HELP DESK GINNASTICA RITMICA Febbraio 2015 GENERALITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HELP DESK GINNASTICA RITMICA Febbraio 2015 GENERALITÀ"

Transcript

1 GENERALITÀ Penalità del Giudice Difficoltà (D): 0,50 p. se è usata una musica con le parole, ma l allenatore non specifica sulla scheda D quale esercizio utilizza la musica con voce e parole Scheda ufficiale Uso della musica con voce e parole Esempio: identificazione, sulla scheda ufficiale, della musica con le parole La sistemazione degli attrezzi di riserva intorno alla pedana è autorizzata (in relazione al programma attrezzi Individuale e Squadra di ciascun anno) INDIVIDUAL GROUP Una ginnasta può usare il numero massimo degli attrezzi sistemati intorno alla pedana con tutte le penalità applicabili (es.: tre cerchi sono posizionati intorno alla pedana dal Comitato Organizzatore, come nella figura sopra: la ginnasta se ne ha bisogno, può usarli tutti e tre in un esercizio). INDIVIDUALE Una Difficoltà corporea è valida se è eseguita: con minimo 1 elemento tecnico Fondamentale specifico di ciascun attrezzo e/o un elemento degli Altri gruppi tecnici attrezzo durante: o la Difficoltà isolata Per le rotazioni (pivots): l elemento tecnico attrezzo dichiarato può essere eseguito durante qualsiasi parte delle rotazioni Durante ogni serie di tre Fouetté in una rotazione Multipla, è richiesto un elemento tecnico Fondamentale o un elemento degli Altri gruppi tecnici attrezzo. Un differente elemento tecnico Fondamentale o un elemento degli Altri gruppi tecnici d attrezzo può essere eseguito in un qualsiasi punto durante ciascuna serie di tre rotazioni (anche per i tour plongé) Febbraio

2 Elementi pre-acrobatici I rovesciamenti e le capovolte sono elementi pre-acrobatici; gli elementi pre-acrobatici sono elementi con rotazione del corpo che possono essere aggiunti alle Difficoltà corporee, a condizione che questi elementi terminino nella corrispondente Difficoltà o inizino immediatamente alla fine della Difficoltà senza interruzioni... Esempio: (enjambé en tournant seguita da rotolino seduti) o Questo tipo di rotazione non è un elemento pre-acrobatico o Questo tipo di esecuzione tra la Difficoltà e la rotazione non è possibile eseguirla senza interruzioni. Questa rotazione supplementare non è valida 1.2. Combinazioni di passi di danza I passi di danza devono essere variati, eseguiti a differenti livelli, in differenti direzioni e con differenti velocità e modalità di movimento in accordo con il tempo, il ritmo, il carattere e gli accenti della musica. I passi di danza non saranno validi con: o caduta della ginnasta o perdita dell attrezzo o assenza di minimo 1 elemento Fondamentale attrezzo o meno di 8 secondi di danza o l intera combinazione eseguita al suolo (è possibile solo parzialmente) Nota: piccoli falli tecnici (un fallo o più) da 0,10 sono penalizzati dalle giudici E e la Combinazione di passi di danza è valida 1.3. Gruppi Fondamentali e altri Gruppi tecnici d'attrezzo Scrittura della scheda ufficiale: o Ciascun Elemento attrezzo (Fondamentale e Altro) scritto per la Difficoltà corporea o Solo gli elementi Fondamentali attrezzo scritti per le Combinazioni dei Passi di danza o Gli Elementi Fondamentali usati come elementi di collegamento o non eseguiti su Difficoltà corporea, Combinazione di passi di danza, DER o Maestria, non sono dichiarati. Valutazione del 50% o Prima dell inizio dell esercizio, il giudice conta quanti elementi Fondamentali d attrezzo sono dichiarati in relazione al numero totale degli elementi d attrezzo (quelli usati per le Difficoltà corporee, Combinazioni di Passi di danza, Maestria e DER) o I DER sono contati come lanci Altri Gruppi tecnici d attrezzo ) o Durante la valutazione, il giudice cancella gli elementi Fondamentali non eseguiti in accordo alla loro definizione nella Tavola Esempio: la ginnasta dichiara del cerchio (serie di 3 rotazioni intorno alla mano) ed esegue solo 2 rotazioni. Questo elemento tecnico Fondamentale d'attrezzo non conta per il 50%, perché non eseguito in accordo con la definizione (minimo 3 rotazioni sulla mano) o Nel caso di un piccolo errore di esecuzione durante l elemento tecnico Fondamentale d attrezzo, l elemento tecnico Fondamentale d attrezzo conta per il 50% e viene penalizzato in E. Come avviene nella Difficoltà corporea, per un grave errore di esecuzione, l elemento attrezzo non sarà valido per il 50%. o Nel caso la Difficoltà corporea non fosse eseguita in modo corretto (es: rotazione inferiore a 360, equilibrio senza una posizione fissata, ecc.) ma l elemento Fondamentale sia eseguito correttamente, l elemento Fondamentale d attrezzo può essere contato nel 50%. Febbraio

3 Passaggio attraverso la fune con un salto, la fune gira per avanti, indietro o laterale Valido solo con un salto -vedere sopra- (passaggio attraverso con tutto il corpo o una parte) Fune tenuta a 2 mani Figure ad 8: con un ampio movimento del tronco «vele»: con un ampio movimento del tronco Ampie circonduzioni: solo con un ampio movimento delle braccia Palla: l azione del palleggio deve avvenire durante la difficoltà (non la ripresa del palleggio durante la difficoltà); non è necessario che la ripresa dello stesso paleggio avvenga durante la difficoltà Ripresa della palla con una mano Questo simbolo indica la ripresa da un medio/grande lancio (non si usa con piccoli lanci o respinte con la palla) Equilibrio Instabile Fune: aperta e piegata in due, in equilibrio instabile dietro il dorso (nessuna azione di schiacciamento), durante elementi di rotazione o difficoltà con rotazione sono considerati Equilibri instabili differenti Clavette Le clavette tenute in posizione instabile sulla parte dorsale o palmare della mano sono considerate la STESSA posizione. Per avere una posizione instabile differente con clavetta tenuta dall'altra, sulla parte dorsale/ palmare della mano, è necessario cambiare la posizione del braccio (su, giù, di lato) 1.4. Elementi dinamici con rotazione e lancio - DER ( ) Ripresa dell attrezzo durante o alla fine della(e) rotazione(i). Nel caso di fallo tecnico da 0,10 durante la ripresa (ripresa scorretta, 1 2 passi, ecc.), il DER è valido ed è applicata la penalità E Per i falli da 0,10 durante la ripresa (un fallo o più), il DER è valido e penalità E; per la perdita di un capo della fune al suolo, il DER non è valido (perdita d'attrezzo). Per i singoli falli tecnici da 0,30 o più (perdita, traiettoria imprecisa con 3 o più passi, avvolgimento con interruzione, e ripresa dopo un lancio del cerchio: contatto con il braccio), il DER non è valido e penalità E. Febbraio

4 Esempi di DER: Ripresa alla fine delle rotazioni Ok oppure Ok (1-2 passi) No (3 passi o più) attesa Ok Attesa 1-2 secondi Ripresa durante le rotazioni Ok oppure Ok (1-2 passi) (Cancellare l ultima rotazione) No (3 passi o chassée) Ok (Cancellare l ultima rotazione) Ok (Cancellare l ultima rotazione) Attesa 1-2 secondi attesa No (interruzione tra le 2 rotazioni di base) riprese dopo la musica No Febbraio

5 Durante il lancio o la ripresa dell attrezzo nel DER è possibile usare la Difficoltà corporea con rotazione (salti e rotazioni di 180 e più) di un valore superiore a punti 0,10 tenendola in considerazione nel calcolo del numero totale di rotazioni nel DER. Questa Difficoltà corporea deve essere dichiarata. È possibile eseguire una serie di 2-3 salti con rotazione con lancio durante un salto e ripresa durante un salto, contati solo come difficoltà corporee. È possibile eseguire una difficoltà corporea senza rotazione durante il lancio del DER, ma le rotazioni devono iniziare immediatamente dopo la difficoltà, senza passi intermedi. È possibile effettuare una difficoltà corporea senza rotazione durante la ripresa, ma deve essere eseguita secondo la definizione del DER, al punto 1.4. Scrittura nella scheda ufficiale quando un salto con rotazione è utilizzato come una delle rotazioni DER: difficoltà corporea durante il lancio difficoltà corporea durante la ripresa con rotazione (prima rotazione del DER) 2 2 senza rotazione 3 2 Nell esempio sopra, il lancio è contato una volta ( Altro gruppo) nel calcolo del 50% o Nel caso in cui il salto di rotazione non sia dichiarato come Difficoltà corporea, la Difficoltà corporea sarà valida, ma viene applicata una penalità di p. 0,30 per Difficoltò eseguita, ma non dichiarata. Febbraio

6 Tavola riassuntiva dei Criteri Supplementari Rilancio/rimbalzo Il rilancio è parte del lancio inziale per il I criteri eseguiti durante il «rilancio» devono essere dichiarati sulla scheda prima del simbolo del rilancio. Il criterio dopo il rilancio non è valido. Esempio: 2 =0.50: rilancio fuori del campo visivo senza mani (OK) Esempio: 2 = : rilancio fuori del campo visivo e poi ripresa senza mani Lancio asimmetrico delle 2 clavette Esempio: 2 =0.30 Esempio: 2 = Se il simbolo* è scritto scorrettamente o la Difficoltà corporea è ripetuta o l elemento tecnico d attrezzo è eseguito identico durante la Difficoltà corporea, la Difficoltà non è contata (nessuna penalità) *Alcuni esempi di simbolo scritto scorrettamente, quando la Difficoltà non è valida (nessuna penalità) (HD NOV:2014: Dichiarato: Eseguito: (simbolo scorretto del maneggio dell attrezzo) Dichiarato: Eseguito: (maneggio dell attrezzo non dichiarato) Dichiarato: Eseguito: (simbolo scorretto della Difficoltà corporea) I seguenti criteri possono essere aggiunti alla base dei salti (n. 9, 10): passaggio con gambe flesse durante l enjambeé ( ); passaggio con gambe tese durante l enjambeé ( ) indipendentemente dalla fase di partenza o dalla posizione finale del salto (biche o enjambeé o jeté) Febbraio

7 , p.27 Examples , for writing p.27 and Examples calculating for writing Exchange and calculating (see also Official Exchange Form-Example): (see also Official Form-Exa THE "#$/# RHYTHMIC GYMNASTICS %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0' , "#$## p.27 "#$## %&'()*'+,&'&-,&. %&'()*'+,&'&-,&. THE Examples RHYTHMIC for GYMNASTICS writing THE and +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- RHYTHMIC calculating HELP GYMNASTICS DESK Exchange November (see HELP also 2013 Official DESK Form-Example): November 2013 "#$%&''()( +.'+(= , 25>?25 p.27 Examples "#$## for writing and calculating %&'()*'+,&'&-,&. "#$/# "#$/# %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 "#$%&''()( Exchange (see also Official Form-Example): %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0' , p.27 Examples THE , RHYTHMIC for writing p.27 and Examples GYMNASTICS HELP DESK GINNASTICA +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- calculating for writing Exchange HELP and DESK RITMICA Febbraio +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- calculating (see also November Official Exchange 2013 Form-Example): (see also Official Form-Exa 2015 "#$## %&'()*'+,&'&-,&. <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- +.'+(= +.'+(= 25>?25 "#$/# THE RHYTHMIC '(,)<),+.'+( GYMNASTICS %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 25>?25 "#$## "#$## %&'()*'+,&'&-,&. SQUADRA +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- %&'()*'+,&'&-,&. "#$## , D p.27 E "#$/# for writing and calculating %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 +.'+(= Exchange (see also Official Form-Example): <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- "#$%&''()( "#$%&''()( 25>? , p.27 "#$/# Examples for writing +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. and calculating Exchange (see also Official Form-Example): 1. DIFFICOLTÀ (D) dell esercizio di Squadra '(,)<),+.'+( consiste in.. '(,)<),+.'+( "#$/# "#$##"#$## "#$/# %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 %&'()*'+,&'&-,&. %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 La nota 25>?25 di riferimento THE nel THE RHYTHMIC RHYTHMIC #1.1.7 (programma GYMNASTICS +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- GYMNASTICS individuale) HELP +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- DESK richiede November minimo elemento tecnico D E Fondamentale D E "#$## <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'()*'+,&'&-,&. D25 specifico "#$## di ciascun attrezzo +.'+(= un '(,)<),+.'+( elemento degli +.'+(= Altri gruppi tecnici attrezzo durante la "#$/# Difficoltà 25>?25 "#$/# isolata Questa "#$/# 25>?25 nota si applica per BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,& alle Difficoltà BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. senza scambio E %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'( Esempi di scrittura e di calcolo dello Scambio D , E "#$## p.27 "#$D# (vedere anche l Esempio della scheda ufficiale): , '(,)<),+.'+( p.27 Examples Examples +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- "#$/# for writing and for writing and calculating %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating Exchange (see also Official Form-Example): Exchange (see also Official Form-Example): E 0,00 Senza criteri D25 "#$/# <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- D25 +.'+(= <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- "#$%&''()( :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- 25>?25 D E E "#$## THE RHYTHMIC GYMNASTICS '(,)<),+.'+( HELP DESK '(,)<),+.'+( "#$## %&'()*'+,&'&-,&. "#$## E %&'()*'+,&'&-,&. +.'+(= November 2013 BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. D E 25>?25 THE RHYTHMIC GYMNASTICS "#$D# "#$D# %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. E 0,10 D E <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- 25 D25 "#$## Con "#$/# criterio (il movimento corporeo come "#$/# BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= '(,)<),+.'+( "#$%&''()( BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= , E p.27 Examples "#$/# "#$E# "#$/# criterio è possibile sul lancio o alla ripresa) D25 for writing and %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- Exchange (see also Official Form-Example): D E E +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- '(,)<),+.'+( "#$%&''()( , "#$D# p.27 Examples +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 for %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. writing and calculating Exchange (see also Official Form-Exam THE RHYTHMIC GYMNASTICS D25 "#$## 25 EC OPPURE "#$/# "#$D# 25 EC BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. %&'()*'+,&'&-,&. +.'+(= +.'+(= D25 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= 25>?25 25>?25 D E %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. E "#$## THE RHYTHMIC GYMNASTICS %&'()*'+,&'&-,&. "#$E# E E 0,00 "#$E# %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= Lo stesso o differente %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 "#$## criterio è valido solo quando BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. "#$D# +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 eseguito dalle 5 ginnaste +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 durante il lancio o la D , p.27 Examples "#$/# for "#$D# %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. writing and %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- calculating <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. 25 Exchange (see also Official Form-Example): :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- '(,)<),+.'+( "#$%&''()( ripresa '(,)<),+.'+( :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= "#$%&''()( E 25 D , "#$G# "#$E# p.27 Examples "#$/# BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB for %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 writing and %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating Exchange (see also Official Form-Exa 2 "#$## 3 +.'+(= %&'()*'+,&'&-,&. C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- 25>?25 D E D "#$D# E E "#$E# E 0,10 +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. THE RHYTHMIC GYMNASTICS THE %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 RHYTHMIC Le 5 ginnaste HELP GYMNASTICS eseguono DESK November criteri differenti :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= "#$## "#$/# 25 "#$/# BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. +.'+(= "#$## *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' +,&'-,&.)A3&8'.0+-= %&'()*'+,&'&-,&. 25>?25 +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. "#$G# "#$E# +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- "#$G# BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB +,&'-,&.)A3&8'.0+-= BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB D "#$/# "#$E# %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 "#$## C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 E25 +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 '(,)<),+.'+( +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;* , 25 D25 p.27 D25 Examples , for writing p.27 Examples "#$%&''()( and "#$/# 2 EC *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' calculating for writing Exchange and <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' (see also Exchange Official Form-Example): (see also Official Form-Exa +,&'-,&.)A3&8'.0+-= +.'+(= '(,)<),+.'+( +,&'-,&.)A3&8'.0+-= DE 25>?25 E "#$E# +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 3 E +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- "#$%&''()( "#$/# "#$G# H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB 25 THE +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- D "#$## RHYTHMIC GYMNASTICS "#$## "#$/# "#$D# "#$## "#$G# D %&'()*'+,&'&-,&. "#$D# +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. E25 E 0,20 BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. +.'+(= %&'()*'+,&'&-,&. D E 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 25>?25 THE Con RHYTHMIC due %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 criteri GYMNASTICS (le 5 ginnaste HELP eseguono DESK un November 2013 E25 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- "#$/# &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' "#$## C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= movimento +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 corporeo, BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. più il criterio della distanza) "#$/# H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- '(,)<),+.'+( *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- D25 "#$G# "#$G# BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB , D p.27 Examples "#$/# for writing and "#$/# %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating +,&'-,&.)A3&8'.0+-= Exchange <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 "#$D# 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 "#$%&''()( (see also Official Form-Example): E25 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- E D 25 D E +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- '(,)<),+.'+( 25 D , p.27 Examples *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' for writing and +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- EC &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' calculating Exchange (see also Official Form-Exa "#$## C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= E25 "#$G# "#$D# "#$/# +.'+(= +.'+(= "#$E# BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. 25>?25 E D25>?25 "#$/# %&'()*'+,&'&-,&. "#$E# E THE +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- RHYTHMIC H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 GYMNASTICS +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- E 0,30 Con tre criteri (le 5 ginnaste eseguono un criterio D C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= "#$D# "#$## D "#$## "#$/# "#$G# "#$D# "#$/# "#$## "#$D# H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 %&'()*'+,&'&-,&. H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- sul lancio BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. e uno sulla H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B ripresa, più il criterio della E25 E25 *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' D25 distanza) C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- +,&'-,&.)A3&8'.0+-= &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= "#$/# +,&'-,&.)A3&8'.0+-= 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 "#$/# , H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- '(,)<),+.'+( &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= D 25 E p.28: , *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' '(,)<),+.'+( H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- It is mandatory p.27 Examples "#$/# to +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- perform various writing and types 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- D25 %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 calculating of exchanges Exchange with different (see also throws Official and/or Form-Exa catches (5 E25 "#$E# "#$D# different "#$D# types). (Accordingly, 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- +.'+(= H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- either the D E %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- D "#$D# E 25 E D 0,40 E +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- throws, or the catches, or both throws and 25>?25 catches must be different). "#$## &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= Le 5 C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F ginnaste lanciano con criteri differenti, le 5 "#$/# "#$G# BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= E25 "#$G# "#$E# "#$D# "#$/# H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB ginnaste eseguono %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. +.'+(= %&'()*'+,&'&-,&. "#$## 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- differenti rotazioni sotto il volo , p.28: It is mandatory , to p.28: perform It is 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F mandatory various types to perform of exchanges various with types different of exchanges throws and/or with different throw +,&'-,&.)A3&8'.0+-= e durante C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 la ripresa (non conseguenti) più il catches (5"#$D# different types). "#$/# "#$## <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- November ,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= catches (Accordingly, (5 different 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- either types). the (Accordingly, throws, either catches, the throws, or both or throws the catches, and or both th "#$D# H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B 7 "#$/# '(,)<),+.'+( criterio *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' della distanza +,&'-,&.)A3&8'.0+-= (vedere ) D25 25 catches must be D25 different). catches must C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F be different). +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- %&'()0-+,&'&-,&.12)345)6-7-0'.8 C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F D 2 E "#$E# 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= '(,)<),+.'+( +,&'&-,&.&89)88&:;-)0'(-'(,)<),)0'(- D E , 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- D p.28: 3 EC "#$D# 25 E It is mandatory to perform various types of exchanges with different throws and/or H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B November E25 E25 catches (5 different types) , 2013 p.28: "#$D# "#$G# It is mandatory November to 2013 "#$E# "#$D# (Accordingly, perform %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 either +.'+(= "#$/# D 25>?25 E BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. various types of exchanges with different throws and/or 7 E 0,10 C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. the throws, or the catches, or both throws and catches must Scambio in successione con un criterio (i numeri catches (5"#$/# different be different). "#$D# types). (Accordingly, C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 "#$/# "#$G# "#$/# "#$## :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= either the throws, or the catches, or both throws and 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B indicano H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB quante +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= ginnaste sono coinvolte in , catches p.28: It must is mandatory be , different). to p.28: perform It is *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' mandatory various C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F types to perform of exchanges various with types different of exchanges throws and/or with different throw ciascuna 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- successione) C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 +,&'-,&.)A3&8'.0+-= <(-09-,A),7-3:4BC470.8'83*,&0C'(- D25 catches November (5 different 2013 types). catches (Accordingly, (5 different +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- either types). the (Accordingly, throws, either catches, the throws, or both or throws the catches, and or both th 25 D &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' '(,)<),+.'+( 7 E E25 November catches must 2013 be 25 D25 different). catches must be different). +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8' , p.28: It "#$G# "#$E# "#$D# is Dmandatory E to perform "#$E# %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB E %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. various types of %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 exchanges with different throws and/or catches (5 different "#$D# E 0,20 "#$D# types). (Accordingly, C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 "#$/# H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- Scambio either H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B in the successione throws, or the con catches, due criteri or both (le 5 throws and November , 2013 p.28: E25 "#$/# November It is mandatory 2013 "#$G# "#$D# +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= to perform various BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 BC470.8'89-,A),73&AA-,-0'+,&'-,&. %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. types of exchanges with different throws 7 and/or catches must be different). *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- ginnaste C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F eseguono un criterio sul lancio più il catches (5 different types). "#$/# +,&'-,&.)A3&8'.0+-= (Accordingly, either the throws, or the catches, or both throws and +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- criterio della distanza) H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= D catches must be different). 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' 25 D25 November E25 &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- "#$E# E D %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 November "#$D# 25 H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B , p.28: "#$G# It "#$/# , p.28: is E25 mandatory It is mandatory perform "#$G# "#$D# "#$E# BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- to perform various various types of BC470.8'8'(,)<<&'(3&AA-,-0'+,&'-,&.FB %&'('<)+,&'-,&.1BC470.8'89-,A),7. types exchanges of exchanges with different with different throws and/or throws and/or Febbraio 2015 catches (5 different types). (Accordingly, C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F %&'('(,--+,&'&-,&.1BC470.8'89-,A),7 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- either throws, or the catches, or both throws 7 catches (5 different types). "#$D# C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 +,&'-,&.)A3&8'.0+-= (Accordingly, either H*++-88&6--I+(.0C-<&'('<)+,&'-,&.1B C470.8'89-,A),73&AA-,-0',)'.'&)08 the throws, or the catches, or both and throws and :)347)6-7-0'F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+-= "#$/# catches must be different). 9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- catches must be different). *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= C470.8'9-,A),7+,&'&-,&.)0'(-'(,)<F H*++-88&6--I+(.0C-<&'()0-+,&'&-,&.1'(- +,&'-,&.)0'(-'(,)<.03+.'+(F9;*8 *03-,'(-A;&C('.033*,&0C'(-+.'+(10)' +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- 0*7:-,8&03&+.'-()<7.04C470.8'8.,- +,&'-,&.)A3&8'.0+-= +)08-+*'&6-;4=F9;*8+,&'-,&.)A3&8'.0+- D November November &06);6-3&0-.+(8*++-88&)0= D "#$%&''()( "#$%&''()(

8 Se uno o più attrezzi cadono o collidono durante uno scambio, lo scambio non è più valido. Se due o più ginnaste riprendono l attrezzo con una grande alterazione della tecnica di base, lo scambio non è valido (un fallo di valore superiore a 0,10). Esempi OK Solo 1 ginnasta riprende con una grande alterazione della tecnica di base, (traiettoria imprecisa, con ripresa dopo 3 passi: - 0,30) OK 2 ginnaste riprendono con un piccolo fallo tecnico (traiettoria imprecisa, con ripresa dopo 2 passi: - 0,10x2 ginnaste) OK Solo 1 ginnasta riprende con una grande alterazione della tecnica di base, (traiettoria imprecisa, con ripresa dopo 3 passi: - 0,30) e 1 ginnasta riprende con un fallo tecnico da - 0,10 NO 2 ginnaste riprendono con una grande alterazione della tecnica di base, (traiettoria imprecisa, con ripresa dopo 3 passi: - 0,30x2 ginnaste) Febbraio

9 1.4. Esempi di Valutazione OK (1-2 passi, indipendentemente dal numero delle ginnaste) NO (più di 2 passi, attesa 1-2 secondi OK attesa più di 2 secondi NO Tutte le collaborazioni Tutte le collaborazioni Tutte le collaborazioni Tutte le collaborazioni NO (se l attrezzo è lanciato alla compagna dopo che questa ha completato la sua rotazione; l attrezzo deve essere in volo durante la rotazione) NO (Perdita dell attrezzo) NO (Perdita d equilibrio durante la Collaborazione con appoggio su una mano(i) o sull attrezzo o caduta) NO (Immobilità visibile, per più di 4 secondi, di una o più ginnaste o attrezzi) NO (una o più ginnaste sono senza attrezzo per più di 4 secondi) NO (Grave alterazione della Tutte le collaborazioni coreografia nella collaborazione come conseguenza di errori di esecuzione di più ginnaste) Nel caso in cui il numero di ginnaste o il tipo di collaborazione sia diverso dal numero dichiarato sulla scheda, la Collaborazione non è valida Febbraio

10 Criteri e Valore degli elementi con Collaborazione tra le ginnaste CRR CRR3 Lancio del proprio attrezzo da parte di una o più ginnaste e ripresa immediata del proprio attrezzo o di quello di una compagna, dopo: Un elemento corporeo dinamico di rotazione sotto il volo dell attrezzo con perdita del controllo visivo dell attrezzo stesso Con passaggio sopra, sotto o attraverso uno o più attrezzi e/o compagne Oppure, passaggio sopra, sotto o attraverso, con sollevamento su una o più compagne e/o attrezzi di una o più compagne Febbraio

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Novembre 2013

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Novembre 2013 Per le competizioni ufficiali FIG*, la scheda Difficoltà deve essere compilata con il computer. Le schede scritte a mano non saranno più accettate. Sulla scheda ufficiale Difficoltà, l allenatore indicherà

Dettagli

PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk:

PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk: PRECISAZIONI C.d. P. 2013 e Help Desk: DIFFICOLTA : 1.1.1. Ciascuna Difficoltà corporea è contata una sola volta o isolata o come componente di una Difficoltà di Rotazione Multipla o Mista 1.8.1. Non può

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO CdP ROMA 6 Febbraio 2011. Daniela Delle Chiaie

CORSO AGGIORNAMENTO CdP ROMA 6 Febbraio 2011. Daniela Delle Chiaie GR CORSO AGGIORNAMENTO CdP ROMA 6 Febbraio 2011 Daniela Delle Chiaie D1 41 video HELP DESK precisazioni I^ Precisazione Pag. 15 1.4. riguardo a : 0,1 0,2 0,3 o più Simbolo errato della difficoltà corporea

Dettagli

PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016

PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016 PROGRAMMA TECNICO INDIVIDUALE 2015-2016 Ginnastica Ritmica a cura della Commissione Tecnica Nazionale Ginnastica Ritmica NB: sono evidenziate in rosso le parti integrate e/o modificate rispetto all edizione

Dettagli

Settore Ginnastica Sezione Ginnastica Ritmica

Settore Ginnastica Sezione Ginnastica Ritmica FORUM EUROPEO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE, CULTURALI E DEL TEMPO LIBERO Settore Ginnastica Sezione Ginnastica Ritmica ANNO SPORTIVO 2012 2013 CODICE DEI PUNTEGGI LISTA DELLE DIFFICOLTÀ Sede Nazionale Via

Dettagli

2093 CONI FEDERAZIONE ANIA. Oggetto: qui di. scheda di ioni FGI. La DTRRR. La RGRR. Il Segretario

2093 CONI FEDERAZIONE ANIA. Oggetto: qui di. scheda di ioni FGI. La DTRRR. La RGRR. Il Segretario FEDERAZIONE GINNASTIA d ITALIAA Fondata nel 1869 Ente Morale R.D. 8 settembre 1896 n. FEDERAZIONE SPORTIVA NAZIONALE RIONOSIUTA DAL 09 ONI OMITATO REGIONALE AMPA ANIA Protocollo elettronicoo Napoli, N

Dettagli

GINNASTICA RITMICA A.S. 2013-2014

GINNASTICA RITMICA A.S. 2013-2014 GINNASTICA RITMICA A.S. 2013-2014 CATEGORIE Supermini dal 2007 al 2006 Esordienti 2005 Mini dal 2004 al 2003 Propaganda dal 2002 al 2001 Under 15 dal 2000 al 1999 Libera 1998 e precedenti (questa categoria

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS La Libertas nazionale in collaborazione con l ASD SCFTITALIA indice ed organizza per l anno sportivo 2013/14 le attività riservata alla Ginnastica ritmica.

Dettagli

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 a cura della referente regionale M. Porreca Il programma promozionale GR 2014-2015 prevede: 1. INDIVIDUALE: per categorie di età, con 3 livelli tecnici. -Pag. 2-2.

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO Alfonso Luigi Venosi - Presidente Comitato Provinciale Via A. Barone 26, 84129 Salerno

Dettagli

4. Quale delle seguenti affermazioni è corretta: Per partecipare al corso ed ottenere la qualifica di Giudice nazionale, oltre ad aver

4. Quale delle seguenti affermazioni è corretta: Per partecipare al corso ed ottenere la qualifica di Giudice nazionale, oltre ad aver GIURIA DOMANDE DI GINNASTICA RITMICA 1 Quale elle seguenti affermazioni è corretta: Corso Giuice nazionale a. La qualifica i Giuice nazionale si ottiene partecipano a un corso inetto alla F.G.I. e superano

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Il Campionato Nazionale Serie A è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D., alle ex-ginnaste federali che, da almeno

Dettagli

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Il Trofeo Gym Prime Gare, a carattere regionale, è rivolto a tutte le ginnaste alle prime esperienze di gara e pertanto è riservato a coloro che non partecipano

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Il Campionato Nazionale Serie B è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D. ad esclusione di coloro che partecipano

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS

Federazione Ginnastica d Italia. GpT/GpS Federazione Ginnastica d Italia Direzione Tecnica Nazionale Ginnastica per Tutti Direzione Tecnica Nazionale Salute e Fitness GpT/GpS PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2015 Fase nazionale NOTE: I VIDEO esplicativi

Dettagli

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale

PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale Federazione Ginnastica d Italia Settore Ginnastica Generale PERCORSI MOTORI TROFEO GIOVANI 2007 Fase nazionale L AREA DEI PERCORSI è di m. 9 x 3, ma tale misura potrebbe subire variazioni per problemi

Dettagli

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE REGOLAMENTO: BIG TEAM - Programma rivolto a ginnaste/i principianti o che frequentano corsi di avviamento allo sport. - Questo programma di competizioni

Dettagli

ALLEGATO AI PROGRAMMI TECNICI GpT 2015

ALLEGATO AI PROGRAMMI TECNICI GpT 2015 DIREZIONE TECNICA NAZIONALE GINNASTICA per TUTTI ALLEGATO AI PROGRAMMI TECNICI GpT 2015 Aggiornato al 23 gennaio 2015 ATTIVITA (a Squadre) FASCIA ETA RAPPRESENTATIVA PROGRAMMA TECNICO E DOCUMENTAZIONE

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT ORGANIZZAZIONE TECNICA : Responsabile generale = Sig. Colicchia Sebastiano = Tel. 328 7273766,

Dettagli

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE ANNO SPORTIVO 2012/2013 GIOVANISSIME: 2006-2005-2004 ALLIEVE: 2003-2002-2001 JUNIOR:

Dettagli

FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA

FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA CODICE DEI PUNTEGGI 2013-2016 Ginnastica Ritmica Approvato dal Comitato Esecutivo FIG Aggiornato dopo il Corso Intercontinentale Giudici di febbraio 2013 Versione aggiornata

Dettagli

Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014

Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014 Federazione Ginnastica d Italia Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Sezione Ginnastica per Tutti PERCORSI MOTORI 2014 GYMGIOCANDO TROFEO GIOVANI TROFEO RAGAZZI (1^ e 2^ fascia) FASE REGIONALE L AREA

Dettagli

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE MMM COMITATO REGIONALE TOSCANA DIREZIONE TECNIA REGIONALE SEZIONE ARTISTICA MASCHILE TEST REGIONALE Categoria Esordienti PROGRAMMA TECNICO Ginnastica di base Anno sportivo 2010 2 A cura del Tecn. Michele

Dettagli

ITINERARIO DI LAVORO PER ATTIVITÀ ADDESTRATIVA REGIONALE E INTERREGIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2007

ITINERARIO DI LAVORO PER ATTIVITÀ ADDESTRATIVA REGIONALE E INTERREGIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2007 ITINERARIO DI LAVORO PER ATTIVITÀ ADDESTRATIVA REGIONALE E INTERREGIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2007 Premessa Questa D.T.N., nell ottica di individuare il potenziale di ginnaste adatte ad una attività

Dettagli

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova

EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova EQUILIBRIO - Metodologia dell allenamento Parte seconda - Luciano Orano Patavium Basket Padova aumento difficolta per mezzo di forze disequilibranti. aumento difficolta per mezzo di piattaforme instabili.

Dettagli

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B SERIE B 1. Il Campionato è riservato alle ginnaste più esperte. Sono escluse le ginnaste partecipanti al Campionati di Serie A; 2. La competizione è individuale; 3. E prevista una classifica assoluta determinata

Dettagli

M.I.U.R. C.O.N.I. C.I.P. Giochi Sportivi Studenteschi 2009/2010 Istituzioni scolastiche secondarie di I grado GINNASTICA AEROBICA

M.I.U.R. C.O.N.I. C.I.P. Giochi Sportivi Studenteschi 2009/2010 Istituzioni scolastiche secondarie di I grado GINNASTICA AEROBICA GINNASTICA AEROBICA ABBIGLIAMENTO Gli alunni devono indossare una tenuta ginnica libera possibilmente aderente in modo da consentire alla Giuria di valutare la giusta postura e l esecuzione dei movimenti.

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prova n. 1 LEGER TEST La prova si svolge su un percorso delimitato da due coni, posti alla distanza di 20 mt l uno dall altro. Il candidato deve percorrere a spola la distanza tra i due coni, passando

Dettagli

Ginnastica Ritmica HELP DESK

Ginnastica Ritmica HELP DESK Ginnastica Ritmica HELP DESK This Rhythmic Gymnastics Help Desk is intended to clarify and give examples of the different rules in the FIG Rhythmic Gymnastics Code of Points. The goal of the RG TC is to

Dettagli

Scienze Motorie e Sportive

Scienze Motorie e Sportive Scienze Motorie e Sportive GLOSSARIO DEI MOVIMENTI GINNASTICI E SPORTIVI (Testo e disegni di Stelvio Beraldo) DOCENTE: prof Pieraldo Carta CLASSI: 1^A, 1^B, 2^B A.S. 2013-2014 1 Atteggiamenti POSIZIONI

Dettagli

RASSEGNA. RASSEGNA individuale

RASSEGNA. RASSEGNA individuale Programmi tecnici RASSEGNA e RASSEGNA individuale STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 REGOLAMENTO GENERALE Fasce d età per le gare di squadra: CATEGORIA PULCINI solo asilo (la distinzione A/B è prevista solo in

Dettagli

GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO. Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A. A cura del Settore SCUOLA FGI

GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO. Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A. A cura del Settore SCUOLA FGI GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI SCUOLA MEDIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO Anno Scolastico 2013/2014 G I N N A S T I C A A cura del Settore SCUOLA FGI http://www.federginnastica.it e-mail: info@federginnastica.it

Dettagli

FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA. G.p.T. Trofeo Principianti

FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA. G.p.T. Trofeo Principianti FEDERAZIONE GINNASTICA D ITALIA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA G.p.T. Trofeo Principianti CATEGORIE GIOVANISSIMI 20010-2009 solo 5 anni già compiuti e 6 da compiere GIOVANI 09-08-07 solo 6anni già compiuti

Dettagli

Palazzetto dello Sport Lucera (FG), 26 maggio 2013

Palazzetto dello Sport Lucera (FG), 26 maggio 2013 Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero Sezione Ginnastica Ritmica CAMPIONATO NAZIONALE GOLD Palazzetto dello Sport Lucera (FG), 26 maggio 2013 AMMISSIONE Il Campionato

Dettagli

CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015

CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015 CHIARIMENTI E FAQ CAMPIONATI NAZIONALI 2015 Agg. 01/01/15 Post riunione Giuria Nazionale di sabato 06 e domenica 07 dicembre 2014 CODICE DEI PUNTEGGI Elementi artistici 1. Salto del Montone: c è scritto

Dettagli

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME -Accoglienza: discussione sull importanza della materia Scienze Motorie -Questionario d ingresso sull attività motoria

Dettagli

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014 PROGRAMMA Trofeo Laudense 2013-2014 1 REGOLAMENTO TROFEO LAUDENSE 1. Il 1 livello potrà esser eseguito esclusivamente dai bambini frequentanti la scuola dell infanzia. 2. La classifica sarà divisa in livelli

Dettagli

MODULO MO 16.03 PROGRAMMA SVOLTO. Pagina 1 di 1. Rev. 01 Data 1-06-2014 MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO

MODULO MO 16.03 PROGRAMMA SVOLTO. Pagina 1 di 1. Rev. 01 Data 1-06-2014 MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO Classe: 1 INFO A Anno scolastico 2013-2014 Esercizi a corpo libero e con piccoli attrezzi per migliorare la mobilità articolare, l allungamento

Dettagli

ELEMENTI VINCOLATI CON ROTAZIONE TRASCURABILE

ELEMENTI VINCOLATI CON ROTAZIONE TRASCURABILE ELEMENTI VINCOLATI CON ROTAZIONE TRASCURABILE IN CONTATTO CON I PIEDI IN CONTATTO CON LE MANI IN CONTATTO CON MANI E PIEDI (andature quadrupediche) IN ACQUA Parte 2d (Disegni di elementi di slancio) p.

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

RESISTENZA: CORSA DI SEI MINUTI

RESISTENZA: CORSA DI SEI MINUTI RESISTENZA: CORSA DI SEI MINUTI Fattore: CAPACITA AEROBICA * Materiale: - un cronometro; - pista di atletica o altro. * Istruzioni al ragazzo: - corri per sei minuti in maniera più costante possibile e

Dettagli

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO CLASSI DI ETA - GRADO Samurai 5-6-7 anni Da gialla a marrone Bambini 8-9 anni Da gialla a marrone Ragazzi 10-11 anni Da gialla a marrone ASPETTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015 Aggiornamento Novembre 2012 PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015 Il Regolamento Sportivo Ufficiale Special Olympics deve essere applicato In tutte le competizioni di Ginnastica Special Olympics. Quale

Dettagli

IL GIOCO: alla base dell atletica leggera di Alice Minetti

IL GIOCO: alla base dell atletica leggera di Alice Minetti IL GIOCO: alla base dell atletica leggera di Alice Minetti GIOCARE = DIVERTIRSI Il gioco è divertimento, questa è la definizione data dal dizionario etimologico. Giocare è alla base di tutta la nostra

Dettagli

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale A cura di Cinzia Pennesi Ilenia Oberni Alice Grecchi Monia Melis Ginevra Civiletti Sonia Frasca Componenti Commissione Tecnica Nazionale Aggiornato

Dettagli

Equilibrio. Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni

Equilibrio. Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni Equilibrio Prof. C. Pittera Prof. P. Pedata Prof. P. Pasqualoni Mantenimento della verticale del capo in appoggio monopodalico Studi fatti dal Prof. Dario Riva Violetta evidenziano che una delle caratteristiche

Dettagli

CONFSPORT ITALIA A.S.D. Programma Tecnico Campionato Nazionale di Serie A Ginnastica Artistica Femminile 2015 2016 1

CONFSPORT ITALIA A.S.D. Programma Tecnico Campionato Nazionale di Serie A Ginnastica Artistica Femminile 2015 2016 1 CONFSPORT ITALIA A.S.D. Programma Tecnico Campionato Nazionale di Serie A Ginnastica Artistica Femminile 2015 2016 1 Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Il Campionato Nazionale

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro

Palla a muro con una mano sola su un piede solo girando le spalle al muro Palla a muro Il gioco è molto semplice e consiste nel tirare una palla contro un muro per poi riprenderla senza farla cadere. Le regole che governano il gioco sono dettate dalle stesse filastrocche che

Dettagli

PARALLELE CAMPIONATO GOLD Nome Ginnasta: Categoria Società

PARALLELE CAMPIONATO GOLD Nome Ginnasta: Categoria Società USCITE STAGGIO GIRI/SLANCI ENTRATE PARALLELE CAMPIONATO GOLD Saltare all'appoggio ritto frontale Kippe infilata con 1 gamba: infilata in presa poplitea Capovolta dietro all appoggio ritto frontale (partenza

Dettagli

COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI

COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI COME LAVORA L ALLENATORE DEI GIOVANI PORTIERI di: DEFLORIO VITO Laureato in Scienze Motorie Preparatore dei Portieri INTRODUZIONE Questo lavoro e frutto della mia esperienza come allenatore dei giovani

Dettagli

Il linguaggio dell insegnante. Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo

Il linguaggio dell insegnante. Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo Il linguaggio dell insegnante Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo A Assi e piani Asse longitudinale: è la linea immaginaria che ti attraversa dall alto (vertice della testa) in basso (in mezzo ai talloni).

Dettagli

ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA. Prof. Francesco Pirillo. Introduzione

ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA. Prof. Francesco Pirillo. Introduzione ESERCIZI E GIOCHI DI PREATLETICA SPECIFICA Prof. Francesco Pirillo Introduzione Abbiamo cercato, con questa ricerca, di preparare degli esercizi e dei giochi che possano avvicinare i giova del pugilato

Dettagli

FIG FLACK HELP DESK 2013-2016 GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE

FIG FLACK HELP DESK 2013-2016 GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE FIG FLACK Help Desk GAF 5º Edizione - Marzo 2015 Indice: Questo documento denominato Help Desk di Ginnastica Artistica Femminile intende chiarire ed esemplificare le diverse norme del Codice dei Punteggi

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO DANZA MODERNA Insegnante Franco Tavano. PROGRAMMA DI STUDIO PER IL PRIMO LIVELLO (6-7anni)

PROGRAMMA DIDATTICO DANZA MODERNA Insegnante Franco Tavano. PROGRAMMA DI STUDIO PER IL PRIMO LIVELLO (6-7anni) PROGRAMMA DIDATTICO DANZA MODERNA Insegnante Franco Tavano PROGRAMMA DI STUDIO PER IL PRIMO LIVELLO (6-7anni) Come finalità questo livello si prefigge lo scopo di far conoscere all allievo i concetti fondamentali

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

MATERIA SCIENZE MOTORIE

MATERIA SCIENZE MOTORIE MATERIA SCIENZE MOTORIE PROGRAMMAZIONE FINALE ANNO SCOLASTICO: 2014_-2015 INSEGNANTE: TROMBONE MICHELE CLASSE: 1D SETTORE: SC INDIRIZZO: FINALITA DELLA DISCIPLINA (finalità formative generali cui tende

Dettagli

LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA)

LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA) LA PALLAVOLO PER I PRINCIPIANTI (MINI-VOLLEY E PALLAVOLO DI MASSA) Hiroshi Toyoda, presidente della Commissione allenatori della FIVB 1. Prima dell allenamento Prima di iniziare l allenamento di pallavolisti

Dettagli

Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale

Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale Ginnastica Artistica Femminile 2012/2013 Regolamento e Programma Tecnico 2 REGOLAMENTO NAZIONALE 1. Possono partecipare ai campionati ed alle manifestazioni

Dettagli

FIG FLACK! HELP DESK 2013-2016 GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE. 4º Edizione - Gennaio 2014

FIG FLACK! HELP DESK 2013-2016 GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE. 4º Edizione - Gennaio 2014 Help Desk GAF 4º Edizione - Gennaio 2014 Indice: Sezioni 2-6 Sezione 7 1 6 Questo documento denominato Help Desk di Ginnastica Artistica Femminile intende chiarire ed esemplificare le diverse norme del

Dettagli

Kids Volley. Regole di gioco e guida alla formazione. Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14. www.volleyball.ch. Versione 3 Ottobre 2012

Kids Volley. Regole di gioco e guida alla formazione. Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14. www.volleyball.ch. Versione 3 Ottobre 2012 Kids Volley Regole di gioco e guida alla formazione Swiss Volley Zieglerstrasse 29 3000 Berna 14 Versione 3 Ottobre 2012 www.volleyball.ch Indice Spiegazioni 3 Livello 1 (4:4) 4 Regole di gioco 4 Guida

Dettagli

Campionato Nazionale di Eccellenza

Campionato Nazionale di Eccellenza Coordinamento Nazionale Ginnastica Artistica Prof. Mario Pappagallo Campionato Nazionale di Eccellenza A cura di Cinzia Pennesi Ginevra Civiletti Tiziana Di Nitto Alice Grecchi Ilenia Oberni Componenti

Dettagli

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 Programma del corso INTRODUZIONE ALLA PALLANUOTO (nella scuola nuoto, regolamenti generali, le categorie giovanili) I FONDAMENTALI NELLA PALLANUOTO

Dettagli

PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA

PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA Insegnante: Prof. Anna SALIERI Materia di insegnamento: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Anno scolastico: 2011 / 2012 Classi: 1 D Liceo Scientifico. Il presente piano di lavoro fa

Dettagli

Ginnastica Ritmica HELP DESK

Ginnastica Ritmica HELP DESK Ginnastica Ritmica HELP DESK This Rhythmic Gymnastics Help Desk is intended to clarify and give examples of the different rules in the FIG Rhythmic Gymnastics Code of Points. The goal of the RG TC is to

Dettagli

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA Direzione Didattica Statale ed Istituto Comprensivo di Cattolica PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA 1 Giocare e svolgere attività sportive a scuola CONCETTI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT Ricavato dalla pubblicazione edita dal CNGEI Commissariato Nazionale Branca Esploratori-Esploratrici REGOLA N. 1 IL CAMPO DA GIOCO ED IL PALLONE Il Campo da gioco

Dettagli

PIANO di LAVORO e PROGRAMMA

PIANO di LAVORO e PROGRAMMA PIANO di LAVORO e PROGRAMMA Insegnante: Prof. SALIERI Anna Materia di insegnamento: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Anno scolastico: 2013 / 2014 Classi: 1 A - 1 C - 1 D Liceo Scientifico. Il presente piano

Dettagli

IL MINIVOLLEY. Il gioco: 1 contro 1

IL MINIVOLLEY. Il gioco: 1 contro 1 A cura del Prof. Mario Testi - Testo del Prof. Loredano Rizzoni, Allenatore federale F.I.P.A.V. Il minivolley è un tipo d'attività ludica che utilizza i gesti tipici della pallavolo. In quest'attività

Dettagli

Educazione fisica. Obiettivi. Osservazioni generali

Educazione fisica. Obiettivi. Osservazioni generali Educazione fisica Obiettivi Osservazioni generali Educazione del corpo: consapevolezza e rendimento Educazione motoria: senso e piacere del movimento Educazione sportiva: atteggiamento e comportamento

Dettagli

RECORD GETTO PESO. Migliore prestazione Italiana aggiornato al 31.12.07. Tecnica. Getto del Peso

RECORD GETTO PESO. Migliore prestazione Italiana aggiornato al 31.12.07. Tecnica. Getto del Peso Getto del Peso RECORD GETTO PESO Outdoor: Randy Barnes 23.12 m Westwood, California USA 20 May 1990 Natalya Lisovskaya 22.63 m Mosca, 1987 Indoor Randy Barnes 22.66 m 1989 Helena Fibingerová 22.50m 1977

Dettagli

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione)

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione) Contro la parete Lanciare la palla a due mani contro una parete e riprenderla. Palleggiare la palla contro la parete senza interruzione. Far rimbalzare due palloni contemporaneamente contro la parete usando

Dettagli

Ginnastica Artistica 2015-2019 QUADRIENNIO 2015 2019 C.S.A.IN.

Ginnastica Artistica 2015-2019 QUADRIENNIO 2015 2019 C.S.A.IN. Ginnastica Artistica 2015-2019 Campionato Nazionale di ginnastica artistica femminile I programmi tecnici sono stati formulati sul nuovo ordinamento del C.d.P. CSAIN sono suddivisi in settori in base alla

Dettagli

IL DOCENTE VENEZIA 06/06/2015 ALUNNI:

IL DOCENTE VENEZIA 06/06/2015 ALUNNI: CLASSE E SEZIONE : 1^I blanda,veloce, a balzi allungati e saltellati, laterale a gambe incrociate, calciata, combinata ad esercizi, Esercizi di stretching, di potenziamento e flessibilità muscolare, di

Dettagli

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna.

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna. Glossario dei movimenti ginnastici e sportivi Terminologia riferita alle posizioni e ai movimenti del corpo 1) Capo: a) flessione in avanti; b) inclinazione indietro con iperestensione del rachide cervicale;

Dettagli

Test di nuoto 1 8. Distintivi d incoraggiamento. I test svizzeri negli sport acquatici

Test di nuoto 1 8. Distintivi d incoraggiamento. I test svizzeri negli sport acquatici Test di nuoto 1 8 Distintivi d incoraggiamento I test svizzeri negli sport acquatici Test 1 Balena Crawl con movimento delle anche Bracciata crawl. Nel momento dell immersione della mano le anche si sollevano.

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER. T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo)

CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER. T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo) CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo) marinitraining.com Pagine: 1/5 File: Consigli_Generali_TT_CESENATICO_20130123.doc A cura di: Riccardo

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO n. 1a (Programmazione) LABORATORIO RIMICO - MOTORIO ( bambini di 3 anni ) di VISCONTI Ileana Anno Scolastico 2007-2008 Da Gennaio 2009 a Maggio 2009 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO

Dettagli

Giglioli Mauro IL MURO

Giglioli Mauro IL MURO Giglioli Mauro IL MURO Il muro è la prima linea di difesa della squadra. Fare muro è una manovra esplosiva che assolve a diverse funzioni. La funzione primaria è intercettare l attacco avversario e respingerlo

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

Rotazione. Sostituzione NORME DI BASE Terreno e attrezzature di gioco. Dimensioni. Superficie di gioco. Linee. Partita e punteggio. Zona d'attacco.

Rotazione. Sostituzione NORME DI BASE Terreno e attrezzature di gioco. Dimensioni. Superficie di gioco. Linee. Partita e punteggio. Zona d'attacco. PALLAVOLO La pallavolo fu ideata nel 1895 da William G. Morgan, insegnante di educazione fisica, ma solo ventisette anni dopo fu possibile organizzare il primo torneo internazionale che si disputò a New

Dettagli

GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara

GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara GINNASTICA ARTISTICA- PERCORSI DI PREACROBATICA PER LA SCUOLA Vianello Sara (3 SETTEMBRE 2015, ore 15:00-17.30) PALESTRE ITG PALLADIO TREVISO ROTOLAMENTI CAPOVOLTA AVANTI: Tecnica: Partenza: stazione eretta,

Dettagli

APPUNTI DI GINNASTICA ARTISTICA

APPUNTI DI GINNASTICA ARTISTICA APPUNTI DI GINNASTICA ARTISTICA BIBLIOGRAFIA DISPENSE DI MARCO MASSARA DISPENSE DI WALTER CONSONNI GYMNICA FGI BOZZA DI DISPENSE PER CORSI TECNICI UISP GAF DTN UISP GAF PAOLA MORARA LA TRAVE ATTREZZO MOLTO

Dettagli

Campionato Nazionale di ginnastica artistica femminile

Campionato Nazionale di ginnastica artistica femminile Campionato Nazionale di ginnastica artistica femminile I programmi tecnici sono stati formulati sul nuovo ordinamento del C.d.P. CSAIN sono suddivisi in settori in base alla difficoltà tecnica: SETTORE

Dettagli

Tecnica e Didattica dell Atletica Leggera Prof.ssa Paola Trevisson

Tecnica e Didattica dell Atletica Leggera Prof.ssa Paola Trevisson IL GETTO DEL PESO I LANCI: PRINCIPI GENERALI DI MECCANICA La lunghezza del lancio dipende da diversi fattori: peso dell attrezzo; velocità di lancio; angolo di partenza (o di proiezione); resistenza dell

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Rev. N 9 Data: 03/10/2013 Le modifiche sono evidenziate in campo giallo e riguardano: Ruoli 1 e Ruoli 2 (la palla a questi giocatori può essere solo consegnata o passata con passaggio

Dettagli

Ed ecco come funziona

Ed ecco come funziona Ed ecco come funziona scuola in movimento è un programma nazionale dell Ufficio federale dello sport che promuove e sostiene il movimento quotidiano a scuola. Le scuole e le classi partecipanti si impegnano

Dettagli

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca.

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. Level 1 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. 2 Respirazione e orientamento: espirazione visibile sott acqua per tre

Dettagli

Manuale di riabilitazione cardiologica

Manuale di riabilitazione cardiologica CARDIOLOGIA Manuale di riabilitazione cardiologica Divisione di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE S.p.A. Divisione di Riabilitazione Cardiologica Manuale di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI PIANO DI LAVORO CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2010 / 2011 SEDE PASCOLI TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI Flessibilità in avanti. Flessibilità scapolo-omerale.

Dettagli

TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE

TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE A 14-15 anni inizia un avvio alla specializzazione nei salti esteso ad almeno tre salti. A 16-17 anni continua il percorso verso uno specializzazione ma per salti

Dettagli

Aspetti cognitivi ed emozionali inscindibile relazione Aspetti motori Considerati separatamente solo per esigenze espositive

Aspetti cognitivi ed emozionali inscindibile relazione Aspetti motori Considerati separatamente solo per esigenze espositive MODULO 3 LEZIONE 27 L EVOLUZIONE MOTORIA UMANA (PRIMA PARTE) ETA PRESCOLARE Contenuti Motricità sportiva Maestria sportiva Lo sviluppo motorio Evoluzione motoria Giochi funzionali e di esercizio Caratteristiche

Dettagli