Londra, 16 agosto 2014: la vignetta di Morten Morland pubblicata dal Times

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Londra, 16 agosto 2014: la vignetta di Morten Morland (@mortenmorland) pubblicata dal Times"

Transcript

1 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol ANGI OLI Numero #33 Londra, 16 agoso 2014: la vignea di Moren Morland pubblicaa dal Times Sommario 1. L eerologa dal 9 aprile in Ialia è legale. Ora il legislaore prima di nuove decisioni d incosiuzionalià cancelli gli ulimi diviei dalla legge Walk-around per la legalizzazione dell euanasia 3. Il progeo Ouerne per il dirio a Inerne e alla conoscenza Slums 5. Il re del Marocco Mohammed VI e l auonomia per il Sahara Occidenale 6. I consigli del Rappresenane del Quareo in Medio Oriene al diaore del Kazakisan Powered by TCPDF (www.cpdf.org)

2 1 RadicalNonviolenNews #33 Filomena Gallo L eerologa dal 9 aprile in Ialia è legale. Ora il legislaore prima di nuove decisioni d incosiuzionalià cancelli gli ulimi diviei dalla legge 40 Il 9 aprile 2014 la Core cosiuzionale ha cancellao dalla legge 40/04 il divieo di applicazione di ecniche di fecondazione medicalmene assisia eerologhe. Il 14 agoso il Tribunale civile di Bologna, in assenza di vuoo normaivo, ha dichiarao immediaamene esecuiva l applicazione della fecondazione eerologa per una coppia che dal 2010 aendeva la decisione del Tribunale. La coppia sosenua dalle Associazioni Luca Coscioni, Cerco un Bimbo, L alra Cicogna e Amica Cicogna, ha viso finalmene affermaa l urgenza della presazione in assenza di divieo. Dopo la dichiarazione d incosiuzionalià del divieo di eerologa, giurisi, esperi, lo sesso presidene della Core Cosiuzionale hanno ribadio la poraa della senenza che non crea nessun vuoo normaivo per cui sia necessaria una nuova legge sull eerologa. Unici soseniori dell esigenza di una nuova legge per l eerologa sono i difensori della legge 40. Dopo olre 10 anni di legge 40, ben 32 decisioni ra Tribunali civili e Giurisdizioni superiori, gli unici inerveni urgeni che chiediamo al Minisro della Salue che comunque non pregiudicano l applicazione immediaa delle ecniche con donazione di gamei sono: 1) aggiornameno dei LEA e Nomenclaore per ue le paologie e ausili per eliminare ogni discrimine; 2) aggiornameno delle linee guida della legge 40 come previso dalla norma sessa e l aggiornameno dei consensi informai. Al Governo e al Parlameno chiediamo di rimuovere il divieo all uilizzo degli embrioni per la ricerca e di eliminare l esclusione dei pazieni con paologie geneiche non inferili/serili dall accesso alla fecondazione assisia. Leggi qui Bologna. l'ordinanza del Tribunale

3 2 RadicalNonviolenNews #33 Mina Welby Walk-around per la legalizzazione dell euanasia Il 13 seembre 2013 è saa deposiaa alla Camera dei Depuai la Proposa di Legge di iniziaiva popolare dell Associazione Luca Coscioni su Rifiuo di raameni saniari e liceià dell euanasia, firmaa da ciadini. Come prima firmaaria, riengo necessaria una legge che regolameni le scele della fine via. Non voglio che la poliica coninui a far acere a more i ciadini che in condizioni di esreme sofferenze chiedono di essere sollevai dal dover vivere in un modo secondo loro non dignioso. Chiedo che la legge sia calendarizzaa, che si dibaa in pubblico seriamene sul fine-via. Le difficolà sia per i pazieni che per i medici sono un urgene problema sociale. E rise che all Ialia manchi la spina ineriore di culura umanisa e spiriuale. A un anno dal deposio delle firme, mi so allenando per il walk-around inorno ai Palazzi di Governo e Parlameno che inizierò dalle ore 16 dell 11 seembre alle ore 12 dell indomani. È la mia forma di Sayagraha, per provare ad essere con-vincene forza di amore a parire dal mio corpo, come lo furono Luca Coscioni e Piero Welby. Lo devo a loro, che prima di me in condizioni di via in esrema precarieà hanno loao fino all ulimo respiro per me, per voi, per ui, per chi capisce, per chi non vuol capire. Se volee accompagnarmi in quesa passeggiaa, anche solo per qualche ora, faemelo sapere a Vi invio anche ad aivarvi per l isiuzione del Regisro per i esameni biologici nel vosro

4 3 RadicalNonviolenNews #33 Marco Cerrone Il progeo Ouerne per il dirio a Inerne e alla conoscenza I dai rilasciai dall ITU (agenzia delle Nazioni Unie per le ICTs), mosrano che gli ueni connessi a Inerne per la fine del 2014 saranno 3 miliardi, due erzi dei quali provenieni da paesi in via di sviluppo dove oggi abia il 90% di chi non è connesso in Ree. Non sorprendono perciò le sraegie dei colossi del Web, e non solo, che mirano a porare la Ree delle rei e i relaivi servizi nei mercai emergeni con diverse iniziaive che sono in sinonia con la sorica risoluzione approvaa il 5 luglio 2012 dall Assemblea generale dell ONU nella quale l accesso a Inerne è sao riconosciuo come un dirio fondamenale dell uomo. Tra i principali progei di diffusione della Ree in uo il Mondo vi è Ouerne, una sarup ecnologica incubaa da Media Developmen Invesmen Fund che dal 1995 sosiene la liberà di espressione e di accesso alle informazioni. Ouerne mira alla cosruzione di un sisema di rasmissione di dai araverso piccoli saellii (CubeSa) in grado di diffondere la conneivià in uo il mondo, aggirando la censura imposa dai singoli governi, uelando la privacy e fornendo grauiamene un accesso universale alle informazioni. Non si raa di un Wi-Fi dallo spazio, ma di un sisema di rasmissione radio (broadcas) che necessia di un apposio hardware per ricevere il segnale. Sando a quano riporao sul sio del progeo la conneivià porà essere ricevua con «prodoi a basso coso ampiamene disponibili come Raspberry Pi e compaibili con Linux uner-dvb-s». Essendo una pare del lavoro di Ouern opensource sul sio è possibile rovare informazioni ecniche e parecipare alla discussione con alri ueni conribuendo alle finalià del

5 4 RadicalNonviolenNews #33 Enrico Salvaori 2050 Slums Kibera è uno Slum soro a margine di Lagos, la capiale nigeriana. Kibera cona circa un milione di abiani, gene senza servizi essenziali come fogne e scarichi. A Kibera le feci vengono imbusae. Imbusae e lanciae per srada. La moralià infanile è al 254%: diciassee vole superiore a quella di Karen, il quariere confinane. Karen è però adorna di prai verdi e verande di espariai bianchi. Una vola Mike Davis scrisse che in Africa le élie poscoloniali hanno erediao, riproducendolo avidamene, il modello fisico della cià coloniale segregaa. Inano però, nel 2050, secondo proiezioni ONU, 9 miliardi di persone vivranno sulla erra, di cui 7 in aree classificae come urbane.tre quari di quesa popolazione urbana sempre secondo l ONU sarà spalmaa negli Slums. Ovvero in luoghi come Kibera. Avee capio bene, se le aree urbane coninueranno a sorgere sponanee, molo probabilmene, ra pochi anni, la maggioranza della popolazione sulla erra, vivrà in condizioni di esrema poverà. E la poverà urbana è una poverà assai più dura e dolorosa di quella rurale. Come Pario Radicale vogliamo governare quesi fenomeni. Vogliamo governare la globalizzazione. Per queso abbiamo presenao alle Nazioni Unie queso manifeso a cura di Aldo Loris

6 5 RadicalNonviolenNews #33 Laura Harh Il re del Marocco Mohammed VI e l auonomia per il Sahara Occidenale Il Frone Polisario, è un organizzazione miliane e un movimeno poliico aivo nel Sahara Occidenale, fondao il 10 maggio 1973 con l'ineno di oenere l'indipendenza del Sahara Occidenale dall'occupazione miliare della Spagna prima, del Marocco e della Mauriania poi. Sin dalla sua fondazione, il Polisario organizza la guerriglia conro le forze di occupazione. Nel numero di giugno di Jeune Afrique, un lungo approfondimeno sul re del Marocco spiega come il monarca marocchino, in linea con l ulimo piano di pace dell ONU, puni all'auonomia piuoso che al percorso dello Sao nazionale, così come invece rivendicao e proposo dal Frone Polisario. Da un esrao dell approfondimeno: Il conflio nel Sahara occidenale resa una dei soggei principali della diplomazia marocchina, dominio riservao di Mohammed VI. Sebbene a parire dal 2012 due «minisri poliici» - Saaeddine El Ohmani (Pario della giusizia e dello sviluppo, PGS) e Saalahddine Mezouar (Raggruppameno nazionale degli Indipendeni, RNI), in carica dall'oobre 2013 abbiano erediao il porafoglio degli Affari Eseri, queso dossier è in realà gesio da srei collaboraori del re. Traasi del suo consigliere diplomaico Taïeb Fassi-Fihri, già a capo della diplomazia marocchina, e Mohammed Yassine Mansour, capo del DGED (servizio di informazioni e conro-spionaggio). [ ] Come aveva fao già nel novembre 2013 negli Sai Unii, il re riorna sulla proposa marocchina che prevede una grande auonomia per i Saharawi in cambio dell'abbandono della via

7 6 RadicalNonviolenNews #33 Maeo Angioli I consigli del Rappresenane del Quareo in Medio Oriene al diaore del Kazakisan Il Telegraph e in seguio il Guardian hanno pubblicao una leera di Tony Blair inviaa nel luglio 2012 al Presidene kazako Nursulan Nazarbayev, pochi giorni prima che quesi enesse un discorso alla Universià di Cambridge. Nella leera, Blair consigliava al suo cliene come affronare la quesione dei 14 manifesani uccisi il 16 e 17 dicembre 2011 nella cià di Zhanaozen, a sud-es del Kazakisan, durane una manifesazione, ovviamene non auorizzaa, di operai del seore peroliero che proesavano conro lo sfruameno e per il riconoscimeno di dirii sindacali. Per quano ragici, quesi eveni non dovrebbero oscurare gli enormi progressi che il Paese ha compiuo, scriveva Blair nella leera che iniziava così: Egregio Signor Presidene, ecco un suggerimeno per un paragrafo da includere nel discorso di Cambridge. Penso sia meglio affronare così la quesione Zhanaozen: hai apporao delle riforme a seguio di quei fai; ma in ogni caso, per quano ragici, quesi eveni non dovrebbero oscurare gli enormi progressi che il Paese ha compiuo. Il modo in cui i Powered by TCPDF (www.cpdf.org) suggerisco di raare l eveno è il migliore per quano riguarda il rapporo con i media occidenali. Ti servirà anche in fuuro quando dovrai difendere le ragioni del uo Paese. Chissà se il Rappresenane del Quareo (USA, UE, ONU, Russia) Tony Blair sa che da poco Israele ha iniziao a subire aacchi anche da nord e che in Iraq le viime civili nel 2014, per Iraq Body Coun, ammonano finora a 9.673, praicamene un numero pari a quelli del 2003 e

2 maggio 2014: Marco Pannella, festeggia 84 anni a Teramo, sigaro e caffè doppio

2 maggio 2014: Marco Pannella, festeggia 84 anni a Teramo, sigaro e caffè doppio Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #17 2 maggio 2014: Marco Pannella, feseggia 84 anni a Teramo, sigaro e caffè doppio Sommario

Dettagli

Roma, 7 febbraio 2014: il neoeletto Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontra Marco Pannella al Quirinale.

Roma, 7 febbraio 2014: il neoeletto Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontra Marco Pannella al Quirinale. Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #57 Roma, 7 febbraio 2014: il neoeleo Presidene della Repubblica Sergio Maarella inconra Marco

Dettagli

Sommario. Numero #62 17/03/2015

Sommario. Numero #62 17/03/2015 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #62 Ginevra, 11 marzo 2015: l'alo Commissario ONU per i Dirii Umani Zeid Ra'ad Al Hussein e

Dettagli

Sommario. Numero #58 17/02/2015

Sommario. Numero #58 17/02/2015 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #58 Milo (Caania), 12 febbraio 2015: Franco Baiao e Marco Pannella insieme per sosenere la raccola

Dettagli

Teramo, 20 febbraio 2015: l'università di Teramo conferisce a Marco Pannella la Laurea Honoris Causa in Scienze della Comunicazione

Teramo, 20 febbraio 2015: l'università di Teramo conferisce a Marco Pannella la Laurea Honoris Causa in Scienze della Comunicazione Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #59 Teramo, 20 febbraio 2015: l'universià di Teramo conferisce a Marco Pannella la Laurea Honoris

Dettagli

Sommario. Numero #40 14/10/2014

Sommario. Numero #40 14/10/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #40 Parigi, 11 oobre 2014: il Pario Radicale e Radicali Ialiani parecipano con Marco Pannella

Dettagli

La Legge 40 è crollata

La Legge 40 è crollata Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #14 Monaco di Baviera, 13 aprile 2014: danze e cani radizionali hanno apero la Conferenza del

Dettagli

Napoli, 19 gennaio 2015: la presentazione all'istituto per gli Studi Filosofici degli Atti del Convegno "Stato di Diritto contro Ragion di Stato"

Napoli, 19 gennaio 2015: la presentazione all'istituto per gli Studi Filosofici degli Atti del Convegno Stato di Diritto contro Ragion di Stato Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #54 Napoli, 19 gennaio 2015: la presenazione all'isiuo per gli Sudi Filosofici degli Ai del

Dettagli

Sommario. Numero #19 20/05/2014

Sommario. Numero #19 20/05/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #19 Gorizia, 18 maggio 2014: i radicali dell'associazione "Trasparenza è parecipazione" hanno

Dettagli

Sommario. Numero #10 18/03/2014

Sommario. Numero #10 18/03/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #10 Il 15 Marzo Non c'e Pace Senza Giusizia e il Pario Radicale Nonvioleno Transnazionale e

Dettagli

Sommario. Numero #37 23/09/2014

Sommario. Numero #37 23/09/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #37 Ginevra, 18 seembre 2014: il Pario Radicale, Non c'è Pace Senza Giusizia e Nessuno Tocchi

Dettagli

Sommario. Numero #32 19/08/2014

Sommario. Numero #32 19/08/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #32 Roma, 15 agoso 2014: una delegazione radicale guidaa da Marco Pannella, assieme a Ria Bernardini

Dettagli

Vasco Rossi rinnova la tessera del Partito Radicale e dona "Vivere" alla campagna per la legalizzazione dell'eutanasia in Italia.

Vasco Rossi rinnova la tessera del Partito Radicale e dona Vivere alla campagna per la legalizzazione dell'eutanasia in Italia. Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #2 Vasco Rossi rinnova la essera del Pario Radicale e dona "Vivere" alla campagna per la legalizzazione

Dettagli

Sommario. Numero #34 02/09/2014

Sommario. Numero #34 02/09/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #34 Ankara, 29 agoso 2014: Mevlü Çavu?o?lu, viene nominao Minisro degli Eseri della Turchia.

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

New York, 27 luglio 2014: in un editoriale intitolato "Revocare la proibizione, ancora" il New York Times chiede la legalizzazione della marijuana

New York, 27 luglio 2014: in un editoriale intitolato Revocare la proibizione, ancora il New York Times chiede la legalizzazione della marijuana Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #29 New York, 27 luglio 2014: in un edioriale iniolao "Revocare la proibizione, ancora" il New

Dettagli

Sommario. Numero #12 01/04/2014

Sommario. Numero #12 01/04/2014 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #12 Piazza Maidan, Kiev, 27 marzo 2014 Sommario 1. Bernardini al Governo dopo 33 giorni di sciopero

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà La Teoria Generale 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Il ragionameno svolo fino a queso puno è valido per un livello dao del salario nominale e dei prezzi. Le grandezze preseni nel modello, per

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

Pannella replica al Presidente della Corte d'appello di Firenze durante l'apertura dell'anno giudiziario

Pannella replica al Presidente della Corte d'appello di Firenze durante l'apertura dell'anno giudiziario Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #3 Pannella replica al Presidene della Core d'appello di Firenze durane l'aperura dell'anno

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI ALLEGAO B ESO EMENDAO Città di Palermo SEORE BILANCIO E RIBUI BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE 201-2016 Elaborato dalla SISPI S.p.a. - Sistema Palermo informatica BILANCIO PLURIENNALE 201-2016 PAGINA

Dettagli

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE Caraerisiche ecniche dell iniziaiva iniziaiva Sede legale e operaiva Inizio aivià Forma ecnica Finalià Plafond Imporo Duraa Tipologia garanzia Piemone Micro, piccole e medie

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Corso di. Economia Politica

Corso di. Economia Politica Prof.ssa Blanchard, Maria Laura Macroeconomia Parisi, PhD; Una parisi@eco.unibs.i; prospeiva europea, DEM Universià Il Mulino di 2011 Brescia Capiolo I. Un Viaggio inorno al mondo Corso di Economia Poliica

Dettagli

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP La casa è il bene rifugio per eccellenza, la sicurezza, l eredià da lasciare ai figli. Cosruzioni civili ed indusriali La casa, nuova da cosruire o vecchia da risruurare... La sruura indusriale, prefabbricaa

Dettagli

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES)

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) Monica Billio Universià Ca Foscari e GRETA, Venezia Michele Paron GRETA, Venezia Inroduzione. Moli meodi di analisi ecnica

Dettagli

MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affitta?sì

MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affitta?sì hp://www.affiasi-dolomii.i/ MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affia?sì Comunià Monana del FRIULI OCCIDENTALE 1 hp://www.affiasi-dolomii.i/ o «Affi a?sì! ENTI FINANZIATORI Regione Friuli

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

9 Verso la terza generazione

9 Verso la terza generazione 9 Verso la erza generazione Il GPRS rappresena un primo imporane passo verso i sisemi di elecomunicazione mobile di erza generazione, cosiuendo un prerequisio per la loro inroduzione. Tale sandard permee

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DCO 29/11 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE TARIFFE PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 20 2015 INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

Nel precedente numero dei Quaderni di Telèma abbiamo affrontato il tema del Registro

Nel precedente numero dei Quaderni di Telèma abbiamo affrontato il tema del Registro IQUADERNIDI L op-ou nel elemarkeing è sempre più realà: dal elefono alla posa, con uno sguardo verso Inerne A cura di Ania Maslova Nel precedene numero dei Quaderni di Telèma abbiamo affronao il ema del

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico COMUNE DI PIARIO Prov. (BG) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res. al 31/12

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2007-2013 in applicazione del Regolameno Comunià Europea n. 1698 del 2005, aricolo 43 1. DEFINIZIONE 2.

Dettagli

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica ar. 64686 olla ad elica cicilindrica Eserciazione n 9 In figura è rappresenao un basameno sospeso anivibrane di una macchina nella quale viene originaa una forza perurbane alernaa sinusoidale di inensià

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

La Finanza di Progetto per la realizzazione e gestione di un parco Eolico

La Finanza di Progetto per la realizzazione e gestione di un parco Eolico SUSTAINABLE ENERGY FORUM - Le nuove froniere della produzione di energia pulia La Finanza di Progeo per la realizzazione e gesione di un parco Eolico Roma, 6 Giugno 2007 Gabriele FERRANTE Unià ecnica Finanza

Dettagli

AVVISO PROVINCIALE DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AVVISO PROVINCIALE DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA AVVISO PROVINCIALE DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA Sulla base di quano previso dalla Legge Regionale n. 20/2003 e successive modifiche,

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO Lo sudio delle poliiche economiche con il modello IS-LM permee di analizzare gli effei di breve periodo delle decisioni di poliica fiscale e monearia del governo.

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8 OGGETTO Cosiuiscono oggeo della presene relazione descriiva i lavori di manuenzione ordinaria da eseguirsi negli edifici di compeenza del Seore Gesione Auomezzi - Magazzini ed Auorimesse. Gli immobili

Dettagli

La volatilità delle attività finanziarie

La volatilità delle attività finanziarie 4.30 4.5 4.0 4.5 4.0 4.05 4.00 3.95 3.90 3.85 3.80 3.75 3.70 3.65 3.60 3.55 3.50 3.45 3.40 3.35 3.30 3.5 3.0 3.5 3.0 3.05 3.00.95.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00.95.90.85.80.75.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00

Dettagli

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 Corso i Economia el Lavoro Daniele Checchi Blanchar-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 I MERCATI FINANZIARI Esise una grane varieà i aivià finanziarie. Il risparmiaore eve scegliere in quali forme eenere

Dettagli

Diamoilviaalla rivoluzione delwelfare

Diamoilviaalla rivoluzione delwelfare MAGGIO 2014 FONDAZIONE CARIPLO n Inervisa al presidene Giuseppe Guzzei Diamoilviaalla rivoluzione delwelfare Fondazione Cariplo pensa ad un nuovo welfare, realizzao insieme alle comunià, araverso l innovazione

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Aricolo 1 Scela del conraene La Provincia di Pisa inende procedere all espleameno

Dettagli

Ma nel dettaglio, come si svolge una seduta di allenamento con la metodica SPLIT SYSTEM?

Ma nel dettaglio, come si svolge una seduta di allenamento con la metodica SPLIT SYSTEM? LO SPLIT SYSTEM Di Fabio Zonin Volee oenere oimi guadagni di forza e massa e enere conemporaneamene soo conrollo la percenuale di grasso corporeo e farlo allenandovi solo per un ora re vole la seimana?

Dettagli

DEFICIT E DEBITO PUBBLICO

DEFICIT E DEBITO PUBBLICO DEFICIT E DEITO PULICO Defici e debio pubblico Se il governo di uno Sao spende più di quano incassa, si genera un defici pubblico. Viceversa, si parla di surplus. Il defici è finanziao dallo Sao ricorrendo

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

All. B Parte Entrata COMUNE DI ERNI CONO DEL BILANCIO - Esercizio 2013 - GESIONE DELLE ENRAE Valuta: EURO Pag.1 DESCRIZIONE Residui conservati e Stanziamenti definitivi di bilancio Residui (A) N di riferimento

Dettagli

Osservabilità (1 parte)

Osservabilità (1 parte) eoria dei sisemi - Capiolo 9 sservabilià ( pare) Inroduzione al problema della osservabilià: osservazione e ricosruzione. Sai indisinguibili e sai non osservabili...3 Soospazi di osservabilià e non osservabilià

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

ALLEGATO 2 LA PIANIFICAZIONE NAZIONALE

ALLEGATO 2 LA PIANIFICAZIONE NAZIONALE Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra ALLEGATO 2 LA PIANIFICAZIONE NAZIONALE 1. Il Piano Nazionale per la riduzione delle emissioni di gas ad effeo serra Nell'ambio

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZNAR INTERBANCA 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR 250.000.000 Ar. 1 - TITOLI Il presio obbligazionario Inerbanca 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE ENTRATE - Anno 2014 Sintetico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE ENTRATE - Anno 2014 Sintetico Comune di Nereto Prov. (E) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE ENRAE - Anno 2014 Sintetico Comune di Nereto Prov. (E) Pagina 2 Residui (A) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res. al 31/12 (O=C+H) Acc. al 31/12

Dettagli

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie Operazioni finanziarie Una operazione finanziaria è uno scambio di flussi finanziari disponibili in isani di empo differeni. Disinguiamo ra: operazioni finanziarie in condizioni di cerezza, quando ui gli

Dettagli

L ambiente prima di tutto

L ambiente prima di tutto ambiene prima di uo CATAOGO AMPAE ambiene prima di uo a ireiva Europea (2005/32/CE) viea da Seembre 2009 la prima iissione sul mercao di lampade ad elevao consumo energeico per uso domesico. a decisione

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico COMUNE DI MOGORO Prov. (OR) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res. al 31/12

Dettagli

COMUNE DI GONNOSNO' Esercizio 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE INDENNITA' AL SINDACO, AGLI ASSESSORI ED AI CONSIGLIERI

COMUNE DI GONNOSNO' Esercizio 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE INDENNITA' AL SINDACO, AGLI ASSESSORI ED AI CONSIGLIERI MUNE DI GONNOSNO' Esercizio 214 PIANO ESECUIVO DI GESIONE PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 214-216 214 215 216 OALE Programma 1 SERVIZI FINANZIARI Progetto 1 ORGANI ISIUZIONALI 1113 Prestazioni di servizi

Dettagli

Tra Comunicazione e Webmarketing.

Tra Comunicazione e Webmarketing. Tra Comunicazione e W b Webmarkeing. k i Prove per un bilancio di un decennio lungo un secolo. Maredì 20 novembre 2012 JOB MEETING PISA Palazzo dei Congressi TENTATIVI DI SINTESI 1. In che web siamo? Per

Dettagli

2. Politiche di gestione delle scorte

2. Politiche di gestione delle scorte deerminisica variabile nel empo Quando la domanda viaria nel empo, il problema della gesione dell invenario divena preamene dinamico. e viene deo di lo-sizing. Consideriamo il caso in cui la domanda pur

Dettagli

Agricoltura Biologica. IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i controlli e la coversione

Agricoltura Biologica. IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i controlli e la coversione Agricolura Biologica IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i conrolli e la coversione IL SISTEMA DEI CONTROLLI Reg. CE 834/2007 D.Lgs.220/95 Organismi di Conrollo (auorizzai dal MiPAF) Minisero Regioni

Dettagli

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra REGIONE LIGURIA Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra 1 Piano di risanameno

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità

Bilancio di Sostenibilità Bilancio di Sosenibilià 2002 NOTA PER IL LETTORE Con la pubblicazione del suo primo Bilancio di Sosenibilià, che viene denominao Numero zero a chiarire il caraere di prima elaborazione che non coniene

Dettagli

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti:

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti: Analisi degli Invesimeni Obieivo: Sviluppare una meodologia di analisi per valuare la convenienza economica di un nuovo invesimeno, enendo cono di alcuni faori rilevani: 1. Dimensione emporale. 2. Grado

Dettagli

Il Project Financing - Aspet t i finanziari

Il Project Financing - Aspet t i finanziari Parenariao Pubblico Privao Le modalià di coinvolgimeno dei capiali privai nel seore pubblico e gli srumeni finanziari di invesimeno Il Projec Financing - Aspe i finanziari Roma, 21 Febbraio 2006 Gabriele

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valuazione e Analisi di Obbligazioni (31 puni) Lei lavora per il diparimeno Invesimeni Obbligazionari di una compagnia di assicurazioni sulla via e ha preparao la Tabella 1 dei rendimeni obbligazionari

Dettagli

Sommario. Numero #52 06/01/2015

Sommario. Numero #52 06/01/2015 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #52 Firenze, 1 gennaio 2015: Marco Pannella, Ria Bernardini e i compagni dell'associazione Andrea

Dettagli

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA www.lvprojec.com Do. Loi Nevio Generalià sui sisemi dinamici. Variabili di sao, di ingresso, di uscia. Sisemi discrei. Sisemi lineari. Paper: Dynamic Modelling Do. Loi

Dettagli

Terminologia relativa agli aggregati

Terminologia relativa agli aggregati N. 17 I/10 Terminologia relaiva agli aggregai Schede ecniche Edilizia Genio civile 1 Presupposi Con l'inroduzione delle Norme europee (EN) riguardani gli aggregai, la erminologia finora uilizzaa è saa

Dettagli

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI TEPUS PECUNIA EST COLLANA DI ATEATICA PER LE SCIENZE ECONOICHE FINANZIARIE E AZIENDALI 3 Direore Bearice VENTURI Universià degli Sudi di Cagliari Comiao scienifico Umbero NERI Universiy of aryland Russel

Dettagli

Sommario. Numero #60 03/03/2015

Sommario. Numero #60 03/03/2015 Lavi adeldi r i operi ldi r i oal l avi a Coor di na or enews l e er :Ma eoangi ol i@matteo_ ANGI OLI Numero #60 Monelupo Fiorenino (Firenze), 28 febbraio 2015: Assemblea annuale iniolaa "Conoscere per

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico COMUNE DI PIANA DI MONE VERNA Prov. (CE) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico COMUNE DI PIANA DI MONE VERNA Prov. (CE) Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D)

Dettagli

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio Economia Indusriale Capiolo 7 Differenziazione di prodoo e qualià in monopolio Beoni Michela Gallizioli Giorgio Gaverina Alessandra Rai Nicola Signori Andrea AGENDA Concei di differenziazione vericale

Dettagli

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1 Cara di Urbanisica I Pro.ssa Arch. Fabiola Fraini Cara di Urbanisica I --- a.a. 2003/2004 PROGETTO PER UN AMBITO URBANO NEL QUARTIERE DI CENTOCELLE Laboraorio progeuale annuale INDICAZIONI RIGUARDO LE

Dettagli

CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA

CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA CAPITOLO I GENERALITA SUL SISTEMA ELETTRICO PER L ENERGIA 1. Inroduzione Il rasferimeno dell energia elerica dai luoghi in cui viene prodoa a quelli in cui viene uilizzaa avviene, salvo casi paricolari,

Dettagli

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100.

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100. Soluzione dell Esercizio 1: Assicurazioni a) In un mercao perfeamene concorrenziale, deve valere la condizione di profii aesi nulli: E(P)=0. E possibile mosrare che ale condizione implica che l impresa

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico Comune di Donori Prov. (CA) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res. al 31/12

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO Tesi di laurea IL RUOLO DELL ESPANSIONE DELLA DOMANDA DI CONSUMI NELLA CRESCITA ECONOMICA: ALCUNE

Dettagli

Direzione Sistemi informativi Servizio statistica e toponomastica. Bollettino mensile di Statistica

Direzione Sistemi informativi Servizio statistica e toponomastica. Bollettino mensile di Statistica Direzione Sisemi informaivi Servizio saisica e oponomasica Bolleino mensile di Saisica Seembre 2013 Sisema Saisico Nazionale Comune di Firenze Ufficio Comunale di Saisica Direzione Sisemi informaivi Servizio

Dettagli

I confronti alla base della conoscenza

I confronti alla base della conoscenza I confroni alla ase della conoscenza Un dao uaniaivo rae significao dal confrono con alri dai Il confrono è la prima e più immediaa forma di analisi dei dai I confroni Daa una grandezza G, due suoi valori

Dettagli

MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI

MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI Al ecnico si presenano moli casi in cui non è sufficiene la deerminazione delle massime porae ramie i crieri di similiudine idrologica, precedenemene esposi. Si ciano, a iolo

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI

COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI Ufficio Affari Generali Procedimeno/iniziaiva Accesso documeni amminisraivi di compeenza Traameno della corrispondenza in ingresso e uscia Pubblicazione

Dettagli

Politica fiscale: l insieme delle misure messe in atto dal policy-maker concernenti le entrate e le spese del settore pubblico.

Politica fiscale: l insieme delle misure messe in atto dal policy-maker concernenti le entrate e le spese del settore pubblico. LA POLITICA FISCALE Poliica fiscale: l insieme delle misure messe in ao dal policy-maker concerneni le enrae e le spese del seore pubblico. Sruura: - alcune definizioni isiuzionali; - il modus operandi

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico UNIONE DI COMUNI VALDARNO e VALDISIEVE Prov. (FI) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico otale (M) otale (N) Res. al 31/12 (O=C+H) Imp. al 31/12 (P=D+I) Pagina 2 itolo I - SPESE CORRENI

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico COMUNE DI LUCERA Prov. (FG) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2013 Analitico Pagina 2 Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res.

Dettagli

Milano Metropoli - Lombardia in Europa. Europa. «Stiamo insieme da 7anni ormai - ci spiegano -e non è detto che le

Milano Metropoli - Lombardia in Europa. Europa. «Stiamo insieme da 7anni ormai - ci spiegano -e non è detto che le qgb00inkareigjksjkbnf8hzhchpkh85mfhti5rxg0hbwd22ykspq== y(7hb9h2*npskkk( +#!z!z!%!: Anno XIV - Numero 38 24 Oobre 2011 - Euro 0,10 (in) A pag. 4 l Il Nord-Oves non brilla per qualià dell ambiene l Se orna

Dettagli

Allegato sub B) PROVINCIA DI PIACENZA RENDICONTO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2012

Allegato sub B) PROVINCIA DI PIACENZA RENDICONTO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RENDICONO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 Allegato sub B) RENDICONO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 I N D I C E CONO DEL BILANCIO PARE PRIMA ENRAA pag. PARE SECONDA - SPESA pag. PARE ERZA RIEPILOGHI E

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico COMUNE DI PECEO DI VALENZA Prov. (AL) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico COMUNE DI PECEO DI VALENZA Prov. (AL) Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza

Dettagli

Salvataggi (dal questionario sui gruppi)

Salvataggi (dal questionario sui gruppi) PAOLO BECHERUCCI www.raid.i Salvaaggi (dal quesionario sui gruppi) Ricordiamoci delle norme sulla Privacy!!! Vengono eseguii dei backup dei dai? regolarmene in modo manuale 46% non regolarmene 3% regolarmene

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Dexia Crediop S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA «DEXIA CREDIOP S.P.A. OBBLIGAZIONI CONSTANT PROPORTION PORTFOLIO INSURANCE (CPPI)» Presio Obbligazionario «Dexia Crediop Callable

Dettagli