Risparmio energetico SNS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risparmio energetico SNS"

Transcript

1 Risparmio energetico SNS Servizio Programmazione, Valutazione e Controllo 1

2 SOMMARIO Metodologia... 3 Questionario... 5 INFOrmazioni generali... 7 Uso di apparecchiature Abitudini e sensibilità ambientali Comfort Comportamenti utenti Giudizio generale Ciclo smaltimento rifiuti Grafico 1 Rispondenti per fasce di età e sesso... 7 Grafico 2 Titolo di studio... 7 Grafico 3 rispondenti per categoria... 8 Grafico 4 Sede di lavoro o luogo di residenza... 9 Grafico 5 Mezzo per raggiungere il luogo di lavoro/studio... 9 Grafico 6 Frequenza negli ambienti della scuola Grafico 7 Livello di comfort - temperatura per sede Grafico 8 Livello di comfort illuminazione per sede Grafico 9 LIVELLO DI COMFORT ventilazione PER SEDE Grafico 10 LIVELLO DI COMFORT - aperture esterne per sede Grafico 11 Restrizioni al controllo - TEMPERATURA PER SEDE Grafico 12 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - illuminazione PER SEDE Grafico 13 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - ventilazione PER SEDE Grafico 14 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - aperture esterne PER SEDE Grafico 15 - Livello di confidenza strumenti informatici Grafico 16 - Ore medie giornaliere di utilizzo dispositivi informatici Grafico 17 - importanza del risparmio energetico per categoria Grafico 18 utilizzo di energia in modo efficiente per categoria Grafico 19 Utilizzo dell'energia in modo efficiente per palazzo

3 METODOLOGIA Il questionario Risparmio energetico è stato proposto ed elaborato da un gruppo di lavoro interno alla Scuola. I risultati ottenuti saranno la base per l avvio di progetti di sostenibilità ambientale e risparmio energetico. Il questionario è stato inviato a tutti coloro che lavorano e gravitano nei locali della Scuola; aule, uffici, laboratori e collegi. La platea di riferimento è piuttosto ampia e comprende professori, ricercatori, allievi del corso ordinario e del corso di perfezionamento, borsisti, assegnisti e personale tecnico e amministrativo, per un totale di 883 unità. Ha risposto il 35,8% del campione. La somministrazione dei questionari si è svolta attraverso l applicativo on-line open source LimeSurvey, già conosciuto dal personale della Scuola. La platea ha ricevuto nella casella di posta elettronica istituzionale un invito di partecipazione all indagine con esplicitate le finalità e le modalità per accedere alla compilazione del questionario. La rilevazione e l elaborazione dei dati sono anonime. Il questionario era articolato in sette sezioni: informazioni generali uso di apparecchiature abitudini e sensibilità ambientale comfort comportamento utenti giudizio generale ciclo smaltimento rifiuti ed era formato da 54 domande. La prima sezione Informazioni generali intende verificare i luoghi abituali di lavoro e il livello di comfort in termini di temperatura, illuminazione, ventilazione e presenza di aperture esterne. La seconda sezione Uso di apparecchiature monitora gli usi e le abitudini nell utilizzo delle apparecchiature informatiche (pc, stampante, scanner). La terza sezione Abitudini e sensibilità ambientale verifica la propensione dei diversi soggetti per le questioni ambientali e il risparmio energetico; importante è l adozione di comportamenti volti al risparmio energetico e la propensione a modificare il proprio stile di vita negli ambienti di lavoro per ottenere un significativo risparmio energetico. L individuazione di sprechi energetici e di possibili soluzioni per eliminarli, concludono la sezione. 3

4 La quarta sezione Comfort scende nel dettaglio dei singoli ambienti e indaga la percezione in termini temperatura, ventilazione, qualità dell aria e illuminazione dei diversi palazzi della Scuola. La quinta Comportamento utenti e la sesta Giudizio generale intendono invece, partendo dalle percezioni dei singoli, verificare quali siano le abitudini per adattare le condizioni ambientali dei luoghi della Scuola alle esigenze lavorative. L ultima sezione Ciclo smaltimento rifiuti verifica la sensibilità dei rispondenti per le tematiche legate al riciclo e alle possibilità che la Scuola offre perché tale pratica sia condotta nel migliore possibile dei modi.. 4

5 QUESTIONARIO Informazioni generali Età Sesso Titolo di studio Categoria utente Sede di lavoro o luogo di residenza Con quel mezzo si reca abitualmente in tale sede Orario abituale di presenza Quante ore sta in collegio? Dove trascorre più tempo durante l'orario di lavoro? Può scegliere il livello di comfort nel luogo di lavoro abituale per ognuno dei parametri sottoelencati? [temperatura, illuminazione, ventilazione, aperture esterne] Indichi le restrizioni al controllo dei parametri sotto elencati [temperatura, illuminazione, ventilazione, aperture esterne] Uso di apparecchiature Livello di confidenza con gli strumenti informatici (pc, tablet, smartphone...) Usa abitualmente un pc, un tablet o uno smartphone? Apparecchiature maggiormente utilizzate nell'ambiente di lavoro Ore giornaliere di utilizzo Abitudini e sensibilità ambientale È preoccupato per le questioni ambientali? Quanto è importante per lei il risparmio energetico? Adotta abitualmente dei comportamenti volti al risparmio energetico? Sarebbe disposto a modificare il proprio stile di vita per fare un uso più efficiente dell'energia? Quanto l'energia, nel suo ambito lavorativo, viene utilizzata in modo efficiente? Che tipo di accorgimenti immaginerebbe per ottenere dei risparmi di energia nel suo luogo di lavoro? In inverno quanto ritiene accettabile questi range di temperatura? [15-17 C/18-20 C/21-23 C/24-26 C] Quale temperatura giudica ottimale in inverno? In estate quanto ritiene accettabile questi range di temperatura? [20-22 /23-25 C/26-28 C/29-31 C] Quale temperatura giudica ottimale in estate? A suo avviso, nell'edificio in cui lavora, dove si concentrano gli sprechi di energia? Come interverrebbe per eliminarli? Comfort Temperatura percepita nei diversi ambienti della Scuola in inverno Temperatura percepita nei diversi ambienti della Scuola in estate Come giudica la ventilazione nel luoghi di lavoro abituale? Qualità dell'aria nel luogo di lavoro Illuminazione nei luoghi della Scuola Controlla spesso la temperatura manualmente o apre le finestre? A suo giudizio quanto il sistema di regolazione della temperatura presente nei luoghi di lavoro da lei frequentati risulta efficiente? Apre le finestre quando la qualità dell'aria è scadente? Apre le finestre quando è troppo caldo? 5

6 Spegne spesso la luce quando non c'è nessuno nella stanza Spegne spesso la luce quando c'è abbastanza luce naturale? Giudizio generale Quali sono i problemi principali legati al comfort ed al microclima negli ambienti? Quali cambiamenti adotterebbe per migliorare il comfort negli ambienti di lavoro? Vorrebbe poter scegliere la temperatura degli ambienti mediante un dispositivo elettronico (pc, tablet, smartphone...) Pensa che l'utilizzo di dispositivi informatici potrebbe aiutare nel risparmio energetico? Ciclo smaltimento rifiuti Qual è la sua sensibilità sulle tematiche del ciclo smaltimento rifiuti? Importanza delle seguenti motivazioni per la minimizzazione ed il riciclo dei rifiuti [Conservazioni delle risorse naturali, aiuto a migliorare la qualità dell'ambiente, effetto della campagna di sensibilizzazione della Scuola, incoraggiamento da parte di colleghi/amici riduzione del proprio impatto ecologico, non richiede troppo tempo per farlo, fiducia nella filiera del riciclo] Conosce le basi della raccolta differenziata? Nell'edificio dove lavora viene effettuata la raccolta differenziata dei rifiuti? Se ha risposto in maniera affermativa alla domanda precedente, su quali tipologie di rifiuti? Se ci sono altre tipologie di rifiuti può specificare Quali dei seguenti rifiuti potrebbero essere riusati/riciclati alla Scuola? Quanto spesso ricicla? Quale tra i seguenti, secondo lei, sarebbe un metodo di comunicazione efficace per incoraggiare la sua partecipazione nel riciclo? Indichi quanto è d'accordo con le seguenti affermazioni [Nei locali della Scuola ci sono adeguate postazioni di riciclo, Riciclerei di più se sapessi cosa succede al presunto materiale riciclabile una volta che è stato raccolto, Riciclerei di più se avessi maggiori feedback su quanto è efficace il mio sforzo, riciclerei di più se avessi maggiori informazioni sul beneficio del riciclo, riciclerei di più se avessi maggiori informazioni su che cosa è riciclabile, non sono interessato a riciclare] Crede che la SNS debba migliorare la propria sensibilità verso il ciclo di smaltimento rifiuti? Che cosa suggerisce in tal senso? 6

7 INFORMAZIONI GENERALI Il campione di riferimento era composto da 883 unità. Hanno risposto all invito di partecipazione alla rilevazione 316 unità distribuite per età, titolo di studio e categoria di appartenenza così come da grafici n. 1, 2 e 3) pari al 35,8% del campione. I risultati possono quindi ritenersi statisticamente rappresentativi. Età GRAFICO 1 RISPONDENTI PER FASCE DI ETÀ E SESSO 40,0% 30,0% 16,8% 20,0% M 21,5% 11,1% F 10,0% 0,0% 9,5% 16,8% 10,1% 5,4% 6,3% 1,6% 0,9% Titolo di studio GRAFICO 2 TITOLO DI STUDIO 40,0% 40,8% 30,0% 29,7% 25,3% 20,0% 10,0% 0,0% laurea post lauream licenza superiore 3,8% licenza media 0,3% licenza elementare 7

8 Categoria utenti GRAFICO 3 RISPONDENTI PER CATEGORIA TABELLA 1 PERCENTUALE DI RISPONDENTI PER CATEGORIA SUL TOTALE DEL CAMPIONE pta 56% professori (ordinari e associati) 44,8% ricercatori (di ruolo e t.d.) 42,4% allievi perfezionandi 32,06% assegnisti 29,1% allievi ordinari 23,2% borsisti 20% 8

9 Sede di lavoro o luogo di residenza GRAFICO 4 SEDE DI LAVORO O LUOGO DI RESIDENZA Con quale mezzo si reca abitualmente in tale sede? GRAFICO 5 MEZZO PER RAGGIUNGERE IL LUOGO DI LAVORO/STUDIO 45% 44,3% 40% 35% 30% 30,1% 25% 20% 15% 10% 5% 13,6% 12,0% 0% a piedi in bici in macchina mezzi pubblici 9

10 Orario abituale di presenza (riservata a pta, professori, ricercatori, assegnisti, borsisti) Gli orari di presenza delle categorie indicate sono abbastanza uniformi e sono così distribuiti: TABELLA 2 FASCE ORARIA DI ENTRATA n. unità 08:00 09: :30 10: :00 11:00 3 TABELLA 3 FASCE ORARIA DI USCITA n. unità 13:30 14: :00 17: :00 19: :45 20:00 13 Quante ore sta in collegio (riservata agli allievi del corso ordinario; hanno risposto 45 unità). tempo medio giornaliero trascorso in collegio 11,6 ore Dove trascorre più tempo durante l orario di lavoro? GRAFICO 6 FREQUENZA NEGLI AMBIENTI DELLA SCUOLA 40% 30% 33,9% 33,9% 32,3% 20% 10% 0% vari ambienti SNS dello stesso edificio vari ambienti SNS in edifici diversi ambiente unico SNS Livello di comfort nel luogo di lavoro abituale per ognuno i seguenti parametri media generale: scala da 1 (molto negativo) a 4 (molto positivo) TABELLA 4 LIVELLO DI COMFORT NEL LUOGO DI LAVORO/STUDIO parametro livello di comfort temperatura 2,7 illuminazione 2,9 ventilazione 2,7 aperture esterne 2,9 10

11 GRAFICO 7 LIVELLO DI COMFORT - TEMPERATURA PER SEDE GRAFICO 8 LIVELLO DI COMFORT ILLUMINAZIONE PER SEDE

12 GRAFICO 9 LIVELLO DI COMFORT VENTILAZIONE PER SEDE GRAFICO 10 LIVELLO DI COMFORT - APERTURE ESTERNE PER SEDE

13 Restrizioni al controllo dei seguenti parametri (scala da 1 a 4) TABELLA 5 RESTRIZIONI AL CONTROLLO parametro livello di comfort temperatura 2,1 illuminazione 2,7 ventilazione 2,4 aperture esterne 2,8 GRAFICO 11 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - TEMPERATURA PER SEDE

14 GRAFICO 12 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - ILLUMINAZIONE PER SEDE GRAFICO 13 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - VENTILAZIONE PER SEDE

15 GRAFICO 14 RESTRIZIONI AL CONTROLLO - APERTURE ESTERNE PER SEDE

16 USO DI APPARECCHIATURE Livello di confidenza con gli strumenti informatici (pc, tablet, smartphone ) GRAFICO 15 - LIVELLO DI CONFIDENZA STRUMENTI INFORMATICI ottimo buono sufficiente insufficiente 1 Usa abitualmente un pc, un tablet o uno smartphone? TABELLA 6 USO ABITUALE DI PC, TABLET, SMARTPHONE si ,4% no 5 1,6% Apparecchio maggiormente utilizzato nell ambiente di lavoro (numero di apparecchiature usate) TABELLA 7 APPARECCHIATURE MAGGIORMENTE UTILIZZATE pc 1,4 stampante 1,2 scanner 0,6 16

17 Ore giornaliere di utilizzo(utilizzo medio) per unità GRAFICO 16 - ORE MEDIE GIORNALIERE DI UTILIZZO DISPOSITIVI INFORMATICI pc stampante fotocopiatrice 0-4 ore >4 ore 17

18 ABITUDINI E SENSIBILITÀ AMBIENTALI È preoccupato per le questioni ambientali? si no non so Quanto è importante per lei il risparmio energetico? (giudizio medio: scala da 1 a 4) Importanza risparmio energetico 3,6 GRAFICO 17 - IMPORTANZA DEL RISPARMIO ENERGETICO PER CATEGORIA 4 3 3,7 3,7 3,5 3,5 3,4 3,

19 Adotta abitualmente dei comportamenti volti al risparmio energetico? si no si no professori 12 1 ricercatori 25 3 assegnisti 28 4 allievi corso ordinario 56 7 allievi corso perfezionamento 56 3 borsisti 1 0 personale tecnico amministrativo Sarebbe disposto a modificare il proprio stile di vita per fare un uso più efficiente dell'energia? si no non so si no non so professori ricercatori assegnisti allievi corso ordinario allievi corso perfezionamento 51-8 borsisti 0-1 personale tecnico amministrativo

20 Quanto l'energia, nel suo ambito lavorativo, viene utilizzata in modo efficiente? (giudizio medio: scala da 1 a 4) Utilizzo dell energia in modo efficiente 2,3 GRAFICO 18 UTILIZZO DI ENERGIA IN MODO EFFICIENTE PER CATEGORIA ,5 2,5 2,3 2,3 2,3 2, GRAFICO 19 UTILIZZO DELL'ENERGIA IN MODO EFFICIENTE PER PALAZZO

21 Che tipo di accorgimenti immaginerebbe per ottenere dei risparmi di energia nel suo luogo di lavoro? Gli accorgimenti indicati dai rispondenti sono così raccolti: Maggior controllo nell utilizzo del riscaldamento/raffreddamento degli ambienti ad esempio attraverso il miglioramento dell isolamento termico degli infissi. Gli utenti indicano genericamente la possibilità di intervenire sulla regolazione della temperatura, ad esempio, potendo abbassarla durante l inverno. Infatti molto spesso la temperatura nei diversi ambienti è troppo alta e per abbassarla si si ricorre all apertura degli infissi. Maggior controllo nell illuminazione degli ambienti della Scuola e dei collegi predisponendo temporizzatori e sensori che spengano le luci quando i vari ambienti sono vuoti. Ridurre l illuminazione notturna nei palazzi della Scuola e nei collegi. Utilizzo di luci a led. Utilizzo di lampade a risparmio energetico. Vietare l'uso di qualsiasi apparecchiatura e accessorio non legato all'attività lavorativa Maggior utilizzo della luce naturale negli edifici della Scuola con molte aperture Monitorare attentamente la pesa per riscaldamento/illuminazione Revisione degli impianti elettrico e di riscaldamento ormai obsoleti Implementare fonti di energia rinnovabile Potenziare il servizio di raccolta differenziata predisponendo punti di raccolta nei palazzi della Scuola ma soprattutto nei collegi Potenziare la raccolta differenziata e implementare l utilizzo di carta riciclata Spegnimento dei dispositivi nei periodi di non utilizzo prolungato (ad es. la notte) Politica di sensibilizzazione volta a indurre comportamenti corretti nel valutare un uso razionale delle risorse energetiche sia per il personale che per gli allievi Interventi mirati: Palazzone di Cortona: sarebbe opportuno intervenire nell'impianto termico per poter attivare anche solo una piccola zona limitata senza doverlo accendere completamente come avviene adesso Biblioteca: limitare l'abuso di luci e lampade in luoghi come la biblioteca, dove la prassi di tenere accese una o più lampade per tavolo anche quando le condizioni di illuminazione esterna non lo richiedono Palazzo della Carovana: ridurre l illuminazione dei corridoi dopo le 21 Palazzo d Ancona: spegnere l illuminazione notturna dove non necessaria Collegi: spegnere l illuminazione notturna dove non necessaria (luoghi comuni e corridoi); abbassare la temperatura dell impianto di riscaldamento; limitare l uso dell asciugatrice; sensibilizzare gli allievi a spegnere la luce quando non in stanza Mensa: maggior attenzione alla regolazione della temperatura soprattutto dei climatizzatori nel periodo estivo 21

22 Range di temperatura ritenuti accettabili durante l inverno (giudizio medio: scala da 1 a 4) range giudizio medio C 1, C 3, C 2, C 1,6 Quale temperatura giudica ottimale in inverno? range n di unità % C 80 25,3% C ,7% C 11 3,5% C 2 0,6% Range di temperatura ritenuti accettabili durante l estate (giudizio medio: scala da 1 a 4) range giudizio medio C 2, C 3, C 2, C 1,5 Quale temperatura giudica ottimale in estate? range n. di unità % ,6% ,6% ,5% ,9% ,7% ,3% 22

23 A suo avviso, nell'edificio in cui lavora, dove si concentrano gli sprechi di energia? Palazzo della Carovana Palazzo del Castelletto Palazzo del Capitano Palazzo della Canonica Palazzo dell Orologio Palazzo Puteano Palazzo d Ancona Compendio di San Silvestro Coll. Fermi Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno (negli spazi comuni, corridoi, aule e uffici )anche quando vuoti e nelle ore notturne; situazioni frequenti di riscaldamento eccessivo durante l inverno, climatizzazione eccessiva durante l estate e finestre aperte; dispersione termica eccessiva dovuta soprattutto agli infissi e alla struttura del palazzo; dispositivi elettronici accesi anche quando inutilizzati Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno; riscaldamento eccessivo e ridotte possibilità di controllo della ; porte di comunicazione con l esterno e tra i diversi ambienti sempre aperte; dispositivi elettronici accesi anche quando inutilizzati Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno; riscaldamento eccessivo e utilizzo inappropriato di stufette e altri dispositivi Illuminazione eccessiva soprattutto in pieno giorno; riscaldamento eccessivo; dispersione termica a causa degli infissi vecchi; apparecchiature accese anche quando non utilizzate; consumo eccessivo di carta e toner Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno; riscaldamento eccessivo in inverno e climatizzazione in estate Riscaldamento e climatizzazione eccessiva Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno nei corridoi e negli spazi comuni; riscaldamento invernale e climatizzazione estiva eccessivi; apparecchiature elettroniche accese anche se inutilizzate Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno Illuminazione eccessiva soprattutto durante il giorno e negli spazi comuni anche se vuoti; riscaldamento e climatizzazione eccessivi con apertura degli infissi 23

24 Come interverrebbe per eliminarli? Ottimizzare l utilizzo dell illuminazione soprattutto durante il giorno; utilizzo di timer e sensori di prossimità per lo l accensione/spegnimento automatico delle luci; spegnere le luci nei luoghi comuni (cortili dei collegi e Palazzo d Ancona e palazzo della Carovana) nelle ore notturne Regolare il riscaldamento/raffreddamento degli ambienti SNS a livelli standard; migliorare la qualità degli infissi; maggior controllo nella regolazione della temperatura nei diversi ambienti; abbassare la temperatura nei locali della mensa; sostituire l impianto di riscaldamento con pompe di calore; migliorare la coibentazione degli edifici seppure con tutti i vincoli legati alla loro storicità; accendere il riscaldamento a fasce orarie Sensibilizzare gli utenti ad un utilizzo più consapevole delle risorse messe a diposizione; semplici accorgimenti come quello di chiudere gli infissi con gli impianti di riscaldamento/raffreddamento accesi, spegnere le strumentazioni informatiche quando non utilizzate; migliorare la comunicazione in termini di risparmio energetico Progettare sistemi di alternativi di produzione di energia Nelle aule: diminuire la temperature delle aule piccole (ad es. aula Russo) Nei collegi: non utililizzare le asciugatrici e utilizzare le lavatrici a pieno carico 24

25 COMFORT Indichi la temperatura percepita nei diversi ambienti della Scuola in inverno GRAFICO 20 - TEMPERATURA PERCEPITA NEGLI AMBIENTI SNS IN INVERNO 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% troppo freddo freddo temperatura giusta caldo troppo caldo 0% temperatura uffici temperatura corridoi temperatura laboratori Indichi la temperatura percepita nei diversi ambienti della Scuola in estate GRAFICO 21 TEMPERATURA PERCEPITA NEGLI AMBIENTI SNS IN ESTATE 60% 50% 40% 30% 20% 10% troppo freddo freddo temperatura giusta caldo troppo caldo 0% temperatura uffici temperatura corridoi temperatura laboratori 25

26 Come giudica la ventilazione, la qualità dell aria, l illuminazione nel luoghi di lavoro abituale (valore medio: scala da 1 a 4) ventilazione 2,5 qualità dell'aria 2,6 Illuminazione uffici 3,0 illuminazione corridoi 3,0 illuminazione laboratori 3,1 26

27 COMPORTAMENTI UTENTI La sezione intende analizzare i comportamenti Controlla spesso la temperatura manualmente o apre le finestre? 21% 79% si no si no professore 9 4 ricercatore 22 6 allievo ordinario allievi perfezionandi assegnista 25 7 borsista 0 1 pta A suo giudizio quanto il sistema di regolazione della temperatura presente nei luoghi di lavoro da lei frequentati risulta efficiente? Regolazione della temperatura efficiente 2 27

28 Apre le finestre quando la qualità dell'aria è scadente? 3% 97% si no si no professore 13 - ricercatore 27 1 allievo ordinario 61 2 allievi perfezionandi 56 3 assegnista 31 1 borsista 1 - pta Apre le finestre quando è troppo caldo? 12% 88% Per categoria si no si no professore 11 2 ricercatore 24 4 allievo ordinario 62 1 allievi perfezionandi 54 5 assegnista 30 2 borsista 1 0 pta

29 Spegne spesso la luce quando non c'è nessuno nella stanza? 8% 92% si no si no professore 12 1 ricercatore 28 0 allievo ordinario 60 3 allievi perfezionandi 50 9 assegnista 30 2 borsista 1 0 pta Spegne spesso la luce quando c'è abbastanza luce naturale? 8% 92% si no si no professore 13 0 ricercatore 26 2 allievo ordinario 61 2 allievi perfezionandi 50 9 assegnista 30 2 borsista 1 0 pta

30 GIUDIZIO GENERALE Quali sono i problemi principali legati al comfort ed al microclima negli ambienti? Impossibilità di regolare la temperatura nei diversi ambienti della Scuola Sistema di riscaldamento e refrigerazione obsoleto. Scarsa manutenzione ai filtri dei sistemi di condizionamento Scarsa aereazione soprattutto nei locali della mensa, della biblioteca e delle aule Qualità degli infissi scarsa che non permette una regolazione della temperatura corretta Aule mal illuminate e anguste con finestre troppo piccole per garantire un corretto ricambio d aria Scarsa sensibilità degli utenti Umidità eccessiva nei vari ambienti della Scuola ma soprattutto nei collegi Biblioteca: alcuni ambienti sono molto freddi in inverno e troppo caldi in estate; l illuminazione non è sempre adeguata; corridoio delle riviste di Lettere illuminata artificialmente; Palazzo del Capitano: mancanza di dispositivi di condizionamento in estate Palazzo del Castelletto: situazione di disagio per i dipendenti che hanno l ufficio a piano terra: scarsa illuminazione areazione degli ambienti Palazzo della Canonica: mancanza di un adeguata climatizzazione Palazzo della Gherardesca: temperature troppo alte in inverno Coll. Carducci: elevato tasso di umidità; temperature troppo elevate d estate e troppo fredde d inverno; sala colazione troppo fredda Laboratori: spazi ridotti per il numero di ricercatori impegnati in attività di ricerca Aule: scarsa ventilazione e illuminazione Postazioni di lavoro negli uffici non ergonomiche 30

31 Vorrebbe poter scegliere la temperatura degli ambienti mediante un dispositivo elettronico (pc, tablet, smartphone...) 24% 47% 29% si no non so n. di unità % si ,5% no 92 29,1% non so 77 24,4% si no non so professori ricercatori assegnista allievo corso ordinario allievo del corso perfezionamento assegnista borsista pta

32 Pensa che l'utilizzo di dispositivi informatici potrebbe aiutare nel risparmio energetico? 32% 55% 13% si no non so n. di unità % si ,4% no 41 13,0% non so ,6% Per categoria si no non so professori ricercatori assegnista allievo corso ordinario allievo del corso perfezionamento assegnista borsista pta

33 CICLO SMALTIMENTO RIFIUTI Qual è la sua sensibilità sulle tematiche del riciclo smaltimento rifiuti? 1,9% 28,2% 69,9% alta media bassa alta media bassa professore ricercatore allievo del corso ordinario allievo del corso perfezionamento assegnista borsista pta Importanza delle seguenti motivazioni per la minimizzazione ed il riciclo dei rifiuti Conservazione delle risorse naturali 3,7 Aiuto a migliorare la qualità dell'ambiente 3,7 Effetto della campagna di sensibilizzazione della Scuola 2,2 Incoraggiamento da parte di colleghi/amici 2,2 Riduzione del proprio impatto ecologico 3,5 Non richiede troppo tempo per farlo 2,9 Fiducia nella filiera del riciclo 2,7 33

34 Conosce le basi della raccolta differenziata? Si 311 No 15 Nell'edificio dove lavora viene effettuata la raccolta differenziata dei rifiuti? si 196 no 56 Se ha risposto in maniera affermativa alla domanda precedente, su quali tipologie di rifiuti? si no carta toner pile esaurite medicinali scaduti RAEE (pc, stampanti, schermi ) vetro plastica oli altro Altri prodotti riciclati sono prodotti soprattutto dai laboratori e dalla cucina/mensa: o o rifiuti speciali di vario genere (biologici, chimici, chimici da clan room solventi, reagenti, metalli pesanti, composti dell'arsenico; rifiuti organici provenienti dalla cucina e dalla mensa Quali dei seguenti rifiuti potrebbero essere riusati/riciclati alla Scuola? si no carta e cartoni puliti acciaio/alluminio/lattine/bottiglie di plastica cibo bottiglie di vetro e tazze cartoni di tetrapak materiale riciclabile confidenziale (documenti, nastri, CD...) batterie cartucce di toner

35 arredamenti materiale elettronico Quale tra i seguenti, secondo lei, sarebbe un metodo di comunicazione efficace per incoraggiare la sua partecipazione nel riciclo? poster 2,5 pubblicità 2,5 attività formativa 2,4 promozioni 2,4 Indichi quanto è d'accordo con le seguenti affermazioni nei locali della Scuola ci sono adeguate postazioni di riciclo 2,2 riciclerei di più se sapessi cosa succede al presunto materiale riciclabile una volta che è 2,7 stato raccolto riciclerei di più se avessi maggiori feedback su quanto è efficace il mio sforzo 2,7 riciclerei di più se avessi maggiori informazioni sul beneficio del riciclo 2,4 Riciclerei di più se avessi maggiori informazioni su che cosa è riciclabile 2,9 non sono interessato a riciclare 1,1 Crede che la SNS debba migliorare la propria sensibilità verso il ciclo di smaltimento rifiuti? si 222 no 20 non so 74 35

36 Che cosa suggerisce in tal senso? Gli utenti che hanno risposto a questa domanda sono 206. I suggerimenti si possono raggruppare in pochi suggerimenti. La quasi totalità dei rispondenti concorda comunque nella necessità di rendere più chiare le postazioni destinate al riciclo dei diversi materiali ed aumentarle sensibilmente in tutti i luoghi della Scuola. Fondamentale è comunque un adeguata sensibilizzazione alle tematiche ambientali e del riciclo. Segnalare in modo chiaro le postazioni per la raccolta differenziata Aggiungere postazioni fisse per la raccolta differenziata dei diversi materiali nelle zone comuni, uffici, collegi, biblioteca, ad esempio vicino alle macchinette del caffè Differenziare le postazioni per il riciclo ed aumentare la tipologia di materiale riciclabile (vetro, plastica, alluminio, toner, pile) in tutti gli spazi comuni della Scuola e i collegi Assicurarsi che il materiale raccolto in maniera differenziata sia correttamente smistato Favorire l acquisto di materiale riciclato Politica e formazione di sensibilizzazione alle tematiche ambientali e del riciclo; cura di una pagina web istituzionale dedicata alle tematiche ambientali; partecipazione della Scuola a progetti nazionali legati a queste tematiche. Promuovere una politica del riciclo : ad esempio, presso l Istituto Max Planck si incentiva l utilizzo di una tazza personale per servirsi delle bevande. Sanzionare comportamenti scorretti. Servirsi di ditte esterne che garantiscano Feedback sulla politica di riciclo della Scuola Implementare sistemi di produzione di energie alternative 36

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Il costo annuale dell energia per il Comune di Genova rappresenta oggi una delle voci più rilevanti del bilancio di parte corrente. La

Dettagli

GUIDA PER GLI UFFICI A IMPATTO ZERO: COME RIDURRE LE EMISSIONI DI GAS AD EFFETTO SERRA

GUIDA PER GLI UFFICI A IMPATTO ZERO: COME RIDURRE LE EMISSIONI DI GAS AD EFFETTO SERRA GUIDA PER GLI UFFICI A IMPATTO ZERO: COME RIDURRE LE EMISSIONI DI GAS AD EFFETTO SERRA Gennaio 2010 GUIDA PER GLI UFFICI A IMPATTO ZERO: COME RIDURRE LE EMISSIONI DI GAS AD EFFETTO SERRA Questa Guida è

Dettagli

ITALTEC. Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici. Comune di. Scuola Elementare

ITALTEC. Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici. Comune di. Scuola Elementare ITALTEC E N E R G I A S O S T E N I B I L E Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici Comune di Scuola Elementare 2 di 13 Indice 1. La domanda 2. Il risparmio in 3 punti 2.1. Il controllo 2.2.

Dettagli

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale Azioni locali contro l'inquinamento di aria e acqua. Il ruolo dei cittadini Sala Aula Magna - Ordine della Casa Matha - piano 1 L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un

Dettagli

Vademecum comportamenti consapevoli

Vademecum comportamenti consapevoli Vademecum comportamenti consapevoli Introduzione La Giunta Provinciale di Cagliari si è impegnata, nell ottobre del 2009 (con deliberazione n. 313 del 27.10.2009), ad adottare la politica del GPP all interno

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE

Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE Pag. 1 di 5 Oggetto Istruzione MODALITÀ OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE 0 20.05.2013 EMISSIONE RGQ DT PRS Rev. Data Descrizione Modifica Redatto Approvato Autorizzato Pag. 2 di 5

Dettagli

MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI

MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI Come tutelare l ambiente ed accrescere lo sviluppo sostenibile attraverso i nostri comportamenti quotidiani Il manuale che state per leggere intende promuovere

Dettagli

Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente

Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente Roma, 8 Ottobre 2015 Secondo Forum Rifiuti Ricerca Lorien Intervento di Antonio Valente Il sentiment degli italiani e i temi ambientali Italiani preoccupati per disoccupazione e immigrazione, sempre meno

Dettagli

LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO Novembre 2013 LA DOMOTICA PER IL RISPARMIO ENERGETICO Con i dispositivi domotici del sistema Chorus di GEWISS è possibile ridurre il consumo di elettricità, gas e acqua del 30% e aumentare il livello di

Dettagli

Scuola: Classe: Data:

Scuola: Classe: Data: L Agenda 21 Locale dei Comuni di Gorle, Nembro, Ranica e Torre Boldone Questionario di indagine ambientale Scuola: Classe: Data: Di solito in che modo o con che mezzo vieni a scuola? (scegliere max 1 risposta)

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore

ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI. Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore ISTITUTO COMPRENSIVO MARCONI SCUOLA MEDIA E. FERMI Consiglio Comunale dei Ragazzi - Venegono Inferiore INTRODUZIONE Il lavoro svolto nel corso dell anno scolastico 2011/2012 da parte del Consiglio Comunale

Dettagli

PIANO DI RISPARMIO ENERGETICO

PIANO DI RISPARMIO ENERGETICO PIANO DI RISPARMIO ENERGETICO AZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LA SOSTENIBILITÀ DEI CONSUMI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LA SOSTENIBILITÀ DEI CONSUMI NELLA PUBBLICA

Dettagli

LEZIONI CON GLI ESPERTI

LEZIONI CON GLI ESPERTI IL SOLE A SCUOLA PREMESSA In riferimento al Programma per la promozione dell energia solare del Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare-misura 2- Il sole a scuola l Istituto Comprensivo

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL BILANCIO ENERGETICO

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL BILANCIO ENERGETICO GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL BILANCIO ENERGETICO 1. INTRODUZIONE... 2 2. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 3 3. DATI GENERALI... 4 4. ILLUMINAZIONE... 5 5. LAVORAZIONI... 6 6. UFFICIO... 7 7. CONDIZIONAMENTO...

Dettagli

ITALTEC E N E R G I A S O S T E N I B I L E

ITALTEC E N E R G I A S O S T E N I B I L E ITALTEC E N E R G I A S O S T E N I B I L E ENERGIA SOSTENIBILE REV. 00 2 di 8 I N D I C E La domanda.. 3 Il risparmio in 3 punti. 3 Il controllo.. 3 La manutenzione. 3 Il rendimento.. 3 La gestione energia

Dettagli

COME RISPARMIAME ENERGIA. Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore?

COME RISPARMIAME ENERGIA. Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore? COME RISPARMIAME ENERGIA Alcuni consigli sull uso del climatizzatore: Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore? La maggior parte delle persone,

Dettagli

LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO

LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO Come risparmiare energia in casa con piccoli gesti quotidiani DEI PICCOLI COMUNI DELL'OGLIO PO Premessa L allarmismo sulla salute del pianeta e sull

Dettagli

STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA. Provincia Regionale di Catania. Il Project Work

STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA. Provincia Regionale di Catania. Il Project Work STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA Provincia Regionale di Catania Il Project Work PROPOSTE PER IL PROJECT WORK N. TITOLO ATTIVITA Gli studenti effettueranno un

Dettagli

Istituto Superiore Ernesto Balducci Pontassieve. Il sole a scuola: Un occasione per promuovere il risparmio energetico

Istituto Superiore Ernesto Balducci Pontassieve. Il sole a scuola: Un occasione per promuovere il risparmio energetico Istituto Superiore Ernesto Balducci Pontassieve Il sole a scuola: Un occasione per promuovere il risparmio energetico Analisi della situazione attuale Fra le fonti di spreco energetico all interno della

Dettagli

minergie TI-042 04-2011

minergie TI-042 04-2011 minergie TI-042 54 04-2011 Ammodernare secondo efficienza energetica e il valore dell immobile aumenta Approfittare dell ammodernamento dell immobile per ridurre della metà il suo fabbisogno energetico

Dettagli

Liceo Scientifico statale F.Vercelli. Classe 1b PROGETTO ENERG/IO

Liceo Scientifico statale F.Vercelli. Classe 1b PROGETTO ENERG/IO Liceo Scientifico statale F.Vercelli Classe 1b PROGETTO ENERG/IO Un incrocio con tante strade domino Un puzzle in tanti pezzi, non ne devono mancare ENERG/IO è come... Una famiglia allargata Una pianta

Dettagli

A CORTO DI IDEE? LASCIATEVI ISPIRARE DA QUESTI ESEMPI!

A CORTO DI IDEE? LASCIATEVI ISPIRARE DA QUESTI ESEMPI! A CORTO DI IDEE? LASCIATEVI ISPIRARE DA QUESTI ESEMPI! Questa lista è uno strumento creato per aiutarvi a realizzare la vostra campagna ENGAGE. Essa contiene esempi di impegni per ispirare i partecipanti

Dettagli

AARIA MONO SPLIT. Climatizzatori d aria residenziali mono split. Energy For Life

AARIA MONO SPLIT. Climatizzatori d aria residenziali mono split. Energy For Life cod. 27009793 - rev.0 03/2015 AARIA MONO SPLIT Climatizzatori d aria residenziali mono split Gamma Inverter mono split Unità interne a parete Classe energetica fino A+++ / A++ Energy For Life www.riello.it

Dettagli

Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti

Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti Gli italiani ed il riciclo dei rifiuti per Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati e Legambiente FORUM RIFIUTI conferenza nazionale REPORT Milano, 19 Giugno 2014 Disegno di ricerca La ricerca è stata condotta

Dettagli

ELABORAZIONE DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO PER L ANALISI DEGLI STILI DI VITA ENERGETICI DEI CITTADINI DI ROMANO DI L. E CIVIDATE AL P.

ELABORAZIONE DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO PER L ANALISI DEGLI STILI DI VITA ENERGETICI DEI CITTADINI DI ROMANO DI L. E CIVIDATE AL P. COMUNE DI ROMANO DI LOMBARDIA COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES) PER I COMUNI DI ROMANO DI LOMBARDIA E CIVIDATE AL PIANO NEL CONTESTO DELL ADESIONE AL PATTO DEI

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli

Diagnosi energetica degli edifici

Diagnosi energetica degli edifici Diagnosi energetica degli edifici Che fare? Consigli preliminari Prima di qualsiasi intervento rivolto a migliorare l edificio si consiglia di compiere una diagnosi completa delle prestazioni energetiche

Dettagli

Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale. 3 Dicembre 2013

Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale. 3 Dicembre 2013 Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale 3 Dicembre 2013 Premessa In un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo, pensare alla nostra città ed in particolare alle nostre

Dettagli

Energy Efficiency In Low-Income Housing in the Mediterranean - ELIH-Med Project. Audit sui comportamenti energetici

Energy Efficiency In Low-Income Housing in the Mediterranean - ELIH-Med Project. Audit sui comportamenti energetici Unità Immobiliare: ENERGIA Elettrodomestici 1 Il vostro frigorifero o congelatore è in luoghi aerati lontani da fonti di calore? 2 Limitate il numero e la durata delle aperture degli sportelli del frigorifero?

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 portello dell Energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 E Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 (Perugia) CONTATTI SPORTELLO: CONTATTI SPORTELLO: Mail: info.energia@comune.perugi Mail: info.energia@comune.perugia.it

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 2011-2012

Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 2011-2012 Quanto risparmi ABILE sei? Esiti totali del questionario proposto agli alunni della terza media delle tre sedi nell anno scolastico 211-212 La Scuola Media, da sempre sensibile alla difesa dell ambiente

Dettagli

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica.

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica. 1 2 3 L energia incide sul costo di tutti i beni ed i servizi che utilizziamo ma, in questo caso, prendiamo come riferimento il costo che una famiglia di Aprilia con consumo medio sostiene ogni anno per

Dettagli

CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO

CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO CRITERI FACOLTATIVI: VERSO L ECOLABEL EUROPEO Il Progetto SeA Sostenibilità e Accoglienza nel Parco nazionale del Circeo prevede l identificazione concordata e partecipata con gli aderenti al progetto

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO

AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO FASE 1a bollette e planimetrie AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO Scheda raccolta dati bollette del gas Inserire nelle caselle della tabella i dati di consumo di m 3 di gas metano per ciascuno dei mesi

Dettagli

Excellum2. La facilità del controllo della luce

Excellum2. La facilità del controllo della luce Excellum2 La facilità del controllo della luce Excellum2: La facilità del controllo della luce Il sistema di controllo della luce Excellum2 consente di ottenere prestazioni ottimali dalla propria installazione

Dettagli

AUTODIAGNOSI ENERGETICA

AUTODIAGNOSI ENERGETICA AUTODIAG ENERGETICA Puoi fare una prima verifica delle prestazioni energetiche della tua impresa attraverso un autodiagnosi. Ecco una check list per identificare abitudini e comportamenti non corretti

Dettagli

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola minergie Impianto di ventilazione: la casa respira da sola I moderni edifici provvisti di sistemi di aerazione garantiscono un clima abitativo o lavorativo confortevole, sano e aria sempre fresca nei locali;

Dettagli

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ACQUISTI VERDI L Agenzia nello svolgimento delle proprie attività istituzionali concorre

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA La ventilazione meccanica controllata degli ambienti con aria esterna rappresenta il sistema più efficace per controllare le condizioni

Dettagli

La Domotica Evoluta. www.controlmanager.it

La Domotica Evoluta. www.controlmanager.it La Domotica Evoluta Ci Cairate (VA) 0331/1850360 Obiettivi della Domotica convergenza completezza registrazione gestione accessi programmabilità climatizzazione ambienti Control Casa Control Manager attiva

Dettagli

Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it

Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it Edison Spa Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it Comunicato stampa EDISON LANCIA ENERGY CONTROL : IL NUOVO DISPOSITIVO CHE

Dettagli

Il primo sistema integrato di domotica a basso costo interamente Madein Italy, che consente di connettere qualsiasi edificio, ridurre automaticamente

Il primo sistema integrato di domotica a basso costo interamente Madein Italy, che consente di connettere qualsiasi edificio, ridurre automaticamente 1 Il primo sistema integrato di domotica a basso costo interamente Madein Italy, che consente di connettere qualsiasi edificio, ridurre automaticamente i consumi e gestire clima ed illuminazione con un

Dettagli

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare...

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Alcuni consigli pratici su come ridurre i consumi energetici in casa risparmiando sulla bolletta ma soprattutto rispettando il nostro ambiente. www.gesiservizi.it

Dettagli

Audit energetico termico della nostra scuola

Audit energetico termico della nostra scuola Audit energetico termico della nostra scuola Questionario di raccolta dati dell involucro e degli impianti termici del nostro edificio scolastico Il questionario qui riportato è destinato a raccogliere

Dettagli

ENERGY SAVING UN PICCOLO PASSO PER L UOMO, UN PASSO GIGANTE PER L UMANITÀ

ENERGY SAVING UN PICCOLO PASSO PER L UOMO, UN PASSO GIGANTE PER L UMANITÀ Coyright Energy System 2011 ENERGY SAVING UN PICCOLO PASSO PER L UOMO, UN PASSO GIGANTE PER L UMANITÀ SOSTENIAMO IL SOSTENIBILE Racale, 16-20 Maggio 2011 Campagna di divulgazione sulla sostenibilità energetica

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo Il contenimento dei costi aziendali è una necessità!! Le strutture commerciali

Dettagli

Mezzo utilizzato per venire al lavoro

Mezzo utilizzato per venire al lavoro L ecosostenibilità in ufficio: miraggio o realtà? Una rappresentazione della situazione dei nostri uffici ed un occasione di valutazione delle strategie dell Ente e dei comportamenti dei singoli Gli Italiani,

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

Circolazione dell acqua calda un problema?

Circolazione dell acqua calda un problema? TIPPS Consigli per la pratica Domotec SA Aarburg Edizione 16.17 03/2009 dell acqua calda un problema? Immaginatevi di aver ricevuto l incarico di risanare l impianto di riscaldamento e di approvvigionamento

Dettagli

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 C.I.M. MAPPANO La rilevazione è stata effettuata nel mese di aprile 2014, a circa un anno dalla precedente. L obiettivo

Dettagli

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista)

Dom. 4 Mi puo' dire per favore la sua eta' in anni compiuti? (registrare, se minore di 18 chiudere l intervista) Buongiorno, sono un intervistatore/trice dell Istituto SWG Stiamo effettuando una ricerca per conto dell Università degli Studi di Torino e di AMIAT. L'azienda AMIAT (Azienda Multiservizi Igiene Ambiente

Dettagli

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia ECONOMIE DI SOPRAVVIVENZA Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia Casale Monferrato, 19 02 2015. ing. Paola Capra COSA FA L EUROPA? Consumo finale di energia per abitante (2009) La

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. 2 IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI La lotta ai cambiamenti climatici prevede che tutti i cittadini europei

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NEL. Ing. Davide Vitali

EFFICIENZA ENERGETICA NEL. Ing. Davide Vitali Introduzione EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE TERZIARIO 1 Definizioni DIRETTIVA 2012/27/UE: Efficienza energetica - Rapporto tra risultato in termini di rendimento, energia, servizi o merci e l immissione

Dettagli

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Impianto fotovoltaico L impianto fotovoltaico, posto sulla copertura dell edificio, permette di trasformare l energia solare in energia

Dettagli

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2 trasporti il kit del risparmio trasporti L automobile è, per il singolo come per la famiglia, la seconda voce di spesa dopo l abitazione, sia per l acquisto che per i consumi energetici. Rappresenta generalmente

Dettagli

Aumentando la temperatura del condizionatore d aria di un solo grado puoi ridurre il consumo energetico fino al 15 per cento.

Aumentando la temperatura del condizionatore d aria di un solo grado puoi ridurre il consumo energetico fino al 15 per cento. Question & Answer Sheet on cooling this summer Italian Domande e risposte sul raffreddamento questa estate Invece di usare i condizionatori d aria per raffreddare gli ambienti, quale sarebbe un alternativa

Dettagli

RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.)

RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.) RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.) IL RIFERIMENTO NORMATIVO: DGR 8/5117 del 18.07.07 e s.m. Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione, l ispezione degli

Dettagli

2. DESCRIZIONE IMPIANTO

2. DESCRIZIONE IMPIANTO INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Impianto di condizionamento... 2.2 Regolazione... 3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL IMPIANTO PROPOSTO 3.1 Tecnologia ad inverter... 3.2 Carica automatica del

Dettagli

COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO

COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO Convegno PromoLegno Lecce 2 ottobre 2009 Erlacher Peter Naturno (BZ), Scuola Professionale per l Artigianato, Bolzano ISOLAMENTO E BENESSERE.

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI

COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI COME SCEGLIERE L ORIENTAMENTO DEGLI AMBIENTI Sia che stiate progettando di costruirvi una casa passiva, o che cerchiate la migliore disposizione degli ambienti in una casa già esistente, per poter sfruttare

Dettagli

GREEN OFFICE. un semplice decalogo per ricordarti che il rispetto dell'ambiente comincia dal tuo ufficio

GREEN OFFICE. un semplice decalogo per ricordarti che il rispetto dell'ambiente comincia dal tuo ufficio Polo innovazione sull energie rinnovabili, efficienza energetica e tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali della Regione Calabria C a m p a g n a d i co m u n i ca z i o n e N e

Dettagli

NOME DELLA SCUOLA TIPOLOGIA DI ISTITUTO (Es. Liceo Classico, Ist. Tecnico Turistico, ecc:).

NOME DELLA SCUOLA TIPOLOGIA DI ISTITUTO (Es. Liceo Classico, Ist. Tecnico Turistico, ecc:). DATI (da compilare in stampatello e con caratteri leggibili) NOME DELLA SCUOLA TIPOLOGIA DI ISTITUTO (Es. Liceo Clasco, Ist. Tecnico Turistico, ecc:). INDIRIZZO NOME E COGNOME DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Qualità ambientale esterna. Qualità degli ambienti di vita. Salute. Tutela delle risorse. Pratiche e regolamenti per una buona edilizia

Qualità ambientale esterna. Qualità degli ambienti di vita. Salute. Tutela delle risorse. Pratiche e regolamenti per una buona edilizia Pratiche e regolamenti per una buona Regolamento per l l sostenibile ed il risparmio energetico Comune di Altopascio Arch. Lucia Flosi Cheli 20 novembre 2013 Aspetti relativi alla buona previsti dal regolamento

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

sostenibile Cosa può fare ognuno di noi per il risparmio energetico in ufficio

sostenibile Cosa può fare ognuno di noi per il risparmio energetico in ufficio Una giornata da lavoratore sostenibile Cosa può fare ognuno di noi per il risparmio energetico in ufficio Una giornata da lavoratore sostenibile La partenza da casa In ufficio La pausa pranzo Si torna

Dettagli

Il nuovo modo di vivere la tua casa myvirtuoso Home e dispositivi salva energia per il comfort e il risparmio energetico che hai sempre desiderato!

Il nuovo modo di vivere la tua casa myvirtuoso Home e dispositivi salva energia per il comfort e il risparmio energetico che hai sempre desiderato! Il nuovo modo di vivere la tua casa myvirtuoso Home e dispositivi salva energia per il comfort e il risparmio energetico che hai sempre desiderato! www.ecodhome.com La famiglia di prodotti EcoDHOME è stata

Dettagli

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO fotovoltaico clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI Premessa Da una recente ricerca risulta che circa 3 su 4 delle abitazioni italiane sono state costruite prima del 1976, anno in cui per la

Dettagli

basso consumo energetico

basso consumo energetico Impianti radianti a pavimento negli edifici a basso consumo energetico Verona, 4 ottobre 2012 Prof. Michele De Carli Dipartimento di 2 Dipartimento di Edifici a basso consumo, definizione: Edifici a basso

Dettagli

L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico.

L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico. L aria è gratuita. L aria compressa no. Tieni sotto controllo la tua bolletta. Riduci il tuo spreco energetico. 70 % RISPARMIA FINO AL 30% GRAZIE AD UNA MAGGIORE EFFICIENZA ENERGETICA STOP AGLI SPRECHI

Dettagli

Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI E UTENZE ENERGETICHE

Dettagli

Testo del questionario ECOMERCATALE 2012 dato agli insegnanti. Siete favorevoli a riproporre Ecomercatombola ma con un numero ridotto di classi?

Testo del questionario ECOMERCATALE 2012 dato agli insegnanti. Siete favorevoli a riproporre Ecomercatombola ma con un numero ridotto di classi? Già da vari anni il Centro di Documentazione della scuola media predispone sondaggi su svariati argomenti di particolare interesse ( mezzi di trasporto per raggiungere la scuola, collegamento a internet

Dettagli

Introduzione. La scatola contiene alcuni materiali e un DVD. I contenuti del DVD sono: - un manuale e una animazione dedicati agli edifici

Introduzione. La scatola contiene alcuni materiali e un DVD. I contenuti del DVD sono: - un manuale e una animazione dedicati agli edifici IUSES Toolkit Introduzione Il kit nasce quale supporto per la realizzazione di esperimenti sull efficienza energetica, il risparmio energetico e l uso delle energie rinnovabili. È dedicato principalmente

Dettagli

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale La plastica: maestra nell arte dell imballaggio In Europa oltre il 50 % delle merci è imballato in materiali plastici, nonostante ciò, in

Dettagli

Uso corretto*dell energia

Uso corretto*dell energia Uso corretto*dell energia Consigli per la vita quotidiana Anzitutto qualche pensiero Risparmiare energia o farne un uso corretto? La Città di Brunico ha optato per la seconda possibilità volendo sottolineare

Dettagli

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009 Trasporti pubblici Indagine sulla soddisfazione degli utenti Anno 2009 a cura di Mirko Dancelli Osservatorio del Nord Ovest, Università di Torino 115 SOMMARIO 2.1. Se dovesse esprimere il Suo livello di

Dettagli

PARTE PRIMA: ANALISI ENERGETICA. In particolare l attività è stata organizzata nelle seguenti fasi:

PARTE PRIMA: ANALISI ENERGETICA. In particolare l attività è stata organizzata nelle seguenti fasi: PARTE PRIMA: ANALISI ENERGETICA In particolare l attività è stata organizzata nelle seguenti fasi: Fase 1 : rilevazione dei consumi energetici termici ed elettrici; Fase 2 : rilevazione dei volumi e delle

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

INDICE. Gestione energia MY HOME 227

INDICE. Gestione energia MY HOME 227 226 MY HOME Gestione energia INDICE MY HOME Gestione energia Caratteristiche generali..................228 Termoregolazione..................... 236 Climatizzazione...................... 287 Visualizzazione

Dettagli

CONSELICE, NASCE L ECO-SUPERMERCATO APPROFONDIMENTO TECNICO

CONSELICE, NASCE L ECO-SUPERMERCATO APPROFONDIMENTO TECNICO CONSELICE, NASCE L ECO-SUPERMERCATO APPROFONDIMENTO TECNICO Il progetto del punto vendita InCoop di Conselice Esterno Il progetto è stato curato dal gruppo di lavoro: RICERCA E PROGETTO Galassi, Mingozzi

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

Questionario per l analisi degli stili di vita energetici dei cittadini di Romano di Lombardia e Cividate al Piano

Questionario per l analisi degli stili di vita energetici dei cittadini di Romano di Lombardia e Cividate al Piano Per compilare il seguente questionario, Ti chiediamo circa un quarto d ora del Tuo tempo. Il questionario compilato deve essere restituito entro venerdì 5 ottobre: riconsegnandolo agli uffici del comune

Dettagli

Il comune di Ornago ha aderito al Patto dei Sindaci.

Il comune di Ornago ha aderito al Patto dei Sindaci. IL PATTO DEI SINDACI NEL COMUNE DI ORNAGO QUESTIONARIO RIVOLTO ALLA CITTADINANZA Il comune di Ornago ha aderito al Patto dei Sindaci. Il Patto dei Sindaci proposto dalla Comunità Europea è un azione volontaria,

Dettagli

Impatti ambientali diretti dell attività bancaria. Maria Luisa Giachetti Settore Ricerche e Analisi ABI

Impatti ambientali diretti dell attività bancaria. Maria Luisa Giachetti Settore Ricerche e Analisi ABI Impatti ambientali diretti dell attività bancaria Maria Luisa Giachetti Settore Ricerche e Analisi ABI 2 Non farsi guidare dall abitudine, non fermarsi alle cose conosciute, ma cogliere le opportunità

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena Ing. Francesco Pellegrino- Energy Manager PGI Milano, 12/11/2004 INDICE 1 LA BANCA MPS 2 LA POLITICA AMBIENTALE 3 IMMOBILIARI 4 ENERGY MANAGEMENT 2 1-

Dettagli

Presentazione del Protocollo EnergoClub

Presentazione del Protocollo EnergoClub Presentazione del Protocollo EnergoClub ing. Gianfranco Padovan Presidente EnergoClub 1 Meeting Nazionale EnergoClub - Mogliano Veneto - 28 maggio 2006 EnergoClub quale ruolo può avere in futuro? quello

Dettagli

La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto

La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto Oggi si sente parlare sempre più spesso di case domotiche. Ma cos è esattamente la casa domotica? Come funziona? Quali sono i suoi

Dettagli

Conoscenza, orientamento e aspettative sulle fonti di energia rinnovabile da parte dei cittadini liguri

Conoscenza, orientamento e aspettative sulle fonti di energia rinnovabile da parte dei cittadini liguri CONOSCENZA DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE Conoscenza, orientamento e aspettative sulle fonti di energia rinnovabile da parte dei cittadini liguri LA METODOLOGIA Il sondaggio di opinione sulla conoscenza

Dettagli

I VANTAGGI. La caldaia elettrica! RISCALDAMENTO BASSA E ALTA TEMPERATURA ACQUA CALDA SANITARIA CLIMATIZZAZIONE PISCINE

I VANTAGGI. La caldaia elettrica! RISCALDAMENTO BASSA E ALTA TEMPERATURA ACQUA CALDA SANITARIA CLIMATIZZAZIONE PISCINE La caldaia elettrica! COME FUNZIONA Il funzionamento del sistema di riscaldamento elettrico, della caldaia M03-1 è una soluzione pulita, efficiente e flessibile nell ambiente urbano. Il sistema di riscaldamento

Dettagli

In un precedente articolo (pubblicato in Gestione

In un precedente articolo (pubblicato in Gestione Stime e ottimizzazioni energetiche riferite al monitoraggio dei consumi elettrici per parametrizzazioni Roberto Gerbo, Giuseppe elozzi, Paolo Zanon Intesa Sanpaolo Direzione Immobili cquisti In un precedente

Dettagli

L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE

L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE L INNOVAZIONE LEGATA ALLA TRADIZIONE Riscaldamento, Raffrescamento e Deumidificazione L INNOVAZIONE CHE ORIENTA IL MERCATO V-Radiant è il nuovo ventilconvettore ibrido e radiatore di ECA Technology. Un

Dettagli

ELENCO DI POSSIBILI INTERVENTI E COMPORTAMENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ED ALL EFFICIENZA ENERGETICA

ELENCO DI POSSIBILI INTERVENTI E COMPORTAMENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ED ALL EFFICIENZA ENERGETICA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU ELENCO DI POSSIBILI INTERVENTI E COMPORTAMENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ED ALL EFFICIENZA ENERGETICA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 GUIDA GESTIONE DELL ENERGIA SOMMARIO ILLUMINAZIONE...

Dettagli