.1.2. Centraline digitali: Temperatura, velocità del vento e presenza pioggia. X-SP/I X-SP-G/I X-SP-R/I X-SP-WP/I X-SP-WPG/I X-SP-WPR/I

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ".1.2. Centraline digitali: Temperatura, velocità del vento e presenza pioggia. X-SP/I X-SP-G/I X-SP-R/I X-SP-WP/I X-SP-WPG/I X-SP-WPR/I"

Transcript

1 Agcono SnC d Bbo e Secco 1.1. Cenne pe conoo Venzone Nue (Spoe) Cenne nogche: Tempeu, veocà de veno e peenz d pogg. C-AM9.30-K C-AM IP C-AM IP Sempce cenn con 4 mnopoe pe peu mpu n funzone de empeu mbene: empeu dede, dffeenze peu e chuu, du mpu, du pu f mpu. Può eee fon n k pe monggo u fone de qud d poenz (modeo K) o mon n ce PVC (IP55) con menzone 24VAC (modeo 24IP) o 220VAC (modeo 220IP). Ne foo C-AM9.30K mon n un qudo d 2 moo ee EC. C-WIND C-WIND-P X-WIND X-WIND-P Cenn nogc pe chuu deg poe dee ee n co d veno foe e/o peenz pogg. I dpy conene eu de veocà de veno fno 100 Km/h. Tme un mnopo può mpoe veocà de veno d neveno. In co d veno foe o pogg cenn povoc chuu oe de e. Un do neno ev connu neven n co d veno ffche. C-WIND oo conoo d veocà veno. C-WIND-P veocà veno e pogg. L cenn C-WIND-P deve eee coeg d un qudo doo d cenn d peu mpu come AM9.30. L nuov cenn X-WIND/-P, do d e e dpy, conene un empce vuzzzone de veocà de veno (d Km/) e pogmmzone de veocà d neveno. I voe d pcco de veocà è conemene memozzo e può eee vuzzo u dpy. X-WIND oo conoo veno. X-WIND-P conoo veno e pogg. Anche X-WIND/-P deve eee coeg d un qudo doo d cenn d peu mpu come AM9.30 o X-SP/I.

2 Agcono SnC d Bbo e Secco Cenne dg: Tempeu, veocà de veno e peenz pogg. X-SP/I X-SP-G/I X-SP-R/I X-SP-WP/I X-SP-WPG/I X-SP-WPR/I X-SP X-SP-G X-SP-R L cenn mcopoceoe X-SP/I cec pozone ome deg poe, n funzone de empeue mbene, dndo moo bev comnd d du pogmmbe n econd egu d pue d du pogmmbe n mnu, pe conene empeu d bzz un comndo e o. L e e dpy conenono un empce vuzzzone de empeu mu d ond e modfc de d d neveno. L X-SP-G/I cono nche gonfggo de doppo fm d copeu. L X-SP-R/I cono nvece nche cdmeno on/off. Le veon WP, WPG nd WPR, oe conoo d empeu, hnno nche conoo d cuezz veno e pogg. Due oge veno: chuu pze con mm peu pogmmbe e chuu oe. Mm peu pe pogg pogmmbe. Rd veno e pogg pogmmb n mnu. X-SP-WP/I oo conoo d empeu, veno e pogg. X-SP-WPG/I cono nche gonfggo de doppo fm. X-SP-WPR/I, nvece de gonfggo, cono nche cdmeno on/off. L X-SP cono pozone deg poe n modo popozone empeue mbene: pe ogn gdo d empeu compeo f due vo eem pogmmb cè un pozone cco. X-SP-G cono nche gonfggo de doppo fm (voo-pu). X-SP-R, nvece de gonfggo, cono nche cdmeno on/off. Ne foo X-SP mon n un qudo d poenz d 4 moo de ee EC. X-SP-WP X-SP-WPG X-SP-WPR Le veon WP, WPG nd WPR hnno nche conoo d cuezz veno e pogg. Due oge d veocà de veno: d chuu pze con % d peu mm pogmmbe e d chuu oe (empe). Anche mm peu pe pogg è pogmmbe n %. X-SP-WP/I oo conoo d empeu. X-SP-WPG/I nche conoo gonfggo doppo fm. X-SP-WPR/I, nvece de gonfggo, cono nche cdmeno on/off.. Ne foo X-SP-WP mon n un qudo d 2 moo ee EC.

3 Agcono SnC d Bbo e Secco 3 C-SPORT-1 C-SPORT-1-WP C-SPORT-1-WPR C-SPORT-1-WPG C-SPORT-2 C-SPORT-2-WP C-SPORT-2-WPR C-SPORT-2-WPG C-SPORT-3 C-SPORT-3-WP C-SPORT-3-WPR C-SPORT-3-WPG C-SPORT-4 C-SPORT-4-WP C-SPORT-4-WPR C-SPORT-4-WPG C-SPORT-5 C-SPORT-5-WP C-SPORT-5-WPR C-SPORT-5-WPG C-SPORT-6 C-SPORT-6-WR C-SPORT-1-WPR-SNOW C-SPORT-2-WPR-SNOW C-SPORT-3-WPR-SNOW Conoo poe popozone empeue mbene. Se mode: d 1 6 ee conoe conemponemene. Conoo d veocà de veno e peenz pogg con peu mm pogmmbe pe gne un ce venzone. Chuu oe pe veno eccevo. I mode con oo numeo d mben e enz e eenon conono oo n funzone de empeu. I mode WP hnno nche conoo veocà veno e pogg. I modeo WPR cono nche cdmeno on/off, mene modeo WPG cono nche gonfggo de doppo fm. Regzone de mnmo e de mmo voe d empeu mbene pe dne d nzzzzone. L e e dpy conenono un empce vuzzzone dee mue e modfc de d d neveno. I eno d empeu, veocà de veno e peenz d pogg ono ncu ne fonu, come pe ue e e noe cenne d conoo poe. Conoo d un zon oppue conemponeo d 2 o 3 zone come ne C- SPORT-X-WPR, m nche con ond d empeu een, n unone ond d pogg, pe evmeno d pobe peenz d neve con genezone d me e zonmeno fozo de cdmeno pe poeggee e dccumuo d neve. C-SPORT-CL-WP C-SPORT-CL-WPR C-SPORT-CL-WPG Le cenn de ee CL conono g poe e n modo compemene ndpendene d com. Pe enmb e pecenu d peu ono ccoe n modo popozone empeu con conoo d veocà veno e pogg con peu m pogmmbe. I modeo WPR cono nche cdmeno on/off, mene modeo WPG cono nche gonfggo de doppo fm. Le cenne memozzno nche mnm e mm empeu mbene. L foo mo cenn C-SPORT- CL-WP mon n un qudo commndo d 3 moo (un como e

