Dal Nordafrica alla Penisola Araba, dalla Siria al Libano e Iraq, l Islam combatte contro se stesso. È la sua Guerra dei Trent anni?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal Nordafrica alla Penisola Araba, dalla Siria al Libano e Iraq, l Islam combatte contro se stesso. È la sua Guerra dei Trent anni?"

Transcript

1 geopolitica MO, l ora di religione sicurezza Il Brasile in ebollizione economia La favola dell austerity anno I - n. 6 luglio 2013 sunniti ontro sciiti Dal Nordafrica alla Penisola Araba, dalla Siria al Libano e Iraq, l Islam combatte contro se stesso. È la sua Guerra dei Trent anni?

2 IDEE PER L AMBIENTE. DAL1988. GESTIONE IMPIANTI ECOLOGICI ENGINEERING AMBIENTALE BONIFICHE Progest opera nel campo dell ingegneria industriale e ambientale, del consulting specialistico e dei servizi reali, sviluppati nella sfera professionale dell ambiente e della sicurezza sul lavoro. Nel corso degli anni la società ha avuto l opportunità di confrontarsi con i principali committenti operanti sul territorio nazionale divenendo in breve tempo una struttura di riferimento per ciò che concerne le problematiche dei settori Ambiente e Sicurezza. Oggi Progest, grazie ad un progressivo percorso di specializzazione e ad un team tecnico accuratamente selezionato e qualificato, è in grado di offrire ai propri Clienti attività di Global Service per la risoluzione di ogni tipo di problematica in tema di ambiente e sicurezza. CONSULTING SMALTIMENTO RIFIUTI

3 sommario geopolitica 8 La fede e la ragione 12 La Guerra dei Trent anni 14 La catastrofe umanitaria 18 Rouhani, il settimo Presidente sicurezza 26 Panem et circenses non bastano 30 Erdogan e Piazza Taksim, prova superata 32 Sviluppo, altro che siesta! 34 Terremoti e altri disastri 14 economia 38 La favola dell austerità espansiva 42 La caduta degli dei rubriche 16 dura lex Sotto la lente del diritto 24 l araba fenice Donne, società e i tanti volti dell Islam 20 a dire il vero... L analisi di approfondimento 46 do you spread? Voci dal mercato globale 46 inoltre 6 mappamondo 50 un libro al mese 50 così dicono LOOKOUT n. 6 luglio

4 L editoriale Riflessioni (serie) d inizio estate settembre del 2001, quando Al Qaeda ha attaccato gli Stati Uniti, tutti abbiamo temuto che gli attentati significassero l inizio di un confronto politico e militare definitivo tra Islam e Occidente. Questo per L 11 fortuna non è avvenuto, ma l aggressività sanguinaria dei jihadisti sunniti e dei loro sponsor politici ha creato le premesse per un nuovo conflitto, questa volta tutto all interno dell Islam, tra sciiti e sunniti. È un conflitto nel quale interagiscono fattori politici, religiosi, economici e sociali. È un conflitto destinato a durare e che abbiamo ritenuto di analizzare in profondità, per tentare di comprenderne le coordinate strategiche. Nelle piazze del Brasile e della Turchia sono comparse folle di autoconvocati, che via sms e tramite Facebook e Twitter si raccolgono per farsi sentire da una politica troppo spesso ottusamente conservatrice e corrotta. Il popolo degli Occupy è una nuova realtà politica e sociologica che spesso riesce a imporsi e a imporre mutamenti politici. Per questo ne abbiamo svelato le anime, insieme alle nuove realtà che emergeranno dalla vittoria in Iran del moderato Hassan Rouhani e dal rinascimento economico del Messico. In questo numero ci occupiamo anche di casa nostra e dei suoi problemi economici, spesso aggravati non soltanto da terremoti finanziari ma anche da quelli reali che fanno dell Italia un Paese a rischio e che fanno di questo rischio una possibile opportunità economica. Rimettere in sesto il nostro patrimonio abitativo potrebbe infatti contribuire anche a ordinare i conti pubblici. In questa partita si affrontano le scuole di pensiero dei rigoristi e dei fautori di una politica di crescita espansiva. Non abbiamo una ricetta economica precisa, ma il nostro B. Woods sospetta che di solo rigore si possa morire. mario mori

5 inbox il direttore editoriale risponde Edward Snowden fa tremare di nuovo l America La cosa che più mi stupisce di questo caso è la tanta animosità con cui Snowden viene difeso dall opinione pubblica. Fosse animato da veri ideali potrei anche capirlo. Invece si tratta di un ragazzo che ha venduto il suo Paese per soldi, o sbaglio? Francesco Atzeni No, lei non sbaglia. Snowden non può essere considerato un combattente per la libertà. È un uomo che ha tradito il suo Paese e i suoi impegni di dipendente pubblico americano. Ma, ed è un ma grosso come una casa, ha contribuito anche a far emergere quello che in molti cominciavamo a sospettare. L amministrazione Obama ha un piglio arrogante e decisionista che la porta a non esitare, con i droni, ad uccidere senza processo i suoi nemici (anche cittadini americani!) in giro per il mondo, che non esita a mettere in piedi un piano di intercettazioni dei giornalisti ritenuti nemici e che non esita a spulciare tra la posta e i computer dei suoi cittadini. Oportet ut scandala eveniant : Snowden è un delinquente, ma il suo gesto forse riporterà nei binari un amministrazione che sul piano dei diritti sembra deragliare. Il governo italiano si incarta sugli F35 Credo che sia necessario acquistare gli F35 per sostituire i vecchi e obsoleti Tornado di vent anni fa. Lo si potrebbe fare magari ammortizzando la spesa in più anni. Che ne pensate? Giuseppe Musumeci Certo, in tempo di crisi la spesa per gli F35 può suscitare perplessità. Il problema è che la decisione andrebbe presa non tanto sull onda di una risposta emotiva ad argomenti facili ed un po qualunquistici ( usiamo i soldi degli F35 per mettere in sicurezza le scuole... ) ma all interno di una riflessione complessiva del nostro modello di difesa. La funzione delle forze armate diventa logica e coerente solo all interno di una politica difensiva chiara e razionale. È in questi confini che andrebbe discussa l utilità o meno degli F35 o di una portaerei. Insomma, non interventi spot ma un ragionamento serio e aggiornato alla realtà economica e sociale in cui viviamo. Armi ai ribelli: l Occidente fa bene? La decisione dell Occidente di fornire armi ai ribelli siriani è scellerata. Queste armi andranno in mano agli integralisti e ad Al Qaeda che poi, quando ne avrà bisogno, tornerà a puntarle contro di noi come è già accaduto in passato. John Dalto Su questo magazine lo abbiamo già scritto: non necessariamente il nemico di un cattivo è automaticamente un buono. Assad forse è un cattivo, ma i suoi oppositori sono migliori? Dare le armi a casaccio in un conflitto civile significa rafforzare le formazioni più aggressive e spregiudicate. Gli americani rifornirono di missili e di armi tutti i combattenti antisovietici in Afghanistan. Se ne sono avvantaggiati solo i talebani e Al Qaeda. Purtroppo spesso i policy makers agiscono più sotto la spinta del mainstream mediatico che di una riflessione storica e analitica. In Siria, come del resto è già successo in Libia, quando il genio sarà uscito dalla lampada sarà difficile farcelo rientrare. Anno I - Numero 6 - luglio 2013 EDITORE G-Risk - CEO Giuseppe De Donno Via Tagliamento, Roma Tel Fax DIRETTORE SCIENTIFICO Mario Mori DIRETTORE EDITORIALE Alfredo Mantici DIRETTORE RESPONSABILE Luciano REDAZIONE Rocco Bellantone Dario Scittarelli Cristiana Era Marta Pranzetti ART DIRECTION Francesco Verduci facebook.com/lookoutnews twitter.com/lookoutnews Registrata presso il Tribunale di Roma n. 13/2013 del 15/01/2013 LOOKOUT n. 6 luglio

6 mappamondo nicaragua un nuovo canale per il centro america Presto il canale di Panama potrebbe avere un concorrente scomodo. Il Congresso nazionale del Nicaragua ha infatti approvato la costruzione di un canale lungo 286 km che attraverserà l intero territorio nazionale, collegando la costa caraibica a quella pacifica. L opera sarà realizzata dal cinese Wang Jing, proprietario del Gruppo HKND con base a Hong Kong. Prezzo 40 miliardi di dollari, inizio dei lavori nel mali maxi taglie per catturare i terroristi islamici Un fondo da 23 milioni di dollari per fermare la minaccia qaedista nel Continente africano. Gli USA offrono laute ricompense per ottenere informazioni sui più pericolosi militanti islamici operativi nel Maghreb e nel Sahel. La taglia più alta, pari a 7 milioni di dollari, pende sulla testa del leader di Boko Haram Abubakar Shekau. Mokhtar Belmokhtar ne varrebbe invece solo 5. irlanda del nord g8: nessuna data per la conferenza di ginevra Uscita dalla recessione, crescita dell economia, emergenza lavoro per i giovani. Sono questi i temi principali di cui hanno discusso a Lough Erne, in Irlanda del Nord, Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Canada e Russia, in occasione del G8 il 17 giugno. Nessuna novità sul fronte siriano e nessuna data per la Conferenza di Ginevra: si accettano scommesse. 6 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

7 india new delhi pensa al petrolio iracheno In attesa di capire se e come il neo presidente iraniano Rouhani riuscirà a limare le condizioni dell embargo, il 7 giugno l India - insieme a Cina, Malesia, Corea del Sud, Singapore, Sud Africa, Sri Lanka, Turchia e Taiwan - ha ottenuto dal dipartimento di Stato americano un ulteriore deroga per le sue importazioni petrolifere dall Iran. Se le cose dovessero andare male, New Delhi ha già il sostituto: l Iraq. Ovviamente Cina permettendo. russia un interruttore per spegnere il web Vladimir Putin vorrebbe affidare il controllo di internet a un agenzia dell ONU, mentre ogni Paese dovrebbe possedere un interruttore per spegnere il world wide web in caso di emergenza. La sua proposta, a dir poco sopra le righe, arriva qualche giorno dopo lo scoppio del Datagate e le rivelazioni bollenti dell ex funzionario della CIA e del National Security Agency Edward Snowden. Chissà come l avrà presa Obama? australia i labor fanno fuori il premier gillard Il Partito Laburista australiano cambia volto in vista delle elezioni del 14 settembre. Il gruppo parlamentare, riunito d emergenza il 26 giugno, ha costretto il premier in carica Julia Gillard a fare un passo indietro in favore del suo predecessore Kevin Rudd. La Gillard era in calo nei sondaggi. Adesso per i Liberal di Toni Abbott sarà certamente più dura. LOOKOUT n. 6 luglio

8 geopolitica Medio Oriente La Guerra dei Trent anni Le differenze tra le due anime principali dell Islam Siria L aspetto umanitario della guerra Iran Il dopo elezioni 8 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

9 Fede e ragione sono gli ingredienti salienti per tentare di leggere con gli occhi del vicino Oriente una guerra che mescola politica e religione. C è questo e altro nella Guerra dei Trent anni dell Islam Islam La scossa impressa all impalcatura creata in quindici secoli alla Chiesa di Roma dalla riforma di Martin Lutero non soltanto ha creato le comunità protestanti ma ha destabilizzato l intero assetto politico europeo che, pochi decenni dopo la ribellione religiosa luterana, è sfociata in una guerra continentale: la Guerra dei Trent Anni, che dal 1618 al 1648 ha La fede sconvolto gli assetti politici, economici e sociali del Vecchio Continente. e la ragione Il Grigio Perché parliamo della Guerra dei Trent Anni in riferimento a quello che sta succedendo oggi in Medio Oriente? Perché i tre conflitti più importanti che si stanno svolgendo sotto i nostri occhi in Siria, in Iraq e, per molti versi, in Libano, hanno le stesse caratteristiche storiche di questa guerra. LOOKOUT n. 6 luglio

10 geopolitica Il dizionario Amal è la prima formazione sciita che alla fine degli anni Settanta partecipa alla prima guerra civile libanese nella quale si scontrano, in una congerie di alleanze, che spesso finisce in un tutti contro tutti, le varie anime confessionali del mosaico libanese: gli sciiti, appunto, i sunniti, i drusi, i palestinsi e i cristiano maroniti. Sud raccogliersi sotto le bandiere del primo partito sciita della storia libeanese, Amal, fondato da un coraggioso avvocato di Beirut, Nabil Berri. Dai quindici anni di guerra civile escono indubbiamente come forza dominante proprio gli sciiti, che dal 90 occupano (e, di fatto, amministrano) tutto il Libano Sud sotto le bandiere della formazione che sulle ceneri di Amal è diventata protagonista delle tensioni mediorientali: Hezbollah, il Partito di Dio. Pur essendo nata come formazione guerrigliera e terroristica clandestina, a lei vanno attribuiti gli attentati che fecero strage di marines americani e di soldati francesi a Beirut nel Hezbollah è riuscito a crescere come partito politico e forza militare quasi regolare, l unica che può vantare di aver sconfitto l esercito di Israele durante la campagna del Il suo segreto è stato costruire una propria infrastruttura amministrativa locale che nel Libano sud gestisce addirittura ospedali, scuole e case di riposo. Grazie al sodalizio stabilito con l Iran la casa madre degli sciiti di I sunniti, i seguaci della Sunna (la consuetudine), costituiscono la cortutto il mondo - Hezbollah è divenrente ortodossa e maggioritaria dell Islam, mentre gli sciiti (la fazione tata una piccola potenza economidi Alì ) rappresentano quella minoritaria: la proporzione è almeno di ca e militare e oggi la troviamo imsettanta-trenta in favore dei sunniti. pegnata a sostenere in Siria il regila divisione ebbe origine dopo la morte di Maometto, nel 632 d.c., me di Assad, rappresentante degli quando i fedeli si contesero l eredità religiosa e politica tra Abu Bakr, amialawiti, una minoranza del 15% di co e padre della moglie di Maometto, ed Alì, cugino e genero del Profeta. derivazione sciita che da oltre cindevoti alla tradizione, secondo i sunniti l eredità e la guida dell Islam quant anni governa la Siria con il spettano a coloro che seguono gli insegnamenti di Maometto, senza particontributo di una componente delcolari legami di sangue. Al contrario, gli sciiti hanno sempre ritenuto che l alta borghesia sunnita. il successore di Maometto dovesse essere un consanguineo del Profeta. Ridurre il conflitto siriano a una Inoltre, al contrario dei sunniti, gli sciiti sono organizzati secondo una guerra di religione sarebbe fuorsorta di gerarchia e rispondono a un clero (Ayatollah, Hojjatoleslam e mujviante e pericoloso. Il conflitto ha tahid). In tal senso, le differenze sull interpretazione del Corano sono non delle radici economiche e sociali che tanto teologiche quanto epistemologiche: l interpretazione simbolica sciita almeno all inizio hanno superato è contestata dai sunniti, secondo cui l interpretazione dev essere letterale. Al posto dei cattolici e dei protestanti oggi ci sono sunniti e sciiti. Al posto dei principi tedeschi e olandesi ci sono i proletari sciiti libanesi, siriani e iracheni. Al posto dei vescovi, del papato e dei re cattolici, le classi dirigenti sunnite del Libano e dell Iraq e la maggioranza sunnita siriana. Un mix di religione e politica che, com è accaduto da noi, può durare un intera generazione. Tutto comincia con la scomparsa a Tripoli nel 1978 dell imam sciita Moussa Sadr. Esule in Libia per sfuggire alle persecuzioni dei cristiano-maroniti e dei sunniti in Libano, venne probabilmente ucciso dai servizi segreti di Gheddafi per fare un favore alla casa regnante saudita. L assassinio di Sadr provoca i primi fermenti di ribellione in Libano, che vedono il sottoproletariato sciita della periferia sud di Beirut e i poverissimi contadini e allevatori della Valle della Bekaa e del Libano Differenze tra sunniti e sciiti 10 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

11 quelle religiose. È infatti iniziato come la rivolta di una borghesia sunnita non adeguatamente rappresentata nei centri del potere siriano che ha preteso di far pesare con il suo 75% della popolazione la demografia in politica. La resistenza alawita e degli Assad - che i media occidentali davano per spacciati da oltre un anno - si spiega con la certezza che alla vittoria sunnita seguirebbe un imponente pulizia etnica ai danni di alawiti, cristiani e collaborazionisti sunniti. Nel conflitto siriano la religione rispunta quando, in risposta al pesante intervento di Hezbollah a sostegno dei lealisti siriani, agli inizi di maggio lo sceicco libanese sunnita Salim Al Rafii lancia una fatwa, cioè un appello religioso, invitando tutti i sunniti libanesi alla mobilitazione per la difesa dei confratelli siriani. La fatwa riporta la religione al centro del conflitto. Ma la soluzione resterà comunque politica, e per capire quello che succederà bisogna guardare fuori dai confini siriani: a Mosca, Teheran, Ankara e Riad. La Guerra dei Trent anni continua in Iraq, dove è saltato il tappo che comprimeva con la dittatura di Saddam Hussein e opprimeva la maggioranza sciita che, col suo 65% di popolazione, dopo l intervento americano ha mostrato di voler contare nella politica del nuovo Iraq. Qui è in corso una vera e propria guerra civile combattuta con kamikaze e autobomba. E anche qui i protagonisti veri sono fuori: da un parte l Iran, che con un Iraq sciita vedrebbe rafforzate le sue ambizioni di potenza regionale (gli iraniani amano definirsi persiani per ricordare i fasti di un impero che non sarebbe difficile ricostruire sotto le insegne del credo sciita). Dall altra, c è l Arabia Saudita che vedrebbe traballare le sue altrettanto forti ambizioni di potenza regionale. La nostra Guerra dei Trent anni innescata dalla religione ha trasformato, con la pace di Westfalia, l Europa Continentale. Sparita l egemonia del papato e del Sacro Romano Impero, sono nati gli Stati nazionali come li conosciamo oggi. Il grande conflitto tra sciiti e sunniti, ne siamo sicuri, quale che sarà l esito, cambierà gli equilibri geopolitici di tutto il vicino Oriente. Non credo alla guerra di religione Il parere di Abdellah Redouane, Segretario Generale del Centro Islamico culturale d Italia, con un passato presso il Ministero degli Affari Religiosi in Marocco. In Medio Oriente stiamo assistendo a una guerra di religione transnazionale? Credo che già parlare di guerra di religione possa connotarsi come uso di una terminologia impropria. Al di là della presenza di sovrastrutture comuni, ciascuno dei Paesi interessati dalla questione è portatore di proprie specifiche peculiarità, che li rende difficilmente paragonabili l uno all altro. Escluderei quindi la presenza di un progetto transnazionale o di un comune disegno a monte. Se non è la Guerra dei Trent anni, cosa contrappone sunniti e sciiti? Ogni fenomeno storico dovrebbe sempre essere contestualizzato e inserito nel suo retroterra concettuale e dottrinale. Trasmigrare categorie e analisi da un contesto all altro non solo non aiuta, ma rende più difficile un analisi serena e scientifica. Differenziazioni tra sunniti e sciiti sono presenti in campo giuridico, teologico, escatologico, sul concetto di autorità, di grazia salvifica e tutte si inseriscono nel divenire storico. Ma sarebbe erroneo dire che i sunniti stanno ai cristiani ortodossi come gli sciiti stanno ai cristiani cattolici, o simili. Sunniti e sciiti riconoscono la Profezia di Muhammad, pace e benedizioni su di lui, recitano lo stesso Corano, credono nel Dio unico. Spesso, gli sciiti sono la minoranza povera e isolata. Quanto incide questo nel contrasto con i sunniti? Indubbiamente, situazioni di disagio economico e sociale influiscono. Ma questo accade ovunque, e non solo nelle relazioni tra sunniti e sciiti. Basti pensare agli scontri nelle periferie di grandi metropoli urbane, che non necessariamente nascono da motivazioni religiose. (M.P.) LOOKOUT n. 6 luglio

12 geopolitica La Guerra dei Trent anni LIBANO Per adesso solo gli sciiti libanesi di Hezbollah hanno ammesso ufficialmente di combattere in Siria accanto al regime. Grazie a loro, non solo si sono riequilibrate le forze in campo e riconquistate città importanti come Qusayr, ma il disegno del Partito di Dio prevede un califfato sciita transnazionale che unisca Siria e Libano sotto la medesima bandiera. Ragion per cui il governo a guida sunnita di Tamman Salam, è quanto mai a rischio: scontri armati tra esercito, sunniti ed Hezbollah sono ormai realtà. Guerra settaria tra sunniti e sciiti, milioni di rifugiati, una terra lacerata dalle bombe che hanno raso al suolo città intere, potenze straniere che trafficano armi e uomini, pattuglie di soldataglie che terrorizzano le popolazioni inermi, confini in ebollizione, forse persino uso di armi chimiche. Tutto questo, e se possibile molto altro ancora, è il panorama del Medio Oriente del 2013 di cui la Siria è il cuore pugnalato a morte, alimentato solo dall odio e dal calcolo politico. Per la prima volta, si capisce come questa guerra si stia ingigantendo anziché concludersi, come la Conferenza di pace di Ginevra sia sempre più una chimera e come i confini siriani siano davvero in discussione per la prima volta da quasi un secolo. La possibilità stessa di una frammentazione del Paese non è recondita. Come non lo è più il contagio di altri Stati confinanti. Su tutti, il Libano. TURCHIA Le proteste di Gezi Park e piazza Taksim a Istanbul, poi estese in molte altre città, hanno esaurito nel giro di due settimane la loro carica potenzialmente destabilizzante. L approccio del premier Erdogan dopo i primi giorni di sbandamento, è risultato efficace e la tenuta del governo non è mai stata in discussione. Il partito islamista AKP, a larga maggioranza sunnita, per il momento non rischia. Resta il fatto che il 20% dei turchi sono sciiti del ramo Alevi. egitto libano EGITTO La popolarità del presidente Morsi, sostenuto dalla Fratellanza sunnita, continua a calare (è scesa al 42% in appena un mese) ma, in attesa di indire nuove elezioni e modificare la Costituzione, il presidente ha sospeso ogni rapporto diplomatico con il regime di Assad, chiuso l Ambasciata siriana al Cairo e ritirato la delegazione egiziana a Damasco. turc sir 12 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

13 hia ia IRAQ L Iraq è diventato un campo di battaglia tra forze in lotta per il potere dopo l invasione guidata dagli USA del Da quando il governo sciita ha assunto il comando dopo che gli Stati Uniti hanno lasciato il Paese nel 2011, la guerra civile è degenerata a suon di bombe (già oltre duemila morti dallo scorso anno) a causa dello scontro tra il governo che, pur instabile, resta in mano alle forze sciite, e la minoranza sunnita, che non lo riconosce. iraq iran IRAN L Iran, la più grande potenza sciita di tutto il Medio Oriente, sostiene dichiaratamente il regime alawita di Bashar Assad, consapevole che una debacle sciita in Siria rischierebbe di spazzare via dalle cartine geografiche lo sciismo, relegandolo nei confini nazionali. I suoi pasdaran sono a tutti gli effetti sul campo di battaglia e costituiscono una componente essenziale (la più addestrata) tra le forze fedeli ad Assad. Il neo-presidente Rouhani non può modificare la situazione e, anzi, l Iran rischia di impegnarsi sempre più a fondo nel conflitto. arabia saudita Qatar ARABIA SAUDITA La monarchia sunnita di Re Abdullah, nonostante sia impegnata nella successione al proprio interno, insieme al Qatar è il principale sostenitore dei ribelli siriani. A loro, i sauditi hanno fornito appoggio diplomatico (Abdullah stesso è stato più volte a colloquio con Assad), economico e militare. Pur avendo promosso iniziative diplomatiche insieme ai Paesi del Golfo e alle Nazioni Unite, restano in prima linea nel conflitto e pretendono un ruolo da protagonisti nella gestione del mondo islamico che verrà. QATAR Ad Hamad bin Khalifa Al-Thani è appena succeduto il figlio Hamim alla guida del Paese ma nulla cambia il fatto che l Emirato sunnita del Qatar sostiene economicamente, e in parte militarmente, i ribelli siriani. Dopo aver appoggiato gli USA contro l Iraq e ricoperto un ruolo fondamentale nella caduta di Gheddafi, il governo di Doha ospita anche un ufficio dei talebani dell Afghanistan. La sua posizione nel mondo arabo è e resta dominante. LOOKOUT n. 6 luglio

14 geopolitica Siria La catastrofe umanitaria di Rocco Bellantone È vero che i ribelli stanno già ricevendo armi dall estero? Di proclami dall estero se ne stanno facendo tanti, ma ad oggi di cose concrete non se ne sono viste molte. Qualcosa si è mosso, è vero, ma per fermare la controffensiva del regime servono altri mezzi, come i lanciarazzi di ultima generazione. Mentre le truppe di Assad recuperano terreno sui ribelli puntando alla riconquista di Aleppo, a migliaia di chilometri di distanza nelle ambasciate e nelle sedi delle diplomazie internazionali di mezza Europa va in scena il secondo tempo del conflitto siriano. È qui che il Consiglio Nazionale Siriano dirige le operazioni per ottenere dalla comunità internazionale armi ed equipaggiamenti da inviare ai ribelli. Tra i suoi membri c è anche Feisal Al Mohamad, medico siriano che vive a Roma dal Si può inquadrare questa come una guerra di religione tra sciiti alawiti e sunniti? No, è assolutamente sbagliato. Quelli che muoiono sono di ogni fede ed etnia: ci sono sciiti, sunniti, curdi, drusi. Non si può generalizzare dicendo che i ribelli sono tutti di fede sunnita e che gli sciiti, invece, sono con Assad. Se si vuole fare propaganda, va bene. Ma se si cerca la verità, questa non è la giusta direzione. Quale sarebbe la verità? Che si tratta di una guerra portata avanti dai siriani per conquistare la libertà, per troppo tempo negata dal regime di Assad. Secondo lei si farà la Conferenza di Ginevra? Personalmente, la vedo dura. Secondo me non si farà. O meglio, alle condizioni attuali è impossibile che si faccia. Cosa ci dice del ruolo italiano in questo conflitto? Ufficialmente non c è nessun contatto tra il governo italiano e i ribelli. L Italia continua a inviare aiuti umanitari ai profughi, come d altronde ha sempre fatto. Ma lo fa soprattutto attraverso la Caritas o la Croce Rossa. Possiamo capire questa scelta, ma non possiamo condividerla. Il fatto che l Italia non si esponga ufficialmente al nostro fianco (dei ribelli, ndr) non viene compreso dai siriani. 14 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

15 Cosa pensa dei gruppi estremisti che combattano, Jabhat Al Nusra da una parte ed Hezbollah dall altra? Si tratta di una di quelle disgrazie che possono capitare a un popolo come il mio, specie in un momento di caos come quello che stiamo attraversando. Non credo che avranno un ruolo importante in Siria. È dall inizio che ci sono stranieri che combattono in questo conflitto da una parte e dall altra. C è Al Nusra, ci sono diversi gruppi iracheni ma anche yemeniti e russi. Sono per lo più mercenari, guerrieri itineranti in cerca di profitti. E poi ci sono anche gli iraniani che non molleranno mai la presa sulla Siria, perché il loro vero obiettivo è inseguire l ideale dell Impero Persiano. La loro strategia proseguirà anche con il nuovo presidente Rouhani. Se volessimo utilizzare una metafora, in questo momento la Siria è come un grande ring: tutti vogliono salirci e mettersi in mostra facendo vedere i propri muscoli. Che dimensioni ha assunto l emergenza umanitaria? La situazione è drammatica sotto il profilo sanitario, economico e, ovviamente, della sicurezza. Manca tutto: dal pane alle coperte ai medicinali. Le persone non sanno cosa fare, soprattutto i genitori che devono badare ai propri figli. Dal punto di vista psicologico, invece, la situazione è opprimente: i siriani ce l hanno con il mondo, perché il mondo non li aiuta per come invece potrebbe. Siete voi che dovete aiutarci a liberare questo Paese. La Siria è già un Paese pieno di disabili e handicappati e non dimentichiamoci che statisticamente per ogni morto ci sono tre feriti. Se i morti sono , allora vuol dire che i feriti saranno almeno Vi rendete conto che è un vero e proprio disastro per il nostro Paese? Come si riuscirà ad arrivare a nuove elezioni nel 2014? Io spero che le elezioni nel 2014 ci siano davvero. Non siamo noi a chiedere che Bashar Assad faccia un passo indietro, è piuttosto la Costituzione siriana che gli impedisce già oggi di correre per un terzo mandato. La legge c è ancora, dunque basta solo applicarla. LOOKOUT n. 6 luglio

16 dura lex sotto la lente del diritto La legge della Shari a Draconian Le costituzioni di ispirazione islamica si caratterizzano, salvo rare eccezioni, per il riferimento alla Shari a come fonte principale ovvero come una delle fonti della legislazione. La questione non assume carattere meramente formale comportando, come diretta conseguenza, la possibilità di sindacare la legittimità costituzionale delle norme su base sciaraitica. Peraltro va rimarcato come il dibattito in corso nel mondo araboislamico in ordine ai continui arresti giurisprudenziali sulla nozione di Shari a, si vada sempre più arricchendo di nuove prospettive a seguito dei molteplici tentativi di costituzionalizzare il Diritto di Dio sotto la spinta dei movimenti islamici ascesi al potere a seguito della primavera araba. Benché collocata a un livello gerarchicamente superiore rispetto a qualsiasi regola emanata dall autorità politica, la legislazione positiva ha via via relegato la Shari a al ruolo di norma dal valore preminentemente etico-religioso, priva del carattere cogente per la mancanza di organi giurisdizionali in grado di assicurarne la diretta applicazione. In questo contesto l eventuale rinvio alle norme del cd. sistema Shari a/fiqh avviene solo ad opera del legislatore statale che fissa casi e limiti del rinvio: è affidata al legislatore, dunque, la potestà di ampliare o delimitare, di volta in volta, l ambito operativo del sistema normativo discendente dalla Rivelazione, la cui mutevole interpretazione resta pur sempre affidata ai giurisperiti. L inserimento in costituzione della Shari a consente, quindi, di prefigurare un sistema valoriale - riconducibile a principi metapositivi - cui fare ricorso ogni volta si profili la necessità di verificare la coerenza del dato normativo ai principi sciaraitici. La storia recente dimostra, tuttavia, come il processo per rendere affettivo, sotto il profilo in esame, il controllo di costituzionalità, sia ancora in gran parte da compiere, nonostante l accelerazione impressa dalle primavere arabe al riformismo costituzionale. La disamina della giurisprudenza costituzionale egiziana e del dibattito in corso in quel Paese intorno alla riforma della carta fondamentale ne costituisce un esempio emblematico. Con la riforma nel 1980, infatti, il legislatore egiziano aveva modificato la costituzione prevedendo, all art. 2, che i principi generali della giurisprudenza islamica - la Shari a, 16 LOOKOUT n. 6 luglio 2013

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge Come nasce una legge: Dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

SEZIONE TERZA. Le fonti degli enti locali

SEZIONE TERZA. Le fonti degli enti locali SEZIONE TERZA Le fonti degli enti locali 2.1. Presentazione di Edmondo Mostacci L insieme delle fonti endogene degli enti locali costituisce un sottoinsieme un microcosmo, secondo la efficace definizione

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 20/15 Lussemburgo, 26 febbraio 2015 Stampa e Informazione Sentenza nella causa C-472/13 Andre Lawrence Shepherd / Bundesrepublik Deutschland

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

I N T R O D U Z I O N E

I N T R O D U Z I O N E I N T R O D U Z I O N E L'imperatore turco Ulugh Bey ( 1393-1449), eminente scienziato, fece scolpire sulle facciate delle università da lui fondate a Bukhara e a Samarkanda il detto del Profeta Maometto:

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli