Il Vangelo Meditato dai Giovani Padre Nunez Orejon Gilles

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Vangelo Meditato dai Giovani Padre Nunez Orejon Gilles"

Transcript

1 Presentazione Il libro che presenteremo quest oggi si intitola Il Vangelo Meditato dai Giovani ed è stato scritto nel lontano 1946, poco dopo l uscita dell Europa dalla Seconda Guerra Mondiale, da Padre Nunez- Orejon Gilles, S.J. La scoperta di tale libro è stata più che casuale; domenica 27 Marzo 2011 sono stato con la famiglia a fare una visita alla Abazia della Novalesa, dove non ci recavamo più da almeno 30 anni! A termine della visita, nel negozietto dei souvenir ho trovato il libro in questione, stampato dalle Arti Grafiche Fratelli Pozzo di Torino. E un volumetto di dimensioni molto ridotte (si direbbe un supertascabile, delle dimensioni dei vecchi breviari ) di 366 pagine, rilegato in cartoncino grigio, in buone condizioni di conservazione; alcune foto sono visibili nel seguito. Non mi è stato possibile trovare informazioni utili mediante i tradizionali motori di ricerca nè relativamente all Autore del libro nè ai canonici che hanno dato il nullaosta per l imprimatur dello stesso: Padre Emilio Sogni S.J. (Praep Prov. Taurini), Sacerdote D. Luigi Carnino, Revisore (nulla osta alla stampa) e Canonico Luigi Coccolo, Vic. Generale (Imprimatur). Inutile dire che il libro non è rintracciabile in libreria e neanche su internet, o almeno, non mi è stato possibile trovarlo, fino ad ora. Ho pensato allora di proporre una meditazione al giorno (sono in tutto 200) in modo da poter mettere a disposizione questa opera al pubblico. Tutte le meditazioni sono accessibili al link Vangelo Meditato dai Giovani, nel menù a destra nella sezione LINK INTERNI del sito A seguire riportiamo l introduzione dell Autore, che chiarisce sia la struttura che gli obbiettivi del libretto di meditazioni. Pagina 1 di 94

2 Alcune immagini del libro Il Vangelo Meditato dai Giovani Pagina Iniziale del Volumetto con nome dell'autore, Padre Nunez Orejon Gilles, S.J. Seconda pagina del Volumetto con i nomi dei Canonici che hanno fornito l'imprimatur. Un esempio composto da parte di due meditazioni: "La risurrezione della figlia di Giairo" e "I due ciechi". Pagina 2 di 94

3 Indice Presentazione... 1 Alcune immagini del libro Il Vangelo Meditato dai Giovani... 2 Introduzione dell Autore L Annunziazione La Visita a Santa Elisabetta L editto di Cesare Il Verbo fatto carne Nascita di Gesù Cristo (1) Nascita di Gesù Cristo (2) Nascita di Gesù Cristo (3) Gli Angeli ai pastori Gli Angeli sulla grotta Circoncisione Il nome di Gesù I Magi Il turbamento di Erode I Magi a Betlemme Fuga in Egitto La strage degli innocenti Il ritorno dall Egitto La Purificazione e Presentazione al tempio Lo smarrimento di Gesù Gesù ritrovato nel tempio Gesù a Nazaret La predicazione del Battista La figura del Battista Il battesimo di Gesù Le tentazioni di Gesù La tentazione di vana gloria La tentazione di superbia La testimonianza di Giovanni Pagina 3 di 94

4 29 L annunzio del Messia I primi discepoli Vocazione di Pietro Gli altri Apostoli Le nozze di Cana Il miracolo delle nozze di Cana Criterio di Dio e criteri degli uomini I profanatori del tempio Il santo sdegno di Gesù Nicodemo La rinascita La luce e il mondo I discepoli del Battista Allontanamento di Gesù dalla Giudea Gesù al pozzo di Giacobbe L acqua viva Il figlio dell ufficiale regio Gesù a Nazareth L ostilità dei Nazaretani L ossesso di Cafarnao Ancora l indemoniato di Cafarnao La sequela di Gesù Ancora la sequela di Gesù La barca di Pietro La pesca miracolosa La tempesta sedata Ancora la tempesta sedata Il paralitico di Cafarnao Levi L emoroissa Giairo, l arcisinagogo La morte della figlia di Giairo La resurrezione della figlia di Giairo I due ciechi Pagina 4 di 94

5 63 Gesù alla vasca di Betesda Le spighe di sabato L uomo dalla mano arida L elezione degli Apostoli I miracoli di Gesù Il discorso della montagna Segue il discorso della montagna Sale e luce Lo spirito del Cristianesimo L amore ai nemici L elemosina La preghiera Il digiuno I tesori del Cielo L occhio dell anima I due padroni La Provvidenza Divina Non giudicate Pregate La via angusta e la via lata Lupi e agnelli Le opere buone secondo Dio La casa sulla roccia Il lebbroso Ancora il lebbroso Il servo del Centurione Pagina 5 di 94

6 Introduzione dell Autore Perchè mi sono lasciato indurre a pubblicare questo modestissimo lavoro? Perchè avendo sperimentato il metodo di meditazione qui seguito, per parecchi anni, tra giovani studenti, ho visto che piaceva, e destava un vivo desiderio di conoscere meglio il Vangelo. Qual è il metodo usato? Ho scelto come testo un brano intero del Vangelo, per dare così occasione di leggerlo, per farne attigere in fonte il senso genuino, e per lasciare al libro sacro tutta l efficacia divina. Sul brano evangelico ho fatto qualche riflessione d indole morale, ovvia, semplice, capace di destare un sentimento buono ed una risoluzione pratica. Non mi sono dilungato in queste riflessioni, perchè ho inteso che fossero soltanto dei motivi che suscitassero nell anima cristiana, specialmente giovanile, armonie più belle, perchè più personali e più ispirate. Data questa semplicità di metodo, avrei potuto continuare le meditazioni fino a compiere il ciclo dell anno, ma mi sono fermato alla duecentesima, perchè ho creduto che, dopo quest addestramento, qualunque giovane possa essere capace di meditare da sè il Vangelo, con più frutto e maggior soddisfazione. Sono riuscito in questi miei intenti? Non lo so. Spero di non dover rendere conto a Dio del tempo perduto, perchè vi o destinato soltanto le ore libere delle vacanze estive. P. Nunez-Orejon Gilles S.J. Pagina 6 di 94

7 1 - L Annunziazione Ora, sei mesi dopo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, ad una Vergine, fidanzata ad un uomo di nome Giuseppe della casa di David; e la Vergine si chiamava Maria. Ed entrato da lei l angelo le disse: <<Ave, o piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta tra le donne>>. A queste parole Essa si turbò... (LUCA 1, 26-29) NAZARET Il mondo politico guardava a Roma; il mondo intellettuale ad Atene; il mondo elegante si aggrappava alle corti ed ai palazzi dorati dei patrizi. Dio volge gli occhi ad un paesucolo sconosciuto della Galilea, a una vergine umile nel suo nascondimento. Noi ci lasciamo abbagliare da una piccola fiamma fumicosa; Dio, invece, scrutando i cuori, ne rivela i valori. L ANGELO Dio manda nunzio alla Vergine un principe della Corte celeste. Così fa anche con tutti noi. Gli Angeli sono i ministri di Dio agli uomini; e ciascuno, dalla nascita, ne ha uno deputato alle sue cure. Dio ci tratta con squisitezze regali. IL TURBAMENTO DELLA VERGINE Ad un elogio, Maria si turba. Noi, ad una parola lusinghiera, buttataci li forse per leggerezza o per adulazione, ci esaltiamo insulsamente. La virtù si nutre di verità e diffida di se stessa, l orgoglio si pasce di vento e si culla nel vuoto. Sarò umile Pagina 7 di 94

8 2 - La Visita a Santa Elisabetta In quei giorni Maria si mise in viaggio e con premura si recò per la regione montuosa ad una città di Giuda; ed entrò nella casa di Zaccaria e salutò Elisabetta. Non appena Elisabetta udì il saluto di Maria, balzò di gioia in seno a lei il bambino, ed Elisabetta fu ripiena di Spirito Santo, e ad alta voce esclamò: <<Benedetta tu tra le donne, e benedeto il frutto del tuo seno>>... E Maria disse: << L anima mia glorifica il Signore...>> (LUCA 1, 39-46) LA VISITA All indomani di una glorificazione, la più eccelsa che sia stata data a creatura umana, Maria va a prestare i suoi umili servizi alla cugina Elisabetta. Fu mossa senza dubbio dall ispirazione divina: fu spinta dalla carità; e, se si vuole, dal desiderio di effondere quella gioia di cui era ripiena; ma specialmente dal bisogno che hanno le anime grandi di abbassarsi vicino ad un trionfo. La gloria da le vertigini; ci vuole l antidoto dell umiliziazione per evitare i precipizi. IL MAGNIFICAT L umiltà non consiste solo nel battersi il petto, ma nel riconoscere i doni di Dio in noi, rendendo a Lui la gloria, e meravigliandosi come pietre così preziose possano essere state incastonate in un metallo così vile. Questo ci insegna il cantico della Madonna. EFFETTI DELLA VISITA Al solo suo incontro Maria santifica il Battista, riempie di Spirito Santo la Madre e le dà il dono della profezia. E una dichiarazione esplicita che Dio vuol darci le sue grazie per mezzo della Madonna. Delicatezza di un Dio nell additarci nelle nostre necessità un cuore di Madre. Mi accosterò a Maria con umile fiducia Pagina 8 di 94

9 3 - L editto di Cesare In quei giorni uscì un editto di Cesare Augusto che si facesse il censimento di tutto l impero. Questo primo censimento si fece mentre Quirino era governatore della Siria. Tutti perciò andavano a dare il nome, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe dalla Galilea, dalla città di Nazaret, salì in Giudea, alla città di David, per farsi iscrivere con Maria. (LUCA 2, 1-5) IL COMANDO DELL UOMO Dio si serve degli ordini delle autorità umane per compiere i suoi disegni divini. Era detto dal Profeta Michea (5,1-2) che Gesù doveva nascere in Betlem, e l editto di Augusto dà appunto l occasione di adempiere questa profezia. IL DISEGNO DI DIO Dio non bada se la persona del superiore sia o no degna, e l ordine discutibile, purchè in se stesso non malvagio. Nella sua infinita sapienza sa trarre dall ubbidienza la sua gloria e il vantaggio dei suoi eletti. IL VALORE DELL UBBIDIENZA Nella ubbidienza pare che la personalità umana sia abbassata, e invece Dio la innalza fino al meraviglioso. Quante volte, colle nostre insubordinazioni, roviniamo gli amorosi disegni che Dio aveva sopra di noi! Sarò generoso nell ubbidienza Pagina 9 di 94

10 4 - Il Verbo fatto carne E la vera luce, che illumina ogni uomo, stava per venire al mondo. Era nel mondo, e il mondo fu fatto per mezzo suo, ma il mondo non lo conobbe. Venne nella sua casa e i suoi non lo accolsero. Ma a quanti lo ricevettero diede il potere di diventare figlioli di Dio, ai credenti nel suo nome, che non per via di sangue, nè da volere di carne, nè da volere di uomo, ma da Dio sono nati (GIOVANNI 1, 9-13). E IL MONDO NON LO CONOBBE I doveri di ospitalità sono in uso presso tutti i popoli, anche i più barbari. Solo al Creatore del mondo, che viene in casa sua, la si nega! Quanti di questi modi scorretti usiamo noi con Dio!. Egi bussa al nostro cuore colle sue ispirazioni, coi rimorsi, coi colpi della sua grazia, e noi, non dandogli retta, gli chiudiamo sgarbatamente la porta. DIEDE IL POTERE DI DIVENTARE FIGLIOLI DI DIO Se un re, entrando in un tugurio, portasse la sua adozione regale, tutti gli andrebbero incontro festanti...eppure non farebbe altro che dare un titolo esteriore, senza infondere neppure una goccia di sangue regio. Iddio invece paga l ospitalità con una adozione vera, che ci fa realmente figlioli di Dio, elevando la nostra natura al consorzio della natura divina. AI CREDENTI NEL SUO NOME Condizione per diventar figlioli di Dio non sono i titoli di sangue nè le prerogative personali, ma la fede semplice dell umile credente. Soltanto questa fede ha il privilegio di vedere la gloria dell Unigenito del Padre, pieno di grazia e verità. Sarò docile alle ispirazioni divine. Pagina 10 di 94

11 5 Nascita di Gesù Cristo (1) Ora mentre essi colà si trovavano, giunse per lei il tempo del parto, e partorì il suo figlio primogenito; e avvoltolo in fasce, lo pose a giacere in una mangiatoia, perchè non c era posto per loro nell albergo. (LUCA 2, 6-7) GESU NATO Ecco l atto di nascita di Dio fatto uomo. E registrato dagli evangelisti con una gara di laconicità. La nascita di Gesù vuol dire la rigenerazione dell umanità depravata e corrente alla perdizione; la fine di una civiltà pagana, e l inizio di un era nuova, ricca di quegli elementi che elevano l uomo fino all eroismo del martirio e agli splendori della santità. Tutto questo è detto in brevi frasi. Fare molto, con il minimo apparato, ecco la prima lezione di Gesù. GESU BAMBINO Colle attrattive infantili si è messo in condizione di non poter agire, di dover dipendere in tutto dalle creature, pur avendo il perfetto uso della ragione, illustrata dalla visione beatifica, e reggendo nelle sue piccole mani il mondo intero. A GIACERE IN UNA MANGIATOIA Non è solo una lezione di umiltà che ci vuol dare, ma realmente subisce gli effetti della durezza e della avarizia umana. Non l hanno voluto ricevere all albergo perchè era povero. Speravano di guadagnare di più alloggiando pellegrini facoltosi. L egoismo, l avarizia a quali perdite morali espongono! Accetterò con più rassegnazione i disagi che mi possono occorrere nella vita. Pagina 11 di 94

12 6 Nascita di Gesù Cristo (2) Lo posero a giacere in una mangiatoia (LUCA 2, 7) POVERTA ESTREMA E ciò che si può avere di meno per una esistenza precaria, quale è quella di un bambino appena nato. Gesù ha scelto questa condizione, più che per necessità di eventi, per elezione propria. Lo dichiarerà in seguito, quando a chi lo vorrà seguire col cuore ancora abbarbicato alla terra, dirà: << Le volpi hanno le loro tane, gli uccelli il nido; ma il Figliolo dell uomo non ha dove posare la testa>> (LUCA, 9, 58) GRANDEZZA NUOVA Ci fa intravedere una grandezza nuova, non mai immaginata da mente umana. Una grandezza tutta morale e di spirito, la quale, sciolta da ogni impaccio di beni di fortuna e di favori umani, tanto più si eleva, quanto meno ha di terra. PROMESSA SIMBOLICA Gesù forse pensava ad un altro dono. Egli, che voleva farsi cibo dell anima nostra nell Eucarestia, nasce a Betlemme, che si interpreta casa del pane, e si fa mettere in una mangiatoia. Gesù Bambino ci richiama l idea dell Eucarestia. Due misteri dell amore infinito di Dio per l uomo. Onorerò Gesù Bambino con ferventi Comunioni Pagina 12 di 94

13 7 Nascita di Gesù Cristo (3) Non c era posto per loro nell albergo (LUCA 2,7) IL RIFIUTO Tra le tante villanie che l uomo usa col suo Signore, c è quella del rifiuto. Quanti rifiuti si fanno giornalmente a Gesù! Non si negherà nulla al capriccio, al vizio, al peccato che ci deturpa, al demonio che ci tiranneggia, ma per Iddio c è sempre il <<no>> sgarbato, indegno. INSIPIENZA DEL RIFIUTO Eppure Dio, quando ci chiede qualche cosa, non lo fa per suo interesse; egli non ha bisogno della nostra miseria e nullità. Agisce così per farci del bene; per offrirci l occasione di un atto buono, di valore molto mediocre, ma che ci ripagherà coi tesori infiniti delle sue grazie. INGRATITUDINE DEL RIFIUTO L ignobilità del rifiuto risalta ancor più per la forza dei contrasti. Il mondo nega a Dio un tetto, quando Dio viene al mondo per offrirsi tutto agli uomini; Egli viene in casa sua, ed i suoi non lo ricevono! Non negar niente a Gesù. Pagina 13 di 94

14 8 Gli Angeli ai pastori C erano colà in quella stessa contrada dei pastori, che stavano ai campi, e facevano a guardia, durante la notte, al loro gregge. Ed un Angelo del Signore apparve ad essi, e la gloria del Signore sfolgorò su di loro, sì che sbigottirono di gran timore. E l Angelo disse loro: << Non temete che, ecco io vi reco il lieto annunzio di una grande allegrezza destinata a tutto il popolo: Oggi è nato a voi un Salvatore, che è il Cristo Signore, nella città di David. E questo sia per voi il segnale: Troverete un bambino, avvolto in fasce, a giacere in una mangiatoia.>> (LUCA 2,8-12). L ANGELO AI PASTORI Il mondo trascura questa gente rozza e zotica; il Cielo invece la crede degna del consorzio degli angeli. Gesù Cristo appena nato, manda loro il suo nunzio come ad amici di predilezione. Cercando il favore dei grandi la penso col mondo: avvicinandomi agli umili e ai poveri imito Dio. IL CARATTERE DEI PASTORI Le ragioni di questa preferenza sono: la loro semplicità, per cui facilmente serbano il cuore incorrotto dal vizio; il vivere la vita di natura, che li abitua a intenderne il linguaggio, e li fa atti conoscerne l autore: la laboriosità, che li pone in custodia del gregge fino ad accumunare ad esso la propria vita. Ecco dei veri valori molto apprezzati dal Cielo. L ANNUNZIO FELICE Essi soli, in quella notte, furono degni di sentire la buona novella e di adorare per primi il Messia. Il mondo pagano era troppo corrotto, quindi indegno; il mondo ebraico era troppo superbo, quindi incapace di intenderla. Il vostro cuore sarà chiuso alla voce di Dio se abbruttito dal vizio, o offuscato dall orgoglio. Userò speciali riguardi alle persone di condizione umile Pagina 14 di 94

15 9 Gli Angeli sulla grotta E subito si unì una schiera numerosa dell esercito celeste, che lodava Dio e diceva: << Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini di buona volontà>> (LUCA 2, 13-14) IL PARADISO IN UNA GROTTA Dove c è meno di terra, c è più di cielo. Nella grotta di Betlemme gli agi umani sono ridotti al minimo: senza riparo, senza i panni necessarii, senza assistenza; eppure c è tutto il Paradiso. Gli Angeli si trovano bene attorno al loro Dio. Lo spirito trionfa sull annientamento della materia. SCAMBIO FELICE Per l uomo che vive di fede la mancanza di beni temporali è esaurientemente ripagata. Per un pugno di fango ha tesori celesti, ed invece di un consorzio umano, che qualche volta è tanto poco gradevole, ha la familiarità degli Angeli. GLI ADORATORI DI GESU BAMBINO Per essere degni di accostarsi alla culla di Gesù Bambino bisogna essere Angeli. Gli uomini carnali non capiscono il mistero di Natale. Le campane di pace mettono in subbuglio i loro cuori in lotta con Dio e con se stessi. Solo ritornando bambini nell innocenza gusteremo le delizie di Gesù Bambino. Preparare un cuore puro al Dio Bambino Pagina 15 di 94

16 10 Circoncisione E quando furono compiuti gli otto giorni, il Bambino fu circonciso (LUCA 2,21) IL PRIMO SANGUE L alba della vita di Gesù è tinta di sangue, come il suo tramonto. L ottavo giorno, il Bambino Gesù porse le sue carni tenere al coltello rituale della circoncisione. Quelle gocce sarebbero bastate per redimere il mondo; ma Gesù ce le offre solo come espressione di una santa impazienza di altre abbondanti effusioni. CIRCONCISIONE E BATTESIMO La Circoncisione era il rito con cui il bambino veniva a far parte giuridicamente del popolo eletto, come fa il Battesimo per il cristianesimo. Quello era un semplice rito, questo è un Sacramento. Tanto si richiedeva per la superiorità della vita cristiana sulla giudaica. Ma anche il battesimo non ci dispensa dalla circoncisione morale della mortificazione; perchè facendoci seguaci di Gesù Cristo, c impegna a seguirlo, sotto la croce, per la via del Calvario. SALUTARE AUSPICIO La nostra vita sarà un intreccio di lotte e di dolori, con qualche sprazzo di gioia. In ogni circostanza ci sostenga la fede nel sangue di Gesù. La sofferenza trovi là il suo conforto, la gioia, la fonte purificatrice per non deturparsi nella dissipazione mondana. Non dimenticare il dovere della mortificazione Pagina 16 di 94

17 11 Il nome di Gesù E gli fu messo il nome di Gesù, come era stato chiamato dall Angelo prima che fosse concepito nel seno materno (LUCA 2,21) IL NOME Nome santo, di altissimo significato. Esso indica la natura del Verbo fatto carne, e ricorda tutta una storia di amore e di potenza. Gesù vuol dire Salvatore. Per salvare il mondo ci voleva un potere di sofferenza straordinario, congiunto ad un valore infinito. La sofferenza per l espiazione del peccato; il valore infinito per adeguare il debito colla giustizia di Dio. Tutto ciò è espresso nel nome di Gesù, che il Cielo ha rivelato per mezzo dell Angelo. EFFETTI DI QUEL NOME Da quel momento il nome di Gesù è diventato segno di contraddizione, ossia argomento di rovina e di risurrezione per molti. Esso fa tremare l inferno ed incute terrore ai malvagi, mentre, d altra parte, suscita gli entusiasmi più puri, ispira altissime virtù, e dà quegli slanci di generosità che formano i santi. IO E IL NOME DI GESU Che cosa sarà per me quel nome? Il peccato conduce naturalmente all odio verso il nome di Gesù, e l innocenza all amore. A me la scelta, per la mia salvezza o per la mia perdizione! Riparerò con affetti puri le bestemmie che si lanciano contro questo nome adorabile. Pagina 17 di 94

18 12 I Magi Ora essendo nato Gesù in Betlemme di Giudea al tempo del re Erode, ecco che dei Magi, venuti dall Oriente, arrivarono in Gerusalemme e domandarono:<< Dov è il Re dei Giudei che è nato? Che abbiamo veduto la sua stella in Oriente e siamo venuti ad adorarlo>>. (MATTEO 2,1-2) LA STELLA DEI MAGI Dio ha i suoi mille modi per comunicare cogli uomini. Ai grandi per le vie dotte della scienza; agli umili per quelle non meno sicure del magistero. Basta avere gli occhi non offuscati da passioni, e cuori aperti a ogni ispirazione. L effetto è di illuminarci, confortarci, guidarci al bene. LA CORRISPONDENZA DEI MAGI Sentita la voce di Dio, bisogna seguirla ad ogni costo, anche se ci dovesse costare sacrificii, come il viaggio dei Magi dall Oriente. Il fare il sordo sarebbe, non solo una grave indelicatezza, ma un mettere a rischio la nostra salute. Se i Magi non avessero ubbidito, non sarebbero i santi venerati sugli Altari. L ECLISSI DELLA STELLA La stella dei Magi ebbe un eclissi. Anche le stelle morali possono avere delle eclissi. Allora non bisogna perderci di coraggio; dobbiamo industriarci con interrogazioni, con indagini, specialmente presso chi ha cura dell anima nostra, convinti che <<Betlem>> non può essere lontana, cioè che il Signore ci assiste in questa oscurità dello spirito. Sarò aperto colla mia guida spirituale. Pagina 18 di 94

19 13 Il turbamento di Erode Avendo ciò udito il re Erode si conturbò e con lui tutta Gerusalemme; e, adunati tutti i capi dei Sacerdoti e gli Scribi del popolo, ricercò da loro dove avesse a nascere il Cristo. Gli risposero essi: << a Betlemme di Giuda; così infatti è stato scritto dal Profeta: E tu Betlemme, terra di Giuda, non sei già il più piccolo dei capoluoghi di Giuda; poichè uscirà da te un duce, che reggerà Israele, mio popolo>>. Erode allora chiamati a sè di nascosto i Magi, s informò diligentemente da essi circa il tempo dell apparizione della stella, e, nell inviarli a Betlemme, disse: <<Andate e fate diligente ricerca del bambino, e tosto che lo avete trovato, datemene avviso, affinchè io pure venga ad adorarlo>> (MATTEO 2,3-8) IL POTERE DI UNA PASSIONE E prodigioso il potere tirannico di una passione. L idea di avere un contendente al trono, ossia la gelosia, mette in tormento Erode. E non vale ad attenuare questo tormento un trono, una corte di adulatori, le ricchezze ed i piaceri, che sono a disposizione di un re. Tutto avvelena la passione. SCALTREZZA DI UNA PASSIONE La passione, mentre tormenta l individuo, rivela tutta la sua deformità, cercando di nascondersi sotto la maschera dell ipocrisia. Erode fa vista di voler adorare Gesù, mentre ne trama la morte. ECCESSO DELLA PASSIONE -. La passione spinge ai più ciechi eccessi. La strage degli innocenti fu l effetto della gelosia. Combatterò le passioni incipienti Pagina 19 di 94

20 14 I Magi a Betlemme Udito il re, essi si misero in via ed ecco la stella vista già in Oriente precederli, finchè giunta sul luogo, dove stava il Bambino, si fermò. Alla vista della stella si rallegrarono essi di grandissima gioia; entrati quindi nella casa, videro il Bambino con Maria, la madre sua, e prostatisi lo adorarono; ed aperti i loro tesori, gli offrirono in dono oro, incenso e mirra (MATTEO 2, 9-11) IL GAUDIO DEI MAGI I Magi furono esaurientemente ripagati dai disagi del lungo viaggio e dalla ansie della ricerca. Dio proporziona il premio ai meriti, in modo però che quello ecceda questi, quanto il cielo la terra. GLI EFFETI DELL INCONTRO Che cosa abbiano provato quei santi personaggi nell incontro con Gesù e la Madre sua, nemmeno il Vangelo ha creduto di esprimerlo. Da quelle brevi ore di estasi uscirono apostoli, portando la fede nei loro paesi; santi, desiderosi di riprodurre in sè quell ideale di bellezza che avevano ammirato in Gesù. Effetti della comunione con Dio. I DONI DEI MAGI Qualunque sia l interpretazione mistica dei doni dei Magi, è certo che Dio predilige quelle offerte che vengono o da un crogiuolo dove si purifica l oro, o dal braciere dove si brucia l incenso, o da un incisione da cui si trae la mirra. Doni cioè fatti di sacrificio e di rinunzia. Non mi presenterò mai a Dio a mani vuote Pagina 20 di 94

21 15 Fuga in Egitto Dopo la loro partenza, ecco un angelo del Signore apparire in sogno a Giuseppe e dirgli: <<Levati, prendi il Bambino e Sua Madre, e fuggi in Egitto, e resta là finchè io ti avverta: giacchè Erode sta per ricercare il Bambino a fine di farlo morire>>. Ed egli levatosi, prese, la stessa notte, il Bambino con la Madre Sua e si ritirò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, affinchò si adempisse quanto era stato detto dal Signore per mezzo del Profeta: <<Dall Egitto ho chiamato il Figlio mio>> (MATTEO 2,13-15). LA PACE DEL GIUSTO Mentre l empio dorme sonni agitati su un letto di delizie, il giusto riposa tranquillamente anche su un giaciglio intessuto di poverà. Non sono le grandezze mondane che rendono felici, ma la tranquilla coscienza, la quale, per altro, è la vera grandezza. L AVVISO DELL ANGELO Sull innocente veglia l Angelo di Dio. I malvagi potranno ordire contro di lui le più losche insidie, ma Dio mette a sua disposizione i suoi Angeli. A nessun monarca di questo mondo è dato di avere un corpo di guardia così sicuro. L ESILIO Gesù fugge come un vinto. In realtà il vinto è il persecutore, che si sente schiavo delle sue passioni e si vede deluso nei suoi intenti. Anche l esilio vuol provare Gesù, per mettersi nelle condizioni più disperate in cui si può trovare l uomo, ed essergli così di guida e di conforto. Cercherò la vera pace nella tranquillità della coscienza. Pagina 21 di 94

22 16 La strage degli innocenti Allora Erode, vedendosi deluso dai Magi, montò in grande furore e mandò a trucidare tutti i bambini, che erano in Betlemme e nel suo territorio, dai due anni in giù, secondo il tempo che aveva attentamente indagato dai Magi. Allora si adempì la parola del profeta Geremia, che dice: << Un grido si udì in Roma; pianto e lamento grande: Rachele piangente i suoi figli, ne volle consolarsene, perchè non sono più>> (MATTEO 2, 16-18) IL FURORE DI ERODE Come una belva ferita investe e dilania chiunque incontra, quasi fosse l autore dei suoi mali, così Erode, credendosi schernito dai Magi, sfoga la sua ira crudele contro i poveri innocenti. Non è difficile nella storia trovare di questi esempi di mostri coronati. E la gelosia del regno che cambia il cuore di re, in un artiglio di belva. LA STRAGE Oggi, a un tale misfatto, tutto il mondo si commuoverebbe inorridito. Allora, quando pure si era all apogeo della civiltà pagana, la strage degli innocenti passò poco meno che inosservata. Bisognerebbe proprio chiudere gli occhi alla luce, per non riconoscere le benefiche influenze del cristianesimo sul mondo. GLI INNOCENTI Ci impietosisce quella strage, perchò vediamo il sangue, e sentiamo le strida. Quanto più ci dovrebbero commuovere tante stragi morali, fatte dai pubblici scandali, i quali mentre uccidono le anime, mettono sul labbro delle vittime il riso pazzo dell ebbrezza. Non vorrò essere il carnefice della mia innocenza e dell innocenza di mio fratello. Pagina 22 di 94

23 17 Il ritorno dall Egitto Quando poi Erode fu morto, ecco che un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe in Egitto e gli disse:<<levati, prendi il Bambino con sua Madre e va nella terra d Israele, poichè sono morti quelli che volevano la vita del Bambino>>. Ed Egli, levatosi, prese il Bambino con la Madre sua e rientrò nella terra d Israele>>. (MATTEO 2, 19-21) LA MORTE DI ERODE Dio può permettere che il cattivo faccia il male, e la duri anche qualche tempo nelle sue scelleratezze, ma verrà il momento in cui dice: <<basta!>>. Questo momento è riservato ai decreti della Sua sapienza e giustizia infinita; ma verrà infallatamente, se non altro, colla morte. LA LONGANIMITA DI DIO Che la morte sia il termine naturale di ogni nefandezza, soddisfa poco gli uomini di poca fede. Ma in realtà è la loro insipienza che li fa pensare così. Dio è eterno, e l anima è immortale; e la sanzione che vale, è quella che non passa col tempo, ma che dura nell eternità. LA SANZIONE DI DIO Per lo più però Dio non lascia di punire anche in questa vita. Erode, che prima di morire fa trucidare i suoi tre figli, e che ordina, che alla sua morte siano uccisi i capi delle principali famiglie, affinchè si pianga alla sua sepoltura, è arrestato dalla mano di Dio, e colpito da tale orribile malatta, che, vivo ancora, gli fa provare lo sfacelo del sepolcro. Avrò fede nei giudizi di Dio. Pagina 23 di 94

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Anche quest anno sarà Natale

Anche quest anno sarà Natale Anche quest anno sarà Natale I valori del messaggio cristiano, in un mondo abitato dall odio e dalla violenza, sono più che mai attuali e rispondono alle aspirazioni dell uomo di tutti i tempi. Per questo

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Natale DIO è diventato uomo

Natale DIO è diventato uomo Natale DIO è diventato uomo Quando Elisabetta fu al sesto mese, Dio mandò l angelo Gabriele a Nazaret, un villaggio della Galilea, ad una vergine, di nome Maria, fi danzata con un certo Giuseppe, discendente

Dettagli

AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE

AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE AVVENTO NATALE 2015 EVENTO INSIEME DI TUTTI I GRUPPI DEL CATECHISMO NELLE PARROCCHIE PROGRAMMA: 01. In ogni Parrocchia i gruppi del catechismo potrebbero esse suddivisi in cinque aggruppamenti corrispondenti

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

Il Leader: discepolo di Gesù

Il Leader: discepolo di Gesù Il Leader: discepolo di Gesù Introduzione La dimensione del discepolato è essenziale nella vita cristiana, del battezzato e nel ministero di leader. Chi vuole annunciare il vangelo non può farlo se prima

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

Associazione Missionaria Internazionale. International Missionary Association

Associazione Missionaria Internazionale. International Missionary Association Associazione Missionaria Internazionale International Missionary Association + Dal Vangelo secondo Marco 1, 1-13 Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio. [2] Come è scritto nel profeta Isaia:

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

CORSO N 1 Relazioni educative tra complessità, sfide e opportunità

CORSO N 1 Relazioni educative tra complessità, sfide e opportunità CORSO N 1 Relazioni educative tra complessità, sfide e opportunità Per un alleanza educativa Scuola-Genitori 29 Settembre 2012: Le relazioni familiari oggi:dalla mia famiglia alle famiglie Mt 13,53-58

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

In cammino verso ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE

In cammino verso ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE In cammino verso Cristo ADORAZIONE EUCARISTICA CHIAMATI ALLA MISSIONE ANNO 2015 MESE DI SETTEMBRE 1 Introduzione: Cel.: Ogni vocazione umana è una chiamata. Interrogarsi sulla propria vocazione vuol dire

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio.

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio. FEDE IN DIO A) CO S'E' LA FEDE? La fede si nutre della conoscenza che si acquisisce di una persona. In questa senso la fede può essere grande o piccola, debole o forte. La nostra fede dipende interamente

Dettagli

Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo

Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo Le Dottrine della Bibbia Il Signore Gesù Cristo Il Figlio di Dio - Deità La coscienza che Cristo aveva di Sé A dodici anni disse ai genitori «Non sapevate che io dovevo trovarmi nella casa del Padre mio?»

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

«Il programma è Gesù,

«Il programma è Gesù, ATTIVISMO E CATECHESI Schede operative fotocopiabili per l incontro di catechesi Proposte per una catechesi attiva, visiva e narrativa «Il programma è Gesù, da conoscere, da amare, da imitare» (Nmi 29).

Dettagli

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare Attraverso questa rassegna di messaggi in ordine cronologico si potrà scoprire il cammino di

Dettagli

Enrico Di Daniele. Gesù un maestro. str aordinario Disegni di Luana Piovaccari MARNA

Enrico Di Daniele. Gesù un maestro. str aordinario Disegni di Luana Piovaccari MARNA Enrico Di Daniele Gesù un maestro str aordinario Disegni di Luana Piovaccari MARNA Enrico Di Daniele Gesù un Maestro str aordinario Disegni di Luana Piovaccari Testo: Enrico Di Daniele Disegni: Luana Piovaccari

Dettagli

XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO. Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3. Daall Vaangeello sseeccondo Maarrcco 9,, 30--37

XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO. Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3. Daall Vaangeello sseeccondo Maarrcco 9,, 30--37 1 Oleggio 24/9/2006 XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3 Dal Vangelo secondo Marco 9, 30-37 Riifflleessssiionii -- prreeghiieerraa La Chiesa, oggi, ci fa leggere

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

PIEVE ARCIPRETALE DI CODROIPO PROSPETTO DELLA CATECHESI PARROCCHIALE

PIEVE ARCIPRETALE DI CODROIPO PROSPETTO DELLA CATECHESI PARROCCHIALE PIEVE ARCIPRETALE DI CODROIPO PROSPETTO DELLA CATECHESI PARROCCHIALE CATECHESI DEI FANCIULLI: ANNO 2014-2015 PRIMO ANNO Lasciate che i bambini vengano a me. Percorso unico (Novembre-Maggio) A partire da

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat NOVENA DI NATALE I testi liturgici che preparano alla Solennità del Natale del Signore sono densi di una ricchezza notevole. La tradizionale Novena di Natale sorge proprio per colmare la difficoltà dei

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. RITO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale) E nato per noi un bambino, un figlio ci è stato donato (antifona). Pochi giorni dopo l'apertura della porta Santa che ci ha visti accorrere numerosi per vivere la

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione

Racconto dell infanzia di Gesù (solo su Lc e Mt) Parabola Racconto di segni-miracoli Racconto di risurrezione 3) ANALISI DI UN TESTO BIBLICO Scegli uno tra i due testi biblici qui sotto proposti e completa la tabella 1. Lc 2,1-20 La nascita di Gesù Chi è l evangelista? In quale lingua ha redatto il vangelo? Per

Dettagli

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità PRIMO GIORNO Preghiamo per i veggenti Preghiera alla Regina della Pace Madre di Dio

Dettagli

Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b

Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 18 dicembre 2011 Liturgia delle ore della quarta settimana Quarta Domenica del Tempo di Avvento / b Il Vangelo nella tua casa-luca:

Dettagli

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro

In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) ======================================================

Dettagli

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 INTERPRETARE L EVENTO Carissimi A., R. e C., carissimi parenti e amici di Pinuccio qui convenuti, la nostra fede cristiana mi assegna il compito di aiutare

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco Cammino di perfezione/4 Le ricchezze della povertà Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco di povertà. Invece la povertà bisogna amarla come una madre. Di quanti beni è feconda la povertà e di quanti

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A.

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A. Il Figlio dell uomo Possiamo affermare legittimamente, realmente, che ogni uomo è signore della terra? Possiamo affermarlo pienamente di qualcuno? Dov è l uomo nel suo candore di bambino, nel suo stupore

Dettagli

Vorrei avviare questa riflessione soffermandomi

Vorrei avviare questa riflessione soffermandomi Cammino di perfezione/20 Vinci le antipatie con l amore sii amico di tutti Vorrei avviare questa riflessione soffermandomi sull amore come anima di ogni comunità familiare, ecclesiale, sociale. Una comunità

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

Studio biblico Il Nuovo Testamento Chiesa Evangelica Biblica - Ancona

Studio biblico Il Nuovo Testamento Chiesa Evangelica Biblica - Ancona Lezione 3 Il Libro di Matteo (Dove ci sono righe vuote, scrivi il versetto o la verità centrale del brano.) 1. I Quattro Vangeli Entrando nel Nuovo Testamento, ricorda che ci sono quattro Vangeli; Matteo.

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore?

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? Parrocchia Gesù Crocifisso VAJONT Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? INCONTRO CEB E GRUPPI FAMILIARI Marzo 2012 Presso fam. Via giorno Ore Introduzione Tutti abbiamo una grande sete di amore,

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Venite al Signore con canti di gioia!

Venite al Signore con canti di gioia! BATTESIMO DEL SIGNORE Anno C - n. 11 Festa 13 gennaio 2013 Venite al Signore con canti di gioia! 1. O terra tutta acclamate al Signore, servite il Signore nella gioia! Venite al suo volto con lieti canti!

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli