Comunicare l Emergenza Terremoto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicare l Emergenza Terremoto"

Transcript

1 Comunicare l Emergenza Terremoto L esperienza della Protezione Civile in Abruzzo A cura del Servizio comunicazione, sviluppo conoscenze e gestione dei rapporti con il Servizio Civile Dipartimento della Protezione Civile

2 Indice INTRODUZIONE p. 4 Prima fase : 6 30 Aprile p. 13 Seconda fase : Maggio Agosto p.18 Terza Fase : Settembre Dicembre p.35 Quarta Fase: Gennaio Febbraio p. 43 CONCLUSIONI p. 45

3 Introduzione La Risposta della Protezione Civile Italiana p. 4 Coordinamento : Il Comitato Operativo p. 5 La Direzione di comando e controllo dell emergenza p. 6 Le riunioni dei maggiori esperti di sismologia p. 7 la Protezione Civile e i Media p. 8 I numeri dell emergenza p.10 La strategia di Comunicazione p. 11 Obiettivo: semplificare p. 12

4 La risposta del Sistema Nazionale di Protezione Civile Lunedì 6 Aprile Ore Terremoto di magnitudo 5.8 della scala Richter Ore 4.15 Unità di crisi Dipartimento della Protezione civile Ore 4.40 Comitato Operativo della Protezione civile DPCM del 6 aprile 2009 Dichiarazione dello stato di emergenza (ai sensi della L. 225/92), fino al 31 dicembre 2009 Ore 9.00 Attivazione della Direzione di Comando e Controllo Di.Coma.C all Aquila 6 Aprile 2009 Vittime: 300 h Feriti: gradi della Persone Sfollate : Scala Richter Introduzione p. 4

5 Coordinamento : Il Comitato Operativo Corpo Nazionale Vigili del Fuoco Polizia Consiglio Nazionale di Ricerca Rapporti con le Regioni e autonomie locali Capo Dipartimento Protezione Civile Comunicazione ENEA ANAS AISCAT Direzione Generale Dighe Croce Rossa Italiana Organizazioni di volontariato ENAV ENAC Autostrade per l Italia Sistema Sanitario Nazionale Esercito Aeronautica Marina Corpo forestale dello Stato Associazione Nazionale Alpini Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale Gestori servizi elettrici Poste Italiane RAI spa Gestori telefonici Gruppo ferrovie dello Stato Introduzione p. 5

6 La direzione i di comando e controllo dell emergenza Servizi essenziali Telecomunicazioni e Supporto informatico Tecnica di valutazione censimento dei danni Coordinamento concorso delle regioni Mass media e informazione Tutela ambientale C.O.M (Comitati operativi misti) Logistica materiali e mezzi Salvaguardia beni culturali Relazioni internazionali Il Decreto del Commissario delegato n. 5 del 26 aprile 2009 istituisce nuove funzioni della DI.COMA.C, tra cui la Funzione Comunicazione Strutture operative / Viabilità Comunicazione Supporto giuridico e amministrativo Infrastrutture e strutture post emergenziali Assistenza alla popolazione, scuola, università Sanità, assistenza sociale e veterinaria Volontariato Coordinamento enti locali Introduzione p. 6

7 Le riunioni dei maggiori esperti di sismologia Il 31 marzo e il 6 aprile sono convocate due riunioni degli esperti della Commissione Nazionale per la Previsione e la Prevenzione dei Grandi Rischi su richiesta del Capo del Dipartimento della Protezione Civile. La Commissione ribadisce l impossibilità di prevedere un singolo evento sismico in termini geografici, temporali e dimensionali. L impossibilità di prevedere i terremoti è ribadita anche dagli esperti della Commissione internazionale di sismologi, che si riuniscono 4 volte dal 13 maggio al 2 ottobre (L Aquila, Potsdam, Roma e L Aquila). Gli esperti ritengono invece valida la previsione probabilistica a medio e lungo termine. La Commissione è stata istituita dal Capo Dipartimento della Protezione Civile dopo il terremoto. I verbali di tutte le riunioni sono disponibili sul sito. it Introduzione p. 7

