Indice. Prefazione (Aaron T. Beck) 15 Introduzione 19

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Prefazione (Aaron T. Beck) 15 Introduzione 19"

Transcript

1 Indice Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11 Prefazione (Aaron T. Beck) 15 Introduzione 19 Prima parte Il potere della terapia cognitiva per perdere peso Capitolo primo La chiave del successo 25 Capitolo secondo Che cos è veramente che vi fa mangiare 37 Capitolo terzo Come pensano le persone magre 45 Capitolo quarto Come utilizzare questo libro 59 Seconda parte Il programma Capitolo quinto 1 a Settimana. Pronti? Gettate le basi 69 1 Giorno. Registrate i vantaggi legati al perdere peso 70 2 Giorno. Scegliete due diete equilibrate 81 3 Giorno. Mangiate stando seduti 89 4 Giorno. Riconoscetevi il merito 94 5 Giorno. Mangiate lentamente e con consapevolezza Giorno. Trovate un «coach» per la dieta Giorno. Adattate il vostro ambiente 113

2 Capitolo sesto 2 a Settimana. Partenza! Preparatevi a fare la dieta Giorno. Trovate il tempo e l energia Giorno. Scegliete un programma di attività fisica Giorno. Fissate un obiettivo realistico Giorno. Distinguete la fame dal desiderio di mangiare e dalle smanie di cibo Giorno. Esercitatevi a tollerare la fame Giorno. Vincete le smanie di cibo Giorno. Fate un piano alimentare per il giorno successivo 172 Capitolo settimo 3 a Settimana. Via! Iniziate la dieta Giorno. Monitorate la vostra alimentazione Giorno. Prevenite l alimentazione non pianificata Giorno. Smettete di mangiare in eccesso Giorno. Cambiate la vostra definizione di sazietà Giorno. Smettete di ingannare voi stessi Giorno. Rimettetevi in carreggiata Giorno. Preparatevi a pesarvi 215 Capitolo ottavo 4 a Settimana. Rispondete ai pensieri sabotanti Giorno. Dite alla delusione: «E va bene» Giorno. Opponetevi alla sindrome dell ingiustizia! Giorno. Gestite lo scoraggiamento Giorno. Identificate i pensieri sabotanti Giorno. Riconoscete gli errori del vostro modo di pensare Giorno. Assumete padronanza della tecnica delle sette domande Giorno. Preparatevi a pesarvi 251 Capitolo nono 5 a Settimana. Vincete le sfide Giorno. Resistete agli «spacciatori» di cibo Giorno. Mantenete il controllo quando mangiate fuori Giorno. Prendete una decisione sugli alcolici Giorno. Preparatevi per quando siete in viaggio Giorno. Eliminate la fame emotiva Giorno. Risolvete i problemi Giorno. Preparatevi a pesarvi 293

3 Capitolo decimo 6 a Settimana. Perfezionate le vostre nuove abilità Giorno. Credeteci Giorno. Riducete lo stress Giorno. Affrontate le fasi di stasi Giorno. Continuate con l attività fisica Giorno. Rendete più ricca la vostra vita Giorno. Fate una nuova lista delle cose da fare Giorno. Esercitatevi, esercitatevi, esercitatevi 330 Terza parte Andare avanti Capitolo undicesimo Quando smettere di dimagrire e iniziare la fase di mantenimento 335 Capitolo dodicesimo Come mantenere il vostro nuovo peso 345 Approfondimenti bibliografici 351

4 Capitolo quinto Presentazione dell edizione italiana Con il passare del tempo, le nostre abitudini alimentari sono profondamente cambiate. Oggi possiamo nutrirci con una grande abbondanza e varietà di cibi, ma la tendenza a mangiare più del necessario, spesso accompagnata da squilibri fra i componenti della dieta e da una vita sedentaria, ci porta a essere più esposti a gravi rischi per la salute. Secondo le stime dell Organizzazione Mondiale della Sanità, la sovralimentazione ha raggiunto ormai proporzioni epidemiche a livello mondiale, con più di 1,6 miliardi di individui sovrappeso, di cui almeno 400 milioni clinicamente obesi. Inoltre, almeno 20 milioni di bambini sotto i cinque anni hanno un peso eccessivo per la loro età. Questi numeri sono destinati ad aumentare. Le proiezioni al 2015 prevedono 2,3 miliardi di persone sovrappeso e più di 700 milioni di obesi nel mondo. Se in passato la sovralimentazione era un fenomeno che riguardava solo i paesi più ricchi, oggi l obesità è cresciuta intensamente anche nelle regioni meno prospere del pianeta, in particolare nelle aree urbane. Il problema è più serio in Nord America e in Europa, ma si sta diffondendo anche in territori dove in passato l obesità non era presente se non in minima entità (Giappone, Cina, India, ecc.). I livelli di obesità in Italia non sono così allarmanti come quelli registrati, ad esempio, negli Stati Uniti, e rispetto agli altri Paesi europei l Italia si colloca nella parte bassa della graduatoria. Nonostante ciò, più di un terzo della popolazione adulta (il 34,2%) è sovrappeso e quasi un italiano su dieci (il 9,8%) è obeso. La quota di adulti obesi in Italia è peraltro in rapida crescita: si tratta ormai di 4,7 milioni 11

5 di individui, con un incremento di circa il 9% rispetto a cinque anni prima. E destano serie preoccupazioni anche i dati riguardanti l obesità infantile. L obesità rappresenta uno dei principali fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo di malattie croniche e di gravi disabilità. In particolare, predispone all insorgenza di patologie cardiovascolari (ipertensione, infarto, ictus), del diabete, di alcune forme di cancro, di complicanze osteoarticolari. La causa principale dell eccesso di peso e dell obesità è lo squilibrio energetico tra le calorie assunte giornalmente, attraverso l alimentazione, e le calorie bruciate, attraverso il metabolismo e l attività fisica. Le scorrette abitudini alimentari, con l assunzione di quantità eccessive di alimenti ad alto contenuto calorico, ricchi di grassi e di zuccheri, e uno stile di vita sedentario, con livelli di attività fisica estremamente ridotti, determinano lo squilibrio energetico: si assumono cioè più calorie di quante se ne bruciano. Il recupero di un comportamento alimentare corretto è quindi indispensabile per ridurre i rischi per la salute. Far rientrare e mantenere il peso nei limiti normali permette di vivere meglio e più a lungo. Per favorire un buono stato di salute è perciò importante, innanzitutto, seguire una dieta equilibrata e, allo stesso tempo, impegnarsi con regolarità nell attività motoria. Occorre limitare l apporto energetico di grassi saturi, aumentare il consumo di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, ridurre il consumo di zuccheri, e aumentare l attività fisica giornaliera. Queste sono tutte cose ben note. Tuttavia, le persone che hanno bisogno di perdere peso non riescono facilmente a metterle in pratica, perché è estremamente difficile per loro osservare fedelmente un regime alimentare corretto ed equilibrato, senza cedere alle tentazioni del cibo, e mantenersi attivi e motivati. È evidente, allora, che una buona dieta non basta. Entrano in gioco, infatti, fattori cognitivi che, ancorché specifici, assomigliano molto a quelli che contribuiscono a generare altri problemi del comportamento e i disturbi emotivi, per il trattamento dei quali la terapia cognitiva si è dimostrata utile ed efficace. Perché così tante persone incontrano difficoltà quando provano a dimagrire, oppure quando vogliono mantenere nel tempo il peso 12

6 raggiunto dopo tanta fatica? Uno degli aspetti che viene solitamente sottovalutato nei programmi dietetici è il ruolo giocato dalle credenze distorte e dai pensieri automatici negativi che interferiscono con il processo di regolazione del peso, minando la fiducia e compromettendo la motivazione delle persone impegnate in tale percorso. Con la sola dieta dimagrante, le recidive (cioè le probabilità di riguadagnare il peso perso) sono frequentissime. Le recidive sono infatti determinate da fattori comportamentali (le restrizioni portano alla perdita di controllo) e psicologici (la perdita di controllo e la conseguente trasgressione innescano un vortice di sensi di colpa, depressione, senso di fallimento, ritorno al cibo). Lo sanno bene le tante persone sovrappeso che presentano la «sindrome dello yo-yo», caratterizzata da infiniti cicli di tentativi e fallimenti, con il risultato di favorire l instaurarsi di convinzioni disfunzionali sempre più radicate in rapporto al numero dei tentativi andati in fumo. Seppure si riesce a cambiare le proprie abitudini alimentari nel breve periodo, generalmente si torna, prima o poi, ai vecchi comportamenti e si ricomincia ad aumentare di peso, a meno che non si producano dei cambiamenti permanenti a livello cognitivo. La novità dell approccio proposto da Judith Beck sta proprio nell utilizzare i principi e le tecniche della terapia cognitiva per dimagrire e mantenere nel tempo il peso raggiunto. La radicale novità di questo libro si può riassumere in tre punti: 1. il programma di sei settimane proposto nel libro funziona con qualsiasi dieta, e non ne prescrive nessuna in particolare; 2. vengono impiegate le tecniche della terapia cognitiva per agire a livello cognitivo e comportamentale, portando a risultati utili e inaspettati che potranno restare per tutta la vita; 3. il libro mette a disposizione del lettore accompagnato passo dopo passo, giorno dopo giorno, nel suo percorso verso il dimagrimento e nella fase di mantenimento del peso linee guida, indicazioni, suggerimenti, esercizi e, soprattutto, schede di pronto utilizzo. La concretezza e l efficacia del programma proposto dall autrice uno dei massimi esperti mondiali della terapia cognitiva e figlia di Aaron Beck, il padre del cognitivismo clinico, che non si sofferma 13

7 su considerazioni teoriche ma ha a cuore il raggiungimento degli obiettivi del lettore, mi sembrano i pregi maggiori del libro. All Istituto Beck di terapia cognitiva e comportamentale di Roma diamo grande importanza all educazione alimentare, cioè all apprendimento teorico e pratico dei principi che regolano una sana e corretta alimentazione. Nella scuola di specializzazione in psicoterapia dell Istituto abbiamo infatti allestito una spaziosa cucina in cui gli allievi imparano a preparare cibi nutrienti e non dannosi per la salute. Mi preme sottolineare un ultimo aspetto di rilievo. Questo volume funziona non soltanto come pratico ed efficace self-help book, ma anche come manuale di riferimento per gli psicoterapeuti che intendono utilizzare l approccio cognitivo-comportamentale con i loro clienti che si propongono di perdere peso ma non ci riescono. Nel libro troveranno indicate dettagliatamente le procedure da seguire passo dopo passo e i materiali da utilizzare con i pazienti che richiedono un supporto professionale per problemi legati alla sovralimentazione. Questi, alla fine del trattamento, saranno riusciti a introdurre nella loro vita tutti quei cambiamenti cognitivi e comportamentali necessari per mantenere il proprio peso nei limiti normali. Antonella Montano Direttrice dell Istituto A.T. Beck di terapia cognitiva e comportamentale Roma 14

8 Capitolo quinto Prefazione Negli Stati Uniti è in corso una crisi sanitaria grave e in espansione. Quasi due terzi della popolazione adulta, e un numero progressivamente crescente di bambini e di adolescenti, sono sovrappeso. Le ricerche continuano a segnalare che le persone sovrappeso in modo significativo sono soggette a rischi più elevati di sviluppare problemi medici e di contrarre numerose malattie. Nella maggior parte dei casi le persone che dimagriscono, grazie a una dieta, iniziano a riprendere peso entro un anno. I trattamenti medici sviluppati per migliorare questa situazione sono pochi, e le cure esistenti presentano significativi inconvenienti. I farmaci possono rivelarsi efficaci nel breve periodo, ma si accompagnano a spiacevoli effetti collaterali. Il loro effetto, inoltre, è di breve durata: quando si smette di prenderli, si tende a riprendere peso. La chirurgia bariatrica per l obesità grave, come ogni intervento chirurgico, comporta dei rischi e richiede che i pazienti mangino delle porzioni di cibo drasticamente ridotte (di solito, qualche cucchiaiata per volta). Dimagrire con il metodo Beck è stato sviluppato per fornire una risposta a questo problema sanitario. Esso contiene un ingrediente che è assente negli altri programmi concepiti per dimagrire. Basandosi sulle tecniche della terapia cognitiva, vi aiuta a imparare a pensare in maniera diversa, in modo che possiate cambiare il vostro comportamento alimentare non soltanto nel breve periodo, ma anche per il resto della vostra vita. Le ricerche dimostrano che le persone possono imparare a cambiare il loro comportamento e aspetto rilevante mantenere il cambiamento nel tempo. I coniugi aggressivi, ad esempio, possono 15

9 imparare a comunicare in modo più efficace. Le persone timide possono imparare a essere più assertive. Tuttavia, a meno che non cambino il loro modo di pensare, generalmente tornano, prima o poi, alle loro vecchie abitudini. Lo stesso tipo di ricaduta si ha con la dieta. Se non cambiate il vostro modo di pensare, non riuscirete a mantenere nel tempo le nuove abitudini alimentari. La dottoressa Judith Beck ha concepito un nuovo programma articolato in passi successivi che ha il duplice obiettivo di cambiare sia il comportamento, sia il modo di pensare. Nella maggior parte dei casi le persone che stanno a dieta sanno che devono mangiare in modo nutriente, perdere peso lentamente, dare priorità alla dieta, adottare buone abitudini alimentari, essere assertive con gli «spacciatori» di cibo, tollerare la fame e le «smanie» di cibo, praticare dell attività fisica, astenersi dalla fame emotiva e motivarsi di continuo. Tuttavia, esse ignorano come fare queste cose, oppure non sanno farle con costanza. Quando ho sviluppato inizialmente la terapia cognitiva come trattamento per la depressione, non immaginavo che un intera generazione di psicologi e di psichiatri avrebbe applicato questo trattamento in una vasta gamma di disturbi psichiatrici, difficoltà psicologiche e problemi di tipo comportamentale. Nonostante le tecniche specifiche si differenzino in qualche modo da un problema all altro, ciò che resta immutato nei diversi trattamenti è l obiettivo di aiutare le persone a cambiare il modo di pensare e le convinzioni controproducenti. Quando le persone imparano a pensare in maniera più realistica, si sentono meglio e possono raggiungere degli obiettivi realizzabili. I pazienti depressi, ad esempio, hanno pensieri negativi su se stessi, sul mondo e sul futuro, che non soltanto li fanno sentire infelici, ma interferiscono anche con la loro vita quotidiana. I pazienti ansiosi sovrastimano il pericolo in diverse situazioni, quindi si sentono nervosi in molte circostanze. La dottoressa Judith Beck ha individuato le distorsioni chiave contenute nei pensieri negativi delle persone a dieta, che impediscono loro di raggiungere e mantenere il peso desiderato. Ha identificato i loro «pensieri sabotanti» fondamentali. Alcuni esempi sono: la razionalizzazione («Non è male mangiarlo, perché»); la sottovalutazione delle conseguenze («Non fa niente se lo mangio»); 16

10 il pensiero auto-ingannante («Poiché ho sgarrato un pochino, posso anche mangiare tutto quello che voglio per il resto della giornata»); le regole arbitrarie («Non posso sprecare il cibo»); la lettura del pensiero («La mia amica penserà che sono maleducata se non mangio la sua torta»); l esagerazione («Non posso aver fame»). Imparare a correggere queste distorsioni, imparare a risolvere i problemi sia quelli relativi alla dieta che gli altri, e imparare come motivarsi ad adottare comportamenti alimentari appropriati, è ciò che distingue il programma della dottoressa Judith Beck da tutti gli altri. Lo ha sviluppato nel corso di due decenni imparando dai suoi pazienti che volevano dimagrire, nonché dalla propria esperienza. È con grande orgoglio che sostengo di tutto cuore questo libro. Il mio orgoglio è insieme professionale e personale, poiché Judith è mia figlia. Tuttavia, parlo obiettivamente quando dico che non è soltanto una esperta mondiale di terapia cognitiva, ma anche una terapeuta, un supervisore e una insegnante dotata. Oltre ad aver scritto più di 50 articoli e capitoli di volumi su una molteplicità di applicazioni della terapia cognitiva, ha pubblicato anche diversi libri, tra cui il manuale di base della terapia cognitiva, che è stato tradotto in 18 lingue e viene utilizzato in tutto il mondo. Ha presentato centinaia di seminari di terapia cognitiva e formato migliaia di persone, sia a livello nazionale che internazionale. Prevedo che il suo ultimo contributo in questo campo, Dimagrire con il metodo Beck, avrà un impatto profondo sulle persone che desiderano dimagrire. Aaron T. Beck University of Pennsylvania School of Medicine 17

11 Capitolo quinto Introduzione Sono felice che abbiate scelto Dimagrire con il metodo Beck 1 per aiutarvi a dimagrire e mantenere nel tempo il peso raggiunto. Ho sviluppato e perfezionato questo programma nel corso dei tanti anni in cui ho lavorato come terapeuta cognitiva. È stato meraviglioso lavorare con persone a dieta negli ultimi vent anni. È stato molto gratificante vedere come le loro vite siano migliorate; come la perdita di peso abbia edificato la loro fiducia; e come tale fiducia le abbia aiutate a intrecciare nuove relazioni, a ottenere impieghi migliori e a dedicarsi ad attività più arricchenti. Ugualmente importante, la diminuzione di peso le ha aiutate a migliorare il loro stato di salute, a sentirsi fisicamente meglio e a rendere migliore la loro qualità di vita. Nonostante ogni paziente a dieta che ho avuto in trattamento presentasse una storia personale leggermente diversa, tutti hanno combattuto per dimagrire, a volte fin da giovanissimi. Ma questo non è dipeso dalla loro mancanza di volontà. Hanno tutti perso un po di peso, ma ciascuno di loro ha ripreso la maggior parte del peso, se non tutto. Perché non hanno avuto successo? Queste persone a dieta pensavano che non erano state capaci di dimagrire o di mantenere il peso raggiunto perché erano deboli o non avevano abbastanza forza di volontà. Ma queste spiegazioni non erano vere. Non erano dimagrite o non avevano mantenuto il peso raggiunto perché non sapevano come si fa. Non sapevano 1 È importante consultare sempre il proprio medico o uno specialista quando ci si accinge a seguire una dieta. 19

12 come motivarsi in maniera continuativa. Non sapevano cosa fare di fronte alla tentazione di «sgarrare». Non sapevano come fare per considerare le loro «scivolate» come degli errori temporanei, e non delle avvisaglie per cui arrendersi. Non sapevano cosa fare quando si sentivano sopraffatte, senza speranza o incapaci di continuare. Non si rendevano conto che potevano imparare a stare a dieta con successo, così come un tempo avevano imparato a guidare l automobile o usare il computer. Non sapevano neanche che seguire una dieta comporta naturalmente molti alti e bassi. Per molte persone all inizio è relativamente facile seguire una dieta. Poi, a un certo punto, incontrano il loro primo ostacolo, e allora stare a dieta diventa difficile. Questo accade a tutti. Malgrado ciò, dopo che i pazienti che ho avuto in trattamento imparavano ad aspettarsi questi brutti momenti e a pianificare di conseguenza in anticipo, riuscivano a perseverare e a superare queste difficoltà temporanee. Durante il trattamento, predispongo i pazienti con molti compiti e abilità preparatorie prima ancora che comincino la dieta. Questa preparazione insegna loro cosa fare esattamente quando stare a dieta diventa difficile. Dimagrire con il metodo Beck vi prepara allo stesso modo. Sarete in grado di affrontare le sfide con fiducia, perché saprete esattamente come superarle, e ogni volta che lo farete, stare a dieta diventerà sempre più facile. Il grado di difficoltà e la frequenza di queste sfide diminuiranno gradualmente, finché mangiare in maniera diversa diventerà semplicemente un modo di vivere. Mi piacerebbe farvi iniziare il vostro viaggio verso la perdita di peso con un po di saggezza tratta dalle persone che hanno affrontato momenti difficili durante la dieta e li hanno superati. Recentemente ho chiesto alle persone con cui lavoro di elencare le cose che adesso conoscono, dello stare a dieta, che avrebbero voluto sapere anni fa. Ecco ciò che hanno detto. Adesso so che Posso controllare la mia alimentazione pianificando in anticipo quello che devo fare ed esercitandomi con quello che devo dire continuamente a me stesso. Quando ho la tentazione di mangiare qualcosa che non dovrei mangiare, devo tirare fuori l elenco che contiene tutte le ragioni per cui voglio dimagrire. 20

13 Il fatto che io abbia fame non significa necessariamente che devo mangiare. Le «smanie» di cibo vanno sempre via, e ci sono delle cose che posso fare per mandarle via più velocemente. Non devo cedere. Fare una colazione ragionevole e un pranzo equilibrato è importante, così non mangerò in eccesso la sera. Se non si segue una dieta equilibrata, è più probabile trasgredire. Devo trovare il tempo per la dieta e l attività fisica. Devo prepararmi in anticipo per i pensieri «sabotanti». Ogni volta che mangio devo sedermi, mangiare lentamente e prestare attenzione a ogni boccone. Se mangio qualcosa che non dovrei mangiare, è solo un errore. Non significa che sono senza speranza o che sono una cattiva persona. Non devo farlo diventare un errore ancora più grande continuando a mangiare tutto quello che desidero per il resto della giornata. Qualche volta devo mettere i miei bisogni al primo posto. È corretto dire no alla gente che mi offre del cibo. Devo stare attento a non ingannarmi. Ogni singola volta che metto in bocca del cibo ha la sua importanza. Devo concedermi dei riconoscimenti ogni volta che faccio quello che bisogna fare. Se riprendo peso, per perderlo posso ogni volta tornare a usare le abilità che ho appreso. Posso farlo! Ora ne ho le capacità. So come si fa e potrò usare queste capacità per sempre. Se alla prima seduta avessi detto a questi pazienti che un giorno avrebbero pronunciato queste frasi, non mi avrebbero creduto. Anche voi potreste non crederci all inizio, ma un giorno, fra non molto, ve ne convincerete. Lentamente, passo dopo passo, questo programma erigerà la vostra fiducia. Quando lo avrete terminato, fra sei settimane, ritornate su queste pagine e guardate questo elenco di affermazioni. Vi renderete conto che concordate con ciascuna di esse. E vi renderete conto, inoltre, che stavolta la vostra diminuzione di peso sarà permanente. 21

Indice. Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11

Indice. Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11 Indice Presentazione dell edizione italiana (Antonella Montano) 11 COME FUNZIONA IL METODO BECK Introduzione al metodo Beck 15 Capitolo primo Come la terapia cognitiva vi aiuta a mantenere il vostro nuovo

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE di Daniela Morandi Prefazione di Barry Sears. Con la partecipazione di Claudio Belotti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-409-3 Prefazione del dottor Barry

Dettagli

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE Significativi problemi di abbuffate, cioè assunzione di un elevata quantità di cibo associata a un senso di perdita di

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA BED: Binge Eating Disorder o Disturbo da alimentazione incontrollata (circa il 30% degli obesi) Abbuffate ricorrenti per almeno 2 giorni/settimana per almeno

Dettagli

L OBESITÀ NELL ADULTO

L OBESITÀ NELL ADULTO Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana Centro Multidisciplinare per la Diagnosi e la Terapia dell Obesità e dei Disturbi del Comportamento Alimentare L OBESITÀ NELL ADULTO 2 SEMINARIO: L OSPEDALE PROMUOVE

Dettagli

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale I disturbi del comportamento alimentare Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Cosa sono i disturbi alimentari (DCA)? Sono problematiche che riguardano il rapporto

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE 15

Introduzione INTRODUZIONE 15 INTRODUZIONE 15 Introduzione Ester aveva 13 anni. A scuola era brava e aveva molti amici. Nel tempo libero amava cavalcare. In primavera disse ai suoi genitori che voleva fare una dieta per dimagrire.

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

WWW. IOPSICOLOGO. IT. Giovanni Gentile

WWW. IOPSICOLOGO. IT. Giovanni Gentile WWW. IOPSICOLOGO. IT Giovanni Gentile 2 Comincio l ennesima dieta. Speriamo che questa volta riesca ad avere la volontà di portarla avanti. Ma d'altronde non ho mai avuto costanza in nulla, ho scarso autocontrollo,

Dettagli

Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso.

Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso. Consigli, suggerimenti e trucchi per dimagrire e mantenere il peso. - Linee guida - Suggerimenti per quando mangi fuori casa Copyright Alessio & Patty - Diritti di pubblicazione. Cosa puoi fare con questo

Dettagli

GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050

GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050 GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050 (ANSA) - LONDRA - Se non si interviene ora la crisi obesita' nel Regno Unito sara' 'irrisolvibile'. L'allarme e' stato lanciato in un rapporto dell'academy of Medical

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola

Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Alimentazione e stili di vita. L azione educativa della Scuola Prof. Alessandro Vienna Roma, 20.02.13 La Scuola come volàno per l Educazione alla Salute e al Benessere La scorretta alimentazione è stata

Dettagli

CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI

CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI Tratti semplici e tratti complessi Come detto nel capitolo precedente, la genetica classica studia fondamentalmente i cosiddetti tratti mendeliani semplici, quelli in cui,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

DALLE LINEE GUIDA. ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche

DALLE LINEE GUIDA. ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche DALLE LINEE GUIDA BORGOMANERO, 20.10.2012 ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche Dr.ssa Gorizia Ariana ESPOSITO Psicologa,

Dettagli

Cibo & Mente. Scienza dell Alimentazione e Psicologia: insieme per raggiungere il benessere fisico e psicologico. Mens sana in corpore sano Giovenale

Cibo & Mente. Scienza dell Alimentazione e Psicologia: insieme per raggiungere il benessere fisico e psicologico. Mens sana in corpore sano Giovenale Cibo & Mente Scienza dell Alimentazione e Psicologia: insieme per raggiungere il benessere fisico e psicologico Mens sana in corpore sano Giovenale Presentazione Perché abbiamo deciso di fare questo ciclo

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Università degli Studi di Pavia Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Direttore: Prof. Anna Tagliabue

Dettagli

DIABETE E AUTOCONTROLLO

DIABETE E AUTOCONTROLLO DIABETE E AUTOCONTROLLO Sì, gestire il diabete è possibile. Il monitoraggio della glicemia fa parte della terapia generale del diabete. Grazie all autocontrollo, potete misurare il livello di glicemia

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare:

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: PSICOTERAPIE COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: - una SINDROME CLINICA di tipo PSICOPATOLOGICO

Dettagli

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche infosalute Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Alimentazione e stato nutrizionale

Dettagli

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università di Bologna Facoltà di Psicologia In collaborazione con: Università LUMSA

Dettagli

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità Servizio Igiene Provincia di Oristano Ufficio Scolastico Provinciale degli Alimenti e Nutrizione Assessorato alle Politiche Sociali di Oristano Ufficio studi Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE?

PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? http://digilander.libero.it/riminisportmedicina riminisportmedicina@libero.it MEDICINA dello SPORT e PROMOZIONE dell ATTIVITA FISICA PROGETTO PIEDIBUS : PUO FUNZIONARE? dr. Eugenio Albini Tutte le più

Dettagli

Presentazione del progetto

Presentazione del progetto Laboratorio di marketing sociale Presentazione del progetto Soggetto ideatore e organizzatore: Azienda Sanitaria Locale DEFINIZIONE DEL PROBLEMA Sovrappeso ed obesità in età infantile La nuova emergenza

Dettagli

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute.

Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica. GALVANI-IODI DI RE DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Attività sportiva e salute. Saggio breve IV D a.s. 2011/12 Salute,benessere e attività fisica Il benessere fisico ci consente di vivere una vita sana,serena e spesso felice. Oggi il progresso tecnologico ha reso l uomo sempre più

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

DEFINIZIONE DI DIPENDENZA

DEFINIZIONE DI DIPENDENZA DIPENDENZA DA FUMO Il tabagismo è l'abitudine o dipendenza dal fumo di tabacco a cui consegue un'intossicazione di tipo cronico DEFINIZIONE DI DIPENDENZA Per dipendenza si intende una alterazione del comportamento

Dettagli

04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI. Prefazione

04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI. Prefazione 04prefazione(XI-XIV) 8-07-2002 17:22 Pagina XI Prefazione Questo libro vuole aiutarvi a comprendere la paura e a superarla. Ciascuno di noi è quotidianamente afflitto da varie preoccupazioni, ma non c

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto.

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto. Ed ecco la quarta serie di diapositive tratte da alcune presentazioni sull obesità infantile e problemi correlati che ho illustrato durante incontri con i genitori di bambini ed adolescenti desiderosi

Dettagli

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa National Community Education Initiative Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa Asking Questions Can Help: An aid for people seeing the palliative care team Italian

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti Anziani f-+ m gamba L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti organizzata dalla Fondazione Veronesi nell 'ambito del programma "The Future qfscience

Dettagli

stili di vita e disuguaglianze

stili di vita e disuguaglianze stili di vita e disuguaglianze Gli stili di vita insalubri sono fattori di rischio che possono causare disuguaglianze di salute. Come dimostrano diversi studi, abitudini e comportamenti malsani contribuiscono

Dettagli

DIMAGRIRE SENZA DIETE È POSSIBILE!

DIMAGRIRE SENZA DIETE È POSSIBILE! DIMAGRIRE SENZA DIETE È POSSIBILE! con il metodo "GIUSTO PESO PER SEMPRE" IL METODO INNOVATIVO BASATO SULLA PNL DEDICATO A CHI VUOLE RAGGIUNGERE IL PESO FORMA UTILIZZANDO AL MEGLIO LA PROPRIA MENTE! TRAINER:

Dettagli

Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE. Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi.

Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE. Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi. Attilio Speciani Luca Speciani DIETAGIFT DIETA DI SEGNALE Il metodo Speciani che cambia per sempre il modo di alimentarsi Rizzoli Rizzoli Libri 2009 RCS Libri S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.rizzoli.eu

Dettagli

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord GLI STILI DI VITA DEL BEL PAESE RESTANO IL TALLONE D ACHILLE DELLA NOSTRA SALUTE 1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord Si conferma elevata la

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

Educazione alimentare

Educazione alimentare Università degli Studi di Torino Azienda Ospedaliera San Luigi di Orbassano Struttura Semplice Dipartimentale di Dietetica e Nutrizione Clinica Educazione alimentare Classificazione: entità Indice di massa

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA I fattori di rischio e di protezione del volontario A cura degli Psicologi CPPAVPC Ed. 2013 1 DDL 4449 del 2 febbraio 2000 L istituzione del ruolo dello psicologo

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Infermieristica della salute mentale Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Le competenze dell infermiere in psichiatria e all interno dell equipe multi professionale La

Dettagli

PROGETTO VELA PER DISABILI

PROGETTO VELA PER DISABILI 2006 VELA PER DISABILI Entrarono tutti nell onda..gli altri surfisti lo seguirono zigzagando L onda più perfetta che avesse mai visto, prese ad avvolgerli lentamente arrotolandosi intorno a loro fino ad

Dettagli

Esperienze del consultorio Spazio Giovani. Liberi di scegliere Chiara Rizzoli Dipartimento Sanità Pubblica U.O.C Igiene Alimenti e Nutrizione

Esperienze del consultorio Spazio Giovani. Liberi di scegliere Chiara Rizzoli Dipartimento Sanità Pubblica U.O.C Igiene Alimenti e Nutrizione Esperienze del consultorio Spazio Giovani Liberi di scegliere Chiara Rizzoli Dipartimento Sanità Pubblica U.O.C Igiene Alimenti e Nutrizione Dedicato a ragazzi e ragazze dai 14 ai 20 anni c/o SPAZIO GIOVANI

Dettagli

I 5 PREREQUISITI PSICOLOGICI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

I 5 PREREQUISITI PSICOLOGICI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE I 5 PREREQUISITI PSICOLOGICI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE Dott.ssa Teresa Montesarchio www.alimentazionestrategica.it https://www.facebook.com/alimentazionestrategica 1/12 Questo compendio nasce dalla

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT.

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT. UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA-RIABILITATIVA CENTRO DIURNO PROGETTO SPERIMENTALE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Disturbo dell alimentazione: Conoscere per curare e per vivere RESPONSABILI: Direttore

Dettagli

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE LE CAUSE DELL OBESITÀ Dall interazione di fattori

Dettagli

La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere.

La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere. Le sane abitudini alimentari Bologna 10 marzo 2014 La magia del cibo, scopriamo quanto l alimentazione è importante per il benessere. Emilia Guberti UO Igiene Alimenti e Nutrizione Az. USL Bologna Sicurezza

Dettagli

I disturbi alimentari

I disturbi alimentari I disturbi alimentari Molti genitori del giorno d'oggi si preoccupano per i disturbi alimentari. Alle parole 'disturbo alimentare' si è data una tale attenzione negli ultimi anni che non è inusuale che

Dettagli

L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT

L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT L OBESITÀ E L ECONOMIA DELLA PREVENZIONE: OBIETTIVO SALUTE OBESITY AND THE ECONOMICS OF PREVENTION: FIT NOT FAT Un nuovo rapporto OCSE analizza le dimensioni e le caratteristiche dell attuale epidemia

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Il Morbo di Alzheimer

Il Morbo di Alzheimer Il Morbo di Alzheimer Il morbo di Alzheimer, detta anche demenza senile di tipo Alzheimer, demenza degenerativa primaria di tipo Alzheimer o semplicemente di Alzheimer, è la forma più comune di demenza

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica EVOLUZIONE ED OBESITA Dott.ssa D Angelo Angelica Definizione di obesità Per obesità si intende la presenza di un eccesso della massa corporea. Il grado di obesità si misura con l indice di massa corporea

Dettagli

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE L incontro si è tenuto Martedì 22 Aprile alle ore 14:00 presso il Liceo Galvani I relatori erano i seguenti: Andrea Biancardi,

Dettagli

N O W L G E F O R E D. Waste Watcher - Knowledge for Expo. Expo Milano Ottobre 2014

N O W L G E F O R E D. Waste Watcher - Knowledge for Expo. Expo Milano Ottobre 2014 K N O W L E D G E F O R Waste Watcher - Knowledge for Expo Expo Milano Ottobre 2014 Waste Watcher 2014 / Knowledge for Expo L osservatorio sullo spreco domestico Waste Watcher è promosso da Last Minute

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ?

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? È necessario chiarire, innanzitutto, che col termine mediterraneo non ci si riferisce, ovviamente, soltanto all Italia! Mediterranei, infatti, sono il clima, il mare,

Dettagli

Mod. FP7 Rev. 0 del 19/02/2013 Pagina 1 di 5 PROGRAMMA di CORSO FAD

Mod. FP7 Rev. 0 del 19/02/2013 Pagina 1 di 5 PROGRAMMA di CORSO FAD Mod. FP7 Rev. 0 del 19/02/2013 Pagina 1 di 5 Terapie educative del sovrappeso e dell obesità in età evolutiva dal 15 aprile 2014 al 15 dicembre 2014 organizzato da ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ coorganizzato

Dettagli

VISITA PRE-CONCEZIONALE

VISITA PRE-CONCEZIONALE VISITA PRE-CONCEZIONALE Avete deciso che è arrivato il momento giusto di avere un bambino è avete già iniziato a prepararvi anche emotivamente al coinvolgimento necessario e all impegno a lungo termine

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

Le cose da sapere su bodykey by NUTRILITE

Le cose da sapere su bodykey by NUTRILITE Le cose da sapere su bodykey by NUTRILITE 1. Quali sono i vantaggi di bodykey by NUTRILITE? Grazie alla collaborazione con scienziati, nutrizionisti ed esperti di fitness, NUTRILITE ha lanciato un programma

Dettagli

Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di

Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di 1. Il monitoraggio del rapporto degli italiani con la salute ed i servizi sanitari I risultati del Monitor

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI

ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI Il Cibo nemico ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI - Il cibo nemico. (prima parte) Da quando esiste la vita, nutrimento e cibo sono elementi fondamentali per la sopravvivenza di qualsiasi

Dettagli

Istruzioni per l uso

Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Un periodo ristretto nel tempo di restrizioni alimentari per dimagrire o curare / prevenire una patologia Modo di alimentarsi, abitudine alimentare Siamo programmati per ingrassare

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e

L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se

Dettagli

PSICOLOGIA DEL DENARO

PSICOLOGIA DEL DENARO PSICOLOGIA DEL DENARO PREMESSA Chiunque vede con chiarezza l importanza che il denaro ricopre nella vita di ognuno, ma pochi si rendono conto che diventare ricchi è possibile e spesso per farlo è sufficiente

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ED EMOZIONALI AD INSORGENZA TIPICA NELL INFANZIA Conoscerli per contenerli Il disagio in età evolutiva Il disagio in età evolutiva ha origine dall interazione tra diverse variabili

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CERA, CIOCCHETTI, PISACANE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CERA, CIOCCHETTI, PISACANE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2290 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CERA, CIOCCHETTI, PISACANE Istituzione delle figure professionali di esperto in scienze delle

Dettagli

La Polisportiva "INSIEME per SPORT La Società Polisportiva "Insieme per Sport" è nata nel maggio del 1995 all interno del Dipartimento di Salute Mentale dell ASL 3 Genovese, dall iniziativa di un piccolo

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria

ASL - Benevento. Okkio alla salute. Un indagine tra i bambini della scuola primaria ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 96 Servizio Epidemiologico e Prevenzione - Tel. 0824.308286-9 Fax 0824.308302 e-mail: sep@aslbenevento1.it Okkio alla salute Un indagine tra i bambini della

Dettagli

Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it

Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it Intervento a scuola: trattamento cognitivo-comportamentale e gestione delle emozioni Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it Bassa autostima Depressione Ansia Ostilità Problematiche emotive frequentemente

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

HBSC: analisi dei bisogni di salute degli adolescenti Confronto 2010 2104

HBSC: analisi dei bisogni di salute degli adolescenti Confronto 2010 2104 Workshop «Crescere insieme con What s up?» 7-8 settembre 2015 Fondazione Carigo Gorizia HBSC: analisi dei bisogni di salute degli adolescenti Confronto 2010 2104 HEALTH PROMOTING HOSPITALS & HEALTH SERVICES

Dettagli

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA ASSOCIAZIONE PRO SENECTUTE DI PEIA-ONLUS via Don Brozzoni n 32 24020 Peia (BG) cod. fiscale 90017120164 (Iscritta nel Registro Generale Regionale del Volontariato al n. 26038 dal 24.10.2000) e-mail prosenectute_peia@virgilio.it

Dettagli

Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo

Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo Emanuele Bartolozzi Una guida per affrontare il disturbo L attacco di panico sembra essere per il malato una duplice condanna: da un lato i sintomi che imperversano, dall altro quasi la ferma certezza

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Seconda Università di Napoli Università di Salerno LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Dott.ssa Monica Siniscalchi Psicologa Psicoterapeuta IL CIBO SIMBOLO DELLA VITA L idea del cibo deriva da eventi che

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Sommario DIMAGRISCI E RITORNA ENERGICO CHI SEI. www.diete-dimagranti.net

Sommario DIMAGRISCI E RITORNA ENERGICO CHI SEI. www.diete-dimagranti.net Sommario Introduzione...2 Cambiamenti a breve e medio termine e importanza del Kaizen...2 Modi per approcciarsi al cambiamento...5 Ma cosa c'entra tutto questo con la dieta e con il dimagrire?...7 Come

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI

FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI Formazione FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ DI GENOVA PRESSO GLI STUDI DEI MMG: IMPRESSIONI E COMMENTI ANDREA STIMAMIGLIO, RICCARDO

Dettagli