Corso Avanzato di Formazione Professionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso Avanzato di Formazione Professionale"

Transcript

1 Corso Avanzato di Formazione Professionale GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI Diritto dei Contratti, Diritto Fallimentare e Crisi D impresa MODULO 1: Diritto dei Contratti DATA DI INIZIO: 31 gennaio 2015 Docente Ore Lezione Luogo 1. I CONTRATTI COMMERCIALI 2. I CONTRATTI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE E PER LA EROGAZIONE DI SERVIZI 3. I CONTRATTI PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI E CONTRATTI DI FINANZIAMENTO 16 Università di Roma Tor Vergata Aula P2 MODULO 2: Crisi d Impresa DATA DI INIZIO: 6 febbraio 2015 Dott. Fabio Miccio Docenti Ore Lezione Aula 1. LA CRISI ECONOMICO- FINANZIARIA 2. IL PIANO ATTESTATO EX ART. 67 L.F. 3. ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE 4. IL SOVRAINDEBITAMENTO DELLA PICCOLA IMPRESA 5. IL CONCORDATO PREVENTIVO 20 Università di Roma Tor Vergata Aula P2 MODULO 3: Diritto Fallimentare DATA DI INIZIO: 21 febbraio 2015 Presidente Sez. Fall. Tribunale di Velletri Dott. Stefano Scarafoni Ministero della Giustizia Docenti Ore Lezione Aula Dott. Stefano Cardinali 1. IL FALLIMENTO: PRESUPPOSTI E PROCEDIMENTO PREFALLIMENTARE 2. GLI ORGANI DELLA PROCEDURA FALLIMENTARE 3. AZIONI DI RESPONSABILITÀ 4. L INVENTARIO 5. I RAPPORTI GIURIDICI PEDENTI 6. ACCERTAMENTO DEL PASSIVO 7. REALIZZAZIONE DELL ATTIVO 8. ADEMPIMENTI FINALI E CONCORDATO FALLIMENTARE 40 Università di Roma Tor Vergata Aula P2 E- mail

2 MODULO 1 16 ORE DIRITTO DEI CONTRATTI 31 gennaio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 1: Diritto dei Contratti 1. I CONTRATTI COMMERCIALI 2. LINEAMENTI GENERALI a. Trattative precontrattuali accordo delle parti b. Contratto preliminare c. Elementi essenziali per la formazione del contratto 3. INVALIDITÀ DEL CONTRATTO a. Nullità e annullabilità: violenza, dolo, errore 4. RESCISSIONE E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 5. SIMULAZIONE 13 febbraio 2015 (Ore 9:00-18:00) MODULO 1: Diritto dei Contratti 1. I CONTRATTI a. Vendita b. Appalto c. Mandato 2. I CONTRATTI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE E PER LA EROGAZIONE DI SERVIZI a. Somministrazione b. Contratti di fornitura e distribuzione c. Contratto di assicurazione 14 febbraio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 1: Diritto dei Contratti 1. I CONTRATTI PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI E CONTRATTI DI FINANZIAMENTO a. Factoring, b. Cartolarizzazione c. Contratti bancari d. Leasing

3 MODULO 2 20 ORE CRISI D IMPRESA 6 febbraio 2015 (Ore 9:00-18:00) MODULO 2: Crisi d Impresa Dott. Fabio Miccio 1. LA CRISI ECONOMICO- FINANZIARIA DELL IMPRESA a. Lo squilibrio gestionale: Sintomatologia della crisi L individuazione delle cause della crisi b. Il piano di risanamento: Costruzione di un piano Analisi volumi Verifica ipotesi e analisi degli scenari c. Il controllo del piano di risanamento: Report periodici L analisi e la gestione degli scostamenti 2. IL PIANO ATTESTATO EX ART. 67 L.F. a. Natura giuridica del piano b. Contenuto e forma del piano c. I finanziamenti ed il ruolo degli istituti di credito d. La relazione del professionista e. I requisiti soggettivi del professionista f. La pubblicità del piano ed i vantaggi fiscali g. Gli effetti protettivi civili e penali dell attestazione h. Il problema del sindacato successivo del giudice sull attestazione del professionista i. Le linee guida sulla formazione del piano 3. ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE a. Soggetti legittimati. L estensione alle imprese agricole b. Accordi di risanamento e accordi di liquidazione c. I finanziamenti negli accordi di ristrutturazione d. L autorizzazione al pagamento dei crediti anteriori e. La relazione del professionista f. La responsabilità del professionista g. Presupposti di ammissibilità e procedimento. h. La transazione fiscale negli accordi di ristrutturazione. i. Effetto sospensivo delle azioni esecutive e cautelari j. Omologazione ed opposizione k. L anticipazione della protezione nella fase delle trattative 7 febbraio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 2: Crisi d Impresa 1. IL SOVRAINDEBITAMENTO DELLA PICCOLA IMPRESA a. Definizione di sovraindebitamento b. Soggetti interessati c. Presupposti di ammissibilità d. Formazione dell accordo e. Esecuzione e risoluzione

4 20 febbraio 2015 (Ore 9:00-18:00) MODULO 2: Crisi d Impresa 1. IL CONCORDATO PREVENTIVO Dal ricorso all ammissione Dott. Fabio Miccio a. Raffronto tra l istituto e gli altri strumenti di risoluzione della crisi di impresa b. I finanziamenti alla società in concordato. c. La prededuzione. d. Il ricorso per l ammissione, la proposta ai creditori, il piano concordatario e. Effetti della presentazione del ricorso, in generale e con particolare riferimento agli obblighi di legge in caso di riduzione o perdita del capitale sociale f. Il ricorso per ammissione con riserva di presentazione del piano g. Analisi delle problematiche di specifiche tipologie di piani concordatari h. I presupposti per l'ammissione i. La relazione di asseverazione j. Contenuto della relazione k. La disciplina dei crediti privilegiati e la sorte dei crediti non privilegiati. l. La formazione delle classi nel concordato. Modalità, vantaggi, profili di rischiosità. m. Il giudizio di ammissione alla procedura concordataria, con particolare riferimento alla valutazione giudiziale della fattibilità del piano 2. IL CONCORDATO PREVENTIVO Dall ammissione all omologazione (l esecuzione del concordato preventivo) a. L'accertamento di comportamenti fraudolenti dell'imprenditore e la revoca dell ammissione alla procedura ex art. 173 l.f. b. Lo scioglimento dai contratti pendenti c. La verifica dell'elenco dei creditori e debitori d. La convocazione dei creditori per l'adunanza ex art. 164 l.f. e. La redazione dell'inventario del patrimonio f. Il contenuto della relazione del commissario giudiziale g. Lo svolgimento dell adunanza h. Le maggioranze richieste, l'espressione del voto e l'approvazione: i. I creditori dissenzienti e le alternative praticabili j. Il giudizio di omologazione e le opposizioni k. L esecuzione del concordato preventivo

5 MODULO 3 40 ORE DIRITTO FALLIMENTARE 21 febbraio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. I PRESUPPOSTI DEL FALLIMENTO a. i requisiti per l assoggettamento al fallimento: soggettivo: l imprenditore commerciale oggettivo: lo stato d'insolvenza 2. IL PROCEDIMENTO PREFALLIMENTARE a. legittimazione a promuovere il procedimento; b. il rito camerale; c. i provvedimenti cautelari; d. la dichiarazione di fallimento, il decreto di rigetto, il decreto di archiviazione, la sentenza di incompetenza 27 febbraio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. GLI ORGANI DELLA PROCEDURA FALLIMENTARE a. Il Tribunale; b. Il Giudice Delegato; c. Il Comitato dei Creditori; d. Il Curatore Fallimentare 2. IL CURATORE FALLIMENTARE a. Requisiti, competenze e cause di incompatibilità; b. Adempimenti del curatore: i. La predisposizione della relazione ex art. 33 l.f. e la rendicontazione periodica; ii. Il reclamo contro gli atti del Curatore 27 febbraio 2015 (Ore 14:00-18:00) MODULO 3: Il Fallimento Dott. Stefano Cardinali 1. AZIONI DI RESPONSABLITÀ a. Le ipotesi di attivazione nei confronti degli organi sociali b. I rapporti con i procedimenti penali

6 28 febbraio 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. L INVENTARIO a. La formazione dell inventario b. La valutazione dell attivo c. Individuazione dei beni esclusi dalla massa fallimentare d. L'attività di custodia ed amministrazione delle attività fallimentari e. Le attività ripristinatorie e recuperatorie f. La chiusura del fallimento per insufficienza dell attivo 6 marzo 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento Dott. Stefano Scarafoni Ministero della Giustizia 1. I RAPPORTI GIURIDICI PENDENTI a. I contratti ineseguiti e lo scioglimento del vincolo contrattuale b. I contratti relativi a immobili da costruire c. Il contratto di locazione finanziaria e di immobili d. I rapporti bancari e finanziari e. La continuazione del contratto d'appalto 6 marzo 2015 (Ore 14:00-18:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. ACCERTAMENTO DEL PASSIVO a. La formazione dell'elenco dei creditori b. I crediti privilegiati, ipotecari, pignoratizi c. La formazione del progetto di stato passivo d. Le domande di rivendica e di restituzione di beni e. I debiti tributari e previdenziali f. L avviso ai creditori ed agli interessati g. L udienza di discussione h. L esecutività dello stato passivo e gli adempimenti successivi i. Le impugnazioni j. Le domande tardive

7 7 marzo 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. REALIZZAZIONE DELL ATTIVO a. Il programma di liquidazione: il contenuto minimo e la procedura b. La continuazione provvisoria dell'esercizio d'impresa (cenni) c. L'affitto d'azienda d. La vendita d'azienda e. La cedibilità dei crediti e delle azioni revocatorie f. La cessione dei beni immobili g. I crediti sorti nel corso della procedura h. Gli operatori esperti ausiliari per gli atti di liquidazione i. Le misure cautelari penali e la confisca 13 marzo 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. REVOCATORIA ORDINARIA E FALLIMENTARE a. L'azionabilità della revocatoria ordinaria b. I termini e i requisiti di azionabilità della pretesa revocatoria c. Le nuove esenzioni d. Le conseguenze e gli effetti dell'azione revocatoria e. Le azioni attivabili dai creditori per la propria tutela 13 marzo 2015 (Ore 14:00-18:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. GLI ADEMPIMENTI FINALI a. Relazione finale e rendicontazione dell'attività del Curatore b. La ripartizione finale dell'attivo c. La chiusura del fallimento 14 marzo 2015 (Ore 9:00-13:00) MODULO 3: Il Fallimento 1. CONCORDATO FALLIMENTARE a. I soggetti abilitati, il contenuto della proposta e gli effetti b. Il ruolo dei diversi organi concorsuali e le modalità per il computo dei voti: la redazione dell'elenco provvisorio dello stato passivo l'esame della proposta il parere del curatore sui risultati della liquidazione la relazione sull'esito del voto c. La risoluzione del concordato e gli effetti della riapertura del fallimento

GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA PROCEDURE CONCORSUALI

GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA PROCEDURE CONCORSUALI UNIPROF CONSORZIO Università degli Studi di Roma Tor Vergata O.D.C.E.C. di Roma Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato, nell ambito

Dettagli

Da una collaborazione tra: Tribunale di Ferrara Stru ura Dida ca Territoriale di Bologna Il Tribunale di Ferrara, la Struttura Didattica Territoriale di Bologna della Scuola Superiore della Magistratura,

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE dal 9 ottobre al 12 dicembre 2015 Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa Salone Gaspare Conigliaro - Viale Santa Panagia n.141/e I GIORNATA

Dettagli

IL CONCORDATO PREVENTIVO

IL CONCORDATO PREVENTIVO GIOVANNI LO CASCIO IL CONCORDATO PREVENTIVO SESTA EDIZIONE V \ MILANO - DOTT. A. GIUFFRfe EDITORE - 2007 INDICE Prefazione. CAPITOLO I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 1. Evoluzione del sistema normativo

Dettagli

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 Ordine degli Avvocati di Verona E un corso promosso dagli Ordini

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Milano, 27, 28 febbraio, 6, 7, 13, 14, 20, 27, 28 marzo, 17 aprile 2015 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con l obiettivo

Dettagli

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Forum srl organizza per il periodo Maggio/Luglio 2014 CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DIREZIONE SCIENTIFICA Cons. Fabrizio Di Marzio Magistrato

Dettagli

LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA IL CONCORDATO PREVENTIVO

LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA IL CONCORDATO PREVENTIVO LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA STEP 1: presentazione della domanda Presentazione al Tribunale competente dell istanza per accedere alla procedura di concordato

Dettagli

SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO

SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO Ottobre - Dicembre 2013 Il Seminario offre un ampia panoramica della procedura

Dettagli

MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE

MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE Pesaro, 16, 17, 23, 24 ottobre 2015 Obiettivi Il Master si propone di fornire un approfondito aggiornamento professionale in materia di procedura di fallimento. E destinato

Dettagli

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA SOMMARIO CAPITOLO 1 ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA 1. Le ragioni della gestione privatistica dell insolvenza... 1 1.1. I rischi della negoziazione privata dell insolvenza

Dettagli

ASSOCIAZIONE UNIJURIS

ASSOCIAZIONE UNIJURIS ASSOCIAZIONE UNIJURIS ILCASO.IT IL CONCORDATO PREVENTIVO CON RISERVA E CON CONTINUITA E CONTRATTI IN CORSO DI ESECUZIONE Gli incentivi alle procedure di composizione di crisi dell impresa Prof. Sido Bonfatti

Dettagli

UNIPROF Consorzio Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il:

UNIPROF Consorzio Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il: Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il: 1 I CORSO DI ALTA FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Dettagli

Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa

Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa Aggiornato al d.l. 83/2015 (c.d. decreto fallimenti) Vicenza dal 19 febbraio al 18 marzo 2016 Palazzo delle

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Modena, 23 settembre, 3, 10, 24 ottobre, 7, 14, 15, 21, 28 e 29 novembre 2014 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con

Dettagli

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART-TIME FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI 2014 TRENTESIMA EDIZIONE ----------------- LIVORNO NAPOLI SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer,

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento MASTER PART-TIME RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento Con il patrocinio di 2015 ----------------- REGGIO EMILIA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La

Dettagli

INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13. PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa

INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13. PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa INTRODUZIONE INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13 ANALISI PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa CAPITOLO 1 LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO DI RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE NELLE PROCEDURE DI

Dettagli

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase STRUMENTI DI SOLUZIONE DELLA CRISI D IMPRESA ALTERNATIVI AL FALLIMENTO Con la riforma del diritto fallimentare ad opera della l. n. 80 del

Dettagli

PROCEDURE CONCORSUALI

PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME PROCEDURE CONCORSUALI 2015 QUINTA EDIZIONE CARPI SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia

Dettagli

ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito

ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito ASSOCIAZIONE (#) (/) (#) (#) (#) (#) (#) (#) (#) LOGIN (#) (#) (#) Imprese soggette al fallimento artt. 1-14 6 ACCESSO RAPIDO ALLE SEZIONI - seleziona l'argomento della discussione te preferito IN EVIDENZA

Dettagli

Indice. Concordato preventivo (a cura di Massimo Ferro) pag. Elenco degli Autori. Presentazione. Capitolo Primo

Indice. Concordato preventivo (a cura di Massimo Ferro) pag. Elenco degli Autori. Presentazione. Capitolo Primo Indice Elenco degli Autori XI Presentazione Le procedure concorsuali riformate nelle interpretazioni giuridiche e nei dati aziendali delle imprese proponenti: l analisi dei primi quattro anni della riforma

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI (codice )

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI (codice ) Programma corso Pag 1 di 6 Ministero dell economia e delle finanze Scuola superiore dell economia e delle finanze Dipartimento delle scienze Tributarie Destinatari: partecipanti Corso CORSO DI ALTA FORMAZIONE

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione

L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione DOTT. ALBERTO GUIOTTO Bergamo, 5 febbraio 2013 STUDIO AGFM CONCORDATO PREVENTIVO E NUOVA

Dettagli

Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. 134/2012

Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. 134/2012 2 ottobre 2012 Practice Group: Restructuring & Bankruptcy Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. Di Andrea Pinto (A) Introduzione La Legge n. 134 del 7 agosto 2012, pubblicata sulla Gazzetta

Dettagli

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE SOMMARIO A - FALLIMENTO B - CONCORDATO FALLIMENTARE C - CONCORDATO PREVENTIVO D - LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

Dettagli

FOCUS. Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali. Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014

FOCUS. Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali. Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014 FOCUS Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014 Programma I incontro 21 novembre CONCORDATO PREVENTIVO Ricorso per l ammissione al concordato preventivo Concordato

Dettagli

IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI

IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI IL RECUPERO IVA SUI CREDITI INESIGIBILI 1 A R T. 2 6 D. P. R. 6 3 3 / 1 9 7 2 C O N D I Z I O N I T E R M I N I E M O N I T O R A G G I O W O R K S H O P GISI 8 O T T O B R E 2 0 1 4 Dott. Bellavite Pellegrini

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

RUOLO E RESPONSABILITÀ DELL ATTESTATORE. L Evoluzione delle Regole in tema di Crisi di Impresa 26 ottobre 2012 Stefania Chiaruttini

RUOLO E RESPONSABILITÀ DELL ATTESTATORE. L Evoluzione delle Regole in tema di Crisi di Impresa 26 ottobre 2012 Stefania Chiaruttini RUOLO E RESPONSABILITÀ DELL ATTESTATORE 1 LE NUOVE ATTESTAZIONI Attestazioni ai sensi dell art. 182 quinquies I comma: Finanziamenti prededucibili IV e V comma: Pagamento creditori anteriori Attestazioni

Dettagli

L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA

L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA Pubblicità L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA PIANO ATTESTATO DI RISANAMENTO Il piano attestato di risanamento può essere pubblicato nel r.i. su richiesta del debitore. CONCORDATO PREVENTIVO

Dettagli

IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi

IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi IL CONCORDATO PREVENTIVO Schema di sintesi Premessa. La pendenza della procedura di concordato preventivo non produce uno spossessamento del debitore ma soltanto una limitazione dei suoi poteri. Tale limitazione

Dettagli

LE VENDITE FALLIMENTARI E NEL CONCORDATO PREVENTIVO CON CESSIONE DI BENI

LE VENDITE FALLIMENTARI E NEL CONCORDATO PREVENTIVO CON CESSIONE DI BENI 1 LE VENDITE FALLIMENTARI E NEL CONCORDATO PREVENTIVO CON CESSIONE DI BENI Vendite fallimentari 2 Ante riforma (16.7.2006), solo vendite secondo il c.p.c.; vendite con incanto e vendite senza incanto;

Dettagli

TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile

TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile PRIMO GRUPPO Contratti atipici _1.43.101 Cessione di azienda

Dettagli

Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti

Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti La procedura di liberazione dai debiti per il consumatore dopo le modifiche della legge 179/2012: ecco come funziona

Dettagli

SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE

SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE Marco Aiello, L accordo di risanamento fondato sul piano attestato: la fattispecie e le prassi negoziali...

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA DOTT.SSA MARINA SCANDURRA Via Filippo Corridoni, 25 00195 Roma Tel. 06-3700077 Fax: 06-37352202 m.scandurra@dgsassociati.it Dati personali e istruzione Nata a Roma il 15 dicembre 1969, coniugata. Laureata,

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO CONTROLLI 1. Controllare attentamente che tutti i beni siano stati venduti, non ci siano crediti da riscuotere (eventualmente cederli e abbandonare quelli inesigibili)

Dettagli

Parte Prima LE OBBLIGAZIONI

Parte Prima LE OBBLIGAZIONI INDICE SOMMARIO Parte Prima LE OBBLIGAZIONI Capitolo I Le obbligazioni 1. La nozione di obbligazione.... 3 2. Le obbligazioni naturali.... 8 3. Complementarità e complessità delle posizioni... 10 4. La

Dettagli

Le soluzioni alternative al fallimento (Avv. Davide Guardamagna)

Le soluzioni alternative al fallimento (Avv. Davide Guardamagna) BPLG 9 maggio 2012 Indice degli argomenti Le soluzioni alternative al fallimento (Avv. Davide Guardamagna) Le conseguenze del fallimento Accordi per sovra-indebitamento Piani di risanamento attestati Accordi

Dettagli

INDICE. Capitolo I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE. Capitolo I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO indice vii INDICE Prefazione... v Capitolo I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 1. Evoluzionedelsistemanormativoconcorsuale... 1 2. Iconsorzibancari... 15 3. Consolidamentodeidebitidelleimpreseindustriali...

Dettagli

IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO

IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO Alla procedura di concordato preventivo possono accedere quei soggetti - già imprenditori commerciali privati non piccoli - cui è riservata la procedura di fallimento. Presupposto

Dettagli

Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale

Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale Avv. Paola Moreschini Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di

Dettagli

2. Ambito applicativo e requisiti di accesso alla nuova composizione della crisi

2. Ambito applicativo e requisiti di accesso alla nuova composizione della crisi SOVRAINDEBITAMENTO, LA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI PER IL DEBITORE NON SOGGETTO A PROCEDURE CONCORSUALI: LA LEGGE 27 GENNAIO 2012, N. 3 a cura di Marcello Pollio e Pietro Paolo Papaleo 1. Premessa

Dettagli

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine 1 Stato della persona e diritti della personalità 1.10.001 Interdizione 1.10.002 Inabilitazione 1.10.011 Diritti della personalità

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE www.pg.camcom.gov.it CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE MANUALE OPERATIVO PER GLI ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE IN MATERIA DI FALLIMENTO,

Dettagli

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI STEFANO TONETTI ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI / i CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2006 INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni Pag- XIII Capitolo Vrimo L'IVA NEL FALLIMENTO

Dettagli

Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO ODCEC Torino Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO 1 PREMESSA Quanto segue rappresenta una prima analisi della normativa. Tale analisi è stata necessariamente

Dettagli

Studio Legale Cavallaro

Studio Legale Cavallaro Avv. Giuseppe Cavallaro Abg. Giuseppe Santarpia Dott. Valerio Marino Dott. Simone Polce Dott. Lorenzo Schiaroli Dott. Luca Sulpizi Studio Legale Cavallaro PRESENTAZIONE Lo Studio Legale Cavallaro è composto

Dettagli

Avv. Marina Cordopatri

Avv. Marina Cordopatri Avv. Marina Cordopatri Dottore di Ricerca in Diritto Commerciale CURRICULUM VITAE FORMAZIONE 2014 Aggiudicataria dell incarico individuale di lavoro di natura autonoma per lo svolgimento di corsi di recupero

Dettagli

Concordato preventivo

Concordato preventivo Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre CONCORDATO PREVENTIVO 63 CAPITOLO 4 Concordato preventivo SOMMARIO I. Chi può proporlo e a quali condizioni. 324 II. Schema generale della procedura... 330 III. Piano di

Dettagli

I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO PREVENTIVO

I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO PREVENTIVO I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO LE PRINCIPALI TAPPE DI UN PROCESSO DI RISTRUTTURAZIONE 2 CRISI DI IMPRESA: L ACQUISIZIONE DI NUOVE RISORSE FINANZIARIE In vista del risanamento

Dettagli

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Art. 182bis e 182 ter R.D. 16 marzo 1942, n. 267 Paolo Bonolis Fabrizio Spagnolo Federico Raffaelli Roma, GLI ACCORDI EX ART. 182 BIS LEGGE FALLIMENTARE Istituto

Dettagli

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014 ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014 COMUNICAZIONI AI CREDITORI: I NUOVI ADEMPIMENTI TELEMATICI RIFERIMENTI NORMATIVI: PREMESSA: Art. 17 del D.L.

Dettagli

Circolare n. 14 del 30 settembre 2015. Novità per risanamenti aziendali e procedure concorsuali (DL 83/2015 convertito)

Circolare n. 14 del 30 settembre 2015. Novità per risanamenti aziendali e procedure concorsuali (DL 83/2015 convertito) Circolare n. 14 del 30 settembre 2015 Novità per risanamenti aziendali e procedure concorsuali (DL 83/2015 convertito) Indice 1. Premessa 2. Novità riguardanti il concordato preventivo 2.1. Proposta di

Dettagli

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B.1 (DELIBERAZIONI SULLE PERDITE DI SOCIETÀ SOGGETTA A CONCORDATO PREVENTIVO O AD ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI OMOLOGATI 1 pubbl.

Dettagli

ALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

ALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER Master di specializzazione IL PROFESSIONISTA DELLA CRISI D IMPRESA FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI ESECUZIONI IMMOBILIARI I Edizione 2015 ----------------- Lucca CON IL PATROCINIO ORDINE DEI

Dettagli

LE PROCEDURE CONCORSUALI

LE PROCEDURE CONCORSUALI Riassunto Anonimo trovato on line del terzo volume del Campobasso, capitolo LE PROCEDURE CONCORSUALI LE PROCEDURE CONCORSUALI L imprenditore, durante l esercizio della sua attività, può trovarsi in una

Dettagli

STUDIO MARNATI. Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net STUDIO MARNATI

STUDIO MARNATI. Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net STUDIO MARNATI Consulenza tributaria, societaria e crisi d impresa Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net 1 Premesse A partire dal 2008 le mutate condizioni economico finanziarie, che hanno prodotto una

Dettagli

LA TUTELA DEL SOSTEGNO CREDITIZIO ALLE IMPRESE IN CRISI: ISTRUZIONI PER L USO

LA TUTELA DEL SOSTEGNO CREDITIZIO ALLE IMPRESE IN CRISI: ISTRUZIONI PER L USO LA TUTELA DEL SOSTEGNO CREDITIZIO ALLE IMPRESE IN CRISI: ISTRUZIONI PER L USO di Giorgio Tarzia, Avvocato e professore Sommario: 1. Premessa - 2. Quali sono le impugnative non esperibili nel successivo

Dettagli

studio professionisti associati Dottori Commercialisti Revisori contabili

studio professionisti associati Dottori Commercialisti Revisori contabili IL FALLIMENTO E LE ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI dopo la riforma del DLGS 5/2006 DLGS 169/2007 - PARTE PRIMA- Aspetti legali Relatore: Avv. Massimiliano Mariani STUDIO LEGALE AMMV La crisi dell impresa Rimedi

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5 INDICE SOMMARIO Prefazione........................................................ pag. 5 Costituzione in mora del debitore 1. Lettera di convocazione per tentativo di definizione bonaria...» 21 2. Lettera

Dettagli

La Crisi da Sovraindebitamento

La Crisi da Sovraindebitamento La Crisi da Sovraindebitamento Procedure di composizione della crisi e ruolo del Gestore della crisi VIA DEL ROTOLO 42/A CATANIA LEGGE 27 GENNAIO 2012, N. 3 entrata in vigore delle modifiche: 18 gennaio

Dettagli

IL PATRIMONIO ATTIVO NEL FALLIMENTO

IL PATRIMONIO ATTIVO NEL FALLIMENTO TEORIA E PRATICA DEL DIRITTO SEZIONE II: DIRITTO COMMERCIALE 30 GIAN MARIO PERUGINI IL PATRIMONIO ATTIVO NEL FALLIMENTO IN BASE ALLE NUOVE LEGGI DI RIFORMA D.L 14 marzo 2005 n. 35, convertitö nella Legge

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento MASTER PART-TIME RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento 2015 ----------------- REGGIO EMILIA dal 27 Marzo al 15 Maggio 2015 Con il patrocinio di

Dettagli

Studio Galeotti Flori - Firenze. Dott. Stefano Berti

Studio Galeotti Flori - Firenze. Dott. Stefano Berti COMPIUTI NELL AMBITO DI PROCEDURE FALLIMENTARI ED I PROVVEDIMENTI DI AGGIUDICAZIONE, ANCHE IN SEDE DI SCIOGLIMENTO DI COMUNIONI; LA TASSAZIONE DEGLI EVENTUALI CONGUAGLI Firenze, 25 marzo 2015 1 IMPOSTA

Dettagli

Concordato Preventivo: risoluzione e annullamento

Concordato Preventivo: risoluzione e annullamento Inserire testo Inserire testo Concordato Preventivo: risoluzione e annullamento La risoluzione per inadempimento e l annullamento del Concordato dopo l omologa A cura dell Avv. Simona Cardillo LA RISOLUZIONE

Dettagli

InDIce DIScIplIne giuridiche la mediazione e il mandato la mediazione e il mandato introduzione al diritto introduzione al diritto

InDIce DIScIplIne giuridiche la mediazione e il mandato la mediazione e il mandato introduzione al diritto introduzione al diritto Indice Parte Prima Discipline giuridiche Capitolo Primo: La mediazione e il mandato 1. La mediazione... Pag. 7 2. Quadro legislativo sulla mediazione...» 12 3. La L. 3 febbraio 1989, n. 39 e la nuova procedura

Dettagli

LA FASE ESECUTIVA POST OMOLOGA DEL PIANO CONCORDATARIO

LA FASE ESECUTIVA POST OMOLOGA DEL PIANO CONCORDATARIO LA FASE ESECUTIVA POST OMOLOGA DEL PIANO CONCORDATARIO di Francesco Pedoja (Presidente del Tribunale di Pordenone) SOMMARIO: 1. La liquidazione post omologa ex art.182 L.F.. 2. I piani cd. Chiusi 3. Alcune

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE CORSO DI FORMAZIONE La Riforma della Legge Fallimentare nei suoi aspetti pratici 3 a giornata Venerdì 19 Maggio 2006 Esercitazioni

Dettagli

Prof. A. Uricchio-Dott. A. Morelli-Prof.B.Notarnicola- Dott. C.D. Latorre-Dott.V. Montanaro- Commercialista Taranto. Commercialista Taranto

Prof. A. Uricchio-Dott. A. Morelli-Prof.B.Notarnicola- Dott. C.D. Latorre-Dott.V. Montanaro- Commercialista Taranto. Commercialista Taranto ANNUALITA' DEL CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE PER L'ESAME DI ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTT. COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI Lezione Data Argomento Docente 1 24-set INAUGURAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO. 20 settembre 2013. education

PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO. 20 settembre 2013. education PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO 20 settembre 2013 education GESTIONE DEL FALLIMENTO E STRUMENTI PER RISANARE E RILANCIARE L AZIENDA Un aggiornamento su tutti gli strumenti introdotti dalla Legge Fallimentare

Dettagli

Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito

Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito RUOLO DEI PROCEDIMENTI SPECIALI SOMMARI 0.10.001 PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE ANTE CAUSAM (PROCEDIMENTI CAUTELARI ANTE

Dettagli

DALLA CRISI AL RILANCIO DELL IMPRESA

DALLA CRISI AL RILANCIO DELL IMPRESA DALLA CRISI AL RILANCIO DELL IMPRESA a cura degli avv.ti Francesco Autelitano, Giacinto Favalli, Giorgio Molteni, Claudio Ponari Vittorio Provera e Carlo Uccella, Trifirò & Partners Avvocati Le azioni

Dettagli

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte)

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte) Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte) http://www.commercialistatelematico.com/nuoviarticoli/private/43517... 1 di 6 23/06/2010 12:39 A-PDF Merger DEMO : Purchase from www.a-pdf.com to

Dettagli

Corso di aggiornamento. Verona, 26 maggio 2016

Corso di aggiornamento. Verona, 26 maggio 2016 Corso di aggiornamento Aspetti legali del recupero dei crediti dei clienti e degli avvocati Verona, 26 maggio 2016 Obiettivi Il corso ha la finalità, in un momento ormai strutturale di crisi economica,

Dettagli

GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI NELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENARE

GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI NELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENARE GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI NELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENARE Sommario: - 1. La natura dell istituto e i presupporti. 1.1. La natura dell istituto. 1.2. Rapporto con il concordato preventivo.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCOLARO LAURA Indirizzo VIA S. SEBASTIANO, 14 98122 MESSINA VIA G. MATTEOTTI, 17 98060 OLIVERI (ME) Telefono

Dettagli

Gli Accordi di Ristrutturazione dei debiti ex art. 182 BIS L.F. a cura di Avv. Giuseppe de Filippo Avv. Elena Garda Art. 182 bis L.F. I comma L imprenditore in stato di crisi può domandare, depositando

Dettagli

TABELLA DEGLI ATTI SOGGETTA A TRASCRIZIONE ATTI TRA VIVI 100 Atto tra vivi 101 Affrancazione 102 Anticresi 103 Assegnazione a socio di cooperativa

TABELLA DEGLI ATTI SOGGETTA A TRASCRIZIONE ATTI TRA VIVI 100 Atto tra vivi 101 Affrancazione 102 Anticresi 103 Assegnazione a socio di cooperativa TABELLA DEGLI ATTI SOGGETTA A TRASCRIZIONE ATTI TRA VIVI 100 Atto tra vivi 101 Affrancazione 102 Anticresi 103 Assegnazione a socio di cooperativa edilizia 104 Assegnazione a socio per scioglimento di

Dettagli

Ultime novità legislative in materia di restructuring

Ultime novità legislative in materia di restructuring Ultime novità legislative in materia di restructuring A sei anni dall ultima riforma del diritto fallimentare sono state approvate e stanno per entrare in vigore nuove norme destinate a disciplinare le

Dettagli

Modifiche apportate al testo della Legge Fallimentare

Modifiche apportate al testo della Legge Fallimentare Modifiche apportate al testo della Legge Fallimentare Le novità (Agosto 2012) sono indicate nel testo in grassetto. Art. 67. Atti a titolo oneroso, pagamenti, garanzie Sono revocati, salvo che l'altra

Dettagli

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI Milano, 15 settembre 2009 Dott. Matteo Durola INDICE Introduzione Il piano di risanamento ex

Dettagli

Art. 2901 - Condizioni

Art. 2901 - Condizioni Art. 2901 - Condizioni [I]. Il creditore, anche se il credito è soggetto a condizione o a termine, può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio

Dettagli

Il Commissario Giudiziale ed il ruolo del Giudice Delegato. Genova 21 marzo 2014 La gestione della crisi d impresa

Il Commissario Giudiziale ed il ruolo del Giudice Delegato. Genova 21 marzo 2014 La gestione della crisi d impresa Il Commissario Giudiziale ed il ruolo del Giudice Delegato Genova 21 marzo 2014 La gestione della crisi d impresa Dott. Daniele Bianchi Dott. Marco Abbondanza Premessa Il nuovo c.p. dopo la riforma (2005-2007)

Dettagli

CORSO PER GIOVANI CURATORI FALLIMENTARI

CORSO PER GIOVANI CURATORI FALLIMENTARI in collaborazione con e con il patrocinio di CORSO PER GIOVANI CURATORI FALLIMENTARI L obiettivo del corso è quello di formare a 360 i giovani commercialisti, giovani avvocati e tirocinanti, che aspirano

Dettagli

INDICE SOMMARIO TOMO I. Capitolo 1 IL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DEI CREDITI. ASPETTI GENERALI

INDICE SOMMARIO TOMO I. Capitolo 1 IL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DEI CREDITI. ASPETTI GENERALI XI TOMO I Prefazione dis.bonfattiep.f.censoni... Gli autori... VII IX Capitolo 1 IL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DEI CREDITI. ASPETTI GENERALI 1. Ilfallimento:naturaedeffetti... 1 2. Ilprocedimentodiaccertamentodelpassivo:funzionienaturagiuridica...

Dettagli

NEWSLETTER N 7/12 DECRETO SVILUPPO: NUOVI STRUMENTI PER IL SUPERAMENTO DELLA CRISI D IMPRESA

NEWSLETTER N 7/12 DECRETO SVILUPPO: NUOVI STRUMENTI PER IL SUPERAMENTO DELLA CRISI D IMPRESA NEWSLETTER N 7/12 DECRETO SVILUPPO: NUOVI STRUMENTI PER IL SUPERAMENTO DELLA CRISI D IMPRESA Riferimenti: - D.L. 22 giugno 2012, n 83 (Decreto Sviluppo) convertito dalla legge 7 agosto 2012, n 134: art.33

Dettagli

GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI

GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI RACCOLTA SISTEMATICA DIGIURISPRUDENZACOMMENTATA 45 Fondata da MARIO ROTOMDI Diretta da GIULIO LEVI LAURA BONACINA GLIEFFETTIDELLA SENTENZA DICHIARATIVA DIFALLIMENTO NEICONFRONTIDEICREDITORI MILANO - DOTT.

Dettagli

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE DECRETO

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE DECRETO Tribunale di Roma, Sez. Fall., 24 maggio 2012 così composto: IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE dott. Marco Vannucci dott. Giuseppe Di Salvo dott. Aldo Ruggiero Presidente Giudice Giudice rel. riunito

Dettagli

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO MASTER IN COLLABORAZIONE CON:

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO MASTER IN COLLABORAZIONE CON: IPSOA MASTER RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI 36 ORE FORMATIVE IN COLLABORAZIONE

Dettagli

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO INDICE-SOMMARIO XI PREFAZIONE Capitolo Primo IL CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO 1 Presentazione 2 1.1. Diritto privato e diritto pubblico 5 1.2. Fonti del diritto privato 6 1.3. La Costituzione

Dettagli

Domanda di concordato. Introduzione. Concordato Preventivo

Domanda di concordato. Introduzione. Concordato Preventivo 21 giugno 2012 Modifiche apportate dal c.d. Decreto Legge Crescita alla disciplina del concordato preventivo e degli accordi di di Alberto Picciau, Andrea Pinto (A) Introduzione Il c.d. Decreto Legge Crescita,

Dettagli

PRINCIPALI NORME IN MATERIA DI FALLIMENTO E LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DI SOCIETÀ COOPERATIVE --- CODICE CIVILE

PRINCIPALI NORME IN MATERIA DI FALLIMENTO E LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DI SOCIETÀ COOPERATIVE --- CODICE CIVILE PRINCIPALI NORME IN MATERIA DI FALLIMENTO E LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DI SOCIETÀ COOPERATIVE --- CODICE CIVILE Art. 2545 terdecies Insolvenza In caso di insolvenza le cooperative che svolgono

Dettagli

Avvocato ROBERTO FATTORI

Avvocato ROBERTO FATTORI GLI ATTI E GLI ACCORDI PER EVITARE IL FALLIMENTO DELL IMPRESA IN CRISI: I PIANI ATTESTATI DI RISANAMENTO E GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI NELLE RECENTI RIFORME DELLA LEGGE FALLIMENTARE Premessa

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI. GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI. GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI IPSOA MASTER RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI IN

Dettagli