8 La Protezione Civile e i media Introduzione p. 8

9 La Protezione Civile e i media Per quanto riguarda il rischio sismico il problema non è solo l Abruzzo, ma buona parte del territorio nazionale. Il punto fondamentale è la prevenzione Le reti nazionali stravolgono i palinsesti per dare spazio a lunghe dirette dall Abruzzo 6 Aprile : funzionari del Dipartimento della Protezione Civile partecipano agli speciali tv di Matrix, Porta a Porta, Otto e mezzo. 16 Aprile: Titti Postiglione, responsabile del Servizio di coordinamento della Sala Situazione Italia partecipa allo speciale di Anno Zero Introduzione p. 9

10 I numeri dell emergenza Popolazione assistita i Prime 48 h Valore massimo raggiunto fine aprile Il dato al 6 luglio Il dato al 5 novembre Il dato al 29 dicembre Aree di accoglienza: Alberghi/case private: circa Aree di accoglienza: Alberghi/case private: Aree di accoglienza: Alberghi/case i Aree di accoglienza: Alberghi/caserma: private: Case private: C.A.S.E e MAP 480 Aree di accoglienza: 0 Alberghi/caserma: Case private: C.A.S.E e MAP Campi di accoglienza Tende Introduzione p. 10

11 Le strategie di comunicazione 1. Esserci L informazione alla popolazione sul posto passa attraverso i volontari, gli operatori, i funzionari. Sono sempre presenti e facilmente riconoscibili per le loro magliette blu. La fonte Protezione civile è considerata autorevole e affidabile dalla maggioranza della popolazione italiana anche in situazione di disagio o di crisi. Gli strumenti di informazione sono veicolati direttamente dagli operatori. 2. Tenere alta l attenzione Dal Presidente del Consiglio al Papa, da Obama a Riccardo Muti, alla Nazionale di Calcio. Da subito, istituzioni e personalità sono sui luoghi del terremoto, seguiti dai media nazionali, locali, internazionali. La popolazione italiana (43,4 %) si informa soprattutto attraverso la TV (Fonte: Eurispes, Rapporto Italia 2009 ). 3. Ascoltare Ascoltiamo i cittadini durante gli incontri nei campi di accoglienza, per telefono, , allo sportello. 4. Fare rete Le istituzioni nazionali, territoriali e locali collaborano ognuna con i propri mezzi e strumenti, coordinate sul campo dal Commissario Delegato. Il Vice Commissario della Di.coma.c De Bernardinis pianifica vari incontri con i Sindaci dei 57 comuni del cratere sismico durante i primi mesi dell emergenza. Introduzione p. 11

12 Obiettivo: Semplificare 1. Le comunicazioni tecniche Testi dei comunicati delle scosse sismiche (notizie, aggiornamenti nella sezione Mattinale del sito, articoli sulla newsletter Abruzzo e noi ) Rilievi macrosismici (sezione Effetti del terremoto sul sito) Le verifiche di agibilità (aggiornamenti sul sito e Faq, articoli sulla newsletter) Gli incontri sulla microzonazione sismica nell aquilano (notizie) 2. Gli atti e i documenti Decreto legge Abruzzo decreti Presidente del Consiglio dei Ministri ordinanze decreti del Commissario delegato lettere e circolari circolare volontariato Introduzione p. 12

13 Comunicazione Prima fase 6 30 Aprile

14 Prima fase : 6 30 Aprile Scenario, Obiettivi e Attori p.15 Pubblici e Strumenti p.16 Gli Strumenti di Comunicazione p.17

15 Prima Fase Comunicazione in emergenza: scenario, obiettivi, attori SCENARIO OBIETTIVI ATTORI Prime 48 ore Di.coma.c Soccorso e assistenza alla popolazione Comunicare in tempo reale cosa è accaduto, cosa sta accadendo e cosa potrebbe accadere Soggetti che operano sul campo: Capi COM C.O.M. Strutture operative Volontari Specialisti (psicologi, tecnici) 30 campi di accoglienza - 13 posti medici avanzati 15 mila posti in albergo 5 mila nelle tende Rete di referenti della Comunicare i comportamenti Iniziano le verifiche di agibilità utili per la popolazione, Comunicazione: i diritti, 9 17 aprile la normativa, costituiti i C.O.M., per le attività di il programma d intervento, soccorso e assistenza it i risultati ti Regione Abruzzo Governo, Ministero dell Interno, Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Comune dell Aquila, Provincia, Regione Abruzzo Introduzione p. 15

16 Prima Fase Comunicazione in emergenza: pubblici, strumenti PUBBLICI STRUMENTI 1) La cittadinanza in generale (italiana e estera) 1) Sito: it, e mail, call center sede centrale Protezione civile, rete siti istituzionali 2) La popolazione nei campi di accoglienza 2) Sito, volantini, locandine, avvisi spot, (installati i internet point nelle principali i aree di accoglienza, distribuite ricariche telefoniche e telefonini dai gestori di telefonia mobili) 3) La popolazione negli alberghi 4) La popolazione ospitata nelle case private dell Abruzzo e nel resto d Italia 3) Sito, e mail, volantini, locandine, avvisi spot 4) Sito, e mail, call center sede centrale Protezione civile Introduzione p. 16

17 Gli strumenti di comunicazione Sito it Locandine e brochure sul comportamento nelle aree di accoglienza 530 mila visitatori media giornaliera di accessi e mail a -Stampate nei COM e all interno delle singole aree di accoglienza in base alle esigenze Volantini per avvisi spot sulla situazione meteorologica nelle aree di accoglienza Locandine per le donazioni dall Italia e dall estero Call center sede centrale Protezione civile Documentazione Foto Video Avvisi trasmessi via radio attraverso Radio L Aquila1 e stampati nei campi Stampate dalle singole filiali bancarie e degli istituti postali Oltre telefonate 93 servizi fotografici 46 video Introduzione p. 17

18 Comunicazione Seconda fase Maggio Agosto

19 Seconda fase: Maggio Agosto Scenario, Obiettivi, Attori p. 20 Pubblici, Strumenti p. 21 Gli Incontri con i cittadini e le autorità locali p. 23 I prodotti editoriali p. 24 Il sito internet p. 25 Documentazione: foto e video p. 26 La Newsletter AbruzzoeNoi p. 28 La campagna per rilevare le esigenze abitative p. 29 Gli strumenti per ripartire : la campagna p. 30 Gli eventi culturali p. 33

20 Seconda fase Comunicazione in emergenza: scenario, obiettivi, attori SCENARIO OBIETTIVI ATTORI Continua l assistenza alla popolazione Comunicare: alloggiata in 171 aree di accoglienza, i diritti dei cittadini, la normativa, gli alberghi e case private interventi, la strategia e i risultati miglioramento della vita nei campi di accoglienza verifiche su danni e agibilità degli edifici Istituzioni e soggetti che operano sul campo: Capi C.O.M. Strutture operative Volontari Specialisti (psicologi, tecnici) riavvio dei servizi in sedi provvisorie: lezioni nelle tende; servizi al pubblico in uffici mobili e all interno della Cittadella Potenziare l ascolto per trovare soluzioni concrete ai problemi (es. incontri del Capo Dipartimento con i cittadini, per raccogliere le esigenze e Rete di referenti della Comunicazione: Governo, Ministero dell Interno, delle istituzioni nella Caserma della Guardia di Finanza di Coppito trovare soluzioni normative adeguate) Vigili del Fuoco, Polizia di Stato, Comune dell Aquila, Provincia, Regione Abruzzo, Formez Seconda Fase p. 20

21 Seconda fase Comunicazione in emergenza: pubblici, strumenti PUBBLICI STRUMENTI 1) La cittadinanza in generale (italiana e estera) 2) La popolazione ospitata nei campi di accoglienza 1) Sito:, Guida Linea Amica Abruzzo 2) Segnaletica direzionale e di localizzazione, incontri del Capo Dipartimento, newsletter Abruzzo e noi e casella di posta, guida Linea Amica Abruzzo, sito, locandine e opuscoli, rassegna Campi Sonori, mostre, Guida Utile Sole 24 ore, campagna Gli strumenti per ripartire 3) La popolazione ospitata negli alberghi della costa 3) Segnaletica direzionale e di localizzazione, newsletter Abruzzo e noi e casella di posta, guida Linea Amica Abruzzo, sito, locandine e opuscoli, rassegna Campi Sonori, mostre, Guida Utile Sole 24 ore, campagna Gli strumenti per ripartire Seconda Fase p. 21

22 Seconda fase Comunicazione in emergenza: pubblici, strumenti PUBBLICI STRUMENTI 4) La popolazione ospitata nelle case private dell Abruzzo e nel resto d Italia 4) Segnaletica direzionale e di localizzazione, newsletter Abruzzo e noi e casella di posta, guida Linea Amica, sito, rassegna Campi Sonori, mostre, Guida Utile Sole 24 ore, campagna Gli strumenti per ripartire 5) Proprietari di edifici E, F, o in zona rossa del Comune dell Aquila 5) Campagna informativa sul censimento 6) I proprietari di edifici per classificazione di agibilità 6) Campagna informativa Gli strumenti per ripartire Seconda Fase p. 22

23 Gli incontri con la cittadinanza e con le autorità locali Guido Bertolaso ha tenuto dal 6 maggio al 23 luglio una serie di incontri con i cittadini nei campi di accoglienza e con le autorità localili per illustrare i provvedimenti in favore della popolazione e dei Comuni colpiti dal terremoto. L obiettivo era fornire un'informazione semplice e diretta alla popolazione assistita, rispondere alle domande e raccogliere le esigenze. 21 incontri con i cittadini 3 incontri con i Sindaci dei Comuni del 'Cratere' Seconda Fase p. 23

24 I prodotti editoriali Guida utile del «Sole 24 ore» 40mila copie Ristampa manuale Aedes sulla compilazione delle schede per il rilevamento danni 10mila copie Libro fotografico dedicato alla prima emergenza Before, immediately, tomorrow distribuito durante il Vertice G8 2mila copie in italiano 2mila copie in inglese Newsletter Abruzzo e noi 26 numeri dal 13 maggio 2009 al 29 gennaio 2010 Seconda Fase p. 24

25 Il sito internet Visitatori dal 6 aprile al 26 dicembre : Notizie pubblicate: 425 Media accessi giornalieri: Media numero di pagine lette: 5,2 Tempo medio di permanenza: 2 minuti e 50 secondi Casella di posta dal 6 aprile al 26 dicembre oltre Sezione Emergenza Terremoto Abruzzo Aree più visitate: Atti e documenti, con oltre 70 documenti semplificati Domande frequenti, con oltre 100 FAQ Tutte le notizie Newsletter Abruzzo e noi Domande frequenti Atti e documenti Dati e numeri Progetto C.A.S.E. e Piano Map Moduli e materiali da scaricare - Effetti del terremoto Donazioni per il terremoto Foto e video Contatti e servizi Iniziative ed agevolazioni - Iniziative nelle aree di accoglienza Seconda Fase p. 25

26 Documentazione: foto e video Oltre 500 servizi fotografici: Oltre 170 disponibili sul sito internet Oltre 170 video: Circa 25 disponibili sul sito internet Seconda fase p. 26

27 Locandine, opuscoli e segnaletica Locandine e opuscoli su: rischio incendi nelle aree di accoglienza ripristino servizi essenziali (riallaccio gas) LaTerra tretteca comportamenti in caso di terremoto progetto di Servizio Civile in Abruzzo Segnaletica direzionale e di localizzazione li i delle dll aree di accoglienza 40 segnali direzionali sugli svincoli lidll delle autostrade A24 e A cartelli direzionali e localizzazione li i della dll Di.coma.c., C.O.M., aree di accoglienza 150 Bacheche Seconda Fase p. 27

28 La newsletter Abruzzo e noi La newsletter "Abruzzo e noi", distribuita dal 13 maggio nei campi di accoglienza, è un notiziario per i cittadini e uno spazio aperto ai contributi. Nasce per fornire chiarimenti alle domande raccolte durante gli incontri con i cittadini. Alla newsletter è collegata una casella di posta elettronica, attivata anche per monitorare criticità e argomenti di maggiore interesse. 25 numeri, di cui: 13 distribuiti in copie 10 distribuiti in copie 1 distribuito in distribuito in Casella di posta Abruzzo e noi: 760 e mail dal 13 maggio 2009 al 10 gennaio 2010 Speciale 5 e 6 mesi distribuiti in copie Allegati scuole prevenzione rischi naturali copie scuole elementari copie scuole medie e superiori Seconda Fase p. 28

29 La campagna per rilevare le esigenze abitative Dall 1 al 10 agosto, il Dipartimento della Protezione civile ha avviato una campagna per conoscere i fabbisogni alloggiativi dei cittadini del Comune dell Aquila con abitazioni classificate come E, F o che si trovano in zona rossa. La rilevazione è stata preceduta e accompagnata da una campagna di informazione. Il censimento dell 1 10 agosto Oltre 16mila domande ricevute nuclei familiari persone censite 97 campi interessati 2 mila cartelloni 11 manifesti 12 avvisi sui giornali 3 invii di sms ai residenti nel Comune dell Aquila Seconda Fase p. 29

30 Gli strumenti per ripartire : la campagna La campagna informativa Gli strumenti per ripartire illustra misure, agevolazioni e contributi messi a disposizione dei cittadini abruzzesi per la ricostruzione. Filo conduttore è l'immagine di una cassetta degli attrezzi, che associa ogni strumento a un particolare contributo per riparare o ricostruire la propria casa. Seconda Fase p. 30

31 Gli strumenti per ripartire: la campagna 45 uscite sui quotidiani locali 72 affissioni nelle aree di servizio 12 affissioni nel Comune dell'aquila 34mila volantini 38mila depliant 30mila brochure 6mila locandine Vl Volantini, iidepliant e brochure sono stati distribuiti ib i i nei punti informativi i idlc del Comune dell Aquila, in occasione di eventi pubblici (rassegna musicale Campi sonori, conferenze stampa, rassegna cinematografica Venezia all Aquila ) e nei COM, bar, scuole, nel camper Lineamica, nell Urp Seconda Fase p. 31

32 I contatti della campagna STRUMENTI CONTATTI CAMPAGNA Avvisi stampa Banner internet Locandine, brochure, volantini, depliant Affissioni Spot nei cinema Newsletter TOTALE Seconda Fase p. 32

33 Gli eventi culturali Perché è fondamentale ricostruire, non soltanto le case, ma anche il tessuto sociale e culturale di un territorio profondamente ferito. Dopo il Vertice G8 dell 8 10 luglio, la Caserma della Guardia di Finanza ha aperto le porte ai cittadini. I visitatori hanno potuto guardare da vicino le sale che hanno accolto i Grandi della terra e ammirare tre mostre: L Aquila Bella Mai non po perire, L Arte del saper far bene italiano e Prima, Subito, Domani. Dal 23 luglio al 6 settembre 2009, la rassegna musicale Campi sonori ha attraversato i territori colpiti dal terremoto con oltre 40 rappresentazioni artistiche locali e internazionali. Seconda Fase p. 33

34 Comunicazione Terza fase Settembre Dicembre

35 Terza fase: Settembre Dicembre Scenario, obiettivi, attori p. 36 Pubblici, strumenti p. 37 La consegna degli alloggi dlp del Progetto CASE C.A.S.E. p. 39 La riapertura delle scuole p. 40 Lo sportello per il cittadino p. 41

36 Terza fase Comunicazione in emergenza: scenario, obiettivi, attori SCENARIO OBIETTIVI ATTORI In Abruzzo nasce un laboratorio di edilizia sicura (Progetto CASE) C.A.S.E.): si realizza per la prima volta al mondo su ampia scala un progetto di costruzioni sismicamente isolate, integrate nel territorio, ecosostenibili Si avvia a conclusione il piano per la chiusura delle tendopoli, mentre il 29 settembre parte la consegna delle C.A.S.E. ai cittadini aquilani Il 13 ottobre apre uno Sportello per il cittadino, per creare e diffondere informazioni certe e facilitare il ritorno degli Enti locali alla gestione dei servizi di informazione a cittadino Comunicare in modo efficace e puntuale il progetto per l emergenza abitativa all Aquila, i criteri di assegnazione delle C.A.S.E. e il calendario della consegna degli alloggi. Creare e diffondere informazioni certe e facilitare il ritorno degli Enti locali alla gestione dei servizi di informazione al cittadino Istituzioni e soggetti che operano sul campo: Capi C.O.M. Strutture operative Volontari Specialisti (psicologi, tecnici) Istituzioni e soggetti che operano sul campo: Capi C.O.M. Strutture operative Volontari Specialisti (psicologi, tecnici) Terza Fase p. 36

37 Terza fase comunicazione in emergenza: pubblici, strumenti Terza Fase p. 37

38 Gli strumenti di comunicazione Terza Fase p. 38

39 La consegna degli alloggi del Progetto C.A.S.E. Il 29 settembre è iniziata la consegna delle abitazioni del Progetto C.A.S.E. La costruzione degli edifici è stata completata il 19 marzo e la gestione del Progetto è passata al Comune dell Aquila il 31 marzo edifici il totale degli alloggi oltre 15mila le persone che saranno ospitate Materiale informativo sulla filosofia del progetto schede di sintesi, cartellina stampa, sezione sul sito internet, gallerie fotografiche e video. Terza Fase p. 39

40 La riapertura delle scuole Attività di supporto alla riapertura delle scuole: 1) Buoni sconto libri scolastici Realizzazione e distribuzione di 16mila buoni 2) Sensibilizzazione per la prevenzione dei rischi naturali Allegati didattici della newsletter per le scuole elementari e medie superiori Confezionamento e consegna a 37 scuole di un pacco con materiale informativo e buoni sconto 3) Campagna informativa Circuito culturale Realizzazione e distribuzione di 6mila locandine e 10mila dépliant; 11 avvisi stampa, Notizie, gallerie fotografiche e video, cartellina stampa 4) Call center Linea Amica per gli studenti Terza Fase p. 40

41 Lo Sportello per il cittadino Rete istituzionale di servizi Sportello per il cittadino, per creare e diffondere informazioni certe e facilitare il ritorno da parte degli enti locali alla gestione dei rispettivi servizi di informazione al cittadino Al Progetto partecipano: Dipartimento della Protezione Civile, Linea Amica Abruzzo del Dipartimento della Funzione Pubblica, Regione, Provincia e Comune dell Aquila, Cittadinanzattiva, Prefettura Terza Fase p. 41

42 Le risposte dello Sportello per il cittadino Totale richieste dei cittadini dal 13 ottobre al 10 aprile = (sportello e numero verde) Totale risposte chiuse = 90% Totale risposte aperte = 10% Le domande più frequenti C.A.S.E. = 26% Sistemazioni in alberghi = 6,8% Manutenzione alloggi Progetto C.A.S.E.= 5% Arredi alloggi Progetto C.A.S.E.= 2,8% M.A.P.= 2,2% Terza Fase p. 42

43 Comunicazione Quarta fase Gennaio

44 Dalla Protezione Civile alla Regione Abruzzo Lo Scenario Dal primo febbraio 2010 il Presidente della regione Gianni Chiodi, nominato Commissario delegato per la ricostruzione, assume le funzioni sinora affidate al Commissario delegato per lemergenza l'emergenza in Abruzzo, Guido Bertolaso. Dal primo febbraio l'attività svolta dalla Di.coma.c. è rilevata da una struttura di coordinamento istituitadalnuovo Commissario, affiancata dallaprotezionecivilefinoal 28 febbraio con una struttura di missione. Quarta fase p.44

45 Conclusioni La comunicazione integrata Gli strumenti si supportano l un l altro e moltiplicano l efficacia della comunicazione Sito it Newsletter Abruzzo e noi Campagna Glistrumenti per ripartire Sportello per il cittadino Comune dell Aquila, Provincia,Regione, Prefettura, Dipartimento Protezione Civile, Dipartimento della Funzione Pubblica, Cittadinanzattiva Cittadini i Telefonate Visite sportelli Sito Newsletter Brochure, depliant, volantini, locandine Spot cinema Affissioni Terza Fase p. 45

46 Conclusioni Punti di forza e di debolezza + - Con l emergenza Abruzzo viene istituita la Funzione Comunicazione all interno della Di.coma.c. Coordinamento dell attività di comunicazione non pianificato, decisioni spesso solo operative e non strategiche Per la prima volta viene formalizzata l attività di comunicazione in emergenza rivolta al cittadino La legge n. 150 (comunicazione nelle pubbliche amministrazioni) non è integrata nel Metodo Augustus (procedure codificate di gestione dell emergenza) Per la prima volta viene realizzata una campagna informativa per la popolazione La comunicazione è generalista, le informazioni sui colpita pubblici sono parziali e non ci sono prima del 10 agosto (censimento della popolazione) Terza Fase p. 46

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione Ci si può difendere dai terremoti? Sebbene si sappia da molto tempo che l Italia è un paese sismico la storia della classificazione sismica e quindi anche della normativa che avrebbe potuto ridurre i danni

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 Approvazione delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 dell 8.04.2013 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO...

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Se l Italia tornasse a tremare? Lezioni dal terremoto in Emilia Romagna

Se l Italia tornasse a tremare? Lezioni dal terremoto in Emilia Romagna Se l Italia tornasse a tremare? Lezioni dal terremoto in Emilia Romagna Se l Italia tornasse a tremare? Lezioni dal terremoto in Emilia Romagna Coordinamento: Damiano Sabuzi Giuliani Ricerca e redazione:

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione

COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione COSA FARE SE SI È VITTIMA DI STALKING? Strategie d azione Non esiste un'unica soluzione che vada bene per ogni situazione di molestie assillanti. Le strategie d azione rivelatesi efficaci nel contrastare

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

LA SALA OPERATIVA NAZIONALE

LA SALA OPERATIVA NAZIONALE LA SALA OPERATIVA NAZIONALE Presentazione della struttura e delle attività ISTITUZIONE E RUOLO La delibera 39/06 prima e la determina 387/10 poi sono i documenti che hanno portato all istituzione della

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Lista di controllo «Interlocutori»: chi dev'essere informato e quando?

Lista di controllo «Interlocutori»: chi dev'essere informato e quando? Nationale Plattform Naturgefahren PLANAT Plate-forme nationale "Dangers naturels" Plattaforma nazionale "Pericoli naturali" National Platform for Natural Hazards c/o BAFU, 3003 Berna Tel. +41 31 324 17

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Privacy in Condominio

Privacy in Condominio 1^ edizione! 1 Privacy in Condominio COSA SI PUO FARE E COSA NO Guida aggiornata al nuovo Vademecum del Palazzo emanato dall Autorità Garante per la tutela dei dati personali a seguito dell entrata in

Dettagli

QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine.

QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. 12 incontri con 482 insegnanti obiettivi: Fornire informazioni sui terremoti e sulla sequenza in corso Dettagli sulla sismicità, la pericolosità sismica e il rischio sismico i dell area Cosa fare per ridurre

Dettagli

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale Questionario indagine di customer su servizi e progetti invativi di Roma Capitale 1. Sei M F 2. Qual è la tua età? Fi a 20 anni Da 21 a 40 anni Da 41 a 60 Oltre i 60 anni 3. Qual è il tuo titolo di studio?

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata Diamo forma ai tuoi bisogni Consulenti di soluzioni GRAFICA grafica cartacea - grafica online - grafica applicata BROCHURES CARTELLINE CATALOGHI LOCANDINE VOLANTINI MANIFESTI CALENDARI MENU LOGOMARCHI

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA LEGGI FONDAMENTALI DELLE NORMESISMICHE SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME SISMICHE LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA Giacomo Di Pasquale, Dipartimento della Protezione

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4. Roma, Dipartimento

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4. Roma, Dipartimento Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4 Q0AP-0397498-2011 PU-QDAP-iaOO-21/10/2011-0397498-2011 Roma, Ai Sigg. Vice Capi del Dipartimento Ai Sigg. Direttori Generali Al Sig. Direttore dell'ls.s.pe.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO 1 INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

1 di 5 14/04/2011 19.22

1 di 5 14/04/2011 19.22 1 di 5 14/04/2011 19.22 testata Direttiva nâ 6/2011 Il presente questionario à finalizzato a rilevare le modalitã di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli