TRADE FINANCE: UN CASO PRATICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRADE FINANCE: UN CASO PRATICO"

Transcript

1 Sostegno dell export TRADE FINANCE: UN CASO PRATICO di Giampietro Garioni Docente del Master in Commercio internazionale, Università di Padova Due dei maggiori problemi per gli esportatori sono il rischio di credito e il finanziamento delle esportazioni: con il Trade Finance si possono trovare delle soluzioni per le forniture a breve termine. Vediamo l applicazione di una polizza on-line ad un caso concreto. Il case study qui esaminato riguarda un esempio assai comune di finanziamento delle esportazioni nel breve termine. E un esempio di un operatività che riguarda quotidianamente molti esportatori e molte banche del nostro paese. Si tratta di un esportatore che ottiene un credito documentario confermato in pagamento di una propria esportazione, e richiede alla propria banca di confermare il credito, e di effettuare il pagamento a fronte di documenti in regola che rappresentano l esportazione ed il relativo credito. In sé non presenta peculiarità particolari, ma non è questo il punto. In realtà, questa operazione assai semplice presenta, alla base, una serie di scelte molto importanti su come l azienda si colloca sui mercati, e su come affronta i problemi fondamentali che si pongono di fronte a qualsiasi esportatore: Solo le aziende che riescono ad ottenere come eliminare il rischio di credito sul debi- regolamenti delle proprie vendite tramite crediti documentari confermati riescono tore e come finanziare la a risolvere i problemi della copertura propria fornitura al minor costo e con il minor del rischio di credito e del finanziamento rischio possibile. della fornitura. E un problema tipico della grande maggioranza delle nostre aziende che producono beni di consumo (durevoli o meno) e beni semilavorati di natura industriale. Non riguarda sempre le aziende che esportano macchinari o impianti, o effettuano lavori o progetti all estero: l avverbio sempre non esclude peraltro tutti questi settori industriali, perché talvolta (o forse, per usare un altro avverbio, spesso ), queste aziende si trovano ad esportare piccoli macchinari, o parti di ricambio, che rientrano nella tipologia di merci il cui regolamento, slegato da un importante fornitura, richiede un pagamento a vista o dilazionato nel breve periodo. E quindi ricadono nella necessità di finanziare almeno una parte delle proprie esportazioni nel breve o brevissimo termine, cioè in quel mercato che viene generalmente definito come trade finance. Questo semplice esempio ci dà pertanto l opportunità di considerare in dettaglio come si comportino le aziende nel mercato del trade finance, e di vedere come questo mercato è organizzato in Italia, secondo le opportunità messe a disposizione dal nostro sistema di sostegno all internazionalizzazione. Il Trade Finance: definizione Il Trade Finance viene in genere considerato come l insieme delle operazioni, di tipo finanziario ed assicurativo, che servono a risolvere i due problemi prima visti (eliminazione del rischio di credito e finanziamento delle esportazioni) quando i sottostanti contratti commerciali prevedono tempi di fornitura delle merci/servizi e regolamento del relativo prezzo nel breve termine. Il concetto di breve termine è piuttosto fluttuante, ma in genere viene considerato come tale un periodo inferiore ai 2 anni. Viceversa, le operazioni di copertura del rischio e di finanziamento oltre il breve termine (da 2 anni fino al massimo consentito dagli accordi di Consensus) vengono definite come Export Finance. Il Trade Finance per le imprese: il mercato assicurativo Solo le aziende che riescono ad ottenere regolamenti delle proprie vendite tramite crediti documentari confermati riescono a risolvere i problemi della copertura del rischio di credito e del finanziamento della fornitura, trasferendo alla propria banca confermante il problema del rischio sul debitore e sulla banca emittente del credito documentario. Come si vedrà in seguito, in questo caso sarà la banca a doversi preoccupare della copertura del rischio di credito, ricorrendo, se lo ritiene necessario, alle apposite polizze on-line della Sace. Le aziende che invece non riescono ad ottenere tali strumenti di regolamento, ma devono accontentarsi di altri non immuni dal rischio (semplici bonifici, assegni, titoli di credito, ri- 6/

2 Possono essere assicurate le conferme da parte di istituti bancari italiani o esteri di aperture di credito documentario (soggetto alle NUU 500 o edizione successiva) legate ad esportazioni italiane o attività ad esse collegate. 1. Sull argomento si veda l articolo L assicurazione dei crediti commerciali a breve termine di G. Ruffa in Commercio internazionale n /2004, p I dati sono tratti dal Manuale Strumenti di sostegno all internazionalizzazione delle imprese, del Ministero delle Attività Produttive, Area internazionalizzazione, giugno messe documentate, crediti documentari non confermati) devono tentare in primis di ottenere una copertura assicurativa, ed in seguito di ricorrere a forme tradizionali di finanziamento (finanziamenti su esportazioni assistite da polizze assicurative). Il mercato assicurativo offre una serie abbastanza vasta di coperture per le esportazioni con regolamento nel breve termine, che costituiscono la maggior parte dell insieme del flusso di export del nostro paese. La maggior parte di queste coperture sono state finora offerte dal settore privato, con in testa la Euler Hermes SIAC, seguita da SIC Gerling NCM e Viscontea Coface, tutte legate alle rispettive agenzie pubbliche (tedesca, olandese, francese) ed all importante esperienza da esse maturata nei propri mercati 1. Gran parte dei crediti commerciali a breve termine all esportazione assicurati dal settore privato riguarda tuttavia i paesi OCSE, e la copertura del rischio politico è raramente ricercata presso queste compagnie. Fino al 2004, l inserimento di Sace in questo mercato è stato rilevante soprattutto per i paesi a maggior rischio, ma limitato in percentuale. A partire dal 2004, la trasformazione di Sace in società per azioni e soprattutto la creazione di Sace BT potrebbe modificare sostanzialmente le percentuali di mercato. In attesa che Sace BT arrivi alla piena operatività e vari il proprio portafoglio di strumenti assicurativi, le principali coperture offerte da Sace Spa nel breve termine vengono offerte: agli esportatori, con la polizza individuale (tradizionale oppure on-line) e la Polizza Multiexport, che a partire dal 2003 ha sostituito la precedente polizza globale; alle banche, con la polizza tradizionale per la copertura di conferme singole o linee interne per conferme di crediti documentari oppure con la polizza on-line per la copertura del rischio derivante dalla conferma di crediti documentari. A queste polizze vanno poi aggiunte le Convenzioni Quadro firmate da Sace con le singole banche, nelle quali possono essere inserite dalle banche le singole operazioni assicurate. Nel 2003 le garanzie assicurative prestate da Sace nel breve termine sono ammontate a oltre 369 milioni (su un totale di 3.420,7 milioni), cui si devono aggiungere 207 milioni di polizze multiexport 2. Le aree geografiche per cui è stata richiesta la maggior parte di queste coperture sono state l Africa settentrionale (18,2%, con l Algeria che da sola conta per l 11,9%), seguita dall Asia orientale (10,8%), dal Medio oriente (10,1%), dalla Turchia (8,5%) e dall Europa centro orientale (6,4%). Per quanto riguarda le dimensioni aziendali, alle PMI e alle medie imprese sono andate l 80% delle coperture a breve, alle grandi imprese il 20%. La copertura Sace on-line Fra le varie forme di copertura assicurativa prima elencate, ci soffermiamo solo su quella che riguarda il caso pratico che esamineremo più avanti. Le polizze Sace on-line per le conferme di credito documentario si rivolgono all istituto bancario italiano o estero che confermi un apertura di credito documentario disposta da una banca estera residente in un paese diverso da quello della banca confermante. La garanzia assicurativa in tempo reale viene formulata sulla base delle dichiarazioni rese dalla banca beneficiaria della polizza, per permetterle di offrire un servizio più rapido alle aziende italiane. I paesi assicurabili sono indicati nella situazione paesi on-line (si veda la tavola 1). Sono esclusi dalla copertura on-line i paesi OCSE classificati nella 1 categoria di rischio e quelli classificati nella 7. Possono essere assicurate le conferme da parte di istituti bancari italiani o esteri di aperture di credito documentario (soggetto alle NUU 500 o edizione successiva) legate ad esportazioni italiane o attività ad esse collegate, prestazioni di servizi, esecuzione di lavori, studi e progettazioni all estero da parte di imprese nazionali con periodo di rimborso inferiore a 24 mesi e che presentino i requisiti indicati nei criteri di accesso. Tali criteri, oltre a quanto sopra indicato, prevedono che: il periodo di rimborso deve essere inferiore a 24 mesi, ma mentre fino a 12 mesi il pagamento deve essere effettuato in unica soluzione, per periodi superiori può essere effettuato in più rate al massimo semestrale; l importo del credito non può superare: - 5 milioni per i paesi di prima e seconda categoria; - 4 milioni per i paesi di terza e quarta categoria; - 2 milioni per i paesi di quinta e sesta categoria; sono ammesse merci di provenienza UE per importi non superiori al 40% del totale; la data di conferma del credito non deve essere precedente alla data di rilascio on line della garanzia assicurativa; le spedizioni non possono iniziare prima della data di conferma del credito; termini e dilazioni di pagamento devono essere in linea con quelli indicati dall Unione di Berna; non sono ammesse merci di armamento e merci a licenza. 20 6/2004

3 Trade finance: un caso pratico Tavola 1 - Copertura di linee bancarie per crediti documentari confermati: situazione paesi Sace Paese Categoria Algeria 4 Arabia Saudita 3 Bahrein 3 Bangladesh 6 Brasile 6 Bulgaria 4 Cile 2 Colombia 5 Corea del Sud 2 Croazia 4 Emirati Arabi Uniti (Abu-Dhabi, Dubai) 2 Egitto 4 Filippine 5 Giordania 6 Hong Kong 2 India 3 Indonesia 6 Israele 3 Kazakistan 5 Kuwait 2 Malaysia 2 Marocco 4 Maurizio 3 Messico 3 Oman 3 Panama 4 Perù 5 Qatar 3 Romania 4 Russia 4 Singapore 1 Repubblica Sudafricana 3 Taiwan 1 Thailandia 3 Tunisia 3 Turchia 5 Ucraina 6 Uruguay 6 Vietnam 5 La valuta di denominazione del credito documentario deve essere una delle seguenti: euro; dollaro USA; lira sterlina; franco svizzero; yen e deve essere la stessa in cui vengono effettuati gli utilizzi. La copertura è rilasciata a fronte del rischio del credito di natura commerciale, ossia insolvenza di diritto o di fatto della banca estera emittente e di natura politica, e può essere richiesta nelle seguenti combinazioni: politico; politico e commerciale. La percentuale massima di copertura è del 95%. Nel caso in cui sia richiesta una condivisione del rischio per banche estere emittenti non presen- ti nel data base del sistema, la copertura sarà del 95% massimo per il rischio politico e del 50% per il rischio commerciale. La quota non assicurata del 50% sarà considerata scoperto obbligatorio e, quindi, dovrà restare a carico della banca assicurata. Come in tutti i casi, anche queste polizze SACE si compongono di tre parti: le condizioni generali di polizza (CGP), valide per tutte le operazioni della specie; le condizioni speciali di polizza (CSP), che riguardano la suddetta combinazione di rischio in copertura; le condizioni particolari di polizza (CPP), che sono relative alla singola operazione e vengono composte automaticamente dal software, con l indicazione dell importo del premio da versare. Per un indicazione dei livelli di premio, si veda la tavola 2. La garanzia viene rilasciata sulla base delle dichiarazioni rese dalla banca confermante mediante la compilazione di una serie di schermate proposte dal sistema. Ai fini del perfezionamento del contratto assicurativo la banca deve: entro 10 giorni dalla data di rilascio della copertura, versare il premio; entro 15 giorni dalla stessa data, inviare a SACE il riepilogo della domanda nonché le CPP, forniti dal sistema, in duplice copia e debitamente firmati. SACE, dopo aver verificato che il pagamento del premio sia avvenuto nei termini indicati, restituirà alla banca la copia controfirmata delle CPP corredata delle condizioni generali e speciali di polizza e quietanza del premio assicurativo. Mediante il sistema è possibile segnalare anche l eventuale rinuncia alla copertura assicurativa, purché la relativa comunicazione venga effettuata nei 15 giorni successivi alla conclusione del contratto assicurativo e non sia stato versato il premio e/o inviate le condizioni particolari di polizza ed il riepilogo della domanda. Per accedere al servizio on-line le banche devono registrarsi mediante una procedura dettagliatamente definita da Sace, con l utilizzo di una propria password. Il sistema permette anche di effettuare via Internet la gestione della garanzia ottenuta. La banca assicurata, infatti, collegandosi ad un apposita maschera potrà comunicare tutte le informazioni sulla vita del credito documentario assicurato. Più in particolare, la banca assicurata potrà segnalare: i singoli utilizzi (o eventualmente il mancato utilizzo) del credito documentario; le variazioni del credito documentario assicurato, che potranno riguardare: le variazioni in aumento dell importo, nei limiti del 10% dell importo originario del credito documentario 6/

4 assicurato; e le proroghe della durata della validità del credito documentario assicurato, senza alcun limite temporale. In tal caso, il software compone automaticamente l appendice di polizza relativa a tali variazioni e indica l importo del premio da versare. Il caso pratico Dopo questa lunga premessa, veniamo finalmente al nostro caso pratico 3. L azienda esportatrice, Alfa Ricambi (AR) di Vicenza, è una media impresa che opera nel settore dei ricambi e accessori per autoveicoli e loro motori. La società è molto attiva nel campo dell esportazione, soprattutto in paesi dell UE come Francia, Spagna e Germania, ma anche in altre aree geografiche, come l Europa dell Est (Slovenia, Croazia e Romania) e, da ultimo, anche in Turchia. Il mercato turco si presenta molto interessante per AR, ma le vendite sono ancora agli inizi. Per i mercati dell UE e dell Est Europa sono già stati individuati alcuni importatori abituali, e i rischi per tali acquirenti sono coperti con una polizza multiexport. Per la Turchia invece le operazioni fin qui effettuate sono solo 2, con 2 diversi importatori, per cifre abbastanza limitate. Uno di questi rivenditori, la Turkyie Automotive Import (TAI) si ripresenta con una richiesta di acquisto di un importo abbastanza rilevante (almeno per AR), cioè circa mila. L esperienza precedente è stata positiva, ma per un importo contenuto (poco più di 50 mila). La cifra in gioco adesso è più significativa, e il rischio paese Turchia è considerato rilevante, da AR come da tutti. D altronde assicurare l operazione con una polizza credito fornitore singola (on-line) o con una polizza multiexport richiederebbe un tempo lungo, almeno rispetto alla richiesta di quotazione quasi immediata di TAI, che certamente si rivolge a più fornitori per metterli in competizione, e che potrebbe costituire un punto di riferimento importante per un espansione delle vendite verso il mercato turco. La decisione che si pone ad AR (siamo nei primi giorni di aprile 2004) è quindi immediata: occorre fare un prezzo competitivo, ma chiedere al contempo una forma di regolamento che elimini rischi di credito e garantisca un sollecito pagamento della fornitura. Alfa Ricambi decide di seguire questa strategia: applicare all offerta il prezzo praticato per le forniture in Italia o nei paesi UE più un margine modesto (2%). Fatti i debiti conti, il prezzo finito dell offerta per i ricambi e gli accessori quotati è di ; concedere all importatore una dilazione di pagamento di 90 giorni dalla data di spedizione della merce; richiedere, come forma di pagamento, un credito documentario irrevocabile emesso da primaria banca turca, e confermato dalla banca di fiducia di AR, la Banca Italiana (BI), con spese a carico dell emittente (salvo che per le commissioni di conferma e gli interessi sulla dilazione di pagamento). Ovviamente, nel frattempo, AR si è informata presso BI sulla possibilità che questa banca confermi il credito, ed effettui il pagamento a vista contro levata documenti, in altri termini prenda a proprio carico sia il rischio sia nel periodo di conferma, sia nel breve pagamento dilazionato concesso alla controparte turca. AR ha richiesto anche a BI un preventivo del costo di tale operazione e, considerandolo tutto sommato contenuto, ha ritenuto di poter confermare il prezzo prima indicato all importatore. La strategia di AR si dimostra vincente, e TAI accetta l offerta quotata e le sue condizioni. L ordine viene confermato, ed il credito viene emesso da Turkyie Bank AS (TB), una delle più stimate banche turche, in data 20 aprile 2004, con validità fino al 19 luglio 2004 per l utilizzo. I dati principali di tale credito documentario sono riportati nella tavola 3. Come si vede, il credito prevede il pagamento all esportatore italiano a 90 giorni dalla data di utilizzo da parte della Banca confermante (BI), a fronte di presentazione di documenti in regola, con rimborso dalla Banca emittente (TB) in pari data (in altri termini, non c è finanziamento da parte di BI a favore di TB). Tavola 2 - Copertura di linee bancarie per crediti documentari confermati: esempi di premi assicurativi 3. I nomi delle società e banche coinvolte sono ovviamente di fantasia, gli importi e i tempi dell operazione rispecchiano quanto effettivamente accade sul mercato italiano di queste operazioni. Categoria Rischio Sace Rischio politico Rischio pol. + comm. (debitore classe A) Rischio pol. + comm. (debitore classe B) Rischio pol. + comm. (debitore classe C) 1 0,154 0,263 0,620 0, ,274 0,391 0,748 0, ,454 0,584 0,941 1, ,667 0,813 1,170 1, ,941 1,106 1,463 1, ,129 1,308 1,665 1,763 Importi del premio in percentuale del capitale assicurato per operazioni di durata pari ad un anno, secondo le categorie di rischio paese ed il tipo di rischio assicurato. 22 6/2004

5 Trade finance: un caso pratico Tavola 3 - Principali elementi del credito documentario Data di apertura 20 aprile 2004 Forma credito documentario irrevocabile confermato NUU 500 Validità 19 luglio 2004, piazza: Italia Banca emittente Turkyie Bank AS (TB) Ordinante Turkyie Automotive Import (TAI) Beneficiario Alfa Ricambi (AR), Vicenza Importo massimo ,= Banca confermante Banca Italiana (BI) Utilizzo presso BI, mediante tratte a 90 giorni da data utilizzo su BI Spedizioni parziali ammesse Trasbordi non ammessi Ultima data di spedizione 29 giugno 2004 Descrizione parti di ricambio ed accessori per autoveicoli come da fattura pro forma n del 9 aprile 2004 ew works Italia Documentazione fattura commerciale originale firmata in 6 originali come da fattura pro forma sopra menzionata; FCR in 3 copie consegnate all ordine di TB, notifica all Ordinante, marcate: spese di trasporto collect ; AWB (Airwaybill) in 3 copie consegnate all ordine di TB, notifica all Ordinante, marcate: spese di trasporto collect ; dichiarazione originale firmata dal beneficiario che certifica che l originale del FCR e AWB sono stati inviati direttamente all indirizzo dell Ordinante per via aerea; certificato ATR, vistato dall autorità doganale indicante il luogo d origine delle merci; copia del fax di avviso della spedizione, con i dettagli della stessa, inviato dal beneficiario all ordinante entro 2 giorni dalla data di spedizione per scopi assicurativi. Tutta la documentazione deve essere redatta in lingua inglese e contenere il numero del credito documentario e il nome della banca emittente. Commissioni A carico ordinante, salvo che per le commissioni di conferma Presentazione documenti Entro 21 giorni dalla spedizione, comunque entro la data di validità del credito documentario Istruzioni per il rimborso A ricezione dei documenti in regola la banca confermante richiederà rimborso dalla banca di rimborso (con cui la banca emittente intrattiene conto in euro) in conformità con i termini del credito documentario La copertura Sace e l utilizzo del credito documentario Il giorno successivo alla ricezione del credito documentario, cioè il 21 aprile, BI richiede a Sace una polizza on-line per la copertura del rischio di conferma. Tale rischio ha, per BI, una durata di 6 mesi (3 mesi fino al termine del periodo di validità del credito, più tre mesi di dilazione di pagamento). La copertura viene concessa a favore di BI per il 95% dell importo del credito, interamente ammesso all assicurazione, sia per il rischio politico sia per il rischio commerciale. Il rischio residuo del 5% su TB (pari a ), che costituisce la quota di scoperto obbligatorio, rimane a carico di BI. Il premio da pagare per la polizza è di 2.550, corrispondenti all 1,46% dell importo assicurato su base annua: infatti (si vedano le precedenti tavole 1 e 2) la Turchia è un paese della 5 categoria di rischio Sace e la copertura del rischio politico e commerciale su una banca (TB) di classe B portano a questo risultato. Pagato il premio, la polizza viene materialmente emessa da SACE e inviata a BI, e da questa ritornata controfimata per accettazione entro pochi giorni. BI richiede ad AR commissioni di conferma su base all-in (ossia compresive del rischio rimasto a carico della banca e delle spese di gestione della polizza) del 3% per anno. L utilizzo del credito documentario avviene il 19 luglio, a fronte di documenti in regola, con pagamento a scadenza prevista il 19 ottobre Al momento dell utilizzo, il beneficiario richiede alla propria banca un pagamento a vista, e BI effettua (a valere sul proprio impegno di pagamento a scadenza) uno smobilizzo al tasso euribor a 3 mesi (2.25%) più il margine del 3% prima citato. Complessivamente, il costo per AR dell operazione è pari a: commissioni di conferma (3% per 3 mesi sull importo del credito documentario): 2.614,50 anticipo a 3 mesi (5.25% per 3 mesi): 4.575,37 per un totale di 7.189,87, corrispondenti al 6/

6 2,06% dell importo del credito (ossia poco più di quanto aggiunto al prezzo in fase di trattativa). Conclusioni Con l operazione in oggetto l esportatore si è liberato di ogni rischio di credito e in pratica ha ottenuto un finanziamento a vista della propria fornitura ad un costo quasi interamente recuperato sul prezzo di vendita, e soprattutto con la possibilità di aumentare in futuro le vendite su un mercato estero interessante. La banca commerciale dell esportatore a sua volta si è coperta quasi completamente del rischio di credito (95%) con una polizza SACE online, con un certo margine di guadagno sull intera operazione, a fronte di un rischio complessivo assai limitato (5% dell importo). Soprattutto, grazie all intervento di SACE, ha intermediato i flussi di esportazione per un suo cliente di fiducia. Nell attività bancaria, si sa, il lavoro genera lavoro, e future occasioni di rapporto: e quindi non solo di guadagno, ma anche di reciproca soddisfazione. 24 6/2004

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 il caffè Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per

Dettagli

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT IAI927 DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE di Luca Laureti DRAFT Documento preparato nell ambito del programma di ricerca

Dettagli

Riferimenti del soggetto con cui si entra in contatto in caso di offerta fuori sede: Nome e Cognome Indirizzo Telefono e-mail

Riferimenti del soggetto con cui si entra in contatto in caso di offerta fuori sede: Nome e Cognome Indirizzo Telefono e-mail Foglio Informativo del Servizio/Prodotto ESTERO CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI CREDITO STAND- BY SU ALTRA BANCA FI0140 Condizioni praticate dal 01/02/2014 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare del

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative

Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative di Giampietro Garioni (*) e Jasmine Zahalka L approfondimento Coprire il rischio di credito nelle esportazioni con pagamento dilazionato (nel

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il servizio

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI TRAFFIC 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI OPEN 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il

Dettagli

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a)

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a) Quote di mercato Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una graduale erosione delle quote di mercato sulle esportazioni mondiali dell Unione europea, principalmente a vantaggio dei paesi dell Asia

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 il caffè marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare Tel.:

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE Dott. Filippo Fornasiero Con il decreto legge 66/2014 dal 1 luglio l aliquota che colpisce le rendite finanziarie sale dal 20% al 26% L aumento riguarderà

Dettagli

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero 29/2014 Pagina 1 di 8 Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero : 29/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : DICHIARAZIONI

Dettagli

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2012 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Espansione

Dettagli

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2015 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Dieci anni

Dettagli

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Roma, 5 ottobre 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all Estero Relazioni Internazionali Le 38 imprese

Dettagli

Alla ricerca della crescita perduta:

Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca opportunità della crescita e ritorni perduta: di un Italia opportunità più internazionale. e ritorni di un Italia più internazionale. roma, 19 novembre

Dettagli

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2013 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Crescita

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Preparazione. Pro Focus UltraView. La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical.

Preparazione. Pro Focus UltraView. La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical. Preparazione Pro Focus UltraView La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical. Visitare la pagina: www.bkmed.com/customer service/user manuals Prima di utilizzare l'ecografo,

Dettagli

1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito

1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito Q&A 1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito Dicembre 2011 La nuova normativa Il prossimo 1 gennaio 2012 entreranno

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Il supporto finanziario all interscambio ed agli investimenti italiani all estero. Unindustria Lazio Roma, 27 Novembre 2013

Il supporto finanziario all interscambio ed agli investimenti italiani all estero. Unindustria Lazio Roma, 27 Novembre 2013 Il supporto finanziario all interscambio ed agli investimenti italiani all estero Unindustria Lazio Roma, 27 Novembre 2013 Solidi, dinamici, internazionali, italiani UNA BANCA SOLIDA SU CUI CONTARE La

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI

SINTESI DEI RISULTATI SINTESI DEI RISULTATI I dati relativi alle imprese di costruzioni che hanno preso parte all Indagine Ance 2013 sull internazionalizzazione confermano la dinamicità del settore, nonostante la crisi in atto.

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Ripresa dell export della provincia di Lecce

Ripresa dell export della provincia di Lecce Ripresa dell export della provincia di Lecce Segnali positivi dall export salentino: nel secondo trimestre 2011 si è registrata una crescita congiunturale delle esportazioni del 37% che si aggiunge al

Dettagli

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo SHAMPOO 1 19.696 14,3% 2 16.443 11,9% 3 13.501 9,8% 4 10.683 7,7% 5 7.127 5,2% 6 6.262 4,5% 7 5.717 4,1% 8 5.370 3,9% 9 Belgio 3.622 2,6% 10 3.533 2,6% 11 Slovenia 3.057 2,2% 12 Svizzera 2.578 1,9% 13

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO COMPANY PROFILE CAP: CITTA : PROVINCIA:

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO COMPANY PROFILE CAP: CITTA : PROVINCIA: BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO MOD B COMPANY PROFILE 1) INFORMAZIONI GENERALI RAGIONE SOCIALE: P. IVA: INDIRIZZO: CAP: CITTA

Dettagli

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda 1 Coface- Rischio Paese 2011 Assolombarda 09/03/2011 La missione di Coface

Dettagli

Euler Hermes Aiutiamo le imprese a sviluppare il business in sicurezza

Euler Hermes Aiutiamo le imprese a sviluppare il business in sicurezza Euler Hermes Aiutiamo le imprese a sviluppare il business in sicurezza Euler Hermes leader mondiale dell assicurazione crediti, assiste i clienti in tutto il mondo nell affrontare consapevolmente i mercati

Dettagli

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione della Supply Chain Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione della Supply Chain Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

Gestione delle Finanze

Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione delle Finanze Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto

Dettagli

Ulisse per le vendite all estero

Ulisse per le vendite all estero 1Sistema Informativo Ulisse per le vendite all estero Gennaio 2014 PER CONOSCERE I MERCATI ESTERI DI VENDITA E DI APPROVVIGIONAMENTO 2Sistema Informativo, In un contesto di forti cambiamenti dell ambiente

Dettagli

Convenzione Servizi di Telefonia Fissa e Trasmissione Dati. Listino prezzi

Convenzione Servizi di Telefonia Fissa e Trasmissione Dati. Listino prezzi Prezzi per servizi di telefonia tradizionale Listino prezzi Canoni (inclusi tutti i servizi di linea richiesti) per linee in ULL Tipologia linea Costo al mese IVA Linea RTG (singolo canale fonico bidirezionale

Dettagli

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009 NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 29 Dagli ultimi Comunicati emessi dal Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali dello Stato no e dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

Dettagli

Guida all utilizzo della convenzione per la fornitura dei servizi. di telefonia vocale fissa

Guida all utilizzo della convenzione per la fornitura dei servizi. di telefonia vocale fissa Guida all utilizzo della convenzione per la fornitura dei servizi di telefonia vocale fissa INDICE INDICE...1 1. PREMESSA...2 2. OGGETTO DELLA FORNITURA...2 2.1 Servizi di base...3 2.2 Servizi aggiuntivi...4

Dettagli

CONVENZIONE REPlat Listino 2011

CONVENZIONE REPlat Listino 2011 CONVENZIONE REPlat 01. VISURE IMMOBILIARI VISURE IPOTECARIE TOTALE - 15% Visura Ipotecaria Light 26,00 22,10 Visura Ipotecaria Strong 48,00 40,80 Elenco Formalità 18,00 15,30 Visura Ipotecaria per Immobile

Dettagli

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Extranet VPN Extranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Extranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Interazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI BANCARI E FINANZIARI PER OPERATORI CON L ESTERO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI BANCARI E FINANZIARI PER OPERATORI CON L ESTERO INFORMAZIONI SULLA BANCA Offerta Fuori Sede Promotore Finanziario Nome e Cognome Nr. Iscrizione Albo Sez. A Finanziamenti in divisa e/o Euro all esportazione, all importazione e senza vincolo di destinazione.

Dettagli

Soluzioni per macinazione della canna da zucchero

Soluzioni per macinazione della canna da zucchero Soluzioni per macinazione della canna da zucchero 1 2 3 Soluzioni per impianti di macinazione della canna da zucchero La canna da zucchero sta diventando sempre più importante e il settore sta suscitando

Dettagli

1. Stati Uniti: la revoca degli assegni bancari pag. 23 2. Assegno bancario: i paesi che hanno aderito alle Convenzioni del 30 e 31 pag.

1. Stati Uniti: la revoca degli assegni bancari pag. 23 2. Assegno bancario: i paesi che hanno aderito alle Convenzioni del 30 e 31 pag. ADEMPIMENTI VALUTARI 1. Quali gli adempimenti valutari pag. 2 2. Differenza fra operazioni canalizzate e decanalizzate pag. 4 3. Quando è dovuta la CVS pag. 4 4. CVS per importi pagabili a rate o per forniture

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE Roma, Aprile 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del credito,

Dettagli

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Content Networking Content Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Content Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

INDICE. 1. Tipi di Carte...2. 2. Limitazioni...3. 3. Come eseguire un pagamento con carta di credito e debito...3

INDICE. 1. Tipi di Carte...2. 2. Limitazioni...3. 3. Come eseguire un pagamento con carta di credito e debito...3 INDICE 1. Tipi di Carte...2 2. Limitazioni...3 3. Come eseguire un pagamento con carta di credito e debito...3 4. L accredito di pagamenti con carta...3 5. Costi delle transazioni...4 6. Conversione di

Dettagli

Il factoring internazionale

Il factoring internazionale Il factoring internazionale Internazionale prefazione Le operazioni di factoring sono in misura crescente effettuate con controparti cedenti e debitrici estere per effetto della crescente internazionalizzazione

Dettagli

Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto. Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione

Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto. Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione Milano, 4 febbraio 2014 1 Egitto in cifre Expenditure on GDP (%

Dettagli

1 Convenzioni internazionali in materia di doppia imposizione.

1 Convenzioni internazionali in materia di doppia imposizione. DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DIREZIONE CENTRALE FINANZA, CONTABILITA E BILANCIO Roma, 14 settembre 1999 Circolare n. 176 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali,

Dettagli

SERVIZI DIVERSI ESTERO

SERVIZI DIVERSI ESTERO Allegato PDF: Foglio N. 6.10.00 informativo Categoria Estero Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed

Dettagli

Minibond- il regime fiscale per gli investitori

Minibond- il regime fiscale per gli investitori Minibond- il regime fiscale per gli investitori Le cambiali finanziarie, obbligazioni e titoli similari negoziati in mercati regolamentati o sistemi multilaterali di negoziazione degli Stati membri dell

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 12 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli

Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory

Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory Impresa e finanza insieme per le energie sostenibili Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory Roma 11 febbraio 2009 Chi è SIMEST E la finanziaria del Ministero dello Sviluppo Economico, partecipata

Dettagli

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Produzione e Distribuzione Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Produzione e Distribuzione Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 Uff. VII, DGSP, M.A.E. - Roma Tel. 06 3691 + Int. personale - Fax 06 3691 3790 dgsp7@esteri.it N.B.

Dettagli

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI Progettare l Internazionalizzazione d impresa COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI 20 21 ottobre 2009 Principali incentivi per l internazionalizzazione: PROGRAMMI DI PENETRAZIONE COMMERCIALE ALL'ESTERO

Dettagli

Gestione delle Risorse Umane. Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione delle Risorse Umane. Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione delle Risorse Umane Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione delle Risorse Umane Seminario sulle soluzioni Internet per le

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004

CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004 CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004 S A C E S.p.A. Nata come ente pubblico economico con personalità giuridica, autonomia patrimoniale e di gestione, dal 1 gennaio 2004 si è trasformata in S.p.A.

Dettagli

SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore

SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore INDICE 1. COS È IL CREDITO FORNITORE 2 1.1. Le caratteristiche principali di un Credito Fornitore di tipo Corporate

Dettagli

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Verso il V vertice Unione Europea America Latina e Caraibi: come partecipare nello sviluppo territoriale del Centro America? Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Milano,

Dettagli

Un servizio personalizzato Un offerta completa e modulabile secondo le esigenze del Cliente

Un servizio personalizzato Un offerta completa e modulabile secondo le esigenze del Cliente COFACE NEL MONDO Algeria Argentina Australia Austria Belgio Benin Brasile Bulgaria Burkina Faso Camerun Canada Cile Cina Colombia Corea del Sud Costa d Avorio Costa Rica Croazia Danimarca Ecuador Egitto

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 FASTWEB S.P.A. 3 1.1 SERVIZI

Dettagli

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005 l import-export italiano di tecnologia nelle pagine che seguono sono riportati i dati dell Istituto Italiano di Statistica (ISTAT) riguardanti le voci doganali che includono la tecnologia lapidea. Dati

Dettagli

CONSULTAZIONE TARIFFE DOGANALI

CONSULTAZIONE TARIFFE DOGANALI Guida alla banca dati doganale, a Taric e a Tares CONSULTAZIONE TARIFFE DOGANALI OFFICIAL PROGRAMS Contenuto 1. INTRODUZIONE 3 2. BANCA DATI DOGANALE (TARIFFE DOGANALI NEL MONDO) 4 2.1. Registrarsi alla

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Vincenzo Pagano Dipartimento Sviluppo e Advisory Referente SIMEST Area Nord Est Vicenza,

Dettagli

SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero

SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero Gloria Targetti Dipartimento Promozione e Marketing Varese, 8 maggio 2009 Chi è SIMEST E la finanziaria del Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Annuario statistico 2014

Annuario statistico 2014 Annuario statistico 2014 Il Ministero degli Affari Esteri in cifre Ministero degli Affari Esteri Segreteria Generale Ufficio di Statistica MInISTERO DEGLI AFFARI ESTERI - AnnUARIO STATISTICO 2014 Detenuti

Dettagli

Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova. Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato

Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova. Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato 1 2 ITALIA: 61.016.804 (2011) VENETO: 4.937.854 (2011) PADOVA provincia: 934.216 (2011) PADOVA

Dettagli

Ordinanza 1 del DFF sul computo globale d imposta

Ordinanza 1 del DFF sul computo globale d imposta Ordinanza 1 del DFF sul computo globale d imposta Modifica del 15 settembre 2014 La Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali, visto l articolo 5 dell ordinanza 1 del DFF del 6 dicembre

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero (in gestione transitoria - ex Legge 214 del ) Gli imballaggi nel commercio estero Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento

Dettagli

Modifiche alla garanzia base di Dell. Formazione per partner EMEA Dicembre 2014

Modifiche alla garanzia base di Dell. Formazione per partner EMEA Dicembre 2014 Modifiche alla garanzia base di Dell Formazione per partner EMEA Dicembre 2014 Cosa cambia? A partire dal 1 Dicembre, cambieranno le modalità di erogazione della garanzia base, su specifici prodotti client

Dettagli

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Dott.ssa Monica Pazzini

Dettagli

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

Comunicazione Unificata

Comunicazione Unificata Comunicazione Unificata Comunicazione Unificata Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Comunicazione unificata Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende

Dettagli

SACE e le PMI: un rapporto consolidato. 12 Uffici sul territorio italiano. 8 Uffici Internazionali

SACE e le PMI: un rapporto consolidato. 12 Uffici sul territorio italiano. 8 Uffici Internazionali IL SISTEMA ITALIA DI SOSTEGNO ALL EXPORT SUI MERCATI EMERGENTI E PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA INDUSTRIALE ITALIANO DELLE RINNOVABILI E DELL EFFICIENZA Fiera Milano 7 maggio 2014 I processi

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE Dr. GIANCARLO BIANCHI Trade & Export Finance BANCA POPOLARE DI VICENZA Vicenza, 23 febbraio 2015 Un recente sondaggio ha evidenziato

Dettagli

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti INDICE Gli aspetti organizzativi dell indagine...1 I. Paesi partecipanti...1 II. Campionamento...2 III. Rapporti con le scuole...3 IV. Traduzione degli strumenti...4 V. Codifica delle risposte aperte...5

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Camera dei Deputati 5 Senato della Repubblica MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE PAGINA BIANCA Cam era dei D e p u ta ti - 7 - Senato della R epubblica Doc LXVII, n. 3 - Volume II Economia e finanze,

Dettagli

Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi

Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi Il ruolo di SIMEST nelle operazioni di export credit Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi Milano, 23 gennaio 2014 SIMEST Partner d impresa per la competizione globale Finanziaria

Dettagli

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V.

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Una forza trainante nelle assicurazioni del credito e delle cauzioni Atradius - page 1 Una partnership solida Con decenni di esperienza

Dettagli

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO è il cuore della filiera italiana del legno-arredo. Dal 1945 difendiamo il nostro saper fare, sosteniamo lo sviluppo delle nostre imprese, siamo

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012 SACE Point RISPOSTA IN TEMPO REALE VIA E-MAIL / TELEFONO O SU APPUNTAMENTO INOLTRO RICHIESTE DI INFORMAZIONI E SERVIZI ORGANIZZAZIONE CONGIUNTA DI EVENTI PROMOZIONALI SVILUPPO SINERGIE E NETWORKING CON

Dettagli

Soluzioni di credit management a misura d impresa Pag. 1. La presenza in Italia Pag. 3. I servizi assicurativi Pag. 4. La storia Pag.

Soluzioni di credit management a misura d impresa Pag. 1. La presenza in Italia Pag. 3. I servizi assicurativi Pag. 4. La storia Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Soluzioni di credit management a misura d impresa Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 3 I servizi assicurativi Pag. 4 La storia Pag. 7 I principali dati economico-finanziari

Dettagli

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business Global WorkPlace Solutions Creare vantaggio per il business Pronto per il business? E un lavoro duro essere un azienda globale di successo. Essere in prima linea richiede idee innovative, coraggio e impegno.

Dettagli

Convenzione Servizi di telefonia fissa e trasmissione dati. - lotti A - Servizi di telefonia fissa e connettività IP

Convenzione Servizi di telefonia fissa e trasmissione dati. - lotti A - Servizi di telefonia fissa e connettività IP trasmissione dati - lotti A - Listino (aggiornamento tariffe dal 1 gennaio 2007) 1. Servizio di telefonia di base e aggiuntivo 1.1. Telefonia di base Traffico telefonico Tariffe telefoniche originate Costo

Dettagli