Prestito Vitalizio a tasso fisso Memorandum operativo per i distributori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prestito Vitalizio a tasso fisso Memorandum operativo per i distributori"

Transcript

1 Euvis Spa Via Vittorio Veneto 16/A Milano Tel Fax Prestito Vitalizio a tasso fisso Memorandum operativo per i distributori Data ultimo aggiornamento: Maggio 2009 Il presente Memorandum ha come obiettivo di sintetizzare, in modo non esaustivo, i principali elementi caratteristici del prodotto, e si articola in: Il prestito vitalizio come risposta alle esigenze della clientela Il prestito vitalizio per integrare la gamma prodotti Scheda tecnica di prodotto Descrizione sintetica del processo di vendita standard del prodotto Codice di comportamento della forza vendita Per ogni chiarimento o approfondimento è possibile contattare: Help Desk distributori Numero verde clienti Sito internet fax al n per documenti / istruttoria: per altre informazioni: Sede Amministrativa: Viale Vittorio Veneto 16/A Milano Centralino EUVIS S.p.a. - Sede Legale: Milano - Sede Amministrativa: Viale Vittorio Veneto Milano Tel Capitale Sociale Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Codice Fiscale e Partita IVA n ; R.E.A. n Iscritta nell'elenco generale degli intermediari finanziari al n Società appartenente al gruppo COFIDE.

2 Pagina 2 Il prestito vitalizio come risposta alle esigenze della clientela Il prestito Vitalizio può rispondere a diverse esigenze della clientela, estendendo il proprio ambito d interesse alle famiglie dei potenziali clienti over 65. In particolare si indicano di seguito alcune tipologie di esigenze caratteristiche della clientela che ha già sottoscritto il prestito vitalizio: Supporto ai figli: il prestito vitalizio nella maggior parte dei casi viene utilizzato per consentire ai clienti di supportare i figli (e la famiglia in genere) nelle loro esigenze, in particolare con riferimento all acquisto della casa od alla chiusura di debiti pregressi. Tale opportunità costituisce quindi un anticipo di eredità fornito dai genitori ai figli nel momento in cui questi ultimi ne hanno bisogno e senza dover aspettare il momento del trasferimento dell eredità. Consolidare i debiti:la somma ricavata dal prestito vitalizio può essere usata dagli over 65 per estinguere debiti pregressi, liberandosi così dalle rate e dalle scadenze per tutta la vita. Tale esigenze si manifesta tipicamente ove siano stati contratti prestiti onerosi o con rate che nel passaggio dal regime di stipendio a quello di pensione diventano difficilmente sostenibili. In particolare è possibile estinguere mutui con ipoteche volontarie sull immobile, a patto che la somma erogata consenta la contestuale estinzione del mutuo. Affrontare spese e imprevisti: frequentemente le somme ricavate dal prestito vitalizio consentono ai sottoscrittori di affrontare senza problemi spese ordinarie (es. ici, spese condominiali, etc.) o impreviste (es. medico sanitarie) eccessive rispetto alla pensione. Frequentemente si tratta anche di consentire a persone anziane di avere un assistenza dedicata a casa propria, senza gravare per queste esigenze sulla famiglia. Mantenere un tenore di vita e realizzare i propri progetti: il prestito vitalizio rappresenta per molte famiglie la possibilità di mantenere un tenore di vita elevato, anche quando il passaggio dallo stipendio alla pensione riduce la capacità di acquisto reale; sono frequenti i casi di single o coppie di over 65 (tipicamente senza figli o con i figli già sistemati ) che desiderano potersi garantire una continuità nel proprio tenore di vita o che hanno progetti da realizzare nel proprio tempo disponibile (es. viaggi, attività culturali, etc.). Pianificare le esigenze finanziarie: per diversi clienti di fascia medio-alta, la liquidità ricavata dal prestito vitalizio rappresenta la possibilità di pianificare con maggiore flessibilità l allocazione e l utilizzo del proprio patrimonio. In particolare tali importi possono essere usati per evitare di sbloccare investimenti nei casi in cui ciò sarebbe particolarmente oneroso. Altri strumenti di pianificazione finanziaria, resi accessibili dalla disponibilità di una somma liquida, sono le polizze assicurative LTC (long term care) o quelle che garantiscono una rendita vitalizia a fronte di un premio unico iniziale. Il prestito vitalizio per integrare la gamma prodotti Il prestito Vitalizio (PIV) consente di integrare la gamma prodotti, senza cannibalizzare alcun altro prodotto, bensì consentendo di dare risposte a clienti altrimenti persi; inoltre in diversi casi consente di migliorare le opportunità di vendita di altri prodotti in portafoglio. Di seguito si illustra come può integrare la gamma prodotti: Mutui casa: il Prestito Vitalizio può consentire di vendere dei mutui che altrimenti non sarebbero erogabili. Tecnicamente la somma ottenuta con il prestito vitalizio può consentire ai figli di ottenere un mutuo di importo minore, più coerente con la propria capacità reddituale (riduzione del rapporto rata/reddito), lasciando al contempo il genitore non obbligato nei confronti del figlio (elemento importante nel caso di successive difficoltà di pagamento, comunque meno probabili dato il minore importo del mutuo del figlio). Inoltre ciò consente di acquisire come cliente sia il figlio che il genitore, realizzando in tal modo una forma di finanziamento ottimizzata alla famiglia ed incrementando il relativo indotto commerciale nel tempo. Cessione del Quinto della Pensione (CQS): le coperture assicurative consentono di finanziare la clientela teoricamente fino a 90 anni; in realtà gli importi erogabili, con l aumentare dell età diventano piccoli dopo i anni. Pertanto tutte le persone oltre i anni che hanno esigenze superiori ai euro sarebbero opportunità perse per la CQS, che invece possono essere valorizzate (senza altri costi commerciali) mediante la proposta del Prestito Vitalizio. Prestiti liquidità e mutui di consolidamento: ove i prodotti di consolidamento tradizionalmente disponibili non consentono di soddisfare le esigenze del cliente, il PIV permette di eliminare (almeno in parte significativa) i debiti pregressi, sia per gli over 65 direttamente, sia per i loro familiari.

3 Pagina 3 Scheda tecnica di prodotto Banca erogante: JPMorgan Chase Bank, N.A.,succursale di Milano Istituto incaricato per l istruttoria, la stipula ed il servicing dei contratti di finanziamento: Euvis Spa Tipologia di finanziamento: Prestito vitalizio ipotecario ai sensi dell articolo 11 quaterdecies, comma 12, del decreto legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005 n. 248 Target di clientela: il prestito è riservato a persone fisiche con età superiore ai 65 anni di età: in caso di clienti coniugati o conviventi (come risultante da stato di famiglia e purché parenti entro il secondo grado, ad esempio sorelle) il prestito viene intestato ad entrambi. I mutuatari non devono essere soggetti fallibili e devono avere la residenza nell immobile oggetto del finanziamento (prima casa). Almeno uno dei mutuatari deve avere titolo su una quota di proprietà dell immobile in cui risiede (viene accettata la proprietà piena, una quota di proprietà piena o anche una quota di usufrutto purché le restanti quote siano di proprietà di parenti entro il secondo grado e questi sottoscrivano il contratto di finanziamento in qualità di terzi datori di ipoteca). Il mutuatario non deve avere in corso procedure fallimentari, o pignoramenti. Eventuali finanziamenti a soggetti che abbiano subito protesti è subordinata all analisi della direzione crediti e possono in certe circostanze essere approvati. Tipologie di immobili ammessi al finanziamento: Immobili residenziali (escluso rustici ed immobili con scarso livello di manutenzione) in comuni con almeno residenti del valore di almeno Sono ammesse deroghe previa autorizzazione della Direzione Crediti per Comuni con meno di abitanti nell interland di capoluoghi di Provincia, in zone ad alta intensità abitativa ed in zone di interesse turistico. Non sono ammessi al finanziamento immobili rientranti nelle seguenti tipologie: Immobili in assenza di concessione edilizia o senza concessione in sanatoria edilizia Immobili realizzati su zone concesse in diritto di superficie dai Comuni nei piani di zona ex legge 167/1962, a meno di analisi preliminare della Direzione Crediti sui vincoli imposti dal Comune alla vendibilità dell immobile Immobili gravati da vincoli artistici, paesistici, idrogeologici. Gli immobili sottoposti a tutela perché di interesse artistico e storico (ex lege 1089 del 1939 e d lgl n 42 del 2004) sono finanziabili solo dopo analisi preliminare della Direzione Crediti Immobili costituiti come sede di società di capitali o di persone Immobili in aree ad alto rischio sismico (vedi elenco delle aree finanziabili che segue) Elenco delle aree finanziabili: Abruzzo: Province di Chieti, Pescara e Teramo Basilicata: Provincia di Matera; solo i comuni di Melfi e Venosa in provincia di Potenza Campania: Province di Salerno, Caserta e Napoli, con esclusione di comuni vesuviani Emilia Romagna: Friuli: con esclusione dei Comuni di Cividale, Gemona, Tarcento, Tarvisio, Tricesimo e Tenzone in Provincia di Udine Lazio: Province di Roma, Latina e Viterbo, e in provincia di Frosinone ad esclusione dei Comuni di Sora, Isola del Liri, Cassino, Atina, Roccasecca Liguria: Lombardia: Marche: Molise: solo i comuni costieri della provincia di Campobasso Piemonte: Puglia: con esclusione dei Comuni del Gargano (in Provincia di Foggia i Comuni di Aprirena, San marco in lamis, san Giovanni Rotondo, Monte Sant Angelo, Manfredonia, Sansevero, Torremaggiore) Sardegna: Sicilia: Province di Agrigento, Caltannisetta, Enna, Palermo e Trapani

4 Toscana: Trentino: Valle d Aosta Veneto Pagina 4 ad eccezione della Provincia di Belluno. A Venezia città i piani terra ed i piani rialzati non sono finanziabili. Elenco delle regioni integralmente escluse Calabria: Nessun comune finanziabile Umbria: Nessun Comune finanziabile Finalità del prestito: Liquidità, con divieto di utilizzare i proventi del finanziamento: - per l acquisto o la ristrutturazione di immobili dei mutuatari - per finanziare attività produttive o professionali dei mutuatari - per reinvestimenti in strumenti finanziari speculativi. I proventi del prestito possono essere utilizzati per trasferimenti all interno alla famiglia, ad esempio finalizzati all acquisto o ristrutturazione di immobili di proprietà di parenti entro il secondo grado. Tipo di tasso / prodotto: Tasso fisso. Importo finanziabile: Importo minimo pari ad fino ad un massimo del 45% del valore di perizia dell immobile in funzione dell età della parte finanziata e comunque con un massimo pari a ; eventuali importi per eccezione deliberati fino a euro saranno appositamente valutati mediante approfondimenti di istruttoria. Durata del prestito: Vitalizia: il contratto ha durata trentennale con rinnovo automatico a scadenza fino alla morte del mutuatario (o fino alla morte del mutuatario sopravvissuto al primo mutuatario in caso di finanziamenti co-intestati a due mutuatari). Frequenza rate: Il prestito non comporta rate periodiche: spese ed interessi vengono capitalizzati annualmente e devono essere rimborsati assieme al capitale erogato in un unica soluzione a scadenza. Calcolo del tasso: Tasso fisso applicato per tutta la durata del finanziamento indicizzato al tasso IRS lettera a 30 anni maggiorato di spread minimo del 3%. Gli interessi sono calcolati annualmente in via posticipata ed in capitalizzazione composta. Euvis S.p.A. si riserva di effettuare modifiche ai tassi applicati a nuovi finanziamenti, dandone tempestiva comunicazione alla Banca. Spese iniziali: - Spese di perizia: pagate anticipate dal cliente in base ai tariffari vigenti (attualmente pari ad 275) - Commissioni di istruttoria: 600 (dedotte dall importo del finanziamento) - Spese di intervento procuratore alla stipula: non richieste - Altri costi iniziali: - Spese notarili: a carico del cliente in base ai tariffari vigenti (dedotte dall importo del finanziamento) - Imposta sostitutiva: pari allo 0,25% dell importo del finanziamento (dedotta dall importo del finanziamento) - Eventuali costi per il reperimento di documentazione necessaria all istruttoria su incarico del cliente: a carico del cliente in base ai tariffari vigenti (dedotti dall importo del finanziamento). Spese periodiche: - Commissioni di gestione annuale: 50 (addebitate annualmente all importo del prestito in via posticipata) - Oneri imposte e spese notarili per il rinnovo dell ipoteca al 20 anno a carico del cliente (addebitate all importo del prestito) Coperture assicurative: Obbligatoria. E richiesta polizza assicurativa sull immobile relativa ad incendio e scoppio vincolata alla Banca erogante con pagamento anticipato annuale a carico del cliente per tutta la durata del finanziamento. Il premio per il primo anno (pari ad 1,005 per metroquadro dell abitazione assicurata) viene dedotto dall importo del

5 Pagina 5 finanziamento mentre i premi successivi (pari ad 0,105 per metroquadro dal secondo al decimo anno incluso e ad 0,195 per metroquadro dall undicesimo anno fino al rimborso) vengono addebitati all importo del prestito. Penale per rimborso anticipato: La penale per il rimborso anticipato prima della scadenza viene calcolata come segue: (i) per rimborsi anticipati effettuati entro i primi tre anni dalla data di erogazione del finanziamento: 5,00 % (cinque percento); (ii) per rimborsi anticipati effettuati tra l inizio del quarto ed entro la fine del decimo anno dalla data di erogazione del finanziamento: 3,00 % (tre percento); (iii) per rimborsi anticipati effettuati tra l inizio del dell undicesimo anno ed entro la fine del trentesimo anno dalla data di erogazione del finanziamento: 1,00 % (uno percento); (iv) per rimborsi anticipati effettuati trascorsi 30 anni dalla data di erogazione del finanziamento: nessuna penale. Garanzie richieste Ipoteca: iscrizione ipotecaria fino ad un massimo del 400% del valore di perizia dell immobile di residenza dei mutuatari. L importo dell ipoteca può essere ridotto per prestiti di importo inferiore al massimo consentito, ma non può essere inferiore al 100% del valore di perizia. L iscrizione dell ipoteca deve essere sulla proprietà piena. Sono accettati terzi datori di ipoteca in caso di quote di proprietà di terzi a condizione che i terzi proprietari siano parenti dei mutuatari entro il secondo grado (figli, fratelli o nipoti). E ammessa l erogazione del prestito all anziano usufruttuario a condizione che i nudi proprietari siano eredi entro il secondo grado di parentela e si prestino come terzi datori di ipoteca. La Banca provvederà a rinnovare l ipoteca alla scadenza del 20 anno con spese a carico della parte mutuataria per i prestiti di durata superiore a 20 anni. Le spese di rinnovo dell ipoteca verranno addebitate all importo del finanziamento. L ipoteca dovrà essere di primo grado. E ammessa ipoteca di secondo grado formale, ma primo grado sostanziale in caso di mutui ipotecari pre-esistenti che dovranno essere estinti con parte del ricavato del prestito a fronte di assenso alla cancellazione del creditore precedente oppure lettera di quietanza definitiva emessa ai sensi dei commi 8 sexies e seguenti dell articolo 13 della legge n. 40/2007. Mandato a vendere: i datori di Ipoteca conferiscono alla Banca erogante mandato irrevocabile con rappresentanza a vendere l immobile oggetto dell ipoteca con obbligo di rendiconto e facoltà di compensare i crediti derivanti dal finanziamento con i proventi derivanti dal netto ricavo della vendita. Resta inteso che, ove il netto ricavo fosse inferiore alle ragioni creditorie derivanti dal presente contratto, il debito eventualmente eccedente il netto ricavo compensato è da intendersi sin d ora rimesso ai sensi dell art Cod. Civ. Il mandato a vendere è esercitabile solo trascorsi un anno ed un giorno dalla data di esigibilità del finanziamento. Il mandato si estingue con il rimborso del finanziamento. Istante di erogazione: L iscrizione dell ipoteca. Note: Non è richiesta l apertura di conto corrente. L erogazione dell importo finanziato avverrà in sede di stipula. L importo erogato, al netto delle spese di perfezionamento della pratica, dei costi assicurativi, dell imposta sostitutiva e degli oneri notarili nonché di quanto eventualmente dovuto per il rimborso di mutui ipotecari preesistenti verrà costituito in deposito cauzionale. Lo svincolo della somma dal deposito cauzionale è condizionato all avvenuta esecuzione delle formalità di pubblicazione dell Ipoteca, e, in caso di rimborso di mutui ipotecari preesistenti, alla cancellazione delle ipoteche pre-esistenti oppure alla consegna della lettera di quietanza definitiva emessa dalla banca rimborsata ai sensi dei commi 8 sexies e seguenti dell articolo 13 della legge n. 40/2007.

6 Pagina 6 Descrizione sintetica del processo di vendita standard del prodotto Per ogni chiarimento o supporto è possibile chiamare l Help Desk Distributori Prima manifestazione di interesse da parte del cliente Illustrazione del prodotto e principali caratteristiche tecniche, costi e rischi tipici (strumenti: foglio informativo, e brochure di prodotto, scaricabili on line dalla extranet aziendale accessibile dai distributori convenzionati) Calcolo non impegnativo dell importo massimo erogabile (strumenti: preventivatore on line accessibile sia in area pubblica sul sito mediante registrazione, sia sulla extranet aziendale) Domanda di finanziamento Compilazione della domanda di finanziamento (strumenti: domanda compilabile on line e poi stampata per le firme, oppure scaricabile dalla extranet aziendale per essere poi compilata a mano ed inviata a mezzo posta/fax) o La domanda deve essere completata in ogni sua parte e firmata dal mutuatario (o almeno da uno dei due mutuatari in caso di prestiti da co-intestare a due mutuatari), e firmata anche dal distributore autorizzato o Deve essere firmata la privacy da parte dei firmatari della domanda di finanziamento o Deve essere firmato il mandato ad eseguire la perizia sull abitazione da parte dei firmatari della domanda di finanziamento Documentazione minima da allegare per avviare la pratica: o Copia di un documento di identificazione valido e codice fiscale o Atto di provenienza e planimetria dell immobile oggetto del finanziamento o Copia del bollettino postale o versamento bancario per il pagamento della perizia La domanda di finanziamento firmata in originale, la privacy e il mandato per la perizia firmati in originale con la documentazione minima per avviare la pratica devono essere inviati ad Euvis Ufficio Commerciale Via Vittorio Veneto 16/A Milano per posta (strumenti: per accelerare l iter di istruttoria i documenti possono essere anticipati via fax al n oppure via mail in formato pdf all indirizzo mail: Analisi fattibilità e perizia L ufficio commerciale Euvis o verifica la completezza della documentazione ricevuta e verifica la fattibilità dell operazione o contatta il cliente per avvisarlo che verrà contattato per la perizia oppure per avvisarlo che la pratica è stata declinata (strumenti: il distributore autorizzato può monitorare lo status della pratica online sulla extranet aziendale) o In caso di fattibilità, avvia la perizia dell immobile Completamento della documentazione standard necessaria all istruttoria e delibera di finanziamento Il distributore autorizzato raccoglie la documentazione mancante necessaria all istruttoria o copia di un documento di identità valido e copia del codice fiscale sia per l eventuale secondo mutuatario (se il caso e se non già raccolti all atto della domanda) sia per gli eventuali terzi datori di ipoteca o Privacy firmate dell eventuale secondo mutuatario e dagli eventuali terzi datori di ipoteca (se non già allegate alla domanda di finanziamento) o certificato di nascita, di residenza e stato di famiglia per ciascuno dei mutuatari o estratto dell atto di matrimonio o autocertificazione del regime patrimoniale dei coniugi in caso di finanziamenti co intestati (è necessario specificare il regime patrimoniale anche per i terzi datori di ipoteca se coniugati e se l immobile non è stato da questi ereditato, ma bensì acquistato) o documentazione relativa al divorzio, se il richiedente è divorziato o copia dell ultima dichiarazione dei redditi (o CUD più recente) e/o libretto della pensione per ciascuno dei mutuatari o elenco degli eredi legittimari comprensivo dei relativi indirizzi, recapiti e codici fiscali o in caso di ipoteche pre esistenti sull immobile oggetto del finanziamento: Se non integralmente rimborsati: copia del contratto di finanziamento ed i relativi conteggi estintivi per la data presunta di stipula, comprensivi dei relativi dietimi, con

7 o Pagina 7 indicazione della banca che i fondi ad essa trasferiti verranno utilizzati per il rimborso integrale del prestito in oggetto con contestuale rilascio di quietanza definitiva emessa ai sensi dei commi 8 sexies e seguenti dell articolo 13 della legge n. 40/2007 oppure rilascio di assenso alla cancellazione dell ipoteca da parte di un procuratore presente in stipula Se già integralmente rimborsati: lettera di quietanza definitiva emessa ai sensi dei commi 8 sexies e seguenti dell articolo 13 della legge n. 40/2007 oppure rilascio di assenso alla cancellazione dell ipoteca eventuale procure generali o speciali che autorizzino un terzo a comparire in atto al posto del cliente mutuatario se inabile (il testo deve essere verificato con gli operatori Euvis) La documentazione in esame potrà essere prodotta dal cliente anche a valle dell analisi di fattibilità ed inviata, anche per tramite del distributore autorizzato, ad Euvis Ufficio Commerciale Via Vittorio Veneto 16/A Milano per posta (strumenti: per accelerare l iter di istruttoria i documenti possono essere anticipati via fax al n oppure via mail in formato pdf all indirizzo mail: Completamento Istruttoria e delibera L ufficio commerciale Euvis verifica la documentazione ricevuta e contatta il cliente per recuperare eventuale documentazione mancante e per comunicare, a valle della perizia, l importo esatto del prestito erogabile, se deliberato La pratica viene sottoposta agli organismi deliberanti per approvazione L ufficio commerciale Euvis contatta il cliente per o Comunicare l approvazione e concordare la data e le modalità della stipula (concordando anche con l eventuale banca le modalità per il rimborso di prestiti pre-esitenti) o Comunicare che la pratica non è stata approvata Il distributore autorizzato può monitorare lo status della pratica (Strumenti: stato avanzamento pratica online sulla extranet aziendale) Stipula ed erogazione Relazione notarile preliminare Stipula ed erogazione Rendiconto consuntivo delle operazioni erogate e pagamento delle commissioni Euvis produrrà periodicamente l elenco delle operazioni erogate nel periodo precedente a valere sulla convenzione con il distributore convenzionato assieme al conteggio delle commissioni dovute dando riscontro al distributore del pagamento degli importi commissionali dovuti (strumenti: da concordare con il distributore)

8 Pagina 8 Codice di comportamento per la forza vendita 1. Premessa Il Codice di comportamento per la forza vendita è un insieme di regole che la Società si è data per assicurare la massima trasparenza e la tutela dei propri clienti. Il codice di comportamento è parte integrante del Codice Etico approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società e tutti i dipendenti, agenti, mediatori, e distributori in generale dei prodotti di Euvis sono tenuti a rispettarne con scrupolo le indicazioni nei rapporti con la clientela. Al Codice di comportamento si applicano le disposizioni sanzionatorie previste per il mancato rispetto del Codice Etico della Società. 2. Il Codice di Comportamento per la Forza Vendita 1.1 Agire con professionalità, trasparenza, tempestività ed educazione 1.2 Fornire con chiarezza le proprie generalità e recapiti, indicando sempre il proprio ruolo rispetto alla Società (se dipendenti, agenti, o distributori dei prodotti della Società) 1.3 Limitare le visite a domicilio dei clienti ai casi di stretta necessità avendo sempre concordato la visita con congruo anticipo e dando ai clienti la possibilità di verificare con la Società le generalità del venditore che effettuerà la visita 1.4 Proporre ai clienti anziani di effettuare gli incontri con la forza vendita della Società alla presenza di un parente o di una persona di fiducia 1.5 Non fare mai richieste di pagamento alla clientela per contanti o per assegno trasferibile ed assicurarsi sempre che tutti i pagamenti dovuti dai clienti siano documentati ed effettuati per tramite degli strumenti di pagamento autorizzati dalla Società (bonifici bancari, trasferimenti postati o addebiti in carta di credito; gli assegni sono utilizzabili solo se non trasferibili ed intestati ad Euvis S.p.A.) 1.6 Fornire al cliente informazioni complete, in un linguaggio semplice e comprensibile, consegnando sempre tutto il materiale informativo predisposto dalla Società e facendo fronte ad ogni richiesta di spiegazioni da parte del cliente 1.7 Accertarsi che il cliente abbia sempre tutte le informazioni necessarie perché possa decidere in autonomia se il prodotto è adatto alle sue esigenze 1.8 Suggerire al cliente di informare la propria famiglia della sua intenzione di sottoscrivere un contratto di finanziamento con la Società, e di confrontare le proprie decisioni con il parere dei familiari o di persone esperte di sua fiducia 1.9 Spiegare con chiarezza al cliente tutti i costi e le commissioni a suo carico a fronte del contratto di finanziamento, aiutandolo a mezzo di esempi a comprendere gli effetti della capitalizzazione di spese ed interessi ed il loro impatto sugli importi dovuti a fronte del finanziamento 1.10 Spiegare con chiarezza le conseguenze di un rimborso anticipato del finanziamento e l impatto delle penali per rimborso anticipato 1.11 Spiegare con chiarezza al cliente tutti gli obblighi e gli impegni che si assume a fronte del contratto di finanziamento, i rischi connessi al mancato pagamento degli importi dovuti a scadenza e, per i prestiti vitalizi ipotecari, il funzionamento del mandato a vendere incluso nel contratto 1.12 Spiegare con chiarezza al cliente gli effetti del contratto di prestito vitalizio ipotecario sul patrimonio che lascerà in eredità, spiegando gli obblighi che ricadranno in capo ai suoi eredi ed illustrando le tutele previste dal contratto di finanziamento in caso di deprezzamento dell immobile dato in garanzia 3. Obbligo di comunicazione e reclami Tutta la forza vendita della Società, sia interna che esterna (agenti, mediatori, promotori e distributori autorizzati), si impegna a comunicare tempestivamente alla Società stessa ogni fatto o circostanza non conforme al Codice di Comportamento o che possa esporre la clientela al rischio di comportamenti illegittimi da parte di terzi. Tutta la clientela è invitata a chiedere chiarimenti su ogni aspetto relativo ai prodotti o servizi della Società contattando la sede amministrativa: Euvis Spa Via Vittorio Veneto 16/A Milano Telefono: E mail: Tutta la clientela può sporgere reclamo in forma scritta scrivendo a: Euvis Spa Ufficio Reclami Via Vittorio Veneto 16/A Milano Tutti i reclami verranno evasi entro il termine massimo di 60 giorni ed in forma scritta.

Breve descrizione del prodotto, Modalità operative e Procedure. Per ogni chiarimento: help desk 848 800744

Breve descrizione del prodotto, Modalità operative e Procedure. Per ogni chiarimento: help desk 848 800744 Data ultimo aggiornamento: settembre 2007 Breve descrizione del prodotto Breve descrizione del prodotto, Modalità operative e Procedure Per ogni chiarimento: help desk 848 800744 Il prestito vitalizio

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO VITALIZIO IBL BANCA

MUTUO IPOTECARIO VITALIZIO IBL BANCA MUTUO IPOTECARIO VITALIZIO IBL BANCA POLITICHE DI CREDITO E DI PRICING Pag. 1 INTRODUZIONE Il PRESTIVO VITALIZIO IPOTECARIO è stato introdotto in Italia con la legge n. 248/2005 al fine di sostenere la

Dettagli

Prestito Vitalizio Ipotecario a tasso fisso Data di decorrenza: 01 luglio 2009 - Foglio numero: PVF 107 JPM

Prestito Vitalizio Ipotecario a tasso fisso Data di decorrenza: 01 luglio 2009 - Foglio numero: PVF 107 JPM Versione ad alta visibilità (14pt) Norme per la trasparenza delle operazioni bancarie e finanziarie: Foglio Informativo PVF 107 JPM NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI BANCARIE E FINANZIARIE FOGLIO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAUSI, MISIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAUSI, MISIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1752 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CAUSI, MISIANI Modifica all articolo 11-quaterdecies del decreto-legge 30 settembre 2005,

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI I pensionati vivono meglio e più a lungo. Sono sempre più una parte rilevante della popolazione italiana, un segmento demografico fiorente,

Dettagli

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA!

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! Nel sottolineare l importanza dell impegno svolto dalle commissioni tecniche costituite dalle Organizzazioni Sindacali, che, in seguito al lavoro svolto ha permesso di individuare

Dettagli

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007)

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) CONTO CORRENTE PERSONALE BANCA Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) Tasso creditore BCE 0,50 Norme generali: - è intestato al dipendente o al pensionato; - può essere cointestato

Dettagli

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti.

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti. I MUTUI ENPAM DOMANDE E RISPOSTE 1. A chi può essere concesso il mutuo? A tutti gli iscritti che hanno almeno 3 anni consecutivi di anzianità d iscrizione e di contribuzione effettiva e sono in regola

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti

CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti Circolare n. 36 del 29 maggio 2012 Oggetto: Finanziamenti ai Dipendenti Serie: PERSONALE Argomento: CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA Piazza Vittorio Emanuele II n.31-48010 Cotignola (RA) Telefono: 0545/908811 - Telefax: 0545/41282 P.IVA 00148580392 e-mail: comunecotignola@racine.ra.it SETTORE

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo documento non costituisce un offerta al pubblico. Le informazioni in esso contenute sono riportate in buona fede e costituiscono un esatta riproduzione

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo. Si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni

Dettagli

Banca, UniCredit Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia e UniCredit Corporate Banking.

Banca, UniCredit Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia e UniCredit Corporate Banking. CONVENZIONE ABI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE PER LA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI A TASSO E A RATA VARIABILE, IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DL N.93/2008 (CONVERTITO IN LEGGE 126/2008) INTRODUZIONE

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE NORME IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL PRESTITO VITALIZIO

SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE NORME IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL PRESTITO VITALIZIO SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE NORME IN MATERIA DI DISCIPLINA DEL PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO, AI SENSI DELL ARTICOLO 11-QUATERDECIES, COMMA 12-QUINQUIES,

Dettagli

Allegato 2 SCHEDA DI PROPOSTA DI MUTUO

Allegato 2 SCHEDA DI PROPOSTA DI MUTUO . (nome e cognome), luogo data Spett.le CREDITO BERGAMASCO Filiale di Oggetto: richiesta di mutuo ipotecario - convenzione In conformità all accordo in essere con la Vostra Banca, riguardante la promozione

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA.

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. COMUNE DI SANT URBANO PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. Allegato alla Delibera di Consiglio

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA SPA - FOGLIO INFORMATIVO (D.Lgs. 385/93 ART. 116) SEZIONE 1.07. 42 PRESTITO PERSONALE AGGIORNAMENTO AL 01/04/2012

BANCO DI SARDEGNA SPA - FOGLIO INFORMATIVO (D.Lgs. 385/93 ART. 116) SEZIONE 1.07. 42 PRESTITO PERSONALE AGGIORNAMENTO AL 01/04/2012 PRESTITO PERSONALE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. (Codice ABI 01015) Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI. Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA

Dettagli

Circolare N. 75 del 20 Maggio 2015

Circolare N. 75 del 20 Maggio 2015 Circolare N. 75 del 20 Maggio 2015 Prestito vitalizio ipotecario per gli over 60 proprietari di immobili a destinazione residenziale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stata

Dettagli

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo prospetto informativo è parte integrante del Codice volontario di condotta in materia di informativa precontrattuale relativa ai contratti di mutuo destinati

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO AL RELATIVO FONDO

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO AL RELATIVO FONDO All Ufficio Servizi Sociali Comune di Avellino Piazza del Popolo n. 1 83100- Avellino DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER IL CENSIMENTO DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI E PER L ACCESSO

Dettagli

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui MUTUI IPOTECARI Regolamento dei mutui Avviso a decorrere dalla rata con scadenza 30 giugno 2005 i tassi d'interesse (3,20% fisso - 2,90% variabile) previsti dal nuovo Regolamento in vigore dal 1/01/2005

Dettagli

MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI)

MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI) MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI) A) Istituto erogante il mutuo 1. Nome e indirizzo dell

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

MUTUO ARANCIO ACQUISTO TASSO VARIABILE

MUTUO ARANCIO ACQUISTO TASSO VARIABILE MUTUO ARANCIO ACQUISTO TASSO VARIABILE Caratteristiche del prodotto Target di clientela Privati residenti in Italia da almeno 3 anni Finalità del mutuo Acquisto prima e seconda casa Tipo di tasso Variabile

Dettagli

Il Percorso Famiglia Incontro del Tavolo Multistakeholders. Associazione Bancaria Italiana 23 luglio 2013

Il Percorso Famiglia Incontro del Tavolo Multistakeholders. Associazione Bancaria Italiana 23 luglio 2013 Il Percorso Famiglia Incontro del Tavolo Multistakeholders Associazione Bancaria Italiana 23 luglio 2013 Indice Il Percorso Famiglia: l iniziativa e i dati aggiornati Il fondo nuovi nati Il fondo giovani

Dettagli

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela.

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela. Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

la banca mutui che stavi cercando

la banca mutui che stavi cercando è il servizio offerto da Macquarie Bank che Le consente di ottenere subito, e con la comodità di non dover produrre alcuna documentazione, una prima risposta di finanziabilità alla Sua esigenza di mutuo

Dettagli

la banca mutui che stavi cercando

la banca mutui che stavi cercando è il servizio offerto da Macquarie Bank che Le consente di ottenere subito, e con la comodità di non dover produrre alcuna documentazione, una prima risposta di finanziabilità alla Sua esigenza di mutuo

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 1. ANTICIPAZIONI 1.1. Come stabilito dal Dlgs 252/2005, l associato può conseguire un anticipazione sulla sua posizione: I. in qualsiasi momento, per un importo non superiore

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Requisiti generali 1. L anticipazione della posizione individuale maturata che l aderente può conseguire da parte del Fondo per specifiche causali é disciplinata dall art.

Dettagli

CHECK LIST ATTIVITÀ DI ISTRUTTORIA RETE

CHECK LIST ATTIVITÀ DI ISTRUTTORIA RETE MUTUO/PRATICA N : / / INTESTAZIONE CHECK LIST ATTIVITÀ DI ISTRUTTORIA RETE SEZIONE 1 - COMPLETEZZA E CONFORMITÀ DELLA DOCUMENTAZIONE VERIFICA PRESENZA DOCUMENTI PER RICHIEDENTI, COOBBLIGATI E GARANTI DA

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO FISSO

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO FISSO Foglio Informativo n MP03 aggiornamento n 002 data ultimo aggiornamento 27.10.2003 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni:

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONZANO VENETO E GLI ISTITUTI DI CREDITO RIGUARDANTE LE MODALITA RELATIVE ALLA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI PER L ACQUISTO, LA COSTRUZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

Succursale IccreaBancaImpresa di... Soggetto Origination FIL. BCC di.cod.abi. FOR. AGENTE di INTERMEDIARIO FINANZ.

Succursale IccreaBancaImpresa di... Soggetto Origination FIL. BCC di.cod.abi. FOR. AGENTE di INTERMEDIARIO FINANZ. Da allegare alla richiesta di mutuo RICHIESTA DI MUTUO O APERTURA DI CREDITO IN C/C CON GARANZIA IPOTECARIA Spett.le Iccrea BancaImpresa S.p.A. Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRESENTAZIONE Succursale

Dettagli

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E ALLEGATO A Schema di Convenzione per la gestione del Fondo di rotazione per la realizzazione di programmi pluriennali di edilizia residenziale agevolata di cui all art. 82 della Lr n. 8/2002 e successive

Dettagli

PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO PRESTISENIOR

PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO PRESTISENIOR Foglio Informativo Pag. 1 / 6 Finanziamenti- Prestito vitalizio ipotecario Prestisenior PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO PRESTISENIOR INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI CON SURROGAZIONE BPER MUTUO FAMIGLIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso variabile

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso variabile 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì Cesena Settore Segreteria Affari Generali REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI

F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta INFORMATIVA SULLA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI A TASSO VARIABILE SECONDO QUANTO PREVISTO DALLA CONVENZIONE ABI MEF IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DL 93/2008 (CONVERTITO IN LEGGE 126/2008) DOMANDE E RISPOSTE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE INVIARE A:Piazza Cola Di Rienzo 80A 00192Roma 1. DATI DELL ADERENTE Comune di nascita: Prov: ( ) Tel.: Indirizzo di residenza: CAP: e-mail: 2. RICHIESTA ANTICIPAZIONE Il

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO CASA

MUTUO IPOTECARIO CASA scheda prodotto MUTUO IPOTECARIO CASA rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO CASA Tipologia di prodotto: Clientela di destinazione: Profili di utilizzo: MUTUO IPOTECARIO CASA CONSUMATORE

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo prospetto informativo è parte integrante del Codice volontario di condotta in materia di informativa precontrattuale relativa ai contratti di mutuo destinati

Dettagli

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Copia originale per UNICREDIT INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO 1. identità e contatti del finanziatore/intermediario DEL CREDITO Finanziatore UniCredit S.p.A.

Dettagli

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle Anticipazioni (redatto ai sensi dell articolo 13, comma 2, del Regolamento di ORIZZONTE PREVIDENZA,

Dettagli

Leasing Immobiliare Luglio 2011. Leasing Immobiliare

Leasing Immobiliare Luglio 2011. Leasing Immobiliare Leasing Immobiliare Il Leasing Immobiliare è la soluzione ideale per il finanziamento di immobili a uso professionale, industriale o commerciale. 1 01 Sintesi del prodotto Tipologia del prodotto Società

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI NORME GENERALI Art.1 - Oggetto 1. Il presente documento disciplina le modalità di liquidazione anticipata dell ammontare della posizione pensionistica individuale da parte

Dettagli

Regolamento di disciplina delle anticipazioni

Regolamento di disciplina delle anticipazioni PreviGen - Cassa di previdenza per i Dipendenti delle aziende convenzionate - Fondo Pensione Regolamento di disciplina delle anticipazioni Ai sensi dell Art. 11 comma 7 del D. Lgs. 252, 5 dicembre 2005

Dettagli

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA INFORMAZIONI GENERALI SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (ai sensi del D.L. n. 185/2008)

Dettagli

Cessione 5 Linee Guida per la gestione dei contratti di finanziamento con cessione del quinto dello stipendio e delegazioni di pagamento

Cessione 5 Linee Guida per la gestione dei contratti di finanziamento con cessione del quinto dello stipendio e delegazioni di pagamento Cessione 5 Linee Guida per la gestione dei contratti di finanziamento con cessione del quinto dello stipendio e delegazioni di pagamento Premessa Le presenti Linee Guida forniscono indicazioni operative

Dettagli

SCHEDA DI RACCOLTA INFORMAZIONI PER LA DOMANDA DI MUTUO

SCHEDA DI RACCOLTA INFORMAZIONI PER LA DOMANDA DI MUTUO Affiliato: Richiedente Garante Fidejussore Cognome: Nome: Sesso: M F Data di nascita: / / Provincia di nascita Città di nascita (Nazione se Estero): Grado di Parent. con Richied. Codice fiscale Stato civile:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO Aggiornamento nr. 6 del 1 Ottobre 2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA STABIESE S.p.A. Sede Legale ed Amministrativa in Via Ettore Tito 1, 80053 Castellammare di Stabia

Dettagli

LINEE GUIDA PRESTITI PERSONALI

LINEE GUIDA PRESTITI PERSONALI LINEE GUIDA PRESTITI PERSONALI Cosa chiedere al cliente per ottenere un esito velocissimo? * Si è indicato con l asterisco ogni argomento per il quale è auspicabile un contatto con l Agenzia Clarima per

Dettagli

Alla Banca DATA TIMBRO E FIRMA BANCA PRESENTATRICE TIMBRO E FIRMA DEL LEGALE RAPPR.TE DELL IMPRESA RICHIEDENTE

Alla Banca DATA TIMBRO E FIRMA BANCA PRESENTATRICE TIMBRO E FIRMA DEL LEGALE RAPPR.TE DELL IMPRESA RICHIEDENTE FONDO REGIONALE COMMERCIO Mod. n. 60.02 DOMANDA DI FINANZIAMENTO ai sensi della L.R. 23/12/2000 n. 32 art. 60 comma 1 punto 2 e succ. m. e i. AIUTI ALL INVESTIMENTO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI (DA PRODURRE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi INFORMAZIONI SULLA BANCA NFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Sant Angelo Corso Vittorio Emanuele n. 10-92027

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO ALLEGATO 4.1 FOGLIO INFORMATIVO Redatto in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare ai sensi dell art. 16 della legge 108/1996, del titolo VI del T.U. Bancario e successive

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA FOGLIO INFORMATIVO Pagina 1 di 5 RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010

Dettagli

COMUNE DI CALVANICO CAPITOLATO SPECIALE

COMUNE DI CALVANICO CAPITOLATO SPECIALE COMUNE DI CALVANICO Procedura aperta, per l individuazione di un istituto mutuante con il quale stipulare un contratto di mutuo a tasso fisso finalizzato al finanziamento di debiti fuori bilancio, per

Dettagli

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE

CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE 42 CRITERI PER L ACCESSO AI PRESTITI SULL ONORE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 220/I0093427 P.G. NELLA SEDUTA DEL 20/12/2004 A RIFERIMENTI NORMATIVI L. 285/1997, art. 4 La L. 285/1997

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO Aggiornamento nr. 5 del 1 gennaio 2010 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA STABIESE S.p.A. Sede Legale ed Amministrativa in Via Ettore Tito 1, 80053 Castellammare di Stabia

Dettagli

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva UniCredit Futuro P.I.P. Aviva Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari

Foglio Informativo Mutui Fondiari Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

Prestito vitalizio ipotecario

Prestito vitalizio ipotecario Periodico informativo n. 65/2015 Prestito vitalizio ipotecario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la Legge n. 44/2015 ha introdotto

Dettagli

Vademecum per accollo mutuo

Vademecum per accollo mutuo Vademecum per accollo mutuo 1. ACCOLLO MUTUO: di cosa si tratta? La Cooperativa dà la possibilità ai propri Soci assegnatari di accollarsi una quota di mutuo da essa stipulato per l intervento, quale modalità

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE DI UN PRESTITO (IPOTECA)

DOMANDA DI CONCESSIONE DI UN PRESTITO (IPOTECA) DOMANDA DI CONCESSIONE DI UN PRESTITO (IPOTECA) MOD. 13_12 Rev. 3 Il/la sottoscritto/a (Cognome) (nome) Nato/a a il Residente in Prov. Via N CAP Tel. / Cellulare / Pec E-mail Codice Fiscale Compilare la

Dettagli

Bando di assegnazione di contributi per l acquisto della prima casa a famiglie e coppie di nuova costituzione con figli.

Bando di assegnazione di contributi per l acquisto della prima casa a famiglie e coppie di nuova costituzione con figli. ALLEGATO A Bando di assegnazione di contributi per l acquisto della prima casa a famiglie e coppie di nuova costituzione con figli. Finalità Agevolare l acquisto della prima casa a favore di famiglie e

Dettagli

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona IL MUTUO Che cos è Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine, erogato da una banca o da altro intermediario finanziario autorizzato, rimborsabile attraverso pagamenti rateali secondo il piano di

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti Gruppo ENEL

Fondo Pensione Dipendenti Gruppo ENEL REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELLE ANTICIPAZIONI DI CUI ALL ART. 27 DELLO STATUTO DEL FOPEN 1. BENEFICIARI Come previsto dal D.Lgs 124/93 e successive modifiche hanno titolo a richiedere l anticipazione

Dettagli

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Capitale Sociale Euro 10.000,00 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Fondo Pensione Nazionale di Previdenza Complementare per i Lavoratori della Logistica SEZIONE I: NORME GENERALI

Fondo Pensione Nazionale di Previdenza Complementare per i Lavoratori della Logistica SEZIONE I: NORME GENERALI Allegato alla Nota Informativa SEZIONE I: NORME GENERALI Articolo 1. Oggetto 1.1 Il presente documento disciplina le modalità di liquidazione anticipata dell ammontare della posizione pensionistica individuale

Dettagli

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa ALLEGATO A ALLA D.G.R DEL 2013 AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI Premessa L iniziativa s inserisce nell ambito della collaborazione attivata

Dettagli

Aviva Top Pension DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione

Aviva Top Pension DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Aviva Top Pension Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita (art. 13 del

Dettagli