RELAZIONE PRELIMINARE PER IL SIG. DIRETTORE E DETERMINAZIONE A CONTRARRE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE PRELIMINARE PER IL SIG. DIRETTORE E DETERMINAZIONE A CONTRARRE"

Transcript

1 SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI lo Reparto - Nuove Costruzioni 2/\ Divisione - Naviglio Minore RELAZIONE PRELIMINARE PER IL SIG. DIRETTORE E DETERMINAZIONE A CONTRARRE ARGOMENTO: Permuta di prestazioni con l'agenzia Industrie Difesa per il galleggiante GT 19 (ex Nave Alpino) da alienare con l'obbligo della demolizione. Fascicolo: CdG: Capitolo: CPV: Valore della permuta: 16/02/ ,00 1. ESIGENZA DA SODDISFARE E PROFILO TECNICO Nell'ambito del programma di alienazione delle ex-unità navali, radiate dal "Quadro del Naviglio Militare dello Stato", lo Stato Maggiore della Marina, con i fogli prot.nr. M_D MSTAT del 07 maggio 2015 e prot.nr. M_D MSTAT del 12 maggio 2016 (in finca 1 e 2), ha conferito mandato a questa Direzione per l'avvio delle procedure tecnico-amministrative finalizzate all'attività in parola, interessando prioritariamente l'agenzia Industrie Difesa (A.LD.). Lo Stato Maggiore della Marina ha manifestato la necessità di procedere con urgenza alla alienazione con obbligo di demolizione della ex nave Alpino in considerazione del precario stato di conservazione dello scafo tale da renderne necessaria l' immissione in bacino, pregiudicando la disponibilità dello stesso per le altre unità navali della flotta. Con lettera prot.nr in data 04 ottobre 2016 (e relativa offerta con lettera n in data 17 ottobre 2016) (in finca 3 e 4), l'a.ld. ha manifestato il proprio interesse ad alienare il Galleggiante con l'obbligo di demolizione ritenendo di poter offrire K per la prestazione in argomento. Per completezza, Nave Alpino a decorrere dal 30 aprile 2009 è stata radiata dal "Quadro del naviglio militare dello Stato" con Decreto del Ministro della Difesa in data 04 maggio Attualmente è iscritta nei "Quadri Generali della Statistica dei Galleggianti" (sigla distintiva GT 19), assegnata al Comando MARINA NORD e si trova presso l'arsenale Militare di La Spezia. 1

2 2. CRITERI DI SELEZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI La presente impresa rientra nell'ambito della Direttiva sulle permute SMD-L-027, Ediz dello Stato Maggiore della Difesa la quale dispone che, nel processo di dismissione dal ciclo logistico dei materiali del Ministero della Difesa, si dovranno porre prioritariamente all'attenzione e valutazione dell'a.ld. i materiali e mezzi già dichiarati fuori servizio o fuori uso, valutando il ricorso all'istituto della permuta di beni e servizi in presenza di controprestazioni ritenute d'interesse (paragrafo 7). Inoltre, per il tl iennio , allo scopo di regolare i rapporti tra il Ministero della Difesa e l'a.ld. è stata sottoscritta in data 18 dicembre 2014 una Convenzione tra il Ministro della Difesa ed il Direttore Generale dell'a.ld. La permuta in argomento risulta poi disciplinata dalle seguenti normative: D.Lgs 15 marzo 2010, n.66 recante il "Codice dell'ordinamento militare" ed in particolare, l'art. 48 che definisce status giuridico e scopo dell' A.LD. quale Agenzia con personalità giuridica di diritto pubblico e posto sotto la vigilanza del Ministero della Difesa; D.Lgs 15 marzo 2010, n.66 recante il "Codice dell'ordinamento militare" ed in particolare, l'art. 545 il quale autorizza il Ministero della Difesa a stipulare convenzioni e contratti di permuta di materiali e prestazioni con soggetti pubblici e privati anche il deroga alle norme di Contabilità Generale dello Stato e nel rispetto della Legge 9 luglio 1990, n. 185; D.P.R. 15 marzo 2010, n. 90 recante il "Testo unico delle disposizioni regolamentari m materia di Ordinamento Militare", ed in particolare gli articoli dal 569 al 574 che disciplinano le condizioni e le modalità per la stipula di convenzioni e contratti tra il Ministero della Difesa e soggetti pubblici e privati per la permuta di materiali e prestazioni, nonché le condizioni e le modalità per l'esecuzione delle prestazioni, nel rispetto della vigente disciplina in materia negoziale e del principio di economicità. Pertanto, la procedura individuata per l'alienazione con obbligo di demolizione della ex Nave Alpino, a similitudine di quanto operato per l'ex Nave Carabiniere, è la stipula di un atto negoziale di permuta con l'a.ld.. Il valore della permuta sarà determinato a cura di apposita Commissione di questa Direzione mediante un'analisi tecnico-economica della proposta di A.I.D su menzionata. Quale controprestazione da parte di A.LD., sarà prevista l'esecuzione di attività a favore della Marina Militare per un importo pari al valore determinato, anche qualora fossero state eseguite a fronte di precedenti contratti. La demolizione/riciclaggio dovrà avvenire secondo le normative in vigore in materia di ambiente e sicurezza del lavoro. 2

3 3. PUBBLICITA' Sarà effettuata la pubblicazione sul profilo del committente della Stazione Appaltante, come specificato dalla nota del II Reparto di Segredifesa n del 22 marzo AGGIUDICAZIONE PER LOTTI SEPARATI 5. COMPENSAZIONI INDUSTRIALI 6. PRINCIPALI ELEMENTI CONTRATTUALI a. Suddivisione in lotti b. Condizioni di pagamento La presente impresa si configura come permuta di prestazioni e, pertanto non darà luogo a versamenti di denaro fra le Parti. c. Revisione prezzi d. Deposito cauzionale e Garanzia e. Durata contrattuale I termini di adempimento complessivi saranno compresi entro 270 giorru solari dalla comunicazione di avvio dell'esecuzione contrattuale. f. Assicurazione di qualità N on applicabile. g. Subappalto h. Penalità Al superamento dei termini stabiliti per il completamento delle attività e del ripristino dello stato delle aree, delle infrastrutture e dei mezzi messi a disposizione dall' Arsenale della Spezia nello stato di fatto in cui si trovavano al momento della consegna, A.I.D. provvederà al pagamento degli oneri di locazione dei bacini e delle aree messe a disposizione dall' Arsenale della Spezia, nonché dei servizi accessori così come determinati dalle tabelle di onerosità in vigore all'atto della stipula. 3

4 7. RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO Il responsabile unico del procedimento sarà il C.V. Cosimo GIANNOTTE, Direttore protempore della 2/\ Divisione di NA V ARM. 8. ELEMENTI FINANZIARI a. Impegno annuale/pluriennale Non applicabile trattandosi di una attività di permuta. b. Perenzione Non si prevede soggezione a perenzione. c.iva La fornitura non è soggetta all'imposta sul valore aggiunto, ai sensi dell'art. 8 bis del D.P.R. n. 633 del 1972 trattandosi di attività effettuate a bordo delle navi della Marina Militare. VISTO: 4

5 MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI IL DIRETTORE Visto: quanto descritto nei punti da 1 a 8; Considerata: la necessità di procedere alla finalizzazione dell'impresa di che trattasi; DECRETA 1. che gli Uffici e le Divisioni interessati dal suddetto procedimento, ognuno per la parte di propria competenza, assicurino il soddisfacimento dell' esigenza prospettata e svolgano tutte le attività necessarie per addivenire alla stipulazione del contratto; 2. che il C.V. Cosimo GIANNOTTE è "Responsabile del Procedimento" ai sensi dell'art. 31 del Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50. Roma, lì 'O ') :.J NOV. 2015