FLC CGIL. SEMINARIO di FORMAZIONE QUALE BUONA SCUOLA? Il «Cantiere scuola» della FLC CGIL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FLC CGIL. SEMINARIO di FORMAZIONE QUALE BUONA SCUOLA? Il «Cantiere scuola» della FLC CGIL"

Transcript

1 FLC CGIL SEMINARIO di FORMAZIONE QUALE BUONA SCUOLA? Il «Cantiere scuola» della FLC CGIL Opinioni a confronto su tre punti: reclutamento, carriera e autonomia Treviso, 13 novembre 2014 Marta Viotto 1

2 LA NOSTRA SCUOLA E LA BUONA SCUOLA A CONFRONTO Alcuni punti: 1. Reclutamento e immissioni in ruolo; 2. la nuova carriera e i salari dei docenti; 3. la nuova autonomia delle scuole;

3 LA «BUONA SCUOLA» RECLUTAMENTO E ORGANICI

4 LA «BUONA SCUOLA»: RECLUTAMENTO E ORGANICO LE IMMISSIONI IN RUOLO La «buona scuola» prevede di assumere in un anno ( 2015/2016) tutti gli insegnanti ancora presenti nelle graduatorie ad esaurimento, svuotandole completamente. Totale: insegnanti in un colpo solo Come? Superando la distinzione tra O.D. e O.F. e istituendo l organico funzionale Dopo l eliminazione delle GAE si procederà alle assunzioni solo tramite concorso

5 LA «BUONA SCUOLA»: RECLUTAMENTO E ORGANICO LE IMMISSIONI IN RUOLO Una parte consistente ( ) coprirà posti vacanti o posti creati ex novo ( musica, storia dell arte ed educazione fisica) Gli altri saranno collocati nell organico funzionale

6 IL «CANTIERE SCUOLA» della FLC CGIL: RECLUTAMENTO E ORGANICI

7 Organico funzionale E fondamentale per : Assicurare la continuità didattica. Rendere stabile la posizione lavorativa di un docente. Ridurre il ricorso alle supplenze brevi. 7

8 Reclutamento Le immissioni in ruolo: la nostra posizione. Meccanismi chiari di accesso e regolarità dei concorsi chiediamo che sia Centrale il ruolo della formazione iniziale, con un vero tirocinio. 8

9 E infine, un «leggerissimo sospetto».. E ormai imminente la sentenza della Corte di Giustizia europea che potrebbe imporre allo stato italiano di immettere in ruolo i docenti per abuso di precariato. E dunque E lecito sospettare che il Governo voglia assumere agli occhi dei precari il merito di averli stabilizzati anticipando un atto che sarebbe stato comunque costretto a compiere dall Europa! 9

10 LA «BUONA SCUOLA» CARRIERA E SALARIO DEGLI INSEGNANTI

11 La nuova carriera e il salario Si tratta probabilmente del punto più controverso: Prevede: - Passaggio dagli scatti di anzianità agli scatti di competenza - Abrogazione totale degli attuali gradoni di anzianità - Nuova carriera solo a partire dal Premiato con scatti triennali solo il 66 % dei docenti generando così una sana competizione - Istituzione di un portfolio del docente - Valutazione del merito da parte di un comitato di valutazione interno alla scuola + un garante esterno ( o docente mentor, a regime)

12 Criteri per conseguire gli «scatti di merito» Sistema basato su tre pilastri I CREDITI DIDATTICI e cioè la qualità dell insegnamento in classe e la capacità di migliorare il livello di apprendimento degli studenti. I CREDITI FORMATIVI formazione in servizio a cui tutti saranno tenuti, attività di ricerca e produzione scientifica che alcuni intendono promuovere: si potranno acquisire attraverso percorsi accreditati, documentati, valutati e certificati. I CREDITI PROFESSIONALI assunti all interno della scuola per promuovere e sostenerne l organizzazione e il miglioramento, sia nella sua attività ordinaria (coordinatori di classe) sia nella sua attività progettuale. 12

13 I ( molti) punti critici Tutta la progressione sarà apparentemente prevista fuori da qualsiasi contrattazione. Fino al 2019 gli scatti saranno congelati per tutti, ad eccezione dei docenti che avranno svolto 33 anni di servizio: di fatto una riduzione salariale programmata Si ritorna alla «premialità a percentuali» di brunettiana memoria, in base alla quale si stabilisce per legge che solo una parte dei docenti è degna di essere premiata. Si rompe la cooperazione tra il personale lasciando il posto ad una competizione individuale senza regole per rientrare nel 66% di chi potrà accedere agli scatti triennali. 13

14 E, dulcis in fundo, la beffa finale! La nuova carriera costituisce infine una grande perdita netta di salario perché sarà impossibile maturare ogni tre anni lo scatto e basterebbe saltare un solo aumento nei primi 20 anni per avere retribuzioni più basse delle attuali! 14

15 Vecchia e nuova progressione stipendiale Classe Scatto Vecchio sistema Nuovo sistema

16 IL «CANTIERE SCUOLA» DELLA FLC CGIL: CARRIERA, SALARIO ( E CONTRATTO)

17 La nostra posizione Sistema misto composto da A. Anzianità con recupero prioritario del potere di acquisto perduto in questi anni ( euro per i docenti e per gli ATA) + B. Volontarie accelerazioni delle carriere basate su tre criteri: 1. particolare impegno aggiuntivo nel lavoro d aula se connotato da innovazione e ricerca didattica - educativa e nel campo della valutazione 2. l impegno aggiuntivo nelle attività di tipo organizzativo e gestionale diverse dall insegnamento e funzionali alle esigenze delle singole scuole 3. la specificità del contesto lavorativo in cui si insegna ( insegnare a Scampia non è come insegnare al Berchet )

18 La professionalità docente ( e il contratto) No a incursioni legislative su materie che devono rimanere di esclusivo ambito contrattuale (salario, orario, org.ne lavoro, valorizzazione prof.le ) Rafforzare la funzione docente con l introduzione di nuove competenze: Psicopedagogiche - Relazionali Organizzative - Informatiche e sull utilizzo delle nuove tecnologie Linguistiche - di orientamento

19 LA «BUONA SCUOLA»: L AUTONOMIA

20 L autonomia scolastica Nella «Buona scuola» si declina in quattro concetti: 1. Non c è vera autonomia senza responsabilità. E non c è responsabilità senza valutazione. 2. Le scuole saranno aiutate e valutate su questo a costruire il proprio progetto di miglioramento.(flussi dati sull org.ne-rapporti autovalutazione,progetti finanziati dal MOF,mappatura delle interazioni scuola con il territorio) 3. Ogni scuola deve poter schierare la miglior squadra possibile. (registro naz.le docenti) 4. I dirigenti scolastici potranno scegliere tra i docenti coloro che coordinano le attività di innovazione didattica, la valutazione o l orientamento e premiarne, anche economicamente, l impegno.

21 I punti critici 1.Nonostante le belle parole il sistema farà perno sul SNV ( a sua volta centrato sull INVALSI);dove l unico strumento è configurato da una tipologia di test orientato e controllato dall Invalsi 2.La possibilità di chiamare un insegnante nella propria scuola da parte del D.S. non fa i conti con la volontarietà della scelta e con il parere della scuola di provenienza ( perché quest ultima dovrebbe privarsi di un buon docente?) 3.Se si vuole avere un bravo insegnante nella propria scuola bisogna pagarlo: lo si farà con una quota parte ( 10% ) del MOF direttamente utilizzabile dal D.S. e sottratto alla contrattazione. 21

22 IL «CANTIERE SCUOLA» DELLA FLC CGIL: L AUTONOMIA

23 La nostra posizione Uscire dall assunto che per avere una maggiore qualità nel sistema scol.co bisogna misurare il merito con la valutazione utilizzando la premialità individuare i livelli essenziali delle prestazioni scolastiche rendere l Invalsi realmente autonomo rivedendo radicalmente la funzione dei test separare la valutazione dei risultati del sistema dai processi di valorizzazione del personale La valutazione deve essere realmente di sistema e deve coinvolgere tutti, a partire dai decisori politici, con l'obiettivo di innalzare la qualità della didattica e non di classificare le scuole 23

24 La Buona Scuola : alcune interessanti scoperte la parola valutazione compare 51 volte le parole impresa e/o azienda compaiono 19 volte la parola merito compare 8 volte la parola competizione compare 5 volte compaiono una sola volta le parole condivisione e collegiale risultano completamente assenti le parole cooperazione, compresenze, alunni per classe

25 la SCUOLA giusta. Penso che la scuola italiana sia fra le migliori del mondo Non per caso i giovani italiani hanno qualcosa che altri paesi fanno fatica ad offrire: non solo fantasia, creatività, ma soprattutto un ampia, profonda solida cultura. Carlo Rovelli, fisico teorico da La Repubblica 9 luglio 2014 LA FLC E AL LAVORO DA TEMPO PER LA SCUOLA bene comune. #failascuolagiusta 25

26 la SCUOLA giusta. fine #failascuolagiusta 26

27 Il personale ATA: figli di un dio minore Il personale ATA è il grande assente dal Piano scuola. Unico accenno in 136 pagine: «Per il personale Ata sarà rivisitato il meccanismo di valorizzazione della carriera» E poi il nulla 27

28 La nostra posizione Indispensabilità del lavoro del personale ATA per il supporto alla didattica. Riconoscimento del loro lavoro nel POF Aumentare i momenti di partecipazione alle decisioni della vita scolastica Ridefinire giuridicamente e economicamente i profili professionali Ridefinire diritti e doveri per il personale docente e Ata. Internalizzazione del servizio di pulizia con stabilizzazione degli posti accantonati Predisporre un piano di stabilizzazione come per i docenti, restituendo l organico Ata che è stato tagliato 28

29 Parte seconda La contrattazione d istituto 29

30 I punti critici Sempre più spesso nelle scuole si è utilizzato il fondo per finalità non previste dal CCNL (pagamento supplenze, ore eccedenti, indennità etc..). Continui conflitti sulle materie di contrattazione (organizzazione del lavoro, mobilità interna). Situazioni complicate nel gestire l orario del personale, in particolare per gli Ata. CCNL sempre fermo e salari bloccati Nessuna novità positiva né prospettive di modifica in meglio del quadro di riferimento sulla contrattazione E infine Le continue riduzioni del MOF in seguito agli accordi che la FLC, unico sindacato, non ha firmato. 30

31 Come è cambiato il Mof in due anni 31

32 Due, piccole, novità positive 1. La consistenza complessiva del MOF è aumentata del 20 /23% rispetto all anno scorso. 1. Finalmente e dopo anni si conosce la consistenza del MOF dal mese di settembre: le scuole possono finalmente pianificare le loro attività. 32

33 I PARAMETRI DI CALCOLO DEL MOF ( INTESA DEL 07/08/14 E SUCCESSIVA RICOGNIZIONE ECONOMIE DEL 16/09/2014) Istituto contrattuale Parametro (in Euro) Moltiplicatore 2.495,29 354,80 numero punti erogazione servizio numero posti complessivi in organico di diritto 2014/15 ( ) FIS 413, ,60 643,07 40,47 145,97 75,57 28,81 60,37 numero posti docenti scuola secondaria di secondo grado in org. diritto 2014/15 quota base per tutte le scuole numero complessità organizzativa (*) numero posti docenti organico diritto 2014/15 numero posti Ata in organico di diritto 2014/15 numero classi istruzione secondaria (#) numero docenti organico di diritto 2014/15 scuola infanzia e primaria numero docenti organico di diritto 2014/15 secondaria 33

34 Contrattazione: le nostre priorità rispetto del CCNL (artt. 87, 88, tabelle compensi orari e indennità) conseguente retribuzione di tutte le attività secondo le tariffe del Ccnl (no a prestazioni con tariffe low-cost o gratuite) mantenimento, per quanto possibile, dell equilibrio tra le diverse componenti (profili professionali e ordini di scuola) sforzo di favorire scelte contrattuali che sviluppino e qualifichino l offerta formativa; programmazione unitaria e non frammentaria; dare una corsia preferenziale ai progetti di scuola e alle prestazioni coerenti con la missione istituzionale della scuola negoziazione del salario accessorio anche quando i fondi sono di provenienza non contrattuale come i fondi europei 34

35 Grazie e buon lavoro a tutti voi! 35

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA Per la piena contrattualizzazione del rapporto di lavoro. Il Contratto come diritto dei lavoratori riconosciuto dalla Costituzione.

Dettagli

INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA»

INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA» INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA» novembre 2014 FLC CGIL Quorum www.flcgil.it www.quorumsas.it L indagine sulla «scuola giusta» Nel periodo tra il 30 ottobre e il 19 novembre 2014 hanno risposto complessivamente

Dettagli

Contrattazione risorse MOF 2013/2014

Contrattazione risorse MOF 2013/2014 Contrattazione risorse MOF 2013/2014 Verona 16 dicembre 2013 Raffaele Ciuffreda Coordinamento nazionale dirigenti scolastici FLC Il contesto Innovazioni vecchie e nuove DPR Regolamento (Congelamento salari

Dettagli

PRIME OSSERVAZIONI DELLO SNALS-CONFSAL SUL DOCUMENTO DEL GOVERNO LA BUONA SCUOLA

PRIME OSSERVAZIONI DELLO SNALS-CONFSAL SUL DOCUMENTO DEL GOVERNO LA BUONA SCUOLA PRIME OSSERVAZIONI DELLO SNALS-CONFSAL SUL DOCUMENTO DEL GOVERNO LA BUONA SCUOLA CONFERENZA DEI SEGRETARI PROVINCIALI E REGIONALI 17-18 SETTEMBRE 2014 Lo Snals-Confsal, il più rappresentativo sindacato

Dettagli

LA NOSTRA BUONA SCUOLA

LA NOSTRA BUONA SCUOLA LA NOSTRA BUONA SCUOLA DOCUMENTO DI LAVORO a cura di un gruppo di Dirigenti Scolastici toscani PREMESSA La nostra scuola vive da tempo, per diverse ragioni, una condizione di profonda difficoltà. La proposta

Dettagli

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Premessa Formazione iniziale e reclutamento dei docenti rappresentano due elementi di fondamentale importanza nella costruzione

Dettagli

la SCUOLA giusta. CANTIERE SCUOLA FLC CGIL LA FLC È AL LAVORO DA TEMPO PER LA SCUOLA bene comune. #failascuolagiusta ORA E SEMPRE CONOSCENZA

la SCUOLA giusta. CANTIERE SCUOLA FLC CGIL LA FLC È AL LAVORO DA TEMPO PER LA SCUOLA bene comune. #failascuolagiusta ORA E SEMPRE CONOSCENZA la SCUOLA giusta. CANTIERE SCUOLA FLC CGIL LA FLC È AL LAVORO DA TEMPO PER LA SCUOLA bene comune. #failascuolagiusta ORA E SEMPRE Penso che la scuola italiana sia fra le migliori del mondo... Non per caso

Dettagli

Documento Governo Renzi «La Buona Scuola» Punti di riflessione essenziali per le assemblee precongressuali dell Anp

Documento Governo Renzi «La Buona Scuola» Punti di riflessione essenziali per le assemblee precongressuali dell Anp Documento Governo Renzi «La Buona Scuola» Punti di riflessione essenziali per le assemblee precongressuali dell Anp Dirigenti scolastici: l inquadramento (1) CRITICITA NEL DOCUMENTO carente definizione

Dettagli

LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA

LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA Dopo anni di interventi legislativi e di aggressioni al ruolo sociale ed educativo della scuola, ci troviamo di fronte ad un progetto, ispirato da una logica

Dettagli

SCUOLA LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

SCUOLA LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO 1. Investire nel capitale umano per essere una superpotenza culturale Il Ddl di riforma della scuola è stato approvato alla Camera. A giugno sarà votato al Senato.

Dettagli

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto Il fondo d istituto Il Fondo è destinato a retribuire le prestazioni rese dal personale docente, educativo ed ata (solo personale interno, sia a tempo determinato che indeterminato) per sostenere il processo

Dettagli

Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare

Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare Inizia la discussione parlamentare sulla conversione in legge del decreto 70/2011. La FLC CGIL, dopo avere illustrato le sue proposte alla Commissione Cultura

Dettagli

LA BUONA SCUOLA IN ABRUZZO. La situazione del sistema scolastico abruzzese.

LA BUONA SCUOLA IN ABRUZZO. La situazione del sistema scolastico abruzzese. LA BUONA SCUOLA IN ABRUZZO La situazione del sistema scolastico abruzzese. Le scuole della regione Abruzzo sono così distribuite nel territorio: Provincia Alunni Scuole Chieti 53.596 N. 60 ISTITUZIONI

Dettagli

Dalla Buona Scuola al DDL: cosa succede alla pubblica istruzione?

Dalla Buona Scuola al DDL: cosa succede alla pubblica istruzione? Dalla Buona Scuola al DDL: cosa succede alla pubblica istruzione? FINALITA DEL DDL Disciplina l autonomia delle istituzioni scolastiche, anche in relazione alla dotazione finanziaria, allo scopo di garantire

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro:

19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro: Segreterie di VERONA 19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro: Continua la mobilitazione della categoria per chiedere di modificare radicalmente il contenuto del DDL La SCUOLA VERONESE oggi

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

LA BUONA SCUOLA UNA SCUOLA BUONA

LA BUONA SCUOLA UNA SCUOLA BUONA LA BUONA SCUOLA Riflessioni sulla proposta del governo per UNA SCUOLA BUONA Bergamo, 31 Ottobre 2014 1 I nuovi 140.000 docenti 2 Opportunità Formazione e carriera 3 Vera autonomia La buona scuola 4 Ripensare

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli

CONSULTAZIONE NAZIONALE SULLE LINEE GUIDA DEL GOVERNO LA BUONA SCUOLA

CONSULTAZIONE NAZIONALE SULLE LINEE GUIDA DEL GOVERNO LA BUONA SCUOLA 1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA CONSULTAZIONE NAZIONALE SULLE LINEE

Dettagli

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura La buona scuola Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura Nel corso dell esame sul ddl scuola in Commissione, il testo è stato migliorato in molti articoli con il lavoro dei nostri deputati,

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

La manovra 2010 e gli effetti nei comparti pubblici della conoscenza

La manovra 2010 e gli effetti nei comparti pubblici della conoscenza La manovra 2010 e gli effetti nei comparti pubblici della conoscenza Elaborazione a cura del centro nazionale FLC CGIL sulla base dei testi/bozze relativi alla manovra 2010 attualmente disponibili I contratti

Dettagli

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Al nostro Paese serve una BUONA SCUOLA Perché è l unica risposta alla nuova

Dettagli

la buona SCUOLA sintesi realizzata dal Dipartimento Istruzione e Formazione Italiana

la buona SCUOLA sintesi realizzata dal Dipartimento Istruzione e Formazione Italiana Italienisches Bildungsressort Dipartimento Istruzione e Formazione Italiana la buona SCUOLA CAPITOLO I Assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno sintesi realizzata dal Dipartimento Istruzione

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Scuola dell infanzia primaria secondaria di I grado Via del

Dettagli

Di un elemento però non si può non rilevare l assenza: un cenno all idea che questo governo ha o vuole dare del sistema nazionale di istruzione.

Di un elemento però non si può non rilevare l assenza: un cenno all idea che questo governo ha o vuole dare del sistema nazionale di istruzione. La raccolta di riflessioni di seguito riportata riguardante il documento per la consultazione popolare La buona scuola, prodotta nell autunno scorso, vede ora alcune delle prospettive indicate riflettersi

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOLIERA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOLIERA Muratori Battisti Bixio Menotti ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOLIERA Garibaldi Sassi Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di 1 grado Via Roma, 134-41019 Soliera (MO) Tel. 059 567234 Fax 059 567471 e-mail:

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE 1 IL DOCUMENTO NEI 12 PUNTI DI SINTESI 2 1. MAI PIÙ' PRECARI NELLA SCUOLA Un piano

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G.Rodari Via Aquileia, 1 20021 Baranzate (MI) Tel/fax 02-3561839 Cod. Fiscale 80126410150 Cod. meccanografico MIIC8A900C

Dettagli

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE Registrato dalla Corte dei Conti il 28/02/2013, registro n. P.I., foglio n. 118 Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, concernente

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca INTESA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA e LA REGIONE LOMBARDIA VISTI - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di

Dettagli

Sul governo e sul progetto dell istituzione scolastica

Sul governo e sul progetto dell istituzione scolastica Milano 8 aprile 2015 INCONTRO CON I CAPIGRUPPO CONSIGLIARI DI REGIONE LOMBARDIA Introduzione ai lavori a cura di Silvio Colombini (Segretario generale CISL Scuola Lombardia) Premessa Il Governo ha scelto

Dettagli

Schema di regolamento concernente la formazione iniziale degli insegnanti (Atto 205) PARERE APPROVATO

Schema di regolamento concernente la formazione iniziale degli insegnanti (Atto 205) PARERE APPROVATO Schema di regolamento concernente la formazione iniziale degli insegnanti (Atto 205) PARERE APPROVATO La Commissione VII (Cultura, scienza, istruzione), esaminato lo schema di decreto del Presidente della

Dettagli

Scatti di anzianità e posizioni economiche ATA. Conclusa la trattativa all Aran sui due accordi

Scatti di anzianità e posizioni economiche ATA. Conclusa la trattativa all Aran sui due accordi Scatti di anzianità e posizioni economiche ATA. Conclusa la trattativa all Aran sui due accordi La FLC ha sottoscritto la pre-intesa sul riconoscimento degli emolumenti al personale ATA, mentre non ha

Dettagli

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1 Prot.1897/A26 Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica (art. 40bis, comma 5, D.Lgs 165/2001 come modificato dal D.Lgs 150/2009, circ. MEF n. 25 del 19/07/2012)

Dettagli

LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA

LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA Premessa Sulla conoscenza è arrivato il tempo di una netta inversione di tendenza. Occorre ridare centralità all intervento

Dettagli

La buona scuola Scheda n. 2

La buona scuola Scheda n. 2 La buona scuola Scheda n. 2 Testo La buona scuola - stralci Cap. 2 LE NUOVE OPPORTUNITA PER TUTTI I DOCENTI: formazione e carriera nella buona scuola [pp. 43-58] Commenti/Osservazioni Nel capitolo si parla

Dettagli

IL PERCORSO NORMATIVO PER ATTUARE LE PROPOSTE PER L A.S. 2015-2016

IL PERCORSO NORMATIVO PER ATTUARE LE PROPOSTE PER L A.S. 2015-2016 IL PERCORSO NORMATIVO PER ATTUARE LE PROPOSTE PER L A.S. 2015-2016 Qual è il percorso normativo più efficace per attuare la riforma della scuola in tempo utile per l'inizio dell'anno scolastico 2015/2016?

Dettagli

BUONA SCUOLA PER CHI?

BUONA SCUOLA PER CHI? BUONA SCUOLA PER CHI? Un'analisi del Piano Scuola del Governo Renzi INDICE: CAP. 1 ASSUMERE TUTTI I DOCENTI di cui la Buona Scuola ha bisogno Ovvero: assunzione di massa di 150.000 precari o espulsione

Dettagli

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808...

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808... Ufficio Stampa COME SI DIVENTA INSEGNANTI: ECCO LE NUOVE REGOLE UN ANNO DI TIROCINIO PER LEGARE TEORIA A PRATICA ASSUNZIONI SOLO IN BASE ALLA NECESSITÀ PER EVITARE IL PRECARIATO PIÙ INGLESE E COMPETENZE

Dettagli

COMUNICATO CAPDI & LSM N 47 DEL 28 NOVEMBRE 2009. Attività sportiva scolastica: osservazioni al Miur e OOSS dopo l'accordo del 18 nov

COMUNICATO CAPDI & LSM N 47 DEL 28 NOVEMBRE 2009. Attività sportiva scolastica: osservazioni al Miur e OOSS dopo l'accordo del 18 nov COMUNICATO CAPDI & LSM N 47 DEL 28 NOVEMBRE 2009 Attività sportiva scolastica: osservazioni al Miur e OOSS dopo l'accordo del 18 nov Carissimi colleghi Il 18 novembre è stato firmato l accordo sindacale

Dettagli

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 Firenze, 9 gennaio 2015 Auditorium Consiglio Regionale Toscana Conclusioni Anna Maria Santoro, Segretaria Nazionale FLC CGIL Ridare leggerezza e respiro alle

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI  G. G A L I L E I  http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " Via G.B. Nicol, 35-10051 AVIGLIANA (TO) - TEL. 011-9328042 - FAX 0119320988 http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it Relazione

Dettagli

Fare il DS: un introduzione. di Dario Cillo

Fare il DS: un introduzione. di Dario Cillo Fare il DS: un introduzione di Dario Cillo Autonomia e Sussidiarietà Sussidiarietà: responsabilità pubbliche all autorità territorialmente e funzionalmente più vicina ai cittadini interessati Legge 15

Dettagli

LEGGE 107 DEL 13 LUGLIO 2015 ISTITUZIONI SCOLASTICHE ADEMPIMENTI SETTEMBRE/OTTOBRE 2015. Segreteria Nazionale CISL Scuola

LEGGE 107 DEL 13 LUGLIO 2015 ISTITUZIONI SCOLASTICHE ADEMPIMENTI SETTEMBRE/OTTOBRE 2015. Segreteria Nazionale CISL Scuola LEGGE 107 DEL 13 LUGLIO 2015 ISTITUZIONI SCOLASTICHE ADEMPIMENTI SETTEMBRE/OTTOBRE 2015 1 AUTONOMIA L Autonomia delle Istituzioni scolastiche viene introdotta dall art. 21, della legge 15 marzo 1997, n.

Dettagli

La Buona Scuola e l Idr: nuovi scenari e vecchi problemi

La Buona Scuola e l Idr: nuovi scenari e vecchi problemi La Buona Scuola e l Idr: nuovi scenari e vecchi problemi Sergio Cicatelli Cagliari, 29 giugno 2015 La Buona Scuola n 3-9-2014: presentazione del progetto. n 15-9/15-11-14: consultazione pubblica. n 15-12-2014:

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie Prot. n. 3631/C16 Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

Petizione al Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano

Petizione al Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano Petizione al Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano in qualità di cittadina/o, che ha sempre pagato le proprie tasse, che mai ha visto le stesse diminuire e che, malgrado ciò, ha visto un impoverimento

Dettagli

Leggere la riforma Sostenere i diritti

Leggere la riforma Sostenere i diritti Leggere la riforma Sostenere i diritti La scheda di analisi dei provvedimenti del Governo a cura della Uil Scuola 1 Con l anno scolastico 2015/2016 entra in vigore per alcune parti importanti la legge

Dettagli

Contratto nazionale di lavoro quadriennio 2006-2009 e biennio economico 2006-2007. Le principali novità. Benefici economici.

Contratto nazionale di lavoro quadriennio 2006-2009 e biennio economico 2006-2007. Le principali novità. Benefici economici. Contratto nazionale di lavoro quadriennio 2006-2009 e biennio economico 2006-2007. Le principali novità. Benefici economici. Personale docente Aumenti medi mensili a regime (gennaio 2008) di 140 euro lordi,

Dettagli

ANIEF BENEVENTO. SEMINARIO 5 Settembre 2014

ANIEF BENEVENTO. SEMINARIO 5 Settembre 2014 ANIEF BENEVENTO SEMINARIO 5 Settembre 2014 I.C O. Fragnito SAN GIORGIO LA MOLARA Sede Via Montedoro,1 Emilia Tartaglia Polcini Coordinatore Provinciale i Anief Benevento INTRODUZIONE Perché lo facciamo?

Dettagli

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S.

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. 2003-2004------------------------------------------ VISTO

Dettagli

CONTRIBUTO DELLA FISH - FEDERAZIONE ITALIANA PER IL SUPERAMENTO DELL HANDICAP per la consultazione sulla Buona Scuola avviata dal Governo

CONTRIBUTO DELLA FISH - FEDERAZIONE ITALIANA PER IL SUPERAMENTO DELL HANDICAP per la consultazione sulla Buona Scuola avviata dal Governo CONTRIBUTO DELLA FISH - FEDERAZIONE ITALIANA PER IL SUPERAMENTO DELL HANDICAP per la consultazione sulla Buona Scuola avviata dal Governo Commenti generali elementi positivi e negativi Il piano per la

Dettagli

GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI

GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI Gilda Nazionale Degli Insegnanti Via Salaria, 44 00138 Roma Tel. 068845005 095 fax. 0684082071 www.gildains.it

Dettagli

PIANO DEL SISTEMA GESTIONE QUALITA

PIANO DEL SISTEMA GESTIONE QUALITA PIANO DEL SISTEMA GESTIONE QUALITA Piano della performance a.s. 2012/2013 Per dare senso al fare della scuola, per rilevare la coerenza tra le dichiarazioni strategiche e politiche, la progettazione dell

Dettagli

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO M.I.U.R. UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA ISTITUTO COMPRENSIVO Anna Compagnone SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA 1 GRADO Via del Faro N 1 0 7 0 2 0 P A L A U Tel. 0789-70 95 40 fax

Dettagli

La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE. Quale idea di scuola

La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE. Quale idea di scuola La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE La presente griglia contiene tutti i temi del Piano scuola del Governo del 3 settembre 2014

Dettagli

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari RAV e dintorni Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015 Maddalena Cassinari 1. Motivazione del RAV * La parola chiave è: MIGLIORAMENTO * Attraverso * azioni correttive * cambiamenti necessari

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE 1 Informazioni generali 1 ciclo di istruzione : Rifinanziamento misure di accompagnamento

Dettagli

Tabelle di equiparazione e DM mobilità

Tabelle di equiparazione e DM mobilità Tabelle di equiparazione e DM mobilità E' stato registrato alla Corte dei Conti il DPCM di Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi

Dettagli

Linee d'indirizzo del POF

Linee d'indirizzo del POF Linee d'indirizzo del POF Triennio 2016/2019 Il POF com'è e come sarà (1/2) Durata Indirizzi DPR275/199 9 Annuale Consiglio di Istituto L107/2015 Triennale revisione annuale Dirigente scolastico Stesura

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019 I.C. 6 QUASIMODO DICEARCHIA 80078 POZZUOLI (NA)-Via Caio Vestorio,3 Tel e Fax 081/8042620 Cod. Fisc. 96029330634 Cod.Mecc. NAIC8DY002 http://www.ic6quasimododicearchia.gov.it e-mail: NAIC8DY002@istruzione.it

Dettagli

le nuove opportunità per tutti i docenti: formazione e carriera nella buona scuola

le nuove opportunità per tutti i docenti: formazione e carriera nella buona scuola 2 le nuove opportunità per tutti i docenti: formazione e carriera nella buona scuola Un piano di assunzioni straordinario e l indizione di un nuovo concorso possono funzionare solo a condizione di introdurre

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO Ai Revisori dei Conti Alle RSU dell Istituto Sede Spett.le A.R.A.N. Via del Corso, 476 00186 Roma integrativo@pec.aranagenzia.it Spett.le C.N.E.L. Viale Davide Lubin, 2 00196 Roma trasmissionecontratti@cnel.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Centro Provinciale per l Istruzione degli Adulti Via Giordano Bruno sn 97100 RAGUSA

Dettagli

LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione. Legge 107 del 13 luglio 2015 - Elena Centemero

LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione. Legge 107 del 13 luglio 2015 - Elena Centemero LEGGE 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione 1 FINALITA Dare piena attuazione all autonomia Innalzare i livelli di istruzione e le competenze Contrastare le disuguaglianze Prevenire

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "EMANUELE MORSELLI INDIRIZZI: CHIMICO - ELETTROTECNICA - MECCANICA E MECCATRONICA- AGRARIA,AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ELETTRONICA- INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

VISTO VISTO VISTO VISTO VISTO

VISTO VISTO VISTO VISTO VISTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. CASTELLANI Via Della Polla, 34-59100 PRATO - Tel. 0574/624481 0574/624608 Fax 0574/622613 e-mail: poic812003@istruzione.it PEC: poic812003@ecert.it C.F. 92052620488 IPOTESI

Dettagli

Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015

Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015 Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015 Onorevole Presidente, on.li Commissari, oggi siamo qui per essere ascoltati sul testo del DDL scuola

Dettagli

Gilda degli Insegnanti Teramo. Assemblea sindacale

Gilda degli Insegnanti Teramo. Assemblea sindacale Gilda degli Insegnanti Teramo www.abruzzogilda.it Assemblea sindacale Cosa succede nella scuola? Siamo veramente informati? 1 Gilda degli Insegnanti Teramo www.abruzzogilda.it Cos'e la Gilda? 2 E' un'

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. N 74

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. N 74 Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della D.M. N 74 VISTO il Testo Unico delle leggi in materia di istruzione approvato con il Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modifiche

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO PADRE VITTORIO FALSINA Via Scuole, 14 25045 Castegnato

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO SECONDARIA DI SECONDO GRADO: ITE - LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO S.A. IST. PROF.LE SOCIO SANITARIO

Dettagli

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI INTESA tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI Ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 85, 87 del CCNL 2006/2009 per l

Dettagli

Prot. 2168/B15 Magnago lì 20/09/2015

Prot. 2168/B15 Magnago lì 20/09/2015 Istituto Comprensivo Ada Negri Via Don Milani, 3 20020 Magnago (MI) C. F. 93018880158 cod. mec. MIIC84200D Tel. 0331658080 Fax 0331659612 Posta Elettronica Certificata: MIIC84200D@pec.istruzione.it Prot.

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI - PASCOLI Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo Grado - Sezione Ospedaliera Via D. Bottari, 1 (Piazza

Dettagli

Le mani nelle tasche dei lavoratori

Le mani nelle tasche dei lavoratori La Scuola dopo la manovra 2010 Le mani nelle tasche dei lavoratori Elaborazione a cura del centro nazionale FLC CGIL su dati Aran e Miur Aggiornamento al 15 luglio 2010 dopo l approvazione del maxi emendamento

Dettagli

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO Via Roma, 80 80018 MUGNANO DI NAPOLI Telefono/Fax 081-7451142 Distretto 26 Codice NAEE15100R Codice fiscale 80101770636 @-mail: naee15100r@istruzione.it web site: www.cdsequino.gov.it

Dettagli

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N. Prot. n. 3258/A04a Verona, 12 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam

Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam Elaborazione a cura del centro nazionale FLC CGIL su dati Aran e Miur aggiornamento 3 giugno 2010 FEDERAZIONE LAVORATORI

Dettagli

CONTRIBUTO DI ANFFAS ONLUS PER LA CONSULTAZIONE SU LA BUONA SCUOLA

CONTRIBUTO DI ANFFAS ONLUS PER LA CONSULTAZIONE SU LA BUONA SCUOLA Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale Personalità Giuridica riconosciuta con D.P.R. 1542/64 Iscr. Reg. Naz. delle Ass. di Prom. Sociale al n.95/04 Sede:

Dettagli

1 Finalità: piena attuazione dell autonomia AUTONOMIA. 2 si stabilisce che il POF è triennale POF. 6 fabbisogno insegnamenti e infrastrutture POF

1 Finalità: piena attuazione dell autonomia AUTONOMIA. 2 si stabilisce che il POF è triennale POF. 6 fabbisogno insegnamenti e infrastrutture POF comma sintesi ambito 1 Finalità: piena attuazione dell autonomia AUTONOMIA 2 si stabilisce che il è triennale 3 modalità a. monte ore modulare, b. + tempo scolastico, c. orario plurisettimanale anche con

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Amedeo Avogadro Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Settore Tecnologico Chimica e materiali - Costruzioni ambiente e territorio - Elettronica - Meccanica e meccatronica

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi

Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi Salarie diritti della Scuola italiana nella crisi elaborazioni su Dinamica delle retribuzioni e confronti internazionali 21 luglio 2014 L analisi in premessa Il declino italiano anticipa la crisi. La recessione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

Liceo Scientifico A. Calini

Liceo Scientifico A. Calini Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Liceo Scientifico A. Calini Via Monte Suello n. 2 - Brescia Prot. n. 3202/C22 Brescia, lì 01/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità

ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado. P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità ISTITUTO COMPRENSIVO S. GIOVANNI ILARIONE Scuola dell infanzia, Primaria, Secondaria di I grado P.E.C. Patto Educativo di Corresponsabilità anno scolastico 2008 2009 IC SAN GIOVANNI IL. P.E.C. pag.1 ISTITUTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FIORENTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FIORENTINO C.F. N. 94219800482

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FIORENTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FIORENTINO C.F. N. 94219800482 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FINTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FINTINO C.F. N. 94219800482 CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Trattamento economico accessorio Anno Scolastico 2014/2015 Il giorno nove

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Rivolgiti alla nostra sede di. Testo in Arial (consigliato 16) Testo in Arial (consigliato 16) Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

Rivolgiti alla nostra sede di. Testo in Arial (consigliato 16) Testo in Arial (consigliato 16) Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL Rivolgiti alla nostra sede di Testo in Arial (consigliato 16) Testo in Arial (consigliato 16) Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL Cara collega, caro

Dettagli