INTEGRATORI ALIMENTARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTEGRATORI ALIMENTARI"

Transcript

1 LA GUIDA DEL CONSUMATORE INTEGRATORI ALIMENTARI TESTI: LAURA GALLI, CLAUDIO LUCCHETTA, ANNAMARIA PAPIRI PROGETTO GRAFICO: CLAUDIA GALLI TEST noi consumatori - anno XV - numero settembre 2003 Direttore: Paolo Landi Direttore responsabile: Francesco Casula Progetto grafico: Claudia Galli impaginazione: Claudio Lucchetta Amministrazione: Adiconsum, Via Lancisi 25, Roma Registrazione Tribunale di Roma n. 350 del Spedizione in abbonamento postale comma 20/c art.2 L. 662/96 Filiale di Roma Stampa: Editall s.r.l., Via R.Gabrielli di Montevecchio 2, Roma Finito di stampare nel settembre 2003 Associato all Unione Italiana Stampa Periodica

2 Introduzione Chi non ha mai avuto la tentazione di acquistare un prodotto dimagrante o un integratore dietetico? Chi non ha mai bevuto una bibita arricchita di vitamine o sali minerali? Il richiamo di una soluzione facile a problemi che ci imporrebbero un regime di alimentazione rigorosamente controllato è forte per tutti, un po perché mangiando spesso fuori casa è difficile seguire una dieta sana e completa, un po perché le cose che più ci piacciono, neanche a dirlo, o fanno male o fanno ingrassare... E allora via alle scorte: barrette sostitutive del pasto per dimagrire, vitamine e sali minerali per rimediare ai pasti poveri che ci siamo concessi nel fast-food, proteine e aminoacidi per far lievitare i muscoli. Il consumo di integratori alimentari e prodotti dietetici cresce a ritmi incredibilmente elevati: la considerazione più comune che i consumatori fanno, davanti alla promessa di effetti miracolosi che occhieggia fra le pagine dei giornali o sugli scaffali dei negozi, è che se anche solo il 30% di quegli effetti si potesse ottenere, sarebbe già molto. Le cose però non stanno così, e se da un lato una buona fetta di quei prodotti non ha e non può avere effetto alcuno, o peggio rischia di danneggiare la nostra salute, dall altro anche quelli basati su uno straccio di principio scientifico possono risultare non efficaci o addirittura nocivi, se non utilizzati correttamente. Infine, non va trascurato il pericolo di buttare via dei soldi, acquistando prodotti ci cui non abbiamo bisogno e che possono essere sostituiti più che degnamente con un alimentazione corretta. Il fitness è una moda? In parte sì, e di grande successo peraltro, da quando la bellezza dei protagonisti di films e spot pubblicitari da irraggiungibile ideale è diventata una realtà, più o meno a portata di mano: con qualche piccolo aiuto, come ci ricordano i chirurghi estetici, i produttori di cosmetici e non ultimi gli spacciatori di sogni in formato barretta o polverina. Lungi da noi l idea di fare moralismo noioso e inutile, quello che ci sta a cuore è che nel consumo legato al fitness e alla bellezza ci sia informazione onesta e imparziale, attenzione per la salute e senso critico. Non sono soltanto i ragazzi e le ragazze a consumare con assiduità questo tipo di prodotti, ma anche i genitori e, incredibilmente, spesso persino i nonni. I ragazzi, però, sono quelli che più spesso fanno sport, frequentano le palestre, curano il corpo e la linea con accanita perseveranza: costi quel che costi. In questa affannosa ricerca di un io dal look invidiabile, gli integratori non servono soltanto a garantire la salute (come nelle speranze degli adulti), ma hanno il compito di estorcere al corpo prestazioni e risultati che vanno oltre i suoi limiti naturali. Così, questa guida nasce pensando ai giovanissimi, che costruiscono oggi il loro stile di vita ed hanno bisogno di elementi validi per considerare obiettivamente quello

3 che la pubblicità e diffuse leggende metropolitane tendono a sopravvalutare. La speranza è che un informazione rigorosa e qualche consiglio pratico possano aiutarli a fare buon uso, se davvero ne hanno bisogno, degli integratori alimentari e dei prodotti dietetici. Agli esperti che ci hanno aiutato nel lavoro di raccolta dati e assistito sul piano scientifico va un caloroso ringraziamento. Sommario GLI INTEGRATORI ALIMENTARI... 5 Cosa sono gli integratori alimentari?... 6 Perché li prendiamo?... 8 I diversi tipi di integratori Gli integratori e lo sport...27 Gli integratori e la dieta dimagrante I pericoli per la salute Quando è opportuno consultare il medico Impariamo a scegliere i prodotti La pubblicità ammessa e quella proibita La legislazione di settore...38 I BENEFICI DI UNA ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA La valutazione del comportamento alimentare Mantenere il peso ottimale Il fabbisogno dell organismo I pasti intelligenti L importanza degli allenatori e degli insegnanti di educazione fisica: educare, informare e consigliare... 51

4 GLI INTEGRATORI ALIMENTARI

5 6 Cosa sono gli integratori alimentari? Secondo la Direttiva Europea 2002/46/CE Si definiscono integratori alimentari i prodotti alimentari destinati ad integrare la dieta normale e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico. Questa definizione un po asettica non rende affatto l idea della ricca, colorata ed esuberante moltitudine di prodotti che fa capolino dagli scaffali dei supermercati, delle farmacie, delle erboristerie e dei negozi specializzati. Vi sono integratori di tutti i tipi: sostitutivi del pasto, a basso contenuto calorico vitaminici sali minerali proteici aminoacidi e derivati Normalmente, i primi vengono assunti per il controllo del peso (è il modo elegante con cui ci parlano della temuta dieta dimagrante), in sostituzione di uno o più pasti giornalieri: vuol dire che quella barretta o quella bevanda devono offrire al nostro organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno, secondo la razione giornaliera raccomandata dall Organizzazione Mondiale della Sanità per ciascuno di essi ed in proporzione al numero di pasti sostituiti. Gli integratori vitaminici dovrebbero essere assunti per compensare stati di carenza patologica o condizioni di assunzione insufficiente con la normale alimentazione. Spesso vengono presi per eccesso di zelo nella cura del proprio benessere, senza alcuna valutazione del bisogno né prescrizione medica. Gli integratori di sali minerali, i proteici e gli aminoacidi sono appannaggio quasi esclusivo di chi pratica sport e perde molti sali con la sudorazione o desidera un apporto proteico supplementare, per favorire lo sviluppo della massa muscolare. Chi frequenta una palestra ha potuto rendersi conto di quanti sportivi fanno uso di integratori, dimenticando che per millenni si è fatto sport mangiando zuppe o spaghetti, con risultati più che apprezzabili.

6 7 Parleremo più avanti del problema della purezza e biodisponibilità di questi nutrienti in forma artificiale, che essendo affidata a dichiarazioni del fabbricante rimane uno dei nodi spinosi della questione. A dispetto del numero esiguo delle categorie di questi prodotti, i negozi più forniti vantano scaffali pieni di centinaia e centinaia di integratori diversi, in combinazioni, dosi e forme di ogni tipo. Un panorama impressionante. Vasetti, barattoli e addirittura fustoni per le polverine magiche da sorbire a cucchiai, confezioni di pillole da inghiottire due a due, tisane, caramelle, finte cioccolate, bevande, barrette il tutto confezionato con cura, a volte per sembrare un farmaco (e dunque per suggerire presunte proprietà terapeutiche), altre volte per sembrare un accattivante sostituto light di snack e pasti ben più calorici. Il risultato? Un consumatore su due lo prova, vinto dalla pubblicità martellante, roso dai dubbi sull adeguatezza di quello che mangia e che fa per il suo benessere fisico e la sua linea, desideroso di poter dire che, almeno, ha fatto tutto il possibile. Non che sia un errore il voler bene al proprio corpo, ma siamo proprio sicuri che sia questo il modo? Il nostro viaggio attraverso il variegato mondo degli integratori alimentari parte da una conoscenza più approfondita della composizione, delle proprietà nutritive e degli effetti fisiologici di ciascuna famiglia di integratori. Vedremo poi come vengono proposti in commercio (forma, modo di somministrazione, dosi e raccomandazioni), come vengono pubblicizzati in modo diretto e indiretto, come acquistarli, se e quando ne avessimo bisogno, in modo critico e consapevole. Per prima cosa procediamo alla valutazione del bisogno. Perché li prendiamo?

7 8 Perché li prendiamo? Abbiamo detto che l alimentazione moderna subisce gli effetti, non sempre positivi, di uno stile di vita a volte frenetico, in cui c è poco tempo per mangiare, poco tempo per preparare i cibi, poco tempo per approvvigionare quotidianamente la dispensa con prodotti freschi. E poi si mangia spesso fuori casa. Per queste ragioni ci nutriamo con prodotti conservati, precucinati, manipolati dall industria di trasformazione alimentare in forme magari attraenti e di sapore gustoso, ma povere di nutrienti buoni e ricche di grassi di cattiva qualità. La nostra tradizionale dieta mediterranea, ricca di carboidrati e verdure cotte e crude, frutta e olio di oliva, considerata in tutto il mondo come un esempio di alimentazione completa, sana e capace di prevenire obesità e malattie cardiovascolari, va scomparendo in favore preparazioni decisamente più simili al fast food americano che ai manicaretti della nonna. Visto che il livello di cultura, informazione e consapevolezza dei consumatori fortunatamente si accresce, a queste abitudini alimentari che cambiano negativamente si accosta la ricerca di un corretto apporto nutrizionale, in funzione del mantenimento di un peso ideale e della pratica sportiva, sempre più diffusa. La soluzione del rebus? Gli integratori. Mangiare male e disordinatamente, magari troppo, si può... se si adottano opportuni correttivi, magari costringendo il nostro organismo a periodiche e faticose astinenze da cibo e gonfiandolo di nutrienti in pillole. Una ricetta che i medici, non a torto, sconsigliano. È vero che una dieta troppo povera di vitamine potrebbe causare patologie più o meno gravi. Ma è anche vero che nelle società avanzate e superalimentate come la nostra da molti anni non si registrano (in numero apprezzabile) casi di carenza da alimentazione insufficiente. Sarebbe dunque il caso di correggere la composizione della dieta e, solo se proprio non si riesce a farlo (a causa magari di allergie,

8 9 intolleranze o rifiuto di alcuni cibi), potrebbe rendersi necessario integrarla artificialmente, ma sotto il controllo del medico. È anche vero che un intensa sudorazione priva il nostro organismo, insieme a molte tossine che lo avvelenano, anche di preziosi sali minerali: reintegrarli può essere opportuno, con moderazione e qualche accortezza, se frutta e verdura in quantità adeguata non possono essere assunte in tempi ragionevolmente brevi per favorire il recupero. Decisamente più complessa è la valutazione degli integratori proteici e degli aminoacidi: abbiamo chiesto ad un istruttore di body building a chi consiglia di prendere questi integratori e perché, poi abbiamo sentito il parere di un medico sportivo e nutrizionista autorevole. Stefano Scorsino, istruttore di Body Building e culturista agonistico, si sta laureando in Biologia: per la sua competenza specifica e per la sua esperienza di atleta e allenatore lo abbiamo intervistato. Quanti sono tra i ragazzi che fanno body building quelli che prendono qualche tipo di integratore alimentare? Quasi tutti prendono qualche integratore, magari soltanto vitaminico o minerale. Quelli che sistematicamente integrano la dieta, magari con proteine, aminoacidi e creatina sono soprattutto i maschi, in particolare quel 30% che vuole andare oltre l attività di fitness e vuole crescere molto con la massa muscolare. Quando qualcuno li prende e nega, per far sembrare che i risultati sono tutto merito del duro lavoro e basta, me ne accorgo sempre! Non parliamo poi di quelli che prendono gli anabolizzanti (vietati, ndr) Di solito ti chiedono consiglio per valutare il bisogno? Tutti o quasi chiedono un consiglio: a me, ma spesso anche al negoziante dove acquistano gli integratori. C è sempre qualcuno, però, che preferisce fare di testa propria : di solito sono quelli che praticano questo sport da qualche anno e ritengono di saperne già abbastanza. Hai la sensazione che tutti o quasi seguano i consigli o che tendano ad aggiustare le dosi, magari esagerando, per accelerare i risultati? All inizio quasi tutti seguono i miei consigli, poi però, quando iniziano a vedere risultati incoraggianti, si esaltano e aumentano le dosi pensando di accelerare lo sviluppo muscolare, ma esagerano inutilmente: non serve davvero e può fare male. Chi è che ha bisogno di un integratore alimentare pur alimentandosi correttamente e con attenzione alle sue esigenze di sportivo e a quale soglia di intensità e frequenza dell attività sportiva?

9 Non è tanto un problema di intensità e frequenza, per quella basterebbe una dieta alimentare specifica per recuperare le perdite e rifornire l organismo di energia e nutrienti in misura proporzionata al maggior bisogno. Sicuramente, però, il discorso è diverso per chi vuole raggiungere risultati importanti di sviluppo della massa muscolare: senza integratori oltre un certo limite non si va, anche con un allenamento intenso e quotidiano. Quali sintomi ci fanno capire che abbiamo bisogno di integrare la dieta? Può essere riconoscibile uno stato di carenza? La carenza vera e propria si riconosce da sintomi come stanchezza, affaticamento e sensazione di avere poca energia durante gli allenamenti: vuol dire che il nostro metabolismo non è sufficientemente rifornito dei nutrienti di cui ha bisogno per il lavoro che svolge. Per l integrazione della dieta in funzione dello sviluppo della massa muscolare, invece, si vede proprio quando è opportuno, è la mia esperienza di istruttore e di culturista che mi fa capire subito quando il fisico della persona ha raggiunto il suo limite di sviluppo e non va oltre senza gli integratori. 10 Tu quali integratori o associazioni di integratori consigli a chi pratica attività sportiva di medio livello, in modo non professionale, diciamo due o tre volte la settimana? Vanno bene per tutti le vitamine e i minerali (potassio, calcio, magnesio); consiglio anche creatina (sempre a cicli, mai ininterrottamente), glutammina e proteine in dosi adeguate, per chi vuole crescere. Prima di tutto bisogna valutare la dieta, migliorarla con l aiuto delle tabelle nutrizionali che ci permettono di calcolare gli apporti quotidiani di nutrienti introdotti con gli alimenti, poi valutare la supplementazione necessaria. Le quantità e le proporzioni variano molto in funzione della corporatura (peso), della condizione fisica e del tipo di allenamento. Comunque le dosi si aggiustano spesso in corso di trattamento, a seconda dei risultati. Chi comincia a prendere integratori poi di solito li prende sempre? Dipende. Gli sportivi di solito, finché praticano, integrano la dieta. Ci sono poi molte persone che attraversano periodi di entusiasmo e dedizione totale a questo sport, durante i quali integrano sistematicamente la dieta con maniacale attenzione, poi si stancano e iniziano a dedicarsi sia all allenamento che alla dieta con discontinuità. Tu ne hai usati? In che misura ti hanno aiutato a conseguire i tuoi risultati atletici? Si, ho preso e prendo regolarmente integratori alimentari (solamente quelli ammessi, beninteso) e li considero indispensabili per il raggiungimento dei risultati. Hai mai avuto disturbi collegati all uso di un integratore? Conosci effetti collaterali degli integratori normalmente in commercio?

10 No, non ho avuto mai disturbi né effetti collaterali. So che chi esagera ha avuto malessere e non ha migliorato i risultati atletici, ma non ho notizia di danni permanenti alla salute. Una dieta iperproteica può danneggiare l organismo? A quali livelli si comincia ad eccedere? Si, può danneggiare i reni, ma credo soltanto per le persone che hanno già problemi di efficienza renale o una certa predisposizione. Bisogna bere molto, almeno 3-4 litri di acqua al giorno, per aiutare l organismo a smaltire le scorie, come l azoto. Per i livelli di assunzione, io consiglio almeno 2/2,5 grammi al giorno di proteine per chilogrammo di peso corporeo (totali, incluse quelle assunte con gli alimenti): sono più elevati i livelli che raccomando per i culturisti e chi si allena molto intensamente, tutti i giorni, cioè quelli che vogliono risultati e performance ottimali. Queste dosi risultano dalla mia esperienza di tutti i giorni, anche se i nutrizionisti limitano a 1-1,5 grammi al giorno l assunzione massima. Può succedere che smettendo di utilizzare un integratore, ad esempio perché se ne sconsiglia l uso prolungato, si senta la differenza, cioè che il corpo non ce la fa a recuperare o che si sente stanchezza fisica...? Si, certo. Chi prende la creatina, ad esempio, sente la differenza nei periodi di sospensione del trattamento, perché ha meno energia. Comunque non danno alcuna assuefazione. 11 Seguire il consiglio di un medico, se non è specialista di medicina sportiva o dietologo, è sempre utile per valutare il bisogno e il dosaggio di un integratore? Io penso di no, perché il medico di solito, se non è un medico sportivo che conosce bene la nostra disciplina e le esigenze di chi la pratica, sconsiglia del tutto o quasi di prendere gli integratori. E poi il medico generico ne sa normalmente poco. Gli istruttori nel loro percorso di formazione vengono anche informati adeguatamente sugli integratori, secondo te, o è una competenza che ciascuno di voi è costretto a costruire da sé? Normalmente la materia alimentazione e supplementazione è inclusa nei corsi di preparazione e di aggiornamento, ma non sempre si tratta di corsi qualificati e di buon livello, che approfondiscono la materia. Normalmente siamo sportivi ed appassionati anche noi, quindi ci informiamo in modo autonomo, leggendo o parlando con esperti. Ritieni che ci siano fonti scientifiche attendibili e complete di informazione? Si, le informazioni ci sono, ma come per tutte le discipline scientifiche escono ogni giorno nuovi studi e risultati di ricerca, bisogna tenersi aggiornati.

11 Ricevete materiale pubblicitario, informatori scientifici o altre forme di promozione indiretta dell uso di integratori? Materiale pubblicitario e informatori scientifici no, ma passano i rappresentanti delle aziende produttrici di integratori, nelle palestre dove sono in vendita questi prodotti. Poi ci sono gli sponsor delle manifestazioni e degli eventi (gare, esibizioni). Pensi che la pubblicità degli integratori sulle riviste specializzate per sportivi e amanti del fitness sia ingannevole nel promettere efficacia e risultati? Si, è spesso ingannevole, perché lascia credere che la supplementazione con gli integratori da sola possa garantire i risultati, quasi indipendentemente dall allenamento! Invece bisogna lavorare sodo, altro che proteine Pensi che questa pubblicità andrebbe regolamentata in qualche modo? Si, è ingiusto che inganni le persone: magari per noi che siamo esperti, che conosciamo i prodotti, gli effetti fisiologici e i limiti non cambia niente, ma per i ragazzi e le persone più ingenue è diverso. 12 Pensi che la vendita andrebbe riservata a personale esperto, come per i farmaci? Che ne pensi degli scaffali self-service dei grandi magazzini e negozi di sport? E delle erboristerie? No. Va bene così com è, il sistema di distribuzione. Perché c è concorrenza e mantiene i prezzi ad un livello normale, ma anche perché alcune persone preferiscono acquistarli a self-service o nei negozi specializzati per gli sportivi, si vergognerebbero a chiederli in farmacia. Per me non è necessario limitare la vendita, magari basta fare più informazione. Cosa consigli di verificare, per riconoscere un buon prodotto da un prodotto inefficace o potenzialmente dannoso? Non è facile riconoscere dall etichetta o dalla pubblicità un buon prodotto o un buon produttore, bisogna conoscerli. Vanno sicuramente preferite le aziende produttrici vere e proprie (ovvero le case farmaceutiche più note) a quelle che si limitano ad importare, confezionare e distribuire prodotti che magari non danno adeguate garanzie: è rischioso il voler risparmiare a tutti i costi. Meglio chiedere consiglio a chi ha esperienza, come l istruttore in palestra. Per concludere, cosa vorresti dire ai ragazzi e alle ragazze che leggono questa guida? Di mangiare bene, in modo equilibrato e sano, e di lavorare sodo negli allenamenti. Perché i risultati vanno sudati, nel vero senso della parola!

12 Il prof. Giovanni Caldarone è stato Direttore dell Istituto di Scienza dello Sport del C.O.N.I. ed è uno dei massimi esperti di medicina dello sport e nutrizione. Lo abbiamo incontrato per confrontare il parere di un medico con quello dell istruttore di body building. E, a quanto pare, non si trovano d accordo. Quanti, tra i ragazzi che fanno sport, prendono integratori di qualche tipo? Una recente ricerca promossa dal comune di Roma con la collaborazione di medici sportivi e psicologi, su un campione di oltre ragazze e ragazzi di alcune scuole di Roma e Provincia, di età compresa fra i 7 e i 12 anni, ha messo in evidenza che circa il 7-10% di loro fa uso abituale di creatina e aminoacidi. Fra questi è alta la percentuale di ragazzi che in precedenza avevano abbondantemente fatto uso di integratori più semplici quali vitamine e sali minerali. Tutto ciò per dare una misura di quanto grande sia la diffusione di questa cattiva pratica e delle elevate percentuali di giovani, ragazzi e finanche bambini cosiddetti sportivi, che assumono integratori di svariata natura. Fra l altro, la metodologia di allenamento di bambini e ragazzi in tutti gli sport non prevede carichi di lavoro muscolare di intensità tale da giustificare l integrazione della normale razione alimentare, con integratori presi all esterno dell abituale regime dietetico. Chi è allora che ha bisogno di integrare la dieta alimentare con un supplemento di nutrienti? C è una linea di demarcazione nello sport, oltre la quale bisogna pensare agli integratori? Esistono condizioni di sforzo estremo, di allenamenti intensi e ripetuti, di eventi agonistici ravvicinati, di impegni psicofisici in condizioni climatiche e ambientali particolarmente avversi, in cui si rende necessario supplementare il regime alimentare con opportune e mirate integrazioni, ma la prescrizione deve essere affidata a medici esperti di nutrizione sportiva, in grado sia di valutare l efficienza dell integrazione, sia di conoscere e di prevenire effetti secondari, specie nel caso di ricorso a dosi elevate. Quanto a soggetti in età evolutiva, se in buona salute e se alimentati in maniera corretta ed adeguata, possono tranquillamente praticare la loro attività sportiva senza far ricorso ad alcuna integrazione. Noi siamo sempre e comunque per una prescrizione responsabile da parte del medico, quando deve consigliare sostanze biologicamente attive, quindi sia farmaci che integratori o anche semplici nutrienti, assunti al di fuori del normale regime alimentare. 13 A quali disagi, carenze, disturbi risponde un integratore alimentare? Nel nostro Paese, come in tutti quelli socio-economicamente avanzati non vediamo più da diversi decenni i danni e le patologie da carenze alimentari. Tuttavia esistono condizioni particolari, e l intenso e ripetuto impegno sportivo è fra queste, in cui il medico può intervenire sia in fase di prevenzione che di terapia, con opportuni aggiustamenti dietetici e anche con una adeguata e mirata integrazione. Ma, sia per riconoscere queste situazioni, penso per esempio alla sindrome di

13 over-trainig (sovrallenamento), sia per impostare corrette misure preventive e teraupetiche, si impone la figura del medico esperto e responsabile. Un integratore, un associazione di integratori, dosi e tempi come ci si orienta? Purtroppo spesso questa assunzione è consigliata da personale scarsamente qualificato, o anche semplicemente poco esperto di nutrizione e delle necessità metaboliche dell esercizio fisico in generale. Per contro, chi assume integratori ha più chiaro il concetto di quantità che di qualità, tant è che il più delle volte ritiene che per avere migliori risultati deve assumere qualsiasi integratore purché in dosi generose, spesso largamente al disopra di quelle massime consigliate. Il concetto di dose se è valido ed indispensabile per i farmaci, lo è nella stessa misura per gli integratori. Non è un caso che, per molti integratori distribuiti in farmacia, nel foglietto interno sia scritto ben in chiaro che vanno evitati nei ragazzi al di sotto dei 12 anni, nelle donne in gravidanza, nei soggetti affetti da patologie epatiche e renali. 14 Chi assume integratori quasi mai lamenta disturbi. Quali sono i rischi per una assunzione impropria e prolungata di integratori? I disturbi a breve termine sono in genere correlati alle megadosi ; i danni a medio e lungo termine sono correlati ad assunzione impropria e prolungata degli integratori. Questi danni sono tanto maggiori quanto più si tratta di soggetti in età a rischio e/o portatori di altre patologie, talvolta sconosciute. Comunque sia, i processi di riconoscimento di una sostanza che proviene dall esterno, di trasformazione della stessa, di assorbimento e infine di eliminazione, impongono all organismo un lavoro metabolico impegnativo e fra l altro dosedipendente. Del resto, anche se eccediamo con un cibo, mettiamo in difficoltà il nostro organismo: immaginiamo quello che può accadere quando per lungo tempo gli somministriamo un qualsivoglia integratore di cui non ha assoluto bisogno! Ben più grandi poi sono i danni quando, oltre a far uso di integratori, si fa uso anche di ormoni, farmaci anabolizzanti e altre sostanze, per aiutare la costruzione e la potenza dei muscoli. Qui si arriva a danni gravi e in casi estremi (è già accaduto purtroppo!) alla morte. La creatina è veramente utile ed innocua come dicono? La creatina è una sostanza che in parte assumiamo dai cibi e in parte è prodotta dal nostro organismo. La creatina fosforilata (creatinfostato) è utilizzata dal muscolo per le contrazioni di brevissima durata e di elevata intensità. Nell esercizio fisico pertanto si consuma creatina, che peraltro è in generale ampiamente ripristinata sia dall organismo, sia dal regime dietetico abituale. Tuttavia esistono particolari situazioni di allenamento in cui può risultarne utile l uso, ma senza superare i dosaggi consigliati (3-6 g/die) e per periodi non superiori ai 30 giorni. Ne è sconsigliato l uso nei ragazzi sotto i dodici anni e nelle donne in gravidanza. Per

14 l abuso di creatina e per le megadosi sono descritti danni rilevanti a carico di diversi organi ed apparati. Un consiglio sull opportunità di assunzione di integratori o sulle dosi va richiesto ad un istruttore/allenatore sportivo o ad un medico? I giovani istruttori e i laureati in Scienze Motorie sono a conoscenza degli effetti fisiologici degli integratori e la eventuale correlazione con la performance, ma mancano di una conoscenza scientifica e clinica e delle conseguenze patologiche sull organismo. Il medico sportivo e più ancora il nutrizionista sportivo è la figura professionale in grado di mettere insieme il perseguimento del risultato sportivo con la tutele della salute e del benessere delle persone. Noi inseguiamo da tempo il progetto di dotare tutti i centri sportivi di un dietista, un professionista di riferimento cui ricorrere per tutti i problemi di educazione alimentare, riguardo al particolare aspetto nutrizione ed attività fisica. Insomma gli integratori alimentari fanno bene o fanno male? Nessun integratore da solo è in grado di procurare assoluto benessere o di far vincere una medaglia olimpica, ma stili di vita impropri, scorretta alimentazione, carichi di allenamento inadeguati, possono attivare una concomitanza di fattori di rischio, le cui conseguenze possono presentarsi anche dopo diversi anni. Impariamo piuttosto a gestirci con buon senso, rispettando i limiti che la natura ci ha imposto, senza rincorrere stereotipi di facciata, che nulla hanno a che fare con i benefici e con l etica della pratica sportiva. 15

15 I diversi tipi di integratori Prima di addentrarci nell esame delle diverse categorie di integratori e del loro effetto fisiologico, verificando anche se e come quest ultimo sia ottenibile in economia e sicurezza con una dieta alimentare variata, poniamoci tre domande fondamentali: gli integratori servono davvero? gli integratori hanno realmente gli effetti promessi? gli integratori sono sicuramente innocui per la nostra salute?...perché se effettivamente hanno un effetto fisiologico verificabile, allora vanno considerati alla stregua di farmaci (riflettendo bene sulla loro pretesa innocuità!) e come tali devono essere presi solo dopo attenta valutazione medica. 16 Prodotti finalizzati all integrazione energetica Questa prima categoria di prodotti indicata dalle Linee Guida del Ministero della Sanità (Circolare 7 giugno 1999, n.8) può avere, come del resto quella successiva degli integratori idro-salini, un bacino di utenza più ampio delle altre. L attività fisica, infatti, è generalmente caratterizzata da un incremento del dispendio di energia e può quindi giustificare il ricorso agli integratori energetici.

16 Gli integratori di questo gruppo sono a base di zuccheri semplici e composti integrati con vitamine del gruppo B e vitamina C. Possono contenere anche grassi con finalità energetica, integrati con vitamina E. Sebbene l uso di questi prodotti non vada soggetto a particolari restrizioni, va ribadito che si può ottenere un adeguata integrazione energetica anche consumando cibi comuni, come ad esempio pane e marmellata, biscotti, dolci da forno. Alimenti come i cereali e le patate forniscono energia sotto forma di carboidrati (detti anche glucidi o zuccheri) ma contengono anche proteine di medio valore biologico (povere di alcuni aminoacidi essenziali), alcune vitamine del gruppo B (in particolare vit.b 1 ) e vitamina PP. Si tratta di alimenti prevalentemente energetici, indispensabili per l espletamento di tutte le attività involontarie (battito cardiaco, respirazione, digestione, mantenimento della temperatura corporea, ecc.) e volontarie (lavoro, movimento, ecc.), particolarmente per lo svolgimento dell attività sportive. Generalmente, per fornire l energia necessaria ad un livello di attività medio, occorre assumere 3 o 4 porzioni al giorno di alimenti energetici, riportati nella tabella che segue. Nel caso di un attività fisica particolarmente impegnativa, una buona integrazione energetica può essere raggiunta variando opportunamente il peso o il numero delle porzioni. 17 Pane 100 g. Pasta dl semola 75 g. Pasta all uovo 80 g. Pizza bianca 155 g. Pizza con pomodoro 125 g. Riso 75 g. Panini all olio 110 g. Biscotti 75 g. Brioches 110 g. Grissini 95 g. Patate 355 g. Semolino 80 g. Polenta 80 g. Corn flakes 75 g. Crackers 80 g.

17 La caratteristica degli integratori alimentari energetici (barrette, cioccolate ecc.) è quella di fornire energia prontamente disponibile, il cui apporto in prossimità dello sforzo fisico può essere opportuno. Alcuni degli alimenti sopra indicati richiedono una lenta fase digestiva, non compatibile (in concomitanza) con l attività fisica. Tuttavia, spesso si dimentica che il principale apporto di cui l organismo necessita con urgenza quando fa sport è quello dell acqua, alla quale dunque va data assoluta priorità. Mentre la reintegrazione energetica può essere rimandata quasi sempre senza alcun disturbo, rimandare la reidratazione può avere effetti negativi per l organismo (perdita di potenza e di resistenza, disidratazione con conseguenze metaboliche anche gravi). Prodotti con minerali destinati all integrazione idrosalina Le contrazioni muscolari che accompagnano l attività sportiva sono sostenute da processi chimici che producono calore all interno delle cellule del nostro corpo. In risposta a questo fenomeno l organismo reagisce producendo sudore, che evaporando assorbe il calore in eccesso permettendo di mantenere costante la temperatura dei tessuti sottostanti. 18 Con il sudore oltre all acqua vengono eliminati anche sali minerali, e gli integratori di questa categoria contengono appunto gli elettroliti necessari a reintegrare le perdite. Vi troviamo anche un certo quantitativo di zuccheri, e in alcuni casi vitamina C e altri nutrienti. Anche per questi prodotti, come per quelli della categoria precedente, il consumo non richiede particolari precauzioni. All accresciuto fabbisogno di sali minerali si può comunque far fronte anche con delle bevande preparate in casa, ad esempio diluendo succhi di frutta con acqua, per ridurre la concentrazione di zuccheri. Anche la frutta fresca, gli ortaggi e le verdure sono in grado di fornire i sali minerali necessari, oltre al carotene (precursore della vitamina A), alla vitamina C e alla fibra alimentare. Nella dieta giornaliera si consiglia di inserire sempre almeno due porzioni, una per ciascuno dei pasti principali, di verdura cotta o cruda, ed almeno due porzioni di frutta fresca. Visto il modesto apporto calorico di questi alimenti, inoltre, un incremento del loro consumo per compensare l eventuale maggior fabbisogno di sali o di vitamine non comporta particolari problemi dal punto di vista del bilancio energetico della nostra dieta. Un abuso di integratori idrosalini può affaticare i reni e risultare inutile (l organismo non assimila e non metabolizza i nutrienti in eccesso). Inoltre, molte bevande pubblicizzate come integratori di sali minerali sono ricchissime di zucchero che, oltre a ritardare l assorbimento dell acqua (assolutamente necessaria), viene spesso sottovalutato nel computo delle calorie ingerite complessivamente con la dieta.

18 Prodotti finalizzati all integrazione di proteine, di aminoacidi e derivati Questi prodotti tendono a soddisfare un accresciuto fabbisogno plastico dell organismo ed a questo scopo forniscono il materiale da costruzione per i tessuti muscolari: le proteine (o gli aminoacidi, che sono le loro unità costitutive di base). La categoria degli integratori aminoacidici è suddivisa in tre parti: prodotti a base di aminoacidi ramificati (leucina, isoleucina, valina); prodotti a base di aminoacidi essenziali, ossia aminoacidi che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente partendo da molecole più semplici (qui incontriamo di nuovo valina, leucina e isoleucina, ma anche lisina, metionina, fenilalanina, triptofano, treonina, istidina); prodotti a base di derivati degli aminoacidi (in particolare la creatina). L attività sportiva, anche senza considerare gli eccessi della pratica culturista, normalmente si giova di un incremento della massa e della potenza muscolare: questo aiuta a capire (ma non giustifica) il fatto che gli integratori proteici e di aminoacidi o derivati siano stati elevati al rango di necessaria supplementazione, da quando la dieta degli sportivi dalla semplice funzione di garanzia per la salute e l efficienza del corpo è stata destinata ad esasperare la prestazione, dando vita al fenomeno del cosiddetto doping alimentare. 19 Contrariamente a quanto detto per le prime due categorie di integratori (energetici e idrosalini), i prodotti di questo tipo non possono essere somministrati senza precauzioni: deve essere il medico a valutarne la necessità e a prescriverne l assunzione specificando dosi e tempi, tenendo conto del peso corporeo, delle condizioni di salute e della dieta del suo assistito. Ne consegue, ovviamente, che posologia e tempi di assunzione variano da caso a caso e non possono dunque essere trasferite da un soggetto all altro senza ascoltare il parere di un medico. In ogni caso, ed è obbligatorio riportarlo in etichetta, il loro uso è controindicato nei casi di patologia renale, epatica, in gravidanza e al di sotto dei 12 anni. Il fabbisogno proteico della popolazione generale è stimato in ragione di 0,7-1,0 grammi per chilo di peso corporeo. Vale a dire che una persona di 70 kg ha bisogno di circa grammi di proteine al giorno, forniti dalla normale razione alimentare.

19 In condizioni particolari, il fabbisogno può aumentare anche significativamente, ad esempio durante la gravidanza, l allattamento, o nello svolgimento di attività sportive di particolare impegno, ma in ogni caso un apporto proteico pari a 1,4-1,7 g./kg p.c./giorno (circa grammi al giorno, per una persona di 70 kg) è sicuramente idoneo a soddisfare le necessità della maggior parte degli atleti, anche professionisti. Un integrazione di questo tipo può essere facilmente ottenuta adeguando la dieta, senza il ricorso a prodotti artificiali. Nella tabella che segue, allo scopo di semplificare i calcoli, si riporta il contenuto proteico di alcuni alimenti. I valori sono espressi in grammi di proteine presenti in 100 grammi di parte edibile. 20 Alimento Proteine (grammi) Carne, pesce e uova Fesa tacchino 24 Petto di pollo 23 Lombata/costata vitellone 21,5 Agnello 21 Vitello 21 Bresaola 32 Prosciutto crudo 27 Bistecca maiale 21 Spigola 17 Tonno fresco 21,5 Polpo 11 Filetti di orata 21 Sarda 21 Uovo intero 12 Latte e derivati Latte/yogurt parz. scremato 3,5 Caciocavallo 38 Caciotta pecora 28 Fontina 24,5 Fior di latte 17 Parmigiano 33,5

20 Pecorino Sicilia 29 Provolone 28 Scamorza 25 Legumi Ceci secchi 21 Fagioli secchi 23 Fave secche 27 Soja secca 37 Piselli freschi 13 Cereali e derivati, patate Pasta di semola 11 Pasta uovo secca 13 Riso brillato 7 Riso integrale 7,5 Pane 9 Pane integrale 7,5 21 Fette biscottate 11 Cornflakes 7 Biscotti secchi 8 Biscotti di soja 11,5 Savoiardi 12 Panettone 6 Mais 4 Patate 2 Carne, pesce e uova, oltre a fornire un elevato quantitativo di proteine ricche in aminoacidi essenziali, sono preziosi anche per il loro contenuto in ferro ed in vitamine del gruppo B (soprattutto B 12 ). Il ferro, in particolare, nella carne si trova in grandi quantità e nella forma meglio assimilabile per il nostro organismo: il gruppo eme della proteina emoglobina. Anche il latte e i suoi derivati si caratterizzano per il loro contenuto in proteine di alto valore biologico (cioè ricche in aminoacidi essenziali) ed in vitamine del gruppo B (in particolare vitamina B 2 ). Essi però si differenziano dagli altri alimenti spe-

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

L'alimentazione nel giovane sportivo

L'alimentazione nel giovane sportivo L'alimentazione nel giovane sportivo Dr.ssa Sara Perrotta Biologa Nutrizionista Le abitudini alimentari sono in grado di influenzare in maniera significativa la capacità individuale di realizzare una determinata

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana ATTIVITÀ SPORTIVA ENDURANCE ALIMENTAZIONE 2 1 ADEGUATO APPORTO DI TUTTI

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica deve fornire la corretta quantità in nutrienti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, in modo che l organismo dell individuo non debba ricorrere ad

Dettagli

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano

10/02/2015. Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione. SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Dott. Luca Belli Biologo Nutrizionista Specialista in Scienza dell Alimentazione SIAN ASUR Marche AV2 Fabriano Consigliere Nazionale SINSeB Docente Università di Camerino Stato nutrizionale Bilancio energetico

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

SUPPORTO NUTRIZIONALE ALLA PREPARAZIONE ATLETICA Silvia Pogliaghi

SUPPORTO NUTRIZIONALE ALLA PREPARAZIONE ATLETICA Silvia Pogliaghi Seminario sul tema: La Preparazione Fisica nel Rugby: Sport di Accelerazioni Ripetute Federazione Italiana Rugby Centro Studi FIR Lunedì 14 Gennaio 2008, ore 14.30 Facoltà di Scienze Motorie, Verona Università

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

La nutrizione nello sport

La nutrizione nello sport La nutrizione nello sport Una corretta alimentazione deve coprire in modo ottimale il fabbisogno energetico e plastico di un individuo, tenendo conto della fase di accrescimento, dell attività muscolare

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA.

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. INTRODUZIONE Da un indagine condotta dal CONI Provinciale di Milano, risulta che 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e obesi. Ciò è dovuto soprattutto ad abitudini alimentari errate e a un eccessiva sedentarietà.

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA NOI E IL CIBO Per crescere servono calorie e principi nutritivi e la nutrizione della prima parte della vita influisce sull

Dettagli

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente).

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). Alimentazione e Competizione 1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). 2) Alimentazione pre-gara Nelle discipline di lunga durata (> 60-90 minuti),

Dettagli

Alimentazione ed integrazione nello sportivo

Alimentazione ed integrazione nello sportivo Alimentazione ed integrazione nello sportivo ITALO GUIDO RICAGNI Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra

Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra Modello alimentare italiano e Stili di Vita Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra Dott.ssa Carla Favaro Specialista in scienza dell alimentazione Dottore di ricerca in Nutrizione

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

UBALDO GARAGIOLA CAPITOLO 1 DALLA TEORIA ALLA PRATICA

UBALDO GARAGIOLA CAPITOLO 1 DALLA TEORIA ALLA PRATICA UBALDO GARAGIOLA CAPITOLO 1 DALLA TEORIA ALLA PRATICA Scopo di questo volumetto è quello di fornire alcuni esempi tratti dall esperienza personale per consentire a tutti di verificare come si possa costruire

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero

Carboidrati circa 55-60% dell'introito calorico giornaliero Qualunque cibo introdotto nel corpo umano viene trasformato, tramite reazioni chimiche, nei suoi costituenti elementari che sono proteine, lipidi, carboidrati, vitamine, minerali e acqua, perché è solo

Dettagli

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top Questo E-book è di proprietà di Ivan Ianniello. Questo E-book non può essere copiato, venduto o usato come contenuto proprio in nessun caso, salvo previa concessione dell'autore. L'Autore non si assume

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori alimentari, nella vita quotidiana, sono prodotti specifici che favoriscono l'assunzione di sostanze quali macronutrienti (carboidrati e proteine)

Dettagli

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA INTRODUZIONE Un corretto regime alimentare è in grado di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un individuo sano. Esistono casi in cui è necessario

Dettagli

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ NUTRIENTI (O PRINCIPI NUTRITIVI): PROTEINE LIPIDI CARBOIDRATI VITAMINE ACQUA MINERALI CON FUNZIONE: PLASTICA ENERGETICA BIOREGOLATRICE PROTEINE LUNGHE CATENE DI

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008 Dimmi come mangi Codice 1 2 3 1. Inserisci qui l iniziale del nome di tua mamma 2. Inserisci qui le ultime tre cifre del

Dettagli

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE In qualità di Presidente del mi sento in dovere di portarvi a conoscenza di alcune interessanti e basilari concetti per una corretta alimentazione dei nostri figli.

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità

UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità Guaranà Ginseng siberiano Ma-Huang Tibulus silvestris Creatina Carnitina - Proteine AminoAcidiRamificati (BCAA) Vitamina A Ferro

Dettagli

Aspetti pratici dell alimentazione del calciatore dilettante

Aspetti pratici dell alimentazione del calciatore dilettante AIAC Associazione Italiana Allenatori Calciatori Grosseto Aspetti pratici dell alimentazione del calciatore dilettante Dott. Marco Buccianti Dietista consulente settore giovanile FC Grosseto calcio 2006/2007

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

L alimentazione e l allenamento del calciatore

L alimentazione e l allenamento del calciatore L alimentazione e l allenamento del calciatore 1. Come alimentarsi nel precampionato 2. Come alimentarsi durante il campionato 3. L alimentazione del giovane calciatore 4. Differenze tra calciatore professionista

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Mente sana in un corpo sano. Come sempre, la saggezza antica non commette errori: camminare, andare in bicicletta, passeggiare,

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di

Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche Scienze

Dettagli

Introduzione GIOVANNI IL BIBLIOTECARIO

Introduzione GIOVANNI IL BIBLIOTECARIO Caso clinico Introduzione GIOVANNI IL BIBLIOTECARIO Anagrafica Maschio 54 anni Singl Professione: bibliotecario Hobby: lettura, musica Sport: ha praticato da giovane il ciclismo e sci da fondo Vive a San

Dettagli

Lezione di alimentazione. Corso FALC ARG1 2010

Lezione di alimentazione. Corso FALC ARG1 2010 Lezione di alimentazione Claudio Caldini i Una corretta alimentazione non è sufficiente per vincere una gara ma un alimentazione insufficiente può sicuramente farla perdere Prof. Giuseppe Masera Responsabile

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE È considerato lattante un individuo fra 0 e 1 anno di età. Le esigenze e quindi gli apporti nutrizionali in questa fase della crescita sono correlati a caratteristiche

Dettagli

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI

SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE ALIMENTAZIONE NELL ANEMIA DI BAMBINI E ADOLESCENTI L anemia: cos è? Il termine anemia indica la diminuzione del numero dei globuli rossi o dell emoglobina, dovuta a perdita o insufficiente produzione di sangue. Questo termine viene usato impropriamente

Dettagli

Gianluca Tognon. Biologo, specialista in scienza dell alimentazione www.studiotognon.net

Gianluca Tognon. Biologo, specialista in scienza dell alimentazione www.studiotognon.net Gianluca Tognon Biologo, specialista in scienza dell alimentazione www.studiotognon.net L ABC DELL ALIMENTAZIONE: I GRUPPI DI ALIMENTI Gruppo 1: CARNI, PESCI, UOVA Proteine nobili, Ferro, alcune Vitamine

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

PUBBLICITA DEI PRODOTTI DIETETICI E DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI Fiammetta Malagoli

PUBBLICITA DEI PRODOTTI DIETETICI E DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI Fiammetta Malagoli PUBBLICITA DEI PRODOTTI DIETETICI E DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI Fiammetta Malagoli Dato l approssimarsi della stagione estiva, diventa d attualità esaminare la pubblicità di prodotti dietetici e dimagranti

Dettagli

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU Per la formulazione delle tabelle dietetiche sono state

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

Presentazione. [Digitare il testo]

Presentazione. [Digitare il testo] Presentazione Il Menù scolastico rappresenta il frutto di un lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi con l obiettivo di rimodulare la varietà delle pietanze nell ottica di una dieta bilanciata. Tiene

Dettagli

la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari

la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari DELLE COMMISSIONI MENSA la scelta del menu: aspetti nutrizionali e scelte alimentari 10 gennaio 2008 Lucia Antonioli Margherita Schiavi 3 COME SI STRUTTURA UNA TABELLA DIETETICA 5 LARN Livelli di assunzione

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli