Per circa quarant anni la questione è rimasta poco più che una questione di principio, sostenuta apertamente solo dai radicali di Pannella.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per circa quarant anni la questione è rimasta poco più che una questione di principio, sostenuta apertamente solo dai radicali di Pannella."

Transcript

1 Valore legale dei titoli di studio - Se legalità non fa rima con validità - Paolo Cardoni Nel 1959 Einaudi scriveva a proposito del valore legale del titolo di studio, esprimendo il punto di vista liberale, che il solo modo per assicurare libertà e competizione tra le istituzioni di alta cultura era l abolizione di ogni intervento dello stato nella distribuzione dei titoli di studio. «... la verità essenziale qui affermata [è:] non avere il diploma per se medesimo alcun valore legale, non essere il suo possesso condizione necessaria per conseguire pubblici e privati uffici, essere la classificazione dei candidati in laureati, diplomati medi superiori, diplomati medi inferiori, diplomati elementari e simiglianti indicativi di casta, propria di società decadenti ed estranea alla verità ed alla realtà; ed essere perciò libero il datore di lavoro, pubblico e privato, di preferire l uomo vergine di bolli» (cfr. L. Einaudi, Scuola e libertà, in Prediche inutili, Einaudi, Torino 1959). Qualche anno fa Sabino Cassese nel commentare questo passaggio, notava: È, comunque, importante riconoscere che non l intera società, né l intera economia si appoggiano al valore dei titoli di studio, ma solo lo Stato e le professioni che vivono sotto la sua ala protettrice. Questa circostanza può avere due spiegazioni. La prima è la seguente: con la conquista statale delle università (avvenuta nel corso di tre secoli, fino al XIX), e lo sviluppo della scuola statale (prodottosi nel corso del XIX, ma specialmente del XX secolo), l intero sistema di insegnamento è divenuto pubblico ed è entrato sotto il controllo dello Stato; è, quindi, naturale che, per l esercizio della funzione pubblica o delle professioni protette, esso richieda titoli che altri rami della sua organizzazione, la scuola e l università, rilasciano. La seconda spiegazione, invece, è la seguente: concorsi pubblici ed esami di Stato sono strumenti di selezione fragili e ben poco perfetti; è, quindi, naturale che lo Stato si appoggi a un sistema di valutazione e di selezione ufficiale ed esterno (ma pur sempre pubblico), per la sfiducia che esso ha nei propri sistemi di reclutamento e di selezione. Se fosse vera questa seconda spiegazione aggiungeva, bisognerebbe ammettere che scuola e università suppliscono carenze dei poteri pubblici, perché operano come ausiliarie per la selezione del personale necessario per i posti pubblici e per le professioni. E che, non richiedendo più il titolo di studio per l ammissione a concorsi ed esami di Stato, si finirebbe per indebolire ulteriormente la pubblica amministrazione e le professioni, che sono già deboli. (cfr. S. Cassese, Il valore legale del titolo di studio, Annali di storia delle Università italiane, vol. VI, 2002). Per circa quarant anni la questione è rimasta poco più che una questione di principio, sostenuta apertamente solo dai radicali di Pannella. Oggi la questione ritorna. Molta acqua è passata sotto i ponti. La situazione italiana (e mondiale) è molto diversa. Al governo finalmente una chiara impostazione liberale, riconducibile ai valori della destra storica. Le circostanze l hanno imposta: crisi economica e crisi verticale dei partiti politici quelli di sinistra inclusi. Di nuovo il pareggio del bilancio, ma anche l evasione fiscale, tornano ad essere obiettivi seri, dopo anni di populismo di una

2 destra sgangherata, centralista e statalista, ma anche liberista sui generis, a senso unico: non regole ferree con le quali giocare sul libero mercato, ma nessuna regola per i ricchi, né per l affarismo che dei soldi pubblici ha fatto incetta in modo vergognoso: liberismo con l assistenza dello stato. Quanto di meno liberale si potesse immaginare. Ora che sembra tornato di moda il pensiero liberale autentico, si torna a porre dunque il problema del valore legale del titolo di studio. Prima ancora che in ambito governativo si prendesse qualunque decisione in merito, un appello promosso da Radicali Italiani e firmato da una cinquantina di docenti, ha rilanciato la proposta dell abolizione. Si legge fra l altro in questo appello del gennaio scorso: La nostra università è vissuta per decenni sulla falsa idea che il riconoscimento del merito di quanti hanno minori disponibilità economiche possa essere garantito solo da una università statale, con rette universitarie uguali per tutti, indipendentemente dalle condizioni di reddito e da requisiti di merito individuale. Al contrario, noi pensiamo che oggi la sfida da cogliere con decisione sia quella di realizzare alcune fondamentali riforme ( ). La premessa per una riforma del sistema universitario basata sulla concorrenza e il riconoscimento del merito individuale è l abolizione del valore legale del titolo di studio, accompagnata da un lato dalla libera imposizione delle tasse universitarie, dal- l altro dalla creazione di un sistema moderno di borse di studio volto a contribuire al finanziamento degli studi universitari dei più capaci e meritevoli. Così facendo, lo studente sceglierebbe l ateneo per la qualità della formazione che offre, non per il pezzo di carta e si creerebbe una virtuosa competizione tra atenei, inducendo gli studenti a scegliere le università migliori e spingendo le università ad assumere persone capaci e meritevoli. È chiaro il riferimento alla cosiddetta meritocrazia, ma altrettanto chiaro è il riferimento al reddito: liberalizzare la tassazione in modo che gli atenei possano far fronte meglio alle esigenze e alla spese per la didattica e la ricerca potrà avere in sé del buono, ma non è chi non veda come questo significhi immediatamente scaricare sui singoli le spese per la qualità e deresponsabilizzare tout court lo stato. Solo i ricchi all università, dunque; e l univer- sità solo per i ricchi. Quanto all efficacia di un sistema di borse di studio c è poco da farsi illusioni: i capaci e meritevoli privi di mezzi sono già in Costituzione, ma per decenni abbiamo assistito al vergognoso spreco di risorse pubbliche, con borse e facilitazioni attribuite a chi dichiarava di avere meno mezzi, piuttosto che a quanti effettivamente ne avevano meno chi garantirebbe ora il contrario? È facile prevedere che la sfiga di cui si è sentito parlare riguarderà in modo sempre più esclusivo chi di mezzi ne ha comunque di meno Tornano perciò anche le ragioni di una sana opposizione, hic et nunc, all abolizione di questo baluardo di un sistema basato sull eguaglianza.

3 Differenze tra destra vera e vera sinistra si possono ancora rilevare, ma non è più tempo di confronti ideali o ideologici, che rischierebbero di essere antistorici, come il confronto fra unitaristi e federalisti: i secondi avrebbero forse avuto ragione 150 anni fa, ma oggi è impossibile e inutile pensare di riproporre la questione in quei termini: non si torna indietro. In certi ambiti si può solo andare avanti e, semmai, correggere il tiro, inventare cose nuove : se lo stato italiano fosse sorto e fosse cresciuto con altre basi morali, forse l avocazione a sé dell istruzione da parte delle Stato, ossia il controllo diretto sulla scuola, e quindi il valore legale dei titoli di studio, non avrebbe avuto motivo. Ma non si cancella la storia. Sicuri che sia una buona idea? Notava recentemente con pragmatismo il rettore Decleva (Università statale di Milano) che la cosa sarebbe comunque di difficile applicazione: Prima di tutto bisognerebbe mettersi d accordo sulla «cosa» che si vorrebbe abolire. La questione non è banale. Come da qualche parte si è già fatto opportunamente notare, non esiste una norma di legge, cassata la quale il valore legale non c è più. E allora di che cosa intendiamo parlare? Del fatto che un medesimo titolo di studio e una medesima votazione possano assumere una valenza assai diversa a seconda dell ateneo dove li si sono conseguiti, e che quindi non li si debba più prendere in considerazione? Di impedire che il solo conseguimento di un titolo possa automaticamente far fare carriera nel pubblico impiego (abuso al quale si è peraltro già posto fine, anche se qualcuno lo richiama come se fosse ancora in vigore)? O che per l accesso a molte posizioni, ivi compresa l iscrizione a ordini e albi professionali, basti il titolo di primo livello? ( ): vedremo se la discussione, se davvero ci sarà, porterà a qualcosa. O se sarà l ennesimo ritorno in auge di un tormentone ricorrente. Francamente, anche il richiamo all autorità di Luigi Einaudi andrebbe contestualizzato, se non altro citandolo anche là dove scriveva che «Non si mutano d un colpo tradizioni, metodo di reclutamento degli insegnanti, metodi di giudizio degli studenti; e se si fa, d un tratto, il tentativo, nasce male peggiore di quello al quale si vorrebbe rimediare». ( ) l unica risposta seria a chi continua a porre il problema dell abolizione del valore legale, è quella di mettere il sistema in sicurezza per quel che riguarda il rispetto dei requisiti che fanno di un percorso di studio una cosa seria. Nella situazione italiana, con la storia che abbiamo alle spalle, questo non può venire che da una certificazione dell offerta formativa chiunque la eroghi: soggetti pubblici o soggetti privati fatta da una autorità pubblica competente e riconosciuta. Quindi concludeva il rettore non si tratta di abolire il valore legale, perché il «pezzo di carta» finale lo vogliono tutti, e avendo la certezza che lo si possa usare nella vita professionale e di lavoro. Si tratta piuttosto di garantire che i percorsi di studio valgono quello che promettono e che sono tenuti a dare in termini di competenza, coerenza, efficacia. Perché ci sono professori in numero adeguato, perché per preparazione, impegno, aggiornamento scientifico, pratica

4 diretta della ricerca, essi sono all altezza delle loro responsabilità; perché il ventaglio dei servizi offerti è adeguato; perché i laureati sono effettivamente preparati... E perché, conseguentemente, anche il titolo finale significa e vale qualcosa (cfr. il sussidiario.net, 30 gennaio 2012). E dunque, siamo sicuri che sia ancora una buona idea? Che aiuti a risolvere più problemi di quanti non possa creare? forse lo sarebbe stata decenni fa. Ma che per rilanciare oggi la scuola e l università serva l abolizione del valore legale del titolo di studio, è come sostenere che per rilanciare il lavoro serva l abrogazione dell articolo 18. Tutti sanno che non è così. Siamo davanti a slogan, o al massimo a pericolose scorciatoie di cui non si vede chiaramente lo sbocco. A parte la banale battuta secondo cui abolire qualcosa di legale in Italia non sembra mai una buona idea, nel merito si può osservare che dare a chiunque la possibilità di rilasciare titoli di studio non significa necessariamente che tutti i possibili utenti cercheranno gli istituti migliori. Molti, forse troppi, cercheranno al contrario i più condiscendenti, i più facili, più disponibili a rilasciare certificazioni, magari a pagamento. Non è già così? Non ci si nasconde dietro il valore legale del titolo per ottenerlo senza che nessuno possa guardarci dentro? e certo che è sbagliato. Ma chi contrasterà una scelta sbagliata? Sicuri che invece di promuovere controlli rigorosi sulle violazioni, la strada sia quella di abolire il rischio che un qualunque controllo riveli l inganno? Aumentare i controlli sulle violazioni dei limiti di velocità o abolire i limiti di velocità? I costumi non cambiano facilmente. E la cultura da noi non è mai stato un valore in sé Quando ci si accorgerà del danno così provocato, avremo bruciato un intera generazione. Un altra. Quale modello? Fin qui il pragmatismo. Ma c è dell altro. Siamo certi che la direzione da seguire sia quella del modello competitivo anche per l istruzione? come dimenticare che la competizione italiana è quella delle cricche, dei furbetti del quartiere, di chi usa la legalità come copertura per fare i propri affari? Siamo sicuri che togliere la legalità ossia un controllo di legalità in questo campo significherebbe facilitare la formazione di regole valide per tutti? si parla tanto di fine delle ideologie, ma l ideologia aziendalistica della competizione sembra molto dura a morire. A parte il fatto che la competizione così come la crescita all infinito sono miti di cui si comincia a discutere anche in ambito economico, dati alla mano, rilanciando la necessità di rivedere il modello competitivo in direzione di un modello ecosostenibile ed ecocompatibile, sono ancora convinto che in alcune materie il modello da seguire non possa essere, per motivi intrinseci, quello competitivo, ma debba piuttosto essere quello solidale; in materia di cultura e di istruzione, così come in altre materie (servizi essenziali, risorse fondamentali come l acqua

5 ecc.), uno Stato ossia la macchina che gestisce la res publica non deve mettersi in concorrenza con altri soggetti, né favorire la concorrenza fra privati, che hanno pur sempre legittimi scopi di lucro, e che non a caso possono sempre competere fra di loro (senza oneri per lo stato ), ma deve offrire e garantire un servizio basilare di qualità crescente, sia pure compatibilmente con le risorse disponibili. E, semmai, garantire che i privati concorrano fra di loro utilizzando regole certe, valide erga omnes, tali da tutelare tanto i concorrenti, quanto soprattutto gli utenti che altro non sono, poi, che cittadini titolari di diritti e di doveri : quindi, controlli, controlli, controlli. Come, in effetti, si sta facendo, e non a caso, per le tasse. Lo si faccia in modo adeguato, allora, anche per i titoli di studio universitari o per quelli post-laurea e per i percorsi formativi che quelli presuppongono. Il modello da seguire in queste materie è il modello no-profit, il modello senza fine di lucro e il modello di Emergency. Anche perché per l ambito culturale e scolastico siamo veramente all emergenza. Chiunque pensi di mettere in concorrenza le istituzioni non conosce le scuole. Da anni non mette piede dentro un aula scolastica. Qui servono mezzi e strumenti, non un assurda concorrenza fra soggetti privati o privatistici; questi, semmai, devono concorrere idealmente a un rilancio complessivo. In definitiva, l impressione negativa è che come per l articolo 18, si voglia solo parlar d altro per coprire la difficoltà di affrontare nel merito le questioni specifiche.

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO.

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. Paolo Gianni, Università di Pisa Chi fosse interessato ad un quadro chiaro ed esaustivo di cosa significhi valore legale di un titolo di studio, e della evoluzione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disposizioni per la valorizzazione della ricerca indipendente N. 1962. d iniziativa del deputato CAPUA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disposizioni per la valorizzazione della ricerca indipendente N. 1962. d iniziativa del deputato CAPUA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1962 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPUA Disposizioni per la valorizzazione della ricerca indipendente Presentata il 16 gennaio

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori Alvise Moro, avvocato giuslavorista Il testo - approvato dal Senato in prima lettura il 31 maggio 2012 - è dal 7 giugno

Dettagli

Emilio Matricciani Dipartimento di Elettronica e Informazione, Politecnico di Milano

Emilio Matricciani Dipartimento di Elettronica e Informazione, Politecnico di Milano Emilio Matricciani Dipartimento di Elettronica e Informazione, Politecnico di Milano Nel suo intervento, il Rettore del Politecnico di Milano ha presentato la decisione del Senato accademico di obbligare

Dettagli

L identità di una università non statale

L identità di una università non statale L identità di una università non statale Rettore dell Università LUMSA (Libera Università Maria Ss. Assunta) di Roma di Giuseppe Della Torre Nell ultimo decennio il numero delle università non statali

Dettagli

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali Cremona, 23 febbraio 2013 Agenda-1 Introduzione e presentazione Impresa e imprenditore Imprenditore e innovazione Competizione vs cooperazione?

Dettagli

L ENERGIA ELETTRICA NELLA LEGGE COSTITUZIONALE N. 3/2001 *

L ENERGIA ELETTRICA NELLA LEGGE COSTITUZIONALE N. 3/2001 * L ENERGIA ELETTRICA NELLA LEGGE COSTITUZIONALE N. 3/2001 * di Sabino Cassese (Professore ordinario, Facoltà di Giurisprudenza, Università La Sapienza, Roma) 1 luglio 2002 Sommario 1. Premessa 2. Il nuovo

Dettagli

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna

Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna CERIMONIA DI APERTURA DEI CORSI E DI CONSEGNA DEI DIPLOMI Anno Accademico 2010 / 2011 Intervento di Maria Chiara Carrozza Direttore della Scuola Superiore Sant'Anna Pisa, 4 dicembre 2010 1 Autorità, Rettori,

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA Credo che sia molto importante parlare di formazione degli insegnanti in generale ed in particolare credo che sia importante fare un confronto tra la nostra situazione

Dettagli

NON CHIAMATELO COLLOCAMENTO

NON CHIAMATELO COLLOCAMENTO NON CHIAMATELO COLLOCAMENTO ESITI OCCUPAZIONALI DEGLI UTENTI DEI SERVIZI PUBBLICI PER IL LAVORO A PARTIRE DALL ANALISI DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE Abstract A cosa servono i servizi pubblici per il

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI PROFESSORI STRAORDINARI E DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ARTICOLO 1, COMMA 12 DELLA LEGGE 4 NOVEMBRE 2005, N. 230 E DELL ARTICOLO 24 DELLA LEGGE 30

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Intervista a Nicola Sanese

Intervista a Nicola Sanese Intervista a Nicola Sanese di Lorenza Violini Segretario generale della Regione Lombardia Nel suo ruolo di dirigente pubblico condivide l attuazione pratica del principio di sussidiarietà all interno della

Dettagli

ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO

ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO ISTRUZIONE: INVESTIRE IN CAPITALE UMANO Le proposte di Confindustria Le analisi comparative a livello internazionale indicano che uno dei fattori che più rallentano l innovazione e la crescita in Italia

Dettagli

DOC CIMEA 108 Il valore legale Dei titoli di studio

DOC CIMEA 108 Il valore legale Dei titoli di studio DOC CIMEA 108 Il valore legale Dei titoli di studio Carlo Finocchietti Marzo 2002 Il valore legale dei titoli di studio I titoli di studio sono, dal punto di vista giuridico, attestazioni di idoneità che

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

In ricordo del professor Veniero Del Punta

In ricordo del professor Veniero Del Punta I In ricordo del professor Veniero Del Punta Il professor Veniero Del Punta, da vari decenni autorevole e prestigioso membro del nostro Comitato Scientifico, è improvvisamente mancato il 3 aprile scorso.

Dettagli

Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011

Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011 Seminario Impatto della crisi economica su università e ricerca in Europa Roma, 25-26 ottobre 2011 L Impatto della Crisi Economica sull Educazione Superiore in Turchia Anno Numero di Università Pubbliche

Dettagli

Ministero de Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ITALIA 2020 SINTESI

Ministero de Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ITALIA 2020 SINTESI Ministero de Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca ITALIA 2020 Piano di azione per l occupabilitá dei giovani attraverso l integrazione tra

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

VIII Congresso giuridico forense per l aggiornamento professionale promosso dal Consiglio Nazionale Forense Roma, 14 16.3.2013

VIII Congresso giuridico forense per l aggiornamento professionale promosso dal Consiglio Nazionale Forense Roma, 14 16.3.2013 VIII Congresso giuridico forense per l aggiornamento professionale promosso dal Consiglio Nazionale Forense Roma, 14 16.3.2013 Tavola rotonda sulle specializzazioni entro la sessione Deontologia e Riforma

Dettagli

Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL.

Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL. Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL. Una proposta per il futuro. La natura solidaristica e democratica del sindacato si accompagna per la UIL alla sua indipendenza e alla

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA di Liana Verzicco L UNIVERSITÀ Il contesto internazionale: lo spazio europeo dell istruzione superiore Nel XXI secolo sarà la conoscenza

Dettagli

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E IL LAVORO PUBBLICO TRA VINCOLI E PROCESSI DI INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E di Francesco Verbaro 1 La

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO. dell Università degli Studi di Perugia

Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO. dell Università degli Studi di Perugia Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO dell Università degli Studi di Perugia (Emanato con decreto rettorale n. 66 del 26 gennaio 2015) 1 Indice TITOLO I DEFINIZIONI

Dettagli

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA CIMBA CIMBA, in Italia dal 1991, è un consorzio di 36 Università americane con sede a Paderno del Grappa (TV) che organizza

Dettagli

INSEGNAMENTO SSD CREDITI

INSEGNAMENTO SSD CREDITI MASTER UNIVERSITARIO di I LIVELLO in INGEGNERIA DEL SUONO STATUTO Art. 1- Istituzione E istituito, presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica della Facoltà di Ingegneria, il Master Universitario

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Alma Mater Studiorum-Università di Bologna NormAteneo - sito di documentazione sulla normativa di Ateneo vigente presso l Università di Bologna - REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO STATUTO Art. 1 Istituzione È istituito presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata,

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI L evoluzione del mercato del lavoro: un tuo commento sulla Legge Biagi ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI INTRODUZIONE La Legge Biagi,o legge 30, entrata in vigore il 24 ottobre 2003, è

Dettagli

Nota per intervento - Convegno ANP Manifesto per la scuola & Codice deontologico per dirigenti e docenti

Nota per intervento - Convegno ANP Manifesto per la scuola & Codice deontologico per dirigenti e docenti Nota per intervento - Convegno ANP Manifesto per la scuola & Codice deontologico per dirigenti e docenti Il manifesto per la scuola che oggi presentate ha un grande valore per la scuola tutta. Richiama

Dettagli

È fondamentale liberalizzare la società

È fondamentale liberalizzare la società È fondamentale liberalizzare la società NEL NOSTRO PAESE SI È PARLATO E SI PARLA ANCORA DI LIBERALIZZAZIONI. TUTTAVIA, CIÒ AVVIE- NE SOLO IN CAMPO ECONOMICO E CON RISULTATI POCO SODDISFACENTI. INFATTI,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Psicologia (LM-51 Classe delle Lauree magistrali in Psicologia) Art. 1 Norme

Dettagli

Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom

Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom F O C U S T M T 24 N O V E M B R E 2014 Internet come spazio pubblico costituzionale. Sulla costituzionalità delle norme a tutela del diritto d autore deliberate dall Agcom di Andrea Morrone Professore

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università Miur Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università In allegato il testo del ddl 28 ottobre 2009 CDM, VIA LIBERA A DDL RIFORMA UNIVERSITA' 2009-10-28 11:11 * * * In allegato, il comunicato

Dettagli

Essere liberale nell Italia di oggi

Essere liberale nell Italia di oggi Essere liberale nell Italia di oggi Sempre più spesso sentiamo parlare, anche impropriamente, di programmi e di idee di ispirazione liberale, un temine inflazionato ma che oggi è fondamentale recuperare

Dettagli

Network universitario per il Counseling 10 giugno 2013

Network universitario per il Counseling 10 giugno 2013 Introduzione alla giornata di studio Prof. S. Soresi Università di Padova Nell introdurre i lavori di questa giornata permettetemi innanzitutto di ringraziare il CUN, nelle persone del prof. Lenzi e del

Dettagli

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel Mondo del Lavoro MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune I Promotori del Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione

Dettagli

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale?

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale? DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE Intervista a Luca Omodei Direttore Generale di Codess Sociale Intervista e testi a cura di Michela Foschini Giugno 2005 D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale

Dettagli

3. Problematica relativa all iscrizione alle prime degli istituti tecnici: all indirizzo o all articolazione? Vedi sopra

3. Problematica relativa all iscrizione alle prime degli istituti tecnici: all indirizzo o all articolazione? Vedi sopra Il Dipartimento nazionale sulle superiori ha proposto la costituzione di osservatori regionali per raccogliere informazioni e riflessioni nei propri territori sia per sostenere l azione del settore nazionale,

Dettagli

I DIVISIONE DELIBERA. Art. 2 Tipologie contrattuali Le tipologie contrattuali sono fissate dall art. 24, comma 3, della legge n. 240/2010.

I DIVISIONE DELIBERA. Art. 2 Tipologie contrattuali Le tipologie contrattuali sono fissate dall art. 24, comma 3, della legge n. 240/2010. I DIVISIONE 4.1) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITA DI SELEZIONE E DELLO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA DEI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO EX ART. 24 LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240.

Dettagli

CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA in Scienze e Tecnologie per l Ambiente e la Salute

CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA in Scienze e Tecnologie per l Ambiente e la Salute Settore Servizi Post-Laurea Unità Organizzativa Esami di Stato, Dottorati e Master ALLEGATO 1 BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA CON SEDE AMMINISTRATIVA PRESSO LA UNIVERSITÀ

Dettagli

Corso di Laurea in CONSULENTE DEL LAVORO REGOLAMENTO

Corso di Laurea in CONSULENTE DEL LAVORO REGOLAMENTO Università degli Studi di Siena Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea in CONSULENTE DEL LAVORO REGOLAMENTO Art. 1 E istituito presso la Facoltà di Giurisprudenza il Corso di Laurea in Consulente del

Dettagli

Ministero, dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Consiglio Universitario Nazionale

Ministero, dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Consiglio Universitario Nazionale Ministero, dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Consiglio Universitario Nazionale Audizione presso la VII Commissione della Camera dei Deputati 14 marzo 2012 Schema di decreto legislativo recante:

Dettagli

La liberalizzazione dei servizi sanitari

La liberalizzazione dei servizi sanitari La liberalizzazione dei servizi sanitari INTRODURRE PRINCIPI E REGOLE ISPIRATE ALLA SUSSIDIARIETÀ PUÒ ESSERE DI GRANDE AIUTO NELL AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ ECONOMICA, POLITICA E SOCIALE DELLA GESTIONE

Dettagli

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali di Roma e del Lazio supplemento ad Informazioni-Fisac MAGGIO 2000 non sanno immaginare altro... il potere è questo... fare l unica cosa che si crede

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha RELAZIONE SULLE MODIFICHE APPORTATE AL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IN APPLICAZIONE DEL D.L. 4 LUGLIO 2006, N. 223, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 4 AGOSTO 2006, N. 248. A distanza di poco più

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (L-24 Classe delle Lauree in Scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI REGIONE BASILICATA REPUBBLICA ITALIANA AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative

Dettagli

Flexicurity: il ruolo delle Istituzioni europee nel difficile percorso verso una crescita economica che non rinneghi il modello sociale europeo.

Flexicurity: il ruolo delle Istituzioni europee nel difficile percorso verso una crescita economica che non rinneghi il modello sociale europeo. Flexicurity: il ruolo delle Istituzioni europee nel difficile percorso verso una crescita economica che non rinneghi il modello sociale europeo. La flexicurity è uno strumento di disciplina del mercato

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

Vigente al: 05-03-2011 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

Vigente al: 05-03-2011 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; LEGGE 19 novembre 1990, n. 341 Riforma degli ordinamenti didattici universitari. Vigente al: 05-03-2011 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Art. 3 Finanziamento. Art. 4 Attivazione della procedura

Art. 3 Finanziamento. Art. 4 Attivazione della procedura UNICUSANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI SELEZIONE E DELLO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA DEI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO EX ART. 24 LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240. Approvato

Dettagli

in vigore dal 14 Luglio 2011 Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione

in vigore dal 14 Luglio 2011 Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione REGOLAMENTO PER RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART 24 DELLA LEGGE 240/2010 (Emanato con D.R. n. 1284 del 13 luglio 2011; pubblicato nel B.U. n. 94) in vigore dal 14 Luglio 2011 Art. 1 Oggetto

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO PER BORSE DI STUDIO

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO PER BORSE DI STUDIO AL FONDO DI PREVIDENZAPER I DIRIGENTI DI AZIENDE COMMERCIALI E DI SPEDIZIONE E TRASPORTO MARIO NEGRI 00185 ROMA VIA PALESTRO, 32 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO PER BORSE DI STUDIO Il/la sottoscritt...

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Decreto n. 58 IL DIRETTORE GENERALE VISTA VISTA VISTA La Legge 19

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

La customer satisfaction al tempo della crisi: ascoltare i cittadini per affrontare le difficoltà.

La customer satisfaction al tempo della crisi: ascoltare i cittadini per affrontare le difficoltà. ForumPA 2012 Roma, 16 maggio 2012 La customer satisfaction al tempo della crisi: ascoltare i cittadini per affrontare le difficoltà. Pietro Barrera 1 Customer satisfaction, trasparenza totale, partecipazione

Dettagli

Politiche del lavoro: la formazione continua

Politiche del lavoro: la formazione continua Politiche del lavoro: lavoro la formazione continua Uno dei capitoli di maggiore condivisione tra le Organizzazioni sindacali di Pietro Nocera Responsabile Comunicazione UILCA Gruppo UBI Banca Sono trascorsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM CAPO I DISPOSIZIONI COMUNI ART. 1 Tipologie 1. L Università degli Studi del Molise, ai sensi dell art. 114 del Regolamento per l amministrazione,

Dettagli

UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti *

UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti * UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti * PREMESSA La breve riflessione che segue si colloca nell ambito degli attuali orientamenti di riforma, di conseguenza considera suo principale punto

Dettagli

Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria)

Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria) Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria) VALENZA DELLA FORMAZIONE UNIVERSITARIA E POST UNIVERSITARIA AI FINI DELL ACCESSO AI RUOLI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Relazione svolta al convegno

Dettagli

LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI

LO SAPEVATE CHE...? DDL CONCORRENZA: MEGLIO PREPARARSI LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI Dopo una pausa nella pubblicazione del nostro mensile, dovuta alle modifiche legislative che hanno assorbito tutto il personale del Fondo, torniamo

Dettagli

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA

MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA MASTER OF BUSINESS ADMINISTRATION- XXIII EDIZIONE CIMBA - UNIVERSITY OF IOWA CIMBA CIMBA, in Italia dal 1991, è un consorzio di 36 Università americanecon sede a Paderno del Grappa (TV) che organizza programmi

Dettagli

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT Facoltà di Economia Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere Corso di Master Universitario Interfacoltà di primo livello in INTERNATIONAL HR MANAGEMENT Programma Aziende Partner 1 Il Master

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE ORDINANZA N. 95 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE - Ugo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

IL VALORE ABILITANTE DEL DIPLOMA MAGISTRALE. Riferimenti Normativi. P. Francesco Ciccimarra

IL VALORE ABILITANTE DEL DIPLOMA MAGISTRALE. Riferimenti Normativi. P. Francesco Ciccimarra IL VALORE ABILITANTE DEL DIPLOMA MAGISTRALE Riferimenti Normativi P. Francesco Ciccimarra I. L attualità del tema Sono sempre più frequenti le richieste di delucidazioni circa il valore abilitante del

Dettagli

ORIENTAMENTO E AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ

ORIENTAMENTO E AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ YoUniversity Lab Roma 26 febbraio 15 Alberto Sironi (Alpha Test) ORIENTAMENTO E AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ 1. Accesso all università Dati aggiornati e proposte di miglioramento Il sistema di regolamentazione

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RECLUTAMENTO, DEL REGIME GIURIDICO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO (D.R. N. 501 del 31.10.2013) ART. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento

Dettagli

CAPITOLO 3. Sabina Nuti*

CAPITOLO 3. Sabina Nuti* CAPITOLO 3 FIDUCIA E TRASPARENZA NEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO Sabina Nuti* Il tema della fiducia dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione ed in particolare del sistema sanitario pubblico,

Dettagli

Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012

Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012 Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012 Presentazione Struttura del master Calendario Docenti Iscrizioni Modulo d iscrizione Brochure Presentazione

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

Newsletter 8/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it

Newsletter 8/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Newsletter 8/2015 Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Legge Madia: il commento del Presidente di ASSTRA Massimo Roncucci Finanziamenti FONSERVIZI: la

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici

Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici Andrea RONCHI (Ministro per le Politiche Europee) Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici che sono qui, intorno a questo tavolo, in primis il

Dettagli

PIO SODALIZIO DEI PICENI

PIO SODALIZIO DEI PICENI PIO SODALIZIO DEI PICENI www.piosodaliziodeipiceni.it Via di Parione n. 7 00186 Roma Tel. 066875608 066864202 Fax 066832390 e-mail piosodalizio@tiscali.it BANDO DI CONCORSO A.A. 2013/2014 e Legenda Integrativa

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO Università degli studi di Padova Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I Finalità e Ordinamento didattico Art. 1 Premesse e Finalità

Dettagli

10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1

10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1 10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1 Network Non Autosufficienza (NNA) 2, giugno 2012 1.Perchè la politica dimentica gli anziani non autosufficienti? Non certo per i

Dettagli

Lo stato dell arte. Firenze, 15-16 giugno 2009. Titoli senza sbocchi e sbocchi senza titoli. Laura Cavazzini

Lo stato dell arte. Firenze, 15-16 giugno 2009. Titoli senza sbocchi e sbocchi senza titoli. Laura Cavazzini Lo stato dell arte Firenze, 15-16 giugno 2009 Titoli senza sbocchi e sbocchi senza titoli Laura Cavazzini È un fatto grave che in Italia manchi, a tutt oggi, una definizione puntuale dei requisiti formativi

Dettagli

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte SCHEDA D INFORMAZIONE N 3: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte Parlare della riforma dell imposizione delle imprese significa anche affrontare i timori relativi

Dettagli

L eredità dei precedenti governi. Il bilancio del dopo elezioni

L eredità dei precedenti governi. Il bilancio del dopo elezioni Audizione informale presso la VII Commissione della Camera dei Deputati nell ambito delle proposte di legge C. 1969 e C. 2446 in materia di reclutamento, stato giuridico e valutazione dei professori universitari.

Dettagli

PROF. CARLO BOTTARI (Ordinario di diritto amministrativo nell Università di Bologna)

PROF. CARLO BOTTARI (Ordinario di diritto amministrativo nell Università di Bologna) PROF. CARLO BOTTARI (Ordinario di diritto amministrativo nell Università di Bologna) Io ringrazio gli organizzatori per l invito rivoltomi ha trattare questa tematica, in particolare l avvocato Calipari,

Dettagli

Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica

Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica Il Segretario Confederale Liliana Ocmin Indice I valori delle donne, i valori della Cisl pg. 3 Il sistema di Welfare

Dettagli

23 aprile 2009 Corte di Cassazione, Sez. Lav., n. 9698

23 aprile 2009 Corte di Cassazione, Sez. Lav., n. 9698 23 aprile 2009 Corte di Cassazione, Sez. Lav., n. 9698 Il comportamento imprudente del lavoratore danneggiato nella dinamica dell infortunio se, da un lato, non esclude la responsabilità del datore di

Dettagli

6. Il nuovo contratto del personale tecnicoamministrativo

6. Il nuovo contratto del personale tecnicoamministrativo 6. Il nuovo contratto del personale tecnicoamministrativo L innovazione principale contenuta nel Contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) del personale tecnico-amministrativo sottoscritto il 9 agosto

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via Visinoni,4/c 30174 VENEZIA ZELARINO c/centro Cardinal Urbani c.f. 94046810266, IBAN

Dettagli

d iniziativa del Deputato LETTA

d iniziativa del Deputato LETTA CAMERA DEI DEPUTATI - XVI LEGISLATURA N.3058 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del Deputato LETTA Incentivi fiscali per favorire l ingresso in Italia di cittadini italiani Residenti all estero e di cittadini

Dettagli

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora):

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora): Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro resta forte ed ha chiuso come la scorsa settimana intorno a 1,352 - l Oro ha leggermente recuperato chiudendo a 1338 dollari, resta comunque

Dettagli

La capacità di lavorare in gruppo

La capacità di lavorare in gruppo LAVORARE IN GRUPPO La capacità di lavorare in gruppo E definito Team building la modalità di costruzione di un gruppo di lavoro coeso. Si tratta di processo di aggregazione che mira ad utilizzare al massimo

Dettagli