Svegliate il mondo! ATLANTE DELLE RELIGIONI. Claudio Cristiani SOCIETÀ EDITRICE INTERNAZIONALE - TORINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Svegliate il mondo! ATLANTE DELLE RELIGIONI. Claudio Cristiani SOCIETÀ EDITRICE INTERNAZIONALE - TORINO"

Transcript

1 SOCIETÀ EDITRICE INTERNAZIONALE - TORINO Claudio Cristiani ATLANTE DELLE RELIGIONI Svegliate il mondo!

2 Coordinamento editoriale: Lia Ferrara Progetto editoriale: Rosalba Maestro Redazione: Rosalba Maestro Coordinamento tecnico: Michele Pomponio Progetto grafico: Rubber Band Impaginazione: Garon - Cremona Disegni: Michela Ameli - Glifo Design Coordinamento multimediale: Nicola Prinetti Redazione multimediale: Roberta Ricca Copertina: Piergiuseppe Anselmo Foto di copertina: Corbis Le immagini provengono dall archivio SEI I brani biblici sono tratti dalla versione ufficiale a cura della CEI 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco d Assisi e Santa Caterina da Siena per gentile concessione. C. Cristiani Svegliate il mondo! Volume per il primo anno Testo per l IRC nella Scuola Secondaria di primo grado Società Editrice Internazionale Nulla osta della Conferenza Episcopale Italiana (Prot. N. 31/2015) Roma, 26 gennaio 2015 Imprimatur (Prot. N. 5/15) Torino, 5 febbraio 2015 Angelo Card. Bagnasco Presidente mons. Valter Danna Vicario Generale 2015 by SEI - Società Editrice Internazionale - Torino Prima edizione: 2015 Ristampa Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell opera o di parti di essa con qualsiasi mezzo, compresa stampa, copia fotostatica, microfilm e memorizzazione elettronica, se non espressamente autorizzata per iscritto. Le fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dall art. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941 n Le fotocopie effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da: CLEARedi, Centro Licenze e Autorizzazioni per le Riproduzioni Editoriali, Corso di Porta Romana 108, Milano sito web L Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare errori di attribuzione o eventuali omissioni sui detentori di diritto di copyright non potuti reperire. Stampa: Bona S.p.A Torino

3

4 INDICE LE RELIGIONI DEL MONDO 1 L EBRAISMO Ebrei nel mondo... 4 La fede in Yahwéh... 4 Il vincolo della chiesa con gli ebrei... 5 Il credo ebraico... 5 La preghiera... 5 Lo Shemà Israel... 6 I luoghi del culto... 6 Torah, Mishnah, Talmud... 6 I rabbini... 7 Le principali festività... 8 I riti funebri... 9 La vita oltre la morte... 9 Contenuti digitali Visita didattica interattiva La sinagoga Video Sukkoth a Gerusalemme Video Ro'sh ha-shanah Video Yom Kippur Video Purim, il carnevale ebraico Approfondiamo Le radici dell'antisemitismo Approfondiamo Dai pogrom alla Shoah 2 L ISLAM La diffusione dell islam La comunità islamica Le correnti Il fondatore Alcuni nomi di Dio secondo il Corano Allah e i suoi nomi Il credo islamico Angeli e demoni L uomo Le sure Il Corano La sunna e gli hadith I cinque pilastri dell islam La preghiera del venerdì Pellegrini alla Mecca I luoghi di culto Le persone sacre Le principali festività La vita dopo la morte Contenuti digitali Video I musulmani nel mondo Video Intervista all imam della Moschea Al Aqza a Gerusalemme: i veri musulmani credono in Mosè e Gesù Video Il ramadan a Gerusalemme Visita didattica interattiva La moschea 3 L INDUISMO Origine e sviluppi Le divinità principali La sacra Trimurti Il sistema delle caste Le credenze principali Le vie per raggiungere il divino Gli stadi della vita Lo yoga La vita dopo la morte I luoghi sacri Le persone sacre I doveri dei brahmini I testi sacri I riti I culti Le feste IL BUDDHISMO Una religione senza divinità Siddharta Il Buddha Le correnti principali del buddhismo La legge del karma Le quattro nobili verità La meditazione iv

5 Il nobile ottuplice sentiero Il nirvana Luoghi e oggetti di culto Il decalogo buddhista Monaci e laici La vita dei monaci I tre Gioielli del buddhista Le principali festività L espansione del buddhismo Il buddhismo tibetano LO SHINTOISMO I kami Le origini Divinità e luoghi sacri I riti e le feste Persone e testi sacri IL CONFUCIANESIMO Le origini e il fondatore Le divinità Religione e religioni in Cina Una società rinnovata Il li I culti contenuti digitali LE RELIGIONI DEL PASSATO 1 LE PRIME ESPRESSIONI RELIGIOSE 2 LUOGHI SACRI PER IL CULTO 3 LE PRIME RELIGIONI POLITEISTE 4 GLI DEI DELLA MESOPOTAMIA 5 DIVINITÀ E MITI DELL'ANTICO EGITTO 7 IL TAOISMO Il fondatore Il Tao, lo Yang e lo Yin Alla ricerca dell armonia I consigli Le divinità I luoghi sacri Le persone sacre Le feste religiose GLI DEI DELLA GRECIA 7 LA RELIGIONE ROMANA v

6 LE RELIGIONI DEL MONDO Lezioni 1 L ebraismo 2 L islam 3 L induismo 4 Il buddhismo 5 Lo shintoismo 6 Il confucianesimo 7 Il taoismo

7 Contenuti digitali LE RELIGIONI DEL PASSATO Lezioni 1 Le prime espressioni religiose 2 Luoghi sacri per il culto 3 Le prime religioni politeiste 4 Gli dei della Mesopotamia 5 Divinità e miti dell'antico Egitto 6 Gli dei della Grecia Obiettivi Comprendere nelle domande dell uomo le tracce di una ricerca religiosa. Comprendere alcune caratteristiche fondamentali delle principali confessioni diffuse al mondo. Confrontarle con le categorie fondamentali della fede ebraico-cristiana e delle sue manifestazioni. Focalizzare l attenzione su strutture e luoghi sacri delle varie religioni. 7 La religione romana Competenze L alunno sa interagire con persone di religione differente, sviluppando un identità capace di accoglienza, confronto e dialogo.

8 1 L'EBRAISMO 4 Ebrei nel mondo L ebraismo è il complesso della cultura e della religione del popolo ebraico. Vissuti in Palestina per circa due millenni, gli ebrei a partire dal I secolo d.c. subirono una dispersione (la grande diaspora ) in Asia, in Europa e poi nelle Americhe: da quel momento la loro storia è la vicenda di un popolo unito dalla stessa fede, dalla stessa Legge e dallo stesso culto, ma senza una patria. Questa situazione durò fino al 1948, quando, con l approvazione dell Assemblea delle Nazioni Unite, venne proclamata la nascita dello Stato di La fede in Yahwéh Giovane ebreo americano sulla metropolitana di New York. Israele (accanto a uno Stato arabo di Palestina). Attualmente il numero degli ebrei nel mondo è di circa 14 milioni, distribuiti in un centinaio di Paesi: di essi 6 milioni vivono in Israele; del milione e mezzo di ebrei che vivono in Europa, circa si trovano in Francia, quasi in Gran Bretagna, in Italia; la più grande comunità al mondo, dopo quella in Israele, si trova negli Stati Uniti (5,3 milioni). Gli ebrei cominciano a computare gli anni dalla creazione del mondo tradizionalmente fissata nel 3760 a.c. Ciò che ha caratterizzato Israele, unico fra i popoli dell antichità, è stato il suo monoteismo. Gli ebrei infatti credono in un unico Dio, Yahwéh, che è il creatore e il signore dell universo, l essere trascendente che non si può contemplare faccia a faccia e la cui realtà sfugge all uomo. La professione di fede sull eternità e unicità di Dio è basata sulle parole bibliche Ascolta Israele, Yahwéh è il tuo Dio, Yahwéh è unico (Deuteronomio 6,4): è la preghiera dello Shemà Israel, che dev essere recitata giornalmente, al mattino e alla sera, da ogni ebreo adulto. Il racconto della rivelazione di Dio agli ebrei è contenuto nella Bibbia, il libro sacro degli ebrei che parla della speciale alleanza che Egli ha instaurato con loro: Yahwéh non tradirà mai il suo popolo e il popolo ebraico si impegna a sua volta a rispettare il patto di alleanza attraverso l obbedienza alla Legge.

9 L EBRAISMO Il vincolo della Chiesa con gli ebrei La Chiesa, in quanto popolo di Dio, si considera l erede legittima degli ebrei, considerati come fratelli maggiori : La Chiesa di Cristo infatti riconosce che gli inizi della sua fede e della sua elezione si trovano già, secondo il mistero divino della salvezza, nei patriarchi, in Mosè e nei profeti. [...] Per questo non può dimenticare che ha ricevuto la rivelazione dell Antico Testamento per mezzo di quel popolo con cui Dio si è degnato di stringere l antica alleanza, e che essa si nutre della radice dell ulivo buono su cui sono stati innestati i rami dell ulivo selvatico che sono i popoli pagani. [...] Essa ricorda anche che dal popolo ebraico sono nati gli apostoli, fondamenta e colonne della Chiesa, e così quei moltissimi discepoli che hanno annunciato al mondo il Vangelo di Cristo. Concilio Vaticano II, Nostra Aetate, n. 4 La mezuzah è un piccolo astuccio che viene attaccato allo stipite della porta delle case ebraiche. Esso contiene una sottile pergamena in cui sono tracciati i più importanti principi dell'ebraismo (l unità di Dio, l amore del Signore verso l umanità, i doveri che si hanno verso la famiglia). La mezuzah serve a richiamare giornalmente l ebreo: al dovere dello studio della Torah; all osservanza rituale del sabato e delle celebrazioni festive; alla recita delle benedizioni per testimoniare che l uomo vive in un universo animato dall eterna presenza del Creatore; all osservanza delle prescrizioni alimentari. Il credo ebraico Il credo ebraico, codificato in una professione di fede elaborata da Mosè Maimonide ( ), si basa sulla fede nell esistenza di: un solo Dio; un Dio Creatore e Signore dell universo, che affida il mondo all uomo; un Dio che perdona, che toglie il peccato, origine di ogni male; un Dio che agisce nella storia; un Dio misericordioso che salva; La preghiera un Dio che ha scelto Israele come suo popolo; un Dio che stabilisce un alleanza con gli ebrei costantemente da Lui rinnovata, malgrado le infedeltà di Israele; un Dio che ha donato la Legge, contenuta nei primi cinque libri della Bibbia (Torah), a cui si deve fedeltà e obbedienza assoluta; un Dio che promette un futuro regno messianico, nel quale regneranno pace, giustizia e abbondanza di ogni bene. Gli ebrei pregano tre volte al giorno (mattino, pomeriggio, sera), in casa o nella sinagoga, in modo personale o comunitario (per la preghiera comunitaria occorre il numero minimo di dieci adulti maschi), sia recitando preghiere particolari sia leggendo e commentando la Torah. Tra le preghiere ebraiche ricordiamo l Amidah (una serie di benedizioni che usano la formula Benedetto sei Tu o Dio, re dell universo e che si recitano stando in piedi) e lo Shemà Israel. 5

10 L EBRAISMO Shemà Israel Ascolta Israele: il Signore è il nostro Dio, unico è il Signore. Tu amerai il Signore tuo Dio, con tutto il cuore, con tutta l anima e con tutte le forze. Questi precetti che oggi ti do, ti siano fissi nel cuore. Li ripeterai ai tuoi figli, ne parlerai quando ti troverai in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai. Te li legherai alla mano come un segno, ti saranno come un pendaglio tra gli occhi e li scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte. Dt 6, 4-9 Un ebreo assorto in prghiera. Sono visibili i tefillin: uno sulla fronte e l altro nella mano sinistra. L uomo è avvolto da un tallit. Da quando hanno compiuto i tredici anni di età (da quando cioè sono diventati adulti secondo la legge ebraica), gli ebrei (maschi) pregano indossando un mantello di preghiera (il tallit) e, nella preghiera del mattino, indossando i filatteri (tefillin) sulla fronte e sul braccio sinistro (che è dalla parte del cuore): sono piccole capsule che contengono versetti della Torah, scritti su pergamena, in obbedienza alla richiesta del Signore di porre le Scritture come segno sulla mano e come un memoriale fra gli occhi (Es 13, 9). I luoghi del culto VISITA DIDATTICA INTERATTIVA La sinagoga Centro del culto ebraico era il Tempio di Gerusalemme, dove erano conservate le Tavole della Legge, che Dio aveva consegnato a Mosè sul Sinai, e dove si compivano sacrifici di animali in onore di Yahwéh. Gli ebrei esuli a Babilonia (VI secolo a.c.), tuttavia, essendo impossibilitati a rendere culto nel Tempio, ormai distrutto, cominciarono a riunirsi nella sinagoga, nella quale il sacrificio era sostituito dalla preghiera. L uso della sinagoga fu portato in Palestina dagli esuli rimpatriati ed esso si affiancò al culto praticato nel Tempio ricostruito. La sinagoga assunse sempre più importanza dopo la distruzione definitiva del Tempio di Gerusalemme nel 70 d.c., diventando luogo non solo di culto ma anche di studio, di insegnamento e di meditazione della Legge. Ancora oggi queste sono le sue funzioni. TORAH, MISHNAH, TALMUD Per guidare il suo popolo alla salvezza, Dio gli ha donato la Legge, comunicata a Mosè sul Sinai. Una parte di essa venne messa per iscritto nella Torah biblica (che corrisponde al Pentateuco della Bibbia cristiana: Genesi, Esodo, Numeri, Levitico, Deuteronomio). Un altra parte venne trasmessa oralmente di generazione in generazione fino all epoca romana, quando anch essa fu messa per iscritto. La Legge orale messa per iscritto si chiama Mishnah ed è un insieme immenso di decisioni giuridiche, di leggi, di controversie e dibattiti che riguardano tutti i campi. La Mishnah è talmente complessa che si sentì il bisogno di scriverne una spiegazione: la Ghemarà. L insieme della Mishnah e della Ghemarà costituisce il Talmud (nelle due versioni, babilonese e palestinese), uno dei pilastri della tradizione ebraica. 6

11 L EBRAISMO I rabbini Con la distruzione del Tempio di Gerusalemme, ha avuto termine la funzione dei sacerdoti, che anticamente compivano i sacrifici al Signore a nome del popolo e per il popolo. Nelle sinagoghe sono presenti invece i rabbini, che tuttavia non hanno un ruolo specifico nella liturgia. Essi piuttosto sono studiosi ed esperti della legge ebraica, e dunque possiedono l autorità per occuparsi di diverse funzioni: insegnano e predicano, presiedono a matrimoni e funerali, svolgono ruoli di arbitri e di consiglieri, organizzano il culto. Negli ultimi anni sono state ammesse al rabbinato anche le donne. La stella a sei punte (la cosiddetta stella di David ), che è riprodotta anche sulla bandiera dello Stato di Israele, è composta dall intreccio di due triangoli sovrapposti: uno con il vertice verso l alto, l altro con il vertice verso il basso. Diverse sono state le interpretazioni che sono state date di questo simbolo, che soltanto negli ultimi due secoli ha assunto una connotazione esclusivamente ebraica. I nazisti costrinsero gli ebrei, per farsi riconoscere, a cucire sopra i loro vestiti la stella di Davide. Il candelabro a sette bracci (menorah), alimentato da olio d oliva, faceva parte degli arredi dell arca dell alleanza (la sua descrizione si trova in Esodo 25,31) e poi di quelli del Tempio di Gerusalemme (come ci testimonia la sua rappresentazione sull arco di Tito nel Foro romano, in un rilievo che celebra la conquista della città da parte dei romani). La sua riproduzione si trova nelle sinagoghe, dove è utilizzato come candelabro. Secondo alcuni la menorah simboleggerebbe i sei giorni della settimana con al centro il sabato. 7

12 L EBRAISMO VIDEO Sukkoth a Gerusalemme Ro'sh ha-shanah Yom Kippur Purim, il carnevale ebraico Le principali festività Tutte le feste ebraiche cominciano la sera del giorno precedente e continuano sino alla sera successiva. La gioia festiva invece si esprime tradizionalmente banchettando con carne e bevande, acquistando vestiti nuovi e rispondendo generosamente alle richieste di carità. La giornata sacra per eccellenza è il sabato (Shabbat), che comincia il venerdì sera con il tramonto del sole. Nelle case si consuma un pasto, come rito religioso, in cui il padre benedice il vino e spezza il pane. Nelle funzioni del sabato ha un posto molto importante la lettura della Torah. Il calendario ebraico è costellato da un certo numero di celebrazioni festive d origine diversa che si sono imposte in epoche differenti della storia. Una prima categoria comprende le tre feste bibliche considerate propriamente maggiori (note anche come feste di pellegrinaggio e con in comune il tema della gioia di fronte alla presenza di Dio): la Pasqua (Pesach), commemorazione dell esodo; la Pentecoste (Shavuot), che cade cinquanta giorni dopo la Pasqua ed è una ricorrenza legata al periodo agricolo di maturazione dei cereali e delle primizie e alla riconoscenza a Dio per il raccolto; la festa delle Capanne (Sukkoth), che commemora il tempo che gli ebrei, fuggiti dall Egitto, trascorsero nel deserto vivendo in abitazioni precarie. Sono celebrazioni a parte il Capodanno ebraico (Ro sh ha-shanah) e il giorno del Grande perdono (Yom Kippur), in occasione delle quali viene suonato lo shofar. Vi sono poi celebrazioni secondarie come la festa della Dedicazione (Hannukkah) e la festa di Ester (Purim), oltre a diversi giorni di digiuno, alcuni dei quali ricordano le grandi catastrofi del passato vissute dal popolo ebraico. Un ebreo suona lo shofar, un corno di montone, in occasione della festa di Yom Kippur. 8

13 L EBRAISMO I riti funebri La sepoltura di un fedele ebreo va effettuata il prima possibile, di solito entro le ventiquattro ore dal decesso, per preservare l integrità e la sacralità del corpo, mentre i parenti stretti osservano per sette giorni un lutto caratterizzato dal non uscire di casa e da una puntuale preghiera per il defunto. Dopo l inumazione in terra i congiunti, tornati a casa, lacerano simbolicamente un indumento personale e consumano un pasto specifico (pane, uova sode, sale e caffè) seduti per terra. La vita oltre la morte A differenza di altri popoli antichi (per esempio gli egizi), gli ebrei non approfondirono particolarmente la riflessione sull aldilà. Originariamente si credeva che i morti vegetassero nello Sheol, negli inferi; non era previsto dunque né un giudizio né Essi si atterranno a un lutto strettissimo per una settimana (non possono lavorare, devono mangiare seduti a terra oppure su bassi panchetti); altre manifestazioni di lutto (come ad esempio non farsi la barba) dureranno per trenta giorni; per un anno, infine, durante le preghiere del mattino e della sera, dovranno recitare la preghiera del kaddish (una preghiera di glorificazione del nome del Signore e della missione di Israele tra tutte le nazioni). una retribuzione per le proprie azioni (premio o punizione ricadevano sulle generazioni successive). Più tardi, probabilmente dopo l esilio, e a causa di influssi del mondo persiano, maturò la credenza nella risurrezione della carne alla fine del mondo e nel giudizio universale. La sinagoga Il termine sinagoga inizialmente indicava la comunità riunita, poi il luogo in cui la comunità si riuniva per il culto. In essa non si offrivano sacrifici, come nel Tempio, che furono sostituiti con la preghiera. La pianta dell edificio era quadrangolare e rivolta verso Gerusalemme. In Palestina sono venuti alla luce molti resti di antiche sinagoghe risalenti ai primi secoli d.c., in stile greco-romano. Nei secoli successivi, l architettura delle sinagoghe dell Europa occidentale rispecchiò lo stile architettonico dell epoca in cui venivano costruite. Attualmente le sinagoghe di stile moderno all esterno sono piuttosto anonime. Sono però sempre rivolte verso la spianata del Tempio di Gerusalemme. Le sinagoghe moderne non hanno più la parte riservata alle donne che, in quelle antiche, era separata da un cancelletto o da una balaustra (matronei). Alle donne era inoltre riservato un ingresso apposito. Indica se queste affermazioni sono vere V o false F. 1. Lo Shemà Israel deve essere recitato solo una volta al giorno V F 2. Il racconto della rivelazione di Dio al suo popolo è contenuto nei Vangeli V F 3. La Legge è contenuta nei primi cinque libri della Bibbia V F 4. Il Dio degli ebrei ha promesso l avvento di un regno messianico V F 5. Ancora oggi per gli ebrei osservanti il più importante luogo di culto è il Tempio di Gerusalemme V F 6. I rabbini celebrano azioni liturgiche V F GUIDA allo studio 9

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Abbiamo visto la sua gloria

Abbiamo visto la sua gloria DANIEL ATTINGER Abbiamo visto la sua gloria Riconoscere il Signore nella fragilità dei segni Editrice AVE Presentazione Le meditazioni qui raccolte s inseriscono nel quadro del pellegrinaggio organizzato

Dettagli

CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO?

CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO? CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO? Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall'ipocrisia di uomini

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma ANNO PASTORALE 2014/2015 N 7 - VIA DEL CROCIFISSO, 17 - RIMINI - TEL. 0541 770187 www.crocifisso.rimini.it SS. MESSE IN PARROCCHIA ORARIO (in vigore dal 29 Marzo) Feriali: ore 8 Venerdì ore 8-18 Prefestiva:

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

DIO EDUCA IL SUO POPOLO

DIO EDUCA IL SUO POPOLO DIOCESI DI TRIESTE DIO EDUCA IL SUO POPOLO in preparazione della 62 ma Settimana Liturgica Nazionale Messaggio 1. A voi tutti, fratelli e sorelle che siete la Chiesa di Cristo a Trieste, giunga, da chi

Dettagli

LA LEGGE DI CRISTO E LA LEGGE DI MOSÈ

LA LEGGE DI CRISTO E LA LEGGE DI MOSÈ GESÙ DICE: «Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato a un uomo avveduto che ha costruito la sua casa sopra la roccia. La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29)

ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29) QUARESIMA-PASQUA 2015 ENTRÒ PER RIMANERE CON LORO (Lc 24,29) Tutte le opere dell'uomo proseguono inesorabilmente condotte dal tempo che mai si arresta. Anche l'anno pastorale corre veloce sui binari della

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Incontro del 16 Novembre 2014 in viale Ofanto 27 - Foggia dalle ore 17.30 (LETTORE) Introduzione Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE

LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE Sabato Mariano, 7 dicembre 2014 LA PROMESSA E LA SPERANZA SECONDO LE SCRITTURE P. Alberto Valentini, SMM La speranza biblica non è un vago sentimento, una semplice tensione verso un futuro, sognato migliore,

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Decàpoli Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio Va nella tua casa, dai tuoi, annunzia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

IL CONCETTO DI GOVERNO

IL CONCETTO DI GOVERNO IL CONCETTO DI GOVERNO La maggior parte degli italiani tende ad eguagliare la parola governo con le istituzioni pubbliche o con le persone impiegate dallo Stato, oppure ad associarla a concetti politici.

Dettagli

Mat.5:17: «Abolire» la Legge

Mat.5:17: «Abolire» la Legge Mat.5:17: «Abolire» la Legge (IL PRESENTE ARTICOLO È TRATTO E SVILUPPATO DAL LIBRO DI QUINTAVALLE ARGENTINO, ELEMENTI ESSENZIALI DELLA FEDE GIUDEO CRISTIANA, CAP. 9: CHE COS È LA TORAH) http://www.messiev.altervista.org/elementiessenziali.pdf

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

I PASSI DELL EVANGELIZZATORE. Is 52,7-10

I PASSI DELL EVANGELIZZATORE. Is 52,7-10 I PASSI DELL EVANGELIZZATORE. Is 52,7-10 7 Come sono belli sui monti i passi dell evangelizzatore di chi proclama la pace, evangelizza il bene, proclama la salvezza, dice a Sion: regna il tuo Dio 8 Una

Dettagli

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO Veglia di Preghiera Guida: Il sangue dei Martiri è sangue di speranza che, caduto in terra porta frutti di vita nuova. Non c è amore più grande di questo: dare la vita

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (15,1-11)

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (15,1-11) QUATTORDICESIMO INCONTRO CRISTO È VERAMENTE RISORTO : QUESTA È LA FEDE DI PAOLO, QUESTA È LA NOSTRA FEDE 1 Cor 15,1-11 ACCOGLIENZA E PRESENTAZIONE DELL INCONTRO PREGHIERA INIZIALE Lettore: Dio nostro,

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408

Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408 Pubblicazioni del Centro di Spiritualità Sul Monte - Castelplanio (An) Suore Adoratrici del Sangue di Cristo tel. 0731.813408 Quaderni di spiritualità 1. Liberare la santità di Piccotti Mariano e Vissani

Dettagli

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 Mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai poveri a promulgare l anno di misericordia del Signore PACE CON GLI UOMINI compassione e giustizia 3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 ACCOGLIENZA Nel nome

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia Il Credo del Popolo di Dio è una Professione di Fede che Paolo VI ha formulato e presentato il 30 giugno

Dettagli

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione»

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» CONGREGATIO DE CULTO DIVINO ET DISCIPLINA SACRAMENTORUM Prot. N.1139/11/L Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» Probatum. Ex aedibus Congregationis de Cultu

Dettagli

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43)

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) Parrocchia S. M. Kolbe Viale Aguggiari 140 - Varese Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) 1. PREGHIAMO INSIEME Salmo 80 (79) 1 Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza».

Dettagli

Introduzione. L autore

Introduzione. L autore Introduzione L autore La lettera agli Ebrei fu scritta probabilmente, dopo l anno 70, da un cristiano che si colloca sotto l influsso della scuola paolina. Conosceva il modo di leggere la Scrittura in

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1

LA PASQUA SETTIMANALE DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 Spunti per la meditazione personale e per la riflessione agli alunni Fr. Donato Petti 1. Perché cercate tra i morti

Dettagli

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco BENEDIZIONE Parrocchia Natività di Maria Vergine - Gorle CANTO: Ho toccato il fuoco Ho toccato il fuoco con le mani: era il vecchio sogno di un bambino, sono io colui che accende i fuochi, sono il vento

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE 2012-2013

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE 2012-2013 Parrocchia San Carlo Borromeo Pesaro PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE 2012-2013 LE FINALITÀ DELL'INIZIAZIONE CRISTIANA Educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come Lui, a giudicare la vita

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Senza la Domenica. non possiamo vivere. Sussidio di preparazione al Sacramento della Comunione

Senza la Domenica. non possiamo vivere. Sussidio di preparazione al Sacramento della Comunione AZIONE CATTOLICA RAGAZZI Senza la Domenica non possiamo vivere Sussidio di preparazione al Sacramento della Comunione Introduzione al sussidio Con questo sussidio, intendiamo offrire ad ogni catechista

Dettagli

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 1.LA STORIA Il capitolo 22 del libro della Genesi è uno dei testi fondamentali nell Antico Testamento. Il testo appartiene ad

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI!

AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI! بسم الله الرحمان الرحيم Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI! (per piccoli Musulmani dai 5 agli 8 anni) بسم الله الرحمان الرحيم Nel

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri?

GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri? GESU' CRISTO E RISORTO possiamo esserne sicuri? L annuncio della resurrezione di Gesù dai morti è il cuore della buona novella (vangelo) che gli apostoli hanno diffuso attraverso il mondo e per la quale

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

La salvezza viene dai giudei

La salvezza viene dai giudei 1 La salvezza viene dai giudei Come parlare di Israele in parrocchia Parrocchia SS. Pietro e Paolo Napoli Ponticelli 2012 2 Commento al dipinto della copertina Marc Chagall (Vitebsk, 7 luglio 1887 Saint-Paul

Dettagli

Vi annuncio una grande gioia

Vi annuncio una grande gioia Vi annuncio una grande gioia Questo sussidio è disponibile sul sito diocesano www.diocesisansevero.it 28 NOVENA DI NATALE NELLE FAMIGLIE dicembre 2011 Natale Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!

Dettagli

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI 1. Il rinnovamento della catechesi, pubblicato nel 1970 sotto la spinta del Concilio Vaticano II, ha segnato decisamente,

Dettagli

1) Mc. 14, 12-16 DOVE VUOI CHE PREPARIAMO?

1) Mc. 14, 12-16 DOVE VUOI CHE PREPARIAMO? 2^ SEZIONE: (Mc. 14, 12-25) 1) 12-16: DOVE VUOI CHE PREPARIAMO? 2) 17-21: UNO DI VOI MI TRADIRÀ 3) 22-25: QUESTO È IL MIO CORPO; QUESTO È IL MIO SANGUE Nella successione di questi tre brani continua un

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli