Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali"

Transcript

1 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali Catalogo delle attività e programma 2011

2 L ATTIVITÀ DI QUALIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEGLI ADDETTI ALLE UTILIZZAZIONI FORESTALI IN TRENTINO Il Servizio Foreste e Fauna della Provincia Autonoma di Trento, dai primi anni ottanta realizza corsi ed attività dimostrative in materia di organizzazione, tecnica e sicurezza dei lavori di utilizzazione forestale. Questa attività, istituita dalle leggi provinciali n 48/1978 e 33/1986, attualmente è regolamentata dalla recente legge provinciale n 11 del 2007 (governo del territorio forestale e montano, dei corsi d acqua e delle aree protette) e della deliberazione n 160 del Il catalogo è approvato con determinazione del Dirigente del Servizio Foreste e Fauna n. di data. L impostazione del sistema, è stata definita tramite le collaborazioni con l Associazione Svizzera per l Economia forestale (organizzazione che gestisce l aggiornamento e la formazione dei boscaioli svizzeri) ed il Dipartimento di Tecnologia ambientale e forestale dell Università di Firenze (prof. Hippoliti, Piegai e loro collaboratori). Obiettivi dell attività: favorire l adozione di sistemi di lavoro razionali e sicuri qualificare gli operatori per realizzare interventi a limitato impatto sugli ecosistemi forestali concorrere al sostegno di una professionalità indispensabile per una gestione del patrimonio forestale provinciale efficiente ed attenta alla produttività informare sui criteri di valorizzazione della produzione legnosa Nel contesto attuale, formazione, qualificazione ed aggiornamento, sono strumenti fondamentali per garantire gli standard di professionalità previsti da una visione moderna del lavoro, stategici anche per il settore forestale. La sola conoscenza di schemi di lavorazione tradizionali, appresi unicamente con l affiancamento ad operatori più anziani, non è più sufficiente per organizzare e gestire razionalmente i moderni cantieri forestali. Lo staff incaricato della realizzazione di queste attività formative è composto da un Direttore, un ispettore, un agente forestale e sette operai istruttori. Gli istruttori, oltre alle competenze tecnico-operative, derivanti dell esperienza pratica maturata con il continuo esercizio nei cantieri di utilizzazione forestale, sono formati e costantemente aggiornati anche per quanto attiene la didattica e la comunicazione. Tutto il gruppo è costantemente aggiornato sulle evoluzioni tecniche ed organizzative del settore, tramite contatti con il mondo degli addetti ai lavori, con le principali istituzioni della ricerca e partecipando alle più importanti manifestazioni espositive internazionali. Per lo svolgimento dei corsi, si dispone di una adeguata dotazione di macchine ed attrezzature specifiche per l abbattimento e l allestimento degli alberi, nonché per il loro esbosco, (trattori, verricelli, gru a cavo di diverse tipologie, ecc.). Trattandosi di corsi pratici, le attività si tengono principalmente in bosco, in situazioni operative reali e non simulate. Sedi preferenziali per lo svolgimento delle attività, grazie anche alla collaborazione con le Amministrazioni proprietarie dei boschi, sono la zona della Val di Sella (Valsugana) e l altipiano di Folgaria.

3 L offerta formativa si differenzia nei seguenti settori di attività: a) corsi per operatori professionali: 1-regole base per il taglio degli alberi forestali, 2-regole avanzate per il taglio degli alberi forestali, 3-sicurezza e tecnica dell esbosco con trattore e verricello, 4-installazione delle gru a cavo su stazione motrice mobile e tecnica di esbosco, 5-installazione delle gru a cavo tradizionali e tecnica di esbosco 6-responsabile della conduzione di utilizzazioni forestali; b) corsi per operatori non professionali: 1- sicurezza e tecniche base per il taglio degli alberi c) corsi per tecnici: 1-tecnica, organizzazione e sicurezza delle utilizzazioni forestali, 2-pianificazione dell esbosco con gru a cavo forestale. d) eventi dimostrativi volti ad aumentare la consapevolezza dei cittadini riguardo ai rischi connessi all uso della motosega ed alla conoscenza delle apposite misure di sicurezza, nonché dei dispositivi di protezione individuale. I corsi per operatori professionali sono riservati al personale impegnato nel settore delle utilizzazioni forestali e della manutenzione dei patrimoni agro-silvo-pastorali. I corsi pubblicizzati con il presente catalogo vengono attivati di norma con almeno tre richieste di partecipazione. Per il 2011 si prevede l effettuazione di n. 10 eventi dimostrativi per i cittadini, che saranno attivati a seguito di specifiche richieste su tutto il territorio provinciale. Le ulteriori attività divulgative e dimostrative invece, si concretizzano organizzando delle giornate dedicate alla visione di cantieri di particolare interesse, dove operano macchine ed attrezzature innovative per il contesto provinciale, o dove si realizzano interventi organizzati con particolari criteri o condotti a titolo sperimentale, per l approfondimento di tematiche specifiche. Di queste attività, viene data informazione di volta in volta, tramite avvisi diffusi a mezzo stampa o per via telematica. TIPOLOGIE DI CORSI CORSI PER OPERATORI PROFESSIONALI (proposti annualmente tramite un calendario delle attività) cod denominazione corso durata contenuti 1) Regole base per il taglio degli alberi forestali 2) Regole avanzate per il taglio degli alberi forestali 3) Sicurezza e tecnica dell esbosco con trattore e verricello 5 giorni 2 giorni 2 giorni Fornisce le conoscenze pratiche, organizzative ed operative, fondamentali per lavorare con sicurezza, qualità e produttività in situazioni ordinarie; Illustra inoltre nei dettagli, le operazioni di manutenzione e le regole basilari di impiego, che ogni utilizzatore di motoseghe deve conoscere, per garantire un funzionamento razionale e sicuro di queste macchine. Successivo alla frequenza del corso base, consente di perfezionare le conoscenze necessarie per operare in situazioni difficili. Illustra le caratteristiche delle macchine e degli accessori dedicati a questa lavorazione, i criteri organizzativi, le tecniche operative e le misure di sicurezza attinenti a questo sistema di esbosco.

4 4) Installazione delle gru a cavo su stazione motrice mobile e tecnica di esbosco 5) Installazione delle gru a cavo tradizionali e tecnica di esbosco 6) Responsabile della conduzione di utilizzazioni forestali ( patentino ) 5 giorni 5 giorni 5 giorni Con un percorso equilibrato tra teoria e pratica, consente di acquisire le indicazioni tecniche e di sicurezza attualmente disponibili, riguardanti l installazione e l esercizio di una gru a cavo su stazione motrice mobile per l esbosco del legname. Con un percorso equilibrato tra teoria e pratica, consente di acquisire le indicazioni tecniche e di sicurezza attualmente disponibili, riguardanti l installazione e l esercizio di una gru a cavo tradizionale, con argano a slitta, per l esbosco del legname. E il corso-esame per ottenere il Patentino di idoneità tecnica per la conduzione delle utilizzazioni forestali. Possono parteciparvi coloro che posseggono i requisiti obbligatori di accesso (attestato del corso base di taglio alberi e occupazione regolare nell attività di boscaiolo) CORSI PER OPERATORI NON PROFESSIONALI (proposti annualmente tramite un calendario delle attività) denominazione corso durata contenuti 7) Sicurezza e tecniche base per il taglio degli alberi 2 giorni Fornisce le conoscenze basilari sui rischi, le misure di prevenzione e i dispositivi di protezione individuale da utilizzare nell uso della motosega, le principali operazioni di manutenzione della macchina e le regole basilari di impiego, che ogni utilizzatore di motoseghe deve conoscere CORSI PER TECNICI FORESTALI E PERSONALE ADDETTO ALLA VIGILANZA (attivati a seguito di richieste specifiche) denominazione corso durata contenuti 8) Tecnica, Fornisce una panoramica sui sistemi di lavoro, le organizzazione e sicurezza delle Da concordare macchine e le attrezzature, i criteri organizzativi dei cantieri, la gestione della sicurezza. Conoscenze indispensabili per ciascun professionista utilizzazioni forestali impegnato nell organizzazione, direzione e controllo degli interventi di utilizzazione forestale. 9) Pianificazione dell esbosco con gru a cavo Da concordare Tratta i criteri di pianificazione degli interventi, definendo le soluzioni compatibili con le esigenze selvicolturali ed economiche, considerando le potenzialità ed i limiti di questo sistema di esbosco, particolarmente adatto alle foreste di montagna. DIMOSTRAZIONI (attivate a seguito di richieste specifiche) denominazione durata contenuti 10) Dimostrazione aspetti tecnici ed antinfortunistici taglio piante 1 giorno Illustrazione dei principali rischi, misure di prevenzione e dispositivi di protezione individuale, con dimostrazione delle regole basilari di impiego della motosega per l abbattimento delle piante, al fine di aumentare la consapevolezza dei cittadini riguardo ai pericoli legati a questa attività.

5 PROGRAMMA CORSI PER OPERATORI PROFESSIONALI ANNO 2011 Denominazione corso periodo e località termine iscrizioni 4-8 aprile 18 marzo Borgo V. (Val di Sella) Regole base per il taglio degli alberi forestali aprile Borgo V. (Val di Sella) 1 aprile N indicativo partecipanti maggio Borgo V. (Val di Sella) giugno Folgaria 1 aprile 31 maggio 4-8 luglio Folgaria 17 giugno Regole avanzate per il taglio degli alberi forestli. 2-3 maggio 15 aprile 6 7 giugno 20 maggio Sicurezza e tecnica dell esbosco con trattore e verricello settembre 5 6 maggio 9 10 giugno 26 agosto 15 aprile 20 maggio Installazione delle gru a cavo su stazione motrice mobile e tecnica di esbosco Installazione delle gru a cavo tradizionali e tecnica di esbosco ottobre 6 10 giugno agosto 30 settembre 13 maggio 8 persone 5 agosto 8 persone

6 Responsabile della conduzione di utilizzazioni forestali ( patentino ) maggio 27 giugno 1 luglio 11 maggio 10 giugno settembre 26 agosto Responsabile della conduzione di utilizzazioni forestali ( patentino ) In deroga settembre 9-13 maggio 9 settembre 16 aprile PROGRAMMA CORSI PER OPERATORI NON PROFESSIONALI ANNO 2011 denominazione corso periodo e località termine iscrizioni N indicativo partecipanti aprile Borgo Valsugana (Val Sella) 8 aprile maggio Borgo Valsugana (Val Sella) 22 aprile Sicurezza e tecniche base per il taglio degli alberi giugno Folgaria luglio Folgaria 23 maggio 24 giugno 3-4 agosto Folgaria 15 luglio 1-2 settembre Borgo Valsugana (Val Sella) 12 agosto ottobre Borgo Valsugana (Val Sella) 23 settembre

7 ISTRUZIONI GENERALI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Le domande devono essere formulate compilando la modulistica ufficiale allegata a questo catalogo, disponibile anche presso qualsiasi ufficio territoriale del Servizio Foreste e Fauna (Uffici Distrettuali Forestali, Stazioni forestali): o Mod C1 Operatori professionali o Mod. C2 Patentino o Mod. C3 Patentino in deroga o Mod C4 Operatori non professionali Per frequentare i corsi, ogni partecipante deve allegare alla domanda un certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia, allo scopo di attestare l idoneità psico-fisica allo svolgimento delle attività di esercitazione. nel caso di lavoratori immigrati (cittadini di paesi terzi e cittadini comunitari), poiché il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per la tutela della sicurezza dei lavoratori stessi nel corso della formazione e deve consentire di acquisire le relative conoscenze previste (come disciplinato dagli artt. 36 e 37 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 come intergrato dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) si richiedono, in alternativa, o uno dei seguenti documenti rilasciati dai competenti enti/istituti italiani in Italia o all estero: certificato di licenza media inferiore ( terza media); certificato di conoscenza lingua italiana A2 (la lingua veicolare è la lingua italiana); qualsiasi altro diploma di scuola media superiore, e/o universitario conseguito il Italia o in enti Italiani all estero; o ovvero si richiede di effettuare il test di comprensione della lingua italiana, utilizzata nel percorso formativo. se il lavoratore é cittadino di paese terzo (extra-comunitario), deve allegare fotocopia del proprio titolo di soggiorno in corso di validità (o del cedolino/ricevuta attestante il rinnovo del titolo con fotocopia del precedente titolo di soggiorno) Alla domanda di partecipazione deve essere allegata la ricevuta di versamento della quota di iscrizione (30,00 per i corsi di durata fino a 2 giorni, 60 per quelli di durata maggiore) da effettuare sul Conto Corrente Postale (IBAN n. IT 73 M ) della Provincia Autonoma di Trento o sul Conto Unicredit S.p.a. IT 12 S , indicando la causale corso utilizzazioni forestali Servizio Foreste e fauna ; i versamenti non saranno restituiti in caso di ritiro. Alla domanda dovrà essere allegata fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. All inizio dei corsi è obbligatorio per ciascun partecipante di essere dotato del corredo di dispositivi di protezione individuale elencati nella lettera di convocazione al corso. Le spese di vitto, alloggio e trasporto sono a carico dei partecipanti. Per l alloggio, compatibilmente con le disponibilità del momento, potrà essere richiesta la sistemazione presso la foresteria del Centro Vivaisticoforestale di San Giorgio (Borgo Valsugana). Per informazioni di dettaglio rivolgersi a: PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Via G.B. Trener, Trento Tel

8 Corso RESPONSABILE DELLA CONDUZIONE DI UTILIZZAZIONI FORESTALI Nota informativa Il Patentino, previsto dal R.D. 23 maggio 1924 n 827 per tutto il territorio nazionale e dall art. 102 della L.P. 23 maggio 2007 n 11 per il territorio della Provincia Autonoma di Trento, è il documento che attesta l idoneità alla conduzione delle attività di utilizzazione forestale ad uso commerciale, nei boschi di proprietà degli Enti pubblici (Comuni, A.S.U.C., Regole, ecc.). Pertanto, solo ai possessori di questa abilitazione può essere conferito il ruolo di responsabile dell utilizzazione, incarico formalizzato con la cosiddetta consegna, prevista dal capitolato generale d oneri. Secondo quanto previsto dalla disciplina specifica, il Patentino può essere sospeso ed anche revocato. All attualità la disciplina è costituita dalla Deliberazione della Giunta Provinciale n 559 del 7 marzo ITER DI OTTENIMENTO Il rilascio del Patentino, da parte del Servizio Foreste Fauna della Provincia Autonoma di Trento, è subordinato alla frequenza di un apposito corso ed al superamento dell esame finale, organizzato dallo stesso Servizio Foreste e Fauna. Al corso-esame possono partecipare solamente coloro che possiedono i seguenti requisiti obbligatori: 1. inquadramento regolare come operatore addetto al taglio boschi (lavoratori autonomi o dipendenti) 2. possesso dell attestato di frequenza al corso base di taglio alberi, rilasciato dal Servizio Foreste e fauna della Provincia Autonoma di Trento. La domanda di iscrizione va fatta in carta semplice, compilando l apposito modulo C2 reperibile presso qualsiasi ufficio del Servizio Foreste e Fauna, compresi gli Uffici Distrettuali Forestali e le Stazioni forestali, allegando la ricevuta del versamento della quota di iscrizione di 60,00, copia della documentazione che attesta il possesso dei requisiti richiesti ed il certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia. Alla domanda dovrà essere allegata fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. Il tutto da spedire a: Provincia Autonoma di Trento, Servizio Foreste e Fauna, Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale via G.B. Trener n TRENTO Il corso dura quaranta ore, articolate su cinque giornate continuative e sviluppa i seguenti argomenti: - tecniche di raccolta della produzione legnosa - nozioni di meccanizzazione forestale - organizzazione dei cantieri - sicurezza del lavoro forestale - valorizzazione della produzione legnosa - regolamentazione delle utilizzazioni forestali - nozioni di selvicoltura e gestione dei patrimoni forestali Per essere ammessi all esame finale, bisogna frequentare per intero il corso. L esame si tiene successivamente alla settimana del corso e si articola in una prova pratica ed una teorica (questionario a quiz e colloquio). La prima serve per valutare la competenza pratica nell organizzazione ed esecuzione dei lavori boschivi, secondo i canoni della buona tecnica, delle regole di sicurezza del lavoro e delle norme di salvaguardia e valorizzazione dei patrimoni forestali. La seconda, per valutare le conoscenze teoriche relative agli argomenti della prova pratica, nonchè della normativa che regola le utilizzazioni forestali e quella inerente la sicurezza del lavoro, nonché alcune nozioni basilari di selvicoltura, valorizzazione della produzione legnosa e meccanizzazione forestale.

9 L esame si ritiene superato se il candidato raggiunge almeno la sufficienza su tutte le prove. Il candidato che non supera l esame la prima volta, potrà risostenerlo una seconda, senza rifrequentare il corso. Chi non supera l esame al secondo tentativo, se ancora interessato, dovrà frequentare nuovamente il corsoesame. ITER DI OTTENIMENTO in deroga Con deliberazione n 160 del la Giunta Provinciale ha stabilito che coloro che siano titolari dell attestato comprovante il possesso di adeguata capacità professionale per l esercizio dell attività artigiana di boscaiolo, rilasciato dalla Commissione provinciale per l Artigianato ai sensi dell articolo 1 della L P. 12 dicembre 1977, n 34, o certificati equipollenti, possono partecipare al corso per responsabile della conduzione di utilizzazioni forestali ed ottenere il Patentino con le modalità riportate nel seguito. Al termine del corso otterranno il patentino di idoneità tecnica per la conduzione delle utilizzazioni forestali in deroga a quanto previsto dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 559 di data 7 marzo Il rilascio del Patentino di cui alla deliberazione n 160 del è subordinato alla frequenza di un apposito corso, organizzato entro 30 giorni dalla scadenza del termine per le iscrizioni dallo stesso Servizio Foreste e Fauna, ai fini dell aggiornamento professionale con particolare riguardo al tema della sicurezza e della gestione attenta ed efficiente del patrimonio forestale. E richiesta la frequenza minima dell 80% delle ore di formazione. Al corso possono partecipare solamente coloro che siano titolari dell attestato comprovante il possesso di adeguata capacità professionale per l esercizio dell attività artigiana di boscaiolo, rilasciato dalla Commissione provinciale per l Artigianato ai sensi dell articolo 1 della L P. 12 dicembre 1977, n 34, o certificati equipollenti. Nel termine perentorio del 16 aprile 2011 (60 giorni dal 15 febbraio 2011, data di pubblicazione della deliberazione della Giunta Provinciale n 160 del ), va presentata la domanda di iscrizione in carta semplice, compilando l apposito modulo C3 reperibile presso qualsiasi ufficio del Servizio Foreste e Fauna, compresi gli Uffici Distrettuali Forestali e le Stazioni forestali, allegando la ricevuta del versamento della quota di iscrizione di 60,00, copia della documentazione che attesta il possesso dei requisiti richiesti ed il certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia. Alla domanda dovrà essere allegata fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. Il tutto da spedire a: Provincia Autonoma di Trento, Servizio Foreste e Fauna, Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale via G.B. Trener n TRENTO Il corso dura quaranta ore articolate su cinque giornate continuative, e sviluppa i seguenti argomenti: - tecniche di raccolta della produzione legnosa - nozioni di meccanizzazione forestale - organizzazione dei cantieri - sicurezza del lavoro forestale - valorizzazione della produzione legnosa - regolamentazione delle utilizzazioni forestali - nozioni di selvicoltura e gestione dei patrimoni forestali VALIDITA E RINNOVO Il patentino, vale fino al compimento dei sessantacinque anni d età del possessore, ed al raggiungimento della scadenza, può essere rinnovato a seguito di formale richiesta, per un ulteriore periodo di cinque anni, salvo i casi in cui sussistano gli estremi per la sua revoca. La domanda di rinnovo, prevede la compilazione dell apposito modulo R1 (reperibile presso qualsiasi ufficio del Servizio Foreste e Fauna), che va regolarizzato con bollo da 14,62; devono essere allegate anche una seconda marca da bollo ( 14,62) e due foto formato tessera firmate sul retro. Il tutto, deve essere spedito o consegnato ad un ufficio del Servizio Foreste e fauna.

10 Mod C1 Operatori professionali Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Via G.B. Trener, TRENTO Il sottoscritto,nato a il e residente a (CAP e città), via, cittadinanza numero telefonico, visto il catalogo dei corsi dell anno, CHIEDE di partecipare al corso previsto per il periodo dal al del mese di dell anno. Chiede inoltre, compatibilmente con la disponibilità, di disporre di un posto letto presso la foresteria del Centro Vivaistico-forestale di San Giorgio a Borgo Valsugana (barrare la casella). DICHIARA di essere operatore regolare addetto al taglio boschi (allega copia della documentazione attestante) ALLEGA certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia ricevuta di versamento della quota di iscrizione fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. nel caso di lavoratori immigrati (cittadini di paesi terzi e cittadini comunitari), poiché il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per la tutela della sicurezza dei lavoratori stessi nel corso della formazione e deve consentire di acquisire le relative conoscenze previste (come disciplinato dagli artt. 36 e 37 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 come intergrato dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) si richiedono, in alternativa, (barrare la casella) o uno dei seguenti documenti rilasciati dai competenti enti/istituti italiani in Italia o all estero: certificato di licenza media inferiore ( terza media); certificato di conoscenza lingua italiana A2 (la lingua veicolare è la lingua italiana); qualsiasi altro diploma di scuola media superiore, e/o universitario conseguito il Italia o in enti Italiani all estero; o ovvero chiedo di effettuare il test di comprensione della lingua italiana, utilizzata nel percorso formativo. se il lavoratore é cittadino di paese terzo (extra-comunitario), allegare fotocopia del proprio titolo di soggiorno in corso di validità (o del cedolino/ricevuta attestante il rinnovo del titolo con fotocopia del precedente titolo di soggiorno) Contemporaneamente, autorizza codesto Servizio al trattamento dei propri dati personali in ottemperanza a quanto previsto dalla Legge n 196/2003 in materia di "privacy". Data Firma del richiedente

11 Mod. C2 - Patentino Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Via G.B. Trener, TRENTO Il sottoscritto, nato a il e residente a (CAP e città), via, cittadinanza numero telefonico, visto il catalogo dei corsi dell anno, CHIEDE di partecipare al corso-esame per l ottenimento del Patentino d'idoneità per la conduzione e l'esecuzione delle utilizzazioni forestali (deliberazione della Giunta Provinciale n 559 dd 7 marzo 2008), nella sessione prevista per il periodo dal al del mese di dell anno. Chiede inoltre, compatibilmente con la disponibilità, di disporre di un posto letto presso la foresteria del Centro Vivaistico-forestale di San Giorgio a Borgo Valsugana (barrare la casella). DICHIARA 1. di essere operatore regolare addetto al taglio boschi (allego copia della documentazione attestante) 2. di aver frequentato con profitto il corso base di taglio alberi organizzato dal Servizio Foreste e fauna della Provincia Autonoma di Trento (allego copia dell attestato) ALLEGA certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia ricevuta di versamento della quota di iscrizione fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. nel caso di lavoratori immigrati (cittadini di paesi terzi e cittadini comunitari), poiché il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per la tutela della sicurezza dei lavoratori stessi nel corso della formazione e deve consentire di acquisire le relative conoscenze previste (come disciplinato dagli artt. 36 e 37 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 come intergrato dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) si richiedono, in alternativa, (barrare la casella) o uno dei seguenti documenti rilasciati dai competenti enti/istituti italiani in Italia o all estero: certificato di licenza media inferiore ( terza media); certificato di conoscenza lingua italiana A2 (la lingua veicolare è la lingua italiana); qualsiasi altro diploma di scuola media superiore, e/o universitario conseguito il Italia o in enti Italiani all estero; o ovvero chiedo di effettuare il test di comprensione della lingua italiana, utilizzata nel percorso formativo. se il lavoratore é cittadino di paese terzo (extra-comunitario), allegare fotocopia del proprio titolo di soggiorno in corso di validità (o del cedolino/ricevuta attestante il rinnovo del titolo con fotocopia del precedente titolo di soggiorno) Contemporaneamente, autorizza codesto Servizio al trattamento dei propri dati personali in ottemperanza a quanto previsto dalla Legge n 196/2003 in materia di "privacy". Data Firma del richiedente

12 Mod. C3 Patentino in deroga Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Via G.B. Trener, TRENTO Il sottoscritto,nato a il e residente a (CAP e città) via, cittadinanza numero telefonico, CHIEDE di partecipare al corso per l ottenimento del Patentino d'idoneità per la conduzione e l'esecuzione delle utilizzazioni forestali ai sensi della deliberazione della Giunta Provinciale n 160 dd Chiede inoltre, compatibilmente con la disponibilità, di disporre di un posto letto presso la foresteria del Centro Vivaistico-forestale di San Giorgio a Borgo Valsugana (barrare la casella). Secondo quanto previsto dalla specifica disciplina, DICHIARA di essere titolare dell attestato comprovante il possesso di adeguata capacità professionale per l esercizio dell attività artigiana di boscaiolo, rilasciato dalla Commissione provinciale per l Artigianato ai sensi dell articolo 1 della L P. 12 dicembre 1977, n 34, o di certificati equipollenti. (allego copia dell attestato) ALLEGA certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia ricevuta di versamento della quota di iscrizione fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. Contemporaneamente, autorizza codesto Servizio al trattamento dei propri dati personali in ottemperanza a quanto previsto dalla Legge n 196/2003 in materia di "privacy". Data Firma del richiedente

13 Mod C4 Operatori non professionali Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO FORESTE E FAUNA Incarico Speciale per la Formazione e Consulenza tecnica forestale Via G.B. Trener, TRENTO Il sottoscritto, nato a il e residente a (CAP e città), via, cittadinanza numero telefonico, visto il catalogo dei corsi dell anno, CHIEDE DI PARTECIPARE A Denominazione corso dal al mese anno Sicurezza e tecniche base per il taglio degli alberi Chiede inoltre la disponibilità di un posto letto presso la foresteria del Centro Vivaistico-forestale di San Giorgio a Borgo Valsugana (barrare la casella). ALLEGA certificato di buona salute rilasciato dal medico di famiglia ricevuta di versamento della quota di iscrizione fotocopia semplice di un documento di identità personale (fronte e retro) in corso di validità. nel caso di lavoratori immigrati (cittadini di paesi terzi e cittadini comunitari), poiché il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per la tutela della sicurezza dei lavoratori stessi nel corso della formazione e deve consentire di acquisire le relative conoscenze previste (come disciplinato dagli artt. 36 e 37 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 come intergrato dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) si richiedono, in alternativa, (barrare la casella) o uno dei seguenti documenti rilasciati dai competenti enti/istituti italiani in Italia o all estero: certificato di licenza media inferiore ( terza media); certificato di conoscenza lingua italiana A2 (la lingua veicolare è la lingua italiana); qualsiasi altro diploma di scuola media superiore, e/o universitario conseguito il Italia o in enti Italiani all estero; o ovvero chiedo di effettuare il test di comprensione della lingua italiana, utilizzata nel percorso formativo. se il lavoratore é cittadino di paese terzo (extra-comunitario), allegare fotocopia del proprio titolo di soggiorno in corso di validità (o del cedolino/ricevuta attestante il rinnovo del titolo con fotocopia del precedente titolo di soggiorno) Contemporaneamente, autorizza codesto Servizio al trattamento dei propri dati personali in ottemperanza a quanto previsto dalla Legge n 196/2003 in materia di "privacy". Data Firma del richiedente

Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali

Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PROVINCIALE DELLE FORESTE DEMANIALI Ufficio Tecnico e gestionale Attività di qualificazione ed aggiornamento per addetti alle utilizzazioni forestali Catalogo delle

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDANTI I CORSI PER BOSCAIOLI

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDANTI I CORSI PER BOSCAIOLI DOMANDE FREQUENTI RIGUARDANTI I CORSI PER BOSCAIOLI Che tipo di corsi per boscaioli vengono organizzati dalla Provincia Autonoma di Trento? La struttura provinciale competente in materia di formazione

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento Bollettino Ufficiale n. 15/I-II del 15/04/2014 / Amtsblatt Nr. 15/I-II vom 15/04/2014 194 90649 Disposizioni - determinazioni - Parte 1 - Anno 2014 Provincia Autonoma di Trento PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO OPERATORE FORESTALE RESPONSABILE

PERCORSO FORMATIVO OPERATORE FORESTALE RESPONSABILE Allegato B) PERCORSO FORMATIVO OPERATORE FORESTALE RESPONSABILE 1. SOGGETTI ATTUATORI DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE Sono soggetti attuatori delle iniziative di formazione di cui al presente decreto i

Dettagli

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE AL SERVIZIO DELL AMBIENTE: GESTIONE DEI BOSCHI E DEL VERDE URBANO

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE AL SERVIZIO DELL AMBIENTE: GESTIONE DEI BOSCHI E DEL VERDE URBANO LA FORMAZIONE PROFESSIONALE AL SERVIZIO DELL AMBIENTE: GESTIONE DEI BOSCHI E DEL VERDE URBANO La formazione professionale al servizio dell ambiente: gestione dei boschi e del verde urbano Con l avvento

Dettagli

Collaborazioni interregionali: attività di mutuo riconoscimento dei profili formativi fra le diverse aree dell'arco alpino

Collaborazioni interregionali: attività di mutuo riconoscimento dei profili formativi fra le diverse aree dell'arco alpino Collaborazioni interregionali: attività di mutuo riconoscimento dei profili formativi fra le diverse aree dell'arco alpino Torino, 22 febbraio 2012 I.P.L.A. S.p.A. Istituto per le Piante da Legno e Ambiente

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi dell art. 6 della Legge 341/1990 comma 2 lettera c) ANNO

Dettagli

MODALITÀ E REQUISITI DI ACCESSO ALLA SELEZIONE

MODALITÀ E REQUISITI DI ACCESSO ALLA SELEZIONE Selezione di operatori del settore forestale per l accesso al corso Istruttore forestale in abbattimento ed allestimento : requisiti di accesso, programma di attività, contenuti e modalità attuative della

Dettagli

di partecipazione all esame d idoneità professionale per il trasporto su strada di viaggiatori

di partecipazione all esame d idoneità professionale per il trasporto su strada di viaggiatori RICHIESTA di partecipazione all esame d idoneità professionale per il trasporto su strada di viaggiatori Città metropolitana di Milano Area Pianificazione territoriale generale, delle reti infrastrutturali

Dettagli

IL PERCORSO DELLA REGIONE TOSCANA IL PROGETTO DI FORMAZIONE DEGLI OPERAI FORESTALI PUBBLICI

IL PERCORSO DELLA REGIONE TOSCANA IL PROGETTO DI FORMAZIONE DEGLI OPERAI FORESTALI PUBBLICI FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO AL LAVORO IN BOSCO 10 ANNI DI ATTIVITA DEL CENTRO DI ADDESSTRAMENTO DI RINCINE IL PERCORSO DELLA REGIONE TOSCANA IL PROGETTO DI FORMAZIONE DEGLI OPERAI FORESTALI PUBBLICI Enrico

Dettagli

INDICE ALLEGATO A. Allegato A Riconoscimento della figura di tecnico competente in acustica ambientale.

INDICE ALLEGATO A. Allegato A Riconoscimento della figura di tecnico competente in acustica ambientale. INDICE ALLEGATO A SEZIONE 1: QUADRO NORMATIVO SEZIONE 2: CHI E IL TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE SEZIONE 3: REQUISITI NECESSARI PER IL RICONOSCIMENTO SEZIONE 4: RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI

Dettagli

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio SEZIONE I 1.1 DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1 Competenze COMPETENZE REGIONALI (art.5 L.R. 38/2006 e s.m.i. art. 17 L.R. 28/1999 e s.m.i. - art. 8 L.R. 63/1995 e s.m.i). La Regione Piemonte stabilisce i requisiti

Dettagli

Management delle aziende sanitarie

Management delle aziende sanitarie ANNO ACCADEMICO 2009-2010 BANDO DI CONCORSO Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato

Dettagli

Tutto ciò premesso IL DIRETTORE

Tutto ciò premesso IL DIRETTORE REGIONE PIEMONTE BU44S1 30/10/2014 Codice DB1503 D.D. 24 ottobre 2014, n. 660 Avviso pubblico per la presentazione delle domande relative all'inserimento nell'elenco di esperti del mondo del lavoro disponibili

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI, PER LA CREAZIONE DEL REGISTRO PUBBLICO DEI MEDIATORI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA.

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI, PER LA CREAZIONE DEL REGISTRO PUBBLICO DEI MEDIATORI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA. AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI, PER LA CREAZIONE DEL REGISTRO PUBBLICO DEI MEDIATORI CULTURALI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA. IL DIRIGENTE RENDE NOTO o vista la deliberazione del Consiglio Provinciale

Dettagli

CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI BORGO VALSUGANA BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO

CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI BORGO VALSUGANA BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI BORGO VALSUGANA BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO PERIODO FORMATIVO 2016/2018 Sono aperte le iscrizioni al corso per Operatore Socio-Sanitario,

Dettagli

CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI LEVICO TERME BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO

CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI LEVICO TERME BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO SEDE DI LEVICO TERME BANDO DI ISCRIZIONE AL CORSO PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO PERIODO FORMATIVO 2016/2018 Sono aperte le iscrizioni al corso per Operatore Socio-Sanitario,

Dettagli

CERISDI CENTRO RICERCHE E STUDI DIREZIONALI - PALERMO. Concorso per N. 10 Borse di Studio Premio Giovanni Bonsignore 2009

CERISDI CENTRO RICERCHE E STUDI DIREZIONALI - PALERMO. Concorso per N. 10 Borse di Studio Premio Giovanni Bonsignore 2009 1 CERISDI - PALERMO Concorso per N. 10 Borse di Studio Premio Giovanni Bonsignore 2009 Il CERISDI, nell ambito delle sue attività istituzionali ed in collegamento con altre Istituzioni nazionali ed internazionali,

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA codice: 018-05/06 Bando A.A. 2005/06 1 Art. 1 Indicazioni

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Delibera del Direttore Generale n. 705 del 12/09/2013 Oggetto: Corso di formazione per l'acquisizione della qualifica di operatore socio sanitario.

Dettagli

1 - QUADRO NORMATIVO: COMPETENZE IN MERITO AL RICONOSCIMENTO DELLA

1 - QUADRO NORMATIVO: COMPETENZE IN MERITO AL RICONOSCIMENTO DELLA RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ART. 2, COMMI SESTO, SETTIMO ED OTTAVO DELLA LEGGE 26 OTTOBRE 1995, N. 447 A cura dell Osservatorio Regionale Agenti Fisici Direzione

Dettagli

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE 12.1 Individuazione delle Strutture Semplici e Complesse Nell individuare le strutture complesse di cui all allegato n. 2

Dettagli

BANDO D ESAMI I N F O R M A

BANDO D ESAMI I N F O R M A BANDO D ESAMI per il conseguimento dell idoneità professionale di autotrasportatore di merci per conto terzi e viaggiatori- ANNO 2016- Il Dirigente del Servizio: TRASPORTI della Provincia di Ascoli Piceno,

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

Marca da bollo 16,00 All ufficio Polizia Amministrativa del Comune di 20090 SEGRATE

Marca da bollo 16,00 All ufficio Polizia Amministrativa del Comune di 20090 SEGRATE MODULISTICA P54 MD29 Rev. 0 del 09/11/2010 Marca da bollo 16,00 All ufficio Polizia Amministrativa del Comune di 20090 SEGRATE DOMANDA REGISTRAZIONE E ASSEGNAZIONE CODICE IDENTIFICATIVO PER ATTRAZIONI

Dettagli

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Allegato A del Decreto n. 1027 DecA 18 del 12 maggio 2015 Delibere della Giunta Regionale del 23.12.2014 n. 52/16 e del 27.3.2015 n. 12/35. Ulteriori direttive per l attuazione in Sardegna dell attività

Dettagli

COMPETENZE E REQUISITI FORMATORE ANTINCENDIO. Relatrice CINZIA FINI

COMPETENZE E REQUISITI FORMATORE ANTINCENDIO. Relatrice CINZIA FINI 1 COMPETENZE E REQUISITI FORMATORE ANTINCENDIO Relatrice CINZIA FINI DOVE ERAVAMO RIMASTI? BOZZA Nuovo D.M. 10 Marzo 1998 Art.8 1.I corsi di formazione di cui al presente articolo possono essere svolti,

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI INSTALLAZIONE, AMPLIAMENTO, TRASFORMAZIONE, MANUTENZIONE DI IMPIANTI 1 (D.M. n. 37 del 22.1.2008) al Registro delle Imprese o all Albo delle Imprese Artigiane

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale - Seduta del 24 aprile 2003 - Deliberazione N. 1537 - Area Generale

Dettagli

In esecuzione del verbale n. 30 del Consiglio di Amministrazione in seduta 1 ottobre 2012 è indetta

In esecuzione del verbale n. 30 del Consiglio di Amministrazione in seduta 1 ottobre 2012 è indetta In esecuzione del verbale n. 30 del Consiglio di Amministrazione in seduta 1 ottobre 2012 è indetta SELEZIONE PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI FISIOTERAPISTA (categoria D CCNL Comparto Sanità) E

Dettagli

E INDETTA. Articolo 1 Oggetto della procedura comparativa

E INDETTA. Articolo 1 Oggetto della procedura comparativa AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE DA ATTIVARE PER LE ESIGENZE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA - DIPARTIMENTO INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE,

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 La (di seguito Fondazione Lilly) e la Fondazione Cariplo vogliono rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca

Dettagli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013 BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli n. 3 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE VISTA la legge 30 dicembre

Dettagli

ASL BR. Bando di ammissione ai corsi di formazione per l idoneità all esercizio dell attività medica di emergenza territoriale.

ASL BR. Bando di ammissione ai corsi di formazione per l idoneità all esercizio dell attività medica di emergenza territoriale. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 113 del 21 08 2014 30641 ASL BR Bando di ammissione ai corsi di formazione per l idoneità all esercizio dell attività medica di emergenza territoriale. In esecuzione

Dettagli

R EGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI ELENCHI DELLE ATTESTAZIONI DEL POSSESSO DEGLI STANDARD DI QUALITÀ

R EGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI ELENCHI DELLE ATTESTAZIONI DEL POSSESSO DEGLI STANDARD DI QUALITÀ Associazione Rappresentativa Italiana Formatori ed Operatori Sicurezza sul lavoro Sede legale: Via Castello, snc 81039 Villa Literno Cod. fiscale: 90036750611 info@arifos.it A.R.I.F.O.S. R EGOLAMENTO DI

Dettagli

Bando per il Corso di Perfezionamento in Politiche europee per la valorizzazione del territorio. Conoscere per accedere ai Fondi Europei

Bando per il Corso di Perfezionamento in Politiche europee per la valorizzazione del territorio. Conoscere per accedere ai Fondi Europei Bando per il Corso di Perfezionamento in Politiche europee per la valorizzazione del territorio. Conoscere per accedere ai Fondi Europei In collaborazione con Consulta per il Lavoro e la Valorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E

REGOLAMENTO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E Allegato A REGOLAMENTO DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER IL CONFERIMENTO A TERZI DI INCARICHI DI STUDIO, RICERCA E CONSULENZA E DI INCARICHI IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA.

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. Art. 1 FONTI NORMATIVE Per l espletamento degli esami per il conseguimento

Dettagli

SI RENDE NOTO. L individuazione dei componenti è disciplinata secondo i criteri e i requisiti di seguito indicati.

SI RENDE NOTO. L individuazione dei componenti è disciplinata secondo i criteri e i requisiti di seguito indicati. AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L INDIVIDUAZIONE DEI COMPONENTI DELL ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE AI SENSI DELL ART. 14 DEL D.LGS. 150/2009 In esecuzione del decreto n. 16 del

Dettagli

LUNEDI 17 NOVEMBRE 2014

LUNEDI 17 NOVEMBRE 2014 BANDO DI SELEZIONE INTERNA PER L ATTRIBUZIONE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA PROFESSIONALE DI COORDINATORE CORSI OSS FORMAZIONE AL LAVORO, NELL AMBITO DELLO STAFF DELLA DIREZIONE GENERALE UOC FORMAZIONE

Dettagli

Allegato A alla Deliberazione n. 12 del 15 gennaio 2007 AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE 3 GENOVESE

Allegato A alla Deliberazione n. 12 del 15 gennaio 2007 AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE 3 GENOVESE Allegato A alla Deliberazione n. 12 del 15 gennaio 2007 AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE 3 GENOVESE UNITA OPERATIVA FORMAZIONE Via G. Maggio,.6-16147 Genova Tel. 0103445288-0103445294-0103446348 BANDO PER

Dettagli

PROVINCIA DI COMO IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE :

PROVINCIA DI COMO IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE : MODELLO A PROVINCIA DI COMO INDIZIONE SESSIONE D ESAME ANNO 2014 PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI GUIDA TURISTICA Legge Regionale n. 15 del 16 luglio 2007 e successive

Dettagli

Ingegneria dell Emergenza

Ingegneria dell Emergenza FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master universitario di primo livello in Ingegneria dell Emergenza Anno 2005-2006 (Bando dell 11 Agosto 2005) Codice corso di studio da inserire nel bollettino

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014)

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Riccardo De Gobbi Sezione Agroambiente Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q.

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH09 Pag. 1 di 4 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Il sottoscritto nato a il res. a via n. C.F. in qualità di della Società/Associazione C.F. con sede a prov in Via n.

Il sottoscritto nato a il res. a via n. C.F. in qualità di della Società/Associazione C.F. con sede a prov in Via n. BOLLO 14,62 RICHIESTA LICENZA PER MANIFESTAZIONE TEMPORANEA CON ANNESSA ATTIVITA' COMPLEMENTARE DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (Art. 68-69 del TULPS; Art. 10 commi 1-3 L.R. 26.07.2003, n.14)

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG IL RETTORE Decreto n. 425 VISTO VISTO il DM 270/04 ed in particolare l art.3 comma 9 che recita Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ACCESSO ALLA

Dettagli

Programma formativo del corso di specializzazione per il conseguimento della Abilitazione Professionale di ACCONCIATORE

Programma formativo del corso di specializzazione per il conseguimento della Abilitazione Professionale di ACCONCIATORE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 12/33 del 10.3.2011 Programma formativo del corso di specializzazione per il conseguimento della Abilitazione Professionale di ACCONCIATORE (ex Qualifiche Parrucchiere

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Cagliari, 24 Marzo 2016 All Albo Pretorio dell Istituto Agli Atti Alle scuole di ogni ordine e grado Al sito Web www.17circolo.gov.it BANDO DI GARA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO MUSICABILMENTE DA SVOLGERE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI Approvato con Delibera dell Amministratore Unico n 164 del

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Fondazione Venezia Servizi alla Persona - ONLUS

Fondazione Venezia Servizi alla Persona - ONLUS AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PERSONALE CON MANSIONE DI OPERATORE SOCIO SANITARIO La Fondazione Venezia Servizi alla Persona ONLUS (di seguito denominata Fondazione), riconosciuta la personalità

Dettagli

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi Prot. n. 1002 /D1 Bando per l ammissione al corso biennale di Diploma Accademico di secondo livello in DESIGN DEI SISTEMI Anno Accademico 2011/2012 (Delibera n. 217 del Consiglio Accademico del 30.06.11)

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

COMUNE DI CETARA Provincia di Salerno

COMUNE DI CETARA Provincia di Salerno Prot. 2554 del 02.05.2016 COMUNE DI CETARA Provincia di Salerno BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 3 AUTORIZZAZIONI PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE DI AUTOVETTURE

Dettagli

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Master Universitario annuale di II livello in RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2015/2016 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI

Dettagli

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere generale L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche,

Dettagli

Università degli studi di Napoli Parthenope

Università degli studi di Napoli Parthenope Università degli studi di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Avviso di selezione per il conferimento di incarichi didattici Si comunica che per l a.a. 2011/2012 - nella Facoltà di Ingegneria - risulta

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE: FFS1 FORMAZIONE FORMATORI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO PROGETTO DI FORMAZIONE

CORSO DI FORMAZIONE: FFS1 FORMAZIONE FORMATORI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO PROGETTO DI FORMAZIONE CORSO DI FORMAZIONE: FFS1 FORMAZIONE FORMATORI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO PROGETTO DI FORMAZIONE 15, 16, 17 luglio 2015 PRESENTAZIONE Il Corso di Formazione risponde all esigenza di qualificare consulenti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Economia e Finanza

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Economia e Finanza Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Economia e Finanza CORSO DI FORMAZIONE in COACHING SINERGICO Anno Accademico 2013-2014 realizzato in convenzione tra l'università di Roma "Tor

Dettagli

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E 08/02/2011 Pag. 1 di 7 GESTIONE DELLA FORMAZIONE E DELL ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4.

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11558

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11558 PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11558 INDICE Data di aggiornamento: Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Dicembre 2014 Articolo 2 CONDIZIONI GENERALI Articolo

Dettagli

Art. 3 Piano finanziario Art. 4 - Copertura finanziaria del Master Universitario

Art. 3 Piano finanziario Art. 4 - Copertura finanziaria del Master Universitario Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Modificato con D.R. n. 1033 2013 Prot. n 24843 del 10.07.2013 REGOLAMENTO MASTER

Dettagli

SCHEDA ISCRIZIONE CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (PLE)

SCHEDA ISCRIZIONE CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (PLE) (l iscrizione e gli allegati vanno inviati all indirizzo: formazione@studioconsicur.it, oppure al fax. 0171/687588) COMPILARE UN MODULO PER OGNI TIPOLOGIA DI CORSO MODULO DI ADESIONE AL CORSO Addetti alla

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER TITOLI E COLLOQUIO PER IL CONFERIMENTO DI N.1 INCARICO DI LAVORO AUTONOMO DI NATURA OCCASIONALE NELL AMBITO DEL PROGETTO P.O.R. CAMPANIA 2007-2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA Articolo 1 (Premesse) 1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento dei Corsi di formazione pre-accademica (definiti anche

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO. AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria

PROVINCIA DI BENEVENTO. AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria PROVINCIA DI BENEVENTO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria IL DIRIGENTE Vista la Legge Regionale n.10 del 23/02/2005

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Corsi per operatori forestali nella scuola forestale Latemar

Corsi per operatori forestali nella scuola forestale Latemar Abteilung 32 - Forstwirtschaft Ripartizione 32 Foreste Corsi per operatori forestali nella scuola forestale Latemar Dr. Andreas Agreiter Landesbetrieb für Forst- und Domänenverwaltung Forstschule Latemar

Dettagli

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS e Aicq-Sicev (n di registro 66) Palermo, Febbraio 2014 Pagina

Dettagli

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 12.07.2007 1ª Emissione Presidente Comitato di Certificazione Presidente

Dettagli

CITTÀ DI CASTELLANZA CAP. 21053 PROVINCIA DI VARESE 0331-526.111

CITTÀ DI CASTELLANZA CAP. 21053 PROVINCIA DI VARESE 0331-526.111 CITTÀ DI CASTELLANZA CAP. 21053 PROVINCIA DI VARESE 0331-526.111 C.F. 00252280128 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA TRA ENTI SOGGETTI AI VINCOLI ASSUNZIONALI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE -

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Economia Anno Accademico

Dettagli

EQUIPOLLENZE TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO DA CITTADINI ITALIANI E/O CITTADINI COMUNITARI

EQUIPOLLENZE TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO DA CITTADINI ITALIANI E/O CITTADINI COMUNITARI EQUIPOLLENZE TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO DA CITTADINI ITALIANI E/O CITTADINI COMUNITARI INFORMAZIONI UTILI Dove rivolgersi UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE di Ancona tel. 071 2295451 Orario Lun.

Dettagli

COMUNE DI BARDOLINO PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI BARDOLINO PROVINCIA DI VERONA Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere danneggiata. Riavviare il computer e aprire di nuovo il

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione alla prova d esame di idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio dell attività professionale di Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo - anno 2012.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI (adottato ai sensi dell articolo 18, comma 2, del Decreto Legge n. 112/2008, convertito in Legge n. 133/2008)

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento e per le frequenze volontarie

Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento e per le frequenze volontarie C onoscenza R esponsabilità E quità A ppartenenza R elazione E ccellenza S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento

Dettagli

DECRETO N. 28 del 27.12.2012

DECRETO N. 28 del 27.12.2012 DECRETO N. 28 del 27.12.2012 Oggetto: Concorso per esami per l accertamento dei requisiti di qualificazione professionale ai fini dell esercizio dell attività di Direttore tecnico di agenzia di viaggio

Dettagli

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS e Aicq-Sicev (n di registro 66) Agrigento, Novembre 2011 Pagina

Dettagli

art. 1 Art. 12 esame finale del corso di aggiornamento - 1/8 -

art. 1 Art. 12 esame finale del corso di aggiornamento - 1/8 - Bando di indizione per l anno formativo 2015/2016 del Corso teorico-pratico di aggiornamento professionale per l attività di Operatore per la prevenzione, soccorso e sicurezza sulle piste di sci - figure

Dettagli

CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO compresi nel Bacino Imbrifero Montano dell'adige Trento - Piazza Centa, 13

CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO compresi nel Bacino Imbrifero Montano dell'adige Trento - Piazza Centa, 13 CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO compresi nel Bacino Imbrifero Montano dell'adige Trento - Piazza Centa, 13 AVVISO DI SELEZIONE E indetta una selezione pubblica, per colloquio, finalizzata

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

Corso di Formazione per ADDETTO ALLA MANUTENZIONE. DI IMPIANTI ELETTRICI Norma CEI11-27 PES-PAV

Corso di Formazione per ADDETTO ALLA MANUTENZIONE. DI IMPIANTI ELETTRICI Norma CEI11-27 PES-PAV Corso di Formazione per ADDETTO ALLA MANUTENZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI Norma CEI11-27 PES-PAV Istituto B. Ramazzini s.r.l. - 1979-2012 - Ramazzini Plus s.r.l. via Dottor Consoli, 16-95124 - CATANIA info

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

Master Post Laurea Auditing e Controllo Interno Formazione Avanzata Economia BANDO DI CONCORSO

Master Post Laurea Auditing e Controllo Interno Formazione Avanzata Economia BANDO DI CONCORSO BANDO DI CONCORSO Ottobre 2009 Ottobre 2010 Art. 1 Istituzione master Presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa è istituito, ai sensi dell art. 4 dello Statuto, e attivato per l anno accademico

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

CORSO RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI

CORSO RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI CORSO RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI INFORMAZIONI GENERALI REQUISITI essere Operatori privi di qualifica o Operatori con formazione pregressa insufficiente, con esperienza lavorativa di

Dettagli

- è indetta una procedura di valutazione comparativa per il conferimento di un incarico di

- è indetta una procedura di valutazione comparativa per il conferimento di un incarico di AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO DA ATTIVARE PER LE ESIGENZE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE SOCIALI ED ECONOMICHE - SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA (N. 29/2015)

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1. Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1. Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1 Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI QUALIFICAZIONE PER L ACCESSO AL PROFILO DI OPERATORE SOCIO SANITARIO

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA VALTELLINA DI TIRANO

COMUNITÀ MONTANA VALTELLINA DI TIRANO COMUNITÀ MONTANA VALTELLINA DI TIRANO AREA TECNICA SETTORE AGRICOLTURA FORESTAZIONE DETERMINAZIONE N. 166 DEL 22 aprile 2015 OGGETTO: Azione B per lo sviluppo della filiera bosco-legno. Approvazione avviso

Dettagli

DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1

DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1 Allegato 2) ZONA SOCIALE N. 6 DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1 AL SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: DOMANDA DI PRESTITO

Dettagli

ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A

ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A ASL 7 CARBONIA BANDO RISERVATO AI DIRIGENTI MEDICI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA STRUTTURA SEMPLICE A VALENZA DIPARTIMENTALE DI ONCOLOGIA DESTINATARI: Conferimento dell incarico

Dettagli