4 Agcono SnC d Bbo e Secco 4 due e). C-SPORT1-ARWPG Cenn pe conoo deg poe d un e n modo popozone empeue con conoo d veocà de veno e pogg con chuu pze n co d veno non eccevo e pogg e chuu oe pe veno foe. Conoo de cdmeno on/off. Am pe e b empeu e conoo gonfggo de doppo fm Conoo empeu, umdà, veocà de veno e pogg. C-UMID-UWP C-UMID-UWPG C-UMID-UWP-CL Cenn conoo deumdfczone con zonmeno coodno d poeue e cdmeno on/off. In enz d umdà cono e poeue n modo popozone empeu e cdmeno on/off con empeue dffeenze noe/gono, gze ond d umnoà. Se umdà upe voe pogmmo vene nnz empeu mbene e, dopo un do pogmmbe, pee eggemene e poeue, mnenendo cdmeno n funzone. Queo povoc un pdo bbmeno deumdà ev. A emne d un du mm pe deumdfczone vene nc un pu f g neven d deumdfczone. Tue e f ono conob n du duene che può coì omzze poceo mndo conum enegec. L cenn conene nche d zone un mpno d umdfczone con emp d voo/pu pogmmb. L veone UWPG cono nche gonfggo de doppo fm. L veone UWP-CL cono nche e ndpenden d com, m non cono umdfczone. L cenn è compe d eno d empeu e umdà ev n cpnnn, d veocà de veno, d peenz d pogg e d umnoà. I ppoo pezon pezzo è dvveo noevoe.

5 Agcono SnC d Bbo e Secco.1.4. Conoo empeu, veocà e dezone veno e peenz d pogg. C-AGRIWIND/I C-AGRIWIND-1 C-AGRIWIND-2 C-AGRIWIND-3 C-AGRIWIND-4 Ne C-AGRIWIND g poe ono pe po-po ( mpuo/pu) n funzone de empeu nen. Que cec conene enz p ob em pe u d e edo e d com che d e con emp d peu moo dve. Co non cong con cenne d peu popozone pe cu è neceo un conoo ndpendene de com d e (ved C-AGRIW-CL). L peenz d enoe d veocà e dezone veno conene d me dvemene e peue pe o conoveno e ooveno n modo d pe mggomene o ooveno e fvoe venzone nue. Un eè può eee uo pe genee m pe o b empeu o pe comnde un cdmeno o un ffecmeno on/off. Cenne pe conoo ndpendene e conemponeo dee peue d como o e d 1, 2, 3 o 4 mben e. G poe ono pe n modo popozone empeu. Apeue mme pogmmb n % pe o conoveno e ooveno pe veocà upeo pm og. Chuu oe pe veocà upeo econd og. Apeu mm m pogmmbe pe pogg. Ogn e può vee un dezone dve peo dezone 0 de bndeuo. Ne foo un pobe nzone de nemome o d ez on e e de enoe d pogg ( po e g cceo d monggo ono ecu). 5

6 Agcono SnC d Bbo e Secco.1.5. Conoo d empeu, umdà, veocà e dezone veno e peenz pogg. C-AGRIW-C1 Conoo popozone empeue deg poe d como d un eoe. Rpeo C-AGRIWIND-1 h n pù conoo d deumdfczone, ovveo pe u pogmmbe deg poe e um d à upe un og pogmmbe. Un empeu mbene d gud pogmmbe mped ce pe u ef oppof eddo. I eno d empeue e umdà ono conenu n un cpnnn bnc che poegge d dzone oe e dg p uzzd cqu. C-AGRIW-C2 Conoo conemponeo de com n due eo ndpenden. Apeu popozone empeue mbene, conoo veno e pogg e deumdfczone come pe C-AGRIWC1. C-AGRIW-CL Conoo ndpendene de com e de e n un eoe. Tu I d d neveno de com ono dponb nche pe e n un be d pogmmzone pe. Queo conene d omzze compomeno deg poe d como e e ne mgoe de mod. Le modà d conoo ono e ee ve pe C-AGRIW-C1. Anche eno ono comun u ee C-AGRIW. C-AGRIW-CL2 Conoo ndpendene de com e de e n due eo ndpenden. Le modà d conoo ono e ee gà ve pe u ee C-AGRIW. 6

7 Agcono SnC d Bbo e Secco 7.2. Conoo de Rcdmeno On/Off X-TH X-TH-2P Temoo mcopoceoe d un puno d neveno con uc eè, mono n ce gn (IP55). Dffeenze on e off pogmmbe. Memozz mnm e mm empeu mue d ond p ed n z zz z oneope d u en e. Su dpy ppe empeu e d ond che può eee d e enz pe co. L ond T f pe de fonu. S m e X-TH è un emoo 2 pun (2 eè): commuzone vvene pe b empeu (eè 1) o pe empeu (eè 2). Può eee uzzo pe conoe con un oo ppo un mpno d cdmeno che uno d ffecmeno. L ond T è ncu..3. Conoo de Rcdmeno con Vvo Mcece+Pomp. X-RISCAB1-P C-RISCAB1-P C-RISCAB2-P C-RISCAB3-P C-RISCAB4-P Cenn pe conoo d un ccuo d cdmeno eeo o be con vvo mcece e pomp d ccozone. Cco empeu d mnd dee n funzone de empeu mbene o de bnco cdo e de empeu dede ed gce u vvo mcece n modo d mue u ubo empeu d mnd cco. L pomp v ene z on o o qundo c è ch e dc o e d p e de mb en ee vene pen oo dopo ve fuo pù pobe coe peene ne ub n modo d omzze conum e gne un dbuzone un f o mede c o ene mp n o. Gze mzone pogmmbe de vo mm d empeu d mnd può eee uzz pe cdmeno eeo che pe queo be e de bnc. Due onde d empeu n dozone: un d mnd e un mbene o de bnco cdo. Cenne con e ee funzon de XRISCAB1-P, m pe conoo pevmene d due (C-RISCAB2-P), e (CRISCAB3-P) nd quo (C-RISCAB4-P) ccu d cdmeno ndpenden. Pe ogn ccuo vengono conoe vvo mcece e pomp d ccozone. Pe ogn ccuo vengono fone due onde d empeu: d mnd e mbene o de bnco cdo.

8 Agcono SnC d Bbo e Secco.4. Conoo Ombeggmeno/Cobenzone. X-LUX X-LUX-T C-AGRILUX-2Z C-AGRILUX-T-2Z C-AGRILUX-3Z C-AGRILUX-T-3Z C-AGRILUX-4Z C-AGRILUX-U C-AGRILUX-TU C-AGRILUX-TA C-AGRILUX-TWP Cenn d conoo de e ombeggn cobenn n funzone de umnoà. Sono pogmmb: umnoà d de de e, e, umnoà d cco de e, mno e umnoà d ombeggmeno. Ep og mmb encheunpe odoo o d chuu foz pe mpn d ocumeno. I enoe d umnoà è ncuo. L veone X-LUX-T ncude nche un ond d empeu f eo e como o een che conene d mnenee de I e fno che empeue non upe un voe pogmmbe (funzone chemo emco). Cenne mu-zon: conenono con o o de omb egg men o e cobenzone n pù eo conemponemene e n modo de uo ndpendene. Le veon -T-2Z e -T-3Z hnno nche enoe d empeue eo e como de e pe mnenee de I e fno ggungmeno de empeue pogmm. Cenn pe conoo de e n f unz one de um no à e de um d à ev: e poono eee cco d un qunà pogmmbe, n co d eccev umdà, pe fvoe cmbo d ve oco m. Conoo de e n funzone d umnoà, empeu e umdà ev: conene d unfce e funzon voe de cenne peceden. Conoo con umnoà e empeu con pobà d pogmme un peodo oo d fozu de e n un pozone dede. Cenn pe conoo d omb e mobe n funzone d umnoà, empeu, veocà de veno e peenz d pogg. L pobe peenz d neve vene ev d n congun de d d empeu e peenz d pogg. Queo conene d ccogee e n co d pobbe neve pm che que po cue dnn omb o. 8

9 Agcono SnC d Bbo e Secco Q-X-LUX Q-AGRILUX Q-AGRILUX-2Z Q-AGRILUX-3Z Q-AGRILUX-4Z I qud de ee Q-X-LUX e QAGRILUX ono do, oe che d cenn eeonc X-LUX o CAGRILUX con e funzon gà ve, nche d pe d poenz pe comndo d uno o pù moo. Sono peve nche veon ove con un o cenn comndno n peo pù moo. Ogn mooe è comunque doo d eeoe AUT-0-APRE-0CHIUDE..5. Umdo. X-RH X-RH-CY X-RH-2P Umdoo mcopoceoe pe conoo on/off d mpn d venzone. I voe d umdà d neveno e dffeenze on e off ono fcmene pogmmb. I dpovo con d due p: enoe d umdà n cpnnn, emobe fno 250 me e conooe co dpy n ce gn (IP55). Conooe d umdà due pun d neveno ndpenden (2 eè) con vzone ccc e ndpendene de eè d umdfczone e deumdfczone. L um d àd vz one, d f f e enz e oneof fe du de vz oneede pu f vzon ono bemene pogmmb pe um d f cz oneche pe deumdfczone n due dne bee d pogmmzone. Un oo ppo può dunque eee uzzo pe conoo de nebuzzzone che pe conoo de venzone foz d un e o d un mgzzno. I dpovo con d due p: enoe d umdà n cpnnn, emobe fno 250 me e conooe co dpy n ce gn (IP55). Umdoo 2 pun d neveno (2 eè) enz vzone ccc. Due eè ndpenden vengono chu n modo connuo uno peb um d àe o pe umdà. Le oge d neveno e dffeenz f on e off, ono bemene pogmmb. Eenmene è de uo me mode X-RH e X-RH-CY. 9

10 Agcono SnC d Bbo e Secco.6. Cenne pe conoo de FOG. X-FOG-2SQ C-FOG-4SQ C-FOG-5SQ C-FOG-8SQ C-FOG-16SQ C-FOG4-THR-TR Pcco cenn pe conoo d due eeovvoe (EV) n equenz n f unz onede um d àede empe u. L du de vz one de Fog è popozone dffeenz f umdà dede e umdà mu. L pu f vzon è pogmmbe n mnu e econd. Un ooogo neno conene d b e f og o o n e nodepe odo oo pogmmbe. F e vzon n equenz dee due EV è pogmmbe un pu n econd n cu pomp vene pen. I eno d empeu e umdà ev n cpnnn ono ncu. Cen ne Fog pe vz one n equenz d 4, 5, 8 o 16 EV n e no de e e. Inf un unco enoe T+RH n cpnnn è comune u I eo.ldu de vz oned ogn vvo è cco nf pm de n z odec c odnebu zzz one. L pu f vzon de equenz è popozone umnoà n modo d eve ccumu d umdà nee oe e I mode d 4 e 8 EV hnno nche eè d vzone de pomp. Conoo Fog n 4 ee ndpenden. Pe ogn e cono è neceo un enoe T+RH n cpnnn. L du de vz onedefogpeb um d à è popozone dffeenz f umdà dede e umdà mu. Pe empeu ed umdà non eccev, Fog è vo pe un du pogmmbe pe ffece. Le pue f e vzon ono ccoe n funzone de umnoà. Epo b e nche u o defog pe dbuzone de men fon. In co nome uo de Fog pe conoo cmco deve eee bo d u en e con ppo pocedu pe eve nebuzzzone non vou d podo chmc. 10

11 Agcono SnC d Bbo e Secco.7. Cenne pe Coong Syem. C-RISCOOL Cenn pe conoo de cdmeno on/off e de coong yem con uno do d empeue pe cdmeno, 2 d pe g eo (oo un pe e u neme) e uno do pe pomp d bgnu de pnneo. L pomp vene e u om cmen e e um d à d ven eccev. Le onde d empeu e umdà ev n cpnnn ono compee. X-COOL-3A C-COOL-3A C-COOL-4A X-VENT Conoo de Coong n funzone d empeue e umdà con 3 d d empeue (2 d d eo e uno do pomp) o 4 d (3 d pe g eo e uno do pe pomp). L pomp può eee v nche n copondenz de pm 2 (o 3) d e um d àèb e e e um d à dven eccev. Ep og mmb e nche un do f d che mpedce penz mu ne d u o mp n o dopo un eo dovuo mncnz d menzone. Cenn 3 d d o empeu: può eee u n mpn d budge mo pe ve 2 d venoe e uno do pomp, enz conoo d umdà. Rcodmo peò, popoo, che ef f e o d f f e cmen o de coong v ene f o emen e do o e um d à dven eccev, venendo meno evpo z one. 11

12 Agcono SnC d Bbo e Secco.8. Cenne pe dczone. X-NEB C-AGRINEB4-I C-AGRINEB4-I/I L cenn X-NEB, neme u oe mggoe C-AGRINEB4-I, è quno d mego e u meco pe conoo de nebuzzzone u ee d dczone. Gze ond d umnoà cenn cco du de pu f nebuzzzon n funzone de umnoà n modo d vee pue p ùb evqundoc èp ù uce.i nume od EV comnde è due. Ognun dee due EV è cono n modo ndpendene con pop emp e pope pue, peò vene v empe oo un EV vo.i enoe d umnoà f pe de fonu. I funzonmeno de cenn CAGRINEB4-I è de uo me queo de X-NEB. I numeo dee EV comndo è peò quo nzché due. Ne modeo C-AGRINEB4-I/I ue e quo e vvoe poono funzone o eo empo non eendoc mzon che mpedcno funzonmeno conemponeo d pù vvoe. Anche pe e C-AGRINEB ond d umnoà è compe. IP05-IS IP15-IS I pogmmo IP05-IS e IP15-IS, do d negoe oe, poono eee vnggomene ppc pe conoo d mpn d nebuzzzone pe dczone. Inf ognuno de 20 pogmm memozzb è doo d popo negoe oe o de conoe d umnoà che conene d f ve g nev f e nebuzzzon n funzone de umnoà. Anche qu vnno pue p ùb evqundoc èp ù uceev v p ù unghe mn mno che umnoà dmnuce o n co d empo nuvooo. L I P05-IS può comnde fno 4 EV, men e I P15-IS può comnde fno 15 EV. Se emp d nebuzzzone dee ngo e EV ono b ev,nche I P15-IS può eee umene ppco. Se nvece emp ono ungh, può eee pefebe uzze pù IP05-IS nzché un oo IP15-IS pe eve ee ecceve f g neven. Ved nche pù vn. 12

13 Agcono SnC d Bbo e Secco.9. Pogmmo d Igzone. X-IP2 X-IP3 IP-14 IP-20 IP-40 IP-100 IP-05-IS IP-15-IS G X-IP ono pcco pogmmo d 2 EV+pomp o d 3 EV con emp d vzone dee EV pogmmb n mnu e econd. 4 Pogmm d gzone. 5 oe d penz gonee pe ogn pogmm. Igzone ccc: pu pogmmbe f cc. We budge. Non pede d e o emnc men z one. Pogmmo d gzone pevmene pe comndo d 14, 20, 40 e 100 vvoe. 20 pogmm d gzone memozzb. Inevo n gon f gon d vzone. Quo o cnque oe d penz gonee pe pogmm. In ogn pogmm poo pogmme d un 14 o 20 o 40 o 100 vvoe, ccun con emp d vzone n mnu e econd. I pogmmo IP non pedono d e o n c o d mncnz d menzone (bck-ou). Pogmmo d gzone d 5 e d 15 EV con negoe oe. Queo è un conoe d umnoà che con pù p dmen equndoc èp ù ucee meno pdmene qundo umnoà è pù b. Qundo e conoe, ncemenndo, dven ugue d un numeo pogmmo, pogmm d gzone oco que conoe v e conoe zze. L uccev penz de pogmm vveà qundo d nuovo conoe ggungeà voe d coneggo pogmmo. In modo e pue f vzon d un pogmm poono dpendee d umnoà peene e qund, n e, d empeu e d um d à e v. Peognuno de20 p og mmc è un conoe d uce. Un pogmm può nche eee vo n 3 oe d penz gonee. Que pogmmo ono pcomene ndc pe conoo d mpn d dczone oppue pe comndo d empc mpn d gzone fuo uoo. Ne f o o IP05-IS. 13

14 Agcono SnC d Bbo e Secco INTS-01 Inegoe Soe o Conoe d umnoà: qundo omm de umnoà ggunge voe pogmmo chude un eè pe un empo pogmmbe n mun e econd..10. Compue d Igzone: IPMAX. IPMAX/24 IPMAX/40 IPMAX/56 IPMAX/24-NET IPMAX/40-NET IPMAX/56-NET G IPMAX ono de ve e pop compue d gzone e cu pezon non ono nenche pgonb con quee d un nome pogmmoe d gzone: 24 pogmm memozzb; In ogn pogmm fno 32 gupp d vvoe bemene pogmmb. Ccun guppo può conenee d 1 6 EV. Tue e EV d un guppo ono ve pe o eo empo o vo ume( ec èuncon co eg o). I gupp d vvoe d un pogmm ono v n equenz, ccuno co popo empo n mnu e econd (o n, e è coego un con nc mpu. In co è pobe conoo de effev peu dee EV o de oo chuu fne pogmm). Un Tbe even con en e d eg e e mncnze e on d menzone e e evenu EV non pee o non chue. Un Tbe I gz on con en e nvece d ege ogn penz d pogmm e o eog. L compozone de equenz d vzone dee EV è be. Un pogmm può eee vo o n 5 oe d penz gonee o cccmene con pu f o, n funzone de umnoà, con n eg o e o e. Un pogmm può vne un o uo emne (concenzone d pogmm). Un pogmm può nche eee vo d un dpovo eeno (d e. un umdoo). I enoe d umnoà è ncuo. Fno 16 IPMAX poono eee coeg d un PC d Supevone d que u g IPMAX poono eee fcmene cono e pogmm. E nche po be coegmeno emoo v modem o Inene. Uno o pù IPMAX-NET poono eee coeg d un ee d compue d conoo cmco magcomp pe fome un Sem Inego d Conoo Cmco e Igzone: IPMAX-NET può eggee e mue dee onde d ogn mbene cmco e un pogmm d gzone può eee oco d un quunque mbene cmco. In modo e penze de pogmm d gzone poono eee nfuenze de condzon cmche de mb en e oc o. 14

15 Agcono SnC d Bbo e Secco IPMAX/100 L IPMAX/100 può comnde fno 100 EV, m con quche mzone ne compozone de gupp d vvoe d zone n equenz..11. Compue d Conoo Cmco: magcomp. magcomp (Mco-Agcomp) I em magcomp (mcoagcomp) è un em d conoo dbuo pe ee ove ogn e è cono d un ngoo compue. Tu compue ono coeg f oo e d un PC d Supevone me un ne ee. I compue magcomp conene conoo conemponeo d u g mpn peen n un moden e: peue d como e e, cdmeno eeo e be on/off o vvo mcece+pomp, ombeggmeno e cobenzone, venzone foz e coong, Fog e nebuzzzone, CO2, ec. I Sem d Conoo Cmco Dbuo magcomp è compoo d un unà Me, che è coeg demene zone meeo e cono e N.1, e d un mmo d 15 unà Sve che conono ccuno un mbene e (ee N.2 fno N.16). Tu compue magcomp ono coeg f oo e PC d Supevone me un ne ee RS485. Aveo ne ee g Sve cevono e mue meeo d Me e Me ceve d mbene e g m ev d ogn Sve con un conoo ncoco che pemee d eve uzon nome. I eno uzz d magcomp vengono p odo d e men ed Ag c on ouzzndo componen d pm quà ed ffdbà. Pe mu de empeu e umdà ev, oe dzon eno mon n cpnnn, pomo fone e nuovme I.B.C. (Inegen Behng Ce) o pcome ven con onde d empeu PT100 n ce A (T bubo cuo e T bubo umdo) che gncono mm pecone e ffdbà ne empo (ved fgu). Rpmo ne unghezz de cv, moduà e mggoe ffdbà e dponbà ono pncp vngg d un em d conoo dbuo. L e 4 e dpy c qud conenono un uo empce nche pe peone non epee d nfomc. I Pogmm d Supevone pe PC è o epemene v upp odag con oped e u en eun mezzo empce e poene pe enee oo conoo nche zende moo eee e 15

16 Agcono SnC d Bbo e Secco compee. I Pogmm d Supevone conene: vuzzzone n empo ee, u un noco nmo d ogn e, dee mue effeue de onde nene ed eene, vuzzzone deo o deg m e deo o de comnd gene d ngo compue dbu; cezone d chv oc dee mue e deg m e oo vuzzzone oo fom d bee e gfc; empce pogmmzone de d d neveno d ogn compue dbuo. L peenz de PC d Supevone conene noe coegmeno Sem d Ame e Modem GSM che conene oe d eee vve n co d me u popo eefonno, nche pobà d neoge em d emoo me popo ceue con empc meggn SMS, pe f nve n po e mue nene ed eene e uzone deg m. Inoe Pogmm d Supevone conene coegmeno d un PC emoo v modem o v Inene con pobà d uzze PC dne come e foe PC oce coego magcomp. L foo de ppeen I.B.C. (enoe d empeu e umdà bubo cuo e bubo umdo) che può eee opzonmene fono co magcomp/mcx ndd o Mub. I magcomp Mub è veone pù vnz de magcomp. magcomp Mub L cec pncpe è pobà d dvdee e 24 oe de gono n 6 peod o ndpenden n cu u pme d ogn funzone d uomzone cmc poono eee pogmm n modo dveo. Queo può eee fo pe ognun dee funzon d conoo e non ono pe e poeue e cdmeno. Queo conene d omzze funzonmeno de e pe ognun dee f de gono: d e. pmo mno, mno, oe cen, pomeggo, e, noe. L o dp enz dognpe odo può e e e pogmm o come o ou o come o e v b ( p m o dopo)o come o ev mono (pm o dopo). I compue è nf doo d ooogo onomco. I peod dee ve funzon poono nche non concdee, e o dede. L veocà d vzone de empeu mbene cco ne pggo d un peodo oèp og mmb e nmododev e pù pobe fenomen d conden. Anche numeo d magcomp Mub Sve che può eee coego o eo Mub 16

17 Agcono SnC d Bbo e Secco Me è umeno n eo fno 98, peo 15 de magcomp ndd. Inoe non è pù neceo che Me cono ecuvmene e N.1, m può conoe quunque e. I pogmm d geone de e ono f pù vnz de meco e ccogono conce pù moden de Conoo Cmco fondendo con g nde e pe enz cqu d Ag con o n qu 30 nn d và..12. Compue Muzon MCX. MCX-CR MCX-CLR MCX-CLRV MCX-CRO MCX-CLRO Se g mpn d conoe nee ee ono n numeo mo: d e. peue d como, peue e ndpenden d com, cdmeno on/off e ombeggmeno o un ooneme d que, è pobe uzze compue d conoo cmco muzon MCX. Pù ee poono eee conoe conemponemene d un o unà MCX. Le modà d conoo ono e ee d un magcomp ndd, con o mzone de numeo deg mpn cono. Anche g mpn e numeo d mben cono poono eee dve, econd de modeo, d eempo: MCX-CR cono fno 6 ee con com e cdmeno on/off. MCX-CLRO cono fno 4 ee con com, e, c.on/off e ombeggmeno. MCX-CLROV cono fno 3 ee con com, e, c.on/off, ombeggmeno e venzone foz. MCX-CLRV cono fno 4 ee con com, e, c.on/off, venzone foz. Se numeo deg mben d conoe è mo nche e funzon d conoo poono eee ncue. C pco vnno vu d vo n vo. Anche compue MCX poono eee coeg ne confguzone Me-Sve n modo d uzze oo un zone meeo comune. I numeo d Sve che poono eee coeg d un Me è, vumene, mo. Queo conene d conoe un gnde numeo d ee enz pobem. Anche un PC d Supevone può eee coego g MCX, conenendo d enee oo conoo, fcmene e d un 17

18 Agcono SnC d Bbo e Secco pozone cenzz, nche mpn eco con un gnde numeo d mbene. Condendo che ogn compue è doo d pop e e dpy, che conenono vuzzzone e pogmmzone oce, pomo ffeme che em MCX (coì come magcomp), coego PC d Supevone, è un em d conoo dbuo e cenzzo o eo empo, con u peg d enmb em d uomzone..13. Unà d Fegzone Compuezze AGRIMIX-L. D AGRIMIX-L2/16 AGRIMIX-L6/48 (d 2 6 ouzon mde+ph e d EV) I fego compuezz AGRIMIX-L conenono mcezone uomc d 2 (AGRIMIX-L2), fno 6 (AGRIMIX-L6), ouzon mde (A, B, C, D, E, F) e un ouzone cd pe coezone de ph. L mcezone vvene n ne, o pe nezone de ne ub n peone, econdo ce p og mm d u ene, o n funzone dee p eve d ogn ouzone mde e de conducbà (EC) de ouzone fne. Anche ph de ouzone fne vene coeo, me nezone cono de ouzone cd, pe oenee ph dedeo. L pomp d ccoo neno de ouzone e n ez onemon edunf oche gce d eboo d mcezone n peone pemeono d oenee un ouzone pefemene omogene. Le onde d ph e d EC muno e ceche de ouzone che effevmene v pne e g gom d egozone ono pcomene b e pec. I compu eche ge ce AGRI MI X-L può memozze fno 32 cee e fno 32 pogmm d gzone. Ad ogn pogmm può oce un dve ce, m un e ce può eee nche oc pù pogmm. In ogn pogmm fno 32 gupp d vvoe bemene pogmmb. Ccun guppo può conenee d 1 4 EV, bemene cee f 16 o 32 o 48 pob. Tue e EV d un guppo ono ve pe o eo empo o vo ume ( e c è un con co eg o).i gupp d vvoe d un pogmm ono v n equenz, ccuno co popo empo n mnu e econd (o n, e è coego un con nc mpu. In co è pobe conoo de effev peu dee EV o de oo chuu fne pogmm). Un Tbe even con en ed ege e mncnze e on d 18

19 Agcono SnC d Bbo e Secco menzone e e evenu EV non pee o nonch u e.un Tbe I gz on con en e nvece d ege ogn penz d pogmm e o eog. L compozone de equenz d vzone dee EV è be. Un pogmm può eee vo o n 5 oe d penz gonee o cccmene con pu f o, n funzone de um no à,con n eg o e o e. Un pogmm può vne un o uo emne (concenzone d pogmm). Un pogmm può nche eee vo d un dpovo eeno (d e. un umdoo). I enoe d umnoà pe g nego o è ncuo. Fno 16 AGRIMIX-L poono eee coeg d un PC d Supevone d que u g AGRIMIX-L poono eee fcmene con o ep og mm.enchepo be coegmeno emoo v modem o Inene. Uno o pù AGRIMIX-L poono eee coeg d un ee d compue d conoo cmco magcomp pe fome un Sem Inego d Conoo Cmco e Igzone: AGRI MI X-L può eggee e mue dee onde d ogn mbene cmco e un pogmm d gzone può eee oco d un quunque mbene cmco. In modo e penze de pogmm d gzone poono eee nfuenze de condzon cmche de mb en e oc o. L AGRI MI X-L uzz un compue d pogezone Agcono cu ffdbà ne empo è om gmene dmo. L uo d componen d u che f c men e epeb u meco, dponbà dee p d cmbo eeche ed eeonche ne ungo peodo e povebe enz po-vend de Ag con o, endono AGRI MI X-L ce negene de g co o e en oche gud fuuo. L gnde epeenz mu d Ag con one ge onecompu e zz de fegzone pe d 1994, h coneno d podue un mcchn con poche p n movmeno, pecò ffdbe e con un compomeno be ne ungo peodo. 19

20 Agcono SnC d Bbo e Secco.14. I Sem IPMAX.FERT-AGRIMIX. IL SISTEMA IPMAX.FERTAGRIMIX-L Qundo numeo d eeovvoe (EV) comnde è o può eee, n fuuo, upeoe 48 e dede coneve n peno ue e pobà d compozone de gupp d EV pche deg AGRIMIX-L16/32/48, è congbe ne em IPMAX.FERT-AGRIMIX. Queo cone n uno o pù compue d gzone IPMAX.FERT coeg d un mceoe compuezzo AGRIMIX-L.Que u moèun AGRIMIX-L enz pe d comndo dee EV d dbuzone, m ono con pe ev ezzzone de ouzone fezzne. G IPMAX.FERT ono deg IPMAX con n pù pobà d comunce AGRI MI X-L, veo un cvo, numeo de ce d fegzone d ue. In ogn p og mm de I PMAX. FERT può nee un numeo d ce d f eegue AGRI MI Xeque u mo e egu à fno emne de pogmm eo. Ne AGRI MI X poono eee memozze fno 32 cee d ve e.l ce 00èque de cqupu pe que non h neveno de AGRI MI X-L. I em IPMAX.FERT-AGRIMIX-L può eve un numeo pcmene mo d EV, compbmene co empo d gzone oe dpozone e con ovv mzone che AGRI MI X-L può eegue oo un ce vo. 20

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

MC2. La centrale MC2 è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. La qualità dei singoli particolari unita alla

MC2. La centrale MC2 è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. La qualità dei singoli particolari unita alla IUI HYUIQU echnical atalogue ecember a centrale è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. a qualità dei singoli particolari unita alla semplicità del loro montaggio consente applicazioni con ingombri

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2 apitolo 0 Enegia potenziale elettica Domane. Il lavoo pe spostae una caica ta ue punti è: L 0(! ). Pe i te casi inicati saà alloa: L (50! 00 ) (50 ) : 0 0 : L 0! 0 3: L 0! 0 [5 ( 5 )] (50 ) [ 0 ( 60 )]

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Algoritmi di visita di un grafo

Algoritmi di visita di un grafo Algoimi di iia di n gafo Ilaia Caelli caelli@dii.nii.i Unieià degli Sdi di Siena Dipaimeno di Ingegneia dell Infomazione A.A. 2009/2010 I. Caelli Viia di n gafo, A.A. 2009/2010 1/44 Gafi Viia in ampiezza

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren.

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren. Cari lettori Oggi della pulizia del nostro paese vi voglio parlare, che per come funziona, troppo cara ce la fanno pagare. Pe quanda solt co senec ne fasce pagà de rummat, Putignan er a iess nu paes, splendente

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

Letture progressive per la prima

Letture progressive per la prima Letture progressive per la prima Alunno/a ------------ Classe --- ORDINE DI PRESENTAZIONE DELLE LETTERE O I A U - E M R S L F P T - N B V - Z D CA CO CU Q CE CI GA GO GU GE GI H CHE CHI GHE GHI SCHE SCHI

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito Voto attribuito O S VOT Voto non attribuito OO PU O RTURO TOS PPPO USPP VR PURO OO ROSS OR PTRO S PO TOO VV SPROO RO O Si può mettere un segno sul candidato alla presidenza e un altro sul simbolo del candidato

Dettagli

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE Quando si studia una funzione! " #$%&' (funzione reale di variabile reale) è fondamentale conoscere il segno, in altre parole sapere per quali valori di &( #$%&'$è positiva,

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin Merlin Gerin Figurato Amperometri e voltmetri digitali 182 Centrali di misura Power Meter 182 Centrali di misura Circuit Monitor 182 Micro Power Server 183 Gateway Ethernet EGX 183 Software SMS 183 Software

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

n de st oasi de relacchese, cibborio e de sollazzo,

n de st oasi de relacchese, cibborio e de sollazzo, n de st oasi de relacchese, cibborio e de sollazzo, Ecco ancora n occasione in cui veng a rompe r cazzo, Perché propo l artroieri sta signora ch è qui sotto Ha sgarato n artro anno, per cui mò sò ggià

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore.

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. ESERCIZI pag: 458 1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. 2. Una dinamo produce 6 amp a 160 v. Calcolare

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f).

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f). Due Matrici A,B. Ker f = ker g. 1- Ridurre a scala A e B e faccio il sistema. 2 Se Vengono gli stessi valori allora, i ker sono uguali. Cauchy 1 autovalore, 1- Metto a matrice x1(0),x2(0),x3(0) e la chiamo

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

categorizzazione fonemica, esercizi di omissione e riconoscimento del suono iniziale, discriminazione di parole lunghe e corte.

categorizzazione fonemica, esercizi di omissione e riconoscimento del suono iniziale, discriminazione di parole lunghe e corte. Parolandia Uno studio significativo in tal senso è stato effettuato da Orsolini e colleghi finalizzato a capire se la consapevolezza fonologica sia un prerequisito specifico per l apprendimento della lettura

Dettagli

3. La matrice dei dati e le analisi preliminari 3.1 Introduzione

3. La matrice dei dati e le analisi preliminari 3.1 Introduzione 3. L mtice dei dti e le nlii pelimini 3. Intoduzione Pe elizze un nlii ttitic concenente fenomeni ziendli, o di qulii lt ntu, non bt ccogliee dti, biogn nche ognizzli in modo ppopito. Si che i dti poengno

Dettagli

Pd10 Dc motor controll

Pd10 Dc motor controll PD Manuale Utente Pd Dc motor controll manuale utente cps sistemi progetti tecnologici Presentazione Congratulazioni per aver scelto Pd, una affidabile scheda elettronica per la movimentazione di precisione

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

AGGIORNATO AL 28/07/2009

AGGIORNATO AL 28/07/2009 AGGIORNATO AL 28/07/2009 1 CHECK LIST CARTELLINO: da stampare 1 MP (in PluriMIX) A. Compilare la Descrizione in modo ordinato B. Definire se visualizzare o no nelle componenti C. Assegnare la categoria

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito GUIDA TECNICA La distribuzione in bassa tensione Scemi di collegamento a terra 480 Tensioni, sovratensioni 482 Qualità dell energia 483 Miglioramento della qualità della rete 488 489 Dispositivi di apertura

Dettagli

Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale

Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale Corso di Scienza Economica (Economia Politica) prof. G. Di Bartolomeo Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale Facoltà di Scienze della Comunicazione Università di Teramo Scelta

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI BS OHSAS 18001 - ISO 50001 viale E. Fermi 105 20900 Monza (MB) tel 039 262.30.1 fax 039 2140074 p.iva 03988240960 capitale sociale 29.171.450,00 brianzacque@legalmail.it www.brianzacque.it progetto: REALIZZAZIONE

Dettagli

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista.

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Nuove lampade di illuminazione e d emergenza. Serenità e sicurezza risplendono in tutta la casa. Avere più luce in casa aumenta prima di tutto la tranquillità

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy Kuwait Petroleum Italia SPA OO144 Roma, Viale dell oceano Indiano,13 Telefono 06 5208 81 Telex 621090 Fax 06 5208 8655 REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy 1. SOCIETA PROMOTRICE

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi in ingresso alla progettazione

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

Lo stoccaggio di energia negli impianti CCS

Lo stoccaggio di energia negli impianti CCS Maggiore flessibilità operativa e miglior ritorno economico L. Mancuso - Foster Wheeler Italiana - Power Division N. Ferrari - Foster Wheeler Italiana - Power Division J. Davison - IEA Greenhouse Gas R&D

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO

SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione SOBIHAEM89-001 sper. n. 18/2014 - Medico esponsabile TOSETTO ALBETO 4.160,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 1141 del 12/03/2015 ) - FONDO 3.952,00 - SEVIZIO

Dettagli

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC POMPE GASOLIO - 2 - POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC serie EASY con pompante in alluminio DP3517-30 - 12 Volt DP3518-30 - 24 Volt Elettropompa rotativa a palette autoadescante con by-pass, pompante in alluminio

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE DIFFERENZIALE PER IMPIANTI A PANNELLI SOLARI TERMICI

EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE DIFFERENZIALE PER IMPIANTI A PANNELLI SOLARI TERMICI Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel.:02956821 Fax:0295307006 e-mail: info@fantinicosmi.it suppoto tecnico: supportotecnico@fantinicosmi.it EV40 CENTRALINA DI REGOLAZIONE

Dettagli

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Enrico Biele, FIRE Green shipping summit 2014 26 giugno 2014, Napoli Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

CDA 10 poli + m 16A - 250V

CDA 10 poli + m 16A - 250V CDA 0 poli + m A - 0V custodie impiegabili: grandezza. standard... pag.: per ambienti aggressivi... pag.: EC... pag.: COB + adattatore... pag.: 0 - caratteristiche secondo EN : A 0V kv curve di carico

Dettagli

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO FGTecnopolo S.p.A ha costituito la società Itramas FGT una joint venture internazionale con la società malese ItraMA Technology (Kuala Lumpur, Malesia),

Dettagli

la logica interna dell economia della conoscenza differisce da quella dell i n d u-

la logica interna dell economia della conoscenza differisce da quella dell i n d u- La crescente import a n z a dei beni immateriali nei mercati finanziari di Marc Luyckx Ghisi Idee per l Europa la logica interna dell economia della conoscenza differisce da quella dell i n d u- stria

Dettagli

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni,

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni, Ventilconvettore Centrifugo con Motore Elettronico e Inverter Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) e 5 versioni (a parete e a soffitto, in vista e da incasso), ciascuna dotata di batterie di scambio

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

Interruttori ad onda d aria. sensing the future. Profili, pulsanti, pressostati e soglie a pavimento per barriere, porte e portoni automatici

Interruttori ad onda d aria. sensing the future. Profili, pulsanti, pressostati e soglie a pavimento per barriere, porte e portoni automatici sensing the future Interruttori ad onda d aria Profili, pulsanti, pressostati e soglie a pavimento per barriere, porte e portoni automatici Esenti da manutenzione, collaudati, robusti Alta reattività estremamente

Dettagli

Sistema con compluvio integrato

Sistema con compluvio integrato Sistema con compluvio integrato NUOVO! Compluvio standard 1.5 % Ancora più semplice. Ancora più conveniente. La forza naturale della roccia Isolamento termico e compluvio in un unico sistema 2 I sistemi

Dettagli

DI MISURAZIONE CON CMM. di Gianfranco Costelli. stagionali di ± 1 C, a cui si sovrappongono oscillazioni giornaliere di ± 1 C.

DI MISURAZIONE CON CMM. di Gianfranco Costelli. stagionali di ± 1 C, a cui si sovrappongono oscillazioni giornaliere di ± 1 C. P R O B I N G ARTICOLO SELEZIONATO DA PROBING N 10 Notiziario semestrale di tecnica ed informazione dell Associazione CMM Club Italia STIMA DELL INCERTEZZA DI UN PROCESSO DI MISURAZIONE CON CMM di Gianfranco

Dettagli