Curriculum Vitae di Federica Palazzi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum Vitae di Federica Palazzi"

Transcript

1 Curriculum Vitae di Federica Palazzi INFORMAZIONI PERSONALI Palazzi Federica nata a Fano (PU), il 28 gennaio 1979 residente in Montelabbate (PU), via Castello Farneto n. 22, cap C.F. PLZ FRC 79A68 D488N Tel. 0721/ / Ricercatore a tempo determinato a tempo definito Dipartimento di Economia Società e Politica DESP Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Via Saffi n. 42, Urbino (PU) TITOLI DI STUDIO - 12/04/ Dottore di ricerca in Economia Aziendale, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Facoltà di Economia (Corso di dottorato in Economia Aziendale XXII Ciclo), Titolo della tesi MEDIE IMPRESE ITALIANE: STRATEGIE DI CRESCITA E CORPORATE FINANCE ; - 31/03/ Diploma di Laurea quadriennale in Economia Aziendale, indirizzo professionale, Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, voto conseguito 110/110 con lode, titolo della tesi LA MEDIA IMPRESA: L ANELLO MANCANTE, relatore Prof.ssa Isabella Marchini; - Diploma di maturità tecnica commerciale, indirizzo commercio estero, conseguito presso il Liceo Classico Statale Raffaello di Urbino, anno scolastico 1997/1998, con il punteggio di 60/60. ALTRI TITOLI - 20 luglio/24 luglio 2015 partecipazione alla Summer School 2015 Analisi econometriche corso base presso l Università della Calabria aprile 2015 lezione di docenza tenuta presso la sede di Confindustria Pesaro dedicata al Business Plan il Piano Economico-Finanziario, nell ambito del progetto E SE FUNZIONASSE. - da ottobre 2014 Membro del comitato organizzatore del 4 Workshop I processi innovativi nelle piccole imprese Re-positioning of SMEs in the Global Value System programmato nei giorni settembre 2015 presso l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. - dal 29/09/2014 ad oggi docente di Ragioneria Generale ed Applicata II (SECS-P/07) presso la Scuola di Economia, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo; - dal 15/12/2013 ad oggi docente di Analisi e Contabilità dei Costi (SECS-P/07) presso la Scuola di Economia, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo; - dal 01/11/2013 ricercatore a tempo determinato a tempo definito (art. 24 c. 3-a Legge 240/2010) presso il Dipartimento di Economia, Società e Politica dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. - Nomina a cultore della materia per il settore scientifico-disciplinare SECS-P/07 - Economia Aziendale in data 12 giugno

2 - Membro del comitato di redazione (Editorial Board) della rivista Piccola Impresa/Small Business da gennaio Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Economia Società e Politica dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo (I anno dal 16 giugno 2010 al 16 novembre 2011 con sospensione per maternità dal 23 agosto 2010 al 23 gennaio 2011; II anno dal 1 dicembre 2011 al 30 novembre 2012; III anno dal 16 dicembre 2012 al 31 ottobre 2013). - Docente a contratto del corso di Finanza e Impresa (CFU ore) presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, per l anno accademico 2010/ / /2013; - Docente a contratto del corso integrativo all insegnamento ufficiale di Ragioneria Generale ed Applicata II (SECS-P/07) presso la Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, sede di Fano, per l anno accademico 2009/2010, periodo 12 aprile maggio 2010; - Dottorato di ricerca presso l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Facoltà di Economia, XXII ciclo con borsa di studio, dal 1 novembre 2006 al 31 ottobre Periodo di visiting presso la School of Accounting & Finance, University of Dundee, Scotland, dal 19 settembre 2008 al 23 novembre Partecipazione alle seguenti attività: Research Method and Methodology Course and Seminars; - Conclusione tirocinio professionale triennale presso studio commerciale in data 10 agosto 2007; - Nomina a cultore della materia per il settore scientifico-disciplinare SECS-P/07 - Economia Aziendale in data 29 maggio ATTIVITA ISTITUZIONALI - Dal 17/03/2015 ad oggi membro del gruppo di lavoro per le attività inerenti il supporto nella definizione delle procedure amministrativo-contabili e delle modalità di implementazione del sistema di Controllo di Gestione nell Ateneo. - Dal 01/01/2014 ad oggi - membro della Commissione Didattica presso la Scuola di Economia, Dipartimento di Economia, Società e Politica. ATTIVITÀ DI RICERCA - Nel 2015 in collaborazione con i Ricercatori Gaetano Matonti e Giuseppe Iuliano dell Università di Salerno è stato avviato un progetto di ricerca dedicato all Earnings Quality nelle Piccole e Medie Imprese italiane non quotate. Nella prima fase, il progetto analizza nel dettaglio l impatto, sulla qualità degli utili, della proprietà familiare e delle pratiche di governo nelle Piccole e Medie Imprese italiane non quotate. Con riferimento alle imprese familiari quotate, gli studi empirici mostrano, da un lato, che la più alta asimmetria informativa genera maggiori incentivi ad un reporting di pessima qualità (Francis et al., 2005; Fan and Wong, 2002), a causa dell effetto entrenchment che si verifica nelle strutture proprietarie concentrate (Fama and Jensen, 1983; Morck et al. 1988). Dall altro lato, la proprietà familiare garantisce un controllo più efficace sugli organi di governo (Demsetz and Lehn 1985, Shleifer and Vishny 1986; Ball and Shivakumar, 2005b) ed è maggiormente interessata ad un reporting di buona qualità e conseguentemente ad una qualità degli utili maggiore, al fine di preservare il nome e la reputazione della famiglia coerentemente all effetto alignment (Wang, 2006). Pertanto, l obiettivo è quello di esplorare la relazione tra familismo e qualità degli utili, impiegando alcune pratiche di governo tipiche delle imprese non quotate come variabili indipendenti. Abbiamo analizzato i bilanci e le pratiche di governo di PMI italiane per il periodo È stata condotta un analisi di regressione su osservazioni. La variabile dipendente è una misura dell EQ, definita sulla base del modello Dechow-Dichev (2002), 2

3 modificato da Ball e Shivakumar (2005b). Le principali pratiche di governo considerate sono l indipendenza del consiglio di amministrazione, la scelta del revisore e la dualità del CEO. Inoltre, sono state utilizzate alcune variabili di controllo come l età, la redditività, la dimensione, il settore industriale e la perdita conseguita nell anno precedente. - Nel 2013 si è intrapreso, in collaborazione con il Prof. Massimo Ciambotti, un progetto di ricerca dedicato al capitale sociale, inteso come asset intangibile e strumento utile per le Piccole e Medie Imprese, attraverso il quale migliorare la propria competitività e performance aziendale. L obiettivo del lavoro di ricerca è quello di identificare le diverse tipologie di investimento in capitale sociale, interno ed esterno, realizzabili da parte delle piccole e medie imprese. Il capitale sociale rappresenta il valore incastonato nelle relazioni sociali di individui e soggetti collettivi. Si considerano entrambe le prospettive di capitale sociale: il capitale sociale bonding/strong-tie si riferisce alla coesione all'interno di piccoli gruppi; il capitale sociale bridging/weak-tie privilegia il contatto e la collaborazione tra i membri afferenti a gruppi diversi e tra loro non collegati. Attraverso alcuni casi di studio, si tenta di elaborare una prima classificazione degli investimenti dedicati al capitale sociale. Potrebbero essere investimenti interni o esterni, diretti o indiretti, volontari o non volontari, formali o informali, costosi o a costo zero. Questa classificazione dovrebbe aiutare a comprendere come influenzare l ammontare di capitale sociale, soprattutto da parte delle PMI. Infatti, queste ultime, contraddistinte dalla scarsità di risorse, potrebbero trarre un significativo vantaggio dalle risorse effettive e potenziali, nonché appropriabili, incorporate nelle relazioni interpersonali di tipo sociale. Il ruolo dell'imprenditore è fondamentale nel promuovere la creazione e la valorizzazione del capitale sociale, dentro e fuori l'impresa. - Nel 2013 è stato avviato un progetto di ricerca rivolto alla misurazione del capitale economico delle Piccole e Medie Imprese, in collaborazione con il Prof. Fabio Giulio Grandis dell Università di Roma Tre. La corretta valutazione dell azienda in avviamento, in quanto formi oggetto di scambio, deve cercare fondamento in due grandi ordini d indagini riguardanti, rispettivamente, le prospettive economico-finanziarie d esercizio e lo stato del patrimonio col quale l azienda viene trasferita. Le prospettive economico-finanziarie d esercizio qualificano l azienda come fonte di reddito. ( ) A sua volta, l esame di queste attività e passività è necessario in quanto, secondo l entità e la composizione qualitativa del capitale col quale l azienda viene trasferita, il valore a questa attribuibile, come oggetto di scambio, può sensibilmente variare, anche se, non mutano le prospettive economiche e la connessa redditività dell esercizio (Onida, 1971, p. 645). Questa affermazione mette in dubbio la validità delle logiche quantitative di determinazione del capitale economico basate esclusivamente sulle metodologie di flusso, affermate col diffondersi della teoria del valore di origine americana, di cui uno dei presupposti è la separazione tra la proprietà e il governo d impresa. Nelle piccole e medie imprese tale scissione tra proprietà e governo non si realizza pienamente, al contrario di quanto accade per le grandi imprese. L obiettivo del lavoro di ricerca è quello di verificare, impiegando un approccio induttivo fondato sulla raccolta di casi aziendali, quali metodi di valutazioni siano realmente utilizzati per le PMI, in quanto ritenuti più opportuni dal perito indipendente per esprimere un valore economico d impresa che sia il più possibile neutrale. - Medie Imprese Italiane: Sviluppo e Corporate Finance. I valori del capitalismo personale Il lavoro di ricerca si propone di indagare le modalità di finanziamento delle strategie di crescita e di sviluppo implementate dalle imprese che hanno raggiunto la media dimensione. Dato che l incremento numerico delle MI nel sistema economico nazionale avrebbe un impatto positivo in termini di PIL, valore aggiunto ed export, l obiettivo è quello di esaminare i percorsi di crescita e di sviluppo intrapresi dalle MI di successo e le relative modalità di finanziamento, per trarne significativi suggerimenti. 3

4 Il primo capitolo dello studio è riservato alla ricerca di una definizione di media impresa e ad un analisi della rilevanza economica della stessa in Europa e in Italia. Il secondo capitolo esamina le possibili strategie di crescita delle imprese minori e i molteplici modelli di crescita elaborati dagli studiosi per descrivere le principali caratteristiche dei percorsi di sviluppo intrapresi. Il terzo e il quarto capitolo sono dedicati alla disamina delle teorie finanziarie sulla definizione della struttura del capitale, rispettivamente negli studi internazionali e negli studi nazionali. Particolare attenzione è dedicata agli studi sulla finanza imprenditoriale, sviluppati a partire dagli anni 80 per spiegare la logica finanziaria che contraddistingue le imprese minori e focalizzati sulle caratteristiche del processo imprenditoriale, sui comportamenti individuali e sulle preferenze degli imprenditori. Dal quinto capitolo si entra nel vivo del progetto di ricerca, con una descrizione dettagliata della metodologia e dei metodi di ricerca prescelti. Occorre precisare, innanzitutto, che il paradigma teorico-filosofico che fa da sfondo al progetto di ricerca è il paradigma interpretativista. Il termine interpretativismo fa riferimento a tutte le visioni teoriche per le quali la realtà non può essere semplicemente osservata, ma deve essere interpretata (Corbetta, 1999). La metodologia di ricerca deriva necessariamente dalla prospettiva teorico-filosofica interpretativista che prevede l impiego di tecniche di ricerca qualitative, al fine di sviluppare la conoscenza della realtà studiata mediante un processo di tipo induttivo. La tecnica di ricerca prescelta è il case-study, in particolare multiple-case studies. Il sesto capitolo è riservato alla prima fase della ricerca empirica, basata sullo studio di due casi aziendali paradigmatici. Mentre il settimo è focalizzato sulla seconda fase dell indagine empirica nella quale si approfondisce l analisi delle variabili soggettive emerse come significative durante la prima fase. Ciò che differenzia questo lavoro di ricerca dai precedenti analizzati in letteratura è il focus sui fattori personali dell imprenditore o del gruppo imprenditoriale che ha guidato la piccola impresa nel percorso di transizione verso la media dimensione. Si indagano, nel dettaglio, i valori individuali, familiari e imprenditoriali di colui o di coloro che rappresentano, a tutti gli effetti, il soggetto economico dell impresa, allo scopo di comprendere come tali variabili personali influenzino la struttura proprietaria, i modelli di governo, le modalità di crescita e la corporate finance. Emergono tre tipologie di media impresa: le MI autonome, a sviluppo graduale e armonico; le MI autonome, a rapido sviluppo; le MI sotto il controllo dei grandi gruppi industriali, a carattere manageriale (quest ultima probabilmente più simile alla grande impresa). La figura dell imprenditore, nelle due tipologie di media impresa autonoma, resta comunque dominante; i suoi valori, i suoi obiettivi, la sua storia, le sue preferenze condizionano inevitabilmente l impresa nella sua totalità, comprese le scelte strategiche e le decisioni finanziarie. E per questo che, nel modello interpretativo che proponiamo all attenzione dei lettori, emerge la definizione di capitalismo personale delle MI italiane. Non si può studiare la media impresa pensando di avere dinnanzi un istituzione aziendale priva di personalità, fatta solo di ruoli, di regole e di procedure. La media impresa assomiglia, in tal senso, alla piccola impresa perché vive e respira attraverso l imprenditore e tutti i collaboratori che lo circondano. - Bilanci di Marca. Premio ai migliori bilanci delle Marche. Partecipazione al progetto di ricerca Bilanci di Marca per le prime sei edizioni ( ). La collaborazione ha riguardato l analisi dei documenti di bilancio delle imprese facenti parte del campione e l attribuzione del punteggio per l elaborazione della graduatoria finale. - Progetto di ricerca IAS/IFRS in collaborazione con PricewaterhouseCoopers: i principi contabili internazionali e le imprese non quotate, opportunità, vincoli, effetti economici. Analisi degli effetti del passaggio agli IAS/IFRS sulle principali voci di bilancio: immobilizzazioni immateriali, materiali, finanziarie, rimanenze, strumenti finanziari, TFR, risultato d esercizio e patrimonio netto. - Responsabilità sociale d impresa e territorio. L esperienza delle piccole e medie imprese marchigiane. Analisi di un caso aziendale: TVS s.p.a. e la certificazione SA8000:

5 1. PUBBLICAZIONI 1. Fabio Giulio Grandis, PALAZZI F. (2015). The valuation methods for small and medium-sized enterprises. In: Piccola impresa/small Business, N. 2 (ISSN: in stampa). 2. Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2015). Medie imprese italiane: un indagine sui valori d impresa. In: Piccola impresa/small Business, N. 1 (ISSN: ). 3. Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2015). Social capital and SMEs: an exploratory case study. In: Journal of International Business and Economics, Volume 15, Number 2, (ISSN: ). 4. Paola Demartini, PALAZZI F. (2014). La comunicazione economico-finanziaria e le medie imprese italiane. In: Medie imprese italiane e IAS/IFRS. Opportunità, vincoli, effetti economici. Quaderno n. 19 Scuola di Economia Università degli Studi di Urbino Carlo Bo ISBN: Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2014). The Investments in the Social Capital by SMEs. In: 18th IAMB (International Academy of Management and Business) Conference Proceedings, September 17-19, 2014, Rome, Italy, ISSN: Fabio Giulio Grandis, PALAZZI F. (2014). The Valuation of Small and Medium-sized Enterprises. In: 18th IAMB (International Academy of Management and Business) Conference Proceedings, September 17-19, 2014, Rome, Italy, ISSN: Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2014). Italian Medium-sized Enterprises: Entrepreneurial or Managerial? A Typology Approach. In: The European Entrepreneurship: How Entrepreneurs (Should) Act in Global Business Environment. Albena (Bulgaria), 9-11 Settembre 2013, Sofia: BAMDE (Bulgarian Association for Management Development), vol. 1, p , ISBN/ISSN: Ciambotti M., Demartini P., Palazzi F., 2013, The equity s research by the Italian medium-sized enterprises: Private Equity, Aim Italia-MAC or MTA?, Quaderno di economia aziendale n. 17, Scuola di Economia di Urbino, Editrice Montefeltro (ISBN ). 9. Palazzi F., 2012, Medie imprese italiane, sviluppo e corporate finance. I valori del capitalismo personale, Collana Piccola Impresa/Small Business, Franco Angeli, Milano (ISBN ). 10. Ciambotti M., Demartini P., Palazzi F., 2012, The Rise of Medium-Sized Enterprises in Europe. Beyond the Dualistic Model: Small vs. Large Firms, Journal of Marketing Development and Competitiveness, vol. 6(3) (ISSN ). 11. Demartini P., Palazzi F., 2011, Growth Processes and Corporate Finance in Italian Medium-sized Family Businesses, CD-rom 3 Workshop - I processi innovativi nelle piccole imprese. Le sfide oltre la crisi, settembre 2011, Urbino (ISBN ) pagg The 56th Annual ICBS World Conference Changes in Perspectives of Global Entrepreneurship and Innovation, Stockholm, Sweden June 2011, Accepted paper: Demartini P., Palazzi F., 2011, The Rise of Medium-sized Enterprises in Europe. Beyond the dualistic model: small vs large firms (Abstracts from ICSB ISBN ). 13. Palazzi F., 2011, Sviluppo e capitali delle medie imprese familiari italiane. I casi paradigmatici di The Bridge e Piquadro, Piccola Impresa/Small Business, n. 2 (ISSN ). 14. Palazzi F., 2010, La finanza come volano per la crescita aziendale. Il caso Piquadro, Piccola Impresa/Small Business, n. 2 (ISSN ). 15. Palazzi F., 2009, TVS s.p.a. e la certificazione SA8000:2001 in Matacena A., Del Baldo M. (a cura di), Responsabilità sociale d impresa e territorio. L esperienza delle piccole e medie imprese 5

6 marchigiane, Collana Piccola Impresa/Small Business, Franco Angeli, Milano (ISBN ). 2. SEGNALAZIONI E RECENSIONI PER LA RIVISTA PICCOLA IMPRESA/SMALL BUSINESS 1. Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 3 anno 2011: M.A. Fitzgerald, G.W. Haynes, H.L. Schrank, S.M. Danes, Socially Responsible Processes of Small Family Business Owners: Exploratory Evidence from the National Family Business Survey, Journal of Small Business Management, vol. 48, n. 4, Recensione in Piccola Impresa/Small Business, n. 2 anno 2011: Confindustria, Ricerche e Studi R&S, Unioncamere Centro Studi, Medium-Sized Enterprises in Europe, Capriolo Venturini, Milano, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 2 anno 2011: M.C. Vallejo, A Model to Study the Organizational Culture of the Family Firm, Small Business Economics, vol. 36, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 3 anno 2010: D. Iacobucci, P. Rosa, The Growth of Business Groups by Habitual Entrepreneurs: The Role of Entrepreneurial Teams, Entrepreneurship Theory and Practice, March, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 3 anno 2010: J. Levie, B.B. Lichtenstein, A Terminal Assessment of Stages Theory: Introducing a Dynamic States Approach to Entrepreneurship, Entrepreneurship Theory and Practice, March, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 1 anno 2010: B. Headd, B. Kirchhoff, The Growth, Decline and Survival of Small Businesses: An Exploratory Study of Life Cycles, Journal of Small Business Management, Vol. 47, n. 4, Recensione in Piccola Impresa/Small Business, n. 1 anno 2010: A. Matacena, M. Del Baldo (a cura di), Responsabilità sociale d impresa e territorio. L esperienza delle piccole e medie imprese marchigiane, Collana Piccola Impresa/Small Business, Franco Angeli, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 2 anno 2009: T. Voléry, K. Gundolf, Développements récents de la recherche germanophone en entrepreneuriat et PME. Une Analyse des articles parus de 1997 à 2006, Revue internationale P.M.E., vol. 21, n. 3-4, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 3 anno 2008: Y. Robichaud, E. McGraw, Les motivations entrepreneuriales comme facteur explicatif de la taille des enterprises, Journal of Small Business and Entrepreneurship, vol. 21, n. 1, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 3 anno 2008: A. Paradas, Le dirigeant comme levier de la RSE en TPE, Revue internationale P.M.E., vol. 20, n. 3-4, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 2 anno 2008: N. Levratto, La PME indépendante et performante, mythe ou réalité? Une analyse fondée sur le phénomène des microgroupes en France, Revue Internationale P.M.E., vol. 20, n. 2, Segnalazione in Piccola Impresa/Small Business, n. 1 anno 2008: J.C. Pacitto, P.A. Julien, La moyenne entreprise, en tant que groupe, existe-t-elle? Le détour par le marketing, Revue Internationale P.M.E., vol. 20, n. 1, PARTECIPAZIONE A CONVEGNI/WORKSHOP NAZIONALI E INTERNAZIONALI 6

7 1. Presentazione del paper alla Conferenza Internazionale organizzata da International Academy of Business and Economics (IABE), che si è tenuta a Roma (18-20 giugno 2015) presso l Università degli Studi Roma Tre: Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2015), Social capital and SMEs: an exploratory case study. 2. Relazione al XIV Convegno Internazionale UNIPROF Consorzio Le competenze che creano valore (intangibles), dal titolo Gli investimenti in capitale sociale. Il ruolo dell imprenditore nel promuovere lo sviluppo del capitale sociale interno ed esterno all impresa tenutosi a Roma Università Tor Vergata, il 28 novembre Presentazione del paper al Convegno Sidrea 2014 La dimensione etico-valoriale nel governo delle aziende che si è tenuto a Palermo nei giorni settembre: Massimo Ciambotti, PALAZZI F. (2014), Medie imprese italiane: un indagine sui valori d impresa. 4. Presentazione del paper alla 18a Conferenza Internazionale IAMB che si è tenuta a Roma nei giorni settembre 2014: Fabio Giulio Grandis, PALAZZI F. (2014). The Valuation of Small and Medium-sized Enterprises. In: 18th IAMB (International Academy of Management and Business) Conference Proceedings, Rome, Italy, ISSN: Presentazione del paper dal titolo Italian medium-sized enterprises: entrepreneurial or managerial? A typology approach a Fifth Anniversary International Conference The European Entrepreneurship: How Entrepreneurs (should) Act in Global Business Environment in Bulgaria Albena (Varna) nel periodo 9-11 settembre Relazione all incontro di presentazione del volume Medie imprese italiane, sviluppo e corporate finance. I valori del capitalismo personale tenutosi il 15 maggio 2013 alle ore 15,30 presso la Sala del Consiglio di Palazzo Battiferri dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. 7. Partecipazione al seminario I processi di crescita nelle piccole imprese tenuto dal dott. Gerardo Urti, direttore generale della società Emmedue spa, giovedì 8 maggio dalle ore 11 alle ore 13 presso l aula 11 di Palazzo Battiferri nell ambito del corso di Economia e Governo delle Piccole Imprese. 8. XII Convegno Annuale dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Roma, dal titolo Il mondo delle piccole e medie imprese, tenutosi a Roma, Università di Tor Vergata, il 7 dicembre 2012; presentazione della relazione Aspetti di corporate finance nelle medie imprese italiane. I valori del capitalismo personale. 9. Partecipazione alla presentazione dell indagine Mediobanca-Unioncamere Le medie imprese industriali del Nord-Est, Camera di commercio di Parma, 22 maggio Convegno Bilanci di Marca. Premio per i migliori bilanci delle Marche, sede di Fano della Facoltà di Economia, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, 16 dicembre 2011; 11. Partecipazione al workshop - I processi innovativi nelle piccole imprese. Le sfide oltre la crisi, settembre 2011, Università di Urbino con presentazione del paper Demartini P., Palazzi F., 2011, Growth Processes and Corporate Finance in Italian Medium-sized Family Businesses. 12. Convegno SIDREA 2010 I risultati aziendali: significato, misurazione, comunicazione, Napoli, Università Federico II, 1-2 dicembre; accettazione del paper di Palazzi F., Sviluppo e capitali delle medie imprese familiari italiane i casi paradigmatici di The Bridge e Piquadro. 13. Partecipazione al Convegno Bilanci di Marca. Premio per i migliori bilanci delle Marche, Università degli Studi di Macerata, 21 gennaio 2010; 14. RENT XXIII Research in Entrepreneurship and Small Business, Budapest, Hungary, novembre 2009; partecipazione al Doctoral Workshop tenutosi il 18 novembre 2009, con presentazione del proposal paper Corporate Finance for the Development of Italian Medium-Sized Enterprises ; 15. Convegno Imprese e Bilanci. Criticità e novità nell attuale scenario economico organizzato dall Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e PricewaterhouseCoopers presso Palazzo Ciacchi, Pesaro, 28 maggio 2009; presentazione dei risultati della 7

8 ricerca empirica condotta nell ambito del progetto I principi contabili internazionali e le imprese non quotate: opportunità, vincoli, effetti economici ; 16. 9th AIDEA Youth International Workshop Corporate Governance, Information and Control in an Evolutionary Context presso la Facoltà di Economia dell Università di Napoli Federico II, 3-4 aprile 2009; presentazione del paper Palazzi F., 2009, Corporate Governance and Financial Structure of Enterprises of the 4th Italian Capitalism ; 17. Partecipazione al Convegno Aidea 2008 accettazione paper Demartini P., Palazzi F., 2008, Processi decisionali, governance e struttura finanziaria delle imprese del quarto capitalismo italiano, Cd-rom 31 Convegno Aidea Napoli 16 e 17 ottobre 2008, Corporate Governance: Governo, Controllo e Struttura Finanziaria. 4. ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE DIDATTICA Per l anno accademico 2012/2013 si è svolta attività di collaborazione al corso di Ragioneria I presso la sede di Fano. Nello specifico, la sottoscritta si è occupata della parte di contabilità generale: - Regole generali di contabilità; - Scritture di costituzione; - Scritture relative alle operazioni di acquisto, rettifica e regolamento dei debiti; - Scritture relative alle operazioni di vendita, rettifiche delle vendite e regolamento dei crediti; - Scritture relative al lavoro dipendente; - Scritture relative all ottenimento del capitale di terzi; - Scritture relative alle immobilizzazioni con rilevazione di plusvalenze e minusvalenze; sopravvenienze e insussistenze; - Scritture di assestamento; - Scritture di epilogo e di chiusura generale; - Scritture di riapertura. La sottoscritta ha svolto attività di collaborazione didattica negli anni accademici 2006/2007, 2007/2008, 2008/2009 nell ambito dei corsi di Ragioneria Generale ed Applicata I ed Economia e Governo delle Piccole Imprese. In particolare gli argomenti trattati sono stati i seguenti: Ragioneria Generale ed Applicata I: - principi generali di redazione del bilancio d esercizio (artt bis C.C.); - struttura e contenuto degli schemi di bilancio (artt C.C.); - scritture contabili relative a operazioni di acquisto, regolamento del debito, operazioni di vendita, regolamento del credito, crediti e debiti di finanziamento, immobilizzazioni materiali e immateriali (trattamento oneri accessori, ammortamento, alienazione), scritture di integrazione (ratei attivi e passivi, fatture da ricevere e da emettere, fondi spese e fondi rischi, scritture di rettifica, scritture di epilogo e chiusura generale, scritture di apertura generale e iniziali di storno. Economia e governo delle piccole imprese: - modello di specializzazione flessibile, i sistemi locali di piccole imprese; - l imprenditorialità secondo l indirizzo storico e analitico, imprenditorialità e managerialità, l imprenditorialità manageriale, tipologie di piccoli imprenditori; - analisi di un caso aziendale (gruppo Fiam e l imprenditore Livi); - tipologie di piccole imprese, il modello di Greiner, il modello di Churchill e Lewis, il ciclo di vita dell imprenditore; - strategie di turnaround delle piccole imprese; - strategie di internazionalizzazione delle piccole imprese. 8

9 5. LINGUE STRANIERE Conoscenza della lingua inglese (livello B1). Conoscenze scolastiche della lingua francese e tedesca. Luogo e data Firma 9

Curriculum Vitae di Federica Palazzi

Curriculum Vitae di Federica Palazzi Curriculum Vitae di Federica Palazzi INFORMAZIONI PERSONALI Palazzi Federica nata a Fano (PU), il 28 gennaio 1979 residente in Montelabbate (PU), via Castello Farneto n. 22, cap. 61025. C.F. PLZ FRC 79A68

Dettagli

Mario Ossorio Curriculum vitae

Mario Ossorio Curriculum vitae Mario Ossorio Curriculum vitae Posizione accademica attuale Ricercatore in Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Economia della Seconda Università degli Studi di Napoli. Formazione

Dettagli

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome: MAZZU SEBASTIANO E-mail: s.mazzu@unict.it Nazionalità: ITALIANA Data e luogo di nascita: 27/11/1967 - BARCELLONA POZZO DI GOTTO

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE

FACOLTA DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L/18 Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE SSD SECS-P/07 CFU 9 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. PAOLA PAOLONI E-mail: paola.paoloni@unicusano.it

Dettagli

G R A Z I A D I C U O N Z O

G R A Z I A D I C U O N Z O G R A Z I A D I C U O N Z O ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2 Dicembre 2013 ad oggi Titolare di assegno di ricerca (s.s.d. SECS-P/07) dal titolo I marchi di impresa: un analisi empirica dei divari tra valori e

Dettagli

Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato

Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato Ordinario di Economia Aziendale Dipartimento di Economia e Management Università di Ferrara Percorso Universitario Dal 1 Novembre 2012, Vice Direttore del

Dettagli

CURRICULUM DI LUCIANO D AMICO

CURRICULUM DI LUCIANO D AMICO CURRICULUM DI LUCIANO D AMICO PROFESSORE ORDINARIO DI ECONOMIA AZIENDALE NELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO Notizie di carattere generale - Nato il 3 gennaio 1960 a Torricella Peligna (CH) e residente

Dettagli

Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali

Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali Il 6 aprile 1993: conseguito il Diploma di laurea in Economia Aziendale con il punteggio di 110/110 e lode. CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente

Dettagli

f r A g Curriculum Vitae Concetta Carnevale www.fargroup.eu Curriculum vitae con indicazione delle principali attività accademiche e professionali

f r A g Curriculum Vitae Concetta Carnevale www.fargroup.eu Curriculum vitae con indicazione delle principali attività accademiche e professionali Francesco Dainelli Curriculum Vitae 2011 www.fargroup.eu f r A g Curriculum Vitae Concetta Carnevale Curriculum vitae con indicazione delle principali attività accademiche e professionali 25/02/2014 0

Dettagli

nelle aziende (XX ciclo) Università degli Studi di Parma POSIZIONE ACCADEMICA ATTUALE POSIZIONE UNIVERSITARIA

nelle aziende (XX ciclo) Università degli Studi di Parma POSIZIONE ACCADEMICA ATTUALE POSIZIONE UNIVERSITARIA (Aggiornato a MARZO 2013) NOME E COGNOME E-MAIL Paola Ramassa ramassa@economia.unige.it CURRICULUM STUDI LAUREA Laurea in Economia e Commercio (indirizzo aziendale) Università degli Studi di Genova DOTTORATO

Dettagli

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it ATTUALE POSIZIONE ACCADEMICA Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari

Dettagli

Mario Ossorio Curriculum vitae

Mario Ossorio Curriculum vitae Mario Ossorio Curriculum vitae Informazioni personali Data e luogo di nascita: Nazionalità: e-mail: 22/06/1977 - Napoli, Italia Italiana mario.ossorio@unina2.it Posizione accademica attuale 2012 - Ricercatore

Dettagli

CURRICULUM VITAE PROF. RICCARDO VIGANO

CURRICULUM VITAE PROF. RICCARDO VIGANO Note biografiche CURRICULUM VITAE PROF. RICCARDO VIGANO Luogo di nascita: Napoli Data di Nascita: 22.04.1969 Contatti: (email: riccardo.vigano@unina.it) (tel: +39 081 7614491) (fax: +39 081 669987) (skype:

Dettagli

CURRICULUM VITAE E DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA PROF. PAOLO ROFFIA NOTE BIOGRAFICHE

CURRICULUM VITAE E DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA PROF. PAOLO ROFFIA NOTE BIOGRAFICHE CURRICULUM VITAE E DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA PROF. PAOLO ROFFIA NOTE BIOGRAFICHE Nato a Mantova, il 05/07/1970 Dottore di ricerca in Economia Aziendale (PhD) XI ciclo, Università di Pisa, 1999.

Dettagli

Modina Silvio. Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075 348 3017886 silvio.modina@unimib.it

Modina Silvio. Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075 348 3017886 silvio.modina@unimib.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome E-mail Nazionalità Luogo e Data di nascita Codice Fiscale Modina Silvio Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075

Dettagli

F A B R I Z I O M I C O Z Z I

F A B R I Z I O M I C O Z Z I F A B R I Z I O M I C O Z Z I DATI PERSONALI Nome: Fabrizio Cognome: Micozzi Nazionalità: italiana Data di nascita: 10/04/1971 Luogo di nascita: Macerata Residenza: Osimo via Cagiata n. 23 Recapiti: tel.

Dettagli

Matteo Principi matteo.principi@unimc.it

Matteo Principi matteo.principi@unimc.it Matteo Principi matteo.principi@unimc.it FORMAZIONE Assegno di ricerca sul tema Il controllo di gestione nelle imprese che ricorrono all outsourcing logistico presso l Università di Corso Anatocismo: aspetti

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT. Classe L-18 Insegnamento di STATISTICA

FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT. Classe L-18 Insegnamento di STATISTICA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT Classe L-18 Insegnamento di STATISTICA SSD:SECS-S/01 CFU 6 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. GABRIELE SERAFINI E-mail: gabriele.serafini@unicusano.it

Dettagli

Elvira Anna Graziano. Curriculum Vitae

Elvira Anna Graziano. Curriculum Vitae Elvira Anna Graziano Curriculum Vitae DATI ANAGRAFICI Cognome e Nome Elvira Anna Graziano Data di nascita 06/02/1984 Luogo di nascita Cariati (CS) Residenza Via Beata Teodora, 14 87067 Rossano (CS) Domicilio

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Prof. Roberto Di Pietra ROBERTO DI PIETRA MAY, 2015 1 Roberto Di Pietra Informazioni generali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

Social economics and innovation - SEI Corso di perferzionamento 30 CFU

Social economics and innovation - SEI Corso di perferzionamento 30 CFU I Edizione / Formula weekend OTTOBRE 2015 APRILE 2016 Social economics and innovation - SEI Corso di perferzionamento 30 CFU 2015 / 2016 PA, Sanità e No Profit In collaborazione con DIRETTORE Matteo Giuliano

Dettagli

Giuseppe Di Martino. CONTATTI e-mail: giuseppe.dimartino@unibocconi.it FORMAZIONE

Giuseppe Di Martino. CONTATTI e-mail: giuseppe.dimartino@unibocconi.it FORMAZIONE Giuseppe Di Martino CONTATTI e-mail: giuseppe.dimartino@unibocconi.it FORMAZIONE Aprile 2012, Università Statale degli Studi di Trieste Dottorato di Ricerca in Finanza Aziendale SECS-P/09 Titolo e Descrizione

Dettagli

Viale Muratori, 235 41124 Modena, Italia +39 340 8129980 paolo.ditoma@unimore.it. Data di nascita 23/06/1967 Nazionalità Italiana

Viale Muratori, 235 41124 Modena, Italia +39 340 8129980 paolo.ditoma@unimore.it. Data di nascita 23/06/1967 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Di Toma [ Viale Muratori, 235 41124 Modena, Italia +39 340 8129980 paolo.ditoma@unimore.it Data di nascita 23/06/1967 Nazionalità Italiana POSIZIONE ATTUALE Professore Associato

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

ANNALISA SENTUTI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. annalisa.sentuti@uniurb.it

ANNALISA SENTUTI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. annalisa.sentuti@uniurb.it ANNALISA SENTUTI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA UNIVERSITÀ DI APPARTENENZA E-MAIL Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Dipartimento di Economia, Società e Politica (DESP) via Saffi,

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI OLIVA NADIA

CURRICULUM VITAE DI OLIVA NADIA CURRICULUM VITAE DI OLIVA NADIA DATI PERSONALI Nata a Benevento il 26/05/1982 ISTRUZIONE 2010 - Dottorato di ricerca in Programmazione e Controllo (XXII Ciclo) presso il Dipartimento di Scienze Aziendali

Dettagli

CURRICULUM CATTANEO CRISTIANA

CURRICULUM CATTANEO CRISTIANA CURRICULUM CATTANEO CRISTIANA Updated June 2014 Born: Como (Italy) Date of birth: 24-6-1963 DEGREES 1987 University Degree Economics and Business Administration, University of Bergamo, votazione 110 e

Dettagli

Economia dell Ambiente e del Territorio Geopolitiche per lo Sviluppo Università degli Studi G. Marconi Via Plinio, 42 - Roma

Economia dell Ambiente e del Territorio Geopolitiche per lo Sviluppo Università degli Studi G. Marconi Via Plinio, 42 - Roma Curriculum Vitae Europass di CARLO AMENDOLA Informazioni personali Nome / Cognome CARLO AMENDOLA E-mail carlo.amendola@uniroma1.it Esperienza professionale Date Dal 2011 Lavoro o posizione ricoperti Ricercatore

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA. Classe LM-56 Insegnamento di STATISTICA ECONOMICA

FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA. Classe LM-56 Insegnamento di STATISTICA ECONOMICA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA Classe LM-56 Insegnamento di STATISTICA ECONOMICA SSD:SECS-S/03 CFU 9 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. GABRIELE SERAFINI E-mail: gabriele.serafini@unicusano.it

Dettagli

Curriculum Vitae. Laura Rocca

Curriculum Vitae. Laura Rocca Curriculum Vitae Informazioni personali Nome/Cognome E-mail laura.rocca@unibs.it Cittadinanza Italiana Data di nascita 10/04/1985 Istruzione e formazione Dal 10/2007 al 03/2010 Titolo della qualifica rilasciata

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E A L B E R T O B U R C H I DATI PERSONALI Data di nascita: Luogo di nascita: Residenza: Recapito telefonico: Indirizzo di posta elettronica: burchi@unipg.it TITOLI DI STUDIO

Dettagli

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016.

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016. Procedura selettiva per un posto di professore universitario di seconda fascia ex art. 18 legge 30 dicembre 2010 n. 240, presso il Dipartimento di giurisprudenza (sede di Roma), settore scientifico disciplinare

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

Partecipazione ai progetti di ricerca annuali finanziati con Fondi di Ricerca di Ateneo, responsabile scientifico Prof. Riccardo Resciniti

Partecipazione ai progetti di ricerca annuali finanziati con Fondi di Ricerca di Ateneo, responsabile scientifico Prof. Riccardo Resciniti CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome: DONATELLA FORTUNA Indirizzo: via Avellino n. 18, 82100, Benevento Telefono: 3491450428 Email: donatella.fortuna@unisannio.it Data di nascita: 29/07/1976 Luogo

Dettagli

PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI

PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI Telefono 080 5027305 340 3646451 Fax 080 5575662 E-mail ppassaro@disag.uniba.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandro Garlassi Indirizzo Via Marco praga n. 15, 42123 Reggio Emilia (RE) Telefono 347.4341527 Fax 0522.442161 E-mail a.garlassi@mmcontrol.it a.garlassi@gmail.com

Dettagli

CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA

CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA DI THOMAS TASSANI FORMAZIONE Il 10/7/1997 si laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università degli Studi di Bologna con votazione

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione Curriculum Vitae Informazioni personali Nome / Cognome Alessandra Rosa E-mail alessandra.rosa3@unibo.it - rosa.ale2@gmail.com Cittadinanza Italiana Data di nascita 27/07/1978 Istruzione e Date 11/2007-11/2010

Dettagli

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE PRESSO IL DIPARTIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

CURRICULUM VITAE DEL DOTT. CARLO VERMIGLIO

CURRICULUM VITAE DEL DOTT. CARLO VERMIGLIO CURRICULUM VITAE DEL DOTT. CARLO VERMIGLIO INFORMAZIONI PERSONALI DATA DI NASCITA: 12 MAGGIO 1981 RESIDENZA: MESSINA INDIRIZZO: PIAZZA CATALANI N. 6 CAP 98122 TELEFONO: 090/712848 MAIL: carlo.vermiglio@unirc.it

Dettagli

PROCEDURA SELETTIVA PER LA CHIAMATA DI UN PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/08

PROCEDURA SELETTIVA PER LA CHIAMATA DI UN PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/08 PROCEDURA SELETTIVA PER LA CHIAMATA DI UN PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/08 (Decreto del Rettore n. 413 del 12 maggio 2014, modificato

Dettagli

S A B R I N A L E O. POSIZIONE ATTUALE: Assegnista di ricerca FORMAZIONE

S A B R I N A L E O. POSIZIONE ATTUALE: Assegnista di ricerca FORMAZIONE S A B R I N A L E O POSIZIONE ATTUALE: Assegnista di ricerca FORMAZIONE Novembre 2013 (21-22 novembre) Sapienza Università di Roma. Partecipazione Corso di Formazione Come presentare una proposta di successo

Dettagli

Formazione, attività scientifica e/o professionale

Formazione, attività scientifica e/o professionale CHRISTIAN FAVINO Foggia, 12 settembre 1975 christian.favino@unifg.it Formazione, attività scientifica e/o professionale Titoli accademici e altri titoli Ricercatore confermato in Economia Aziendale presso

Dettagli

DOMENICO SARNO CURRICULUM VITAE. Professore Ordinario di Economia Politica alla Seconda Università di Napoli, Dipartimento di Economia.

DOMENICO SARNO CURRICULUM VITAE. Professore Ordinario di Economia Politica alla Seconda Università di Napoli, Dipartimento di Economia. DOMENICO SARNO CURRICULUM VITAE Luogo e anno di nascita: Avellino, 1956 Residenza: Avellino, via Macchia, 25/A; Stato civile: coniugato con un figlio. Posizione attuale Professore Ordinario di Economia

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA 1. Articolazione (moduli, unità didattiche ) delle conoscenze e dei contenuti. PROGRAMMA ECONOMIA AZIENDALE E GEO POLITICA CLASSE 4 RIM Libro di testo : Astolfi, Nazzaro, Rascioni & Ricci IMPRESA E MERCATI

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

CHIARA BERTI CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA INTERESSI DI RICERCA E SUPPORTO ALLA DIDATTICA FORMAZIONE

CHIARA BERTI CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA INTERESSI DI RICERCA E SUPPORTO ALLA DIDATTICA FORMAZIONE CHIARA BERTI CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA Dati personali Nata a Faenza il 14.08.1986 Cittadinanza Italiana Residente a Castel Bolognese, via Zanelli, 529 48014 Tel. +39 333 7340594 Posizione

Dettagli

CURRICULUM VITAE SCIENTIFICO

CURRICULUM VITAE SCIENTIFICO CURRICULUM VITAE SCIENTIFICO del Prof. Alberto Kunz Alberto Kunz è nato a Napoli il 17 settembre 1972 ed ivi risiede in Roma, alla via Valle Corteno n. 29, C.F. KNZ LRT 72P17 F839I. GLI STUDI Alberto Kunz

Dettagli

14/02/2008 Dottore di ricerca in Dottrine economico-aziendali e governo dell impresa XX ciclo, Università degli studi di Napoli Parthenope

14/02/2008 Dottore di ricerca in Dottrine economico-aziendali e governo dell impresa XX ciclo, Università degli studi di Napoli Parthenope C U R R I C U L U M V I T A E R A F F A E L E F I O R E N T I N O RICERCATORE IN ECONOMIA AZIENDALE PROFESSORE AGGREGATO DI STRATEGIA E POLITICA AZIENDALE FACOLTÀ DI ECONOMIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI

Dettagli

Formazione, attività scientifica e/o professionale

Formazione, attività scientifica e/o professionale GIAN MATTEO CIAMPAGLIA Roma, 08.07.1969 gianmatteo.ciampaglia@unifg.it pec: gciampaglia@pec.it matteo@ciampaglia.net Formazione, attività scientifica e/o professionale Titoli accademici e altri titoli:

Dettagli

La porta d accesso alle aziende

La porta d accesso alle aziende Laurea Magistrale Economia e Management La porta d accesso alle aziende Presidente: Prof. Maria Francesca Renzi (renzi@uniroma3.it) (lm.economia.management@uniroma3.it ) Indice Obiettivi Struttura e articolazione

Dettagli

INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA CAPITOLO II IL CAPITALE O PATRIMONIO

INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA CAPITOLO II IL CAPITALE O PATRIMONIO INDICE ( 1 ) PARTE PRIMA CONCETTI FONDAMENTALI DELLA RAGIONERIA CAPITOLO I L AZIENDA 1.1. Analisi del concetto di azienda.... pag. 3 1.2. Azienda e ambiente....» 11 1.3. Tipologie di aziende....» 14 1.4.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Anno scolastico 2011/12 Classe 5^BM TOMO 1 MODULO 1: LA GESTIONE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI CAPITOLO 1: Le caratteristiche delle imprese industriali 1. Il sistema produttivo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE

CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE CORSO DI FORMAZIONE: COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE CORSO COME ACCEDERE AL MERCATO DEI CAPITALI PER LE IMPRESE I DESTINATARI Il percorso formativo è stato specificamente modulato

Dettagli

VERBALEN.2 ESAME DEL PROFILO DEI CANDIDATI

VERBALEN.2 ESAME DEL PROFILO DEI CANDIDATI _., ~- '-a. OGGETTO: Procedura di valutazione per il reclutamento di n. l ricercatore a tempo determinato per il settore concorsuale 13/Bl ECONOMIA AZIENDALE, settore scientifico disciplinare SECS P/07

Dettagli

Modina Silvio. silvio.modina@unimib.it FIRENZE, 11 FEBBRAIO 1959 MDN SLV 59B11 D612B

Modina Silvio. silvio.modina@unimib.it FIRENZE, 11 FEBBRAIO 1959 MDN SLV 59B11 D612B CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Indirizzo Modina Silvio VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA E-mail Nazionalità Luogo e Data di nascita Codice Fiscale silvio.modina@unimib.it ITALIANA FIRENZE,

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 IPRASE propone in collaborazione con la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, un percorso per i Dirigenti scolastici

Dettagli

Dal 2005 Professore associato di Economia aziendale SECS P/07 (conferma in ruolo nel 2008)

Dal 2005 Professore associato di Economia aziendale SECS P/07 (conferma in ruolo nel 2008) CATTANEO CRISTIANA aggiornato a giugno 2014 Luogo di nascita: Como Data di nascita: 24-6-1963 TITOLI DI STUDIO 1987 Laurea in Economia e commercio, conseguita presso Università degli Studi di Bergamo,

Dettagli

CURRICULUM VITAE MICHELA MARCHIORI. DATA E LUOGO DI NASCITA: 26/ 04 / 1957 a Genova

CURRICULUM VITAE MICHELA MARCHIORI. DATA E LUOGO DI NASCITA: 26/ 04 / 1957 a Genova CURRICULUM VITAE MICHELA MARCHIORI DATA E LUOGO DI NASCITA: 26/ 04 / 1957 a Genova V IA ARTURO COLAUTTI, 26/11 00152 ROMA MOBILE: +393336899608 E-MAIL: mmurb@tin.it FORMAZIONE E POSIZIONE ATTUALE Laurea

Dettagli

n. 5 ( di cui 4 con borsa e 1 senza) Cittadini extracomunitari n. 0 laureati in università estere, borsisti di stati esteri n.

n. 5 ( di cui 4 con borsa e 1 senza) Cittadini extracomunitari n. 0 laureati in università estere, borsisti di stati esteri n. Allegato n. 5 A CURRICULUM A: Institutions, Finance and Economic Development DOTTORATO IN GOVERNANCE, MANAGEMENT AND ECONOMICS Posti totali n. 5 ( di cui 4 con borsa e 1 senza) Cittadini extracomunitari

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE ECONOMICHE Classe LM/56. Insegnamento di Principi Contabili Internazionali

FACOLTA DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE ECONOMICHE Classe LM/56. Insegnamento di Principi Contabili Internazionali FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE ECONOMICHE Classe LM/56 Insegnamento di Principi Contabili Internazionali SSD SECS P/07 CFU 9 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. Michele Pisani E-mail:

Dettagli

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore Indice Prefazione alla seconda edizione Autori Ringraziamenti dell Editore XIII XXI XXII Capitolo 1 Elementi di economia e organizzazione aziendale 1 1.1 La natura e il fine economici dell impresa 1 1.1.1

Dettagli

Articolo 1 Denominazione del Corso di Laurea Specialistica e classe di appartenenza

Articolo 1 Denominazione del Corso di Laurea Specialistica e classe di appartenenza REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN DIREZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (71/S Classe delle lauree specialistiche in scienze delle pubbliche amministrazioni) Articolo 1 Denominazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Anna Maria Taccone: nata ad Avezzano (AQ) il 12-09-1969 email: studiotaccone@virgilio.it

CURRICULUM VITAE. Anna Maria Taccone: nata ad Avezzano (AQ) il 12-09-1969 email: studiotaccone@virgilio.it CURRICULUM VITAE Anna Maria Taccone: nata ad Avezzano (AQ) il 12-09-1969 email: studiotaccone@virgilio.it STUDI: Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Economico Aziendale, conseguita con votazione

Dettagli

MASSIMO BELLOTTO CURRICULUM VITAE

MASSIMO BELLOTTO CURRICULUM VITAE MASSIMO BELLOTTO CURRICULUM VITAE Nato: Venezia il 18 maggio 1947. Residente: Res. Seminario 842, 20090 Milano 2 Segrate (MI) I. CURRICULUM DEGLI STUDI Conseguita la Maturità Classica, si è laureato in

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI STUDI DI IMPRESA, GOVERNO E FILOSOFIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA (Master in presenza)

Dettagli

Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista

Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista Con il corso di laurea in Economia Aziendale la Facoltà di Economia di Urbino prepara alla professione di dottore commercialista La Facoltà di Economia propone il corso di laurea in Economia Aziendale,

Dettagli

Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16

Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16 Università degli Studi di Catania - Dipartimento di Economia e impresa Corso di Laurea in Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Anno Accademico 2015/16 Marketing (Anno II, semestre I, n 9

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

Fondi Europei: opportunità di crescita per le aziende

Fondi Europei: opportunità di crescita per le aziende CORSO Fondi Europei: opportunità di crescita per le aziende Destinatari Imprenditori e Top Management 10, 17, 23, 30 maggio 2014 Finalità Conoscere l Unione Europea, la sua strategia e la sua programmazione

Dettagli

Curriculum Vitae FABIO FORLANI

Curriculum Vitae FABIO FORLANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ART. 46 D.P.R. 28.12.2000, N 445) Il sottoscritto FABIO FORLANI nato a Morciano di Romagna il 25/05/1973 residente a Mondaino via San Teodoro 540, consapevole

Dettagli

Curriculum Vitae FABIO FORLANI

Curriculum Vitae FABIO FORLANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ART. 46 D.P.R. 28.12.2000, N 445) Il sottoscritto FABIO FORLANI nato a Morciano di Romagna il 25/05/1973 residente a Mondaino via San Teodoro 540, consapevole

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

Silvia Salerno. INFORMAZIONI PERSONALI Nome. Data di nascita 18 dicembre 1969 Qualifica. Amministrazione. Incarico attuale.

Silvia Salerno. INFORMAZIONI PERSONALI Nome. Data di nascita 18 dicembre 1969 Qualifica. Amministrazione. Incarico attuale. 1 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Silvia Salerno Data di nascita 18 dicembre 1969 Qualifica EP Amministrazione Università degli Studi di Palermo Incarico attuale Responsabile del Settore Programmazione, Controllo

Dettagli

Unità A Il bilancio d esercizio: significato e formazione

Unità A Il bilancio d esercizio: significato e formazione I s t i t u t o P r o f e s s i o n a l e p e r i S e r v i z i C o m m e r c i a l i Tu r i s t i c i A l b e r g h i e r i e d e l l a R i s t o r a z i o n e G. M a t t e o t t i 5 6 1 2 4 - P i s a

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE AZIENDE E DEI SERVIZI TURISTICI REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015

Dettagli

PROF. UMBERTO BOCCHINO NOTIZIE ACCADEMICHE

PROF. UMBERTO BOCCHINO NOTIZIE ACCADEMICHE PROF. UMBERTO BOCCHINO NOTIZIE ACCADEMICHE Dall Ottobre 2014 docente di Comunicazione Finanziaria delle Banche e delle Assicurazioni nei corsi di Laurea Magistrale in Finance and Insurance ed in quello

Dettagli

PETRUZZELLI SAVERIO Curriculum vitae et studiorum

PETRUZZELLI SAVERIO Curriculum vitae et studiorum PETRUZZELLI SAVERIO Curriculum vitae et studiorum Informazioni personali Petruzzelli Saverio Nato a Bari il 5 agosto 1971, cittadinanza italiana Domicilio: Via Morelli, 16-76123 Andria Tel.: 348 3080441

Dettagli

pubblica amministrazione

pubblica amministrazione scenario L Ente locale oggi è diventato promotore dello sviluppo di una società territoriale sempre più dinamica, complessa ed esigente. Comuni, Provincie e Regioni rispondono alla collettività e al territorio

Dettagli

Facoltà di Economia - Curriculum in Beni di Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti UNINT.EU

Facoltà di Economia - Curriculum in Beni di Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti UNINT.EU Facoltà di Economia - Curriculum in Beni di Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti L Ateneo UNINT Università L'Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT) già «LUSPIO» - è un istituto non statale

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; DR/2015/3181 del 23/09/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto dell Ateneo; l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento

Dettagli

1. CONTABILITA GENERALE

1. CONTABILITA GENERALE 1. CONTABILITA GENERALE Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Sede di Fano Corso di Ragioneria Generale e Applicata I PARTE APPLICATA CONTABILITA GENERALE 1 Cosa si studia nel Corso

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE Classe LM 77

FACOLTÀ DI ECONOMIA. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE Classe LM 77 FACOLTÀ DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE Classe LM 77 ART. 9 REQUISITI DI ACCESSO AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE 1. Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246

Dettagli

ANDREA GARLATTI. Corso intensivo di sviluppo abilità didattiche, seguito preso la SDA Bocconi, nel 1989

ANDREA GARLATTI. Corso intensivo di sviluppo abilità didattiche, seguito preso la SDA Bocconi, nel 1989 Nato a Spilimbergo (PN) il 27 aprile 1965 Studi formali ANDREA GARLATTI Laurea in Economia aziendale, conseguita con punti 110/110 e lode presso l Università Bocconi nell anno accademico 1987/88 Dottorato

Dettagli

8 Ciclo Biennale 2011-2013

8 Ciclo Biennale 2011-2013 8 Ciclo Biennale 2011-2013 Modulo di RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA RAGIONERIA PUBBLICA Scuola Istituita dall Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Padova d Intesa con gli Ordini

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE I.S.I.S. M. Pagano G.L. Bernini - Napoli PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Classe IV, sez. D Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Anno scolastico 2014/2015 Prof. Fedele Filpi Il corso di Economia

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (M PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune)

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune) ECONOMIA E COMMERCIO A.A. 2010-11 Classe L-33 Scienze economiche http://ecom.ec.unipi.it/ 1. OBIETTIVI FORMATIVI Il corso, dal punto di vista professionale, ha lo scopo di formare esperti, dirigenti ed

Dettagli

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Incontro di Orientamento 5 maggio 2015 Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Novità : 4 nuovi curricula LM 2015/16 Novità: 2 curricula in lingua inglese; Informazioni sul primo anno;

Dettagli

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Luogo di Nascita Data di nascita Cittadinanza Nazionalità Residenza Telefono E-Mail Codice

Dettagli