D I S E G N I A M O S E R V I Z I, C O N V O I

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D I S E G N I A M O S E R V I Z I, C O N V O I"

Transcript

1 D I S E G N I A M O S E R V I Z I, C O N V O I Lo facciamo condividendo conoscenza e futuro. FEBBRAIO 14 N.3

2 Editoriale 3 wededa wededa Legenda Approfondisci Download Indice Tendenze L unione di competenze distintive: 1+1 fa (quasi sempre) più di due 6 La pianificazione finanziaria delle aziende? Non può prescindere dall integrazione dei dati lungo tutta la catena del valore 7 Dematerializzazione: ecco come la digitalizzazione dei processi diventa un opportunità per essere più competitivi 8 wededa Successi Pernod Ricard Italia e Ecos: un progetto per avvicinare HR al business attraverso la valutazione delle performance 10 L abito giusto, al momento giusto, nel negozio giusto. La storia di Versace e Stealth 3000 Retail 13 Notizie Firma GrafoCerta: la firma grafometrica per la gestione digitale dei documenti 18 Dedagroup sbarca a New York Sempre tra i Top Employers 19 Dematerializzazione e fatturazione elettronica: a che punto siamo? 19 Stealth Days L internazionalizzazione del Fashion IT viaggia sull asse Milano-Parigi 20 Lavoriamo per l innovazione digitale 22 Censire e mappare le coperture di amianto per tutelare cittadini e ambiente 23 Lete lancia il suo Gift digitale! 24 Dexit automatizza la gestione degli interventi: il progetto SIGN 25 La priorità 2014 dei CIO nostri clienti 25 Derga Consulting e AEW 26 2 Testata registrata al Tribunale di Trento, n. 12/13

3 Se la supply chain diventa immateriale Come cambiano gli Enti, centrali o locali, ora che i cittadini possono interagire con loro anche attraverso il web? In che modo l apertura della supply chain amministrativa verso l esterno, così da accogliere i dati provenienti dagli utenti e dalle imprese, sta cambiando le modalità con cui la Pubblica Amministrazione disegna e eroga i propri servizi? Sempre di più assistiamo all ibridazione dei modelli di business, e di governance, delle aziende e degli Enti pubblici sotto la spinta della digitalizzazione dei processi e dei sistemi con cui questi organizzano le proprie attività. In qualche modo oggi le organizzazioni sono una sorta di joint venture di materiale e immateriale. Prendiamo il caso di Versace, che sta lavorando con Dedagroup ICT Network per ridisegnare il proprio modello di business e la propria struttura IT al fine di includere, al suo interno, anche il flusso informativo proveniente da punti vendita e consumatori sparsi in tutto il mondo. Si tratta di un processo di revisione della catena del valore per integrare i dati provenienti da molteplici fonti diverse. Tali informazioni, che a monte interagiscono con l Headquarters e a valle con chi vende e acquista una t-shirt, creano uno scambio biunivoco di insight fuori e dentro gli uffici dell azienda. Cosa significa tutto questo? Che il concetto di business value sta cambiando radicalmente, diventando anch esso sempre più immateriale. Nel Gianni Camisa, AD Dedagroup ICT Network momento in cui i consumatori hanno accesso a questa nuova supply chain costituita da flussi d informazioni, questi possono esprimere la propria percezione circa i prodotti e i servizi offerti dalle aziende. Tale processo è vero anche nel caso degli Enti pubblici, che grazie alla competenza di Dedagroup ICT Network stanno cambiando il proprio modo di erogare i servizi, utilizzando il web come punto d accesso immediato e trasparente alla gestione pubblica e abilitando i cittadini 3

4 e le imprese a contribuire concretamente a questo cambiamento organizzativo. Assistiamo, dunque, a una duplice evoluzione: da un lato, aprire la supply chain all informazione significa portare i clienti, i consumatori, i cittadini e le imprese, ma anche i partner e i vendor con cui le aziende collaborano, in una nuova catena del valore allargata e interconnessa. E, dall altro lato, tutto ciò significa far evolvere un prodotto in ottica di servizio, come nel caso dell app realizzata da Agorà e Dedagroup ICT Network per Acqua Lete, con cui l azienda ha dotato il network dei ristoratori che hanno scelto di fornirsi delle sue acque di un applicazione che consente loro di raccogliere e gestire le prenotazioni dei clienti via mobile. In altre parole, il business value oggi ha a che fare con chi fruisce un servizio o un prodotto proprio perché l informazione, grazie allo sviluppo dell Information Technology, sta abilitando nuove modalità di interazione con le aziende. In tale contesto, è essenziale considerare il patrimonio informativo come un asset competitivo cruciale e, al tempo stesso, è importante virare la costruzione delle strategie di go to market e dei relativi modelli di business sul terreno dei servizi. Questo è il valore che Dedagroup ICT Network oggi offre alle aziende con cui collabora: la capacità di leggere i cambiamenti del mondo in modo immediato e di rispondervi con competenze e tecnologie allo stato dell arte....da un lato, aprire la supply chain all informazione significa portare i clienti, i consumatori, i cittadini e le imprese, ma anche i partner e i vendor con cui le aziende collaborano, in una nuova catena del valore allargata e interconnessa. E, dall altro lato, tutto ciò significa far evolvere un prodotto in ottica di servizio... Gianni Camisa 4

5 Tendenze L unione di competenze distintive: 1+1 fa (quasi sempre) più di due La pianificazione finanziaria delle aziende? Non può prescindere dall integrazione dei dati lungo tutta la catena del valore Dematerializzazione: ecco come la digitalizzazione dei processi diventa un opportunità per essere più competitivi

6 L unione di competenze distintive: 1+1 fa (quasi sempre) più di due wededa Tendenze Jan Smuts negli anni venti definì l olismo come: la tendenza, in natura, a formare interi che sono più grandi della somma delle parti attraverso l'evoluzione creativa. Parafrasando e semplificando potremmo dire che, contravvenendo alle elementari regole dell algebra, Smuts ci vuole convincere che 1+1 fa almeno 3. Crediamo, proprio per questo, che possa rappresentare un valore importante coniugare la competenza informatica con quella metodologica, avvalorando vicendevolmente le une attraverso le altre, in un mercato in cui è sempre più diffusa la convinzione che il software possa essere confinato a ruolo di commodity e in cui, storicamente, si riconosce alle società di consulenza la competenza necessaria all interpretazione delle esigenze di business e di governance. Competenze ormai non più tanto distanti, che condividono lunghi segmenti di contiguità in cui lo spazio logico che separa le slide dai programmi software si restringe sempre di più. Per questo crediamo sia importante stabilire con il cliente una relazione di partnership, così da sedere con lui al tavolo della governance aziendale, supportandone l indirizzo delle scelte strategiche, operative e organizzative e, al contempo, offrendo soluzioni pragmatiche alle singole necessità attraverso la progettazione e la realizzazione di componenti del sistema informativo. È per questo motivo che Dedagroup ICT Network ha creato una nuova linea d offerta per le banche specificatamente dedicata ai servizi di consulenza in ambito Governance, Risk Management & Compliance. In questo modo, l azienda completa il processo di arricchimento della sua value proposition e si propone al mercato come partner consulenziale in grado di offrire soluzioni complete. Tutto ciò nella convinzione che 1+1 fa (quasi sempre) più di due. Contro tutte le regole dell algebra. Massimo Carrozzo 6

7 La pianificazione finanziaria delle aziende? Tendenze Non può prescindere dall integrazione dei dati lungo tutta la catena del valore La rapidità dei cambiamenti del mercato e le crescenti incertezze circa lo scenario economico obbligano le imprese a una sempre maggior attenzione alla gestione della propria liquidità. Se si riconosce nel Liquidity Forecasting e nel Liquidity Management le due declinazioni del processo di Cash Management occorre anche identificare con quanta precisione si debbano attingere le informazioni dai sistemi alimentanti, per raccogliere i futuri impegni di pagamento e le previsioni di incasso che ciclo attivo e ciclo passivo periodicamente scadenzano nelle aziende. Siamo tuttavia al corrente che quelle informazioni, così come staticamente vengono acquisite dai sistemi che le generano, hanno la necessità di essere rese finanziariamente credibili, quindi utilizzabili. Questo è il ruolo dei sistemi informativi di Tesoreria: applicare industrialmente i necessari meccanismi di trascinamento, dilazione, anticipazione o posticipazione di ciò che si manifesta realmente, memorizzando 1 PRECISIONE DELL INFORMAZIONE 3 VELOCITÀ NELLA SUA ELABORAZIONE in modo flessibile i reali comportamenti finanziari delle aziende e le diverse abitudini di pagamento, al fine di ottenere una pianificazione finanziaria veritiera, affidabile, credibile. Una gestione della liquidità volta a generare valore non può prescindere dalla precisione dell informazione, dalla tracciabilità del dato e dalla velocità nella sua elaborazione: il costo di un informazione non credibile, della sua 2 TRACCIABILITÀ DEL DATO EFFICACE GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ verifica e della necessità di dover ripercorrere a ritroso i risultati di un elaborazione, sono direttamente proporzionali a una diminuzione competitiva. La consolidata forte integrazione tra le applicazioni gestionali e le soluzioni di Tesoreria e Pianificazione finanziaria di Piteco consentono di ottenere con rapidità, affidabilità e precisione la proiezione in chiave finanziaria di elementi gestionali, contabili ed economici acquisibili dalle piattaforme ERP. Andrea Guillermaz 7

8 Dematerializzazione: ecco come la digitalizzazione dei processi diventa un opportunità per essere più competitivi wededa Tendenze Perché nonostante si parli da diversi anni di dematerializzazione, oggi è un tema di così grande attualità? Perché la gestione e l interscambio di informazioni su carta è un costo rilevante per le imprese in contesti di mercato locali e internazionali, complessi e in continua trasformazione. Le recenti semplificazioni del quadro normativo introducono l obbligatorietà, per le imprese che interagiscono come fornitori della PA, di dotarsi di processi digitali, sostituendo alla carta i documenti elettronici. Ecco perché non si parla più di pura dematerializzazione ma di una vera e propria digitalizzazione dei processi. Si pensi a come la nuova legislazione per la Fatturazione Elettronica stia portando alla rapida creazione di modelli dove imprese, provider di servizi, istituzioni e enti, operano come soggetti interconnessi, condividendo strumenti, risorse, modalità gestionali e organizzative. L innovazione tecnologica e la disponibilità di strumenti per generare sui diversi canali documenti digitali a valore legale hanno permesso di rispondere alle esigenze di conservazione a norma e alle esigenze di efficienza e gestione dell informazione. La digitalizzazione, sostenuta dalla legislazione, è l opportunità per innescare un percorso di cambiamento che, unitamente all evoluzione tecnologica e organizzativa, favorisca l integrazione e lo scambio strutturato con tutti gli attori coinvolti, anche in maniera occasionale. È così che le imprese, da un lato devono intervenire per far fronte all urgenza dall adeguamento normativo, dall altro hanno l opportunità di diventare motori del cambiamento. Il ripensamento dei processi, sostituendo alla carta i flussi elettronici, insieme all integrazione e al rinnovamento tecnologico, sono le chiavi per le imprese per raggiungere una maggiore competitività. Roberta Svanetti 8

9 Successi Pernod Ricard Italia e ECOS: un progetto per avvicinare HR al business attraverso la valutazione delle performance L abito giusto, al momento giusto, nel negozio giusto. La storia di Versace e Stealth 3000 Retail

10 Successi Pernod Ricard Italia e Ecos: un progetto per avvicinare HR al business attraverso la valutazione delle performance 10

