Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Wolf

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. Virginia Wolf"

Transcript

1

2 Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha maniato bene. Virinia Wolf

3 I edizione: settembre 8 FARMAGOURMET (tutti i diritti riservati) 8417 SALERNO Via Torrione 161 Tel/Fax Proetto ed ideazione rafica Ferdinando Basile È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata, compresa la fotocopia, anche ad uso interno o didattico. Per la lee italiana la fotocopia è lecita solo per uso personale purchè non dannei li autori. Quindi oni fotocopia che eviti l acquisto di un libro è illecita e minaccia la sopravvivenza di un modo di asmettere la conoscenza. Chi fotocopia un libro, chi mette a disposizione i mezzi per fotocopiare, chi comunque favorisce questa pratica commette un furto e opera ai danni della cultura.

4 Mariano Arusta Sandro Gentile PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE del Diabetico... e non solo CON LE TABELLE NUTRIZIONALI

5

6 FARMAGOURMET Una buona ristorazione prevede il rispetto dei principi fondamentali di una sana alimentazione. Mantenere il Peso Forma è il sono di tutti. Quando si parla di peso certamente si fa riferimento all alimentazione e quindi alla DIETA. Una sinificativa percentuale di popolazione ha necessità di viilare costantemente sulle proprie abitudini alimentari, avendo però sempre presente pasti punitivi e tavole desolate. L idea FARMAGOURMET nasce dalla necessità di cercare di risolvere le attuali problematiche della nuizione che, nel mondo Farmacia nel quale vivo, iornalmente venono sottoposte. Pazienti affetti da malattie quali colesterolo, diabete, obesità, ipertensione, sono obbliati al consumo di medicinali idonei, ma overanno certamente un validissimo sosteno in una alimentazione equilibrata. FARMAGOURMET vuole offrire la possibilità anche di maniar fuori senza pericolo di asredire le norme iuste per la propria salute affidandosi ai Ristoratori che hanno scelto di diventare associati di Farmaourmet anche ataverso la prevenzione. A tale scopo sono state predisposte alcune veine tematiche che informeranno il pubblico sulle patoloie più diffuse consiliando la dieta iusta per ciascun individuo. La descrizione della patoloia che sarà spieata nel manuale è contenuta nel pannello che sarà esposto contemporaneamente nelle veine di tutte le farmacie secondo un calendario della prevenzione (oni mese è dedicato ad una patoloia). Dott. Mario Grimaldi Presidente di Farmaoumet

7 ABBREVIAIZIONI, SIMBOLI, SIGLE, DEFINIZIONI Ca cc de dl Fe Kcal ml M Na os amidi ateroeno lucidi disaccaridi edibile rassi saturi lipidi monosaccaridi polisaccaridi simbolo del calcio centimeo cubo al iorno decilio (decima parte del lio) simbolo del ferro rammo kilocalorie (calorie) millirammo (decima parte del rammo) millilio (millesima parte del lio) simbolo del manesio simbolo del sodio (cloruro di sodio = sale da cucina) orale (in enere si riferisce all assunzione di farmaci per bocca) zuccheri a suttura chimica complessa che comporta elevato rischio di aterosclerosi e quindi di malattie ad essa correlata (infarto, ictus, ombosi, ecc.) zuccheri zuccheri a suttura mediamente complessa parte commestibile di un alimento al netto deli scarti rassi contenuti neli alimenti di oriine animale, dotati di elevato potere ateroeno rassi zuccheri semplici zuccheri a suttura chimica complessa

8 TABELLE NUTRIZIONALI PAG TABELLA 1 TABELLA TABELLA 3 TABELLA 4 TABELLA 5 TABELLA 6 TABELLA 7 TABELLA 8 TABELLA 9 TABELLA 1 Principi alimentari Composizione chimica deli alimenti Alimenti ricchi in VITAMINA C Alimenti ricchi in SODIO Alimenti ricchi in POTASSIO Alimenti ricchi in FERRO Tempi e tecniche di sconelamento Conservazione dei vari alimenti Composizione dei principali formai Tempo medio di diestione asico 48/49 5/

9

10 PREMESSA Quanti luohi comuni, quanti preiudizi esistono sull alimentazione ancora oi! Basta frequentare la sala d attesa di uno studio medico specie poi se si atta di un diabetoloo o di quella nuova e misteriosa fiura definita dietolo e di ascoltare le confidenze ed i consili pratici che si scambiano fra loro i pazienti, così per inannare il tempo... Cose non chieste dai pazienti e cose non spieate dai medici! Eppure oni tanto una domanda chiave fa comprendere quante difficoltà si inconino nel adurre in pratica i dettami di una «dieta» anche la più dettaliata e pinola, quanto imprecise e spreiudicate siano oppo spesso le informazioni diffuse in campo alimentare dai mass media. L esperienza del rapporto quotidiano con persone che devono modificare il proprio stile di vita e, quindi, il proprio modo di alimentarsi, ci ha indotti a ricercare una maniera semplice per colmare almeno alcune di queste lacune. Abbiamo così pensato di partire dai preiudizi alimentari per risalire ai comportamenti corretti ed alle scelte nuizionali iuste, cercando di mettere un po di ordine a credenze più o meno consolidate e palesi errori, iustiziando, ad esempio, mele per diabetici, spinaci ricchi di ferro, formai mari e quant alo ci sia capitato di affrontare in ambulatorio a colloquio con i nosi pazienti, cui questo lavoro è destinato. Con questo libro ci cimentiamo per la seconda volta nel campo dell alimentazione confortati dal successo che ha riscosso un precedente volume, intitolato «Dizionario alimentare per il diabetico e... non solo» al cui stile è ispirato anche questo lavoro. Abbiamo perciò chiesto alla rafica e al colore di aiutarci nel rendere più chiara e semplice la consultazione del testo. Le voci sono elencate in ordine alfabetico e molte di esse si concludono con la tabella di composizione dell alimento, spesso confrontato con ali simili o sostitutivi. Diverse tabelle conclusive formano un appendice dedicata ad informazioni aiuntive sulla composizione deli alimenti o sul loro contenuto di vitamine, sali minerali, ed alo ancora. Ci auuriamo sinceramente di aver fatto cosa utile a tutti coloro che hanno volia di saperne di più su come maniare melio ed in modo più sano. Gli autori

11 GUIDA ALLA CONSULTAZIONE Gli alimenti sono elencati in ordine alfabetico e per onuno di essi viene riportato il contenuto in rammi di proteine, rassi e zuccheri riferito a 1 rammi di prodotto privato deli scarti. In oni caso, la composizione dell alimento viene preceduta dall indicazione della parte che è effettivamente possibile consumare partendo da 1 rammi di prodotto base (parte edibile). Ad esempio, è possibile consumare solo il 39% di 1 rammi di noci secche. Per tipo di impostazione data a questo volume sono presenti solo un numero limitato di alimenti, mene ali venono citati per confronto.

12 Per molti alimenti viene indicato anche il contenuto di fibre alimentari (in rammi rispetto a 1 di parte edibile) vitamine, colesterolo. Il lettore può ovare alla fine del volume un appendice con varie tabelle dedicate alle principali fonti e funzioni dei più importanti alimenti, al loro contenuto in acqua, l elenco deli alimenti più ricchi in vitamine e sali minerali. Particolare cura, è stata dedicata alle tabelle sulla composizione di frutta, leumi e veetali, alle principali bevande non alcoliche ed al contenuto in rassi di molti formai.

13 1 Mariano Arusta Sandro Gentile ALIMENTAZIONE VEGETARIANA L ALIMENTAZIONE ESCLUSIVAMENTE VEGETARIANA È SANA Oni tipo di alimentazione non equilibrata per le varie componenti alimentari (lipidi-lucidi-proteine-sali mineralivitamine-ecc) è pericolosa sul luno periodo. In queste condizioni si possono realizzare carenze di calcio, Vitamina B1, ferro, ecc., soprattutto nei bambini che ne hanno un fabbisono più elevato. ALIMENTI CONSERVATI FRESCHI GLI ALIMENTI CONSERVATI SONO DA PREFERIRE A QUELLI FRESCHI La conservazione deli alimenti presuppone, in molti casi, un procedimento di bollitura con aiunta di vari conservanti chimici, non sempre salutari. I conservanti naturali sono in enere aiunti in dosi variabili: i più frequentemente usati sono cloruro di sodio (il sale comune), bicarbonato di sodio e zucchero. Non sempre sull etichetta del prodotto è indicata con precisione la quantità dei conservanti aiunti. Per tutte queste raioni sono da preferire li alimenti freschi... o al massimo... surelati. Gli scatolami ed i prodotti conservati in enere sono sconsiliati ali ipertesi.

14 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 13 ANGURIA L ANGURIA È UN CIBO ADATTO AL DIABETICO VERO Alimento tipicamente mediterraneo (anche se oriinario dell Africa ed ormai diffuso in tutte le reioni temperate), leato alla... sete estiva... Rispetto ali ali frutti, ha un contenuto in zuccheri e calorie totali decisamente inferiore, il che ne iustifica un consumo maiore, ma sempre nelle opportune quantità. COMPOSIZIONE (Parte edibile rispetto al totale = 5%) Proteine,4 Lipidi Glucidi 3,7 Kcalorie 16 Fibre alimentari, ASPARTAME L ASPARTAME È UN DOLCIFICANTE NON ADATTO ALLA COTTURA VERO Per tale motivo non è utilizzabile neli alimenti sottoposti a cottura. Inole, le bevande dolcificate con aspartame non devono essere conservate a luno. È l unico dolcificante utilizzabile liberamente in ravidanza. L UNICO DOLCIFICANTE ACALORICO RESISTENTE ALLA COTTURA È IL CICLAMATO Aspartame: i nomi del commercio: SUAVITER, HERMESETAS GOLD, TAC, ASPARTAME. Non ha reousto, ha potere dolcificante volte superiore allo zucchero (1 compressa dolcificata quanto un cucchiaino di zucchero). Dose massima iornaliera 4 /k di peso corporeo (vale dire in media 14 compresse).

15 14 Mariano Arusta Sandro Gentile BANANA LA BANANA È TROPPO DOLCE PER CUI È SCONSIGLIATA AL DIABETICO VERO E È a i frutti più ricchi di zuccheri, per cui se ne consilia un consumo ridotto al diabetico. Tuttavia, basta adeuare la razione in rapporto al suo contenuto di zuccheri, confrontandoli con quelli contenuti in ali frutti meno dolci. Ad esempio, basta ridurre di circa un terzo la razione di banane, rispetto alla razione prevista a base di mele. Contiene diverse vitamine (Tiamina, Riboflavina, Niacina, Vitamina A e C). COMPOSIZIONE (Parte edibile rispetto al totale = 65%) Proteine 1, Lipidi,3 Glucidi 15,4 Kcalorie 65 Fibre alimentari 1,8 (Consulta anche la TABELLA sulla frutta fresca e la TABELLA 3 sul contenuto di vitamina C) BIRRA LA BIRRA È MENO CALORICA DEL VINO PER CUI PUÒ ESSERE CONSUMATA LIBERAMENTE VERO E Bevanda in oni caso moderatamente calorica anche se meno del vino (5 Kcalorie in media). Il tipo analcolico ha maiore contenuto in zuccheri perchè ne viene impedita la fermentazione e quindi la asformazione in alcol. Alimento poco adatto al diabetico sia che si atti del tipo comune che di quello analcolico. COMPOSIZIONE (CONFRONTA CON LE VOCI: VINO E AMARO) (Parte edibile rispetto al totale = 1%) Birra comune Contenuto alcolico = 5% (medio variabile secondo le qualità) Proteine,3 Lipidi Glucidi 4 Kcalorie 47 Birra Analcolica Proteine,3 Lipidi Glucidi 17,4 Kcalorie 66

16 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 15 BURRO IL BURRO PUÒ ESSERE CONSUMATO LIBERAMENTE PERCHÈ È UN CONDIMENTO NATURALE Il burro è ricchissimo di rassi saturi che favoriscono l elevazione della colesterolemia. Pertanto, i diabetici, che dovrebbero limitare l apporto di rassi saturi, devono ridurre al minimo il consumo. I diabetici, come tutte le persone a rischio per le malattie cardio-vascolari, dovrebbero preferire come condimento l olio di oliva. COMPOSIZIONE (CONSULTA ANCHE LE VOCI: OLII DIETETICI, OLIO D OLIVA, OLIO DI SEMI) Acqua Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Burro Olio di Oliva Olio di Semi Mararina 14,4 17, ,8,6 83, ,1, CAFFÈ UN CAFFÈ DOPO PASTO AIUTA A DIGERIRE VERO La caffeina contenuta nel caffè provoca un aumento delle secrezioni asiche accorciando i tempi di svuotamento dello stomaco. È ricco di niacina *. Naturalmente bisona ricordarsi di non usare zucchero ma un dolcificante acalorico! COMPOSIZIONE (Composizione per 1 di caffè tostato, in polvere) Proteine 1,4 Lipidi 15,4 Glucidi 8,5 Kcalorie 87 * Niacina: detta anche Ac. Nicotinico (Vit. del complesso B) Vedi Aspartame.

17 16 Mariano Arusta Sandro Gentile CARCIOFI I CARCIOFI SI POSSONO CONSUMARE LIBERAMENTE VERO I carciofi contenono solo il,5 % di zucchero per 1 di parte edibile e sono molto ricchi di fibre. Possono perciò essere consumati liberamente nell ambito del computo calorico previsto dall alimentazione di ciascun diabetico. Il carciofo contiene però una sostanza, l inulina, che è uno zucchero abbastanza indiesto e responsabile di meteorismo * e fastidiosa flatulenza *. COMPOSIZIONE (Parte edibile totale = 34%) Proteine,7 Lipidi, Glucidi,5 Kcalorie Fibre alimentari 5,5 * Meteorismo: onfiore dell addome dovuto a as; flatulenza: emissioni di abbondanti as dall intestino. CIOCCOLATO IL CIOCCOLATO È MENO CALORICO DELLO ZUCCHERO Il cioccolato è più calorico dello zucchero! Infatti 1 di cioccolato valono circa 54 calorie, razie all elevato contenuto di zuccheri e rassi. È ricco di Sali, specie MAGNESIO e POTASSIO. COMPOSIZIONE (Parte edibile rispetto al totale = 1%) Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Fibre alimentari Cioccolato al latte Cioccolato al latte nocciolato Cioccolato fondente Crema di nocciole 7,3 7, 6,6 6,9 36,3 36,9 33,6 3,4 5,8 48,6 49,7 58, , 4,8 8

18 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 17 CIPOLLA LA CIPOLLA È UN ALIMENTO POVERO DI ZUCCHERI VERO E La cipolla contiene poco meno di 6 di lucidi per oni 1 di prodotto. La si può utilizzare per miliorare il sapore deli alimenti. Diversamente va consumata con più moderazione in insalate di cipolle, cipolle ripiene, frittata di cipolle. COMPOSIZIONE (CONSULTA ANCHE LA TABELLA 4) (Parte edibile rispetto al peso totale = 83%) Proteine 1, Lipidi,1 Glucidi 5,7 Kcalorie 6 Fibre alimentari 1 CRACKERS E GRISSINI I CRACKERS E I GRISSINI POSSONO ESSERE MANGIATI LIBERAMENTE AL POSTO DEL PANE Il contenuto di acqua di tutti i cereali secchi o fette biscottate è inferiore a quella del pane, per cui a porzioni di peso uuale corrispondono più rammi di farina, se li alimenti sono secchi. Nella preparazione di crackers e rissini viene aiunta una variabile quantità di rassi che mancano nella maior parte dei tipi di pane. TIPI DIVERSI DI FARINACEI A CONFRONTO (contenuto per 1 di parte dibile) Tipo Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Crackers Fette biscottate Grissini Pane all olio Pane Pane interale Pasta comune Pasta all uovo Semolino Riso 9,4 11,3 1,3 7,7 8,6 7,5 1,9 13, 11,8 6,7 1, 6, 13,9 5,8,4 1,3 1,4,4,5,4 8,1 8,3 68,4 57,5 66,9 48,5 79,1 77,9 76,9 8,

19 Mariano Arusta Sandro Gentile DADO DA BRODO DA CARNE IL DADO DA BRODO RICCO DI CARNE È UN ALIMENTO AD ALTO VALORE NUTRIZIONALE Un dado da brodo si ricava ataverso l esazione ripetuta mediante la bollitura in acqua delle sostanze proteiche solubili da carni private di rasso, ossa, ecc. Il dado da brodo così ottenuto contiene solo il 5% di esatto di carne, fino al % di rassi (specialmente rassi saturi) ed ha un elevato contenuto di sale. È pertanto un alimento con scarso valore nuizionale. COMPOSIZIONE (Parte edibile rispetto al peso totale = 1%) Proteine 15,7 Lipidi,7 Glucidi 5, Kcalorie 5 FAVE LE FAVE SONO SCONSIGLIATE AL DIABETICO PER L ELEVATO CONTENUTO DI ZUCCHERI Come tutti i leumi, anche le fave hanno un discreto contenuto di fibre e di zuccheri complessi, anche se sono più povere di enambi rispetto ali ali leumi. Hanno una composizione nuizionale simile ai piselli. Sono un alimento consiliato al diabetico, nelle opportune quantità. COMPOSIZIONE (FAVE FRESCHE: CONFRONTA ANCHE CON LE VOCI PISELLI E LEGUMI) (Parte edibile rispetto al peso totale = 6%) Proteine 5, Lipidi,4 Glucidi 4,5 Kcalorie 41 Fibre alimentari 5,

20 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 19 FIBRE ALIMENTARI LE FIBRE ALIMENTARI SONO FATTE DI ZUCCHERI NOCIVI ALL ORGANISMO Parte dei veetali (frutta, verdura, cereali, leumi interi, ecc.) non dieribile dall intestino umano, costituita da una rete di fibre veetali come la cellulosa (carboidrato complesso simile ali amidi della pasta). Solo i ruminanti sono in rado di dierire le fibre e di assorbirle come zuccheri. Le fibre veetali, per quanto non assorbibili dall uomo, reolano le funzioni intestinali, aumentando il volume e la morbidezza delle feci, facilitandone l eliminazione. Rallentano inole l assorbimento di zuccheri semplici e rassi e riducono il livello del colesterolo nel sanue. Tutte queste azioni risultano molto utili all oranismo umano ed è per questo che i veetali non devono mai mancare sulla tavola di onuno. La quantità iornaliera di fibre raccomandata e compresa a 5 e 3. Fibre insolubili in acqua Cellulose, Emicellulose, Linine. Fibre solubili in acqua Pectina, Gomme, Guar, Glucomannani, Polisaccaridi di riserva. FORMAGGI UNA PORZIONE DI FORMAGGIO ED UN INSALATA POSSONO RISOLVERE IL PROBLEMA DELLA CENA ANCHE TUTTE LE SERE Esistono svariati tipi di formaio più o meno fresco o staionato. Derivano tutti dalla parte burrosa del latte, per cui contenono una quantità variabile di rassi animali (e quindi saturi): si calcoli che 1 di formaio possono contenere da a 47 di rassi animali, da 5 a 17 di colesterolo e da 5 a 53 kcalorie. Ne è consiliato un uso moderato (1- volte a settimana) al diabetico in normopeso (mai comunque come fine pasto dopo aver maniato un secondo piatto). Le persone in sovrappeso o francamente obese devono limitarne fortemente l'uso, così come coloro che hanno valori elevati di colesterolo e iliceridi. Non ascurabile il contenuto di sodio, per cui i formai sono sconsiliati anche alle persone ipertese. CONSULTARE LE TABELLE 4 (Alimenti ricchi in SODIO) e 9 (Composizione dei principali formai)

21 Mariano Arusta Sandro Gentile FORMAGGI MAGRI I FORMAGGI MAGRI SONO DA PREFERIRE A QUELLI GRASSI VERO E Nessun formaio può essere definito veramente maro, perchè più o meno tutti hanno un contenuto di rassi (ed in particolare di rassi saturi) consistente. I così detti formai freschi come fior di latte, mozzarella, provola o ricotta, hanno un contenuto di rassi minore (dal 16,1 al 6,7%) rispetto a quelli più staionati, ma ancora considerevole. In questo senso i latticini possono essere considerati più mari deli ali derivati del latte. Tra i formai freschi è preferibile la ricotta fresca di vacca. CONSULTA RICOTTA E FORMAGGI (VEDI TABELLA 9) FRAGOLE LE FRAGOLE SONO RICCHE DI ZUCCHERI Le fraole hanno, come la quasi totalità della frutta estiva, uno scarso contenuto di zucchero (5/6 oni 1 di fraole al netto deli scarti) e quindi adatte al diabetico. Sono invece ricche di vitamina C, che forniscono in quantità simile a quella deli arumi. CONSULTA LA TABELLA (Parte edibile rispetto al peso totale = 94%) Proteine,9 Lipidi,4 Glucidi 5,3 Kcalorie 7 Fibre alimentari 1,6

22 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 1 FRITTURE I CIBI FRITTI SONO POCO SALUTARI PER TUTTI E QUINDI ANCHE PER IL DIABETICO VERO Nella frittura i cibi si arricchiscono dei rassi usati per questo particolare tipo di cottura. Inole, molti cibi prima di essere fritti venono ricoperti con farina o pane rattuiato e poi dorati con battuto di uova, il che aumenta la quota di rassi attenuti... e quindi le calorie! Tutto ciò rende i cibi più calorici e meno dieribili. COMPOSIZIONE: UN ESEMPIO PATATEParte edibile rispetto al peso totale = 83% Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie,1 1, 17,9 85 PATATINE FRITTE Parte edibile rispetto al peso totale = 1% in busta Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie 5,3 9,6 58,5 57 FRUTTA SECCA LA FRUTTA SECCA È SCONSIGLIABILE AL DIABETICO VERO La frutta secca è ricca di zucchero per cui va consumata con molta moderazione e sempre nel computo calorico complessivo previsto. Rispetto ai prodotti freschi, da cui deriva, la frutta secca è molto più povera di acqua per cui, a parità di peso, il suo valore nuitivo lobale si iplica. COMPOSIZIONE (CONFRONTA ANCHE CON LA TABELLA 3) Paina seuente: i valori nuizionali della frutta secca

23 Mariano Arusta Sandro Gentile SEGUE FRUTTA SECCA COMPOSIZIONE (CONFRONTA ANCHE CON LA TABELLA 3) Parte edibile Acqua Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Castane S. Albicocche S. s. Datteri S. s. Fichi S. mandorlati Fichi S. Mandorle dolci Noci fresche Noci S. Prune S. s. Uva sultanina 1 1 9/ ,1 5, 17,3,3 19,4 5,1 19, 3,5 9,3 17,1 6, 5,,7 5, 3,5 1,5 14,3, 1,9 3,4,5,6 4,,7 55,3 57,7 68,1,5,6 6 66,5 63,1 58, 58 4,6 5,5 5,1 55 7, Ferro 5, Ferro,7 Ca 6 Fe 3 Fe 3 Ferro 3,9 Ferro 3,3 S. secchi; s. snocciolate. FRUTTOSIO IL FRUTTOSIO È UNO ZUCCHERO ADATTO AL DIABETE Nomi commerciali: SIONON, TAC, DIETOR, ecc. In enere è mescolato a sorbitolo, mannitolo, saccarina. È rapidamente assorbito dall intestino ed, in piccola quantità, viene direttamente utilizzato dal feato senza l intervento dell insulina. In dosi più elevate viene in parte asformato in lucosio e necessita di insulina per essere utilizzato. Inole, assunto in dosi eccessive può provocare acidosi. L assunzione sistematica di fruttosio stimola il feato a produrre iliceridi. Per questo motivo il fruttosio è poco indicato per il diabetico obeso. DOLCIFICANTI CALORICI (CIRCA 4 Kcal/) Zucchero del commercio (lucosio + fruttosio) Fruttosio (Sion, Tac, Dietor ecc) Mannitolo Xilitolo Sorbitolo

24 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 3 FUNGHI I FUNGHI SONO SCONSIGLIATI AL DIABETICO I funhi sono un alimento a basso contenuto di carboidrati; quindi consiliabili anche se non sono per tutti uualmente dieribili e soprattutto... non fidatevi deli esperti... Parte edibile Acqua Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Funhi coltivati Funhi porcini ,4 9,, 3,9,3,7 4,5 1, 8 6 GELATO IL GELATO È UN ALIMENTO SEMPRE VIETATO AL DIABETICO Piccole quantità di elato (melio se alla frutta o tipo hiacciolo) possono essere consumate di tanto in tanto dal diabetico in buon equilibrio licemico, a patto che venano ridotte equivalenti quantità di ali elementi (carboidrati e calorie). Una buona pratica può essere quella di confezionare da se hiaccioli al sapore di arumi freschi (preferire il limone) o di ali frutti (esistono essenze di molti frutti nei neozi di articoli per dolcieri), con aiunta di dolcificanti sintetici. Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Colesterolo Gelati al latte Cassata (elato) 4, 3,7 13,6 13,6,7 8,

25 4 Mariano Arusta Sandro Gentile GRAPPA UN GRAPPINO, UN AMARO DOPO PASTO AIUTANO A DIGERIRE Una diestione ià laboriosa dopo un pasto abbondante viene ravata da ole 1 calorie circa... con un bicchierino! L alcol (o etanolo) è contenuto in quota variabile in birra, vino, aperitivi, diestivi, liquori. Qualunque sia la sua oriine può fornire 7 calorie per rammo, e... viene assorbito rapidamente. Birra chiara Vino secco Porto secco Vermouth secco Acquavite di vino Brandy, Gin, Conac, Vodka, Whisky Grappa BEVANDE ALCOLICHE Alcol (%) Zuccheri (%) Calorie x 1 cc,7 1,7 17, 15, ,6 3,5 acce 4, 4, INSACCATI GLI INSACCATI INFLUENZANO I LIVELLI DI COLESTEROLO DEL SANGUE, PER CUI VANNO CONSUMATI CON MODERAZIONE VERO Sono alimenti particolarmente ricchi in rassi saturi ed in colesterolo. Il loro consumo frequente è sconsiliato sia per un alimentazione sana che per la tavola del diabetico. Solo un uso molto limitato e del tutto sporadico ne può essere consentito e solo in accordo con li indirizzi enerali della dieta nel suo complesso. COMPOSIZIONE Parte edibile Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Capocollo Coppa Cotechino Mortadella (suino) Pancetta (mara) Prosciutto cotto Salame ,8 3,6 17, 14,7 1,7 19,8 6,7 4, 33,5 4,3 8,1 5,3 14,7 7,3 1,4,6 1,5,9 1,

26 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 5 INSALATA L INSALATA È UN ALIMENTO IDEALE PER IL DIABETICO VERO L insalata è ricca di acqua e di fibre ed è molto povera di calorie. Quindi può essere consumata liberamente, anche in notevole quantità, per la sensazione di sazietà asica che può determinare... a condizione però che vena poco condita! COMPOSIZIONE (CONSULTA LE TABELLE E 4) (Parte edibile rispetto al peso totale = 8%) Proteine 1,8 Lipidi,4 Glucidi, Kcalorie 19 Fibre alimentari 1,5 KIWI IL KIWI È RICCO DI VITAMINA C E DI ZUCCHERI VERO E Vero È uno dei frutti più ricchi di vitamina C (85 x 1 di parte commestibile). Tuttavia, il contenuto di vitamina C è variabile in rapporto alla provenienza del frutto. Si calcola infatti che le specie coltivate in Italia ne siano meno ricche di quelle importate. Falso Il contenuto di zuccheri è di circa 9 per oni 1 di parte edibile e quindi sovrapponibile al contenuto di circa 1 di pere. COMPOSIZIONE (CONSULTA LA TABELLA 4) (Parte edibile rispetto al peso totale = 87%) Proteine 1, Lipidi,6 Glucidi 9 Kcalorie 44 Fibre alimentari,

27 6 Mariano Arusta Sandro Gentile LATTE SCREMATO IL LATTE SCREMATO È PRIVO DI CALORIE Il latte di vacca perde le calorie leate al suo contenuto in funzione del processo di scrematura, ma conserva quelle leate ai carboidrati ed alle proteine (circa 35 Kcalorie per lio) COMPOSIZIONE Parte edibile rispetto al peso totale = 1% Proteine Lipidi Kcalorie Colesterolo Latte intero Latte parzialmente scremato Latte totalmente scremato 3,3 3,5 3,6 3,6 1,5, LEGUMI I LEGUMI AUMENTANO LA GLICEMIA E SONO DIFFICILI DA DIGERIRE I leumi, razie alla loro ricchezza di fibre, favoriscono l accelerazione del ansito intestinale rallentando l assorbimento di zuccheri e rassi. Sono quindi, a parità di peso, più utili ai diabetici della pasta e del riso. Il loro involucro fibroso è composto essenzialmente da cellulosa, per cui i succhi asici lo attaccano più lentamente, favorendo una più luna permanenza nello stomaco. Da tali raioni nasce il preiudizio alimentare. COMPOSIZIONE Parte edibile* Fibre Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Ceci (secchi) Faioli (freschi) Fave (fresche) Lenticchie (secche) Piselli (secchi) ,6 4,8 5 13,8 15,7,9 1, 5,,7 1,7 6,3,8,4 1 46,9,7 4,5 51,1 48, * Rispetto al peso totale (% su 1 di prodotto).

28 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 7 MASCARPONE IL MASCARPONE È PARTICOLARMENTE GRASSO, PER CUI È SCONSIGLIATO A TUTTI VERO Si atta di un alimento particolarmente rasso, impieato anche per la preparazione di dolci (tiramisù), contenuto in varia percentuale anche nel fior di ricotta. Per l elevato contenuto dei rassi saturi è sconsiliato al diabetico e non solo. COMPOSIZIONE (CONSULTA LA TABELLA 9) (Parte edibile rispetto al peso totale = 1%) Proteine 7,6 Lipidi 47 Glucidi,3 Kcalorie 455 MELA 1 LA MELA È UNO DEI POCHI FRUTTI CONSENTITI AL DIABETICO E COMUNQUE DA PREFERIRE A TUTTI GLI ALTRI È uno dei luohi comuni più diffusi, probabilmente basato anche su detti popolari (una mela al iorno...). Hanno un contenuto di calorie a 34 e 45 per 1 e quindi si collocano in posizione intermedia rispetto al cocomero rosso (16) ed a frutti come i loti (65), le banane (65), l'uva (61). Inole, il contenuto di zuccheri di una mela renetta non è molto diverso da quello di una mela delizia! Mele Mele cotte COMPOSIZIONE (CONFRONTA CON LA TABELLA 3 SULLA FRUTTA FRESCA) Parte edibile Acqua 85, 84,3 Proteine,,3 Lipidi 5 1, Glucidi 1 6,3 Kcalorie Fibre,6 1,7

29 8 Mariano Arusta Sandro Gentile MELA LA MELA È UN ALIMENTO IDEALE PER LO SPUNTINO TRA I PASTI VERO La mela fornisce zuccheri di pronta disponibilità che venono assorbiti rapidamente e che possono correere e/o prevenire eventuali ipolicemie a somminisazioni di insulina. Infatti le pectine in essa contenute donano anche una momentanea sensazione di sazietà asica che consente di iunere al pasto successivo con meno appetito. RAPIDITÀ DI INNALZAMENTO GLICEMIA CON ALCUNI ALIMENTI Zucchero non disciolto Coca cola Pane fresco / secco Frutta fresca 3-5 min 1-3 min 4-9 min 5-7 min MELA 3 MANGIANDO DUE MELE AL GIORNO SI ABBASSANO I LIVELLI DI COLESTEROLO NEL SANGUE VERO Alcuni studi sperimentali sembrerebbero indicare che nell intestino dell uomo le pectine contenute nella mela si rionfiano assorbendo acqua, con la tendenza a formare come un reticolo elatinoso che riduce l assorbimento del colesterolo. Questo meccanismo invocato per spieare l effetto ipocolesterolemizzante riferito alla mela è in realtà analoo a quanto si realizza con molti alimenti ricchi di fibre veetali. CONSULTA LE VOCI: MELA, MELA, 3, 4 e 5 Consulta la Tabella sulla frutta fresca

30 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 9 MELA 4 e 5 LE MELE COTTE CONTENGONO PIÙ ZUCCHERO DI QUELLE CRUDE Durante la cottura viene dispersa parte dell acqua e quella vena acidula caratteristica di oni tipo di meta cruda e lo zucchero può così manifestare liberamente tutto il suo usto, senza però... aumentare rispetto al frutto crudo! LE MELE NON FANNO INGRASSARE MA FANNO DIMAGRIRE Quanta eneria inoiata... in buona fede! (CONSULTA LE VOCI: MELA, MELA, MELA 3) MERENDINE LE MERENDINE AL PAN DI SPAGNA DEL COMMERCIO DEVONO ESSERE CONSUMATE CON CAUTELA VERO Si atta di alimenti ad elevato contenuto calorico e di zuccheri semplici. Il contenuto di rassi saturi è sempre piuttosto elevato rispetto al totale. Sono alimenti non adatti al diabetico, anche in buon equilibrio licemico... e non solo al diabetico. COMPOSIZIONE MERENDINE Parte edibile Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Fibre Al pan di spana Con marmellata Farcite ,4 5,5 6, 13,1,3 15,1 6,7 69,6 67, ,1 1 1,9

31 3 Mariano Arusta Sandro Gentile MIELE IL MIELE NON CONTIENE ZUCCHERO E PUÒ ESSERE CONSUMATO AL SUO POSTO Nell antichità era il solo dolcificante conosciuto. Contiene sia fruttosio che acqua ed è perciò meno calorico dello zucchero di canna o di barbabietola. Contiene diverse vitamine del ruppo B, C, Niacina, acido pantotenico ed almeno una dozzina di olioelementi (Cromo, Selenio, Cloro, Zolfo, Manesio, Sodio, Fosforo, Mananese, Ferro, ecc...). Possiede inole un potere dolcificante superiore a quello dello zucchero, a parità di peso. COMPOSIZIONE Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Miele Zucchero raffinato,6 8,3 14, OLII DIETETICI GLI OLII DIETETICI SONO PIÙ MAGRI DEGLI ALTRI E QUINDI PIÙ ADATTI NELLE DIETE IPOCALORICHE Niente di più falso! Si atta di olii di semi sottoposti al medesimo attamento deli ali olii. La differenza consiste nel fatto che l aiunta di alcune vitamine sintetiche autorizza la dicitura OLIO DIETETICO e spesso... un corposo aumento del prezzo! NON ESISTONO OLII DIETETICI! CONFRONTA CON LE VOCI: OLIO DI SEMI e OLIO D OLIVA

32 PREGIUDIZI NELL ALIMENTAZIONE 31 OLIO DI SEMI L OLIO DI SEMI È DA PREFERIRE ALL OLIO D OLIVA Olii di arachidi, irasole, mais, soia sono tutti salutari e comparabili all olio di Oliva per le proprietà enerali, quando impieati crudi, ma non certo per il sapore. Non bisonerebbe però mai usare li olii di semi per cuocere o friere: li acidi polinsaturi in essi contenuti sviluppano alle alte temperature i cosi detti radicali liberi, potenzialmente nocivi all oranismo. OLIO DI OLIVA L OLIO DI OLIVA È NOCIVO ALLE ARTERIE L olio di oliva è l elemento base della dieta mediterranea, considerata come la più indicata per prevenire l aumento del colesterolo nel sanue e la formazione di placche all interno delle arterie (malattia conosciuta come arteriosclerosi). Rispetto ai rassi animali contiene solo minime quantità di rassi saturi (dannosi). Inole il suo usto ricco lo rende preferibile ali olii di semi e la scarsa quantità di rassi polinsaturi lo rende adattissimo alla cottura. COMPOSIZIONE Acqua Proteine Lipidi Glucidi Kcalorie Burro Olio di Oliva Olio di semi Mararina 14,1 13,8,6 83, ,1,

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO parte edibile) Milza, bovino 42.0000 Fegato, suino 18.0000 Tè, in foglie 15.2000 Cacao, amaro in polvere 14.3000 Crusca di frumento 12.9000 Fegato, ovino 12.6000 Storione,

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà.

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Al Roccolo Fattoria Piolanti A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Ragiungèl, l è facil tè po minga sbaglià. Ocio, sculta che tè spieghi mi Ciapa la strada che la và de là.

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

DALL ORTO ALLA TAVOLA

DALL ORTO ALLA TAVOLA DALL ORTO ALLA TAVOLA Testi a cura di Gianna Ferretti e Letizia Saturni REGIONE MARCHE ASSESSORATO ALL AGRICOLTURA, ALL ALIMENTAZIONE E ALLA PESCA Coordinamento Luana Spernanzoni, Leonardo Valenti - Assessorato

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Sicurezza alimentare Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Indice Introduzione 3 1. La sicurezza inizia al momento dell acquisto 4 2. La dispensa moderna: il vostro frigorifero 6

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Linee guida per un corretto stile di vita

Linee guida per un corretto stile di vita Linee guida per un corretto stile di vita 1 Hanno collaborato alla redazione delle Linee guida : Rosanna Barbieri Angela Bardi Antonio Dispenza Maria Naldini Marina Pacetti Maria Rosa Silvestro Corrado

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA MEDICINA SPERIMENTALE E FORENSE SEZIONE DI SCIENZA DELL ALIMENTAZIONE CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA Direttore: Chiar.ma Prof.ssa Carla Roggi NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL

Dettagli

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara Prologo Se vi domandate il perchè di questo mio curioso documento è presto detto: il 17 Gennaio è stato festeggiato il Carbonara Day. Quel giorno tutti i ristoranti

Dettagli

Alimentazione e Cancro

Alimentazione e Cancro Alimentazione e Cancro Dott.ssa Veronica Villani Neurologo Istituto Regina Elena Alimentazione e Cancro Non si vuole proporre una dieta Si vuole fornire una panoramica sulle ricerche effettuate per valutare

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli