MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO"

Transcript

1 MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO

2 È tepo di riscoprire l essenza del legno su un apia base. La costruzione con questo ateriale sano dischiude nuovi orizzonti in tutti i sensi. Il coinvolgiento della nostra tecnologia e un nuovo riferiento estetico sono la grande chance dell utilizzo futuro del legno. Josef Lackner, Architetto, 1979

3 by binderholz & Gyproc Saint-Gobain. 1. edizione Tutti i dati di questo stapato corrispondono allo stato più recente dello sviluppo e vengono forniti secondo scienza e coscienza. Dato che noi ci ipegniao continuaente per offrirvi le soluzioni igliori possibili, ci riserviao odifiche sulla base di iglioraenti applicativi o di tecnica della produzione. Accertatevi di avere a disposizione l edizione più recente di questo stapato. Non si possono escludere errori di stapa. La presente pubblicazione si rivolge a personale specializzato addestrato. Eventuali iagini contenute delle operazioni che devono essere svolte non sono istruzioni per la lavorazione, salvo che siano espressaente contrassegnate coe tali. Per cortesia si osservi anche che i nostri rapporti d affari si svolgono esclusivaente sulla base delle nostre Condizioni generali per la vendita, la consegna e il pagaento nella versione aggiornata. Le nostre condizioni generali sono disponibili su richiesta oppure in Internet all indirizzo e Sareo lieti di poter avere una buona collaborazione e vi auguriao sepre una buona riuscita con le nostre soluzioni di sistea. HOTLINES: Binderholz Bausystee GbH Tel.: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Tel

4 INDICE INDICE Due partner una visione: binderholz GYPROC I vantaggi dell edilizia di legno Lunga durata, tenuta del valore e stabilità strutturale Edilizia con un sistea Tutela dell abiente 1.1. Sostenibilità 1.2. CO 2 l'edilizia in legno è una protezione attiva del clia 1.3. Riciclaggio 1.4. Ciclo produttivo chiuso presso binderholz 2. Fisica della costruzione 2.1. Protezione 2.2. Isolaento acustico 2.3. Isolaento terico 2.4. Clia/salute degli abienti 3. Costruzione 3.1. Pareti esterne 3.2. Pareti interne/pareti divisorie 3.3. Tetti 3.4. Solai 4. Appendice 4.1. Direttiva europea prodotti da costruzione 4.2. Regolaenti edilizi 4.3. Nore 4.4. Certificati e oologazioni 4.5. Fonti Altro 3

5 gyproc E BINDERholz DUE PARTNER, UNA VISIONE Creare abienti validi, realizzare edifici funzionali ed affascinanti. È questa la visione che unisce i sistei edili binderholz e Gyproc Saint-Gobain. Ogni edificio rappresenta una sibiosi di svariati ateriali. Una particolare cobinazione è costituita dall'abbinaento del Xla BBS e dei sistei di costruzione a secco. I vantaggi di un ateriale rafforzano quelli dell'altro. La sostenibilità, l'attento rapporto con le risorse e il funzionaento efficiente sotto il profilo energetico degli edifici rivestono un ruolo particolare in queste considerazioni. Per realizzare questo obiettivo, le aziende raccolgono il proprio know-how, il potenziale di sviluppo e la copetenza in ateria di consulenza. binderholz: le soluzioni in legno assiccio BINDERHOLZ: IDEE IN LIBERTÀ Nel settore del legno BINDER è sinonio di consapevolezza delle tradizioni e serietà abbinando high-tech ed innovazione. Se 50 anni fa era solo una piccola segheria, oggi binderholz si presenta coe una delle aziende leader a livello europeo, dotata delle più avanzate tecnologie e soluzioni produttive, che si è acquisita un'adeguata reputazione sul ercato. Circa dipendenti sono occupati in cinque sedi produttive austriache e in una sede bavarese. I prodotti realizzati presso queste sedi vengono esportati in tutto il ondo. Negli anni '50 Franz Binder senior ha trasforato la sua passione per il legno in una professione. Questa passione ania la faiglia Binder giunta alla terza generazione con una visione del futuro, innovazione e grande disponibilità da parte di tutti i dipendenti. binderholz produce soluzioni ben congegnate in legno assiccio presso le sue sei sedi. Il rapporto responsabile con questa eravigliosa ateria pria e con l'abiente assicura prodotti di legno assiccio di grande qualità e biocobustibili. binderholz provvede alle aterie prie. La lavorazione a basso ipatto sulle risorse ed efficiente dal punto di vista energetico assicura un prodotto finale ecologico, attento ai prezzi e personalizzato. Le soluzioni orientate all'energia e all'abiente consentono di ipiegare il legno in odo particolarente consapevole. 4

6 gyproc E BINDERholz Il legno assiccio e le lastre in gesso sono i ateriali da costruzione ideali per la oderna architettura. A partire dalle risorse naturali consentono di creare, sono flessibili, sostenibili e antengono le proesse di realizzazione degli abienti in tepi adeguati secondo odalità straordinarie. eettono anidride carbonica. Il gesso non contiene ossidi inerali solubili ed è privo di fibre e coponenti tossici. Non brucia, non corrode non intossica ed è lavorabile senza protezioni. In questo contesto rientra anche il particolare ipegno nei confronti dell'edilizia in legno. Xla BBS binderholz GYPROC: leader nei sistei edili a secco Gyproc è l attività del Gruppo Saint-Gobain specializzata nella produzione di soluzioni e sistei innovativi a secco e di intonaci per il ondo dell edilizia. L azienda ricerca e sviluppa soluzioni all avanguardia che si caratterizzano per gli elevati standard di cofort acustico e terico, rispetto dell abiente e assicurano un eccellente protezione dal fuoco. I sistei a secco garantiscono il binoio inscindibile tecnicaestetica, che si traduce in affidabilità e facilità di utilizzo dei ateriali, versatilità d'ipiego e creatività progettuale. La sinergia continua tra l alta qualità e l evoluzione tecnologica che accopagna lo sviluppo di questi sistei, perette di realizzare soluzioni più perforanti, flessibili e durature per aree specifiche di applicazione. La varietà di soluzioni intonaci sviluppata negli anni, ci posiziona coe archio leader nella produzione di intonaci e finiture a base gesso. La nostra sostenibilità abientale.la ateria pria utilizzata è pietra da gesso. Il gesso viene estratto da giacienti naturali esenti da eleenti nocivi; durante il processo di trasforazione, viene eesso in atosfera soltanto vapore acqueo allo stato gassoso, a differenza di altri prodotti che Xla BBS binderholz è coposto da olteplici strati copletaente realizzati con legno assiccio. Si tratta di un oderno ateriale da costruzione, un eleento prefabbricato in legno che è in grado di garantire l'isolaento terico e allo stesso tepo sostenere carichi elevatissii, è ignifugo e ben insonorizzante, si può ontare a secco ed ha ricadute positive sul benessere delle persone. Le superfici prive di fughe e la struttura incollata in odo ortogonale assicurano la stabilità della fora e le proprietà fisico-strutturali, tecnico-ignifughe e eccaniche definite con precisione. BBS può essere ipiegato in odo universale, soddisfa i diversi requisiti essendo un sistea integrante dotato di grande flessibilità e consente l'abbinaento senza problei ad altri ateriali. È possibile realizzare le finiture in versione naturale o trattarle con colori, rivestirle o lasciarle a vista utilizzando le diverse essenze di legno. Sistei edili a secco L'allestiento degli interni a secco con i sistei di piastre in cartongesso e fibra di gesso si è afferato nell'architettura degli abienti privati e pubblici per diversi otivi. I sistei edili a secco sono standardizzati, seplici da ontare e consentono anche la realizzazione di raffinati abienti artistici. Grazie alla loro coposizione i prodotti a base di gesso sono adatti ad assolvere copiti ignifughi, acustici e fonoisolanti, oltre ad essere ipiegati in odo peranente in abienti uidi. Le lastre GYPROC sono consigliate a livello di bioedilizia e contribuiscono a creare un clia gradevole nei diversi abienti. 5

7 GYPROC e BINDERholz I VANTAGGI DELL'EDILIZIA DI LEGNO Gli studi internazionali conferano un futuro grandioso per l'edilizia di legno Se fino ad ora gli aspetti ecologici sono stati deterinanti, oraai sepre più spesso sono dei solidi otivi econoici che portano alla scelta di un edificio di legno. I progetti, coe ad esepio quelli di ricostruzione Della regione terreotata nell'area de L'Aquila, diostrano in odo più che lapante le potenzialità del sistea costruttivo offerte dal legno. Tra tutti i ateriali destinati all'edilizia, il legno, offre il iglior rapporto tra peso e resistenza. Grazie alle sue caratteristiche di leggerezza con il legno è possibile realizzare edifici in aree difficilente accessibili, coe ad esepio sulle dorsali ontane della Zillertal in Tirolo, a anche attici sopraelevati sulle abitazioni di fine del centro cittadino di Vienna. Il legno rappresenta il ateriale per l'edilizia più utilizzato nella realizzazione di abitazioni passive o con bassi consui energetici. E ci sono ottie ragioni, secondo gli esperti, per scegliere il legno coe ateriale da costruzione ideale per soddisfare al eglio i requisiti fisici e strutturali più severi. Molti scelgono il legno per le sue proprietà naturali: la gradevole teperatura di superficie, la capacità di ridurre i picchi di teperatura e uidità. Allo stesso odo il legno, coe il gesso, svolge un'azione positiva sul benessere delle persone e, di conseguenza, sulla loro salute. E anche questo è un aspetto econoicaente iportante. SOLUZIONE ECONOMICA Il peso contenuto delle costruzioni di legno riduce i costi delle fondazioni. L'elevato livello di prefabbricazione seplifica lo svolgiento dei lavori in cantiere ed assicura uno standard di qualità costante e verificabile. Questo consente di ridurre l ipiego di acchinari in cantiere e quindi di ridurre i costi dovuti alla logistica. Il sistea costruttivo a secco riduce i tepi di realizzazione in odo sensibile e, di conseguenza, consente di utilizzare quanto pria gli edifici, aspetto che riduce al inio l esposizione del finanziaento. 6

8 GYPROC e BINDERholz Le diverse possibilità offerte da una costruzione in legno derivano dalla varietà di ateriali utilizzabili e dalle potenzialità consentite dalla progettazione. In olti casi, l origine naturale del legno coe ateriale da costruzione viene deliberataente essa in evidenza a testionianza di un'edilizia oderna, ecologica ed efficiente dal punto di vista energetico PREFABBRICAZIONE Gli eleenti costruttivi in legno sono copletaente prefabbricati. Da questa soluzione si ottengono vantaggi a livello di qualità e di tepistica. Nelle sedi produttive i valori dell'uidità dell'aria e della teperatura sono costanti. I ontatori lavorano in buone condizioni abientali e le costruzioni sono protette dagli effetti degli agenti atosferici. Sono attuate le predisposizioni per le operazioni successive, coe l'installazione dell'ipianto elettrico e dei sanitari in odo che i lavori in cantiere procedano in odo coordinato e spedito. VALORI NEUTRI DI CO 2 Il legno è una ateria pria rinnovabile con grandi effetti sul clia. Durante la crescita gli alberi trasforano CO 2 e acqua producendo ossigeno. Utilizzando il legno coe ateriale per l'edilizia, o per la produzione di struenti di legno o di obili, tutta la CO 2 utilizzata dagli alberi resta accuulata nel anufatto per tutta la sua vita. Ogni etro cubo di legno, utilizzato coe prodotto sostitutivo di altri ateriali costruttivi, riduce in edia di 1,1 tonnellate le eissioni di CO 2 rilasciate nell'atosfera. RISPARMIO IN TERMINI DI TEMPO SOSTENIBILITÀ La sostenibilità si basa su tre eleenti fondaentali: uno econoico, uno ecologico ed uno sociale. Tutti e tre questi eleenti devono trovarsi in aronia per poter assicurare la sostenibilità. E l'edilizia di legno risponde a tutti questi eleenti. L'edilizia di legno è econoica. Gli utili e i posti di lavoro riangono nella regione. L'edilizia di legno è ecologica perché il legno è una ateria pria sostenibile. Inoltre l'edilizia di legno ha valore a livello sociale perché le costruzioni di legno sono ottiizzate a livello energetico e, per questo otivo, sono convenienti nel tepo. Ipiegando l'edilizia di legno con i pannelli di legno copensato binderholz BBS in cobinazione ai sistei di costruzione a secco GYPROC, il rispario in terini di tepo può essere considerevole per la realizzazione di edifici di grandi diensioni. L'elevato grado di prefabbricazione riduce la fase realizzativa in odo sensibile. È soltanto necessario asseblare e unire tra loro gli eleenti delle pareti portanti. I tepi di asciugatura delle opere in uratura o dei assetti si annullano utilizzando i sistei di costruzione a secco GYPROC. Grazie al loro ridotto peso, è possibile realizzare eleenti prefabbricati di legno anche di grandi diensioni. Dato che le installazioni degli ipianti vengono realizzate nella cavità tra il sistea in cartongesso e l'eleento di legno, non è neeno necessario eseguire le successive opere di scalpellatura ed intonacatura. 7

9 GYPROC e BINDERholz LUNGA DURATA, TENUTA DEL VALORE E STABILITÀ STRUTTURALE Coe l'acciaio, il legno è in grado di sostenere 14 volte il suo peso ed offre una resistenza alla copressione pari a quella del ceento arato. Lunga durata La lunga tradizione nel settore artigianale ed in quello industriale, a anche la ricerca irata hanno consentito di accuulare esperienze che diostrano la necessità di utilizzare il prodotto appropriato per le diverse applicazioni. Gli istituti e le aziende austriache sono leader a livello internazionale nella produzione e nello sviluppo di prodotti ed utensili in legno, a anche nelle più avanzate tecniche produttive e lavorative. Nella oderna edilizia delle costruzioni di legno tutte le aziende che producono eleenti per le pareti o per la copertura sono sottoposte ad un onitoraggio interno ed esterno. Inoltre, olte aziende sono ebri volontari di associazioni coinvolte nella certificazione di qualità. La qualità degli utensili e dei prodotti di legno realizzati viene garantita attraverso nore ed oologazioni predefinite. Se il legno è ipiegato in odo corretto (tutela del legno per l'edilizia), la sua durata è garantita nel tepo. Stabilità e leggerezza Il legno è un ateriale con eccellenti proprietà di resistenza. Trova una applicazione ottiale nella realizzazione di edifici ultipiano e strutture di grande luce. La ragione dell'elevata stabilità risiede nella icrostruttura del legno, che è responsabile della forte resistenza alle sollecitazioni con un peso ridotto. Di conseguenza, il legno è un ateriale per costruzioni leggero, dotato di proprietà tecniche straordinarie. Nonostante il suo ridotto peso, il legno offre un'elevata resistenza alla trazione e alla pressione e, con un corretto ipiego, è resistente agli agenti atosferici. 8

10 GYPROC E BINDERHOLZ EDILIZIA CON UN SISTEMA Una sicurezza assiccia I sistei di edilizia in legno con Xla BBS e le soluzioni per l'edilizia a secco GYPROC, soddisfano tutti i requisiti fisicostrutturali del corpo norativo per pareti portanti, solai e tetti. Questi eleenti sono oologati ai sensi dell'eta (approvazione tecnica europea), sono archiati CE e, di conseguenza, è consentita la loro coercializzazione in tutta Europa. I prodotti sono sottoposti a severe verifiche di qualità ripetute settianalente, con costante aggiornaento e sviluppo dei sistei costruttivi. Per questo otivo gli eleenti BBS di assiccio sono prodotti da costruzione sicuri e durevoli per un apio capo di applicazioni. Abbinaento a pannelli di gesso CONCESSIONE DEL MARCHIO Ü L'istituto per l'oologazione dei ateriali dell'università di Stoccarda, MPA, confera la certificazione generale della sorveglianza dei lavori edili di BBS con la notifica del 10/10/2006. Da questa data all'azienda è stata concessa la possibilità di apporre il archio Ü sui propri prodotti edili. Le pareti portanti e i solai soprattutto negli edifici pubblici e nelle abitazioni a più piani, devono soddisfare requisiti particolari, coe ad esepio quelli di protezione. La lastra in gessofibra RIGIDUR H è l'unica dotata di classificazione A1, ed è quindi "ininfiaabile" ai sensi della norativa EN Soddisfa i requisiti previsti per i rivestienti dei coponenti da costruzione per interni ed esterni. Grazie a queste caratteristiche, BBS viene abbinato spesso alle lastre GYPROC. Essendo prodotti da costruzione privi di foraldeide, i pannelli GYPROC grazie agli struenti di fissaggio ipiegati soddisfano i assii criteri di bioedilizia. L'istituto di bioedilizia di Rosenhei ha classificato la lastra in gessofibra RIGIDUR H coe "ateriale da costruzione consigliato ed oologato da IBR". OMOLOGAZIONE EUROPEA Nel 2006 gli eleenti BBS hanno ottenuto l'oologazione tecnica europea ETA-06/0009. Nel 2008 ETA 08/0147 ha rilasciato alla lastra in gessofibra Gyproc RIGIDUR H la classe reazione al fuoco A1. ECOLOGIA PROVA DI R ESISTENZA AL FUOCO ISOLAMENTO ACUSTICO L'istituto austriaco di bioediliza ed ecologia (IBO) e l'istituto di bioedilizia di Rosenhei (IBR) verificano e valutano periodicaente i prodotti GYPROC, li classificano coe sicuri e li certificano coe ateriale da costruzione consigliato. IBS (istituto delle soluzioni tecniche e ricerca sulla sicurezza) ha verificato verificato i sistei BBS per i coponenti edili portanti e non portanti anche in cobinazione con i sistei GYPROC e ne ha classificato funzionalità e sicurezza. Tutti gli esai acustici sono stati eseguiti dal centro per l'isolaento acustico ift di Rosenhei. 9

11

12 Manuale per le costruzioni di legno assiccio Tutela dell abiente

13 by binderholz & Gyproc Saint-Gobain. 1. edizione Tutti i dati di questo stapato corrispondono allo stato più recente dello sviluppo e vengono forniti secondo scienza e coscienza. Dato che noi ci ipegniao continuaente per offrirvi le soluzioni igliori possibili, ci riserviao odifiche sulla base di iglioraenti applicativi o di tecnica della produzione. Accertatevi di avere a disposizione l edizione più recente di questo stapato. Non si possono escludere errori di stapa. La presente pubblicazione si rivolge a personale specializzato addestrato. Eventuali iagini contenute delle operazioni che devono essere svolte non sono istruzioni per la lavorazione, salvo che siano espressaente contrassegnate coe tali. Per cortesia si osservi anche che i nostri rapporti d affari si svolgono esclusivaente sulla base delle nostre Condizioni generali per la vendita, la consegna e il pagaento nella versione aggiornata. Le nostre condizioni generali sono disponibili su richiesta oppure in Internet all indirizzo e Sareo lieti di poter avere una buona collaborazione e vi auguriao sepre una buona riuscita con le nostre soluzioni di sistea. HOTLINES: Binderholz Bausystee GbH Tel.: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Tel

14 Indice Indice due partner una visione: binderholz GYPROC I i vantaggi dell edilizia di legno lunga durata, tenuta del valore e stabilità strutturale edilizia con un sistea 1. Tutela dell abiente 1.1. Sostenibilità CO 2 l'edilizia in legno è una protezione attiva del clia Riciclaggio Ciclo produttivo chiuso presso binderholz 10 Fonti Fisica della costruzione 2.1. Protezione 2.2. Isolaento acustico 2.3. Isolaento terico 2.4. Clia/salute degli abienti 3. Costruzione 3.1. Pareti esterne 3.2. Pareti interne/pareti divisorie 3.3. Tetti 3.4. Solai 4. appendice 4.1. Direttiva europea prodotti da costruzione 4.2. Regolaenti edilizi 4.3. Nore 4.4. Certificati e oologazioni 4.5. Fonti Altro 3

15 1. TUTELA DELL'AMBIENTE 1. TUTELA DELL'abienTE La tutela dell'abiente e la sostenibilità ecologica costituiscono per binderholz e GYPROC Saint-Gobain una responsabilità in terini di sostenibilità ed ecologia nei confronti dell'uoo e della natura. Per questo otivo i prodotti e i processi produttivi sono coerenteente elaborati in base ai criteri ecologici e sottoposti ad un costante processo di controllo. Costruire con il legno ha senso da ogni punto di vista. Alle nostre latitudini, il legno è disponibile ovunque sotto fora di ateria pria rinnovabile Sostenibilità Durante la loro crescita i boschi catturano l'anidride carbonica, (CO 2 ) dannosa per il clia, fornendo un contributo essenziale alla tutela dell'abiente. Se si costruisce utilizzando il legno, l'anidride carbonica riane iprigionata nel legno a lungo senza danneggiare l'atosfera. Inoltre la quantità di energia richiesta per la produzione del legnae per l'edilizia e per gli utensili di legno di solito è olto ridotta. Dato che è possibile riutilizzare quasi copletaente il legno e gli utensili di legno dopo il loro prio ipiego, non si forano grandi quantità di rifiuti che è necessario stoccare nelle discariche. Anche questo aspetto è positivo per l'abiente. La foresta austriaca Nella foresta austriaca sono iagazzinati circa 800 ilioni di tonnellate di carbonio (C). Questo valore corrisponde a 40 volte quello dei gas serra prodotti ogni anno. Auentando la quantità di legno, auenta anche la riserva di carbonio. In Austria l'area boschiva si estende per 4 ilioni di ettari, che corrispondono al 47% della superficie nazionale. Nella foresta è disponibile un iliardo circa di etri cubi steri di scorta (1 stero corrisponde ad 1 3 circa) sotto fora di legno. Sulla base di questi risultati l'austria si posiziona tra i paesi più virtuosi d'europa e nell'abito delle scorte di legno per ettaro di area boschiva è la nazione leader tra i produttori principali della UE. Ogni anno crescono circa 31 ilioni di 3. Attualente il taglio ne interessa solo i due terzi. La foresta rappresenta il centro produttivo del legno, inteso coe ateria pria, che garantisce acqua pulita, rilascia ossigeno e porta ad un clia bilanciato. Inoltre, la foresta offre un habitat per nuerose specie della fauna e della flora. La foresta è un'iportante riserva d'acqua e produce acqua potabile preziosa e di alta qualità grazie all'effetto filtrante del terreno dei boschi. La foresta filtra le polveri e gli agenti nocivi presenti nell'aria, attutisce l azione delle precipitazioni offrendo riparo dall'erosione, dalle alluvioni e dalle slavine. Queste olteplici funzioni dell'ecosistea silvestre possono essere svolte in odo ottiale solo se il suo sviluppo è favorito in odo sostenibile e gli interventi dell'uoo si liitano alle sue naturali fasi di sviluppo. La silvicultura austriaca percorre questo caino all'insegna della sostenibilità da diversi anni con successo ed in odo deterinante. Coloro che costruiscono con il legno nazionale, fanno un investiento per un bosco sano e, di conseguenza, un abiente incontainato. Non si sprecano risorse e le aterie prie sono assicurate anche alle generazioni future. Il protocollo di Kyoto Nella conferenza sulla protezione del clia di Kyoto in Giappone sono stati fissati nel 1997 gli obiettivi vincolanti a livello legale per la riduzione delle eissioni dei gas serra. Inoltre, nel protocollo di Kyoto sono stati definiti il rispetto delle aree boschive coe fora di dispersione del carbonio e la possibilità di realizzare un eccaniso coerciale delle eissioni. Il processo teso alla definizione delle disposizioni dettagliate è stato concordato in occasione della 7 conferenza delle Parti a Marrakech nel Da allora 177 stati hanno aderito al protocollo, l'hanno ratificato o, aleno, lo hanno approvato. Costruire con il legno rappresenta un iportante passo verso il raggiungiento di questi obiettivi. Per aggiori inforazioni sul protocollo di Kyoto visitare Area forestale in percentuale del terreno statale Finlandia 75% Svezia 68% Austria 47% Slovacchia 41% Cechia 33% Il 47% della superficie coplessiva dell'austria è coperta da aree boschive (circa 4 ilioni di ettari). Questo valore corrisponde a 1,095 iliardi di 3 steri di scorta. Sulla base di questi risultati l'austria si posiziona tra i paesi più virtuosi d'europa e nell'abito delle scorte di legno per ettaro di area boschiva ed è la nazione leader tra i produttori principali della UE. Italia 32% Gerania 31% Francia 30% Ungheria 19% UE:25 34% 4

16 1. TUTELA DELL'AMBIENTE Certificazione PEFC Tutti i prodotti binderholz sono certificati PEFC. PEFC è la diostrazione del fatto che i prodotti provengono da boschi sottoposti a coltivazione sostenibile e irano al anteniento PEFC del patrionio boschivo. Questo obiettivo viene perseguito con l'incentivazione e la proozione della coltivazione sostenibile. I severi criteri a cui si ispira la coltivazione delle aree boschive e il onitoraggio interno in cobinazione con un onitoraggio esterno annuale in loco da parte di un ente di certificazione indipendente sono necessari a garantire questi obiettivi e disposizioni. ESEMPI Ogni secondo in Austria il patrionio boschivo cresce di un etro cubo. In teoria, questo significa che si potrebbe costruire una nuova abitazione di legno ogni 40 secondi con il ateriale proveniente dalla ricrescita. Al giorno sarebbero abitazioni e abitazioni all'anno senza intaccare il patrionio boschivo esistente. Un abete centenario rosso di 30 etri di altezza ha un ilione di aghi verdi. La superficie degli aghi corrisponde a quella di due capi di calcio. Con questi valori si depurano quasi 20 Kg di CO 2 al giorno. Il patrionio boschivo riveste quindi un ruolo iportante nel ciclo dell'ossigeno della terra. Catturando il carbonio, riduce i danni prodotti dall'anidride carbonica, un gas serra. Funicolare dello stabiliento di pannelli di cartongesso di Bad Aussee TRASPORTO CON FuniCOlaRE 818 voli NEW YORK PARIS 15 chiloetri di strada separano la iniera di Grundlsee dallo stabiliento di pannelli di cartongesso di Bad Aussee. Ogni anno la funicolare risparia all'abiente viaggi di caion lungo questa tratta e, di conseguenza, più di 234 tonnellate di eissioni di CO 2. Questo valore di biossido di carbonio corrisponde alle eissioni prodotte da 818 voli lungo la tratta New York Parigi. 5

17 1. TUTELA DELL'AMBIENTE 1.2. CO 2 l'edilizia di legno è una protezione attiva del clia In ogni 3 di legno sono racchiusi circa 900 kg circa di CO 2. L'ipiego del legno coe ateria pria rinnovabile riduce l'auento di CO 2 nell'atosfera e contrasta quindi l'effetto serra. Gli alberi catturano l'anidride carbonica e la conservano per un periodo di tepo prolungato sotto fora di carbonio biogenico. Ogni tronco che viene utilizzato crea spazio per nuovi alberi increentando la capacità di conservazione del carbonio all'interno del legno. Senza lo sfruttaento del legno, ad esepio nelle aree boschive non sottoposte ad abbattiento, il carbonio viene nuovaente rilasciato nell'atosfera sotto fora di CO 2 con la decoposizione degli alberi senza produrre nessun vantaggio. Biossido di carbonio Acqua Energia solare 6 CO 2 6 H 2 O 6 O 3 C 2 H 2 O 2 Ossigeno Legno (ateria pria) Energia accuulata Durante il processo di fotosintesi clorofilliana e sfruttando l'energia solare vengono utilizzati principalente biossido di carbonio, acqua e sostanze inorganiche a bassa energia per produrre legai organici ricchi di energia. Inoltre viene prodotto ossigeno che è essenziale per la aggior parte degli esseri viventi. fora l'ipalcatura della struttura organica dell'albero (corpo ligneo) e riane iprigionato per tutta la "vita" di cui dispone l'albero coe albero oppure coe ateriale per costruzioni. Solo con la cobustione o con la decoposizione naturale del legno il carbonio è nuovaente rilasciato nell'atosfera. In questo odo non contribuiscono solo le aree boschive, a soprattutto gli edifici, i obili o persino i giocattoli realizzati con il legno utilizzato coe contenitore di carbonio per ridurre il tenore di CO 2 presente nell'atosfera. A prescindere dal odo in cui si utilizzano gli alberi, il carbonio riane iprigionato al loro interno per tutta la durata dei prodotti. Secondo questo approccio, l'ipiego esteso del legno, una ateria pria ad eissioni di CO 2 zero, coe ateriale per l'edilizia e le costruzioni, riveste un ruolo significativo nella necessaria riduzione internazionale delle eissioni di CO 2 contribuendo alla tutela del clia in odo sostanziale. Costruire con il legno ha senso da ogni punto di vista. Alle nostre latitudini è disponibile ovunque in quantità adeguate e costituisce una ateria pria naturale rinnovabile la cui rigenerazione è superiore rispetto al suo sfruttaento. La fotosintesi consente l'assorbiento di CO 2 ICon la fotosintesi clorofilliana gli alberi assorbono CO 2 dall'aria e acqua e sostanze nutritive dal terreno per creare ateriale organico, ovvero il legno. Durante questo processo, si sfrutta la luce e si scopone la olecola del biossido di carbonio a basso tenore energetico in una atoo di carbonio, ricco d'energia, ed una olecola di ossigeno, anch'essa carica di energia. L'ossigeno (O) è nuovaente restituito all'abiente. Al contrario, il carbonio (C) è utile alla generazione organica dell'albero e riane iprigionato nel legno per tutta la sua durata. Dispersione del carbonio Coe precedenteente accennato, gli alberi catturano grandi quantità di biossido di carbonio durante la loro crescita. Nei periodi caratterizzati da un increento di eissioni di CO 2, grazie ad una silvicoltura regolata, le aree boschive curate e stabili, coe si possono trovare in tutta l'europa settentrionale, rappresentano uno dei fattori di aggiore iportanza per la riduzione delle eissioni di CO 2. In questo odo offrono il loro contributo ad un futuro positivo e sostenibile. Per così dire, il carbonio ESEMPI Solo nella foresta austriaca sono iagazzinati coplessivaente 800 ilioni di tonnellate di carbonio (C) circa. Questo valore corrisponde a 40 volte quello dei gas serra prodotti ogni anno a livello nazionale. Auentando la quantità di legno, auenta anche la riserva di carbonio. Se soltanto il 10% di tutte le abitazioni europee fossero realizzate in legno, l'eissione di carbonio si ridurrebbe coplessivaente di 1,8 ilioni di tonnellate (circa il 2% di tutte le eissioni di carbonio). A causa del devastante terreoto dell'aquila il nuero dei senza tetto ha raggiunto quota La ricostruzione dovrebbe avvenire secondo un etodo costruttivo antisisico e di grande valore dal punto di vista qualitativo. binderholz Xla BBS si è contraddistinto per essersi aggiudicata il bando di concorso internazionale. Coplessivaente binderholz ha fornito di legno copensato BBS creando di superfici abitative. Ogni inuto ricrescono 52 3 di legno nella foresta austriaca. Sulla base di questi dati, nell'arco di sole 3,5 ore il legno fornito all'aquila è copletaente ricresciuto in odo sostenibile. In questi di BBS sono conservate a lungo terine tonnellate di CO 2. Ogni etro cubo di legno, utilizzato coe prodotto sostitutivo per altri ateriali costruttivi, riduce le eissioni di CO 2 rilasciate nell'atosfera di 1,1 tonnellate in edia. Se si aggiunge questo valore alle 0,9 tonnellate di CO 2 che sono iagazzinate nel legno, in un etro cubo di legno si possono accuulare coplessivaente quasi 2 tonnellate di CO 2. Questo valore corrisponde alle eissioni di abitanti europei o di auto nell'arco di un anno. 6

18 1. TUTELA DELL'AMBIENTE CONFRONTO DELLE EMISSIOni DI CO 2 IN TOnnellaTE PROVenienTI PRINCIPALMENTE DA FONTI FOSSili Guida di auto per 1 anno 1,5 di CO 2 Volo Monaco New York Monaco 1,5 di CO 2 Consuo elettrico di un'abitazione da 3 persone 2,5 di CO 2 (4100 kwh/anno) Riscaldaento a gasolio (2000 litri/anno) 5,6 di CO 2 Fonte: Edilizia con legno per la protezione attiva del clia, ricerca sul legno, Monaco Bilancio di CO 2 durante il ciclo vitale di un edificio di legno FASE 1 CATENA DI PRODUZIONE: DALL'ALBERO AL PRODOTTO Nel corso di tutto il processo produttivo che coprende l'abbattiento degli alberi, la produzione, la lavorazione dei prodotti (taglio con sega, trattaento superficiale, asseblaggio, ecc.), a anche il trasporto fino al cantiere e il ontaggio, il consuo energetico (la cosiddetta "energia grigia") è di gran lunga inferiore rispetto agli altri sistei di costruzione. FASE 2 SFRUTTAMENTO Nel corso dello sfruttaento, il consuo energetico, la anutenzione e le operazioni di riparazione di un edificio rivestono un ruolo essenziale. Nell'abito dell'isolaento terico le case in le di legno assicurano i assii livelli di coibentazione. La natura ha dotato il legno di cellule piene d'aria con cui la trasissione del calore e del freddo risulta particolarente inferiore rispetto ad altri ateriali edili. In inverno il freddo non riesce a penetrare, entre in estate il calore riane all'esterno. Anche con i sistei costruttivi standard, le abitazioni di legno raggiungono senza difficoltà i valori dei consui richiesti dai terini di legge. Utilizzando un nuero adeguato di strati isolanti, è possibile realizzare in odo seplice sistei passivi con le abitazioni in legno. Il ridotto consuo di energia consente di installare un ipianto di riscaldaento di piccole diensioni. Secondo la norativa in ateria ecologica B 2320 è possibile prevedere una durata di aleno 100 anni per le abitazioni di legno realizzate a regola d'arte. Consuo energetico per la produzione di diversi ateriali edili (kw/3) Legno 435 Ceento 1740 Acciaio 2000 juwi, un'azienda innovativa nel settore delle energie rinnovabili, è stata ripetutaente preiata per la filosofia aziendale e la progettazione degli edifici. Ed in particolare le è stato conferito il preio tedesco per la protezione dell'abiente di "Deutsche Uwelthilfe" e il Clean Tech Media Award. I oduli fotovoltaici, con una superficie di etri quadrati disposti sul tetto e sulle facciate, producono elettricità pulita dal. Grazie al suo bilancio energetico, unico nella sua fattispecie, rappresenta uno degli edifici adibiti ad uffici più efficienti del ondo dal punto di vista energetico. Foto: GriffnerHausAG FASE 3 RICICLAGGIO In ogni pezzo di legno la CO 2 è intrappolata sotto fora di carbonio e non finisce nell'atosfera fino a quando il legno non viene trattato in un valorizzatore terico, nell'ultio passaggio del processo di riciclaggio. Un'abitazione di legno che viene sontata dopo il suo ipiego non lascia dietro di sé rifiuti non riciclabili, a solo prezioso legno. Alcuni coponenti o eleenti possono essere riutilizzati, entre il legno residuo viene sfruttato per la produzione di energia. Con la cobustione viene rilasciata solo una certa quantità di CO 2 iprigionata nel legno. In questo odo si copleta il ciclo naturale del carbonio. Ipianto di produzione binderholz: intestatura dei tronchi Ecologico, sociale ed econoico I vantaggi di un sistea di costruzione a basso consuo energetico sono chiaraente evidenti. Da un lato si tutelano l'abiente e il clia e dall'altro si risparia durante il suo ipiego. In linea generale, è possibile così ottenere due tipi di rispario nel settore edile. 7

19 1. TUTELA DELL'AMBIENTE Prio passaggio nell'abito della realizzazione di un edificio: si inizia con la ateria pria, passando per l "energia grigia" richiesta per la produzione ed il trasporto dei ateriali per costruzioni, fino ad arrivare al sistea di realizzazione, alla pianificazione, agli ingobri e quindi anche al piano costruttivo previsto per le abitazioni. Secondo passaggio: nel corso del funzionaento e del anteniento di un edificio si presentano i costi per l'energia di riscaldaento e raffrescaento, il consuo elettrico, le spese di anutenzione, durata e funzionalità. Il concetto di costruire a basso consuo energetico non fa solo riferiento alla selezione dei ateriali costruttivi. La corretta pianificazione ed un accurato approfondiento delle disposizioni vigenti rappresentano aspetti più iportanti. In questo abito l'ipiego del legno coe ateriale per l'edilizia ha olti argoenti a proprio favore. È una risorsa nazionale che è disponibile in quantità adeguate e che si rigenera "autonoaente". Nessun'altra ateria pria richiede eno energia per la propria produzione. Questo approccio prosegue nelle fasi di stoccaggio e lavorazione. Ovviaente, per la lavorazione del legno si consua corrente elettrica, a il bilancio energetico coplessivo per la produzione di legno per l'edilizia è sostanzialente inferiore rispetto ad altri ateriali da costruzione. Anche in fase di trasporto il legno richiede eno energia. Il legno è olto leggero rispetto alla propria capacità portante. Questa proprietà offre enori vantaggi in fase di trasporto: il legno pesa solo un quinto del ceento arato. Costruire negli edifici preesistenti: rinnovare, riodernare e consolidare con costruzioni di legno e di edilizia a secco. Sfruttando la possibilità di realizzare prefabbricati, di garantire tepi di realizzazione ridotti, di contenere i pesi, di ottenere un bilancio positivo delle eissioni di CO 2 e di antenere il profilo ecologico, l'edilizia con il legno in cobinazione ai sistei costruttivi a secco offre grandi vantaggi rispetto agli altri ateriali edili per la costruzione negli edifici preesistenti. Il risanaento terico degli edifici viene incentivato da diversi anni dai paesi e dalle counità. Le igliorie strutturali costituiscono uno struento efficace per ridurre le eissioni di CO 2. I coponenti ben coibentati con il legno che si possono ontare in cantiere in tepi ridotti rappresentano un'interessante alternativa ai etodi couni. Nelle città ad alta concentrazione deografica gli spazi disponibili per la realizzazione di nuovi edifici sono ridotti. Gli edifici esistenti offrono un grande potenziale in terini di aodernaento e consolidaento. Nel settore dalla costruzione in edifici preesistenti sono richiesti sistei di costruzione realizzabili in tepi brevi, con un liitato nuero di danni ed in odo preciso. Inoltre l'edilizia con il legno offre soluzioni in diversi stadi di finitura. L'ipiego di eleenti strutturali pieni prefabbricati di BBS risparia i lunghi tepi di costruzione in cantiere garantendo eno problei ai cicli d'esercizio o all'abiente doestico. Infatti oltre alle abitazioni doestiche, anche gli edifici pubblici, coe scuole, asili ed edifici ainistrativi, devono essere ristrutturati in condizioni d'esercizio. In questo abito, l'ipiego di coponenti prefabbricati offre vantaggi decisivi. ESEMPI Secondo uno studio dell'istituto di ricerca per l'edilizia di legno e a secco (VHT) di Darstadt, l'iportanza dell'edilizia di legno e a secco continuerà ad auentare nell'abito delle ristrutturazioni e della realizzazione di nuovi edifici. Nell'analisi del potenziale di sviluppo ed innovazione dei diversi sistei di costruzione, lo studio è giunto alla conclusione che una crescita del 30 % entro il 2012 è assolutaente realistica. Soprelevazione Consolidaento verticale del patrionio edile con lo sfruttaento delle riserve della struttura portante presente Applicazione Apliaento strutturale in senso orizzontale Riepiento Chiusura degli spazi di interstizi strutturali Incaiciatura Miglioraento e/o sostituzione degli interstizi edili (tetto/parete) per un aodernaento energetico Fonte: proholz: zuschnitt.at nuero 34, giugno

20 1. TUTELA DELL'AMBIENTE 1.3. Riciclaggio Il 57% di tutto il gettito austriaco proveniente dai rifiuti è ricavato dalle attività edili. I rifiuti dei residui dell'edilizia (calcinacci, deolizione di ceento, ecc.) è pari a 5 ilioni di tonnellate all'anno circa, cioè il 18% di tutti i rifiuti dei cantieri. Con un altro 4% (1,1 tonnellate all'anno) i cosiddetti rifiuti dei cantieri forano la quota inore di tutti i rifiuti dell'edilizia. Non è possibile escludere copletaente questi rifiuti, a possono essere abbondanteente riciclati. È possibile eliinare fino al 90% dei rifiuti dei cantieri grazie al processo di riciclaggio. È possibile riciclare il legno e il gesso in odo ecologico ed introdurli nuovaente nel processo produttivo o riutilizzarli una o più volte. Grazie all'assenza di rischi della biodegradabilità dei prodotti si ettono in evidenza le proprietà di riciclaggio. ("progettazione per l'energia"). In questo contesto, il sistea di costruzione con il legno presenta un vantaggio perché il legno può essere anipolato e, nei casi ideali, sontato e copletaente riciclato. In conclusione, l'ipiego energetico e gli effetti derivanti dalla sostituzione delle risorse energetiche fossili sono argoenti copletaente a favore del legno. In questo odo l'edilizia con il legno presenta un grande potenziale per garantire un rispario di risorse ateriali ed energetiche. ESEMPI Ricostruzione ordinata e santellaento Nell'analisi del gettito proveniente dai rifiuti, si evidenzia una riduzione degli utili dalla gestione dei rifiuti con la possibilità di un aggior ipiego di sistei di costruzione di legno. Inoltre i rifiuti provenienti da questi settori presentano un elevato potenziale di riciclaggio a livello di ateriali e di energia, entre l'efficienza del processo di riciclaggio può essere ulteriorente increentata sviluppando sistei edili orientati al riciclaggio. La selezione dei ateriali di "oggi" influisce sui rifiuti di "doani". Per questo otivo sin dal processo di pianificazione è necessario assicurarsi di installare ateriali in odo che al terine del loro ciclo di vita siano facilente disponibili e riciclabili in odo ottiale ("progettazione per il riciclaggio") o utilizzabili a livello energetico da 1 etro cubo di Xla BBS si ricavano circa 3 etri cubi di cippato che può essere riutilizzato per la trasforazione in utensili di legno o terovalorizzato coe cobustibile di alta qualità. Rispetto ad altri ateriali, la produzione di legno richiede soltanto una quantità di energia olto liitata. L'ipiego dei sistei di costruzione a secco presenta una crescita superiore alle aspettative, a non dal punto di vista dei rifiuti dei cantieri. Grazie al riciclaggio controllato i residui di cartongesso sono reintrodotti nel processo produttivo. Le costruzioni secondo il sistea a secco prevedono cubature sostanzialente più contenute sin dalle fasi di ontaggio rispetto ai sistei di costruzione tradizionali. 9

21 1. TUTELA DELL'AMBIENTE 1.4. Ciclo produttivo chiuso presso binderholz All'interno delle sedi produttive di binderholz il legno fornito in tronchi viene lavorato per produrre segati, perline a profilo, pannelli assicci, legno laellare, Xla BBS, Biocobustibili e pannelli di MDF. L'energia elettrica erogata per le attività viene prodotta in larga parte dalle centrali teroelettriche a bioassa. Con questa soluzione i prodotti binderholz offrono da diversi punti di vista un contributo per inori eissioni di CO 2 e quindi a favore della protezione del clia. binderholz - 100% di raffinaento della risorsa legno CO 2 ENERGIA SOLARE ATMOSFERA CENTRALE TERMICA corrente elettrica riscaldaento a distanza Trucioli, buccia, cipatto PRODUZIONE DI PELLETS E DI BRICHETTI Biocobustibili Lo strae per cavalli FABBRICA DI PANNELLI MDF Panelli MDF Tronci SEGHERIE Fügen (A), Kösching (D) Costruzione in legno, obilia Recupero, cobustione, riutilizzazione STABILIMENTO DI PANNELLI MASSICCI St. Georgen (A) Pannelli assicci Segati, perline a profilo FABBRICA DI TRAVI LAMELLARI Travi laellari FABBRICA DEI PANNELLI AD ASSI INCROCIATI Pannelli ad assi incrociati BBS C Oltre a tutta la gaa di prodotti di legno assiccio per la oderna edilizia con il legno, binderholz produce anche biocobustibili e pannelli di MDF. Grazie a questo approccio si garantisce una lavorazione copleta del legno inteso coe risorsa naturale. 10

22 1. TUTELA DELL'AMBIENTE Fonti Eigenschaften und Potentiale des leichten Bauens, Deckenkonstruktionen für den ehrgeschossigen Holzbau, Holzforschung Austria, Wien Holzbau Syste und Technik, GYPROC Saint-Gobain, Bad Aussee Bauen it Holz = aktiver Kliaschutz, Holzforschung München Holz Rohstoff der Zukunft, Inforationsdienst Holz, Bonn zuschnitt 34/2010, proholz, Wien Holzbau Austria Magazin 4/2010, Endbericht Nachhaltig assiv AP12, Technische Universität Wien 11

23 Binderholz Bausystee GbH A-5400 Hallein/Salzburg Solvay-Halvic-Straße 46 Tel.: +43 (0) Fax: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Via Ettore Roagnoli, Milano Tel Fax

24 Manuale per le costruzioni di legno assiccio Fisica della costruzione

25 by binderholz & GYPROC Saint-Gobain. 1. edizione Tutti i dati di questo stapato corrispondono allo stato più recente dello sviluppo e vengono forniti secondo scienza e coscienza. Dato che noi ci ipegniao continuaente per offrirvi le soluzioni igliori possibili, ci riserviao odifiche sulla base di iglioraenti applicativi o di tecnica della produzione. Accertatevi di avere a disposizione l edizione più recente di questo stapato. Non si possono escludere errori di stapa. La presente pubblicazione si rivolge a personale specializzato addestrato. Eventuali iagini contenute delle operazioni che devono essere svolte non sono istruzioni per la lavorazione, salvo che siano espressaente contrassegnate coe tali. Per cortesia si osservi anche che i nostri rapporti d affari si svolgono esclusivaente sulla base delle nostre Condizioni generali per la vendita, la consegna e il pagaento nella versione aggiornata. Le nostre condizioni generali sono disponibili su richiesta oppure in Internet all indirizzo e Sareo lieti di poter avere una buona collaborazione e vi auguriao sepre una buona riuscita con le nostre soluzioni di sistea. HOTLINES: Binderholz Bausystee GbH Tel.: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Tel

26 INDICE INDICE Due partner una visione: binderholz GYPROC I vantaggi dell edilizia di legno Lunga durata, tenuta del valore e stabilità strutturale Edilizia con un sistea 1. Tutela dell abiente 1.1. Sostenibilità 1.2. CO 2 l'edilizia in legno è una protezione attiva del clia 1.3. Riciclaggio 1.4. Ciclo produttivo chiuso presso binderholz 2. Fisica della costruzione 2.1. Protezione Isolaento acustico Isolaento terico Clia/salute degli abienti 10 Fonti Costruzione 3.1. Pareti esterne 3.2. Pareti interne/pareti divisorie 3.3. Tetti 3.4. Solai 4. Appendice 4.1. Direttiva europea prodotti da costruzione 4.2. Regolaenti edilizi 4.3. Nore 4.4. Certificati e oologazioni 4.5. Fonti Altro 3

27 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE 2. Fisica DELLA costruzione 2.1. Protezione In caso d'incendio i coponenti edili devono antenere invariate le proprie funzionalità per un periodo di tepo specifico. L'efficienza di un coponente dipende dall'interazione di struttura portante, rivestiento e ateriali isolanti. La durata della resistenza al fuoco di una struttura è di particolare iportanza per la protezione. I requisiti previsti per la protezione vengono definiti con la classe di resistenza al fuoco. Inoltre possono essere presenti altri requisiti per quanto riguarda la classe dei ateriali infiaabili. Il legno presenta la caratteristica di sviluppare uno strato protettivo in caso di incendio, il cosiddetto strato di carbone. Questo strato ipedisce o rallenta la cobustione e contrasta la diffusione dell'incendio. Infiaabilità dei ateriali da costruzione: il coportaento in caso d'incendio dei coponenti edili viene classificato in base alla nuova norativa EN , coprendendo anche la forazione di fui e gocce. Questa nuova regolaentazione coprende tra l'altro sette classi per il coportaento in caso d'incendio di rivestienti per pareti e solai (A1, A2, B, C, D, E e F). Resistenza agli incendi / resistenza al fuoco dei coponenti edili: Durante la prova delle classi di resistenza in caso d'incendio non vengono verificati i singoli ateriali da costruzione, a i coponenti edili copleti. A seconda della durata della resistenza in caso d'incendio sono state finora contraddistinte le seguenti classi: F30 ignifugo, resistenza in caso d'incendio di 30 inuti F60 altaente ignifugo, resistenza in caso d'incendio di 60 inuti F90 incobustibile, resistenza in caso d'incendio di 90 inuti F180 altaente incobustibile, resistenza in caso d'incendio di 180 inuti I coponenti edili portati vengono individuati con il carico riportato durante il processo di verifica. La cobinazione delle caratteristiche, per quanto riguarda la capacità di carico, l'isolaento degli abienti e l'isolaento terico, è definita nelle classi secondarie relative a quelle di resistenza in caso d'incendio. Le classificazioni standard dei coponenti da costruzione nel settore dell'edilizia in legno sono: REI 30, REI 60, REI 90 per le strutture portanti e EI 30, EI 60, EI 90 per le strutture non portanti. Xla BBS binderholz Il Xla BBS brucia in odo predefinito con una velocità di cobustione di 0,7 circa al inuto. Questi paraetri sono stati definiti con sperientazioni approfondite. Grazie a questo approccio è possibile calcolare la resistenza in caso di incendio di BBS in odo olto preciso. Negli esperienti d'incendio non sono stati presi in esae solo gli eleenti BBS in sé, a anche i collegaenti tra eleenti che sono a tenuta di fuo e di gas ipedendo le eventuali cobustioni. Si tratta di vantaggi che non tutti i ateriali possono registrare a proprio favore. Da questo punto di vista è coprensibile il fatto che i vigili del fuoco prediligano gli interventi negli edifici in legno. Infatti sono a conoscenza dei tepi di peranenza consentiti all'interno degli edifici senza ettere a rischio a propria incoluità. La aggior parte delle vittie degli incendi non è soggetta a carbonizzazione. Riporta invece un avvelenaento da gas della cobustione. Per ridurre al inio la fuoriuscita di gas da cobustione in BBS, tutti lati longitudinali degli eleenti BBS vengono prodotti da piastre onostrato a tutta superficie. La nuova norativa in ateria di classificazione EN coa 2 opera una distinzione in base alle seguenti caratteristiche d'efficienza: R capacità di carico E isolaento degli abienti I isolaento terico e W (irradiaento), M (resistenza), C (chiusura autoatica) e S (tenuta ai fui). Se si verifica una cobustione su un lato di BBS, nel giro di 60 inuti solo 9,5 C raggiungono l'altro lato delle piastre di BBS da 10 c di spessore. 4

28 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE Sistei costruttivi a secco Gyproc La durata della resistenza al fuoco di una struttura è di particolare iportanza per la protezione. Questa caratteristica viene essenzialente definita dai sistei di rivestiento interni in caso di sollecitazioni dall'interno. Le lastre in gesso rivestito contengono percentuali d'acqua cristallizzate che fungono da "acqua di spegniento" in caso d'incendio. Per una pianificazione dettagliata della protezione è inoltre necessario prendere in considerazione: rivestiento ignifugo: garanzia dell'isolaento degli abienti isolaento: contributo alla resistenza al fuoco, in particolare alla trasissione terica struttura portante: attribuzione della capacità di carico, riduzione al livello inio delle deforazioni dovute alla teperatura collegaenti del ateriale edile: ostacolo alla diffusione dell'incendio e di incendi dell'intercapedine, isolaento degli abienti, tenuta eretica dei gas della cobustione Per questo otivo è possibile deterinare e specificare la resistenza al fuoco di una costruzione solo per la struttura copleta e non per i singoli strati. Per canaline dei cavi e le aperture d'ispezione nelle strutture con protezione, GYPROC dispone di soluzioni innovative nella propria offerta. L'efficacia tecnica della protezione di un coponente dipende in gran parte dalla realizzazione dei particolari. Le canaline dei tubi non a tenuta, i particolari delle prese di corrente realizzati in odo errato o i collegaenti dei solai Manuale protezione non eretici provocano una perdita della protezione passiva dal fuoco. ESEMPI l'acqua accuulata nel Xla BBS evapora in caso d'incendio. 1 3 di Xla BBS trattiene circa 50 litri d'acqua. le piastre in gesso contengono percentuali d'acqua cristallizzate che fungono da "acqua di spegniento" in caso d'incendio. In una lastra GYProc da 15 sono contenuti 2,5 l/ 2 circa Isolaento acustico Il copito dell'isolaento acustico è quello di proteggere dal ruore le persone all'interno dei diversi abienti. Nell'edilizia di legno i coponenti da costruzione sono sepre forati da diversi strati. Grazie a queste caratteristiche la resistenza ultipla offerta da ateriale edile si contrappone al ruore il percorso di propagazione. Mentre l'isolaento acustico dei coponenti edili onostrato si basa solo sulla loro assa e rigidità alla flessione, nell'edilizia in legno è possibile ottenere gli stessi valori di insonorizzazione con asse essenzialente più contenute grazie a strutture ultistrato con strati disaccoppiati e ateriali isolanti dell'intercapedine. Xla BBS binderholz Nel caso delle strutture n legno assiccio, soprattutto lo spessore coplessivo del legno ultistrato, la graatura e la rigidità alla flessione di quest'ultio rivestono un ruolo essenziale per l'isolaento acustico del ateriale edile di base (senza altri strati). In linea generale tutto il ateriale da costruzione (pareti, solai, tetto) sono di solito integrati da strati aggiuntivi (facciata, livello per installazioni, sovrastruttura per pavientazioni ecc.). L'isolaento acustico di tutto il ateriale da costruzioni viene increentato dai rivestienti in odo sensibile. I coponenti edili in legno ultistrato BBS vengono realizzati a partire da unità eleentari. Questi coponenti vengono accoppiati in cantiere attraverso sistei di collegaento definiti. I collegaenti degli eleenti destinati alla costruzione sono esainati in odo approfondito, e quindi progettati in odo da non influire in odo negativo sull'unità di isura dell'insonorizzazione. Per l'ipiego di BBS coe solaio di separazione, nell'abito della collaborazione con ift di Rosenhei, sono stati sviluppati sistei che dispongono di un isolaento acustico igliorato. I risultati delle isurazioni diostrano in odo chiaro che le strutture ottiizzate reggono il confronto con i solai in ceento arato, a con un quinto della loro assa. Sistei costruttivi a secco Gyproc Gli strati flessibili con una assa superficiale più elevata, coe ad esepio le lastre in gesso rivestito, svolgono un'azione positiva sull'isolaento acustico. Grazie all'applicazione di un livello d'installazione è possibile auentare ulteriorente 'isolaento acustico in presenza di frequenze alte ed interedie. Con questa soluzione è consigliabile prestare attenzione all'applicazione di profili portanti elastici (ad esepio i binari a olla), all'ipiego di rivestienti pesanti e flessibili (ad esepio le lastre Gyproc Fireline) e alla distanza degli strati più elevata possibile. Se per le strutture del solaio vengono applicati assetti a secco forati da diversi strati di lastre con un forato di grandi diensioni, con un incollaggio a tutta superficie (ad esepio assetto a secco Rigidur), è possibile utilizzare in odo corretto le lastre insonorizzate anticalpestio orbide. Al diinuire della rigidità dinaica igliora l'isolaento acustico al calpestio. Isolaento acustico del ruore propagato nell'aria La struttura viene sottoposta ad oscillazioni durante la tras- 5

29 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE Grazie all'applicazione di un livello d'installazione è possibile auentare ulteriorente 'isolaento acustico in presenza di frequenze alte ed interedie. Nel caso dei ateriali isolanti la porosità rappresenta un aspetto decisivo. In presenza di strutture ultistrato viene trasessa la aggior parte dell'energia sonora attraverso l'accoppiaento dei singoli strati. Per garantire la qualità dell'esecuzione vengono effettuate delle isurazioni in cantiere. È tra l'altro possibile ottenere un iglioraento dell'isolaento acustico attraverso: la riduzione dei punti di collegaento (prestare attenzione alle distanze necessarie a livello statico) la odifica della oento dell'accoppiaento a vite (coe con i collegaenti cedevoli, ad esepio graffe al posto di viti) l'applicazione di profili portanti elastici (ad esepio, binari a olla, rivestienti aggiuntivi dei supporti etallici) l'ipiego di rivestienti pesanti e flessibili (ad esepio piastre in gesso) il riepiento dell'intercapedine con ateriale isolante l'apliaento delle distanze dei rivestienti issione del suono. Tutti gli strati del ateriale edile partecipano alla trasissione del suono. La assa del rivestiento e il tipo di fissaggio sono rilevanti per la trasissione delle oscillazioni all'interno dei coponenti dell'edilizia in legno. In questo caso il ateriale isolante all'interno dell'interstizio influisce sull'accoppiaento dei singoli strati e sulla diffusione sonora all'interno dell'intercapedine. La grandezza calcolata dell'isolaento acustico Rw' [db] contraddistingue l'insonorizzazione dal ruore propagato nell'aria di un eleento copreso tra due abienti. L'isolaento acustico dei ateriali edili ultistrato dipende dalle caratteristiche oscillatorie di ogni singolo strato e dall'interazione di tutti gli strati. Le proprietà dei singoli strati dipendono dalla rispettiva assa superficiale (inerzia delle asse) e rigidità alla flessione. Gli strati flessibili con una assa superficiale più elevata, coe ad esepio le piastre di gesso, svolgono un'azione positiva sull'isolaento acustico. Körperschall Suono intrinseco / ruore da calpestio Il suono intrinseco viene indotto da sollecitazioni eccaniche all'interno dei ateriali da costruzione. Per quanto riguarda il ruore da calpestio si tratta di un suono intrinseco che si sviluppa, ad esepio, quando si caina, i babini saltellano o si picchietta su una superficie. Il ruore viene eccanicaente introdotto nel solaio e si propaga negli abienti adiacenti. L'isolaento dei solai viene contraddistinto dal livello sonoro da calpestio standard calcolato Ln,T,w' [db]. In questo caso la situazione strutturale viene indicata da una lineetta. In questo odo è possibile riconoscere che si tratta di livello sonoro da calpestio standard per quanto riguarda Ln. Nel caso della isurazione del ruore da calpestio il solaio viene sollecitato da un artello a corsa standard e si isura il livello sonoro generato. Osservato il tepo di riverberazione è possibile stabilire il livello sonoro da calpestio standard calcolato. Al diinuire del livello sonoro, è possibile valutare il solaio in odo igliore dal punto di vista acustico. Per la struttura da selezionare sono deterinanti: la rigidità dinaica s' delle piastre insonorizzate anticalpestio le asse del assetto o del solaio grezzo Il suono intrinseco costituisce il suono che si propaga in un corpo solido, ad esepio la trasissione delle vibrazioni negli edifici. Al diinuire della rigidità dinaica l'isolaento acustico al calpestio igliora (è necessario prestare attenzione alle sollecitazioni consentite dell'insonorizzazione al calpestio). Se i assetti a secco sono forati da diversi strati di piastre, dotate di un forato di grandi diensioni ed incollate a tutta superficie (cioè il assetto risulta adeguataente rigido), è possibile utilizzare piastre insonorizzate anticalpestio orbide in odo corretto. La assa superiore del assetto a secco contribuisce al iglioraento dell'isolaento acustico da calpestio. 6

30 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE Riduzione del suono intrinseco Pavientazione Piastre TSD Gettata Solaio grezzo BBS Strato interedio Parete BBS Rivestiento flessibile Accesso Sorzaento Sorzaento Sorzaento Eanazione Riduzione del suono intrinseco: principio assa olle asse Anche durante la isurazione del ruore da calpestio le condizioni edili sono deterinanti. Le caratteristiche tecniche dell'insonorizzazione dei assetti è necessario effettuare la valutazione tenendo sepre in considerazione anche i percorsi secondari. Essenzialente si tenta di ipedire o ridurre al inio l'accesso del ruore da calpestio all'interno della struttura, la propagazione e l'eissione sotto fora di getto d'aria. È possibile ridurre l'eissione nell'abiente di destinazione con i rivestienti aggiuntivi o, in generale, con il rivestiento flessibile. Trasissione laterale / percorsi secondari del ruore Anche tutti i coponenti edili laterali partecipano all'isolaento acustico tra due abienti oltre agli eleenti divisori. Il ateriale da costruzione divisorio rappresenta solo uno dei olteplici percorsi di trasissione. Nelle strutture ad elevato isolaento acustico il ruore si trasette principalente trasesso attraverso i solai laterali, i tetti, le pareti interne ed esterne. Grazie al supporto tecnico nel capo dell'isolaento acustico fornito da parte istituti di collaudo accreditati durante le fasi di ontaggio è possibile escludere tepestivaente gli eventuali vizi di realizzazione e garantire la corretta realizzazione, coe ad esepio vani o passaggi acustici. Per l'ottiizzazione dell'insonorizzazione dei ateriali da costruzione è necessario irare ad una trasissione attraverso i percorsi secondari quanto più ridotta possibile. Per la valutazione dell'isolaento acustico le condizioni edili sono deterinanti: in presenza di requisiti tecnici d'insonorizzazione viene valutato un coponente divisorio prendendo sepre in considerazione anche i percorsi secondari. Solo rispettando le regolaentazioni in ateria di lavorazione e prendendo in considerazione i particolari dei collegaenti è possibile raggiungere i livelli di isolaento acustico specificati. Dal punto di vista strutturale l'accesso del ruore da calpestio all'interno dell'edificio viene solitaente ipedito da adeguate sovrastrutture del solaio, coe ad esepio il paviento flottante, entre la propagazione dall'applicazione su strati interedi elastici e dall'installazione di strati insonorizzanti. Gli studi approfonditi dell'istituto austriaco di ricerca sul legno hanno conferato che è possibile contenere queste isure suppleentari con i corretti rivestienti aggiuntivi e i solai distaccati ed è persino possibile rinunciarvi in aniera parziale. In linea generale è possibile ridurre il flusso di velocità acustica attraverso i percorsi secondari di propagazione del ruore utilizzando i rivestienti flessibili disaccoppiati. L'entità della trasissione attraverso i percorsi secondari dipende dalle condizioni edili effettive. L'isolaento longitudinale del ruore dei coponenti edili laterali viene sostanzialente descritto dai valori riportati di seguito. Ruore propagato nell'aria: RL, Rij (DIN 52217) Dnf (EN ) Ruore da calpestio:: Lnf (EN ) Nelle prove condotte senza trasissione laterale si ostacola la propagazione del ruore attraverso i percorsi secondari utilizzando isure adeguate. Le propagazioni laterali possono essere stabilire nelle isurazioni separate coe grandezza dell'isolaento longitudinale del ruore o differenza di livello laterale standardizzata ai sensi della norativa EN ISO o DIN : Durante le isurazioni nelle strutture realizzate i ateriali da costruzione vengono sottoposti a controlli utilizzando le effettive condizioni di collegaento e le propagazioni attraverso i percorsi secondari. Le isurazioni condotte nelle strutture realizzate vengono descritte coe ispezioni e sono utili alla diostrazione dell'isolaento acustico necessario o richiesto. La possibilità di operazioni di perfezionaento o risanaento dei ateriali da costruzione in cantiere è estreaente ridotta e legata a grandi investienti. Per questo otivo, in fase di pianificazione degli eleenti dotati di elevati requisiti, si consiglia di coinvolgere sin dalle prie fasi operative personale specializzato unito di esperienza nel settore dell'edilizia in legno. 7

31 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE 2.3. Isolaento terico Isolaento terico in inverno L'isolaento terico nell'edilizia fuori terra coprende tutte le isure tese a ridurre il fabbisogno di calore prodotto con ipianti di riscaldaento in inverno e la necessità di raffrescaento in estate. Con questo etodo l'auento del cofort attraverso un clia gradevole nelle stanze e la conseguente sensazione di grande relax dell'abiente si pongono al centro dell'attenzione. Quando l'isolaento terico risulta insufficiente si possono presentare condizioni abitative sgradevoli e non igieniche dal punto di vista del clia degli abienti. I requisiti inii previsti per il rivestiento terico della struttura sono sostanzialente fissati nelle norative edilizie dei diversi paesi. I requisiti aggiuntivi previsti per il consuo inio di energia e le case passive sono definiti nelle rispettive direttive. Sistei costruttivi a secco Gyproc Le oderne costruzioni in legno dell'edilizia delle case passive e ulticofort dotate dei sistei Saint-Gobain garantiscono la assia qualità. Con i ateriali isolanti Saint-Gobain è disponibile una gaa copleta di articoli per pavienti, pareti, solai e soffitti. La varietà di soluzioni va dal coune rivestiento terico fino a sistei copleti per l'area doestica e per gli edifici coerciali e pubblici. I otivi alla base del rivestiento terico Per auentare la sensazione di benessere Per ridurre le alattie Per rispariare denaro dato che si riducono sensibilente le spese di riscaldaento Valorizzazione degli edifici (costi energetici) Per proteggere l'abiente dato che si riducono considerevolente le eissioni di CO 2 Xla BBS binderholz Con BBS è possibile realizzare costruzioni a basso consuo energetico, passive o strutture copletaente autonoe a livello energetico. Le strutture BBS ottengono tutti i consueti valori di isolaento terico e grazie alle sovrastrutture traspiranti e alle proprietà di isolaento dei valori di picco dell'uidità portano ad un clia degli abienti gradevole e bilanciato. Legno di conifera / pannelli di asonite Pannello edile leggero di lana di legno Mattone poroso Materiale isolante di cellulosa Laterizio pieno Ceento arato Espanso rigido poliuretanico Lana di vetro / inerale Espanso rigido EPS (10 /h) Il coefficiente di conduzione terica a rappresenta il rapporto ottenuto dalla capacità teroisolante e dalla capacità di accuulo del calore. Al diinuire del coefficiente di conduzione terica, igliora l'isolaento dal caldo estivo e dal freddo invernale. -4 Grafico: Gutex I ateriali isolanti in fibra inerale di ISOVER con un pari a 0,032 W/K e i sistei a cappotto di Weber con un pari a 0,022 W/K offrono il assio cofort con gli spessori isolanti più contenuti. I rivestienti aggiuntivi GYPROC e le strutture per solaio e tetto a sospensione dotate di un isolaento copleto ad intercapedine (ad esepio, lana inerale ISOVER) contribuiscono anche alla riduzione dei valori U dei ateriali da costruzione. Anche negli edifici preesistenti, l'allestiento degli interni a secco offre un significativo contributo al iglioraento richiesto dell'efficienza energetica coplessiva. Nel capo dell'allestiento delle strutture del tetto presenti è possibile igliorare sostanzialente l'efficienza energetica degli edifici preesistenti. Oltre ai brevi tepi di realizzazione, un notevole vantaggio dell'edilizia a secco consiste nelle opportunità secondarie di riodernare anche conteporaneaente le soluzioni tecniche dell'abitazione presenti nei livelli d'installazione. Inoltre i rivestienti forati dalle lastre GYPROC e dotati di un peso specifico apparente copreso tra 800 e 1300 kg/ 2 contribuiscono ad auentare le capacità di accuulo del ateriale edile ed il cofort estivo. Isolaento terico in estate L'isolaento terico dal calore estivo (coibentazione) è necessaria per liitare a valori sopportabili il surriscaldaento all'interno dell'abitazione, prodotto dall'esposizione diretta o indiretta ai raggi del sole e di solito riconducibile all'irradiazione attraverso le finestre. Questa situazione si verifica soprattutto con la riduzione a livelli inii dell'apporto di calore derivante dall'esposizione diretta ai raggi del sole, della conduzione 8

32 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE terica di pareti, soffitti e solai e dalla dispersione terica delle apparecchiature elettriche e delle persone. Le finestre senza protezioni solari influiscono in odo preponderante sul riscaldaento degli abienti interni. L'isolaento terico in estate assue una sepre aggiore iportanza in odo particolare in seguito al surriscaldaento globale e all'andaento delle teperature in costante auento. L'ipiego sepre più diffuso di ipianti di cliatizzazione è in relazione a questo aspetto: il consuo di elettricità o di energia, e di conseguenza, anche le eissioni di CO 2, auentano in odo particolare nel corso dei esi estivi. Per questo otivo è necessario prendere in considerazione l'isolaento terico estivo sin dalla pianificazione degli edifici per escludere il pericolo di un'eventuale surriscaldaento estivo degli abienti con lo sviluppo di sgradevoli teperature abiente. Negli edifici adibiti ad abitazione le teperature degli abienti riangono ediaente in estate sotto ai 27 C grazie alla ventilazione notturna, alle inori eissioni di calore delle apparecchiature, alla protezione solare e all'accuulo di calore. Nei periodi più caldi possono auentare leggerente. Negli uffici invece si ira a raggiungere teperature inferiori ai 26 C. Con questo approccio, da una parte, è particolarente iportante prestare attenzione ai corretti dispositivi di protezione solare applicati esternaente alle finestre per evitare il cosiddetto "effetto serra" e, dall'altra parte, coprendere e prendere in considerazione il coportaento estivo degli edifici e soprattutto de rispettivi utenti. Non solo la teperatura assia che si sviluppa, a anche il lasso di tepo per cui si supera una deterina soglia terica, riveste un ruolo iportante per la percezione soggettiva dell'ipiego. L'azione del coportaento degli utenti sulle teperature degli abienti in estate includendo i diversi ateriali da costruzione utilizzati o le soluzioni edili, coe edilizia leggera, in attoni, in ceento, è stata approfondita dalle isurazioni negli eleenti abitativi occupati nell'abito di un progetto di ricerca. I paraetri che influiscono sul coportaento di edifici non cliatizzati o sul riscaldaento degli abienti a causa dell'esposizione al calore in estate sono: Il clia esterno Le proprietà teriche dei ateriali da costruzione utilizzati all'esterno, coe ad esepio colore delle superfici, capacità isolante, struttura dei ateriali edili, sovrastrutture di coponenti edili o serie di strati, capacità di accuulo del calore e in particolare coponenti edili interni, livello coplessivo di trasissione dell'energia, diensioni ed orientaento delle superfici vetrate, presenza di sistei di protezione solare e efficacia di questi ultii Orientaento delle superfici esterne Ipiego di funzionalità di ventilazione notturne e dispositivi di protezione solare Eanazione di calore ad opera di apparecchiature elettroniche, ipianti di illuinazione e persone Efficacia della funzione d'accuulo dei dispositivi e delle strutture edili risultati del progetto di ricerca hanno diostrato che, a prescindere dalla odalità edile, dal ateriale da costruzione utilizzato e dalla assa presente in grado di accuulare calore negli abienti interni, il coportaento degli utenti e soprattutto l'ipiego errato delle opzioni di ventilazione hanno un effetto priario sull'andaento delle teperature degli abienti in estate. Con questo approccio la dissipazione del calore notturna attraverso le finestre è deterinante per il coportaento terico degli abienti nei esi estivi. Di seguito sono riportati i otivi per cui d'estate si rinuncia erroneaente alla ventilazione istantanea: supposizione che per le case passive non sia necessaria la ventilazione notturna pericolo di eventuali cadute nelle caere dei babini (ribal taento ax. delle finestre) ridotto effetto della ventilazione ad opera delle zanzariere aniali doestici (finestre inclinate al assio) abitazioni al piano terra (le finestre vengono inclinate al assio per otivi di sicurezza) liitazione dell'effetto della ventilazione per l'abitazione a causa di porte interne chiuse ruori abientali soprattutto notturni Il coportaento dell'edificio nei esi estivi può essere adeguataente rappresentato con la recente norativa in ateria ecologica B in cui si riflettono tutti i processi rilevanti. Le superfici in legno e gesso assicurano un clia gradevole negli abienti in estate e in inverno. In estate gli sbalzi diurni della teperatura dell'aria esterna sono generalente più elevati rispetto all'inverno. A tutto questo si aggiunge una differenza terica olto arcata nelle superfici di coponenti edili a seguito dell'esposizione ai raggi del sole. Misure tese all'ottiizzazione: Increento del rivestiento terico Strati isolati esterni e asse interne in grado di accuulare calore che hanno un effetto positivo sulle teperature degli abienti interni. Foto: GriffnerHausAG 9

33 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE Selezione delle finestre. La dispersione terica delle finestre, secondo i più recenti studi fisico-edili, ha un effetto sostanzialente aggiore sulla teperatura degli abienti interni rispetto alla capacità di accuulo del calore delle asse interne. Il tipo di ateriale isolante selezionato non ha un significato tanto deterinante, a piuttosto lo spessore dello strato isolante realizzato e il tipo di ateriale e lo spessore del rivestiento per gli abienti interne rivestono un ruolo di prio piano nelle valutazioni. Coportaento corretto degli utenti. Grazie alla ventilazione notturna e tenendo le finestre e le porte chiuse durante il giorno è possibile igliorare ulteriorente il clia degli abienti. I risultati degli studi scientifici diostrano che è possibile identificare l'isolaento terico in estate solo in odo specifico con la capacità di accuulo dei coponenti edili. All'auentare del livello d'isolaento terico si abbassano le teperature negli abienti in estate fino a raggiungere valori gradevoli. Gli eleenti BBS producono un effetto positivo dato che BBS svolge una buona funzione isolante nei confronti del calore iagazzinandolo in odo straordinario. La siulazione di una casa unifailiare diostra che auentando l'isolaento terico gli eventuali picchi calore si verificano sepre più raraente ed in odo più oderato. Anche le esperienza accuulate dagli inquilini diostrano che l'accoglienza ed il clia degli abienti all'interno degli edifici in legno vengono solitaente valutati in odo positivo anche in estate Clia / salute degli abienti Xla BBS binderholz Il legno è traspirante e contente quindi il trasferiento del vapore acqueo attraverso i ateriali da costruzione. Queste proprietà positive sotto il punto di vista fisico-edile di BBS e la capacità di assorbire senza problei l'uidità dell'aria abiente (proprietà d'assorbiento) contribuiscono in odo deterinante a sviluppare un clia accogliente e bilanciato. Regolazione dell'uidità Essendo una ateria pria naturale e rinnovabile, il legno presenta nuerose caratteristiche positivi fisico-edili. Una di queste caratteristiche è data dalla capacità di assorbire l'uidità e rilasciarla. Con questo sistea BBS svolge un'azione isolante dei valori di picco dell'uidità degli abienti. 1 3 di BBS accuula circa 43 litri d'acqua ad una teperatura abiente di 20 C ed ad un'uidità relativa dell'aria del 55 %. Se l'uidità relativa dell'aria subisce delle variazioni dal 55% al 65%, 1 3 di BBS assorbe circa 7 litri d'acqua dall'aria circostante. Percentuale di acqua contenuta in base alle asse CARATTERISTICHE D'assorBiento Uidità dell'aria (%) Xla BBS Malta ceentizia Ceento Laterizi Propagazione del vapore d'acqua Le fughe per incollaggio a tutta superficie di BBS sono traspiranti. Le sperientazioni dei produttori di colle diostrano che la consueta fuga da incollaggio presenta la stessa resistenza alla traspirazione di un'asse di abete da 35 di spessore. Quindi BBS è traspirante, a ipedisce l'ingresso del vapore. Queste due caratteristiche positive sono iportanti criteri che garantiscono un clia gradevole negli abienti. Le piastre onostrato incollate di BBS non producono nessun effetto sul coportaento della propagazione di tutta la struttura. Fondaentalente le strutture di BBS vengono realizzate senza ostacoli o barriere al vapore. È possibile diostrare l'idoneità dei ateriali da costruzione nei singoli casi. Tutte le strutture riportate nel presente dépliant sono state sottoposte ad una verifica fisico-edile. Convezione Grazie all'incollaggio a tutta superficie degli eleenti BBS non sono presenti intercapedini che consentano la convezione. In caso di installazione di eleenti da incasso è necessario prestare attenzione al fatto che la struttura sia realizzata a tenuta d'aria per ipedire la convezione attraverso le eventuali perdite. 10

34 2. FISICA DELLA COSTRUZIONE Fonti Eigenschaften und Potentiale des leichten Bauens, Deckenkonstruktionen für den ehrgeschossigen Holzbau, Holzforschung Austria, Wien Holzbau Syste und Technik, Gyproc Saint-Gobain Bauen it Holz = aktiver Kliaschutz, Holzforschung München Holz Rohstoff der Zukunft, Inforationsdienst Holz, Bonn zuschnitt 34/2010, proholz, Wien Holzbau Austria Magazin 4/2010, Endbericht Nachhaltig assiv AP12, Technische Universität Wien 11

35 Binderholz Bausystee GbH A-5400 Hallein/Salzburg Solvay-Halvic-Straße 46 Tel.: +43 (0) Fax: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Via Ettore Roagnoli, Milano Tel Fax

36 3. COSTRUZIONe 3. COSTRUZIONI Uweltschutz konstruktionen costruzioni Parete esterna parete interna parete divisoria tetto solaio Bauphysik Gli eleenti BBS soddisfano tutti i criteri di un tipo di edilizia assiccia, garantiscono la resistenza al fuoco REI 30-90, possono essere ipiegati coe eleenti portanti ed auentano la assa efficace all'accuulo di calore degli edifici. Le proprietà insonorizzanti di BBS soddisfano tutti i requisiti previsti ai sensi di legge. Le superfici a vista possono essere realizzate in abete, larice, douglas, abete bianco o pino piallato, carteggiato o spazzolato. Gli strati del assetto sono piastre onostrato senza fughe con l'effetto asse. Per la sensazione di calore e l'accoglienza degli utenti dell'edificio è decisivo il fatto che la teperatura superficiale di BBS sia vicina a quella degli abienti. Questa teperatura unifore viene avvertita in odo gradevole anche se la teperatura degli abienti è leggerente inferiore. Si tratta infatti di un ulteriore contributo fornito ad un aggiore benessere ed una superiore efficienza energetica degli edifici. Pareti esterne / pareti interne / pareti divisorie Gli eleenti BBS trovano applicazione coe pareti esterne, pareti interne e pareti divisorie. Di fabbrica è possibile effettuare le asportazioni per fresatura per le installazioni elettriche.

37 3. COSTRUZIONI I singoli eleenti presentano un effetto di rinforzo grazie alla loro struttura a strati incrociati. Per questo otivo sono in grado di svolgere funzioni portanti e di rinforzo. In tutti i luoghi in cui è necessaria l'edilizia antisisica, BBS offre un altro vantaggio iportante. I giunti degli eleenti con collegaenti a vite sono in grado di assorbire e sorzare i ovienti dinaici. Tetti È possibile ipiegare il legno ultistrato BBS per i tetti di ogni fora. Il grande vantaggio degli eleenti da tetto consiste nei tepi di ontaggio ridotti di solo alcune ore. In questo odo è possibile garantire la tenuta alla pioggia in tepi brevissii e superfici a vista pronte per l'uso negli interni. Con BBS si possono realizzare le tipiche capate nell'edilizia doestica e in quella coerciale in odo econoico. Gli eleenti svolgono anche una funzione di rinforzo. Le strutture dei tetti BBS soddisfano in odo sicuro e solido tutti i requisiti statici, di protezione e di isolaento acustico. L'isolaento terico in estate (protezione dall'eventuale surriscaldaento degli edifici in estate) è un problea risolto in odo ottiale con BBS. La assa in legno ostacola la propagazione terica in odo ottiale. Stabilità La distribuzione del carico in presenza di eleenti piatti in legno ultistrato è possibile attraverso il pannello di legno con un incollaggio a croce. Essendo forati coe eleenti piatti, è aissibile l'eventuale azione degli spessori. È necessario prestare attenzione all'orientaento delle fibre del rivestiento finale in caso di isurazione della capacità di carico. È possibile assicurare la trasissione delle forze di spinta dei singoli eleenti utilizzando isure adeguate. È possibile ricavare le proprietà caratteristiche e i paraetri dall'oologazione BBS. È possibile ottenere una rassegna dei valori statici all'indirizzo Le diensioni preliinari riferite agli oggetti e la lavorazione dei particolari di fissaggio sono offerti dai sistei per l'edilizia binderholz. Solai Gli eleenti del solaio BBS in cobinazione al assetto GYPROC e i sistei per solai GYPROC soddisfano tutti i requisiti dei solai di separazione attraverso la sovrapposizione di diversi strati. A causa della speciale struttura a strati degli eleenti BBS, gli eleenti del solaio fungono da spessori di rinforzo e svolgono una funzione portante. La contrazione e il rigonfiaento del legno sono tanto ridotti da essere trascurabili grazie all'incollaggio ultistrato e alla disposizione ad incrocio. Per questo otivo è possibile disporre i singoli eleenti anche senza giunti di deforazione. È possibile calpestare e sottoporre a carichi gli eleenti del solaio grazie alla realizzazione con gli eleenti del assetto GYPROC iediataente dopo la posa. Le strutture a nora possono essere realizzate secondo la qualità visiva.

38 Manuale per le costruzioni di legno assiccio costruzioni delle pareti esterne

39 by binderholz & Gyproc Saint-Gobain. 1. edizione Tutti i dati di questo stapato corrispondono allo stato più recente dello sviluppo e vengono forniti secondo scienza e coscienza. Dato che noi ci ipegniao continuaente per offrirvi le soluzioni igliori possibili, ci riserviao odifiche sulla base di iglioraenti applicativi o di tecnica della produzione. Accertatevi di avere a disposizione l edizione più recente di questo stapato. Non si possono escludere errori di stapa. La presente pubblicazione si rivolge a personale specializzato addestrato. Eventuali iagini contenute delle operazioni che devono essere svolte non sono istruzioni per la lavorazione, salvo che siano espressaente contrassegnate coe tali. Per cortesia si osservi anche che i nostri rapporti d affari si svolgono esclusivaente sulla base delle nostre Condizioni generali per la vendita, la consegna e il pagaento nella versione aggiornata. Le nostre condizioni generali sono disponibili su richiesta oppure in Internet all indirizzo e Sareo lieti di poter avere una buona collaborazione e vi auguriao sepre una buona riuscita con le nostre soluzioni di sistea. HOTLINES: Binderholz Bausystee GbH Tel.: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Tel

40 INDICE INDICE Due partner una visione: binderholz GYPROC I vantaggi dell edilizia di legno Lunga durata, tenuta del valore e stabilità strutturale Edilizia con un sistea 1. Tutela dell abiente 1.1. Sostenibilità 1.2. CO 2 l'edilizia in legno è una protezione attiva del clia 1.3. Riciclaggio 1.4. Ciclo produttivo chiuso presso binderholz 2. Fisica della costruzione 2.1. Protezione 2.2. Isolaento acustico 2.3. Isolaento terico 2.4. Clia/salute degli abienti 3. Costruzione 3.1. Pareti esterne 3.2. Pareti interne/pareti divisorie 3.3. Tetti 3.4. Solai 4. Appendice 4.1. Direttiva europea prodotti da costruzione 4.2. Regolaenti edilizi 4.3. Nore 4.4. Certificati e oologazioni 4.5. Fonti Altro 3

41 3.1 costruzioni 3.1 VARIANTI pareti esterna Facciata in legno Piastra di fibre orbide di legno Isolaento di fibre orbide di legno BBS AW03 R w = 44 db U = 0,21 W/ 2 K REI 30 ELEMENTO DI LEGNO Multistrato E RIVestiMento lato AMBiente AW BBS R w = 44 db Rivestiento U = 0,21 W/ 2 K REI BBS AW06 60 Listello R w = 50 db Rivestiento U 0,16 W/ 2 K REI BBS AW04 a, b, c, d, e, f 70 Listello R w = 53 db Rivestiento U 0,13 W/ 2 K REI 90 Note sulla statica: - Classe d'ipiego NKL 1 - Carico peranente g: corrisponde al carico peranente senza il peso netto di BBS in kn/ - Carico utile n: Classe d'ipiego A o B (superfici abitative o da ufficio) - Quota del carico utile sul carico coplessivo: 50 % - Calcolo infiaabilità secondo EN , rapporto prova infiaabilità cod (IBS Linz) e rapporto classificazione cod (IBS Linz) 4

42 3.1 costruzioni ISOLAMENTO esterno Facciata in legno Intonaco Intonaco Guaina sottotegola Piastra di fibre orbide Piastra di fibre orbide Legno assiccio da di legno di legno costruzione/isolaento Legno assiccio da costruzione/isolaento AW09 a, b, c AW13 AW17 R w = 45 db R w = 37 db R w = 57 db U = 0,18 W/ 2 K U = 0,27 W/ 2 K U = 0,17 W/ 2 K REI 30 REI 30 REI 30 AW10 a, b, c AW14 AW18 a, b R w = 45 db R w = 37 db R w = 57 db U = 0,17 W/ 2 K U = 0,27 W/ 2 K U = 0,16 W/ 2 K REI 90 REI 60 REI 90 AW11 AW15 AW19 R w = 52 db R w = 43 db R w = 57 db U 0,17 W/ 2 K U 0,23 W/ 2 K U 0,23 W/ 2 K REI 60 REI 60 REI 60 AW12 a, b, c, d AW16 AW20 a, b, c R w = 63 db R w = 57 db R w = 57 db U 0,14 W/ 2 K U 0,23 W/ 2 K U 0,13 W/ 2 K REI 90 REI 90 REI 90 5

43 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW02 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,20 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44,4 Isolaento R w 44 Ecologia* OI3 Kon 1,9 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 F 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -103,407 0,19 890, ,979 0,029 0,062 *Massa in riferiento alle superfici 91,9 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 6

44 3.1 costruzioni Descrizione: AW03 Aggiornaento: VALUTAZIONE Fisico-strutturale ED ecologica Protezione REI 30 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,20 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,8 Isolaento R w 44 Ecologia* OI3 Kon -3,2 SPECIFICHE DEL Materiale DA costruzione A scopo EDILE, struttura stratificata Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D GWp ap peine peie ep pocp -104,409 0,18 802, ,331 0,027 0,06 *Massa in riferiento alle superfici 78,4 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 7

45 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 a Aggiornaento: awihi01a-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 53 Ecologia* OI3 Kon 1,8 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -103,011 0, , ,827 0,029 0,062 *Massa in riferiento alle superfici 95,6 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 8

46 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 b Aggiornaento: awihi01b-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,4 Isolaento R w 59 Ecologia* OI3 Kon 4,9 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -100,735 0, , ,307 0,03 0,063 *Massa in riferiento alle superfici 104,6 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 9

47 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 c Aggiornaento: awihi01a-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,13 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 53 Ecologia* OI3 Kon -13,2 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 200,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -45,291 0, , ,996 0,013 0,039 *Massa in riferiento alle superfici 103,1 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 10

48 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 d Aggiornaento: awihi01b-02 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,13 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,4 Isolaento R w 59 Ecologia* OI3 Kon -10,1 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 200,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -43,015 0,1 621, ,475 0,015 0,04 *Massa in riferiento alle superfici 112,1 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 11

49 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 e Aggiornaento: awihi01b-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 59 Ecologia* OI3 Kon 4,9 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 25,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -100,735 0, , ,307 0,03 0,063 *Massa in riferiento alle superfici 109,3 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 12

50 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW04 f Aggiornaento: awihi01b-03 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,13 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 59 Ecologia* OI3 Kon -10,1 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 200,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 25,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -43,015 0, , ,475 0,015 0,04 *Massa in riferiento alle superfici 116,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 13

51 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW06 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 50 Ecologia* OI3 Kon 1,9 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C 22,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E D 140,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 60,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 25,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -103,407 0, , ,979 0,029 0,062 *Massa in riferiento alle superfici 95,6 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 14

52 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW09 a Aggiornaento: awiho01a-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 30 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,21 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,5 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -8,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D GWP AP PEIne PEIe EP POCP -89,881 0, , ,468 0,028 0,042 *Massa in riferiento alle superfici 66,0 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 15

53 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW09 b Aggiornaento: awiho01a-03 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 30 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,18 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,6 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -6,1 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D GWP AP PEIne PEIe EP POCP -92,215 0, , ,567 0,030 0,044 *Massa in riferiento alle superfici 68,6 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 16

54 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW09 c Aggiornaento: awiho01a-02 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,21 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,0 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -8,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D GWP AP PEIne PEIe EP POCP -89,881 0, , ,468 0,028 0,042 *Massa in riferiento alle superfici 70,7 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 17

55 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW10 a Aggiornaento: awiho01a-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,21 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44,1 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -5,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D G 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 G 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -87,562 0, , ,017 0,03 0,043 *Massa in riferiento alle superfici 79,5 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 18

56 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW10 b Aggiornaento: awiho01a-04 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,20 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -5,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D G 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 G 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -87,562 0, , ,017 0,03 0,043 *Massa in riferiento alle superfici 93,2 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 19

57 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW10 c Aggiornaento: awiho01a-05 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,17 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon -6,8 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 200,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 200,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D G 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 G 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -100,162 0, , ,851 0,033 0,046 *Massa in riferiento alle superfici 95,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 20

58 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW11 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,17 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 52 Ecologia* OI3 Kon -3,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 200,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 200,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D G 60,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) 0, ,600 D H 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 I 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 I 15,0 lastra in gessofibra Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -90,362 0, , ,736 0,031 0,045 *Massa in riferiento alle superfici 83,2 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 21

59 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW12 a Aggiornaento: awihi02b-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,17 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon -0,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D G 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D H 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 I 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 I 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -87,443 0, , ,794 0,032 0,046 *Massa in riferiento alle superfici 92,3 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 22

60 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW12 b Aggiornaento: awihi02b-02 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,14 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,4 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon 1,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 200,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 200,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D G 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D H 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 I 25,0 lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 I 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -89,777 0, , ,893 0,034 0,047 *Massa in riferiento alle superfici 94,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 23

61 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW12 c Aggiornaento: awihi02b-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon -0,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D G 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D H 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 I 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 I 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -87,443 0, , ,794 0,032 0,046 *Massa in riferiento alle superfici 97,0 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 24

62 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW12 d Aggiornaento: awihi02b-03 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,14 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon 1,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 19,0 Legno rivestiento pareti esterne 0, ,600 D B 40,0 Controlistello posato con guarnizione punto chiodo continua (40/60) - USB TIP KONT RIWEGA 0, ,600 D 0,38 Mebrana traspirante per tenuta al vento - USB WALL 120 RIWEGA, sigillata con nastro adesivo in polietilene USB TAPE 1 PE 0, ,700 E C pellicola pereabile sd 0,3 D 200,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D E 200,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D G 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D H 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 I 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 I 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -89,777 0, , ,893 0,034 0,047 *Massa in riferiento alle superfici 99,5 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 25

63 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW13 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 30 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,29 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,3 Isolaento R w 37 Ecologia* OI3 Kon 2,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 120,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D GWP AP PEIne PEIe EP POCP -75,804 0, , ,04 0,024 0,052 *Massa in riferiento alle superfici 78,3 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 26

64 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW14 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,28 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44,0 Isolaento R w 37 Ecologia* OI3 Kon 5,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 120,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D D 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 D 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -73,49 0, , ,551 0,025 0,053 *Massa in riferiento alle superfici 91,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 27

65 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW15 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,21 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 43 Ecologia* OI3 Kon 7,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 120,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D D 60,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) 0, ,600 D E 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 F 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -74,807 0, , ,649 0,027 0,055 *Massa in riferiento alle superfici 95,5 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 28

66 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW16 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,20 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,3 Isolaento R w 57 Ecologia* OI3 Kon 7,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 120,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D D 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) auf Schwingbügel 0, ,600 D E 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 F 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 F 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -74,411 0, , ,498 0,027 0,055 *Massa in riferiento alle superfici 109,2 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 29

67 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW17 Aggiornaento: awopo02a-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 30 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,17 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 38,7 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon 2,2 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D GWP AP PEIne PEIe EP POCP -73,763 0, , ,81 0,027 0,047 *Massa in riferiento alle superfici 76,6 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 30

68 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW18 a Aggiornaento: awopo02a-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,17 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44,2 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon 5,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 F 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -71,443 0, , ,36 0,028 0,048 *Massa in riferiento alle superfici 90,1 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 31

69 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW18 b Aggiornaento: awopo02a-02 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - piano d'installazione assente, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,16 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 44 Isolaento R w 45 Ecologia* OI3 Kon 5,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D F 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 F 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -71,443 0, , ,36 0,028 0,048 *Massa in riferiento alle superfici 103,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 32

70 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW19 Aggiornaento: PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,13 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 16,8 Isolaento R w 52 Ecologia* OI3 Kon 6,9 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 60,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -73,777 0, , ,459 0,03 0,049 *Massa in riferiento alle superfici 91,0 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 33

71 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW20 a Aggiornaento: awopi02a-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,14 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 19,2 Isolaento R w 55 Ecologia* OI3 Kon 8,4 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 15,0 Lastra Gyproc Fireline o 0, ,050 A2 H 15,0 lastra in gessofibra Gyproc Rigidur H 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -72,893 0, , ,047 0,031 0,05 *Massa in riferiento alle superfici 93,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 34

72 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW20 b Aggiornaento: awopi02b-00 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 60 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,14 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 26,4 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon 10,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 90,0 Legno ultistrato BBS (a 3 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 H 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -71,325 0, , ,136 0,031 0,05 *Massa in riferiento alle superfici 102,8 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 35

73 3.1 COSTRUZIONI Descrizione: AW20 c Aggiornaento: awopi02b-01 PARETE ESTERNA: EDILIZIA IN LEGNO MASSICCIO - ventilata - con installazione, scortecciata Protezione REI 90 Lunghezza ax. a pressoflessione l = 3 Carico ax. (q fi, d ) = 14,95 [kn/]; classificazione con IBS Isolaento U[W/ 2 K] 0,13 terico Coportaento alla diffusione idoneo w,b,a [kg/ 2 ] 24,3 Isolaento R w 63 Ecologia* OI3 Kon 10,3 Spessore Materiale da costruzione Isolaento terico Classe d'infiaabilità A 6,0 Intonaco 1, ,130 A1 B 60,0 Pannello isolante in fibra di legno 0, ,100 E C 160,0 Legnae da costruzione (60/..; e=625) 0, ,600 D D 160,0 Lana inerale 0, ,030 A1 E 100,0 Legno ultistrato BBS (a 5 strati) 0, ,600 D F 70,0 Listellatura in legno (60/60; e=625) su staffa a oviento oscillante 0, ,600 D G 50,0 Lana inerale 0, ,030 A1 H 25,0 Lastra Gyproc Fireline (2x12,5 ) o 0, ,050 A2 H 25,0 lastra in gessofibra Rigidur H (2x12,5 ) 0, ,200 A1 GWP AP PEIne PEIe EP POCP -71,325 0, , ,136 0,031 0,05 *Massa in riferiento alle superfici 104,7 [kg/ 2 ] lastra in gessofibra Le strutture rappresentate sono state collaudate su incarico di binderholz e Gyproc Saint-Gobain da parte degli istituti copetenti accreditati. 36

74 NOTIZIE 37

75 NOTIZIE 38

76 3.1 costruzioni Fonti Eigenschaften und Potentiale des leichten Bauens, Deckenkonstruktionen für den ehrgeschossigen Holzbau, Holzforschung Austria, Wien Holzbau Syste und Technik, Gyproc Saint-Gobain, Bad Aussee Bauen it Holz = aktiver Kliaschutz, Holzforschung München Holz Rohstoff der Zukunft, Inforationsdienst Holz, Bonn zuschnitt 34/2010, proholz, Wien Holzbau Austria Magazin 4/2010, Endbericht Nachhaltig assiv AP12, Technische Universität Wien 39

77 Binderholz Bausystee GbH A-5400 Hallein/Salzburg Solvay-Halvic-Straße 46 Tel.: +43 (0) Fax: +43 (0) Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. - Attività Gyproc Via Ettore Roagnoli, Milano Tel Fax

78 Manuale per le costruzioni di legno assiccio costruzioni delle pareti INterne/ pareti divisorie

SPECIALE TECNICO. Riscaldarsi con il pellet e con la legna. Autori vari

SPECIALE TECNICO. Riscaldarsi con il pellet e con la legna. Autori vari SPECIALE TECNICO Riscaldarsi con il pellet e con la legna Autori vari OTTOBRE 2014 Questo Speciale è stato realizzato grazie al contributo di: QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / OTT 2014 ABSTRACT Riscaldarsi

Dettagli

fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék

fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék mêçñáäç ~òáéåç~äé 2 Qualità L'esperienza pluriennale e la consapevolezza della qualità raggiunta creano la base sulla quale la Mosser si è potuta sviluppare,

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

EDUCAZIONE ALL ENERGIA

EDUCAZIONE ALL ENERGIA EDUCAZIONE ALL ENERGIA Insegnare ai futuri consumatori di energia Direzione generale dell Energia e dei trasporti COMMISSIONE EUROPEA Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee,

Dettagli

AZIONE per UN TURISMO EUROPEO PIÚ SOSTENIBILE

AZIONE per UN TURISMO EUROPEO PIÚ SOSTENIBILE Si ringrazia il governo italiano (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo) per avere fornito la versione italiana di questo rapporto. AZIONE

Dettagli

per gli edifici esistenti

per gli edifici esistenti per gli edifici esistenti per gli edifici esistenti a cura dell Arch. Michelantonio Rizzi (CFR associati) www.provincia.udine.it Servizio Risorse Energetiche Servizi Risorsis Energjetichis a cura di Arch.

Dettagli

Dow Building Solutions. Soluzioni per l isolamento termico ed il risparmio energetico Adesivi e sigillanti

Dow Building Solutions. Soluzioni per l isolamento termico ed il risparmio energetico Adesivi e sigillanti Dow Building Solutions Soluzioni per l isolamento termico ed il risparmio energetico Adesivi e sigillanti Versione aggiornata Febbraio 2015 Indice Parte 1 01 The Dow Chemical Company... 3 02 Nuovo Regolamento

Dettagli

Pompe di calore per la climatizzazione

Pompe di calore per la climatizzazione SPECIALE TECNICO Pompe di calore per la climatizzazione CO.AER CO.AER - Associazione Costruttori di Apparecchiature ed Impianti per la climatizzazione e le pompe di calore SPONSOR www.carel.com www.robur.it

Dettagli

I PANNELLI SOLARI AUTOCOSTRUITI LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO

I PANNELLI SOLARI AUTOCOSTRUITI LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO ACQUA CALDA DAL S LE LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO MANUALE N 1 A cura dell Ing. Natale Sartori KOSMÒS scarl Versione 1 del 28 febbraio 2004 KOSMÒS scarl Via Feldi, 7 38030 Roverè della Luna (TN) Tel.

Dettagli

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia EDIZIONE SETTEMBRE 2014 PREFAZIONE La collaborazione avviata da alcuni anni tra Assovetro ed Anci ha

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica negli edifici GUIDA PRATICA PER I CONSUMATORI. Test noi consumatori

Risparmio ed efficienza energetica negli edifici GUIDA PRATICA PER I CONSUMATORI. Test noi consumatori Test noi consumatori Test noi consumatori - Periodico settimanale di informazione e studi su consumi,servizi, ambiente - anno XXIII n. 6 del 4 febbraio 2011 - sped. in abb. post. DL 353/2003 ( conv. in

Dettagli

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore Versione 1 settembre 2013 Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore via Savona 1/B, 20144 Milano - tel 02 89415126 - fax 02 58104378 - info@anit.it Tutti i diritti sono riservati. Nessuna

Dettagli

Aquapanel é anche Facciata Ventilata

Aquapanel é anche Facciata Ventilata Aquapanel é anche Facciata Ventilata 1FACCIATA VENTILATA AQUAPANEL 01/2014 Facciata Ventilata AQUAPANEL : Sistema Knauf AQUAPANEL e Sistema SmartAir - INTRODUZIONE Tagliati per le costruzioni. Sistemi

Dettagli

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile Più intelligenti e più ecologici Consumare e produrre in maniera sostenibile 1 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46)

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46) INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO (IC 46) 1 IC 46 - Executive Summary... 7 Premessa: genesi e finalità dell indagine... 22 1. Introduzione... 24 1.1 definizione... 24 1.2 configurazione

Dettagli

Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re.

Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re. Progetto Life Mo.Re.&Mo.Re. STRUMENTI PRATICI PER UNA VIRTUOSA ED EFFICACE GESTIONE DEI RIFIUTI PREMESSA Il Mo.Re.&Mo.Re., progetto europeo LIFE+, cofinanziato dalla regione Lazio ed iniziato nel Gennaio

Dettagli

Il radon in Italia: guida per il cittadino

Il radon in Italia: guida per il cittadino QUADERNI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DIPARTIMENTO DI MEDICINA DEL LAVORO Osservatorio Epidemiologico Nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di vita Il radon in Italia: guida per

Dettagli

Guida alla partecipazione a Carbomark

Guida alla partecipazione a Carbomark Guida alla partecipazione a Carbomark Guida alla partecipazione a Carbomark Regione del Veneto Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Università degli Studi di Padova Università degli Studi di Udine Unità

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI con il sostegno di Un ringraziamento a tutti i soci di Federcostruzioni che hanno contributo alla redazione del Primo rapporto

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

per una nuova e migliore occupazione Federico Pontoni, Niccolò Cusumano

per una nuova e migliore occupazione Federico Pontoni, Niccolò Cusumano % %Green Economy: per una nuova e migliore occupazione Federico Pontoni, Niccolò Cusumano Giugno 2013 II Premessa La crescita, secondo le teorie economiche, è frutto dell accumulo del capitale e dell

Dettagli

Guida alla protezione passiva dal fuoco. Le soluzioni Gyproc Saint-Gobain

Guida alla protezione passiva dal fuoco. Le soluzioni Gyproc Saint-Gobain Guida alla protezione passiva dal fuoco Le soluzioni Gyproc Saint-Gobain ED. FEBBRAIO 2012 Guida alla protezione passiva dal fuoco Le soluzioni Gyproc Saint-Gobain Nell ambito edile, la protezione dal

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE VALLI S.O.L.

PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE VALLI S.O.L. PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE VALLI S.O.L. 1 Comune di Campo Ligure Comune di Masone Comune di Mele Comune di Rossiglione Comune di Tiglieto Unione dei Comuni Stura Orba Leira PIANO D AZIONE

Dettagli

Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE

Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE Continuità nel buon governo e innovazione per la cura degli interessi della comunità locale. Introduzione Le elezioni amministrative del 2009 hanno rappresentato

Dettagli

Lavori verdi e sicurezza e salute sul lavoro:

Lavori verdi e sicurezza e salute sul lavoro: Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro IT Lavori verdi e sicurezza e salute sul lavoro: Previsione sui rischi nuovi ed emergenti correlati alle nuove tecnologie entro il 2020 Sintesi La

Dettagli

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria A cura di NE Nomisma Energia Srl Responsabile di Ricerca: Davide Tabarelli (Presidente), Carlo Bevilacqua Ariosti

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 26.6.2002 COM(2002) 321 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Relazione finale sul Libro verde "Verso una strategia

Dettagli

IL MARKETING TERRITORIALE: UNA LEVA PER LO SVILUPPO?

IL MARKETING TERRITORIALE: UNA LEVA PER LO SVILUPPO? Liuc Papers, n. 214, Serie Economia e Istituzioni 21, marzo 2008 IL MARKETING TERRITORIALE: UNA LEVA PER LO SVILUPPO? Sergio Zucchetti Indice Premessa pag. 1 Introduzione pag. 4 1. Sviluppo storico del

Dettagli

Agenda Digitale Locale Guida per la gestione Comunale dell Ambiente. Come avviare una politica ambientale con il supporto delle nuove tecnologie

Agenda Digitale Locale Guida per la gestione Comunale dell Ambiente. Come avviare una politica ambientale con il supporto delle nuove tecnologie Agenda Digitale Locale Guida per la gestione Comunale dell Ambiente Come avviare una politica ambientale con il supporto delle nuove tecnologie 5 Ancitel Associazione Comuni Virtuosi LA GESTIONE COMUNALE

Dettagli