Traduzione di Ciro Castiello

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Traduzione di Ciro Castiello"

Transcript

1 Traduzione di Ciro Castiello

2 Il progresso, in verità Gli incidenti aerei appartengono a quella ristretta categoria di eventi cui è garantita la prima pagina di tutti i giornali nazionali. È ben più raro, invece, che venga data la stessa rilevanza a notizie di incidenti aerei che non si sono verificati. Tuttavia, a volte accade che uno di questi noneventi riesca a balzare agli onori della cronaca. Il 12 gennaio 2009 sulla prima pagina di USA Today comparve un articolo improbabile intitolato Airlines Go Two Years with No Fatalities (Due anni senza incidenti per le compagnie aeree). Un indagine condotta dal giornale rivelava che l industria aeronautica commerciale statunitense aveva raggiunto un traguardo senza precedenti nella storia delle compagnie aeree moderne: nonostante l enorme incremento del numero di voli rispetto ai decenni precedenti, gli anni 2007 e 2008 non facevano registrare neanche una vittima causata da incidenti aerei. Dal punto di vista statistico, due anni consecutivi con zero vittime rappresentavano un traguardo notevole. Dal 1958, solo quattro volte era trascorso un anno intero senza incidenti mortali. Ma questo record di sicurezza rientrava in una tendenza a lungo termine. Dalla tragedia dell 11 settembre, le probabilità di perdere la vita su un volo di linea sono diciannove su un miliardo, con un miglioramento di quasi il 100 per cento rispetto alle statistiche (già molto

3 positive) riguardanti i voli degli anni novanta. Secondo il professor Arnold Barnett del MIT, questo significa che per un bambino americano le probabilità di essere eletto presidente degli Stati Uniti nel corso della sua vita sono maggiori rispetto a quelle di morire in un incidente aereo. La notizia aveva attirato la mia attenzione anche perché da tempo sostenevo che le agenzie di stampa fossero solite presentare gli eventi d attualità in modo fuorviante e parziale, e non mi riferivo alla solita faziosità tipica delle cronache politiche, ma alla più sottile tendenza a preferire le brutte notizie. If it bleeds, it leads (Se c è sangue, fa notizia) può essere una buona strategia per vendere più giornali, ma è anche un modo per manomettere la percezione collettiva dei successi della nostra società. Sentiamo di ogni genere di catastrofi o minacce, ma le storie di autentico progresso sono relegate nelle ultime pagine, quando trovano spazio. L articolo di USA Today, invece, andava contro tale tendenza alla negatività. Così, ispirato da quella rinfrancante storia di progresso, decisi di scrivere un post per un sito web con cui proprio in quei giorni stavo collaborando. Riepilogai le conclusioni dell articolo di USA Today, e feci notare che se i mezzi di comunicazione riportassero più spesso quei risultati straordinari, meno persone avrebbero paura di volare, e quindi guiderebbero di meno sulle ben più pericolose autostrade. Una persona superstiziosa avrebbe potuto temere che un esternazione pubblica di quel genere potesse allettare il destino. In effetti, sono stato accusato spesso di imprudenza da parte di alcuni amici con cui mi è capitato di parlare di sicurezza dei voli di linea, ma ho sempre liquidato le critiche con una risata. Di sicuro, il destino aveva ben altro da fare che preoccuparsi dei miei argomenti. Ad ogni modo, poche ore dopo la pubblicazione del mio pezzo sulla sicurezza dei voli, mentre ero in uno studio televisivo per un intervista, cominciai a ricevere una serie di X

4 e SMS sul cellulare da parte di amici che l avevano letto. Un jet di US Airways aveva compiuto un ammaraggio sulle acque ghiacciate del fiume Hudson, e gli amici mi dicevano: «Guarda cos hai combinato!». Avevo sfidato la sorte, e la sorte mi aveva preso a sberle. Tempo di trovare un televisore per vedere le immagini in diretta, era ormai evidente che l aereo aveva resistito all ammaraggio riportando solo danni minimi alla struttura, e molti passeggeri erano in piedi sulle ali del velivolo in attesa dei soccorsi. Al che buttai giù un secondo, breve post in cui promettevo di astenermi per un po dal commentare la sicurezza dei voli, e decisi anche di mettere in stand-by un altro pezzo che stavo scrivendo, in cui raccontavo dell incredibile fortuna che aveva avuto il nostro pianeta nell evitare collisioni con asteroidi capaci di provocare estinzioni di massa. Poi accadde qualcosa di buffo e di meraviglioso. Presto il mondo seppe che tutti i centocinquantacinque passeggeri e membri dell equipaggio a bordo del volo US Airways 1549 erano sopravvissuti, e pochissimi erano i feriti gravi. Quel volo, che doveva rappresentare lo sferzante rimprovero al mio ottimismo riguardo ai viaggi in aereo, fu invece di grande sostegno alle mie argomentazioni. Volendo credere a quel genere di cose, potremmo dire che avevo sfidato la sorte, e che questa aveva chiuso un occhio. Naturalmente, non avevo niente a che fare con la lieta conclusione dell ammaraggio. Piuttosto, chi o che cosa era responsabile del fatto che quell aereo aveva perso due motori durante il decollo e tuttavia era riuscito a mantenere in sicurezza i passeggeri? I media proposero subito due tipi di spiegazione, ciascuna delle quali rispecchiava le tipiche interpretazioni delle buone notizie. Prima di tutto c era il racconto eroico: il capitano Chesley Sully Sullenberger aveva pilotato il suo aeroplano sulle acque del fiume in modo brillante, dimostrando grande padronanza di sé in una si- Il progresso, in verità XI

5 tuazione di notevole difficoltà. Poi c era la retorica della magia legata all evento, il Miracolo sul fiume Hudson. Queste erano le due versioni prevalenti: il fatto che l aereo galleggiasse al sicuro sull acqua poteva essere spiegato solo chiamando in causa supereroi o miracoli. Nessuno può negare che quel giorno Sullenberger abbia compiuto una bella impresa, ma il fatto è che il pilota ha goduto del supporto di una lunga storia di decisioni prese da migliaia di persone nei decenni precedenti, decisioni che hanno creato le condizioni per rendere possibile l atterraggio perfetto di Sullenberger. In quella situazione un pilota meno abile avrebbe potuto fallire e provocare una catastrofe, ma per quanto in gamba sia stato Sullenberger, non ha agito da solo. La sopravvivenza delle centocinquantacinque persone a bordo dell aereo può suscitare sorpresa ed emozione, ma in quell evento non c è stato niente di miracoloso. L aereo ha evitato lo schianto grazie a una fitta rete di intelligenze umane che è stata capace di progettare e costruire un velivolo in grado di sopportare proprio quel tipo di imprevisti. Certo, è stato un trionfo individuale, ma anche, ed è importante riconoscerlo, un trionfo delle idee condivise dalla collettività, dell innovazione tecnologica, della ricerca finanziata dallo Stato e delle regolamentazioni governative. Ignorare questi aspetti quando si racconta il Miracolo sul fiume Hudson non vuol dire trascurare parte della storia a beneficio dell effetto drammatico, significa non comprendere appieno da dove abbia origine il progresso e come sia possibile produrne altro. Qualunque tentativo di spiegare la serie di eventi che ha permesso al volo 1549 di ammarare in sicurezza sull Hudson deve partire da una macchina: il cannone sparapolli. La minaccia per gli aerei rappresentata dallo scontro con gli uccelli risale alle origini del volo. Collisioni di questo genere sono state registrate nei primi anni del novecento XII

6 dai fratelli Wright sui diari dei loro voli sperimentali. Il momento di maggiore vulnerabilità dei moderni jet di linea è quando gli uccelli vengono inghiottiti dai motori, che si danneggiano a causa dell urto. Ma ci sono diversi tipi di guasti. Un motore può semplicemente perdere potenza fino a smettere di funzionare. Oppure può andare in pezzi, scagliando frammenti verso la fusoliera, cosa che può distruggere l aeroplano in pochi secondi. La prima eventualità è ovviamente di gran lunga preferibile alla seconda. Di solito la collisione con gli uccelli interessa un solo motore, quindi l aereo può continuare a volare sfruttando gli altri motori, se la struttura non ha risentito di ulteriori danni. Gli attuali motori dei jet vengono quindi sottoposti a test rigorosi per verificare che siano in grado di resistere agli scontri con gli uccelli senza subire danni gravi. Alla base militare Arnold, nel Tennessee, un team di scienziati e ingegneri utilizza gas elio ad alta pressione per lanciare carcasse di polli a forte velocità contro i motori accesi degli aerei. Negli Stati Uniti, ogni modello installato su un velivolo commerciale ha superato il test del cannone sparapolli. Occorre osservare che questo cannone rappresenta un caso esemplare di regolamentazione governativa, e quegli animali morti vengono sparati attraverso un cannone pneumatico grazie ai soldi dei contribuenti americani. Per i passeggeri del volo US Airways 1549 quei dollari di tasse non potevano essere spesi meglio. Infatti il primo colpo di fortuna che l aereo ha avuto, dopo che uno stormo di oche canadesi si è scontrato con entrambi i motori, è stato quello di conservarli integri tutti e due: infatti non hanno preso fuoco, né hanno scagliato frammenti di titanio contro la fusoliera. L espressione colpo di fortuna, come l interpretazione del Miracolo sul fiume Hudson, distoglie l attenzione dalle reali circostanze che hanno caratterizzato l ammaraggio dell aereo. Ci vorrebbe un espressione migliore, qualcosa Il progresso, in verità XIII

7 che trasmetta l idea di un evento che sembra fortunato, ma che in realtà è il risultato di anni di preparazione e pianificazione. Non si è affatto trattato di un colpo di fortuna, ma di un colpo di lungimiranza. L attività di collaudo con il cannone sparapolli, infatti, è stata così efficace che il nucleo del motore sinistro ha continuato a turbinare a una velocità quasi massima, insufficiente a garantire a Sullenberger la spinta di cui avrebbe avuto bisogno per ritornare all aeroporto LaGuardia, ma utile per mantenere in funzione i sistemi elettronici e idraulici dell aereo per tutta la durata del volo. La continuità del sistema elettronico, a sua volta, ha determinato il secondo colpo di lungimiranza del volo 1549: il leggendario sistema di controllo computerizzato fly-by-wire (letteralmente, volo tramite cavi elettrici ) dell aereo è rimasto attivo per tutto il tempo in cui Sullenberger ha condotto il velivolo danneggiato verso il fiume. Il fly-by-wire risale al 1972, quando un F-8 Crusader modificato decollò dal Dryden Flight Research Center, al confine del deserto del Mojave. Frutto della mente degli ingegneri della NASA, il sistema fly-by-wire utilizzava computer digitali e altri moderni sistemi elettronici per trasmettere informazioni di controllo dal pilota all aereo. Con i computer era possibile fornire al pilota un assistenza in tempo reale, anche con il pilota automatico disattivato, prevenendo gli stalli o stabilizzando l aereo in caso di turbolenza. Basandosi sul modello della NASA, nei primi anni ottanta gli ingegneri di Airbus svilupparono un sistema flyby-wire straordinariamente innovativo per l Airbus A320, che iniziò a volare nel Ventuno anni dopo, quando è entrato in collisione con uno stormo di oche canadesi, Chesley Sullenberger era ai comandi proprio di un A320. Poiché il motore sinistro era ancora in grado di tenere in funzione le apparecchiature elettroniche, la coraggiosa discesa del capitano sulle acque XIV

8 dell Hudson fu abilmente assistita da un partner silenzioso, un computer che rappresentava l intelligenza collettiva maturata dopo anni di ricerca e progettazione. William Langewiesche descrive questo strumento digitale nel suo Fly by Wire: Il progresso, in verità Durante l iniziale virata a sinistra [Sullenberger] abbassò il muso dell aereo [ ] e raggiunse la migliore velocità di planata, un valore che l aereo calcolò da sé e presentò al pilota sotto forma di punto verde sulla scala delle velocità visualizzata sullo schermo primario di navigazione. Durante le variazioni di inclinazione effettuate per raggiungere quella velocità, una freccia gialla di orientamento apparve sulla scala, puntando verso l alto o verso il basso rispetto alla velocità attuale per fornire previsioni relative ai prossimi dieci secondi: indicazioni di enorme utilità per raggiungere il punto verde e ridurre al minimo le oscillazioni. [ ] Ogni volta che il pilota rilasciava la leva di controllo laterale, l aereo manteneva il muso stabile rispettando qualunque valore di inclinazione selezionato in precedenza; l assetto in volo del velivolo era automatico e perfetto in ogni momento. La maggior parte dei non addetti ai lavori pensa che i moderni aeroplani dispongano di due modalità di volo: pilota automatico, durante la quale l aereo è di fatto in mano ai computer, e manuale, con cui il controllo è esercitato totalmente dal pilota. Ma il sistema fly-by-wire è un innovazione più complessa. Sullenberger era al comando dell aeromobile mentre lo manovrava verso il fiume Hudson, ma il sistema fly-by-wire lavorava silenziosamente al suo fianco per tutto il tempo delle operazioni, definendo i limiti e gli obiettivi ottimali per le azioni del capitano. Lo straordinario ammaraggio è stato il risultato di uno speciale duetto tra un singolo essere umano ai comandi dell aereo e le competenze integrate di migliaia di esseri umani che negli anni hanno collaborato per realizzare la tecnologia fly-by-wire installata sull Airbus A320. XV

9 Sullenberger sarebbe stato in grado di condurre l aereo al sicuro anche senza quella tecnologia? Fortunatamente per i passeggeri del volo 1549, quel giorno non fu necessario trovare una risposta a questa domanda. La reazione popolare al Miracolo sul fiume Hudson racchiude in sé quanto vi è di sbagliato nel modo in cui pensiamo al progresso nella nostra società. In primo luogo, l anomalia di un atterraggio d emergenza, fatale o no, ottiene molta più risonanza dei miglioramenti registrati nel lungo termine in fatto di sicurezza, che in definitiva sono molto più importanti. Se uno è in cerca di una notizia-gancio in grado di catturare l attenzione del pubblico, il progresso e le sue conquiste risultano meno attraenti degli eventi drammatici e delle catastrofi spettacolari. Per ragioni che sarebbe interessante indagare, il progresso fa meno notizia dei sempre più frequenti esempi di declino inarrestabile. Si può guadagnare attenzione dichiarandosi utopisti, o rammaricandosi per la piega negativa che hanno preso alcune questioni sociali, anche se questa tendenza non è così evidente. Ma non si conquistano le prime pagine dei giornali dichiarando che le cose vanno un po meglio di un anno fa, sebbene il miglioramento duri da anni, almeno dagli albori della rivoluzione industriale. Consideriamo questa riflessione di Peter Thiel, imprenditore e investitore, pubblicata su National Review : In confronto alle speranze indubbiamente nobili degli anni cinquanta e sessanta, il progresso tecnologico appare inferiore alle aspettative in molti campi. Consideriamo il significato più letterale del termine non-accelerazione: non ci muoviamo più a velocità crescente. La velocità dei nostri spostamenti ha conosciuto un accelerazione che è durata per secoli, dai vascelli sempre più veloci che si sono succeduti dal sedicesimo al diciottesimo secolo, fino all avvento dei trasporti ferroviari nel diciannovesimo secolo, nonché delle XVI

10 auto e degli aeroplani nel ventesimo. Questa tendenza ha subito un inversione nel 2003, dopo che il Concorde è stato ritirato dal servizio, senza contare i ritardi provocati dai sistemi di sicurezza incredibilmente arretrati degli aeroporti dopo l 11 settembre I fautori dei viaggi spaziali, del turismo sulla Luna e dell esplorazione del sistema solare da parte dell uomo sembrano quindi provenire da un altro pianeta. Una copia sbiadita della rivista Popular Science del 1964, la cui storia di copertina era intitolata Who ll Fly You at 2,000 m.p.h.? (Chi vi farà volare a duemila miglia all ora?), riesce a malapena a rievocare i sogni di un epoca passata. Il progresso, in verità Tuttavia, la pura e semplice velocità di crociera è solo uno dei modi in cui è possibile misurare il progresso nel campo dei trasporti, sebbene si tratti del parametro di maggiore richiamo, quello che è rimbalzato sui titoli dei giornali quando, per esempio, i primi jet commerciali solcarono i cieli o il Concorde infranse la barriera del suono. Ma concentrarsi esclusivamente sulla velocità significa soffocare la nostra capacità di misurare in senso più ampio il progresso dell aviazione moderna. Probabilmente, la maggior parte dei passeggeri giudica più importante la sicurezza rispetto alla velocità, specie quando si è già in grado di viaggiare a quasi mille chilometri all ora. In effetti, la sicurezza dei voli ha compiuto passi da gigante. Un piccolo aneddoto storico può essere illuminante in proposito. Nel 1964 in molti aeroporti, a poca distanza dall edicola con quella copia di Popular Science, si poteva trovare un negozietto in cui era possibile fare un ultimo acquisto prima di imbarcarsi: un assicurazione sulla vita. Non era granché incoraggiante, ma i timori in quel senso erano appropriati, perché all epoca le probabilità di morire in un incidente aereo erano circa una su un milione. Oggi invece i voli sono cento volte più sicuri. Se la velocità dei jet fosse aumentata della stessa misura, basterebbero cinque minuti per volare da Parigi a Londra. XVII

11 Anche se la velocità dei velivoli commerciali si è stabilizzata negli ultimi quarant anni, i tempi medi di un volo sono diminuiti, poiché oggi è molto più semplice volare verso mercati di media grandezza. Questo è dovuto alla crescita dell industria globale del settore, nonché al moderno sistema di hub e a una rete flessibile di grandi jet e aerei regionali più piccoli in grado di trasportare passeggeri nei nodi meno popolati. Un volo da New York a Los Angeles nel 1970 durava all incirca lo stesso tempo del corrispettivo odierno, ma in quegli anni partire da New York per raggiungere una località più sperduta, per esempio Jackson Hole, nel Wyoming, significava viaggiare per giorni anziché per ore come oggi. Non sono i motori a essere più veloci, ma l intero sistema di trasporti. Anche questo è progresso. Poi ci sono i prezzi. Il viaggio di andata e ritorno da New York a Los Angeles costava intorno ai tremila dollari in classe turistica, considerando gli aggiustamenti dovuti all inflazione. Oggi si può trovare un volo per la stessa tratta a cinquecento dollari, e sull aereo è possibile guardare programmi televisivi in diretta via satellite o controllare la posta elettronica. Sì, Thiel ha ragione quando afferma che gli aerei non sono in grado di volare più velocemente di quarant anni fa. Pertanto, in base a questo parametro il progresso ha di fatto raggiunto una fase di stallo (o ha addirittura compiuto alcuni passi indietro, se pensiamo al Concorde), ma quasi tutti gli altri aspetti importanti dell esperienza volo suggeriscono il contrario (a parte la gioia di sottoporsi ai controlli di sicurezza aeroportuali). Questo straordinario primato del progresso non deriva da un particolare dispositivo che ha determinato una svolta tecnologica, né dalla mente visionaria di un singolo inventore. Non assume la forma di un grande balzo in avanti. I cambiamenti nascono da decenni di piccole decisioni prese da migliaia di persone e organizzazioni, alcune del settore pubblico altre di quello privato. XVIII

12 Tutti hanno apportato ritocchi al sistema in modo accorto e competente esplorando nuove strade, sperimentando nuove configurazioni di prezzi o lanciando carcasse di polli nei motori degli aerei. Le singole modifiche sono state applicate gradualmente, ma con il tempo hanno prodotto miglioramenti di notevole importanza. Eppure, proprio perché lente e graduali, tali modifiche sono rimaste perlopiù invisibili e anonime. Se la storia dell aviazione moderna non basta a convincervi che il nostro giudizio sul progresso è influenzato negativamente dai media, consideriamo l andamento dei seguenti indici di valutazione della condizione sociale negli ultimi vent anni in America: abbandono scolastico in età liceale, iscrizioni all università, punteggi SAT 1, criminalità giovanile, guida in stato di ebbrezza, decessi per incidenti stradali, mortalità infantile, aspettativa di vita, consumo di carburante pro capite, infortuni sul lavoro, inquinamento atmosferico, divorzi, parità retributiva fra i due sessi, donazioni in beneficenza, affluenza alle urne, prodotto interno lordo pro capite e gravidanze in età adolescenziale. Per tutti la risposta è sempre la stessa: l andamento è positivo. I progressi non sono evidenti come quelli registrati nella storia della sicurezza aerea nell arco dello stesso periodo, ma quasi tutti gli indici di prosperità sociale sono migliorati di oltre il 20 per cento negli ultimi vent anni. A questo si aggiunga la miriade di piccoli prodigi della medicina moderna dagli antidepressivi alle pompe di insulina, fino al by-pass quadruplo che hanno migliorato la qualità della nostra vita e ci hanno resi più longevi. Per non parlare dell armamentario di congegni per l intrattenimento e le comunicazioni, i cui prezzi negli ultimi vent anni sono crollati. I cittadini americani godono di una vita più lunga e più sana, Il progresso, in verità 1 Scholastic assessment test: è un test utilizzato negli Stati Uniti per valutare la preparazione degli studenti ai fini dell ammissione al college. [N.d.T.] XIX

13 vissuta in famiglie e comunità più stabili rispetto a quelle di vent anni fa e circondati da un assortimento di tecnologie per il divertimento e il risparmio della fatica che cento anni fa non si potevano trovare nemmeno in un palazzo reale. Ma a parte la criminalità e i gadget tecnologici, raramente questi argomenti vengono discussi e condivisi attraverso i canali del passaparola. Molti americani, per esempio, sono convinti che la metà di tutti i matrimoni finisca con il divorzio, sebbene questo non corrisponda più alla realtà fin dai primi anni ottanta, quando il picco dei divorzi superò di poco il 50 per cento e poi è diminuito di circa un terzo. Questa non è soltanto la storia dei successi nei paesi industrialmente avanzati. I miglioramenti della qualità della vita e della salute pubblica nei paesi in via di sviluppo sono ancora più radicali. Sebbene negli ultimi cinquant anni la popolazione del pianeta sia raddoppiata, nello stesso periodo la percentuale di quanti vivono in condizioni di povertà si è dimezzata. I tassi di mortalità infantile e di aspettativa di vita nell America Latina sono migliorati di oltre il 40 per cento dai primi anni novanta. E in nessun altro paese il tenore di vita medio è aumentato più velocemente di quanto sia successo in Cina negli ultimi vent anni. Naturalmente, non tutti gli indicatori evidenziano un miglioramento, specie negli ultimi anni. Gli americani che vivono in condizioni di povertà sono aumentati nell ultimo decennio, dopo che per un lungo periodo erano diminuiti costantemente. La disuguaglianza nella distribuzione della ricchezza è tornata ai livelli dei ruggenti anni venti. All inizio del 2012, mentre scrivo queste pagine, il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti è ancora al di sopra dell 8 per cento, cioè maggiore di quello registrato in media negli ultimi vent anni. In questo stesso periodo il debito delle famiglie è salito alle stelle, sebbene in questi ultimi anni sia leggermente calato a causa della stretta del credito. Sebbene la maggior parte degli americani goda di una salute decisa- XX

14 mente migliore rispetto alla generazione precedente, l obesità infantile si è imposta come un problema significativo, specie all interno delle comunità a più basso reddito. Un interessante spartiacque separa questi due andamenti generali. Da una parte, una serie di tendenze sociali che dipendono pesantemente da forze che non sono legate al mercato. Il progresso raggiunto nella prevenzione della guida in stato di ebbrezza, delle gravidanze in età adolescenziale o della criminalità giovanile non deriva dall immissione sul mercato di nuovi dispositivi, né dall avviamento di nuove imprese nella Silicon Valley o dall iniziativa di grandi aziende. Questo risultato si deve, invece, a una rete di forze che operano soprattutto al di fuori del mercato: l intervento del governo, le campagne pubblicitarie di servizio pubblico, i cambiamenti demografici, il buon senso applicato alle esperienze di vita trasmesso da una generazione all altra. Per esempio, il capitalismo non ha ridotto il numero dei fumatori tra gli adolescenti; anzi, alcune aziende hanno fatto di tutto perché i ragazzini continuassero a fumare (ricordate Joe Camel? 2 ). Un calo dei giovani fumatori si è ottenuto grazie ai medici, ai meccanismi di controllo, ai genitori e ad altri giovani ex fumatori che hanno condiviso informazioni di vitale importanza sui rischi per la salute legati al fumo. I motivi per cui si sente parlare così poco di questi particolari progressi in ambito sociale sono molteplici. Prima di tutto, tendiamo a pensare che l innovazione e il progresso debbano provenire da un contesto di mercato e non dal settore pubblico. Questa convinzione non è casuale, ma è il frutto di un opinione pubblica largamente influenzata dagli attuali mezzi di comunicazione. Il settore pubblico non dispone di miliardi di dollari da spendere in campagne pubblicitarie per strombazzare i propri successi. Se una multinazionale inventa la formula di un detergente appena Il progresso, in verità 2 Mascot delle sigarette Camel dal 1987 al [N.d.R.] XXI

15 più efficace degli altri, spende una fortuna per informare il mondo che il suo prodotto è nuovo e migliorato. Nessuno, invece, lancia una campagna pubblicitaria nella fascia oraria di massimo ascolto per far conoscere il cannone sparapolli. Gran parte dei soldi spesi in pubblicità nel settore pubblico viene investita per le elezioni dei politici. Nessuno acquista spazi sui media per tessere le lodi dei meccanismi di controllo e dei funzionari pubblici, quindi riteniamo che questi non facciano niente di importante per noi. Il risultato è che sulle storie di progresso legate al settore pubblico cala il silenzio. Questo silenzio, inoltre, si combina con uno scarso interesse per le storie di progresso incrementale. Quando si tratta di catturare la nostra attenzione, i bisbetici, le cassandre, gli utopisti e i cantori del declino hanno tutti vita facile rispetto a chi cerca di celebrare i miglioramenti lenti ma costanti della società. L esempio più lampante di tutto questo risale alla seconda metà degli anni novanta, quando le tendenze economiche e sociali erano decisamente al rialzo: la Borsa impennava, ma le disuguaglianze diminuivano; la criminalità, il consumo di stupefacenti, la dipendenza dai sussidi dello Stato e i livelli di povertà erano tutti parametri orientati verso direzioni incoraggianti. Con un democratico alla Casa Bianca sarebbe stato lecito aspettarsi editoriali pieni di orgoglio per lo stato del paese da parte di un giornale di centro-sinistra come il Washington Post. Ma durante il 1997, nel bel mezzo del più grande boom economico della storia degli Stati Uniti in tempi di pace, e prima che scoppiasse lo scandalo legato a Monica Lewinsky, fra tutti gli editoriali del Post che esprimevano un opinione su qualche aspetto del paese, il 71 per cento si concentrava su tendenze negative, e meno del 5 per cento degli editoriali poneva l accento su evoluzioni positive. Perfino gli anni del boom sembravano un fiasco sulle pagine del Post. XXII

16 Nel lungo termine il pregiudizio dei media verso le storie di progresso potrebbe risultare più dannoso di qualunque faziosità politica possano manifestare. I media tendono a dare rilievo gli eventi estremi, e non mancano mai di riportare notizie e storie negative. Questo potrebbe riflettere la propensione del cervello umano a concentrarsi più sulle informazioni negative che non su quelle positive, una caratteristica ampiamente documentata dalle neuroscienze e dagli studi di psicologia. Lo straordinario calo dei livelli di criminalità negli Stati Uniti a partire dalla metà degli anni novanta sembra essere stato ignorato dal vasto pubblico, sebbene sia stata l unica tendenza sociale positiva ad avere ricevuto una significativa copertura mediatica. Infatti il tasso di crimini violenti (numero di atti criminali ogni mille persone) è sceso dal 51 al 15 per cento tra il 1995 e il 2010: una delle più esaltanti storie di progresso sociale dei nostri tempi. Eppure, secondo una serie di sondaggi degli ultimi dieci anni, più di due terzi degli americani ritengono che la criminalità sia aumentata anno dopo anno. Questi pregiudizi, sia che provengano dai media sia che appartengano alla psicologia umana, producono due errori fondamentali nella mente delle persone: la sottovalutazione del progresso che incalza ovunque intorno a noi, e la mancata comprensione delle vere origini di tale progresso. Nella tradizione americana la parola progresso è stata a lungo radicata in una delle più durevoli etichette politiche della storia degli Stati Uniti. Infatti risale al movimento progressista, che raggiunse il suo apice un secolo fa con la fallita corsa alle presidenziali di Theodore Roosevelt sotto la bandiera del Partito Progressista. Quello di Roosevelt è stato il migliore tentativo di insediamento alla Casa Bianca finora compiuto da parte di un terzo schieramento da quando il moderno sistema a due partiti si è consolidato, a metà del diciannovesimo secolo. I Il progresso, in verità XXIII

17 progressisti della prima ora si ispiravano a due correnti di sviluppo emergenti. In primo luogo condividevano una ritrovata fiducia nell importanza della giustizia sociale per le donne e per i lavoratori più poveri, incarnata dal movimento per il suffragio universale e dal giornalismo d inchiesta che svelava gli orrori di molti luoghi di lavoro nelle industrie dell epoca. Inoltre condividevano la fiducia in un nuovo tipo di istituzione: il battagliero Big Government, che poteva usare il suo potere per combattere gli eccessi delle oligarchie capitalistiche spezzando i monopoli, sostenendo i sindacati, regolando le condizioni di lavoro degli operai e facendo ricorso a nuovi tipi di interventi. Il termine progressista è tornato in voga negli ultimi vent anni, in parte a causa di quell opera di svilimento della parola liberal così ben riuscita alla destra politica, e in parte perché quanti si definivano progressisti sentivano la necessità di distinguersi dall ala più moderata del Partito Democratico. Ma un aspetto curioso caratterizza la recente generazione di progressisti: non parlano granché di progresso. Se potessimo radunare nella stessa stanza gli esponenti di tutte le ideologiche politiche, probabilmente sarebbero proprio i progressisti a descrivere scenari mondiali da giorno del giudizio, chiamando in causa i cambiamenti climatici o la sovrappopolazione del pianeta. Anche gli esponenti di altre ideologie avrebbero di che lamentarsi, naturalmente: tasse troppo alte, tagli ai servizi essenziali da parte dello Stato eccetera. Tuttavia, sarebbero quasi certamente i progressisti a dare l impressione di pensare che la razza umana stia avanzando verso un inesorabile destino di autodistruzione. L ambiguità tipica dei progressisti nei confronti del progresso vero e proprio mi è sempre parsa un po strana. L appellativo progressisti mi aveva attratto per la sua radice. Volevo definirmi tale poiché credo nel progresso. Ritenevo che, tutto sommato, la mia generazione se la stesse passan- XXIV

18 do meglio rispetto a quella dei miei genitori, come è avvenuto per la loro rispetto a quella precedente, e pensavo che la marcia in avanti sarebbe continuata, se fossimo riusciti a giocare bene le nostre carte. Inoltre, mi piaceva parlare di progresso. Amavo ricordare alla gente tutte le cose che oggi diamo per scontate: un aspettativa di vita doppia rispetto a un secolo fa, la possibilità di bere acqua che non ci uccide, la creazione di nuovi strumenti per la collaborazione e la partecipazione civile. Mi piaceva parlare di progresso non perché ritenevo potessimo riposare sui nostri allori, ma perché discuterne era un modo particolarmente efficace per ispirare le persone. In generale, la vita stava migliorando e continuava così da un bel po di tempo, quindi perché non chiamare tutti a raccolta e immaginare nuovi modi per continuare su questa strada? Quella era la tradizione progressista a cui avrei voluto aderire: una corrente che fosse fondata su speranza e ottimismo, non perché questi fossero slogan accattivanti per una campagna politica, ma perché tutto lasciava supporre che l ottimismo di cui si parlava fosse più che giustificato. Scoprii di non essere solo. A un certo punto, durante i primi anni bui che seguirono l 11 settembre 2001, cominciai a rendermi conto che un gruppo variegato di persone intorno a me scrittori, accademici, imprenditori, attivisti, programmatori e perfino politici cominciava a parlare di progresso e cambiamenti sociali utilizzando un linguaggio comune. Tutti credevano nel progresso, ma non erano caduti nel facile equivoco che solo il settore privato ne fosse il responsabile. Inoltre credevano di avere a disposizione nuovi strumenti per provocare una nuova ondata di cambiamenti sociali positivi. Alcuni di questi strumenti avevano a che fare con la tecnologia, ma molti altri erano caratterizzati da un basso profilo tecnologico e rappresentavano modi di organizzare le risorse o di cercare soluzioni che non richiedevano l utilizzo di un computer. Il progresso, in verità XXV

19 D altra parte, per quanto riguardava la formazione e il contesto delle loro attività, quel gruppo di persone era accomunato da una certa inclinazione per la tecnologia. Molti avevano partecipato direttamente o indirettamente alla prima ondata di innovazione rappresentata dalle dot-com negli anni novanta. Per certi aspetti le loro radici tecnologiche erano comprensibili. Del resto, oggi l unica parrocchia in cui la religione del progresso continua a regnare sovrana è senza dubbio quella della tecnologia digitale: i livelli di criminalità potrebbero anche calare del 70 per cento in meno di una generazione, ma è il lancio dell ultimo ipad a raggiungere la copertina di Time. Per chi lavora nel settore hi-tech, è molto più semplice essere ottimisti riguardo al futuro. Ma quelle radici tecnologiche sono state anche fonte di perplessità. Gli scettici ritenevano che internet venisse spacciata come la cura per ogni cosa. Furono addirittura coniate espressioni come utopisti del web per riferirsi a quelle persone secondo cui non c erano problemi sociali, tirannie mondiali o crisi sanitarie che non potessero essere risolte a colpi di Facebook. Senza dubbio, una parte dell euforia legata alle promesse egualitarie di internet era esagerata, ma da semplici fautori della rete alcuni virarono davvero verso atteggiamenti di idealismo utopistico nei confronti del web. Ad ogni modo, quelli a cui ero interessato io non erano predicatori di internet in sé. Erano persone che vedevano nella rete un modello di comportamento piuttosto che una cura universale, un modo per pensare ai problemi piuttosto che uno strumento per risolverli. Internet si poteva usare per migliorare la vita delle persone in maniera diretta, ma si potevano anche ricavare insegnamenti dal modo in cui era organizzata e applicarne i principi per perfezionare il modo di amministrare le città, o i servizi scolastici rivolti agli studenti. A volte poteva succedere che i computer fos- XXVI

20 sero coinvolti in questo processo, ma il loro utilizzo non era obbligatorio. Dopo avere speso del tempo a osservare questo movimento emergente, cominciai a rendermi conto che non era facile stabilire una corrispondenza tra i valori politici del movimento e le categorie politiche già esistenti. Le persone che più attiravano la mia attenzione mostravano diffidenza verso il controllo centralizzato, ma non erano nemmeno per il libero mercato. Credevano nel potere della competizione, ma pensavano anche che alcune delle conquiste più importanti della società non potessero essere incentivate con ricompense economiche. Si definivano imprenditori, ma lavoravano perlopiù nel settore pubblico. Diffidavano sia del grande governo sia della grande azienda privata. Da un certo punto di vista, sembravano incarnare una versione aggiornata e digitalizzata di certi anarchici del diciannovesimo secolo come Pierre-Joseph Proudhon o Michail Bakunin. Eppure, al di là di quello strano e indecifrabile eclettismo, esisteva una filosofia di fondo che pareva unificare tutti i loro sforzi, anche se non si conformava alle categorie politiche esistenti. Da parte mia, ciò che più mi colpiva di questi nuovi attivisti e imprenditori era la loro capacità di far vibrare le mie corde più profonde quando parlavano dei loro progetti e delle loro collaborazioni, nonché della visione di progresso che emergeva dal loro lavoro. In quei discorsi riconoscevo una filosofia pratica che riecheggiava gli stessi ritornelli politici che avevo canticchiato a bassa voce nei vent anni precedenti. In un epoca di grande disincanto nei confronti delle istituzioni attuali, ecco un gruppo che sapeva ispirare, anche perché aveva deciso di unirsi a un nuovo tipo di istituzione basata più su un modello di rete che su un sistema gerarchico, cioè più simile a internet che ai vecchi paradigmi del Big Capitalism o del Big Government. Il progresso, in verità XXVII

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita Stefano Bartolini Dal ben-avere al ben-essere SINTESI Come dimostrato dal paradosso di Easterlin, la crescita economica ha tradito largamente la sua promessa di aumentare il nostro benessere. Ma al di

Dettagli

L ETICA DELL ECCELLENZA

L ETICA DELL ECCELLENZA INTRODUZIONE Nel gestire le nostre organizzazioni e nel costruire le nostre carriere abbiamo bisogno di principi che trascendano il tempo. Abbiamo bisogno di standard elevati l'etica dell'eccellenza. Price

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Bolla verde. (le contraddizioni di una moda ) Giancarlo Livraghi novembre 2006

Bolla verde. (le contraddizioni di una moda ) Giancarlo Livraghi novembre 2006 Bolla verde (le contraddizioni di una moda ) Giancarlo Livraghi novembre 2006 Sono stato tentato, molte volte, di ritornare sul tema delle energie rinnovabili (vedi, per esempio, L idrogeno e l internet

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande Modulo 1 La Mia Storia/ Le Mie Domande FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di stimolare gli studenti a ricostruire la propria storia formativa, individuandone gli aspetti più salienti e a riflettere

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.

Torino I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 872.367 2.247.780. Superficie (km 2 ) 130,2 6.830,3 Densità (ab. per km 2 ) 6. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 872.367 2.247.78 Superficie (km 2 ) 13,2 6.83,3 Densità (ab. per km 2 ) 6.71,8 329,1 a cura del Servizio Statistica e Toponomastica Città

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza.

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza. Le metafore della scienza di Tommaso Castellani Un dialogo tra: F. Un fisico che fa ricerca all università. I. Un fisico che si occupa di insegnamento a scuola. S. Uno studente sulla strada della fisica.

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani Noi, gli altri e la crisi Rapporto Giugno 2010 NOTA METODOLOGICA L Osservatorio sul capitale sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con

Dettagli

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia.

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia. Meno matrimoni In Italia ha sempre ricoperto un ruolo decisivo nel sistema di protezione sociale la rete di welfare familiare. Anche nell ambito della famiglia registriamo dinamiche demografiche, sociali

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Il web marketing non è solo per i web guru

Il web marketing non è solo per i web guru Introduzione Il web marketing non è solo per i web guru Niente trucchi da quattro soldi È necessario avere competenze informatiche approfondite per gestire in autonomia un sito web e guadagnare prima decine,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Il pensiero positivo! www.skilla.com

Il pensiero positivo! www.skilla.com Il pensiero positivo! www. Come accrescere la propria autostima fronteggiando le situazioni difficili. Il pensiero positivo! L avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge. Gustave

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO. 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità.

Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO. 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità. Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità. 2. All inizio del romanzo la madre di Alice dice alla figlia Basta

Dettagli

Privacy Day Forum 9 maggio 2014. Rosario Imperiali @Ros_Imperiali

Privacy Day Forum 9 maggio 2014. Rosario Imperiali @Ros_Imperiali Dal Big data al Big deal Privacy Day Forum 9 maggio 2014 Rosario Imperiali 1 «Chiacchiere» di privacy «La privacy è per ora un argomento fumoso, che si può indagare solo con un metodo prescientifico. Dobbiamo

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

CONOSCERE SE STESSI : PERCHE?

CONOSCERE SE STESSI : PERCHE? CONOSCERE SE STESSI : PERCHE? L importanza di sapere chi siamo Γνῶθι σαυτόν Nell Antica Grecia, sul Tempio dell Oracolo di Delfi, riassume la filosofia Socratica Nosce te ipsum Locuzione latina : "Uomo,

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

IL RUOLO DEL SOCIOLOGO NELLA SCUOLA ITALIANA 1 di Giuditta Castelli

IL RUOLO DEL SOCIOLOGO NELLA SCUOLA ITALIANA 1 di Giuditta Castelli IL RUOLO DEL SOCIOLOGO NELLA SCUOLA ITALIANA 1 di Giuditta Castelli La figura del sociologo non è contemplata dall ordinamento scolastico nazionale, a parte qualche isolata sperimentazione o progetto nell

Dettagli

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO TAVOLA ROTONDA IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO Palazzo Altieri - Sede di rappresentanza del Banco Popolare Traccia dell introduzione di Gian Primo Quagliano, Presidente Centro Studi Promotor

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO Rita Visini Assessore alle Politiche sociali e allo sport, Regione Lazio, Italia 8 luglio 2014 La Costituzione della Repubblica italiana, all articolo 3, nella parte dedicata ai principi fondamentali sui

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria 10 Maggio 2013 Dott.ssa Lucia Candria Mamma e papà devono: Offrire sostegno Dare fiducia Essere complice per superare gli ostacoli Alimentare l autostima AUTOSTIMA Rappresenta una valutazione globale su

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) LA PRINCIPALE E PIÙ OCCULTATA CAUSA DELL AUMENTO DELLE DISEGUAGLIANZE

Dettagli

AI CONFINI DELLA REALTA L ODISSEA DEL VOLO 33 (The Odissey of Flight 33)

AI CONFINI DELLA REALTA L ODISSEA DEL VOLO 33 (The Odissey of Flight 33) AI CONFINI DELLA REALTA L ODISSEA DEL VOLO 33 (The Odissey of Flight 33) Con John Anderson Paul Comi Sandy Kenyon Wayne Heffley Harp McGuire Betty Garde Beverly Brown Nancy Rennick Jay Overholts Lester

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Abbiamo il piacere di rivolgere alcune Il progetto, chiamato Calciastorie, ci atteggiamento nell ambiente

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

MX: COSA SIGNIFICA IL NOME?

MX: COSA SIGNIFICA IL NOME? Introduzione Nel 1989, Tim Berners-Lee dello European Particle Physics Laboratory (CERN) scrisse un piccolo e innocente documento dal titolo Information Management: A Proposal (Gestione dell informazione:

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Il reinserimento degli infortunati Ridurre le assenze e i casi di rendita. Informazioni e consigli per il datore di lavoro

Il reinserimento degli infortunati Ridurre le assenze e i casi di rendita. Informazioni e consigli per il datore di lavoro Il reinserimento degli infortunati Ridurre le assenze e i casi di rendita Informazioni e consigli per il datore di lavoro Indice La collaborazione 04 Il datore di lavoro 06 L infortunato 08 I familiari

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO

MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO MICHAIL KALECKI ASPETTI POLITICI DEL PIENO IMPIEGO 1943, versione riveduta nel 1970 Il problema di garantire il pieno impiego tramite l espansione della spesa pubblica, finanziata col debito pubblico,

Dettagli

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti Nel primo dopoguerra l'economia degli Stati Uniti ebbe un forte incremento, trainata soprattutto dal settore automobilistico. Infatti, in America dal 1922 al 1929, la produzione industriale aumentò del

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Clive e Kathy Jones. Siamo Clive e Kathy Jones e abitiamo nella Contea di Cork, in Irlanda. Abbiamo 4 figli grandi e 11 nipoti, grazie a Dio.

Clive e Kathy Jones. Siamo Clive e Kathy Jones e abitiamo nella Contea di Cork, in Irlanda. Abbiamo 4 figli grandi e 11 nipoti, grazie a Dio. Clive e Jones Clive Il matrimonio passa attraverso molte fasi: Idillio, Disillusione, Infelicità e Risveglio. Noi le abbiamo passate tutte più volte nel corso dei nostri 45 anni di matrimonio! Buon pomeriggio!

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

,FRPSXWHUFDPELDQRLOPHUFDWRGHOODYRUR"DOFXQL FRQWULEXWLGHOODVFLHQ]DHFRQRPLFD

,FRPSXWHUFDPELDQRLOPHUFDWRGHOODYRURDOFXQL FRQWULEXWLGHOODVFLHQ]DHFRQRPLFD ,FRPSXWHUFDPELDQRLOPHUFDWRGHOODYRUR"DOFXQL FRQWULEXWLGHOODVFLHQ]DHFRQRPLFD Scritto con Maria Cristina Piva. Pubblicato su Rassegna Sindacale 2000. Il mercato del lavoro degli Stati Uniti e quello dei grandi

Dettagli

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA IN COPERTINA SULLE ALI DELLA SPERANZA Fare conoscere una malattia rara come l Epidermolisi Bollosa. Raccogliere fondi per la ricerca e sostenere la sperimentazione. Trasformare i sogni e i desideri dei

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

Camera con vista. di Edoardo E. Macallè. NIKKAIA Strategie. 7 aprile 2013. per il fine settimana

Camera con vista. di Edoardo E. Macallè. NIKKAIA Strategie. 7 aprile 2013. per il fine settimana Camera con vista per il fine settimana di Edoardo E. Macallè 7 aprile 2013 NIKKAIA Strategie 1 L ultima volta: Quel che vedete qui sopra è un articolo dell aprile 1911, tratto dal New York Times, ed il

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO Definizione Le finalità del colloquio Il contesto del colloquio Il ruolo dell orientatore La struttura del colloquio La fase di accoglienza Cenni sugli strumenti 1 Che cos

Dettagli

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Convegno E-JOB 2002 FLESSIBILITÀ, INNOVAZIONE E VALORE DELLE RISORSE UMANE Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Prof. Luigi Prosperetti Ordinario di Economia

Dettagli

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE Senza cambiare benzinaio, percorsi o abitudini di spostamento. Premetto che scrivo questo e-book perché ho sperimentato personalmente tutto ciò che andrò

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Questo report omaggio è un estratto dal libro "La Borsa dal 1897 al 2030 Clicca qui per acquistarlo Introduzione Non potevamo iniziare queste pagine,

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

Pianificazione: Le nuove generazioni utilizzano sempre più spesso i dispositivi mobili per trovare ispirazione e gestire i propri viaggi;

Pianificazione: Le nuove generazioni utilizzano sempre più spesso i dispositivi mobili per trovare ispirazione e gestire i propri viaggi; La nascita e lo sviluppo di Internet hanno senza dubbio avuto un forte impatto sull industria dei viaggi: sempre più persone, infatti, hanno iniziato a organizzare le proprie vacanze in modo più autonomo,

Dettagli

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/ Salve a tutti è un po che vedo e leggo su internet discussioni infinite sulla RR e sul paradosso dei gemelli, ma alla fine si gira sempre intorno al problema senza mai risolverlo e capirlo. Io non sono

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India

Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali educativi fra ASSEFA Torino & ASSEFA India Gr uppo ASS EFA Torino & ASS EFA INDIA Insegnare la nonviolenza Un esperienza di condivisione di idee, sogni, materiali fra ASSEFA Torino & ASSEFA India a cura di Maria Ferrando insegnante di scuola primaria

Dettagli

La classe media americana non è più la più ricca del mondo

La classe media americana non è più la più ricca del mondo RESeT INTERNAZIONALE The New York Times DAVID LEONHARDT E KEVIN QUEALY ED. IT. DI MARIA CARANNANTE 22 aprile 2014 La classe media americana non è più la più ricca del mondo La classe media americana, a

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin Tecniche di Presenza Associazione Culturale Lightin 1 L energia della Natura Si dice che la Natura sia in perfetto equilibrio e di conseguenza anche noi che ne facciamo parte, dovremmo esserlo. L albero

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione di Brasile Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli