TUSCIA WEB. 11 aprile Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TUSCIA WEB. 11 aprile 2012. Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza"

Transcript

1

2

3 TUSCIA WEB 11 aprile 2012 Cronaca - Olivicoltori Vetralla e del Consorzio valori e Sapori della Tuscia al forum dell'agricoltura di Piacenza Due cooperative viterbesi al Qui da noi - Due cooperative viterbesi rappresenteranno il Lazio al Qui da noi, il business forum dell agricoltura, appuntamento organizzato dal marchio collettivo delle cooperative agricole di Confcooperative. L incontro si terrà domani, 12 aprile, a Piacenza. A partire dalle 9,30 al campus Agroalimentare G. Raineri G. Marcora. Si tratta della Olivicoltori Vetralla e del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia rappresentate da Pietro Carloni, Francesco Reali e Paolo Ruggeri. Bruna Rossetti, presidente Confcooperative Viterbo Una giornata fondamentale durante la quale si confronteranno oltre sessanta cooperative provenienti da tutta Italia per 151 punti vendita e più di 10mila soci in tutto. Un momento spiega Bruna Rossetti, presidente di Confcooperative Viterbo per conoscersi e condividere idee, esperienze di marketing e valutare la possibilità di interscambio dei prodotti per migliorare qualità e competitività. Le due cooperative contano 454 soci. La Cooperativa Olivicoltori di Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia dop, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia.

4 La giornata di domani conclude la Rossetti sarà anche l occasione per continuare a promuovere il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e la sua cultura costruendo al tempo stesso nuovi e importanti sbocchi commerciali. Tenendo ben presente che acquistare un prodotto cooperativo significa innanzitutto condividerne i valori di solidarietà e responsabilità propri di una cooperativa: soggetto di inclusione e coesione sociale che valorizza persone, ambiente, sapori e tradizioni.

5 ON TUSCIA 11 aprile 2012 Due cooperative viterbesi rappresentano il Lazio al Qui da noi VITERBO (m) Due cooperative viterbesi rappresenteranno il Lazio al Qui da noi, il business forum dell agricoltura, prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo delle cooperative agricole di Confcooperative. L incontro si terrà domani (12 aprile) a Piacenza. A partire dalle 9.30 presso il Campus Agroalimentare G. Raineri G. Marcora. Si tratta della Olivicoltori Vetralla e del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia rappresentate da Pietro Carloni, Francesco Reali e Paolo Ruggeri. Una giornata fondamentale durante la quale si confronteranno oltre 60 cooperative provenienti da tutta Italia per 151 punti vendita e più di 10 mila soci in tutto. Un momento spiega Bruna Rossetti (foto), Presidente di Confcooperative Viterbo per conoscersi e condividere idee, esperienze di marketing e valutare la possibilità di interscambio dei prodotti per migliorare qualità e competitività. Le due cooperative contano 454 soci. La Cooperativa Olivicoltori di Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. La giornata di domani conclude la Rossetti sarà anche l occasione per continuare a promuovere il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e la sua cultura costruendo al tempo stesso nuovi e importanti sbocchi commerciali. Tenendo ben presente che acquistare un prodotto cooperativo significa innanzitutto condividerne i valori di solidarietà e responsabilità propri di una cooperativa: soggetto di inclusione e coesione sociale che valorizza persone, ambiente, sapori e tradizioni.

6 OCCHIO VITERBESE 11 aprile 2012 Due cooperative viterbesi rappresentano il Lazio al ''Qui da noi'', il business forum dell'agricoltura Due cooperative viterbesi rappresenteranno il Lazio al Qui da noi, il business forum dell agricoltura, prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo delle cooperative agricole di Confcooperative. L incontro si terrà domani (12 aprile) a Piacenza. A partire dalle 9.30 presso il Campus Agroalimentare G. Raineri G. Marcora. Si tratta della Olivicoltori Vetralla e del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia rappresentate da Pietro Carloni, Francesco Reali e Paolo Ruggeri. Una giornata fondamentale durante la quale si confronteranno oltre 60 cooperative provenienti da tutta Italia per 151 punti vendita e più di 10 mila soci in tutto. Un momento spiega Bruna Rossetti, Presidente di Confcooperative Viterbo per conoscersi e condividere idee, esperienze di marketing e valutare la possibilità di interscambio dei prodotti per migliorare qualità e competitività. Le due cooperative contano 454 soci. La Cooperativa Olivicoltori di Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell'accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. La giornata di domani conclude la Rossetti sarà anche l occasione per continuare a promuovere il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e la sua cultura costruendo al tempo stesso nuovi e importanti sbocchi commerciali. Tenendo ben presente che acquistare un prodotto cooperativo significa innanzitutto condividerne i valori di solidarietà e responsabilità propri di una cooperativa: soggetto di inclusione e coesione sociale che valorizza persone, ambiente, sapori e tradizioni.

7 NEW TUSCIA 11 aprile 2012 DUE COOPERATIVE VITERBESI RAPPRESENTANO IL LAZIO AL QUI DA NOI, IMPORTANTE BUSINESS FORUM DELL'AGRICOLTURA PIACENZA - Due cooperative viterbesi rappresenteranno il Lazio al Qui da noi, il business forum dell agricoltura, prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo delle cooperative agricole di Confcooperative. L incontro si terrà domani (12 aprile) a Piacenza. A partire dalle 9.30 presso il Campus Agroalimentare G. Raineri G. Marcora. Si tratta della Olivicoltori Vetralla e del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia rappresentate da Pietro Carloni, Francesco Reali e Paolo Ruggeri. Una giornata fondamentale durante la quale si confronteranno oltre 60 cooperative provenienti da tutta Italia per 151 punti vendita e più di 10 mila soci in tutto. Un momento spiega Bruna Rossetti, Presidente di Confcooperative Viterbo per conoscersi e condividere idee, esperienze di marketing e valutare la possibilità di interscambio dei prodotti per migliorare qualità e competitività. Le due cooperative contano 454 soci. La Cooperativa Olivicoltori di Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell'accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. La giornata di domani conclude la Rossetti sarà anche l occasione per continuare a promuovere il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e la sua cultura costruendo al tempo stesso nuovi e importanti sbocchi commerciali. Tenendo ben presente che acquistare un prodotto cooperativo significa innanzitutto condividerne i valori di solidarietà e responsabilità propri di una cooperativa: soggetto di inclusione e coesione sociale che valorizza persone, ambiente, sapori e tradizioni.

8 TUSCIA WEB 14 aprile 2012 Agricoltura - Le cooperative hanno partecipato alla manifestazione "Qui da noi" per promuovere i propri prodotti I sapori della Tuscia protagonisti a Piacenza - Un esperienza che aprirà nuovi canali di commercializzazione per l agricoltura viterbese. Le cooperative viterbesi in mostra a "Qui da noi" A dichiararlo sono Pietro Carloni e Paolo Ruggeri della cooperativa olivicoltori Vetralla e Francesco Reali del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia di ritorno dal Qui da noi, il business forum dei negozi agricoli di vendita diretta svoltosi a Piacenza il 12 aprile. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio delle tipicità italiane di qualità: vini Doc e Igt, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica. La Cooperativa Olivicoltori e il Consorzio, oltre 450 soci in tutto, sono state inoltre le uniche due cooperative a rappresentare il Lazio al prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo di Confcooperative. La olivicoltori Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia Dop, oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell accorciare la filiera, avvicinare il

9 produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. Una giornata fondamentale ha detto la presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti durante la quale si sono confrontate circa 70 cooperative che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia). Un occasione per continuare a promuovere anche il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e cultura. Abbiamo esposto e fatto conoscere i nostri prodotti spiegano Carloni, Ruggeri e Reali e preso contatti con realtà importanti per individuare sbocchi commerciali su tutta Italia. Un esperienza molto positiva per la nostra agricoltura. La vendita diretta ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell intera filiera produttiva. Cooperative molto diverse tra loro ha aggiunto si sono incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d Italia abbiamo voluto gettare le basi per rafforzare i punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema. Tra il 2009 ed il 2011 ha evidenziato infine Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto Qui da noi i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattiero-casearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi.

10 NEW TUSCIA 14 aprile 2012 QUI DA NOI PIACENZA: SUCCESSO PER LE COOPERATIVE VITERBESI VITERBO - Un esperienza che aprirà nuovi canali di commercializzazione per l agricoltura viterbese. A dichiararlo sono Pietro Carloni e Paolo Ruggeri della Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Francesco Reali del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia di ritorno dal Qui da noi, il business forum dei negozi agricoli di vendita diretta svoltosi a Piacenza il 12 aprile. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio delle tipicità italiane di qualità: vini Doc e Igt, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica. La Cooperativa Olivicoltori e il Consorzio, oltre 450 soci in tutto, sono state inoltre le uniche due cooperative a rappresentare il Lazio al prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo di Confcooperative. La Olivicoltori Vetralla ( fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia ( nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell'accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. Una giornata fondamentale ha detto la Presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti durante la quale si sono confrontate circa 70 cooperative che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia). Un occasione per continuare a promuovere anche il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e cultura. Abbiamo esposto e fatto conoscere i nostri prodotti spiegano Carloni, Ruggeri e Reali e preso contatti con realtà importanti per individuare sbocchi commerciali su tutta Italia. Un esperienza molto positiva per la nostra agricoltura. La vendita diretta ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell intera filiera produttiva. Cooperative molto diverse tra loro - ha aggiunto si sono incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d Italia abbiamo voluto gettare le basi per rafforzare i punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema. Tra il 2009 ed il 2011 ha evidenziato infine Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto QUI DA NOI - i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattiero-casearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi.

11 ON TUSCIA 14 aprile 2012 Business Forum Qui da Noi : grande apprezzamento per le cooperative viterbesi VITERBO (c) Un esperienza che aprirà nuovi canali di commercializzazione per l agricoltura viterbese. A dichiararlo sono Pietro Carloni e Paolo Ruggeri della Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Francesco Reali del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia di ritorno dal Qui da noi, il business forum dei negozi agricoli di vendita diretta svoltosi a Piacenza il 12 aprile. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio delle tipicità italiane di qualità: vini Doc e Igt, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica. La Cooperativa Olivicoltori e il Consorzio, oltre 450 soci in tutto, sono state inoltre le uniche due cooperative a rappresentare il Lazio al prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo di Confcooperative. Una giornata fondamentale ha detto la Presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti durante la quale si sono confrontate circa 70 cooperative che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia). Un occasione per continuare a promuovere anche il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e cultura. Abbiamo esposto e fatto conoscere i nostri prodotti spiegano Carloni, Ruggeri e Reali e preso contatti con realtà importanti per individuare sbocchi commerciali su tutta Italia. Un esperienza molto positiva per la nostra agricoltura. La vendita diretta ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell intera filiera produttiva. Cooperative molto diverse tra loro ha aggiunto si sono incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d Italia abbiamo voluto gettare le basi per rafforzare i punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema. Tra il 2009 ed il 2011 ha evidenziato infine Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto Qui da Noi i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattierocasearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi.

12 VITERBO NEW aprile 2012 ''Qui da noi'' : successo per il Viterbese Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Consorzio Valori e Sapori della Tuscia VITERBO - Un esperienza che aprirà nuovi canali di commercializzazione per l agricoltura viterbese. A dichiararlo sono Pietro Carloni e Paolo Ruggeri della Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Francesco Reali del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia di ritorno dal Qui da noi, il business forum dei negozi agricoli di vendita diretta svoltosi a Piacenza il 12 aprile. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio delle tipicità italiane di qualità: vini Doc e Igt, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica. La Cooperativa Olivicoltori e il Consorzio, oltre 450 soci in tutto, sono state inoltre le uniche due cooperative a rappresentare il Lazio al prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo di Confcooperative. La Olivicoltori Vetralla, fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia, nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell'accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. Una giornata fondamentale ha detto la Presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti durante la quale si sono confrontate circa 70 cooperative che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia). Un occasione per continuare a promuovere anche il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e cultura. Abbiamo esposto e fatto conoscere i nostri prodotti spiegano Carloni, Ruggeri e Reali e preso contatti con realtà importanti per individuare sbocchi commerciali su tutta Italia. Un esperienza molto positiva per la nostra agricoltura. La vendita diretta ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell intera filiera produttiva. Cooperative molto diverse tra loro - ha aggiunto si sono incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d Italia abbiamo voluto gettare le

13 basi per rafforzare i punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema. Tra il 2009 ed il 2011 ha evidenziato infine Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto QUI DA NOI - i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattiero-casearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi.

14 VITERBO OGGI 14 aprile 2012 ''Qui da noi'': successo per il Viterbese Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Consorzio Valori e Sapori della Tuscia VITERBO - Un esperienza che aprirà nuovi canali di commercializzazione per l agricoltura viterbese. A dichiararlo sono Pietro Carloni e Paolo Ruggeri della Cooperativa Olivicoltori Vetralla e Francesco Reali del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia di ritorno dal Qui da noi, il business forum dei negozi agricoli di vendita diretta svoltosi a Piacenza il 12 aprile. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio delle tipicità italiane di qualità: vini Doc e Igt, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica. La Cooperativa Olivicoltori e il Consorzio, oltre 450 soci in tutto, sono state inoltre le uniche due cooperative a rappresentare il Lazio al prestigioso appuntamento organizzato dal marchio collettivo di Confcooperative. La Olivicoltori Vetralla, fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia, nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell'accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. Una giornata fondamentale ha detto la Presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti durante la quale si sono confrontate circa 70 cooperative che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia). Un occasione per continuare a promuovere anche il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e cultura. Abbiamo esposto e fatto conoscere i nostri prodotti spiegano Carloni, Ruggeri e Reali e preso contatti con realtà importanti per individuare sbocchi commerciali su tutta Italia. Un esperienza molto positiva per la nostra agricoltura. La vendita diretta ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell intera filiera produttiva. Cooperative molto diverse tra loro - ha aggiunto si sono incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d Italia abbiamo voluto gettare le basi per rafforzare i

15 punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema. Tra il 2009 ed il 2011 ha evidenziato infine Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto QUI DA NOI - i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattiero-casearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Nata nel 1957, l'associazione Nazionale delle Cooperative Agroalimentari

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Evento IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Roberta Callieris Roma, 16 Dicembre 2010 1 : 85 Campione : 17 Summer Fancy Food: 16 Aree di provenienza degli espositori (%) Summer Fancy Food I fatturati

Dettagli

Analisi economica del settore agricolo

Analisi economica del settore agricolo LE FILIERE BIOLOGICHE IN LOMBARDIA Analisi economica del settore agricolo Alessandro Banterle Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Dettagli

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani DIPARTIMENTO POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Viale Vincenzo Verrastro, 10-85100 Potenza ass_agricoltura@regione.basilicata.it tel. 0971668710 fax 0971668731 L ASSESSORE Potenza lì 05/05/2014 MATERA 2019

Dettagli

Il biologico in Sardegna

Il biologico in Sardegna Quaderno della Il biologico in Sardegna 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione ASAB Sardegna associa produttori e trasformatori biologici, tecnici e consumatori; ha nei suoi compiti

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLA QUALITA AGROLIMENTARE DEL GAL ALTA TUSCIA *

SISTEMA INTEGRATO DELLA QUALITA AGROLIMENTARE DEL GAL ALTA TUSCIA * SISTEMA INTEGRATO DELLA QUALITA AGROLIMENTARE DEL GAL ALTA TUSCIA * 1. Premessa Fin dalla fase di ideazione e elaborazione del Piano di Azione Locale Alta Tuscia il tema della qualità, intesa non solo

Dettagli

Il biologico in Toscana

Il biologico in Toscana Quaderno della Il biologico in Toscana 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione CTPB - Coordinamento Toscano Produttori Biologici - e un associazione nata nel 1983 a Firenze per iniziativa

Dettagli

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo CASE STUDY Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo Emilio Chiodo Il settore vitivinicolo in Abruzzo Il settore vitivinicolo riveste un importanza rilevante nell economia Abruzzese, così

Dettagli

Agricoltura Sociale: Presente e Futuro

Agricoltura Sociale: Presente e Futuro Agricoltura Sociale: Presente e Futuro Armanda Romano Resp. CPI IVREA Andrea Ardissone Presidente - Consorzio Copernico 18 Novembre 2010 Cascina Praie Cascina Praie Agricoltura Sociale Integrazione tra

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

MARCHI DI TUTELA PROGETTO SCUOLA 21. Vimercate, Dicembre 2014. Docente: Elisabetta Castellino

MARCHI DI TUTELA PROGETTO SCUOLA 21. Vimercate, Dicembre 2014. Docente: Elisabetta Castellino MARCHI DI TUTELA Vimercate, Dicembre 2014 Docente: Elisabetta Castellino MARCHI DI TUTELA 1/4 Nel patrimonio agroalimentare italiano possiamo annoverare oltre: 400 Formaggi 250 Salumi 800 Vini 120 conserve

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

rassegnastampa link alla rassegna stampa coldiretti completa http://www.coldiretti.it

rassegnastampa link alla rassegna stampa coldiretti completa http://www.coldiretti.it Coldiretti TORINO rassegnastampa 19 febbraio 2014 quotidiani indice coldiretti coldiretti news Commercio estero, Coldiretti, agroalimentare record, +5% export regione e provincia rassegna stampa coldiretti

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

- 6 - PROGETTI EDUCATIVI

- 6 - PROGETTI EDUCATIVI Progetto di educazione alimentare Il progetto A SCUOLA CON GUSTO consiste in una serie di interventi (tre oppure quattro, a seconda del percorso formativo) da effettuarsi in classe. L intento generale

Dettagli

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO Produzione Superficie agricola nel Comune di Milano: 49,2% (8.948 ettari) nel 1955 21,9% ( 3.988 ettari) nel 1999 19% (3.448 ettari) nel 2012 Distretti agricoli: 1 distretto

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

La programmazione integrata delle filiere agro alimentari

La programmazione integrata delle filiere agro alimentari DIREZIONE OPERE PUBBLICHE ECONOMIA MONTANA E FORESTE La programmazione integrata delle filiere agro alimentari nelle aree LEADER del Piemonte Torino, 27 novembre 2014 1 PSR 2007 2013 ASSE IV LEADER 13

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Meeting. Gli alimenti cultura del vivere

Meeting. Gli alimenti cultura del vivere Meeting Gli alimenti cultura del vivere Annibale Feroldi Direttore BMTI S.c.p.a. Nuove competenze professionali e nuovi modelli di vendita dei prodotti nei Paesi esteri 8 maggio 2015 PREMESSA SALUTI...

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 18 24 giugno 2012 numero 1/12 6 luglio 2012 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE L andamento dei prezzi al dettaglio nella settimana compresa tra il 18-24 giugno, rispetto

Dettagli

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton

L organizzazione delle filiere biologiche italiane. Roberto Pinton L organizzazione delle filiere biologiche italiane Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2 associazioni

Dettagli

L esperienza della Regione Marche. Il Marchio QM

L esperienza della Regione Marche. Il Marchio QM L esperienza della Regione Marche. Il Marchio QM Vincenzo Siniscalco Regione Marche Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca Fermo, 18 marzo 2013 Legge regionale n. 23 del 10/12/2003 interventi per il

Dettagli

Il ruolo delle persone nell innovazione del processo produttivo alimentare. A cura del presidente Giovanni Fileni

Il ruolo delle persone nell innovazione del processo produttivo alimentare. A cura del presidente Giovanni Fileni Il ruolo delle persone nell innovazione del processo produttivo alimentare A cura del presidente Giovanni Fileni IL GRUPPO FILENI OGGI Presente sul mercato dal 1970, il Gruppo Fileni è il terzo produttore

Dettagli

SISTEMA PUGLIA. Il settore agroalimentare pugliese

SISTEMA PUGLIA. Il settore agroalimentare pugliese SISTEMA PUGLIA Il settore agroalimentare pugliese Le aziende agricole presenti nella regione Puglia sono 352.510, pari al 13,59% delle aziende agricole presenti in tutta Italia. La regione è la seconda

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

VirtualZero: rende Trasparente una Filiera Agroalimentare

VirtualZero: rende Trasparente una Filiera Agroalimentare VirtualZero: rende Trasparente una Filiera Agroalimentare VirtualZero by Il primo Prodotto-Servizio ICT sul Mercato capace di: mostrare con trasparenza ai Consumatori come, dove, quando e da chi i beni

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Costituzione dell'enoteca/elaioteca regionale.

Art. 1 Finalità. Art. 2 Costituzione dell'enoteca/elaioteca regionale. Regione Puglia L.R. 29 luglio 2008, n. 20 (1). Costituzione dell'enoteca/elaioteca regionale. (1) Pubblicata nel B.U. Puglia 1 agosto 2008, n. 124. Art. 1 Finalità. 1. La Regione Puglia promuove la costituzione

Dettagli

TURISMO ENOGASTRONOMICO IN BASILICATA. Angelo Bencivenga, FEEM Milano, 9 ottobre 2015

TURISMO ENOGASTRONOMICO IN BASILICATA. Angelo Bencivenga, FEEM Milano, 9 ottobre 2015 TURISMO ENOGASTRONOMICO IN BASILICATA Angelo Bencivenga, FEEM Milano, 9 ottobre 2015 TURISMO ENOGASTRONOMICO IN BASILICATA: introduzione La ricerca nasce da una proposta condivisa con il Dipartimento Agricoltura,

Dettagli

Il biologico in Puglia

Il biologico in Puglia Quaderno della Il biologico in Puglia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione Consorzio Puglia Natura è un consorzio cui aderiscono sia imprese agricole e agroalimentari sia consumatori

Dettagli

Carta di qualità per la rete d imprese

Carta di qualità per la rete d imprese Carta di qualità per la rete d imprese L esposizione internazionale EXPO è un opportunità unica ed irripetibile per l economia dei nostri comuni che da secoli sono protagonisti nella produzione del patrimonio

Dettagli

REGIONE TOSCANA Angela Crescenzi Settore Produzioni agricole vegetali

REGIONE TOSCANA Angela Crescenzi Settore Produzioni agricole vegetali INCONTRO TECNICO SULLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE DEI PRODOTTI AGRICOLI La situazione delle Indicazioni Geografiche in Toscana e ruolo della Regione Toscana nel sostegno e nello sviluppo delle IG dei prodotti

Dettagli

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Newsletter n.2 La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Presentazione In questa seconda newsletter che accompagna il percorso formativo della nostra Comunità montana sulle opportunità offerte

Dettagli

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Distretto Rurale Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Introduzione I principali riferimenti normativi per l individuazione, l istituzione e la disciplina dei distretti agricoli sono: - A livello

Dettagli

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview Agenda Granarolo in breve La storia, i valori Company overview Business overview Financial overview 2 Il Gruppo in breve Fondato nel 1957, il Gruppo Granarolo oggi conta: 1.600 dipendenti, 7 stabilimenti

Dettagli

ANSA VINO:COOPERATIVE,CORSA PREZZI (FINO +50%), CONFRONTO CON GDO

ANSA VINO:COOPERATIVE,CORSA PREZZI (FINO +50%), CONFRONTO CON GDO ANSA VINO:COOPERATIVE,CORSA PREZZI (FINO +50%), CONFRONTO CON GDO (ANSA) - ROMA, 10 NOV - Lievita il prezzo del vino in bottiglia: oggi il costo di un vino base o un Igt e' aumentato in media dal 30 al

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PREMESSA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 10 Agricoltura, Caccia e Pesca MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FIERA : RASSEGNA ENOGASTRONOMICA GOLOSARIA DI MILANO 2014 MILANO - DAL 15 AL 17 NOVEMBRE 2014 L'Assessorato

Dettagli

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Andamento di operatori e superfici in Italia 1990-2013 Biologico in Italia al 31/12/2013 n. operatori: 52.383 SAU: 1.317.177 ha 1993-2013: dati MiPAAF; elaborazioni:

Dettagli

Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione

Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione Legnago, 04/12/2015 dr.ssa Alessandra Scudeller Sezione Competitività Sistemi Agroalimentari 1 La POLITICA EUROPEA dei PRODOTTI DI QUALITÀ, fa

Dettagli

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA Franchising TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA 2 Indice P a g. Presentazione 5 Esperienza 7 Metodo 9 Garanzia della qualità 9 F r e s c h e z z a d e i p r o d o t t i 11 Utilizzo del

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

SPACCIO LOCALE PER LA VENDITA DIRETTA DEI PRODOTTI DELLA MONTAGNA FIORENTINA

SPACCIO LOCALE PER LA VENDITA DIRETTA DEI PRODOTTI DELLA MONTAGNA FIORENTINA SPACCIO LOCALE PER LA VENDITA DIRETTA DEI PRODOTTI DELLA MONTAGNA FIORENTINA DISCIPLINARE DI PARTECIPAZIONE Il presente protocollo definisce le modalità di partecipazione al progetto Spaccio locale per

Dettagli

I prodotti biologici e la filiera corta

I prodotti biologici e la filiera corta Regione Siciliana Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari Dipartimento regionale degli interventi infrastrutturali per l agricoltura Istituto Nazionale di Economia Agraria I prodotti

Dettagli

Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario

Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario Panel agroalimentare Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario Novembre 2006

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Il Progetto di Confindustria per competere in rete Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale

Dettagli

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative Il confidi nazionale della cooperazione italiana Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative chi siamo Cooperfidi Italia è il confidi nazionale della cooperazione italiana ed è sostenuto da Agci,

Dettagli

agricoltura e nuovo welfare,rete nazionale per lo sviluppo solidale dei territori 7 marzo 2013 - Padova

agricoltura e nuovo welfare,rete nazionale per lo sviluppo solidale dei territori 7 marzo 2013 - Padova La campagna che non ti aspetti agricoltura e nuovo welfare,rete nazionale per lo sviluppo solidale dei territori 7 marzo 2013 - Padova Il forum nazionale AS 300 aderenti tra questi: 70 cooperative sociali

Dettagli

Il biologico in Sicilia

Il biologico in Sicilia Quaderno della Il biologico in Sicilia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione AGRINOVA e una cooperativa agricola di produttori e tecnici agronomi ed ha come scopo sociale la diffusione

Dettagli

Osservatorio SANA 2012

Osservatorio SANA 2012 Osservatorio SANA 2012 A cura di: Evento organizzato da: In collaborazione con: I CONSUMI ALIMENTARI BIOLOGICI DI FRONTE ALLA CRISI ECONOMICA I risultati dell indagine di Nomisma Fabio Lunati - Silvia

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

INFORMATIVA PROGETTO

INFORMATIVA PROGETTO INFORMATIVA PROGETTO WWW.UNMONDOBIOLOGICO.COM PRESENTAZIONE PROGETTO UN MONDO BIOLOGICO AGRICOLTURA E NATURA SI INCONTRANO, PER CREARE SINERGIA! Buongiorno a tutti, chi vi scrive queste righe di presentazione

Dettagli

BRONTE TECNICO DEI SERVIZI TURISTICO-RICETTIVI BRONTE 8 200 OPERATORE DI VINIFICAZIONE BRONTE 8 200 TECNICO COMMERCIALE - MARKETING BRONTE 8 200

BRONTE TECNICO DEI SERVIZI TURISTICO-RICETTIVI BRONTE 8 200 OPERATORE DI VINIFICAZIONE BRONTE 8 200 TECNICO COMMERCIALE - MARKETING BRONTE 8 200 Nell ambito del programma Garanzia Giovani ti proponiamo l elenco dei percorsi di "Formazione mirata all'inserimento lavorativo" presentati dall IRIPA - SICILIA ed inseriti nel Catalogo dell'offerta Formativa

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

rassegna stampa quotidiani

rassegna stampa quotidiani 21 febbraio 2015 rassegna stampa quotidiani coldiretti news coldiretti Inflazione, Coldiretti, fiammata prezzi verdure con +6,8%; Milleproroghe, Coldiretti, bene proroga patenti agricole provincia e regione

Dettagli

Problemi di coordinamento nelle. Organizzazioni dei Produttori. attività agro-industriali: le. Lezione 9

Problemi di coordinamento nelle. Organizzazioni dei Produttori. attività agro-industriali: le. Lezione 9 Lezione 9 Problemi di coordinamento nelle attività agro-industriali: le Organizzazioni dei Produttori 1 Le proposte delle leggi di orientamento (I) Nel Dlgs 228/2001, i soggetti sono: al livello centrale

Dettagli

Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015

Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015 Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015 In occasione di Expo 2015, Confagricoltura ha scelto per il suo fuori Expo una magnifica location nel cuore di Milano:

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

agroalimentare I trimestre 2014

agroalimentare I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare La bilancia commerciale agroalimentare I trimestre 2014 A 8 LA BILANCIA COMMERCIALE AGROALIMENTARE A differenza di quanto riscontrato nel corso del 2013,

Dettagli

DIARIODELWEB.it Pubblicata il 26/09/2011 Camere di Commercio lombarde, Regione Lombardia e Consorzio di Tutela Grana Padano Progetto Gusta la qualità 2011 Promuove verso il consumatore finale i prodotti

Dettagli

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica I prodotti dell agricoltura biologica non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica due prodotti assolutamente identici possono essere l uno il risultato del metodo di produzione

Dettagli

GUIDA ALL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

GUIDA ALL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI TRAPANI GUIDA ALL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI TRAPANI L AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI TRAPANI COLTIVAZIONI AGRARIE... 4 VITE E VINO... 5 Uva da vino... 6 Vino... 7 INDICE CEREALI... 8 Frumento duro... 9 Avena...

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

CANTINA SOCIALE COLLI FIORENTINI

CANTINA SOCIALE COLLI FIORENTINI CANTINA SOCIALE COLLI FIORENTINI I colli fiorentini e la produzione del vino da energia pulita CANTINA SOCIALE COLLI FIORENTINI 1 L area in cui è situata l azienda è il comune di Montespertoli, tra i più

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

Università della Tuscia Dottorato in Economia e Territorio Tema: effetti degli standard nel settore agroalimentare

Università della Tuscia Dottorato in Economia e Territorio Tema: effetti degli standard nel settore agroalimentare Università della Tuscia Dottorato in Economia e Territorio Tema: effetti degli standard nel settore agroalimentare Dott. Alessandro Brazzini Tutor: Prof. Andrea Marescotti (Università di Firenze) Prof.

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI SETTORE AGRICOLTURA TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

PROGETTO di Formazione-Intervento per la creazione di schede da pubblicare on-line per rappresentare SERRONE

PROGETTO di Formazione-Intervento per la creazione di schede da pubblicare on-line per rappresentare SERRONE Associazione Regione Lazio Istituto di Ricerca sulla Formazione-Intervento Progetto PROGETTO di Formazione-Intervento per la creazione di schede da pubblicare on-line per rappresentare SERRONE Uno Scuola:Primaria

Dettagli

Il Progetto Coopstartup Francesca Montalti Vice Presidente Innovacoop

Il Progetto Coopstartup Francesca Montalti Vice Presidente Innovacoop Il Progetto Coopstartup Francesca Montalti Vice Presidente Innovacoop Coopfond è il fondo mutualistico di Legacoop, nasce nel 1993 a seguito della legge 59/1992. Coopfond: il promotore di Coopstartup Società

Dettagli

Report delle attività.

Report delle attività. La Colletta Alimentare in Oratorio. Report delle attività. OraDona Chi recupera più cibo. La Colletta Alimentare in Oratorio è una iniziativa costituita da una serie di attività svolte all interno del

Dettagli

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei.

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei. LA STORIA, I PROFUMI, I COLORI, I SAPORI DELLE NOSTRE TERRE RICERCHIAMO LE MIGLIORI PRODUZIONI ENO E AGRO ALIMENTARI ITALIANE OFFRIAMO SUPPORTO ALLE AZIENDE AGRICOLE E ARTIGIANE DI ECCELLENZA REALIZZIAMO

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

PROGETTO PER LA PROMOZIONE DEI RISULTATI DEL I CONCORSO ENOLOGICO NAZIONALE VINI ROSATI D ITALIA A CURA DI ENTE MOSTRA VINI ENOTECA ITALIANA

PROGETTO PER LA PROMOZIONE DEI RISULTATI DEL I CONCORSO ENOLOGICO NAZIONALE VINI ROSATI D ITALIA A CURA DI ENTE MOSTRA VINI ENOTECA ITALIANA PROGETTO PER LA PROMOZIONE DEI RISULTATI DEL I CONCORSO ENOLOGICO NAZIONALE VINI ROSATI D ITALIA A CURA DI ENTE MOSTRA VINI ENOTECA ITALIANA BIANCO Rosso e ROSE Festival italiano del vino Rosato Enoteca

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

Vendita diretta Prodotti Bio in Italia

Vendita diretta Prodotti Bio in Italia Il consumo dei prodotti biologici in Italia [ ] IL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA C I P Negli ultimi anni in Italia è stato registrato un incremento del consumo di prodotti da agricoltura biologica.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E.

REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E. REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE: Il presente Regolamento disciplina il sistema di Certificazione adottato da DEKRA Testing and Certification per l attività

Dettagli

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 Chi siamo Il Forum nasce con l assemblea di Firenze il 21 maggio 2011. Il Forum sta raccogliendo le idealità, il lavoro, le esperienze, maturate in tutta Italia negli ultimi 10

Dettagli

Indagine tra gli studenti della Laurea Triennale UNISG

Indagine tra gli studenti della Laurea Triennale UNISG Indagine tra gli studenti della Laurea Triennale UNISG Seconda Edizione, A.A. 2013-2014 Principali risultati 18 Giugno 2014 Indagine realizzata a dicembre 2012 tra gli iscritti alla Laurea Triennale nell

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13.

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DELLA PROVINCIA DI ANCONA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ANNI 2011/12-2012/13 (Approvato con Delibera della

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino Giovanni Peira Università degli studi di Torino L agricoltura dalla parte del consumatore Domanda e offerta di prodotti agroalimentari: il punto di vista del consumatore. 2 dicembre 2008, Torino 1 Evoluzione

Dettagli

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 Cos è la Borsa Merci Telematica Italiana È il mercato telematico regolamentato dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari,

Dettagli

Dalla campagna a casa tua

Dalla campagna a casa tua Prodotti di agricoltura locale Dalla campagna a casa tua Ricevi a casa prodotti freschissimi di agricoltura locale a poche ore dal raccolto! Esci dal supermercato, entra in agricoltura Prodotti di agricoltura

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER. Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER. Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE MISURA 431 Azione 2.b Informazione sull attività del GAL Attività di animazione

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 2009 3 RAPPORTO OGGETTO E SOGGETTO DELL OSSERVATORIO OGGETTO Ciò che è nuovo per l azienda che,

Dettagli

Esempi di sistemi distributivi locali

Esempi di sistemi distributivi locali Corbetta - 10.02.2012 Esempi di sistemi distributivi locali Andrea Calori - Politecnico di Milano Concetto di filiera corta in diversi contesti Corto come locale/vicino Corto come meno intermediato diminuzione

Dettagli

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla Mercato del biologico La Filiera Relazione dott. G.Tecilla Il mercato BIO in Italia Il BIO in Italia vale 3 miliardi di euro e continua a crescere: la spesa domestica di prodotti biologici è salita nel

Dettagli

RETI. di Imprese 3.0

RETI. di Imprese 3.0 RETI di Imprese 3.0 ASSORETIPMI ASSOCIAZIONE RETI DI IMPRESE PMI 2 La rete è composta da 40 imprese di diverse dimensioni e tipologia societaria. Infatti abbiamo sia ditte individuali, sia SNC e SAS, sia

Dettagli

Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano

Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano Il più grande mercato online dell agroalimentare Italiano Accessibile al consumatore Ampio pubblico Ampia scelta di prodotti Regole di comportamento insight i consumatori cercano nei prodotti convenience

Dettagli

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 1 Dove e quando si svolge? In via Alzaia Naviglio Pavese in Milano Domenica 29 Settembre 2013 Dalle ore 08.00 alle ore 19.30 2 Programma Dalle ore 08.00 alle

Dettagli

Il sistema agroalimentare

Il sistema agroalimentare ENAA 2015/2016 Il sistema agroalimentare Obiettivo: conoscere le principali componenti e caratteristiche del sistema agroalimentare italiano. SETTORE PRIMARIO Forme di conduzione e occupazione

Dettagli