Guida ad un sano stile di vita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida ad un sano stile di vita"

Transcript

1 Dipatimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche U.O. Centro Salute Mentale Guida ad un sano stile di vita se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute Ippocrate ( a.c.) Informazioni utili

2 Dipatimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche U.O. Centro Salute Mentale Guida ad un sano stile di vita se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute Ippocrate ( a.c.) Informazioni utili

3 Il presente opuscolo è stato realizzato a cura di Dott. G. Fucci I.P. L. Croari I.P. C. Macchia I.P. C. Miserocchi I.P. M. Lombardi I.P. M. Pezzi dell'u.o. Centro Salute Mentale del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell'azienda USL di Ravenna. U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA - AZIENDA USL DI RAVENNA Composizione ed impaginazione: Claura Campanini Stampa: a cura del Centro Stampa Aziendale Ravenna: stampa agosto 2012

4 INDICE - Cosa è la Sindrome Metabolica pag. 6 - Cosa è la Malattia Cardiovascolare pag. 7 - Cosa è la glicemia pag. 9 - Cosa sono il colesterolo e i trigliceridi pag Cosa è l'obesità pag Consigli dietetici pag Attività fisica pag. 20 5

5 Nel nostro Paese circa la metà della popolazione è in sovrappeso. La causa dell eccesso di peso va ricercata da una parte nella sempre maggiore disponibilità di alimenti e dall altra in uno stile di vita sedentario. Scopo di questa Guida è quello di fornire pratiche ed utili informazioni per adottare un sano stile di vita prevenendo, così, l insorgenza di una Sindrome Metabolica e le conseguenze ad essa connesse. Cosa è la Sindrome Metabolica La Sindrome Metabolica è una condizione che pone l individuo ad altro rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari. I soggetti con Sindrome Metabolica hanno spesso cattive abitudini e comportamenti dannosi, tanto è vero che nelle civiltà meno ricche, caratterizzate da alimentazione più semplice e maggiore attività fisica, questa malattia è molto meno frequente. Le cause della Sindrome Metabolica vanno ricercate, oltre che in una predisposizione genetica, anche in una vita sedentaria, nel soprappeso, in valori elevati di glicemia, trigliceridi e colesterolo, fattori tutti fortemente interconnessi fra loro. Anche se ci si sente bene e non sembra emergere alcun problema fisico bisogna porre attenzione ad alcuni valori che possono indicare la presenza di una Sindrome Metabolica: Peso; Glicemia a digiuno; Pressione Arteriosa; Trigliceridi; Colesterolo HDL. Tre di questi valori alterati indicano la presenza di una Sindrome Metabolica e il rischio di insorgenza di una malattia cardiovascolare è sicuramente aumentato. SINDROME METABOLICA Circonferenza Trigliceridi Colesterolo HDL Pressione Glicemia Addominale > 150 mg/dl Donna < 50 mg/dl Arteriosa a Digiuno Donna > 88 cm Uomo < 40 mg/dl > 130/85 mmhg >100 mg/dl Uomo > 102 cm 6

6 Cosa è la Malattia Cardiovascolare La Malattia Cardiovascolare è generalmente causata dalla formazione di placche aterosclerotiche che restringono progressivamente i vasi arteriosi. Quando ciò avviene si riduce l afflusso di sangue che, risultando insufficiente, può condurre a gravi problemi. Quando la parete interna di un arteria è danneggiata, ad esempio da alti valori di colesterolo o di pressione sanguigna, si forma lentamente una placca aterosclerotica. L aumento progressivo di questa placca riduce il passaggio di sangue, quindi di ossigeno e sostanze nutritive, che scorre nell arteria per raggiungere le varie parti del corpo. Quando ciò interessa i vasi arteriosi del cuore o del cervello si possono verificare gravi complicanze come l infarto cardiaco e l ictus cerebrale. La Pressione del Sangue è dovuta alla forza con cui il cuore pompa il sangue, che trasporta ossigeno e nutrimento, nelle arterie per farlo circolare in tutto il corpo. 7

7 La Pressione Alta (Ipertensione) è uno dei fattori di rischio più importanti per le malattie cardiovascolari. Per tale motivo è importante tenere sotto controllo tale valore mediante periodiche misurazioni. La Pressione del Sangue si misura con lo sfingomanometro che da due valori: la pressione massima o sistolica (quando il cuore si contrae per pompare sangue nelle arterie) e minima o diastolica (quando il cuore si rilascia). Pressione Pressione Categoria Sistolica Diastolica Normale Normale Alta (Borderline) Ipertensione I Grado (lieve) Ipertensione II Grado (moderata) 180 e oltre 110 e oltre Ipertensione di III Grado (severa) 8

8 Il controllo della Pressione Arteriosa è molto importante al fine di prevenire le complicanze dell Ipertensione: - danni alla vista per emorragia e/o occlusione dei vasi della retina; - danni renali - danni cerebrali - indurimento delle arterie periferiche - danni cardiaci Cosa è la glicemia La glicemia è la quantità di zucchero presente nel sangue. Tale valore si può misurare facilmente mediante un prelievo di sangue a digiuno da almeno 12 ore. La presenza di troppo zucchero nel sangue (Iperglicemia) può contribuire alla comparsa o all aggravarsi di altre problematiche (colesterolo e trigliceridi elevati; pressione alta; soprappeso; diabete) che insieme concorrono nella genesi e nel mantenimento della Sindrome Metabolica e delle sue gravi complicazioni. GLICEMIA E SINDROME METABOLICA Glicemia fra 70 e mg/dl Glicemia normale Glicemia fra 110 e mg/dl Glicemia aumentata se sono presenti altri due fattori si è in presenza di una Sindrome Metabolica Glicemia uguale o superiore Glicemia elevata a 126 mg/dl una condizione di rischio e può indicare la presenza di un Diabete che va confermato anche con la misurazione della emoglobina glicata 9

9 Cosa sono il colesterolo e i trigliceridi Il colesterolo è una sostanza presente nel sangue e simile al grasso. Nella giusta quantità è una sostanza necessaria per il buon funzionamento dell organismo. I trigliceridi sono i costituenti principali del tessuto adiposo e sono quindi la scorta di calorie del nostro organismo. Quando sono presenti in quantità eccessive possono provocare gravi problemi alla circolazione (formazione di pacca aterosclerotica) e quindi alla salute dell individuo. Il colesterolo e i trigliceridi viaggiano nel sangue legati a proteine (VLDV; LDL; HDL). Il fegato produce le VLDL che trasportano colesterolo e trigliceridi. Le VLDL rilasciano trigliceridi ai tessuti e diventano LDL che successivamente rilasciano ai tessuti il colesterolo. Le HDL catturano il colesterolo nel sangue, impedendo che formi una placca aterosclerotica, e lo riporta al fegato. 10

10 HDL (Colesterolo Buono): è quello che ripulisce le arterie dal colesterolo in eccesso. In questo modo le pareti delle arterie rimangono libere e il sangue scorre liberamente. LDL (Colesterolo Cattivo): è quello che trasporta colesterolo ai tessuti ma lo deposita anche sulle pareti arteriose favorendo la formazione della placca aterosclerotica. Cosa è l obesità I GRASSI IN NUMERI Valore normale Valore limite Valore patologico Colesterolo Totale minore di 200 mg/dl da 200 a 239 mg/dl superiore a 240 Colesterolo LDL minore di 100 mg/dl da 101 a 129 mg/dl superiore a 130 Colesterolo HDL superiore 50 mg/dl inferiore 50 mg/dl (donne) (donne) superiore 40 mg/dl inferiore 40 mg/dl (uomini) (uomini) Trigliceridi minore di 150 mg/dl da 151 a 199 mg/dl superiore a 200 mg/dl L obesità si verifica quando nel corpo si accumula troppo grasso. Tale accumulo è determinato dal fatto che vengono introdotte con il cibo più calorie di quanto se ne bruciano con le attività quotidiane, e da una condotta di vita sedentaria. Nell uomo il grasso si deposita soprattutto sull addome (forma a mela) mentre nella donna sui fianchi (forma a pera). Molto pericoloso è l accumulo di grasso a livello viscerale. Per tale motivo è importante la misura della circonferenza vita (deve essere inferiore a 102 cm per l uomo e 88 cm per la donna). 11

11 Molto importante ai fini della valutazione dell obesità è la misurazione dell Indice di Massa Corporea (ICM). ICM = peso espresso in Kg diviso per l'altezza in metri al quadrato Indice di Massa Corporea Sottopeso Meno di 18.5 Normopeso Soprappeso Obesità Primo Grado Obesità Secondo Grado Obesità Severa Maggiore di 40 Correlazione fra IMC e rischio di morte per malattia cardiovascolare COMPLICANZE OBESITA EVOLUZIONE UMANA? Cosa si può fare per prevenire e curare la Sindrome Metabolica? Quali provvedimenti si possono mettere in atto per ridurre i fattori di rischio? BASTANO DEI SEMPLICI CAMBIAMENTI ALLO STILE DI VITA!!! 12

12 Perdere il 5 10% del peso corporeo può aiutare a ridurre i livelli nel sangue di glicemia, trigliceridi, colesterolo e la pressione arteriosa Fare regolarmente attività fisica aerobica (ad esempio camminare a passo svelto per circa 30 minuti al giorno) aiuta a perdere peso e a ridurre tutt i fattori di rischio della Sindrome Metabolica. - Non digiunare!!! I chili persi con il digiuno vengono subito riacquistati. - Evitare diete non equilibrate!!! Determinano solo un effetto yo-yo sul peso. - Variare gli alimenti!!! Bisogna mangiare un poco di tutto mantenendo l equilibrio tra i vari elementi (zuccheri, grassi, proteine, fibre, minerali) in quanto non esiste un alimento completo. Consigli dietetici Controlla il peso e mantieniti sempre attivo: il peso corporeo rappresenta l espressione del bilancio energetico tra entrate ed uscite caloriche. L energia viene introdotta con gli alimenti ed è utilizzata dal corpo sia durante il riposo che il movimento. Se si introduce più energia di quanto se ne consuma l eccesso si accumula nel corpo sottoforma di grasso, determinando un aumento di peso oltre la norma. 13

13 Segui un buon ritmo alimentare: 3 pasti al giorno; evitare di spiluccare continuamente; fare uno spuntino a distanza di 2-3 ore dai pasti principali; usare piatti più piccoli. Mangia lentamente: appoggiare le posate tra un boccone e l altro; fare bocconi più piccoli; fare una pausa durante il pasto; masticare più a lungo. Bevi ogni giorno almeno un litro e mezzo di acqua. Bisogna bere frequentemente e in piccole quantità. Utilizza poco sale: un consumo eccessivo di sale può favorire l instaurarsi dell ipertensione arteriosa, aumentando i rischi per alcune malattie del cuore, dei vasi sanguigni, dei reni. Fonti di sodio: acqua, frutta,verdura, carne, sale da cucina, prodotti trasformati e industriali. Come comportarsi: ridurre progressivamente l uso di sale sia a tavola che in cucina; preferire il sale arricchito con iodio; limita l uso di condimenti alternativi che contengono sodio come il dado da brodo, ketchup, senape ecc; insaporisci i cibi utilizzando erbe aromatiche (aglio, cipolla, basilico, prezzemolo, rosmarino) o succo di limone e aceto; consuma saltuariamente i formaggi, patatine in sacchetto, olive da tavola, salumi che sono prodotti trasformati e ricchi di sale; con l attività sportiva moderata reintegra la perdita di liquidi attraverso la sudorazione semplicemente bevendo acqua. 14

14 Modera il consumo di alimenti e bevande dolci nella giornata: tra i dolci preferisci i prodotti da forno (contengono meno grasso e zucchero e più amido); limita il consumo di prodotti che contengono molto saccarosio e specialmente di quelli che si attaccano ai denti, come caramelle morbide e torroni; da usare con moderazione le bevande come aranciata, coca cola, succhi di frutta, caffé, tè, che apportano sostanze contenenti calorie. Non digiunare ma variare gli alimenti: il digiuno non fa dimagrire e i chili persi vengono subito ripresi. Per dimagrire bisogna mangiare un poco di tutto scegliendo gli alimenti appartenenti a tutti i diversi gruppi alimentari. Per garantire un alimentazione sana è necessario che vengano consumati quotidianamente almeno uno o più alimenti appartenenti a ciascun gruppo alimentare. Gruppi alimentari Gruppo I: gruppo proteico (carni, pesci, uova). Contengono proteine, ferro e alcune Vitamine del gruppo B e lipidi. Il fabbisogno giornaliero è pari a 10-15% dell apporto calorico. Preferire il pesce e le carni bianche (pollame, coniglio). Gruppo II: latte e derivati. Contengono calcio, proteine, alcune Vitamine del gruppo B e liposolubili (panna e burro anche se sono derivati dal latte sono classificati nel gruppo dei grassi). 15

15 Gruppo III: cereali e derivati. Contengono carboidrati complessi (amido e fibre) o glucidi (sono il carburante del nostro corpo, sono fondamentali per lo sviluppo di muscoli e cervello), proteine di medio valore biologico, Vitamine del gruppo B e fibra. Sono pane, pasta, riso, patate, cereali e biscotti, e contengono amidi. Circa la metà delle calorie introdotte durante il giorno dovrebbero provenire da carboidrati (di questi il 10% deve essere costituito da carboidrati semplici che sono contenuti nella frutta, nel miele, nello zucchero bianco e in quello di canna). Gruppo IV: legumi. Contengono proteine di medio valore biologico, ferro, alcune Vitamine del gruppo B, carboidrati e fibre. Il gruppo si compone di fagioli, lenticchie, ceci, piselli, fave, soia. In generale è meglio consumare proteine di origine vegetale che si trovano appunto nei legumi e cerali. Una buona scelta: riso e piselli; pasta e fagioli; orzo e ceci. Gruppo V: oli e grassi da condimento. Contengono lipidi, acidi grassi essenziali (omega-3) e favoriscono l assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K e dei caroteni). Un eccessivo consumo di grassi rappresenta un fattore di rischio per l insorgenza di obesità, malattie cardiovascolari e tumori. 16

16 Come comportarsi: Modera la quantità di grassi ed oli che usi per condire e cucinare. Utilizza forme alternative per una migliore cottura degli alimenti, senza l utilizzo di grassi: tegami antiaderenti, cottura al cartoccio, forno a microonde, cottura al vapore limita il consumo di grassi da condimento di origine animale (burro, lardo, strutto, panna); preferisci i grassi da condimento di origine vegetale (olio extra vergine di oliva) usa grassi da condimento preferibilmente a crudo ed evita di riutilizzare i grassi e gli oli già cotti non eccedere nel consumo di alimenti fritti mangia più spesso il pesce sia fresco che surgelato (2-3 volte a settimana) tra le carni preferisci quelle magre e bianche (pollo, tacchino, coniglio) ed elimina il grasso visibile utilizza latte scremato o parzialmente scremato consuma porzioni ridotte di formaggi più grassi leggi le etichette contenute negli alimenti per controllare la quantità di grassi contenuti Gruppo VI: ortaggi e frutta, fonti di Vitamina A (carotene), acqua, sali minerali, fibre, zucchero e altre Vitamine. Sono ortaggi e frutta di colore giallo-arancio o verde scuro. Gruppo VII: ortaggi e frutta fonti di Vitamina C, sali minerali, fibra, altre vitamine, acqua e zucchero (ortaggi a gemma e frutta acidula: broccoli, cavolfiore, pomodori, 17

17 Utilizza la tua giusta porzione di alimento Carboidrati complessi: pane, pasta, riso, patate, legumi freschi, cereali e derivati consumarne 4-5 porzioni al giorno. È opportuno privilegiare la varietà ed è meglio consumare cereali integrali. Frutta e verdura: consumarne preferibilmente fresca e di stagione almeno 5 porzioni al giorno (2 di frutta e 3 di verdura). Proteine animali: carne, pesce, latticini, uova e proteine vegetali (legumi secchi) consumare 1-2 porzioni al giorno. Pesce almeno 2 volte a settimana; carne non più di 3 volte a settimana; uova 1-2 una volta a settimana; formaggi, salumi e legumi alternandoli tra loro 1 volta a settimana. In specifico per i latticini, si possono consumare con moderazione tutti giorni ad es. sulla pasta si possono aggiungere 2 cucchiaini di parmigiano o grana padano o pecorino (10 g), il formaggio 1-2 volte a settimana in sostituzione a una pietanza. In un giorno si possono consumare 3 porzioni di latticini: ad es. 1 bicchiere di latte al mattino, un piccolo pezzo di formaggio bianco a pranzo e uno yogurt nel pomeriggio. Latte e yogurt 1-2 porzioni al giorno preferibilmente scremati o parzialmente scremati. Grassi da consumare con moderazione. Come condimento è consigliabile consumare 1-3 porzioni di olio extravergine d oliva al giorno (1-3 cucchiai) e preferire grassi di origine vegetale. 18

18 Attenzione ai grassi nascosti presenti in vari alimenti come carni, formaggi, frutti oleosi o aggiunti nella preparazione come in biscotti, patatine fritte, brioche e dessert. Zuccheri: I dolci vanno consumati raramente, e tra questi preferire ad es. una barretta di cioccolato fondente da 30 g o un gelato piccolo o una piccola porzione di torta di mele fatta in casa. Per dolcificare è meglio il fruttosio. Fare attenzione agli zuccheri nascosti che sono carboidrati semplici come quelli presenti nella frutta e nei prodotti lattieri e soprattutto fare attenzione a quelli aggiunti a certi alimenti come bibite, caramelle, marmellata dolci, yogurt (1 bicchiere di bibita da 250 ml contiene l equivalente di 5 zollette di zucchero; 1 tavoletta di cioccolato nero da 100g contiene l equivalente di 11 zollette di zucchero). Bevande: limitare il consumo di bevande zuccherate e privilegiare il consumo di acqua (almeno 1.5 lt al giorno). Pizza: può essere mangiata una volta la settimana e il pasto precedente alla pizza dovrebbe consistere in un secondo con verdure. Consigli Non bisogna stare più di 2-3 ore senza mangiare; la frutta va consumata alla fine del pasto o come spuntino; la verdura andrebbe mangiata all inizio del pasto. 19

19 Non mangiare guardando la TV o leggendo il giornale, ma stare a tavola rilassati e sereni evitando tensioni. Essere critici con i messaggi pubblicitari ed imparare a leggere le etichette per scegliere alimenti a minor contenuto calorico. Non fare la spesa quando si è digiuni per evitare di comprare cibi ipercalorici. Attività fisica Svolgere una regolare attività fisica determina tutta una serie di benefici: migliora la condizione fisica e mentale; permette di aumentare il dispendio energetico giornaliero; mantiene la struttura muscolare; aumenta il metabolismo basale; migliora il tono dell'umore; diminuisce ansia e depressione; migliora la qualità del sonno; può favorire la vita sociale coinvolgendo amici o familiari. Preferire attività fisiche aerobiche (a bassa intensità) a quelle anaerobiche (attività basate su scatti intensi o sforzi istantanei). L'attività fisica può essere svolta in maniera furtiva (salire le scale anziché prendere l'ascensore; parcheggiare l'auto lontano; scendere dall'autobus alla fermata prima; scegliere negozi lontani ed andarci a piedi; portare a passeggio il cane, ecc,) oppure in maniera programmata scegliendo quella più congeniale (camminare a passo svelto; andare in bicicletta; fare nuoto; fare ginnastica aerobica, cyclette, calcetto, pallavolo, tennis, ecc). 20

20 Suggerimenti Iniziare l'attività programmata sempre in maniera lenta e graduale aumentare l'intensità dell'attività fisica quando i muscoli si sono scaldati non bisogna affannarsi né correre durante una camminata veloce decelerare il passo per rilassare la muscolatura l'attività deve essere svolta almeno 3 volte alla settimana ispirarsi sempre alla piramide dell'attività fisica Piramide dell'attività fisica 21

21 22

22 Numero Verde del Servizio Sanitario Regionale: Operatori qualificati rispondono da lunedì a venerdì dalle ore 8:30 alle ore 17:30 il sabato mattina dalle ore 8:30 alle ore 13:30 Sito internet Azienda USL di Ravenna: Stampa a cura del Centro Stampa dell'azienda USL di Ravenna EDITORIA N (stampa: agosto 2012)

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa 50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa Gruppi di N Domanda Risposta argomenti Sintomi 1. Ho 52 anni e sono iperteso. Ultimamente vedo meno bene e l ottico mi ha prescritto degli occhiali.

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Linee guida per un corretto stile di vita

Linee guida per un corretto stile di vita Linee guida per un corretto stile di vita 1 Hanno collaborato alla redazione delle Linee guida : Rosanna Barbieri Angela Bardi Antonio Dispenza Maria Naldini Marina Pacetti Maria Rosa Silvestro Corrado

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un

Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un ??? Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un infarto alcune informazioni utili a condurre la vita di ogni giorno con serenità e consapevolezza. Viene consegnata al momento

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16 Diabete di tipo 2 ed Obesità Serie N.16 Guida per il paziente Livello: facile Diabete di tipo 2 ed Obesità - Serie 16 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera,

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta U.O. Diabetologia, Policlinico Le Scotte Università di Siena GLI INDICATORI: DEFINIZIONE L indicatore è un informazione, quantitativa

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

La nutrizione nel malato oncologico

La nutrizione nel malato oncologico La Collana del Girasole n. 13 La nutrizione nel malato oncologico Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici La Collana del Girasole La nutrizione nel malato oncologico 13 Legenda Per praticità

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Beata vecchiaia. Nel nostro paese è in corso una grande sfida: trasformare la vecchiaia in un periodo della vita

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta PROGRAMMA MINISAL Sottoprogetto ISS www.menosalepiusalute.it MINISAL-GIRCSI BUONE PRATICHE SULL'ALIMENTAZIONE: VALUTAZIONE DEL CONTENUTO DI SODIO, POTASSIO E IODIO NELLA DIETA DEGLI ITALIANI Consumo medio

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Carta del rischio cardiovascolare

Carta del rischio cardiovascolare donne diabetiche Identificato il colore, leggere nella legenda a fianco il livello di rischio. donne non diabetiche Identificato il colore, leggere nella legenda a fianco il livello di rischio. uomini

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria PIÙ ORTAGGI, LEGUMI E FRUTTA Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria Manuale per la formazione dell insegnante Progetto MiPAAF Qualità Alimentare (approvato con D.M. 591/7303/02 del 23/12/2002)

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli