Indicazioni per costituzione helpdesk per lo sviluppo e la promozione della geotermia a bassa entalpia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indicazioni per costituzione helpdesk per lo sviluppo e la promozione della geotermia a bassa entalpia"

Transcript

1 Indicazioni per costituzione helpdesk per lo sviluppo e la promozione della geotermia a bassa entalpia

2 Perchè un helpdesk? Durante l interazione con gli enti locali nell ambito del progetto Regeocities, sono emersi due temi rilevanti: Il bisogno di supporto da parte degli enti locali per lo sviluppo della geotermia a bassa entalpia nelle e nelle comunità attraverso norme, strumenti di monitoraggio e di pianificazione efficienti ed efficaci. La difficoltà a reperire informazioni relative alla geotermia a bassa entalpia: dati tecnici, norme, ecc. Perciò, è necessario fornire tutte le informazioni di cui gli enti locali hanno bisogno. Punti di informazione locali o helpdesks sono lo strumento migliore per soddisfare questi fabbisogni.

3 Regeocities Helpdesk: scopo Il progetto Regeocities ha sviluppato un helpdesk online a livello europeo che servirà come trampolino di lancio per gli enti locali che vogliano creare un proprio helpdesk/punto di informazione. Tale helpdesk online fornirà una struttura-guida e le informazioni iniziali da cui potranno partire le amministrazioni pubbliche per soddisfare i fabbisogni e i requisiti manifestati a livello locale.

4 Regeocities Helpdesk: struttura L Helpdesk, a cui si può accedere al sito web del progetto ReGeoCities, contiene: - I report con i risultati chiave del progetto, che potranno essere utilizzati dagli enti regionali e nazionali, ed in particolare: Manuale per l implementazione del Database (contiene le informazioni per l uso del database che è stato sviluppato per supportare gli enti locali nella raccolta e monitoraggio dei dati relativi alle caratteristiche degli impianti) Report sull integrazione della geotermia a bassa entalpia negli edifici Report sull integrazione della geotermia a bassa entalpia nelle - Una sezione con le FAQ, create con le domande emerse durante i corsi di formazione e i workshop. - Un modulo con cui visitatori del sito web potranno inviare domande relative alla geotermia a bassa entalpia. Queste domande saranno inoltrate agli organismi nazionali competenti.

5 Integrazione geotermia a bassa entalpia in edifici In molti paesi (Francia, Spagna, Italia, Danimarca, Svezia e Paesi Bassi), le nuove norme sul calore e/o regolamenti edilizi non indicano chiaramente che i sistemi SGE possano essere considerati come una possibile soluzione per ridurre il fabbisogno energetico negli edifici, come ad esempio il solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria. In SPAGNA: nel regolamento tecnico della costruzione sono presenti requisiti specifici per le fonti rinnovabili, esclusivamente per la produzione di acqua calda, in molti casi l opzione per il raggiugimento di tali requisiti (60% di acqua calda sanitaria da fonti rinnovabili) è rappresentata dall installazione di collettori solari termici che è generalmente disciplinata da norme locali, come ad esempio la Ordenanza Municipal de Captación Solar para Usos Térmicos ; In ITALIA: il Decreto legislativo del 3 marzo 2011 n. 28 introduce degli obiettivi quantitativi per l integrazione delle rinnovabili per il soddisfacimento dei fabbisogni termici nei nuovi edifici e in quelli sottoposti a ristrutturazioni rilevanti. Il decreto non considera in modo specifico i sistemi SGE;

6 Integrazione geotermia a bassa entalpia in edifici In FRANCIA: La normativa termica del 2012 per le nuove costruzioni (RT2012) stabilisce I massimi consumi di energia primaria per riscaldamento, acqua calda sanitaria, raffreddamento, illuminazione e ausiliari; Nei PAESI BASSI: i sistemi SGE non sono stati integrati direttamenten nella legislazione per il riscaldamento e il raffreddamento negli edifici, ma sono indirettamente influenzati dalla Delibera sulla Costruzione. Questa delibera contiene le regole sull efficienza energetica degli edifici, ad esempio l uso dell energia per riscaldamento e raffreddamento, acqua calda e illuminazione. L efficienza energetica è espressa nel Coefficiente di Prestazione Energetica (CPE). Il CPE è valido solo per i nuovi edifici e menziona la qualità energetica minima di un edificio ed è regolato da una legge. Non ci sono regole su come ottenere il minimo CPE, il costruttore è libero di scegliere le proprie misure: isolamento extra, miglioramento degli impianti o applicazione dell energia rinnovabile come la SGE.

7 Database per gli impianti di geoscambio Scaricabile e consultabile da:

8 Database per gli impianti di geoscambio 8 sezioni da completare 1. Sezione A: Informazioni proprietario / richiedente 2. Sezione B: Localizzazione dell impianto 3. Sezione C: Informazioni edificio 4. Sezione D: Informazioni del Sistema di geoscambio 5. Sezione E: Sistema ciclo chiuso 6. Sezione F: Sistema ciclo aperto 7. Sezione G: Pompe di calore 8. Sezione H: Permessi richiesti Scaricabile e consultabile da:

9 1.1 BUILDINGS THERMAL ENERGY SUPPLY INTEGRAZIONE DELLA GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA NELLE CITTA Le possono essere suddivise in diverse zone e le diverse zone hanno un diverso potenziale per lo sfruttamento della geotermia a bassa entalpia. Nell ambito del progetto REGEOCITIES è stata realizzata una classificazione delle zone per effettuare una analisi del potenziale per l uso del suolo. Questa classificazione ha lo scopo di identificare aspetti e condizioni per l implementazione dei sistemi per la geotermia a bassa entalpia analizzando barriere e opportunità

10 ZONA A B C D E F G H I J K NOME Vecchi insediamenti Aree di elevato pregio naturalistico/paesaggistico. Insediamenti urbani densi Insediamenti urbani sparsi Aree per lo sviluppo urbano Aree commerciali Area industriale Area per il mantenimento tecnico della Aree di parcheggio Aree umide con corsi d acqua Strade di grande comunicazione e infrastrutture ferroviarie

11 ZONA NOME DESCRIZIONE A B Vecchi insediamenti Aree di elevato pregio naturalistico/paesaggistico. Aree antiche della, senza particolare attenzione alla salvaguardia. Edifici di periodi e dimensioni differenti. Per esempio; aree culturali, aree ambientali protette, ecc. C Insediamenti urbani densi Sobborghi, case multifamiliari, servizi di pubblica utilità, hotels D Insediamenti urbani sparsi Abitazioni autonome con giardino e ville a schiera a due piani E Aree per lo sviluppo urbano Aree con potenziale per la realizzazione di nuovi edifici F Aree commerciali Uffici complessi, edifici commerciali G H I J K Area industriale Area per il mantenimento tecnico della Aree di parcheggio Aree umide con corsi d acqua Strade di grande comunicazione e infrastrutture ferroviarie Aree con zone logistiche e industrie manufatturiere (gestione dei beni, container, ecc.), insediamenti industriali Produzione energia, impianti di depurazione, ecc.

12 3.4 INTEGRATION OF SGE SYSTEMS IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO A Vecchi insediamenti Basso impatto visivo, nessun rumore rispetto altre tecnologie oncorrenti. Riscaldamento e raffrescamento con un solo sistema. Le applicazioni di impianti di sfruttamento della geotermia a bassa entalpia possono essere implementate in reti di teleriscaldamento già esistenti. In alcuni casi, l applicazioni di sistemi aperti (ATES) possono essere implementati nella fase di realizzazione delle fondamenta degli edifici. Infrastrutture esistenti per riscaldamento e/o raffrescamento Vecchi insediamenti possono avere delle infrastrutture non pianificate nei progetti creando dei rischi connessi alle attività di perforazione. Vecchi insediamenti possono avere delle strade strette che possono rendere difficoltoso l utilizzo delle attrezzature di perforazione. La mancanza o la presenza di sistemi di distribuzione potrebbero limitare lo sviluppo degli impianti di geoscambio a seconda del sistema di ristrutturazione.

13 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO B Aree di elevato pregio naturalistico/paesaggistico. Basso impatto visivo, nessun impatto sonoro rispetto ad altre tecnologie. Gli impianti non sono identificabili in superficie tranne che per uno o due tombini. Nessun ventilatore visibile (per raffrescamento/aria-condizionata) o comignoli. Riscaldamento e raffrescamento con un solo sistema. Nessun approvvigionamento di combustibile effettuato da camion. Gli edifici possono essere più sensibili alle vibrazioni prodotte dalle perforazioni. Il ripristino dei giardini e delle aree esterne dopo l installazione di impianti può essere costoso. Ad ogni modo, il ripristino potrebbe essere necessario dopo qualsiasi forma di ristrutturazione. Restrizioni alle perforazioni per le aree di importanza archeologica. Installazione di condotte lungo le mura esterne o utilizzando buchi nuovi o esistenti può non essere possibile. Ad ogni modo, può essere fatto sotto il livello del terreno invece che causare un impatto visivo.

14 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO C Insediamenti urbani densi La maggiore densità favorisce l uso di ampi sistemi efficienti di geoscambio (ATES / BTES), un sistema per diversi edifici invece di sistemi individuali con una distribuzione comune dell acqua connessa a pompe di calore individuali. Basso impatto visivo, nessun impatto sonoro comparato con altre tecnologie. Nessun ventilatore visibile (per raffrescamento/aria-condizionata) o comignoli. Rimozione di problemi sanitari collegati alla legionella presente nelle torri di condensazion/raffrescamento. Rischio per interferenza termica tra sistemi individuali vicini (ciclo chiuso) che possono limitare la diffusione degli impianti di geoscambio. Infrastrutture esistenti o pianificate (metro, ecc.) possono ridurre le opzioni di sviluppo. Nel caso di un mancato bilanciamento tra freddo e calore, occorre una fonte di bilanciamento (collettori solari, ecc.) Ci sono pochi punti adatti per i pozzi/fori.

15 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES 15 TIPO NOME PRO CONTRO D Insediamenti urbani sparsi Ampia disponibilità di spazio per pozzi/fori. In alcuni casi, poca distanza tra edifice vicini (area con case a schiera/villette) Sufficiente spazio tra sistemi di geoscambio per il ripristino e/o fonti di bilanciamento. Facilità di accesso per attrezzature e impianti. Condizioni meno restrittive per I collettori. Ampi edifici come centri commerciali con elevati carichi termici sia per riscaldamento che raffrescamento.

16 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES 16 TIPO NOME PRO CONTRO E Aree per lo sviluppo urbano Edifici (individuali o quartieri) possono essere progettati fin dall inizio per gli impianti di geoscambio. Questo approccio copre il fabbisogno per riscaldamento e raffrescamento fin dall inizio. Investmenti in impianti di geoscambio invece che in altre infrastrutture (ad es. reti del gas) e generatori di calore (boiler) e sistemi di raffrescamento. Basso impatto visivo, nessun impatto sonoro comparato con altre tecnologie. Nessun ventilatore visibile (per raffrescamento/aria-condizionata) o comignoli. Possibilità di pianificare grandi impianti di teleriscaldamento con la geotermia a bassa entalpia come fonte di calore nelle prime fasi dei processi di pianifcazione. Possibilità di pianificare grandi reti di teleriscaldamento (con altre fonti rispetto alla geotermia a bassa entalpia) nelle prime fasi della pianificazione. Se occorrono impianti di geoscambio su ampia scala (grandi dimensioni e/o numerosi sistemi), è necessaria l organizzazione del sottosuolo per prevenire eventuali interferenze tra i sistemi e per garantire che caiscun edificio abbia la possibilità di perforare. Possibilità di bonificare il suolo e la falda idrica nelle aree industriali per implementare sistemi di geoscambio/ates. Possibilità di pianificare piccoli sistemi di teleriscaldamento a bassa temperatura. Rischio di perdite tossiche da suolo contaminato (da vecchi siti industriali) alla falda acquifera.

17 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES 17 TIPO NOME PRO CONTRO F Aree commerciali In climi freddi: ci sarà il bilanciamento tra il raffrescamento/riscaldamento, in favore di un grande impianto di stoccaggio (BTES/ATES). Gli edifici possono essere progettati fin dall inizio per impianti di geoscambio. Significative riduzioni nei costi associati all energia termica. Permessi e autorizzazioni per impianti di geoscambio possono essere impegnativi e non in sincrono con le procedure per i permessi di costruzione. In questo tipo di edifici è possibile un raffrescamento gratuito con COP fino a 20.

18 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO G Area industriale Edifici (individuali o quartieri) possono essere progettati fin dall inizio per gli impianti di geoscambio. Rischi di contaminazione della falda acquifera con rifiuti tossici in strati del suolo contaminati ma stabili. Combinazione di geotermia a bassa entalpia e recupero del calore da processi industriali. Possibilità di bonificare il suolo e la falda acquifera nelle aree industriali attraverso l implementazione dei sistemi di geoscambio / ATES. I sistemi di geoscambio sono elimitati nel range delle temperature che possono fornire ai processi industriali. Molti di questi processi hanno bisogno di elevate temperature.

19 3.4 INEGRATION OF SGE SYSTEMS IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO H Area per il mantenimento tecnico della (discariche, impianto di trattamento acque, centrali elettriche, ecc.) Recupero calore e freddo da processi industriali che possono essere utilizzati in impianti di geoscambio. Ecosistemi sensibili nelle aree protette.

20 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO I Aree di parcheggio Ampie aree disponibili per l implementazione degli scambiatori se ci sono edifici nelle vicinanze. No edifici per fornire energia termica nell area di parcheggio. Ecosistemi sensibili nelle aree protette.

21 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO J Aree umide con corsi d acqua L acqua è una buona fonte di bilanciamento per il riscaldamento e per il rafffescamento dei ATES/BTES. I sistemi di geoscambio possono essere usati direttamente nei corpi idrici o nel sottosuolo al di sotto dell acqua. I fluidi temovettori dei sistemi di geoscambio possono essere non conformi ai requisiti per la protezione e la salvaguardia delle risorse idriche e delle vie di acqua. Mancanza di un adeguata informazione riguardo agli effetti termici alcune aree specifiche a causa del sovrasfruttamento degli ambienti acquatici da parte dei sistemi ATES. Nella maggior parte dei casi non c è sovrasfruttamento. L impiego della falda acquifera potrebbe ostacolare la perforazione per pozzi geotermici in aree per la salvaguardia dell acqua potabile.

22 BUILDINGS INTEGRATION THERMAL OF ENERGY SGE SYSTEMS SUPPLY IN CITIES TIPO NOME PRO CONTRO K Strade di grande comunicazione e infrastrutture ferroviarie I sistemi di geoscambio potrebbero essere utilizzati per riscaldare o scongelare le strade (o parti di strade, soprattuto rampe o aree in pendenza in inverno o quando necessario) installando collettori sotto la strada. La progettazione di infrastrutture viarie potrebbe vincolare alcune opzioni di sviluppo. In estate, l asfalto può funzionare da collettore solare. Questa zona favorisce la realizzazione di strade o I progetti di ristrutturazione.

23 : vantaggi - Basso impatto visivo (nè ciminiere nè pale) aree di elevato valore artistico/paesaggistico - Nessun rumore - Eliminazione del rischio di legionella - No inquinamento atmosferico a livello locale - Unico sistema per riscaldare e raffrescare

24 Alcune FAQ Che cosa sono le pompe di calore geotermiche? Le pompe di calore geotermiche sono una tecnologia per soddisfare il fabbisogno termico per il riscaldamento/raffrescamento e per la produzione di acqua calda sanitaria attraverso l utilizzo della geotermia a bassa entalpia, cioè il calore conservato nel sottosuolo. Le pompe di calore geotermiche sono costituite dalle seguenti 3 componenti: - Edificio; - Sottosuolo; - Pompa di calore. Ci sono due sistemi per il riscaldamento e l acqua calda sanitaria: Sistemi a circuito aperto, dove il principale vettore termico, falda acquifera, scorre liberamente nel sottosuolo e viene utilizzato direttamente attraverso i pozzi della falda acquifera. Sistemi a circuito chiuso, che utilizzano vari tipi di sonde geotermiche posizionate nel sottosuolo. Ci sono vari tipi di sistemi a ciclo chiuso. Le basse temperature nel suolo possono essere cambiate artificialmente attraverso lo stoccaggio del caldo o del freddo, creando un sistema di stoccaggio di energia geotermica: questi sistemi sono conosciuti come Sistemi di stoccaggio di energia termica nel sottosuolo (UTES, Underground Thermal Energy Storage systems). Ci sono due tipi di UTES: Stoccaggio di energia termica in acquifero (ATES, Aquifer Thermal Energy Storage) Stoccaggio di energia termica con perforazioni (BTES, Borehole Thermal Energy Storage) La temperatura di stoccaggio più elevata nei sistemi geotermici è di circa 90 C, la più bassa è di 5 C.

25 Quali sono i benefici connessi alle pompe di calore geotermiche? Le pompe di calore geotermiche sono Rinnovabili I sistemi di geoscambio possono fornire calore e freddo 24 ore su 24 senza produrre emissioni attraverso l utilizzo di calore della terra pulito, inesauribile e locale.... Efficienti Le pompe di calore geotermiche sono una tecnologia per soddisfare il fabbisogno termico che appartiene alla categoria A+++ del nuovo sistema di etichettatura UE. L elevata riduzione nel consumo energetico permette di ottenere un risparmio economico.... Competitive Nonostante l elevato costo iniziale, le pompe di calore geotermiche garantiscono un ritorno degli investimenti in tempi brevi. Casi studio dimostrano che un boiler a gas diventa più costoso di una pompa di calore geotermica dopo meno di 3 anni di funzionamento: questi dati dimostrano che i risparmi associati ad un sistema geotermico possono compensare velocemente i costi di installazione.... Affidabili Le pompe di calore usate nei sistemi di geoscambio hanno un basso numero di guasti per unità installata rispetto a tecnologie simili, rendendo i sistemi facili da mantenere.... Versatili Alcune FAQ I sistemi di geoscambio consentono vari usi finali: riscaldamento e raffrescamento, acqua calda, e stoccaggio di energia. Possono essere installati in edifici di grandezza e con destinazioni diverse..

26 Alcune FAQ Cosa può fare la geotermia a bassa entalpia per te e per la tua comunità? La geotermia a bassa entalpia è una fonte locale, rinnovabile, efficiente e versatile che può fornire riscaldamento e raffrescamento puliti e competitivi agli edifici e all industria. I sistemi di geoscambio utilizzano il calore dagli strati superficiali della Terra (fino a 400 m) per fornire riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sia per case che imprese in tutta Europa. In UE sono state installate più di 1 milione di pompe di calore geotermiche producendo un risparmio di energia del 50% in inverno e 40% in estate. Per il raffrescamento, è possibile raggiungere risparmi fino al 90%.

27 Grazie per l attenzione! Visit regeocities.eu

Manuale per l implementazione della Banca dati degli impianti di geoscambio )

Manuale per l implementazione della Banca dati degli impianti di geoscambio ) Deliverable 3.2 June 2013, update April 2014 D. van Beek & M.S. Godschalk (IF Technology) Manuale per l implementazione della Banca dati degli impianti di geoscambio ) TABLE OF CONTENT Indicazioni preliminari...

Dettagli

L energia geotermica

L energia geotermica Sistemi geotermici: l'energia naturale 20156 MILANO - Via B. De Rolandi, 7 Tel. 02.39273134-39200007 Fax 02.39200007 - E-mail: soildata@soildata.it - C.F. e P.IVA 11425920151 L energia geotermica Per il

Dettagli

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Il meglio a portata di mano Utilizziamo l energia che la terra ci regala UTILIZZARE IL CALORE RACCHIUSO NELLA TERRA

Dettagli

L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA E AMBIENTALE DEGLI IMPIANTI GEOTERMICI

L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA E AMBIENTALE DEGLI IMPIANTI GEOTERMICI PROVINCIA DI VENEZIA SERVIZIO GEOLOGICO E TUTELA DEL TERRITORIO, GEOTERMIA AUDITORIUM PROVINCIA DI VENEZIA Convegno: Energie rinnovabili per la climatizzazione L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA

Dettagli

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore Risorse geotermiche di media e bassa temperatura in Italia. Potenziale, Prospettive di mercato, Azioni. Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore geotermico Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel Green

Dettagli

NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE. www.rehau.it. Edilizia Automotive Industria

NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE. www.rehau.it. Edilizia Automotive Industria NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE www.rehau.it Edilizia Automotive Industria NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE PERCHE SCEGLIERE UNA POMPA DI CALORE

Dettagli

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE La presente guida intende dare alcune semplici, ma fondamentali, indicazioni a tutti quelli che per motivi economici ed ambientali intendono riscaldare la propria

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO CENTRO SPORT E BENESSERE Via Bartali n 4 Cologno al Serio (Bg)

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO CENTRO SPORT E BENESSERE Via Bartali n 4 Cologno al Serio (Bg) COMUNE DI COLOGNO AL SERIO CENTRO SPORT E BENESSERE Via Bartali n 4 Cologno al Serio (Bg) Impianti Produzione Energia da fonti rinnovabili Geotermia a bassa entalpia (780 kw) Solare Termico (170 m²) RELAZIONE

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti 2 Ambiti di intervento per il miglioramento dell efficienza Dispersioni dell involucro (coibentazione)

Dettagli

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni ScuolaSuperiore S.Anna - Pisa 21 Febbraio 2013 Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia Ing.Patrizio Pastacaldi

Dettagli

Innovazione per lo sviluppo della filiera geotermica Sara Picone Piattaforma Energia e Ambiente

Innovazione per lo sviluppo della filiera geotermica Sara Picone Piattaforma Energia e Ambiente Innovazione per lo sviluppo della filiera geotermica Sara Picone Piattaforma Energia e Ambiente Geotermia a bassa entalpia: i fattori per lo sviluppo del mercato e della filiera Bologna, 14 novembre 2014

Dettagli

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Verona, 4 maggio 2011 Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Fernando Pettorossi Capogruppo del Gruppo Italiano

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica. Calore ambiente e geotermia P.9. Calore ambiente e geotermia P.

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica. Calore ambiente e geotermia P.9. Calore ambiente e geotermia P. Calore ambiente e geotermia 107 Situazione attuale Aria, terra, acqua costituiscono riserve di calore che possono essere sfruttate per soddisfare il fabbisogno termico per riscaldamento, grazie all impiego

Dettagli

Programma Opera+vo Nazionale Governance e Azioni di sistema 2007-2013 (PON GAS) ASSE E - Capacità is+tuzionale, ObieGvo specifico 5.

Programma Opera+vo Nazionale Governance e Azioni di sistema 2007-2013 (PON GAS) ASSE E - Capacità is+tuzionale, ObieGvo specifico 5. Programma Opera+vo Nazionale Governance e Azioni di sistema 2007-2013 (PON GAS) ASSE E - Capacità is+tuzionale, ObieGvo specifico 5.5 Rafforzare ed integrare il sistema di governance ambientale Azione

Dettagli

Fig. 01. fonte dei dati EurObserv'ER 2010

Fig. 01. fonte dei dati EurObserv'ER 2010 80 Gli attuali andamenti di domanda e offerta di energia, a livello globale, rappresentano un elemento di forte pressione sull ambiente e appaiono difficilmente sostenibili anche da un punto di vista economico

Dettagli

CAPITOLO 1 POMPE DI CALORE GEOTERMICHE (GROUND SOURCE HEAT PUMPS)

CAPITOLO 1 POMPE DI CALORE GEOTERMICHE (GROUND SOURCE HEAT PUMPS) CAPITOLO 1 POMPE DI CALORE GEOTERMICHE (GROUND SOURCE HEAT PUMPS) Le pompe di calore geotermiche, dette più propriamente in Inglese Ground Source Heat Pumps (GSHPs), comprendono diversi sistemi a pompa

Dettagli

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica Dott. Ing. Georg Felderer Via Negrelli Straße 13 39100 Bolzano / Bozen Tel.: 0471 054040 KLIMAHOUSE 07 Il WineCenter a Caldaro Il WineCenter a Caldaro

Dettagli

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia Master progettazione urbana sostenibile L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia - Cooperativa e sostenibilità - Risorse umane e Coop casa Brescia Il bilancio sociale e il processo

Dettagli

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI Energia e Ambiente UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI uroshunt propone soluzioni avanzate nel campo della produzione di energia, del riscaldamento e del raffreddamento. uroshunt, in partnership

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Abitazioni energeticamente efficienti Buona parte delle abitazioni

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

Pompe di calore. Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico. In collaborazione con

Pompe di calore. Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico. In collaborazione con Pompe di calore Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico In collaborazione con Pompe di calore Le pompe di calore sono dispositivi che producono energia termica per il riscaldamento

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

CONSORZIO STERNE. www.sterne.it IL CONSORZIO STERNE PERCHE FACILITY MANAGEMENT APPALTI INTEGRATI SERVIZIO ENERGIA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

CONSORZIO STERNE. www.sterne.it IL CONSORZIO STERNE PERCHE FACILITY MANAGEMENT APPALTI INTEGRATI SERVIZIO ENERGIA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IL Sterne è un sodalizio di aziende che si sono consorziate per sommare alle qualità delle piccole imprese (elasticità, dinamismo, competitività economica, competenza operativa, conoscenza del territorio)

Dettagli

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiglio comunale n. 92 in data 30.10.2012 approvato con deliberazione

Dettagli

PFF GROUP SRL CHI SIAMO

PFF GROUP SRL CHI SIAMO CHI SIAMO PFF srl, è un azienda giovane e dinamica dedicata alla progettazione, sviluppo e realizzazione di tutti i sistemi ed impianti da fonte di energia rinnovabile studiati per il risparmio energetico.

Dettagli

By Geom. Audino Nicolò. L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile

By Geom. Audino Nicolò. L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile By Geom. Audino Nicolò L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile Che cosa è la geotermia? È la fonte energetica naturale per eccellenza, viene dalle viscere del nostro pianeta.

Dettagli

IMPIANTO GEOTERMICO energia geotermica energia

IMPIANTO GEOTERMICO energia geotermica energia IMPIANTO GEOTERMICO L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile. Si basa sui principi della

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CERTIFICAZIONE ISO 9001:2008 Rilasciata da RINA con emissione corrente in data 13/07/2012 ATTESTAZIONE SOA Rilasciata da BENTLEY SOA in data 24/01/2013 per le

Dettagli

Pianificazione energetica del territorio

Pianificazione energetica del territorio Informazione per esperti del settore Pianificazione energetica del territorio Strumenti per un approvvigionamento energetico all avanguardia Modulo 1: Scopo e significato Modulo 2: Procedimento Modulo

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA DI PIU FONTI ENERGETICHE ALLA LUCE DELLA LEGISLAZIONE ATTUALE. Michele Vio past president AiCARR

GESTIONE INTEGRATA DI PIU FONTI ENERGETICHE ALLA LUCE DELLA LEGISLAZIONE ATTUALE. Michele Vio past president AiCARR GESTIONE INTEGRATA DI PIU FONTI ENERGETICHE ALLA LUCE DELLA LEGISLAZIONE ATTUALE L utilizzo delle fonti rinnovabili è OBBLIGATORIO per tutti gli edifici ad USO PUBBLICO qualora non vi siano impedimenti

Dettagli

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE La presente guida intende dare alcune semplici, ma fondamentali, indicazioni a tutti quelli che per motivi economici ed ambientali intendono riscaldare la propria

Dettagli

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti DISPOSIZIONI REGIONE LOMBARDIA 2 2. DEFINIZIONI 1/3 DISPOSIZIONI

Dettagli

NovaE e Consorzio Agrario

NovaE e Consorzio Agrario NovaE e Consorzio Agrario Insieme per accompagnare le aziende agricole verso un futuro sostenibile è una partnership NovaE aiuta le imprese agricole, scegli un partner affidabile per investire nell ambiente.

Dettagli

Pompe di calore geotermiche

Pompe di calore geotermiche Studio 3F engineering f.minchio@3f-engineering.it 349-0713843 Pompe di calore geotermiche ing. Fabio Minchio Ph.D. in energetica Sassari, 24 settembre 2009 Pompe di calore Macchine termiche che permettono

Dettagli

1 Introduzione... 2. 2 Configurazioni di impianto, caratteristiche e dati tecnici... 3. 3 Posizionamento... 7. 4 Benefici dell'impianto...

1 Introduzione... 2. 2 Configurazioni di impianto, caratteristiche e dati tecnici... 3. 3 Posizionamento... 7. 4 Benefici dell'impianto... Titolo: Caso studio Data: Febbraio 2014 Descrizione: Autore: Co-autore: Lingua: Versione: 1.1 Fattibilità dell integrazione di un impianto solare termico a servizio di un futuro nuovo quartiere multifunzione

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

I seguenti appunti necessitano di commento orale. Seppelfricke SD srl. Pompe di Calore e Geotermia

I seguenti appunti necessitano di commento orale. Seppelfricke SD srl. Pompe di Calore e Geotermia I seguenti appunti necessitano di commento orale. Seppelfricke SD srl Pompe di Calore e Geotermia Geotermia Termine che indica una serie di tecnologie che hanno in comune lo sfruttamento del sottosuolo

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE CITIS

PERCHE SCEGLIERE CITIS CONSEGNA NELLE MANI DI TUO FIGLIO UN PIANETA VIVIBILE L attenzione al territorio circostante è indispensabile per capire il nuovo scenario delle fonti energetiche rinnovabili. CITIS da più di 35 anni si

Dettagli

Le Guide di MCE. mostra convegno expocomfort. Solare Termico e Geotermia: A casa tra comfort e sostenibilità risparmiando energia e denaro

Le Guide di MCE. mostra convegno expocomfort. Solare Termico e Geotermia: A casa tra comfort e sostenibilità risparmiando energia e denaro Le Guide di MCE mostra convegno expocomfort Solare Termico e Geotermia: A casa tra comfort e sostenibilità risparmiando energia e denaro Il Solare termico e la Geotermia: un risparmio energetico ed economico

Dettagli

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e Edea SA Via Pasquale Lucchini 4 CH-6900 Lugano Tel +41 (0)91 921 47 80 +41 (0)91 921 47 81 info@edea.ch S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e C o m b i n a t a d i E n e r g i a T e r m i c a e d

Dettagli

UNA NUOVA GENERAZIONE DI POMPE DI CALORE NIBE geotermiche

UNA NUOVA GENERAZIONE DI POMPE DI CALORE NIBE geotermiche UNA NUOVA GENERAZIONE DI POMPE DI CALORE NIBE geotermiche CALORE DAL SOTTOSUOLO: UNA VASTA RISERVA DI ENERGIA CHE ATTENDE SOLO DI ESSERE SFRUTTATA! Cosa vedete guardando fuori dalla finestra? La strada?

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

Ruolo dei comuni nell applicazione della legislazione energetica edilizia

Ruolo dei comuni nell applicazione della legislazione energetica edilizia 1 Ruolo dei comuni nell applicazione della legislazione energetica edilizia 2 Ruolo dei comuni REGOLAMENTAZIONE CONTROLLO - Redazione allegati energetico-ambientali ai regolamenti edilizi - Accertamenti

Dettagli

PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI. Sergio Montanari

PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI. Sergio Montanari PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI Sergio Montanari Ripartizione consumi energetici in casa Illuminazione 1% Cucina 4% Apparecchi elettrici 6% Acqua calda 12% Riscaldamento 77%

Dettagli

QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE

QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE Roma, 22 Novembre 2012 Tecnologie e servizi per l efficienza nel residenziale e terziario: pompe di calore a ciclo annuale Fernando Pettorossi

Dettagli

Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale

Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale IL COMFORT ESTIVO A BASSO CONSUMO Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale Giuliano Dall O Dipartimento BEST Politecnico di Milano Milano, 25 Maggio 2006 1 KYOTO E L INDUSTRIA

Dettagli

Pianificazione territoriale energetica per la città che evolve. Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano

Pianificazione territoriale energetica per la città che evolve. Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano Pianificazione territoriale energetica per la città che evolve Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano Roma, 27 novembre 2013 Agenda Il Teleriscaldamento in Europa

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N

RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N ALLEGATO 3 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Edilizia Automotive Industria. www.rehau.it

Edilizia Automotive Industria. www.rehau.it REHAU ENERGETHICA 23 SETTEMBRE 2011 FUNZIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE CON POMPA DI CALORE GEOTERMICA ED IMPIANTO SOLARE TERMICO www.rehau.it Edilizia Automotive Industria

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE AGROITTICA ACQUA & SOLE S.p.A. Sede Operativa Località Cassinazza di Baselica 27010 Giussago PAVIA Tel.: + 39 0382.922223 Email: mauro.alberti@neorurale.net OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA

Dettagli

Costruire con sole, vento, acqua

Costruire con sole, vento, acqua Costruire con sole, vento, acqua Il progetto D.A.R.E. BIO per un architettura sostenibile a Cecina La certificazione energetica degli edifici Roberto Bianco Cecina - 4 maggio 2006 DIRETTIVA EUROPEA SUL

Dettagli

www.progettoscer.it PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA

www.progettoscer.it PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA nuovo S istema di C limatizzazione di edifici artigianali in ambito urbano basato sulle fonti Energetiche Rinnovabili PROGETTO PILOTA per Poli Industriali PRIMO in ITALIA www.progettoscer.it Il progetto

Dettagli

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Scheda R Azione R.1 Fabbisogni energetici dell edilizia residenziale esistente Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Obiettivi

Dettagli

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia 1 Concetti e spunti applicativi Relatore: Ing. Ignazio Termine Master Division Vaillant Impianti con pompe di calore geotermiche: elementi di

Dettagli

Nuova versione TERMO_CE 9.05

Nuova versione TERMO_CE 9.05 Nuova versione TERMO_CE 9.05 Principali migliorie rispetto alla versione precedente Fabbisogno di energia termica per climatizzazione invernale ed estiva Queste in sintesi le principali variazioni rispetto

Dettagli

Pompe di calore Hoval la forza di terra, aria e acqua Potenze da 5,4 a 109,3 kw

Pompe di calore Hoval la forza di terra, aria e acqua Potenze da 5,4 a 109,3 kw Pompe di calore Hoval la forza di terra, aria e acqua Potenze da 5,4 a 109,3 kw Sarebbe bello se per il riscaldamento si disponesse di una fonte di energia nel proprio giardino. Meglio ancora, se il comignolo

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

vapore ad alta vapore a bassa pressione e bassa pressione e alta temperatura temperatura vapore a bassa pressione e bassa temperatura liquido ad alta

vapore ad alta vapore a bassa pressione e bassa pressione e alta temperatura temperatura vapore a bassa pressione e bassa temperatura liquido ad alta 3RPSHGLFDORUHJHRWHUPLFKH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Le pompe di calore geotermiche sono sistemi adibiti a funzioni di riscaldamento in inverno e raffrescamento in estate che sfruttano, in maniera indiretta,

Dettagli

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Pistoia 11-13 13 Settembre 2008 INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Ing.Patrizio Pastacaldi PERCHE LE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE? - Aspetti ambientali: - Aspetti economici: - l energia geotermica

Dettagli

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Stefano Cordiner Università di Roma Tor Vergata cordiner@uniroma2.it Sostenibilità ambientale Le strutture sanitarie esplicano

Dettagli

GREEN DESIGN GREEN DESIGN

GREEN DESIGN GREEN DESIGN I TEMI DI OGGI 2 Qualità ambientale indoor e outdoor Efficienza energetica Efficienza e certificazione energetica degli edifici Impianti termici negli edifici Produzione e distribuzione dell'energia termica

Dettagli

Sistemi di teleriscaldamento geotermici per aree urbane: Ferrara.

Sistemi di teleriscaldamento geotermici per aree urbane: Ferrara. Risorse geotermiche di media e bassa temperatura in Italia. Potenziale, Prospettive di mercato, Azioni. Sistemi di teleriscaldamento geotermici per aree urbane: l esperienza e le prospettive di sviluppo

Dettagli

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 ENERGY 4 YOU SRL La Storia Energy 4 You è una società fondata nel 2005 e attiva nella vendita di energia elettrica

Dettagli

In quali casi è possibile e utile intervenire?

In quali casi è possibile e utile intervenire? CASA A ZERO COSTI E possibile far funzionare completamente un edificio a zero costi di gestione? Quali sono gli strumenti e le tecnologie che ci aiutano a realizzare questo obiettivo? In quali casi è possibile

Dettagli

Impiantistica ecologica

Impiantistica ecologica Impiantistica ecologica Dipl.-Ing. Thomas Zelger IBO Vienna thomas.zelger@ibo.at Sommario Linee guida di impiantistica ecologica Metodi per la valutazione ecologica Ottimizzazione ecologica: scelta del

Dettagli

Le pompe di calore 1

Le pompe di calore 1 Le pompe di calore 1 Le macchine termiche Una macchina termica utilizza un fluido in un circuito chiuso per scambiare energia meccanica e termica con l ambiente esterno Il secondo principio della termodinamica

Dettagli

COSA E COSA E UNA POMP UNA

COSA E COSA E UNA POMP UNA COSA E UNA POMPA DI CALORE Una pompa di calore è un dispositivo che sposta calore da un luogo in bassa temperatura (chiamato sorgente) ad uno in alta temperatura (chiamato utenza), utilizzando dell energia.

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli

SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE. Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010

SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE. Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010 Sviluppo di capacità di gestione integrata per un azione locale efficace nella lotta ai cambiamenti climatici SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010 Il piano di azione

Dettagli

PROGETTO DI NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E SERVIZI NEL COMPLESSO PRODUTTIVO CAMEO S.P.A.

PROGETTO DI NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E SERVIZI NEL COMPLESSO PRODUTTIVO CAMEO S.P.A. PROGETTO DI NUOVO EDIFICIO PER UFFICI E SERVIZI NEL COMPLESSO PRODUTTIVO CAMEO S.P.A. RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA IMPIANTO DI RISCALDAMENTO, VENTILAZIONE E CONDIZIONAMENTO DELL'ARIA Milano, 10 luglio

Dettagli

vantaggi energetici economici ambientali

vantaggi energetici economici ambientali vantaggi energetici economici ambientali Indice L energia solare Principi base Come funziona un sistema solare termico Funzionamento Classificazioni I componenti dell impianto 2 La tecnologia del solare

Dettagli

Certificazione energetica: procedure e. dalla UNI TS 11300

Certificazione energetica: procedure e. dalla UNI TS 11300 CONVEGNO Requisiti di rendimento energetico e procedure di certificazione energetica degli edifici, la progettazione edilizia verso la riduzione dell utilizzo di energia fossile Certificazione energetica:

Dettagli

CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA

CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA CALORE PER RISCALDAMENTO DALLE ACQUE REFLUE DELLA CITTA Roberto Mazzini Presidente Milanodepur SpA mazzini@sibaspa.it www.depuratorenosedo.eu MCE 2014-expocomfort-Milano19-3-14 DEPURATORE di MILANO NOSEDO

Dettagli

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE Il presente documento si propone di approfondire i sistemi di generazione del fluido termovettore per riscaldare e raffrescare le civili abitazioni, con

Dettagli

Riscaldamento a pompa di calore. Sicuro, efficiente, sostenibile

Riscaldamento a pompa di calore. Sicuro, efficiente, sostenibile Riscaldamento a pompa di calore Sicuro, efficiente, sostenibile PREFAZIONE Gli edifici sono importanti: non soltanto perché conferiscono uno stile architettonico e caratterizzano l ambiente in cui viviamo

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015 Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia 3 luglio 2015 1 Disposizioni normative in fase di aggiornamento DM REQUISITI MINIMI (sostituisce il DPR 59/2009) LINEE GUIDA (sostituisce

Dettagli

Articolo tecnico. Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis

Articolo tecnico. Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis Articolo tecnico Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis Introduzione Nell ambito del progetto Smart-MED-Parks, è stato prodotto

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 ALLEGATO B SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO PROGETTUALE RELATIVO ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DEI COMUNI FI

Dettagli

Caldaia a condensazione e pompa di calore

Caldaia a condensazione e pompa di calore 065_TER_gen_magri:46-48_TER_mar_profilo 8-02-2010 12:51 Pagina 65 efficienza energetica 65 C. Di Perna, G. Magri Caldaia a condensazione e pompa di calore confronto delle prestazioni stagionali Come ben

Dettagli

Allegato A8_RELAZIONE AMBIENTALE ENERGETICA

Allegato A8_RELAZIONE AMBIENTALE ENERGETICA COMUNE DI CERVIA PROVINCIA DI RAVENNA REGIONE EMILIA ROMAGNA PIANO PARTICOLAREGGIATO AMBITO EX-COLONIA MONTECATINI Allegato A8_RELAZIONE AMBIENTALE ENERGETICA File Colonia_RelAmbEn_rev02 Pag. 1 INDICE

Dettagli

- 70. Abitare ecologico

- 70. Abitare ecologico - 70 Abitare ecologico 71 - Tipologia edificio: casa unifamiliare Località: Vicenza Tipologia intervento: costruzione nuovo edificio CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione impianto di riscaldamento e

Dettagli

A.I.T.I. Via Maestri del Lavoro, 19 33080 Porcia (PN), Tel. 0434 590729 fax 0434 923833 In collaborazione con

A.I.T.I. Via Maestri del Lavoro, 19 33080 Porcia (PN), Tel. 0434 590729 fax 0434 923833 In collaborazione con Verso il Near Zero Energy Building Diagnosi con termografia Supporto termografico ai collaudi Dott. Ing. Luca Papili STUDIO BOTTA & ASSOCIATI Direttiva 2010/31/UE Ing. Luca Papili STUDIO BOTTA & ASSOCIATI

Dettagli

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione di impianto di riscaldamento, condizionamento

Dettagli

L energia solare ha un nuovo orizzonte

L energia solare ha un nuovo orizzonte L energia solare ha un nuovo orizzonte Soltigua presenta PTMx, il concentratore solare parabolico per applicazioni diffuse sul territorio. Soltigua, una nuova frontiera per una risorsa inesauribile Produrre

Dettagli

Valsat Sintesi non tecnica

Valsat Sintesi non tecnica Valsat Sintesi non tecnica Pagina 1 di 7 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 3 2 CONTENUTI ED OGGETTO... 3 3 VERIFICA DI COERENZA... 4 4 ANALISI AMBIENTALI... 5 5 CONCLUSIONI... 7 Pagina 2 di 7 1 INTRODUZIONE La

Dettagli

Energy management in

Energy management in Meter management in fieramilano Energy management in rilevazione consumi energetici fieramilano monitoraggio e analisi Enermanagement Roma 15-06-2011 valutazione consumi energetici valutazione consumi

Dettagli

La certificazione energetica

La certificazione energetica COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Centro Idea Centro di Educazione Alla Sostenibilità PROVINCIA DI FERRARA La COS' E' L ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE) Patto dei Sindaci Un impegno

Dettagli

La gestione dell energia in fieramilano

La gestione dell energia in fieramilano La gestione dell energia in fieramilano Dall analisi dei consumi agli interventi per un utilizzo responsabile ed efficiente delle risorse energetiche Osservatorio Energy Management 13 giugno Milano Gruppo

Dettagli

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti:

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti: Guida all acquisto L acquisto di una nuova casa richiede la conoscenza di una serie di elementi indispensabili per effettuare un investimento sicuro e consapevole. Prima di procedere all acquisto è auspicabile

Dettagli

Pompa di Calore ad Alta Temperatura

Pompa di Calore ad Alta Temperatura Pompa di Calore ad Alta Temperatura POMPA DI CALORE TRADIZIONALE Pompa di calore In natura il calore passa sempre da un corpo caldo a uno freddo. La pompa di calore rende possibile il processo contrario:

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 6 La caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 47 Consigli generali Lo sapete che In media una famiglia italiana spende ogni anno circa 500 per il riscaldamento, che rappresenta

Dettagli

Geotermia. G.V. Fracastoro

Geotermia. G.V. Fracastoro Geotermia Tipi di geotermia Geotermia a bassa entalpia Usi diretti Usi indiretti (pompa di calore reversibile) Utilizzo diretto per la produzione di energia elettrica (temperature > 500 C). Utilizzo diretto

Dettagli