in evidenza La diagnosi della SLA per una persona è come una doccia gelata fatta con una secchiata in testa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "in evidenza La diagnosi della SLA per una persona è come una doccia gelata fatta con una secchiata in testa"

Transcript

1 ottobre N 3 Il periodico di informazione sulla Sanità Integrativa in evidenza La diagnosi della SLA per una persona è come una doccia gelata fatta con una secchiata in testa

2 sommario Health Online periodico bimestrale di informazione sulla Sanità Integrativa editoriale pag. 1 da mutualità a mutua a cura dell Ing. Roberto Anzanello - Direttore responsabile Anno 1 - Ottobre N 3 Direttore responsabile Ing. Roberto Anzanello Direttore editoriale Massimiliano Alfieri Comitato di redazione Manuela Fabbretti Fabio Vitale Luciano Dragonetti Redazione e produzione Fabio Vitale Direzione e Proprietà HHG S.p.A. Via di Santa Cornelia, Formello (RM) Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte può essere riprodotta in alcun modo senza permesso scritto del direttore editoriale. Articoli, notizie e recensioni firmati o siglati esprimono soltanto l opinione dell autore e comportano di conseguenza esclusivamente la sua responsabilità diretta. IN EVIDENZA pag. 2 la moda dell ice-bucket ed il sostegno alla ricerca sulla sla a cura di Maria Cagnoni pag. 4 cancro Stop al nutrimento delle cellule tumorali a cura di Giulia di Michele gli italiani e la sanità integrativa a cura di Manuela Fabbretti pag. 6 struttura e organizzazione di un team gestinone sinistri sanità integrativa a cura di Ivo Fiorelli Registrazione del Tribunale Civile di Roma N 29 del 10 Marzo 2014 Imaginazione e grafica Fabio vitale Copia inviata a il Museo del Mutuo Soccorso - sito in Via di Santa Cornelia, Formello (RM) - ha al suo interno più di 500 reperti di valore storico mutualistico. Aperto dal lunedì al venerdì solo su appuntamento contattando il numero telefonico

3 editoriale Da mutualità a mutua di Roberto Anzanello Negli anni 70 nel nostro paese furono assunte alcune decisioni politiche in campo sanitario di cui ancora oggi subiamo gli effetti e precisamente: Nel 1972 le funzioni sanitarie statali furono trasferite alle regioni; Nel 1977 le funzioni degli enti mutualistici furono trasferite alle regioni; Nel 1978 fu istituito il Servizio Sanitario Nazionale. E risaputo che le decisioni furono assunte con l obiettivo di governare al meglio il sistema sanitario che già mostrava le prime crepe dopo il baby boom degli anni 60, di avvicinare i servizi al cittadino, di integrare organizzativamente in un unica istituzione la pluralità di modelli che allora operavano nel campo sanitario, di controllare al meglio i costi. Con il senno di poi è facile sicuramente criticare ma in questo caso possiamo dire, senza timore di smentita, che difficilmente delle decisioni politiche hanno poi influito in modo così significativo sulla popolazione tutta. Infatti gli effetti di quelle decisioni sono ancora oggi sotto gli occhi di tutti noi: 1. La regionalizzazione dei servizi sanitari ha portato a una continua proliferazione e duplicazione di attività ed organizzazioni con un totale disservizio nei confronti della popolazione; 2. Il ridimensionamento degli enti mutualistici ha determinato la destrutturazione di tutta una serie di servizi gestiti in modo cooperativo con costante diminuzione dei servizi sanitari prestati agli individui ed alle famiglie; 3. La creazione del servizio sanitario ha creato un mostro a molte teste che è divenuto incontrollabile con una costante incremento dei costi sanitari. Le conseguenze di questi effetti hanno inciso ed incidono tutt ora sulla nostra vita quotidiana con uno sviluppo incontrollato della spesa pubblica sanitaria che ha avuto un incidenza importante nel determinare il volume della spesa pubblica nazionale globale e di conseguenza ha causato il continuo crescente aumento della tassazione verso imprese e famiglie, con la creazione di potentati economici e politici spesso causa di malversazione, con la creazione di livelli di servizio sanitario differenziati in modo ingestito da regione a regione in direzione contraria allo spirito sociale di un servizio sanitario equo. E però indispensabile analizzare il perché di questo fenomeno ed andare alle radici del problema per comprenderlo e risolverlo. Sopra abbiamo infatti esposto le decisioni assunte e le loro conseguenze ma il vero danno è stato fatto per mancanza di coerenza con lo spirito di fondo che un servizio sanitario per i cittadini deve avere. Infatti nessun servizio sanitario nazionale, soprattutto in periodi in cui l invecchiamento della popolazione diviene un fenomeno naturale imprescindibile, può sostenere i costi sanitari di un intero popolo, non si tratta di un pensiero ma di una semplice realtà matematicamente calcolabile. Ed è per questo che l errore, a distanza di circa quarant anni non è ancora stato corretto, ma sono stati solo prodotti interventi che si sono rilevati un palliativo per un sistema in crescente crisi. L elemento determinante è infatti che i servizi sanitari per la popolazione non possono che essere gestiti basandosi sul principio della mutualità, ed è questo l aspetto che è stato annullato con le decisioni degli anni 70. La mutualità infatti consente che il contributo di tutti possa aiutare chi ha necessità, ma proprio per questo la mutualità non può essere mediata perché questo ne distorce le valenze. Non può essere mediata dallo Stato dove i contributi versati per la Sanità Nazionale molto spesso vengono spesi per il sostenimento dei modelli organizzativi e la quota destinata ai servizi sanitari diviene sempre minore e dove, molto spesso, le risorse economiche vengono destinate ad altre necessità nazionali. Non può essere mediata dalla Compagnie di Assicurazione ove i premi versati dai clienti devono essere gestiti in una logica di redditività imprenditoriale con conseguente limitazione dei servizi prestati e aumento dei costi e ove l interesse privato dei singoli prevale sull interesse dell insieme degli assicurati. La mutualità può essere quindi solo diretta e gestita dagli enti che hanno come obiettivo solo una corretta gestione della stessa e cioè: Società di Mutuo Soccorso, Casse di Assistenza Sanitaria, Fondi Sanitari. Dagli inizi degli anni 2000 anche la nostra politica ha iniziato a ripensare il sistema sanitario in questa logica ineluttabile prendendo ed applicando tutta una serie di decisioni che dirigono verso la creazione di un sistema sanitario nazionale che fornisca un assistenza sanitaria di base e enti mutualistici che forniscano un assistenza sanitaria integrativa basata sulle logiche della mutualità non mediata. La strada è tracciata e, per il bene della salute di tutti noi, non dobbiamo che percorrerla con convinzione senza lasciarsi condizionare da quelle lobby che per loro interesse economico, personale, politico, imprenditoriale, spingono verso altre decisioni. La soluzione ora è possibile ed attuabile ed è quella corretta e cioè gestire la sanità integrativa secondo il principio della mutualità, compiendo l ultimo passo: trasferire in un quadro legislativo coerente il compito di fornire i servizi sanitari integrativi a chi lo fa per ruolo e non solo per redditività, passando dal concetto di mutualità ad una gestione mutualistica. 1

4 LA MODA DELL ICE-BUCKET ED IL SOSTEGNO ALLA RICERCA SULLA SLA La diagnosi della SLA per una persona è come una doccia gelata fatta con una secchiata in testa Se la secchiata ricevuta per partecipare all Ice Bucket è certamente gelata, è nulla al confronto rispetto a quello che si prova a toccare con mano la realtà della SLA. Una malattia terribile, blocca i muscoli, i pazienti muoiono con tutte le funzioni cognitive funzionanti ma il corpo non risponde più. La similitudine con l acqua gelata a mio avviso è la diagnosi. Ma è una secchiata gelata con anche il secchio in testa. Inizia tutto con sintomi banali quali possono essere una penna che cade di mano oppure un braccio che si blocca, e per arrivare ad un responso sicuro ci vogliono circa sei mesi. In questo tristissimo scenario l Ice Bucket non può che avere risvolti positivi. La metodica può piacere o meno, però fa conoscere il problema. Allo stato attuale non sono molte ma sono destinate ad aumentare, le Associazioni a sostegno della SLA e dei pazienti affetti. Quest ultime più che un sostegno economico costituiscono un sostegno morale ed un appoggio perché è molto brutto per i pazienti quando capita loro dire cos hanno e dover oltretutto spiegare che tipo di malattia è. In questo l Ice Bucket può essere di aiuto. Già, ma con tutte gli auto-gavettoni d acqua gelata che decine di personaggi, più o meno noti hanno postato su Facebook, sono piovute fior di donazioni al momento ma per il futuro in realtà potrebbe non essere così. Negli ultimi tempi con il diffondersi della malattia e conseguentemente della sua conoscenza le donazioni sono aumentate. Negli ultimi mesi soprattutto con la moda dell Ice bucket, se così si può chiamarla, sono 2

5 si aumentate ma quanto questo fenomeno continuerà ancora? Forse si esaurirà? Unico dato certo è che i pazienti malati rimarranno e forse saranno destinati ad aumentare. Non esiste una cura a questa patologia, che progredisce molto velocemente, penso a una donna che conoscevo con una famiglia splendida che all età di 56 anni, mentre programmava di godersi la pensione tanto agognata insieme al marito, le hanno diagnostica la SLA. Nel giro di un anno si è trovata costretta su di una sedia a rotelle non più autosufficiente. C è un farmaco che rallenta la SLA, ma non la guarisce. In Italia sono ancora pochi ma destinati ad aumentare i casi di pazienti affetti da SLA, di tutte le fasce d età. Ovviamente vi sono forme diverse di questa terribile malattia, alcune più aggressive altre meno. Esibizionismo, moda, vera sensibilità umana e sociale, difficile sapere che cosa c è dietro ogni video che si vede su Facebook. Dati certi per esempio certificano che attraverso l Ice Bucket Challenge si è riusciti a raccogliere solo per l AISLA 1,5 milioni di euro. Vale la pena soffermarsi sull AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), la quale promuove iniziative in tutta Italia per innovare l attenzione dell opinione pubblica, delle autorità politiche, sanitarie e socio assistenziali sui bisogni di cura e assistenza dei malati per giungere finalmente ad un appropriata gestione della SLA, ad un adeguata presa in carico dei pazienti e dei loro familiari e per raccogliere fondi di sostegno della ricerca mirata su questa malattia, al momento inguaribile ma non per questo incurabile. Come si sa nel 2014 nessuno può esimersi dalle mode che si diffondono sui social network, nessuno si può sentire da meno. Ciò che ci si augura è che almeno il 50% di chi si getta l acqua addosso si chieda che cosa vuol dire essere malati di SLA e che almeno un passo in più nella ricerca attraverso la diffusione possa avvenire. a cura di Maria Cagnoni 3

6 cancro stop al nutrimento delle cellule tumorali La notizia, pubblicata su The Journal of Clinical Investigation, arriva da uno studio coordinato da Ugo Cavallaro, ricercatore del Programma di Medicina Molecolare dello IEO, l Istituto Europeo di Oncologia, con un passato di studi ed incarichi internazionale. Il gruppo di ricerca ha scoperto un modo per colpire L1, attraverso la sua inattivazione, una molecola endoteliale del sistema nervoso, presente in modo abbondante nei vasi sanguigni tumorali e quasi assente nei vasi sani. Questo processo, effettuato tramite specifici anticorpi o altra metodica, rallenterebbe la crescita tumorale riducendone la vascolarizzazione e pertanto normalizzando e migliorando il flusso sanguigno all interno del tumore stesso. Apparentemente, come specifica Cavallaro, questo potrebbe risultare un controsenso in quanto, migliorare la rete vascolare, significa aumentare l apporto di ossigeno e nutrienti alle cellule malate. Nello stesso tempo, però, il medesimo processo costituirebbe la soluzione alla scarsa penetrazione dei farmaci antitumorali poiché il tessuto neoplastico risulterebbe molto più ricettivo. L inattivazione di L1 avrebbe così un doppio effetto: il blocco della vascolarizzazione e il potenziamento della chemioterapia o di altri trattamenti anti-tumorali. Il processo interessato è quello dell angiogenesi, cioè la formazione di nuovi vasi sanguigni da cui le cellule tumorali traggono il nutrimento ed in tal modo possono moltiplicarsi in maniera incontrollata. La categoria di farmaci interessati a contrastare il cancro, i cosiddetti inibitori dell angiogenesi, mirano a bloccare l azione del VEGF-A, la sostanza prodotta dalle cellule tumorali che funge da fertilizzante per i vasi sanguigni e ne promuove la crescita. Questa classe di farmaci e il nuovo approccio di intervento sulla ricerca molecolare mostrano che esistono nuovi percorsi che possono rappresentare una valida alternativa al colpire direttamente il gene alterato nelle cellule cancerose e che questo potrebbe rappresentare il futuro della lotta al tumore. Fonte The Journal of Clinical Investigation a cura di Giulia di Michele gli italiani e la sanità integrativa Sappiamo tutti che l Italia sta affrontando, sotto il profilo del welfare sanitario, un periodo particolarmente difficile, con la crisi e le problematiche che il Paese sta vivendo ed i cittadini sentono sempre più il peso delle rinunce che sono costretti a fare relativamente alle cure mediche. Guardando però con un ottica positivistica la situazione c è da dire che una possibile soluzione in relazione all assistenza sanitaria, in Italia, è presente da molti anni ma sconosciuta a molti. Si parla appunto della previdenza sanitaria complementare o sanità integrativa per la quale, secondo una recente indagine del Censis, risulta che il 33,6% degli intervistati non conosce l esistenza di fondi sanitari integrativi e polizze malattia, mentre un ulteriore 34,9%, anche se ne è a conoscenza, non sa esattamente cosa siano e come funzionino. Dall indagine emerge inoltre che il 53% non è informato sulle differenze tra un fondo sanitario integrativo ed una polizza malattia, e oltre il 57% invece non è 4

7 al corrente del vantaggio fiscale che i fondi sanitari privata, ecco quindi che assume un importanza integrativi garantiscono rispetto alle polizze malattia. > fondamentale l integrazione degli strumenti del L indagine prosegue ed interroga un ampio campione welfare privato con quello pubblico, in modo da nazionale di lavoratori Gli la Italiani quale afferma e la Sanità che esiste Integrativa una fornire operatori privati specializzati e qualificati scarsa conoscenza di Gli alcuni Italiani aspetti e la essenziali Sanità inerenti Integrativa sia per prestazioni sanitarie che assistenziali, la previdenza complementare: Sappiamo tutti il 35% che dichiara l Italia sta di affrontando, non attraverso sotto il profilo servizi del welfare resi decisamente sanitario, un periodo accessibili particolarmente con conoscere il rapporto difficile, Sappiamo benefici con tutti fiscali la che crisi della l Italia e le previdenza problematiche sta affrontando, che strumenti sotto il Paese il profilo sta integrativi vivendo del welfare ed i sanitario, rendendoli cittadini sentono un periodo più sempre particolarmente adeguati. più il peso complementare e quelli difficile, delle rinunce relativi con la che ad crisi sono altre e le costretti problematiche forme a di fare che relativamente il Paese sta alle vivendo cure mediche. i cittadini Guardando sentono però sempre con più un il ottica peso investimento; il 33% non delle positivistica è rinunce informato la che situazione sui sono parametri costretti c è da dire per a fare che una relativamente Per possibile rimediare soluzione alle cure a questa in mediche. relazione scarsa Guardando all assistenza comunicazione però sanitaria, con un in e ottica Italia, la rivalutazione dei contributi è positivistica presente versati la da situazione mentre molti il anni c è 16% da ma non dire sconosciuta che una conoscenza possibile a molti. soluzione del Si mondo parla in relazione appunto sanitario all assistenza della integrativo, previdenza sanitaria, alcune sanitaria in Italia, è a conoscenza della complementare è possibilità presente o da meno o molti sanità di disporre anni integrativa ma sconosciuta per la Società quale, a di secondo molti. Mutuo Si una Soccorso parla recente appunto e indagine Fondi della Sanitari del previdenza Censis, integrativi risulta sanitaria che il tutto o in parte del capitale complementare 33,6% degli prima intervistati del o pensionamento. sanità non integrativa conosce per l esistenza la hanno quale, di introdotto secondo fondi sanitari una una recente integrativi nuova indagine e figura, polizze del il malattia, Censis, Promotore risulta mentre che un il Pertanto tirando le somme ulteriore 33,6% degli di 34,9%, quanto intervistati anche appena non se conosce ne detto, è a l esistenza conoscenza, Mutualistico, di non fondi sa sanitari figura esattamente apposita integrativi cosa a e svolgere polizze siano e malattia, come operazioni funzionino. mentre abbiamo un deficit Dall indagine ulteriore conoscitivo 34,9%, emerge anche dell argomento inoltre se ne che è il 53% a conoscenza, non di è tipo informato non informativo, sa sulle esattamente differenze diffusione tra cosa un siano fondo e di e sanitario connessione come funzionino. integrativo Italiani Gli che Italiani e la si aggira Sanità e la Sanità intorno Integrativa ed Dall indagine ai una 16 polizza milioni emerge malattia, di lavoratori inoltre e oltre che che il il 57% 53% invece non tra è esigenze informato non è al corrente degli sulle differenze utenti del vantaggio e le tra soluzioni un fondo fiscale sanitario possibili che i fondi integrativo che sanitari Italiani non e la conoscono Sanità Integrativa o conoscono integrativi ed una polizza garantiscono in malattia, maniera rispetto e errata oltre alle il la 57% polizze invece il malattia. welfare non è L indagine al offre corrente sul prosegue del piano vantaggio ed sanitario interroga fiscale assistenziale. un che ampio i fondi campione sanitari piamo Sappiamo tutti che tutti l Italia che sta l Italia affrontando, sta affrontando, sotto sotto il profilo profilo del del welfare welfare sanitario, un periodo Italiani previdenza e la Sanità complementare Integrativa nazionale integrativi e di garantiscono lavoratori sanità la integrativa. rispetto quale afferma alle polizze che L informazione esiste malattia. una L indagine scarsa particolarmente è conoscenza fondamentale, prosegue di ed alcuni interroga consente aspetti un agli essenziali ampio utenti campione di inerenti difficile, con la crisi e le problematiche che il Paese sta vivendo ed i cittadini sentono sempre più il peso icile, piamo con tutti la che crisi l Italia e le problematiche sta affrontando, la nazionale previdenza che sotto di il lavoratori Paese il complementare: profilo sta la vivendo del quale welfare afferma ed il i 35% sanitario, cittadini che dichiara conoscere esiste sentono un periodo una di non scarsa sempre le diverse particolarmente conoscere conoscenza più alternative il peso il rapporto di alcuni e possibilità aspetti di benefici essenziali presenti, fiscali inerenti della delle rinunce che sono costretti a fare relativamente alle cure mediche. Guardando però con un ottica icile, piamo rinunce con tutti Abbiamo la che che crisi sono l Italia e le le costretti problematiche sta risorse affrontando, a la previdenza fare previdenza ma che relativamente sotto non il complementare Paese il complementare: profilo sta alle conosciamo, vivendo del cure welfare e quelli mediche. il i 35% sanitario, cittadini relativi dichiara Guardando avendo ad sentono un altre periodo di così non però forme sempre particolarmente un conoscere di panorama più un investimento; il ottica peso il rapporto completo il 33% di benefici non dei è servizi informato fiscali e della sui positivistica la situazione c è da dire che una possibile soluzione in relazione all assistenza sanitaria, in Italia, icile, itivistica rinunce con possiamo è presente la la che situazione crisi sono e le da costretti utilizzarle problematiche molti c è da anni dire a parametri previdenza fare ma ma una che relativamente non sconosciuta per possibile il complementare Paese sappiamo rivalutazione sta a soluzione molti. alle vivendo cure e come Si in quelli parla dei mediche. relazione contributi i cittadini relativi appunto Guardando all assistenza modalità ad sentono versati altre con della previdenza mentre però forme sempre sanitaria, cui con il di accedervi, più sanitaria 16% un investimento; il ottica Italia, non peso è per a conoscenza decidere il 33% non quindi della è informato possibilità quale sui o presente le itivistica rinunce complementare funzionano la da che situazione molti sono costretti o anni c è e sanità non da ma dire a integrativa meno parametri c è sconosciuta fare che nessuno una di relativamente per disporre per possibile la quale, che a rivalutazione molti. in soluzione ce secondo tutto alle lo Si cure o spieghi. in parla una in dei parte mediche. relazione contributi recente appunto del indagine capitale Guardando all assistenza sia versati della la del soluzione prima previdenza mentre però Censis, sanitaria, del con risulta migliore pensionamento. il 16% un sanitaria che in ottica Italia, non il in base è a conoscenza Pertanto alle proprie tirando della esigenze. le possibilità somme di o presente itivistica plementare 33,6% la da situazione degli o molti sanità intervistati anni c è integrativa da ma non dire quanto meno conosce sconosciuta che per una di la appena l esistenza disporre quale, possibile a detto, secondo molti. in di soluzione tutto fondi abbiamo Si sanitari o una in parla in recente parte un relazione integrativi appunto deficit del indagine capitale all assistenza conoscitivo e polizze della del prima previdenza malattia, Censis, dell argomento sanitaria, pensionamento. mentre risulta sanitaria in Italia, che un che il Pertanto aggira intorno tirando ai 16 le somme milioni di presente 6% plementare degli ulteriore Purtroppo intervistati da o molti 34,9%, sanità non esiste anni anche integrativa conosce ma una se lavoratori quanto ne sconosciuta grande per l esistenza è a appena conoscenza, quale, che lacuna a non di detto, secondo molti. fondi conoscono in non abbiamo sanitari termini Si una esattamente parla recente o integrativi un di conoscono appunto deficit indagine cosa conoscitivo Da e polizze della siano un indagine maniera del e previdenza malattia, Censis, come dell argomento errata funzionino. risulta realizzata mentre la sanitaria previdenza che che un il dal si aggira Censis complementare intorno risulta ai che 16 e milioni la al sanità di 6% riore plementare degli Dall indagine 34,9%, conoscenza intervistati o anche sanità emerge non se per integrativa inoltre conosce ne quanto è integrativa. lavoratori che a per l esistenza conoscenza, il concerne 53% quale, che non è non di informato secondo non fondi tutto conoscono sa sanitari il sulle esattamente una mondo differenze recente o integrativi conoscono indagine cosa tra 27% e un polizze siano fondo maniera degli del sanitario e malattia, Censis, come intervistati errata integrativo risulta funzionino. mentre la previdenza che è accaduto il complementare di dover pagare e la sanità 6% l indagine riore degli ed 34,9%, del una intervistati emerge welfare, polizza anche inoltre malattia, non il se quale conosce ne che e è il oltre integrativa. potrebbe 53% a l esistenza conoscenza, il non 57% è invece e informato dovrebbe di non fondi è sa al sulle sanitari affiancare corrente esattamente differenze integrativi del vantaggio tra cosa un e polizze siano fondo ticket fiscale e malattia, sanitario che su come i una fondi funzionino. integrativo mentre prestazione sanitari sanitaria superiore al integrativi garantiscono rispetto alle polizze malattia. L indagine prosegue ed interroga un ampio campione l indagine una riore polizza 34,9%, l SSN emerge malattia, anche sofferente inoltre e se oltre ne che è e il Grafico 57% 53% a appesantito, conoscenza, invece non percentuale è informato non non a è partire della sa corrente sulle esattamente conoscenza differenze dalla del vantaggio tra cosa sui costo un Fondi siano fondo fiscale che e sanitario che avrebbe come i fondi funzionino. integrativo sostenuto sanitari se avesse acquistato la nazionale di lavoratori la quale afferma che esiste una scarsa di alcuni aspetti essenziali inerenti l indagine una grativi polizza garantiscono sanità emerge malattia, integrativa inoltre rispetto e oltre che alle che il il 57% 53% polizze invece non malattia. è informato non è L indagine corrente sulle differenze prosegue del vantaggio tra ed un interroga fondo fiscale sanitario un che ampio i fondi integrativo campione sanitari non hanno mai sentito di la previdenza complementare: sanitari Grafico ad percentuale il 35% integrativi oggi conta dichiara di e della previdenza più conoscenza 11 non conoscere complementare. sui prestazione Fondi nel privato pagando l intero costo di tasca il rapporto di benefici fiscali della una ionale grativi polizza previdenza di garantiscono lavoratori malattia, complementare rispetto quale e oltre afferma alle il 57% e polizze quelli che invece relativi esiste malattia. non ad una è altre L indagine scarsa al corrente forme conoscenza di prosegue del vantaggio investimento; di ed alcuni interroga fiscale il 33% aspetti non un che essenziali è ampio i fondi informato campione inerenti sanitari F.Sanitari non hanno e mai polizze sentito malattia di milioni di assistiti, sanitari alla previdenza integrativi complementare e previdenza complementare. propria. Questo dimostra il grande squilibrio attuale sui F.Sanitari e polizze malattia previdenza ionale grativi parametri di garantiscono che lavoratori complementare: invece per la rispetto rivalutazione quale registra afferma alle il 35% polizze dei oltre che contributi dichiara esiste malattia. 6 milioni versati una di L indagine non scarsa mentre di conoscere conoscenza iscritti. il prosegue 16% non il rapporto di è ed alcuni a tra conoscenza interroga pubblico aspetti di benefici un della essenziali ampio e possibilità privato fiscali campione inerenti della che, o a causa dei grandi tagli hanno sentito parlare ma non previdenza ionale meno di lavoratori di complementare: disporre la quale in tutto e quelli afferma o il in 35% parte relativi che dichiara del esiste ad capitale altre una di prima non scarsa forme conoscere del 16,0% conoscenza di pensionamento. investimento; il rapporto di alcuni Pertanto il 33% aspetti di tirando benefici non essenziali è le informato somme fiscali inerenti 33,6% fatti al settore sanitario, sanno di della provoca sui confusione e rende hanno cosa sentito siano parlare i F.Sanitari ma non e previdenza ametri quanto per La la spesa complementare: appena rivalutazione out detto, of e abbiamo pocket quelli dei il contributi 35% relativi intermediata un deficit dichiara ad versati conoscitivo altre di in mentre non forme Italia, dell argomento conoscere 16,0% il di ovvero 16% investimento; non il 33,6% che rapporto è a si complessa conoscenza aggira il 33% di intorno benefici non anche della ai è 16 informato possibilità fiscali milioni l erogazione polizze sanno di della sui o cosa malattia del siano servizio i F.Sanitari e le e cure. no ametri videnza di disporre lavoratori per complementare rivalutazione in che tutto non o conoscono in e quelli dei parte contributi del o relativi conoscono quella gestita attraverso assicurazioni capitale ad versati altre in prima maniera mentre forme integrative del pensionamento. errata il di 16% investimento; la o non previdenza è a conoscenza Pertanto il complementare 33% non tirando della è informato e le possibilità la somme sanità polizze sui non di conoscono o malattia le differenze tra integrativa. no ametri nto di appena disporre per strumenti la detto, rivalutazione in tutto abbiamo simili, o in risulta dei parte un contributi deficit del essere capitale conoscitivo versati una prima tra mentre dell argomento le più pensionamento. il 16% basse non che è a conoscenza Pertanto aggira Fonte dati intorno tirando statistici della ai 16 le possibilità Censis somme milioni F.sanitario non Centro di conoscono o Studi integrativo le Investimenti differenze e polizza Sociali tra no nto ratori di appena disporre che d Europa non detto, in conoscono tutto abbiamo o il in 13,4% parte o un conoscono deficit del capitale totale conoscitivo in della maniera prima spesa dell argomento errata pensionamento. sanitaria la previdenza che Pertanto aggira complementare 34,9% intorno tirando ai 16 le e somme milioni la sanità malattia F.sanitario a cura di di integrativo Manuela e Fabbretti polizza > Grafico percentuale della conoscenza sui Fondi nto grativa. ratori appena che non detto, conoscono abbiamo o un conoscono deficit conoscitivo in maniera dell argomento errata la previdenza non che hanno si aggira 34,9% mai complementare sentito intorno di ai 16 e milioni malattia la sanità non di conoscono i vantaggi fiscali sanitari integrativi e previdenza complementare. grativa. ratori che non conoscono o conoscono 35,0% in maniera errata la previdenza F.Sanitari e polizze complementare malattia e la sanità dei non F.sanitari conoscono integrativi i vantaggi fiscali fico grativa. percentuale della conoscenza sui 35,0% dei F.sanitari integrativi Fondi hanno sentito parlare ma non 16,0% non hanno mai sentito di itari fico percentuale integrativi e della previdenza conoscenza complementare. sui 33,6% Fondi non conoscono il rapporto tra sanno cosa siano i F.Sanitari e F.Sanitari non e polizze malattia polizze hanno malattia mai sentito di benefici fiscali della itari fico percentuale integrativi e della previdenza conoscenza complementare. sui Fondi non conoscono il rapporto tra F.Sanitari non hanno e mai polizze sentito malattia di Previd.complementare benefici fiscali della itari integrativi e previdenza complementare. non conoscono 53,0% le differenze tra hanno F.Sanitari 16,0% F.sanitario sentito e integrativo polizze 53,0% parlare malattia Previd.complementare e polizza non non conoscono i parametri per la 33,6% 34,9% 57,0% sanno hanno malattia cosa sentito siano parlare i F.Sanitari ma non e valutazione non conoscono dei contributi i parametri versati per la 16,0% polizze 33,6% 57,0% sanno hanno non conoscono cosa sentito malattia siano parlare i vantaggi i F.Sanitari ma fiscali non e valutazione dei contributi versati 16,0% 35,0% 33,6% non polizze sanno dei conoscono F.sanitari cosa malattia siano integrativi le i differenze F.Sanitari e tra non sanno della possibilità di F.sanitario polizze malattia non conoscono integrativo le differenze e polizza tra disporre non sanno del della capitale possibilità prima di del 34,9% malattia F.sanitario non conoscono integrativo il rapporto e polizza tra non conoscono le differenze tra pensionamento disporre del capitale prima del 34,9% benefici fiscali della non malattia F.sanitario Previd.complementare conoscono integrativo i vantaggi e polizza pensionamento fiscali 34,9% 53,0% 35,0% dei malattia non F.sanitari integrativi non conoscono i parametri vantaggi per fiscali la 35,0% 57,0% Abbiamo le risorse ma non le conosciamo, dei non valutazione F.sanitari conoscono possiamo dei integrativi contributi i vantaggi utilizzarle versati fiscali ma non sappiamo come funzionano e non 35,0% c è Abbiamo nessuno le risorse che ce ma lo spieghi. non le conosciamo, Purtroppo non dei F.sanitari conoscono esiste possiamo integrativi il rapporto una utilizzarle grande tra lacuna ma non in termini sappiamo di come conoscenza funzionano per quanto e non c è nessuno che ce lo spieghi. Purtroppo esiste una grande lacuna in termini di conoscenza per quanto 57,0% 53,0% 53,0% 53,0% benefici non conoscono sanno fiscali della della il possibilità rapporto di tra Previd.complementare benefici non disporre conoscono fiscali del capitale della il rapporto prima del tra pensionamento non Previd.complementare benefici conoscono fiscali della i parametri per la valutazione Previd.complementare non conoscono dei contributi i parametri versati per la 5

8 STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE DI UN TEAM GESTIONE SINISTRI SANITA INTEGRATIVA La tutela della Salute Pubblica, nel suo complesso e come comunemente intesa, è un servizio che uno Stato fornisce ai cittadini, secondo le proprie capacità e possibilità. Oggi i cittadini sono europei e i diversi membri della UE (ben ventotto) hanno diverse capacità e possibilità di fornire questo essenziale servizio, inoltre la libera circolazione dei beni e servizi, oramai consolidata, offre un panorama di possibile concorrenza in un settore così delicato, costringendo gli operatori a continui confronti con altre strutture, non sempre vincenti per il nostro Paese. In Italia la carenza di risorse mette a dura prova la sostanziale bontà del Servizio Sanitario Nazionale, che contiene molte forme e strutture di eccellenza, che vengono però penalizzate da tale carenza e non riescono a garantire il livello e la tempestività che il cittadino si aspetta. Il successo dell assistenza integrativa e il prevedibile suo futuro sviluppo, quindi, dipendono in gran parte dalla qualità del servizio reso. Gli operatori che gestiscono le singole pratiche, che sono l interfaccia primo con l utenza, sono la base della struttura e devono (si ribadisce: devono) possedere ampie capacità comunicative, semantica adatta all argomento trattato, pazienza e cortesia, oltre, ovviamente, a una buona cultura di base in campo sanitario (che non è materia di insegnamento nel nostro sistema scolastico), cultura non comune in giovani aspiranti a tale occupazione. E un lavoro non facile, a volte faticoso e stressante, pertanto la cura nella selezione e nella formazione di questo personale deve essere massima e deve avvalersi, possibilmente, dell ausilio di coloro che, già operando nel settore a livello più elevato, abbiano la capacità di individuare le potenzialità insite in ogni singolo candidato. La selezione e la formazione di questo personale è un compito delicato, che richiede buone capacità manageriali, dato che si tratta di un investimento in risorse umane preziose: se un buon elemento ben formato si allontana dalla struttura, questa ha perso un capitale non indifferente, che avrà un costo elevato, in termini di tempo e denaro, per essere validamente sostituito. Altrettanto indispensabile è l organizzazione di un buon supporto informatico, che necessita di continua cura e aggiornamento da parte di 6

9 personale dedicato, perché non rischi di dare risposte insoddisfacenti agli operatori, che sono costretti ad appoggiarvisi molto (a volte troppo: è indispensabile sempre un attenzione critica da parte dell utente alle risposte fornite dalla macchina). Molto deve essere speso, in termini di tempo, su questo punto: come è arcinoto, la macchina elabora e restituisce ciò che gli viene immesso, (trash in, trash out!), ed è importante che ogni operatore sia in grado di confrontare i dati forniti automaticamente con quello che potremmo chiamare risultato atteso. Questa è la base della struttura, ma non sono sufficienti una discreta conoscenza della materia e la capacità di interpretare correttamente le norme: occorre affiancare alla base la competenza di un team medico di comprovata esperienza, possibilmente anche in ambito sanitario (medicina legale e contrattuale), cui il singolo operatore possa fare riferimento per ogni necessità, dubbio o conferma di sue interpretazioni su casi inconsueti, su applicabilità delle norma in modo corretto secondo il tipo e le modalità di prestazione medica, sulla congruità e la durata dei ricoveri, sulla correttezza, anche formale, delle spese di cui si richiede il rimborso. più consono alla sua personalità, il più gratificante possibile, insomma il meno stancante possibile. Questa attività è di per sé faticosa, a volte stressante, spesso ripetitiva. E necessario essere sempre presenti a sé stessi e l interfacciarsi con l utenza è spesso sfibrante. Inoltre, dover a volte contemperare la gestione materiale dei fascicoli, soprattutto se non cartacei ma trasmesse via web, quindi esaminabili solo sullo schermo del PC, con le risposte da dare, con i dovuti modi come sopra indicato, può indurre in errore, magari minimo (e per questo più difficilmente rilevabile a posteriori da uno screening, anche accurato). Un management efficiente e attento deve tenere presente tutte le implicazioni di una gestione così complessa, adottando, anche in corso d opera, eventuali modifiche che si rivelino più efficaci affinché il lavoro scorra, dalla presa in carico, all avvenuta liquidazione dell assistenza. a cura di Ivo Fiorelli Infine, deve essere istituzionalizzato lo screening, un controllo finale del lavoro svolto dalla struttura - normalmente a campione, ma a tappeto in casi particolari - sulle pratiche lavorate, per evitare pagamenti e rimborsi errati, sia per il costo materiale e per il tempo-lavoro richiesto per eventuali revisioni, sia per l immagine verso l utenza, come singolo assistito e come Ente di appartenenza, in quanto la qualità del servizio, fonte di successo, emerge anche dalla correttezza e tempestività con cui si danno risposte, che vanno improntate all equità: dare il giusto è sempre pagante! Tutto ciò deve essere poi coordinato da un management che organizzi la complessa struttura in sezioni che si occupino dei diversi settori: prestazioni in convenzione diretta con le strutture sanitarie, ove l assistito a esse indirizzato non entri nel merito dell erogazione di pagamenti, prestazioni indirette (ovvero a rimborso), o miste (pagamenti parte alla struttura sanitaria e parte all assistito), implementando ogni singola sezione secondo le capacità, l esperienza, le attitudini dei singoli, in modo da rendere il lavoro di ognuno 7

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Lo screening mammografico La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Indice 03 Gli esperti raccomandano la mammografia nell ambito di un programma di screening 04 Che

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile Le cause più frequenti nelle diverse fasce d età Le indicazioni sulle singole cause citate nel capitolo precedente si riferivano a tutte le persone affette da epilessia, senza tener conto dell età delle

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione medico-malato IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli