Trattamento dell'immagine digitale con sistemi liberi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trattamento dell'immagine digitale con sistemi liberi"

Transcript

1 L' Immagine Digitale Come mai, dopo aver passato ore a sistemare i colori di una foto, una volta stampata essa è totalmente differente da quello che vedevo a monitor? Come mai, dopo aver passato ore a sistemare i colori di una foto, l'ho guardata sul monitor del mio amico ed è diversa? Leggiamo da Per ottenere risultati consistenti e soddisfacenti è necessario capire il cosiddetto workflow del colore, dietro al quale ci sono teorie interessantissime e forse un po complicate, necessarie da conoscere per i professionisti della grafica e della fotografia

2 Le fasi del Workflow Fotografico calibrazione delle periferiche; trasferimento file dalla fotocamera/scanner al PC; verifica dei file e creazione di un backup; modifica dei file RAW ; sviluppo del negativo digitale ; fotoritocco e produzione; stampa.

3 La calibrazione delle periferiche Leggiamo da I colori che un monitor può produrre vengono espressi con tre numeri, compresi tra 0 e 255. Ogni terna RGB produce un colore, e al variare dei tre numeri RGB il monitor produce tutti i colori di cui è capace, cioè il suo gamut. Il gamut di un monitor, proiettato sul diagramma delle cromaticità, ha la forma di un triangolo i cui spigoli sono i colori RGB dei fosfori del monitor. Dal grafico risulta che il monitor (come tutte le altre periferiche) può riprodurre solo una parte dei colori che l'occhio umano può vedere.

4 I monitor Ogni monitor ha un proprio spazio di colori di tipo RGB (prodotto mescolando additivamente i colori di fosfori rosso, verde e blu). Diversi monitor o monitor dello stesso modello costruiti in tempi diversi (addirittura lo stesso monitor, man mano che invecchia) hanno gamut diversi, quindi, gli stessi numeri RGB riproducono colori diversi e per avere lo stesso colore i numeri vanno modificati. Qualunque procedimento che consista nel modificare i numeri in modo da avere lo stesso colore viene detto conversione di colore.

5 Le stampanti Le stampanti producono i colori mediante sovrapposizione di strati di inchiostri semitrasparenti: possono essere quattro cioè ciano (C, cyan), magenta (M), giallo (Y, yellow) e nero (K, black); tre (CMY); o molti di più (colori chiari e scuri, al pigmento o al carbone). La sovrapposizione degli inchiostri crea i colori in parte per mescolanza sottrattiva (ogni inchiostro sottrae luce al bianco della carta) e in parte per mescolanza additiva (inchiostri di colori diversi che non si sovrappongono). Il gamut di una stampante ha la forma di una figura con i lati curvi. Ogni stampante ha un proprio gamut, cioè un proprio spazio di colori che in particolare è uno spazio CMY o CMYK o CMmYyK o altro ancora.

6 La conversione di colore La conversione di colore può naturalmente essere fatta partendo da una periferica qualunque (periferica di origine) per arrivare ad un'altra qualunque (periferica di destinazione), per esempio: da monitor a stampante (come verrà questa fotografia quando la stampo?); da fotocamera a monitor (voglio vedere questa fotografia su monitor esattamente come l'ho scattata); da stampante a stampante (voglio stampare questa immagine simulando un'altra stampante); da stampante a monitor (voglio vedere su monitor come verrà questa fotografia quando la stamperò).

7 Il colore fuori gamut Può capitare che un colore, riproducibile sulla periferica A, non lo sia sulla B, sia cioè fuori gamut (out of gamut) e pertanto in fase di conversione è necessario cercare di riprodurlo con una ragionevole approssimazione. Sono quindi sono stati individuati alcuni effetti, detti "intenti di rendering", che possono essere utilizzati in situazioni tipiche: Il rendering colorimetrico assoluto ogni colore rimane se stesso se è nel gamut di destinazione, altrimenti viene trasformato nel colore più vicino; Il rendering colorimetrico relativo (relative colorimetric) come l'assoluto ma la luminosità può essere modificata in modo che tutte le luminosità rientrino nella gamma della periferica di destinazione; l'intento di rendering percettivo (perceptual) tutti i colori sono trasformati in modo "cromaticamente proporzionale" a quelli originali, l'occhio potrà compensare la differenza rendendo "simili" le immagini tra monitor e stampa. Viene chiamato immagine (picture), fotografico (photographic) o fotometrico (photometric);

8 l'intento di rendering saturazione usato nella grafica non fotorealistica dove è più importante che il colore sia vivo, saturo, piuttosto che sia esattamente uguale all'originale. Viene chiamato infatti grafica (graphic). Immagine campione Intento percettivo Intento relativo Intento assoluto Intento grafico

9 I profili ICC Ogni periferica ha un proprio profilo, detto in gergo profilo colore.icc: spazi colore standard sono srgb, adobergb, CYMK, ecc; profili colore generici sono gli.icc che si trovano associati alle periferiche; i profili colore specifici sono quelli che ogni utente può creare per la calibrazione delle periferiche.

10 La calibrazione del monitor La calibrazione del monitor è l'operazione più importante per garantire fedeltà cromatica e qualità riproducibile nel lavoro di postproduzione: standardizzare le condizioni dell'ambiente di lavoro; lavorare in penombra in una condizione di luce che sia sempre identica quando si lavora sulle immagini: Il monitor deve essere utilizzato alla sua definizione nativa (difinizione alla quale ogni pixel dell'immagine corrisponde esattamante un pixel sullo schermo); mettere il contrasto del monitor al massimo; regolare la temperatura di colore del monitor a 6.500K; calibrare via hardware o software e generare il profilo icc; profilare il monitor.

11 La calibrazione è l'operazione che ci permette, usando i controlli del monitor ed una serie di strumenti software e /o hardware, di regolare luminosità, contrasto e bilanciamento colore nel modo più accurato possibile. Queste operazioni cambiano il comportamento fisico del monitor, non sono solo una compensazione software. La calibrazione Hw o SW ci darà un profilo ICC personalizzato da utilizzare per il monitor. Il profiling è l'operazione che ci consente di memorizzare il profilo del monitor calibrato, ovvero è la memorizzazione di una tabella di valori numerici che, una volta passati alla scheda video, garantirà che i colori mostrati dal nostro monitor siano fedeli ed accurati. Nel nostro programma di fotoritocco continueremo ad usare "Adobe RGB" o "srgb" a seconda delle esigenze.

12 La calibrazione hardware Avviene attraverso una sonda colorimetrica, un apparecchio chiamato spider (ragno) che applicato sul monitor legge le tonalità passategli dal software di controllo e per crea il profilo da assegnare al monitor. Vengono misurati : il valore dei tre gamma; le coordinate colorimetriche XYZ dei tre primari R, G e B alla massima intensità; le coordinate colorimetriche XYZ del punto bianco; l'utente indica la situazione finale alla quale vuole arrivare: il punto bianco al quale vuole arrivare (per esempio D65); il (o i) gamma al quale vuole arrivare (per esempio 2.2); Il punto di bianco si riferisce al colore del bianco: è una questione fisica riferita alla temperatura della luce, la stessa che interessa anche il bilanciamento del bianco nelle fotocamere digitali.

13 La gamma nei monitor CRT indica l'esponente della curva che mette in relazione la luminanza emessa con la chiarezza percepita, la possiamo semplicisticamente indicare come curva di risposta; gli standard più usati sono: 1 scanner gamma; 1.8 Macintosh standard, LaserWriter; 2 consigliato per i lavori di stampa e prestampa; 2.2 è vicino al gamma naturale dei monitor CRT. In genere si consiglia di usare un gamma di 2.2. Se decidessimo di scegliere un gamma di 1, trasformeremmo il nostro monitor in un dispositivo lineare (cioè i numeri RGB corrisponderebbero alla luminanza prodotta). Si può fare così se si desiderano vedere le immagini prelevate esattamente come sono state lette dallo scanner. Ma l'occhio non è lineare, anzi ha una curva di rapporto tra luminanza e chiarezza che viene quasi esattamente compensata dal gamma nativo del monitor. Dunque se teniamo il gamma nativo, 2.2, i valori RGB corrispondono alla chiarezza vista dall'occhio cioè 0 = nero, 255 = bianco 128 = grigio (esattamente a metà tra bianco e nero).

14 Argyll E' un sistema open source compatibile con ICC che supporta la creazione di profili per scanner, stampanti CMYK e monitor, mediante l'utilizzo di sistemi hardware professionali di calibrazione. Xicc xcalib sono due sistemi più semplici di Argyl che permettono di importare in X i profili icc dei monitor generati sia con metodo hardware sia via software.

15 La calibrazione via software O meglio, senza hardware, consiste nell'usare i propri occhi al posto dello spider, ed eseguire dei programmi appositi, nel tentativo di ottenere un buon profilo. Purtroppo non esistono (o almeno non conosco) programmi liberi per la generazione interattiva di profili icc. Mediante emulazione è possibile usare Adobe Gamma con qemu oppure utilizzare mediante wine: ma l'accuratezza del risultato non è garantita Un ultimo metodo, solo visivo, si basa su scansione, visualizzazione e stampa di immagini campione ed uso di immagini di controllo.

16 Ad esempio per controllare che il monitor abbia una luminosità e un'impostazione gamma corrette si può usare questa immagine da nella colonna a sinistra, osservare dove il pattern si fonde meglio con lo sfondo, il numero corrispondente a sinistra dirà su quale valore di gamma è impostato lo schermo; nella colonna di destra, invece vi sono due barre, A e B: alla stessa altezza della gamma del monitor dovreste notare solo impercettibilmente A e vedere bene B. Se non riuscite a vedere A o B o tutte e due, vuol dire che il vostro monitor è troppo scuro o che il contrasto è troppo elevato; se doveste vederli troppo chiaramente, vuol dire che il monitor è troppo luminoso.

17 La scala di grigi può fornire un'indicazione base sulluminosità e contrasto: Questo infine è un tipico file di controllo:

18 Creare il profilo ICC di uno scanner Il profilo si riferisce al supporto in quanto i dispositivi di input (scanner e fotocamera digitale) "vedono" qualunque colore quindi lo scanner non ha un gamut, ma ha un intervallo di risposta (response range). Possiamo creare un profilo perché il materiale di cui facciamo la scansione (carta o film) ne ha uno, o meglio l'intervallo di risposta dello scanner determina un gamut per il materiale; quindi si dovrà fare un profilo per ogni tipo di supporto. Per costruire il profilo si usano i target IT8 che descrivono il film o la carta fotografica a cui sono riferiti (non hanno nulla a che fare con lo scanner);

19 Kodak Agfa Fuji Il target IT8 viene letto a una risoluzione da 100 a 150 dpi se riflettente e di 1000 dpi se trasmittente. Vanno annullate tutte le possibili alterazioni del colore che il programma di scansione potrebbe fare. Il risultato della scansione viene memorizzato in un file che viene analizzato dal programma il quale mette in corrispondenza i valori RGB letti dallo scanner con i valori Lab o XYZ di ogni tacca e così genera il profilo. ulteriori informazioni sul target IT si trovano su

20 I profili ICC generici I produttori offrono normalmente profili che vengono forniti con i loro drivers o comunque insieme ai propri prodotti. -Alcuni profili di monitor si trovano nella pagina ICC monitors della Apple. -Profili di fotocamere e stampanti si trovano nella pagina di Qimage. -Nel sito ECI (European Color Initiative) si trovano profili ICC di macchine da stampa europee -Il sito Chromix ha un database di profili ICC. -Nella pagina Popphoto si trovano profili ICC di fotocamere Canon, Casio, Olympus, Nikon, Pentax, Toshiba e altre.

21 Il trasferimento dati al PC Il trasferimento delle immagini dalla fotocamera/scanner al PC Esistono diversi sistemi per trasferire i dati dalle memorie delle fotocamere digitali ai PC: Le schede di memoria possono essere lette mediante adattatori PCMCIA o USB; Le fotocamere possono essere collegate al PC mediante cavi USB o Firewire se queste usano protocolli di comunicazione supportati dal kernel (pertanto verranno utilizzate come dischi removibili). In alternativa, per fotocamere che usano protocolli di trasferimento proprietari è possibile utilizzare digikam (del quale parleremo più avanti) o gtkam un semplice frontend grafico di gphoto. Le librerie libgphoto2 supportano circa 900 fotocamere mediante MTP (Media Tranfer Protocol) o PTP (Picture Tranfer Protocol)

22 L'uso dello scanner Esistono diversi programmi per la scansione delle immagini, in genere basati sulle librerie SANE che forniscono il supporto alle periferiche di acquisizione. Spesso il supporto per il kernel Linux da parte dei produttori è carente e questi non rilasciano neppure le specifiche di funzionamento ed i protocolli di trasferimento dei dati dallo scanner al PC. Il consiglio è quello verificare la compatibilità con il proprio sistema ed evitare le marche o i prodotti non supportati o dei quali non esistono specifiche. In passato quasi tutti gli scanner professionali erano di tipo SCSI ed erano generalmente ben supportati grazie alla standardizzazione di tale bus. Al contrario gli scanner economici, di tipo parallelo, utilizzavano sistemi proprietari e non documentati, fino all'assurdo che gli stessi non funzionavano più nemmeno nel passaggio ad una successiva del sistema operativo proprietario (per il quale erano stati pagati i drivers), o ad un successivo service pack. Per fortuna l'adozione di USB ha migliorato le cose e gli scanner attuali sono più semplici da far funzionare rispetto ai vecchi seriali o paralleli.

23 Xscanimage è parte del progetto SANE ed è la semplice interfaccia grafica del backend che supporta circa 1300 scanner

24 XSANE E' un completo sistema di scansione che permette il totale controllo di ogni parametro.

25 Kooka sempre basato su SANE, è il sistema di scansione di KDE, ben integrato nel sistema.

26 La verifica dei file grezzi Fase in cui si effettua la verifica dei file RAW e si procede a eliminare, rinominare, generare anteprime e si effettua un backup dei file grezzi prima di iniziare a lavorarli. Light Table è un progetto integrato in DigiKam (che vedremo dopo), permette la visualizzazione delle immagini grezze su uno schermo virtuale simile alla lavagna luminosa utilizzata dai fotografi per verificare le diapositive o i provini di stampa per decidere quali cestinare e quali invece conservare e salvare prima di effettuare modifiche.

27 La modifica dei file RAW Fase in cui si procede all'eventuale modifica dei dati EXIF, all'aggiunta di metadati a rotazione, bilanciamento del bianco e regolazione dell'esposizione (modifiche a lotti) ed alla regolazione individuale del contrasto, luminosità, dettaglio, eventuali crop sui singoli file. Digikam Lo abbiamo anticipato prima, supporta direttamente il download dalle fotocamere compatte che non usano i protocolli standard, integra la Light Table ma soprattutto è IL gestore foto per KDE: può organizzare collezioni di foto in album; permette la gestione delle gallerie fotografiche, l'ordinamento, la ricerca, la indicizzazione ed il backup diretto; permette la modifica dei dati EXIF, l'aggiunta di TAG, la geolocalizzazione delle foto mediante l'integrazione con GPS;

28 Digikam permette di effettuare modifiche alle immagini attraverso una serie di plugin gestiti con il framework KIPI (KDE Image Plugins Interface) mediante i quali può compiere procedure in batch (aggiungere metadati, ruotare, ridimensionare, modificare i profili colore, bilanciare il bianco, regolare l'esposizione, rinominare un gruppo di file, aggiungere bordi, aggiungere effetti); consente l'export diretto su siti di gestione gallerie (Es. Flickr); consente l'export dal formato RAW al JPG o TIFF o PNG (tramite la libreria dcraw ) mantenendo tutti i metadati mediante gli exiftools

29 integra un un editor per il fotoritocco mediante il quale effettuare modifiche sulle singole immagini (contrasto, luminosità, dettaglio, ecc.). crop

30 GPSCorrelate altro tool che permette di inserire tag EXIF con coordinate ricavate da un GPS.

31 F-Spot E l'equivalente di DigiKam per Gnome, ed offre all'incirca le stesse funzioni ad esclusione dell'integrazione KIPI.

32 Jbrout è un giovane programma multipiattaforma scritto in python/pygtk, ricco di funzioni e di plugin.

33 Lo sviluppo del negativo digitale Tutte le DSLR e le migliori compatte consentono di salvare gli scatti nel formato in cui il sensore ha catturato la scena; cioè di salvare immagini RAW con un singolo valore di luminanza per ogni pixel (in definitiva immagini a scala di grigi). La Nikon D1 prodotta nel 1999 è stata la prima fotocamera digitale ad avere la possibilità di esportazione delle fotografie in formato RAW. Oggi ogni produttore ha una propria tecnologia ed una sigla diversi: Nikon: NEF (Nikon Electronic Format); Kodak: DCR (Digital Camera Raw; Canon: CRW (Canon RaW); Olympus: ORF (Olympus Raw Format); Fuji: RAF; Sony/Minolta: MRW (Minolta RaW); Epson: ERW (Epson RaW); Foveon: X3F.

34 Il file RAW I formati RAW consentono di mantenere il massimo livello di qualità che la camera digitale può fornire perché consentono di applicare le correzioni più adeguate, decise dal fotografo invece che dalla macchina: consentono di elaborare le immagini utilizzando la maggior potenza del computer (rispetto a quella della camera); sono formati in scala di grigi e dunque possono essere compressi con algoritmi lossless; contengono, per ogni pixel, tutti i bit che il CCD ha catturato (di solito 12 bit) e quindi offrono maggiore flessibilità per gli interventi riguardanti la luminosità e la compensazione dei colori; riducono la necessità di creare un profilo della fotocamera; consentono la modifica con impostazioni diverse o anche molto tempo dopo (magari con un convertitore migliore uscito nel frattempo), e partendo sempre dall'immagine originale; Naturalmente ci sono anche svantaggi: lo scatto RAW richiede più tempo per il salvataggio in memoria ed occupa più spazio di un JPEG. In sintesi, se si privilegia la qualità conviene usare un formato RAW, se si privilegia la velocità e la dimensione del file (piccola) meglio JPEG.

35 Il sensore fotografico Ogni "pixel" del sensore contiene un fotodiodo, in grado di catturare soltanto l'intensità e non il colore della luce. Per questo motivo vengono utilizzati dei filtri monocromatici che trattengono le lunghezze d'onda di R,G,B trasmettendo sul sensore un solo colore per ogni pixel. I pixel mancanti vengono stimati dall'algoritmo della fotocamera in base al pattern derivante dalla disposizione dei filtri, ai valori di luminosità relativi e a funzioni statistiche.

36 Per la produzione di file JPEG, i dati del sensore vengono processati ed il software della macchina esegue (su ogni pixel) le seguenti elaborazioni: demosaicizzazione del raw; elaborazioni di conversione lineare; correzione esposizione; bilanciamento del bianco; rimozione rumore /artefatti; applicazione curva di tonalità, applicazione profilo della camera; regolazione contrasto, luminosità, saturazione, colore (globale, selettivo); messa a fuoco (sharpen). Alcune fotocamere, tutte le più costose DSLR, convertono internamente dallo spazio proprietario del RAW (che non è noto) in uno spazio standard (di solito srgb o AdobeRGB). Ovviamente la conversione in macchina è preferibile solo quando si ricerca la massima rapidità.

37 Ufraw E' un programma libero in grado di convertire i file RAW in bitmap, gestibili con programmi di fotoritocco. Può funzionare autonomamente o come plugin per GIMP.

38 Permette di agire su tutti i parametri del negativo digitale, in particolare su: curve di esposizione (base curve); gestione del colore (color management); gestione di luminosità e saturazione (correct luminosity and saturation); bilanciamento del bianco (white balance); taglio di parti di immagine e rotazione (crop and rotate); valori EXIF (EXIF settings). La gestione del colore prevede 3+1 profili ICC: profilo di input da associare alla fotocamera (Input profile); profilo di output da associare alla stampante (Output profile); profilo standard di lavoro (srgb); profilo per la sola visualizzazione a monitor che non influenza l'immagine finale (Display profile).

39 E' possibile scegliere il sistema Color Matrix per effettuare demosaicizzazione dal dato grezzo del sensore allo standard RGB. la La demosaicizzazione con Color Matrix e l'applicazione delle curve gamma sono eseguite prima della conversione con i profili ICC per evitare l'enfatizzazione degli effetti. Gli intenti per la conversione sono tutti presenti: perceptual relative colorimetric absolute colorimetric saturation E' anche possibile scegliere il metodo per recuperare i dettagli nelle alte luci: restores in LCH dettagli soft; restores in HSV dettagli netti; clips completely dettagli senza artefatti linear response conversione lineare, taglia luci e ombre; adds a "shoulder" emula la risposta della pellicola.

40 E' possibile scegliere il tipo di algoritmo di conversione: AHD Adaptive Homogeneity Directed è il default; EAHD Enhanced AHD gestione delle aberrazioni colore e riduzione del rumore senza perdita di dettaglio; VNG Variable Number of Gradients riduce alcune tipologie di artefatti; PPG Patterned Pixel Grouping per processori lenti; Bilinear interpolation semplice e basica, molto veloce; Half-size conversione uno a uno. Tips: Se si usa la Color Matrix non serve impostare un profilo della fotocamera. L'uso della curva base limita le capacità delle fotocamere Nikon. Per i Nikon NEF scegliere Custom curve ed utilizzare la curva contenuta nel file RAW o Camera curve per abilitare la curva embedded.

41 RawTherapee L'interfaccia: 1 directory Browser; 2 file Browser; 3 anteprima; 4 zoom; 5 istogramma; 6 controlli; 7 salva e preferenze; 8 usa profili predefiniti; 9 cronologia operazioni; 10 settaggi preferiti; 11 controll sull'anteprima; 12 controlli sullo zoom; 13 menu strumenti; 14 menu rotazioni.

42 bilanciamento del bianco con preset, valori della camera, setting manuale; sistema di recupero delle alte luci e curve editor per la modifica delle curve di risposta per luminosità, contrasto, esposizione, gamma; autoesposizione e modifica manuale (Exposure compensation; Shadow and highight compression; Contrast adjustment; Curve editor): controllo per lo sharpening (Radius, Amount, Threshold) ed opzioni per controllo del rumore; controllo della saturazione del colore per ogni canale e riduzione delle aberrazioni e controllo del colore compatibile ICC; algoritmo per la rimozione del rumore senza perdita di dettaglio; preset per la postproduzione (default, neutral, conservative, crisp e custom); rotazione, crop, controlli sulla distorsione e tool per il controllo dell'aberrazione cromatica e controllo undo sulla cronologia; supporto JPEG (8 bit), PNG e TIFF (8 o 16 bit) e mantenimento delle informazioni EXIF nell'output JPG; diversi algoritmi di rendering (EAHD e HPHD) che offrono risultati in alcuni casi migliori rispetto ai programmi degli stessi produttori di fotocamere:

43 LightZone LightZone è un editor che permette l elaborazione non distruttiva di formati fotografici grezzi, agendo tramite delle regioni di controllo. In pratica in un immagine con aree diverse in termini di tonalità, contrasto e luminosità, è possibile agire andando ad aumentare la saturazione in una data area, senza intaccare il resto della foto.

44 E possibile applicare un white balance diverso a seconda delle zone di illuminazione della scena: ad esempio, due soggetti ritratti sotto due tipi diversi di luci possono essere trattati in completa autonomia. La regolazione ZoneMapper invece di utilizzare il sistema curve-tonalità usa una colonna suddivisa in tonalità dal bianco al nero e permette una buona regolazione dei toni in modo indipendente ed in maniera innovativa. Occorre però ricordare che, a differenza delle versioni per Windows e per Mac, Lightzone per Linux è gratuito ma non è un programma libero e neppure opensource in quanto il codice non è pubblico ed appartiene a LightCrafts Inc.

45 Fotoritocco e postproduzione Processi digitali con il quale vengono elaborate, ottimizzate, modificate, montate, restaurate, abbellite le immagini. Un tempo si faceva largo uso di filtri meccanici applicati agli obiettivi delle macchine fotografiche, o si ricorreva a particolari tipi di sviluppo delle immagini, o a sovrapposizioni, doppie esposizioni, sviluppi e stampe con tecniche particolari per raggiungere risultati voluti, adesso capita sempre più spesso che si utilizzino software di post produzione digitale per creare effetti che un tempo erano costosissimi e molto complicati da realizzare. La postproduzione permette inoltre la predisposizione per la stampa o per l'archiviazione o per l'uso sul web.

46 krita E' un programma per il disegno e la modifica delle immagini incluso nella suite KOffice. Progettato principalmente come applicazione per il disegno e la pittura digitale, ha ampie funzioni utili per il fotoritocco.

47 GNU Image Manipulation Program - GIMP GIMP è IL programma GNU per la gestione delle immagini. È un software libero adatto per il fotoritocco, composizione e creazione di immagini. GIMP è estremamente potente, può essere utilizzato come programma di disegno, come programma per il foto ritocco, come sistema batch per elaborazione immagini, per risolvere il problema del rendering delle immagini, o come convertitore tra formati immagine e altro ancora. GIMP è espandibile ed estensibile. È stato sviluppato per essere modulare e facilmente espandibile tramite plugin ed estensioni per qualsiasi necessità. L'interfaccia avanzata di scripting permette di creare procedure complesse di elaborazione con pochi e semplici comandi.

48 Alcune caratteristiche: strumenti per disegno con pennelli (matite, stilo, aerografo ecc.); gestione della memoria utile per limitare la dimensione dell'immagine; campionamento sub-pixel con anti-aliasing di alta qualità; supporto completo per il canale Alfa; gestione di livelli e canali; possibilità di richiamare funzioni interne da programmi esterni come Script-fu; capacità di scripting avanzato; storico operazioni (limitato unicamente dallo spazio libero sul disco); numero virtualmente illimitato di immagini aperte nello stesso tempo; editor per i gradienti e le sfumature; strumenti di trasformazione (rotazione, scalatura, torsione e prospettiva); numerosi formati file supportati (gif, jpg, png, xpm, tiff, tga, ps, pcx, bmp); conversione per numerosi formati grafici; strumenti di selezione (sezione rettangolare, ellittica, libera, fuzzy, bezier); estendibilità tramite plugin per nuovi formati file e filtri per effetti particolari; oltre 100 plugin stabili e disponibili; supporto personalizzato per pennelli e pattern.

49 Gimp su un sistema dual-head x x1200

50 Cinepaint E' una versione modificata di Gimp, utilizzata soprattutto in ambito professionale, un software open source disegnato specificatamente per la modifica e il ritocco di film, grazie ad un frame manager, ma utilizzabile anche su foto e che integra un'eccellente gestione del colore e delle luci.

51 Scelta degli spazi colore di lavoro Bisogna tenere presente la destinazione finale delle immagini, anche se ci sono dei punti comuni a qualsiasi intento di pubblicazione che sono fondamentali: è sempre meglio incorporare nelle immagini il loro spazio colore; è possibile cambiare gli spazi colore delle immagini tramite la conversione; in generale, più ampio è lo spazio colore e meglio è, tanto a restringere si fa sempre in tempo. Come scegliere quale spazio colore assegnare? lo standard è srgb: viene visualizzato correttamente da tutti i browser web e va benissimo se fate stampare abitualmente dai lab online; AdobeRGB e ProPhotoRGB sono spazi colore più ampi e lasciano la possibilità di ridurre successivamente la mappa dei colori a seconda delle necessità: ad esempio, se il vostro di stampa vi fornisce i profili delle sue macchine e delle carte, potete convertire il profilo della vostra immagine dallo spazio colore che avete scelto al profilo del lab; Importante: per cambiare il profilo ad una immagine mantenendo la consistenza dei colori è necessario che il profilo venga convertito e non assegnato.

52 La stampa Se si decide di stampare in proprio o di inviare i file ad un lab possediamo i profili ICC, per non sovrapporre il controllo colore postproduzione è necessario impedire ai driver di stampa di gestire Scegliere l'intento "Relative Colometric", usare il Percettivo quando ricca di colori molto saturi. del quale usato in il colore. la foto è Il Profilo dello Spazio di Stampa dovrà essere invece della carta scelta e l'intento colorimetrico Relativo ( o Percettivo se così avevate deciso prima). Avere "consapevolezza" della carta da usare; non solo conoscenza della resa di quel tipo di carta, ma soprattutto del "supporto" della casa madre a quella carta; in particolare usare i profili ICC che le case più famose (Pictorio, ILFORD, Kodak, Epson, ecc.) offrono gratuitamente e con costanti aggiornamenti ai propri utenti.

ESTENSIONI FOTOGRAFICHE

ESTENSIONI FOTOGRAFICHE ESTENSIONI FOTOGRAFICHE Il termine estensione indica una sequenza di caratteri alfanumerici, aggiunti dopo il nome di un file e separati da quest'ultimo da un punto. L'estensione permette all'utente di

Dettagli

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB Teoria del colore A partire da tre colori Rosso, Verde, Blu è possibile generare tutta la rimanente scala cromatica mescolando con le dovute percentuali questa terna di riferimento. Si immagini di proiettare

Dettagli

Garantire la coerenza dei colori delle stampe

Garantire la coerenza dei colori delle stampe Garantire la coerenza dei colori delle stampe Introduzione Il monitor: una finestra sul colore Le stampanti a getto d'inchiostro sono dispositivi RGB Gestione colore e stampa in Nikon ViewNX Gestione colore

Dettagli

Sviluppo e gestione delle fotografie digitali

Sviluppo e gestione delle fotografie digitali 01/13 Sviluppo e gestione delle fotografie digitali Come ottenere il meglio dalle proprie foto 02/13 Gli argomenti trattati in questo talk saranno: I file RAW ed i software per gestirli Esempi pratici

Dettagli

Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4

Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4 Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4 Note legali Note legali Per le note legali, consultate http://help.adobe.com/it_it/legalnotices/index.html. iii Sommario Capitolo 1: Installare, registrare e impostare

Dettagli

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO Canon Consumer Imaging Cliccando sul pulsante verde accedi alla pagina Internet da cui è possibile scaricare le foto ad alta risoluzione EOS 500D Approfondimento SEGUE COMUNICATO COMPLETO Tecnologia CMOS

Dettagli

VARI TIPI DI FILE I FORMATI DI FILE E LA COMPRESSIONE

VARI TIPI DI FILE I FORMATI DI FILE E LA COMPRESSIONE I FORMATI DI FILE E LA COMPRESSIONE I formati dei file di grafica si differenziano per come rappresentano i dati dell immagine (pixel o vettori), per la tecnica di compressione e per le funzioni di Photoshop

Dettagli

Guida alla qualità del colore

Guida alla qualità del colore Pagina 1 di 7 Guida alla qualità del colore Nella presente guida vengono descritte le opzioni disponibili sulla stampante per la regolazione e la personalizzazione della resa del colore. Menu Qualità Modalità

Dettagli

Indice. Introduzione...IX. Capitolo - Il formato RAW... 1. Capitolo 2 - Scelta del software di conversione... 17

Indice. Introduzione...IX. Capitolo - Il formato RAW... 1. Capitolo 2 - Scelta del software di conversione... 17 Indice Introduzione...IX Capitolo - Il formato RAW... 1 Trasformazione del file RAW in un immagine a colori... 2 Interpolazione dei colori... 2 Perché usare il formato RAW?... 5 Il negativo digitale...

Dettagli

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap.

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap. Origine delle immagini Elaborazione delle immagini Adobe Photoshop I programmi per l elaborazione di immagini e la grafica permettono in genere di: Creare immagini ex novo (con gli strumenti di disegno)

Dettagli

Mac OSX. HP Designjet 4000ps. Printing Guide

Mac OSX. HP Designjet 4000ps. Printing Guide Mac OSX HP Designjet 4000ps Printing Guide Sommario 1 Procedura passo passo...3 Installazione del driver...3 Aggiunta di una stampante...3 Configurazione della connettività FireWire...4 Utilizzo del protocollo

Dettagli

Presentazione... XI. Prefazione...XIII. Capitolo 1 - Novità in Adobe Photoshop CS2... 1

Presentazione... XI. Prefazione...XIII. Capitolo 1 - Novità in Adobe Photoshop CS2... 1 Indice Presentazione............................................ XI Prefazione.............................................XIII Capitolo 1 - Novità in Adobe Photoshop CS2................... 1 Bridge: il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Corso di Elaborazione Elettronica di Immagini IL COLORE PARTE 2 Gabriele Guarnieri Sommario Spazi colore percettivamente uniformi 1 Spazi colore percettivamente uniformi:

Dettagli

Il formato Raw: più utile sulle compatte che sulle reflex

Il formato Raw: più utile sulle compatte che sulle reflex GUIDA MERCATO compatte di qualità Il formato Raw: più utile sulle compatte che sulle reflex Oggi molti fotografi usano spesso il Jpeg con le loro macchine professionali, mentre il formato Raw consentirebbe

Dettagli

you can TECNOLOGIE EOS 550D

you can TECNOLOGIE EOS 550D you can TECNOLOGIE EOS 550D 1 di 5 Sensore CMOS Canon Progettato da Canon e operando in combinazione con i processori sviluppati dalla Casa, la tecnologia CMOS Canon integra una circuitazione avanzata

Dettagli

Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw

Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw 1. Alla scoperta dei formati di files digitali: JPG, RAW e DNG. Che cosa sono, quali vantaggi e svantaggi

Dettagli

SOFTWARE. Manuale d'uso

SOFTWARE. Manuale d'uso SOFTWARE Manuale d'uso It Avvisi 2008 Nik Software, Inc. Tutti i diritti riservati. Il presente manuale non può essere riprodotto, trasmesso, trascritto, memorizzato in un sistema di archiviazione o tradotto

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Image Editing - Versione 2.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Image Editing - Versione 2.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Image Editing - Versione 2.0 Copyright 2010 The European Computer Driving Licence Foundation Ltd. Tutti I diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta

Dettagli

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14 Componenti multimediali per il Web Modulo 14 Obiettivi Valutare e usare strumenti di utilità e produzione grafica anche animata per inserire e modificare componenti multimediali (immagini, immagini animate,

Dettagli

Fiery Color Server. Riferimento per il colore Fiery

Fiery Color Server. Riferimento per il colore Fiery Fiery Color Server Riferimento per il colore Fiery 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

Dettagli

PREPARIAMO LE NOSTRE IMMAGINI PER IL WEB. A cura di Mauro Minetti

PREPARIAMO LE NOSTRE IMMAGINI PER IL WEB. A cura di Mauro Minetti PREPARIAMO LE NOSTRE IMMAGINI PER IL WEB A cura di Mauro Minetti INDICE PREMESSA PREPARIAMO L IMMAGINE DIMENSIONE IMMAGINE MASCHERA DI CONTRASTO FORMATO DI REGISTRAZIONE REGISTRAZIONE CORNICI TRASFORMAZIONE

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Image Editing. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Image Editing. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Image Editing Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard Modulo 9 Image Editing. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di

Dettagli

www.italiagrafica.com Organo Ufficiale dell Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche Cartotecniche e Trasformatrici

www.italiagrafica.com Organo Ufficiale dell Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche Cartotecniche e Trasformatrici Organo Ufficiale dell Associazione Nazionale Italiana Industrie Grafiche Cartotecniche e Trasformatrici www.italiagrafica.com ISSN 0021-2784 Anno LXIV Mensile Poste Italiane Spa - Spedizione in abbonamento

Dettagli

Programma didattico Accademia di Belle Arti Palermo. informatica per la grafica Prof.Luca Pulvirenti

Programma didattico Accademia di Belle Arti Palermo. informatica per la grafica Prof.Luca Pulvirenti Introduzione al disegno digitale ed alla grafica web Gli standard grafici La tecnologia : hardware e software Il computer l'unità centrale (CPU, HD) le schede grafiche gli schermi gli scanner le stampanti

Dettagli

Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press.

Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press. Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press Stampa a colori 2012 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento

Dettagli

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI BITMAP VETTORIALE VETTORIALE BITMAP IMMAGINE BITMAP è una immagine costituita da una matrice di Pixel. PIXEL (picture element) indica ciascuno degli elementi puntiformi che compongono la rappresentazione

Dettagli

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI Aprile 2005 A cura di Mauro Minetti INDICE CAPITOLI 1) PREMESSA 2) MONITOR E PROFILO COLORE 3) CALIBRAZIONE

Dettagli

INTRODUZIONE AL TRATTAMENTO DELLE IMMAGINI DIGITALI

INTRODUZIONE AL TRATTAMENTO DELLE IMMAGINI DIGITALI TPO PROGETTAZIONE UD 19 Fotoritocco 1 PARTE 1 INTRODUZIONE AL TRATTAMENTO DELLE IMMAGINI DIGITALI A.F. 2011/2012 1 L AVVENTO DEL DIGITAL IMAGING La sfera dell Imaging include processi di produzione e riproduzione

Dettagli

Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4

Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4 Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 4 Note legali Note legali Per le note legali, consultate http://help.adobe.com/it_it/legalnotices/index.html. iii Sommario Capitolo 1: Installare, registrare e impostare

Dettagli

Adobe Photoshop cs2. Lo standard professionale per l elaborazione digitale delle immagini

Adobe Photoshop cs2. Lo standard professionale per l elaborazione digitale delle immagini Adobe Photoshop cs2 Lo standard professionale per l elaborazione digitale delle immagini FUNZIONI Panoramica sul prodotto Adobe Photoshop CS2, lo standard all avanguardia per l elaborazione digitale delle

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI asdf LA CODIFICA DELLE IMMAGINI 3 March 2012 Premessa L'articolo che segue vuole essere, senza alcuna pretesa di rigore scientifico e di precisione assoluta, in quanto non ne possiedo le competenze, una

Dettagli

STAMPA DIGITALE. una procedura semplice ma efficace per ottenere stampe di alta qualità. a cura di. mdj. Minetti Digital Job

STAMPA DIGITALE. una procedura semplice ma efficace per ottenere stampe di alta qualità. a cura di. mdj. Minetti Digital Job STAMPA DIGITALE una procedura semplice ma efficace per ottenere stampe di alta qualità a cura di mdj Minetti Digital Job Mauro.Minetti@nikonista.it INDICE CAPITOLI PREMESSA LA RISOLUZIONE L INTERPOLAZIONE

Dettagli

SOFTWARE. Manuale d'uso

SOFTWARE. Manuale d'uso SOFTWARE Manuale d'uso It Avvisi 2008 Nik Software, Inc. Tutti i diritti riservati. Il presente manuale non può essere riprodotto, trasmesso, trascritto, memorizzato in un sistema di archiviazione o tradotto

Dettagli

Mauro Morando info@mauromorando.eu http://photo.mauromorando.eu

Mauro Morando info@mauromorando.eu http://photo.mauromorando.eu Mauro Morando info@mauromorando.eu http://photo.mauromorando.eu La Gestione Colore Come ottenere risultati cromaticamente coerenti nell utilizzo delle immagini digitali Giugno 2007 Premessa Questi appunti

Dettagli

PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL

PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL CARATTERISTICHE INNOVATIVE DI PHOTOSHOP CS SOMMARIO Il file browser Galleria dei filtri Disporre testo su un tracciato Paletta degli istogrammi Omogeneizzazione del colore ed acquisizione

Dettagli

Elementi di Informatica

Elementi di Informatica Università degli Studi di Catania FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Elementi di Informatica Anno accademico: 2008/2009 Docente: angelo.nicolosi@unict.it Le immagini digitali scansione di fotografie esistenti

Dettagli

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Il colore viene utilizzato nelle immagini digitali per due motivi principali: è un descrittore che semplifica l identificazione di un oggetto e la sua estrazione

Dettagli

Publishing & Editing Immagini

Publishing & Editing Immagini Publishing & Editing Immagini Un'immagine digitale è la rappresentazione numerica di una immagine bidimensionale. La rappresentazione può essere di tipo vettoriale oppure raster (altrimenti detta bitmap);

Dettagli

EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server. Stampa a colori

EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server. Stampa a colori EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server Stampa a colori 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali gestione e modifica di immagini fotografiche digitali il colore e le immagini la gestione delle immagini Il computer è in grado di gestire le immagini in formato digitale. Gestire vuol dire acquisirle,

Dettagli

ADOBE PHOTOSHOP CC Postproduzione professionale nella fotografia pubblicitaria

ADOBE PHOTOSHOP CC Postproduzione professionale nella fotografia pubblicitaria ADOBE PHOTOSHOP CC Postproduzione professionale nella fotografia pubblicitaria Docente: Frank Mendoza Genovez Phone: +39 328.9113416 mail: info@themediumgray.com web: www.themediumgray.com PREMESSA: Un

Dettagli

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS Maria Teresa Natale (OTEBAC) 12 aprile 2010 Introduzione Argomenti: terminologia

Dettagli

APPUNTI PER L OTTIMIZZAZIONE DEI DISPLAY LCD

APPUNTI PER L OTTIMIZZAZIONE DEI DISPLAY LCD Circolo Fotografico Borgosesia Via Angelo Ottone n 42/44-13011 Borgosesia (VC) www.fotoborgosesia.it presenta APPUNTI PER L OTTIMIZZAZIONE DEI DISPLAY LCD PER UNA MIGLIORE VISUALIZZAZIONE IN FOTORITOCCO

Dettagli

La prima conversione. f profilo di origine: il profilo. f profilo di destinazione: il. f intento di rendering: la scelta

La prima conversione. f profilo di origine: il profilo. f profilo di destinazione: il. f intento di rendering: la scelta g di Mauro Boscarol I concetti di base della soft proof Come ottenere una replica fedele dell originale che sarà stampato attraverso una soft proof? Per ottenere buoni risultati è necessario che le conversioni

Dettagli

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX I Photohands Versione 1.0 Software di ritocco e stampa per Windows Manuale di istruzioni K862PSM8DX Windows è un marchio di fabbrica di Microsoft Corporation. Altre aziende e nomi di prodotti sono marchi

Dettagli

Corso di Grafica Pubblicitaria

Corso di Grafica Pubblicitaria Corso di Grafica Pubblicitaria Il corso mira a formare grafici professionisti in grado di occuparsi a 360 gradi della grafica tradizionale per la stampa (Manifesti, brochure, depliant, volantini, etc).

Dettagli

INTENSITÀ DEL COLORE RAW Controllo e creatività dall acquisizione alla modifica. x-rite photo

INTENSITÀ DEL COLORE RAW Controllo e creatività dall acquisizione alla modifica. x-rite photo phot phot INTENSITÀ DEL COLORE RAW Controllo e creatività dall acquisizione alla modifica x-rite photo ColorChecker Passport è così comodo e portatile che vorrà sempre averlo con Lei a ogni scatto! ColorChecker

Dettagli

EIZO ColorNavigator Caratteristiche e funzionalità

EIZO ColorNavigator Caratteristiche e funzionalità EIZO ColorNavigator Caratteristiche e funzionalità EIZO software di calibrazione Il software ColorNavigator è stato concepito specificamente per la calibrazione precisa ed immediata dei modelli ColorGraphic.

Dettagli

Elaborazione di immagini digitali

Elaborazione di immagini digitali 1 Elaborazione di immagini digitali 1. Definizione di immagine digitale Un'immagine digitale è un insieme ordinato di pixel (PICture ELement) ottenuti, in alternativa: dalla scansione di un'immagine analogica

Dettagli

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Codice PCSNET: ADOB-2 Cod. Vendor: - Durata: 3 gg. Obiettivi Rendere operativi sulle funzionalit di base e di comune interesse del prodotto. Dare una informativa sulle funzionalità

Dettagli

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini ACQUISIZIONE ED ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI Teoria e pratica La digitalizzazione La digitalizzazione di oggetti legati a fenomeni di tipo analogico, avviene attraverso due parametri fondamentali: Il numero

Dettagli

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Sommario Scenario Web Nozioni di grafica on-line Principali programmi di grafica web Realizzazione di banner e layout per il web 2 Risorse online Sito

Dettagli

COLORMUNKI DISPLAY E i1display PRO

COLORMUNKI DISPLAY E i1display PRO Adesso compatibile con calibrazione di dispositivi mobili con l'applicazione ColorTRUE COLORMUNKI DISPLAY E i1display PRO Soluzioni di calibrazione display e proiettori per tutti i perfezionisti del colore

Dettagli

Manuale di Showfoto. Gilles Caulier Gerhard Kulzer Traduzione della documentazione: Stefano Rivoir Traduzione della documentazione: Federico Zenith

Manuale di Showfoto. Gilles Caulier Gerhard Kulzer Traduzione della documentazione: Stefano Rivoir Traduzione della documentazione: Federico Zenith Gilles Caulier Gerhard Kulzer Traduzione della documentazione: Stefano Rivoir Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 11 1.1 Sfondo............................................

Dettagli

Programma del corso Web Design

Programma del corso Web Design Programma del corso Web Design Il corso mira a formare professionisti in grado di realizzare siti web efficaci in termini di comunicazione ed indicizzazione nei motori di ricerca. Introduzione La figura

Dettagli

Guida per l utente dello Scanner

Guida per l utente dello Scanner Guida per l utente dello Scanner Capitolo 1: Esercitazione di scansione Capitolo 2: La finestra di dialogo TWAIN Appendice Indice 2 Esercitazione di scansione Attivazione (Acquisizione) ed utilizzo della

Dettagli

Le immagini. Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Le immagini. Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

FineScan 2750. Scansione di qualità professionale ad alta velocità sul desktop. Il nuovo scanner desktop professionale Fujifilm

FineScan 2750. Scansione di qualità professionale ad alta velocità sul desktop. Il nuovo scanner desktop professionale Fujifilm Scansione di qualità professionale ad alta velocità sul desktop FineScan 2750 Il nuovo scanner desktop professionale Fujifilm L EVOLUZIONE DELL IMMAGINE I L T E M P O È D E N A R O O R A N E A V R E T

Dettagli

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd Esistono due tipi di immagini digitali: Immagini vettoriali, rappresentate come funzioni vettoriali che descrivono curve e poligoni Immagini bitmap, (o raster) rappresentate sul supporto digitale come

Dettagli

Elementi multimediali

Elementi multimediali Elementi multimediali GRAFICA Anti-aliasing (deinterlaccia) Una funzione del software per la grafica che elimina o attenua l effetto frastagliato dei bordi curvi a bassa risoluzione. Filtratura di un'immagine

Dettagli

Master in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale

Master in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale in PCAcademy Via Capodistria 12 Tel.: 06.97.84.22.16 06.85.34.44.76 Cell. 393.93.64.122 - Fax: 06.91.65.92.92 www.pcacademy.it info@pcacademy.it Informazioni generali Da anni PC Academy eroga con successo

Dettagli

Organizzare il proprio lavoro

Organizzare il proprio lavoro Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP ELEMENTS 7 Organizzare il proprio lavoro Inserire le parole chiave Ricercare le immagini 69 Capitolo 5: Applicazione dei tag e organizzazione delle foto Potete usare i tag parole

Dettagli

stampa colori monitor foto stampante

stampa colori monitor foto stampante Contenuti Obbiettivo: Ottenere in stampa i medesimi colori che vediamo sul monitor (quando ci accingiamo a stampare le nostre foto con la nostra stampante casalinga.) Seguire semplici passi: Scegliere

Dettagli

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini Corso di per il corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Codifica delle immagini Università degli Studi di Udine - A.A. 2010-2011 Docente Ing. Sandro Di Giusto Ph.D. 1 Scalare vs Vettoriale Per codificare

Dettagli

ScanGear CS-U 5.3 per CanoScan FB630U/FB636U Color Image Scanner Manuale dell utente

ScanGear CS-U 5.3 per CanoScan FB630U/FB636U Color Image Scanner Manuale dell utente ScanGear CS-U 5.3 per CanoScan FB630U/FB636U Color Image Scanner Manuale dell utente Informazioni sul copyright 1999 Canon Inc. Il presente manuale è protetto dalle leggi sul copyright, tutti i diritti

Dettagli

Dal foglio di carta alla multimedialità

Dal foglio di carta alla multimedialità Dal foglio di carta alla multimedialità Multimediale Che utilizza più mezzi di comunicazione. Nell'ambito delle tecnologie educative significa utilizzare più mezzi didattici integrati. IPERTESTO E IPERMEDIA

Dettagli

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17 Le immagini statiche Lezione 17: Le immagini statiche All interno di un filmato possono trovare spazio, per diverse ragioni delle immagini statiche, come disegni e, soprattutto, fotografie. Gli utilizzi

Dettagli

Software di correzione colore per immagini digitali

Software di correzione colore per immagini digitali ver. 2.0 Software di correzione colore per immagini digitali Manuale d uso - Windows Bilancia automaticamente il colore delle tue immagini - sperimenta la differenza! Un must per tutti i fotografi digitali!

Dettagli

La taratura del monitor

La taratura del monitor La taratura del monitor Il computer I componenti 1 Monitor 2 Scheda madre 3 CPU (Mem. Principale) 4 RAM 5 Scheda Video 6 Alimentatore 7 DVD 8 Disco (Mem. Massa) 9 Mouse 10 tastiera La scheda video GPU

Dettagli

Vediamo la barra dei comandi che compaiono all'apertura del programma; per comodità ho diviso in quattro parti la barra stessa:

Vediamo la barra dei comandi che compaiono all'apertura del programma; per comodità ho diviso in quattro parti la barra stessa: Breve tutorial PhotoFiltre Da www.rebelia.it In http://www.rebelia.it/?tutorial_grafica+key=photofiltre_strumenti Vediamo la barra dei comandi che compaiono all'apertura del programma; per comodità ho

Dettagli

Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6

Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6 Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6 Chi opera nel mondo della fotografia professionale o quello dei fotografi amatoriali evoluti, scatta in RAW per non perdere dettagli della foto

Dettagli

3. LA RISOLUZIONE Misura della risoluzione Modifica della risoluzione

3. LA RISOLUZIONE Misura della risoluzione Modifica della risoluzione 3. LA RISOLUZIONE La risoluzione di un immagine indica il grado di qualità di un immagine. Generalmente si usa questo termine parlando di immagini digitali, ma anche una qualunque fotografia classica ha

Dettagli

Le immagini digitali: introduzione

Le immagini digitali: introduzione Le immagini digitali: introduzione 1 L immagine digitale Un immagine pittorica è compsta da milioni di pigmenti colorati molto piccoli che, messi vicino l uno all altro, danno l impressione dei vari oggetti.

Dettagli

Elaborare Immagini e Foto 1 / 28. Elaborare Immagini e Foto

Elaborare Immagini e Foto 1 / 28. Elaborare Immagini e Foto 1 / 28 Elaborare Immagini e Foto 2 / 28 COLLABORATORS TITLE : REFERENCE : Elaborare Immagini e Foto ACTION NAME DATE SIGNATURE WRITTEN BY November 30, 2008 REVISION HISTORY NUMBER DATE DESCRIPTION NAME

Dettagli

Photoshop per iphone, e non solo

Photoshop per iphone, e non solo Software Photoshop per iphone, e non solo Photoshop.com Mobile è il software sviluppato da Adobe per iphone, Blackberry e i dispositivi con Windows Mobile: permette di eseguire un fotoritocco elementare,

Dettagli

RISOLUZIONE E QUALITA DELL IMMAGINE DIGITALE COMPATTE E DSLR. A cura di Mauro Minetti

RISOLUZIONE E QUALITA DELL IMMAGINE DIGITALE COMPATTE E DSLR. A cura di Mauro Minetti RISOLUZIONE E QUALITA DELL IMMAGINE DIGITALE COMPATTE E DSLR A cura di Mauro Minetti Maggio 2005 INDICE CAPITOLI PREMESSA SENSORI RISOLUZIONE QUALITA JPG - TIFF - RAW USO DEL SOFTWARE CONCLUSIONI pagina

Dettagli

Contenuti del capitolo

Contenuti del capitolo Canon EOS 40D, obiettivo EF 100 mm, 160 ISO, f/4, 1/1000 s, Volker Gilbert 2008 FormatoRAW2-01.indd 16 9-12-2009 13:02:55 Il formato RAW 1 Se siete i felici possessori di un apparecchio fotografico digitale,

Dettagli

SpyderCHECKR & SpyderCHECKR 24 Guida per l utente Correzione dei colori della fotocamera per fotografie e filmati

SpyderCHECKR & SpyderCHECKR 24 Guida per l utente Correzione dei colori della fotocamera per fotografie e filmati Guida per l utente SpyderCHECKR & SpyderCHECKR 24 Guida per l utente Correzione dei colori della fotocamera per fotografie e filmati Indice: Introduzione... 3 Requisiti operativi:... 5 Tabella di confronto

Dettagli

CyberLink. PhotoDirector 3. Guida per l'utente

CyberLink. PhotoDirector 3. Guida per l'utente CyberLink PhotoDirector 3 Guida per l'utente Copyright e limitazioni Tutti i diritti riservati. Non è consentito riprodurre nessuna porzione della presente pubblicazione, memorizzarla in un sistema di

Dettagli

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI... SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...20 CREAZIONI DI FILE DI IMMAGINI...20 APERTURA DI FILE DI IMMAGINI...21

Dettagli

Gestire bene l archivio Metadati: il modo facile per gestire il nostro archivio

Gestire bene l archivio Metadati: il modo facile per gestire il nostro archivio SOFTWARE Gestire bene l archivio Metadati: il modo facile per gestire il nostro archivio Le immagini che popolano i nostri hard-disk sono sempre di più. Come fare a ritrovare quella che ci serve? L unica

Dettagli

Stampare? È facile! San Martino di Lupari - Viale Europa, 41 Tel. 049 5952177 - Fax 049 9468532 info@tipografiatrevisan.com

Stampare? È facile! San Martino di Lupari - Viale Europa, 41 Tel. 049 5952177 - Fax 049 9468532 info@tipografiatrevisan.com Stampare? È facile! San Martino di Lupari - Viale Europa, 41 Tel. 049 5952177 - Fax 049 9468532 info@tipografiatrevisan.com Impaginare? più facile di quanto credi... Devo usare il Macintosh o il PC? È

Dettagli

WNSOFT. PixBuilder. Versione 2.2 MANUALE UTENTE. Traduzione Carmelo Battaglia

WNSOFT. PixBuilder. Versione 2.2 MANUALE UTENTE. Traduzione Carmelo Battaglia WNSOFT PixBuilder Versione 2.2 MANUALE UTENTE Traduzione Carmelo Battaglia 2012 INDICE Introduzione 3 Caratteristiche 4 I livelli 5 Il Pannello Livelli 6 Raggruppare i livelli 8 Opzione "Come selezione"

Dettagli

Programma Corso Adobe Photoshop CS5. Cap. 1 L AREA DI LAVORO. Cap. 2 GESTIONE DELL IMMAGINE. Cap. 3 DIMENSIONE E RISOLUZIONE

Programma Corso Adobe Photoshop CS5. Cap. 1 L AREA DI LAVORO. Cap. 2 GESTIONE DELL IMMAGINE. Cap. 3 DIMENSIONE E RISOLUZIONE 1. L interfaccia 2. Creare e gestire le aree di lavoro. 3. Impostare le preferenze. 4. La modalità dello schermo. 1. Aprire i documenti. 2. Aggiungere info alle immagini. 3. Disporre le schede. 4. Disporre

Dettagli

Introduzione al trattamento delle immagini digitali

Introduzione al trattamento delle immagini digitali Introduzione al trattamento delle immagini digitali Istituto Pavoniano Artigianelli Trento Classe terza Marco Franceschini L avvento del Digital Imaging La sfera dell Imaging include processi di produzione

Dettagli

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale INFORMATICA Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale A.A. 2014/2015 II ANNO II SEMESTRE 2 CFU CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Dettagli

Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali

Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali Lavorare con il colore nelle immagini digitali L uso dei colori nella visione computerizzata e nella computer grafica implica l incorrere in determinate problematiche

Dettagli

Mirage 2.0. Novità in Mirage 2.0

Mirage 2.0. Novità in Mirage 2.0 Novità in Mirage 2.0 1. Regolazione della qualità dell immagine di anteprima 2. Nuove etichette definite dall utente 3. Visualizzazione del livello d inchiostro e messaggi di stato della stampante 4. Nuova

Dettagli

Il workflow e Lightroom di Aristide Torrelli. ver. 1 del 9 marzo 2009 www.aristidetorrelli.it 1 di 27

Il workflow e Lightroom di Aristide Torrelli. ver. 1 del 9 marzo 2009 www.aristidetorrelli.it 1 di 27 Il workflow e Lightroom di Aristide Torrelli ver. 1 del 9 marzo 2009 www.aristidetorrelli.it 1 di 27 I tre principi di base del workflow Fare le cose una sola volta; Fare le cose automaticamente; Essere

Dettagli

Il nostro motto: imparare divertendosi e facendo gruppo!

Il nostro motto: imparare divertendosi e facendo gruppo! Programma 2014 del Corso Pratico Intensivo di Photoshop (per Windows e Mac) in 4 lezioni, tenuto dall Ing. Informatico Massimiliano Conti, esperto docente e formatore su Photoshop, in collaborazione con

Dettagli

con Adobe Photoshop Lightroom 4.4

con Adobe Photoshop Lightroom 4.4 con Adobe Photoshop Lightroom 4.4 premesse introduttive:. la storia della "fotografia" inizia almeno 185 anni or sono e non è ancora conclusa anzi, secondo alcuni sembra che la vera "evoluzione" sia appena

Dettagli

805 Photo Printer. Guida del driver della stampante

805 Photo Printer. Guida del driver della stampante 805 Photo Printer Guida del driver della stampante Sommario Guida del driver della stampante Informazioni sul driver della stampante Funzioni del driver della stampante Informazioni sulla guida online

Dettagli

Aperture 3: luoghi, volti, pennelli

Aperture 3: luoghi, volti, pennelli Software Aperture 3: luoghi, volti, pennelli Con Aperture 3 Apple potenzia la gestione dei pennelli correttivi ed introduce la catalogazione delle immagini con il riconoscimento dei volti e del luogo di

Dettagli

GIMP (GNU Image Manipulation Program) Ricerca - Download Installazione del programma it.wikipedia.org >> ricerca GIMP >> www.gimp.

GIMP (GNU Image Manipulation Program) Ricerca - Download Installazione del programma it.wikipedia.org >> ricerca GIMP >> www.gimp. GIMP (GNU Image Manipulation Program) Ricerca - Download Installazione del programma it.wikipedia.org >> ricerca GIMP >> www.gimp.org >> area download >> Scarica: ultima versione del programma compatibile

Dettagli

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni La codifica delle Immagini Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori, infatti

Dettagli

nov 2007 www.italiagrafica.com Anno LXII 9 novembre 2007

nov 2007 www.italiagrafica.com Anno LXII 9 novembre 2007 Anno LXII 9 novembre 2007 ISSN 0021-2784 - Anno LXII - Mensile - Poste Italiane Spa - Sped. in abbon. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano - In caso di mancato

Dettagli

Andrea Tomicich ph. Web: http://www.andreatomicich.com Email: info@andreatomicich.com

Andrea Tomicich ph. Web: http://www.andreatomicich.com Email: info@andreatomicich.com Andrea Tomicich ph. Web: http://www.andreatomicich.com Email: info@andreatomicich.com Copyright Tutte le immagini ed il testo contenuto nel presente documento sono di proprietà dell'autore (Andrea Tomicich).

Dettagli

KIP 720 SISTEMA DI SCANSIONE CIS CON TECNOLOGIA AVANZATA KIP RTT (REAL TIME TRESHOLDING)

KIP 720 SISTEMA DI SCANSIONE CIS CON TECNOLOGIA AVANZATA KIP RTT (REAL TIME TRESHOLDING) KIP 720 SISTEMA DI SCANSIONE CIS CON TECNOLOGIA AVANZATA KIP RTT (REAL TIME TRESHOLDING) SISTEMA DI SCANSIONE KIP 720 Scanner per Immagini KIP 720 Lo scanner KIP 720 a colori e in bianco e nero consente

Dettagli