri obiettivi. Se vi comportate in un modo che vi danneggia, o cambiate i vostri comportamenti o cambiate i vostri obiettivi. In ogni caso, siate realistici e onesti circa quello che state facendo. ultime considerazioni di una persona naturalmente magra: Una cosa che tengo a precisare è che l essere magro non è sinonimo di buona salute. Prima del S2B non godevo di buona salute. Cerco di favorire un dialogo aperto fra le persone su salute e alimentazione, a volte però le persone sembrano aver paura di parlare del fatto che stanno cercando di migliorare il loro stato di salute. Penso che spesso debbano fare maggiore attenzione alla salute sia quelli molto magri sia quelli sovrappeso, però gli obiettivi sono leggermente diversi. Io (che cerco di guadagnare peso) parlo spesso con il mio amico che cerca di perdere peso e cerchiamo di trovare un punto di accordo. Anche se abbiamo obiettivi diversi possiamo motivarci a vicenda a diventare persone più sane e più felici. Krista Scott-dixon inviata a tradurre a Massimo...???? w w w. o l y m p i a n. i t Olympian s News / mind & body 163

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Io so cosa sto consumando

Io so cosa sto consumando LICEO ECONOMICO SOCIALE CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO IMMACOLATA Io so cosa sto consumando Noi ragazzi dell'istituto Immacolata della classe 3B abbiamo

Dettagli

Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso.

Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso. Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso. - Linee guida - Suggerimenti per quando mangi fuori casa Copyright Alessio & Patty - Diritti di pubblicazione. Cosa puoi fare con questo

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente

Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente L ALTRO MODO di DIMAGRIRE: Presenta: Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente 3 regola: BEVI UN BICCHIERE D ACQUA 4 regola FAI ESERCIZIO FISICO Istruzioni

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE di Daniela Morandi Prefazione di Barry Sears. Con la partecipazione di Claudio Belotti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-409-3 Prefazione del dottor Barry

Dettagli

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi:

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi: TEST di italiano Verifica il tuo livello! Copia e incolla il test, completa le frasi e invialo a info@linguaincorso.com (Non ti preoccupare se non riesci a completare tutti gli esercizi!!!!) Completa con

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

- 1 reference coded [1,94% Coverage]

<Documents\bo_min_3_F_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,94% Coverage] - 1 reference coded [1,94% Coverage] Reference 1-1,94% Coverage Spesso andiamo al cinese, prendiamo il cibo da asporto, è raro che andiamo fuori a mangiare, anzi quando

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE 15

Introduzione INTRODUZIONE 15 INTRODUZIONE 15 Introduzione Ester aveva 13 anni. A scuola era brava e aveva molti amici. Nel tempo libero amava cavalcare. In primavera disse ai suoi genitori che voleva fare una dieta per dimagrire.

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

Indice. Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11

Indice. Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11 Indice Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11 COME FUNZIONA IL METODO BECK Introduzione al metodo Beck 15 Capitolo primo Come la terapia cognitiva vi aiuta a mantenere il vostro nuovo

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008 Dimmi come mangi Codice 1 2 3 1. Inserisci qui l iniziale del nome di tua mamma 2. Inserisci qui le ultime tre cifre del

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute.

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute. Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica Il benessere fisico ci consente di vivere una vita sana,serena e spesso felice. Oggi il progresso tecnologico ha reso l uomo sempre più

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

Learning Needs of Migrants caregivers of elderly people 2011-1-IT2-GRU06-24633-1

Learning Needs of Migrants caregivers of elderly people 2011-1-IT2-GRU06-24633-1 Learning Needs of Migrants caregivers of elderly people 2011-1-IT2-GRU06-24633-1 LeNeMi è un partenariato di apprendimento finanziato dall'unione Europea, e risponde alle esigenze di apprendimento del

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE. Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi.

Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE. Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi. Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi Rizzoli Rizzoli Libri 2009 RCS Libri S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.rizzoli.eu

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi che cosa significa essere au pair? Il programma au pair permette alle ragazze di 18-26 anni di vivere presso

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto L alimentazione esprime abitudini, usi e costumi dell individuo e risponde non solo alle esigenze fisiche, ma anche a quelle psichiche e della vita di relazione ed è in grado di fornire, accanto all esperienza

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO

LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO LE ABILITÀ DI AIUTO DEL COUNSELLOR 1. PRESTARE ATTENZIONE FASI DELLA RELAZIONE DI AIUTO ESERCIZI FASE DELL ATTENZIONE Il cliente sarà coinvolto nel processo di auto se prestiamo attenzione Es.1: prestare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese Brasile Lo sapete che... Povertà e disuguaglianza provocano fame e malnutrizione. Il cibo ed altri beni e servizi essenziali da cui dipendono la sicurezza alimentare, la salute e la nutrizione - acqua

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Hanno scritto: «sono partito dal Ghana nel 2010, avevo 13 anni. Ero un po spaventato all idea di viaggiare in aereo da solo, in quanto i miei

Hanno scritto: «sono partito dal Ghana nel 2010, avevo 13 anni. Ero un po spaventato all idea di viaggiare in aereo da solo, in quanto i miei LABORATORIO Emigrare da un continente all altro è difficile, è complicato lasciarsi alle spalle una vita per cominciarne un altra in un luogo sconosciuto. I ragazzi provengono da diversi stati: India,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI

QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI PROGETTO ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO a.s. 2008-2009 COMUNE DI VIGNOLA AZIENDA USL MODENA COOP ESTENSE s.c.- Polivalente Olimpia QUESTIONARIO SULLE ABITUDINI ALIMENTARIE E MOTORIE Sezioni 3 ANNI Da restituire

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

PROGRAMMA NUTRIZIONALE

PROGRAMMA NUTRIZIONALE PROGRAMMA ProgrammaNutrizionale NUTRIZIONALE per una duratura riduzione del grasso in eccesso ed il riequilibrio dell alimentazione Benvenuti in LineaMed Risultati positivi che durano nel tempo senza fame

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA

ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA CONVEGNO P.A.N. LA SALUTE VIEN DAL MARE GENOVA, 23.01. 09 ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE: LA RISTORAZIONE SCOLASTICA AMINA CIAMPELLA TECNOLOGO ALIMENTARE STUDIO.CIAMPELLA@GMAIL.COM DALLA PARTE DELL ESPERTO

Dettagli

Accoglierli al ristorante

Accoglierli al ristorante 8 Accoglierli al ristorante Osservando i comportamenti dei turisti cinesi in Italia negli ultimi dieci anni si vede chiaramente come la maggior parte di loro sia diventata disponibile, ed anzi interessata

Dettagli

Progetto Expo 2015. Questionario on-line

Progetto Expo 2015. Questionario on-line a.s. 2014.15 Progetto Expo 2015 Questionario on-line Questionario di indagine sul livello di informazione e consapevolezza in merito all alimentazione Indice Introduzione Prima sezione: Conosci le tue

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

I disturbi alimentari

I disturbi alimentari I disturbi alimentari Molti genitori del giorno d'oggi si preoccupano per i disturbi alimentari. Alle parole 'disturbo alimentare' si è data una tale attenzione negli ultimi anni che non è inusuale che

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa National Community Education Initiative Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa Asking Questions Can Help: An aid for people seeing the palliative care team Italian

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Comune di Pieve Emanuele Assessorato Pubblica Istruzione

Comune di Pieve Emanuele Assessorato Pubblica Istruzione Comune di Pieve Emanuele Assessorato Pubblica Istruzione In collaborazione con il 2 Circolo Didattico Anno scolastico 2008 \ 2009 A cura del Prof. Piero Verdecchia Relazione IMC e Sport praticati. Anno

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi

Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 Introduzione Garni Laurino Signora Elisabetta Cheloidi Sono Chelodi Elisabetta gestisco il Garni Laurino a Cavalese da ormai 8 anni, ho ristrutturato l intera struttura nel

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

TIRA FUORI LA TARTARUGA NEL TUO ADDOME CON QUESTE 15 DRITTE

TIRA FUORI LA TARTARUGA NEL TUO ADDOME CON QUESTE 15 DRITTE TIRA FUORI LA TARTARUGA NEL TUO ADDOME CON QUESTE 15 DRITTE Non è tutta colpa tua se non hai un addome scolpito. Certo chissà quante volte hai tentato di farti gli addominali a cubetto, ma se hai fallito

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

CAPITOLO 1 I SEGRTI DEL SUCCESSO

CAPITOLO 1 I SEGRTI DEL SUCCESSO CAPITOLO 1 I SEGRTI DEL SUCCESSO Quando si decide di intraprende un percorso (che sia una dieta, un allenamento, un corso, o quant altro), riaffiora in noi l impazienza tipica dei bambini: l entusiasmo

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli