AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER PERSONE ANZIANE. Ambito ULSS n. 1 Belluno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER PERSONE ANZIANE. Ambito ULSS n. 1 Belluno"

Transcript

1 AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER PERSONE ANZIANE Ambito ULSS n. 1 Belluno

2 Istituto Nazionale Prevvidenza Sociale La presente pubblicazione è stata curata dal Servizio di Assistenza Domiciliare di Ser.S.A Servizi Sociali Assistenziali S.p.A. gestito da Le Valli Società Cooperativa Sociale con il patrocinio di A. ULSS n. 1 e Conferenza dei Sindaci dell ULSS n. 1 nell ambito del Progetto di Assistenza Domiciliare Home Care Premium INPS Gestione Dipendenti Pubblici. Stampato ad Ottobre 2014

3 INDICE BONUS ENERGIA (IN PRESENZA DI DISAGIO FISICO) 4 BONUS ENERGIA (IN PRESENZA DI DISAGIO ECONOMICO) 5 BONUS GAS 6 BONUS ACQUA 7 CARTA ACQUISTI (SOCIAL CARD) 8 CURE ODONTOIATRICHE A TARIFFE AGEVOLATE 9 TARIFFA AGEVOLATA PER IL TRASPORTO 10 BARRIERE ARCHITETTONICHE 11 AGEVOLAZIONI ECONOMICHE LINEA TELEFONICA FISSA 12 ABOLIZIONE CANONE TELEVISIVO 14 INVALIDITA CIVILE CON DIRITTO ALL INDENNITA DI ACCOMPAGNAMENTO 15 HOME CARE PREMIUM ASSISTENZA DOMICILIARE AI NON AUTOSUFFICIENTI 16 FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE 17 IMPEGNATIVA DI CURA DOMICILIARE (ICD) 18 TELESOCCORSO E TELECONTROLLO 20 PROGETTO DI MICROCREDITO 21 ESENZIONE PER PRESTAZIONI SANITARIE 22 ESENZIONE DAL TICKET 7R2 7R4 7R5 23 ESENZIONE DAL TICKET PER PATOLOGIE CRONICHE 25 ESENZIONE PER FARMACI 26 INTERVENTI ECONOMICI DEL COMUNE 27 3

4 BONUS ENERGIA (IN PRESENZA DI DISAGIO FISICO) E uno sconto applicato sulle bollette dell energia elettrica. Non ha scadenza. Il bonus varia in base al numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo. Può arrivare a 150,00 l anno. Essere privati intestatari di un contratto di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza. Essere malati gravi costretti ad utilizzare apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita. Non c è limite d ISEE né di kw impiegati. Al CAAF Copia documento d identità. Certificazione Ulss (modulo D) o autocertificazione (modulo C) che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, il tipo d apparecchiatura utilizzata, l indirizzo dove è installata e la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l apparecchiatura. Bolletta fornitura energia elettrica. 4

5 BONUS ENERGIA (IN PRESENZA DI DISAGIO ECONOMICO) E uno sconto applicato sulle bollette dell energia elettrica per 12 mesi (il rinnovo va richiesto 2 mesi prima della scadenza). Per il 2014 il bonus varia da 72,00 a 156,00. Essere privati intestatari di un contratto di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza con potenza fino a 3 kw (se il nucleo è composto fino a 4 persone). ISEE non superiore a 7.500,00. Al CAAF Copia documento d identità Attestazione ISEE Bolletta fornitura energia elettrica Apposito modulo prestampato (modulo A) it/it/bonus sociale.htm 5

6 BONUS GAS E uno sconto applicato sulle bollette del gas metano per 12 mesi (il rinnovo va richiesto 2 mesi prima della scadenza). Il bonus varia a seconda del tipo di utilizzo (riscaldamento, cottura cibo, acqua calda), dal numero di persone residenti e dalla zona climatica. Essere utenti privati intestatari di un contratto di fornitura di gas metano ISEE non superiore a 7.500,00 Al CAAF Attestazione ISEE Copia documento d identità Bolletta del gas 6

7 BONUS ACQUA L.R. 17/2012 Contributo pari a 30,00 l anno. La domanda scade il 31 maggio di ogni anno. Il reddito ISEE per l anno 2013 deve essere uguale o inferiore a 7.500,00 ll reddito ISEE per l anno 2013 deve essere uguale o inferiore a ,00 se è presente uno stato di disoccupazione, mobilità o cassa integrazione straordinaria incorsi nel Ai servizi sociali del proprio Comune di residenza. attestazione ISEE copia di un documento di identità valido copia di una bolletta dell acqua domanda di contributo in apposito modulo ev. dichiarazione attestante lo stato di disoccupazione, mobilità, cassa integrazione stra ord ina r ia r ife r ita a ll a nno p re ce d e nte e d i a ve re un IS EE infe r iore o ugua le a ,00. 7

8 CARTA ACQUISTI (SOCIAL CARD) L. 133/2008 E una carta magnetica utilizzabile per il pagamento della spesa alimentare e farmaceutica, le bollette elettriche e di fornitura gas. Lo stato vi carica 80,00 ogni bimestre per una spesa di 40,00 al mese. Se si h a nno d a i 6 5 a i 70 a nni l IS EE e i re d d iti pe rce p iti d e vono e sse re infe r iore a 6.781,76; oltre i 70 anni l ISEE deve essere inferiore a 6.781,76 e i redditi percepiti inferiori a 9.042,34 Avere intestata non più di una utenza del gas ed elettrica Non possedere più di una autovettura Non possedere una quota superiore al 25% dell abitazione principale Non possedere una quota superiore al 10% di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 Non avere un patrimonio mobiliare maggiore di ,00 Non trovarsi in centri di lunga degenza o essere detenuti Agli uffici postali Per informazioni si può chiamare il numero verde Attestazione ISEE Copia di un documento di identità valido Apposito modulo prestampato (Modulo A008/14 Beneficiario con 65 anni o più) 8

9 CURE ODONTOIATRICHE A TARIFFE AGEVOLATE Consiste in alcune prestazione odontoiatriche con onorario concordato. Queste prestazioni sono: visita odontoiatrica ablazione tartaro sigillatura dei solchi dei molari e premolari estrazioni di denti protesi parziale in resina con ganci a filo protesi totale con resina Deve esserci almeno 1 requisito fra: ISEE inferiore a 8.000,00 Titolari della social card Persone esenti dai ticket sanitari per motivi di età, per patologie croniche e invalidanti e inabili al lavoro con invalidità del 100% o con handicap gravi che abbiano un ISEE inferiore a ,00 Per prenotare una visita bisogna chiamare direttamente gli studi dentistici aderenti. Per sapere il nome dei dentisti aderenti si può chiamare il numero verde attestazione ISEE o social card e dichiarazione compilata su apposito prestampato codice fiscale Home > News e media > Sala stampa > Comunicati stampa) 9

10 TARIFFA AGEVOLATA PER IL TRASPORTO L.R. 19/1996 E uno sconto applicato sulle tariffe dell abbonamento per il trasporto pubblico urbano ed extraurbano. Tale agevolazione varia dall 80% al 95% del prezzo dell abbonamento. Ha 10 anni di validità (purché ne permangano i requisiti). Agli invalidi civili e portatori di handicap riconosciuti dalla Commissioni Medica Superiore con un grado di invalidità superiore al 67% Invalidi del Lavoro con grado d invalidità dal 67% al 79% Ciechi civili assoluti o parziali in possesso di residuo visivo fino al 1/10 in entrambi gli occhi Sordomuti NB: le categorie dalla a alla d hanno diritto ad agevolazione solo se il trattamento d invalidità riconosciuto non sia superiore ad ,82 per il Cavalieri di Vittorio Veneto Invalidi di Guerra e per Servizio dalla 1 alla 8 categoria Invalidi del lavoro con invalidità non inferiore all 80% NB: le categorie dalla e alla g hanno diritto indipendentemente dall ammontare del trattamento economico Pensionati ultra 60enni con trattamento economico non superiore al minimo INPS Agli Uffici della Provincia (servizio mobilità e trasporti) per i Comuni convenzionati o presso il proprio Comune se non convenzionato e poi il Comune trasmette i documenti alla Provincia. Successivamente la tessera rilasciata dagli uffici della Provincia va portata alla biglietteria della società che gestisce il Trasporto Pubblico Locale per ottenere l abbonamento a tariffa agevolata. N. 2 fototessere Verbale della commissione medica provinciale dal quale risulta il riconoscimento dell invalidità o documentazione tributaria che attesta il possesso dei requisiti che danno diritto all agevolazione Tessera rilasciata dalla Provincia (Home Page > La Provincia > Guida agli uffici e ai servizi > Settori, Servizi e Attività > Settore Tecnico > Trasporti) (servizi erogati > eliminazione delle barriere architettoniche) 10

11 BARRIERE ARCHITETTONICHE L.R. 16/2007 Contributo economico per interventi che mirano a garantire l accesso e l utilizzo di edifici a persone con disabilità. Ogni anno la Regione decide se erogare i contributi e in che misura. Essere persona con disabilità, con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti di carattere motorio, essere non vedente o loro familiare che vuole: rendere fruibili edifici e spazi privati aperti al pubblico rendere fruibili edifici privati (opere murarie e di ristrutturazione) acquistare e porre in opera facilitatori della vita di relazione (ascensori, pedane mobili ecc) Al Comune dove ha sede l immobile PRIMA dell inizio dei lavori. Per consulenza ci si può rivolgere all ufficio provinciale UICAA (Ufficio Informazioni e Consulenza su Accessibilità e Ausili) in via Sant Andrea, n. 5 Belluno. Tel Certificato d invalidità totale con difficoltà di deambulazione o un certificato medico in carta semplice che attesta l handicap del richiedente e le sue difficoltà alla mobilità Autocertificazione nella quale è indicata l ubicazione dell immobile e il tipo d intervento programmato, gli ostacoli alla mobilità correlati all esistenza di barriere Dichiarazione che attesti che gli interventi per cui si richiede il contributo non sono già stati realizzati Descrizione sommaria delle opere e della spesa prevista Copia di documento d identità e codice fiscale del richiedente N. 1 marca da bollo da 16,00 eliminazione-barriere-architettoniche 11

12 AGEVOLAZIONI ECONOMICHE LINEA TELEFONICA FISSA Esistono 3 tipi di agevolazioni per la telefonia fissa: 1 Riduzione del 50% sul canone mensile di abbonamento di linea telefonica dell abitazione dove risiede abitualmente il nucleo familiare. La durata della riduzione è di 1 anno. L ISEE del nucleo familiare non deve essere superiore a 6.713,94 Inoltre deve esserci almeno 1 persona che possiede almeno 1 requisito fra essere: Titolare di pensione di invalidità civile Titolare di pensione sociale Anziano di età superiore ai 75 anni Capofamiglia disoccupato. Inviare l apposito modulo insieme a tutta la documentazione al numero verde FAX di Telecom Italia o in alternativa a: Telecom Italia Servizio Clienti Residenziali Casella Postale Asti Attestazione ISEE Copia di documento d identità del titolare del contratto (ed ev. del titolare del diritto) Apposito modulo prestampato Fotocopia del documento attestante la pensione sociale o la pensione di invalidità civile Certificato di iscrizione rilasciato dall Ufficio di Collocamento (nel caso in cui il capofamiglia sia disoccupato o in cerca di prima occupazione) 2 Esenzione totale del pagamento dell abbonamento mensile. Non ha scadenza Presenza nel nucleo familiare di persona sorda 12

13 Inviare l apposito modulo insieme a tutta la documentazione al numero verde FAX di Telecom Italia o in alternativa a: Telecom Italia Servizio Clienti Residenziali Casella Postale Asti copia di un documento di riconoscimento del titolare del contratto di abbonamento relativo alla linea telefonica in relazione alla quale si chiede l esenzione e, qualora diversa dal titolare, anche della persona con disabilità fotocopia della certificazione medica comprovante la sordità, rilasciato dalla commissione medica certificato di stato di famiglia, solo se la persona con disabilità è diversa dal titolare della linea telefonica per la quale si richiede l agevolazione apposito modulo prestampato 3 Agevolazione Social Card che congela il costo dell abbonamento alla cifra di 14,81/mese La durata della riduzione è di 1 anno Essere titolari di una linea base Essere Titolari/Beneficiari della Carta Acquisti La Carta Acquisti deve essere già attiva nel momento in cui si richiede l Agevolazione Social Card. Inviare l apposito modulo insieme a tutta la documentazione al numero verde FAX di Telecom Italia o in alternativa a: Telecom Italia Servizio Clienti Residenziali Casella Postale Asti fotocopia del Modulo A008/14 Beneficiario con 65 anni o più opportunamente compilato in tutte le sue parti e con Timbro e Firma dell addetto di Poste Italiane s.p.a. fotocopia della Carta Acquisti con il numero della Carta ben visibile. 13

14 ABOLIZIONE CANONE TELEVISIVO Abolizione del canone televisivo. Avere più di 75 anni Non convivere con altri soggetti diversi dal coniuge Possedere un reddito familiare non superiore a 6.713,98 annui La domanda deve essere spedita tramite raccomandata a: Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale I di Torino Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale Torino (To) Dichiarazione compilata su apposito prestampato 14

15 INVALIDITA CIVILE CON DIRITTO ALL INDENNITA DI ACCOMPAGNAMENTO E un beneficio economico che viene erogato alle persone non autosufficienti. Per l anno 2014 ammonta a 504,07 mensili Non essere in grado di deambulare senza accompagnatore o Essere nell impossibilità di compiere autonomamente gli atti della vita quotidiana Al medico per il rilascio del certificato medico Al CAAF per l invio della domanda (se si sceglie di non compilare la domanda on line autonomamente) Certificato medico inoltrato on line da medico abilitato (Home > Informazioni > Schede > Invalidità civile) 15

16 HOME CARE PREMIUM ASSISTENZA DOMICILIARE AI NON AUTOSUFFICIENTI Consiste in una serie di prestazioni socio sanitarie (economiche e/o di servizio) di supporto alla non autosufficienza e allo stato di fragilità. La domanda può essere presentata nei tempi stabiliti dal bando annuale. essere dipendente o pensionato pubblico essere coniuge, figlio o genitore di dipendente o pensionato pubblico Sportello Home Care Premium c/o Cooperativa Le Valli Loc. Villanova Centro Servizi La Vela - Longarone dal lunedì al giovedì dalle alle 17.30, il sabato dalle 9.00 alle o Servizi sociali del proprio Comune o presentando autonomamente domanda sul sito o Numero verde Attestazione ISEE Pin on line Se il beneficiario è il genitore, il figlio o il coniuge deve essere richiesta l iscrizione presso l anagrafe di INPS Gestione Dipendenti Pubblici (Home > Informazioni> Gestione Dipendenti Pubblici > Attività Sociali > Famiglia > Assistenza domiciliare (HCP) 16

17 FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE (L. 431/98) E un contributo a sostegno del pagamento del canone di affitto dell abitazione principale. La domanda può essere presentata nei tempi stabiliti dal bando annuale. L alloggio deve essere nel comune ed essere occupato a titolo di residenza esclusiva Avere un ISEE-fsa non superiore a ,00 L alloggio per cui si richiede il contributo non deve essere di edilizia residenziale pubblica Al CAAF convenzionato Dichiarazione ISEE Estremi della registrazione del contratto d affitto Documenti comprovanti: Ammontare del canone per l anno preso in esame Categoria catastale e superficie dell alloggio Ammontare delle spese di riscaldamento e delle spese condominiali 17

18 IMPEGNATIVA DI CURA DOMICILIARE (ICD) D.G.R. 1338/2003 E un contributo erogato per l assistenza alle persone non autosufficienti al proprio domicilio. Ci sono 5 tipologie di ICD di cui 3 rivolte agli anziani: 1 ICD-b: utenti con basso bisogno assistenziale con contributo mensile di 120,00 ISEE inferiore a ,71 Servizi sociali dell Area Anziani del proprio Comune Attestazione ISEE Scheda SVAMA semplificata Documento d identità di chi presenta la domanda 2 ICD-m: utenti con medio bisogno assistenziale con contributo mensile di 400,00 ISEE inferiore a ,71 Presenza di demenza accompagnata da gravi disturbi comportamentali Servizi sociali dell Area Anziani del proprio Comune Attestazione ISEE Scheda SVAMA Documento d identità di chi presenta la domanda 18

19 3 ICD-a: utenti con alto bisogno assistenziale ISEE inferiore a ,00 Persona con disabilità gravissima in condizione di dipendenza vitale che necessita di assistenza continua sulle 24 ore Servizi sociali del proprio Comune o Al Distretto Socio-Sanitario Attestazione ISEE Scheda SVAMA Documento d identità di chi presenta la domanda 19

20 TELESOCCORSO E TELECONTROLLO Il servizio è finalizzato a fronteggiare situazioni di emergenza e a monitorare gli utenti che ne usufruiscono. Possono richiedere l attivazione: gli anziani che vivono da soli o in coppia gli anziani bisognosi di cure e controlli sanitari coloro che sono a rischio sanitario Per avere il servizio in forma gratuita bisogna avere un Isee inferiore a ,50 Per avere il servizio alla tariffa agevolata di 0,28 + iva 22% al giorno bisogna avere un ISEE fra ,51 e ,41 Con Isee superiore a ,42 si paga il servizio interamente ( 0, iva 22%) Ai Servizi Sociali del Comune Attestazione ISEE Domanda compilata su apposito prestampato Ev. certificato medico (solo per l attivazione urgente) 20

21 PROGETTO DI MICROCREDITO Consiste in un piccolo credito di massimo 3.000,00 da restituire in 36 mesi Essere in un momento di difficoltà economica Essere in grado di restituire il credito (quindi di non essere segnalato alla Centrale Rischi come insolvente) Al Ce.I.S. di Belluno Via Rugo, 21 Belluno Tel Relazione sociale dell assistente sociale Altra documentazione verrà richiesta al momento della domanda 21

22 ESENZIONE PER PRESTAZIONI SANITARIE Esenzione dal pagamento del ticket. Le categorie esenti sono: Invalidi civili dal 67% al 100% Ciechi e sordomuti Invalidi di guerra Grandi invalidi del lavoro Invalidi per servizio di 1 categoria All Ufficio Convenzioni dell Ulss n Documentazione idonea a dimostrare di appartenere alle categorie elencate 22

23 ESENZIONE DEL TICKET 7R2-7R4-7R5 (L. 537/1993) 1 Esenzione dal pagamento del ticket 7R2. Ultra 65enne Reddito complessivo familiare lordo (risultante da mod. 730 e 740) non superiore a ,98 All Ufficio Convenzioni dell Ulss n. 1 di Belluno tel Dichiarazione compilata su apposito prestampato Documento d identità 2 Esenzione dal pagamento del ticket 7R4 Ultra 65enne Essere titolari di pensione sociale e loro familiari a carico All Ufficio Convenzioni dell Ulss n. 1 di Belluno tel Autocertificazione della condizione di percettore di pensione sociale Documento d identità 23

24 3 Esenzione dal pagamento del ticket 7R5 Ultra 60enne Essere titolari di pensione al minimo purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo riferito all anno precedente non superiore a 8.263,31 aumentato a ,05 in presenza del coniuge e ulteriormente incrementato di 516,46 per ogni figlio a carico All Ufficio Convenzioni dell Ulss n. 1 di Belluno tel Autocertificazione della condizione di percettore di pensione minima Documento d identità 24

25 ESENZIONE DEL TICKET PER PATOLOGIE CRONICHE (D.M. 329/1999 e successive modifiche) Esenzione dal pagamento del ticket per persone affette da determinate patologie e solo relativamente alle prestazioni inerenti alla patologia. Essere affetto da una patologia inserita nell apposito elenco predisposto dal Ministero della Salute. Bisogna rivolgersi al proprio Medico che prescrive al paziente visite specialistiche. Poi il certificato dello specialista va portato all Ufficio Convenzione dell ulss n. 1 di Belluno che provvede ad annotare l esenzione sul tesserino sanitario dell utente. Tessera sanitaria Codice fiscale Documentazione medica, specialistica o ospedaliera, che attesti la malattia (Home > Temi e professioni > Assistenza, ospedale e territorio > Esenzioni dal ticket > Patologie croniche > Guida all esenzione per patologie croniche) 25

26 ESENZIONE PER FARMACI Consiste nell esenzione dal pagamento della quota fissa di 2,00 per confezione di farmaco. Bisogna appartenere ad una delle seguenti categorie: Invalido civile al 100% Invalidi di guerra titolari di pensioni vitalizie Invalidi di servizio di 1 categoria Grandi invalidi del lavoro Ciechi ex art. 6 della L. 482/68 Sordomuti ex art. 7 della L. 482/68 Soggetti in possesso di esenzione per patologia in base al D.M. 329/99 solo per i medicinali correlati alla patologia Soggetti appartenenti a nuclei familiari con reddito complessivo ai fini IRPEF determinato da apposita tabella (per il singolo il tetto è fissato a 8.000,00) All Ufficio Convenzioni dell Ulss n. 1 di Belluno - tel Apposita autocertificazione 26

27 INTERVENTI ECONOMICI DEL COMUNE Sono contributi erogati in situazione di grave disagio socio-economico. Ogni Comune applica il proprio regolamento Servizi sociali del Comune Quelli richiesti dal comune 27

28 Istituto Nazionale Prevvidenza Sociale

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA l agenzia inf orma aggiornamento dicembre 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA INDICE 1. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI... 2 2. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO... 4 Chi ne

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA Gli aggiornamenti più recenti proroga al 31/12/2015 della maggior detrazione Irpef per l eliminazione delle barriere architettoniche agevolazione

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma MARZO 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI AGGIORNATA CON LA NORMATIVA IN VIGORE A MAGGIO 2008 INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f giugno 2010 orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI (Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 04 del 28/04/2014)

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma novembre 2011 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2.

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità

Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità ANNA MARIA DAPPORTO Assessore Politiche Sociali Regione Emilia-Romagna Sono lieta di presentare la seconda edizione di questa guida informativa

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO Introduzione Il presente Testo Unico si propone di illustrare il quadro aggiornato delle varie situazioni in cui la normativa tributaria riconosce

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2015) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA Al momento dell'acquisto di un veicolo, nuovo o usato, le persone disabili o i familiari che le hanno fiscalmente in carico possono usufruire di una riduzione dell'aliquota

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Regolamento di Adesione e Gestione

Regolamento di Adesione e Gestione Direzione Centrale Credito e Welfare Regolamento di Adesione e Gestione Home Care Premium 2014 Home Care Premium 2014 Un Modello innovativo e sperimentale di assistenza alla disabilità e alla non autosufficienza

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo Regolamento per l erogazione dei contributi socio-economici di cui al Fondo di Solidarietà costituito dal Comune di Fabriano con la partecipazione di alcuni privati. Approvato con D.C.C. n. 160 del 10/.09.2009

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. per le persone disabili e le loro famiglie

GUIDA AI SERVIZI. per le persone disabili e le loro famiglie GUIDA AI SERVIZI per le persone disabili e le loro famiglie INDICE E con vera gioia, e gratitudine a tutti coloro che a diverso titolo hanno messo mano al lavoro, che mi accingo a presentare questa guida

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

I.S.E.E. Indicatore della Situazione Economica Equivalente

I.S.E.E. Indicatore della Situazione Economica Equivalente I.S.E.E. Indicatore della Situazione Economica Equivalente D.P.C.M. 5 Dicembre 2013 n. 159 G.U n. 19 del 24 Gennaio 2014 LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU FREQUENTI I QUESITI SONO STATI RACCOLTI DALLA CONSULTA

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto Determinazione prot. 11629 repertorio n.638 del 7 ottobre 2013 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie

Dettagli

Guida alle agevolazioni fiscali e ai contributi regionali per le persone disabili

Guida alle agevolazioni fiscali e ai contributi regionali per le persone disabili Guida alle agevolazioni fiscali e ai contributi regionali per le persone disabili Collana le Relazioni 2013 Pubblicazione a cura di: Agenzia delle Entrate e Regione Piemonte Agenzia delle Entrate Direzione

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

DSU ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013)

DSU ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013) DSU Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE PARTE 1 INTRODUZIONE... 2 1. Cos è e a cosa serve la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU)... 2 2. La DSU modulare

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015.

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015. Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli