CAPITOLATO di GARA. per la realizzazione e gestione. del servizio CUP UNICO MARCHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO di GARA. per la realizzazione e gestione. del servizio CUP UNICO MARCHE"

Transcript

1 CAPITOLATO di GARA per la realizzazione e gestione del servizio CUP UNICO INTERAZIENDALE REGIONALE MARCHE Pagina 1 di 100

2 INDICE Capitolo I Disposizione Generali Pag. 3 Premesse e finalità del progetto CUP unico Regionale Pag. 3 Sintesi delle Funzioni Pag. 4 Modello Organizzativo Pag. 4 Il Centro Servizi Regionale: ruolo e funzioni Pag. 6 Punti Decentrati di Prenotazione: ruolo e funzioni Pag. 6 Prospettive di sviluppo del sistema Pag. 6 Capitolo II Disposizioni amministrative Pag. 8 Norme di Legge, Atti e Regole di riferimento Pag. 8 Oggetto dell Appalto Pag. 8 Durata dell Appalto Pag. 15 Matrice dei Ruoli e delle Responsabilità Pag. 16 Requisiti del Personale da Impiegare nel Servizio Pag. 19 Privacy Pag. 20 Rischi, Responsabilità, Assicurazioni Pag. 21 Sicurezza Pag. 21 Scioperi Pag. 21 Locali Assegnati all Impresa Pag. 21 Avvio Attività e Collaudo Pag. 22 Penalità Pag. 25 Costituzione in Mora Pag. 25 Risoluzione del Contratto e Recesso Pag. 26 Corrispettivo Contrattuale e Pagamento Pag. 28 Divieto di Cessione Del Contratto e Subappalto Pag. 29 Acquisto Pag. 29 Foro Competente Pag. 29 Capitolo III ALLEGATI Disposizioni Tecniche e Funzionali del Servizio del Cup Unico Interaziendale Pag. 30 Regionale Architettura di Rete Pag. 30 Situazione Attuale Relativa alla Rete Dati Sanitaria Pag. 30 Modello Del sistema Regionale Pag. 31 Servizi di Trasporto Disponibili Pag. 32 Modello di Riferimento del Trasporto Pag. 32 Modalità di Accesso alla Rete Pag. 33 Configurazione di Rete relativa al Centro Servizi Cup Pag. 37 Rete Locale del Centro Servizi e delle Strutture di Prenotazione dei Punti Decentrati Pag. 41 Sistema Integrato per la Gestione del Call Center Pag. 42 Contesto e Specifiche Funzionali Pag. 42 Architettura e Caratteristiche del Software applicativo Pag. 51 Caratteristiche e requisiti generali del Software applicativo Pag. 52 Principali Requisiti Funzionali e Specifiche Tecniche del Sistema Informatico relativo al Pag. 56 Cup Unico Specifiche Tecnico Funzionali del Sistema Informatico di Accettazione/Rendicontazione Pag. 76 Integrazioni del Sistema Informatico del Cup Unico Regionale con i Sistemi Pag. 82 Informatici Utilizzati Livelli di Servizio e Manutenzioni Pag. 84 Formazione Pag. 89 Caratteristiche Minime dei Prodotti Pag. 90 n 1 programma di lavoro, n 2 stato dell offerta Sanitaria, n 3 ceck list sintesi degli adempimenti, n 4 Pre DUVRI Pagina 2 di 100

3 Capitolo I: DISPOSIZIONI GENERALI 1. Premesse e finalità del PROGETTO CUP UNICO REGIONALE Il Sistema Sanitario Regionale Marche intende realizzare un CUP Unico Interaziendale Regionale che integri l offerta di prestazioni ambulatoriali ed in prospettiva di ricovero unitamente all inserimento anche della attività libero-professionale intramoenia, del privato accreditato e di altre strutture dell area regionale. Fondamentale per un CUP Unico Interaziendale Regionale è l integrazione con i sottosistemi informativi di anagrafe sanitaria per la definizione univoca dell assistito in base ai seguenti criteri: attività di gestione della mobilità sanitaria controlli di tipo amministrativo, statistico ed epidemiologico corretto controllo di gestione del sistema degli accessi percorsi di cura e profili diagnostici Il CUP Unico Regionale, di cui al presente capitolato, è interaziendale e dovrà rispondere alle seguenti necessità fondamentali: massima trasparenza e circolarità della prenotazione di prestazioni sanitarie eventualmente aperto a prestazioni socio-assistenziali (possibilità di accedere da qualsiasi punto di prenotazione all intera offerta sanitaria regionale delle prestazioni delle strutture sanitarie coinvolte); concedere all utente la libertà di scelta attraverso la più conveniente combinazione tra luogo (o medico), data e orario di erogazione della prestazione; favorire la capillarizzazione ed il massimo decentramento dei luoghi di primo accesso con il servizio sanitario regionale ampliando e unificando la rete di punti di accesso fino a giungere nelle farmacie, presso gli studi dei medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta ed in prospettiva nelle civili abitazioni degli utenti, Pertanto il sistema dovrà comprendere: l accesso al servizio di cui trattasi tramite sportelli collocati presso i presidi ambulatoriali ed ospedalieri delle Aziende coinvolte (ASUR, A.U. O. Ospedali Riuniti, A. O. San Salvatore) ed in prospettiva l I.N.R.C.A.; l utilizzo del CUP per la prenotazione delle seguenti tipologie di attività: o o o o o prestazioni erogate in regime di SSN; prestazioni erogate in attività libero-professionale intramoenia; prestazioni svolte per utenti paganti in proprio presso le strutture pubbliche nel normale orario di servizio; prestazioni erogate a particolari categorie di utenti sulla base di convenzioni specifiche con imprese e/o con assicurazioni o istituti di mutualità integrativa prestazioni erogate nell ambito delle strutture private accreditate; La realizzazione di un Centro Servizi Regionale comprensivo del servizio di Call Center con relative postazioni di lavoro e le infrastrutture di rete relative necessarie al suo buono e corretto funzionamento; Pagina 3 di 100

4 La messa a disposizione di postazioni di lavoro complete (unità centrale, Video, Sistema operativi, stampante, ecc.) per operatori dei punti decentrati 1 ; La realizzazione di tutte le infrastrutture di rete, non ancora esistenti, necessarie a rendere disponibile le applicazioni fornite in tutti i punti di utilizzo all interno del SSR 2 La possibilità di attivazione della prenotazione nelle farmacie e presso gli studi dei Medici di Medicina Generale e Pediatra di libera scelta. 2. Sintesi delle Funzioni Il sistema integrato CUP Unico Regionale, nel suo complesso, dovrà svolgere le seguenti funzioni: Prenotazione, accettazione e rendicontazione delle prestazioni ambulatoriali (ed in prospettiva di ricovero) per esterni erogate dall ASUR dall A.U.O. Ospedali Riuniti e dall A. O. San Salvatore; sia in regime di SSN sia di libera professione intramuraria, sia sulla base di altre forme di accesso, come già indicato al paragrafo precedente; prenotazione delle prestazioni erogate dalle strutture private accreditate; disdetta ed eventuale riprenotazione di appuntamenti precedentemente fissati; prenotazione di prestazioni socio-assistenziali erogate dagli Enti Locali. Back-office Relativamente al pagamento delle prestazioni dovrà essere consentito dal software applicativo di continuare ad effettuare il pagamento ticket (corrispettivo delle prestazioni in oggetto) tramite gli sportelli dedicati alla prenotazione ma dovrà, altresì, essere predisposto (cfr. capitolo relativo alle gestione cassa) per il pagamento secondo le seguenti modalità : macchine automatiche per il pagamento, sportelli presso le banche sportelli presso gli uffici postali; altro. Le funzionalità del CUP dovranno inoltre essere, nativamente, integrate con le funzioni di accettazione, rendicontazione delle prestazioni effettivamente erogate, riscontro di quanto effettivamente pagato dall utenza e predisposizione dei dati necessari alla compensazione della mobilità sanitaria interregionale ed infraregionale. 3. Modello organizzativo Il modello organizzativo (vedere fig. 1) richiesto alle imprese partecipanti deve consentire la realizzazione di un nuovo servizio di prenotazione in grado di raggiungere gli obiettivi sopra riportati e si basa sui seguenti presupposti: 1. Costituzione di un Centro Servizi Regionale 3 così costituito : 1 Tutte le postazioni di lavoro relative agli operatori Cup periferici (circa 700) attualmente presenti presso il SSR dovranno operare all interno del nuovo CUP Unico Regionale oggetto del presente Capitolato di gara. Le postazioni richieste sostituiranno una parte di quelle esistenti (eventualmente considerate obsolete) e/o verranno utilizzate per l implementazioni di nuove postazioni nel caso emergesse la necessità. 2 Sarà cura dell offerente, mediante sopraluogo, verificare lo stato delle infrastrutture delle reti presenti presso il SSR, interessato al Servizio CUP Unico, ed eventualmente procedere agli adeguamenti necessari. 3 Il Centro Servizi Regionale dell aggiudicatario opera in modo integrato e fornisce per tutta la durata del contratto, tutti i servizi tecnici e funzionali oggetto del presente capitolato in conformità alla DGRM 1111 del e sotto il monitoraggio ed il governo strategico della committenza; Pagina 4 di 100

5 Sede tecnologica I. D. C. (Internet Data Center) : presso la città di Fabriano con il compito di ospitare tutte le infrastrutture tecnologiche abilitanti (hardware e software, centrali) relative ai server dove verranno installati tutti gli applicativi con eccezione di quelli propri del Call Center; Sede Call Center C.N. (Centro Nord) : presso la città di Pesaro con il compito di fornire, prevalentemente, i servizi per le Province di Pesaro ed Ancona ( Aree Vaste 1 e 2 comprendenti le Zone Territoriali 1,2,3,4,5,6,7, A.O. San Salvatore di Pesaro e A.O. Ospedali Riuniti di Ancona ). In questa sede verranno installate la componente centrale dell unità Call Center e tutte le infrastrutture tecnologiche abilitanti (hardware e software) relative alle postazioni operatori, supervisor e help desk. Sede Call Center C.S. (Centro Sud) : presso la città di Fermo con il compito di fornire, prevalentemente, i servizi per le Province di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno (Aree Vaste 3, 4 e 5 comprendenti le Zone Territoriali 8, 9,10,11,12,13). Il suo compito è di ospitare tutte le infrastrutture tecnologiche abilitanti (hardware e software) relative alle postazioni operatori, supervisor e help desk. Le postazioni predette opereranno come remote rispetto alla postazione centrale installata presso il Call Center CN. 2. Utilizzo del Sistema di Gestione del servizio decentrato (sportelli presso le strutture sanitarie, interfacciamento con i medici/servizi erogatori, gestione dei piani di lavoro giornalieri, ecc.) composto dal personale delle Aziende sanitarie e/o ospedaliere stesse, opportunamente formati; 3. Rapida estensione e differenziazione dei punti di accesso al servizio sanitario, con la partecipazione ed il coinvolgimento delle farmacie, dei medici ed eventualmente di altri centri di aggregazione sul territorio. CENTRO SERVIZI REGIONALE IDC CALL CENTER CN CALL CENTER CS POSTAZIONI OPERATORI ESTERNE POSTAZIONI OPERATORI ASUR POSTAZIONI OPERATORI A.O. Ospedali Riuniti POSTAZIONI OPERATORI A.O. San Salvatore Questo modello deve consentire : fig. 1 nella fase realizzativa, un omogeneizzazione dei principali aspetti necessari per la realizzazione di un CUP abbattendo i tempi di realizzazione, nella fase di gestione, ottenere un buon grado di unificazione e omogeneità, ad esempio sia a livello di gestione dei cataloghi prestazioni o a livello di procedure comportamentali di sportello. Assicura i livelli di servizio (SLA) prefissati e coordinati dal SSR. Pagina 5 di 100

6 4. Il Centro Servizi Regionale: ruolo e funzioni Il Centro Servizi dovrà provvedere alle attività connesse e correlate a quanto segue: coordinamento delle varie fasi processuali del servizio; gestione delle agende (comprensiva della rilevazione) per la prenotazione delle prestazioni rese disponibili dalle strutture sanitarie; omogeneizzazione delle normative e delle regole comportamentali di sportello; help-desk per gli operatori di sportello (delle Aziende, ed in prospettiva, sia delle farmacie, sia dei medici, sia di altri eventuali soggetti prenotatori) per la risoluzione degli aspetti normativi ed applicativi; assistenza tecnico-gestionale on site agli sportelli pubblici delle strutture sanitarie, affiancare gli operatori nelle fasi di avviamento ed inserimento di nuove unità, risolvere conflitti con l utenza, favorire la formazione permanente, ecc.; monitoraggio ed analisi della qualità del servizio; gestione del sistema informatico che consenta la fase di prenotazione e la fase di accettazione/refertazione delle prestazioni ambulatoriali; gestione diretta di un Call-Center integrato per la prenotazione, la disdetta telefonica di appuntamenti e l informazione all utenza, vedasi la parte del Capitolato relativa al Call center; gestione del un sistema informativo direzionale per le strutture sanitarie regionali, finalizzato alla produzione di dati e statistiche, necessari al Servizio Sanitario Regionale per il governo del sistema complessivo e per l analisi della domanda-offerta di prestazioni sanitarie; interfacciamento con tutte le strutture ( interne e/o esterne al SSN) che verranno utilizzate per la realizzazione del sistema complessivo (servizi informativi e di comunicazione). Comprensive dell integrazione della applicazione informatico- sanitarie richieste dal presente capitolato; 5. Punti decentrati di prenotazione: ruolo e funzioni I punti di prenotazione collocati nelle strutture sanitarie decentrate dell ASUR e presso le Aziende Ospedaliere devono essere in grado di svolgere, in maniera decisamente potenziata, le seguenti funzioni: prenotazione di tutte le prestazioni rese disponibili all interno del sistema CUP Unico Regionale, sia presso la propria Azienda di appartenenza, sia presso qualsiasi altra struttura delle altre Aziende Sanitarie pubbliche o private accreditate che entreranno a far parte del sistema stesso; disdetta di appuntamenti precedentemente fissati ed eventuale nuova prenotazione contestuale; calcolo dell importo ticket (corrispettivo delle prestazioni in oggetto) e stampa del riepilogo costi a carico dell utente; stampa dei Piani di lavoro giornalieri per ciascun medico o ciascuna équipe che eroghi prestazioni prenotate via CUP. 6. Prospettive di sviluppo del sistema Il servizio CUP oggetto del presente procedimento, una volta consolidata la gestione delle funzioni sopra descritte, ampliare la tipologia di funzioni svolte (esempio: prenotare le prestazione di Pagina 6 di 100

7 ricovero, servire da snodo comunicativo per servizi di telemedicina, teleconsulto e home care), oltre a diversificare ulteriormente la rete degli accessi, prevedendo l utilizzo del sistema presso gli stessi servizi erogatori (per la prenotazione di prestazioni di day hospital/day surgery e consulenze interne), sino alla prenotazione svolta dagli utenti via Internet. Inoltre l eventuale futuro sviluppo può essere individuato nella diversificazione ulteriore dell offerta sanitaria, integrando altri erogatori pubblici e privati (Case di cura e poliambulatori a pagamento, Stazioni termali, medicina alternativa, ecc.) che volessero connettersi al CUP. Pagina 7 di 100

8 Capitolo II: DISPOSIZIONI AMMINISTRATIVE 1. NORME DI LEGGE, ATTI E REGOLE DI RIFERIMENTO L. 12 marzo 1999, n. 68 recante ad oggetto: norme per il diritto al lavoro dei disabili ; Regolamento della Commissione europea n 2204/2002; Direttiva comunitaria 2004/18 - art 19; Direttiva comunitaria 2004/17 - art. 28; Determinazione n. 2 del 23/01/2008 dell Autorità della Vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture recante ad oggetto: Indicazioni operative sugli appalti riservati Art. 52 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n 163 e s.m.i. D. Lgs. 163/2006 e succ. mod. ed integrazioni, recante ad oggetto: Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE s.m.i.; delibera Giunta Regionale Marche n 1111 del recante ad oggetto Progetto di centro di Prenotazione unico regionale - Approvazione e determinazioni ; Per quanto non previsto dal presente capitolato e dalla restante documentazione di gara (bando di gara e disciplinare), si rinvia ad ogni altra disposizione normativa, atti e regolamenti vigenti in materia in quanto applicabili. 2. OGGETTO DELL APPALTO Richiamate integralmente le disposizioni generali il servizio oggetto del presente capitolato consta della realizzazione e gestione di un sistema CUP Unico Regionale a carattere interaziendale occorrente a tutte le Aziende Sanitarie della Regione - gara regionale accentrata - di cui l Azienda Ospedaliera di Pesaro, che agisce in nome e per conto della Regione Marche, ed è capofila, che : integri l offerta di prestazioni ambulatoriali messe a disposizione da ciascuna di esse, consentendo l inserimento anche dell attività libero-professionale intramoenia e quella di privati accreditati e di altre strutture dell area regionale; realizzi un sistema di prenotazione e di accettazione/rendicontazione unico e regionale e le relative integrazioni con i sistemi informatici presenti presso il SSR (anagrafica sanitaria, LIS, RIS) realizzi un servizio di Call Center regionale realizzi un sistema informativo direzionale per le strutture sanitarie regionali, finalizzato alla produzione di dati e statistiche, necessari al Servizio Sanitario Regionale per il governo del sistema complessivo e per l analisi della domanda-offerta di prestazioni sanitarie. Il progetto sostituirà tutti i modelli organizzativi di prenotazione attualmente presenti presso il Servizio Sanitario Regionale compresi i centri servizi e le dotazioni informatiche non coerenti con il progetto stesso. L oggetto della prestazione viene di seguito elencata in via riassuntiva e non esaustiva (per il dettaglio tecnico si rimanda al capitolo 3 Disposizioni Tecniche e funzionali del sistema): a) analisi dei processi e realizzazione del modello organizzativo ed operativo del Servizio complessivo richiesto dal presente capitolato b) gestione delle agende per tutta la durata del contratto ( comprensiva della rilevazione) per la prenotazione delle prestazioni rese disponibili dalle strutture sanitarie; Pagina 8 di 100

9 c) omogeneizzazione delle normative e delle regole comportamentali di sportello; gestione dell help-desk per gli operatori di sportello (sia delle Aziende, sia, in seguito, delle farmacie, sia dei medici, sia di altri eventuali soggetti prenotatori) per la risoluzione degli aspetti normativi ed applicativi; d) allineamento e recupero dati di tutti i dati afferenti ai servizi prenotati precedentemente all anno di avvio(prenotazioni,agende,fogli di lavoro,ecc) per garantire la continuità di tutti i servizi connessi con il il sistema CUP (es. produzione file per obbligo informativo nei cfr del Ministero,ecc). e) un pacchetto software per la prenotazione di prestazioni sanitarie e socio assistenziali, accettazione ambulatoriale e gestione dell erogato per il Servizio Sanitario Regionale (ASUR, A.O.U. Ospedali Riuniti, A.O. S. Salvatore) a licenze illimitate f) gestione di un sistema informativo direzionale per le strutture sanitarie regionali, finalizzato alla produzione di dati e statistiche, necessari al Servizio Sanitario Regionale per il governo del sistema complessivo, produzioni dei flussi sanitari di cui alle normative sanitarie del SSR e nazionali e per l analisi della domanda-offerta di prestazioni sanitarie; g) gestione dell interfacciamento con tutte le strutture che verranno utilizzate per la realizzazione del sistema complessivo (servizi informativi e di comunicazione). Comprensive dell integrazione delle applicazioni informatico - sanitarie richieste. h) lo sviluppo di interfacce con i sistemi informativi dell ASUR, A.O.U. Ospedali Riuniti, A.O. S. Salvatore, così come descritto nel Capitolato Tecnico ; i) hardware centrale e periferico comprensivo delle postazioni di lavoro per il funzionamento dei servizi del CUP Unico Regionale (il sistema dovrà prevedere un architettura ridondata nel sue componenti principali); j) dotazione hardware e software per la gestione di un call-center completo di personale operativo per il servizio di prenotazione, disdetta, help desk; k) gestione diretta del Call-Center per la prenotazione, la disdetta telefonica di appuntamenti e l informazione all utenza, vedasi capitolo di riferimento al CALL CENTER con nomina del Referente del Centro Servizi del Cup (di cui deve essere evidenziato il curriculum),, con lo scopo di dirigere tutte le attività attinenti al funzionamento previsto dal Capitolato in oggetto; l) apparati di rete necessari al collegamento con la Rete Telematica della Regione Marche in relazione a quanto di seguito specificato; m) assistenza Tecnica e Manutenzione hardware centrale e periferico, software di base (comprensivo di data base) ed applicativo e rete telematica di interconnessione (esclusa Rete Telematica Regionale) di tutte le postazioni che saranno effettivamente utilizzate all interno del Servizio; n) assistenza tecnico-gestionale on site agli sportelli pubblici delle strutture sanitarie, affiancare gli operatori nelle fasi di avviamento ed inserimento di nuove unità, risolvere conflitti con l utenza, favorire la formazione permanente, ecc.; o) amministrazione e gestione sistemistica dell Hardware centrale e periferico, ad eccezione delle postazioni di lavoro interne alle reti aziendali che saranno gestite a cura dei rispettivi CED; p) amministrazione e gestione della rete di collegamento del sistema di prenotazione interaziendale; q) Help Desk sistemistico ed applicativo, compreso sistema di primo intervento; r) formazione del personale del SSR ( Formatori senior di Front-Office, Formatori senior di Back-Office ed operatori con conoscenza specifica della base dati); s) definizione di un dettagliato piano lavori all interno del quale vanno riportate tutte le funzionalità previste all interno dei servizi richiesti esplicitando i tempi di avvio e conclusioni delle fasi operative tipo : Pagina 9 di 100

10 recupero dati; installazione e messa in opera delle infrastrutture di networking; C_CUP UNICO Regione Marche - CAPITOLATO di GARA-.doc installazione e messa in opera delle infrastrutture tecnologiche hardware e software; installazione e messa in opera di tutti gli applicativi oggetto del capitolato, installazione e messa in opera delle infrastrutture di arredo e comunque abilitanti per la fornitura del servizio; formazione del personale addetto alle prenotazioni/accettazione ed ogni altra funzionalità di servizio richiesta presso tutte le sedi (centrale e periferiche); affiancamento del personale addetto; Start up (delle strutture tecnologiche; ecc.; t) Monitoraggio ed analisi della qualità del servizio:attraverso la realizzazione e consegna del Piano della Qualità. I principali obiettivi del Piano Qualità sono quelli di: Assicurare che il sistema finale sia conforme alle specifiche di progetto, correttamente implementato in base alle aspettative degli Utenti interessati, con una documentazione completa e di facile utilizzo. Per la durata complessiva del progetto, identificare i singoli step relativi alle consegne che saranno richieste. Definire gli standard di qualità per ciascuna consegna Descrivere le attività di Assicurazione Qualità (QA) che saranno eseguite per ottenere gli standard di qualità, Delineare le attività di QA richieste per valutare i prodotti e i documenti consegnati rispetto agli standard di qualità ed eliminare le cause di rischio e prestazioni insoddisfacenti. Pertanto la ditta aggiudicataria dovrà mettere a disposizione la figura dello specialista nel controllo di qualità che, forte delle sue esperienze nella definizione e nell applicazione del controllo di qualità, possa assicurare una gestione del progetto in linea con gli obiettivi e la metodologia di qualità che la società partecipante presenterà in sede di offerta. In particolare i compiti dello specialista del controllo di qualità sono: applicare i principi della qualità alla gestione del progetto. stabilire procedure per i riesami periodici della qualità. validare il processo del progetto. controllare le procedure per la gestione e risoluzione dei problemi. valutare l efficacia della struttura organizzativa e dei ruoli. analizzare l avanzamento del progetto ed i risultati. proporre al committente gli indicatori di successo del progetto. controllare la conformità del sistema agli standard di sviluppo fissati. valutare l efficacia della formazione e della documentazione. valutare l efficienza delle risorse interne ed esterne. certificare che tutte le risorse abbiano le competenze richieste a svolgere i propri compiti. raccomandare ai gestori del progetto di indicare i problemi qualitativi riscontrati. evidenziare al Direttore dell Esecuzione i problemi critici ancora irrisolti. N.B. Sarà compito di questa figura, di cui deve essere evidenziato il curriculum, produrre e gestire il piano di qualità delle attività da sviluppare con l appalto. Pagina 10 di 100

11 In particolare, la ditta aggiudicataria si impegna a svolgere anche le attività sotto indicate: a) messa a punto del sistema (personalizzazioni software fino al pieno raggiungimento dei requisiti riportati negli allegati del presente capitolato, integrazioni con le Aziende, ecc.); b) manutenzione dell intero sistema, compreso il primo intervento sui Punti di prenotazione a seguito di segnalazioni all Help Desk sistemistico ed applicativo; c) manutenzione correttiva ed adeguativa del software di base ed applicativo fornito; d) gestione tecnico-informatica del Call Center. Le caratteristiche minime del Sistema CUP UNICO INTERAZIENDALE REGIONALE messo in gara sono indicate nel capitolo 3 Disposizioni Tecniche e funzionali del sistema del presente atto. Sarà cura e facoltà delle ditte concorrenti procedere al rilievo dello stato dell arte presso tutte le sedi interessate dal progetto (ASUR, A.O.U. Ospedali Riuniti, A.O. S. Salvatore) previo appuntamento con i referenti di cui all art. 3 del presente capitolo 2 e comunque entro i termini prescritti dal bando. Ad integrazioni di quanto sopra espresso di seguito si elenca, altresì, il dettaglio prestazionale oggetto dell appalto suddiviso in sezioni POSTAZIONI PERIFERICHE PRESSO I PUNTI DECENTRATI Dimensione quali/quantitativa Realizzazione di tutte le infrastrutture di rete abilitanti (cablaggi strutturati, armadi rack, pannelli di distribuzione, ecc), qualora non ancora esistenti, necessarie a rendere disponibili le applicazioni fornite in tutti i punti di utilizzo Scelta Progettuale Postazioni di lavoro (PC con SO + Video + stampante + lettore smart card + installazione) 4 numero 236 Installazione e messa in opera degli applicativi relativi al CUP Unico Regionale Scelta Progettuale Stampante di rete Master per sede di prenotazione territoriale importante numero 18 Software Office OEM numero 236 Assistenza tecnica e manutenzione on site dell intero sistema fornito, Durata contratto comprensiva di idonea formazione per tutti gli operatori abilitati Assistenza tecnica e manutenzione, on site, del software applicativo e del software di base, dove fornito, comprensivo di idonea formazione per tutti gli Durata contratto operatori abilitati Servizi di sicurezza dati come da normativa vigente ( qualora forniti) Durata contratto Gestione dell attività di start-up delle infrastrutture tecnologiche (installazione, Durata contratto configurazione, ecc) 4 Il numero riportato rappresenta la quantità che verrà consegnata per sostituire quella parte degli apparati, già, esistenti, che risultano obsoleti. Tutti gli apparati, compresi quelli non sostituiti, saranno le terminazioni decentrati del Servizio Cup Unico Regionale Pagina 11 di 100

12 I.D.C. (Internet Data Center) Realizzazione di tutte le infrastrutture di rete abilitanti necessarie a rendere disponibili le applicazioni fornite in tutti i punti di utilizzo HW Centrale + SW di base (comprensivo di licenze per il database) e sistema di collegamento con la Server Farm Regionale per le attività di tele-monitoraggio e tele-controllo operativo e tele-back up (dysaster recovery, ecc). Il Sistema dovrà prevedere un architettura ridondata sulle sue componenti principali. Gruppo di continuità Scelta Progettuale Scelta Progettuale Scelta Progettuale Postazioni di lavoro (PC con SO + Video + stampante + lettore smart card + installazione) comprensive di Software Office OEM Numero 2 Stampante di rete Master Numero 1 SW applicativi: Prenotazioni, accettazione, rendicontazione, ecc (come da capitoli relativi) comprensivo di idonea formazione per gli operatori Scelta Progettuale Scelta Sviluppo di interfacce di integrazione con i sistemi informativi del SSR progettuale Installazione configurazione, messa in opera e start-up di tutti i dispositivi Scelta hardware e software in grado di rendere operativo e disponibile il sistema Progettuale completo secondo le prestazioni e funzionalità descritte nel presente capitolato Dispositivi di sicurezza perimetrale e di controllo dei dati dal punto di vista delle autorizzazione all accesso ed alla modifica secondo gli standard regionali e Scelta Progettuale nazionali, comprensivo del sistema per la sicurezza dei dati Servizi di sicurezza dati come da normativa vigente ( antivirus, anti intrusione, disaster recovery, ecc) Durata contratto Gestione e messa a punto del sistema in grado di rispettare le specifiche descritte nel presente capitolato Scelta Progettuale Gestione dell attività di start-up delle infrastrutture tecnologiche ( installazione, configurazione, ecc) Durata contratto Assistenza tecnica e manutenzione on site di tutto l hardware ed il software applicativo e di base (comprensivo database) comprensiva di idonea formazione Durata contratto per tutti gli operatori abilitati Assistenza tecnica e manutenzione on site dell intero sistema (reti LAN e WAN, HW e SW ) comprensiva di idonea formazione per tutti gli operatori abilitati Durata contratto Postazioni di presidio tecnico e gestione Minimo 1 Adeguamento dell impianto elettrico già esistente per il corretto funzionamento di tutti gli apparati previsti nella fornitura Scelta Progettuale Pagina 12 di 100

13 CALL CENTER CN (Centro Nord) Per il complessivo Cup Unico Regionale relativo a tutte le unità operative previste (Call Center CN, CS,IDC e postazioni operatori dei punti decentrati) : modello organizzativo complessivo, rilevazione modalità di erogazione presso tutte le strutture / Omogeneizzazione Prestazioni / Setup Applicativi / Definizione calendari base / Idonea formazione per gli operatori Realizzazione di tutte le infrastrutture di rete necessarie a rendere disponibili le applicazioni fornite in tutti i punti di utilizzo Gruppo di continuità Scelta Progettuale Scelta Progettuale Scelta Progettuale Dispositivo di Call Center IP (completo dei dispositivi e delle interfacce hardware e software per l integrazione con il sistema di prenotazione e le postazioni telefoniche operatori locali e remote poste presso il Call Center CS) comprensivo di idonea formazione per gli operatori. Il software applicativo deve comprendere Scelta anche le funzionalità di Help Desk. Progettuale Postazioni di lavoro (PC con SO + Video + stampante + lettore smart card + installazione) comprensive delle postazioni telefoniche numero 34 Durata Servizi di prenotazione/cancellazione/modifica e di tutte le attività previste contratto Durata Help Desk applicativo, normativo e segnalazioni malfunzionamento contratto Postazioni di lavoro (PC con SO + Video + stampante + lettore smart card + installazione) per gestione e statistiche Numero 2 Back office e servizi informativi direzionali per il SSR ( produzione dei dati e statistiche necessari per il governo regionale, del sistema complessivo e per l analisi della domanda-offerta di prestazioni sanitarie e della reportistica di competenza, aziendale, regionale, ministeriale (tipo File C ) Durata contratto Software Office OEM numero 36 Stampante di rete Master Numero 1 Dispositivi di sicurezza perimetrale e di controllo dei dati dal punto di vista delle autorizzazione all accesso ed alla modifica secondo gli standard regionali e Scelta Progettuale nazionali Installazione configurazione, messa in opera e start-up di tutti i dispositivi Scelta hardware e software Progettuale Gestione dell attività di start-up delle infrastrutture tecnologiche ( installazione, configurazione, ecc) Durata contratto Gestione del sistema in grado di rispettare le specifiche descritte nel presente capitolato Scelta Progettuale Assistenza tecnica e manutenzione on side dell intero sistema (reti LAN e WAN, Durata HW e SW ) comprensiva di idonea formazione per tutti gli operatori abilitati Assistenza tecnica e manutenzione on site di tutto l hardware ed il software applicativo e di base (comprensivo database) comprensiva di idonea formazione per tutti gli operatori abilitati Servizi di sicurezza dati come da normativa vigente ( antivirus, antiintrusione, disaster recovery, ecc) Adeguamento dell impianto elettrico già esistente per il corretto funzionamento di tutti gli apparati previsti nella fornitura contratto Durata contratto Durata contratto Scelta Progettuale Pagina 13 di 100

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria 1/24 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30.12.1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni); Legge 23 dicembre

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli