Ambiente e. Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali Territorio.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambiente e. Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali 27 27. Territorio."

Transcript

1 N SETTORE UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ISTRUTTORIA PROCEDIMENTO DURATA NORMATA / TEMPI DI CONCLUSIONE PREVISTI NUMERO PROCEDIMENTI AVVIATI NUMERO PROCEDIMENTI CONCLUSI NEI TERMINI NUMERO PROCEDIMENTI SCADUTI 3 Ufficio di staff Gestione contributi regionali (Piano di Azione Ambientale) Termini specifici dettati da delibere regionali Ufficio di staff Accesso ad atti amministrativi del settore e informazioni ambientali 3 gg PSC e varianti - Conferenza di pianificazione ed eventuale accordo di pianificazione Delib. G.P. entro 9 gg 6 PSC e varianti - Riserve su coerenza con pianificazione sovraordinata - Valsat e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro gg per riserve / 6 gg (se accordo di pianificazione) 7 PSC e varianti - Intesa su eventuale coerenza con pianificazione sovraordinata - Valsat e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro 45 gg 8 POC e varianti - Verifica di coerenza con pianificazione sovraordinata - Valsat e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro 6 gg 68 9 RUE e varianti - Verifica di coerenza con pianificazione sovraordinata - VAS e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro 6 gg 4 PUA e varianti - Verifica di coerenza con pianificazione sovraordinata - Valsat e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro 6 gg 7 5 Varianti a PRG - Verifica di coerenza con pianificazione sovraordinata - VAS e compatibilità con legge sismica Delib. G.P. entro 6 gg 3 55 Varianti urbanistiche ai sensi dell'art.a-4bis Delib. G.P. entro 6 gg (la norma non detta tempi precisi) salvo diverse tempistiche indicate in conferenza dei servizi 3 PAE Delib. G.P. entro 6 gg 4 VAS di altri piani (es. Piano energia,.) Delib. G.P. entro 6 gg 5 6 Determinazione valore costruzioni abusive Determinazione indennità di esproprio/servitù e retrocessione Trasmissione della perizie di stima a firma del Presidente della Commissione entro 9 gg dal ricevimento Trasmissione della perizie di stima a firma del Presidente della Commissione entro 9 gg dal ricevimento nulla osta minerario 3 giorni interni - lettera Parere ai Comuni in materia di progettazione di coltivazione e recupero delle aree estrattive 6 gg - lettera 9 Parere ai Comuni della Commissione Attività Estrattive in 6 gg - parere da inserire nella Delibera di

2 9 Parere ai Comuni della Commissione Attività Estrattive in materia di PAE 6 gg - parere da inserire nella Delibera di Giunta Provinciale sulle valutazioni del PAE rilascio di pareri nell'ambito di procedimenti ministeriali in materia di elettrodotti, metanodotti 9 giorni - lettera (la norma non detta termini precisi), salvo diverse tempistiche indicate in conferenza dei servizi Rilascio autorizzazioni costruzione ed esercizio di elettrodotti e relative varianti 8 gg - determina dirigente 4 4 Comunicazione costruzione ed esercizio di elettrodotti di l<5 mt 3 gg - silenzio assenso Rilascio autorizzazioni costruzione impianto di lavorazione e stoccaggio di oli minerali (installazione e esercizio di nuovi stabilimenti; dismissione; variazione della capacità complessiva di lavorazione; variazione di oltre il 3 per cento della capacità complessiva autorizzata di stoccaggio) 8 gg - determina dirigente o silenzio assenso 4 Rilascio autorizzazione all esercizio provvisorio di impianti di lavorazione e stoccaggio di oli minerali 3 gg (la norma non detta termini precisi) - determina dirigente 5 9 gg (la norma non detta termini precisi) - Collaudo depositi olil minerali 4 4 determina dirigente 6 Rilascio di autorizzazioni per la costruzione ed esercizio di metanodotti 8 gg - determina dirigente 7 Rilascio di autorizzazioni di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili 9 gg - determina dirigente 3 8 Rilascio pareri nell'ambito delle PAS per impianti di produzioone di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili 3 gg (la norma non detta termini precisi), salvo diverse tempistiche indicate in conferenza dei servizi - lettera 9 Modifica sostanziale, potenziamento, rifacimento totale o parziale, riattivazione e rinnovi di autorizzazioni di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili 9 gg - determina dirigente Nuove autorizzazioni e modifiche di impianti di produzione di energia elettrica da fonti convenzionali, anche in assetto cogenerativo 8 gg - determina dirigente 3 9 gg (la norma non detta termini precisi) - Voltura titolarità atti autorizzativi 3 3 determina dirigente 3 5 giorni (dalla data di pubblicazione sul Valutazione Impatto Ambientale (VIA) BURER dell'avviso di deposito documentazione) Deliberazione di Giunta Provinciale

3 33 9 giorni (dalla data di pubblicazione sul BURER Verifica di assoggettabilità VIA (screening) dell'avviso di deposito documentazione) Deliberazione di Giunta Provinciale 34 6 giorni (3 giorni, nel caso in cui il Scoping procedimento di scoping sia conseguente ad un procedimento di screening) - Provvedimento del Dirigente 35 Espressione parere nell'ambito di procedimenti di competenza statale/regionale in materia di VIA Tempistica indicata da Autorità Competente/Conferenza dei Servizi o, in assenza, 3 giorni (la norma non fissa termini precisi) - Comunicazione Rilascio, modifica sostanziale, rinnovo Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) 5 giorni - Provvedimento 4 37 Comunicazione modifica non sostanziale Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) 6 giorni - Silenzio assenso / Comunicazione (valutazione sostanzialità modifica) / Provvedimento (per eventuale aggiornamento AIA) Espressione parere nell'ambito di procedimenti di competenza statale in materia di AIA Tempistica indicata da Autorità Competente/Conferenza dei Servizi o, in assenza, 3 giorni (la norma non fissa termini precisi) - Comunicazione 39 Rilascio, modifica sostanziale, rinnovo Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) giorni (se AUA sostituisce autorizzazione emissioni in atmosfera in procedura ordinaria e/o autorizzazione all'utilizzo agronomico dei fanghi di depurazione) / 9 giorni (negli altri casi) - Provvedimento Valutazione sostanzialità modifica Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) 3 giorni - Silenzio assenso / Comunicazione 4 Comunicazione modifica non sostanziale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) 6 giorni - Silenzio assenso / Provvedimento del Dirigente per eventuale aggiornamento AUA 4 Valutazione schede tecniche aziende soggette Rischio Incidente Rilevante giorni - Comunicazione / Provvedimento del Dirigente (se occorre stabilire prescrizioni ovvero indicare raccomandazioni) 43 Rilascio, modifica sostanziale, rinnovo autorizzazione unica per impianti di smaltimento/recupero (procedura ordinaria) 5 giorni DGP (approvazione progetto) - Provvedimento (autorizzazione gestione) 44 Modifica non sostanziale autorizzazione unica per impianti di smaltimento/recupero (procedura ordinaria) 9 giorni - Comunicazione / Provvedimento del Dirigente per eventuale aggiornamento autorizzazione gestione (la norma non fissa termini) 8

4 45 Rilascio, modifica sostanziale, rinnovo autorizzazione in via definitiva per impianti mobili di smaltimento/recupero (procedura ordinaria) 5 giorni - DGP (approvazione progetto) - Provvedimento (autorizzazione gestione) 46 Nulla-osta / Divieto campagna di attività di impianti mobili di smaltimento/recupero (procedura ordinaria) 6 giorni - Comunicazione / Provvedimento del Dirigente 47 Accettazione garanzia finanziaria per esercizio attività di gestione rifiuti autorizzate in procedura ordinaria 3 giorni - Comunicazione (la Svincolo garanzia finanziaria per esercizio attività di gestione rifiuti autorizzate in procedura ordinaria 6 giorni - Provvedimento (la Rilascio, modifica, rinnovo iscrizione / Divieto inizio attività di recupero rifiuti non pericolosi (procedura semplificata) 9 giorni - Silenzio assenso / Provvedimento del Dirigente Gestione notifiche rifiuti transfrontalieri (importazioni, esportazioni) 3 giorni - Silenzio assenso / Comunicazione Rilascio, modifica, rinnovo autorizzazione per scarico di acque utilizzate a scopo geotermico 9 giorni - Provvedimento (la 5 Rilascio, modifica sostanziale, rinnovo autorizzazione emissioni in atmosfera (procedura ordinaria) giorni (5 giorni in caso di richiesta integrazioni) - Provvedimento 53 Aggiornamento per modifica non sostanziale autorizzazione emissioni in atmosfera (procedura ordinaria) 6 giorni (salvo il potere di procedere successivamente) - Silenzio assenso / Provvedimento 54 Rinnovo autorizzazione emissioni in atmosfera (procedura ordinaria) 8 mesi ( mesi in caso di richiesta integrazioni) - Provvedimento 55 Rilascio, modifica Autorizzazione in Via Generale emissioni in atmosfera 45 giorni per rilascio/ 3 gg per modifica - Silenzio assenso / Comunicazione Riconoscimento dei requisiti per lo svolgimento dell'attività di tecnico competente in materia di acustica ambientale 6 giorni - Provvedimento (la 9 57 Rilascio, rinnovo, modifica autorizzazione allo scarico di acque reflue urbane e meteoriche da agglomerati 9 giorni - Provvedimento (la 58 Iscrizione elenco gestori impianti di trattamento acque reflue urbane che effettuano trattamento rifiuti 9 giorni - Provvedimento (la 59 Rilascio, rinnovo, modifica autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali, assimilate a domestiche, meteoriche di dilavamento in acque superficiali e sul suolo 9 giorni - Provvedimento (la 6 Rilascio, rinnovo, modifica autorizzazione all'utilizzo agronomico dei fanghi di depurazione 9 giorni - Provvedimento (la 6 Integrazioni terreni, volture, aggiornamenti piani di distribuzione dei soggetti autorizzati all'utilizzo agronomico dei fanghi di depurazione 9 giorni - Comunicazione (la 9 9

5 6 Comunicazione utilizzazione agronomica effluenti di allevamento 3 giorni - Silenzio assenso / Comunicazione Espressione parere nell'ambito di procedimenti di competenza del Servizio Tecnico di Bacino per concessione derivazione acque pubbliche con procedura ordinaria 9 giorni - Comunicazione (la Valutazioni del programma di manutenzione della rete scolante dei Consorzi di Bonifica per ogni annualità e relativo alla gestione materiali derivanti da operazioni di dragaggio, espurgo e risezionamento dei canali di bonifica 9 giorni - Silenzio assenso / Comunicazione (la Rilascio, modifica, rinnovo permesso di ricerca e concessione per sfruttamento acque minerali e termali 9 giorni - Provvedimento 66 Rilascio, modifica, rinnovo autorizzazione per scarico in unità geologiche profonde delle acque derivanti dall'estrazione di idrocarburi 9 giorni - Provvedimento (la 67 Approvazione piano di caratterizzazione in materia di bonifica siti contaminati 3 giorni - Provvedimento 68 Approvazione Analisi di Rischio sanitario in materia di bonifica siti contaminati 6 giorni - Provvedimento 4 69 Approvazione piano di monitoraggio in materia di bonifica siti contaminati 3 giorni - Provvedimento 7 Approvazione progetto operativo in materia di bonifica siti contaminati 6 giorni - Provvedimento 3 7 Rilascio certificazione di completamento degli interventi di bonifica siti contaminati 3 giorni (dalla acquisizione da parte di ARPA della relazione tecnica finale) - Provvedimento Voltura titolarità titoli abilitativi ambientali 9 giorni - Provvedimento 45 Politiche Energetiche e Sicurezza del Piani di emergenza provinciali di protezione civile (varie tipologie di rischio) e successivi aggiornamenti Del. Cons. Prov.le - La legge non detta tempi 46 Politiche Energetiche e Sicurezza del Piani di emergenza esterni per gli stabilimenti a rischio di incidente rilevante (RIR) art.6 D.Lgs.334/99 e smi Del. Cons. Prov.le - La legge non detta tempi Determinazione dei Valori agricoli medi Trasmissione determina a RER entro 3 gennaio per successiva pubblicazione sul BUR 48 Varianti a PTCP vigente o a piani settoriali ambientali Del. Cons. Prov.le - La legge non detta tempi per la Provincia ma per gli Enti che si devono esprimere sulla variante 49 Accordi territoriali Delib. G.P. entro 9 gg da invio proposta condivisa (la norma non detta tempi precisi)

6 5 Individuazione acque di balneazione per la stagione balneare successiva 9 giorni - Deliberazione di Giunta Provinciale 5 Individuazione soggetto responsabilie potenziale contaminazione 9 giorni - Provvedimento (la 5 Diffide per inosservanza normativa/autorizzazione ambientale 9 giorni - Provvedimento (la Chiusura verifiche ispettive Sistemi di Gestione della Sicurezza aziende soggette Rischio Incidente Rilevante (RIR) 45 giorni - Provvedimento (la

AVVIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte

AVVIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte 1 Rilascio autorizzazione unica per impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti (procedura ordinaria) 150 giorni D.Lgs. n. 152/06 art. 208, LR 3/99 Per nuovi impianti e modifiche sostanziali 2 3 4 5

Dettagli

Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti

Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti FUNZIONI DEL SERVIZIO 1. Attività su bonifica dei siti contaminati Il Servizio ha il compito di emettere la certificazione di avvenuta bonifica dei siti contaminati.

Dettagli

Tempi di risposta di servizi erogati da Arpa Emilia-Romagna - Anno 2013

Tempi di risposta di servizi erogati da Arpa Emilia-Romagna - Anno 2013 Il Tempo di risposta (TR al cliente) è calcolato come tempo massimo che intercorre tra la Data di Apertura Protocollo e la Data di Chiusura Protocollo (cioè le date di registrazione a Protocollo della

Dettagli

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013 Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi D.P.R. n. 59 13 marzo 2013 Assolvimento l imposta di bollo per un importo pari ad 16 con pagamento in modo virtuale tramite ; con marche da bollo, conservata

Dettagli

DOMANDA PER L AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO ai sensi del D.P.R. 20/10/1998, n. 447, e s.s.m. ed integrazioni,

DOMANDA PER L AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO ai sensi del D.P.R. 20/10/1998, n. 447, e s.s.m. ed integrazioni, DOMANDA PER L AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO ai sensi del D.P.R. 20/10/1998, n. 447, e s.s.m. ed integrazioni, BOLLO Al SUAP del Comune di B U D R I O Il/La sottoscritto/a Nato/a a prov. il / / Nazionalità

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER LA COSTRUZIONE E L ESERCIZIO DI UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE (art. 11, D.Lgs. 115/2008)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER LA COSTRUZIONE E L ESERCIZIO DI UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE (art. 11, D.Lgs. 115/2008) Ver. 1 1 MARCA DA BOLLO Alla Provincia di Bologna Servizio Tutela Ambientale Via San Felice n.25 40122 Bologna DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER LA COSTRUZIONE E L ESERCIZIO DI UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI

PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI Principale normativa di riferimento - decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 (legge quadro, attuativa di tre direttive

Dettagli

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALL AMBIENTE DIRIGENTE DR. CLAUDIO CONFALONIERI SETTORE AMBIENTE Dr Ing. Claudia Pianello DPR n. 59 del 13.03.2013

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2014

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2014 - ANNO 2014 TIPOLOGIA TOTALE DEI DEI TOTALE COSTI DI STAFF 1 - GIURIDICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Patrimonio e Contratti Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale N. 39 9353 / 2013 (numero - protocollo / anno) OGGETTO: AUTORIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RICERCA

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO

ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO ISTRUZIONE OPERATIVA IO.SMA 07-0 Pag. 0/4 ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO INDICE 1. SCOPO... 1 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 3. PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI E DOCUMENTI...

Dettagli

Valsat Sintesi non tecnica

Valsat Sintesi non tecnica Valsat Sintesi non tecnica Pagina 1 di 7 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 3 2 CONTENUTI ED OGGETTO... 3 3 VERIFICA DI COERENZA... 4 4 ANALISI AMBIENTALI... 5 5 CONCLUSIONI... 7 Pagina 2 di 7 1 INTRODUZIONE La

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

REGOLAMENTO SPESE DI ISTRUTTORIA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (D.P.R. 59/2013) Art 1 Principi generali

REGOLAMENTO SPESE DI ISTRUTTORIA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (D.P.R. 59/2013) Art 1 Principi generali REGOLAMENTO SPESE DI ISTRUTTORIA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (D.P.R. 59/2013) Art 1 Principi generali In attuazione del disposto dell articolo 52 del D.Lgs. 446 del 15.12.1997 e successive modifiche

Dettagli

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov.

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov. Allo SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI Marca da bollo da. 16.00 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DPR 59/2013 Insediamento in Comune di Il/La sottoscritto/a: Cognome Nome nato/a

Dettagli

Area 2 Lavori Pubblici ed Infrastrutture. 05 Settore Ambiente

Area 2 Lavori Pubblici ed Infrastrutture. 05 Settore Ambiente Area 2 Lavori Pubblici ed Infrastrutture 05 Settore Ambiente dirigente: D'ATTOLI GIOVANNI codifica del servizio denominazione servizio responsabile del servizio categoria 05.1 Servizio Gestione Rifiuti

Dettagli

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti A cure dal Dott. Bernardino Albertazzi Giurista Ambientale ORGANIZZAZIONE E COORDINAMENTO A cura

Dettagli

Organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale

Organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale QUESTIONARIO FP05U - QUADRO A Elementi specifici dell'ente e del territorio A01 A02 Attività agri-zootecniche Difesa del suolo Cave e miniere A03 Impianti acque minerali e termali A04 Siti per i quali

Dettagli

Provincia di Avellino

Provincia di Avellino Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 16,00 Oppure Allegato Mod.01.Dich.Bolli Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente l A.U.A. (ai sensi di quanto previsto dall articolo

Dettagli

Attività formative 2008-2009

Attività formative 2008-2009 Attività formative 2008-2009 L attività formativa di UPI Emilia-Romagna, in essere da un paio di anni, si svolge in collaborazione con Unioncamere e Confservizi Emilia-Romagna. E stata siglata una convenzione

Dettagli

I regolamenti regionali sulle acque del 24 marzo 2006

I regolamenti regionali sulle acque del 24 marzo 2006 I regolamenti regionali sulle acque del 24 marzo 2006 Paolo Casciano Direzione Generale Reti e servizi di pubblica utilità e sviluppo sostenibile Regione Lombardia Ordine Ingg BG 26/11/2007 - ing. Casciano

Dettagli

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Sessione autunno 2009 Corsi accreditati dall ordine degli Avvocati e dal Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati @@@@@@ A cura del Dott. Bernardino

Dettagli

D.lgs. 152/06 art. 197

D.lgs. 152/06 art. 197 FUNZIONI DELLA PROVINCIA D.lgs. 152/06 art. 197 1. In attuazione dell'articolo 19 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, alle province competono: a) il controllo e la verifica degli interventi

Dettagli

Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale

Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale Sergio Ceradini Arpalazio Sezione provinciale di Roma Convegno Tutela del territorio, gestione dei rifiuti e controlli ambientali

Dettagli

Allegato Tecnico. Normativa ambientale di riferimento e adempimenti per i porticcioli turistici e i campi da golf. Autore. Direzione Scientifica ARPAL

Allegato Tecnico. Normativa ambientale di riferimento e adempimenti per i porticcioli turistici e i campi da golf. Autore. Direzione Scientifica ARPAL LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS LINEE GUIDA per La predisposizione di sistemi di gestione ambientale secondo i requisiti del Regolamento EMAS II di strutture turistiche importanti (Porticcioli Turistici e

Dettagli

AUTORIZZAZIONE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI

AUTORIZZAZIONE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI AUTORIZZAZIONE ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI La Provincia rilascia l Autorizzazione Unica alla costruzione ed all esercizio di impianti per la produzione di energia elettrica

Dettagli

VALUTAZIONE E DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI ORGANIZZATIVI DI PREVENZIONE

VALUTAZIONE E DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI ORGANIZZATIVI DI PREVENZIONE VALUTAZIONE E DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI ORGANIZZATIVI DI PREVENZIONE FASE 1 MAPPATURA DEI PROCESSI AREA DI RISCHIO Acquisizione e progressione del personale Affidamento di lavori, servizi e forniture

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA Mod.AUA_Istanza_parte-generale Al SUAP del Comune di Istanza senza contestuale richiesta di ulteriori titoli abilitativi (art.4 comma 7 del DPR 59/2013) Istanza con contestuale richiesta di ulteriori titoli

Dettagli

Provvedimento n. 588 del 10/09/2007 IL DIRIGENTE DEL SETTORE AMBIENTE E SUOLO

Provvedimento n. 588 del 10/09/2007 IL DIRIGENTE DEL SETTORE AMBIENTE E SUOLO Provincia di Ravenna settore ambiente e suolo Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 / 4 Provvedimento n. 588 del 10/09/2007 Oggetto: D.LGS. 59/05 - L.R. 21/04 DITTA CABOT ITALIANA S.P.A. AUTORIZZAZIONE INTEGRATA

Dettagli

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.)

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (P.A.S.) Comune di Cavaion Veronese Provincia di Verona Ufficio Tecnico Edilizia Privata Piazza G.Fracastoro, 8 37010 Cavaion Veronese w ww.comunec a va i on.it - edili zi aprivata@c omun ecav aion.it e dilizi

Dettagli

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente. Dipartimento di Como. della Lombardia

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente. Dipartimento di Como. della Lombardia Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Dipartimento di Como della Lombardia Presentazione Perché un documento sulla qualità dell ambiente nella Provincia di Como? Da sempre prosperità e benessere

Dettagli

Le circolari di Regione Lombardia e MATTM: primi indirizzi in materia di AUA

Le circolari di Regione Lombardia e MATTM: primi indirizzi in materia di AUA Le circolari di Regione Lombardia e MATTM: primi indirizzi in materia di AUA Roberto Esposito Regione Lombardia Pavia, 19 dicembre 2013 quadro normativo DPR n.13 marzo 2013 n.59 Regolamento AUA Pubblicato

Dettagli

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-AMB-2016-875 del 01/04/2016 Oggetto D.P.R. 13 marzo

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA PRATICA EDILIZIA n.... anno... INTERVENTO......... UBICAZIONE: località... via..., n.... IDENTIFICAZIONE N.C.T. N.C.E.U.

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

IL SISTEMA DELLE DOTAZIONI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE

IL SISTEMA DELLE DOTAZIONI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE IL SISTEMA DELLE DOTAZIONI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE Interventi programmati sui depuratori acque reflue Base: copertura della rete fognaria LEGENDA Tavola di inquadramento generale Zone di rispetto dei

Dettagli

nato/a a Prov. il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata

nato/a a Prov. il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata Allo SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI Marca da bollo da. 16.00 o Numero identificativo della stessa, in caso di trasmissione telematica DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DPR 59/2013

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI Proposta nr. 150 del 25/06/2014 - Determinazione nr. 1611 del 25/06/2014 OGGETTO: DPR n. 59/2013 Autorizzazione Unica

Dettagli

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 A- Elaborazione della documentazione: Le fasi principali sono le seguenti: a - b - Elaborazione

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza riguardi esclusivamente autorizzazioni

Dettagli

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE - AIA

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE - AIA AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE - AIA Direttiva n. 96/61/CE Le finalità: prevenire fenomeni di inquinamento ridurre l inquinamento attuale evitare di trasferire l inquinamento da un comparto all altro

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL ENERGIA E DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA AREA

ASSESSORATO REGIONALE DELL ENERGIA E DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA AREA ASSESSORATO REGIONALE DELL ENERGIA E DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA AREA 1. AREA AFFARI GENERALI Repertorio e raccolta decreti, circolari ed atti generali; Assegnazione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio Comunale N. 00 del 00/00/014 Area: AREA TECNICA Oggetto: CONTRODEDUZIONE ALLE RISERVE FORMULATE DALLA GIUNTA PROVINCIALE E ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE E APPROVAZIONE DELLA VARIANTE

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale DELIBERAZIONE N 18 DEL 31/03/2016 Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: forme di collaborazione tra la Provincia di Alessandria e il Comune di Villalvernia per avvalersi degli uffici

Dettagli

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI DEI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO UNITA' ORGANIZZATIVA PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIO Autorizzazioni di abitabilità relativa a

Dettagli

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ.

PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ. PRATICA N ANNO BOLLO PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice fiscale/partita iva, residente/ con sede in Via civ. avente titolo alla presentazione della

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014 Spazio riservato al protocollo: Spazio riservato all Ufficio: Il sottoscritto COGNOME E NOME SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014 LUOGO

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Urbanistica e Ambiente Servizio Energia proposta di massimario di conservazione e di scarto INDICE DEL MASSIMARIO CLASSE 1 CLASSE 2 CONTRIBUTI PER RISPARMIO ENERGETICO,

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A.

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. Al S.U.A.P. territorialmente competente OGGETTO: Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione...3. L applicativo di registrazione dell attività...3

SOMMARIO. Introduzione...3. L applicativo di registrazione dell attività...3 1 SOMMARIO Introduzione...3 L applicativo di registrazione dell attività...3 Processo primario EMISSIONE DI RAPPORTI TECNICI CON EMISSIONE DI PARERE: Categorie e Sottocategorie...4 La definizione degli

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento spese di istruttoria procedimenti autorizzativi in materia di tutela ambientale

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento spese di istruttoria procedimenti autorizzativi in materia di tutela ambientale PROVINCIA DI ROMA Regolamento spese di istruttoria procedimenti autorizzativi in materia di tutela ambientale Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 38 del 13/09/2010 1 ART. 1 Principi generali

Dettagli

1) Dati anagrafici richiedente autorizzazione

1) Dati anagrafici richiedente autorizzazione PROVINCIA DI PISA Documentazione tecnica ed elaborati grafici necessari al rilascio dell autorizzazione allo scarico, non in pubblica fognatura, ai sensi del Decreto Legislativo 152/06 e successive modifiche

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PROVINCIA DI LINEA DI INTERVENTO 7.1.1.2 AZIONI PER SEMPLIFICARE GLI ITER PROCEDURALI CONNESSI ALLA LOCALIZZAZIONE ED ALL OPERATIVITÀ DELLE IMPRESE (SUAP) ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI DEL POR CALABRIA FESR

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI Proposta nr. 118 del 18/05/2015 - Determinazione nr. 1167 del 18/05/2015 OGGETTO: DPR n. 59/2013 Autorizzazione Unica

Dettagli

PRIMI INDIRIZZI OPERATIVI:

PRIMI INDIRIZZI OPERATIVI: PRIMI INDIRIZZI OPERATIVI: - CAMPI DI APPLICAZIONE/COMPETENZE - SCHEMI PROCEDURALI - SISTEMA ORGANIZZATIVO 1 CAMPI DI APPLICAZIONE: Art. 1. Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento, in attuazione

Dettagli

Le procedure delle operazioni di bonifica nell ambito delle aree industriali dismesse

Le procedure delle operazioni di bonifica nell ambito delle aree industriali dismesse Le procedure delle operazioni di bonifica nell ambito delle aree industriali dismesse Decreto Legislativo 3 aprile 2006, N 152/06 Dott.ssa Raffaella Savelli Funzionario del Servizio Ambiente dell Amministrazione

Dettagli

1) Dati anagrafici richiedente autorizzazione

1) Dati anagrafici richiedente autorizzazione PROVINCIA DI PISA Documentazione tecnica ed elaborati grafici necessari al rilascio dell autorizzazione allo scarico, non in pubblica fognatura, ai sensi del Decreto Legislativo 152/06 e successive modifiche

Dettagli

Carta dei Servizi. www.pasifika.it

Carta dei Servizi. www.pasifika.it Carta dei Servizi 2014 INTRODUZIONE La presente Carta dei Servizi rappresenta una base indicativa dei servizi che Pasifika è inn grado di garantire all'impresa che volesse iniziare, modificare e/o ampliare,

Dettagli

Scheda 5.1 Iscrizione al Registro provinciale delle imprese esercenti attività di recupero dei rifiuti non pericolosi

Scheda 5.1 Iscrizione al Registro provinciale delle imprese esercenti attività di recupero dei rifiuti non pericolosi Scheda 5.1 Iscrizione al Registro provinciale delle imprese esercenti attività di recupero dei rifiuti non pericolosi SOGGETTI RICHIEDENTI Le imprese che intendono avviare l attività di recupero di rifiuti

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza riguardi esclusivamente autorizzazioni

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE

PROVINCIA DI BENEVENTO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE PROVINCIA DI BENEVENTO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE Art. 1 - Oggetto del Regolamento: 1. Il presente regolamento disciplina le procedure da seguire per

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

PROVINCIA DI UDINE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PROVINCIA DI UDINE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE COS'È L'AUA. L autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento disciplinato dal recente Decreto del Presidente della Repubblica n. 59 di data

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA Settore Ambiente

PROVINCIA DI VERONA Settore Ambiente PROVINCIA DI VERONA Settore Ambiente Verona, Determinazione organizzativa n. 27/14 del 13/02/14 Pagina 1/2 Ad Alessandra Mantovanelli al gruppo di lavoro per l'adozione dell'autorizzazione Unica Ambientale

Dettagli

Le misure del Piano Regionale di Tutela delle Acque -Collettamento e trattamento acque reflue-

Le misure del Piano Regionale di Tutela delle Acque -Collettamento e trattamento acque reflue- Le misure del Piano Regionale di Tutela delle Acque -Collettamento e trattamento acque reflue- ALESSANDRO ZUCCA Regione Autonoma FVG Direzione Ambiente ed Energia Palmanova- 19 MAGGIO 2015 Indirizzi e

Dettagli

LE COMPETENZE DELLE PROVINCIE IN EMILIA-ROMAGNA

LE COMPETENZE DELLE PROVINCIE IN EMILIA-ROMAGNA LE COMPETENZE DELLE PROVINCIE IN EMILIA-ROMAGNA Competenze delegate dalla legge nazionale (art. 197 D.lgs 152/2006): a) controllo e verifica degli interventi di bonifica e loro monitoraggio; b) controllo

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale

Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale OGGETTO: Progetto: Ampliamento dell attività di deposito preliminare Comune: Avigliana (TO) Proponente: Ecoidea Ambiente s.r.l.

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE AMBIENTE E AGRICOLTURA

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE AMBIENTE E AGRICOLTURA PROVINCIA DI FERRARA SETTORE AMBIENTE E AGRICOLTURA Atto n. 6588 del 24/10/2014 Oggetto: D.P.R. 13 marzo 2013 n 59 Società ERREDUE s.n.c. di Rimensi Luca, Rimensi Stefano & C. con sede legale nel Comune

Dettagli

ENERGIA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI

ENERGIA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI ENERGIA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI NORMATIVA la promozione dell energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell elettricità Direttiva 2001/77/CE del 27 settembre

Dettagli

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE CODICE EDILIZIA E URBANISTICA REGIONE LAZIZO INDICE DELLA MODULISTICA ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) Istruzioni per inoltrare lʹa.c.e. o lʹautodichiarazione Autodichiarazione MODULISTICA

Dettagli

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA

COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA MARCA DA BOLLO COMUNE DI BUCCIANO PROVINCIA DI BENEVENTO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Riservato all Ufficio ESTREMI DI RIFERIMENTO ARCHIVIAZIONE: Prot. Gen. Pratica Edilizia: n. del / / RICHIESTA CERTIFICATO

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO recante Norme in materia ambientale

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO recante Norme in materia ambientale SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO recante Norme in materia ambientale INDICE PARTE PRIMA DISPOSIZIONI COMUNI ARTICOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE ARTICOLO 2 FINALITA ARTICOLO 3 CRITERI PER L ADOZIONE DEI PROVVEDIMENTI

Dettagli

PROVINCIA DI ORISTANO

PROVINCIA DI ORISTANO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE O SUL SUOLO DI ACQUE REFLUE URBANE, INDUSTRIALI E DOMESTICHE AI SENSI DEL D. LGS 3 APRILE

Dettagli

Indagine sui carichi inquinanti e relativi impatti sulle acque nei bacini Olona, Seveso, Lambro e Mella

Indagine sui carichi inquinanti e relativi impatti sulle acque nei bacini Olona, Seveso, Lambro e Mella Workshop CONTRATTI DI FIUME 12 giugno 2009 Indagine sui carichi inquinanti e relativi impatti sulle acque nei bacini Olona, Seveso, Lambro e Mella ARPA Lombardia Settore Suolo, Risorse Idriche e Meteoclimatologia

Dettagli

Pianificazione, VAS e governo del territorio. Esperienze regionali a confronto VAS e pianificazione in Emilia-Romagna

Pianificazione, VAS e governo del territorio. Esperienze regionali a confronto VAS e pianificazione in Emilia-Romagna Fondazione Lombardia per l Ambiente CONVEGNO INTERNAZIONALE Pianificazione e Valutazione Ambientale Strategica Forme, esiti e prospettive di integrazione per il governo del territorio Milano, 2-3 dicembre

Dettagli

Osservatorio regionale sui rapporti tra pubbliche amministrazioni e imprese

Osservatorio regionale sui rapporti tra pubbliche amministrazioni e imprese OSSERVATORIO REGIONALE SUI RAPPORTI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E IMPRESE DELLA REGIONE SCHEDE TECNICHE 5.9 AUTORIZZAZIONE AGLI SCARICHI IDRICI 1 1. Ambito di applicazione Il D.Lgs. 152/99, modificato e integrato

Dettagli

Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone

Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone Via Trattenero 15-10053 Bussoleno (To) Tel: (+39)0122-642800 Fax: (+39)0122-642850 http://www.cmvss.it e-mail: info@cmvss.it Progettazione preliminare, definitiva

Dettagli

* * * REGIONE CALABRIA Progetto di Legge Regionale recante * * *

* * * REGIONE CALABRIA Progetto di Legge Regionale recante * * * * * * REGIONE CALABRIA Progetto di Legge Regionale recante Norme in materia ambientale * * * PARTE PRIMA Norme organizzative per uno sviluppo sostenibile nella Regione Calabria e per garantire l attuazione

Dettagli

Pianta con la disposizione delle macchine e degli impianti (layout) e l indicazione delle aree di lavorazione e di deposito

Pianta con la disposizione delle macchine e degli impianti (layout) e l indicazione delle aree di lavorazione e di deposito MODELLO CHECK LIST Il presente modello, da allegare agli elaborati progettuali, richiede al progettista di barrare sia le caselle corrispondenti alle sotto elencate tematiche, sia quelle della documentazione

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: D.LGS. 152/2006, ART. 208 - L.R. 30/87 - D.P.G.R. 01/PRES. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: D.LGS. 152/2006, ART. 208 - L.R. 30/87 - D.P.G.R. 01/PRES. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 26 NOVEMBRE 2014 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore

Dettagli

Bur n. 91 del 29/10/2013

Bur n. 91 del 29/10/2013 Bur n. 91 del 29/10/2013 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1775 del 03 ottobre 2013 D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59. Primi indirizzi in materia di autorizzazione unica ambientale (A.U.A.). [Ambiente

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Per Periti Industriali a REGGIO EMILIA CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE In collaborazione con NOTE INTRODUTTIVE AL CORSO Il PERITO INDUSTRIALE grazie a questo corso di specializzazione

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2006 - suppl. ord. n. 96) IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli

Dettagli

1 Variazioni in attività di struttura sanitaria. 1 Cessare struttura sanitaria

1 Variazioni in attività di struttura sanitaria. 1 Cessare struttura sanitaria SERVIZIO ATTIVITA' ECONOMICHE - titolo intervento Strutture Sanitarie Avviare struttura sanitaria Variazioni in attività di struttura sanitaria Cessare struttura sanitaria Ambulatorio odontoiatrico Avviare

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA Ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59 Al SUAP Del Comune di. MARCA DA BOLLO (Solo nel caso in cui l istanza riguardi esclusivamente autorizzazioni ambientali)

Dettagli

COMUNE di MONTECARLO

COMUNE di MONTECARLO S.C.I.A. n : COMUNE di MONTECARLO Provincia di Lucca Spazio riservato all ufficio DICHIARAZIONE DI ASSEVERAMENTO PER S.C.I.A. RELATIVA A INTERVENTI STRAORDINARI SUGLI IMMOBILI ESISTENTI - L.R. 24/09 Art.79

Dettagli

RINNOVO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO NELLE RETI CONSORTILI

RINNOVO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO NELLE RETI CONSORTILI RINNOVO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO NELLE RETI CONSORTILI INCONTRO TECNICO CON LE IMPRESE Venerdì 20 Aprile 2012, ore 17:00 Piano Primo Autorizzazione allo scarico nelle Reti Fognarie Consortili

Dettagli

8895 07/08/2008. Identificativo Atto N. 621 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA

8895 07/08/2008. Identificativo Atto N. 621 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA 8895 07/08/2008 Identificativo Atto N. 621 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA REGOLARIZZAZIONE DI PICCOLA DERIVAZIONE DI ACQUE SOTTERRANEE DA 3 POZZI AD USO INDUSTRIALE IN COMUNE DI CREMONA (CR).

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA

PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA oggi LIBERO CONSORZIO COMUNALE Settore X - Territorio e Ambiente TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI. ART. 35. D.Lgs. n. 33/2013 Denominazione del e Osservatorio Provinciale

Dettagli

Operazioni di smaltimento

Operazioni di smaltimento D1 Deposito sul o nel suolo (a esempio discarica) Operazioni di smaltimento D2 Trattamento in ambiente terrestre (a esempio biodegradazione di rifiuti liquidi o fanghi nei suoli) D3 Iniezioni in profondità

Dettagli

IMPIANTI PER LA COGENERAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA FONTE CONVENZIONALE

IMPIANTI PER LA COGENERAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA FONTE CONVENZIONALE IMPIANTI PER LA COGENERAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA FONTE CONVENZIONALE. ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA (Art. 11, comma 7, del Decreto legislativo 115/08

Dettagli

S.U.A.P. MEDIA E BASSA VALLESINA Ufficio Comprensoriale JESI P.zza Indipendenza, 1 Sede di

S.U.A.P. MEDIA E BASSA VALLESINA Ufficio Comprensoriale JESI P.zza Indipendenza, 1 Sede di Numero di pratica / Responsabile del Procedimento: S.U.A.P. MEDIA E BASSA VALLESINA Ufficio Comprensoriale JESI P.zza Indipendenza, 1 Sede di Data di avvio del Procedimento Spazio riservato all ufficio

Dettagli

ELENCO ELABORATI E ALLEGATI DA PRESENTARE

ELENCO ELABORATI E ALLEGATI DA PRESENTARE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER LA COSTRUZIONE E L ESERCIZIO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE ENERGETICA DA FONTE RINNOVABILE (art. 12 D.Lgs. 387/2003) ELENCO ELABORATI E ALLEGATI DA PRESENTARE Biomasse-biogas

Dettagli

Parte B: anagrafica dell azienda

Parte B: anagrafica dell azienda DOMANDA DI NUOVA AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE O AMPLIAMENTO/ADEGUAMENTO DELL'IMPIANTO AI SENSI DEL D.LGS 152/2006 Bollo 14,62 Spett.le Provincia del Medio Campidano Assessorato all Ambiente

Dettagli

CONSULENTE AMBIENTALE

CONSULENTE AMBIENTALE CON IL PATROCINIO DI: ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTE AMBIENTALE PERCORSO FORMATIVO SASSARI, via Prunizzedda 49/g 16 luglio 2014 13 dicembre 2014 Il corso ha una durata

Dettagli

Sede Operativa : Zona Industriale Due Pini Montalto di Castro (VT) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE

Sede Operativa : Zona Industriale Due Pini Montalto di Castro (VT) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE Determinazione n. B6548 del 20 dicembre 2010 OGGETTO: VALLONE S.r.l. - ai sensi dell art.208, comma 20 del e s.m.i., relativamente ad un impianto di stoccaggio e trattamento per il recupero di R.A.E.E.

Dettagli

AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica

AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica Protocollo RICHIESTA CERTIFICATO AGIBILITA n del (Riservato all Ufficio) AL COMUNE DI MOTTOLA PROVINCIA DI TARANTO Settore Urbanistica MARCA DA BOLLO 14,62 RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITÀ ai sensi dell

Dettagli