Relè di misura e di controllo Zelio Control. Il controllo degli impianti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relè di misura e di controllo Zelio Control. Il controllo degli impianti"

Transcript

1 BROCHURE ITA NEW.qxd :24 Pagina 1 Relè di misura e di controllo Zelio Control Il controllo degli impianti

2 Simply Smart! Soluzioni semplici ed evolute per l Automazione e il Controllo Relè di misura e di controllo Per controllare, informare, proteggere e comandare Le industrie caratterizzate da processi produttivi altamente automatizzati non possono permettersi arresti nelle catene di produzione. Per prevenire guasti ed interruzioni che avrebbero conseguenze economiche rilevanti è necessario controllare gli impianti. I relè di misura e di controllo servono a sorvegliare ed a rilevare condizioni anomale di funzionamento. Controllando lo stato delle reti di distribuzione, permettono il controllo dei carichi elettrici e meccanici. L'impiego del relè di misura e controllo permette quindi d informare l operatore riguardo ad eventuali condizioni anomale, consentendo l avvio di tutte le operazioni necessarie alla correzione dei difetti prima che possano intervenire guasti gravi e costosi. 8 famiglie di prodotti Relè di controllo delle reti trifase. Relè di controllo corrente. Relè di controllo tensione. Relè di controllo frequenza. Relè di controllo velocità. Relè di controllo temperatura (per ascensori). Relè di controllo livelli. Relè di controllo pompe. Parametri regolabili LED di visualizzazione stati Coperchio piombabile Nuovo design 2 formati compatto e modulare, Ideale per quadri industriali e di distribuzione elettrica, Coperchio di protezione delle regolazioni piombabile, LED di visualizzazione stati, Riduzione del numero di riferimenti.

3 Controllare I relè di misura e controllo sono destinati a sorvegliare le grandezze fisiche ed alla protezione di motori o altre utenze. Segnalano anomalie di: senso ciclico delle fasi assenza totale di una o più fasi sottotensione/sovratensione sottocorrente/sovracorrente frequenza livelli dei liquidi velocità Informare Le uscite dei dispositivi di controllo informano elettricamente gli operatori. Qualsiasi anomalia di regolazione viene segnalata mediante lampeggiamento simultaneo dei LED. Proteggere Integrati nei circuiti di comando dei vostri automatismi, i relè di controllo permettono di comandare l arresto automatico della macchina o di segnalare un difetto, assicurandone in tal modo la protezione. Comandare Alla messa sotto tensione un relè di controllo viene inibito per la corretta attivazione del circuito di misura. Le uscite funzionano in logica positiva ovvero i contatti sono chiusi in condizioni normali e si aprono alla rilevazione di un difetto o all'interruzione dell'alimentazione.

4 Relè di controllo delle fasi La soluzione per prevenire i guasti motore Dedicati principalmente al controllo delle reti trifase e alla protezione di motori o di altre utenze, i relè di controllo delle fasi permettono di rilevare in tempo le anomalie delle reti trifase quali la marcia in monofase con conseguenti surriscaldamenti dei motori. Segnalano la necessità di interventi di manutenzione e/o correttivi prima che si verifichino problemi rilevanti anche dal punto di vista economico (arresti di produzione, riparazione o sostituzione del motore, ecc ). Aumentano la durata di vita dei motori trifase. Funzioni Controllano: Senso ciclico delle fasi, Assenza totale di una o più fasi, Asimmetria delle fasi (squilibrio), Sovratensione e sottotensione. Applicazioni Motori trifase, Macchine ed apparecchiature trifase mobili (gru, gruppi frigoriferi, camion), Carri ponte, argani, Ascensori, montacarichi, Nastri trasportatori, Pompe, ventilatori, escavatrici. Dimensioni d ingombro: formato compatto 17,5 mm e modulare 35 mm, Offerta di relè mono e multifunzione, Relè autoalimentati: risparmio nel cablaggio, Combinazione di funzioni fase e temperatura motore, Protezione delle regolazione con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara tramite LED dello stato di funzionamento, Misura in valore efficace vero (anche se le sinusoidi sono deformate), Temporizzazione regolabile. Controllo delle fasi Assenza e senso ciclico delle fasi Autoalimentato VAC VAC - 1 relè NC/NO 5 A RM17TG00 Assenza e senso ciclico delle fasi Autoalimentato VAC VAC - 2 relè NC/NO 5 A RM17TG20 Assenza (rigenerazione 70%Un) e senso ciclico delle fasi Autoalimentato VAC 208/220/380/400/415/440/480 VAC - 1 relè NC/NO 5 A RM17TT00 Assenza e senso ciclico delle fasi, sotto tensione Autoalimentato VAC Da -2 a -20% Un fase/fase Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17TU00 Assenza e senso ciclico delle fasi, asimmetria Autoalimentato VAC Asimmetria dal 5 a 15% Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17TA00 Assenza e senso ciclico delle fasi, asimmetria Asimmetria dal 5 a 15% Scarto in sovratensione/sottotensione Autoalimentato VAC Scarto di tensione da 2 a 20% U fase/fase Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17TE00 Assenza e senso ciclico delle fasi, asimmetria Asimmetria dal 5 a 15% Sovratensione Autoalimentato VAC Sovratensione da 2 a 20% Un fase/fase Da 0,1 a 10 s 2 relè NC/NO 5 A RM35TF30 Sottotensione Sottotensione da -20% a -2% Un fase/fase Sovratensione e sottotensione tra fasi Autoalimentato VAC Sovratensione da 2 a 20% Un fase/fase Sottotensione da -20% a -2% Un fase/fase Da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35UB330 Sovratensione e sottotensione tra fasi e neutro Autoalimentato VAC Sovratensione da 2 a 20% Un fase/neutro Sottotensione da -20% a -2% Un fase/neutro Da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35UB3N30 Sovratensione e sottotensione tra fasi Autoalimentato VAC Sovratensione da 2 a 20% Un fase/neutro Sottotensione da -20% a -2% Un fase/fase Da 0,3 a 30 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UB310 Assenza e senso ciclico delle fasi Fasi: VAC Protezione termica con sonda a termistore PTC VAC/DC 50/60 Hz Protezione term.: riarmo automatico - 2 relè NC/NO 5 A RM35TM50MW Fasi : VAC Assenza e senso ciclico delle fasi Protezione term.: memorizzazione VAC/DC 50/60 Hz Protezione termica con sonda a termistore PTC difetto selezionabile, riarmo sul fronte - 2 relè NO 5 A RM35TM250MW a distanza, pulsante test difetto

5 Relè di controllo tensione La soluzione per prevenire i guasti di alimentazione Controllano il livello di tensione sull ingresso rispetto alla soglia, alta o bassa, preimpostata dall operatore. I relè controllano che la tensione resti compresa tra un livello alto ed un livello basso. Controllo tensione Sovratensione o sottotensione Autoalimentato da 12 VDC Da 9 a 15 VDC Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UAS14 Sovratensione o sottotensione Autoalimentato da 20 a 80 VAC/DC Da 20 a 80 VAC/DC Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UAS16 Sovratensione o sottotensione Autoalimentato da 65 a 260 VAC/DC Da 65 a 260 VAC/DC Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UAS15 Sovratensione e sottotensione Autoalimentato da 20 a 80 VAC/DC Da 20 a 80 VAC/DC Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UBE16 Sovratensione e sottotensione Autoalimentato da 65 a 260 VAC/DC Da 65 a 260 VAC/DC Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM17UBE15 Sovratensione o sottotensione Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz 0,05 V a 0,5 V 0,3 V...3 V 0,5 V...5 V Da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35UA11MW Sovratensione o sottotensione Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz 1V...10 V 5 V...50 V 10 V V Da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35UA12MW Sovratensione o sottotensione Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz 15 V V 30 V V 60 V V Da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35UA13MW Controllo corrente Relè di controllo corrente La soluzione per prevenire i guasti dei carichi Dedicati alla misura delle sovracorrenti e delle sottocorrenti, senza rilevatore esterno fino a 15A, i relè di controllo corrente permettono di controllare costantemente il corretto funzionamento dei carichi elettrici e meccanici, quali motori o resistenze. Facili da installare e regolare, questi relè di controllo sono adatti ai settori applicativi più diversi quali: la ventilazione, il pompaggio, la movimentazione. Sovracorrente Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz A con toroide integrato - 2 relè NC/NO 5 A RM17JC00MW Sovracorrente o sottocorrente Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz ma ma ma Inib.: da 1 a 20 s soglia: da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35JA31MW Sovracorrente o sottocorrente Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz 0,15...1,5 A 0,5...5 A 1, A Inib.: da 1 a 20 s soglia: da 0,3 a 30 s 2 relè NC/NO 5 A RM35JA32MW comuni ai relè di tensione e di corrente Dimensioni d ingombro: formato compatto 17,5 mm e modulare 35 mm, Relè autoalimentati: risparmio nel cablaggio, Protezione delle regolazioni con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara tramite LED dello stato di funzionamento, Misura in valore efficace vero (anche se le sinuisoidi sono deformate), Temporizzazione regolabile, Memoria stato difetto selezionabile. Relè di controllo frequenza La soluzione per prevenire i guasti di rete I relè di controllo sorvegliano le variazioni della frequenza del segnale AC 50 o 60 Hz, in ingresso sul circuito di misura. Dimensioni d ingombro: formato compatto e modulare 35 mm, Ampia gamma di alimentazioni: da 120 a 277 VAC tra fase e neutro, Risposta alle esigenze di sovrafrequenza e sottofrequenza, Relè autoalimentati: risparmio nel cablaggio, Adatti alle reti 50 e 60 Hz, Protezione delle regolazioni con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara tramite LED dello stato di funzionamento, Temporizzazione regolabile, Memoria stato difetto selezionabile. Controllo frequenza rete 50 e 60 Hz Sovrafrequenza e sottofrequenza 120 a 277 VAC 50/60 Hz soglia alta: -2 a +10 Hz Da 0,1 a 10 s 2 relè NC/NO 5 A RM35HZ21FM soglia bassa: -10 à +2 Hz

6 Relè di controllo livello La soluzione per riempire, svuotare e controllare I relè di controllo livello servono a controllare o a mantenere invariato il livello di un liquido. Generalmente si utilizzano sonde dotate di contatti che cambiano stato in base alla posizione della sonda a contatto con il liquido. L affidabilità di queste sonde non è tuttavia ottimale a causa delle correnti relativamente basse che le attraversano. Questo soprattutto in caso di ambienti inquinati, di urti o vibrazioni. Per rispondere al meglio alle esigenze di controllo livello, la gamma Zelio Control offre un relè che garantisce il controllo attraverso la misura della resistività del liquido e il cui principio di funzionamento elimina i problemi riscontrabili con le sonde a contatto. Questi relè permettono di impostare la sensibilità della misura per regolare in modo preciso il livello di chiusura o ricaduta. La funzione di temporizzazione regolabile permette inoltre di evitare le oscillazioni del relè di uscita (effetto onde) ed eventuali conseguenti chiusure o ricadute intempestive in caso di movimento del liquido. Per i liquidi non conduttori il livello viene rilevato da un relè con ingresso per sensore digitale. Dimensioni d ingombro standard: formato compatto e modulare 35 mm, Ampio campo di alimentazioni da 24 a 240 VAC/DC, Offerta di prodotti adatti a tutte le applicazioni: liquidi conduttori e altri materiali, Modo svuotamento o riempimento, Protezione delle regolazioni con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara tramite LED dello stato di funzionamento, Temporizzazione regolabile. Controllo livello Svuotamento o riempimento Da 24 a 240 VAC/DC 50/60Hz 0, KΩ KΩ 0, MΩ Da 0,1 a 5 s 2 relè NC/NO 5A RM35LM33MW Svuotamento o riempimento Da 24 a 240 VAC/DC 50/60Hz Ingresso per sensore ON/OFF: Contatto/PNP/NPN Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5A RM35LV14MW Sonda a sospensione 1 elettrodo + 1 rif. LA9RM201 Elettrodo protetto per sonda a sospensione RM Relè di controllo pompe La soluzione per comandare e controllare le pompe I relè di controllo pompe permettono il comando delle pompe (monofase o trifase) tramite ingressi ON/OFF, controllandone al contempo la corrente (protezione marcia a secco e sovraccarico) e lo stato delle fasi di alimentazione. Dimensioni d ingombro standard: formato compatto e modulare 35 mm, Controllo sovracorrente e sottocorrente da 0,1 a 10 A, Relè autoalimentati: risparmio nel cablaggio, Associazione di funzione: fase, corrente e ingressi ON/OFF, Protezione delle regolazioni con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara tramite LED dello stato di funzionamento, Controllo senso ciclico delle fasi e/o assenza di una o più fasi, Modo monofase o trifase selezionabile, Temporizzazione regolabile fino a 60 s. Controllo pompe Funzionamento in monofase e trifase Sovraccorrente e sottocorrente Sovracorrente e sottocorrente: da 0,1 a 10 A Ordine di successione fasi e assenza di fase in trifase Autoalimentato VAC Fase: VAC Da 1 a 60 s 1 relè NC/N 5A RM35BA10 2 ingressi contatti per comandi ciclo

7 Relè di controllo velocità La soluzione per controllare le cadenze produttive I relè di controllo velocità ricevono impulsi da diversi tipi di sensori quali: Sensore induttivo su ruota dentata, Fotocellula su nastro trasportatore, Microswitch su camme. In base alla velocità di rotazione o alla velocità di spostamento, la cadenza degli impulsi forniti ai relè può essere più o meno elevata. Controllando la cadenza i relè controllano anche il verificarsi di eventuali sovravelocità o sottovelocità. Questi relè sono adatti alle applicazioni di movimentazione che richiedono ad esempio il controllo della velocità di rotazione, di scorrimento nastro trasportatore, di rotazione delle pompe, ecc... Dimensioni d ingombro: formato compatto e modulare 35 mm, Ampio campo di alimentazioni da 24 a 240 VAC/DC, Rilevamento automatico del tipo di sensore, Disattivazione comandabile con contatto esterno, Funzione memoria difetto, Protezione delle regolazioni con sportellino piombabile, Visualizzazione chiara dello stato di funzionamento tramite LED Riarmo mediante contatti a distanza e interruzioni dell'alimentazione, Inibizione temporizzata alla messa sotto tensione. Controllo velocità Tempo tra impulsi controllati Sovravelocità/Sottovelocità Da 24 a 240 VAC/DC 50/60Hz Da 0,05 a 0,5 s 0,1 a 1 s 0,5 a 5 s 1 a 10 s Da 0,6 a 60 s 1 relè NC/NO RM35S0MW Da 0,1 a 1 mn 0,5 a 5 mn 1 a 10 mn Relè di controllo temperatura Per ascensori e locali tecnici La soluzione per il controllo della temperatura secondo EN81 Questi relè permettono il controllo della temperatura ambiente nei locali tecnici o nelle cabine degli ascensori per verificare che questa resti entro i limiti previsti dalle norme. Una versione di questi relè associa le funzioni di controllo temperatura e di controllo fase. Controllo temperatura Ingresso PT100 3 fili Temperatura locali tecnici Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz Soglia bassa: da -1 C a +11 C Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM35ATL0MW Soglia alta: da +34 C a +46 C Ingresso PT100 3 fili Temperatura locali tecnici Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz Soglia bassa: da -1 C a +11 C Da 0,1 a 10 s 2 relè NC/NO 5 A RM35ATR5MW Soglia alta: da +34 C a +46 C Fasi: V Temperatura locali tecnici Da 24 a 240 VAC/DC 50/60 Hz Ingresso PT100 3 fili Assenza di fase (rigenerazione 70%) Un) Soglia bassa: da -1 C a +11 C Da 0,1 a 10 s 1 relè NC/NO 5 A RM35ATR0MW e ordine di successione delle fasi Soglia alta: da +34 C a +46 C

8 L organizzazione commerciale Schneider Electric Uffici Direzionali Via Circonvallazione Est, STEZZANO (BG) Tel Fax Aree Nord Ovest - Piemonte (escluse Novara e Verbania) - Valle d Aosta - Liguria - Sardegna Lombardia Ovest - Milano, Varese, Como - Lecco, Sondrio, Novara - Verbania, Pavia, Lodi Lombardia Est - Bergamo, Brescia, Mantova - Cremona, Piacenza Sedi Via Orbetello, TORINO Tel Fax Via Zambeletti, BARANZATE (MI) Tel Fax Via Circonvallazione Est, STEZZANO (BG) Tel Fax Uffici C.so della Libertà, 71/A CANELLI (AT) Tel Fax Via Val Lerone, ARENZANO (GE) Tel Fax Nord Est - Veneto - Friuli Venezia Giulia - Trentino Alto Adige Centro Direzionale Padova 1 Via Savelli, PADOVA Tel Fax Emilia Romagna - Marche (esclusa Piacenza) Viale Palmiro Togliatti, BOLOGNA Tel Fax Via Gagarin, PESARO Tel Toscana - Umbria Via Pratese, FIRENZE Tel Fax Via delle Industrie, BASTIA UMBRA (PG) Tel Fax Centro - Lazio - Abruzzo - Molise - Balisicata (solo Matera) - Puglia Via Silvio D Amico, ROMA Tel Fax S.S. 98 Km 79, MODUGNO (BA) Tel Fax Sud - Calabria - Campania - Sicilia - Basilicata (solo Potenza) SP Circumvallazione Esterna di Napoli CASAVATORE (NA) Tel Fax Via Martiri di Cefalonia, CATANIA Tel Fax HELP DESK Tecnico Tel Fax Schneider Electric S.p.A. Via Circonvallazione Est, STEZZANO (BG) Tel Fax In ragione dell evoluzione delle Norme e dei materiali, le caratteristiche riportate nei testi e nelle illustrazioni del presente documento si potranno ritenere impegnative solo dopo conferma da parte di Schneider Electric. LEES CAC 604 BI B

Kit domotico KNX. Manuale di installazione

Kit domotico KNX. Manuale di installazione Kit domotico KNX Manuale di installazione Kit domotico KNX Gestione di luci, tapparelle termoregolazione e stacco carichi Attraverso il mini server, è possibile interfacciare l iphone /ipod /ipad con il

Dettagli

Pretendete efficienza dal vostro edificio

Pretendete efficienza dal vostro edificio Pretendete efficienza dal vostro edificio Soluzioni per il Green Building Efficienza Energetica negli edifici Il contesto normativo Il 40% circa del consumo energetico europeo è imputabile agli immobili.

Dettagli

Pretendete efficienza dal vostro edificio

Pretendete efficienza dal vostro edificio Pretendete efficienza dal vostro edificio Soluzioni per il Green Building Efficienza Energetica negli edifici Il contesto normativo Il 40% circa del consumo energetico europeo è imputabile agli immobili.

Dettagli

Un semplice accesso al comfort e l efficienza

Un semplice accesso al comfort e l efficienza Sistema di controllo accessi alberghiero Un semplice accesso al comfort e l efficienza Applicazioni alberghiere TM Un livello superiore di comfort, sicurezza ed efficienza energetica per i propri clienti

Dettagli

Un passo avanti verso l efficienza energetica

Un passo avanti verso l efficienza energetica Un passo avanti verso l efficienza energetica Micrologic E Unità di controllo per interruttori Compact da NS630b a NS3200 e Masterpact NT/NW Gli edifici possono ottenere fino al 30% di risparmio energetico

Dettagli

3 b Relè di controllo delle reti trifase e della temperatura motore RM35 TM

3 b Relè di controllo delle reti trifase e della temperatura motore RM35 TM Sommario 0 - Zelio Control Guida alla scelta............................................pagina /2 modulari b Relè di controllo delle reti trifase RM17 TG v Presentazione, caratteristiche..............................

Dettagli

Mini Pragma. I nuovi centralini che arredano

Mini Pragma. I nuovi centralini che arredano Mini Pragma I nuovi centralini che arredano Mini Pragma La semplicità fatta eleganza Soluzioni per la casa Mini Pragma è una nuova idea di centralino per applicazioni nel residenziale e piccolo terziario

Dettagli

KNX Domotica e Automazione degli edifici

KNX Domotica e Automazione degli edifici KNX Domotica e Automazione degli edifici Guida di scelta rapida dispositivi KNX 20-202 Guida di scelta rapida KNX Overview Attuatori di commutazione Attuatore di commutazione REG-K8x2306 Attuatori di commutazione

Dettagli

DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO. per tutte le province:

DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO. per tutte le province: DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO Bookservice s.r.l. Gross Ancona Via Albertini 36 60131 Ancona Tel: 071 2861810 Fax: 071 2861642 Email: bookserv@tin.it BASILICATA per la provincia di: Matera CE.DI. Puglia S.S.

Dettagli

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions Tabelle tecniche First for Steam Solutions E X P E R T I S E S O L U T I O N S S U S T A I N A B I L I T Y I NOSTRI PRODOTTI Apparecchiature per vapore e aria compressa scaricatori di condensa filtri ed

Dettagli

Power Logic Energy Box. La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto

Power Logic Energy Box. La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto Power Logic Energy Box La soluzione più semplice per migliorare l efficienza energetica del tuo impianto TM 1 Puoi controllare e migliorare solo ciò che misuri 20% dei costi operativi di un edificio sono

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

Avviatori motore per utilizzo in spazi ridotti: SIRIUS 3RM1 Avviatori motore SIRIUS 3RM1: multifunzionalità con minimo ingombro (22,5 mm)

Avviatori motore per utilizzo in spazi ridotti: SIRIUS 3RM1 Avviatori motore SIRIUS 3RM1: multifunzionalità con minimo ingombro (22,5 mm) Scansiona e guarda: gli avviatori SIRIUS 3RM1 Ulteriori informazioni Per maggiori informazioni sugli AVVIATORI SIRIUS: www.siemens.com/motorstarter/3rm1 Per maggiori informazioni sulla gamma SIRIUS: www.siemens.com/sirius

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

Migliorate l efficienza energetica con PowerLogic. Sistemi PowerLogic per la gestione e il monitoraggio dell energia

Migliorate l efficienza energetica con PowerLogic. Sistemi PowerLogic per la gestione e il monitoraggio dell energia Migliorate l efficienza energetica con PowerLogic Sistemi PowerLogic per la gestione e il monitoraggio dell energia Efficienza energetica = controllo dell energia Le variazioni dei prezzi dell energia

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Controllo fase Relè di controllo fase monofunzione - 7,5 mm Controllo su reti trifase: ordine di fase, assenza totale di fase Multitensione da x 08 a x 480 V Controlla la propria tensione d alimentazione

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

SALVAVITA STOP&GO. Il dispositivo intelligente che riattiva l energia garantendo continuità di servizio STOP & GO

SALVAVITA STOP&GO. Il dispositivo intelligente che riattiva l energia garantendo continuità di servizio STOP & GO SALVAVITA STOP&GO Il dispositivo intelligente che riattiva l energia garantendo continuità di servizio STOP & GO SALVAVITA STOP&GO risolve il problema degli scatti intempestivi del differenziale in assenza

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia CENTRO LAZIO ROMA 2 NORD ROMA NOMENTANO Piazza Bologna, 3 Roma RM CENTRO LAZIO ROMA 5 OVEST ROMA BRAVETTA Via Degli Arcelli, Snc Roma RM CENTRO

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

un offerta completa, un unico interlocutore

un offerta completa, un unico interlocutore progetto scuole 2 un offerta completa, un unico interlocutore BTicino azienda leader di settore nella produzione di materiale elettrico si pone come interlocutore unico nel progetto scuole Grazie ad una

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 119 117 114 69 52 28 14 1 343 267 242 215 444 607 736 946 938 1.168 1.066 1.622 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 Il caldo torrido di questa estate sembra aver

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

MARZO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.

MARZO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris. 2015 MARZO Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.it L opinione degli italiani: L UTILIZZO DEL TRASPORTO PUBBLICO IL CAMPIONE

Dettagli

Schneider Electric Alliance Programma di Partnership con i System Integrator. Insieme per ottenere il massimo

Schneider Electric Alliance Programma di Partnership con i System Integrator. Insieme per ottenere il massimo Schneider Electric Alliance Programma di Partnership con i System Integrator Insieme per ottenere il massimo Schneider Electric ha una lunga storia di stretta collaborazione con i System Integrator. Il

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Il quadro elettrico perfetto con semplicità e facilità

Il quadro elettrico perfetto con semplicità e facilità Il quadro elettrico perfetto con semplicità e facilità Con Planning Efficiency di Siemens siemens.com/planning-efficiency Answers for industry. Prima dovevo raccogliere i dati dei prodotti per la pianificazione

Dettagli

Distributori RCS Education

Distributori RCS Education Distributori RCS Education ABRUZZO Bookservice S.r.l. Gross Ancona Via Albertini 36 60131 Ancona Tel: 071 2861810 Fax: 071 2861642 Email: bookserv@tin.it BASILICATA per la provincia di: Matera CE.DI. Puglia

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

3.927 1.905 2.526 2.468

3.927 1.905 2.526 2.468 N accessi alla Procedura Risorse senza requisiti Domande inserite Art. 43 Domande presenti in graduatoria Residenti a L Aquila 3.927 1.905 2.526 58 2.468 17 CAUSALI ASSENZA DEI REQUISITI >20 gg. di malattia

Dettagli

035/228681 / fax 035/2286828 030/2295411 / fax 030/2295440. Lun 900-1200 / 1430-1630 Lun-Mar 1430-1630 Grandat e (CO)

035/228681 / fax 035/2286828 030/2295411 / fax 030/2295440. Lun 900-1200 / 1430-1630 Lun-Mar 1430-1630 Grandat e (CO) Città Tipo CAP Indirizzo Telefono / Fax Bergam o 24100 Via Camozzi, 119 Brescia SLS 25124 Via Malta, 12 H 035/228681 / fax 035/2286828 030/2295411 / fax 030/2295440 Orario ricevimento pubblico Gio 0900-1200

Dettagli

Installazione CATALOGO GENERALE 06/07 CG06I

Installazione CATALOGO GENERALE 06/07 CG06I Installazione CATALOGO GENERALE 06/07 CG06I Catalogo generale Installazione 2006/2007 Apparecchiature per l installazione in edifici civili e residenziali. I prodotti qui illustrati sono costruiti a regola

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

Terminali grafici con schermo touch-screen. Magelis XBT GT Oscar alla migliore fotografia

Terminali grafici con schermo touch-screen. Magelis XBT GT Oscar alla migliore fotografia Terminali grafici con schermo touch-screen Magelis XBT GT Oscar alla migliore fotografia Soluzioni semplici ed evolute per l Automazione ed il Controllo Gamma Magelis XBT GT Preparatevi ad un vero trionfo!

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria.

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria. Lombardia 7 Veneto Piemonte 6 3 Emilia Romagna Liguria 4 Toscana 3 7 Umbria Friuli V. Giulia Marche 3 Abruzzo Lazio 4 7 Molise 64 I.T.S. 3 Sardegna 3 Basilicata Calabria 4 Sicilia 5 Gli ITS in Abruzzo

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale XIII Expert panel emissioni da trasporto su strada Roma, 4 ottobre 2007 La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale Stefano Caserini - ARPA Lombardia Lucia Pennisi, Alessandro Vasserot

Dettagli

controllo carichi Con tecnologia BUS/SCS GESTIONE ENERGIA

controllo carichi Con tecnologia BUS/SCS GESTIONE ENERGIA Soluzioni per migliorare l impianto elettrico: impianto di gestione controllo Con tecnologia BUS/SCS GESTIONE ENERGIA Soluzione gestione controllo con visualizzazione totale dei consumi Il sistema controllo

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

Moduli di sicurezza Preventa. Guida alla scelta

Moduli di sicurezza Preventa. Guida alla scelta Mouli i siurezza Preventa Guia alla selta 010 CEI EN 6061 Stima el rishio e assegnazione SIL Dato a titolo esemplifiativo in un Allegato informativo RISCHIO RELATIVO ALL'EVENTO PERICOLOSO IDENTIFICATO

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori I numeri degli Istituti Tecnici Superiori Al 4 aprile 04 64 ITS 40 percorsi attivati circa 5000 corsisti 73 corsi sono già conclusi 300 già diplomati 4,5% femmine Su 4 diplomati di n. 68 corsi censiti

Dettagli

Chi siamo. L affidabilità ed elevata professionalità di Secsun è comprovata dalla presenza di un team nutrito di 40 TECNICI SPECIALIZZATI:

Chi siamo. L affidabilità ed elevata professionalità di Secsun è comprovata dalla presenza di un team nutrito di 40 TECNICI SPECIALIZZATI: COMPANY PROFILE INDICE 03. Chi siamo 04. Mission 06. Risorse 07. Struttura Aziendale 08. Le divisioni aziendali 09. Prodotti - divisione quadri 10. Linea quadri di campo 11. Linea quadri in alternata e

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA?

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA? Nuovo Rapporto Ance Cresme alluvioni con una scia ininterrotta di disastri, vittime e costi altissimi per i cittadini. Un territorio martoriato da Nord a Sud e L aggiornamento del rapporto Ance Cresme

Dettagli

EnErgia particolare.

EnErgia particolare. Energia particolare. LA STRUTTURA DEL GRUPPO. Gruppo UNOGAS aree di attività: Area vendita gas Area vendita energia Area servizi energetici e impiantistica Area importazione e trading ABBIAMO FATTO MOLTA

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010

A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010 A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010 FON.COOP 1 Microimprese Una definizione Si intende per microimpresa un impresa profit e no profit o un organizzazione

Dettagli

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14 RAPPORTO MENSILE Periodo di riferimento Gennaio 14 Indice Sezione 1 - Riepilogo mensile Linea Amica... 2 Tab. 1.1 - Numero di contatti gestiti da operatore per canale e destinazione... 2 Graf. 1.2 - Linea

Dettagli

BUSINESS. Food. della pausa pranzo

BUSINESS. Food. della pausa pranzo Food il piacere della pausa pranzo a freezer, microonde e forno pizza ci pensiamo noi Food Se non avete in azienda freezer, microonde o fornetto nessun problema. Business Food ve li fornirà per provare

Dettagli

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490 ALLEGATO DETTAGLIO PREINFORMATIVA SERVIZI 2005 1) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI SENZA CONDUCENTE Lotto 1 Berline piccole Lotto 2 Berline medie Lotto 3 Grandi berline

Dettagli

La storia. Gennaio 2015. Novembre Dicembre 2014

La storia. Gennaio 2015. Novembre Dicembre 2014 La storia Lettera Presidente Renzi; 1650 Comuni segnalano oltre 3300 richieste. (insieme eterogeneo) Incarico a DIPE per inizio istruttoria sui finanziamenti del DL DPCM 28/10 su allentamento Patto di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

QUANDO E DOVE SI VOTA

QUANDO E DOVE SI VOTA QUANDO E DOVE SI VOTA Le votazioni si svolgono in prima convocazione nei seguenti giorni del mese di marzo 2009: lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12, venerdì 13, sabato 14 e domenica 15. È possibile

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI Famiglia gioco Numero Concessioni GIOCHI A BASE SPORTIVA E IPPICA 398 CONCESSIONI GIOCO ON LINE (GAD) 144 GIOCHI NUMERICI A TOTALIZZATORE 1 LOTTO E LOTTERIE 1 BINGO

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo maggio 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 8 maggio 2009 Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 L'Istat presenta i dati sulla gestione dei rifiuti urbani derivanti dall indagine Dati ambientali nelle città che ha coinvolto

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

La Crisi della Ristorazione

La Crisi della Ristorazione La Crisi della Ristorazione Ufficio studi 1 L IMPATTO DELLA CRISI SULLA RISTORAZIONE IN ITALIA I sumi delle famiglie nella ristorazione La spesa delle famiglie in servizi di ristorazione è stata nel 2011

Dettagli

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA Divisione Antifrode Assicurativa DAA L agenzia è in grado di offrire servizi e soluzioni professionali e qualificate nel campo dell'antifrode assicurativa. Accertamenti

Dettagli