Progetto per lo sviluppo di siti web di promozione professionale per psicologi iscritti all Ordine degli Psicologi della regione Lombardia.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto per lo sviluppo di siti web di promozione professionale per psicologi iscritti all Ordine degli Psicologi della regione Lombardia."

Transcript

1 Progetto per lo sviluppo di siti web di promozione professionale per psicologi iscritti all Ordine degli Psicologi della regione Lombardia. di Emanuele Crosti

2 Indice PARTE 1: SITUAZIONE ED OPPORTUNITÀ... 4 CAPITOLO 1: INTRODUZIONE Internet nel CAPITOLO 2: UTILITÀ Visibilità Diffusione...9 PARTE 2: SVILUPPO DEI MODELLI...12 CAPITOLO 1: SCELTE INFORMATICHE Introduzione XHTML e CSS Caratteristiche tecniche dei siti proposti Scelte nell alberatura logica CAPITOLO 2: SCELTE GRAFICHE Impostazione grafica (dimensioni in pixel, numero di colori) Navigabilità e accessibilità PARTE 3: ANALISI DEI SINGOLI TEMPLATE...19 CAPITOLO 1: SITO A SVILUPPO ORIZZONTALE SENZA BOX CENTRALE (MODELLO 1) Interfaccia grafica Gestione dei contenuti Possibili modifiche grafiche e tipografiche CAPITOLO 2: SITO A SVILUPPO ORIZZONTALE CON BOX CENTRALE SEMITRASPARENTE (MODELLO 2) Interfaccia grafica Gestione dei contenuti Possibili modifiche grafiche e tipografiche CAPITOLO 3: SITO A SVILUPPO VERTICALE CON STRUTTURA A LIBRO (MODELLO 3) Interfaccia grafica Gestione dei contenuti Possibili modifiche grafiche e tipografiche PARTE 4: VOCI DI COSTO E CONVENZIONE...38 CAPITOLO 1: SERVIZIO DI REGISTRAZIONE E HOSTING Registrazione ed hosting Caratteristiche tecniche CAPITOLO 2: SVILUPPO SOFTWARE Adattamento grafico ai template Adattamento dei contenuti CAPITOLO 3: PROPOSTA DI CONVENZIONE Tipologie di convenzione PARTE 5: SERVIZI AGGIUNTIVI...41 CAPITOLO 1: AGGIORNAMENTO E CREAZIONE Modifiche puntuali e sostanziali CAPITOLO 2: IMPLEMENTAZIONE DEL SITO SU CMS (CONTENT MANAGEMENT SYSTEM) Caratteristiche di un CMS Da utenti a redattori Open source e CMS I vantaggi dell evoluzione PARTE 6: LE FONTI

3 CAPITOLO 1: DOCUMENTI E SITI WEB Documenti Siti web

4 PARTE 1: SITUAZIONE ED OPPORTUNITÀ Capitolo 1: Introduzione 1.1 Internet nel 2010 L ultimo rapporto Istat 2010 Cittadini e nuove tecnologie 1 è stato presentato nel dicembre 2010, e le informazioni relative sono tratte dall indagine svolta nel febbraio 2010 Aspetti della vita quotidiana Rispetto al 2009, cresce la percentuale di famiglie che possiede un computer (dal 54,3% al 57,6%), che ha l accesso ad internet (dal 47,3% al 52,4%) e che dispone di una connessione a banda larga (dal 34,5% al 43,3%). Viene ribadito che le famiglie con almeno un minorenne sono le più tecnologiche, condizione che influisce positivamente sull acquisizione di nuove tecnologie e la manifestazione di esigenze ormai considerate fondamentali (banda larga). In realtà di questo tipo si attenua il divario tecnologico riconducibile a fattori di tipo generazionale; infatti, le famiglie costituite solo da persone di 65 anni e più continuano ad essere escluse dal possesso di beni tecnologici: appena il 9,8% di esse possiede il personal computer e soltanto l 8,1% ha l accesso ad Internet. I dati diffusi da Audiweb riportano il superamento della soglia dei 23 milioni di italiani sul web, nonostante questo, in base all Connectivity Scorecard che determina i livelli di competenza tecnologica e l uso delle ICT, l Italia si colloca al 22 posto. Posizione dovuta all accresciuto divario fra le performance di connessione tra il mondo business e il mondo domestico, penalizzato dalla debole penetrazione della banda larga e dalla qualità e della velocità delle infrastrutture disponibili in ambito domestico. Le analisi di Eurisko confermano un numero compreso fra i 22 e i 24 milioni di italiani (analisi novembre 2010) che ha acceduto, anche solo occasionalmente, ad Internet: 1 Il testo integrale è scaricabile all indirizzo web: 4

5 Utenti internet in Italia Numeri in milioni Il totale si basa su una definizione di utente molto estesa.l uso frequente si riferisce a persone che dicono di essersi collegate almeno una volta negli ultimi sette giorni. *Le indicazioni per il 2010 sono proiezioni basate sui dati del primo semestre. Negli ultimi anni c è stata un evoluzione del luogo di collegamento con una crescita esponenziale dell uso da casa: Utenti internet in Italia aprile 2004 novembre 2010 Numeri in migliaia 5

6 Secondo Nielsen elaborando i dati di Audiweb si ha: Fonte: Audiweb powered by Nielsen, AW Database, luglio 2010, applicazioni internet incluse Fonte: Audiweb powered by Nielsen, AW Database, luglio 2010, applicazioni internet incluse Più in dettaglio, risultano 6 milioni (55.8%) gli uomini e 4,8 milioni (44.2%) le donne on line nel giorno medio, con una maggiore distribuzione nella fascia d'età anni (45.7%), seguita dalla fascia anni (23.3%). Il 17.5% degli utenti nel giorno medio ha meno di 25 anni e solo il 13.5% ha più di 55 anni. 6

7 Per ultimo la suddivisione geografica per bene tecnologico (estrapolazione fonti Istat - Cittadini e nuove tecnologie 2010): Famiglie per beni tecnologici posseduti e ripartizione geografica. Anni 2009 e 2010 (per 100 famiglie nella stessa zona) Ripartizione Personal computer Accesso ad internet Connessione a Connessione geografica banda stretta banda larga Italia Nord Occidentale ,6 48,4 7 36, ,8 54,6 5,6 45,5 Italia Nord Orientale ,6 50,4 7,4 35, ,6 54,3 5,3 46,6 Italia Centrale ,6 50,6 6,5 38, ,1 55,6 6,9 46,9 Italia Meridionale ,7 42,3 6,2 28, ,8 47,2 7,5 36,9 Italia Insulare ,5 42,3 4,8 30, ,5 47,3 4,7 38,1 Italia ,3 47,3 6,6 34, ,6 52,4 6,1 43,4 In particolare l accesso ad internet si distribuisce geograficamente: Accesso a internet e ripartizione geografica. Anni 2009 e 2010 (per 100 famiglie nella stessa zona) 7

8 Capitolo 2: Utilità 2.1 Visibilità Nella società post-industriale in cui ormai siamo entrati a far parte, senza fare facili moralismi, l apparire insieme all avere ha in parte sostituito l essere, sebbene una delle esigenze nata negli ultimi 20 anni sia diventata quella di essere su internet. Inizialmente la propria presenza coincideva con l avere un indirizzo mail, un qualche cosa chiocciola qualche cosa d altro punto it, net, org, com, indirizzo che non si riusciva mai a ricordare a memoria e che si sfoggiava con orgoglio tra gli amici che non erano ancora sul web. Il web, o tecnicamente il World Wide Web (abbreviato in www Rete ampia che avvolge il mondo) era chiamato cyberspace dagli appassionati di fantascienza, tradotto malamente in cyberspazio con orrore degli Accademici della Crusca Avere un indirizzo mail, da privilegio dell ambito lavorativo era diventato il lasciapassare, simbolico ma anche effettivo, utilizzato per guadagnare l accesso a internet, accesso a caro prezzo dato dai primi fornitori di connettività in Italia. Si tratta dei primi anni 90, dopo che, grazie alla geniale intuizione di Tim Berners- Lee al CERN di Ginevra, una forma di ipertesto la pagina HTML (Hyper-Text Markup Language) era diventata la base di tutti i server web di internet come lo conosciamo oggi; internet però non è solo www, diciamo che ne è solo il lato più visibile e chiacchierato Proprio l esigenza, vera o presunta, di visibilità è stata la molla alla creazione dei primi siti web, quando ancora la gente confondeva l indirizzo mail con l indirizzo del sito (tecnicamente chiamato URL Uniform Resource Locator 2 - l indirizzo univoco per un sito web.) Un sito web, dal punto di vista sociologico, può essere definito come una vetrina sul mondo, sempre aperta, sempre limpida nel bene e nel male sul contenuto che è stato caricato e su come viene presentato; da qui l importanza della forma grafica e della accessibilità: un libro interessante è valorizzato da una confezione gradevole ma se poi non si riesce a sciogliere il nodo del fiocco 2 Indirizzo che inizialmente poteva coincidere anche con il singolo server (computer) fisico, ora non è più così un server fisico può gestire moltissimi siti web. 8

9 Una caratteristica propria di internet e quindi dei siti web è l indipendenza dal tempo e dallo spazio, come viene indicato sinteticamente anytime/anywere access, quindi sempre disponibile e raggiungibile da qualunque computer (oggi anche da cellulari avanzati) collegato alla rete. I contenuti e i servizi, o le possibilità di acquistare all interno di un sito web sono, almeno parzialmente indipendenti dall intervento umano, se non per l aggiornamento o per la tempestiva riparazione in caso di malfunzionamenti, una quasi no man s land anche se, senza l uomo, non ci sarebbe stato nessun www 2.2 Diffusione La diffusione di internet nel mondo ha raggiunto e mantiene indici di crescita elevati; questo è l andamento del numero di host (server) dal : 3 Valutazioni della Internet Domain Survay (http://www.isc.org/solutions/survey ) 9

10 La curva di sviluppo negli ultimi 19 anni (fino al 2009) è riassunta in questo grafico: La tendenza ha un andamento apparentemente semplice, ma in realtà è il risultato di molti fattori diversi, in continua evoluzione. Perciò è difficile definire un modulo di sviluppo. La rete esiste da quarant anni, la prima rete Arpanet 4, creata dal Dipartimento della Difesa USA, è del La connettività globale inizia molto prima della diffusione ufficiale, il CERN ha rilasciato la tecnologia web di dominio pubblico il 30 aprile Poche decine di anni sono un periodo molto breve nella storia delle culture umane; internet ha quindi le caratteristiche (non solo quantitative) di una realtà giovane, lontana da ogni ipotizzabile fase di assestamento. La crescita comunque continua a essere veloce. La dimensione complessiva delle attività nell internet è decuplicata in dieci anni ed è raddoppiata negli ultimi quattro. Questo substrato in fermento è l ambiente ideale in cui farsi conoscere e conoscere anche professionalmente; la relazione terapeutica, il colloquio consulenziale o di selezione/assessment sono tipicamente basati sull interazione interpersonale in presenza ma a questo si può accompagnare la propria immagine pubblica sul web: un serio professionista che valorizza i propri ambiti d intervento e l ambiente in cui si svolgerà la seduta. Questo luogo è inserito in uno specifico contesto geografico, il potenziale cliente, ritrova in un ambiente spiccatamente non-spaziale come il web 4 Valide informazioni sulla storia di internet si trovano su wikipedia 10

11 le coordinate spaziali - un persona fisica in un indirizzo fisico di un professionista a cui rivolgersi. E risaputo che, specialmente nell ambito delicato dell aiuto fisico e psicologico alla persona, si arriva al professionista attraverso il passa-parola, ma la possibilità di avere la propria impressione personale, su come si presenta il professionista, può rinforzare o attenuare la motivazione di quella scelta. Certamente non si possono giudicare le capacità di uno psicologo dal relativo sito web, ma questo è comunque un biglietto da visita distribuito al mondo. 11

12 PARTE 2: SVILUPPO DEI MODELLI Capitolo 1: Scelte informatiche 1.1 Introduzione Il World Wide Web ha cambiato per sempre il modo di memorizzare, organizzare e ricercare le informazioni: esso è basato sul concetto di ipertesto, una struttura elastica e multiforme di collegamento fra informazioni. Un ipertesto consiste essenzialmente in un testo non lineare e non sequenziale, formato da documenti a loro volta composti da una collezione di nodi (frammenti di testo o altri media) connessi da collegamenti. I collegamenti hanno dovuto ovviamente superare i limiti del singolo sito e interconnettere tutti i siti del mondo che contenessero informazioni; la struttura logica di collegamento è di tipo client <---> server: un programma residente sul computer dell utente (browser) invia una richiesta di una pagina residente sul server, che a sua volta risponde inviando una pagina di informazioni in formato HTML (Hyper-Text Markup Language), che è un linguaggio di markup creato da Tim Berners-Lee al CERN di Ginevra nei primi anni 90. A Berners-Lee si deve anche la creazione del protocollo di trasferimento HTTP (Hyper-Text Transfer Protocol); da quel momento ogni pagina e ogni altra risorsa (immagini, file, ecc) può essere raggiunta con uno specifico indirizzo, o URL, che indica il protocollo da usare e il nome del server: http :// www. x. it Protocollo servizio web del server X Nome del server Estensione (nazionale o tipologica, es, com, edu,) Poi si indica il percorso all interno del server, il nome e il tipo di risorse in questione: immagini/ pippo.jpg Directory che contiene l immagine Nome dell immagine e tipo di file ( con estensione jpg) La sintassi del linguaggio HTML nel tempo ha subito numerose revisioni, ampliamenti e miglioramenti, codificati dal World Wide Web Consortium (W3C) 5 ed 5 Ente internazionale di codifica delle specifiche standard per i linguaggi utilizzati nel web (http://www.w3.org/ ) 12

13 indicate secondo la classica numerazione delle revisioni del software, l ultima versione rilasciata è la versione del 1999 (ma la 5.0 è attualmente allo stato di bozza). Un'ulteriore e importante caratteristica di HTML è che esso è stato concepito per definire il contenuto logico e non l'aspetto finale del documento. I dispositivi che possono accedere a un documento HTML sono molteplici e non sempre dotati di potenti capacità grafiche. Proprio per questo gli sviluppatori di HTML hanno optato per un linguaggio che descrivesse dal punto di vista logico, piuttosto che grafico, il contenuto dei documenti. Questo significa che non esiste alcuna garanzia che uno stesso documento venga visualizzato in ugual modo su due dispositivi. Attualmente le pagine html sono in grado di incorporare molte tecnologie che offrono la possibilità di aggiungere al documento ipertestuale controlli più ricercati sulla resa grafica, interazioni dinamiche con l'utente, animazioni interattive e contenuti multimediali, ad esempio utilizzando il concetto di fogli di stile (CSS, vedi più avanti.) 1.2 XHTML e CSS Negli anni 90 con il boom di internet nacque una serrata guerra fra Microsoft e Netscape per avere il controllo del mercato dei browser (in termini di % di diffusione e quindi di utilizzo), introducendo ad ogni nuova versione del proprio browser estensioni proprietarie rispetto all HTML ufficiale del W3C, estensioni ovviamente incompatibili con i browser concorrenti. Il W3C, proprio per evitare di dover inseguire queste modifiche arbitrarie e dover scegliere quali caratteristiche standardizzare e quali lasciare fuori dalle specifiche ufficiali, decise di creare un linguaggio di astrazione superiore all html (un metalinguaggio) che desse maggiore libertà di estendere, controllare o creare altri linguaggi, pur rimanendo in uno standard. Nel 1998 venne introdotta la versione 1.0 dell XML (extensible Markup Language) e nel 2000 nacque l'xhtml 1.0, una sorta di "ponte" tra l HTML 4.01 e l XML 1.0. Un altra delle motivazioni che hanno portato alla nascita dell XHTML è stata l apparizione sul mercato di nuovi dispositivi diversi dai tradizionali computer come i primi cellulari evoluti, dotati di risorse hardware e software non sufficienti ad interpretare il linguaggio HTML. Per sfruttare appieno le potenzialità dell'xhtml è necessario usarlo in abbinamento ai fogli di stile (CSS), in modo da scrivere un codice per pagine web in cui la 13

14 presentazione sia separata dalla struttura dei dati, cioè differenziando i contenuti veri e propri dalla formattazione ovvero l'aspetto con cui i contenuti sono mostrati all'utente. Il CSS (Cascading Style Sheets) è un linguaggio usato per definire la formattazione di documenti XHTML; l uso dei CSS evita l inserimento delle indicazioni grafiche direttamente nella pagina XHTML che provoca l appesantimento delle pagine trasmesse e il rischio di un codice confuso e non aderente agli standard. Le istruzioni CSS possono essere raccolte in un file esterno che rimane memorizzato nella memoria del browser; questo riduce ulteriormente la quantità di dati che i server devono trasmettere e permette inoltre di modificare le caratteristiche grafiche comuni (ad esempio la scelta del font per i titoli) modificando solo il file CSS di riferimento e di conseguenza evitando di modificare manualmente ogni singola pagina. 1.3 Caratteristiche tecniche dei siti proposti Esiste uno strumento di validazione (cioè di controllo sintattico) del W3C per documenti XHTML; questo non assicura tuttavia al 100% la compatibilità con tutti i browser, principalmente per limiti di questi ultimi. Teoricamente, infatti, tutti i browser dovrebbero essere conformi agli standard W3C, e quindi essere in grado di rendere i documenti su qualsiasi piattaforma. Quando una pagina è verificata utilizzando il servizio di validazione del W3C; l ente validatore restituisce una piccola icona che può essere inserita nella pagina per comprovarne la conformità allo standard. Il W3C fornisce lo stesso servizio anche per i fogli di stile CSS. I tre siti proposti sono stati programmati in XHTML 1.0 Transitional 6, tutte le pagine sono risultate valide per il codice XHTML 1.0 Transitional e sono stati validati anche i relativi tre file CSS (come CSS 3.0) 7. L icona di conformità, presente in ogni pagina, porta automaticamente allo strumento di validazione per la pagina d origine; l utente può dunque in ogni momento verificare la veridicità delle dichiarazioni del webmaster, specialmente quando vengono modificati i contenuti. 6 Vedi su Wikipedia la voce XHTML 7 All indirizzo 14

15 1.4 Scelte nell alberatura logica Nel novembre 2010 è stata compiuta una breve ricerca indicativa, per studiare quale fosse la struttura logica in alcuni siti professionali di psicologi italiani: Cv Lo Psicologo/ Deontologia/ Tariffario Ambiti/ Cosa faccio Link Utili Contatti Documenti News 100,00% 57,14% 85,71% 85,71% 100,00% 42,86% 28,57% E evidente l importanza data al proprio cv e alla facilità nell essere contattato con modalità che vanno dal semplice indirizzo mail (con il rischio di finire nelle liste di spamming) fino ad una form espressamente dedicata alla richiesta di una seduta. In molti casi viene inserito l indirizzo dello studio o una mappa interattiva. Di solito vengono indicati, e quindi valorizzati, gli ambiti d intervento del professionista e link ad associazioni di categoria o a documenti professionali, come il codice deontologico o il tariffario, se non inseriti direttamente all interno del sito. Si segnala, in alcuni casi, la presenza di aree riservate (con la necessità di una registrazione), e anche la possibilità di consulenza psicologica on line su appuntamento. Seguendo le caratteristiche del web 2.0, in cui si è superata la logica di tipo solo fruitivo e si sono sviluppati ambienti collaborativi, in alcuni siti o è stata data la possibilità agli utenti di commentare le notizie pubblicate o sono stati inserti dei blog. Da queste indicazioni si è deciso di proporre, come struttura base del sito, le seguenti sezioni: 1. Home page, con eventuale introduzione. 2. Chi sono, per il proprio cv. 3. Cosa faccio, presentazione dei propri ambiti d intervento e di specializzazione. 4. Documenti, un area dedicata alle proprie pubblicazioni e alla documentazione deontologica e professionale. 5. Link, collegamenti a siti istituzionali, siti di colleghi o a documenti ritenuti utili. 6. Contatti, una mappa interattiva dell indirizzo del professionista e una form di contatto. 15

16 Capitolo 2: Scelte grafiche 2.1 Impostazione grafica (dimensioni in pixel, numero di colori) Partendo da una ricerca di ShinyStat 8 del 2007 (l ultima trovata in rete) sulle caratteristiche tecniche degli schermi in uso da parte degli utenti italiani (dati ricavati sull'utenza anonima di siti che hanno generato un campione complessivo di visite) si era potuto notare che quella che era la risoluzione modello di 800 x 600 pixel è diventato appannaggio di una sparuta minoranza: Questi dati, risalgono a 3 anni fa e sicuramente il divario fra le risoluzioni inferiori e quelle ormai comuni come 1024 x 768 pixel è ulteriormente cresciuto. Anche per quanto riguarda il numero dei colori visualizzati del monitor (o meglio il numero di colori impostato dall utente) è passato dai ai 16 milioni, ormai accessibili a più dell'ottanta per cento dei navigatori italiani: Per queste indicazioni statistiche si è deciso di sviluppare tutti i siti ad una risoluzione di 1024 x 768 pixel con immagini o sfumature a 32 bit quindi con oltre 16 milioni di colori visualizzabili. 8 Raggiungibile al sito web: 16

17 Si ribadisce il concetto che il numero di colori, oltre che dalla caratteristiche tecniche della scheda video, dipende anche dalle scelte dell utente, nel senso che se sono stati impostati 256 colori e le immagini sono a 16 milioni di colori, si avranno degli artefatti cromatici : 16 milioni di colori 256 colori 2.2 Navigabilità e accessibilità Un sito web oltre a dover essere ricco di contenuti interessanti, frequentemente aggiornati e presentati in forma gradevole, dovrebbe avere anche una struttura logica coerente, un architettura dei contenuti che tenga conto delle esigenze dell utente e che permetta una facile navigabilità: se volessimo usare una metafora, organizzare i contenuti è come progettare le prese elettriche, gli attacchi dell acqua, del telefono e dei caloriferi in un appartamento vuoto; in un futuro saranno anche elementi poco evidenti ma influiranno sulla qualità degli spazi una volta aggiunti i mobili (i contenuti) e se tutto sarà stato progettato bene, l ambiente sembrerà pratico e funzionale senza il rischio di scomode e poco estetiche prolunghe che attraversino le stanze Un sito web dovrebbe ad esempio, permettere sempre di capire in quale ramo logico ci si trova e facilitare il ritorno in home page per ricominciare la navigazione, evitare strade senza uscita nel senso di pagine senza link di ritorno ad un livello logico superiore (se non forzando il browser a ricaricare la pagina precedente vista). Un allargamento di questo discorso riguarda l accessibilità nel web, vale a dire come favorire l uso di tecnologie internet agli utenti disabili rimuovendo le relative barriere informatiche. 17

18 Le principali difficoltà che queste persone incontrano infatti derivano da cattiva progettazione software e nell architettura dei contenuti che non permetta l uso di dispositivi hardware o software come le tastiere e i mouse utilizzati in alcune disabilità motorie. Allo stesso modo per i non vedenti non possono essere utilizzati lo screen reader, cioè un software che riproduce la sintesi vocale di quanto visualizzato o la barra Braille che traduce in codici tattili i contenuti dei testi. La legge n. 4 del 9 gennaio 2004 (Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici) costituisce un primo, importante passo per lo sviluppo di un Web che permetta a tutti di accedere alle informazioni ed ai servizi che vengono proposti. La legge, ed i successivi decreti, definiscono un insieme di regole e procedure che consentono di valutare il livello di accessibilità di un sito e conseguentemente di certificarlo. Accessibilità significa anche usabilità, cioè la capacità di un sito di esporre le informazioni in modo efficace e intuitivo. Le principali accortezza utilizzate nella fase di progettazione sono state: 1. Si sono utilizzati di font di dimensioni non inferiori ai 14 punti e di colore ben contrastato rispetto al colore di sfondo. 2. Si sono scelti caratteri molto ben disegnati, che non siano troppo sottili (light) né troppo compressi (condensed) come ad esempio l Arial, il Verdana, il Century Gothic, il Tahoma, il Bookman Old Style 3. Si è utilizzato l attributo ALT per tutte le immagini, che garantisce una descrizione testuale se l immagine non venisse visualizzata. 4. Si è fatta un accurata revisione dei testi per non lasciare acronimi non risolti o abbreviazioni troppo incomprensibili sempre per aiutare la chiarezza linguistica. 5. Si sono evitati elementi grafici in movimento, anche se le versioni più attuali dei software screen reader riescono comunque a riconoscere i testi presenti nelle animazioni. 6. Si sono evitati elementi grafici in linguaggio Flash perché non sono riconosciuti dai software utilizzati dai disabili. 7. Si sono utilizzati i fogli di stile (CSS) con cui si può esercitare un controllo più accurato sulle pagine ed eliminare codice superfluo, rendendo in tal modo più leggere e navigabili le pagine ed assicurando nello stesso tempo una piena accessibilità ai disabili. 8. Si sono inseriti nelle form di contatti una sola etichetta per ogni campo da compilare: 18

19 9. Si sono evitate musiche di sottofondo al caricamento del sito perché la musica ovviamente interferisce con la sintesi vocale, con effetti che è facile immaginare 10. Si è sempre evitato il reindirizzamento automatico di una pagina (una pagina che porta automaticamente ad un altra) o il refresh automatico della stessa pagina dopo un determinato numero di secondi. 11. Si è evitato l attributo blink a qualunque parola, attributo che rende un testo visibile ad intermittenza o comunque lampeggiante. 12. Si è evitato il testo sottolineato che potrebbe essere interpretato con un link e creare confusione al navigatore non vedente. 13. Si sono evitate le linee separatorie orizzontali che non vengono lette dagli strumenti dei disabili. Oltre allo strumento del W3C di verifica della correttezza del codice XHTML già indicato precedentemente (che comunque rileva i più comuni errori di accessibilità, come la mancanza dell attributo ALT per un immagine), esistono strumenti specifici di verifica, come lo strumento Wave (all indirizzo: ) o quello presente sul sito di ContentQuality (http://www.contentquality.com/ ). PARTE 3: ANALISI DEI SINGOLI TEMPLATE Capitolo 1: Sito a sviluppo orizzontale senza box centrale (modello 1) Indirizzo: 1.1 Interfaccia grafica Il template proposto è a sviluppo orizzontale senza box centrale. Su di una texture continua chiara ma non piatta di tipo statico si appoggia l intero sviluppo del sito: 19

20 Il menu di navigazione orizzontale è inserito in una fascia scura (in questo caso di colore nero), nell angolo alto destro è stato pensato l inserimento di un logo o di citazione o un altro componente statico presente in tutte le pagine: barra dei menu logo La sezione centrale dell homepage in questo template è stata pensata solo grafica o meglio fotografica; è comunque possibile inserire un testo verificando la correttezza del contrasto rispetto allo sfondo e quindi la relativa leggibilità. 20

21 Cromaticamente i colori caldi del tramonto e i relativi riflessi sulle mura, sono stati utilizzati per il colore dei menu e nelle pagine interne. La fotografia in home page sfuma con una banda scura semi-trasparente che si ricongiunge con la fascia nera di fondo in cui si è ripreso cromaticamente il colore dei menu: Le pagine interne hanno il titolo della sezione connotato da un leggera ombra, il colore del testo è di qualche tono più chiaro in modo che stacchi su di uno sfondo neutro: Nella sezione relativa ai documenti scaricabili, sono state inserite delle icone che rappresentano i relativi formati: Nella sezione contatti è stata integrata la mappa di Google con l indirizzo del professionista: 21

22 E presente inoltre il link per visualizzare la stessa mappa ingrandita in una pagina separata: 22

23 1.2 Gestione dei contenuti I contenuti sono inseriti in forma tabellare invisibile, centrati a sinistra, quindi con tutta la larghezza della pagina a disposizione. Utilizzando le tabelle e modificando il numero delle colonne è possibile impostare a proprio piacimento la struttura della pagina; in questo esempio si vede una tabella a due colonne, il testo nella prima e nella seconda un immagine: Se la lunghezza della pagina dovesse superare quella disponibile, vengono automaticamente inserite delle barre di scorrimento: 23

24 1.3 Possibili modifiche grafiche e tipografiche La grafica è ampiamente modificabile, ad esempio usando come texture di sfondo un foglio di carta stropicciato: La fascia in alto è pensata di un colore scuro, ma dal nero si può passare ad esempio ad un blu intenso con i colori dei menu in tonalità di azzurro: e quindi coordinare anche l immagine centrale che sfuma nella fascia di fondo: 24

25 Per quanto riguarda le pagine interne si può utilizzare uno sfondo sfumato in diagonale: Per le modifiche tipografiche è possibile variare a piacimento oltre al colore anche la grandezza e la tipologia di font, ad esempio: (Times new Roman, corpo 20) (Comic Sans MS, corpo 20) (Apple Chancery, corpo 20) 25

26 Capitolo 2: Sito a sviluppo orizzontale con box centrale semitrasparente (modello 2) Indirizzo: 2.1 Interfaccia grafica Questo template grafico è a struttura centrale con box semi-trasparente, lo sfondo è un colore piatto (in questo esempio il bianco) su cui risalta il sito grazie ad un leggera ombra: Il menu di navigazione orizzontale è inserito in una fascia semi-trasparente nel primo terzo superiore della fotografia di sfondo: 26

27 La sezione centrale dell homepage in questo template è stata pensata solo grafica o meglio fotografica; è comunque possibile inserire un testo verificando la correttezza del contrasto rispetto allo sfondo e quindi la relativa leggibilità. In questo template si è deciso, per i colori dei menu, di non riprendere i colori dell immagine principale (la gamma fulvo-arancione) ma di staccare proponendo un color vinaccia, ben contrastato sulla fascia semi-trasparente. Per quanto riguarda le pagine interne si è utilizzata la stessa fotografia opacizzata e con un ulteriore box semi trasparente si è ottenuto una zona per i contenuti, adatta sia per testi con colori chiari (ma non troppo ) che scuri: Nella sezione relativa ai documenti scaricabili, sono state inserite delle icone che rappresentano i relativi formati: 27

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità Ipertesto Reti e Web Ipertestualità e multimedialità Ipertesto: documento elettronico costituito da diverse parti: nodi parti collegate tra loro: collegamenti Navigazione: percorso tra diversi blocchi

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 1. Introduzione a Internet e al WWW Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Internet Terminologia essenziale

Internet Terminologia essenziale Internet Terminologia essenziale Che cos è Internet? Internet = grande insieme di reti di computer collegate tra loro. Rete di calcolatori = insieme di computer collegati tra loro, tramite cavo UTP cavo

Dettagli

SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004

SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004 SITI WEB DEL COMUNE DI PESARO, RAPPORTO DI CONFORMITA' AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE N.4-9 GENNAIO 2004 Le pagine del sito istituzionale e dei siti tematici del Comune di Pesaro sono state progettate

Dettagli

Conformità: Conforme; tutte le pagine sono realizzate con linguaggio XHTML 1.0 Strict.

Conformità: Conforme; tutte le pagine sono realizzate con linguaggio XHTML 1.0 Strict. Tasti di accesso rapido Al fine di migliorare l'accessibilità del sito sono stati definiti i seguenti tasti di accesso rapido, per attivare le principali funzionalità offerte: [H] = Homepage [R] = Ricerca

Dettagli

COME FUNZIONA UN SITO WEB

COME FUNZIONA UN SITO WEB 1 di 10 15/07/2013 17:01 COME FUNZIONA UN SITO WEB Internet Per comprendere meglio il funzionamento di un sito web è necessario partire da che cosa è Internet. Internet è un sistema globale di reti di

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

REQUISITO DI ACCESSIBILITA

REQUISITO DI ACCESSIBILITA ISTITUTO COMPRENSIVO Pascoli - Crispi Via Gran Priorato, 11-98121 Messina Via Monsignor D'Arrigo, 18-98122 Messina Tel/Fax. 09047030 090360037 e-mail: meic87300t@istruzione.it / meee00800r@istruzione.it

Dettagli

tratteremo di... Definizione di Internet e Web Linguaggio HTML e Siti web Statici Siti web Dinamici e codice PHP Breve accenno ai CMS Server Locale

tratteremo di... Definizione di Internet e Web Linguaggio HTML e Siti web Statici Siti web Dinamici e codice PHP Breve accenno ai CMS Server Locale LET S GO Progetto del corso Il web: introduzione ad Internet; i linguaggi digitali; siti statici e siti dinamici; i programmi CMS. Approfondimento di HTML e CSS. Web di qualità: tecniche di web writing;

Dettagli

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Reti di calcolatori Rete = sistema di collegamento tra vari calcolatori che consente lo scambio di dati e la cooperazione Ogni calcolatore e un nodo, con un suo indirizzo di rete Storia:

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 Copyright 2010 The European Computer Driving Licence Foundation Ltd. Tutti I diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta

Dettagli

Verifica di Accessibilità del sito www.aots.sanita.fvg.it

Verifica di Accessibilità del sito www.aots.sanita.fvg.it Verifica di Accessibilità del sito www.aots.sanita.fvg.it NOTE: Verifica effettuata in base ai requisiti descritti nell allegato A del Decreto Ministeriale 8 luglio 2005, ai sensi della legge n.4 del 9

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza I riferimenti riguardano quanto indicato nelle Recommendation del World Wide Web Consortium (W3C) ed in particolare in quelle

Dettagli

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo 1 I Principali Servizi del Protocollo Applicativo Servizi offerti In questa lezione verranno esaminati i seguenti servizi: FTP DNS HTTP 2 3 File Transfer Protocol Il trasferimento di file consente la trasmissione

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

Dichiarazione di Accessibilità

Dichiarazione di Accessibilità Dichiarazione di Accessibilità Il sito web del comune è stato progettato e realizzato con particolare attenzione a quanto prescritto dalla Legge 4/2004 (cosiddetta Legge Stanca ), contenente "Disposizioni

Dettagli

Sistemi Informativi di relazione - Internet

Sistemi Informativi di relazione - Internet Sistemi Informativi di relazione - Internet Obiettivi. Presentare i concetti base di Internet. Illustrare l evoluzione storica di Internet. Familiarizzare con gli elementi fondamentali di Internet: Il

Dettagli

Dichiarazione di Accessibilità

Dichiarazione di Accessibilità Dichiarazione di Accessibilità Requisito n. 1 : Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet

système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet Non solo un CMS (Content Management System) Gestire i contenuti è un compito che molti software svolgono egregiamente. Gestire

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO. Provincia di Ferrara. Settore III Servizio Finanziario e Partecipate. Servizio Informatico Ufficio CED

COMUNE DI COMACCHIO. Provincia di Ferrara. Settore III Servizio Finanziario e Partecipate. Servizio Informatico Ufficio CED COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Settore III Servizio Finanziario e Partecipate Servizio Informatico Ufficio CED Accessibilità L'accessibilità di un sito web è il frutto di un insieme di tecniche

Dettagli

Accessibilità sito internet dell Ente e obiettivi anno 2014 e seguenti

Accessibilità sito internet dell Ente e obiettivi anno 2014 e seguenti COMUNE DI GALLARATE Settore Risorse Economiche e Finanziarie Centro Elaborazione Dati Accessibilità sito internet dell Ente e obiettivi anno 2014 e seguenti Dichiarazione di accessibilità Il sito del Comune

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. WebEditing. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. WebEditing. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WebEditing Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard WebEditing. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

A cura di.denis Celotti.. Installazione. Linguaggio specifico e primi passi con wordpress

A cura di.denis Celotti.. Installazione. Linguaggio specifico e primi passi con wordpress A cura di.denis Celotti.. 02/05/2012 Installazione Linguaggio specifico e primi passi con wordpress In breve Conoscere il significato di hosting, database, dominio e template Saper identificare e utilizzare

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Internet Web!" Il web è solo uno degli aspetti di internet." In particolare, chiamiamo web tutta l informazione che riusciamo a ottenere collegandoci ad

Dettagli

Andrea Vaccari. Il mio sito CREARE UN SITO WEB PARTENDO DA ZERO VOLUME 1. Estratto. I linguaggi HTML e CSS e il Design Responsivo.

Andrea Vaccari. Il mio sito CREARE UN SITO WEB PARTENDO DA ZERO VOLUME 1. Estratto. I linguaggi HTML e CSS e il Design Responsivo. Andrea Vaccari Il mio sito CREARE UN SITO WEB PARTENDO DA ZERO VOLUME 1 Estratto I linguaggi HTML e CSS e il Design Responsivo Informatica Andrea Vaccari: Il mio sito - Creare un sito web partendo da zero.

Dettagli

SIAGAS Manuale Utente Utente non autenticato

SIAGAS Manuale Utente Utente non autenticato SIAGAS Manuale Utente Utente non autenticato 27 marzo 2007 v.1.7 SIAGAS: Manuale Utente: utente non autenticato 1/10 1 Introduzione 1.1 Destinatario del prodotto SIAGAS è uno Sportello Informativo per

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

HTML 1. HyperText Markup Language

HTML 1. HyperText Markup Language HTML 1 HyperText Markup Language Introduzione ad HTML Documenti HTML Tag di markup Formattazione del testo Collegamenti ipertestuali Immagini Tabelle Form in linea (moduli) Tecnologie di Sviluppo per il

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base Linguaggio HTML C.M.S. JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: LaMiassociazione.it

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina Vigevano - 19/02/2007 1 Cos è un CMS I CMS sono sistemi software che consentono di creare e gestire un sito web direttamente dal Browser, in modo semplice ed immediato. Caratteristica dei CMS è quella

Dettagli

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab HTML SITI WEB FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab INTERNET Generalmente Internet è definita la rete delle

Dettagli

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4)

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) Architettura del WWW World Wide Web Sintesi dei livelli di rete Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) - Connessione fisica - Trasmissione dei pacchetti ( IP ) - Affidabilità della comunicazione

Dettagli

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 1 Internet è una rete che collega centinaia di milioni di computer in tutto il mondo 2 Le connessioni sono dei tipi più disparati;

Dettagli

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI DOMAIN NAME SYSTEM: ESEMPIO www.unical.it 160.97.4.100 100 host 160.97.29.5 dominio i di II livelloll dominio di (organizzazione: università) I livello (nazione) www.deis.unical.it

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Introduzione al Web WWW World Wide Web CdL Economia A.A. 2012/2013 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : WWW >> Sommario Sommario 2 n World

Dettagli

Alcune semplici definizioni

Alcune semplici definizioni Alcune semplici definizioni Un CMS (Content management system), in italiano Sistema di gestione dei contenuti è uno strumento software che si installa generalmente su un server web, il cui compito è facilitare

Dettagli

Un po di storia: la rete

Un po di storia: la rete Gabriella Pasi Università degli Studi di Milano Bicocca Il Web e i Motori di ricerca Un po di storia: la rete Metà degli anni 60: nasce ARPANET Fine anni 60: standardizzazione dei protocolli Anni 70: la

Dettagli

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%.

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. La capacità di una rete, ovvero il volume di traffico che è in grado di trasmettere, dipende dalla larghezza

Dettagli

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web Il World Wide Web Il Web Claudio Fornaro ver. 1.3 1 Il World Wide Web (ragnatela di estensione mondiale) o WWW o Web è un sistema di documenti ipertestuali collegati tra loro attraverso Internet Attraverso

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

Costruzione di un sito web - HTML

Costruzione di un sito web - HTML Costruzione di un sito web - HTML Obiettivi. Presentare le caratteristiche di un sito Web ed i concetti base per la sua costruzione: fasi di realizzazione e linguaggio HTML. Illustrare gli elementi fondamentali

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Internet!2 Introduzione Internet è una rete di calcolatori che collega elaboratori situati

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Architettura client-server

Architettura client-server Architettura client-server In un architettura client-server ci sono due calcolatori connessi alla rete: un client che sottopone richieste al server un server in grado di rispondere alle richieste formulate

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 COMUNE DI MONTEVARCHI Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 27/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi di accessibilità

Dettagli

Internet e le reti locali

Internet e le reti locali Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia SVILUPPO INTERCULTURALE DEI SISTEMI TURISTICI SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGIE WEB PER IL TURISMO - 1 a.a. 2012/2013 Section 1 Preliminari Calcolare e comunicare

Dettagli

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Università del Tempo Libero Caravaggio INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Prof. Roberto Foglia roberto.fogl@tiscali.it 21 gennaio 2016 COS È INTERNET È una rete di composta da migliaia di reti di computer

Dettagli

Manuali.net. Nevio Martini

Manuali.net. Nevio Martini Manuali.net Corso base per la gestione di Siti Web Nevio Martini 2009 Il Linguaggio HTML 1 parte Introduzione Internet è un fenomeno in continua espansione e non accenna a rallentare, anzi è in permanente

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Università della Svizzera italiana

Università della Svizzera italiana Università della Svizzera italiana Il sito dell Università della Svizzera italiana e l accessibilità Vs.1.0 11 / 12 / 2007 TEC-LAB WEB-SERVICE 1. INTRODUZIONE Avere accesso al web, per un utente disabile,

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Ipertesto, navigazione e cenni HTML. Lezione Informatica I CLAWEB

Ipertesto, navigazione e cenni HTML. Lezione Informatica I CLAWEB Ipertesto, navigazione e cenni HTML Lezione Informatica I CLAWEB 1 Il concetto di Ipertesto (1/2) Definizione: Modello testuale in cui le diverse unità di contenuti non sono articolate secondo un ordine

Dettagli

INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE

INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE INTRODUZIONE: ALL INCLUSIVE è l insieme di servizi, strumenti e tecniche che rendono un sito web accessibile e ottimizzato per assicurare che venga rinvenuto nelle prime posizioni sui motori di ricerca.

Dettagli

Unitre Pavia a.a. 2015-2016

Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Navigare in Internet (Storia e introduzione generale) (Prima lezione) Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto ci vuole un computer. (Legge di Murphy - Quinta legge dell'inattendibilità)

Dettagli

Corso Joomla per ATAB

Corso Joomla per ATAB Corso Joomla per ATAB Cos'è un Content Management System Joomla non è un prodotto ma è un progetto. Nato nel settembre 2005 CMS (Content management system) letteralmente significa "Sistema di gestione

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

Come leggere ed interpretare la letteratura scientifica e fornire al pubblico informazioni appropriate sui farmaci

Come leggere ed interpretare la letteratura scientifica e fornire al pubblico informazioni appropriate sui farmaci Come leggere ed interpretare la letteratura scientifica e fornire al pubblico informazioni appropriate sui farmaci I motori di ricerca in internet: cosa sono e come funzionano Roberto Ricci, Servizio Sistema

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita Organizzazione distribuita Il messaggio viene organizzato in pacchetti dal calcolatore sorgente. Il calcolatore sorgente instrada i pacchetti inviandoli ad un calcolatore a cui è direttamente connesso.

Dettagli

Lista dei punti di controllo per l accessibilità

Lista dei punti di controllo per l accessibilità Lista dei punti di controllo per l accessibilità Parte Prima Punti di controllo obbligatori Aa. In generale 3 Per ogni elemento non di testo è fornito un equivalente testuale (per esempio, mediante "alt",

Dettagli

Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa

Oreste Signore, <oreste@w3.org> Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa http://www.w3c.it/education/2012/upra/basicinternet/#(1) 1 of 16 Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa Master in Comunicazione

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano Internet e il Web 1 Internet Internet è un insieme di reti informatiche collegate tra loro in tutto il mondo. Tramite una

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2013

Obiettivi di accessibilità per l anno 2013 Comune di Brunate Obiettivi di accessibilità per l anno 2013 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 31/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi di accessibilità

Dettagli

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro Applicazioni delle reti Dalla posta elettronica al telelavoro Servizi su Internet La presenza di una infrastruttura tecnologica che permette la comunicazione tra computer a distanze geografiche, ha fatto

Dettagli

LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB

LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB 1 Content Management System (CMS) Software (web based) dedicati alla gestione di un sito web: portali, siti aziendali, intranet, blog, Wiki L obiettivo è consentire

Dettagli

Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti. I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo

Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti. I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo 1 I sistemi CMS e un introduzione a Joomla! In questo capitolo Su Internet, oggi, se il vostro sito Web non è dotato di funzionalità ricche o contenuti aggiornati, è svantaggiato. L idea di potenziare

Dettagli

Accessibilità del sito web del Comune di Triggiano

Accessibilità del sito web del Comune di Triggiano Accessibilità del sito web del Comune di Triggiano Il Comune di Triggiano, già attento nella precedente versione del suo sito web al tema dell'accessibilità delle informazioni, ha riprogrammato tutte le

Dettagli

Dichiarazione di Accessibilità

Dichiarazione di Accessibilità Dichiarazione di Accessibilità Requisito n. 1 Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili

Dettagli

Sistemi Informativi e Servizi in Rete

Sistemi Informativi e Servizi in Rete Sistemi Informativi e Servizi in Rete prof. V. De Antonellis Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università di Brescia valeria.deantonellis@ing.unibs.it Materiale del corso Sito web: www.ing.unibs.it/~deantone/

Dettagli

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente lo strumento di riferimento

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Reti di Calcolatori Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Principi

Dettagli

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI 1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET: RETE ARPANET:collegava computer geograficamente distanti per esigenze MILITARI, poi l uso venne esteso alle UNIVERSITA ed in seguitoatuttiglialtri.

Dettagli

Modulo 7: RETI INFORMATICHE

Modulo 7: RETI INFORMATICHE Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Modulo 7: RETI INFORMATICHE Il modulo 7 della Patente europea del computer si divide in due parti:

Dettagli

SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA

SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA Servizio grafica STAMPERIA Le tariffe per l anno 2007, oltre ad IVA, sono determinate come segue: ESERCIZIO 2007 Materiale di consumo Addebito dei

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Indice. 4. Logica booleana... 35 4.1 Logica booleana... 35

Indice. 4. Logica booleana... 35 4.1 Logica booleana... 35 Indice NOZIONI DI BASE 1. Macchine per risolvere problemi...3 1.1 Problema, algoritmo, esecutore...3 1.2 L elaboratore...3 1.4 Compilatori/Interpreti...8 Esercizi... 12 2. Il sistema operativo... 13 2.1

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO

David Coen. Consulenza di immagine commerciale. Pagina web: davidcoen.altervista.org. Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen Consulenza di immagine commerciale Pagina web: davidcoen.altervista.org Pagina Facebook: David Coen FOTOGRAFO David Coen, consulenza di immagine commerciale 2 David Coen - Consulenza di immagine

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari INTERNET Internet, cioè la rete di interconnessione tra calcolatori, è uno dei pochi prodotti positivi della guerra fredda. A metà degli anni sessanta il Dipartimento della difesa USA finanziò lo studio

Dettagli

Verifica tecnica accessibilità

Verifica tecnica accessibilità Verifica tecnica accessibilità Realizzato secondo il modello predisposto dal CNIPA per i soggetti di cui all articolo 3, comma 1, della legge 9 gennaio 2004, n. 4 Soggetto interessato: Comune di San Mauro

Dettagli

SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA

SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA SETTORE G2: COMUNICAZIONE, UFFICIO STAMPA, RETE CIVICA Servizio grafica STAMPERIA Le tariffe per l anno 2006, oltre ad IVA, sono determinate come segue: ESERCIZIO 2006 Materiale di consumo Addebito dei

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

Internet e World Wide Web

Internet e World Wide Web Alfonso Miola Internet e World Wide Web Dispensa C-02 Settembre 2005 1 Nota bene Il presente materiale didattico è derivato dalla dispensa prodotta da Luca Cabibbo Dip. Informatica e Automazione Università

Dettagli