Software Open Source nella Pubblica Amministrazione: un Caso di Studio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Software Open Source nella Pubblica Amministrazione: un Caso di Studio"

Transcript

1 Software Open Source nella Pubblica Amministrazione: un Caso di Studio Adriano Di Pasquale, Daniele Zippo, Cesare Di Francesco Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'abruzzo e del Molise "Giuseppe Caporale", Teramo, Italy, Sommario Il Software Open Source e il modello di sviluppo ad esso associato, è uno dei fenomeni della tecnologia dell informazione più rilevanti degli ultimi anni. Da più parti ne viene promosso l utilizzo nel settore pubblico. Il presente lavoro riporta l esperienza di utilizzo in una Pubblica Amministrazione: l Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'abruzzo e del Molise "Giuseppe Caporale". Si evidenzia come, negli anni, abbia avuto un aspetto rilevante sia negli usi interni che nei progetti esterni dell Istituto, garantendo il contenimento dei costi, la scalabilità dei servizi in base alle necessità e, nell ambito dei progetti internazionali dell ente, la possibilità di fornire servizi informatici anche in paesi in via di sviluppo. Inoltre, l esperienza acquisita dal personale interno ha consentito la realizzazione del sistema WebWrapper che fornisce servizi di sicurezza e di single sign on a generiche applicazione web, evitando l acquisizione di soluzioni commerciali analoghe con costi estremamente elevati. Nell esperienza maturata in Istituto si è evidenziato uno dei maggiori vantaggi del Software Open Source: la spinta al suo utilizzo favorisce uno spostamento dei costi del software dall acquisto di licenze alla formazione del personale, favorendone la crescita professionale. Introduzione Da tempo uno dei fenomeni più significativi nell'ambito della tecnologia dell'informazione è quello che va sotto il nome di Software Open Source (OSS: open source software): qualsiasi sistema di gestione delle informazioni e delle comunicazioni che consente la disponibilità del codice sorgente. Ad esso sono legati la Free Software Foundation (FSF) [1] e la Open Source Initiative (OSI) [2]. I due movimenti che ne sono derivati, quello del software libero e quello del codice a sorgente aperto, condividono entrambe l idea guida della disponibilità completa e senza limitazioni dei sorgenti, sebbene si diversificano in alcuni aspetti filosofici e di principio [3] [4]. L avvento del OSS ha creato anche un nuovo modello di sviluppo software, basato sui contributi di migliaia di programmatori che lavorano scambiandosi idee e file attraverso Internet, e giungono in assenza di autorità centrale a realizzare programmi complessi. Tale modello, denominato bazar, si contrappone al modello tradizionale di costruzione della cattedrale [5]. La rilevanza internazionale assunta dal fenomeno ha indotto diversi studi critici sul OSS al fine di consentire una corretta valutazione delle possibilità d utilizzo nelle aziende ed in particolare nella Pubblica Amministrazione (PA). Approfondimenti possono essere trovati in [6][7][8][9]. In Italia, l'utilizzo di software opensource nella PA è in particolare motivato dalle seguenti indicazioni, dove si promuove l utilizzo di standard aperti e sistemi informatici interoperabili: Commissione Europea: Decisione 2004/387/ce: erogazione interoperabile di servizi di governo elettronico alle Pubbliche Amministrazione, alle imprese e ai cittadini. Ministero per l Innovazione e le Tecnologie: Direttiva 19 dicembre 2003: Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle Pubbliche Amministrazione. In attuazione di tale direttiva, il Centro nazionale per l informatica nella pubblica 1

2 amministrazione (DigitPA, ex CNIPA) ha costituito l'osservatorio Open Source, in linea dal 2006 all indirizzo L osservatorio si occupa del coordinamento delle "best practice" e della conoscenza in materia di OSS nella PA. In particolare, il DigitPA individua una serie di vantaggi nella distribuzione ed evoluzione del software open source: contenimento dei prezzi, trasparenza e sicurezza, non dipendenza da un unico fornitore, elevata riusabilità, accessibilità per le piccole realtà di sviluppo. Inoltre, in alcuni casi, rispetto ad equivalenti software commerciali, si ha: qualità paragonabile o superiore, diffusione maggiore (ad esempio il Web server Apache). L Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'abruzzo e del Molise "Giuseppe Caporale" (da ora in avanti semplicemente Istituto) è stata una delle prime PA ad avvicinarsi al movimento open source. Storicamente, i primi utilizzi di software open source risalgono a metà degli anni 90, in largo anticipo rispetto alla direttiva ministeriale del Per fare alcuni esempi, fin da subito è stato adottato il server web Apache 1 per il sito istituzionale e Sendmail come server di posta; entrambi su sistema operativo GNU Linux. In seguito altri OSS sono stati utilizzati come firewall e come server proxy per la navigazione web. L attenzione al software open source rimane alta ancora oggi. Da qualche anno si utilizza XEN come strumento di virtualizzazione dei server, Heartbeat come cluster per l'alta affidabilità, Alfresco per la gestione documentale dei progetti. Si sta effettuando il passaggio a Zimbra come gestione della posta elettronica istituzionale. L'esperienza estremamente positiva, fatta con i prodotti utilizzati, ha spinto l'introduzione del software open source anche nell'area di sviluppo del software cosiddetto custom, ovvero personalizzato per le esigenze istituzionali. Fin dal 2000, il framework di sviluppo Apache/Perl è stato infatti affiancato ad altri prodotti proprietari utilizzati da tempo. Ad oggi gli applicativi web si basano prevalentemente sulla piattaforma J2EE e gli sviluppatori utilizzano come strumenti di lavoro quotidiano Eclipse, Tomcat, Jasper Reports e librerie Java aperte quali Struts e Ibatis. Per il controllo di versione del codice sorgente è utilizzato Subversion. E' importante precisare che non sempre viene adottato un software open source per le necessità dell Istituto. Ad esempio Oracle 2 è sempre rimasto l'rdbms di riferimento negli sviluppi più critici, in quanto utilizzato fin dalla versione 6. Il personale interno ha oramai una lunga esperienza sia dal punto di vista di sviluppo che di manutenzione. Il costo del passaggio ad un prodotto OSS equivalente è valutato molto più alto del risparmio in termini di licenze. In generale, nella scelta di un OSS vengono valutati vantaggi/svantaggi derivanti dalla sostituzione di un software proprietario già in uso in Istituto, tenendo presente i punti menzionati da DigitPA e le seguenti caratteristiche: 1 I riferimenti ai software opensource utilizzati in Istituto sono riportati in Tabella

3 software open source derivante da progetti di provata qualità, attivi e con supporto, costo basso di introduzione nell'infrastruttura di sviluppo o sistemistica, basso impatto sulle conoscenze pregresse del personale. Un caso di particolare rilevanza è il sistema software sviluppato completamente all'istituto utilizzando OSS denominato "WebWrapper". Esso realizza un infrastruttura di servizi comuni per generiche applicazioni web tra i quali la pubblicazione in rete, la gestione dell'accesso e della sicurezza. Il nome deriva dal fatto che una richiesta web viene intercettata e impacchettata in una nuova richiesta, aggiungendo i servizi richiesti, prima di essere passata alle applicazioni web vere e proprie. Il sistema è parte integrante dell'architettura delle applicazioni critiche realizzate in Istituto e in tal senso, rappresenta un caso di successo di utilizzo di software open source nella PA, in quanto utilizzato in sistemi reali e non a scopo sperimentale. Nella prossime sezioni viene descritta l'architettura base delle applicazioni più importanti realizzate in Istituto, con particolare attenzione al sistema WebWrapper e ai vantaggi di averlo realizzato con OSS. Prodotti Server Apache: Sendmail: GNU Linux: Xen: Heartbeat: Alfresco: Zimbra: Perl: Umn Mapserver: Tomcat: Librerie di sviluppo Java Struts: Ibatis: Librerie di sviluppo Javascript Openlayers: Jquery: Tabella 1 Riferimenti ai principali software open source utilizzati in Istituto Open source nei sistemi informativi realizzati in Istituto Per progetti esterni e per necessità interne, all'istituto sono state realizzati software di varia natura. Dal punto di vista tecnologico, vi sono applicazioni di tipo client/server, per palmare, web e web-gis [13][14]. Applicazioni WEB Particolarmente importanti sono le applicazioni web e web-gis realizzate dall Istituto per conto del Ministero della Salute, tra cui spicca la Banca Dati Nazionale delle Anagrafi Zootecniche (BDN), utilizzata a livello nazionale da circa 9000 utenti fra veterinari, allevatori e responsabili di macelli e che presenta un carico di oltre transazioni di aggiornamento quotidiane [10]. La Figura 1 riporta l'architettura di base seguita dall Istituto per lo sviluppo di una generica applicazione web e degli OSS utilizzati nei vari livelli: 3

4 nel livello dati viene comunemente utilizzato Oracle RDBMS con la componente Locator come motore spaziale, utilizzata quest'ultima prevalentemente per applicazioni web-gis [11][12]. nel livello applicazione vengono utilizzati prevalentemente Apache Tomcat come Web container per le applicazioni J2EE e Apache/Perl per le applicazioni basate sul linguaggio Perl. Per le applicazioni web-gis, Umn Mapserver viene utilizzato come motore di rendering di immagini geografiche. nel livello presentazione, ovvero il browser dell utente, sono adottate una serie di librerie Javascript aperte, tra cui Jquery e Openlayers. Quest'ultima in particolare consente una interazione dinamica con le mappe, in particolare utilizzando come fonte dati le mappe messe a disposizione dal servizio remoto di Google Maps. Livello presentazione Browser con Jquery, Openlayers Google Maps Livello applicazione Perl (Apache) J2EE (Tomcat) UMN Mapserver Strumenti Open Source Livello dati ORACLE Oracle Locator Strumenti Commerciali. Risorse esterne all IZSAM. Figura 1: Architettura di una generica applicazione web e web-gis. Il sistema WebWrapper Una generica applicazione web o web-gis deve garantire una serie di servizi di base, tra cui la gestione della sicurezza attraverso l'utilizzo del protocollo HTTPS ed eventualmente dell'autenticazione "forte" con la richiesta di inserimento di smart-card da parte degli utenti. Il sistema WebWrapper è stato progettato per aggiungere questi servizi ad una generica applicazione, indipendentemente da come è stata sviluppata. Storicamente il sistema è nato nel 2002 a supporto dei sistemi di sicurezza richiesti per la BDN. La Figura 2 mostra l'architettura del sistema WebWrapper: un server bilanciatore smista con algoritmo round-robin le richieste web su dei server distributori. Su questi ultimi è installato Apache con moduli Perl e configurato come reverse proxy. Una richiesta web viene intercettata ed elaborata, verificando i requisiti di sicurezza, prima di distribuirla ai server applicativi veri e propri. Tipicamente in questa fase una richiesta in protocollo HTTPS viene tradotta in protocollo HTTP. Disaccoppiare la gestione della sicurezza del sito dalla parte applicativa ha una serie di vantaggi: 4

5 facilita gli sviluppatori degli applicativi che possono concentrarsi esclusivamente sui requisiti utente, bilancia il carico di trasformazione di una richiesta HTTPS in HTTP, notoriamente piuttosto pesante. Internet HTTPS Bilanciatore (Linux 2CPU) HTTPS Distributore (Linux 2CPU) Distributore (Linux 2CPU) Distributore (Linux 2CPU) HTTP App server (4CPU) App server (4CPU) Figura 2: Architettura sistema WebWrapper Discussione Vantaggi dell utilizzo di software open source I vantaggi principali di aver utilizzato software open source per gli applicativi web e per il sistema WebWrapper sono indicati di seguito. Risparmio economico L utilizzo di software open source ha consentito e consente un risparmio economico notevole in termini di licenze software necessarie per i sistemi informativi dell Istituto. Scalabilità Crescita del sistema in base alle necessità. A fronte di attività applicative specifiche, in BDN è stato necessario affrontare più volte situazioni di carico particolarmente intenso. In questi contesti, l architettura di Figura 2 è stata aumentata con un server per la parte applicativa e un distributore del sistema WebWrapper. Terminato il periodo intenso si è ripristinata la situazione iniziale, in quanto pienamente sufficiente a gestire il carico ordinario. Crescita rapida L'assenza di costi di licenza software consente una scalabiltà rapida. Se l'hardware è disponibile, è possibile aumentare rapidamente server applicativi e distributori nelle situazioni in cui si presenti un aumento di carico non previsto, o applicazioni da realizzare in tempi stretti. In tal caso, il costo dell aumento delle risorse è dato solo dall'hardware. Al contrario, nel caso di utilizzo di sistemi proprietari, il precedente costo cresce a causa delle licenze software, le quali notoriamente dipendono dalla quantità di hardware 5

6 utilizzato. Dalla nostra esperienza questo può essere anche quattro volte superiore rispetto a quello del solo hardware. La scelta strategica dell Istituto è stata di investire in anticipo su un parco hardware adeguato a coprire le variazioni nel carico e nel numero di applicazioni e, dove possibile, utilizzare software senza costi di licenze. Investire in anticipo sulle licenze software sarebbe complicato da giustificare. Si prenda come esempio una situazione, verificatasi più volte in BDN, con un forte aumento del carico lavorativo limitato ad un periodo di tempo. Una volta ripristinata la situazione di normalità, è abbastanza semplice riconvertire un server ad altre attività, in particolar modo utilizzando sistemi di virtualizzazione: il server virtuale non più necessario può essere spento, liberando risorse che saranno utilizzate da altre macchine virtuali. Al contrario, le licenze software aggiuntive rimangono un costo non recuperabile. Budget limitati L'assenza di costi di licenza ha consentito di poter fornire personalizzazioni dei sistemi informativi della BDN in contesti con budget limitati: in particolare in Serbia ed Eritrea. Una personalizzazione del SILAB (Sistema Informativo dei Laboratori) è stato fornito in Namibia. Tutti contesti in cui costi pesanti di licenze software avrebbero bloccato il progetto in partenza. Il controllo del codice: un vantaggio aggiuntivo Un altro fattore determinante è stato mantenere il controllo del codice. E' ben noto che ciò consente di personalizzare i sistemi software in base alle proprie necessità. In particolare, nel sistema WebWrapper, rimanere aggiornati sulla tecnologia e sulle possibilità offerte dai software open source, ha consentito l'estensione del sistema nell arco degli anni aggiungendo importanti funzionalità: Mapping degli applicativi: questa funzionalità consente di dare all'utente una visione omogenea di un applicativo web, mascherando il fatto che esso è composto di moduli interni separati. In base a delle direttive, le richieste web che arrivano ad un applicazione vengono smistati a webserver interni differenti. Un tipico mapping è il seguente: https://www.izs.it/reports/ -> https://www.izs.it/gis/ -> Le direttive indicano che le richieste al sito con prefisso /reports/ saranno gestite dal servizio web presente alla porta 8080 del server SERVER_1. Analogamente per le richieste con prefisso /gis/. Il mapping consente di creare applicazioni web coerenti utilizzando moduli separati realizzati con tecnologie diverse, quali moduli di reportistica, gestionali e gis. E stato di fondamentale importanza nel pubblicare applicativi web aggregando sottoapplicazioni realizzate in tempi diversi, molto spesso realizzate con tecnologie diverse e per forza di cose installate su server separati. In tal caso, il mapping ha favorito il riuso di applicazioni realizzate in passato evitando costose riconversioni. 6

7 Single Sign On: questa funzionalità consente di utilizzare applicazioni web differenti avendo un unico punto di autenticazione. Una volta autenticati in un applicazione portale, non verranno più chieste le credenziali per l'accesso alle altre applicazioni configurate. Questa funzionalità è stata pesantemente utilizzata nella realizzazione del portale che pubblica tutte le differenti anagrafi zootecniche della BDN. Ad oggi, esistono diverse soluzioni che realizzano le funzionalità presenti nel sistema WebWrapper. Tipicamente sono fornite come appliance (soluzioni composte sia di hardware che di software) e hanno anche in questo caso dei costi sempre nell'ordine di diverse decine di migliaia di euro. Conclusioni Come caso di studio in una Pubblica Amministrazione, si è presentata la panoramica del Software Open Source utilizzato all interno dell Istituto sia per gli scopi interni che per i progetti nazionali e internazionali. In particolare è stato presentato un caso di successo di applicazione software realizzata internamente all ente con strumenti open source ed utilizzata in progetti critici. In tale contesto, si sono evidenziati i benefici previsti dal DigitPA. Ad essere più precisi, due caratteristiche proprie del software open source determinano vantaggi diversi: non si hanno costi di licenza e il formato dei dati è necessariamente aperto. Dal punto di vista delle licenze si evidenzia: contenimento dei costi, elevata scalabilità con possibilità di aumento e riduzione di risorse senza spese inutili, facilità di applicazione a progetti con budget limitato, tipico dei paesi in via di sviluppo. Dal punto di vista del formato aperto dei dati si hanno i seguenti vantaggi: indipendenza da fornitori di software, elevata personalizzazione in base alle necessità. Come noto l utilizzo di software commerciale non è gratuito. Vi è da un lato il costo di licenza iniziale e poi quello di manutenzione e aggiornamento. Il costo di manutenzione è presente anche nell utilizzo di software open source, ma in questo caso può essere scelto fra due diverse possibilità: come servizi di supporto da pagare ad aziende esterne, oppure come formazione del personale interno. Ovvero, al contrario del software commerciale, vi è la possibilità di scegliere. In base all esperienza dell Istituto, tale costo è da valutare come un opportunità: laddove ve ne sia la possibilità, invece che acquistare licenze software si può pensare di investire nella crescita professionale del personale su software open source di provata qualità. Questo garantisce un risparmio nel progetto corrente e, ancora più importante, un ritorno di conoscenza nei progetti futuri. 7

8 In definitiva, il modello di sviluppo open source promuove lo spostamento dei costi dalle licenze alla formazione del personale, ovvero da una situazione di dipendenza che il fornitore opera sul cliente ad una di indipendenza e crescita culturale. Riferimenti [1]. Free Software Foundation [2]. Open Surce Iniziative [3]. Meo A., Berra A., 2001, Informatica solidale. Bollati Boringhieri [4]. Meo A., 2002, Software libero e Open Source, Mondo Digitale, Anno I, n. 2, 2002, p [5]. Raymond E., 2001, The Cathedral and the Bazaar. Paperback edition. [6]. Fuggetta A., 2003, Open source software: an evaluation. Journal of Systems and Software, Vol. 66, Issue 1, 2003, p [7]. European Commission - DG Enterprise, 2001, Study into the use of Open Source Software in the Public Sector An IDA Study - Interchange of Data between Administrations, June [8]. International Institute of Infonomics University of Maastricht, Berlecon Research GmbH Berlin, 2002, FLOSS (Free/Libre and Open Source Software: Survey and Study). June [9]. UK Government, 2004, Open Source Software - USE Within UK Government,V.2, [10]. A. Di Pasquale, E. Isocrono, L. Possenti, M. Cianella, C. Di Francesco, R. Lelli, V. Caporale, 2007, The Italian Database for Animal Identification: a Real Life Interoperability System among Public Administrations, In Proceedings of International Symposium on Management, Engineering and Informatics (MEI) 2007, IIIS(International Institute of Informatics and Systemics) [11]. A. Di Pasquale, E. Isocrono, L. Possenti, C. Di Francesco, W. Di Donato, G. Fiore, J. Hofherr, F. Natale, F. Bonavitacola, 2009, Monitoraggio del benessere animale e della tracciabilità del bestiame durante il trasporto, Veterinaria Italiana, 45(4), [12]. Savini L., Weiss C., Colangeli P., Conte A., Ippoliti C., Lelli R., Santucci U., A Web-based geographic information system for the management of animal disease epidemics. Veterinaria Italiana 43 (3), [13]. L. Possenti, A. Di Pasquale, E. Isocrono, W. Di Donato, A. D'Angelo, C. Di Francesco, V. Caporale, 2006, Multichannel Access to the National Database for Animal Identification, In Proceedings of International Conference on Cybernetics and Information Technologies, Systems and Applications (CITSA) 2006, IIIS(International Institute of Informatics and Systemics) 8

9 [14]. C. Batini, M. Comerio, F. De Paoli, C. Di Francesco, A. Di Pasquale, S. Grega, 2004, A service re-design methodology for multi-channel adaptation, In Proceedings of International Conference On Service Oriented Computing (ICSOC) 2004: pp , ACM. 9

L Open Source nella Pubblica Amministrazione

L Open Source nella Pubblica Amministrazione Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea in Produzione e gestione dei servizi informatici Tesina di E-government e controllo di qualità L Open Source nella Pubblica Amministrazione Prof. Enrico Arcuri

Dettagli

Report on Demand : Libreria Java open-source per offrire servizi di reportistica all interno delle applicazioni web sviluppate dall I.Z.S. A. e M.

Report on Demand : Libreria Java open-source per offrire servizi di reportistica all interno delle applicazioni web sviluppate dall I.Z.S. A. e M. Report on Demand : Libreria Java open-source per offrire servizi di reportistica all interno delle applicazioni web sviluppate dall I.Z.S. A. e M. di Luigi Possenti, Elio Malizia, Daniele Zippo, Patrizia

Dettagli

Linux e software libero nella P.A.: l'esperienza dell'i.z.s.a.m.

Linux e software libero nella P.A.: l'esperienza dell'i.z.s.a.m. Linux e software libero nella P.A.: l'esperienza dell'i.z.s.a.m. Daniele Zippo Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'abruzzo e del Molise di Teramo 29 Novembre 2003 1 IZS e Apache Esperienze con reti

Dettagli

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni)

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Progettazione di Sistemi Interattivi Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Docente: Daniela Fogli Gli strati e la rete Stratificazione da un altro punto di vista: i calcolatori

Dettagli

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE Piero DE BONIS (*), Grazia FATTORUSO (*), Pasquale REGINA (*), Carlo TEBANO (*) (*) ENEA - Centro Ricerche Portici,

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo Filippo DEL GUZZO (*), Valentina VALLERIANI (*), Alessandro CACCHIONE (*) (*) Regione Abruzzo, Struttura Speciale di

Dettagli

OPEN SOURCE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

OPEN SOURCE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE OPEN SOURCE E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Giovanna Sissa 4.2 Imprese, mondo della ricerca, utenti di tecnologie informatiche e telecomunicazioni, Pubbliche Amministrazioni guardano con interesse al software

Dettagli

Open Source e Free Software Introduzione a GRASS e sw correlati GFOSS (Geographic Free Open Source Software) Cartografia numerica e GIS Free Software Il termine free si deve tradurre come libero piuttosto

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it.

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it. FLOSS Opportunità per PPAA e PMI L o Evento del TOSSAD Project http://www.tossad.org Romolo Camplani Nicola Serra http://agile.diee.unica.it 1 Cosa è il FLOSS (o F/OSS) Free/Libre Open Source Software

Dettagli

Le scelte tecnologiche di RUP System

Le scelte tecnologiche di RUP System Cremona 22 novembre 2007 Le scelte tecnologiche di System - Metarete Linguaggio di programmazione Linguaggio di programmazione: Java Semplice e robusto Orientato agli oggetti Indipendente dalla piattaforma

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

GoCloud just google consulting

GoCloud just google consulting La visione Cloud di Google: cosa cambia per i profili tecnici? GoCloud just google consulting Workshop sulle competenze ed il lavoro degli IT Systems Architect Vincenzo Gianferrari Pini

Dettagli

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10 Soluzioni software di EDM "Electronic Document Management" Gestione dell archiviazione, indicizzazione, consultazione e modifica dei documenti elettronici. Un approccio innovativo basato su tecnologie

Dettagli

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine OS E PA Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine CODICE DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE Decreto legislativo 7 marzo

Dettagli

JSIS JSIS L architettura JSIS

JSIS JSIS L architettura JSIS JSIS JSIS L architettura JSIS La piattaforma JSIS Java Solution Integrated Suites, interamente realizzata dai nostri laboratori di sviluppo software, è una soluzione che integra la gestione di diverse

Dettagli

Affidamento di servizi di manutenzione e assistenza sul prodotto mitris manifestazione d interesse

Affidamento di servizi di manutenzione e assistenza sul prodotto mitris manifestazione d interesse Affidamento di servizi di manutenzione e assistenza sul prodotto mitris La Società INSIEL - Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. - avvia un'indagine di mercato per ricevere manifestazioni

Dettagli

Un CMS potente e versatile

Un CMS potente e versatile 1 Un CMS potente e versatile www.plone.org www.tecnoteca.com 2 Cos è Plone E un CMS open source, distribuito con licenza GPL screen sito plone base E facile da installare, utilizzare ed estendere. Consente

Dettagli

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Amministrazione: Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Responsabile

Dettagli

Comune di Bologna Settore Tecnologie Informatiche

Comune di Bologna Settore Tecnologie Informatiche GARA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI ASSISTENZA MANUTENTIVA ED EVOLUTIVA DI ALCUNI SOFTWARE OPEN SOURCE INSTALLATI SUI SERVER E SUI CLIENT DEL COMUNE DI BOLOGNA. DETERMINAZIONE A CONTRARRE:

Dettagli

Il Comune di Modena e l'open Source Mo.Ma 2013

Il Comune di Modena e l'open Source Mo.Ma 2013 Il Comune di Modena e l'open Source Il Comune di Modena e l'open Source A partire dalla seconda metà degli anni '90, inizia l'utilizzo di tecnologie open source: Rete civica, e-mail 1997 nasce la Intranet

Dettagli

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management)

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management) Thea PDM Il PDM (Product Data Management) Nell'industria manifatturiera il PDM è un software per la raccolta ed organizzazione dei file nelle divere fasi di ideazione, progettazione, produzione ed obsolescenza

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Il Software Libero in FVG: Esperienze e prospettive per lo sviluppo del mercato ICT

Il Software Libero in FVG: Esperienze e prospettive per lo sviluppo del mercato ICT 1 1 Udine, 7 febbraio 2008 Il Software Libero in FVG: Esperienze e prospettive per lo sviluppo del mercato ICT TECNOTECA: la testimonianza di un operatore del mercato Fabio Bottega - f.bottega@tecnoteca.it

Dettagli

Open Source e Free Software

Open Source e Free Software Introduzione a QGIS, software FOSS per la gestione di dati territoriali Genova, 26 marzo 2013 Free software e licenze Free software Il termine free si deve tradurre come libero piuttosto che gratuito.

Dettagli

Dott. Leonardo Donnaloia Roma, 13 ottobre 2011

Dott. Leonardo Donnaloia Roma, 13 ottobre 2011 Regione Lazio aderisce alla GeoUML methodology al fine di testare le componenti software e definire le più opportune modalità di realizzazione del proprio DBT, avendo come riferimento una porzione del

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

Open Source Cosa è, chi lo usa, perchè.

Open Source Cosa è, chi lo usa, perchè. GNU/Linux User Group Perugia http://www.perugiagnulug.org Perugia, 7 dicembre 2007 Paolo Giardini AIP Privacy Officer Eucip Certified Informatics Professional Consulente per la sicurezza delle informazioni

Dettagli

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 UFFICIO S. I. R. S. Standard Tecnologici ver. 2.1 ultimo agg.: 06/06/2012 CONTROLLO DEL DOCUMENTO Data APPROVAZIONI Autore Redatto da: 27/05/2012 Dott.

Dettagli

I Sistemi Informativi Territoriali

I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali Dal Desktop al Web Nuove strategie di condivisione dell Informazione Geografica Palazzo Riccio di Morana INTEA Srl Informatica Territorio e Ambiente I Sistemi Informativi

Dettagli

Una soluzione Open Source per il monitoraggio e la gestione della Cooperazione Applicativa

Una soluzione Open Source per il monitoraggio e la gestione della Cooperazione Applicativa Una soluzione Open Source per il monitoraggio e la gestione della Cooperazione Applicativa Walter Ambu, Carlino Casari, Giorgio Follesa, Alessio Setzu, Luca Simbula CRS4 CSR {w.ambu, casari, gfollesa,

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it

A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. Pubblicata

Dettagli

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Il CMS Moka Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Moka è uno strumento per creare applicazioni GIS utilizzando oggetti (cartografie, temi, legende, database, funzioni) organizzati in un catalogo condiviso.

Dettagli

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali INDICE 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI 3 1.1 CAPO PROGETTO 3 1.2 ANALISTA FUNZIONALE 4 1.3 ANALISTA PROGRAMMATORE 5 1.4 PROGRAMMATORE

Dettagli

AIM ha l obiettivo di essere un partner nelle scelte strategiche ICT e nello sviluppo di soluzioni informatiche per creare valore ai Clienti.

AIM ha l obiettivo di essere un partner nelle scelte strategiche ICT e nello sviluppo di soluzioni informatiche per creare valore ai Clienti. Maggio 2010 Missione AIM ha l obiettivo di essere un partner nelle scelte strategiche ICT e nello sviluppo di soluzioni informatiche per creare valore ai Clienti. AIM opera dal 2000 prevalentemente con

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici.

Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici. Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici. La soluzione WebGIS su misura per visualizzazione, interrogazione e gestione operativa, comprensiva di editing, di cartografia e database

Dettagli

Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it. Contenuti del Corso

Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it. Contenuti del Corso WEB & GIS Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Contenuti del Corso 1. Introduzione 2. Internet e Tecnologia Web 3. Il server web: IIS, Apache, IIS 4. Il

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Esperimenti di Cloud Computing in ENEA-GRID

Esperimenti di Cloud Computing in ENEA-GRID Conferenza GARR 2011 Bologna, 8-10 Novembre Esperimenti di Cloud Computing in ENEA-GRID Ing. Giovanni Ponti, Ph.D. ENEA C.R. Portici giovanni.ponti@enea.it Joint work with A. Secco, F. Ambrosino, G. Bracco,

Dettagli

La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source".

La realizzazione di WebGis con strumenti Open Source. La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source". Esempi di impiego di strumenti a sorgente aperto per la realizzazione di un Gis con interfaccia Web Cos'è un Web Gis? Da wikipedia: Sono detti WebGIS

Dettagli

L Atlante delle segnalazioni paesaggistiche della Provincia di Lucca (crowdsourcing opensource)

L Atlante delle segnalazioni paesaggistiche della Provincia di Lucca (crowdsourcing opensource) Servizio Tecnico, Pianificazione Territoriale e della Mobilità, Risorse Naturali e Politiche Energetiche u.o. Sistema Informativo Geografico e Mobilità L Atlante delle segnalazioni paesaggistiche della

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino SCHEDA TECNICA Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio Amministrazione Comune di Sant Arpino Note e considerazioni sul riuso Il Sistema proposto viene reso disponibile in open source per

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

REGIONE BASILICATA Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità. Specifiche Tecniche

REGIONE BASILICATA Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità. Specifiche Tecniche All. C REGIONE BASILICATA Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità Specifiche Tecniche Nodo Regionale Banche Dati Servizi Veterinari Regione Basilicata

Dettagli

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Sergio Loddo, Luca Devola GFOSS - Cagliari, 27 febbraio 2009 Indice 1. Presentazione 2. Progetto 3. Architettura, metodologia

Dettagli

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale OSS in Istat. Situazione attuale e prospettive future Istat, 17 Giugno 2004 Vincenzo Patruno OSS in Istat Situazione attuale e prospettive future Software

Dettagli

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione ICT Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche

Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche Franco Lenzi Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche 7 e 8 maggio 2010, Venezia, Hotel Hilton Molino Stucky 1 La strategia tecnologica Gli obiettivi espressi dalle scelta di strategia e

Dettagli

Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità.

Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità. Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità. Di seguito la nostra migliore offerta economica per la fornitura del software in oggetto. Siamo

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Soluzioni open source integrate. per le aziende: case study. Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) 29 novembre 2003

Soluzioni open source integrate. per le aziende: case study. Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) 29 novembre 2003 Soluzioni open source integrate 29 novembre 2003 per le aziende: case study Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) 1. Sintesi dell intervento Presentazione Case Study odierno: Intranet Moroso S.P.A. Ingredienti

Dettagli

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006 ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT 1 Motivazioni del progetto (1) Il Servizio Sistemi Informativi e Telematici del Comune di Udine è

Dettagli

RRF Reply Reporting Framework

RRF Reply Reporting Framework RRF Reply Reporting Framework Introduzione L incremento dei servizi erogati nel campo delle telecomunicazioni implica la necessità di effettuare analisi short-term e long-term finalizzate a tenere sotto

Dettagli

Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source

Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source Udine 9 febbraio 2006 Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) www.ianneceassociati.it www.tecnoteca.com - www.tecnoteca.it PA, innovazione

Dettagli

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Amministrazione:

Dettagli

Business Intelligence. strumento per gli Open Data

Business Intelligence. strumento per gli Open Data Business Intelligence strumento per gli Open Data Progetti di innovazione Progetti di innovazione negli Enti Locali Perchè? Forte cultura dell'adempimento Minore sensibilità per la verifica dei servizi

Dettagli

I Server. Andrea Sommaruga: I server e le OSC (12:15-13:00) I Sistemi Operativi alternativi: Distribuzioni Linux,

I Server. Andrea Sommaruga: I server e le OSC (12:15-13:00) I Sistemi Operativi alternativi: Distribuzioni Linux, I Server Andrea Sommaruga: I server e le OSC (12:15-13:00) I Sistemi Operativi alternativi: Distribuzioni Linux, FreeBSD, ecc. Apache / Tomcat / Jakarta / Samba e l'accesso a Windows Antivirus, firewall,

Dettagli

proposta di legge n. 316

proposta di legge n. 316 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 316 a iniziativa dei Consiglieri ALTOMENI, BRANDONI, AMAGLIANI, BINCI, PETRINI, COMI, MOLLAROLI, ORTENZI, D ISIDORO, CAPPONI presentata in data

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

SCHEDA TECNICA GeoPA

SCHEDA TECNICA GeoPA SCHEDA TECNICA GeoPA Denominazione GeoPA - soluzione software per il controllo ed il monitoraggio del territorio. Amministrazione Comune di Parete. Note e considerazioni sul riuso Caratteristiche generali

Dettagli

Dati Geografi i Aperti: istruzio i per l uso

Dati Geografi i Aperti: istruzio i per l uso Web-mobile-GIS, la nuova frontiera di pubblicazione dei dati cartografici Gianfranco Di Pietro (Geofunction srls - gianfrancodipietro@geofunction.it) Fabio Rinnone (Geofunction srls - fabiorinnone@geofunction.it)

Dettagli

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA Dedicato a. Gianluca ed Enza, due persone speciali Autore: Gianpiero Fasulo www.gfasulo.it - Pag. 2 COPYRIGHT La tua prima APP con CORDOVA Tutti i diritti riservati. Nessuna

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Cosa è Tower. Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless. struttura scalabile. permette la nomadicità degli utenti

Cosa è Tower. Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless. struttura scalabile. permette la nomadicità degli utenti Cosa è Tower Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless struttura scalabile consente la federazione tra reti di enti/operatori t i differenti permette la nomadicità degli

Dettagli

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Architettura ABSCARD Pagina 1 di 13 INDICE GENERALE 1 Architettura...3 1.1 Introduzione...3 1.1.1 Sicurezza...4 1.1.2 Gestione...5 1.1.3 ABScard

Dettagli

Identity Access Management nel web 2.0

Identity Access Management nel web 2.0 Identity Access Management nel web 2.0 Single Sign On in applicazioni eterogenee Carlo Bonamico, NIS s.r.l. carlo.bonamico@nispro.it 1 Sommario Problematiche di autenticazione in infrastrutture IT complesse

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale.

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale. COMUNE DI ARGENTA Ferrara 29 Novembre 2003 La scelta dell open source come strumento dell e government locale. Un percorso applicativo di responsabilizzazione e sviluppo delle risorse umane Comune in Provincia

Dettagli

Introduzione al Software Libero

Introduzione al Software Libero Introduzione al Software Libero Linux Day 6 23 novembre 2002 Il software Programma (codice) scritto in un particolare linguaggio di programmazione esistono molti linguaggi di programmazione (Di solito)

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata Autori: Anna Maria Grippo Ufficio SIRS Data di creazione: Ottobre 2012 Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2013 Versione:

Dettagli

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PROFILE 2015 GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PA GROUP> Leader nel settore IT. Dal 1998 fornisce prodotti e soluzioni best in class nei diversi settori di competenza: Finanza, Industria, PA,

Dettagli

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 GRAM 231 Global Risk Assessment & Management Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 Sommario Proposta di applicazione pratica... 3 Quadro normativo... 3 Una soluzione...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Il software Open Source per la gestione documentale

Il software Open Source per la gestione documentale Il software Open Source per la gestione documentale Fabio Adezio fabio.adezio@noze.it Navacchio - Cascina (PI), 4 Dicembre 2008 Il ruolo dell utente Consapevole Non accetta limitazioni Propositivo E il

Dettagli

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

E n g i n e e r i n g S o l u t i o n s C e n t r o d i E c c e l l e n z a e C o m p e t e n z a J A V A

E n g i n e e r i n g S o l u t i o n s C e n t r o d i E c c e l l e n z a e C o m p e t e n z a J A V A E n g i n e e r i n g S o l u t i o n s C e n t r o d i E c c e l l e n z a e C o m p e t e n z a J A V A Chi siamo CASTGroup nasce nel 1988 e si occupa sin dall inizio di sviluppo software. Nel corso

Dettagli

L Open Source nella Pubblica

L Open Source nella Pubblica L Open Source nella Pubblica Amministrazione Vittorio Pagani Responsabile Osservatorio Open Source - CNIPA 1 Riflessioni su alcune caratteristiche del software OS disponibilità del codice sorgente: possibilità

Dettagli

Sme.UP Web Application

Sme.UP Web Application Sme.UP Web Application Web Application Web.UP Una interfaccia web per i vostri dati gestionali Il modulo applicativo Web.UP fornisce al progettista di siti Internet una serie di potenti strumenti per l'integrazione

Dettagli

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI LA CONTINUITÀ OPERATIVA È UN DOVERE La Pubblica Amministrazione è tenuta ad assicurare la continuità dei propri servizi per garantire il corretto svolgimento

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca:

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: ICAD-GEO - Studio di fattibilita per la realizzazione di un progetto per la realizzazione di una infrastruttura per la cooperazione applicativa

Dettagli

La sicurezza nell'uso della rete. 15 aprile 2014 - Claudio Bizzarri Modulo base claudio@bizzarri.net

La sicurezza nell'uso della rete. 15 aprile 2014 - Claudio Bizzarri Modulo base claudio@bizzarri.net La sicurezza nell'uso della rete 15 aprile 2014 - Claudio Bizzarri Modulo base claudio@bizzarri.net Modulo base La sicurezza nell'uso della rete Introduzione internet e Internet obiettivi di un attacco

Dettagli

Il software open source nella UE: progetti di Eurostat e della Commissione

Il software open source nella UE: progetti di Eurostat e della Commissione Il software per la statistica ufficiale: dai sistemi proprietari a quelli open source 4 marzo 2008 : progetti di Eurostat e della Commissione Carlo Vaccari Istat - Direzione Centrale per le Tecnologie

Dettagli

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292 APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti Sommario APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti... 1 1. PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 2 1.1 Capo progetto... 2 1.2

Dettagli

Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale

Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale Passaggio del software applicativo Tributi dalla piattaforma client/server SICRA alla piattaforma WEB SICR@WEB.

Dettagli

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g Sommario Oracle Database 10g (laboratorio) Dr. Daniele Barone Dr. Simone Grega 1 2 Oracle Database 10g Offre alte qualità del servizio: Performance; Scalabilità; Sicurezza; Affidabilità. Gestione autonoma

Dettagli

Perché e per chi. Perché Lyra News? Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale

Perché e per chi. Perché Lyra News? Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale Perché e per chi. Il processo di interazione cliente azienda che porta alla predisposizione dell offerta di un mezzo di produzione

Dettagli

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 L automazione della Forza Vendita Le aziende commerciali che che sviluppano e alimentano il proprio

Dettagli

Fabio Puglisi Responsabile area servizi informatici Comune di Mascalucia

Fabio Puglisi Responsabile area servizi informatici Comune di Mascalucia SOFTWARE LIBERO NELLA P. A. Fabio Puglisi Responsabile area servizi informatici Scenario Operativo 21 Regioni e Province Autonome su 22 80 su 100 Comuni con più di 60.000 abitanti Dotate di uno specifico

Dettagli

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro Architetture per le applicazioni web-based Mario Cannataro 1 Sommario Internet e le applicazioni web-based Caratteristiche delle applicazioni web-based Soluzioni per l architettura three-tier Livello utente

Dettagli

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi Web LIMS web solutions per i laboratori di analisi I MO LA SOLUZIONE Web LIMS LIMS è l acronimo di Laboratory Information Management System, ovvero il sistema informativo gestionale dedicato ai laboratori

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME NOME Curriculum Vitae GIOVANNETTI ANTONIO INDIRIZZO Via della Riserva Nuova, 73 00132 Roma TELEFONO +39 328 8990184 EMAIL antonio.giovannetti@gmail.com GVNNTN74H05I838O Italiana

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli