ART 1. OBIETTIVI DEL BANDO E RISULTATI ATTESI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART 1. OBIETTIVI DEL BANDO E RISULTATI ATTESI"

Transcript

1 BANDO PER INTERVENTI A FAVORE DEL SETTORE COMMERCIALE DI CUI ALL ART. 4, COMMA 3 TER DELLA LEGGE REGIONALE N. 13 DEL ANNO 2009 **************************************** PREMESSA La Comunità Montana Alta Valtellina intende promuovere interventi volti a favorire le micro imprese che esercitano attività commerciale ed i pubblici esercizi attivi nelle aree più svantaggiate del proprio territorio, in collaborazione e con il cofinanziamento della Regione Lombardia, ai sensi della D.G.R. Lombardia 06/05/2009 n. VIII/9401 che dà attuazione, per l anno 2009, all art. 4, comma 3 ter della legge regionale n. 13 del La dotazione finanziaria del presente bando, pari ad ,00, è alimentata, oltre che dai fondi disponibili ai sensi delle disposizione citate ( ,00), da risorse della Comunità Montana per ,00. ART 1. OBIETTIVI DEL BANDO E RISULTATI ATTESI Il presente bando si propone di sostenere finanziariamente gli investimenti attuati dagli operatori locali, interessanti le micro imprese e volti a sostenere: 1. il potenziamento e il miglioramento delle strutture commerciali e dei piccoli esercizi, con priorità a quelli ubicati nelle aree più periferiche del territorio e meno interessate ai flussi turistici, al fine di garantirne la sopravvivenza e il ruolo di supporto alla qualità della vita delle popolazioni residenti; 2. la promozione delle attività commerciali e dei pubblici esercizi in un ottica integrata con il sistema delle attività turistiche, per potenziare i servizi e, quindi, il prodotto turistico in termini di accoglienza e tipicità; 3. l incentivo all allestimento da parte degli operatori commerciali di servizi dedicati alle fasce deboli della popolazione, quali il servizio a domicilio per gli anziani, i disabili o le famiglie residenti nei nuclei sparsi; 4. il sostegno alla competitività delle strutture commerciali ubicate nelle piccole frazioni affinché riescano ad attivare strategie in grado di ridurre il divario di attrattività con la grande distribuzione; 5. la valorizzazione commerciale dei prodotti tipici e di qualità del territorio mediante l incentivo a creare negli esercizi spazi dedicati e particolarmente qualificati per questa tipologia di offerta. PAG.1/9

2 L azione della Comunità Montana intende, nel concreto, favorire il verificarsi dei seguenti risultati: incentivare ed accelerare gli interventi di miglioramento delle strutture commerciali e nei pubblici esercizi già programmati dai gestori, mediante un supporto finanziario parziale agli investimenti; moltiplicare in questo modo il volume di risorse investite sul territorio dall imprenditoria privata del settore commerciale, a beneficio di tutto il sistema economico locale e delle imprese esecutrici dei lavori o fornitrici di beni e servizi; proseguire nel miglioramento e nell ammodernamento della rete di vendita affinché cresca la qualità dei servizi offerti alla clientela e migliori l efficienza delle imprese, con effetti benefici anche sulla loro redditività; permettere agli operatori un completo e sollecito adeguamento delle loro strutture agli standard di qualità e di sicurezza previsti dalla legge; introdurre sistemi evoluti di gestione degli spazi di vendita e delle attività commerciali facendo crescere la professionalità delle nuove generazioni di imprenditori; favorire l inserimento nelle strutture commerciali di attrezzature con un minore fabbisogno energetico e il ricorso alle energie alternative. ART 2. SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda le piccole e micro imprese commerciali che alla data di presentazione della domanda risultino iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Sondrio e che esercitino attività prevalente compresa nell elenco di codici ATECO trascritti in coda al presente bando. I benefici previsti dal presente bando non sono cumulabili con altre agevolazioni comunitarie, statali, regionali, provinciali, CCIAA, comunali per le medesime spese. ART 3. LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI I gestori delle attività commerciali e dei pubblici esercizi devono avere sede legale nel territorio della Lombardia. L Unità Locale sede di investimento dovrà essere ubicata all interno del territorio della Comunità Montana Alta Valtellina. Sono esclusi gli esercizi collocati in rifugi alpini (che dispongono di sostegni alternativi). Sono altresì escluse dai benefici le strutture ubicate nel Comune di Livigno e nei centri abitati di Bormio e Santa Caterina Valfurva (dove è maggiore la presenza di turisti). ART. 4. TIPOLOGIE INVESTIMENTI Gli interventi ammissibili sono quelli di seguito elencati: apertura di nuovi esercizi o ampliamento delle strutture esistenti con interventi strettamente funzionali e correlati alle seguenti finalità: 1. Sostegno e sviluppo di nuove attività commerciali anche con particolare riferimento all avvio di negozi multiservizi; PAG.2/9

3 2. Innovazione gestionale quali l introduzione di sistemi avanzati di gestione e di modalità di fidelizzazione della clientela, ecc; 3. Innovazione delle strutture con specifico riferimento alla sostituzione di attrezzature in uso ad elevato assorbimento energetico con tecnologie ecocompatibili; 4. Innovazione delle modalità di organizzazione e informatizzazione della rete commerciale; 5. Acquisizione di attrezzature per la sicurezza e la prevenzione dei rischi connessi a fenomeni criminosi; 6. Qualificazione e ammodernamento di spazi di vendita e acquisizione di attrezzature destinate alla vendita. ammodernamento e ristrutturazione di locali e impianti negli esercizi esistenti con esclusione delle opere di adeguamento derivanti da obblighi di legge (es. igienico-sanitario, sicurezza) potenziamento della rete di vendita e per l acquisto o allestimento di veicoli commerciali esclusivamente adibiti alla consegna a domicilio di beni alimentari iniziative per la riduzione degli imballaggi ed il recupero di rifiuti acquisto attrezzature e arredi destinati a migliorare o potenziale l esercizio dell attività interventi utili a ridurre l impatto energetico delle strutture interventi per la promozione dei prodotti tipici locali ART. 5. SPESE AMMISSIBILI Sono ritenuti ammissibili, per la determinazione del contributo, gli investimenti al netto di IVA, sconti, abbuoni e oneri accessori su beni nuovi, intestati, di proprietà dell impresa che presenta domanda e direttamente finalizzati allo svolgimento dell attività commerciale o al pubblico esercizio. Sono inammissibili costi riguardanti consulenze, spese tecniche, di progettazione, di gestione dell attività commerciale (canoni, allacciamenti, utenze), di assistenza, costi per l acquisto di materiali di consumo, di minuterie, di aggiornamento per programmi informatici, di collaborazioni e direzioni lavori, costi per oneri accessori, spese riguardanti commesse interne o oggetto di autofatturazione, nonché ogni spesa riferita all utilizzo di personale e collaborazioni dipendenti dell impresa beneficiaria. Non sono ammissibili inoltre le spese per l acquisto di immobili. I locali ammessi al finanziamento saranno solo quelli direttamente utilizzati per l esercizio dell attività commerciale e quelli annessi o collegati funzionalmente. ART. 6. ENTITA DEL CONTRIBUTO L importo di contributo a fondo perduto erogabile viene fissato nel massimo del 50% delle spese ammissibili per ogni richiedente e, comunque, in misura non superiore ad ,00. La spesa minima ammissibile è fissata in 5.000,00 al netto di IVA. La Comunità Montana si riserva di rideterminare la percentuale del contributo erogabile, qualora le domande fossero superiori o inferiori alla disponibilità economica. ART 7. PRESCRIZIONI I contributi sono concessi solo per le spese effettuate successivamente al 6 maggio 2009, data di adozione della delibera di giunta regionale che ha attivato l iniziativa. PAG.3/9

4 L intervento per cui si chiede di usufruire del contributo deve essere eseguito, improrogabilmente e a pena di decadenza del beneficio, entro il termine di 12 mesi dalla data della comunicazione di concessione del contributo da parte della Comunità Montana. Il beneficiario dovrà preventivamente segnalare ogni eventuale variazione all investimento proposto o alle singole voci di spesa ammesse all agevolazione, ai fini di ottenere specifica autorizzazione alle varianti stesse da parte della Comunità Montana. In caso di mancata segnalazione o di mancata autorizzazione scritta qualsiasi variazione verrà esclusa dal calcolo dell investimento realizzato e del contributo spettante. Non si considerano variazioni: il cambio del fornitore del medesimo bene e gli scostamenti tra le singole voci di spesa. I contributi sono concessi secondo la regola de minimis (Regolamento C.E. n. 1998/2006). I richiedenti dovranno presentare in proposito apposita autocertificazione. L'alienazione dell'impresa o dell'immobile a terzi e il cambio di destinazione d uso prima di 3 anni dalla data di erogazione del contributo comporterà la decadenza dell impresa beneficiaria dal contributo medesimo e l'obbligo di restituzione delle somme ricevute, fatti salvi i casi di subingresso che garantiscano la continuità dell attività o altri eventi di tipo eccezionale, adeguatamente motivati e documentati. ART. 8. TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Per essere ammessi al contributo, i soggetti interessati devono presentare la domanda, tramite posta o consegna a mano (farà fede la data di ricevimento presso il protocollo dell Ente) alla Comunità Montana Alta Valtellina in Bormio, Via Roma, 1, utilizzando l apposito modulo (allegato A), entro e non oltre le ore 12 del giorno 31 agosto 2009, con le attestazioni relative ai requisiti indicati dal bando e la seguente documentazione: certificato di iscrizione alla CC.II.AA. di Sondrio o dichiarazione sostitutiva; preventivo di spesa dettagliato dei lavori e/o delle attrezzature; relazione descrittiva degli interventi che si intendono attuare nella struttura commerciale o nel pubblico esercizio oggetto della richiesta con specifico riferimento a quanto dichiarato nella domanda; (compresa nell allegato A) dichiarazione sostitutiva relativa al regime de minimis (compresa nell allegato A) copia fotostatica del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore della domanda ai sensi degli art. 38 e 35 del D.P.R. 25/12/2000 n.445. ART. 9. MODALITA DI SELEZIONE DELLE DOMANDE E FORMAZIONE GRADUATORIA La valutazione delle domande di contributo sarà effettuata da apposita commissione che procederà alla redazione della graduatoria per l assegnazione dei contributi entro il PAG.4/9

5 I contributi verranno assegnati, con gli importi massimi previsti dal presente bando, seguendo l ordine della graduatoria e fino ad esaurimento dei fondi, fatto salvo il ricalcolo previsto al precedente articolo 6. La commissione procederà all assegnazione dei relativi punteggi secondo i criteri di seguito riportati: PUNTI 1 interventi in esercizi che hanno fronte diretto su strade statali 1 2 interventi in esercizi che non hanno fronte diretto su strade 3 statali 3 Interventi in esercizi collocati nei centri abitati di: Pedenosso 3 Alto, Premadio, Madonna dei Monti, San Nicolò, Sant Antonio Valfurva, Uzza, Piatta, San Pietro, Oga, Santa Lucia, Cepina, Santa Maria Maddalena, Tola, Le Prese, Frontale, Grailè, Mondadizza, Migiondo 4 interventi in esercizi che commercializzano generi alimentari 5 5 interventi in esercizi che non commercializzano generi alimentari 1 6 interventi a supporto della vendita di prodotti alimentari non 2 confezionati 7 interventi di miglioramento degli spazi di vendita e degli impianti 3 8 interventi non strutturali per lo sviluppo delle aziende e della loro 2 attività 9 interventi in esercizi con un gestore di età inferiore ai 35 anni 1 10 interventi in esercizi con spazi accessibili dal pubblico di 1 dimensione inferiore a 50 metri quadrati 11 interventi che propongono allestimenti permanenti per la 3 valorizzazione dei prodotti alimentari valtellinesi 12 interventi particolarmente innovativi 2 13 interventi che prevedono aumento della superficie dell esercizio 1 14 interventi che prevedono aumento della gamma dei prodotti o 2 dei servizi offerti 15 interventi che prevedono un investimento superiore ad ,00 1 Per i richiedenti che risulteranno a pari merito saranno privilegiati gli investimenti il cui importo è più alto, onde sostenere gli interventi più impegnativi. La Comunità Montana provvederà alla comunicazione ai richiedenti del collocamento in graduatoria e delle assegnazioni di contributi. La graduatoria resterà aperta fino al termine compatibile con i tempi di attuazione dell iniziativa, al fine di assegnare le risorse finanziarie che si rendessero disponibili per economie di spesa o integrazione dei finanziamenti disponibili. ART. 10. MODALITA DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI I contributi assegnati saranno erogati in unica soluzione previa presentazione alla Comunità Montana della documentazione attestante le spese sostenute: fatture o ricevute fiscali inerenti i lavori e/o le forniture, per le opere edilizie e PAG.5/9

6 sugli impianti anche il certificato di regolare esecuzione e/o dichiarazione di conformità, redatto da parte di un Tecnico Abilitato nonché la documentazione fotografica relativa allo stato di fatto prima e dopo la realizzazione dell intervento. La percentuale di contributo assegnato sarà calcolata sulla spesa effettivamente sostenuta. L intervento per cui si chiede di usufruire del contributo deve essere eseguito, improrogabilmente, entro il termine di 12 mesi dalla data di comunicazione di concessione del contributo (farà fede la data di protocollo della comunicazione stessa). La documentazione di cui sopra dovrà essere presentata improrogabilmente entro 60 giorni dal termine assegnato per l esecuzione dell intervento (farà fede la data di presentazione al protocollo della Comunità Montana). ART. 11. CONTROLLI E REVOCHE La Comunità Montana si riserva il diritto di eseguire controlli, anche a campione, per accertare la veridicità delle dichiarazioni presentate sia all atto della domanda di contributo sia nella fase di attuazione dell iniziativa. Il contributo inizialmente assegnato è soggetto a revoca qualora, in sede di rendicontazione delle spese sostenute per le attività ammesse: si accerti l assenza di uno o più requisiti essenziali per la concessione del contributo; si verifichi che l intervento è stato realizzato in misura inferiore al 75% della spesa ammissibile; si riscontri che l intervento non è stato realizzato nei tempi previsti. Ai sensi dell art.13, comma 1, del D.Lgs 196/2003, si informa che i dati forniti saranno utilizzati dalla Comunità Montana Alta Valtellina per gli adempimenti connessi allo svolgimento delle procedure di cui al presente bando; i dati stessi saranno trattati, anche tramite supporto informatico, dal personale della Comunità Montana per le sole finalità istituzionali. Il responsabile del procedimento e titolare del trattamento dei dati è il sig. Silvio Baroni, contattabile al n telefonico: , fax: , Copia integrale del bando e dello schema di domanda sono disponibili presso gli uffici della Comunità Montana e dei Comuni del comprensorio e sono visionabili sul sito internet Bormio 9 luglio 2009 PAG.6/9

7 A1 Elenco codici ATECO ammissibili SEZIONE G COMMERCIO AL DETTAGLIO G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G COMMERCIO DI AUTOVEICOLI Commercio di autoveicoli Commercio di autoveicoli COMMERCIO DI PARTI E ACCESSORI DI AUTOVEICOLI Commercio di parti ed accessori di autoveicoli Commercio di parti ed accessori di autoveicoli VENDITA AL DETTAGLIO DI CARBURANTI PER AUTOTRAZIONE Vendita al dettaglio di carburanti per autotrazione Vendita al dettaglio di carburanti per autotrazione COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZI NON SPECIALIZZATI Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari Commercio al dettaglio di prodotti surgelati Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti non alimentari Bazar ed altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI DI PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E TABACCO Commercio al dettaglio di frutta e verdura Commercio al dettaglio di frutta e verdura Commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne Commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne Commercio al dettaglio di pesci, crostacei e molluschi Commercio al dettaglio di pesci, crostacei e molluschi Commercio al dettaglio di pane, pasticceria e dolciumi Commercio al dettaglio di pane Commercio al dettaglio di pasticceria, dolciumi, confetteria Commercio al dettaglio di bevande (vini, birra ed altre bevande) Commercio al dettaglio di bevande (vini, birra ed altre bevande) Commercio al dettaglio di prodotti del tabacco Commercio al dettaglio di prodotti del tabacco Altro commercio al dettaglio in esercizi specializzati di prodotti alimentari, bevande e tabacco Commercio al dettaglio di latte e di prodotti lattiero-caseari Drogherie, salumerie, pizzicherie e simili Commercio al dettaglio di caffè torrefatto Commercio al dettaglio specializzato di altri prodotti alimentari COMMERCIO AL DETTAGLIO DI PRODOTTI FARMACEUTICI, MEDICALI, DI COSMETICI E DI ARTICOLI DI PROFUMERIA Farmacie Farmacie Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria, erboristeria Erboristerie Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale PAG.7/9

8 G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G A G B G C G D COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI DI ALTRI PRODOTTI (ESCLUSI QUELLI DI SECONDA MANO) Commercio al dettaglio di tessili Commercio al dettaglio di tessuti per l'abbigliamento, l'arredamento e di biancheria per la casa Commercio al dettaglio di filati per maglieria e di merceria Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento Commercio al dettaglio di confezioni per adulti Commercio al dettaglio di confezioni per bambini e neonati Commercio al dettaglio di biancheria personale, maglieria, camicie Commercio al dettaglio di pellicce e di abbigliamento in pelle Commercio al dettaglio di cappelli, ombrelli, guanti e cravatte Commercio al dettaglio di calzature e articoli in cuoio Commercio al dettaglio di calzature e accessori Commercio al dettaglio di articoli di pelletteria e da viaggio Commercio al dettaglio di mobili, di articoli per l illuminazione e articoli per la casa n.c.a. Commercio al dettaglio di mobili Commercio al dettaglio di utensili per la casa, di cristallerie e vasellame Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione Commercio al dettaglio di altri articoli diversi per uso domestico n.c.a. Commercio al dettaglio di elettrodomestici, apparecchi radio, televisori, strumenti musicali Commercio al dettaglio di elettrodomestici, apparecchi radio, televisori, lettori e registratori di dischi e nastri Commercio al dettaglio di dischi e nastri Commercio al dettaglio di strumenti musicali e spartiti Commercio al dettaglio di ferramenta, colori, vernici, vetro Commercio al dettaglio di ferramenta, materiale elettrico e termoidraulico, pitture e vetro piano Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari Commercio al dettaglio di materiali da costruzione Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l'agricoltura e il giardinaggio Commercio al dettaglio di libri, giornali, riviste e articoli di cartoleria Commercio al dettaglio di libri nuovi Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria, di cancelleria e fornitura per ufficio Commercio al dettaglio di altri prodotti in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di macchine e attrezzature per ufficio Commercio al dettaglio di materiale per ottica, fotografia, cinematografia, strumenti di precisione Commercio al dettaglio di orologi, articoli di gioielleria e argenteria Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette, armi e munizioni, di articoli per il tempo libero Commercio al dettaglio di oggetti d'arte, di culto e di decorazione, chincaglieria e bigiotteria Commercio al dettaglio di apparecchi e attrezzature per le telecomunicazioni e la telefonia Commercio al dettaglio di natanti e accessori Commercio al dettaglio di carta da parati e di rivestimenti per pavimenti Commercio al dettaglio di fiori e piante Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici Commercio al dettaglio di tappeti Commercio al dettaglio di combustibili per uso domestico e per riscaldamento PAG.8/9

9 G E G G G G G G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H Commercio al dettaglio di altri prodotti non alimentari n.c.a. Commercio al dettaglio di beni usati Commercio al dettaglio di libri usati Commercio al dettaglio di mobili usati Commercio al dettaglio di indumenti e oggetti usati Commercio al dettaglio di prodotti alimentari effettuato via Internet Commercio al dettaglio di prodotti non alimentari effettuato via Internet COMMERCIO AL DETTAGLIO AL DI FUORI DEI NEGOZI Commercio al dettaglio ambulante (su aree pubbliche) a posteggio fisso Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di alimentari e bevande Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di calzature e pelletterie Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di arredamenti per giardino, mobili, articoli diversi per uso domestico Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di articoli di occasione, sia nuovi che usati Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di altri articoli n.c.a. Commercio al dettaglio ambulante itinerante di alimentari e bevande Commercio al dettaglio ambulante itinerante di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento Commercio al dettaglio ambulante itinerante di altri prodotti non alimentari ALBERGHI E RISTORANTI Ristoranti Ristorazione con somministrazione Ristorazione con preparazione di cibi da asporto Gelaterie e pasticcerie con somministrazione BAR Bar Bar, caffetterie, altri esercizi con somministrazione di bevande PAG.9/9

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA Settori del commercio (Sezione G), secondo la classificazione delle attività ATECO 2002, ammessi alle agevolazioni ai sensi della normativa comunitaria. G 50 10 G 50 30 G 50 50 G 51 12 0 COMMERCIO DI AUTOVEICOLI

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI (L.R. 13/00, art. 4, comma 3-ter)

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI (L.R. 13/00, art. 4, comma 3-ter) G BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI ALLEGATO B CODICI ATECO AMMISSIBILI PER IL BANDO 2008 COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI

Dettagli

ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi

ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi ALL. A - Elenco Codici ATECO per le attività di commercio e servizi Codice Ateco 2007 Descrizione G COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI 45 COMMERCIO ALL'INGROSSO

Dettagli

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013

a) Soggetti Beneficiari sulla base della Delibera di Giunta regionale 986/2013 SOGGETTI BENEFICIARI I codici ATECO 2007 che verranno considerati sono quelli di attività primaria risultanti dalla visura camerale al momento della presentazione della domanda. a) Soggetti Beneficiari

Dettagli

Classificazione delle attività economiche ammesse Riduzione Accisa da Legge 24 novembre 2006, n. 286

Classificazione delle attività economiche ammesse Riduzione Accisa da Legge 24 novembre 2006, n. 286 Classificazione delle attività economiche ammesse Riduzione Accisa da Legge 24 novembre 2006, n. 286 G - COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI BENI PERSONALI

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Dichiarazione allegata alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Dichiarazione allegata alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Dichiarazione allegata alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 65) e della L.R. n. 11/08 (art. 1, comma 17) IL

Dettagli

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al Comune di BUSALLA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art.

Dettagli

S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio. Residenza: Comune C.A.P.

S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio. Residenza: Comune C.A.P. S.U.A.P. - CITTA DI PORTICI MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda per l esercizio di commercio al dettaglio (D. Lgs. n.114/98, modificato ed integrato dal D. Lgs. n. 59/2010) Protocollo SUAP n. Del

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' (SCIA)

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' (SCIA) MOD.COM. 5 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' (SCIA) Al Comune di *... Ai sensi del

Dettagli

ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002

ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002 ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002 CODICE SEZIONE G G -50.1 G -50.10 G -50.10.0 G -50.3 G -50.30 G -50.30.0 G -50.5 G -50.50 G -50.50.0

Dettagli

Distretto del Commercio Città di Pioltello

Distretto del Commercio Città di Pioltello Bando pubblico a favore delle imprese commerciali del Distretto città di Pioltello Distretto del Commercio Città di Pioltello BANDO PUBBLICO A FAVORE DELLE IMPRESE COMMERCIALI DEL DISTRETTO Approvato con

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEL COMMERCIO NELLE AREE MONTANE (ex art.4, comma 3 ter della legge regionale n.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEL COMMERCIO NELLE AREE MONTANE (ex art.4, comma 3 ter della legge regionale n. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEL COMMERCIO NELLE AREE MONTANE (ex art.4, comma 3 ter della legge regionale n. 13/2000) 1. FINALITÀ E RISORSE La Comunità Montana Valtellina di Tirano

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' - SCIA VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI Forme speciali di vendita al dettaglio

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' - SCIA VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI Forme speciali di vendita al dettaglio MODELLO SCIA - COM 7 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' - SCIA VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI Forme speciali di vendita al dettaglio AL COMUNE DI PORTO S. ELPIDIO (FM) 1 0 9 0 3

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI COMUNICAZIONE. M P in qualità di:

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI COMUNICAZIONE. M P in qualità di: MOD.COM. 7 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 19 e 26 comma

Dettagli

_0 7 5 0 5 2_. Cognome Nome. data di nascita cittadinanza sesso: M. F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune. Residenza: Provincia Comune

_0 7 5 0 5 2_. Cognome Nome. data di nascita cittadinanza sesso: M. F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune. Residenza: Provincia Comune MOD. COM 6 Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI Segnalazione Certificata Inizio Attività Articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 come modificato

Dettagli

LOMBARDIA CON.CRE.TA TURISMO E ACCOGLIENZA

LOMBARDIA CON.CRE.TA TURISMO E ACCOGLIENZA LOMBARDIA CON.CRE.TA TURISMO E ACCOGLIENZA CONTRIBUTI AL CREDITO PER TURISMO E ACCOGLIENZA FONDO PER L ABBATTIMENTO INTERESSI FINALIZZATO ALLO SVILUPPO DEL SISTEMA DELL ACCOGLIENZA IN VISTA DI EXPO 2015

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI COMUNICAZIONE MOD.COM. 5 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 17 e 26 comma

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA spazio per la protocollazione MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Domanda di autorizzazione Marca da bollo AL COMUNE DI PENNA IN TEVERINA ISTAT : 055026 Il/La sottoscritto/a cognome nome codice luogo di

Dettagli

Comune di Bojano Campobasso

Comune di Bojano Campobasso Mod. SCIA Distributori automatici SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Art. 19 L. 241/90 COMMERCIO PRODOTTI DA DISTRIBUTORI AUTOMATICI Intervento nel di _BOJANO _ Ai sensi del D.Lgs. 59/2010

Dettagli

ART. 3 - LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

ART. 3 - LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI Comunità Montana del Sebino Bresciano Sale Marasino (BS) n. tel. 030/986314 Int. 1 n. fax 030/9820900 www.cmsebino.brescia.it ----- E mail info@cmsebino.brescia.it BANDO ATTIVITA COMMERCIALI (ANNO 2009)

Dettagli

Commercio Interno Interno15

Commercio Interno Interno15 15 Commercio Interno Interno15 COMMERCIO INTERNO All interno di questa sezione vengono riportate le tabelle riguardanti il commercio nella Regione nell anno 2007, in particolare: il commercio al dettaglio

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 67) e del D.Lgs. 114/1998 (artt.

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio

Forme speciali di vendita al dettaglio Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs.

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA S.C.I.A. Al Comune di *

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA S.C.I.A. Al Comune di * MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA S.C.I.A. copia per il Comune Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di CARBONARA DI NOLA 6 3 0 1 5 Ai sensi

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di *

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 7, 10, comma 5 e

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 65), del D.Lgs. 114/1998 (art. 7) e del D.L. 78/2010 (L. 122/2010) IL

Dettagli

Intermediari del commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri (incluse le agenzie di compravendita) 45.1 COMMERCIO DI AUTOVEICOLI

Intermediari del commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri (incluse le agenzie di compravendita) 45.1 COMMERCIO DI AUTOVEICOLI Codici attività per i quali si può usufruire dell aliquota ridotta in seguito all entrata in vigore dell art. 7 del D.L. 262 del 2006, con riferimento alla classificazione Ateco 2007 G COMMERCIO ALL INGROSSO

Dettagli

Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta. Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4

Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta. Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4 Copia per il Comune la Camera di Commercio la Ditta All' Ufficio SUAP del Comune di SALA CONSILINA 6 5 1 1 4 OGGETTO: Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato. Segnalazione certificata di inizio

Dettagli

Al Comune di MONTECCHIO EMILIA

Al Comune di MONTECCHIO EMILIA Mod.COM 6 - SCIA (adeguato alla L.122/2010) Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al

Dettagli

Al Comune di. Ai sensi della L.R. 33/1999 e del D.Lgs. 26/03/2010, n. 59 e dell articolo 19 della L. n. 241/1990. Il sottoscritto: Cognome Nome C.F.

Al Comune di. Ai sensi della L.R. 33/1999 e del D.Lgs. 26/03/2010, n. 59 e dell articolo 19 della L. n. 241/1990. Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Forme speciali di vendita al dettaglio PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE ED ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) Al Comune di Ai

Dettagli

ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Comune di Bastiglia (Provincia di Modena) Marca da bollo ALL UFFICIO COMMERCIO DEL COMUNE DI BASTIGLIA Piazza Repubblica, n. 57 41030 Bastiglia (Mo) ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Dichiarazione

Dettagli

MOD.COM 6 copia per il Comune

MOD.COM 6 copia per il Comune MOD.COM 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di Ai

Dettagli

TRASMETTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

TRASMETTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.U.A.P. - CITTA DI TORRE DEL GRECO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Variazione all esercizio di commercio al dettaglio (D. Lgs. n.114/98 e s.m.i.) Protocollo SUAP n. Del Pratica n. Cod. ISTAT Comune

Dettagli

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA spazio per la protocollazione MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI FOLIGNO Il/La sottoscritto/a cognome nome codice ISTAT luogo di nascita provincia

Dettagli

che faranno leva per 100 milioni di finanziamenti

che faranno leva per 100 milioni di finanziamenti LOMBARDIA CONCRETA DGR 986 DEL 29.11.2013 LOMBARDIA CONCRETA CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza 12,4 milioni di risorse regionali di cui: 10 milioni di per abbattimento interessi 6 milioni

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ Al Comune di MEOLO Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs. 114/1998 (artt. 18 e 26 comma

Dettagli

COMUNE DI CANICATTI'

COMUNE DI CANICATTI' COMUNE DI CANICATTI' Provincia di Agrigento Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI S C I A Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 17 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE MOD.COM 6 BIS Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE Al Comune di * il sottoscritto Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n. 114 (artt. 7, 10, comma 5 e 26 comma 5), Cognome

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA)

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) Al Comune di Bordighera Ai sensi del decreto legislativo

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO GRANDE STRUTTURA DI VENDITA DI TIPOLOGIA CENTRO COMMERCIALE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

COMMERCIO AL DETTAGLIO GRANDE STRUTTURA DI VENDITA DI TIPOLOGIA CENTRO COMMERCIALE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Regione Campania Modello 2D COMMERCIO AL DETTAGLIO GRANDE STRUTTURA DI VENDITA DI TIPOLOGIA CENTRO COMMERCIALE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi della legge regionale della Campania 1/2014,

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

SCIA (Mod. ex Com 6) ( *)

SCIA (Mod. ex Com 6) ( *) SCIA (Mod. ex Com 6) ( *) Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ai sensi dell art.

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) MOD.COM. 5 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Al Comune di Andora 0 0 9

Dettagli

A1 VENDITA PER CORRISPONDENZA A2 VENDITA PER TELEVISIONE A3 VENDITA TRAMITE ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

A1 VENDITA PER CORRISPONDENZA A2 VENDITA PER TELEVISIONE A3 VENDITA TRAMITE ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE MOD.COM 6 FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Segnalazione Certificata di Inizio Attività S.C.I.A. o Comunicazione di cessazione

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (S.C.I.A.)

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (S.C.I.A.) Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (S.C.I.A.) Al Comune di BORDIGHERA Ai sensi del decreto legislativo n. 59/2010, della legge regionale

Dettagli

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive

Comune di Termoli Campobasso Sportello Unico Attività Produttive Mod. SCIA Forme Speciali di Vendita ESERCIZI DI COMMERCIO CON FORME SPECIALI DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Art. 19 L. 241/90 Intervento nel Comune di TERMOLI Ai sensi del

Dettagli

Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23, 57 e 58) e Legge 241/90, D.Lgs 59/2010;

Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23, 57 e 58) e Legge 241/90, D.Lgs 59/2010; copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di Ai sensi del D.Lgs. 59/2010 (art. 68) e del D.Lgs.

Dettagli

MISURA COMMERCIO. 45.11.01 Commercio all'ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri

MISURA COMMERCIO. 45.11.01 Commercio all'ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri Bando per lo sviluppo dell'innovazione delle imprese del terziario ALLEGATO 1 CODICI ATECO MISURA COMMERCIO G: COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI COMMERCIO ALL'INGROSSO

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività copia per il Comune Al Comune di, ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività Ai sensi della L.R. 27/09 (art. 13 e artt. 57 e 58) L. 241/90 (art. 19), D.Lgs

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA'

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' MOD. COM 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di CATTOLICA Cod.

Dettagli

MISURA COMMERCIO 46 COMMERCIO ALL'INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI)

MISURA COMMERCIO 46 COMMERCIO ALL'INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI) Allegato 1 al Decreto Dirigenziale n. 2683 del 29/03/2012 CODICI ATECO 2007 MISURA COMMERCIO G COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL

Dettagli

COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI

COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI ALLEGATO A INNOVA-RETAIL 3 per il sostegno all'innovazione di processo nel sistema distributivo lombardo ATTIVITÀ DI IMPRESA AMMESSE AL BANDO TABELLA DEI TITOLI A SEI CIFRE DELLA CLASSIFICAZIONE DELLE

Dettagli

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO DIPAR DIPARTIMENTO XV VI U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO DIPARTIMENTO XV VI U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA Al Comune di * PORTICI il sottoscritto Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 7,

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE

Dettagli

S.C.I.A. (SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ) L. 122 DEL 30/07/2010 IN MODIFICA ALL ART. 19 DELLA L. 241/90

S.C.I.A. (SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ) L. 122 DEL 30/07/2010 IN MODIFICA ALL ART. 19 DELLA L. 241/90 S.C.I.A. (SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ) L. 122 DEL 30/07/2010 IN MODIFICA ALL ART. 19 DELLA L. 241/90 ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO AL COMUNE DI ALBENGA Cognome Nome C.F. Data

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi DIPAR DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

MOD. COM 6 copia per il Comune. Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

MOD. COM 6 copia per il Comune. Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE MOD. COM 6 copia per il Comune M0297/39-AB Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Ai

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 BIS copia per il Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO COMUNICAZIONE Al di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività Al Comune di Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO Segnalazione Certificata di Inizio Attività copia per il Comune Ai sensi della L.R. 27/09 (artt. 13, 23 e 58) e Legge 241/90, L.

Dettagli

programma di incentivi per la valorizzazione economica di disegni e modelli industriali

programma di incentivi per la valorizzazione economica di disegni e modelli industriali programma di incentivi per la valorizzazione economica di disegni e modelli industriali DI COSA SI TRATTA Il programma di incentivi per il design è uno strumento che il Ministero dello Sviluppo Economico,

Dettagli

Via, Piazza, ecc. N. C.A.P.

Via, Piazza, ecc. N. C.A.P. MOD.COM 3 copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 7, 10, comma

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA DIPA DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIA STRUTTURA DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA'

COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIA STRUTTURA DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Regione Campania Modello 1B COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIA STRUTTURA DI VENDITA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Ai sensi della legge regionale della Campania 1/2014, il sottoscritto

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Il commercio nella provincia di Bologna - anno 2010 Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna IL COMMERCIO NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA - anno 2010 - Consistenza 1. IL COMMERCIO

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA)

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) Al Comune di BORDIGHERA Ai sensi del decreto legislativo n. 59/2010, della legge regionale n. 1/2007 e

Dettagli

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 1579 del 17/06/2008 pag. 1/7 L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE Modalità per la concessione e la liquidazione delle agevolazioni

Dettagli

BOLLO 14,62 copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO 14,62 copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD. COM 2 BOLLO 14,62 copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL COMUNE DI * VARAZZE Cognome Ai sensi dell art. 19 della

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

Ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. n. 114/1998 e dell art. 19 della L. 241/1990,

Ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. n. 114/1998 e dell art. 19 della L. 241/1990, MOD.COM 3 ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Segnalazione Certificata di Inizio Attività S.C.I.A. o Comunicazione di cessazione dell attività Al Comune di Ai sensi

Dettagli

ANTICIPAZIONE DELL INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC): MARZO 2015

ANTICIPAZIONE DELL INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC): MARZO 2015 ANTICIPAZIONE DELL INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC): MARZO 2015 LA DINAMICA TENDENZIALE E CONGIUNTURALE Nel mese di Marzo 2015 l indice dei prezzi al consumo per l

Dettagli

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPAR DIPARTIMENTO XV VI U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPARTIMENTO

Dettagli

BANDO PUBBLICO. COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile Settore Ambiente

BANDO PUBBLICO. COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile Settore Ambiente BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA MANUFATTI, FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI/TERZIARI

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane ALLEGATO A Elenco delle classi di appartenenza ammissibili, estratto dalla classificazione delle attività economiche ATECO 2007. N.B.:

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita

luogo di nascita provincia o stato estero di nascita data di nascita spazio per la protocollazione ESERCIZI DI VICINATO Denuncia di Inizio Attività AL COMUNE DI: codice ISTAT Il/La sottoscritto/a cognome nome luogo di nascita provincia o stato estero di nascita di nascita

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

ALLEGATO I SERIE DI DATI

ALLEGATO I SERIE DI DATI ALLEGATO I SERIE DI DATI 1. SETTORE DEI SERVIZI Tabella riepilogativa Codice delle serie 1A 1B 1C 1D 1E 1P Denominazione Statistiche annuali sulle imprese Settore dei servizi Statistiche annuali sulle

Dettagli

FONDO ROTATIVO DEL COMMERCIO L.R. 28/99

FONDO ROTATIVO DEL COMMERCIO L.R. 28/99 BENEFICIARI FONDO ROTATIVO DEL COMMERCIO L.R. 28/99 Le piccole imprese commerciali iscritte al Registro Imprese ed aventi sede operativa nel territorio della Regione Piemonte, esercenti attività di: vendita

Dettagli

BANDO CREATIVITA E COMMERCIO: SPAZI ESPOSITIVI PER L'ATTRATTIVITA' TERRITORIALE

BANDO CREATIVITA E COMMERCIO: SPAZI ESPOSITIVI PER L'ATTRATTIVITA' TERRITORIALE 1 BANDO CREATIVITA E COMMERCIO: SPAZI ESPOSITIVI PER L'ATTRATTIVITA' TERRITORIALE Sommario 1. Finalità... 3 2. Ambito di intervento... 3 3. Soggetti beneficiari... 3 4. Dotazione Finanziaria... 4 5. Misure

Dettagli

Comune di Precenicco REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE PICCOLE IMPRESE DELL INDUSTRIA, DELL ARTIGIANATO E DEL COMMERCIO

Comune di Precenicco REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE PICCOLE IMPRESE DELL INDUSTRIA, DELL ARTIGIANATO E DEL COMMERCIO Comune di Precenicco Provincia di Udine Allegato alla delibera di C.C. n 20 del 13.7.2015 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE PICCOLE IMPRESE DELL INDUSTRIA, DELL ARTIGIANATO

Dettagli

Allegato 1 alla D.G.R. n. del

Allegato 1 alla D.G.R. n. del Allegato 1 alla D.G.R. n. del MISURA INVESTIMENTI Programma Nazionale di Sostegno (PNSV) FINALITÀ AMBITO DI APPLICAZIONE E DURATA DELLA MISURA SOGGETTI AMMISSIBILI AL SOSTEGNO COMUNITARIO TIPOLOGIE DI

Dettagli

COM 3 DA COMPILARE IN 3 COPIE 1 ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

COM 3 DA COMPILARE IN 3 COPIE 1 ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE COM 3 DA COMPILARE IN 3 COPIE 1 ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Al Comune di VITERBO _0_ _5_ _6_ _0_ _5_ _9_ Il sottoscritto Cognome Nome Data di nascita

Dettagli

Ai sensi della L.R. 27/09 (art. art. 57 e 58) L. 241/90 (art. 19),

Ai sensi della L.R. 27/09 (art. art. 57 e 58) L. 241/90 (art. 19), Allo Sportello Unico Attivita' Produttive del Comune di Gabicce Mare ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Comunicazione (art.57 e 58 della L.R. 27/2009) Comune di GABICCE

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 28 APRILE 2006. Sommario. Decreto direttore generale 27 aprile 2006 - n. 4635

MILANO - VENERDÌ, 28 APRILE 2006. Sommario. Decreto direttore generale 27 aprile 2006 - n. 4635 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - VENERDÌ, 28 APRILE 2006 1º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommario Anno XXXVI - N. 88 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche,

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, ATECO - STRUTTURA Appendice1 approvata con Determinazione n. 4/2015/14 Appendice 1 CODICI ATECO AMMISSIBILI 14.13.2 Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno 14.13.20 Sartoria e confezione

Dettagli

Al Comune di TORRE DEL GRECO 0 6 3 0 8 4

Al Comune di TORRE DEL GRECO 0 6 3 0 8 4 Regione Campania Molo 2D Bollo copia per il Comune COMMERCIO AL DETTAGLIO GRANDE STRUTTURA DI VENDITA DI TIPOLOGIA CENTRO COMMERCIALE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di TORRE DEL GRECO 0 6 3 0 8 4

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di RICCIONE Cod.

Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di RICCIONE Cod. MOD. COM 6/BIS copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di RICCIONE Cod. ISTAT 099013 Ai sensi del D.l.vo

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel. 0523.492591 Fax

Dettagli

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA Erogazione di contributi in conto capitale alle P.M.I. del settore turistico e del settore agricolo localizzati nel territorio provinciale

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività S.C.I.A. Al Comune di CAMPEGINE 035010

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività S.C.I.A. Al Comune di CAMPEGINE 035010 Copia per il Comune Copia per la CCIAA Copia per l esercente ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO Segnalazione Certificata di Inizio Attività S.C.I.A. Al Comune di CAMPEGINE 035010 Ai sensi degli

Dettagli