PostDoc A conti fatti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PostDoc A conti fatti"

Transcript

1 PostDoc A conti fatti Commento per gli insegnanti Scu ola m ia d e Strumenti didattici disponibili presso: La Posta Svizzera PostDoc Servizio scolastico Casella postale Berna it (206089) PF La Posta Svizzera PostFinance Nordring Berna _umschlag ital sek I.indd :44

2 Parte generale Contesto generale e approccio Per i giovani di oggi è difficile vivere in una società dei consumi come la nostra e saper gestire il denaro. Mai come ora i giovani detengono un potere d acquisto elevato e, paradossalmente, mai come ora sono così indebitati. È quindi necessario dar loro gli strumenti per affrontare questa importante sfida. Dopo una breve introduzione al tema, questo strumento didattico offre ai giovani in formazione la possibilità di acquisire competenze, fa capire loro l importanza del denaro nella nostra società e li aiuta ad essere più consapevoli di sé e dei propri comportamenti. Senza voler fare moralismi, mira a coinvolgerli maggiormente nei processi di apprendimento e di applicazione pratica, introducendoli in piena autonomia a nuovi temi. Il sussidio PostDoc «A conti fatti» può essere combinato con il gioco online EventManager di PostFinance che trovate al link Obiettivi didattici e rapporto con i programmi d insegnamento Lo strumento didattico trasmette conoscenze e strategie d azione per gestire il denaro. Include inoltre un compito pratico con il quale gli allievi imparano i meccanismi di base dell elaborazione e della gestione di un progetto. A tal fine si può utilizzare anche il gioco didattico online EventManager. Il sussidio permette al docente un approccio orientato all azione. I materiali didattici si propongono di fare acquisire agli allievi le conoscenze e le competenze richieste dai programmi quadro d insegnamento (livello secondario II). Inoltre, si prestano a varie modalità di lavoro e di apprendimento (laboratorio, lavoro di gruppo, gestione di progetto, apprendimento multimediale ecc.). In Svizzera, i programmi didattici si basano su modelli di competenze e su obiettivi di apprendimento o di insegnamento diversi. Poiché in questa sede non ci è possibile illustrare tutti i programmi d insegnamento, ci basiamo su un modello di competenze generalizzato che può essere applicato a tutti i programmi didattici e che contempla competenze tecnico-professionali, metodologiche e sociali. Il presente sussidio riprende gli obiettivi didattici interdisciplinari previsti dai programmi quadro d insegnamento (scuole di maturità: economia e diritto, scuole professionali artigianali e industriali: insegnamento di cultura generale, scuole di commercio: economia e società). Aspetti dei piani didattici del livello secondario I Competenze propfessionali Futuro Sapere cosa significa «qualità della vita», capire l importanza che il denaro ha per ciascuno di noi, riflettere sul nostro futuro nella società Consumo Fare acquisti, allestire un budget, essere consapevoli delle proprie abitudini di consumo e dei propri bisogni Mondo del lavoro Conoscere processi di produzione, conoscere l offerta di servizi degli istituti finanziari, capire il contesto economico, conoscere gli spazi economici 1

3 Competenze metodologiche Lavorare in modo autonomo Sperimentare varie modalità di lavoro per ottenere informazioni, confrontarle e riflettere. Occuparsi di un argomento o di una questione per un periodo relativamente lungo. Pianificare e realizzare le varie fasi di lavoro, dalla scelta dell argomento alla presentazione [gioco didattico e un eventuale concorso in classe (progetto individuale)]. Analizzare, essere sistematici, mettere in relazione i concetti, pensare in base a modelli, sviluppare strategie (soprattutto durante il gioco). Lavorare con i media Sapersi orientare tra vari mezzi di informazione. Acquisire competenze nell uso di applicazioni informatiche. Elaborare le informazioni ottenute dai media, saper strutturare e riassumere contenuti. Competenze sociali Lavorare autonomamente Imparare a valutare i propri punti forti e i propri punti deboli. Orientarsi Ripensare valori e norme. Confrontarsi con idee, pensieri e visioni di altre persone e gruppi. Esercitarsi a cambiare prospettiva (possibile solo nell ambito del gioco didattico). Sviluppo e gestione di progetto I progetti sono strettamente correlati alla vita quotidiana e preparano le persone in formazione alle situazioni di vita reali. Anche in ambito scolastico i progetti sono sempre più importanti soprattutto perché stimolano le competenze tecnico-professionali, metodologiche e sociali e esigono che ciascuno sia in grado di organizzarsi e di assumere le proprie responsabilità. 2

4 Integrazione dello strumento didattico nell offerta globale EventManager (blended learning) Il nuovo strumento didattico di PostDoc destinato alle scuole del livello secondario II e il gioco didattico online EventManager formano un offerta didattica mista (blended learning). I singoli supporti e modalità (print e online) possono essere combinati a piacimento. Gli obiettivi didattici possono essere raggiunti lavorando sulla versione stampata o elettronica. Offerta di blended learning Complemento al presente strumento didattico A conti fatti Un unità d insegnamento per la prevenzione dell indebitamento concentrata in una sessione di 90 minuti. Può essere usata come lezione a sé stante o quale complemento allo strumento didattico usato in classe. «A conti fatti in 90 minuti» è disponibile gratuitamente, in qualsiasi momento, su 3

5 Spiegazioni sui contenuti dello strumento didattico e sui possibili scenari di insegnamento Le spiegazioni dei capitoli si articolano come segue. Dapprima vengono fornite indicazioni di fondo sul capitolo precisandone l importanza per il tema trattato (premessa). In seguito vengono illustrati gli obiettivi didattici dei sottocapitoli. Infine si traccia un possibile scenario di insegnamento (introduzione al tema, modalità di lavoro, approfondimento) e vengono indicate le soluzioni ai compiti e alle domande. Capitolo 1 > I soldi fanno girare il mondo introduzione : (pag. 2 3), tempo: 45 Premessa Oggi i giovani sono consumatori consapevoli. Risparmiare, programmare una spesa, acquistare e consumare merci e servizi fa parte del loro quotidiano. Non sempre, però, sono in grado di acquisire autonomamente le conoscenze necessarie per gestire i propri consumi e rendersi conto delle conseguenze dell indebitamento. Stimolando la riflessione sull uso del denaro indipendentemente dalla situazione finanziaria di ciascuno si vogliono gettare le basi per permettere ai giovani di acquisire la competenza al consumo. Si legge spesso che i giovani non hanno mai avuto un potere d acquisto così elevato come oggi. È quindi un apparente paradosso che i bambini e i giovani sono esposti al fenomeno della povertà più delle altre fasce della popolazione. Sapevate che in una famiglia meno si hanno soldi, più se ne parla? Per introdurre il tema è stato scelto un estratto di un brano musicale. Obiettivi didattici Ripercorrendo gli acquisti dell ultima settimana, i giovani riflettono sulle spese che hanno fatto e sul loro comportamento di consumo. Confrontano le loro risposte con quelle dei colleghi senza emettere giudizi di valore. Le persone in formazione capiscono che non tutti attribuiscono al denaro la stessa importanza (l importanza dipende anche dalla situazione economica di ciascuno). Scenario di insegnamento introduzione al tema Vi sono numerose canzoni che parlano di soldi. Prima del corso si può chiedere alle persone in formazione di cercare brani che trattano l argomento. I brani vengono ascoltati in classe e viene deciso quale aspetto trattare in classe (ad es. il potere del denaro, problema del riciclaggio ecc., cfr. canzone interpretata da Ivan Cattaneo). La classe ascolta il brano «Soldi soldi soldi» interpretato da Ivan Cattaneo e lo discute. La classe condivide le parole del cantante? Qualcuno la pensa diversamente? Se sì, sa dire perché? Musiche e testo sono disponibili al link Osservazione importante > nel compito 1 del capitolo 4 (pag. 25) si chiede alle persone in formazione di tenere una contabilità delle entrate e delle uscite sull arco di un mese. Raccomandiamo di impartire questo compito di lungo periodo fin dall inizio (ulteriori indicazioni al capitolo 4). 4

6 Modalità di lavoro Per l introduzione al tema (pag. 2) raccomandiamo la discussione in classe (20 ). Compito 1 (pag. 3): lavoro individuale (10 ) Compito 2 (pag. 3): lavoro a coppie (15 ) Premessa Ivan Cattaneo nasce a Bergamo il 18 marzo A dodici anni partecipa alle selezioni dello Zecchino d Oro e a quindici al Festival Sconosciuti di Ariccia. Frequenta il liceo artistico e impara a suonare la chitarra. Studia musica, incomincia a suonare in alcuni gruppi. Nel 1972 parte per Londra. Tornato in Italia, incide nel 1975 il suo primo album «UOAEI». Nel 1977 incide il secondo album. Seguono nel 1979 «Superivan» e nel 1980 «Urlo», probabilmente il miglior lavoro dell artista. A regalare il primo grande successo ad Ivan è il singolo «Polisex», destinato a diventare il suo brano più popolare di sempre. Nel 1981 decide di riprendere e riarrangiare i più grandi successi degli anni 60. Da questo progetto nasce l album «2060 Italian Graffiati». Il disco ha un successo inaspettato e Ivan diventa uno dei personaggi più noti del panorama musicale. Parallelamente, continua la sua carriera di cantautore che però non gli regala le stesse soddisfazioni. Nel 1983 Cattaneo incide un nuovo album di cover «Bandiera Gialla». Nonostante l enorme successo ottenuto con i due album di revival, sente di esser diventato solo un interprete di vecchi successi e di essersi allontanato troppo dalla sua idea originaria di cantautore. Decide dunque di rompere con la casa discografica che però gli impone di pubblicare un ultimo album di revival: nel 1986 esce «Vietato ai minori», dal quale è tratto il brano «Soldi soldi soldi». Dopo il suo ritiro dalla scena musicale, Cattaneo alterna la sua attività di cantante e musicista a quella di pittore e artista multimediale. Dopo ben tredici anni di silenzio discografico, il 21 ottobre del 2005, l artista pubblica un nuovo album dal titolo «Luna presente». Soluzioni Compito 1 (pag. 3): soluzioni individuali Compito 2 (pag. 3): soluzioni individuali Approfondimento Quanto contano i soldi per gli altri? Il compito 2 può essere approfondito con un gioco di ruolo a coppie, dove le persone in formazione simulano di essere: la donna/l uomo più ricca/o del mondo lo/a sportivo/a più pagato/a al mondo un mendicante una persona con molti debiti un/una working poor (persone che pur lavorando non riescono a provvedere al sostentamento del proprio nucleo familiare) un/una vincitore/trice della lotteria, che racconta come la vincita gli/le ha cambiato la vita un giocatore o uno scommettitore accanito. 5

7 Capitolo 2 > Le entrate di denaro (pag. 4 8), tempo: Premessa Il capitolo illustra le varie possibilità di generare entrate. La fonte di entrata più diffusa tra i giovani è la paghetta. Spesso, quando iniziano un apprendistato, i giovani non la ricevono più. I genitori continuano comunque a pagare buona parte delle spese. Un altra fonte di entrata è il salario che remunera il lavoro svolto. Chi dice salario dice deduzioni sociali, che figurano sulla busta paga parallelamente alle eventuali indennità. Il capitolo spiega inoltre il principio dei tre pilastri della previdenza. Il commercio di un prodotto presuppone necessariamente il possesso di conoscenze sulle varie possibilità esistenti per la vendita e l incasso Chi organizza un evento deve trovare uno o più sponsor. Per il suo impegno finanziario, lo sponsor si aspetta una contropartita (partecipazione all evento, pubblicità ecc.). Nel capitolo viene anche spiegata la differenza tra mecenate e sponsor. Per amministrare il denaro è opportuno aprire almeno un conto. Il tipo di conto dipende dalle esigenze personali. Oggi i bambini e i giovani hanno a disposizione mezzi finanziari per soddisfare i propri desideri e le proprie esigenze personali. Per insegnare ai figli come gestire le proprie finanze la maggior parte dei genitori versa una paghetta, il cui importo dipende dalle possibilità economiche e dalle abitudini della famiglia. Dai familiari i bambini ricevono soldi in regalo, ad esempio per il compleanno e per Natale. Quando sono più grandi ricevono un compenso per i lavoretti e l aiuto che prestano in casa o in giardino. La gestione del denaro si impara in primo luogo in famiglia. La stragrande maggioranza dei genitori è del parere che la paghetta permetta ai figli di imparare come usare il denaro, a decidere quali sono le spese prioritarie, ad essere responsabili del proprio denaro, a saper gestire il denaro in modo responsabile, a rinunciare a determinate spese a autodeterminarsi in un ambito ben definito. L importo della paghetta è una questione spesso discussa nelle famiglie. I centri di consulenza per la gestione del budget personale formulano raccomandazioni per genitori e figli. Obiettivi didattici Le persone in formazione si esprimono sull ammontare della loro paghetta e riflettono su come la utilizzano. Riconoscono che non tutti i lavori sono remunerati e riflettono sul valore del lavoro e del denaro. Gli studenti imparano a conoscere le diverse opportunità di vendita e di incasso e riflettono sui relativi vantaggi e svantaggi Conoscono la differenza tra sponsor e mecenate. Conoscono l importanza dello sponsoring per la promozione e la visibilità di un azienda. Sanno che esistono diversi tipi di deposito e sono in grado di decidere quale conto risponde meglio alle loro esigenze. Scenario di insegnamento Il capitolo 2 è pensato per essere elaborato in forma autonoma dalle persone in formazione. Per incentivare la riflessione sulle attività svolte individualmente o in coppia consigliamo al docente di prevedere una breve discussione in classe, passare in rassegna i risultati e assicurarsi che vengano assimilati. 6

8 Modalità di lavoro Compito 1 (pag. 5): lavoro individuale (10 ) Compito 2 (pag. 6): lavoro individuale (10 ) Compito 3 (pag. 5): lavoro individuale (10 ) Compito 4 (pag. 6): lavoro di gruppo (10 ) Compito 5 (pag. 7): lavoro a coppie (5 ) Compito 6 (pag. 7): lavoro individuale (5 ) Compito 7 (pag. 7): lavoro individuale (5 ) Compito 8 (pag. 7): lavoro individuale (5 ) Compito 9 (pag. 8): lavoro individuale (15 ) Soluzioni Compito 1 (pag. 5) Soluzioni individuali Compito 2 (pag. 6) Soluzioni individuali Tipici lavoretti non remunerati: fare i compiti, aiutare a apparecchiare la tavola e a rigovernare, fare ordine in camera, aiutare in una festa o un evento di beneficenza. Compito 3 (S. 6): Soluzioni individuali Compito 4 (S. 7): Vantaggi In generale: rapidità di accredito nessun rischio del credere con le modalità di pagamento PostFinance grazie alla garanzia di pagamento elevato potenziale di clienti: diversi milioni di utenti Risparmio sui costi: minori costi di personale elevato grado di automatizzazione nessun affitto di un locale commerciale Realizzazione di ricavi aggiuntivi: orari di apertura sette giorni su sette 24 ore su 24 possibilità di vendere contemporaneamente più prodotti a seconda del mercato online può essere possibile una vendita all asta Svantaggi Non è possibile pagare in contanti; spese e oneri di spedizione La merce non può essere visionata e non è immediatamente disponibile Maggiori difficoltà in caso di reclami o sostituzioni della merce In base alla modalità di pagamento prescelta possono venirsi a creare oneri per la fatturazione e il controllo dei pagamenti in entrata* * Se ci si avvale dei modi di pagamento PostFinance, lo shop online beneficia in ogni caso di una garanzia di pagamento. L importo viene addebitato direttamente sul conto, rendendo superflua la fatturazione. Quasi tutte le modalità di pagamento in e-payment consentono di automatizzare completamente il controllo delle operazioni di accredito. Quest ultimo viene assicurato mediante interfacce tra il server e programmi di contabilità finanziaria. 7

9 Purtroppo anche in internet sono frequenti i casi di truffa. Come è possibile tutelarsi dai truffatori online? Lo spiega sul proprio sito web, in qualità di garante della «Prevenzione Svizzera della Criminalità», la Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia: Esempio dello shop online della Posta: sso.post.ch/shops/it/postshop Compito 5 (pag. 7) Soluzioni individuali Compito 6 (pag. 7) Fabbricante di sci > Gara di sci Produttore di medicinali > Clown per i bambini negli ospedali Marca di automobili > Corsa di formula 1 Istituto finanziario > Concerto di musica classica Compito 7 (pag. 7) Soluzioni individuali Compito 8 (pag. 7) Soluzioni individuali Compito 9 (pag. 8) a) Soluzioni individuali b) Un conto privato si presta per chi preleva regolarmente denaro e effettua pagamenti dal conto. Per chi invece vuole mettere da parte del denaro e non effettua prelievi o pagamenti regolari, il conto risparmio è più adeguato perché offre un tasso d interesse superiore. Approfondimento Trovate ulteriori informazioni e materiale supplementare al link (moduli e clip didattici) e nell unità didattica «A conti fatti in 90 minuti» alla pagina Trovate ulteriori approfondimenti al capitolo 3 «Come spendere il denaro». 8

10 Capitolo 3 > Come spendere il denaro (pag. 9 23), tempo: 270 o 6 lezioni Premessa I ragazzi e i giovani adulti sono un importante fattore economico: dispongono di denaro e lo spendono per acquistare beni e servizi all edicola sotto casa o al discount, nel negozio di elettronica o via Internet. Perché si sceglie di comprare in un negozio piuttosto che in un altro? I consumatori vogliono essere aiutati e consigliati nei loro acquisti. Oltre ad essere sommersi dai prodotti di marca, si imbattono sempre più spesso nei cosiddetti label, ovvero in quelle linee di prodotti che si caratterizzano, ad esempio, per il prezzo conveniente o per la provenienza dai circuiti del commercio equo. Spesso optano consapevolmente per il prodotto o la marca che più corrisponde al loro stile di vita. Perché si sceglie una determinata marca o un determinato label? I nostri acquisti sono influenzati dalla convenienza, dal marchio, dal consiglio di amici che hanno la nostra età o per lo meno gusti simili ai nostri, da label in sintonia col nostro stile di vita o semplicemente da una pubblicità accattivante? Riflettendo sul proprio comportamento di consumo si impara a conoscere e, se necessario, a mettere in discussione il proprio comportamento d acquisto. In fin dei conti, si tratta di usare bene e consapevolmente i molteplici supporti decisionali di cui disponiamo. Oggi, oltre al denaro contante, disponiamo di diversi strumenti di pagamento. L e-finance e l e-banking, ad esempio, ci permettono di fare acquisti via Internet. Ma possiamo pagare anche contro fattura, con carta di debito o addirittura con un semplice SMS. A partire dai 18 anni, c è anche la possibilità di usare la carta di credito, rischiando però di spendere più di quanto si ha. Ogni modalità di pagamento ha i suoi pro e i suoi contro. Il consumatore avveduto sa tener conto dei consigli generali per evitare gli abusi tipici delle varie modalità di pagamento. Le persone in formazione devono essere informate sulla problematica dell indebitamento e sui rischi legati al credito al consumo. Un esempio pratico permette loro di mettere a fuoco le insidie dell indebitamento e di elaborare soluzioni utili a non cadere in questa trappola. Il capitolo «Come spendere il denaro» torna sull argomento della gestione consapevole del denaro, già affrontato al capitolo 2, e lo approfondisce. È importante sottolineare che in una società consumistica come la nostra, dobbiamo dar prova di spirito critico se vogliamo che ci sia spazio anche per i valori e per l etica. Nell ambito di questo capitolo le persone in formazione imparano quali sono le diverse modalità di pagamento e i loro pro e contro. Infine, affrontano il tema delle spese all estero e del modo più sicuro per effettuare pagamenti in un paese straniero. 9

11 Obiettivi didattici Gli apprendisti analizzano il loro comportamento di consumo. Lo confrontano con quello degli altri e si rendono conto delle differenze e dei punti in comune. Si domandano perché, dove e a quale prezzo fanno acquisti. Sanno quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle varie offerte d acquisto (shopping online, centro commerciale, centro città, negozietti nelle vicinanze, shop del distributore di benzina). Conoscono strategie per confrontare prezzi e offerte. Conoscono il significato dei vari label e si familiarizzano con le offerte del commercio equo. Sanno quali sono i diversi strumenti di pagamento e i rispettivi pro e contro. Sanno come evitare gli abusi specifici di ogni modalità di pagamento. Sanno utilizzare le varie possibilità di versamento. Conoscono le valute estere e sanno calcolare il corso di acquisto e vendita delle in base al tasso di cambio. Scenario di insegnamento Anche il capitolo 3 può essere in gran parte elaborato autonomamente dagli apprendisti. È utile rendere accessibili anche ai compagni o al gruppo le soluzioni dei compiti risolti individualmente. Ciò può essere fatto a voce, con manifesti o poster o con presentazioni. Una volta risolti, i compiti vanno controllati sia da chi li ha svolti che dagli altri con l aiuto delle soluzioni contenute nel Commento per i docenti. Con l esempio pratico di Melanie M. «La spirale dei debiti», si vuole attirare l attenzione degli apprendisti sulla problematica dell indebitamento. Modalità di lavoro Compito 1a (pag. 10): lavoro individuale Compito 1b (pag. 10): lavoro di gruppo (1a + 1b: 20 ) Compito 2a (pag. 11): lavoro individuale Compito 2b (pag. 11): lavoro di gruppo (2a + 2b: 20 ) Suggerimenti & link (pag.12): eventualmente dedicare una lezione supplementare (45 ) Compito 3 (pag. 12): lavoro individuale (10 ) Compito 4 (pag. 13): lavoro individuale o a coppie (30 ) Compito 5 (pag. 16): lavoro individuale o a coppie (30 inclusa introduzione pag ) Compito 6 (pag. 17): lavoro a coppie (15 ) Compito 7 (pag. 18): lavoro individuale o a coppie (30 ) Compito 8 (pag. 19): lavoro individuale o a coppie (30 ) Compito 9 (pag. 21): lavoro individuale o a coppie (45 inclusa introduzione pag ) Compito 10 (pag. 22): lavoro individuale o a coppie (20 ) Compito 11 (pag. 23): lavoro individuale, discussione dei risultati in classe (20 ) Soluzioni Compito 1 (pag. 10) a) Soluzioni individuali b) Soluzioni individuali Compito 2 (pag. 11) a) Soluzioni individuali b) Soluzioni individuali 10

12 Compito 3 (pag. 12): soluzioni individuali Compito 4 (pag. 13): modalità di pagamento Vantaggio Svantaggio Denaro contante È una modalità di pagamento accettata ovunque. In caso di smarrimento, non c è modo di essere risarciti. Carta prepagata Vale quasi ovunque come denaro contante. Nessuna tassa di base. Può essere utilizzata dai minori di 18 anni come una carta di credito. Impedisce di spendere più di quanto si possiede. In alcuni posti non è accettata. Deve essere ricaricata regolarmente. Il prelievo di contanti presso i distributori automatici comporta l addebito di commissioni. Carta di debito È considerata al pari del denaro contante quasi ovunque. In caso di smarrimento viene sostituita. Alcuni negozi non sono convenzionati e accettano solo denaro contante. Fattura Non deve essere pagata subito ma di solito dopo 30 giorni. Le fatture che non si possono pagare possono essere cumulate. E-fattura Semplice (bastano tre clic), rapida (nessun numero di riferimento da digitare) e senza consumo di carta (ecologica). In assenza di una connessione a internet o in caso di guasti, interruzioni o sovraccarico dei sistemi EED non è possibile effettuare il pagamento. Pagamento mobile Il telefonino lo si ha sempre con sé. Non è molto diffuso. Prima di poterlo utilizzare occorre registrarsi. Carta di credito È uno strumento di pagamento internazionale. * dai 18 anni in su. Se alla fine del mese gli addebiti superano l avere in conto, vengono applicati interessi debitori elevati. 11

13 Compito 5 (pag. 16) Vantaggi e svantaggi delle varie modalità di pagamento Vantaggio Svantaggio Versamento allo sportello/a una filiale PostFinance e h Versamento mediante ordine di versamento scritto f i Ordine permanente g b Sistema di addebito diretto d j E-banking o e-finance a c Compito 6 (p. 17): Paese Valuta Abbreviazione Svizzera Franco svizzero CHF Germania Euro EUR Francia Euro EUR Italia Euro EUR Principato del Liechtenstein Franco svizzero CHF Austria Euro EUR Portogallo Euro EUR Inghilterrad Sterlina inglese GBP Svezia Corona svedese SEK Danimarca Corona danese DKK Norvegia Corona norvegese NOK Grecia Euro EUR Slovacchia Euro EUR Slovenia Euro EUR Croazia Kuna HRK Polonia Zloty PLN USA Dollaro americano USD 12

14 Compito 7 (pag. 18) Soluzioni in base ai corsi di cambio aggiornati Compito 8 (pag.19) a) La differenza dipende dal corso di cambio giornaliero. Se il corso non ha subito forti oscillazioni, realizzi una perdita. b) Vantaggi: nessuna perdita legata al corso di cambio; non occorre cambiare il denaro prima di partire in vacanza; non si ha immediatamente a disposizione denaro come mezzo di pagamento; il denaro contante perso o rubato non viene sostituito. Compito 9 (pag. 21) Melanie M. potrebbe aver trovato aiuto presso un centro di consulenza in materia di debiti e budget. Compito 10 (pag. 22) Tutte le soluzioni che prevedono restrizioni e rinunce sono corrette. Cellulare: Melanie potrebbe disdire l abbonamento del cellulare e passare a una carta prepagata. In questo modo, eliminerebbe i costi dell abbonamento e avrebbe telefonate ed SMS pagati in anticipo. Denaro contante: se Melanie portasse con sé meno soldi, limiterebbe meglio le spese. Dovrebbe tenere nel portafoglio solo il denaro che può veramente spendere. Serate in compagnia: Melanie può continuare a uscire, magari meno spesso e spendendo meno. Nella situazione finanziaria in cui si trova non può più permettersi di invitare le colleghe, ma ogni tanto potrebbe anche farsi invitare. Vestiti: Melanie ama vestirsi all ultima moda. Magari può comprare abiti firmati a buon mercato in un negozio dell usato. Compito 11 (pag. 23) Soluzioni individuali 13

15 Approfondimento L unità didattica «A conti fatti in 90 minuti» (unità didattica sulla gestione responsabile del denaro) introduce il tema dell indebitamento giovanile in modo divertente. La lezione può essere arricchita di idee e materiali complementari, utili a riflettere in modo più approfondito sui propri desideri d acquisto e sulla possibilità di finanziarli. L unità può servire ad introdurre il capitolo 3 o 4 oppure può essere elaborata separatamente. Allestita in collaborazione con l associazione Budget- und Schuldenberatung Basel Plusminus, specializzata nella consulenza in materia di debiti e budget, l unità didattica può essere scaricata gratuitamente da Questi due siti Internet sono gestiti dalla Budget- und Schuldenberatung Basel Plusminus (il secondo è quello dell associazione cui fanno capo i centri di consulenza in materia di debiti). Contengono svariate offerte, informazioni dettagliate e consigli utili su come gestire il denaro. Le offerte si rivolgono principalmente agli adulti, ma anche i giovani possono trovarvi suggerimenti utili, ad esempio alla rubrica «Spartipps ohne Ende». 14

16 Capitolo 4 > Allestire un budget (pag ), tempo: 90 (attenzione: prevedere un mese per l allestimento del budget personale!) Premessa In questo capitolo le persone in formazione riflettono sull uso che fanno del denaro e discutono su come gestirlo in modo responsabile. Imparano a tenere una piccola contabilità personale. Conoscono i concetti più importanti per l allestimento del budget e sanno utilizzare quest ultimo come uno strumento per il controllo delle finanze. Non tutti sono consapevoli di quanto spendono e come. Una volta sommate, le spese per i dolciumi, le bibite, gli snack, il cellulare, gli accessori e l abbigliamento possono totalizzare un importo considerevole a fine mese. Non dimentichiamo poi che non tutti dispongono delle stesse entrate: le famiglie decidono quanto possono destinare alla paghetta dei figli, all abbigliamento, all alimentazione ecc. in modo diverso e secondo le necessità e le possibilità individuali. Per imparare a gestire il denaro è fondamentale conoscere l entità delle proprie entrate e uscite. Le persone in formazione devono sapere quanto spendono i genitori per finanziare le loro spese fisse mensili (alloggio, assicurazioni, alimentazione). Per prevenire l indebitamento, è indispensabile una pianificazione finanziaria adeguata sotto forma di budget. Le persone in formazione esercitano le conoscenze sulla pianificazione finanziaria con l organizzazione di una serata musicale per la quale devono allestire un budget (pag. 26, compito 2). Che la pianificazione finanziaria non sia sempre facile anche per i professionisti, lo dimostra l intervista con un organizzatore di eventi navigato (pag. 27). Obiettivi didattici Le persone in formazione sanno quali punti devono essere considerati in un budget. Le persone in formazione conoscono i concetti di «spese fisse», «spese variabili» e «riserve». Imparano a utilizzare il budget come strumento di controllo finanziario. Sanno che la parte più consistente delle uscite è rappresentata dalle spese fisse, che vengono in genere coperte dai genitori. Cercano come bilanciare entrate e uscite Allestiscono un budget realistico per un evento. Scenario di insegnamento Il capitolo 4 richiede una pianificazione particolare a livello di insegnamento. Poiché le persone in formazione devono allestire un budget mensile, devono raccogliere dati sulle loro entrate e uscite per un mese intero. Raccomandiamo quindi di impartire quest attività già all inizio dell elaborazione del tema. Modalità di lavoro Compito 1 (pag. 25): lavoro individuale (45 : compito sull arco di un mese; come già spiegato nello scenario di insegnamento relativo al capitolo 1, è opportuno impartirlo già all inizio dell unità didattica) Compito 2 (pag. 26): lavoro individuale o a coppie (45 ) 15

17 Soluzioni Compito 1 (pag. 25) Soluzioni individuali È importante che le persone in formazione capiscano che molte delle spese fisse vengono assunte dai genitori. Una discussione con i genitori potrebbe essere istruttiva, ma non è indispensabile per questo compito. Per ragioni di protezione della personalità le persone in formazione possono anche non completare le voci di spesa che riguardano i genitori. Compito 2 (pag. 26) Le spese, pari a CHF 720.-, superano le entrate previste (CHF 600.-). Pertanto, per finanziare la serata musicale occorrono maggiori entrate. Per ottenerle, si può aumentare il prezzo dei biglietti d ingresso (con il rischio che verrà meno gente), prevedere un bar (in questo caso aumentano anche le uscite) o cercare sponsor o donatori. Soluzione possibile: Budget serata musicale Voci del budget Entrate in CHF Uscite in CHF Osservazioni Valore determinato Biglietti d ingresso 1000 dall esperienza (4x50 ingressi a CHF 5) Affitto impianto stereo e illuminazione Affitto locali, riscaldamento, elettricità Materiale di pulizia 40 Bar Sponsor - Donazioni 200 Le riserve servono a Riserve 960 finanziare nuovi acquisti o eventuali riparazioni. Totale Approfondimento Condurre un intervista con un professionista (persona che si occupa della pianificazione finanziaria nella scuola, nel comune, nell associazione ecc.). Allestire un budget realistico per l organizzazione di un evento (cfr. capitolo 6). 16

18 Capitolo 5 > Come risparmiare ed investire il denaro (pag ), tempo: 45 Premessa Il capitolo presenta varie possibilità per risparmiare e investire il denaro. Si risparmia ad esempio quando i mezzi disponibili non bastano per acquistare un determinato bene o se servono riserve per un imprevisto o per coprire spese future. Si vuole far capire che risparmiare può essere economicamente interessante. Si può investire, invece, quando non si prevede di utilizzare il denaro negli anni successivi. Il capitolo illustra le varie possibilità di risparmio e di investimento (rendimenti, sicurezza/rischio, elementi di liquidità). Permette alle persone in formazione di capire quali sono le possibilità che fanno al caso loro e di utilizzare correttamente termini quali «conto di risparmio», «deposito a termine», «obbligazioni» ecc. Considerata la complessità del sistema borsistico e delle possibilità limitate dei minorenni di investire denaro (limite d età a 18 anni) il capitolo presenta in primo luogo le possibilità per i giovani di risparmiare. Vengono comunque tematizzate le ulteriori possibilità di investimento e presentati i relativi vantaggi e svantaggi. Obiettivi didattici Le persone in formazione conoscono le differenze tra risparmiare e investire. Conoscono varie possibilità di risparmio e di investimento e sono in grado di menzionare i vantaggi e gli svantaggi (opportunità e rischi). Conoscono le differenze tra conti di risparmio, deposito a termine e obbligazioni. Sanno come funziona la Borsa e a cosa serve. Modalità di lavoro Compito 1 (pag. 28): lavoro individuale o a coppie (15 ) Compito 2 (pag. 30): lavoro individuale o a coppie (30 inclusa la preparazione a pag ) Soluzioni Compito 1 (pag. 28) Generalmente, su un conto di pagamento vengono fatte molte operazioni (versamenti e pagamenti) che generano costi all istituto finanziario. È per questa ragione che il tasso d interesse è inferiore a quello di un conto di risparmio. Inoltre, l istituto finanziario non può investire a lungo termine il denaro depositato sul conto di pagamento, mentre nel caso del conto di risparmio può pianificare meglio. Compito 2 (pag. 30) Vantaggio Svantaggio Conti di risparmio c g Obbligazioni di cassa a e Prestiti in obbligazioni f h Depositi a termine d b Approfondimento I termini più importanti sono riportati nel glossario di Borsa al link 17

19 Capitolo 6 > Progetto: pianificare ed organizzare un evento (pag ), tempo: giornata o settimana di progetto Premessa Nel mondo professionale i progetti hanno un importanza fondamentale. Anche in ambito scolastico questa modalità didattica viene sempre più utilizzata. La pianificazione, la realizzazione e la valutazione di un progetto sotto forma di evento permettono di consolidare le conoscenze sulla gestione del denaro. Dopo lo studio dei capitoli 1-5, le persone in formazione affrontano l attività di sviluppo e gestione progettuale fondamentale in ambito professionale e scolastico organizzando un evento di piccole o grandi dimensioni. I progetti hanno le seguenti caratteristiche: sono interdisciplinari e riferiti a una situazione specifica richiedono competenze individuali, sociali, metodologiche e tecniche risvegliano e stimolano l interesse dei partecipanti implicano organizzazione e responsabilità individuale hanno un interesse sociale. Obiettivi didattici Le persone in formazione realizzano autonomamente un progetto. Definiscono le tappe del progetto con una pianificazione di massima e una pianificazione dettagliata. Fissano gli obiettivi del progetto. Pianificano e allestiscono il budget. Si ripartiscono il lavoro. Cercano sponsor, inviano domande, telefonano a aziende o organizzano un appello a sponsor. Controllano la pianificazione. Valutano il progetto e pubblicano i risultati su una piattaforma Internet. 18

20 Scenario di insegnamento In base al tempo a disposizione (una giornata o una settimana) sono possibili diversi scenari. 1.Fissare gli obiettivi (pag. 33) In sede di formulazione degli obiettivi è opportuno che il formatore valuti la fattibilità degli obiettivi. Un progetto è sempre una scommessa. Gli obiettivi devono stimolare le persone in formazione senza metterle eccessivamente sotto pressione. Se sin dall inizio ritiene che gli obiettivi sono troppo ambiziosi, il formatore deve intervenire orientando le persone in formazione. Ciò permette di minimizzare il rischio di insuccesso e evita malumori. 2.Pianificazione e allestimento del budget (pag. 34) In questa fase sorgono varie domande sulla responsabilità personale in vista della realizzazione del progetto. Chi si assume la direzione del progetto? Come vengono ripartiti i compiti? Raccomandiamo di discutere le responsabilità in seno al gruppo in presenza del formatore che, se necessario, presta consulenza. La riuscita dipende dall impegno di tutti i partecipanti. La ripartizione dei compiti basata sugli interessi e le capacità di ciascuno stimola la motivazione e la responsabilità. Meglio quindi evitare le imposizioni. Un budget realistico e un calendario preciso (pag. 43) sono strumenti che parallelamente delle domande di controllo (pag. 44) aiutano i partecipanti a realizzare un evento di successo con addirittura un piccolo guadagno per la classe. 3.Controllo (pag. 36) Un controllo di qualità può essere fatto prima in seno al gruppo di progetto. Successivamente, i risultati possono essere discussi in classe. 4.Realizzazione (pag. 36) L evento è il risultato vero e proprio del progetto. Una ripartizione del lavoro equilibrata all interno del gruppo stimola la motivazione dei partecipanti. Il formatore può eventualmente intervenire controllando il calendario dettagliato. 5.Valutazione (pag. 36) Gli obiettivi fissati all inizio del progetto devono essere verificati in modo critico. Modalità di lavoro Lavoro di gruppo o a coppie Soluzioni Le soluzioni sono individuali. I progetti possono essere pubblicati sulla piattaforma Internet dove è possibile consultare quelli già realizzati. Sulla piattaforma sono inoltre disponibili modelli e documenti per la pianificazione dettagliata di un progetto. 19

L offerta PostFinance per le associazioni

L offerta PostFinance per le associazioni L offerta PostFinance per le associazioni PostFinance: il cassiere delle associazioni svizzere Sono oltre 80 000 le associazioni che hanno scelto PostFinance per la gestione finanziaria. Grande o piccola,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI

Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI A.6.1 Accesso a Swiss Lotto tramite PGI...2 A.6.2 Rischi...5 A.6.3 Blocco dell'accesso a Swiss Lotto tramite la PGI sia da parte del partecipante

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa della prevenzione e repressione di tutti i reati commessi per il

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi!

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! DONARE AL VOLONTARIATO Vantaggi e opportunità per imprese e persone!l attuale normativa, dopo l approvazione anche della legge Le Organizzazioni di

Dettagli

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori Giovani e violenza Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori La polizia e la Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro intercantonale della Conferenza delle direttrici e dei direttori

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche A f f i n c h é l a t t o c r e a t i v o o t t e n g a i l g i u s t o r i c o n o s c i m e n t o ProLitteris Società svizzera per i diritti degli autori d arte letteraria e visuale, cooperativa Note

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli