Guida alle associazioni di volontariato della provincia. Siena

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida alle associazioni di volontariato della provincia. Siena"

Transcript

1 Guida alle associazioni di volontariato della provincia Siena

2 Siena 3

3 Un tesoro inestimabile Senza volontariato più poveri e soli Quando un anno fa il Consiglio Direttivo della Delegazione di Siena ha deciso di stampare una guida di tutte le associazioni di volontariato presenti in Provincia di Siena sono stato particolarmente felice. Nell Anno Europeo del Volontariato era importante far emergere tutte le associazioni presenti nel nostro territorio, i loro volontari, il loro modo di essere e di fare e l importanza che rivestono per la nostra comunità. In questo inizio di terzo millennio, dove, purtroppo, tutto si misura con il denaro, in controtendenza con il volontariato individuale che l Unione Europea sembra proporre, vogliamo valorizzare con questo volume i comportamenti normalmente straordinari dei volontari delle associazioni organizzate e strutturate. Le organizzazioni di volontariato sono realtà che a pieno titolo fanno parte del tessuto sociale di ogni comunità, percependo e cercando di soddisfare i bisogni del territorio con largo anticipo rispetto all Ente pubblico, fenomenali antenne sensitive che di fatto hanno contribuito a creare nella nostra provincia un sistema di welfare efficiente ed efficace. Un tesoro inestimabile che dobbiamo custodire gelosamente e tramandare alle generazioni future; patrimonio di questa Provincia e testimonianza di una civiltà che si evolve senza dimenticare le proprie radici. Con la presentazione di questo volume si mettono in chiaro le associazioni di volontariato del nostro territorio con l intento di agevolare tutti noi nella loro identificazione. Un atto di trasparenza necessario ed indispensabile. Il volontariato è anche questo. Infine un ringraziamento vero e non formale a tutte le persone che si sono impegnate affinché questa guida potesse essere realizzata. Il volontariato, all interno del variegato mondo chiamato terzo, ha rappresentato e rappresenta un vitale per la tenuta democratica e sociale delle nostre comunità. Nella nostra provincia le associazioni sono state e sono tuttora un luogo insostituibile di aggregazione, di partecipazione democratica e di straordinaria esperienza di cittadinanza attiva. Hanno svolto e possono svolgere ancora un ruolo determinante per la difesa dei valori in un periodo in cui troppo spesso prevale la cultura dell omologazione, dell egoismo e dell individualismo. Proviamo ad immaginare e a chiederci come potrebbe essere la vita per la gente comune, nella nostra realtà locale, senza le associazioni. Come passeremmo il nostro tempo libero Chi organizzerebbe la vita sociale e culturale Che tipo di assistenza socio-sanitaria avremmo La risposta è facilmente intuibile, saremmo tutti più poveri e più soli. Nel territorio provinciale sono censite oltre 300 associazioni di volontariato; se a queste sommiamo quelle di promozione sociale e quelle sportive, possiamo affermare che oltre il 50% dei cittadini della nostra provincia aderiscono ad una o più associazioni. Un patrimonio inestimabile, indispensabile alla tenuta sociale e economica del nostro territorio, un patrimonio quindi che va salvaguardato e valorizzato. Con la pubblicazione di questa guida intendiamo fare una fotografia delle associazioni di volontariato presenti nella nostra provincia, le quali contribuiscono quotidianamente a costruire legami sociali; ad agire nel nostro sistema di welfare impegnandosi a promuovere opportunità positive per i cittadini e per migliorarne la qualità della vita; a fornire assistenza e aiuto intervenendo nelle situazioni di disagio e nei casi a rischio di esclusione sociale; a costruire spazi di incontro, di condivisione, di partecipazione, di promozione e garanzia di diritti di cittadinanza. Fabrizio Tofani Presidente Delegazione Cesvot di Siena Luciano Gosi Il presidente della Consulta Povinciale del volontariato 4 5

4 Fotografare la solidarietà Voglio esprimere un grande ringraziamento alla Delegazione senese del Cesvot per la realizzazione di questa guida che rappresenta uno strumento fondamentale per la conoscenza delle associazioni del territorio e fornisce un contributo importante per la valorizzazione del volontariato. Nella nostra provincia il volontariato è un attore di primo piano nelle politiche sociali del territorio perché costituisce un presidio di ascolto dei bisogni, un luogo di confronto e di iniziativa, uno strumento per l erogazione dei servizi, un veicolo per la partecipazione organizzata dei cittadini. In questa fase storica, in questi anni lacerati dai molteplici fattori di crisi che hanno investito la nostra società, il volontariato svolge l importantissima funzione di contribuire a tenere unito il tessuto delle relazioni sociali e a rafforzare il senso di una comunità solidale. Per questo motivo la presentazione delle tante associazioni di volontariato, che si caratterizzano per diverse tematiche, da quelle socio-sanitarie a quelle culturali, è la più bella fotografia del territorio senese, la fotografia della solidarietà e della coesione sociale. Un ringraziamento al Cesvot e in particolare a tutti i volontari che animano la vita delle associazioni e sono i protagonisti di questa guida. Simonetta Pellegrini Assessore provinciale al Welfare 6

5 Abbadia San Salvatore ASSOCIAZIONE RADIO CLUB AMIATA EST Via Altone Abbadia San Salvatore - cod. fisc tel protezione civile L associazione è nata 20 anni fa e raggruppava molte persone che utilizzavano la CB come mezzo di comunicazione e di svago. Con il passare del tempo l associazione si è strutturata per svolgere attività nel della protezione civile. L associazione ha partecipato alle varie emergenze nazionali degli ultimi tempi: nel 1999 a Sarno, nel 2000 l alluvione in Piemonte, nel 2002 il terremoto in Molise e nel 2009 il terremoto in Abruzzo. L associazione ha acquistato negli anni una tenda pneumatica (senza paleria per il montaggio), un fuoristrada, un rimorchio e altre attrezzature minori ma indispensabili per svolgere in modo efficace le proprie attività. Le principali attività dell associazione vengono svolte nel delle comunicazioni radio e della logistica. I volontari prestano assistenza in varie gare sportive (gare di bicicletta, moto, ecc.), flusso e deflusso dei tifosi allo stadio con relativa divisione delle tifoserie in modo che non vengano mai in contatto tra di loro, sempre sotto il controllo della polizia municipale o altre forze dell ordine. Inoltre, svolgono vari servizi in occasione di manifestazioni culturali, pali, manifestazioni religiose, sagre, manifestazioni ricreative, concerti e sfilate di moda. Effettua attività di controllo del traffico e della viabilità su strade montane per un migliore deflusso del traffico. nr. soci 36 - nr. volontari attivi 31 - presidente Giancarlo Canestri 9

6 AUSER DI ABBADIA SAN SALVATORE Via Gorizia, Abbadia San Salvatore - cod. fisc tel./fax sociale Abbadia San Salvatore L associazione nasce nel 1997 per volontà di un gruppo di donne che decidono di mettersi insieme per rendersi utili verso gli altri e in particolare per dare un aiuto ai bambini poveri del mondo. Questa esperienza ebbe inizio grazie all aiuto della CGIL che mise a disposizione i locali, dell Auser Regionale che procurò le stoffe, e di alcune volontarie che misero a disposizione le attrezzature sartoriali. Oggi nella sartoria vi sono sette macchine da cucire e prestano servizio, due volte alla settimana, venti volontarie. In 13 anni di attività sono stati confezionati oltre diecimila capi di vestiario giunti, tramite associazioni ben identificate, ai bambini del mondo che versano in condizioni di povertà. L Auser di Abbadia San Salvatore svolge attività solidali quali: confezionamento di indumenti per i bambini poveri del mondo, confezionamento di bambole Pigotte per l UNICEF, assistenza per la spesa, ritiro ricette e medicinali con consegna a domicilio per le persone sole e bisognose. AVIS COMUNALE ABBADIA S. SALVATORE P.le Michelangelo, Abbadia San Salvatore - cod. fisc tel./fax sanitario Abbadia San Salvatore L Avis comunale di Abbadia San Salvatore viene costituita nel mese di ottobre dell anno 1978 al fine di contribuire alle sempre maggiori esigenze di sangue che si manifestavano anche presso il Presidio Ospedaliero di Abbadia San Salvatore. Proprio in quel periodo, alcuni gravi incidenti avvenuti in zona sensibilizzarono enormemente l opinione pubblica sulla necessità di sangue. I 17 soci fondatori si moltiplicarono in breve tempo fino a raggiungere l attuale numero che rende l Avis di Abbadia S. Salvatore una delle sezioni più numerose della provincia di Siena. L Avis di Abbadia San Salvatore è un associazione di volontariato che ha lo scopo di promuovere la donazione di sangue in modo volontario, periodico, associato, non remunerato, anonimo e consapevole. In armonia con i propri fini istituzionali si propone di: sostenere i bisogni di salute dei cittadini favorendo il raggiungimento dell autosufficienza di sangue; tutelare il diritto alla salute dei donatori e dei cittadini che hanno necessità di sottoporsi a terapia trasfusionale; promuovere l informazione e l educazione sanitaria ai cittadini; promuovere lo sviluppo del volontariato e dell associazionismo. nr. soci nr. volontari attivi 20 - presidente Ivreo Becucci nr. soci nr. volontari attivi presidente Claudio Pacini 10 11

7 Confraternita di Misericordia di Abbadia San Salvatore Abbadia San Salvatore Via Remedi, Abbadia San Salvatore - cod. fisc p.iva tel./fax socio-sanitario ATTIVITÀ Il 25 ottobre E dell anno SERVIZI 1874 nella Chiesa di San Leonardo, sotto la presidenza del Sindaco, si svolse l assemblea che procedette formalmente alla costituzione della Confraternita e all approvazione dello statuto. Nel 1886, la confraternita fu giuridicamente riconosciuta come Ente Morale. Tra il 1923 e il 1931 fu costruita la sede storica a ridosso della Chiesa dei Remedi. Nel 1994 si è iscritta al Registro Regionale del Volontariato e qualche anno più tardi fu acquistata la nuova sede operativa in Via Po. Oggi la Misericordia di Abbadia San Salvatore esplica la propria attività nel assistenziale e sanitario con l obiettivo di rispondere ai bisogni concreti del territorio. Il servizio di emergenza (118) - h 24 - è attivo per i comuni di Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio, Castiglione d Orcia, Radicofani. La Misericordia di Abbadia San Salvatore effettua servizi di trasporto sanitario ordinario, trasporti sociali con finalità sanitarie e trasporto funebre. L associazione svolge ogni forma di intervento assistenziale e caritativo per eventi di carattere straordinario, sia locali che nazionali. A tale scopo è stato costituito presso la Fraternità un gruppo di Protezione Civile. Sono, inoltre, attivi servizi di Telesoccorso domiciliare che consentono interventi di emergenza presso il domicilio dell utente; servizi di assistenza a persone diversamente abili (progetto Buono per amico ); corsi di formazione per soccorritori e un Punto di Ascolto per il Microcredito di Solidarietà. Abbadia San Salvatore OSA-OPERATORI SCOLASTICI AMIATA Via Cavour, Abbadia San Salvatore - cod. fisc tel fax sociale, CULTURALE L associazione OSA nasce nel 1994 grazie all impegno di un gruppo di insegnanti (Operatori Scolastici Amiata). Nel corso degli anni ha svolto centinaia di attività culturali e sociali rivolte in particolare al mondo della scuola con corsi di formazione per docenti, per genitori e per persone della terza età. In tale contesto nasce la Libera Università Amiata (LUA) che ha svolto un ruolo di diffusione culturale in una zona emarginata quale l Amiata. Per superare l isolamento e inserirsi in un circuito nazionale di comunicazione sono state svolte e si svolgono attività inerenti il giornalismo, con particolare riferimento a quello scolastico, la comunicazione multimediale, in special modo video prodotti dalle scuole d Italia, e in ultimo la valorizzazione della memoria da trasmettere alle nuove generazioni attraverso il concorso nazionale Un Albero per i Nipoti Festa dei Nonni. L associazione OSA opera nell ambito socio-culturale e svolge attività quali: pubblicazione di libri inerenti il territorio e non solo; incontri-dibattito di carattere socio-culturale; concorso nazionale Penne sconosciute - Video sconosciuti; concorso nazionale Un Albero per i Nipoti e premio letterario Nonni & nipoti ; corsi di alfabetizzazione informatica per la terza età e seminari di studi su La Via Francigena e la Bibbia Amiatina; corsi di storia dell arte della Libera Università Amiata (LUA); partecipa alle iniziative per i 150 anni dell Unità d Italia e organizza visite guidate nel territorio e al Quirinale. 12 nr. soci nr. volontari nr. soci attivi - nr. volontari 53 - presidente attivi - presidente Gian Paolo Flori nr. soci nr. volontari attivi 10 - presidente Nicola Cirocco 13

8 Asciano Associazione Nirodha Via Liguria, loc. Arbia - Asciano - cod. fisc tel sociale Dal 2008 Nirodha porta avanti progetti di volontariato in Ucraina, assistendo orfani e ATTIVITÀ ragazzi di E strada SERVIZI nella regione di Odessa sul Mar Nero. Qui, a causa alle precarie condizioni economiche dopo la caduta dell URSS e alla disgregazione delle famiglie, molti ragazzi si ritrovano per le strade dovendo fronteggiare indigenza, malattie, droghe e le avverse condizioni climatiche. In Ucraina l Associazione si appoggia ad un organizzazione locale chiamata The Way Home, che gestisce un centro di accoglienza per ragazzi di strada e collabora con la ONG americana This Child Here, che opera nello stesso. L associazione Nirodha si è costituita ufficialmente nel dicembre 2009 e dal dicembre 2010 è riconosciuta come ONLUS. Negli ultimi 3 anni sono stati organizzati concerti, mostre fotografiche, cene ed altri eventi per sensibilizzare l opinione pubblica e raccogliere fondi per ragazzi di strada. Partecipa, inoltre, a campi estivi ed altre attività organizzate in Ucraina. Nirodha è un associazione di volontariato che agisce nel campo della solidarietà sociale ed ambientale. Il progetto principale è stato, fino ad oggi, quello di portare supporto a ragazzi di strada in Ucraina. Fornendo contributi finanziari e presenza sul campo, l Associazione aiuta il centro The Way Home a dare cibo, vestiti, medicine, materiale scolastico e supporto psicologico a ragazzi che vivono o che hanno vissuto in strada. Offre la possibilità di praticare volontariato attivo in Italia od in Ucraina, soprattutto con la possibilità di prendere parte al campo estivo per ragazzi. A Siena propone corsi di meditazione gratuiti per chi è interessato ad esplorare la propria mente e le cause della sofferenza. Crediamo che una mente libera e pacificata aiuti a coltivare lo spirito della solidarietà e dell altruismo. nr. soci - 90 nr. - volontari nr. volontari attivi attivi - presidente 2 - presidente Claudio Corbelli 15

9 AUSER LA LOGGETTA Asciano Via G. Mameli, Asciano - cod. fisc tel./fax sociale CENNI STORICI Il Centro Ricreativo Auser La Loggetta nasce nel 2008 ad Asciano con l obiettivo di ATTIVITÀ garantire spazi E SERVIZI di aggregazione e partecipazione alle persone anziane. Recentemente è stato attivato il Telefono Amico per andare incontro alle esigenze ed ai bisogni dei soci: spesa, accompagnamento presso ambulatori, disbrigo pratiche, ecc. L associazione, nei prossimi mesi, trasferirà la propria sede in una struttura con spazi più adeguati per lo svolgimento delle attività istituzionali. Il Centro Ricreativo Auser La Loggetta, il cui scopo è creare momenti di aggregazione per anziani soli e per dare loro possibilità di socializzazione, organizza varie iniziative sociali, culturali e ricreative. In particolare: cene sociali, gioco delle carte, tombole, lotterie di beneficenza, gite sociali. Inoltre, in collaborazione con la Polizia Municipale, ha attivato il progetto Nonni Vigili, per la sorveglianza dei passaggi pedonali in prossimità delle scuole e svolge servizi di controllo del traffico in collaborazione con le associazioni sportive. Circolo Arci I Maggio Asciano Via Martiri della Libertà, Asciano - cod. fisc p.iva tel culturale, sociale Il Circolo Arci I Maggio si configura come un luogo di aggregazione e di socializzazione ATTIVITÀ per le persone E SERVIZI adulte e anziane e rappresenta un punto di riferimento significativo per le persone che lo frequentano e per il paese stesso. Infatti, il Circolo è impegnato a progettare le sue attività sia a favore dei propri associati e familiari sia con l obiettivo di coinvolgere altre associazioni e gruppi informali del territorio. Le attività che vengono svolte dal Circolo Arci riguardano in particolar modo la ricreazione e la socialità tra le persone. Vengono organizzati tornei di gioco di carte, tombole, cene sociali a tema (la cena dell olio, la cena del fungo, ecc), gite sociali, raduni sportivi amatoriali, feste di Carnevale e di Natale per i bambini. In particolare, l associazione è impegnata nell organizzazione della festa annuale del I Maggio (in onore al nome del circolo medesimo) della durata di circa una settimana, dove vengono messe in atto iniziative sportive, cene, lotterie, iniziative politiche e culturali, passeggiate alla scoperta del territorio del comune di Asciano. nr. soci nr. nr. volontari soci - nr. attivi volontari 15 - presidente attivi - presidente Gino Francini nr. soci nr. volontari - nr. volontari attivi attivi - presidente 40 - presidente Ducci Bari 16 17

10 GRUPPO CANI UTILITà E SOCCORSO Asciano Via P. Togliatti, Asciano - cod. fisc tel gcus.sitiwebs.com - AMBIENTALE CENNI STORICI Nel 1998, nella zona di Chiusi, nasce l associazione denominata Gruppo Cani Utilità e ATTIVITÀ Soccorso. Iscritta E SERVIZI all Albo Regionale del Volontariato e di Protezione Civile, inizia subito la formazione di Unità Cinofile. Nel 2001 il gruppo si trasferisce ad Asciano dove, grazie alla passione e all interessamento di Mario Polloni, viene sottoscritta una convenzione con il comune per un area da destinare all addestramento dei cani. Vengono organizzati numerosi corsi di educazione cinofila, sia di base che avanzati, e continua l attività di protezione civile partecipando sia ad esercitazioni che ad interventi di ricerca nei territori di Rapolano Terme, Montepulciano e Siena. Nel 2007, a seguito della prematura scomparsa del presidente, l associazione sospende le proprie attività. Nel 2008 elegge il nuovo consiglio che porta avanti alcuni progetti tra i quali la manifestazione La festa del cane, in memoria di Mario Polloni, e corsi di educazione cinofila. GRUPPO DONATORI DI SANGUE FRATRES DI ASCIANO Corso Matteotti, Asciano - cod. fisc tel sanitario Asciano Il Gruppo viene fondato il 24 maggio dell anno 1965 per iniziativa della Venerabile Confraternita di Misericordia e S. Chiodo di Asciano. Nell anno 1968 il Gruppo Fratres ottiene l autonomia gestionale ed amministrativa. Successivamente, viene iscritto al Registro Regionale del Volontariato e viene firmata la convenzione tra Fratres e USL 30 di Siena. L associazione è attiva nella donazione di sangue ed è passata dalle 24 donazioni del 1965 alle 99 del 1990 fino ad arrivare nell anno 2010 a 426 donazioni. Il Gruppo è composto da: 401 donatori attivi, 41 donatori non attivi, 125 donatori benemeriti, 174 soci sostenitori e 31 donatori di midollo osseo. Il Gruppo Cani Utilità e Soccorso dal 2008 organizza per l ultima domenica di maggio La festa del cane, manifestazione che vede per un giorno in passerella cani di razza e meticci. In collaborazione con l Enpa sarà realizzato un progetto, aperto alle scuole primarie e medie dell Istituto Comprensivo S. Pertini di Asciano, che prevede la realizzazione di elaborati grafici e scritti sul tema Vita da Cani. L iniziativa ha l obiettivo di portare nelle scuole, con l ausilio di veterinari ed educatori cinofili, la conoscenza del cane e far capire, amare e rispettare il miglior amico dell uomo. Inoltre, l associazione gestisce un area giochi per i cani aperta ai propri soci. 18 nr. soci 20 - nr. nr. volontari soci - nr. attivi volontari 5 - presidente attivi - presidente Moira Polloni nr. soci nr. volontari attivi presidente Luciano Duchini 19

11 PUBBLICA ASSISTENZA DONATORI DI SANGUE DI CASTELNUOVO SCALO Via Scalo, Asciano - cod. fisc tel SOCIALE ATTIVITÀ L associazione E SERVIZI è nata nel 1990 grazie all impegno di alcuni soci. Essa rappresenta una piccola comunità che ha contribuito alla creazione di un centro sociale e sportivo nonché di un ambulatorio medico. Asciano La Pubblica Assistenza Donatori di sangue di Castelnuovo Scalo collabora costantemente con la Pubblica Assistenza di Taverne d Arbia. Essa fornisce un servizio di accompagnamento alle visite mediche per le persone bisognose, organizza iniziative per bambini ed anziani. L associazione, inoltre, si occupa del coordinamento e della gestione dei singoli donatori per indirizzarli alla donazione di sangue. Socialmente Arbia Asciano Viale Toscana s.n.c loc. Arbia - Asciano - cod. fisc p.iva tel SOCIALE Il è la data di nascita di questa realtà aggregativa costituita da 4 associazioni ATTIVITÀ che opera in E SERVIZI un territorio particolare poiché costituito da 4 frazioni di 3 differenti comuni: Siena, Asciano e Castelnuovo Berardenga. AVIS di Taverne, Gruppo Sportivo Arbia 83, Misericordia di Taverne d Arbia e Pubblica Assistenza di Taverne d Arbia hanno voluto questa realtà per rispondere unitariamente alle necessità della popolazione ed in particolare per gestire le strutture adibite ad impianti sportivi ed il Centro Civico denominato Il Prato. L associazione organizza attività aggregative per le varie fasce sociali della popolazione. Per i più piccoli il centro sociale mette a disposizione, gratuitamente, una sala per le attività ludiche. Nella ex struttura del bocciodromo un gruppo di appassionati di modellismo ha realizzato delle piste per far correre modellini di automobili. Nel campetto polivalente decine di ragazzi partecipano alle gare di calcetto o pallacanestro. Nella palestra, grazie all attività del Gruppo Sportivo Arbia 83, un centinaio di ragazzi e ragazze svolgono attività di pallavolo e di basket, mentre gruppi di adulti che allenano per partecipare a campionati di amatoriali di basket e a corsi di pattinaggio. L associazione, inoltre, offre l opportunità ai meno giovani di partecipare a corsi di ginnastica motoria e, nel loro tempo libero, di giocare a carte presso il centro civico. nr. soci nr. nr. volontari soci - nr. attivi volontari 15 - presidente attivi - presidente Marzia Covati nr. soci - 4 nr. - nr. volontari attivi attivi - presidente presidente Franco Sodi 20 21

12 Asciano VENERABILE CONFRATERNITA DI MISERICORDIA E S. CHIODO DI ASCIANO Via Barna, Asciano - p.iva tel./fax socio-sanitario, protezione civile Fondata nel 1844 dalla fusione di due Confraternite con decreto del Vescovo Pialcaini, vide approvato il primo statuto il 18 dicembre 1864 e fu riconosciuta come IPAB nel Nel 1857 ricevette in dono dalla famiglia Vegni la Chiesa di Sant Agostino con l obbligo di officiare in perpetuo. Nel 1863 ebbe inizio la costruzione del nuovo cimitero, il cui muro di cinta fu ultimato nel 1864, mentre le prime 17 cappelle furono completate nel Nel 1865 fu fondato il Gruppo donatori di sangue Fratres, che oggi gode di autonomia statutaria e istituzionale. Nel 2002 è stata inaugurata la nuova sede in via Barna 4. L associazione possiede 5 ambulanze, 2 mezzi attrezzati, 1 mezzo per la protezione civile ed 1 autovettura con i quali svolge in convenzione con la AUSL 7 di Siena, servizi di emergenza, sanitari, sociali, di zona e servizi di tipo privato. In media, annualmente, vengono effettuati circa tremila viaggi coprendo la quasi totalità dei bisogni del Comune d Asciano. Inoltre, la Confraternita svolge, in regime di gratuità, servizi sociali quali supporto spesa e accompagnamento persone sole. nr. soci nr. volontari attivi presidente Cecilia Butini 22

13 Buonconvento AUSER DI BUONCONVENTO Piazza A. Gramsci, Buonconvento - cod.fisc tel SOCIALE L Auser di Buonconvento è nata nell anno 2006 grazie all iniziativa di alcuni cittadini di Buonconvento. L inizio è stato un po travagliato ma dopo vari incontri con le altre associazioni locali e con l Amministrazione Comunale, l Auser ha cominciato ad operare dando un sostegno ai bisognosi e soprattutto alle fasce più deboli della società, come quella degli anziani, fornendo alcuni servizi che nel 2006 mancavano ai cittadini di Buonconvento. Non è mancato il contributo delle Banche locali e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. L Auser di Buonconvento si è concentrata nel far funzionare il Centro, inattivo da qualche anno, attraverso un apertura nelle ore pomeridiane e effettuando varie attività: dalle tombole alle feste e ai pranzi, dal gioco delle carte alla lettura di giornali e libri. L Associazione collabora all organizzazione delle feste del Comune e una volta l anno programma una gita culturale. Dopo aver acquistato una macchina, l Auser di Buonconvento fornisce ai soci un servizio di trasporto per visite mediche ospedaliere e private, per andare a messa e al cimitero, per svolgere pratiche amministrative e per fare la spesa. L Associazione ha stretto un intenso rapporto di collaborazione con i soci dell Auser di Cesena, con i quali ci sono costanti scambi di pareri, esperienze e idee, in vista di un futuro gemellaggio. nr. soci nr. volontari attivi 15 - presidente Mario Bari 25

14 CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI BUONCONVENTO Via Soccini, 15/ Buonconvento - cod.fisc tel fax socio-sanitario Buonconvento Le prime Confraternite risalgono al tredicesimo secolo, mentre la Misericordia di Buonconvento è stata costituita nel L associazione ha sempre avuto la stessa caratterizzazione ed è molto radicata nel tessuto sociale; è riconosciuta ed apprezzata dai cittadini cattolici e laici come movimento di marcata utilità sociale, sostanzialmente per i propri e peculiari scopi istituzionali che ha svolto e continua a svolgere. La dedizione e l affezione all Ente morale sono facilmente percepibili e riscontrabili nella comunità buonconventina. Vanta dal 2005, all interno dell Oratorio di San Sebastiano, delle sale espositive dette Patrimonio e Testimonianza, dove sono raccolte tutte le memorie della Confraternita dalla nascita ad oggi. PUBBLICA ASSISTENZA DI BUONCONVENTO Piazza A. Gramsci, Buonconvento - cod. fisc P. iva tel./fax sociale Buonconvento L associazione è nata il 12 novembre 1964 e si è formalmente costituita il 6 settembre E iscritta all Albo Regionale del Volontariato dal 29 settembre L associazione svolge servizi sociali, trasporti sociali per le famiglie bisognose e per disabili, servizi di fisioterapia, raccolta e donazione di sangue. La Confraternita svolge un esercizio di opere di misericordia e carità senza scopo di lucro in collaborazione con ogni pubblico potere ed autorità. In particolare l associazione effettua servizi di trasporto sanitario con ambulanze, trasporto sociale e sociosanitario con mezzi attrezzati ed autovettura, trasporti funebri, aiuti verso persone indigenti e attività nel della protezione civile. Tutte le attività sono svolte, come da Statuto, senza fini commerciali. 26 nr. soci nr. volontari attivi 15 - presidente Enzo Barontini nr. soci nr. volontari attivi 15- presidente Michele Bindi 27

15 Casole d Elsa ASSOCIAZIONE AMICI DI SABATINO Piazza della Libertà, Casole d Elsa - cod. fisc tel sociale L associazione è nata nel giugno del 2010 per volontà di un gruppo di cittadini casolesi ATTIVITÀ che nel 2009 E SERVIZI hanno perso a causa di un melanoma un loro caro amico. Per ricordarlo l associazione si propone di raccogliere fondi per la ricerca contro questo tipo di cancro. La raccolta di fondi finora è stata realizzata grazie all organizzazione di cene nelle varie frazioni del comune durante il periodo estivo e nel centro storico di Casole nel mese di febbraio. L associazione sta avviando, inoltre, un programma di monitoraggio di tutta la popolazione del comune di Casole per la prevenzione del melanoma, grazie alla collaborazione della Clinica Dermatologica di Siena e dei tre medici di famiglia presenti nel territorio. Si tratta di un progetto pilota che in base ai risultati potrà essere applicato anche in altre realtà. Ad oggi, i fondi raccolti hanno permesso di prendere in comodato d uso tre i-phone, muniti ciascuno di un handy scope acquistato dall associazione, i quali saranno messi a disposizione dei medici di famiglia. Sono stati realizzati volantini informativi affissi nei vari ambulatori del comune. nr. soci nr. volontari - nr. volontari attivi attivi - presidente 10 - presidente Luciano Stoppo 29

16 ASSOCIAZIONE CASOLE INSIEME Casole d Elsa Via del Pacchierotto Casole d Elsa - cod. fisc tel Settore Sociale CENNI STORICI Da circa due anni l associazione Casole Insieme ha coinvolto un numero sempre crescente ATTIVITÀ di giovani. E Grazie SERVIZI all impegno dei nuovi associati è stato possibile organizzare attività diverse da quelle tradizionali ed ampliare i servizi in occasione di manifestazioni sportive e fieristiche. La partecipazione nel 2010 alla IX edizione della Fiera dell Alberaia, in collaborazione con le istituzioni locali ed altre realtà associative, ha riscosso molto successo tra i cittadini. L associazione Casole Insieme svolge attività di assistenza presso la Residenza di Casole da oltre quindici anni. L associazione organizza attività aggregative e di socializzazione rivolte alle persone anziane quali feste, tombole e cene. Offre un servizio di accompagnamento per passeggiate in paese, per visite mediche e un servizio di assistenza ospedaliera. ASSOCIAZIONE ECOMUSEO BORGO LA SELVA Casole d Elsa Podere La Casa, Monteguidi Casole d Elsa - cod. fisc tel./fax ambientale L associazione nasce nel 2009 per fondare un Ecomuseo tra i Comuni di Casole d Elsa e ATTIVITÀ Radicondoli E con SERVIZI centro al Borgo La Selva, nell omonimo bosco. L associazione porta avanti il progetto di far impiantare i meravigliosi percorsi didattici per non-vedenti, realizzati nel 2007 e mai messi a disposizione della comunità. Nel frattempo svolge attività didattica nelle scuole su temi ecologici ed ecomuseali. Scopo dell associazione resta quello di realizzare un patto tra la popolazione e il territorio in cui essa vive, che è la definizione stessa di ecomuseo. L Associazione Ecomuseo Borgo La Selva svolge attività didattica nelle scuole; percorsi guidati; didattica ed attività per non vedenti; promuove la conoscenza e la valorizzazione degli antichi saperi locali. nr. soci - nr. volontari attivi nr. - soci presidente 42 - nr. legale volontari nr. soci attivi - nr. volontari 12 - presidente attivi - presidente Giordano Risani nr. soci - 6 nr. - nr. volontari attivi attivi - presidente 2 - presidente Stella Sonnino 30 31

17 ASSOCIAZIONE KATIUSCIA PER LA LOTTA CONTRO LE LEUCEMIE Casole d Elsa Podere Liggiano, Casole d Elsa - cod. fisc tel./fax CENNI SETTORE STORICI SOCIALE ATTIVITÀ L Associazione E SERVIZI Katiuscia per la lotta contro le leucemie nasce nel mese di giugno 2001, ad un anno dalla prematura scomparsa, a causa di questa terribile malattia, della giovane Casolese della quale prende il nome. L associazione prende vita in seguito alla volontà di Katiuscia, che aveva espressamente chiesto di impegnarsi per combattere quel male che a lei non aveva dato scampo, di salvare o migliorare la vita di coloro che dopo di lei ne fossero stati colpiti. Per esaudire questo desiderio e ricordarla nel migliore dei modi, la famiglia ed i numerosi amici hanno dato vita a questa associazione di volontariato che ha come scopo la raccolta di fondi da destinare al reparto di Ematologia dell Ospedale di Santa Maria alle Scotte di Siena. I volontari organizzano ogni anno dei buffet, soprattutto nel periodo pre-natalizio e a fine primavera, con prodotti tipici. Altri fondi provengono da donazioni di privati cittadini. Quanto raccolto viene usato secondo le direttive del Reparto di Ematologia del Policlinico di Siena diretto dal Prof. Lauria. La nostra associazione ha acquistato per il suddetto reparto piccoli arredi, PC con stampante e fax, borsa termica per trasporto di cellule staminali emopoietiche. L associazione ha, inoltre, finanziato borse di studio per ricercatori e contribuito a dotare il reparto di Ematologia di Certificazione ISO 9001:2000 di idoneità per l attività diagnostica e terapeutica specialistica finalizzata al trapianto di cellule staminali emopoietiche. Confraternita di Misericordia di Casole d Elsa Casole d Elsa Piazza della Libertà, Casole d Elsa - cod. fisc tel./fax: SOCIALE Già nel 1341 la Confraternita aveva costruito la Chiesa di S. Croce a Casole d Elsa. ATTIVITÀ Non sono stati E SERVIZI ritrovati documenti precedenti che possano testimoniare le attività della Confraternita nel territorio circostante. Svolge da sempre attività di assistenza agli ammalati e ai pellegrini e il trasporto dei defunti al cimitero. La beneficenza ai bisognosi è poi una delle costanti iniziative intraprese. Tra alterne vicende prosegue ininterrottamente la sua attività nei vari secoli successivi, vivendo periodi di grande vitalità nel Seicento e nel Settecento. Nel 1872 trasforma la sua ragione sociale in Compagnia della Croce e della Misericordia per poi arrivare all attuale denominazione sociale. Da allora ha continuato e ampliato notevolmente le sue iniziative costituendo nel corso dei secoli una vera e propria Istituzione nella storia e nella vita odierna del Comune di Casole d Elsa. La Confraternita di Misericordia di Casole d Elsa svolge i servizi tradizionali delle Misericordie quali trasporti sanitari ordinari e trasporti sociali. I confratelli effettuano attività assistenziale e di socializzazione rivolta alle persone anziane e diversamente abili. L associazione promuove e compie opere di beneficenza, gestisce il cimitero e sostiene le famiglie in situazioni di difficoltà economica mediante erogazioni in denaro, pagamento bollette e spese alimentari. nr. soci 60 - nr. volontari nr. soci attivi - nr. volontari 60 - presidente attivi - presidente Tamara Lapucci nr. soci nr. volontari - nr. volontari attivi attivi - presidente 20 - presidente Giancarlo Liti 32 33

18 CORO FRANCESCO BIANCIARDI Casole d Elsa Piazza della Libertà, Casole d Elsa - cod. fisc tel./fax SETTORE CULTURALE CENNI STORICI Il Coro Francesco Bianciardi è intitolato all omonimo musicista nato a Casole d Elsa nel ATTIVITÀ 1572 e morto E SERVIZI a Siena nel Anche se tale denominazione è relativamente recente, il coro esiste dagli inizi del 900 ed è una delle istituzioni musicali più antiche di tutta la provincia di Siena esistenti ancora oggi. Attualmente mantiene una formazione a quattro voci (soprani, contralti, tenori, bassi) ed è diretto dal Maestro Maurizio Cabibbo. Il Coro opera nel territorio di Casole d Elsa e della provincia di Siena ed è composto da volontari ed appassionati di musica e canto. Il suo repertorio comprende musica sacra e musica profana. Oltre a prestare servizio liturgico nelle funzioni più importanti della collegiata di Casole d Elsa, organizza regolarmente concerti e rassegne come il Concerto di Primavera ed il Concerto di Natale, ormai divenuti tradizioni del comune di Casole. Partecipa inoltre a manifestazioni e rassegne corali esterne. Nel settembre 2007 ha organizzato il convegno Francesco Bianciardi: musica rinascimentale in Toscana per celebrare il 400 anniversario della morte del musicista. GRUPPO DONATORI SANGUE FRATRES DI CASOLE D ELSA Casole d Elsa Piazza della Libertà, Casole d Elsa - cod. fisc tel sanitario Il gruppo nasce nel 1970 e da sempre è stato impegnato nella promozione e nella ATTIVITÀ donazione E di SERVIZI sangue. Nel corso degli anni, sebbene non siano mancate fasi in cui si sia registrato un calo delle donazioni, l associazione si è consolidata nella situazione attuale consociandosi all Associazione Nazionale dei Gruppi donatori di sangue Fratres delle Misericordie d Italia. Le principali attività dell associazione sono rivolte alla promozione e alla donazione di sangue intero e plasmaferesi. nr. soci 18 - nr. volontari nr. attivi soci - 18 nr. - volontari presidente attivi Amedeo - presidente Giancaspro nr. soci nr. volontari - nr. volontari attivi attivi - presidente presidente Franco Franchi 34 35

19 Casole d Elsa SOCIETÀ ARCHEOLOGICA VALDELSA Piazza della Libertà, Casole d Elsa - cod. fisc tel fax CULTURALE L associazione è nata nel 1965 ed ha perseguito come primo scopo quello di aprire un antiquarium per la conservazione di alcuni reperti etruschi rinvenuti nel territorio; nel 1968 a Casole venne inaugurato un primo piccolo museo archeologico. Successivamente, ci sono stati altri ritrovamenti e l associazione ha operato per la salvaguardia dei siti archeologici conosciuti nel territorio. Nel 1996 il Comune ha aperto il nuovo Museo Archeologico, ampliato poi nel 2001 e nel Negli ultimi anni il lavoro è stato rivolto al restauro delle ceramiche etrusche, sotto la diretta sorveglianza della Soprintendenza Archeologica, ed alla raccolta di donazioni, che hanno portato al Museo di Casole oltre 300 nuovi reperti archeologici. Attualmente, l associazione è impegnata nella realizzazione di un catalogo di una della collezioni ricevute in donazione. Nel corso degli anni la Società Archeologica Valdelsa ha organizzato corsi di restauro di ceramica etrusca con personale della Soprintendenza Archeologica di Firenze, eventi e mostre. Da circa dieci anni organizza giornate didattiche per gli alunni delle scuole dell obbligo, visite guidate gratuite ai siti archeologici ed al museo, partecipa attivamente ogni anno alle Notti dell Archeologia. L associazione contribuisce, inoltre, alla sorveglianza dei siti archeologici ed alla gestione del Museo Archeologico. 36 nr. soci 52 - nr. volontari attivi 11 - presidente Marco Bezzini

20 Castellina in Chianti ASSOCIAZIONE EMILIO SERENI-ISTITUTO CULTURALE DI RICERCHE INTERDISCIPLINARI Piazza del Comune, Castellina in Chianti - cod. fisc tel CENNI STORICI culturale ATTIVITÀ L AES è nata E nel SERVIZI novembre del 2005 dalla volontà dei soci fondatori di concorrere attivamente ai processi di sviluppo di comunità, contribuendo alla realizzazione di progetti che intervengono sulla crescita della formazione individuale e collettiva (life long learning) e promuovendo la condivisione dei saperi e delle competenze. In questo senso si è scelto di intitolare l associazione allo studioso Emilio Sereni, in quanto espressione di un modello di cultura al servizio della società. Le principali iniziative fin qui realizzate dall AES sono: la partecipazione nel 2009 al bando INFEA (Progetto Archivio Mario Sprugnoli); la collaborazione tra il 2010 e il 2011 alla realizzazione di iniziative culturali nell ambito del Il dì di festa promosso da Unicoop Firenze; la promozione nel 2011 della manifestazione +633slm Domeniche nel Chianti a Poggio la Croce, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e il patrocinio della Provincia di Siena e del Comune di Radda in Chianti. L associazione promuove e realizza, anche in collaborazione con altre associazioni di volontariato, istituti culturali e professionisti del, azioni progettuali ed attività in tre diversi ambiti inerenti la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico: la ricerca e la documentazione; la fruizione (attività didattiche e di animazione, eventi, gestione spazi culturali, ecc.); la divulgazione (redazione e pubblicazione di materiale informativo e didattico, progettazione e gestione di siti web, progettazione e realizzazione di filmati, ecc.). Dal 2011 promuove e gestisce in accordo con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, il programma di ricerca e promozione del sito archeologico di Poggio la Croce nel comune di Radda in Chianti. nr. soci - 4 nr. - nr. volontari attivi attivi - presidente 4 - presidente Marzio Cresci 39

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli