Riccardo Solimena e Stefano Dellafiore Javaday IV Roma 30 gennaio 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riccardo Solimena e Stefano Dellafiore Javaday IV Roma 30 gennaio 2010"

Transcript

1 Applicazioni RESTful con Jersey Come realizzare un microblog in 10 minuti

2 About us Senior Milano

3 About us Senior Lugano

4 JIP Java Italian Portal Sito Internet - Il portale è stato realizzato e modellato in modo da accompagnare quei programmatori che vivono il proprio lavoro come passione e creatività professionale. Tutte le attività di JavaPortal sono gratuite. La community è sempre lieta di accogliere nuovi collaboratori che contribuiscano all arricchimento del sito,che abbiano nuove idee e la voglia di curarle.

5 Sommario ReST: la teoria ReST e Java: JAX-RS (JSR 311) Le implementazioni di JAX-RS Jersey Demo!

6 ReST: la teoria Cosa NON è ReST Non è (solo) una buzzword Non è un framework Non è un prodotto Non è la soluzione di tutti i problemi

7 ReST: la teoria Cosa è ReST Chiediamolo a Roy* Ciao Roy, cos è questo rest di cui tutti parlano? Representational State Transfer, uno stile architetturale per un sistema di ipermedia distribuito * Roy T. Fielding Ph.D dissertation, Architectural Styles and the Design of Network-based Software Architectures, (2000)

8 ReST: la teoria Cosa è ReST??? Ok, uno stile architetturale è un insieme di vincoli imposti all interazione fra componenti, al fine di ottenere alcune proprietà desiderabili quali scalabilità e uniformità d accesso

9 Ehm... ReST: la teoria Cosa è ReST Sono sicuro che sai di cosa sto parlando. Tempo fa ho scritto l HTTP, lo conosci? Sìsì!! Ecco, bene. Dovevo fare la tesi di dottorato, così ho preso l HTTP, ne ho estratto i principi base e con il marketing abbiamo pensato ad un nome cool. REST è il risultato

10 Principi del REST: Intro IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DELLE RISORSE OGNI RISORSA HA UN ID UNIVOCO (AD ESEMPIO URI) INTERFACCIA D ACCESSO UNIFORME LE RISORSE SONO MANIPOLATE ATTRAVERSO LO STESSO INSIEME DI METODI COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE DAI AL CLIENT CIÒ CHE TI CHIEDE! IPERTESTO COME MOTORE DELLO STATO DELL APPLICAZIONE (HATEOAS) INSERISCI LINK ALLE RISORSE CORRELATE NELLA RISPOSTA.

11 Principi del REST: 1 di 4 IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DELLE RISORSE OGNI RISORSA HA UN ID UNIVOCO (AD ESEMPIO URI) UNA URL, UNA RISORSA!

12 Principi del REST: 1 di 4 IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DELLE RISORSE OGNI RISORSA HA UN ID UNIVOCO (AD ESEMPIO URI) UNA URL, UNA RISORSA!

13 Principi del REST: 2 di 4 INTERFACCIA D ACCESSO UNIFORME LE RISORSE SONO MANIPOLATE ATTRAVERSO LO STESSO INSIEME DI METODI CRUD Create (crea giocatore) Read (recupera giocatore o squadra) Update (aggiorna giocatore) Delete (elimina squadra) DELETE

14 Principi del REST: 3 di 4 COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE DAI AL CLIENT CIÒ CHE TI CHIEDE! non mantengono lo stato Ma chi sei?

15 Principi del REST: 3 di 4 COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE DAI AL CLIENT CIÒ CHE TI CHIEDE! ma eseguono una richiesta GET Nemo location P. Sherman, 42 Wallaby Way, Sydney

16 Principi del REST: 3 di 4 COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE DAI AL CLIENT CIÒ CHE TI CHIEDE! JSON XML {"giocatore": { }} "numero": "10java", "caratteristiche": { } "caratteristica": [ ] {"type": "capelli", "value": "blu"}, {"type": "baffi", "value": "no"}, {"type": "altezza", "value": "185"} <giocatore numero="7java"> <caratteristiche> <caratteristica type="capelli" value="blu" /> <caratteristica type="baffi" value="no" /> <caratteristica type="altezza" value="185" /> </caratteristiche> </giocatore>

17 Principi del REST: 3 di 4 COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE DAI AL CLIENT CIÒ CHE TI CHIEDE! JSON XML

18 Principi del REST: 4 di 4 IPERTESTO COME MOTORE DELLO STATO DELL APPLICAZIONE (HATEOAS) INSERISCI LINK ALLE RISORSE CORRELATE NELLA RISPOSTA. <giocatore numero="7java"> <link href=" rel= squadra"/> <link href=" rel= self"/> <caratteristiche> <caratteristica type="capelli" value="blu" /> <caratteristica type="baffi" value="no" /> <caratteristica type="altezza" value="185" /> </caratteristiche> </giocatore>

19 HTTP è RESTful?

20 HTTP è RESTful

21 HTTP è RESTful Principi REST/HTTP IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DELLE RISORSE URI INTERFACCIA D ACCESSO UNIFORME GET,PUT,POST,DELETE (e altro ancora ) COMUNICAZIONE STATELESS DI RAPPRESENTAZIONI DELLE RISORSE Stateless e Content Negotiation (accept/content type) IPERTESTO COME MOTORE DELLO STATO DELL APPLICAZIONE (HATEOAS) Header LINK, redirect, moved

22 Essere RESTful VANTAGGI SVANTAGGI (PER CHI VIENE DA RPC)

23 JAX-RS (JSR 311) JAVA REST JEE JCP API JAVA PER LO SVILUPPO DI WEB SERVICES RESTFUL VERSIONE ATTUALE 1.1 INCLUSA NELLA PIATTAFORMA JEE6 POJO (PLAIN OLD JAVA OBJECT) + ANNOTATION = RISORSA SERVER-SIDE ONLY (CLIENT PREVISTO VERSION 2.0) JAX-RS

24 Risorsa d /blogs/ ) Identifica il frammento di URI alla quale la risorsa risponderà

25 Risorsa d Dependency Injection Principio di Hollywood Non chiamarmi, ti chiamerò io Configurazione dinamica dell URI Info

26 Risorsa d Annotazioni sui metodi della classe che risponderanno alle corrispondenti chiamate HTTP

27 Risorsa d application/json, }) Indica il tipo di rappresentazione che il server dichiara di essere in grado di produrre per quella risorsa

28 Risorsa d application/xml, }) Indica il tipo di rappresentazione che il server dichiara di essere in grado di interpretare

29 Risorsa @FormParam Utility per l estrazione dei parametri dall URL

30 Cosa avviene in pratica 1 di 2 Request HTTP GET Application Resource 1 new Object() Response 200 OK Content-Type: text/xml <xml> </xml> Resource 2 Resource N D.I. Esecuzione

31 Cosa avviene in pratica 2 di 2 DALLE RICHIESTE HTTP IN OGGETTI JAVA MessageBodyReader DAGLI OGGETTI JAVA IN RISPOSTE HTTP MessageBodyWriter

32 Alcune Implementazioni (ad oggi) Reference Implementation JEE6 https://jersey.dev.java.net/ Configurazione XML Avanzata API Client Avanzata Restlet edition for GWT and Android

33 Il nostro Microblog Creiamo un applicazione web-based che permetta di editare semplici contenuti testuali (tweet) con la possibilità di organizzarli in sezioni. Un microblog collaborativo

34 Microblog - Layers Presentation REST Data DBMS HTML JQuery Jersey JPA EclipseLink MySQL Helper & Converter Glassfish v3

35 Microblog - ER

36 Microblog Class Diagram << JAXB entity >> MicroblogConverter <<create>> << Jersey Resource >> MicroblogResource << wrap >> << entity >> Microblog <<uses>> UriResolver

37 Proxy Javascript Client Server Microblog.js Http MicroblogResource MicroblogConverter Microblog

38 Microblog - Funzionalità Microblog Tweet Creare (POST) Lista (GET) Creare (POST) Lista (GET) Edita (PUT) Cancellazione (DELETE) Cancellazione (DELETE)

39 Cosa realizzeremo POST DELETE GET POST PUT GET DELETE

40 DEMO

41 Riferimenti WEB FREE TIME TWITTER RICCARDO SOLIMENA riccardosolimena.blogspot.com riccardosolimen STEFANO DELLAFIORE WEB FREE TIME losfidantefaleroe.blogspot.com birradiscimmia.blogspot.com

42 Per approfondire https://jersey.dev.java.net/ https://glassfish.dev.java.net/

43 Q&A

44 Ringraziamenti

RESTful Web Service. Andrea Pinazzi. 10 Maggio 2010

RESTful Web Service. Andrea Pinazzi. 10 Maggio 2010 RESTful Web Service Andrea Pinazzi 10 Maggio 2010 Che cos è REST? REST, Representational State Transfer, è uno stile architetturale per sistemi software distribuiti. Il termine è stato introdotto e definito

Dettagli

REST REpresentational State Transfer

REST REpresentational State Transfer LEZIONE 21 REST REpresentational State Transfer Anno Accademico 2013-14 Il contesto L'evoluzione di internet impone la realizzazione di sistemi distribuiti scalabili, in grado di Garantire l'interoperabilità

Dettagli

Casi di studio sulla migrazione di applicazioni web verso servizi REST Anno Accademico 2008/2009

Casi di studio sulla migrazione di applicazioni web verso servizi REST Anno Accademico 2008/2009 tesi di laurea Casi di studio sulla migrazione di applicazioni web verso servizi REST Anno Accademico 2008/2009 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Marco Chimenti Matr. 534/1940 OBBIETTIVI

Dettagli

Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service

Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service Corso di Sistemi Distribuiti Stefano Iannucci iannucci@ing.uniroma2.it Anno

Dettagli

Applicazioni Web, HTTP e REST. Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007

Applicazioni Web, HTTP e REST. Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007 Applicazioni Web, HTTP e REST Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007 1 Applicazioni Web? Applicazione Web: un'applicazione clientserver in cui il client è un semplice

Dettagli

Ugo Landini & Luigi Fugaro, Jug Roma

Ugo Landini & Luigi Fugaro, Jug Roma Web 2.0 o 1.0? Ugo Landini & Luigi Fugaro, Jug Roma 2.5 tiers Agenda What s hot Un po di storia 2.5 tier REST con RESTEasy Rich client con JQuery Conclusioni C è chi fa cose del genere oggi... 280slides,

Dettagli

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 HTTP, Web Services e RestSharp Dopo aver descritto nella prima parte di quest articolo 1 le basi su cui poggia la comunicazione nel Word Wide

Dettagli

Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0

Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0 tesi di laurea Anno Accademico 2006/2007 Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0 relatore Ch.mo prof. Domenico Cotroneo correlatore Ing. Marcello Cinque candidato Antonio Alonzi Matr.

Dettagli

Programmazione di Web Services

Programmazione di Web Services Luca Cabibbo Architetture Software Programmazione di Web Services Dispensa ASW 860 ottobre 2014 La scelta tra architetture può ben dipendere da quali sono gli svantaggi che il cliente può gestire meglio.

Dettagli

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Michele Ruta Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Politecnico di Bari 1di 29 Indice Introduzione ai Port Community

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI

PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI POLITECNICO DI MILANO FACOLTÀ INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE PROGETTO DI TECNOLOGIE DEI SERVIZI 1 PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI Roberto Mereghetti 740264 SOMMARIO Introduzione... 3 Obiettivi...

Dettagli

REST; WebSocket (RFC 6455)

REST; WebSocket (RFC 6455) Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web II modulo Tecnologie e Sistemi Web-oriented A. A. 2014-2015 LINGUAGGI E TECNOLOGIE WEB REST; WebSocket (RFC 6455)

Dettagli

Lezione 1 Introduzione

Lezione 1 Introduzione Lezione 1 Introduzione Ingegneria dei Processi Aziendali Modulo 1 Servizi Web Unità didattica 1 Protocolli Web Ernesto Damiani Università di Milano I Servizi Web Un Servizio Web è un implementazione software

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

Un vincitore è un sognatore. che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori

Un vincitore è un sognatore. che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso. (Nelson Mandela) Ai miei fantastici genitori ABSTRACT Il web è cambiato! In questi ultimi anni internet ha subito grandi cambiamenti, è passato da

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE Corso di Laurea In Informatica

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE Corso di Laurea In Informatica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE Corso di Laurea In Informatica Sviluppo di un'applicazione Android per i servizi studenti Relatore Chiar.mo Prof. Raffaele MONTELLA

Dettagli

Stack protocolli TCP/IP

Stack protocolli TCP/IP Stack protocolli TCP/IP Application Layer Transport Layer Internet Layer Host-to-Nework Layer DNS SMTP Telnet HTTP TCP UDP IP Insieme di eterogenei sistemi di rete... 1 Concetti base Differenza tra i concetti

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Asynchronous JavaScript Technology and XML: Ajax Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2010-11 Prof. Simon Pietro Romano Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rich Internet

Dettagli

Progettazione e Implementazione di API WebSocket per il Gateway Dog

Progettazione e Implementazione di API WebSocket per il Gateway Dog Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Magistrale Progettazione e Implementazione di API WebSocket per il Gateway Dog Relatori: Fulvio Corno Luigi De Russis Candidato: Teodoro Montanaro

Dettagli

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE UML E DP INGEGNERIA DEL SOFTWARE. A quali pattern si riferiscono i tre schemi?

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE UML E DP INGEGNERIA DEL SOFTWARE. A quali pattern si riferiscono i tre schemi? ESERCITAZIONE UML E DP INGEGNERIA DEL SOFTWARE Università degli Studi di Padova Dipartimento di Matematica Corso di Laurea in Informatica, A.A. 2014 2015 rcardin@math.unipd.it DESIGN PATTERN A quali pattern

Dettagli

Liferay e Axis2 (Overview)

Liferay e Axis2 (Overview) Liferay e Axis2 (Overview) Ingegneria del software (II parte) Andrea Bei Contenuti Liferay Web Service e Axis2 LifeRay E un Portal Server Liferay permette di creare un portale velocemente e pemette di

Dettagli

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Corso di Laurea in informatica Anno Accademico 2011-2012 Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione Relatore:

Dettagli

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Indice Standard ISO/OSI e TCP/IP Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Modello Client / Server I Socket Il World Wide Web Protocollo HTTP Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A.

Dettagli

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente lo strumento di riferimento

Dettagli

Programmazione Web. Introduzione

Programmazione Web. Introduzione Programmazione Web Introduzione 2014/2015 1 Un'applicazione Web (I) 2014/2015 Programmazione Web - Introduzione 2 Un'applicazione Web (II) 2014/2015 Programmazione Web - Introduzione 3 Un'applicazione

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Sistemi Informativi e Servizi in Rete

Sistemi Informativi e Servizi in Rete Sistemi Informativi e Servizi in Rete prof. V. De Antonellis Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università di Brescia valeria.deantonellis@ing.unibs.it Materiale del corso Sito web: www.ing.unibs.it/~deantone/

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Accesso ai Dati Ing. Giuseppe D'Aquì Testi Consigliati Eclipse In Action Core J2EE Patterns - DAO [http://java.sun.com/blueprints/corej2eepatterns/patterns/dataaccessobject.html]

Dettagli

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Enterprise Edi.on Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Web Services Web Services: SOAP vs. RESTful 2 diversi.pi di Web Services I Web Services SOAP sono quelli classici Si basano

Dettagli

Un Sistema per il Monitoraggio di Reti di Sensori da Terminali Mobili

Un Sistema per il Monitoraggio di Reti di Sensori da Terminali Mobili tesi di laurea Anno Accademico 2008/2009 relatori Ch.mo prof. Stefano Russo Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato Luca Trevisani Matr. 534/1047 Monitoraggio Contesto Studio di fenomeni e grandezze ambientali

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

alessandro.scotti@it.ibm.com luca.lazzaro@it.ibm.com Alessandro Scotti/Luca Lazzaro - IBM Javaday IV Roma 30 gennaio 2010

alessandro.scotti@it.ibm.com luca.lazzaro@it.ibm.com Alessandro Scotti/Luca Lazzaro - IBM Javaday IV Roma 30 gennaio 2010 alessandro.scotti@it.ibm.com luca.lazzaro@it.ibm.com Nuovi modi di fare software DOBBIAMO COLLABORARE! E ADESSO COME FACCIO AD ACCONTENTARE TUTTI?!? SOLO UN PROCESSO AGILE MI PUO AIUTARE! VOGLIO WEB 2.0,

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Sviluppo di un'applicazione Android per i servizi studenti

Sviluppo di un'applicazione Android per i servizi studenti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE Corso di Laurea In Informatica (PERCORSO GENERALE) Elaborato di Laurea Sviluppo di un'applicazione Android per i servizi studenti

Dettagli

via del mare n.45-61040 Frontone (PU) Italia mail@marco.tagnani.name marco.tagnani@gmail.com http://www.marco.tagnani.name/

via del mare n.45-61040 Frontone (PU) Italia mail@marco.tagnani.name marco.tagnani@gmail.com http://www.marco.tagnani.name/ MARCO TAGNANI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data e luogo di nascita Residenza MARCO TAGNANI 10 Marzo 1985, Urbino (PU) Italia via del mare n.45-61040 Frontone (PU) Italia Telefono (0039)

Dettagli

Registro SPICCA Architettura del Software

Registro SPICCA Architettura del Software Registro SPICCA Architettura del Software Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Introduzione... 4 1.1 Scopo... 4 1.2 Obiettivo... 4 1.3 Riferimenti... 4 1.4 Panoramica del documento... 4 2 Rappresentazione

Dettagli

Titolo Alfresco. Titolo1 Non solo un documentale

Titolo Alfresco. Titolo1 Non solo un documentale Titolo Alfresco Titolo1 Non solo un documentale 1 «1» Nuove operazioni E possibile ampliare l insieme delle operazioni eseguibili da Alfresco Implementazione di: Nuove azioni Nuovi comportamenti Esempio:

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP EVOLUZIONE DEL WEB: PAGINE STATICHE vs PAGINE DINAMICHE Il Web è nato a supporto dei fisici, perché potessero scambiare tra loro le informazioni inerenti le loro sperimentazioni. L HTTP è nato inizialmente

Dettagli

Indice generale. Parte I Anatomia del Web...21. Introduzione...xiii

Indice generale. Parte I Anatomia del Web...21. Introduzione...xiii Indice generale Introduzione...xiii Capitolo 1 La sicurezza nel mondo delle applicazioni web...1 La sicurezza delle informazioni in sintesi... 1 Primi approcci con le soluzioni formali... 2 Introduzione

Dettagli

aggiunge del testo nella parte finale del tag, in questo caso la stringa da controllare.

aggiunge del testo nella parte finale del tag, in questo caso la stringa da controllare. Capitolo 6 jquery Negli ultimi anni è stata rilasciata una mole incalcolabile di framework JavaScript, più o meno completi, realizzati per supportare nel miglior modo possibile lo sviluppatore web aiutandolo

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 5 Martedì 18-03-2014 1 Livello di applicazione Architetture

Dettagli

Programmazione server-side: Java Servlet

Programmazione server-side: Java Servlet Programmazione server-side: Java Servlet Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.11 parte II Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos

Dettagli

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità Ipertesto Reti e Web Ipertestualità e multimedialità Ipertesto: documento elettronico costituito da diverse parti: nodi parti collegate tra loro: collegamenti Navigazione: percorso tra diversi blocchi

Dettagli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Sommario Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Server Web Browser Web Introduzione La storia inizia nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN, progetto WWW

Dettagli

Web Service Architecture

Web Service Architecture Giuseppe Della Penna Università degli Studi di L Aquila dellapenna@di.univaq.it http://dellapenna.univaq.it Engineering IgTechnology Info92 Maggioli Informatica Micron Technology Neta Nous Informatica

Dettagli

OSOR. Applicazioni di Rete

OSOR. Applicazioni di Rete OSOR Applicazioni di Rete 1 Client-Server in Sistemi Distribuiti Host A Host B Client TCP/UDP IP Network Interface Internet Risultati Server TCP/UDP IP Network Interface Richiesta Applicazioni di Rete

Dettagli

Harvest Web Data. Martino Pizzol. 28 agosto 2010. Fondazione ahref. Harvest Web Data. Martino Pizzol. Indice. I dati sul web.

Harvest Web Data. Martino Pizzol. 28 agosto 2010. Fondazione ahref. Harvest Web Data. Martino Pizzol. Indice. I dati sul web. Fondazione ahref 28 agosto 2010 1 Idatisulweb 2 3 4 5 Cosa e come Scopo Utilizzare dei dati trovati nella rete Come Bisogna trovarli Controllare le licenze Recuperarli per poterli usare Formato Dati Cos

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Anno Accademico 2009/2010 Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Roberto Paleari roberto@security.dico.unimi.it

Dettagli

Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java

Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Ingegneria - Sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Infomatica Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java realizzata

Dettagli

Evoluzione del modello Il web dinamico

Evoluzione del modello Il web dinamico Evoluzione del modello Il web dinamico 1 Modello statico Il modello che abbiamo analizzato fino ad ora, basato sul concetto di ipertesto distribuito, ha una natura essenzialmente statica Anche se l utente

Dettagli

Sviluppo di componenti per una piattaforma web database-independent

Sviluppo di componenti per una piattaforma web database-independent ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI SCIENZE Corso di Laurea Triennale in Scienze di Internet Sviluppo di componenti per una piattaforma web database-independent Tesi di laurea in Tecnologie

Dettagli

Un architettura di database per la virtualizzazione di dispositivi embedded tramite web service

Un architettura di database per la virtualizzazione di dispositivi embedded tramite web service Università degli Studi di Padova FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Magistrale Un architettura di database per la virtualizzazione di dispositivi

Dettagli

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif Web e HTTP Terminologia Una pagina web consiste di oggetti Un oggetto può essere un file HTML, una immagine JPG, ecc. Una pagina web consiste di un file HTML base che fa riferimento a diversi oggetti al

Dettagli

Web Content Management and E- Learning

Web Content Management and E- Learning Web Content Management and E- Learning Dott. Fabio Fioravanti fioravanti@sci.unich.it http://www.sci.unich.it/~fioravan Corso di Laurea in Economia e Management Facoltà di Scienze Manageriali UNICH - AA

Dettagli

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SAI Sistema di Audit Interno Amministrazione: Agenzia delle Entrate Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

IUAV 01-12-2011. API for Dummies-introduzione all'application Programming Interface. Conoscersi e mettere le mani in pasta: Consuming Json Data

IUAV 01-12-2011. API for Dummies-introduzione all'application Programming Interface. Conoscersi e mettere le mani in pasta: Consuming Json Data IUAV 01-12-2011 API for Dummies-introduzione all'application Programming Interface Conoscersi e mettere le mani in pasta: Consuming Json Data Ivano Boscolo Web App Developer Come siamo messi? Ci sono Webservices

Dettagli

Livello cinque (Livello application)

Livello cinque (Livello application) Cap. VII Livello Application pag. 1 Livello cinque (Livello application) 7. Generalità: In questo livello viene effettivamente svolto il lavoro utile per l'utente, contiene al suo interno diverse tipologie

Dettagli

Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android

Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android Accademia Futuro info@accademiafuturo.it Programma Generale del Corso di Sviluppo su Cellulari con Android Programma Base Modulo Uno - Programmazione

Dettagli

Architetture di sistema

Architetture di sistema Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B1_1 V1.6 Architetture di sistema Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio

Dettagli

Le novità di SharePoint 2010 per sviluppatori

Le novità di SharePoint 2010 per sviluppatori Ground Zero DotNetLombardia Le novità di SharePoint 2010 per sviluppatori Giuseppe Marchi SharePoint MVP Il Progetto SharePointCommunity.it Il progetto SharePoint Community nasce da diverse motivazioni:

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

Sistemi Informativi e WWW

Sistemi Informativi e WWW Premesse Sistemi Informativi e WWW WWW: introduce un nuovo paradigma di diffusione (per i fornitori) e acquisizione (per gli utilizzatori) delle informazioni, con facilità d uso, flessibilità ed economicità

Dettagli

Introduzione ad AJAX

Introduzione ad AJAX Introduzione ad AJAX Asynchronous Javascript And XML (PWLS 6.9, 6.10) Complementi di Tecnologie Web A.A. 2011-2012 M.Franceschet, V.Della Mea e I.Scagnetto - 1 Limitazioni delle applicazioni web tradizionali

Dettagli

Architetture di sistema

Architetture di sistema Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B1_1 V1.7 Architetture di sistema Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio

Dettagli

Laboratorio di reti II: Servlet

Laboratorio di reti II: Servlet Laboratorio di reti II: Servlet Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 16 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Servlet 16 marzo, 2009 1 / 34 Le servlet Una servlet è una classe Java eseguita

Dettagli

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org 1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS. Il SAP Web Application Server fornisce un framework integrato per lo sviluppo e l

Dettagli

Modelli ed Architetture

Modelli ed Architetture Modelli ed Architetture Web server INFOS COMMS.. - Private LAN Web server Data Sources 2004-2005 Modelli ed Architetture 1 Il modello Client/Server Il Modello Client Server Il modello Client/Server prevede

Dettagli

Le scelte tecnologiche di RUP System

Le scelte tecnologiche di RUP System Cremona 22 novembre 2007 Le scelte tecnologiche di System - Metarete Linguaggio di programmazione Linguaggio di programmazione: Java Semplice e robusto Orientato agli oggetti Indipendente dalla piattaforma

Dettagli

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4)

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) Architettura del WWW World Wide Web Sintesi dei livelli di rete Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) - Connessione fisica - Trasmissione dei pacchetti ( IP ) - Affidabilità della comunicazione

Dettagli

Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel contesto italiano

Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel contesto italiano Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica ITTIG-CNR Tommaso Agnoloni Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel

Dettagli

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano /28 Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming 3 Sincronizzazione 4 Consistenza e Replica 5 Replica di sistemi

Dettagli

Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML

Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Gianluca Moro gianluca.moro@unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica G. Moro - Università di Bologna World

Dettagli

Progetto e sviluppo di un applicazione per il pilotaggio remoto di reti

Progetto e sviluppo di un applicazione per il pilotaggio remoto di reti tesi di laurea Progetto e sviluppo di un applicazione per il pilotaggio remoto di reti di sensori Anno Accademico 2011/2012 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato Andrea Fretta Matr. 534003135

Dettagli

CLOUD AWS. #cloudaws. Community - Cloud AWS su Google+ Amazon Web Services. Servizio Amazon Elastic Transcoder

CLOUD AWS. #cloudaws. Community - Cloud AWS su Google+ Amazon Web Services. Servizio Amazon Elastic Transcoder Community - Cloud AWS su Google+ Amazon Web Services Servizio Amazon Elastic Transcoder Oggi vedremo il servizio di Amazon Elastic Transcoder per la conversione video con struttura scalabile Hangout 12

Dettagli

World Wide Web. Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML. Il Successo del Web. Protocolli di accesso

World Wide Web. Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML. Il Successo del Web. Protocolli di accesso Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Gianluca Moro gmoro@deis.unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università di Bologna World Wide Web nato

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 1 Aprile 2014 Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Il Server

Dettagli

MAX DOLGICER ROMA 17-19 NOVEMBRE 2008 ROMA 20-21 NOVEMBRE 2008 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

MAX DOLGICER ROMA 17-19 NOVEMBRE 2008 ROMA 20-21 NOVEMBRE 2008 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER Architettura, Governance, Standards e Tecnologie Modellare, progettare e implementare applicazioni ROMA 17-19 NOVEMBRE 2008 ROMA 20-21 NOVEMBRE 2008 VISCONTI

Dettagli

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie Framework Web application - tecnologie Web Application: tecnologie 2 Java-based (J2EE) Sviluppata inizialmente da Sun Cross-platform e open source Gestire direttamente le funzionalità dell applicazione

Dettagli

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it Corso Online Programmatore Java New Edition We Train Italy info@wetrainitaly.it Programma Generale del Corso Programmatore Java New Edition 1. Introduzione al corso Java da 0 al web Presentazione del corso

Dettagli

Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web Share Mobile per Dispositivi Mobili Multipiattaforma. Elaborato di Laurea di: Marco Stanzani

Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web Share Mobile per Dispositivi Mobili Multipiattaforma. Elaborato di Laurea di: Marco Stanzani UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Ingegneria Enzo Ferrari Sede di Modena Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web

Dettagli

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna Omeka PURL Plugin Torino, 30 settembre 2013 Emilio Remogna 1 Estendere Omeka 1.1 Plugin - Plugin: componente software che aggiunge - se installato - una specifica funzionalità ad una applicazione (software)

Dettagli

Architettura Connettore Alfresco Share

Architettura Connettore Alfresco Share Direzione Sistemi Informativi Portale e Orientamento Allegato n. 2 al Capitolato Tecnico Indice Architettura Connettore Alfresco Share 1. Architettura del Connettore... 3 1.1 Componente ESB... 4 1.2 COMPONENTE

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi Autori: Dott.ssa Domenica Nardelli (P.O.C. Area Applicativa Ufficio SIR) Data di creazione: 03 Ottobre 2005 Ultimo aggiornamento: 03 Ottobre

Dettagli

Corso Analista Programmatore Java Corso Online Analista Programmatore Java

Corso Analista Programmatore Java Corso Online Analista Programmatore Java Corso Analista Programmatore Java Corso Online Analista Programmatore Java Accademia Futuro info@accademiafuturo.it Programma Generale del Corso Analista Programmatore Java Tematiche Trattate Modulo Uno

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Sistema di supporto mnemonico: architettura multi-layer per la gestione di datasource. Relatore:

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA. Sistema di supporto mnemonico: architettura multi-layer per la gestione di datasource. Relatore: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA TESI DI LAUREA Sistema di supporto mnemonico: architettura multi-layer per la gestione di datasource multipli Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica Anno

Dettagli

Mappare il DB senza XML. Introduzione alle annotation di Hibernate3

Mappare il DB senza XML. Introduzione alle annotation di Hibernate3 Introduzione alle annotation di Hibernate3 a cura di Lucio Benfante Hibernate Hibernate è un framework che realizza un object/relational mapping (ORM) fra oggetti Java e strutture di un database relazionale

Dettagli

Progetto e sviluppo di una Applicazione Android per l accesso a reti di sensori senza filo

Progetto e sviluppo di una Applicazione Android per l accesso a reti di sensori senza filo tesi di laurea Progetto e sviluppo di una Applicazione Android per l accesso a reti di sensori Anno Accademico 2009 2010 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato Nicola Lubrano Matr. 534/1397 Contesto

Dettagli

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE PO FESR PUGLIA 2007-2013 Asse I Linea di Intervento

Dettagli

Programmazione Client-Server

Programmazione Client-Server Programmazione Client-Server Davide Taibi davide.taibi@uninsubria.it The Java Platform Java Technology Enabled Devices Java Technology Enabled Desktop Workgroup Server High-End Server The Java Platform

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA Elaborato di Tecnologie del Software per Internet JMSWEB 2 SISTEMA PER LO SCAMBIO DI MESSAGGI TRA APPLICAZIONI

Dettagli

Risorsa N 036382. Albanese Madrelingua Inglese Molto Buono

Risorsa N 036382. Albanese Madrelingua Inglese Molto Buono Risorsa N 036382 DATI ANAGRAFICI: Nata nel : 1983 Residente a : Roma ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Certificazione Microsoft MCPD in corso di conseguimento Dottorato di Ricerca in Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Componenti Web: client-side e server-side

Componenti Web: client-side e server-side Componenti Web: client-side e server-side side Attività di applicazioni web Applicazioni web: un insieme di componenti che interagiscono attraverso una rete (geografica) Sono applicazioni distribuite logicamente

Dettagli