STUDIAREGLIAVVERSARI.ESESTESSI. Capitolo 4 IL LAVORO DI UN ANALISTA TECNICO TATTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STUDIAREGLIAVVERSARI.ESESTESSI. Capitolo 4 IL LAVORO DI UN ANALISTA TECNICO TATTICO"

Transcript

1 Capitolo 4 IL LAVORO DI UN ANALISTA TECNICO TATTICO 65

2 Fattori caratterizzanti. Analizziamo innanzitutto quali sono e quali potrebbero essere le variabili che caratterizzano e... condizionano il lavoro e la possibilità di collaborazione, di un analista tecnico tattico presso una società di calcio. La società stessa. L'analista/osservatore è ancora considerato una figura superflua, anche sotto l'aspetto economico. La filosofia dell'allenatore con cui collabora, aspetti caratteriali personali, tecnici. Qualità mentali della squadra: la predisposizione all'ascolto; la consapevolezza che, conoscere in maniera quanto più chiara e dettagliata le "armi" degli avversari, sia un grande vantaggio per il singolo, la squadra, la società; sia in poche parole, un giocatore in più schierato in campo. Le richieste tecnico tattiche da catturare ed esporre, inizialmente in base alle caratteristiche della squadra allenata. L ordine di stesura dell analisi: 1. caratteristiche fisiche 2. fase di possesso 3. fase di non possesso 4. palle inattive, ecc.; questa è una serie di parametri che varia a seconda dell allenatore per cui si lavora. Gli strumenti a disposizione per eseguire il lavoro. I tempi a disposizione per eseguire il lavoro. L approccio della nuova figura con la società. Purtroppo, come già osservato, fino a quando non verrà compresa la vera utilità che il ruolo rappresenta, per una società di calcio l'analista tecnicotattico rappresenterà solamente un esborso economico supplementare: In un momento di crisi come questo in cui i costi incrementano rispetto ai guadagni, l'esborso per il Match Analyst viene letto ancora come una sorta di spreco piuttosto che un importante investimento tecnico, dettato dalla necessità per i relativi supporti logistici e tecnici ( sala riunioni, lettore DVD, proiettore, riprese video o contatti con televisioni locali per l'approvvigionamento degli eventuali filmati ( per le squadre minori), e quant'altro. Teniamo a ribadire che, nel caso in cui si faccia parte già dello staff, e' sotto inteso e presumibile che il rapporto allenatore/analista sia consolidato o quantomeno il rapporto società e analista stesso sia tale. Ma rimane sempre 66

3 uno scoglio da affrontare portare un collaboratore tale a figurare tra i nuovi costi della società di calcio. La filosofia del mister. Per filosofia dell'allenatore si intende quell'insieme di ideali, obiettivi, convincimenti che sono determinanti per il suo modo di agire. Analizziamo quanto è importante il rapporto tra analista tecnico e il comandante della truppa squadra, soggetto responsabile dell'andamento tecnico di una stagione e consapevole che alla prima serie di errori, sarà sicuramente a rischio esonero. E' un tecnico moderno, aperto alle innovazioni, ma soprattutto all'ascolto? L'allenatore e' un componente predominante nella gestione tecnica e organizzativa che, se esperto e navigato, sa sicuramente riconoscere che è meglio sbagliare con le proprie idee anziché con quelle degli altri. E' per questo che l'analista tecnico tattico, deve misurare gli interventi e il proprio lavoro in base al rapporto di conoscenza che possiede nei confronti del mister, senza essere troppo invadente ma allo stesso tempo mostrandosi tanto puntuale quanto efficace. Tra i due soggetti possono essere due tipi di liason, una preesistente e una no: 1. vi è un rapporto consolidato dettato da più stagioni trascorse insieme; 2. si è alla prima stagione insieme e la collaborazione è allo stato embrionale. A prescindere, l'allenatore moderno oltre ad essere rivolto alla continua ricerca di nuove idee e strumenti, dovrebbe avere l'umiltà di riconoscere e valorizzare la mansione di ogni singolo componente del suo staff, dall'allenatore in seconda al magazziniere, dal fisioterapista al segretario, ecc. E' il piccolo grande lavoro di ogni singolo che porta all'obiettivo finale. Cosa farebbe un allenatore senza un team manager che organizza le trasferte o senza un medico sociale con cui si consulta riguardo lo stato di salute dei suoi giocatori? 67

4 Tra questi, il tattico, è un allenatore con esperienza o quanto meno deve avere le competenze tecniche per poter redigere una relazione tanto dettagliata quanto essenziale. Deve altresì avere un rapporto diretto con l'allenatore, produrre un continuo scambio di informazioni pur rispettando le gerarchie ed avendo la consapevolezza che è solo lui che stabilisce in che termini, su cosa si baserà e su quali punti deve riflettere il lavoro di analisi tecnico tattica. Un allenatore con mentalità offensiva sarà portato a richiedere maggiori informazioni sui punti deboli della squadra avversaria; di contro, un mister difensivista sarà a portato ad avere più input riguardo il modo di attaccare dei futuri avversari. Ma le richieste dell'allenatore non dipenderanno unicamente dalla mentalità dello stesso; altre variabili possono incidere sulla richiesta di informazioni, come ad esempio: la ricerca spasmodica di punti salvezza (anche un punto) il dover vincere una gara a tutti i costi per non retrocedere e più nei dettagli: il fare attenzione ai giocatori che se sanzionati con cartellini gialli, non saranno presenti nella gara contro la propria squadra; carpire qual è il giocatore fonte del gioco per fare in modo di non fargli arrivare palloni. Sono semplici esempi che possono sicuramente far parte di un analisi tecnica più o meno dettagliata. Rifacendoci alle parole dell'ex analista di Josè Mourinho, Andrè Vilas Boas (attualmente allenatore del Tottenham Hotspur) che riportiamo qui sotto, si può affermare che la nostra squadra deve prendere informazioni sugli avversari ma non deve ridimensionare il suo modello di gioco. 68

5 Per conoscere un avversario nei minimi dettagli, abbiamo bisogno di vedere quattro o cinque partite, perchè dobbiamo sempre osservare se le cose accadono per caso o se sono dovute a dinamiche di squadra (movimenti programmati in allenamento). A partire dal momento in cui queste dinamiche, collettive e individuali, vengono riconosciute, ci dedichiamo al lavoro sul campo, alla preparazione degli allenamenti, simulando le situazioni identificate nel gioco avversario. Ovviamente tutti questi dati vanno presi con il contagocce, hanno un peso relativo, perchè sebbene si tratti di un lavoro di sintesi e osservazione esaustivo, minuzioso e fondamentale, non dobbiamo mai dimenticarci che la cosa essenziale è sempre il nostro modello di gioco, la nostra identità come squadra. Andrè Vilas Boas Un osservatore incaricato relaziona sulla tecnica e la tattica di una squadra avversaria in base alle esigenze e le richieste di un allenatore committente". Per questo motivo, se egli presenta la stessa analisi a due allenatori diversi può succedere che laddove uno dei due possa trarne vantaggi, il secondo si trovi davanti a un insieme di dati non conformi alle sue esigenze specifiche. I due dovranno lavorare in simbiosi: quando l'analista si presta a visionare una squadra avversaria che dovrà essere affrontata, sa già cosa deve raccogliere. E' per tutti questi motivi che la figura dell'analista è (e dovrà essere in futuro), un elemento imprescindibile nello staff tecnico di una squadra di calcio, fortemente voluta dall'allenatore in quanto spinto da una grande fiducia e consapevolezza dei mezzi, dei metodi di lavoro e dell'utilità che può trarne. Ma sarà pian piano riconosciuta dalla nostra Federazione? Vi sarà un esame integrativo, sulla base di un diploma di allenatore di Base Uefa B preesistente e almeno un paio d'anni di esperienza in panchina. Un commentatore vissuto in Cina intorno all anno 1.000, durante la dinastia Sung, recitava così: 69

6 La completezza sta nell'abilità e nell'intelligenza. Se i generali sono abili e intelligenti, il paese è forte e sicuro. I generali devono impiegare capacità e sagacia in tutte le operazioni. Per comandare le truppe disporle in battaglia si scelgano comandanti già esperti nelle arti della guerra. Ho Yanxi Ma è doveroso aprire una parentesi e spezzare una lancia a favore della figura dell'allenatore, trasformando questo commento in chiave gerachicocalcistica : laddove vengono menzionati i generali, dobbiamo pensare ai presidenti o ai direttori sportivi (che devono essere abili, intelligenti ed agire con capacità e sagacia; ma soprattutto esperti). Per paese riferiamoci alla nostra società calcistica o sportiva. Per comandanti rifacciamoci agli allenatori, preparatori e osservatori, scelti dai generali. Per arti della guerra, proviamo a pensare all'insieme tutti gli strumenti e I mezzi che un allenatore potrebbe disporre nell'esercizio della sua attività, comprese le risorse umane. Laddove si parla di truppe, superfluo dire che dobbiamo riferirci ai nostri gruppi di lavoro, ai calciatori. E' sempre concesso a un allenatore poter disporre di collaboratori o mezzi che vadano oltre lo schema della normalità? Fa pensare (e sorridere) l'ultima frase: Per comandare le truppe disporle in battaglia si scelgano comandanti già esperti nelle arti della guerra. Tenendo conto che i generali/ds scelgono i comandanti/mister, consideriamo che: se l'allenatore sbaglia le scelte, paga l'allenatore; se il direttore sportivo sbaglia la scelta dell'allenatore, viene esonerato ugualmente e solo l'allenatore, che magari non ha potuto lavorare alle condizioni richieste!!! 70

7 Riteniamo quindi opportuno che l'analista tecnico tattico sia considerato alla pari del preparatore dei portieri e del preparatore atletico, oramai figure formali e riconosciute da più lustri e sempre presenti a livelli calcistici medio alti. Più di qualcuno, vedrà senza dubbio più utile un osservatore della squadra avversaria che un collaboratore tecnico adibito a maestro della tecnica di base a livello di prima squadra... La (nostra) squadra. E' interessante analizzare anche l'approccio e la reazione di una squadra nel momento in cui viene presentata per la prima volta l'analisi tecnico tattica di una gara. (con e senza video a supporto). Sappiamo che nel contesto squadra è impossibile che vi siano 25 ragazzi tutti uguali; ognuno ha il suo ceppo, le sue origini culturali, il suo bagaglio di esperienze, il proprio modo di agire, vedere, pensare, di provare emozioni di mettersi in gioco; ognuno in sintesi, ha la propria personalità. E' possibile e naturale che molti giocatori abbiano già avuto modo, nell'arco della loro carriera, di partecipare a dei meeting finalizzati allo studio degli avversari. Altri membri del gruppo possono trovarsi alla loro prima esperienza di ascolto. Ma pensiamo a cosa dobbiamo comunicare loro, noi dello staff mettendo sul piatto un' analisi diretta all'attenzione dei nostri giocatori? E soprattutto: come reagiscono? Sin dalle prime sedute è importante registrare da parte nostra, che grado di interesse può suscitare a livello empatico questa novità. Ripulsione; negatività; meraviglia; attenzione; positività; apertura; partecipazione; motivazione. 71

8 Queste possono essere le emozioni che ogni giocatore può provare; sicuramente alcuni di essi avranno già avuto modo di parteciparvi; ma potrebbe accadere che nei confronti di qualche elemento non abituato a questo tipo di raduni che prendono il nome di riunioni tecniche, vi sia un certo tipo di imbarazzo inconscio, più per la solennità dell'evento che per la natura dello scopo per cui sono organizzati. E' importante inoltre, far comprendere al gruppo che la riunione tecnica è una parte integrante dell'allenamento: è fare calcio. E' un allenamento vero e proprio; è preparare la gara con la stessa utilità che può portare un allenamento aerobico del martedì piuttosto che una seduta in palestra del mercoledì mattina! E' un uomo in più in campo! Il cosiddetto dodicesimo compagno di squadra! In quanto tale, questo giocatore in più, va allenato ciclicamente rendendo la discussione relativa alle caratteristiche globali proprie e degli avversari come un appuntamento fisso della settimana, tenendo altresì in considerazione le esigenze tecniche e organizzative stabilite dall'allenatore stesso. I giocatori vanno allenati ad ascoltare e a partecipare attivamente a questa importante fase di preparazione alla gara. Non ci si deve sentire preparati solo perchè si possiedono dei preziosi dati raccolti durante la visione delle partite: la professionalità stabilisce che non si deve solo sapere, ma si deve assolutamente saper fare apprendere. Deve essere preparato l'allenatore nell' esporre con massima chiarezza e catturare l'attenzione dei propri giocatori; a enfatizzare le vittorie scaturite da episodi studiati a tavolino e quindi (pre)visti nel corso dell'esposizione dell'analisi tecnica della squadra da affrontare. Ed è da quel momento che anche i calciatori più scettici cominceranno a valorizzare quei 15/20 minuti spesi durante la settimana a studiare le armi e i punti deboli della compagine nemica. Sarà importante renderli partecipi senza però andare a straripare su argomenti che poco hanno a che fare con lo scopo e senza oltrepassare il tempo limite concesso dall'allenatore. (Se sarà lo stesso Match Analyst ad esporre, ma questo lo vedremo più avanti). 72

9 Tutto questo si tradurrà in fiducia di ciò che si fa e di chi lo fa fare. Ne guadagnerà il gruppo, ne guadagnerà lo staff tecnico a livello di stima e autostima. Le informazioni richieste. Quando un analista tecnico tattico collabora con un allenatore, si abitua ben presto a seguire un iter stabilito di comune accordo nella stesura dell'analisi notazionale. Considereremo in questa parte l'aspetto osservativo riguardante la squadra da affrontare nel turno successivo o turni successivi, a prescindere di quelle che saranno poi le direttive e quindi le esigenze, di ciascun singolo allenatore: la Team Analysis. Uno schema guida di una relazione scritta, potrebbe essere così composto: data e luogo dell'incontro; tipo di competizione; terna arbitrale; condizioni meteorologiche; fattori ambientali (dimensioni e tipo di terreno di gioco, tifoserie, ecc); la posizione di classifica delle squadre (se partita di campionato); formazioni delle squadre: cognome, nome, classe e numero di maglia (codifica dei giocatori); la rappresentazione grafica del sistema di gioco adottato da entrambe le squadre a inizio gara la descrizione delle caratteristiche antropometriche dei giocatori (statura, corporatura) e un breve sunto sulla prestazione da loro disputata; l'analisi della fase di possesso; l'analisi della fase di non possesso; i cambiamenti di sistema di gioco a gara in corso ed eventualmente, dopo le sostituzioni; la gestione delle palle inattive a favore; lo schieramento nelle situazioni di palle inattive a sfavore; la condizione fisica generale della squadra; la condizione psicologica generale della squadra; 73

10 La segnalazione dei giocatori che si sono maggiormente messi in evidenza in quella gara; eventuali errori arbitrali che hanno condizionato il risultato; la segnalazione di dati statistici rilevati con vari mezzi (web, stampa, conoscenze, ecc), riguardo: i marcatori più prolifici; i giocatori più sanzionati dal punto di vista disciplinare e/o quelli diffidati; i risultati delle ultime 6 gare disputate; il ruolino di marcia in campionato con bilancio di gare vinte, perse e pareggiate (in totale, in casa e fuori se la squadra l'affronteremo in casa o fuori); la totalità delle reti fatte e subite. E quelle fatte e subite sia in casa che fuori per gli stessi motivi di cui sopra). A questo già dettagliato resoconto che ora andremo a vedere più nei dettagli, si andranno ad integrare delle immagini video, estrapolate dall'intera gara e ridotte in un filmato che avrà una durata di circa 15', non di più. Inoltre, attraverso un sistema di lavagna tattica (che verrà descritto più avanti), sarà possibile ricavare dei significativi fotogrammi di azioni di gioco da abbinare alla relazione cartacea descritta poc'anzi. Gli strumenti adatti alla raccolta delle informazioni. La Team Analysis è uno strumento finalizzato alla raccolta e l'analisi degli eventi comportamentali di un collettivo di squadra o di uno o più giocatori che avvengono durante una gara. Come risultato dovrebbe dare il modello di gioco della squadra. L'analisi di una gara potrebbe anche essere finalizzato ad altri obiettivi di ricerca come l'acquisto di giocatori, il test infortuni, la spiegazione di situazioni di gioco. Attraverso la tab. 2 elenchiamo i principali mezzi di raccolta dati utilizzabili per poter eseguire un lavoro di analisi notazionale più o meno dettagliata. E' superfluo affermare che al variare del mezzo utilizzato varierà anche la qualità e la precisione del prodotto finito. 74

11 GLI STRUMENTI PER LA RACCOLTA DEI DATI La memoria (osservare e ricordare): chi si fida della propria memoria (ma sarebbe meglio dire chi si fidava), si presenta alla partita senza uno strumento utile a lasciare una traccia. E' un metodo che privilegia l'esperienza dell'osservatore. PRODUTTIVITA' Evidenti limiti di qualità e quantità di informazioni: è difficile pensare che novanta minuti di gara possano essere registrati dalla mente umana al fine di eseguire un analisi tecnica soddisfacente. Registrazione su nastro audio: è una tecnica poco usata, ma permette all'osservatore di mantenere viva e costante l'attenzione sugli eventi della gara inserendo una serie continua di dati vocali. Carta e penna: è il metodo più utilizzato, consigliabile utilizzare degli stampati preconfezionati da portare alla gara. Videocamera/fotocamera: si può filmare tutta la gara. DVD/file: L'analista riceve un supporto video già pronto tramite terzi (emittente locale, registrazione tv, ecc.) tramite DVD o file. Tabella 2: Raccolta dei dati E' un sistema che potrebbe funzionare, ma non così bene in luoghi come stadi sovraffolati in cui il frastuono del pubblico e dei tifosi non consentirebbe una registrazione audio di buona qualità con evidenti limiti nell'approvigionamento delle informazioni. In questo modo si può scrivere in modo veloce riguardo tutto l'incontro. L'unico svantaggio è dato dal fatto che nel momento in cui si sta scrivendo si è costretti a distogliere lo sguardo dagli eventi di gioco, rischiando di perdere dei dati importanti. Attenzione massima rivolta alle fasi concitate di gioco nella zona in cui è presente il pallone; questa soluzione presenta quindi lo svantaggio di non poter assistere alle fasi tattiche che si verificano nelle zone lontane rispetto allo stesso. Cosa non positiva per l'analisi prettamente tattica. E' consigliabile agire in coppia. In questo caso il Match Analyst segue la gara dal vivo e successivamente analizza il video ottenuto. Può così integrare una fase scritta sul campo a una video analisi con tempi di riflessione più blandi, in un secondo tempo; Un secondo caso prevede l'analisi da video (su DVD o file), senza osservazione della gara live, che comporta un tempo di lavorazione lungo e complessa a causa dei continui fermo immagine da utilizzare per poter meglio leggere le situazioni. Anche in questo caso si visualizzeranno solo immagini in prossimità della zona del pallone. 75

12 Pianificazione e tempi di lavoro. A inizio stagione vengono già stabilite la gare da analizzare: l'osservatore vedrà sempre le squadre avversarie prima del resto del gruppo staff e gruppo giocatori. La compilazione di un'agenda di lavoro avviene dal momento in cui vengono pubblicati i calendari ufficiali dei campionati (oltre alle manifestazioni parallele ad essi, come la Coppa, ad esempio). Prendendo in considerazione di non voler prescindere dal supporto video, si tenga conto che l'analista può assistere di persona alle gare e registrare allo stesso tempo il filmato: ma come già descritto nella tab.2, questo non lo consigliamo in quanto ne verrebbe meno la raccolta degli appunti con la perdita inevitabile di qualche dato importante. E allora, come agire? In molti utilizzano un aiutante della domenica, che può anche essere un amico o un altro membro della società, già sotto stipendio ma partecipe alla causa e desideroso di vedere il calcio da un'altra angolazione". Noi consigliamo questa soluzione. Non dimentichiamo che il lavoro di osservatore comporta un grosso dispendio di attenzione, tempo e pazienza; si svolge una mansione di responsabilità con il quale bisogna riferire fatti concreti che si dovrebbero realizzare e prevenire nel corso della gara reale. E' anche assodato che costituisce un ottimo sistema per aggiornarsi e imparare nuove nozioni, in particolar modo sotto l'aspetto tattico. Sbagliare perseverando, oltre a portare informazioni devianti al nostro allenatore farebbe perdere ben presto la credibilità. Consigliamo quindi di prendere appunti in modo attento durante l'incontro per poi redigere un lavoro scritto coadiuvato dal filmato dei 90 minuti (procurato o autoprodotto), che può servire sicuramente per un ottima integrazione. Accade anche di aver la possibilità di procacciarsi il filmato della gara attraverso il favore di qualche giornalista locale, addetto alle riprese che messo al corrente preventivamente, può spedircelo via e mail o scaricarcelo su una chiavetta usb o, posticipando un po' la via del ritorno a casa, farcene una copia masterizzata alla fine della partita. 76

13 Occorre tassativamente già sapere dove si va e con chi si dovrà relazionare onde evitare di rimanere senza una parte importante del nostro lavoro: il filmato. Per gare osservate di categorie importanti Serie A, B, Lega Pro ma anche qualche serie D è sicuramente consigliabile provvedere alle registrazione ulteriore della gara tramite TV satellitare (Sky, Mediaset Premium, Rai Sport Satellite). Vi sono comunque particolari accordi stipulati tra Aziende specializzate e le società di calcio di Serie A e B, con cui si offre la fornitura costante di registrazioni di partite in base alle richieste eseguite. L'allenatore può richiedere e ricevere in nome della società e in funzione del contratto, tutte le gare da visionare desiderate; sarà successivamente compito dell'analista a catturare le immagini più interessanti sotto l'aspetto analitico e montarle per giungere al prodotto finale. (Vi è comunque la possibilità di ricevere già i filmati montati, ma questo è un discorso che affronteremo più avanti nel capitolo 8). Già da metà settimana la società provvederà a procurare l'accredito 15 per permettere l'ingresso allo stadio o campo presso cui si svolgerà la gara da visionare, senza intoppi. L'arrivo allo stadio deve avere un certo anticipo sul fischio d'inizio; se la gara inizia alle 15.00, è consigliabile non giungere allo stadio dopo le 14.30, ma prima: questo per poter meglio organizzare il reperimento di una buona visuale del terreno di gioco, ma soprattutto per non rimanere senza la lista delle formazioni iniziali delle squadre fornite dalla società ospitante! La lista è un documento fondamentale su cui si baserà l'intero lavoro dell'osservatore; con essa si potranno avere già le idee chiare nel momento in cui ci saranno delle sostituzioni e dei cambi dei moduli di gioco a gara in corso. Essa solitamente fornisce l'elenco di tutti i giocatori partecipanti alla gara, la loro data di nascita. Dà indicazione del capitano e in molti casi prevede anche 15 Sistema di ingresso gratuito ai campi (un lasciapassare), riservato agli addetti ai lavori (e non), e la sua richiesta va fatta da una società all'altra con un certo anticipo per dar modo a quella ospitante di meglio organizzare gli ingressi nel giorno dell'evento 77

14 la disposizione delle squadre in base al presumibile sistema di gioco iniziale che adotteranno (da controllare, ovviamente). E' altresì importante verificare che la lista cartacea delle due formazioni combaci perfettamente con quella recitata dallo speaker dello stadio o dai media in un secondo momento; può succedere infatti che vi possano essere delle discordanze che, se non rilevate, possono pregiudicare il lavoro intero. (Si pensi a eseguire una relazione in cui si scambia un giocatore con un altro!). Nel caso in cui, per determinati motivi si dovesse rimanere senza la lista delle formazioni, si procederà senza scoraggiarsi, alla trascrizione della disposizione delle squadre sui moduli prestampati, tenendo conto solo della numerazione. Si avrà così sicuramente l'opportunità di avere informazioni inerenti a quei giocatori da noi non conosciuti, chiedendone lumi a qualche spettatore in tribuna, magari tra primo e secondo tempo. In un secondo momento ci si potrà aiutare comunque attraverso la consultazione web, già poche ore dopo il fischio finale o sfogliando i giornali il giorno successivo, anche se ciò porterebbe a delle perdite di tempo rilevanti nell'iter del lavoro. Per la visione della gara è consigliata una posizione alta e centrale dalla quale, nel caso si debbano effettuare delle riprese, si possa registrare evitando la ressa degli spettatori. Negli impianti importanti, è preferibile prepararsi nella zona della tribuna stampa, nei posti più alti anche per evitare di creare fastidio a chi vuole vedere la gara ed è situato alle nostre spalle. Nel caso in cui si debbano catturare immagini più mirate, come ad esempio le palle inattive in fase offensiva, è ovvio che la zona dell'area di rigore presso la quale la squadra da visionare attacca è quella difronte la quale l'osservatore dovrà posizionarsi. Alla fine del primo tempo cambierà anch'egli campo! Se l'obiettivo del lavoro è l'analisi di uno o più giocatori, a prescindere dall'incontro tra le due squadre antagoniste, la soluzione ideale sarebbe da individuare nei pressi dei bordi del campo, non in zona troppo alta, né troppo 78

15 a contatto del terreno di gioco, per distinguere meglio caratteristiche tecniche e caratteriali del/i giocatore/i in questione. Qualora l'analista fosse da solo a riprendere, quindi senza un aiutante al suo fianco, si consiglia il commento delle riprese significative man mano che viene effettuata la registrazione video, al fine di poter prendere degli appunti vocali. In caso contrario vi è la possibilità di dividere i compiti: il primo prende appunti con carta e penna, il secondo effettua le riprese. I tempi di consegna dell'analisi. L'efficienza costituisce una delle importanti caratteristiche di qualsiasi attività lavorativa; inoltre, tutti gli allenatori vorrebbero avere la relazione già confezionata, il giorno successivo alla gara. Si, perchè chi svolge l'attività di allenatore con estrema passione, è portato ad avere la concentrazione sempre lì, sulla squadra, sullo stato di salute dei propri calciatori, su chi di loro è in odore di squalifica, sulla formazione da mettere in campo nella partita successiva. E questo stato emotivo infernale scatta già dopo pochi minuti dal fischio finale dell'ultima gara disputata: si pensa immediatamente già al successivo impegno, si tende a scoprire se quei giocatori avversari in odore di squalifica hanno preso il quarto giallo o meno; si vorrebbero avere già notizie in merito allo stato di forma, all'andamento della loro ultima partita, a come hanno subito il gol... L'efficienza non sempre regala velocità e velocità, non sempre può portare a dei risultati impeccabili. Sappiamo che l'analisi di una gara, sia essa eseguita in cartaceo o integrata da supporto video è un lavoro delicato e determinante. E' per questo che possiamo affermare che quanto prima viene consegnato il lavoro tanto prima può iniziare il processo di programmazione del successivo impegno ma, a volte, è meglio perdere qualche ora in più piuttosto di presentare una relazione con gravi dimenticanze o inesattezze. 79

16 Se poi, si riesce a completare un tipo di lavoro che può richiedere dalle quattro (senza filmato), alle otto ore (se vi è una sola gara da esaminare a video), già per il giorno successivo alla gara, tanto meglio: ciò vuol dire che si è dei professionisti e si dedica gran parte del tempo alla causa. E' comunque consigliabile stabilire un giorno e una data fissa che prevede la consegna dell'analisi per avere un punto di riferimento temporale unico. (Ad esempio se si gioca alla domenica, la consegna potrebbe essere effettuata al martedì pomeriggio, prima della seduta e così di settimana in settimana). Qualora i giorni delle gare fossero soggetti, come accade nelle nostre Serie A e B, a numerosi cambiamenti di palinsesto, si potrebbe decidere di comune accordo con l'allenatore, di adottare una soluzione come questa: consegna quarantotto ore dopo il termine della gara. L'attrezzatura specifica per la video analisi. Cosa serve per eseguire una video analisi? Ci sono degli strumenti strettamente necessari, mentre altri possono essere considerati dei buoni optional. Nel caso si dovesse provvedere anche al filmato, in quanto non si avrebbero alternative per il suo approvigionamento: la videocamera, ovviamente; potrebbe essere sufficiente anche una fotocamera con la possibilità di eseguire video. Ovviamente occorrerà utilizzare apparecchiature munite di grandangolo, con batterie che possano garantire l'intera durata della partita. Il formato di videocamera più diffuso e che consigliamo è quello a disco fisso. La batteria sostitutiva a lunga durata (onde evitare spiacevoli sorprese legate all'eventuale consumo dell'unica batteria a disposizione). E' opportuno ricordarsi di caricarle entrambe prima di recarsi all'evento! Il treppiede. La qualità del video (e la sua lettura), dipende anche da quanto più ferma viene prodotta la ripresa. Il treppiede è lo strumento adatto a questo scopo. Involucro copri pioggia: può accadere che ci si rechi a visionare una gara in un impianto sportivo che non possiede la tribuna coperta e, malaugaratamente si metta a piovere... E' opportuno quindi non dimenticare mai questo determinante accessorio. 80

17 Per ciò che concerne le operazioni di selezione o cattura delle immagini e montaggio, indichiamo quali sono gli strumenti necessari allo scopo: il software: è elemento fondamentale. Nel nostro tutorial presenteremo il prodotto gratuito dei nostri amici spagnoli di Longomatch, dedicato alla video analisi sportiva, di semplice utilizzo ma al livello di altri prodotti presenti in commercio. Tuttavia una produzione video la si può ottenere anche con strumenti non necessariamente dedicati alla Match Analysis. Esempi tipici sono dati da Movie Maker e IMovie, rispettivamente per piattaforma Windows e Apple Mac (gratuiti) Il personal computer: solitamente occorrerebbe conoscere i requisiti del software prima di acquistare il pc. Ma con ogni probabilità, chi legge si trova nella situazione di possederlo già e non ha nei suoi piani la volontà di utilizzarlo, almeno inizialmente, esclusivamente per la video analisi. Una macchina con capacità del disco rigido superiore ai 120 GigaByte, con porta usb o firewire 16 e masterizzatore può essere più che sufficiente alla causa. E' opportuno inoltre, considerare se il pc lavora con sistema operativo Windows o Apple Macintosh ai fini della scelta del software Software di masterizzazione: serve a creare copie su DVD della video analisi prodotta; ultimamente però la trasmissione avviene sempre più attraverso strumenti come Icloud, Dropbox o WeTransfer. Essi sono dei software utilizzabili gratuitamente online che si appoggiano su dei server e permettono di trasferire files anche di notevoli dimensioni da un pc all'altro senza quindi l'obbligo di dover creare un supporto fisico come il DVD. Oramai sempre più addetti ai lavori utilizzano questo semplice e immediato sistema di trasferimento dei dati. Come strumenti opzionali ma non strettamente necessari, citiamo: il proiettore. In teoria ogni video analista dovrebbe possederlo, anche se in società d'elite esso dovrebbe essere strumento già presente o opportunamente fornito allo staff. Notoriamente, se si è in trasferta e si alloggia in certi tipi di strutture alberghiere adibite a centro congressi o munite di sala conferenze, non è escluso che possa essere fornito in loco. Si 16 Letteralmente cavo di fuoco. E' un tipo di collegamento via cavo molto simile alla porta USB che permette la comunicazione veloce di dati tra due dispositivi digitali quali videocamere, fotocamere,videoregistratori, hard disk, ecc. 81

18 consiglia sempre un contatto telefonico per accertarsene, prima della partenza. Costituisce comunque, un costo piuttosto limitato. Puntatore laser: è molto utile a chi deve descrivere l'analisi video (ma anche degli schemi alla lavagna), per catalizzare l'attenzione dei giocatori su specifici punti o momenti delle immagini visualizzate. E' altresì comodo a chi esegue delle presentazioni utilizzando software di presentazione come PowerPoint di Microsoft Office, per le quali è necessario un cambiamento costante delle slides, un clicker : un telecomando che consente di passare da un fotogramma all'altro a distanza, senza dover necessariamente digitare sulla tastiera del pc o cliccare col mouse. La rilevazione con la videocamera: è meglio un lavoro d'equipe. Se si volesse svolgere l'analisi utilizzando la videocamera in modo individuale (senza l'ausilio di un aiutante), dovremmo utilizzare due fasi di lavoro: raccolta dati tramite ripresa video dal campo; analisi post gara a video, in modalità off line. Come già avanzato in precedenza (tab.2), e' superfluo affermare che se si è occupati a riprendere, sarà difficile raccogliere appunti manualmente. In proporzione al livello di rumorosità dello stadio in cui ci si trova si potrebbe tentare di commentare a voce alta riguardo qualche rilevazione importante da non dimenticare durante la video ripresa, ma ciò è di difficile attuazione e resa. In relazione ai movimenti da affrontare, un giocatore impegnato in una partita di calcio può essere coinvolto in azioni diverse : può eseguire movimenti con la palla; può eseguire movimenti senza palla. Si potrà essere sicuramente in grado di catturare un efficace dribbling, un passaggio corto, una disposizione della squadra quando subisce una punizione laterale. E' risaputo che le capacità di un giocatore non emergono soltanto quando compie gesti tecnici apprezzabili (passaggi, tiri, ecc.), ma anche per come egli si muove senza palla in fase offensiva e in fase difensiva, mettendo in campo doti quali ad esempio l'opportunismo, l'intuizione, il tempismo. Anche chi osserva 82

19 ha l'obbligo di saper riconoscere nell'arco di una gara quali sono i movimenti senza palla e quindi saperli valutare (per poi comunicarli), sia a livello di squadra che a livello dei singoli: d'altra parte il calcio non si gioca solo con il pallone tra I piedi! Abbiamo già focalizzato, nel paragrafo relativo ai rudimenti di tecnica e tattica i movimenti tattici di reparto nelle due fasi, possesso e non possesso che, in ambito di analisi, solo l'occhio umano competente può essere in grado di valutare. Ma a livello individuale, in che modo e su cosa possiamo eseguire dei focus inerenti ai movimenti senza palla? Proviamo a concentrarci intanto su quali sono questi movimenti: lo smarcamento che può avvenire attraverso: contromovimento; movimento sul corto; movimento sul lungo; rotazione L'occupazione dello spazio; L'interscambio; la sovrapposizione; il taglio; la conversione all'interno del campo senza palla; l'azione di sostegno; l'azione di appoggio; l'azione di pressione; il raddoppio; la copertura. Utilizzando una videocamera, la rilevazione di un movimento del giocatore in fase di possesso di palla è fisiologico in quanto lo strumento insegue ininterrottamente il pallone dal 1' al 95' minuto. Non è così per tutti gli altri giocatori che si muovono senza palla. Può capitare per uno, due al massimo tre giocatori che rientrano in una delle categorie di azioni sopra elencate e allo stesso tempo nella ripresa video; ma tutti gli altri? Come facciamo a valutare la prestazione globale della squadra se il nostro campo visivo è limitato alle possibilità della nostra videocamera? Si tenga conto che non c'è differenza tra il prodotto della gara ripresa live con la telecamera e l'osservazione della gara a video su un normale DVD. 83

20 In entrambi i casi osserviamo una partita registrata, con vista limitata, registrando ciò che succede nei paraggi della palla e immaginando, ma senza avere testimonianze reali, ciò che succede o può essere successo al di fuori dell'obbiettivo o dello schermo. Abbiamo in pratica un campo d'osservazione ridotto rispetto a quello di una gara visionata ad occhio nudo e ciò comporta limiti importanti nella valutazione collettiva e qualitativa della performance di una squadra visionata. Tra I movimenti di squadra di difficile rilevazione, constatati vi sono: le dislocazioni; le scalate; la copertura difensiva del lato debole; gli interscambi; le coperture preventive su calci d'angolo e punizioni offensive; l'assetto di difesa preventiva con palla nella trequarti offensiva o ultraoffensiva; il comportamento della linea difensiva sui retropassaggi; la marcatura sui cross; il movimento a scappare in fase di palla scoperta, dei difensori; la dislocazione della difesa su un cambio di gioco avversario; il movimento lungo corto di una punta quando il pallone è in possesso di un difensore pronto al passaggio lungo; la disposizione offensiva preventiva degli attaccanti nelle situazioni di calci d'angolo e punizioni laterali a sfavore; la posizione dei centrocampisti e gli attaccanti sul rinvio e rimessa dal fondo del portiere e del portiere avversario; la capacità delle punte a tenere la squadra corta; Sono solo esempi, ma reali, riguardo la difficoltà a immortalare a video tutte queste fasi della gara. Al di là delle situazioni di gioco, la ripresa video rileva difficilmente se c'è un cattivo rapporto tra giocatori (non solo tecnico, ma anche emotivo), o tra allenatore e giocatori. Rilevare e analizzare che un giocatore avversario mostra uno stato di nervosismo perpetuo nel corso di tutta la gara o parte di essa ed è facilmente soggetto a sanzioni disciplinari, è un tassello importante... 84

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus.

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus. Per determinare il risultato delle partite si calcola il punteggio totale di ogni squadra e lo si converte in gol equivalenti in base ad opportune fasce di punteggio che definiremo elastiche. Il significato

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

REGOLAMENTO. Fantacalcio Club FantAmici 2014-2015

REGOLAMENTO. Fantacalcio Club FantAmici 2014-2015 REGOLAMENTO Fantacalcio Club FantAmici 2014-2015 1 CALENDARIO CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A Il calendario di Club FantAmici seguirà le date stabilite per il Campionato di Calcio di serie A 2014/2015 e le

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 SITO UFFICIALE: http://fantalegasalento.altervista.org/ E-MAIL: fantalegasalento@gmail.com N partecipanti: 8 1) ASTA INIZIALE e MERCATO DI RIPARAZIONE

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015*

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* * evidenziate in verde le modifiche apportate al Regolamento 201 3-201 4 * testo barrato arancione i paragrafi eliminati rispetto al Regolamento 201 3-201 4 INDICE:

Dettagli

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari 3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016 Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari Regolamento del Torneo IL TORNEO E RISERVATO A TUTTI I GIOCATORI CHE ABBIANO COMPIUTO IL 30 ANNO DI ETA AL MOMENTO

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Il regolamento la nostra lega si basa sulle Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio le quali sono state lievemente modificate o non recepite in pieno

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 1 - Iscrizione. REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 Il gioco si svolge interamente sul sito www.fantacalcioparolise.com Il quota d iscrizione a Fantacalcio Parolise per l anno 2014/2015 è di 40,00euro (quaranta/00),

Dettagli

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere La ROMA NORD CHAMPIONSHIP organizza la SERIE A, torneo di calcio a 5 infrasettimanale e serale; il torneo, che si svolgerà tutti gli anni, vuole caratterizzarsi per il livello tecnico e la serietà di tutti

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE ASTA INIZIALE L'Asta iniziale è il momento più importante della stagione. Qui vengono assegnati i 25 calciatori che costituiranno la Rosa di ogni fantallenatore. La

Dettagli

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi Ogni squadra necessita di un attacco organizzato in maniera da creare spazi liberi per guadagnare punti facili. Tuttavia, soprattutto con le squadre giovani,

Dettagli

GUIDA AL FANTADIVANO

GUIDA AL FANTADIVANO GUIDA AL FANTADIVANO INDICE Introduzione I Ruoli Amministratore di lega Allenatore Gli Strumenti Il Campionato La tua squadra Il Calendario La Classifica Le Statistiche La Bacheca Le Regole del gioco L

Dettagli

ESORDIENTI. Programma Tecnico

ESORDIENTI. Programma Tecnico ESORDIENTI Programma Tecnico IO, LA PALLA, I MIEI COMPAGNI E GLI AVVERSARI SEDUTA DI ALLENAMENTO ESORDIENTI dal semplice al complesso GIOCHI A TEMA 20% GIOCHI COLLETTIVI 20% LA PARTITA (Gli obiettivi specifici)

Dettagli

Regolamento FANTAGENIUS CLASSIC 2015-2016

Regolamento FANTAGENIUS CLASSIC 2015-2016 Regolamento FANTAGENIUS CLASSIC 2015-2016 1. ORGANIZZATORE La società Quadronica S.r.l. organizza, per tutti gli iscritti al proprio portale www.fantagazzetta.com, il gioco FANTAGENIUS CLASSIC 2015-2016,

Dettagli

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16 - Generalità - Campionato - Coppe TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione www.torneodelvenerdi.altervista.org Regolamento 2015/16: INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra virtuale di calcio all'interno

Dettagli

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO GENERALITA' Il Torneodelvenerdì nasce nel 2009 per iniziativa di alcuni ragazzi desiderosi di creare un appuntamento calcistico settimanale per la propria squadra

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Torneo a Gironi (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

Allenare nel settore giovanile

Allenare nel settore giovanile ALLENARE NEL SETTORE GIOVANILE: la sovrapposizione, sviluppo tattico offensivo ANDREA PAGAN Allenatore di BASE diploma B UEFA PREMESSA Credo che la programmazione e l allenamento della fase offensiva sia

Dettagli

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine)

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) REGOLAMENTO FANTACALCIO 2013/14 Le squadre saranno 8 Si gioca con: il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) CAMPIONATO a 35 giornate Dalla 3 di serie A

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 ART. 1 TESSERAMENTO 1. Ogni squadra al momento dell iscrizione dovrà indicare un Referente, che potrà essere anche un partecipante al Torneo, il quale curerà i

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b)

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b) REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE Stagione 2005-2006 (Versione BETA 1.1b) I N D I C E # REGOLA 01: OGGETTO DEL GIOCO # REGOLA 02: MODALITA DEL GIOCO # REGOLA 03: LA LEGA # REGOLA 04: LE SOCIETA # REGOLA

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO. Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata)

REGOLAMENTO DI GIOCO. Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata) REGOLAMENTO DI GIOCO Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata) REGOLA 1: LA ROSA... 2 REGOLA 2: LA GARA... 2 REGOLA 3: FORMAZIONE E CONSEGNA... 2 REGOLA 4: RISERVE E SOSTITUZIONI... 3 REGOLA

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO

FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO SCOPO Il Fanta Campionato Absolute Five 2006/07 nasce con lo scopo principale di intrattenere, con un attività ludica senza fini di lucro legata al mondo

Dettagli

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Premessa Il nostro Fantacalcio segue quasi interamente le regole di un Fantacalcio classico, con qualche piccola modifica che verrà illustrata nei paragrafi

Dettagli

FANTACALCIO 2004/2005

FANTACALCIO 2004/2005 FANTACALCIO 2004/2005 REGOLAMENTO DELLA LEGA "SINISTRA HEGELIANA" TITOLO I Oggetto del gioco Art.1. Oggetto del gioco è una simulazione del gioco del calcio attraverso la formazione di fantasquadre, formate

Dettagli

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky COMPETIZIONI Il campionato vedrà le squadre suddivise in due gironi: serie A - squadre risultate prime nella fase regolare e le 3 promosse della stagione

Dettagli

(Relazione agli Allenatori della provincia di Brescia del 21/01/2007)

(Relazione agli Allenatori della provincia di Brescia del 21/01/2007) (Relazione agli Allenatori della provincia di Brescia del 21/01/2007) ATTACCO ALLA UOMO BASATO SU PRINCIPI DI GIOCO COLLETTIVO - Quello che gli americani chiamano Reading Offense, cioè Attacco basato sulla

Dettagli

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2 PASSAGGIO ESERCITAZIONE 1 - I giocatori vengono divisi in 3 gruppi di diverso colore. 1A) Con le mani passare la palla al colore diverso 1B) Con i piedi passare la palla al colore diverso 2A) Con le mani

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

2011 REGOLAMENTO FANTASET

2011 REGOLAMENTO FANTASET 2011 REGOLAMENTO FANTASET SOMMARIO 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 - Definizione e caratteristiche del torneo... 3 1.2 - La figura dell'onu... 3 1.3 - Il sito web... 3 2. MERCATO INIZIALE... 4 2.1 - Budget...

Dettagli

REGOLAMENTO PUNTEGGIO

REGOLAMENTO PUNTEGGIO REGOLAMENTO I moduli ammessi sono i seguenti: 4-3-3 5-3-2 6-3-1 4-4-2 5-4-1 4-5-1 3-5-2 3-4-3 (con malus, vedi mod. centrocampo) Scegli gli 11 titolari e le 10 riserve (le riserve non hanno vincoli di

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto segue all interno di questo

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento 1- La Lega è composta da otto Squadre 2- L Assemblea di Lega comprende tutti gli allenatori 3- La Lega è presieduta dal Presidente, eletto dall Assemblea 4-

Dettagli

REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015

REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015 REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015 I Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a 5 organizza la Final Eight di Coppa Italia Serie

Dettagli

Sky TG24 per le scuole

Sky TG24 per le scuole Partiamo da una considerazione: una ricerca europea ha evidenzato che in Italia è ancora debole la capacità di orientarsi con senso critico nei confronti del mondo dell informazione. Secondo la ricerca,

Dettagli

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 Settore Tecnico A.I.A. QUALITY Codice Revisione Denominazione 000 / 1415 0 Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 IL BRIEFING PRE-GARA Il «briefing» pre-gara Il termine BRIEFING deriva dall inglese:

Dettagli

IL GIOCO NEL MINIBASKET

IL GIOCO NEL MINIBASKET 88 Premessa IL GIOCO NEL MINIBASKET Inizierò con un gioco di collaborazione e di rapidità per immergerci subito nel cuore di questa lezione. Poichè l argomento è Il Gioco nel Minibasket, vorrei partire

Dettagli

Regolamento FANTAGENIUS PRO

Regolamento FANTAGENIUS PRO Regolamento FANTAGENIUS PRO 1. MODALITA DI PARTECIPAZIONE / SVOLGIMENTO 1.1 registrazione Si partecipa al gioco registrandosi dopo aver ricevuto il link di invito sul sito pro.fantagenius.com. All atto

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio obiettivo del corso Informazioni Un altro modo di vedere il calcio Un modo per ri-ordinare le informazioni Un metodo, base per costruire il vostro Motivazioni (vostra e nostra) Il QUADRATO Quanti quadrati

Dettagli

quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento -

quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento - PARAGRAFO 1: PARTECIPANTI quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento - Il Torneo di calcio a 8 GAMING CUP è un Torneo riservato alle Società Operatrici di scommesse Eurobet, Paddy Power,

Dettagli

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE Il Comitato Provinciale della Lega Calcio UISP di Modena, indice ed organizza per la stagione sportiva 2014/2015, l attività di Campionato per le seguenti categorie con

Dettagli

VM LiveScout, la più semplice e completa App gratuita per l analisi delle partite in tempo reale

VM LiveScout, la più semplice e completa App gratuita per l analisi delle partite in tempo reale , la più semplice e completa App gratuita per l analisi delle partite in tempo reale Raccogli i dati della partita direttamente allo stadio, al campo d allenamento o di fronte al televisore utilizzando

Dettagli

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 REGOLAMENTO LIMITAZIONI campionati SERIE A Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 Sono considerati di pari livello

Dettagli

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite ASSOCIAZIONE SVIZZERA DI FOOTBALL Dipartimento tecnico Servizio istruzione Modulo di perfezionamento 2015/16 Giocare meglio - Giochi e esercizi Giocare meglio Giochi e esercizi Calcio di base Calcio d

Dettagli

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 Fantalega Budineria 1 Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 La Federazione Fantacalcio Budineria 1. La Federazione Fantacalcio Budineria si compone di tutti i rappresentanti delle squadre partecipanti

Dettagli

Schemi motori e capacità coordinative : le basi per lo sviluppo dei fondamentali tecnici

Schemi motori e capacità coordinative : le basi per lo sviluppo dei fondamentali tecnici Schemi motori e capacità coordinative : le basi per lo sviluppo dei fondamentali tecnici Di Enrico Mordillo In questo articolo andremo ad analizzare la relazione che intercorre tra schemi motori di base,

Dettagli

Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio di Emanuele Aquilani istruttore scuola calcio A.S. Cisco Calcio Roma Certi uomini vedono le cose come sono e dicono: perché? Io sogno cose mai viste e dico: perché no? (G.B. Shaw) La Scuola Calcio segue

Dettagli

REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004

REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004 REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004 È un fantasy game, una simulazione che permette a chiunque di costituire una squadra di calcio virtuale, di gestirla e di schierarla in campo in occasione di ogni

Dettagli

Probabilmente chiunque

Probabilmente chiunque INVENTARI L inventario. Le attività necessarie e il metodo Costretti ad affrontarlo almeno una volta l anno, l inventario è sentito come un male necessario, un attività da sbrigare nel minor tempo possibile

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO 1. La squadra Con il termine squadra si intende l insieme di rosa e staff tecnico. 1.1. La rosa Con il termine rosa si comprendono tutti i giocatori acquistati durante

Dettagli

Scommesse Antepost: CALCIO

Scommesse Antepost: CALCIO Scommesse Antepost: ANTEPOST Vincente: Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto. Vincente Gruppo Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto del proprio gruppo.

Dettagli

Sky TG24 per le scuole

Sky TG24 per le scuole Partiamo da una considerazione: una ricerca europea ha evidenzato che in Italia è ancora debole la capacità di orientarsi e sviluppare senso critico nei confronti del mondo dell informazione. Avete una

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA P.le G. Matteotti n 9 43100 Parma Tel. 0521281226 289870 Fax 0521236626 E-mail: csi@csiparma.it http: www.csiparma.it CENTRO SPORTIVO ITALIANO Comitato

Dettagli

LEGA " EZIO VENDRAME" since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016

LEGA  EZIO VENDRAME since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016 LEGA " EZIO VENDRAME" since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016 1. Normative generali. 1.1 Fanta Mercato. Mercato: Inizialmente si provvederà alla discussione dei giocatori svincolati nella quale

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Tuttosport League - Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una "squadra virtuale" di calcio all'interno

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR

REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 Con riferimento al Comunicato Ufficiale n. 254 del 1 dicembre 2015, la Divisione

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Insegnare il Basket - versione e book

Insegnare il Basket - versione e book Lezione n. 1 Metodologia d insegnamento: spiegazione, dimostrazione, correzione Introduzione La metodologia dell insegnamento è la base di una corretta crescita tecnica tattica e psicologica degli atleti.

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 SITO INTERNET: www.fantatgl.altervista.org EMAIL : manufoschi@gmail.com REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 OGGETTO DEL GIOCO Oggetto del gioco è una simulazione del calcio attraverso fanta-squadre formate

Dettagli

Federazione InterLeghe Forum Associate

Federazione InterLeghe Forum Associate Federazione InterLeghe Forum Associate REGOLAMENTO FANTACOPPE 2013 / 2 014 REGOLA 1 FANTACOPPE 1. La F.I.L.F.A. organizza e promuove una serie di tornei in cui si confrontano i migliori fantallenatori

Dettagli

REGOLAMENTO FANTAISCHITELLA 2014-2015

REGOLAMENTO FANTAISCHITELLA 2014-2015 REGOLAMENTO FANTAISCHITELLA 2014-2015 DURATA Il fantacampionato ha svolgimento a partire dal giorno 9 settembre 2014 (ore 19.00) - data di inizio delle iscrizioni e delle operazioni di mercato e terminerà

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 WWW.GENERAZIONECALCETTO.COM ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO 1. Potranno partecipare ai tornei solo giocatori amatoriali. Per quanto concerne gli esterni sono esclusi tutti i tesserati FIGC di qualsiasi categoria. Potranno

Dettagli

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php REGOLA 1: LA LEGA 1. La lega è costituita da quattordici società. 2. La Lega è governata dal Presidente di Lega, Giovanni Borraccino

Dettagli

Analizza la prestazione velocemente Sviluppa strategie vincenti Raggiungi nuovi livelli di eccellenza. Il rivoluzionario software per la videoanalisi

Analizza la prestazione velocemente Sviluppa strategie vincenti Raggiungi nuovi livelli di eccellenza. Il rivoluzionario software per la videoanalisi Analizza la prestazione velocemente Sviluppa strategie vincenti Raggiungi nuovi livelli di eccellenza Il rivoluzionario software per la videoanalisi Quando l'importante è vincere! Cerchi il massimo della

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale Regolamento ufficiale FANTAMONDIALE 2014 Al Fantamondiale partecipano le 16 squadre della Lega. ASTA "Ogni fantallenatore versa 30,00 euro come quota di iscrizione. Non ci sarà la consueta asta, ma ognuno

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

LA BANDA DEL BRAGA - LEGA FANTACALCIO

LA BANDA DEL BRAGA - LEGA FANTACALCIO COMPOSIZIONE DELLA LEGA FANTACALCIO In base all impegno profuso negli anni precedenti, la composizione della Lega FantaCalcio de La Banda del Braga è la seguente: Responsabile di Lega: Paolo Milandri (339

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE TORNEO A GIRONI 2012-13 LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE TORNEO A GIRONI 2012-13 LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE TORNEO A GIRONI 2012-13 LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Tuttosport League - Torneo a Gironi 2012-13 Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare

Dettagli

Fantacalcio Stigranca 2009/10

Fantacalcio Stigranca 2009/10 Fantacalcio Stigranca 2009/10 Art. 1 : Sito internet: WWW.STIGRANCA.TK Il sito è stato creato dall'organizzazione al fine di ottenere la massima trasparenza e tenere aggiornati i partecipanti. Su questo

Dettagli

FANTACAMPIONATO www.nerazzurra.tk

FANTACAMPIONATO www.nerazzurra.tk FANTACAMPIONATO www.nerazzurra.tk PRIMA FASE L ISCRIZIONE REGOLAMENTO Prima di tutto tengo a precisare che l iscrizione al fantacalcio del sito nerazzurra.tk dell anno 2004-2005, è assolutamente gratuita.

Dettagli

Motivazione e Atletica Leggera: la consapevolezza delle proprie risorse

Motivazione e Atletica Leggera: la consapevolezza delle proprie risorse Presenza ai Raduni Regionali Estivi a Schio ed Asiago Motivazione e Atletica Leggera: la consapevolezza delle proprie risorse Nel corso del raduno estivo 2010 si è idealmente proseguito il lavoro dell

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Manuale Fantaeccellenzacalcio

Manuale Fantaeccellenzacalcio Manuale Fantaeccellenzacalcio 0. PREMESSA Questa guida permette all'utente di utilizzare correttamente lo script di Fantaeccellenzacalcio. 1. ISCRIZIONE E LOGIN 1. ISCRIZIONE ON LINE Sarà possibile registrarsi

Dettagli

I GIOCHI DI POSIZIONE: UN MEZZO UTILISSIMO PER INSEGNARE CALCIO

I GIOCHI DI POSIZIONE: UN MEZZO UTILISSIMO PER INSEGNARE CALCIO WWW.CENTROSTUDICALCIO.IT Scuola Calcio Tattica Capacità di Gioco I GIOCHI DI POSIZIONE: UN MEZZO UTILISSIMO PER INSEGNARE CALCIO A cura di Ernesto Marchi WWW.CENTROSTUDICALCIO.IT I GIOCHI DI POSIZIONE

Dettagli

Primo torneo DON BOSCO CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI

Primo torneo DON BOSCO CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI L ASD Calcio Giovanile Metropolitano e la Lega Calcio Uisp di Cagliari, organizzano la 1 edizione del Mundialito Giovanile Metropolitano, al quale parteciperà una selezione di squadre della categoria Allievi

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF IL GIOCO Lo scopo del gioco Tuttosport League - Torneo a Gironi (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra virtuale

Dettagli