Trasmissione a catena SIT

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasmissione a catena SIT"

Transcript

1 Trasmissione a catena SIT SIT S.p.. è in grado di fornire una vasta e completa gamma di pignoni e corone per catena British Standard fino a passo di due pollici inclusa una gamma a foro e cava finito. Pignoni e corone di tipo merican Standard sono disponibili su richiesta. I materiali utilizzati per i pignoni sono acciaio al carbonio di qualità (acciaio stampato o con mozzo saldato). Per condizioni di lavoro particolarmente gravose, è possibile utilizzare pignoni con dentatura temprata mentre per applicazioni in ambienti corrosivi è raccomandato l utilizzo di acciaio inossidabile. Pignoni e corone speciali o a disegno sono fornibili su richiesta. Per specifici progetti, SIT S.p.. realizza prodotti su misura quali: Pignoni e corone in acciaio inossidabile Pignoni e corone con sistemi di calettamento albero-mozzo keyless Pignoni e corone monoblocco in 2 o più passi e/o numero di denti differenti Pignoni in due sezioni tipo split sprockets Pignoni per bussola orone in ghisa 1

2 r i f f Normativa di riferimento e caratteristiche dimensionali (ISO/R 606) La nomenclatura delle ruote dentate è rappresentata dalle seguenti figure: d d R R R M d M R p d R d f M R = passo della corda (equivalente al passo della catena) = diametro max. del rullo = diametro primitivo = diametro di fondo dente = misura riferita ai perni p p 1 p d α 360 / 1 d ha re da 1 = poligono primitivo p = passo della corda (equivalente al passo della catena) = diametro primitivo d 1 = diametro max. del rullo r i = raggio della sede del rullo α = ampiezza angolare della sede del dente r e = raggio del fianco del dente h a = altezza del dente dal poligono primitivo d f = diametro di fondo dente = numero di denti B3 r r a 3 B1 ra b 1 r a B 2 b 1 b 1 B2 r a b 1 b 1 r a = larghezza raggio dente B 1, b 1 = larghezza dente ruote singole B 2,B 3 = larghezza ruote doppie e triple P t = passo trasversale r a = raggio raccordo fondo dente = raggio dello smusso del dente r 3 Pt Pt Pt r a 2

3 Diametro primitivo Il diametro primitivo dei pignoni è il diametro della circonferenza che passa attraverso il centro dei rullini della catena che avvolge la ruota dentata: Dove: p = passo della catena = numero di denti Noto il passo della catena e il numero dei denti, la tabella seguente permette un rapido calcolo del diametro primitivo della ruota dentata. Numero denti Numero denti Numero denti Numero denti 6 2, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , Diametro esterno E il diametro della circonferenza circoscritta ai denti del pignone. Nel caso di pignone a denti pari è il diametro misurato dalla testa di un dente a quella del dente diametralmente opposto. = + (0,6 0,8) d 1 Diametro di fondo dente d f E dato dalla relazione: d f = - d 1 con tolleranze in accordo con la tabella seguente: Diametro fondo dente d f Tolleranza d f < d f ,25 0-0,30 d1 Dm d f > 250 h11 B1 Spessore corone dentata B 1 = (0,9 0,93) Largh. interna catena 3

4 Dimensionamento di una trasmissione a catena Il primo passo per un corretto dimensionamento di una trasmissione a catena è raccogliere i dati di progetto: tipologia motore tipologia utilizzatore potenza motrice nominale velocità di rotazione e diametro albero motore velocità di rotazione e diametro albero utilizzatore interasse tolleranza interasse ingombro massimo ruote dentate presenza o meno di organi di lubrificazione tipologia ambiente in cui lavora la trasmissione tipologia di lavoro (continuo, intermittente, soggetto a strappi in partenza o a bruschi arresti) terminazione del fattore di servizio Per definire al meglio il fattore di servizio cui lavora la trasmissione è necessario conoscere anche i seguenti parametri: frequenza di partenze e fermate coppie allo spunto richieste definizione della temperatura di esercizio presenza o meno di grandi variazioni di carico durante i cicli di lavoro presenza o meno di più di un albero utilizzatore Fattore di servizio Fs arattersitiche del carico Motori a combustione interna con innesto idraulico Motore elettrico o turbine Motori a combustione interna con innesto a frizione UNIFORME 1,0 1,0 1,2 PULSNTE 1,3 1,3 1,4 STTI 1,4 1,5 1,7 alcolo della potenza di progetto P p = P n F s P p = potenza di progetto P n = potenza nominale motore F s = fattore di servizio 4

5 Scelta della catena on l abaco seguente, in base alla potenza di progetto e alla velocità dell albero veloce si determina la taglia della catena, che andrà poi verificata calcolando gli sforzi subiti durante la trasmissione di potenza. File di rulli Passo della catena Potenza di progetto [hp] ,5 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0, ,5 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0,5 0, ,5 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0,5 0,4 0, ,9 0,8 0,7 0,6 0,5 0,4 0,3 0,2 32B - 2 x 1 1/4 28B - 1 3/4 x 1 1/4 24B - 1 1/2 x 1 20B - 1 1/4 x 3/4 16B - 1 x 17,02 mm 12B - 3/4 x 7/16 10B - 5/8 x 3/8 08B - 1/2 x 5/16 06B - 3/8 x 7/32 05B - 8 x 3 mm 0,4 0,3 0,2 0, Giri al minuto [rpm] alcolo diametro primitivo minimo pignone p d a = passo catena = diametro dell albero Noto il diametro primitivo, è noto anche il numero di denti. Escluse le trasmissioni con basse velocità, è consigliabile non avere pignoni con numero di denti minore di 17, in quanto verrebbero accentuati gli effetti poligonali con conseguente aumento delle vibrazioni sulla catena con sforzi aggiuntivi tra le articolazioni e urti sulla dentatura. Si consiglia, inoltre, di avere angoli di avvolgimento maggiori di 120, per evitare il pericolo di mancato ingranamento sul pignone

6 Posizione degli alberi E consigliabile che la posizione tra gli alberi sia compresa tra l orizzontale e 60, in quanto la posizione verticale aumenta le possibilità di disimpegno della catena dal pignone. Dove non è possibile fare altrimenti, è necessario utilizzare un sistema di regolazione della catena. Raccomandato Sconsigliato Rapporto di trasmissione n 1 = numero di giri albero veloce n 2 = numero di giri albero lento d = diametro albero veloce D = diametro albero lento 1 = numero di denti pignone albero veloce 2 = numero di denti pignone albero lento Di norma, il rapporto di trasmissione massimo ammesso è pari a 8. Nei casi in cui lo si dovesse superare, è necessario effettuare dei rinvii fino ad ottenere il valore cercato. ontattare l Ufficio Tecnico SIT per avere supporto alcolo diametro primitivo ruota condotta Noto il numero di denti si calcola il diametro primitivo tramite la tabella trigonometrica di pag 3. alcolo lunghezza catena = interasse p= passo catena alcolo velocità lineare catena Di norma, se V > 5 m/s la componente centrifuga delle forze agenti sulla trasmissione diventa rilevante. 6

7 alcolo delle forze agenti sulla trasmissione Tiro catena P p = potenza di progetto [hp] V = velocità lineare della catena [m/s] g = accelerazione di gravità (= 9.81 m/s 2 ) Forza centrifuga = peso della catena [kg/m] Forza risultante alcolo del coefficiente di sicurezza R T = carico di rottura della catena F TOT = forza risultante Di norma il coefficiente di sicurezza deve essere maggiore di 8. Sono accettabili valori maggiori di 5 se si utilizzano catene di alta qualità. atene multiple Nel caso la catena non riuscisse a trasmettere tutta la potenza richiesta, si può utilizzare una catena multipla, tenendo conto della seguente tabella che tiene conto dell accoppiamento di 2 o più catene: File rulli Fattore di servizio multiplo Fm 2 1,7 3 2,5 4 3,3 contattare Ufficio Tecnico SIT 5 e oltre Potenza di progetto con catene multiple P n F s F m = potenza nominale motore = fattore di servizio = fattore di servizio multiplo E importante sottolineare che il carico di rottura, ovvero il carico statico che porta a rottura una catena, non è il solo parametro che ne definisce la bontà, in quanto è un valore il cui minimo è definito dalle normative ISO e NSI. Il carico di lavoro è più caratteristico, in quanto possono esserci catene di scarsa qualità con valori di carico di rottura molto alti, ma carichi massimi di lavoro ammissibile notevolmente più bassi. In generale valgono le seguenti norme pratiche, secondo cui il carico di lavoro deve essere minore di 1/6 del carico di rottura e non deve essere superato il 50% del valore anche per un solo ciclo, in quanto si avrebbero danni permanenti ai componenti. 7

8 Installazione di una trasmissione a catena l fine di ottimizzare la durata dei pignoni, la distanza tra gli assi di pignone e corona deve essere compresa tra una lunghezza pari a 30 e 50 volte il passo della catena e, in generale, tale che la freccia non sia superiore al 2% dell interasse. l momento del montaggio è necessario tenere conto della tolleranza di fabbricazione sulla lunghezza della catena (generalmente pari a +0,15%) e garantire che il pignone tenditore abbia almeno 17 denti dei quali almeno tre in presa. E 2% E In caso di trasmissione verticale, si consiglia di posizionare il pignone motore superiormente rispetto al pignone condotto, a salvaguardia della tensione della catena. Qualora si desideri porre il pignone motore in posizione inferiore, si raccomanda di dotarsi di un sistema che tensioni costantemente la catena. In generale, il sistema di tensionamento deve essere ad una distanza di almeno sei passi da pignone o corona e deve lavorare verso l interno della trasmissione, così da ridurre l ingombro generale e aumentare gli angoli di avvolgimento. Le conseguenze di una tensione non corretta possono essere: fatica supplementare sui componenti usura più rapida marcia rumorosa rendimento inferiore sovraccarico sui cuscinetti 8

9 Montaggio della catena Per montare una catena è consigliabile disporla attorno agli ingranaggi e congiungere le due estremità in corrispondenza di una delle due ruote. Le maglie di giunzione sono di due tipi: a molletta; sono utilizzate per catene fino a passo 1. La parte chiusa della molletta deve essere orientata lungo la direzione del moto. Direzione del moto a coppiglia; inserire la coppiglia nel foro del perno e aprirla fino a formare un angolo non più grande di 90. E sconsigliato il riutilizzo delle coppiglie dopo la loro rimozione. Prestiraggio e prerodaggio Queste due operazioni, consentono di eliminare le imperfezioni superficiali che sono presenti tra bussole e perni di una catena nuova, consentendo di eliminare, o quanto meno ridurre, l allungamento iniziale che si ha nei primi momenti di utilizzo. Prestiraggio: consiste nell applicare alla catena una tensione prossima al limite di snervamento. Prerodaggio: la catena viene fatta passare lungo una serie di rinvii in modo tale che la tensione sia prossima al carico di snervamento. Forza applicata Tratto in tensione atena prerodata 9

10 Lubrificazione delle catene La lubrificazione è una procedura fondamentale per garantire la normale vita di una trasmissione a catena. Gli aspetti fondamentali per una corretta ed efficace lubrificazione sono il tipo di lubrificante e la frequenza di applicazione. In linea teorica, uno strato di lubrificante deve essere sempre mantenuto tra le varie parti della catena. In particolare, la sua azione consente di: ridurre il coefficiente d attrito limitare l usura della catena e consentirle una maggiore durata prevenire la corrosione dissipare il calore prodotto lubrificare la superficie di contatto tra catena e pignone Per essere realmente efficace, è indispensabile che il lubrificante penetri tra perni, bussole, rulli e piastre, come si può vedere dalla figura sotto riportata. Pellicola di olio nei giochi catena Bussola Perno ribadito Rullo Blocchi interni Maglia interna Piastre esterne Scelta del lubrificante Per una corretto processo di lubrificazione è fondamentale che le parti siano costantemente pulite dei residui che possono formarsi durante il normale utilizzo della catena, che altrimenti si interpongono tra lubrificante e superfici di contatto facendo aumentare il coefficiente d attrito. seconda della temperatura d esercizio, è necessario utilizzare un lubrificante con caratteristiche di viscosità specifiche. Intervallo di temperatura [ ] Lubrificante raccomandato [-6 ; +5] SE 20 [+5 ; +38] SE 30 [+38 ; +49] SE 40 [+49 ; +60] SE 50 In condizioni di esercizio al di sopra dei 300, è necessario un lubrificante sintetico con sospensioni solide che garantiscano lubrificazione a secco una volta avvenuta l evaporazione della parte liquida. Dato che in questo processo si sviluppa una grossa fumosità, la lubrificazione deve essere effettuata nel punto dove la temperatura della catena è minima. 10

11 Metodo di lubrificazione La lubrificazione di una trasmissione a catena può avvenire secondo diverse modalità. Lubrificazione manuale Quando la lubrificazione è manuale, l olio deve penetrare tra piastra esterna e piastra interna e tra bussola e rullo, così da ridurre l attrito tra le superfici di contatto. E adatta per ambienti abbastanza puliti, perché perde efficacia in presenza di sporco, condizioni per le quali è consigliata un abbondante lubrificazione quotidiana. E consigliata per velocità minore di 1 m/s e viene eseguita con oliatore o pennello. Lubrificazione a goccia E una lubrificazione continua eseguita con un dispositivo appositamente tarato per il tipo di applicazione. E consigliata per velocità sino a 2,5 m/s. Lubrificazione a bagno d olio La parte inferiore della catena scorre in un bagno d olio, in modo tale che il livello minimo raggiunga circa la mezzaria della maglia E consigliata per velocità sino a 8 m/s. Lubrificazione forzata in carter Il sistema è costituito da un pompa che manda in pressione l olio che esce da getti posizionati sopra la catena in modo da lubrificarla al meglio. Perché ottenere la massima efficacia, è consigliabile che il getto sia posizionato vicino al punto di ingranamento della ruota più bassa. E un metodo di lubrificazione molto efficace per velocità di esercizio elevate, oltre gli 8 m/s. 11

12 Risoluzione dei problemi nelle trasmissioni a catena Di seguito viene riportata una breve guida ai problemi più comuni che si possono riscontrare nelle trasmissioni a catena. Si consideri che i principali problemi (lubrificazione, rumorosità, necessità di ritensionamento) sono facilmente risolvibili con la sostituzione delle trasmissioni a catena con trasmissioni a cinghia dentata esenti da manutenzione. Problema ausa possibile osa fare Usura su un lato di catena e/o pignone 1. lberi non paralleli, pignoni non allineati 1. llineare accuratamente gli alberi Usura sulla testa del dente 1. llungamento anomalo della catena 2. Errore di dentatura 1. Sostituire catena 2. Sostituire pignoni Usura sui fianchi dei pignoni 1. Materiale a basso carico di snervamento 1. Sostituire i pignoni con materiale adeguato o denti temprati La catena vibra 1. Eccentricità del pignone 2. Rottura di un rullino della catena 1. Sostituire il pignone avendo cura di controllare anche l eccentricità del foro 2. Sostituire i componenti usurati llungamento prematuro 1. Lubrificazione insufficiente o catena sottodimensionata 1. Verificare correttezza dimensionale e migliorare la lubrificazione pparizione di macchie di ruggine sulla catena 1. Lubrificazione insufficiente 1. Migliorare lubrificazione Salto del dente 1. atena non sufficientemente tensionata 2. Usura della catena 1. Ritensionare la trasmissione, inserire un tendicatena 2. Sostituire la catena Rottura di componenti della catena 1. Trasmissione sovraccarica 2. orrosione 3. Velocità della catena troppo elevata 4. ontatto con corpi indesiderati durante il moto 5.Pignoni con dentatura errata 6. Lubrificazione insufficiente 7.atena non sufficientemente tensionata 1. ontrollare il dimensionamento della trasmissione 2. Evitare ambienti corrosivi, utilizzare componenti in acciaio inossidabile 3. ontrollare il dimensionamento della trasmissione 4. Rimuovere particelle indesiderate e controllare opportuno isolamento della trasmissione 5. Sostituire i pignoni 6. Migliorare la lubrificazione. 7. ontrollare il tensionamanto Rumorosità eccessiva 1. orpi estranei nella trasmissione 2. Lubrificazione insufficiente 3. Rullini usurati o mancanti 4. Disallineamento troppo elevato 5. Salto del dente 1. ssicurarsi che corpi estranei non possano interferire con la trasmissione 2. Migliorare la lubrificazione 3. Sostituire componenti usurati 4. llineare alberi e pignoni 5. Ritensionare la trasmissione 12

13 Pignoni semplici, doppi e tripli PIGNONI

14 INDIE PIGNONE SEMPLIE, DOPPIO E TRIPLO Pag. Pignone semplice ISO 04B-1 Passo 6 x 2,8 mm 15 ISO 05B-1 Passo 8 x 3 mm 16 ISO 06B-1 Passo 3/8 x 7/32 17 ISO 81-1 Passo 1/2 x 1/8 18 ISO 83-1 Passo 1/2 x 3/16 19 ISO 08B-1 Passo 1/2 x 5/16 20 ISO 10B-1 Passo 5/8 x 3/8 21 ISO 12B-1 Passo 3/4 x 7/16 22 ISO 16B-1 Passo 1 x 17,02 mm 23 ISO 20B-1 Passo 1 1/4 x 3/4 24 ISO 24B-1 Passo 1 1/2 x 1 25 ISO 28B-1 Passo 1 3/4 x 1 1/4 26 ISO 32B-1 Passo 2 x 1 1/4 27 Pignone doppio ISO 05B-2 Passo 8 x 3 mm 28 ISO 06B-2 Passo 3/8 x 7/32 29 ISO 08B-2 Passo 1/2 x 5/16 30 ISO 10B-2 Passo 5/8 x 3/8 31 ISO 12B-2 Passo 3/4 x 7/16 32 ISO 16B-2 Passo 1 x 17,02 mm 33 ISO 20B-2 Passo 1 1/4 x 3/4 34 ISO 24B-2 Passo 1 1/2 x 1 35 ISO 28B-2 Passo 1 3/4 x 1 1/4 36 ISO 32B-2 Passo 2 x 1 1/4 37 Pignone triplo ISO 06B-3 Passo 3/8 x 7/32 38 ISO 08B-3 Passo 1/2 x 5/16 39 ISO 10B-3 Passo 5/8 x 3/8 40 ISO 12B-3 Passo 3/4 x 7/16 41 ISO 16B-3 Passo 1 x 17,02 mm 42 ISO 20B-3 Passo 1 1/4 x 3/4 43 ISO 24B-3 Passo 1 1/2 x 1 44 ISO 28B-3 Passo 1 3/4 x 1 1/4 45 ISO 32B-3 Passo 2 x 1 1/4 46

15 PIGNONI SEMPLII Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 04B-1 Passo 6 x 2,8 mm PIGNONE Raggio dente r 3 6 Larghezza raggio 0,7 Larghezza dente B 1 2,6 d1 Dm Pignone semplice TEN Passo 6 Larghezza interna 2,8 Rullo ø 4 B1 D m d ,00 15,67 9, ,01 QPS04B ,90 17,54 11, ,01 QPS04B ,70 19, ,01 QPS04B ,60 21, ,01 QPS04B ,40 23, ,02 QPS04B ,30 25, ,02 QPS04B ,20 26, ,03 QPS04B ,00 28, ,03 QPS04B ,00 30, ,03 QPS04B ,00 32, ,04 QPS04B ,90 34, ,04 QPS04B ,80 36, ,04 QPS04B ,70 38, ,04 QPS04B ,60 40, ,06 QPS04B ,50 42, ,06 QPS04B ,40 44, ,06 QPS04B ,30 45, ,07 QPS04B ,20 47, ,07 QPS04B ,10 49, ,10 QPS04B ,00 51, ,10 QPS04B ,90 53, ,11 QPS04B ,80 55, ,11 QPS04B ,80 57, ,11 QPS04B ,70 59, ,11 QPS04B ,60 61, ,12 QPS04B ,50 63, ,12 QPS04B ,40 65, ,12 QPS04B ,30 66, ,13 QPS04B ,20 68, ,13 QPS04B ,10 70, ,14 QPS04B ,00 72, ,14 QPS04B ,90 74, ,14 QPS04B ,90 76, ,15 QPS04B ,50 86, ,46 QPS04B ,00 95, ,50 QPS04B ,40 108, ,53 QPS04B1-057 Materiale: 45 Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 15

16 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 05B-1 Passo 8 x 3 mm PIGNONE Raggio dente r 3 8 Larghezza raggio 1 Larghezza dente B 1 2,8 d1 Dm TEN Passo 8 Larghezza interna 3 Rullo ø 5 B1 D m d ,00 20, ,01 QPS05B ,60 23, ,02 QPS05B ,20 25, ,02 QPS05B ,70 28, ,03 QPS05B ,20 30, ,04 QPS05B ,70 33, ,05 QPS05B ,20 35, ,05 QPS05B ,70 38, ,07 QPS05B ,30 41, ,08 QPS05B ,80 43, ,09 QPS05B ,30 46, ,09 QPS05B ,90 48, ,09 QPS05B ,40 51, ,10 QPS05B ,00 53, ,12 QPS05B ,50 56, ,13 QPS05B ,00 58, ,13 QPS05B ,60 61, ,14 QPS05B ,50 63, ,15 QPS05B ,50 66, ,19 QPS05B ,20 68, ,20 QPS05B ,80 71, ,20 QPS05B ,30 73, ,21 QPS05B ,80 76, ,22 QPS05B ,40 79, ,22 QPS05B ,90 81, ,22 QPS05B ,50 84, ,23 QPS05B ,00 86, ,24 QPS05B ,50 89, ,25 QPS05B ,00 91, ,25 QPS05B ,60 94, ,26 QPS05B ,20 96, ,27 QPS05B ,70 99, ,28 QPS05B ,30 101, ,29 QPS05B ,00 114, ,58 QPS05B ,70 127, ,75 QPS05B ,60 145, ,00 QPS05B ,70 193, ,94 QPS05B1-076 Materiale: 45 (Fe360B con = 76) Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 16

17 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 06B-1 Passo 3/8 x 7/32 PIGNONE Raggio dente r 3 10 Larghezza raggio 1 Larghezza dente B 1 5,3 TEN Passo 9,525 Larghezza interna 5,72 Rullo ø 6,35 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,00 24, ,03 QPS06B ,00 27, ,04 QPS06B ,00 30, ,05 QPS06B ,00 33, ,08 QPS06B ,00 36, ,10 QPS06B , ,13 QPS06B ,30 42, ,16 QPS06B ,30 45, ,19 QPS06B ,30 48, ,24 QPS06B ,30 51, ,28 QPS06B ,30 54, ,33 QPS06B ,30 57, ,36 QPS06B ,30 60, ,39 QPS06B ,00 63, ,42 QPS06B ,00 66, ,46 QPS06B ,50 69, ,50 QPS06B ,00 72, ,54 QPS06B ,00 76, ,60 QPS06B ,00 79, ,66 QPS06B ,00 82, ,67 QPS06B ,00 85, ,69 QPS06B ,00 88, ,70 QPS06B ,70 91, ,72 QPS06B ,30 94, ,87 QPS06B ,30 97, ,89 QPS06B ,30 100, ,91 QPS06B ,30 103, ,92 QPS06B ,40 106, ,95 QPS06B ,40 109, ,05 QPS06B ,40 112, ,09 QPS06B ,50 115, ,10 QPS06B ,50 118, ,12 QPS06B ,50 121, ,14 QPS06B ,70 136,55 * ,66 QPS06B ,70 151,69 * ,80 QPS06B ,90 172,91 * ,96 QPS06B ,90 230,49 * ,67 QPS06B ,50 288,08 * ,06 QPS06B ,50 345,68 * ,45 QPS06B1-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 17

18 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 81-1 Passo 1/2 x 1/8 PIGNONE Raggio dente r 3 13 Larghezza raggio 1 Larghezza dente B 1 3 Larghezza H (con 31) 5 d1 Dm H TEN Passo 12,7 Larghezza interna 3,3 Rullo ø 7,75 B1 D m d ,20 33, ,04 QPS ,50 37, ,06 QPS ,20 41, ,07 QPS ,60 45, ,10 QPS ,90 49, ,13 QPS ,40 53, ,16 QPS ,80 57, ,19 QPS ,80 61, ,23 QPS ,90 65, ,29 QPS ,90 69, ,30 QPS ,90 73, ,31 QPS ,90 77, ,32 QPS ,90 81, ,33 QPS ,00 85, ,48 QPS ,00 89, ,49 QPS ,00 93, ,51 QPS ,00 97, ,52 QPS ,10 101, ,53 QPS ,20 105, ,67 QPS ,40 109, ,69 QPS ,40 113, ,70 QPS ,40 117, ,72 QPS ,50 121, ,74 QPS ,50 125, ,76 QPS ,50 129, ,77 QPS ,60 133, ,79 QPS ,60 137, ,81 QPS ,60 141, ,83 QPS ,70 145, ,00 QPS ,70 149, ,02 QPS ,80 153, ,04 QPS ,80 157, ,06 QPS ,80 161, ,09 QPS Materiale: 45 Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 18

19 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 83-1 Passo 1/2 x 3/16 PIGNONE Raggio dente r 3 13 Larghezza raggio 1,3 Larghezza dente B 1 4,5 TEN Passo 12,7 Larghezza interna 4,88 Rullo ø 7,75 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,50 33, ,04 QPS ,50 37, ,06 QPS ,20 41, ,08 QPS ,60 45, ,11 QPS ,90 49, ,14 QPS ,40 53, ,17 QPS ,80 57, ,20 QPS ,80 61, ,24 QPS ,90 65, ,30 QPS ,90 69, ,31 QPS ,90 73, ,33 QPS ,90 77, ,34 QPS ,90 81, ,36 QPS ,00 85, ,51 QPS ,00 89, ,53 QPS ,00 93, ,55 QPS ,00 97, ,57 QPS ,10 101, ,59 QPS ,20 105, ,72 QPS ,40 109, ,74 QPS ,40 113, ,77 QPS ,40 117, ,79 QPS ,50 121, ,82 QPS ,50 125, ,85 QPS ,50 129, ,87 QPS ,60 133, ,90 QPS ,60 137, ,93 QPS ,60 141, ,96 QPS ,70 145, ,14 QPS ,70 149, ,17 QPS ,80 153, ,20 QPS ,80 157, ,24 QPS ,80 161, ,27 QPS Materiale: 45 Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 19

20 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 08B-1 Passo 1/2 x 5/16 PIGNONE Raggio dente r 3 13 Larghezza raggio 1,3 Larghezza dente B 1 7,2 d1 Dm TEN Passo 12,7 Larghezza interna 7,75 Rullo ø 8,51 B1 D m d ,00 33, ,06 QPS08B ,00 37, ,09 QPS08B ,20 41, ,12 QPS08B ,70 45, ,15 QPS08B ,00 49, ,21 QPS08B ,40 53, ,26 QPS08B ,80 57, ,32 QPS08B ,50 61, ,38 QPS08B ,50 65, ,46 QPS08B ,60 69, ,51 QPS08B ,80 73, ,59 QPS08B ,70 77, ,67 QPS08B ,80 81, ,76 QPS08B ,70 85, ,85 QPS08B ,80 89, ,91 QPS08B ,20 93, ,95 QPS08B ,80 97, ,98 QPS08B ,80 101, ,01 QPS08B ,00 105, ,09 QPS08B ,00 109, ,13 QPS08B ,00 113, ,17 QPS08B ,00 117, ,42 QPS08B ,10 121, ,46 QPS08B ,20 125, ,74 QPS08B ,30 129, ,78 QPS08B ,40 133, ,83 QPS08B ,60 137, ,88 QPS08B ,70 141, ,93 QPS08B ,00 145, ,22 QPS08B ,60 149, ,27 QPS08B ,60 153, ,32 QPS08B ,70 157, ,38 QPS08B ,80 161, ,43 QPS08B ,00 182,07 * ,00 QPS08B ,30 202,26 * ,40 QPS08B ,40 230,54 * ,85 QPS08B ,30 307,32 * ,56 QPS08B ,10 384,11 * ,56 QPS08B ,90 460,91 * ,56 QPS08B1-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 20

21 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 10B-1 Passo 5/8 x 3/8 PIGNONE Raggio dente r 3 16 Larghezza raggio 1,6 Larghezza dente B 1 9,1 TEN Passo 15,875 Larghezza interna 9,65 Rullo ø 10,16 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,00 41, ,12 QPS10B ,60 46, ,16 QPS10B ,50 51, ,22 QPS10B ,00 56, ,29 QPS10B ,00 61, ,37 QPS10B ,00 66, ,46 QPS10B ,00 71, ,56 QPS10B ,00 76, ,67 QPS10B ,00 81, ,76 QPS10B ,00 86, ,88 QPS10B ,30 91, ,01 QPS10B ,30 96, ,15 QPS10B ,40 101, ,21 QPS10B ,40 106, ,35 QPS10B ,00 111, ,41 QPS10B ,50 116, ,47 QPS10B ,30 121, ,54 QPS10B ,00 126, ,60 QPS10B ,00 131, ,96 QPS10B ,00 136, ,04 QPS10B ,70 141, ,25 QPS10B ,80 146, ,33 QPS10B ,80 151, ,41 QPS10B ,90 156, ,64 QPS10B ,90 161, ,73 QPS10B ,50 167, ,82 QPS10B ,00 172, ,92 QPS10B ,10 177, ,01 QPS10B ,10 182, ,27 QPS10B ,20 187, ,37 QPS10B ,20 192, ,47 QPS10B ,20 197, ,58 QPS10B ,30 202, ,69 QPS10B ,00 227,58 * ,09 QPS10B ,30 252,82 * ,80 QPS10B ,00 288,18 * ,66 QPS10B ,10 384,15 * ,28 QPS10B ,50 480,14 * ,36 QPS10B ,10 576,13 * ,44 QPS10B1-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 21

22 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 12B-1 Passo 3/4 x 7/16 PIGNONE Raggio dente r 3 19 Larghezza raggio 2 Larghezza dente B 1 11,1 d1 Dm TEN Passo 19,05 Larghezza interna 11,68 Rullo ø 12,07 B1 D m d ,30 49, ,21 QPS12B ,00 55, ,29 QPS12B ,00 61, ,38 QPS12B ,00 67, ,51 QPS12B ,50 73, ,65 QPS12B ,50 79, ,80 QPS12B ,60 85, ,97 QPS12B ,80 91, ,16 QPS12B ,50 97, ,34 QPS12B ,50 103, ,53 QPS12B ,00 109, ,62 QPS12B ,20 115, ,70 QPS12B ,70 121, ,80 QPS12B ,00 127, ,35 QPS12B ,00 133, ,46 QPS12B ,00 139, ,56 QPS12B ,90 145, ,68 QPS12B ,00 152, ,80 QPS12B ,90 158, ,08 QPS12B ,30 164, ,21 QPS12B ,00 170, ,34 QPS12B ,10 176, ,48 QPS12B ,50 182, ,63 QPS12B ,30 188, ,78 QPS12B ,30 194, ,93 QPS12B ,30 200, ,09 QPS12B ,60 206, ,25 QPS12B ,00 212, ,42 QPS12B ,80 218, ,71 QPS12B ,90 224, ,89 QPS12B ,00 230, ,07 QPS12B ,10 236, ,26 QPS12B ,30 242, ,46 QPS12B ,50 273,09 * ,85 QPS12B ,30 303,39 * ,00 QPS12B ,40 345,81 * ,85 QPS12B ,90 460,98 * ,02 QPS12B ,10 576,17 * ,45 QPS12B ,60 691,36 * ,88 QPS12B1-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 22

23 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 16B-1 Passo 1 x 17,02 mm PIGNONE Raggio dente r 3 26 Larghezza raggio 2,5 Larghezza dente B 1 16,2 TEN Passo 25,4 Larghezza interna 17,02 Rullo ø 15,88 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,00 66, ,47 QPS16B ,00 74, ,66 QPS16B ,00 82, ,83 QPS16B ,50 90, ,14 QPS16B ,00 98, ,43 QPS16B ,00 106, ,77 QPS16B ,00 114, ,08 QPS16B ,00 122, ,46 QPS16B ,00 130, ,14 QPS16B ,00 138, ,33 QPS16B ,00 146, ,56 QPS16B ,20 154, ,78 QPS16B ,20 162, ,03 QPS16B ,20 170, ,01 QPS16B ,30 178, ,28 QPS16B ,50 186, ,56 QPS16B ,50 194, ,86 QPS16B ,50 202, ,16 QPS16B ,60 210, ,96 QPS16B ,60 218, ,30 QPS16B ,70 226, ,64 QPS16B ,80 234, ,00 QPS16B ,00 243, ,38 QPS16B ,00 251,08 * ,69 QPS16B ,00 259,13 * ,09 QPS16B ,50 267,21 * ,50 QPS16B ,00 275,28 * ,93 QPS16B ,20 283,36 * ,36 QPS16B ,60 291,44 * ,81 QPS16B ,60 299,51 * ,28 QPS16B ,70 307,59 * ,76 QPS16B ,80 315,67 * ,25 QPS16B ,90 323,75 * ,75 QPS16B ,10 364,12 * ,15 QPS16B ,40 404,52 * ,00 QPS16B ,00 461,08 * ,52 QPS16B ,00 614,64 * ,97 QPS16B ,10 768,22 * ,92 QPS16B ,30 921,81 * ,87 QPS16B1-114 Materiale: 45 (Fe360B con 31) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 23

24 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 20B-1 Passo 1 1/4 x 3/4 PIGNONE Raggio dente r 3 32 Larghezza raggio 3,5 Larghezza dente B 1 18,5 d1 Dm TEN Passo 31,75 Larghezza interna 19,56 Rullo ø 19,05 B1 D m d ,10 82, ,85 QPS20B ,00 92, ,19 QPS20B ,90 102, ,51 QPS20B ,80 112, ,04 QPS20B ,80 122, ,58 QPS20B ,80 132, ,15 QPS20B ,80 142, ,78 QPS20B ,90 152, ,47 QPS20B ,90 162, ,25 QPS20B ,90 172, ,61 QPS20B ,00 182, ,00 QPS20B ,10 192, ,40 QPS20B ,10 202, ,84 QPS20B ,20 213, ,79 QPS20B ,30 223, ,27 QPS20B ,30 233, ,77 QPS20B ,40 243, ,30 QPS20B ,50 253, ,85 QPS20B ,60 263,40 * ,07 QPS20B ,60 273,49 * ,67 QPS20B ,70 283,56 * ,29 QPS20B ,80 293,65 * ,93 QPS20B ,90 303,75 * ,60 QPS20B ,00 313,85 * ,28 QPS20B ,10 323,91 * ,00 QPS20B ,20 334,01 * ,73 QPS20B ,30 344,10 * ,49 QPS20B ,40 354,20 * ,27 QPS20B ,50 364,30 * ,08 QPS20B ,50 374,39 * ,91 QPS20B ,60 384,49 * ,76 QPS20B ,70 394, ,73 QPS20B ,80 404,69 * ,53 QPS20B ,30 455,17 * ,79 QPS20B ,80 505,65 * ,00 QPS20B ,50 576,35 * ,79 QPS20B ,50 768,32 * ,81 QPS20B1-076 Materiale: 45 (Fe360B con 26) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 24

25 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 24B-1 Passo 1 1/2 x 1 PIGNONE Raggio dente r 3 38 Larghezza raggio 4 Larghezza dente B 1 24,1 TEN Passo 38,1 Larghezza interna 25,4 Rullo ø 25,4 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,00 99, ,38 QPS24B ,40 111, ,90 QPS24B ,00 123, ,47 QPS24B ,00 135, ,27 QPS24B ,00 147, ,09 QPS24B ,20 159, ,00 QPS24B ,20 171, ,09 QPS24B ,20 183, ,84 QPS24B ,30 195,30 * ,20 QPS24B ,30 207,34 * ,87 QPS24B ,30 219,42 * ,59 QPS24B ,50 231,49 * ,36 QPS24B ,60 243,57 * ,16 QPS24B ,60 255,65 * ,35 QPS24B ,70 267,73 * ,24 QPS24B ,80 279,80 * ,18 QPS24B ,80 291,88 * ,16 QPS24B ,00 304,00 * ,19 QPS24B ,00 316,08 * ,25 QPS24B ,20 328,19 * ,37 QPS24B ,20 340,27 * ,52 QPS24B ,30 352,38 * ,72 QPS24B ,50 364,50 * ,97 QPS24B ,60 376,62 * ,25 QPS24B ,70 388,69 * ,59 QPS24B ,80 400,81 * ,96 QPS24B ,80 412,93 * ,38 QPS24B ,00 425,04 * ,84 QPS24B ,00 437,16 * ,34 QPS24B ,20 449,27 * ,90 QPS24B ,20 461,39 * ,49 QPS24B ,50 473,50 * ,15 QPS24B ,60 485,62 * ,81 QPS24B ,20 546,19 * ,08 QPS24B ,70 606,78 * ,00 QPS24B ,50 691,63 * ,28 QPS24B1-057 Materiale: 45 (Fe360B con 16) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 25

26 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 28B-1 Passo 1 3/4 x 1 1/4 PIGNONE Raggio dente r 3 44 Larghezza raggio 5 Larghezza dente B 1 29,4 d1 Dm TEN Passo 44,45 Larghezza interna 30,99 Rullo ø 27,94 B1 D m d ,00 116, ,86 QPS28B ,40 129, ,00 QPS28B ,30 143, ,18 QPS28B ,30 157, ,51 QPS28B ,50 171, ,04 QPS28B ,20 185,74 * ,88 QPS28B ,20 199,76 * ,79 QPS28B ,30 213,79 * ,77 QPS28B ,30 227,84 * ,96 QPS28B ,00 241,91 * ,09 QPS28B ,00 255,98 * ,28 QPS28B ,00 270,06 * ,56 QPS28B ,00 284,15 * ,90 QPS28B ,00 298,24 * ,31 QPS28B ,00 312,34 * ,80 QPS28B ,00 326,44 * ,36 QPS28B ,00 340,55 * ,00 QPS28B ,00 354,66 * ,70 QPS28B ,00 368,77 * ,48 QPS28B ,40 382,88 * ,36 QPS28B ,00 397,00 * ,26 QPS28B ,00 411,12 * ,30 QPS28B ,00 425,24 * ,33 QPS28B ,00 439,37 * ,46 QPS28B ,00 453,49 * ,59 QPS28B ,00 467,62 * ,92 QPS28B ,00 481,75 * ,24 QPS28B ,00 495,88 * ,57 QPS28B ,00 510,01 * ,18 QPS28B ,00 524,14 * ,79 QPS28B ,00 538,27 * ,40 QPS28B ,00 552,40 * ,16 QPS28B ,00 566,54 * ,92 QPS28B1-040 Materiale: 45 (Fe360B con 13) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 26

27 Pignone semplice per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 32B-1 Passo 2 x 1 1/4 PIGNONE Raggio dente r 3 51 Larghezza raggio 6 Larghezza dente B 1 29,4 TEN Passo 50,8 Larghezza interna 30,99 Rullo ø 29,21 B1 d1 Dm Pignone semplice D m d ,00 132, ,20 QPS32B ,00 148, ,78 QPS32B ,00 164, ,60 QPS32B ,80 180, ,26 QPS32B ,80 196,29 * ,91 QPS32B ,80 212,29 * ,05 QPS32B ,80 228,29 * ,25 QPS32B ,80 244,30 * ,53 QPS32B ,90 260,40 * ,87 QPS32B ,90 276,40 * ,35 QPS32B ,00 292,55 * ,92 QPS32B ,10 308,66 * ,53 QPS32B ,20 324,71 * ,50 QPS32B ,30 340,82 * ,36 QPS32B ,50 356,98 * ,31 QPS32B ,60 373,08 * ,36 QPS32B ,70 389,18 * ,50 QPS32B ,80 405,33 * ,74 QPS32B ,90 421,44 * ,07 QPS32B ,10 437,59 * ,54 QPS32B ,20 453,69 * ,01 QPS32B ,40 469,90 * ,68 QPS32B ,50 486,00 * ,34 QPS32B ,80 518,26 * ,89 QPS32B ,50 566,72 * ,16 QPS32B ,50 615,14 * ,28 QPS32B ,30 647,49 * ,50 QPS32B1-040 Materiale: 45 (Fe360B con 12) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 27

28 PIGNONI DOPPI Pignone doppio per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 05B-2 Passo 8 x 3 mm PIGNONE Raggio dente r 3 8 Larghezza raggio 1 Larghezza dente b 1 2,7 Larghezza dente B 2 8,3 d2 Dm TEN Passo 8 Larghezza interna 3 Rullo ø 5 b1 B2 D m d ,00 20, ,02 QPD05B ,60 23, ,03 QPD05B ,20 25, ,03 QPD05B ,70 28, ,04 QPD05B ,20 30, ,05 QPD05B ,70 33, ,07 QPD05B ,20 35, ,08 QPD05B ,70 38, ,10 QPD05B ,30 41, ,13 QPD05B ,80 43, ,15 QPD05B ,30 46, ,17 QPD05B ,90 48, ,20 QPD05B ,40 51, ,21 QPD05B ,00 53, ,25 QPD05B ,50 56, ,26 QPD05B ,00 58, ,28 QPD05B ,60 61, ,23 QPD05B ,50 63, ,31 QPD05B ,50 66, ,38 QPD05B ,20 68, ,40 QPD05B ,80 71, ,42 QPD05B ,30 73, ,44 QPD05B ,80 76, ,45 QPD05B ,40 79, ,52 QPD05B ,90 81, ,59 QPD05B ,50 84, ,61 QPD05B ,00 86, ,63 QPD05B ,50 89, ,65 QPD05B ,00 91, ,67 QPD05B ,60 94, ,69 QPD05B ,20 96, ,72 QPD05B ,70 99, ,75 QPD05B ,30 101, ,77 QPD05B2-040 Materiale: 45 Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 28

29 Pignone doppio per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 06B-2 Passo 3/8 x 7/32 PIGNONE Raggio dente r 3 10 Larghezza raggio 1 Larghezza dente b 1 5,2 Larghezza dente B 2 15,4 TEN d2 Dm Pignone doppio Passo 9,525 Larghezza interna 5,72 Rullo ø 6,35 b1 B2 D m d ,00 24, ,04 QPD06B ,00 27, ,05 QPD06B ,00 30, ,07 QPD06B ,00 33, ,10 QPD06B ,00 36, ,13 QPD06B ,00 39, ,16 QPD06B ,30 42, ,20 QPD06B ,30 45, ,24 QPD06B ,30 48, ,27 QPD06B ,30 51, ,32 QPD06B ,30 54, ,38 QPD06B ,30 57, ,42 QPD06B ,30 60, ,48 QPD06B ,00 63, ,52 QPD06B ,00 66, ,58 QPD06B ,50 69, ,64 QPD06B ,00 72, ,71 QPD06B ,00 76, ,79 QPD06B ,00 79, ,87 QPD06B ,00 82, ,94 QPD06B ,00 85, ,03 QPD06B ,00 88, ,11 QPD06B ,70 91, ,20 QPD06B ,30 94, ,27 QPD06B ,30 97, ,32 QPD06B ,30 100, ,37 QPD06B ,30 103, ,43 QPD06B ,40 106, ,49 QPD06B ,40 109, ,70 QPD06B ,40 112, ,76 QPD06B ,50 115, ,81 QPD06B ,50 118, ,88 QPD06B ,50 121, ,95 QPD06B ,70 136,55 * ,15 QPD06B ,70 151,69 * ,50 QPD06B ,90 172,91 * ,16 QPD06B ,90 230,49 * ,23 QPD06B ,50 288,08 * ,76 QPD06B ,50 345,68 * ,29 QPD06B2-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 29

30 Pignone doppio per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 08B-2 Passo 1/2 x 5/16 PIGNONE Raggio dente r 3 13 Larghezza raggio 1,3 Larghezza dente b 1 7 Larghezza dente B 2 21 d2 Dm TEN Passo 12,7 Larghezza interna 7,75 Rullo ø 8,51 b1 B2 D m d ,00 33, ,09 QPD08B ,00 37, ,13 QPD08B ,20 41, ,18 QPD08B ,70 45, ,24 QPD08B ,00 49, ,30 QPD08B ,40 53, ,36 QPD08B ,80 57, ,44 QPD08B ,50 61, ,52 QPD08B ,50 65, ,63 QPD08B ,60 69, ,73 QPD08B ,80 73, ,85 QPD08B ,70 77, ,97 QPD08B ,80 81, ,10 QPD08B ,70 85, ,29 QPD08B ,80 89, ,37 QPD08B ,20 93, ,46 QPD08B ,80 97, ,64 QPD08B ,80 101, ,82 QPD08B ,00 105, ,02 QPD08B ,00 109, ,12 QPD08B ,00 113, ,34 QPD08B ,00 117, ,56 QPD08B ,10 121, ,79 QPD08B ,20 125, ,87 QPD08B ,30 129, ,00 QPD08B ,40 133, ,13 QPD08B ,60 137, ,26 QPD08B ,70 141, ,40 QPD08B ,00 145, ,54 QPD08B ,60 149, ,69 QPD08B ,60 153, ,84 QPD08B ,70 157, ,00 QPD08B ,80 161, ,15 QPD08B ,00 182,07 * ,26 QPD08B ,30 202,26 * ,30 QPD08B ,40 230,54 * ,65 QPD08B ,30 307,32 * ,30 QPD08B ,10 384,11 * ,13 QPD08B ,90 460,91 * ,96 QPD08B2-114 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 30

31 Pignone doppio per catene a rulli secondo DIN ISO/R 606 ISO 10B-2 Passo 5/8 x 3/8 PIGNONE Raggio dente r 3 16 Larghezza raggio 1,6 Larghezza dente b 1 9 Larghezza dente B 2 25,5 TEN d2 Dm Pignone doppio Passo 15,875 Larghezza interna 9,65 Rullo ø 10,16 b1 B2 D m d ,00 41, ,19 QPD10B ,60 46, ,27 QPD10B ,50 51, ,36 QPD10B ,00 56, ,43 QPD10B ,00 61, ,55 QPD10B ,00 66, ,68 QPD10B ,00 71, ,82 QPD10B ,00 76, ,97 QPD10B ,00 81, ,26 QPD10B ,00 86, ,46 QPD10B ,30 91, ,67 QPD10B ,30 96, ,90 QPD10B ,40 101, ,14 QPD10B ,40 106, ,27 QPD10B ,00 111, ,54 QPD10B ,50 116, ,82 QPD10B ,30 121, ,11 QPD10B ,00 126, ,15 QPD10B ,00 131, ,74 QPD10B ,00 136, ,94 QPD10B ,70 141, ,28 QPD10B ,80 146, ,50 QPD10B ,80 151, ,87 QPD10B ,90 156, ,10 QPD10B ,90 161, ,34 QPD10B ,50 167, ,59 QPD10B ,00 172, ,84 QPD10B ,10 177, ,11 QPD10B ,10 182, ,38 QPD10B ,20 187, ,66 QPD10B ,20 192, ,95 QPD10B ,20 197, ,25 QPD10B ,30 202, ,55 QPD10B ,00 227,58 * ,32 QPD10B ,30 252,82 * ,00 QPD10B ,00 288,18 * ,74 QPD10B ,10 384,15 * ,93 QPD10B ,50 480,14 * ,90 QPD10B2-095 Materiale: 45 (Fe360B con 45) * = Mozzo saldato Diametro esterno mm Diametro primitivo mm D m Diametro mozzo mm Peso kg 31

RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE

RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE Gli ingranaggi cilindrici e le cremagliere sono gli elementi classici per la trasmissione meccanica dei movimenti di rotazione e di traslazione tra

Dettagli

Rinvii angolari. Catalogo 01/12

Rinvii angolari. Catalogo 01/12 Rinvii angolari Catalogo 01/12 INDICE Descrizione rinvii angolari... pag. 2 Caratteristiche costruttive... pag. 2 Materiali e componenti... pag. 3 Selezione di un rinvio angolare... pag. 4 Potenza termica...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 Corso di Disegno Tecnico Industriale per i Corsi di Laurea triennale in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria dell Energia Elementi di

Dettagli

MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO

MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO Meccanica e Macchine esame 006 MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO Sessione ordinaria 006 Si debba trasmettere una potenza di 7,5 kw da un motore elettrico avente velocità angolare di 1450 giri/min

Dettagli

Catalogo Tecnico Giunti GF con gabbia in resina

Catalogo Tecnico Giunti GF con gabbia in resina Catalogo Tecnico Giunti GF con gabbia in resina - Trasmissioni Industriali S.a.s. - Via Lago di Annone,15 36015 Z.I. Schio ( VI ) Tel. 0445/500142-500011 Fax. 0445/500018 NUOVO SITO GIFLEX GF CON MANICOTTO

Dettagli

RUOTE DENTATE. Introduzione

RUOTE DENTATE. Introduzione RUOTE DENTATE 362 Introduzione Le ruote dentate costituiscono un sistema affidabile per la trasmissione del moto tra assi paralleli, incidenti e sghembi. La trasmissione avviene per spinta dei denti della

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ALESSANDRO ROSSI. Via Legione Gallieno, 52-36100 Vicenza-Tel. 0444/500566 fax 0444/501808 DISEGNO TECNICO

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ALESSANDRO ROSSI. Via Legione Gallieno, 52-36100 Vicenza-Tel. 0444/500566 fax 0444/501808 DISEGNO TECNICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ALESSANDRO ROSSI Via Legione Gallieno, 52-36100 Vicenza-Tel. 0444/500566 fax 0444/501808 DISEGNO TECNICO RELAZIONE SUL DIMENSIONAMENTO DI UNA TRASMISSIONE A CINGHIA

Dettagli

ESAME DI STATO 2005/06 INDIRIZZO MECCANICA TEMA DI : MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO

ESAME DI STATO 2005/06 INDIRIZZO MECCANICA TEMA DI : MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO ESAME DI STATO 2005/06 INDIRIZZO MECCANICA TEMA DI : MECCANICA APPLICATA E MACCHINE A FLUIDO Proporzionamento della trasmissione a cinghie Noti la potenza nominale P n del motore, il tipo di motore e di

Dettagli

MotionLine hp. Caratteristiche generali

MotionLine hp. Caratteristiche generali Caratteristiche generali La linea MotionLlne HP è stata realizzata per coprire le applicazioni in cui è richiesta protezione della parti meccaniche interne da polvere o altri corpi estranei. E realizzata

Dettagli

L Unità didattica in breve

L Unità didattica in breve L Unità didattica in breve Trasmissione del moto mediante ruote dentate Si definisce ingranaggio l accoppiamento di due ruote dentate ingrananti fra loro, montate su assi la cui posizione relativa resta

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

COPPIE CONICHE PER TRASMISSIONI TRA ASSI ORTOGONALI

COPPIE CONICHE PER TRASMISSIONI TRA ASSI ORTOGONALI DICHIARAZIONE DI INTENTI Il progetto modifica dell attuale assortimento di coppie coniche, sviluppato con l intento di unificare l esecuzione di questo prodotto e di ridurre il numero delle posizioni di

Dettagli

FALK. GIUNTO ELASTICO STEELFLEX con lamelle rastremate

FALK. GIUNTO ELASTICO STEELFLEX con lamelle rastremate FALK GIUNTO ELASTIO STEELFLEX con lamelle rastremate ARATTERISTIHE TENIHE DISALLINEAMENTO PARALLELO DISALLINEAMENTO ANGOLARE 1. PARALLELO Il movimento della molla nelle scanalature lubrificate consente

Dettagli

TABELLE DI TOLLERANZE ISO PER ALBERI

TABELLE DI TOLLERANZE ISO PER ALBERI dimensione ALBERO in mm TABELLE DI TOLLERANZE ISO PER ALBERI s6 r6 n6 m6 j6 h5 h6 h8 h9 h11 g5 g6 f7 f8 e8 d11 da > 1 +20 +16 +10 +8 +4 0 0 0 0 0-2 -2-6 -6-14 -20 a 3 +14 +10 +4 +2-2 -4-6 -14-25 -60-6

Dettagli

ESCOGEAR Giunti a denti serie T

ESCOGEAR Giunti a denti serie T ESOGEAR Giunti a denti serie T caratteristiche principali Giunti ESOGEAR serie T con dentatura speciale MULTIROWN Massima coppia: 17000 Nm Massimo alesaggio: 27 (Per coppie e alesaggi superiori richiedere

Dettagli

iglidur V400: Resistenza chimica e alle alte temperature

iglidur V400: Resistenza chimica e alle alte temperature iglidur : Resistenza chimica e alle alte temperature Produzione standard a magazzino Eccellente resistenza all usura anche con alberi teneri e temperature fino a +200 C Ottima resistenza agli agenti chimici

Dettagli

Progetto e costruzione di macchine Joseph E. Shigley, Charles R. Mischke, Richard G. Budynas Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl

Progetto e costruzione di macchine Joseph E. Shigley, Charles R. Mischke, Richard G. Budynas Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl Copyright 2005 The Companies srl Esercizi aggiuntivi capitolo 13 Analisi 13-4 Un pignone cilindrico a denti dritti di 21 denti ingrana con una ruota da 28 denti. Il passo diametrale è di 3 denti/in e l

Dettagli

Manuale di istruzioni Sega a muro EX

Manuale di istruzioni Sega a muro EX Manuale di istruzioni Sega a muro EX Indice 005 10989048 it / 10.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici

Dettagli

Schede tecniche - Ingranaggi di precisione

Schede tecniche - Ingranaggi di precisione Schede tecniche Ingranaggi di precisione Ingranaggi a denti dritti ed elicoidali Formula Formula Descrizione Simbolo Unità Ingranaggi a denti diritti Ingranaggi elicoidali Modulo reale m n Modulo apparente

Dettagli

CATENE SILENZIOSE ED INGRANAGGI PER LA TRASMISSIONE DI POTENZA

CATENE SILENZIOSE ED INGRANAGGI PER LA TRASMISSIONE DI POTENZA CATENE SILENZIOSE ED INGRANAGGI PER LA TRASMISSIONE DI POTENZA Catene silenziose Ramsey per la trasmissione di potenza La Ramsey Products Corporation è specializzata nello studio, produzione ed applicazione

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Giunti a denti SITEX L F

Giunti a denti SITEX L F Giunti a denti SITEX SITEX SITEX F INIE Giunti a denti SITEX Pag. escrizione dei giunti a denti SITEX 29 irettiva Atex 94/9/E 29 aratteristiche dei giunti a denti SITEX 30 Scelta dei giunti a denti SITEX

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Oli Klübersynth GH 6 Oli sintetici per ingranaggi e per alte temperature

Oli Klübersynth GH 6 Oli sintetici per ingranaggi e per alte temperature Descrizione: Gli oli Klübersynth GH 6 sono oli per ingranaggi e per alte temperature a base di poliglicoli. Presentano una elevata resistenza al grippaggio e offrono buona protezione antiusura; nel test

Dettagli

Trasportatori meccanici fissi

Trasportatori meccanici fissi Trasporti interni Trasportatori meccanici fissi Trasportatori meccanici fissi Trasportatori a rulli e a catene trasportatori a rulli trasportatori a catene Trasportatori a nastro Trasportatori a piastre

Dettagli

Trasportatore con cinghia dentata mk

Trasportatore con cinghia dentata mk Trasportatore con cinghia dentata mk Tecnologia del trasportatore mk 150 Indice Trasportatore con cinghia dentata mk ZRF-P 2010 152 ZRF-P 2040.02 164 ZRF-P Proprietà delle cinghie dentate 171 Esempi di

Dettagli

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 I cuscinetti volventi Il cuscinetto volvente, detto anche cuscinetto a rotolamento, è un elemento posizionato tra il perno di

Dettagli

TRASMISSIONE AD INGRANAGGI. Università degli Studi di Bergamo Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Prof. Sergio Baragetti

TRASMISSIONE AD INGRANAGGI. Università degli Studi di Bergamo Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Prof. Sergio Baragetti TRASMISSIONE AD INGRANAGGI Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Prof. Sergio Baragetti GEOMETRIA DELLE RUOTE DENTATE La geometria delle ruote dentate si fonda sul modulo, m, dato da Dal modulo dipendono

Dettagli

Criteri di selezione martinetti

Criteri di selezione martinetti Criteri di selezione martinetti I martinetti meccanici trasformano il moto rotatorio in un movimento lineare. Questa trasformazione avviene con una perdita di potenza fra vite e madrevite. Questa perdita

Dettagli

COPPIE CONICHE STANDARD

COPPIE CONICHE STANDARD COPPIE CONICHE ESECUZIONE STNDRD pag. 6 ESECUZIONE SPECILE CH pag. 10 ESECUZIONE DIN 3971 pag. 17 SPIROIDLI pag. 23 PRODUZIONI SPECILI RICHIEST pag. 26 INGRNGGI CONICI INGRNGGI CONICI COPPI CONIC DENTI

Dettagli

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE FH 270/320/350 CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE L'esperienza che da parecchi anni abbiamo acquisito nella costruzione di macchine utensili ci ha permesso di realizzare con grande successo una macchina dotata

Dettagli

SERIE TA100 Con Indicatore AE402

SERIE TA100 Con Indicatore AE402 SERIE TA100 Con Indicatore AE402 (P.N. 3106610715, Revisione E, Aprile 2011) 81320477 Grazie per aver acquistato il transpallet TA100 di Cooperativa Bilanciai. Leggere le seguenti istruzioni con attenzione

Dettagli

BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO

BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO Via Torino 77/1-10040 Druento (TO) Tel. 011-19775.115 Fax 011-9942666 e-mail : info@sidarma.it - uff.commerciale@sidarma.it www.sidarma.it LA SINTERIZZAZIONE Che cos'è? La sinterizzazione

Dettagli

v. p. green Energy G3 30KW

v. p. green Energy G3 30KW v. p. green Energy G3 30KW costruzione molto robusta che si adatta a tutti venti manutenzione ridotta triplo freno a disco non necessita di inverter il migliore compromesso qualità/prezzo diametro del

Dettagli

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO 1 CCOPPIMENTI LBERO - ccoppiare due o più elementi di un qualsiasi complessivo, significa predisporre dei collegamenti in modo da renderli, in qualche maniera, solidali. Ciò si realizza introducendo dei

Dettagli

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532 TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 15, 155, 1L5 M.I.R.M.U. Via Baldinucci, 4 158 Milano Tel.959 Fax.9954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate alle operazioni di sgrossatura e di finitura di pezzi

Dettagli

RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE

RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE RUOTE DENTATE CILINDRICHE A DENTI DIRITTI E CREMAGLIERE Gli ingranaggi cilindrici e le cremagliere sono gli elementi classici per la trasmissione meccanica dei movimenti di rotazione e di traslazione tra

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

Classificazione delle pompe. Pompe cinetiche centrifughe ed assiali. Pompe cinetiche. Generalità POMPE CINETICHE CLASSIFICAZIONE

Classificazione delle pompe. Pompe cinetiche centrifughe ed assiali. Pompe cinetiche. Generalità POMPE CINETICHE CLASSIFICAZIONE Pompe cinetiche centrifughe ed assiali Prof.ssa Silvia Recchia Classificazione delle pompe In base al diverso modo di operare la trasmissione di energia al liquido le pompe si suddividono in: POMPE CINETICHE

Dettagli

ELEMENTI DI UNA RUOTA DENTATA A DENTI DIRITTI

ELEMENTI DI UNA RUOTA DENTATA A DENTI DIRITTI 1 Ruote dentate Le ruote dentate servono per la trasmissione del moto rotatorio continuo fra due alberi a distanza ravvicinata, con assi paralleli, concorrenti o sghembi. I denti della ruota motrice spingono,

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

VITI TRAPEZIE. Viti trapezie rullate di precisione RPTS. Vite metrica trapezia secondo le norme DIN 103

VITI TRAPEZIE. Viti trapezie rullate di precisione RPTS. Vite metrica trapezia secondo le norme DIN 103 VITI TRAPEZIE Viti Trapezie rullate Con la rullatura il filetto presenta un indurimento superficiale ed una bassa rugosità, consentendo di non interrompere la naturale direzione delle fibre del materiale.

Dettagli

Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN

Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN Catalogo guide lineari a 4 ricircoli di rulli HIWIN Serie RG - Trasmissioni Industriali S.a.s. - Via Lago di Annone,15 3615 Z.I. Schio ( VI ) Tel. 445/5142-511 Fax. 445/518 info@trasmissioniindustriali.com

Dettagli

Tensionamento sui motori Mitsubishi/Volvo 1.8 16V benzina. Fig. 1

Tensionamento sui motori Mitsubishi/Volvo 1.8 16V benzina. Fig. 1 Tensionamento sui motori Mitsubishi/Volvo 1.8 16V benzina Riferimento GATES: Marca : Modello : Motore : Codice motore: 5514XS/K015514XS MITSUBISHI / VOLVO Carisma, Pajero IQ, Pajero Pinin, Shogun Pinin,

Dettagli

ITIS OTHOCA ORISTANO I GIUNTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08

ITIS OTHOCA ORISTANO I GIUNTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 ITIS OTHOCA ORISTANO I GIUNTI Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 I giunti Si definisce giunto un dispositivo capace di rendere solidali tra loro due estremità d'albero in modo tale che l'uno possa trasmettere

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Trasmissione del moto Prof. S. Pascuzzi 1 Trasmissione del moto ELEMENTO CONDUTTORE impartisce il moto mediante

Dettagli

Si ipotizza che i coni della frizione siano in ghisa e che tra essi sia interposto del ferodo. (pag. I-79, I- 80)

Si ipotizza che i coni della frizione siano in ghisa e che tra essi sia interposto del ferodo. (pag. I-79, I- 80) Traccia Lo schema disegnato in figura rappresenta un innesto a frizione conico con il quale si deve trasmettere la potenza di 125 kw che ruotano a 2000 giri/minuto Fissato con motivato criterio ogni elemento

Dettagli

1 A DISEGNO PROGETTAZIONE ORGANIZZAZIONE INDUSTRIALE. T n. =C, con C = 366 ed n = 0.25, Motore

1 A DISEGNO PROGETTAZIONE ORGANIZZAZIONE INDUSTRIALE. T n. =C, con C = 366 ed n = 0.25, Motore Disegno, Progettazione ed rganizzazione Industriale esame 03 DISEGN PRGETTZINE RGNIZZZINE INDUSTRILE Sessione ordinaria 03 L albero di trasmissione rappresentato in figura trasmette una potenza P = 5 kw

Dettagli

Distributore per l Italia OMNILIP

Distributore per l Italia OMNILIP Distributore per l Italia OMNILIP Materiali Imateriali delle guarnizioni Saint-Gobain Performance Plastics sono miscelati e trattati per ottenere le migliori prestazioni di tenuta in un ampia varietà di

Dettagli

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi [ E[M]CONOMY] significa: Design to Cost. EMCOMILL E200 E900 E600 E350 Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi EMCOMILL E200 Test di collaudo UNI ISO 079-7 Distributore

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

Viti autobloccanti ad alta resistenza

Viti autobloccanti ad alta resistenza Viti autobloccanti ad alta resistenza La nostra Sede Il sistema autobloccante DURLOK è la soluzione ad uno dei problemi più persistenti nel settore della tecnologia del fissaggio... LA VIBRAZIONE Potere

Dettagli

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il sistema nervoso dell impianto elettrico Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il compito principale di un cavo è quello di trasportare l energia all interno di un

Dettagli

La finitura di massa produce eccellenti finiture isotropiche di superfici. La finitura superficiale aggiunge valore

La finitura di massa produce eccellenti finiture isotropiche di superfici. La finitura superficiale aggiunge valore La finitura di massa produce eccellenti finiture isotropiche di superfici La finitura superficiale aggiunge valore Vibrofinitura La finitura di massa è una tecnologia di finitura superficiale che si basa

Dettagli

Corso di Disegno di Macchine + Abilità Informatiche. Test di autovalutazione 14 marzo 2012 / A

Corso di Disegno di Macchine + Abilità Informatiche. Test di autovalutazione 14 marzo 2012 / A Test di autovalutazione 14 marzo 2012 / A 1) Quali, tra le seguenti coppie, è composta da forme duali? a. Il piano punteggiato e la stella di piani; b. la retta punteggiata e lo spazio punteggiato; c.

Dettagli

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 4 Componentistica di base: alberi, trasmissione per cinghie e catene, giunti Alberi Appunti

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11

MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11 F111.HT.01 Sensore a Turbina per installazioni in carico MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11 INDICE 1. Introduzione 2 1.1 Istruzioni per la sicurezza 2 2. Descrizzione 2 Caratteristiche principali... 3 Dati

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria COSTRUZIONE DI MACCHINE Prof. Sergio Baragetti Allievi del corso di Laurea in Ingegneria Gestionale (VO) Testi delle esercitazioni per l Anno Accademico

Dettagli

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26 Tecnica d ammortizzo CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D F m V S Vantaggi Applicazioni: - Ascensori per persone e per carichi Sicurezza: - Interruttore di posizione

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI MechForce

ATTUATORI ELETTRICI MechForce Attuatori con viti a ricircolo Quattro taglie: 50-63 - 80-100 50 63 80 100 size Attuatori lineari potenti e precisi ATTUATORI ELETTRICI MechForce Caratteristiche generali CARATTERISTICHE GENERALI Gli attuatori

Dettagli

Dischi frizione originali contro dischi frizione non originali: Risultati del controllo qualità: Molle principali dell ammortizzatore AL120018 AL70272

Dischi frizione originali contro dischi frizione non originali: Risultati del controllo qualità: Molle principali dell ammortizzatore AL120018 AL70272 Informazione Ricambi Buon viaggio - con le frizioni John Deere! Il disco frizione è l elemento di collegamento centrale della frizione. Insieme al volano ed alla piastra di pressione forma il sistema di

Dettagli

[ significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600. Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni

[ significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600. Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni [ E[M]CONOMy] significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600 Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni FAmup Linearmill 600 [Magazzino utensili] - Magazzino utensili

Dettagli

Falk Steelflex Giunti con lamelle rastremate

Falk Steelflex Giunti con lamelle rastremate s.r.l. odice alk teelflex Giunti con lamelle rastremate IVNITO TOIZZTO Monte osa, osa, 1 1 19 19MILNO MILNO(Italy) (Italy) Tel. Tel.:02.7.11.0.19 02.711019 r.a. +02.711001 mail: info@westcar.it www.westcar.it

Dettagli

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti albero-mozzo ELEMENTI ESIGENZE Anelli Scanalati Chiavette Linguette Spine elastici a Impedimento alla rotazione si si si si Impedimento alla traslazione

Dettagli

G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni

G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni Indice Contenuto della fornitura... 1 Montaggio su asse elica... 2 Montaggio su Saildrive... 3 Note di funzionamento... 4 Manutenzione... 4 Dati Tecnici...

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

ITA INDICE Catalogo 1/2011

ITA INDICE Catalogo 1/2011 ITA INDICE Catalogo 1/2011 INDICE Pagina INDICE Pagina Condizioni generali di vendita 1 FORME COSTRUTTIVE BARRE DENTATE 34 INTRODUZIONE 2 BARRE DENTATE PER CINGHIE IN POLLICI PROFILI PULEGGE DENTATE PASSO

Dettagli

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO Unità 3 PRODUZIONE E MENU VITI A RICIRCOLO DI SFERE TESTA MOTRICE CONTROTESTA CONTROMANDRINO AZIONAMENTO MANDRINO AZIONAMENTO ASSI ELETTROMANDRINI SERVIZI DI MACCHINA

Dettagli

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI 1 FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI (QUATTRO ASSI LINEARI ) CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE STRUTTURA DELLA MACCHINA La struttura, realizzata completamente in fusione di ghisa perlitica stabilizzata, garantisce

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY 0 1 PREMESSA Questo coreassy è stata prodotto e collaudato secondo gli schemi della norma UNI EN ISO 9001:2008 e risulta essere perfettamente intercambiabile all originale.

Dettagli

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3 Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011 Rotex Scheda tecnica Descrizione Pompe a gambo, con motore esterno al pozzetto di raccolta, per estrazione acque chiare e condensato Struttura della

Dettagli

Catene silenziose di trasmissione Rexroth

Catene silenziose di trasmissione Rexroth Electric Drives Linear Motion and and Controls Hydraulics Assembly Technologies Pneumatics Service Catene silenziose di trasmissione Rexroth Le catene Rexroth per la trasmissione di potenza Veloci, precise

Dettagli

tecnica di fucinatura

tecnica di fucinatura tecnica di fucinatura RÜBIG - Il sistema per catene robusta e affidabile una catena resistente per l esercizio impegnativo Le catene fucinate a stampo, smontabili, sviluppate dalla RÜBIG, si distinguono

Dettagli

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE CARATTERISTICHE Le lacche Molykote sono dispersioni di sostanze lubrificanti solide, come ad esempio il bisolfuro di molibdeno, e di resine leganti organiche o inorganiche finemente

Dettagli

La lubrificazione delle catene

La lubrificazione delle catene La lubrificazione delle catene 1. Introduzione. Le catene sono organi di trasmissione tra i più diffusi in ogni tipologia di macchinari ed impianti. Come ogni organo meccanico in movimento, anche le catene

Dettagli

Dimensionamento di un azionamento di avanzamento

Dimensionamento di un azionamento di avanzamento Dimensionamento di un azionamento di avanzamento Saranno forniti i criteri per la scelta dei servomotori e dei principali componenti meccanici di un azionamento di avanzamento. dimensionamento stazionario

Dettagli

IMPIANTI FRIGORIFERI: ASPETTI REALI. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006

IMPIANTI FRIGORIFERI: ASPETTI REALI. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 IMPIANTI FRIGORIFERI: ASPETTI REALI Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 I PROBLEMI DI FUNZIONAMENTO Fattori Intrinseci Errato dimensionamento componenti frigoriferi Errata regolazione Inadeguata

Dettagli

O-RINGS. Gli anelli INCOFEP

O-RINGS. Gli anelli INCOFEP Gli anelli INCOFEP La famiglia degli O-Ring in silicone, fluoroelastomero (Viton ) ed il nuovo EPDM rivestiti in modo continuo in FEP (Fluoro Etilene Propilene) o PFA (Perfluoro Alcoxy) sono un punto di

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

Pignoni - Corone pag. 2 Pignoni - Corone ASA pag. 20 Corone doppie per due catene semplici pag. 26 Pignoni acciaio inox Aisi 304 L - Pignoni semplici

Pignoni - Corone pag. 2 Pignoni - Corone ASA pag. 20 Corone doppie per due catene semplici pag. 26 Pignoni acciaio inox Aisi 304 L - Pignoni semplici INDICE Pignoni - Corone pag. 2 Pignoni - Corone ASA pag. 20 Corone doppie per due catene semplici pag. 26 Pignoni acciaio inox Aisi 304 L - Pignoni semplici temprati pag. 28 Pignoni semplici con denti

Dettagli

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Perché comprare un Carrier Drill? Flessibilità per eseguire 2 operazioni,

Dettagli

MODELLI. Estrattori Meccanici

MODELLI. Estrattori Meccanici Estrattori Meccanici Utensili per la Manutenzione dagli Esperti della Gestione dell Attrito Con oltre un secolo di esperienza nella tecnologia della gestione dell attrito, sa quanto critiche siano le corrette

Dettagli

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1)

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) 1 SCHEMA FUNZIONALE UTA 1 2 DATI GENERALI UNITA' TRATTAMENTO ARIA UTA 1 Tipo di esecuzione Dimensioni indicative: interno Lunghezza 8.85 m Larghezza 1.95 m Altezza

Dettagli

Esercizio 20 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 2002

Esercizio 20 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 2002 Esercizio 0 - tema di meccanica applicata e macchine a fluido- 00 er regolare il regime di rotazione di un gruppo elettrogeno, viene calettato sull albero di trasmissione del motore un volano in ghisa.

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS ADS La serie ADS è stata progettata sulla base della comprovata serie di ammortizzatori per carichi pesanti LDS da utilizzare su ascensori per persone e carichi. La prova di omologazione garantisce che

Dettagli

CANDIDATO: William Berardi. RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli

CANDIDATO: William Berardi. RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ingegneria Meccanica A.A. 2010/2011 - Sessione III CANDIDATO: William Berardi RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli

Dettagli

SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO

SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO IBP SpA SEGATRICE A NASTRO A DUE COLONNE BROWN SN 650 SEGATRICE A NASTRO SEMIAUTOMATICA IDRAULICA A CONTROLLO NUMERICO Segatrice a nastro a due colonne progettata per essere utilizzata principalmente da

Dettagli

sistemi orizzontali di ancoraggio provvisorio

sistemi orizzontali di ancoraggio provvisorio Flash protection I sistemi di ancoraggio provvisorio sono utilizzati per la messa in sicurezza dei cantieri o per interventi di manutenzioni su impianti o macchinari. Questi prodotti sono studiati in modo

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

TRASMISSIONE MECCANICA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico.

TRASMISSIONE MECCANICA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico. Trasmissione meccanica rof. apuzzimati Mario - ITIS Magistri umacini - omo TASMISSIONE MEANIA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico. apita molto spesso che il carico meccanico

Dettagli

Sommario. Pagina 3 : La ditta Mechetti. Pagina 4 : Presentazione prodotti. Pagina 5 : Schede tecniche. Pagina 6 : Istruzioni per l uso

Sommario. Pagina 3 : La ditta Mechetti. Pagina 4 : Presentazione prodotti. Pagina 5 : Schede tecniche. Pagina 6 : Istruzioni per l uso MANUALE D USO Mek 1 Sommario Pagina 3 : La ditta Mechetti Pagina 4 : Presentazione prodotti Pagina 5 : Schede tecniche Pagina 6 : Istruzioni per l uso Pagina 7 : Soluzione e problemi noti Pagina 8 : Parti

Dettagli

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi

[ significa: Design to Cost. EMCOMILL E1200 E900 E600 E350. Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi [ E[M]CONOMY] significa: Design to Cost. EMCOMILL E200 E900 E600 E350 Centri di lavoro verticali CNC a 3 assi per la lavorazione di lotti piccoli e medi EMCOMILL E200 Test di collaudo UNI ISO 079-7 Distributore

Dettagli

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio Catalogo 122-I Metrico Istruzioni di sollevamento e assemblaggio UNITÀ CENTRIFUGHE - CONDENSATORI EVAPORATIVI RAFFREDDATORI A CIRCUITO CHIUSO - TORRI APERTE PER INTERVENTI E FORNITURE DI RICAMBI ORIGINALI

Dettagli

Cappa da cucina tradizionale confort

Cappa da cucina tradizionale confort Cappa da cucina tradizionale confort Prezzi a richiesta Vantaggi Compensazione integrata. Filtri a labirinto in acciao inox montati. Illuminazione ad incasso in opzione. Gamma Due altezze disponibili:

Dettagli

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Leonardo Vita Leonardo.vita@ispesl.it Marco Pirozzi marco.pirozzi@ispesl.it L albero cardanico L albero cardanico é un organo meccanico

Dettagli

Pompe idrauliche per il settore mobile e industriale T6*R

Pompe idrauliche per il settore mobile e industriale T6*R Pompe idrauliche per il settore mobile e industriale T6*R Tecnologia a palette Denison, cilindrata fissa Catalogo HY29-0027/IT Indice Serie T6*R, pompe a palette Denison GENERALITÀ Caratteristiche... 3

Dettagli

Guida a croce LM Tipo CSR

Guida a croce LM Tipo CSR Guida a croce LM Tipo CSR Rotaia LM Tenuta frontale Frontale di ricircolo Sfere Lamierino di trattenuta delle sfere Nipplo ingrassatore Carrello LM Tenuta laterale Rotaia LM Figura 1: Struttura della guida

Dettagli

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 DESCRIZIONE PRODOTTO La serie Neoarm è una linea di apparecchi d appoggio strutturali in elastomero armato, costituiti cioè da un blocco in elastomero nel quale sono inseriti

Dettagli

Martinetti meccanici. Descrizione martinetti meccanici. Caratteristiche costruttive

Martinetti meccanici. Descrizione martinetti meccanici. Caratteristiche costruttive Descrizione martinetti meccanici I martinetti meccanici permettono di trasformare un movimento rotativo fornito da un motore elettrico, idraulico o pneumatico o perfino manuale in un movimento lineare

Dettagli