11 La filiale italiana del gruppo Pernod Ricard, leader globale nel mercato wines and spirits con oltre dipendenti in 70 Paesi, aveva bisogno di dotarsi di una soluzione con cui definire e gestire in modo univoco, e integrato quali set di indicatori fossero in grado di restituire una valutazione efficiente delle sue performance. Per farlo, l azienda ha chiesto a Ecos di aiutarla a sviluppare una soluzione analitica disegnata su queste specifiche esigenze con l obiettivo finale di rispondere a questa domanda: in che modo la Direzione HR contribuisce concretamente alla crescita di business dell azienda? Successi MAURIZIO BODANO HR Director - Pernod Ricard Italia 1 Quali sono state le problematiche di business cui Pernod Ricard Italia ha cercato una soluzione rivolgendosi a Ecos? Avevamo la necessità di dotarci di uno strumento con cui valutare le performance della Direzione HR in modo integrato, unico e completo. Prima, infatti, avevamo un insieme di fonti disaggregate e un set di dati disomogenei. Inoltre, avevamo difficoltà a collegare rapidamente tali informazioni con i risultati di business dell azienda. In altre parole non riuscivamo a valutare in modo oggettivo l efficacia della Direzione HR in termini di supporto concreto alla crescita dell azienda. Dovevamo, dunque, individuare un insieme di indicatori chiave per valutare efficacemente HR e creare uno strumento con cui navigare e gestire tali informazioni non solo all interno di HR ma, soprattutto, avendo la possibilità di incrociarle con gli altri dati provenienti dal business. La Direzione HR di Pernod Ricard Italia ha chiesto supporto a Ecos per diventare più veloce, più legata al business e più informata circa la sua efficacia. MARCO BELLINZONA Partner e Amministratore Delegato - Ecos 1 Come la nostra azienda ha analizzato le problematiche di business del cliente e implementato la soluzione individuata? La problematica è stata chiara sin dal principio: Pernod Ricard Italia aveva bisogno di insight sul proprio personale. Abbiamo raccolto questa esigenza e messo in campo tutte le nostre competenze nel progettare soluzioni che sanno descrivere, analizzare e comprendere i più differenti fenomeni aziendali. Il passo successivo ha riguardato l unione di tale approccio con le caratteristiche specifiche della Direzione HR di Pernod Ricard Italia. È stato un lavoro davvero di squadra perché, da parte del cliente, abbiamo trovato competenza e chiarezza su ciò che si voleva ottenere e questo ha facilitato tutti nel trovare la soluzione migliore da implementare. Idee chiare, dunque, estrema competenza e feeling tra le persone: questi sono stati gli ingredienti di un progetto che in tempi impensabili ha raggiunto in pieno i propri obiettivi. 11

12 MAURIZIO BODANO HR Director - Pernod Ricard Italia MARCO BELLINZONA Partner e Amministratore Delegato - Ecos Successi 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? Abbiamo affrontato insieme a Ecos un brainstorming di progetto di circa un anno, durante il quale abbiamo analizzato i dati, le specifiche funzionalità del sistema e le caratteristiche delle interfacce che volevamo disegnare, includendo tempi, modi e procedure con cui implementare la soluzione. Nella prima parte Ecos ci ha aiutato a individuare, per ogni sotto area della Direzione HR, quali set di dati fossero rilevanti per la corretta valutazione delle sue performance complessive. In seguito, ci ha supportato nella normalizzazione e omogeneizzazione dei dati e nell individuazione dei formati di presentazione più efficaci al fine di incrociarli in modo semplice con quelli provenienti dalle altre divisioni. Come dicevo prima, per noi la Direzione HR non deve lavorare per sé ma per il business e con il business. 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? Stiamo già utilizzando il sistema per finalizzare la parte di analisi dei dati e devo dire che lo strumento, anche grazie ad interfacce user friendly, sta facilitando quest ultima fase e sarà molto utile anche nella definizione del budget HR. Il progetto, il cui go-live definitivo è previsto tra un mese, è già stato presentato come best practice nell ambito di un iniziativa internazionale di Pernod Ricard, dove ha ottenuto grande successo e figura tra le attività più innovative del Gruppo. Per Pernod Ricard l idea che HR esca dalla sua tradizionale sfera di azione e si misuri per quello che effettivamente produce è una vera novità. Ecos ci ha aiutato a immaginare come far diventare realtà questa idea. Maurizio Bodano 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? Sicuramente è stato un progetto in cui l approccio consulenziale ha guidato il lavoro di tutti: brainstorming, proposte di soluzione, rilasci intermedi e continui confronti con il cliente ci hanno permesso di arrivare al risultato in tempi veramente rapidi. Siamo partiti in novembre e il go-live in produzione, previsto per marzo, verrà pienamente rispettato, se non anticipato. Si tratta, per noi, di un vero e proprio progetto modello. In aggiunta, fin da subito, abbiamo capito che questa esperienza ci avrebbe permesso di ampliare la nostra soluzione HR Insight anche con la nuova componente analitica, fino ad allora poco sviluppata. Abbiamo utilizzato tecnologie all avanguardia e semplificato al massimo il processo che dal dato porta all informazione, e tutto ciò l abbiamo fatto ragionando in modo integrato con la soluzione HR Insight. 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? Con il modulo Analytics di HR Insight la Direzione HR di Pernod Ricard Italia ora prende decisioni più tempestive e con maggiore consapevolezza, dispone di analisi circa i costi e la composizione dell organico con diversi livelli di dettaglio, riesce a valutare in modo puntuale le proprie performance interne e a verificarne l apporto rispetto alle altre divisioni aziendali, erogando così un servizio di elevato valore per l intera organizzazione. E questo era l obiettivo che si voleva raggiungere. Marco Bellinzona 12

13 Successi L abito giusto, al momento giusto, nel negozio giusto. La storia di Versace e Stealth 3000 Retail Versace ha implementato la soluzione Stealth 3000 Retail per migliorare il controllo dell intera catena del valore, partendo dal disegno e arrivando fino alla vetrina. Il risultato è un unico sistema di gestione che monitora costantemente l intero flusso informativo di tutta la supply chain di Versace, aiutando l azienda a pianificare in modo più efficace la produzione, la distribuzione e il riassortimento delle collezioni in tutto il mondo. 13

14 STEFANO VALENTE CIO - Versace Group MIMMO SOLIDA Vice Direttore Generale Fashion e Retail DDway Successi 1 Quali sono state le problematiche di business cui Versace ha cercato una soluzione rivolgendosi a DDway? Prima dell implementazione di Stealth 3000 Retail, il riassortimento dei nostri punti vendita nel mondo era gestito in maniera indipendente, e non integrata, dalle diverse aree geografiche di competenza. Usavamo molti sistemi diversi e le informazioni provenienti dai negozi, anche se corrette, non erano aggiornate in tempo reale. Ci mancava, di fatto, la capacità di leggere i dati di vendita in modo immediato e, conseguentemente, la possibilità di strutturare i processi di decision making in modo più puntuale, traducendoli velocemente in azioni di business concrete sui diversi mercati. 1 Come la nostra azienda ha analizzato le problematiche di business di Versace e implementato la soluzione individuata? Grazie alla collaborazione tra il team di progetto di Versace e i consulenti DDway è stata studiata una soluzione basata sul sistema Stealth 3000 Retail che ne coniugasse le caratteristiche core con la specificità di Versace, senza modificare lo standard offerto nativamente da Stealth Abbiamo sfruttato alcuni aspetti del modello intercompany in modo trasversale, consentendo a ogni negozio di interrogare e richiedere disponibilità di prodotti, sia in hub logistici che in altri negozi, indipendentemente dalla società di appartenenza ma all interno di una matrice di abilitazione. Poiché gli utenti del sistema sono anche commessi di negozio, abbiamo fatto tutto ciò mantenendo un interfaccia semplice, che maschera la complessità del sistema disegnato. 14

15 STEFANO VALENTE CIO - Versace Group MIMMO SOLIDA Vice Direttore Generale Fashion e Retail DDway Successi 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? In Versace Stealth 3000 è usato da tempo per gestire produzione e logistica. Con Stealth 3000 Retail abbiamo integrato in questo flusso informativo anche la parte dei punti vendita. Per farlo abbiamo lavorato in gruppo, noi e le persone DDway, al fine di individuare la soluzione migliore. La scelta è ricaduta su Stealth 3000 Retail che grazie alla perfetta integrazione con Stealth 3000 ci ha permesso di estendere la modalità intercompany, già utilizzata nel mondo wholesale, alla realtà retail. Abbiamo gestito gli ordini tra le diverse società del gruppo in modo integrato senza scrivere programmi d interfaccia, evitando la duplicazione di sistemi e la ridondanza di dati. Tutto ciò ha permesso a chi opera nell area Retail di mantenere gli stessi gestionali e a Versace di integrare anche i dati provenienti dai negozi all interno del flusso informativo già monitorato con Stealth 3000 a monte della catena del valore. 2 Quali attività sono state svolte per rispondere a tali esigenze? La fase di analisi è stata fondamentale. Era necessario tenere in considerazione molteplici aspetti, senza modificare nulla rispetto al modello distributivo attuale. Abbiamo rivisto l interfacciamento con hub logistici differenti e distribuiti in tutto il mondo, includendo Asia, USA ed Europa; abbiamo centralizzato la gestione e la distribuzione dei listini retail; abbiamo costruito un unico modulo in grado di alimentare e ricevere informazioni da POS differenti in tutto il mondo. Le piattaforme Stealth 3000 e Stealth 3000 Retail erano già predisposte per rispondere ai requisiti del business di Versace e questo ci ha permesso di costruire nuova funzionalità partendo da una base consolidata. Ancora oggi stiamo lavorando per soddisfare le esigenze evolutive del business ma sempre con un approccio incrementale. 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? Ora siamo in grado di controllare tutta la distribuzione con un unico sistema. Il nostro data warehouse ha in tempo reale tutta la situazione dei magazzini e dei punti vendita, a livello mondiale, fino al minimo dettaglio. E questo riguarda non soltanto i negozi ma anche tutti i partner logistici con cui collaboriamo. Ciò significa che oggi i punti vendita sono in grado di attuare politiche di rifornimento più efficaci, così da garantire il giusto assortimento nei tempi corretti. Unitamente, abbiamo anche costruito una base 15

16 STEFANO VALENTE CIO - Versace Group MIMMO SOLIDA Vice Direttore Generale Fashion e Retail DDway Successi dati consistente e certificata sui clienti, migliorando il CRM e le attività di marketing. Da un progetto che sembrerebbe limitato all area logistica abbiamo, di fatto, ottenuto benefici molto più ampi di quello che avevamo ipotizzato all inizio. Quali benefici abbiamo ottenuto con Stealth 3000 Retail: Controllo più efficiente della logistica e abbattimento dei tempi di distribuzione delle merci nei negozi. Oggi inviamo a ciascun punto vendita il prodotto corretto, nelle quantità corrette, in modo più veloce; Monitoraggio, a livello corporate, di tutte le attività dei negozi, includendo stock, vendite, trasferimenti e performance; Miglioramento della totalità della catena distributiva; Costruzione di un unico modello distributivo, consistente, efficiente e replicabile, tale da poter essere velocemente implementato su nuovi mercati. 3 Quali i risultati e i benefici ottenuti dalla soluzione? L integrazione del mondo wholesale con quello retail è stata la costante del progetto. Una sola e unica fonte d informazione omogenea e coerente con poche personalizzazioni, ovvero un sistema destinato a crescere, capace di seguire l evoluzione del business senza stravolgerne le logiche fondamentali. Questo è quello che Versace ha richiesto e ottenuto. L esperienza maturata durante il progetto Stealth 3000 Retail in Versace accresce ancora il patrimonio di conoscenza di DDway e questo sta favorendo l evoluzione di Stealth 3000 Retail, sia in termini di funzionalità che di ottimizzazione. Il nostro team di lavoro ha messo a disposizione l esperienza maturata ma, contemporaneamente, ha anche acquisito un nuovo bagaglio di conoscenze da mettere a frutto nei prossimi progetti di analoga portata. Siamo orgogliosi di lavorare per Versace poiché il successo di quest attività consolida il business del nostro cliente e, al tempo stesso, la nostra competenza nel mondo del Fashion e Retail. Mimmo Solida Stefano Valente 16

17 Firma GrafoCerta: la firma grafometrica per la gestione digitale dei documenti Dedagroup sbarca a New York Sempre tra i Top Employers wededa Notizie Dematerializzazione e fatturazione elettronica: a che punto siamo? Stealth Days L internazionalizzazione del Fashion IT viaggia sull asse Milano-Parigi Lavoriamo per l innovazione digitale Censire e mappare le coperture di amianto per tutelare cittadini e ambiente Lete lancia il suo Gift digitale! Dexit automatizza la gestione degli interventi: il progetto SIGN Le priorità 2014 dei CIO nostri clienti Derga Consulting e AEW

18 Firma GrafoCerta: la firma grafometrica per la gestione digitale dei documenti Firma GrafoCerta è la soluzione di firma grafometrica che consente alle Amministrazioni Pubbliche di gestire digitalmente i documenti che richiedono la firma autografa. Grazie all utilizzo della soluzione è possibile completare il processo di dematerializzazione (in ottica paperless) di tutta la documentazione per la quale sia necessaria l apposizione di firma da parte del cittadino. Attraverso appositi dispositivi, Firma GrafoCerta permette di sottoscrivere documenti con pieno valore legale, nel rispetto della normativa vigente. Firma GrafoCerta è integrata nella suite applicativa Civilia ed è attualmente in sperimentazione presso il Comune di Cesena nell ambito dei servizi di front office del settore demografici. Marco Galetti Notizie Dedagroup sbarca a New York L avventura di BankUp negli Stati Uniti è iniziata con l apertura della nuova sede di Dedagroup North America (DNA) a New York, un passo molto importante del progetto d internazionalizzazione che caratterizza il piano industriale di Dedagroup ICT Network. In tale contesto, avrà grande rilievo anche la creazione, sempre a New York, della Joint Venture "Coop Core LLC", cui DNA parteciperà insieme alla National Federation of Community Development Credit Unions per rispondere alle esigenze delle 250 Credit Unions affiliate a quest ultima. Il progetto iniziale prevede l installazione di BankUp in quattro Credit Unions pilota diverse per dimensione, posizione geografica e tipologia di clienti, al fine di avere una rappresentanza significativa nell ambito delle differenti istituzioni finanziarie cooperative locali. Nel corso del 2014 vari gruppi di lavoro dell area internazionale Esperanza Bárcenas López saranno at work muovendosi dall Italia e dal Messico per traguardare anche gli obiettivi USA del Gruppo. 18

19 Sempre tra i Top Employers Una delle componenti più importanti di una organizzazione sono le persone che vi lavorano. Occuparsi del loro sviluppo, promuovendone la partecipazione e la responsabilità, è uno dei modi per stimolare e preservare il benessere dell'intera azienda e rappresenta uno degli elementi chiave della nostra strategia HR. Con piacere annunciamo che, anche per il 2014, Dedagroup ICT Network ha ottenuto la certificazione Top Employers, un riconoscimento che riconferma l attenzione che continuiamo a mettere nella gestione delle risorse umane. Valentina Gilli wededa Dematerializzazione Notizie e fatturazione elettronica: a che punto siamo? Dedagroup ICT Network è sponsor dell edizione 2014 dell'osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano. La ricerca, attiva dal 2007, quest anno ha l obiettivo di indagare come la fatturazione elettronica obbligatoria stia cambiando radicalmente i processi e i sistemi delle Amministrazioni Pubbliche, nonché delle aziende che si trovano ad interagire con esse. Con questa sponsorizzazione, Dedagroup ICT Network contribuisce alle attività di ricerca e comunicazione dell Osservatorio e, al tempo stesso, rafforza e consolida l expertise del suo Centro di Competenza per l Enterprise Content Management interno, accrescendo la competenza e la conoscenza su tali tematiche a beneficio dei clienti di tutte le aziende del Network. Roberta Svanetti 19

20 Stealth Days Notizie L internazionalizzazione del Fashion IT viaggia sull asse Milano-Parigi Quest anno lo Stealth Day, l evento annuale di DDway che traccia gli scenari futuri del settore della moda e il ruolo che l IT avrà nel supportarne le strategie di espansione, anche internazionali, ha raddoppiato gli appuntamenti. Milano - Stefano Valente - CIO Versace Group 20

21 Dopo l incontro di Milano a novembre, Stealth Day ha replicato a Parigi nel mese di dicembre. Tra i relatori internazionali Danièle Clutier, docente presso Institut Français de la Mode di Parigi e Nicola Guerini, Managing Director del Milano Fashion Institute, che hanno illustrato l andamento del mercato Fashion in Italia e nel mondo, con un focus su Francia, Usa e Cina. Tim Radley, Managing Director di VM-Unleashed, ha invece focalizzato il suo intervento sullo sviluppo del Retail e la sua integrazione con le aree design e produzione. Tali interventi sono stati arricchiti dalla testimonianza diretta dei clienti che utilizzano Stealth, intervenuti raccontando i benefici ottenuti e le sfide future che affronteranno insieme a DDway. È il caso di Stefano Valente, CIO di Versace Group, di Emanuele Pesce, CIO di Moncler Group, di Cristiano Simonetto, CIO di Stefanel, e di Roberto Ghiani, CIO di Tom Ford. Federico Rossi Milano - Emanuele Pesce - CIO Moncler Group Notizie Parigi - Marco Podini, Presidente di Sequenza SpA e di Dedagroup SpA Parigi - Gianni Camisa, AD Dedagroup ICT Network Mimmo Solida, Vice Direttore Generale Fashion e Retail DDway Christope Dubuis, Direttore Dedagroup France 21

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012. 1 Premessa 4. 2 Organi di Controllo 5. 3 Management esecutivo 6

Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012. 1 Premessa 4. 2 Organi di Controllo 5. 3 Management esecutivo 6 Bilancio d Esercizio al 31 dicembre 2012 DEDAGROUP Indice dei contenuti 1 Premessa 4 2 Organi di Controllo 5 3 Management esecutivo 6 4 Sintesi dei risultati di Gruppo 7 4.1 Ricavi (in Euro/000) 7 4.2

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS BUSINESS PROFILE LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS Omnia Group è costituito da un complesso di aziende operanti nei settori della consulenza e dell erogazione di servizi informatici. L azienda è caratterizzata

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli