35 CAMPIONATO A.S. 2014/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "35 CAMPIONATO A.S. 2014/2015"

Transcript

1 CENTRO SPORTIVO ITALIANO Comitato di Imola REGOLAMENTO CALCIO A CAMPIONATO A.S. 2014/2015 ART. 1 - MODALITA DI PARTECIPAZIONE E QUOTE DI ISCRIZIONE 1. Il Centro Sportivo Italiano di Imola, con la collaborazione tecnica della Commissione Arbitri e Giudici di Gara del CSI di Imola organizza il 35 Campionato di Calcio a 11. Possono partecipare all attività CSI di Calcio a 11 le Società Sportive affiliate al CSI per l anno sportivo 2014/2015 e con Doppia Affiliazione CSI/FIGC (copia Affiliazione FIGC depositata per l anno sportivo 2014/2015) 2. Per i costi di partecipazione al Campionato avvalersi del Comunicato ufficiale N All atto dell iscrizione è obbligatorio compilare con esattezza, l apposito modulo. 4. Entro la data (compresa) di CHIUSURA ISCRIZIONE, apparsa ufficialmente sul Comunicato ufficiale N.01, la Società deve aver effettuato il versamento della quota di iscrizione. ART. 2 - NORME DI TESSERAMENTO 1. Tutti gli atleti, per poter prendere parte alle gare, dovranno essere tesserati per il CSI (sulla loro tessera dovrà essere segnato, fra gli sport, Calcio). Ad essi verrà rilasciato a cura del CSI, la tessera plastificata che comprende anche la copertura assicurativa contro infortuni che si dovessero verificare nel corso dell attività sportiva. 2. Il tesseramento deve essere effettuato online attraverso la prevista procedura. Il modulo di richiesta di tesseramento va compilato con esattezza, scrivendo tutti i dati. Il socio è responsabile della veridicità dei dati riportati sulla tessera. Sui moduli di tesseramento generati online e non, dovranno essere apposte le firme autografe. Si ricorda che tutti i documenti di riconoscimento debbono essere muniti di foto. Le società che fossero impossibilitate ad eseguire la procedura online, possono effettuare il tesseramento tramite il modulo cartaceo presso la sede del comitato negli orari e con i costi previsti: 1) Online 10 2) Cartaceo presso la segreteria Sulla tessera è obbligatorio apporre la foto, affinché diventi essa stessa documento valido alla identificazione. 4. Documenti di riconoscimento a) Oltre che con il loro tesseramento al CSI, i partecipanti alla gara (atleti, dirigenti, tecnici) devono comprovare all'arbitro anche la loro identità. b) Il riconoscimento dei partecipanti alla gara può avvenire con una delle seguenti modalità: - la tessera CSI con foto; - la tessera CSI senza foto; [1]

2 b1) Laddove la tessera CSI fosse senza foto, l identificazione del tesserato potrà avvenire attraverso la presentazione di uno dei seguenti documenti con foto: carta di identità, passaporto, patente di guida, porto d'armi, tessera di riconoscimento militare, tessera di riconoscimento d'una pubblica amministrazione, libretto o tessera universitaria, permesso di soggiorno, foto autenticata rilasciata dalla scuola frequentata, dal Comune di residenza o da un Notaio, tessera dell'azienda della quale si è dipendenti munita di foto e riportante i dati anagrafici. In questi casi l'indicazione del tipo e numero del documento di riconoscimento devono essere riportati nell'apposita sezione degli elenchi; b2) L identificazione del tesserato può avvenire anche mediante conoscenza personale dell'atleta da parte dell'arbitro o di uno degli arbitri o degli ufficiali di gara ufficialmente designati. In tal caso l'arbitro o l'ufficiale di gara che riconosce l'atleta, il dirigente o il tecnico, firmerà nell'elenco accanto al nome dell'interessato nello spazio riservato all'indicazione del documento di riconoscimento. Tale modalità riconoscimento è consentita solo per l attività locale. Nel caso di mancanza delle tessere CSI, l arbitro può ammettere alla partecipazione atleti, dirigenti e tecnici in forma subjudice mediante l accettazione di un autocertificazione che attesti l effettivo tesseramento al CSI di quanti sprovvisti della tessera associativa (in caso di atleta minorenne, la certificazione va sottoscritta dal dirigente responsabile maggiorenne - della Società sportiva cui l atleta stesso appartiene).in nessun caso sarà possibile ammettere alla partecipazione gli atleti, i dirigenti e tecnici di cui non si è certi dell identità personale o di quanti siano sprovvisti, oltre che della tessera CSI, del documento di identità valido e previsto dal precedente comma b1.i giocatori, anche quelli di riserva, presenti o assenti al controllo di identità, sono da inserire obbligatoriamente nell elenco da consegnare all arbitro prima della gara. Prima della gara, dovranno essere presentati all arbitro i cartellini di tutti i dirigenti ed atleti inseriti in elenco. Il reclamo di una Società avverso la posizione di uno qualsiasi dei tesserati ammessi in campo, ove presentato nei termini previsti ed accertato veritiero, comporta la perdita della gara da parte della Società in difetto e i provvedimenti disciplinari previsti avverso il dirigente responsabile della Società e il Socio inadempiente. Obbligo di partecipazione minima per i Playoff e Coppa CSI Per poter partecipare alla fase finale del Campionato (Playoff) e alla Coppa CSI un giocatore deve avere partecipato durante il campionato ad almeno 3 gare. Per partecipare si intende essere entrato in campo e aver preso parte al gioco; al termine della gara l arbitro avrà cura di segnalare sulla distinta dei giocatori, presentata da ogni società, i cambi avvenuti e i giocatori che hanno preso parte alla gara. Al termine della fase regolare ogni società riceverà dal CSI un resoconto dei propri giocatori che possono prendere parte ai Playoff del Campionato e alla Coppa CSI. Se durante i Playoff e durante la Coppa CSI verrà utilizzato un giocatore che non avrà, durante la fase regolare del campionato, raggiunto il minimo delle presenze stabilite, la società inadempiente subirà le seguenti sanzioni e ammende: Perdita della gara con il risultato di 3-0. Squalifica del Dirigente Responsabile per 4 giornate effettive di gara. Ammenda di 50. Il giocatore jolly tesserabile dopo il 28 Febbraio non ha l obbligo delle 3 presenze per potere disputare i Playoff o la Coppa CSI. Il CSI attiverà la Procedura d ufficio per le infrazioni al presente articolo. Gli atleti tesserati al CSI possono richiedere lo svincolo dalla Società sportiva d appartenenza e tesserarsi per un altra Società sportiva CSI. Le operazioni di svincolo e di ritesseramento dell atleta [2]

3 e/o dirigente possono avvenire dal 1 settembre 2014 fino al 31 gennaio 2015 data ultima entro cui compiere l intera procedura. All atto del ritesseramento, l interessato dovrà rilasciare obbligatoriamente il nulla-osta della Società di appartenenza (in originale) insieme alla tessera all Ufficio tesseramento CSI. Non è possibile effettuare, per lo stesso tesserato, più di uno svincolo nella stessa stagione sportiva. La Commissione Tecnica Unica ha deciso che il limite massimo di tesserati CSI che possono passare da una società ad un altra (entrambe partecipanti all attività CSI calcio a 11), è di 3 tesserati; previo nulla osta del Presidente della Squadra di appartenenza, con specifica della squadra nella quale l atleta andrà a giocare. E consentito il tesseramento di nuovi atleti fino al 28 FEBBRAIO Inoltre le Società sportive possono tesserare al massimo 1 atleta dal 28 FEBBRAIO 2015 al 15 MAGGIO Norme per la partecipazione all attività CSI degli atleti tesserati FIGC (Calcio a 11, Calcio a 7 e Calcio a 5) 1. Gli atleti tesserati alla FIGC (per il calcio a 11 o calcio a 5) possono giocare col CSI indistintamente a calcio a 11, a calcio a 7, a calcio a 5, tenendo conto, in ogni caso, dei limiti di partecipazione per le Categorie e Serie riportate dalle presenti Norme. Il tesseramento al CSI degli atleti federali deve effettuarsi, comunque e in ogni caso, entro il 31 dicembre di ciascun anno sportivo. Dopo la data del 31.12, non è più possibile permettere ai tesserati FIGC la partecipazione alle attività del CSI. Il predetto termine temporale resta lo stesso anche se trattasi di Società sportive in possesso di doppia affiliazione. 2. Possono tesserarsi e gareggiare per una Società del CSI gli atleti che pur tesserati con un altra Società affiliata alla FIGC: - non abbiano preso parte ad alcuna gara ufficiale federale, di qualsiasi serie o categoria, nel corso dell anno sportivo in corso (a far data dal 1 luglio); - abbiano preso parte, per il calcio a 11 maschile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali di Seconda e Terza Categoria; alle Società sportive con doppia affiliazione CSI/FIGC è consentita la partecipazione degli atleti FIGC anche della Prima categoria; - non abbiano preso parte, per il calcio a 11 femminile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali FIGC di calcio a 11 dalla Serie B in su (Serie B e A); - abbiano preso parte, per il calcio a 7 maschile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali di calcio a 11 di Seconda e Terza Categoria; alle Società sportive con doppia affiliazione CSI/FIGC è consentita la partecipazione degli atleti FIGC anche della Prima categoria; - non abbiano preso parte, per il calcio a 7 maschile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali di calcio a 5 dalla Serie B in su (Serie B e A); - non abbiano preso parte, per il calcio a 7 femminile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali FIGC di calcio a 11 dalla Serie B in su (Serie B e A); - non abbiano preso parte, per il calcio a 5 maschile, nella stagione sportiva in corso, a gare ufficiali dalla Serie B in su (Serie B e A). E altresì consentito agli atleti tesserati alla FIGC per il calcio a 11 giocare a calcio a 5 col CSI, a condizione che non abbiano preso parte a gare ufficiali federali dalla Promozione in su per l attività maschile. - Per il calcio a 5 femminile, non sussiste alcun divieto o limitazione di Serie o Categoria agonistica per la partecipazione all attività del CSI delle atlete tesserate alla FIGC. Restano invece in vigore tutte le altre disposizioni (condizioni, obblighi e vincoli) previste dall art Si specifica che: [3]

4 Per il calcio a 7 e 11 - Prendere parte a gare ufficiali si intende l effettiva entrata in campo e non la semplice iscrizione nella distinta dei giocatori (a condizione che delle sostituzioni ci sia l effettiva annotazione da parte del direttore di gara). Per il calcio a 5 (o a 7) - Prendere parte a gare ufficiali si intende la semplice iscrizione nella distinta dei giocatori (in quanto vengono effettuate sostituzioni volanti o comunque, se a gioco fermo, di esse non sia possibile un riscontro per presa annotazione dell avvenuta effettuazione da parte del direttore di gara). 3. Gli atleti tesserati alla FIGC, per partecipare alle attività del CSI, per una o più delle discipline sportive menzionate: - se trattasi di medesima disciplina sportiva (ad esempio 3 categoria nel calcio a 11 in FIGC e calcio a 11 nel CSI), non dovranno più continuare a prendere parte alle attività della FIGC, a partire dalla data di tesseramento al CSI; è consentita la partecipazione dei giocatori alla stessa attività (ad esempio 3 categoria nel calcio a 11 FIGC e calcio a 11 CSI) purché lo siano per la stessa Società sportiva CSI-FIGC, secondo quanto riportato al precedente art.2; - se trattasi di diversa disciplina sportiva (ad esempio calcio a 11 FIGC, calcio a 5 nel CSI), potranno continuare a prendere parte anche alle attività della FIGC, tenendo conto, in ogni caso, dei limiti delle Categorie e Serie riportate al precedente art Fermo restando tutte le disposizioni (condizioni, gli obblighi e i vincoli) previste dalle presenti norme, gli atleti partecipanti alle attività giovanili federali (Campionati e/o Coppe provinciali, regionali, nazionali, tornei similari dilettantistici e non) possono prendere parte all attività sportiva CSI solo se rientranti per età nelle categorie Under , Allievi e Juniores CSI, non considerando, in ogni caso, i limiti di Serie o Categoria agonistica, previsti dall art I comitati CSI, per la sola attività locale, possono prevedere, nei regolamenti delle manifestazioni territoriali, ulteriori limitazioni (e/o vincoli alla partecipazione) nei confronti degli atleti federali. In ogni caso è esclusa la partecipazione di atleti federali di Categorie e Serie tecnicamente superiori o già vietate dagli articoli precedenti. 6. In caso di violazione delle norme relative al doppio tesseramento, si applica l art. 62 del Regolamento di Giustizia sportiva CSI. Per quanto concerne eventuali provvedimenti disciplinari relativi a gare già omologate, si applica l art. 109 delle Norme dell Attività Sportiva CSI (per responsabilità oggettiva alle Società sportive) nel caso in cui un giocatore FIGC, dopo aver disputato una o più gare col CSI, giochi nuovamente una gara ufficiale FIGC (non per la medesima Società CSI-FIGC). Si applica il medesimo articolo 109 in questo caso il punto di penalizzazione viene irrogato a cominciare dal momento dell infrazione ovvero dal momento in cui l atleta si è trovato in posizione irregolare - anche nel caso in cui un tesserato CSI si tessera anche con la FIGC, disputando una o più gare (non per la medesima Società CSI-FIGC). Le norme relative al doppio tesseramento sono estese anche agli atleti che partecipano ai Campionati esteri. 7. Le sanzioni disciplinari superiori ad un mese comminate dagli Organi giudicanti della FIGC, hanno piena validità anche nel CSI; esse sono estese indistintamente alle tre discipline del calcio a 11, calcio a 7 e calcio a 5, fino allo scadere delle stesse. I tesserati FIGC (i dirigenti federali, gli arbitri, i dirigenti ed i collaboratori nella gestione sportiva della società, i tecnici) con esclusione dei calciatori possono prendere parte alle attività del CSI, fermo restando i limiti temporali di effettuazione del tesseramento al CSI (entro il di ogni anno sportivo) e che non sia stata inflitta a loro carico una squalifica superiore a 1 mese. [4]

5 Norme speciali di tesseramento e partecipazioni per gli atleti FIGC appartenenti a società con la doppia affiliazione CSI/FIGC (Norme valide nel Comitato di Imola) Le società con doppia affiliazione CSI/FIGC, premesso che possono tesserare un numero illimitato di giocatori federali, hanno però il seguente limite di giocatori FIGC che possono partecipare ad ogni gara secondo quanto segue: Società con doppia affiliazione CSI/FIGC che disputano la prima categoria FIGC possono inserire in elenco 1 atleta per ogni gara. Società con doppia affiliazione CSI/FIGC che disputano la seconda categoria FIGC possono inserire in elenco 2 atleti per ogni gara. Società con doppia affiliazione CSI/FIGC che disputano la terza categoria FIGC possono inserire in elenco 3 atleti per ogni gara. TABELLA RIEPILOGATIVA limitazioni (/ = nessuna limitazione) 1 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 (società con doppia affiliazione) 2 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 (società con doppia affiliazione) 3 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 (società con doppia affiliazione) 1 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 2 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 3 CATEGORIA FIGC CALCIO A 11 CALCIO A 5 CSI CALCIO A 11 CSI / La violazione del presente articolo prevede quanto segue : Perdita della gara con il risultato di 3-0. Penalizzazione di 1 punto in classifica. Squalifica del Dirigente Responsabile per 4 giornate effettive di gara. Ammenda di 50. ART. 3 - ETÀ DI PARTECIPAZIONE Il limite minimo di età è di 16 anni compiuti all atto del tesseramento. ART. 4 MODALITÀ PER LO SVOLGIMENTO DELLE GARE Compilazione della classifica Per ciascuna gara disputata, verranno assegnati i seguenti punti: 3 punti per ogni gara vinta 1 punto per ogni gara pareggiata 0 punti in caso di sconfitta. Se nella classifica finale (1 e 2 fase) due o più squadre avranno gli stessi punti, per determinare la squadra o le squadre che avranno diritto ad accedere alla 2 fase o ai play off, si procederà a compilare una nuova classifica tenendo presente i seguenti criteri: Classifica avulsa considerando il/i confronto/i diretto/i; Differenza reti del/i confronto/i diretto/i; La differenza reti dell intero girone (gol fatti/gol subiti) La miglior classifica conseguita nella Coppa disciplina; Sorteggio a cura della C.T.U. [5]

6 Anticipi e posticipi Eventuali richieste da parte delle società devono essere comunicate alla C.T.U. almeno 10 giorni prima della data ufficiale fissata in calendario: va utilizzato l apposito modulo disponibile presso la segreteria del CSI o sul sito ufficiale e versata la tassa di spostamento di 10. Richiesta forza pubblica Non è obbligatoria ma è consigliabile farne richiesta. Norme per la chiusura del campi Si ricorda a tutte le società che la chiusura del campo causa impraticabilità, spetta solo esclusivamente all ente proprietario del campo stesso. La comunicazione scritta della chiusura deve pervenire al CSI di Imola solo ed esclusivamente via telefonica al numero e via mail all indirizzo entro e non oltre 3 ore prima dell orario fissato per la gara. Non saranno prese in considerazione comunicazioni pervenute non nel rispetto di quanto stabilito, dopo tale termine la decisione della impraticabilità del campo spetterà al direttore di gara. Recupero gare Nel caso in cui durante il girone di andata venga rinviata tutta una giornata, questa verrà disputata completamente al termine del girone di andata. Se invece viene rinviata una singola partita, i dirigenti delle 2 squadre interessate dovranno accordarsi tra di loro ed entro 5 giorni comunicare via mail all indirizzo quando disputare la partita. Tale partita dovrà, comunque, essere disputata entro il termine ultimo dei recuperi delle gare del girone di andata. Stessa cosa vale anche per il girone di ritorno. Nel caso in cui entro i 5 giorni non venga decisa la data del recupero, questa verrà decisa d ufficio dalla C.T.U. ART. 5 FORMULA DI SVOLGIMENTO Verrà comunicata tramite apposito allegato redatto dalla C.T.U. al termine delle iscrizioni. ART. 6 SOCIETA CON PIU SQUADRE Le Società che partecipano con più squadre allo stesso Campionato dovranno presentare alla C.T.U. un elenco distinto dei giocatori delle diverse squadre prima dell inizio della manifestazione. ART. 7 DURATA DELLE GARE Le gare avranno una durata di 70 minuti in due tempi, intervallo massimo 10 minuti. ART. 8 DURATA TEMPI SUPPLEMENTARI E TIRI DI RIGORE Per le fasi finali del campionato, nelle gare dove sia previsto la determinazione di una squadra vincente, saranno previsti tempi supplementari di 10 minuti ciascuno; dopodiché in caso di ulteriore parità si procederà con i calci di rigore. [6]

7 Modalità per i tiri di rigore per determinare la squadra vincitrice (Sistema veloce): 1 Se alla fine dei due tempi di gioco supplementare le squadre fossero in parità, la vincitrice verrà designata coi tiri di rigore col sistema veloce: prima una serie di cinque, poi, se il risultato fosse ancora in parità, ad oltranza. 2 Ai tiri di rigore sono ammessi esclusivamente i giocatori presenti sul campo al momento del fischio finale, ivi compresi quelli momentaneamente assenti dal terreno di gioco col permesso dell'arbitro. 3 Il portiere infortunato a fine gara o durante il tiro dei rigori, può essere sostituito da un giocatore di riserva solo ed esclusivamente se la sua squadra non abbia effettuato il numero massimo di sostituzioni previste. 4 Durante l'esecuzione dei rigori qualunque giocatore può scambiare il ruolo con il portiere della propria squadra. 5 Se, al termine della gara e prima dell inizio dei tiri di rigore, una squadra ha un numero di calciatori maggiore di quello della squadra avversaria, deve comunicare al direttore di gara se: a) intende ridurre il numero dei giocatori per eguagliarlo all altra squadra (al capitano spetta il compito di comunicare all arbitro il nome e il numero di ciascun calciatore eventualmente escluso dai rigori); b) non intende ridurre il numero dei calciatori; in questo caso la squadra con il maggior numero di atleti utilizzerà i giocatori come stabilito al precedente comma 2. 6 Il sistema veloce prevede le seguenti procedure: a) al fischio finale i giocatori presenti sul campo si porteranno al centro del campo; b) l'arbitro, assieme ai due portieri, si reca alla porta dove si devono battere i rigori; tale porta viene individuata all'inizio della gara al momento del sorteggio; c) batte per prima i rigori la squadra che ha perso il sorteggio di inizio partita; d) i giocatori delle due squadre si avvicineranno al dischetto in maniera veloce senza preavvertire l'arbitro del turno di tiro; l'arbitro, peraltro, andrà, via via, segnando i numeri dei giocatori che tirano i rigori; e) se prima che entrambe le squadre abbiano battuto cinque tiri, una delle due avrà segnato più reti di quante potrebbe segnarne l'altra, qualora completasse la propria serie di cinque, l'esecuzione dei tiri deve cessare; f) se al termine della serie di cinque calci di rigore permanesse ancora la parità, si procederà a tirare i rigori ad oltranza fino a quando, a parità di tiri eseguiti, una delle due squadre non si venga a trovare in vantaggio; g) ciascun giocatore può battere soltanto uno dei rigori della prima serie di cinque; se si prosegue ad oltranza ciascun giocatore, compresi quelli che hanno tirato uno dei rigori della prima serie, può tirare un'altra volta soltanto dopo che tutti i suoi compagni, ivi compreso il portiere, abbiano effettuato un tiro. ART. 9 TEMPI DI ATTESA Il tempo di attesa è di 35 minuti a partire dall orario riportato sul Comunicato Ufficiale. Si precisa che la squadra deve essere pronta ad iniziare il gioco allo scadere del 35 minuto. Comunque le squadre che cominceranno in ritardo saranno multate come segue: 1 ritardo: DIFFIDA 2 ritardo: ritardo:. 20 Persistendo nei ritardi la multa aumenterà di volta in volta di. 10. [7]

8 ART. 10 ACCESSO AL CAMPO a) Le società dovranno presentare la distinta giocatori (compilata obbligatoriamente in stampatello) in triplice copia almeno 15 minuti prima dell inizio della gara; il mancato rispetto di tale tempo comporta una multa come previsto dall articolo 9 del presente regolamento. b) E fatto obbligo a tutte le società, per le partite che svolgono da ospitanti (squadra di casa) di indicare nella distinta il nominativo del dirigente responsabile e del dirigente addetto all arbitro, che potrà svolgere durante la gara anche funzione di Assistente di parte (Guardalinee). c) E fatto obbligo a tutte le società per le partite che svolgono da ospitate (squadra ospite), di indicare nella distinta il nominativo del solo dirigente responsabile che potrà svolgere durante la gara anche funzione di Assistente di parte (Guardalinee). d) Il dirigente responsabile firma obbligatoriamente la distinta, la stessa deve essere presentata dal dirigente responsabile o dal capitano al direttore di gara che se ne assumono ogni responsabilità. Al momento della consegna, il dirigente responsabile o il capitano hanno l obbligo di far registrare dal direttore di gara l ora di presentazione degli elenchi, controfirmandolo alla presenza dell arbitro. In detto elenco dovrà essere indicato il cognome, il nome e il numero di tessera CSI di ogni atleta e dirigente. e) Massimo 20 atleti. f) Un giocatore infortunato che viene soccorso dai componenti della panchina all interno del terreno di gioco, dovrà obbligatoriamente abbandonare il campo. Potrà rientrare solo con l autorizzazione dell arbitro. g) Ciascuna delle due Società deve mettere a disposizione un proprio tesserato per svolgere il compito di assistente dell arbitro di parte, riportandolo nell elenco nello spazio previsto; ai fini disciplinari la partecipazione ad una gara quale collaboratore dell arbitro di parte è equiparata a quella di calciatore. h) Qualora una delle Società non indicasse nell elenco il proprio tesserato per lo svolgimento di tale compito, l arbitro inviterà il dirigente responsabile o il capitano della squadra, ad affidare il compito di assistente dell arbitro di parte ad un dirigente o ad uno dei giocatori di riserva; in difetto o in caso di rifiuto, non darà inizio alla gara e riporterà quanto accaduto nel rapporto di gara per i conseguenti provvedimenti da parte degli Organi giudicanti. i) Qualora venissero designati, dall Organo competente, assistenti dell arbitro ufficiali, i due tesserati designati dalle rispettive Società si asterranno dallo svolgere tali funzioni. In qualsiasi momento della gara, e nei casi previsti dal Regolamento tecnico di gioco, l arbitro può chiedere alle Società partecipanti di indicare i tesserati che andrebbero a sostituire gli assistenti ufficiali. j) Sono massimo 4, tra dirigenti e tecnici, le persone autorizzati ad entrare nel recinto di gioco con il rispettivo cartellino. Ad una squadra che si presenta in campo con meno di 11 giocatori saranno applicati i seguenti provvedimenti: 1 volta: DIFFIDA 2 volta: 10 3 volta: 20 Continuando la multa sarà di 10 in aumento ogni volta. Ad una squadra che si presenta in campo con meno di 7 giocatori (numero minimo) sarà considerata rinunciataria e verrà applicato l ART.13. L elenco presentato all arbitro è da considerarsi definitivo e quindi non consente l utilizzo dei tesserati non inseriti nell elenco medesimo. E diritto del dirigente o capitano di richiedere all arbitro la visione dei cartellini della squadra avversaria. [8]

9 ART. 11 SOSTITUZIONE DEI GIOCATORI a) Durante l arco della partita si potranno sostituire, indipendentemente dal ruolo, 7 giocatori. b) Un calciatore sostituito, può rimanere in panchina o recarsi negli spogliatoi, nel caso vada negli spogliatoi non potrà più rientrare in campo, la violazione di questa norma prevede una sanzione a carico della società in misura stabilità dal Giudice Unico. c) Gli atleti o dirigenti assenti all atto del riconoscimento prima della gara, ma iscritti nella distinta giocatori presentata all arbitro, potranno comunque partecipare alla gara previa identificazione da parte del direttore di gara. Time - Out Ogni squadra, nel corso di ognuno dei due tempi di gioco, può chiedere una sospensione della durata di 2 minuti ciascuna. Tali sospensioni del gioco, possono essere richieste dall allenatore presente in panchina o, in mancanza, solo ed esclusivamente dal capitano della squadra. L arbitro concederà il time-out alla società che lo richiederà solo esclusivamente se la stessa sarà in possesso del pallone. Espulsione temporanea L espulsione temporanea viene notificata da parte del direttore di gara mediante il cartellino azzurro, ed ha la durata di 8 minuti. Ferma restando la valutazione dell arbitro sulla gravità del fallo e sulla sua punibilità con l espulsione definitiva, di norma l espulsione temporanea sostituisce a tutti gli effetti l espulsione definitiva prevista dalle Decisioni IFAB n 13 e 14 sulla Regola 12 per i seguenti falli: a) sgambetto, trattenuta o altro mezzo illecito su un avversario che, diretto a rete, non ha alcun altro avversario tra sé e la porta (con l esclusione del portiere) in grado di intervenire; b) fallo di mano volontario su un tiro diretto nello specchio della propria porta; c) fallo di mano volontario, incluso quello del portiere se fuori area di rigore, su un avversario lanciato a rete. d) per sanzionare espressioni contrarie alla morale usate in campo da atleti e dirigenti. Al termine di ogni tempo di gara le espulsioni temporanee, ancorché non completamente scontate saranno ritenute del tutto scontate, fatta eccezione laddove sono previsti tempi supplementari di gara. Il giocatore espulso temporaneamente dovrà sostare in panchina e non potrà essere sostituito fino al termine degli otto minuti. Nel caso il giocatore reo di scorrettezza meritevole di cartellino azzurro abbia già ricevuto un ammonizione semplice (cartellino giallo), lo stesso dovrà essere espulso definitivamente, trattandosi comunque di doppia ammonizione. ART. 12 DIVIETO DI PARTECIPARE A PIU GARE E fatto assoluto divieto per squadre e giocatori, di partecipare a più di una gara (attività CSI) nell arco delle 24 ore precedenti e seguenti la gara ufficiale. ART. 13 AMMENDE PER RINUNCIA ALLA GARA SENZA PREAVVISO Se la società rinuncia a disputare la gara senza preavviso, le verrà disposta la perdita della gara con il risultato di 0-3, e saranno adottati i seguenti provvedimenti: Prima rinuncia: multa di 30 un punto di penalizzazione in classifica. Seconda rinuncia: multa di 60 con un punto di penalizzazione in classifica. Terza rinuncia: esclusione della squadra dal Campionato e ritiro cauzione. [9]

10 ART. 14 RINUNCIA ALLA GARA CON PREAVVISO Se la società rinunciataria comunica, a firma di un dirigente responsabile la sua indisponibilità a prendere parte alla gara, verrà disposta la perdita della gara con il risultato di 0-3, e saranno adottati i seguenti provvedimenti: Prima rinuncia: multa di 10. Seconda rinuncia: multa di 20. Terza rinuncia: esclusione della squadra dal Campionato e ritiro cauzione. Le dichiarazioni di rinuncia alla gara verranno prese in considerazione se e solo se pervenute via mail all indirizzo entro e non oltre 3 ore prima dell orario fissato per la gara. Ritiro o esclusione dal campionato Se il ritiro o l esclusione dal Campionato avviene durante il girone di andata, vengono annullati tutti i risultati delle partite giocate; se il ritiro o l'esclusione avvengono dopo l'inizio del girone di ritorno, vengono considerate valide tutte le gare disputate fino a qual momento dalla squadra rinunciataria o esclusa; le rimanenti gare previste dal calendario saranno date vinte alla squadra avversaria con le modalità di cui al precedente art. 72 comma 1 (Regolamento Nazionale CSI Sport in Regola). La squadra rinunciataria o esclusa non verrà inserita nella classifica finale della manifestazione. ART. 15 SANZIONI DISCIPLINARI a) Ai tesserati espulsi dal campo per la stagione in corso viene applicata la norma della squalifica automatica che dovrà essere scontata nella gara immediatamente successiva. Resta salvo il diritto del giudice unico di erogare una sanzione maggiore se necessario (sanzione che verrà resa nota nel Comunicato ufficiale). b) Si precisa inoltre che, la squalifica per somma di ammonizioni, scatta alla quarta ammonizione; di seguito alla settima ammonizione (somma) scatta un altra giornata di squalifica e così di seguito scatta un altra giornata di squalifica alla nona ammonizione (somma), undicesima ammonizione (somma), ecc. e ha validità dal momento in cui viene pubblicato sul Comunicato ufficiale (fa fede la data del Comunicato ufficiale). c) Ai fini disciplinari, l espulsione temporanea (cartellino azzurro) si configura come Doppia Ammonizione e si sommano alle altre ammonizioni subite. d) Il tesserato colpito da squalifica per una o più giornate di gara dovrà scontare la sanzione nel campionato della squadra ove egli militava quando è avvenuta l infrazione che gli ha determinato il provvedimento. e) I dirigenti, i soci e gli altri interessati colpiti da provvedimenti disciplinari a termine, non possono svolgere alcuna attività sportiva nell ambito del CSI fino a quando non sia regolarmente scontata la sanzione stessa, pena l inasprimento. Agli stessi in ogni caso è precluso l accesso all interno del recinto di gioco e negli spogliatoi in occasione di gare. f) Al termine della fase regolare del Campionato o degli Spareggi le ammonizioni verranno azzerate I dirigenti (o soci) e l allenatore in caso di squalifica saranno multati secondo quanto previsto dal Massimario delle Sanzioni CSI e in base alle decisioni del Giudice Unico. g) Nella seconda fase del campionato, la squalifica per ammonizione scatterà alla terza ammonizione e successivamente ogni 2 ammonizioni. [10]

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 7-2015 CAT. OPEN MASCHILE C.U. N. 5

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 7-2015 CAT. OPEN MASCHILE C.U. N. 5 CAMPIONATO REGIONALE DI CALCIO A 7-2015 CAT. OPEN MASCHILE C.U. N. 5 1 R E G O L A M E N T O Art. 1 Partecipazione Alla fase regionale vengono ammesse per ciascuno dei tornei svolti nella regione la squadra

Dettagli

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11 COMITATO PROVINCIALE DI CAVA DE TIRRENI c/o Stadio Comunale S.Lamberti C.so Mazzini, 210 Cava de Tirreni (SA) e-mail: info@csicava.it www.csicava.it Telefax 089/461602 ANNO SPORTIVO 2015/2016 CAMPIONATI

Dettagli

Regolamento CALCIO A CINQUE 2015/2016

Regolamento CALCIO A CINQUE 2015/2016 Regolamento CALCIO A CINQUE 2015/2016 Art. 1 Regolamento tecnico di gioco 1 Le norme tecniche per il calcio a cinque della presente sezione integrano le Norme per l'attività Sportiva. 2 Fino alla pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11

REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11 REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11 Validità dei regolamenti La fase finale dei Campionati Regionali 2014 si svolge secondo quanto stabilito dal Regolamento generale pubblicato su Sport in regola -Regolamento

Dettagli

CALCIO A SETTE Art. 1 - Regolamento tecnico di gioco. Art. 2 - Categorie di età e tempi di gioco. Art. 3 - Tempo di attesa

CALCIO A SETTE Art. 1 - Regolamento tecnico di gioco. Art. 2 - Categorie di età e tempi di gioco. Art. 3 - Tempo di attesa CALCIO A SETTE Art. 1 - Regolamento tecnico di gioco 1 Le norme tecniche per il calcio a 7 della presente sezione integrano le Norme per l'attività Sportiva. 2 Per lo svolgimento del calcio a 7 nel CSI

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE

REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE A - NORME SPECIFICHE ATTIVITA Calcio11- art.1: CAMPIONATO 2013-2014 Le data di svolgimento del campionato provinciale calcio Maschile a 11: - Inizio

Dettagli

JUNIOR TIM CUP 2013. Art 8 - Giustizia sportiva La Giustizia sportiva sarà amministrata dagli Organi giudicanti CSI.

JUNIOR TIM CUP 2013. Art 8 - Giustizia sportiva La Giustizia sportiva sarà amministrata dagli Organi giudicanti CSI. JUNIOR TIM CUP 2013 IL CALCIO NEGLI ORATORI REGOLAMENTO Premessa: Il Regolamento è applicato integralmente nella fase Nazionale di JUNIOR TIM CUP 2013. Per la fase territoriale, organizzata dal CSI Milano,

Dettagli

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE

CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE CALCIO A 7 NORME DI PARTECIPAZIONE Il Comitato Provinciale della Lega Calcio UISP di Modena, indice ed organizza per la stagione sportiva 2014/2015, l attività di Campionato per le seguenti categorie con

Dettagli

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Como, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e fasce

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

Centro Sportivo Italiano Comitato di Milano REGOLAMENTI 2010/2011

Centro Sportivo Italiano Comitato di Milano REGOLAMENTI 2010/2011 CALCIO A 5 ATTIVITA' ORGANIZZATA Viene organizzata la seguente attività per la stagione 2010/2011 1) OPEN: Campionato Provinciale Eccellenza e Categoria A per atleti nati nel 1995 e precedenti 2) Torneo

Dettagli

Regolamento Campionato Nazionale calcio a 5 cat. Open Fase Provinciale

Regolamento Campionato Nazionale calcio a 5 cat. Open Fase Provinciale CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO DI NOVARA Gozzano 10-09-2014 Regolamento Campionato Nazionale calcio a 5 cat. Open Fase Provinciale Premessa Nello svolgimento dell attività sportiva del CSI in caso di

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO comitato territoriale di NAPOLI

CENTRO SPORTIVO ITALIANO comitato territoriale di NAPOLI REGOLAMENTI campiionatii proviinciiallii 2010/2011 Il Centro Sportivo Italiano di Napoli indice ed organizza la fase provinciale dei Campionati Nazionali CSI per le seguenti discipline sportive: c a l

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 5 STAGIONE SPORTIVA 2015-2016

REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 5 STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 Centro Sportivo Italiano Comitato di Frosinone Tel./Fax 0775/856710 www.csi-fr.it REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 5 STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 Il Comitato Provinciale di Frosinone indice

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 ART. 1 TESSERAMENTO 1. Ogni squadra al momento dell iscrizione dovrà indicare un Referente, che potrà essere anche un partecipante al Torneo, il quale curerà i

Dettagli

Campionato Nazionale CSI di Pallavolo - Categoria Open Misto stagione 2015/2016 -

Campionato Nazionale CSI di Pallavolo - Categoria Open Misto stagione 2015/2016 - Campionato Nazionale CSI di Pallavolo - Categoria Open Misto stagione 2015/2016 - REGOLAMENTO DELLA FASE PROVINCIALE ORGANIZZAZIONE E LIMITI DI PARTECIPAZIONE Art.1 Il Comitato Provinciale CSI di Ancona

Dettagli

Regolamento calcio 7 GABOGAS League

Regolamento calcio 7 GABOGAS League Regolamento calcio 7 GABOGAS League Il Centro sportivo Italiano comitato di Brescia organizza il campionato di calcio a 7, denominato GABOGAS League Possono partecipare tutti i gruppi sportivi, società

Dettagli

UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO

UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO UISP - LEGA CALCIO COMITATO PROVINCIALE DI GROSSETO 1 TROFEO ENZO BASTOGI dall 8 Giugno 2015 TORNEO DI CALCIO A 5 c/o CIRCOLO TENNIS ORBETELLO ASD Via Giovanni da Orbetello 2 58015 Orbetello (Gr) 0564/867539

Dettagli

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA 6 CAMPIONATO PROVINCIALE 6 COPPA UISPFC di CALCIO a 11 Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI Norme di Partecipazione e Deroghe al Regolamento Nazionale di Calcio a 11 Stagione

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

CAMPIONATI ECCELLENZA e PROMOZIONE Art.1) ORGANIZZAZIONE I comitati provinciali CSI di Firenze Pistoia - Prato indicono e le rispettive commissioni

CAMPIONATI ECCELLENZA e PROMOZIONE Art.1) ORGANIZZAZIONE I comitati provinciali CSI di Firenze Pistoia - Prato indicono e le rispettive commissioni CAMPIONATI ECCELLENZA e PROMOZIONE Art.1) ORGANIZZAZIONE I comitati provinciali CSI di Firenze Pistoia - Prato indicono e le rispettive commissioni calcio organizzano i campionati interprovinciali di calcio

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016

Stagione Sportiva 2015/2016 CAMPIONATO AMATORIALE NOTTURNO PROVINCIALE A 11 GIOCATORI OVER 40 NORME DI PARTECIPAZIONE - Regolamento ART. 1 - La Lega Calcio dell U.I.S.P. di Bergamo organizza, in collaborazione con la Associazione

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 REGOLAMENTO LIMITAZIONI campionati SERIE A Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 Sono considerati di pari livello

Dettagli

GIRLS FUTSAL CUP 2015/2016

GIRLS FUTSAL CUP 2015/2016 Centro Sportivo Italiano Comitato di Bologna Via M.E.Lepido, 196/3-40133 Bologna. Tel. 051 6417987. Fax 051 406578. www.csibologna.it - calcio5@csibologna.it Seguici su facebook.com/csibologna GIRLS FUTSAL

Dettagli

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Cosenza, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e

Dettagli

Regolamento Ufficiale

Regolamento Ufficiale TORNEO DELLE PARROCCHIE SAN GIOVANNI PAOLO II CALCIO A 5 VI^ EDIZIONE - 2015 Regolamento Ufficiale Il Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile del Vicariato di Roma, in collaborazione con l Unione

Dettagli

Regolamento PALLAVOLO 2011/2012

Regolamento PALLAVOLO 2011/2012 Regolamento PALLAVOLO 2011/2012 Art. 1 Regolamento tecnico di gioco 1 Per lo svolgimento della pallavolo nel CSI si applica il Regolamento Tecnico di gioco del CSI con le limitazioni, le esclusioni, le

Dettagli

Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS DOVERI E OBBLIGHI GENERALI

Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS DOVERI E OBBLIGHI GENERALI ASSOCIAZIONE ITALIANA CULTURA E SPORT COMITATO PROVINCIALE DI PISTOIA Via Bellaria, 35 51100 PISTOIA ( PT ) Tel. 0573-367529 - FAX 0573/34933 e-mail: pistoia@aics.it Art. 1 RISPETTO DEL REGOLAMENTO AICS

Dettagli

Regolamento Settore Calcio a 5

Regolamento Settore Calcio a 5 Regolamento Settore Calcio a 5 Vers. 03.2014-15 REGOLAMENTO TORNEO CALCIO A5 SOMMARIO Art. 1 - Partecipazione al Campionato Art. 1.1 - Organizzazione e pendenze economiche Art. 1.2 - Modalità d iscrizione

Dettagli

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari 3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016 Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari Regolamento del Torneo IL TORNEO E RISERVATO A TUTTI I GIOCATORI CHE ABBIANO COMPIUTO IL 30 ANNO DI ETA AL MOMENTO

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA P.le G. Matteotti n 9 43100 Parma Tel. 0521281226 289870 Fax 0521236626 E-mail: csi@csiparma.it http: www.csiparma.it CENTRO SPORTIVO ITALIANO Comitato

Dettagli

LEGA CALCIO UISP MONZA-BRIANZA

LEGA CALCIO UISP MONZA-BRIANZA NORME DI PARTECIPAZIONE CAMPIONATO A 11 GIOCATORI 2010-2011 a) DEFINIZIONE ATTIVITA La presente attività è dichiarata dalla Lega Calcio UISP Monza Brianza: attività ufficiale - ambito agonistico. Si articola

Dettagli

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE Piazzale Veterani dello Sport, 4 48022 Lugo (Ravenna) tel. 0545-26924 fax 0545-35665 www.uispbassaromagna.it lugo@uisp.it STRUTTURA CAMPIONATO Il campionato di Calcio a 5 2012-2013 è aperto a tutte le

Dettagli

Regolamento Calcio 2015-16

Regolamento Calcio 2015-16 Regolamento Calcio 2015-16 OPEN calcio a 11 OPEN calcio a 5 Data ultima revisione 10/09/2015 15:44:00 INDICE Regolamento Provinciale Calcio a 11 e Calcio a 5 PRESENTAZIONE ARTICOLI ATTIVITA' SPORTIVA 2015-2016

Dettagli

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 Centro Sportivo Italiano Commissione Pallavolo NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 ART. 1 ISCRIZIONE Per poter partecipare all attività organizzata dalla Commissione Pallavolo è necessario essere

Dettagli

Campionato di Calcio a 5

Campionato di Calcio a 5 Campionato di Calcio a 5 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale n 1 del 03/09/2015 U.I.S.P. - Lega Calcio Via Catenaia, 12-52100 Arezzo Tel. 0575/27095 - Fax 0575/28157 Sito Lega Calcio: www.calciouisparezzo.it

Dettagli

LEGA CALCIO UISP BERGAMO

LEGA CALCIO UISP BERGAMO REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 REGOLAMENTO ORGANICO ART. 1 - DOVERI DELLE SQUADRE E DEI TESSERATI a) Le squadre iscritte al Campionato Provinciale di Calcio a 7 hanno il dovere dell osservanza

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE

REGOLAMENTO UFFICIALE REGOLAMENTO UFFICIALE ART. 1- Durata del torneo. Il torneo avrà inizio il giorno sabato 31 MAGGIO 2014 e terminerà il giorno lunedi 02 GIUGNO 2014. L Organizzazione si riserva il diritto, per esigenze

Dettagli

REGOLAMENTO PALLAVOLO

REGOLAMENTO PALLAVOLO REGOLAMENTO PALLAVOLO STAGIONE 2009/2010 in vigore dal 1 settembre 2009 PREMESSA: Il regolamento è uno strumento atto a garantire nel migliore dei modi lo svolgimento dell attività in sintonia con le scelte

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO A.S. 2011/2012 Il Comitato Provinciale di Venezia del Centro Sportivo Italiano e del UISP, indicono per la stagione sportiva 2010/2011 il Campionato

Dettagli

CALCIO A 5 NORME DI PARTECIPAZIONE QUOTE DI ISCRIZIONE E CAUZIONE QUOTA PALESTRA DA CONCORDARE E VERSARE ALLA SOCIETÀ CHE GESTISCE L IMPIANTO.

CALCIO A 5 NORME DI PARTECIPAZIONE QUOTE DI ISCRIZIONE E CAUZIONE QUOTA PALESTRA DA CONCORDARE E VERSARE ALLA SOCIETÀ CHE GESTISCE L IMPIANTO. CALCIO A 5 NORME DI PARTECIPAZIONE Il Comitato Provinciale della Lega Calcio UISP di Modena, indice ed organizza per la stagione sportiva 2014/2015, l attività di Campionato per le seguenti categorie con

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008 Premessa allegato "A" alla delibera di G.C. n 54 del 07.04.2008 Lo spirito che darà vita al Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2008 si fonda

Dettagli

REGOLAMENTO. Squadre partecipanti Al torneo saranno ammesse 9 squadre. Ogni squadra giocherà una partita a settimana per tutta la durata del torneo

REGOLAMENTO. Squadre partecipanti Al torneo saranno ammesse 9 squadre. Ogni squadra giocherà una partita a settimana per tutta la durata del torneo REGOLAMENTO Sede, date, giorni e orari Il torneo Vamos a Madrid, organizzato dall Acsi in collaborazione con Quasi Gol, si disputerà a Milano nei seguenti centri sportivi: Masseroni 1 (Via Madruzzo 3)

Dettagli

REGOLAMENTO COPPA PRIMAVERA CALCIO A 5 - CALCIO A 7

REGOLAMENTO COPPA PRIMAVERA CALCIO A 5 - CALCIO A 7 REGOLAMENTO COPPA PRIMAVERA CALCIO A 5 - CALCIO A 7 STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 ART. 1 - FORMULA DEL CAMPIONATO Calcio a 5 Il campionato prevede gironi all italiana di Serie A2 composti da un massimo di

Dettagli

Campionato Provinciale di Calcio a 5

Campionato Provinciale di Calcio a 5 Campionato Provinciale di Calcio a 5 Annata sportiva 2015 / 2016 Il Comitato Provinciale di Arezzo del C.S.I. - CENTRO SPORTIVO ITALIANO indice ed organizza, durante la Stagione sportiva 2015 / 2016, l

Dettagli

REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014

REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014 REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014 Alla tredicesima edizione del campionato amatoriale di calcio a 5 partecipano 40 squadre che vengono suddivise per sorteggio in 4 gironi da 10 squadre che daranno vita

Dettagli

19 CAMPIONATO DRIBBLING 2009-2010 REGOLAMENTO

19 CAMPIONATO DRIBBLING 2009-2010 REGOLAMENTO 19 CAMPIONATO DRIBBLING 2009-2010 REGOLAMENTO 1)IL CAMPIONATO SI SVOLGERA AL CENTRO SPORTIVO DRIBBLING IN COLLABORAZIONE CON CASA DELLO SPORT, ART E PARQUET E ENDAS. 2)OGNI SQUADRA ISCRITTA AL CAMPIONATO

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO

CENTRO SPORTIVO ITALIANO Commissione Tecnica Calcio CSI CARPI 18 TORNEO PRIMAVERA CALCIO A CINQUE ATUTTOCAMPO.COM SERIES 1 trofeo Cav. Dott. Lauro Semellini Comunicato n 3 del 27/5/2015 COMPLETAMENTO GIRONI E FORMULA DEFINITIVA

Dettagli

CAMPIONATO SABATO QUASI GOL 2015-2016. Regolamento:

CAMPIONATO SABATO QUASI GOL 2015-2016. Regolamento: Sede, date, giorni e orari CAMPIONATO SABATO QUASI GOL 2015-2016 Regolamento: Il campionato, organizzato da ACSI in collaborazione con Quasi Gol, si disputerà a Milano nei seguenti centri sportivi: Centro

Dettagli

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it REGOLAMENTO - NORME ART. 1 SPORTING MAGI A.S.D. indice ed organizza il 2^ TORNEO di calcio a 5, per giocatori

Dettagli

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO

PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO PRINCIPI E NORME DI PARTECIPAZIONE AL TORNEO 1. Potranno partecipare ai tornei solo giocatori amatoriali. Per quanto concerne gli esterni sono esclusi tutti i tesserati FIGC di qualsiasi categoria. Potranno

Dettagli

quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento -

quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento - PARAGRAFO 1: PARTECIPANTI quarta edizione 2015 Memorial Massimo Armellini - regolamento - Il Torneo di calcio a 8 GAMING CUP è un Torneo riservato alle Società Operatrici di scommesse Eurobet, Paddy Power,

Dettagli

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP Il Comitato Regionale Umbria della F.I.G.C. indice ed organizza il 1 TROFEO PERUGIA CUP Campo Federale di Prepo R E G O L A M E N T O U F F I C I A L E STAGIONE SPORTIVA 2011/2012

Dettagli

Spett.le AIA CAN 5 Sede CIRCOLARE N. 04. CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B A Femminile - UNDER 21 Coppa Italia Supercoppa Winter Cup

Spett.le AIA CAN 5 Sede CIRCOLARE N. 04. CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B A Femminile - UNDER 21 Coppa Italia Supercoppa Winter Cup CIRCOLARE N. 04 09 settembre 2014 1068/FT/FDF Spett.le AIA CAN 5 Sede Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B A femminile Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CAMPIONATO NAZIONALE

Dettagli

COMITATO TERRITORIALE BASSA ROMAGNA

COMITATO TERRITORIALE BASSA ROMAGNA COMITATO TERRITORIALE BASSA ROMAGNA Piazzale Veterani dello Sport n. 4 48022 Lugo (Ravenna) Tel. 0545-26924 0545-030353 0545-030363 Fax 0545-35665 www.uisp.it/bassaromagna lugo@uisp.it STRUTTURA CAMPIONATO

Dettagli

Campionato di Calcio a 5

Campionato di Calcio a 5 Campionato di Calcio a 5 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale n 1 del 04/08/2014 U.I.S.P. - Lega Calcio Via Catenaia, 12-52100 Arezzo Tel. 0575/27095 - Fax 0575/28157 Sito Lega Calcio: www.calciouisparezzo.it

Dettagli

7 TORNEO DI CALCIO A 5 REGOLAMENTO

7 TORNEO DI CALCIO A 5 REGOLAMENTO 7 TORNEO DI CALCIO A 5 REGOLAMENTO ART.1 Il CRAL UNINA DELLA CONOSCENZA dell Università di Napoli Federico II indice ed organizza, con la collaborazione tecnica dell AICS C.P. Napoli, il Torneo Amatoriale

Dettagli

REGOLAMENTO 2011. Art. 1 COME ISCRIVERSI

REGOLAMENTO 2011. Art. 1 COME ISCRIVERSI REGOLAMENTO 2011 Art. 1 COME ISCRIVERSI somma di 350,00 nei seguenti modi: 1. Bonifico Bancario c.c. 2. Assegno non trasferibile intestato alla A.S.D. Stella Azzurra. 3. In contanti presso la sede in via

Dettagli

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI Premessa Lo spirito che darà vita al 47 Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2014 si fonda sul principio

Dettagli

5 MEMORIAL Dario Riva - REGOLAMENTO

5 MEMORIAL Dario Riva - REGOLAMENTO 5 MEMORIAL Dario Riva - REGOLAMENTO ARTICOLO 1 (NORME GENERALI) 1. L ASD ORATORIO OGGIONO, in collaborazione con il CSI di Lecco e con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Lecco e

Dettagli

REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015

REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015 REGOLAMENTO FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE B 2014 2015 I Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a 5 organizza la Final Eight di Coppa Italia Serie

Dettagli

CAMPIONI A MILANO. Torneo di calcio a 7 - Edizione 2015-2016. Regolamento della manifestazione

CAMPIONI A MILANO. Torneo di calcio a 7 - Edizione 2015-2016. Regolamento della manifestazione CAMPIONI A MILANO Torneo di calcio a 7 - Edizione 2015-2016 Regolamento della manifestazione Sede, date, giorni e orari Il torneo si svolgerà presso il Centro Sportivo Masseroni di Milano (via Madruzzo,

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE PREMESSA CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS La parte iniziale del regolamento è riferita alle norme di carattere generale inerenti l organizzazione dei Campionati di: Calcio a 5 maschile e femminile,

Dettagli

REGOLAMENTO LOCALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ATTIVITA CALCIO GIOVANILE

REGOLAMENTO LOCALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ATTIVITA CALCIO GIOVANILE Centro Sportivo Italiano Comitato di Alba Via Mandelli 9-12051 Alba (CN) www.csialba.it Tel. 0173.441942 - Email: csi@csialba.it C.F. 90001320044 Calcio Giovanile: calcio@csialba.it REGOLAMENTO LOCALE

Dettagli

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE C.U.S. FOGGIA A.S.D. Via Napoli, 109 71122 Foggia CHAMPIONS LEAGUE Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1 Iscrizioni. Il Campionato Champions League 2015 è aperto a tutti (universitari

Dettagli

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI Categorie e limiti di età. MICRO - MINI 2004/2005/2006/2007 PROPAGANDA 2002/2003 UNDER 15 2000/2001 UNDER 18 1997/1998/1999 LIBERA 1996 e prec. PIGIESSIADI 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO

Dettagli

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 COORDINAMENTO PROVINCIALE CALCIO A 7 OPES AREZZO INIZIO CAMPIONATO LUNEDI 12 OTTOBRE 2015. Per la stagione sportiva 2015/2016 il campionato verterà su tre fasi e segnatamente:

Dettagli

TORNEO REGIONALE GIOVANI CALCIATRICI GIOVANISSIME 7 CONTRO 7 STAGIONE SPORTIVA 2011-2012

TORNEO REGIONALE GIOVANI CALCIATRICI GIOVANISSIME 7 CONTRO 7 STAGIONE SPORTIVA 2011-2012 TORNEO REGIONALE GIOVANI CALCIATRICI GIOVANISSIME 7 CONTRO 7 STAGIONE SPORTIVA 2011-2012 REGOLAMENTO ART. 1 - TITOLO Il Comitato Regionale FIGC-LND del Friuli Venezia Giulia, d intesa con il Settore Giovanile

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 1. ISCRIZIONE AI CAMPIONATI E QUOTA DI CAMPO L iscrizione ad ogni campionato è gratuita. Le squadre che si iscrivono ad ogni singola

Dettagli

REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7

REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7 REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7 WWW.GENERAZIONECALCETTO.COM ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con

Dettagli

REGOLAMENTO 2015 / 2016

REGOLAMENTO 2015 / 2016 REGOLAMENTO 2015 / 2016 ART. 1 COMPOSIZIONE DEL CAMPIONATO Il Campionato Amatoriale è a scopo ricreativo e destinato ai soli soci maggiorenni dell A.S.D. SUMMER GAMES è composto da10 squadre, raggruppate

Dettagli

calcio Calcio a 11 1) punti conseguiti negli scontri diretti della classifica avulsa 2) maggior numero di vittorie nella classifica avulsa p.

calcio Calcio a 11 1) punti conseguiti negli scontri diretti della classifica avulsa 2) maggior numero di vittorie nella classifica avulsa p. Calcio a 11 Premessa Per lo svolgimento del Calcio a 11, si applicano i Regolamenti del CSI editi in Sport in regola e il regolamento Tecnico di gioco del Calcio a 11 della FIGC, con le limitazioni, le

Dettagli

IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA. con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA. sapcatania.it IL TORNEO DI CALCIO A 7

IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA. con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA. sapcatania.it IL TORNEO DI CALCIO A 7 IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA IL TORNEO DI CALCIO A 7 denominato Un goal per la memoria Edizione 2009/2010 (REGOLAMENTO) 1 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR

REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR REGOLAMENTO WINTER CUP 2015 2016 FINAL FOUR Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 Con riferimento al Comunicato Ufficiale n. 254 del 1 dicembre 2015, la Divisione

Dettagli

ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014

ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014 ISLAND FUN VILLAGE REGOLAMENTO CAMPIONATO 2013/2014 -TESSERAMENTO GIOCATORI I tesseramenti dei calciatori / dirigenti saranno ammessi fino al 31/12/2012 senza alcuna deroga. I giocatori che non avranno

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEI ESTIVI DI CALCIO a 7 a 11

REGOLAMENTO TORNEI ESTIVI DI CALCIO a 7 a 11 Piazza Toscanini 13, 41053 Pozza di Maranello (MO) 0536/948012 Web: www.acpozza.com e-mail: settoregiovanileacpozza@gmail.com L' A.C. POZZA 1982 organizza: Il Tornei di calcio a 11 SAMITALIA Il Tornei

Dettagli

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere.

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. REGOLA 3 - NUMERO DEI CALCIATORI 1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. 2) Procedura di sostituzione a) È

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

VI TORNEO NAZIONALE DI CALCIO DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

VI TORNEO NAZIONALE DI CALCIO DEI DOTTORI COMMERCIALISTI VI TORNEO NAZIONALE DI CALCIO DEI DOTTORI COMMERCIALISTI REGOLAMENTO I PREMESSA Articolo 1 Organizzazione Il Coordinamento dei Dottori Commercialisti per la promozione di attività sportive (Organizzatore)

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 DEL 2 OTTOBRE 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 DEL 2 OTTOBRE 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 DEL 2 OTTOBRE 2015 A. NORME GENERALI 1. Nuova edizione di Sport in Regola E pubblicata sul sito della Presidenza nazionale www.csi-net.it nell area Attività sportiva la nuova

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO A 7 OPEN MASCHILE REGOLAMENTO

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO A 7 OPEN MASCHILE REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO A 7 OPEN MASCHILE FASE PROVINCIALE REGOLAMENTO PARAGRAFO 1 : Formula di svolgimento Comitato Provinciale di Bari Corso A. De Gasperi 320 70100 Bari Tel / Fax 0805023226 csibari@tin.it

Dettagli

1 CAMPIONATO OPEN 5 STAGIONE 2013/2014 REGOLAMENTO. ASD SPORTING CLUB www.open5.it

1 CAMPIONATO OPEN 5 STAGIONE 2013/2014 REGOLAMENTO. ASD SPORTING CLUB www.open5.it Minor numero di reti globale subite; Classifica disciplina, compilata secondo le vigenti norme CSI. PARAGRAFO 2 : Tesseramento 1 CAMPIONATO OPEN 5 STAGIONE 2013/2014 ASD SPORTING CLUB www.open5.it REGOLAMENTO

Dettagli

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere La ROMA NORD CHAMPIONSHIP organizza la SERIE A, torneo di calcio a 5 infrasettimanale e serale; il torneo, che si svolgerà tutti gli anni, vuole caratterizzarsi per il livello tecnico e la serietà di tutti

Dettagli

TORNEO INTERFACOLTA 2015 CALCIO A 7

TORNEO INTERFACOLTA 2015 CALCIO A 7 CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO DI FIRENZE TORNEO INTERFACOLTA 2015 CALCIO A 7 STRUTTURAZIONE DEL TORNEO - Calcio a 7 Il torneo di calcio a 7 composto da 28 squadre, avrà uno svolgimento d incontri fra squadre

Dettagli

Primo torneo DON BOSCO CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI

Primo torneo DON BOSCO CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI L ASD Calcio Giovanile Metropolitano e la Lega Calcio Uisp di Cagliari, organizzano la 1 edizione del Mundialito Giovanile Metropolitano, al quale parteciperà una selezione di squadre della categoria Allievi

Dettagli

Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07

Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07 14 settembre 2010 1068/FDF/ar Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07 CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B UNDER 21 - Coppa Italia

Dettagli

4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE

4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE 1. CALENDARIO. 4^ CAMPIONATO AMATORIALE FRANCIGENA CUP E AVIS CUP REGOLAMENTO TECNICO UFFICIALE Il calendario ufficiale del 4 Campionato Amatoriale di calcio a 5 Francigena Cup e Avis Cup, verrà consegnato

Dettagli

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a Cinque organizza la Supercoppa stagione Sportiva 2015/2016, riservata

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 WWW.GENERAZIONECALCETTO.COM ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto

Dettagli

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016 CATTOLICA CUP 2016 TORNEO DI CALCIO A 5 MASCHILE REGOLAMENTO DEL TORNEO ART. 1 Possono partecipare al Torneo tutti gli studenti regolarmente iscritti alle Università: Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL XX TORNEO INTERNAZIONALE DI CALCIO GIOVANILE - Assemini (CA) 18 21 Giugno 2015

REGOLAMENTO DEL XX TORNEO INTERNAZIONALE DI CALCIO GIOVANILE - Assemini (CA) 18 21 Giugno 2015 REGOLAMENTO DEL XX TORNEO INTERNAZIONALE DI CALCIO GIOVANILE - Assemini (CA) 18 21 Giugno 2015 ART.1 ORGANIZZAZIONE La ASD Gioventu Assemini Calcio con sede in Assemini (CA) C.so Europa 60, organizza un

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE Piazzale Veterani dello Sport, 4 48022 Lugo (Ravenna) fax 0545-35665 tel. 0545-26924 0545-030353 0545-030363 www.uisp.it/bassaromagna lugo@uisp.it STRUTTURA CAMPIONATO Il Campionato di Calcio a 5 2014-2015

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

Csi Varese. Note aggiuntive calcio a 7 al regolamento nazionale "Sport in regola"

Csi Varese. Note aggiuntive calcio a 7 al regolamento nazionale Sport in regola Csi Varese Note aggiuntive calcio a 7 al regolamento nazionale "Sport in regola" Anno sportivo 2014/2015 CARTA DEL FAIR PLAY PRINCIPI DELLA CORRETTEZZA Qualunque sia il ruolo che svolgo nello sport, anche

Dettagli

Torneo di calcio a 5 femminile

Torneo di calcio a 5 femminile Torneo di calcio a 5 femminile REGOLAMENTO UFFICIALE 1- Denominazione e caratteristiche del torneo Il Torneo di calcio a 5 femminile è un torneo amatoriale riservato esclusivamente a squadre formate da

Dettagli