F. Blanchini # D. Casagrande * P. Gardonio * S. Miani

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F. Blanchini # D. Casagrande * P. Gardonio * S. Miani"

Transcript

1 AUTOMATICA.IT Convegno Annuale dei Docenti e Ricercaori Italiani in Automatica Pisa, 7-9 settembre 2011 CONSTANT AND SWITCHING GAINS IN SEMI ACTIVE DAMPING OF VIBRATING STRUCTURES F. Blanchini # D. Casagrande * P. Gardonio * S. Miani * # Dipartimento di Matematica e Informatica, Università di Udine * Dipartimento di Ingegneria Elettrica Gestionale Meccanica, Università diudine

2 SOMMARIO Breve introduzione storica Controllo attivo del rumore 1) Controllo feed-forward f d rumore trasmesso attraverso tubo di ventilazione i 2) Controllo feed-forward rumore tonale in cabina aerei ad elica Controllo attivo vibro-acustico 1) Controllo attivo in retroazione di tipo ASAC 2) Controllo attivo deccentralizzato in retroazione di tipo AVC Sistemi decentralizzati 1) Smorzatore semiattivo ottimo: criterio H 2) Confronto smorzatori con guagagno fisso e switching min/max

3 1936 Invenzione dell Active Noise Control Copia della prima pagina del brevetto presentato da Paul Leug nel 1936 in Germania

4 Rumore misurato all uscita del tubo Esperimento allestito presso il DIEGM di UniUD per il progetto SASCAR Finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con fondi POR-FESR

5 Filtered-x. LMS & Filtered-u RLMS algorithms (both using 2x512 coefficients) 0 2 khz No control With control (LMS FIR) With control (rlms IIR) No control With control (LMS FIR) With control (rlms IIR)

6 COMPLESSITÀ DEL SISTEMA DI CONTROLLO Cavità m 3 1-canale ω c = ω 1 5-canali ω c = 3ω 1 20-canali ω c = 5ω 1

7 COMPLESSITÀ DEL SISTEMA DI CONTROLLO Sovrapposizione Modale: Numero di modi eccitato in modo significativo alla frequenza di eccitazione

8 Q400 Aircraft with Active Noise Vibration Control system Sistema feed-forward multicanale per il controllo del rumore tonale prodotto dalle eliche di propulsione

9 Active Active Noise Noise Vibration Control Control feed-forward feed-forward systems systems (ANVC) (ANC) Controllo disturbi tonali

10 Controllo tipico di un sistema ANVC Controllore digitale multicanale centralizzato che utilizza 48 attuatori e 72 sensori distribuiti all interno della cabina

11 COMPLESSITÀ DEL SISTEMA DI CONTROLLO 1 mm thick aluminium panel m 2 Sovrapposizione Modale: Numero di modi eccitato in modo significativo alla frequenza di eccitazione

12 Active Structural Acoustic Control feedback systems (ASAC) Disturbi aerodinanmici di tipo stocastico con spettro a banda larga multi-channel l centralised controller

13 Active Structural Acoustic Control feedback systems (ASAC) Disturbi aerodinanmici di tipo stocastico con spettro a banda larga Controllore a canale singolo

14 SMART PANEL con sensore volumetrico di velocità e attuatore di pressione uniforme trasduttori piezoelettrici

15 Active Vibration Control feedback systems (AVC) Disturbi aerodinanmici di tipo stocastico con spettro a banda larga multi-channel l decentralised d controller

16 Active Vibration Control feedback systems (AVC) Disturbi aerodinanmici di tipo stocastico con spettro a banda larga controllore multicanele l decentralizzato t

17 Retroazione di velocità: i.e. Smorzamento attivo Se sensore attuatore 1) Collocati 2) Duali L anello di retroazione è incondizionatamente stabile

18 Smart Panel con 5 unità decentralizzae di controllo che usano attuatori inerziali elettrodinamici

19 MEMS Velocity Sensor MEMS prototype built at ECS University of Southampton

20 IMPLEMENTATION OF THE Test DECENTRALISED Sperimentali CONTROLLER: anechoic chamber tests Measured sound pressure per unit excitation of the shaker on the panel Velocità media del pannello 0 2 khz Potenza sonora generata No control system (blue line) With the decentralised velocity feedback (red line)

21 Smart Panel con 16 unità decentralizzate di controllo che usano attuatori piezoelettrici

22 IMPLEMENTATION OF THE Test DECENTRALISED Sperimentali CONTROLLER: anechoic chamber tests Measured sound pressure per unit excitation of the shaker on the panel Velocità media del pannello 0 2 khz Potenza sonora generata No control system (blue line) With the decentralised velocity feedback (red line)

23 Esistenza di un minimo globale per l energia cinetica Dimostrata Analiticamente Criterio H Verificata numericamente e sperimentalmente per sistema distribuito piastra Sistemi distribuiti: norme H e H 2 sono simili

24 Confronto tra guadagno costante e switching m 2 k 2 g m 1 k 1 w z Impulse Response Amplitude H [db] Constant Markov Time (sec) state switching Markov switching

25 Conclusioni Sistemi feed-forward ANC per il controllo del rumore interno buona conoscenza della fisica del sistema e degli algoritmi di controllo commercializzazione i di applicazioni i i Limiti pratici dovuti al numero di canali (sensori-attuatori) necessari per controllo ad alte frequenze work in progress per sviluppo di sistemi multi-funzione e non invasivi buona conoscenza della fisica del sistema Sistemi feedback ASAC e AVC controllo decentralizzato offre soluzioni semplici e pratiche con prestazioni paragonabili a quelle multicanale work in progress per a) miniaturizzazione b) autoalimentazione c) self-tuning d) multifunctioning

TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I VELIVOLI DI NUOVA GENERAZIONE

TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I VELIVOLI DI NUOVA GENERAZIONE TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I VELIVOLI DI NUOVA GENERAZIONE Active Noise Control 3 Incontro - Napoli, 25 Ottobre 2014 Ignazio Dimino Centro Italiano Ricerche Aerospaziali Scuola Politecnica e delle Scienze

Dettagli

stazione sismica Sistema di rilevazione e archiviazione dei segnali sismici PDF created with pdffactory Pro trial version www.pdffactory.

stazione sismica Sistema di rilevazione e archiviazione dei segnali sismici PDF created with pdffactory Pro trial version www.pdffactory. stazione sismica Sistema di rilevazione e archiviazione dei segnali sismici 1 Schema di una stazione sismica D POWER Display keyboard S ADC CPU I/O DRIVE CLOCK S POWER ADC CPU I/O CLOCK D sensore alimentazione

Dettagli

http://www.spectra.it/

http://www.spectra.it/ La mappatura del campo sonoro prospicente una sorgente sonora, è la soluzione più semplice ed intuitiva per ottimizzare ogni tipo di intervento acustico. La tecnica della mappatura acustica è proposta

Dettagli

IL PROBLEMA DEL RUMORE DEGLI IMPIANTI NEGLI EDIFICI. PARTE 3: ESEMPIO APPLICATIVO DELLA NORMA EN 15657-1

IL PROBLEMA DEL RUMORE DEGLI IMPIANTI NEGLI EDIFICI. PARTE 3: ESEMPIO APPLICATIVO DELLA NORMA EN 15657-1 2 Convention Nazionale del Gruppo di Acustica Edilizia L evoluzione e l armonizzazione delle norme italiane ed europee sulla protezione acustica degli edifici Firenze dicembre 200 IL PROBLEMA DEL RUMORE

Dettagli

Cap 12 12 -- Misure di vi braz di vi ioni

Cap 12 12 -- Misure di vi braz di vi ioni Cap 12 - Misure di vibrazioni Le vibrazioni sono poi da sempre uno strumento di diagnostica di macchine e sistemi meccanici 1 Le direttive CEE 89/392/CEE, 91/368/CEE, 93/44/CEE e 93/68/CEE, obbliga tutti

Dettagli

Contro il rumore. Sicurezza. Efficacia di un sistema a controllo attivo del rumore su una trattrice cingolata. 8 aprile 2015 61

Contro il rumore. Sicurezza. Efficacia di un sistema a controllo attivo del rumore su una trattrice cingolata. 8 aprile 2015 61 Sicurezza Contro il rumore Daniele Pochi Roberto Fanigliuolo Lindoro Del Duca Laura Fornaciari Renato Grilli Pietro Nataletti Efficacia di un sistema a controllo attivo del rumore su una trattrice cingolata.

Dettagli

REGOLATORI STANDARD PID

REGOLATORI STANDARD PID CONTROLLI AUTOMATICI Ingegneria Gestionale http://www.automazione.ingre.unimore.it/pages/corsi/controlliautomaticigestionale.htm REGOLATORI STANDARD PID Ing. Federica Grossi Tel. 059 2056333 e-mail: federica.grossi@unimore.it

Dettagli

L'automazione nei processi industriali

L'automazione nei processi industriali L'automazione nei processi industriali Un processo industriale è l insieme delle operazioni che concorrono a trasformare le caratteristiche e le proprietà di materiali, tipi di energia e/o informazioni

Dettagli

D.P.C.M 5.12.97 Requisiti acustici passivi degli edifici IMPIANTI TECNOLOGICI

D.P.C.M 5.12.97 Requisiti acustici passivi degli edifici IMPIANTI TECNOLOGICI D.P.C.M 5.12.97 Requisiti acustici passivi degli edifici IMPIANTI TECNOLOGICI 1 Livello max di rumore imp. a funzionamento discontinuo L ASmax 35 35 35 35 L ASmax Gli impianti a funzionamento DISCONTINUO

Dettagli

Computer Integrated Manufacturing

Computer Integrated Manufacturing Computer Integrated Manufacturing Sistemi per l automazione industriale Ing. Stefano MAGGI Dipartimento di Elettrotecnica Politecnico di Milano lunedì 10 novembre 2008 Contenuti Il processo e l impianto

Dettagli

Si possono ovviamente dare vari casi. A titolo di esempio consideriamo alcuni casi possibili:

Si possono ovviamente dare vari casi. A titolo di esempio consideriamo alcuni casi possibili: V FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA INFORMATICA (SEDE DI COMO) REGOLE PER IL PASSAGGIO DAL VECCHIO ORDINAMENTO AL NUOVO ORDINAMENTO Novembre 2004 Studenti del Corso di Laurea V.O. Il

Dettagli

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici I parametri acustici per la Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici. Il decreto : DPCM 05-12-1997 si prefigge di: migliorare la qualità

Dettagli

Fondamenti di Automatica

Fondamenti di Automatica Fondamenti di Automatica Funzioni di trasferimento: robustezza e prestazioni Dott. Ing. Marcello Bonfè Dipartimento di Ingegneria - Università di Ferrara Tel. +39 0532 974839 E-mail: marcello.bonfe@unife.it

Dettagli

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO PIANO DI LAVORO CLASSE 5 ES A.S. 2014-2015 MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO INS. TECNICO-PRATICO: PROF. BARONI MAURIZIO MODULO 1: ALGEBRA DEGLI SCHEMI A BLOCCHI

Dettagli

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Relatore: Candidata: Chiar.mo Prof. Ing. PAOLO TARTARINI Corniani

Dettagli

Costruzioni Constructions. Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010

Costruzioni Constructions. Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010 Costruzioni Constructions Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010 1 VAWA panel partition + plasterboard lining Veneziani Acell S.r.l. Via delle Groane 126 I-20024 Garbagnate Milanese (MI) UNI EN ISO

Dettagli

Diagnostica sui compressori alternativi

Diagnostica sui compressori alternativi Diagnostica sui compressori alternativi Diagnostica sui compressori alternativi Diagnostica sui compressori alternativi La diagnostica dei compressori alternativi consente di verificare lo stato di salute

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Obiettivi Specifici d Apprendimento Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 99 Gestione di progetto 132 99 *Tecnologie informatiche e

Dettagli

Controllo di velocità angolare di un motore in CC

Controllo di velocità angolare di un motore in CC Controllo di velocità angolare di un motore in CC Descrizione generale Il processo è composto da un motore in corrente continua, un sistema di riduzione, una dinamo tachimetrica ed un sistema di visualizzazione.

Dettagli

Quanto Udiamo In Esterni Silenziosi

Quanto Udiamo In Esterni Silenziosi 3 giugno 2015 L inquinamento acustico a Torino: analisi, soluzioni e problematiche aperte CONVEGNO ARPA PIEMONTE/CITTA DI TORINO Relatori: Dott. Alessandro Falcone (WPWEB SRL) Ing. Franco Bertellino (MICROBEL

Dettagli

INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA

INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA C. Buratti,

Dettagli

Automazione Industriale

Automazione Industriale Politecnico di Milano Prof. Luca Ferrarini Tel. 02-2399-3672 e-mail luca.ferrarini@polimi.it http://www.elet.polimi.it/upload/ferrarin/ miai2004/corso.html 1 Orario del corso Lunedì 8.15-10.15 T.1.1 Martedì

Dettagli

Università degli Studi di L Aquila SEMINARIO 12/01/06

Università degli Studi di L Aquila SEMINARIO 12/01/06 Università degli Studi di L Aquila Dipartimento di Ingegneria delle Strutture delle Acque e del Terreno SEMINARIO 12/1/6 SISTEMI DINAMICI MECCANO-ELETTRICI IN REGIME LINEARE E NON LINEARE: MODELLI, SIMULAZIONI,

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Hermes Giberti Politecnico di Milano u robotica u La progettazione di un sistema automatico richiede una collaborazione sinergica tra le

Dettagli

BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI. Bonifica acustica_moduloj1_rev_3_10_03

BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI. Bonifica acustica_moduloj1_rev_3_10_03 BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI La potenza sonora che viene generata dall urto è proporzionale all energia a cinetica che possiede il corpo in movimento al momento dell urto; ; di conseguenza essa è

Dettagli

Analisi dei sistemi di controllo a segnali campionati

Analisi dei sistemi di controllo a segnali campionati Analisi dei sistemi di controllo a segnali campionati Sistemi di controllo (già analizzati) Tempo continuo (trasformata di Laplace / analisi in frequenza) C(s) controllore analogico impianto attuatori

Dettagli

Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint

Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint Overview Modellizzazione e progetto di controllo Simulazione e tuning Estensione del concetto di controllo di sistema LabVIEW Real-Time Controllo discretizzato

Dettagli

Indice. Capitolo 1: Introduzione 1 1.1 Premessa 2 1.2 Scopi 3 1.3 Organizzazione del lavoro 4

Indice. Capitolo 1: Introduzione 1 1.1 Premessa 2 1.2 Scopi 3 1.3 Organizzazione del lavoro 4 dei capitoli Capitolo 1: Introduzione 1 1.1 Premessa 2 1.2 Scopi 3 1.3 Organizzazione del lavoro 4 Capitolo 2: Analisi sperimentale 6 2.1 Metodi di analisi sperimentale 7 2.2 Monitoraggio strutturale 9

Dettagli

01 - CENTRALI ANTINCENDIO

01 - CENTRALI ANTINCENDIO 01 - CENTRALI ANTINCENDIO CENTRALE ANTINCENDIO CONVENZIONALE 2 LOOP Centrale antincendio a microprocessore 2 zone non espandibile. Uscite programmabili: 2 uscite supervisionate per sirene, 2 uscite relè

Dettagli

Scuola di Ingegneria Industriale e dell Informazione Corso di Studi in Ingegneria Informatica Allievi con cognome da E(incluso) a P(escluso)

Scuola di Ingegneria Industriale e dell Informazione Corso di Studi in Ingegneria Informatica Allievi con cognome da E(incluso) a P(escluso) Introduzione al corso Fondamenti di Automatica Scuola di Ingegneria Industriale e dell Informazione Corso di Studi in Ingegneria Informatica Allievi con cognome da E(incluso) a P(escluso) Informazioni

Dettagli

IMRAK 610 Armadio per piccole e medie installazioni

IMRAK 610 Armadio per piccole e medie installazioni Armadio per piccole e medie installazioni 1 2 Sommario Specifiche materiali Copertura superiore: acciaio 1.2 mm Copertura inferiore: acciaio 1.2 mm Chiusura passaggio cavi: acciaio 1.2 mm Porta in vetro:

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza. INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza. INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica Tel. 0331635718 INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica OPZIONE apparati,impianti e servizi tecnici industriali e civili DISCIPLINA: tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione PIANO DELLE

Dettagli

100% 100% elettrici 100% rispetto. 0% fumi gas di scarico 0% rumore. pannelli radianti surya eccezionali per l essiccazione

100% 100% elettrici 100% rispetto. 0% fumi gas di scarico 0% rumore. pannelli radianti surya eccezionali per l essiccazione pannelli radianti surya eccezionali per l essiccazione 100% già predisposti per cabine vecchie e nuove 100% elettrici 100% rispetto dell ambiente 0% fumi gas di scarico 0% rumore RIDUZIONE dei TEMPI di

Dettagli

9. Strumenti CAD per l analisi e la sintesi di sistemi di controllo.

9. Strumenti CAD per l analisi e la sintesi di sistemi di controllo. CORSO DI PROGETTO DEI SISTEMI DI CONTROLLO 1. Introduzione. 2. Sistemi e modelli. 3. Analisi frequenziale dei sistemi lineari. 4. Criteri di stabilità dei sistemi in retroazione. 5. Luogo delle radici.

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 12 /09 /2015 Pag. 1 di 4. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2015 / 16 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 12 /09 /2015 Pag. 1 di 4. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. 2015 / 16 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 12 /09 /2015 Pag. 1 di 4 INDIRIZZO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTE / I CLASSE / I MECCANICA e MECCATRONICA ELETTRONICA LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

REGOLATORI STANDARD PID

REGOLATORI STANDARD PID SISTEMI DI CONTROLLO Ingegneria Meccanica e Ingegneria del Veicolo http://www.dii.unimore.it/~lbiagiotti/sistemicontrollo.html Regolatore Proporzionale, Integrale, Derivativo - PID Tre azioni di combinate

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Specializzazioni: Elettronica e Telecomunicazioni Elettrotecnica - Informatica Modesto Panetti

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Specializzazioni: Elettronica e Telecomunicazioni Elettrotecnica - Informatica Modesto Panetti ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Specializzazioni: Elettronica e Telecomunicazioni Elettrotecnica - Informatica Modesto Panetti BARI Via Re David 186 - Tel : 080/5425512 080/5560840 Anno Scolastico : 2009/2010

Dettagli

Misura, raccolta, presentazione e analisi dati remotizzata e distribuita dei consumi energetici

Misura, raccolta, presentazione e analisi dati remotizzata e distribuita dei consumi energetici Misura, raccolta, presentazione e analisi dati remotizzata e distribuita dei consumi energetici Relatori: Prof. Alessandro Ferrero Prof. Dario Petri Ing. Stefano Longoni INTRODUZIONE AL MONITORAGGIO DEI

Dettagli

MURATURA RINFORZATA CON SRG: PROVE SU TAVOLA VIBRANTE CON MISURA DEGLI SPOSTAMENTI TRAMITE SISTEMA OTTICO 3D

MURATURA RINFORZATA CON SRG: PROVE SU TAVOLA VIBRANTE CON MISURA DEGLI SPOSTAMENTI TRAMITE SISTEMA OTTICO 3D MURATURA RINFORZATA CON SRG: PROVE SU TAVOLA VIBRANTE CON MISURA DEGLI SPOSTAMENTI TRAMITE SISTEMA OTTICO 3D G. De Canio 1, M. Mongelli 2, A. Giocoli 3, I. Roselli 4, G. De Felice 5, S. De Santis 6 1,2,3,4

Dettagli

MONITORAGGIO. Sistemi e strumenti di misura EDAX 24 SYSTEM > UNITÀ REMOTA DI ACQUISIZIONE PER RETI SISMICHE E/O ACCELEROMETRICHE FINO A 6 CANALI

MONITORAGGIO. Sistemi e strumenti di misura EDAX 24 SYSTEM > UNITÀ REMOTA DI ACQUISIZIONE PER RETI SISMICHE E/O ACCELEROMETRICHE FINO A 6 CANALI EDAX 24 SYSTEM L EDAX 24 è un sofisticato sistema di acquisizione a 24 bit progettato per fornire una completa soluzione per il monitoraggio sismico ed accelerometrico. L alta risoluzione e la flessibilità

Dettagli

2011 New Split Inverter

2011 New Split Inverter 2011 New Split Inverter LT/LU series FUJITSU GENERAL LIMITED Design: lineare Serie High COP & Powerful heating model LT serie High COP model LU serie Capacità Elevate prestazioni & Risparmio energetico

Dettagli

AUTO ELETTRICHE: LE RETI INTELLIGENTI GUIDANO IL FUTURO

AUTO ELETTRICHE: LE RETI INTELLIGENTI GUIDANO IL FUTURO Convegno INFRASTRUTTURE E PROSPETTIVE Udine Palazzo Torriani 21 marzo 2013 AUTO ELETTRICHE: LE RETI INTELLIGENTI GUIDANO IL FUTURO Walter Ukovich, Monica Clemente Dipartimento di Ingegneria e Architettura,

Dettagli

Kistler Group. Tutto ottenuto dalla Singola Sorgente. Sviluppo e produzione di sensori, elettroniche e sistemi per misurare. pressione. forza.

Kistler Group. Tutto ottenuto dalla Singola Sorgente. Sviluppo e produzione di sensori, elettroniche e sistemi per misurare. pressione. forza. Kistler Group Tutto ottenuto dalla Singola Sorgente Sviluppo e produzione di sensori, elettroniche e sistemi per misurare pressione forza coppia accelerazione 2 Kistler Group Headquarters Internazionale

Dettagli

Corso di Fondamenti d Automatica

Corso di Fondamenti d Automatica Corso di Fondamenti d Automatica Prof. Giovanni Ulivi Ing. Stefano Panzieri Dipartimento di Informatica ed Automazione Via Vasca Navale 79, Roma e-mail: ulivi@dia.uniroma3.it e-mail: panzieri@dia.uniroma3.it

Dettagli

Corso di Studio in Ingegneria dell Automazione. Open Day 15 Febbraio 2014

Corso di Studio in Ingegneria dell Automazione. Open Day 15 Febbraio 2014 Corso di Studio in Ingegneria dell Automazione Open Day 15 Febbraio 2014 L Ingegneria dell Automazione E la scienza, la tecnica, la professione che si prefigge di progettare sistemi di controllo automatici,

Dettagli

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI CONTENUTI ORE

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI CONTENUTI ORE 1 POTENZA ED ENERGIA Conoscenze di fisica del primo biennio biennio Lettura di schemi elettrici di potenza e di comando per impianti industriali Uso di internet per ricerca materiali e cataloghi. Concetto

Dettagli

Machinery safety directives

Machinery safety directives Machinery safety directives General directives, national (Italy) Italian directives: D.Lgs. 81/2008, ha abrogato e sostituito, tra gli altri, il D.Lgs. 626/94. Direttiva macchine: Direttiva 98/37/CE recepita

Dettagli

HD 2040 HD 2050 HD 2050.20 HD 2050.30 HD 2050.40

HD 2040 HD 2050 HD 2050.20 HD 2050.30 HD 2050.40 HD 2040 HD 2050 HD 2050.20 HD 2050.30 HD 2050.40 Caratteristiche tecniche: martelli Altezza di caduta mento del martello Distanza tra i martelli Direzione di caduta Piedini di supporto Uscita seriale di

Dettagli

2.2.3 Comportamento degli organi che trasformano l energia meccanica 32 2.2.3.1 Effetti inerziali 32 2.2.3.2 Effetto della rigidezza e dello

2.2.3 Comportamento degli organi che trasformano l energia meccanica 32 2.2.3.1 Effetti inerziali 32 2.2.3.2 Effetto della rigidezza e dello Indice Prefazione IX 1. Un nuovo approccio alla progettazione e costruzione di macchine 1 1.1 Sistemi tecnici nella costruzione di macchine: esempi 1 1.2 Concetti essenziali del nuovo approccio alla progettazione

Dettagli

Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione

Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione METODI GESTIONALI E TECNICHE DI INGEGNERIA PER L INNOVAZIONE DELLA MANUTENZIONE INDUSTRIALE 21 Marzo 2005 Assolombarda - Milano Sala Camerana Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Partners and pioneers in automation.

Partners and pioneers in automation. Partners and pioneers in automation. AIS/ANIPLA Wireless Workshop Milano, 6 Maggio 2015 www.pepperl-fuchs.com DIWINE Un progetto europeo per il wireless del futuro in ambito industriale. www.pepperl-fuchs.com

Dettagli

Esercitazione su un sistema di misura della distanza di un bersaglio tramite ultrasuoni in aria

Esercitazione su un sistema di misura della distanza di un bersaglio tramite ultrasuoni in aria Esercitazione su un sistema di misura della distanza di un bersaglio tramite ultrasuoni in aria Corso di Elettronica dei Sistemi Analogici e Sensori Laurea Magistrale Ingegneria Elettronica A.A. 2014-2015

Dettagli

Per questo motivo negli accelerometri : ζ=0.67

Per questo motivo negli accelerometri : ζ=0.67 Accelerometri Funzione di trasferimento: Accelerazione da misurare W(s) Spostamento relativo tra massa sismica e base di fissaggio dell accelerometro 1 Diff.Spostamento( s ) W ( s) = = AccelerazioneBase(

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati Obiettivi Specifici di Apprendimento Allegato_C8-LT-02-Elettrico

Dettagli

Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012

Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012 Proposte di Tesi sui Sistemi Real-Time 2012 #1: Tele-riabilitazione In collaborazione con Sviluppo di un sistema indossabile per la riabilitazione neuromotoria: Sensori per la registrazione di movimenti

Dettagli

Nome: Nr. Mat. Firma:

Nome: Nr. Mat. Firma: Controlli Automatici - A.A. 1/11 Ingegneria Gestionale 13 Settembre 11 - Esercizi Nome: Nr. Mat. Firma: Rispondere alle seguenti domande. a) Calcolare la trasformata di Laplace X(s) dei seguenti segnali

Dettagli

PLC. I/O Analogici. www.webalice.it/s.pollini

PLC. I/O Analogici. www.webalice.it/s.pollini PLC I/O Analogici 1 I/O Analogici Acquisizione e gestione di segnali fisici variabili nel tempo da un valore minimo ad un valore massimo 2 I/O Analogici Trasduttori: attivi - passivi 3 I/O Analogici Trasduttori:

Dettagli

GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia

GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia CONVEGNO Valvole e attuatori: novità tecnologiche e casi applicativi GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, sez.

Dettagli

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM CIM = Computer Integrated Manufacturing Fabbrica completamente automatizzata fabbrica ottimizzata Obiettivi di una strategia CIM incremento della qualità del prodotto

Dettagli

Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale

Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale 1 Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale Le novità del DM270 2 Accento sugli aspetti metodologici piuttosto che su quelli professionalizzanti Separazione netta livelli

Dettagli

Giroscopi, girobussole e sistemi di guida inerziale

Giroscopi, girobussole e sistemi di guida inerziale Giroscopi, girobussole e sistemi di guida inerziale (Ing. Stefano Di Cairano) Scopi: Giroscopi e Sistemi di Guida Inerziale 1. Fornire misurazioni di velocità e accelerazioni angolari 2. Fornire misurazioni

Dettagli

Fondamenti di Robotica Autonoma

Fondamenti di Robotica Autonoma Donato Di Paola mobile autonoma 2008 Contenuti Controllo Sensori Attuatori CONCETTI CHIAVE Robot Robot Mobile Robot Mobile Autonomo DEFINIZIONI FONDAMENTALI Manipolatori Robot Per Ricerca DOMINI APPLICATIVI

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

UN PROTOTIPO PER IL CONTROLLO ATTIVO DEL RUMORE PRODOTTO ALLO SCARICO DEL MOTORE DIESEL DI UNA MACCHINA DI MANOVRA FERROVIARIA

UN PROTOTIPO PER IL CONTROLLO ATTIVO DEL RUMORE PRODOTTO ALLO SCARICO DEL MOTORE DIESEL DI UNA MACCHINA DI MANOVRA FERROVIARIA UN PROTOTIPO PER IL CONTROLLO ATTIVO DEL RUMORE PRODOTTO ALLO SCARICO DEL MOTORE DIESEL DI UNA MACCHINA DI MANOVRA FERROVIARIA Autori: Andrea Biondi (1), Massimo Coppi (1), Federico Rossi (2) (1) Dipartimento

Dettagli

Elettronica 3B. Antincendio. Listino 2102 PRODOTTI AZIENDE TRATTATE CENTRALI ANTINCENDIO SENSORI ANTINCENDIO SEGNALATORI INCENDIO

Elettronica 3B. Antincendio. Listino 2102 PRODOTTI AZIENDE TRATTATE CENTRALI ANTINCENDIO SENSORI ANTINCENDIO SEGNALATORI INCENDIO Elettronica 3B Antincendio AZIENDE TRATTATE INTERNATIONAL ARGUS VENITEM ITC BELDEN PRODOTTI CENTRALI ANTINCENDIO SENSORI ANTINCENDIO SEGNALATORI INCENDIO Listino 2102 CENTRALI ANTINCENDIO CENTRALE ANTINCENDIO

Dettagli

Sistema di acquisizione dati

Sistema di acquisizione dati Sistema di acquisizione dati Ci sono innumerevoli ragioni sul perché é necessario acquisire informazioni dal mondo esterno: 1. Il controllo dei processi fisici che interessano la produzione industriale

Dettagli

Controllo Digitale - A. Bemporad - A.a. 2008/09

Controllo Digitale - A. Bemporad - A.a. 2008/09 D 1001 A Conversione D/A Attuatori Sensori 1001 D A Conversione A/D Processo Unità di controllo u(t) y(t) Attuatori Sensori G(s) Processo C(s)? Unità di controllo u(k) D 1001 A Conversione D/A Attuatori

Dettagli

STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE. Condizionamento ed acquisizione del segnale

STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE. Condizionamento ed acquisizione del segnale STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE Condizionamento ed acquisizione del segnale Prof. Salvatore Nuccio salvatore.nuccio@unipa.it, tel.: 0916615270 1 Circuito di condizionamento Un sensore/trasduttore (S/T)

Dettagli

ZIBALDONE DI PENSIERI SULL EVOLUZIONE DELLA SCIENZA DEI SISTEMI E DEL CONTROLLO - DA MAXWELL A KALMAN, E. Sergio Bittanti Bologna - 18 novembre 2014

ZIBALDONE DI PENSIERI SULL EVOLUZIONE DELLA SCIENZA DEI SISTEMI E DEL CONTROLLO - DA MAXWELL A KALMAN, E. Sergio Bittanti Bologna - 18 novembre 2014 ZIBALDONE DI PENSIERI SULL EVOLUZIONE DELLA SCIENZA DEI SISTEMI E DEL CONTROLLO - DA MAXWELL A KALMAN, E Sergio Bittanti Bologna - 18 novembre 2014 nato a Adams prize Nel 1856 il premio Adams (istituito

Dettagli

Automazioni industriali e sistemi di collaudo. Riduttori e motoriduttori ASSEMBLAGGIO E COLLAUDO TST

Automazioni industriali e sistemi di collaudo. Riduttori e motoriduttori ASSEMBLAGGIO E COLLAUDO TST Automazioni industriali e sistemi di collaudo Riduttori e motoriduttori ASSEMBLAGGIO E COLLAUDO TST Sistemi integrati di produzione, collaudo e tracciabilità. Le esperienze di System Electric permettono

Dettagli

PIANO DI STUDI. Laurea in Ingegneria industriale (DM 270/04) L-9. 1)CURRICULUM: Ingegneria elettrica e dei sistemi

PIANO DI STUDI. Laurea in Ingegneria industriale (DM 270/04) L-9. 1)CURRICULUM: Ingegneria elettrica e dei sistemi 1)CURRICULUM: Ingegneria elettrica e dei sistemi Teoria dei circuiti 9 Metodi matematici per l ingegneria Totale crediti 0 Impianti elettrici 9 Macchine elettriche 9 Meccanica applicata alle macchine Economia

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI ACUSTICHE E TERMOFLUIDODINAMICHE DI UNA CALDAIA MURALE A GAS

OTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI ACUSTICHE E TERMOFLUIDODINAMICHE DI UNA CALDAIA MURALE A GAS OTTIMIZZZIONE DELLE PRESTZIONI CUSTICHE E TERMOFLUIDODINMICHE DI UN CLDI MURLE GS Franco Cotana*, Federico Rossi**, ndrea Nicolini*** Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Perugia,

Dettagli

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE IL SUONO Propagarsi di onde meccaniche in un mezzo. Le onde fanno vibrare la membrana del timpano dando la sensazione sonora. La frequenza del suono è data dal numero

Dettagli

MATERIALI PIEZOELETTRICI E LORO APPLICAZIONI

MATERIALI PIEZOELETTRICI E LORO APPLICAZIONI UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL SANNIO FACOLTA D INGEGNERIA Seminario MATERIALI PIEZOELETTRICI E LORO APPLICAZIONI Prof.Ing Ing.. Leonardo LECCE Ord.. di Strutture Aeronautiche DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici I : Introduzione ai Sistemi di Controllo

Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici I : Introduzione ai Sistemi di Controllo Strumentazione e Controllo dei Processi Chimici I : Introduzione ai Sistemi di Controllo Claudio Scali Laboratorio di Controllo dei Processi Chimici (CPCLab) Dipartimento di Ingegneria Chimica (DICCISM)

Dettagli

Interventi per la riduzione del rischio rumore Legislazione, normative, tenologie, esperienze incontri 09

Interventi per la riduzione del rischio rumore Legislazione, normative, tenologie, esperienze incontri 09 Interventi per la riduzione del rischio rumore Legislazione, normative, tenologie, esperienze incontri 09 LA BONIFICA DEL RUMORE MEDIANTE CONTROLLO ATTIVO: STATO DELL ARTE Andrea Nicolini Università degli

Dettagli

Orlando Allocca Regolatori standard

Orlando Allocca Regolatori standard A09 159 Orlando Allocca Regolatori standard Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88-548-4882-7

Dettagli

L idea alla base del PID èdi avere un architettura standard per il controllo di processo

L idea alla base del PID èdi avere un architettura standard per il controllo di processo CONTROLLORI PID PID L idea alla base del PID èdi avere un architettura standard per il controllo di processo Può essere applicato ai più svariati ambiti, dal controllo di una portata di fluido alla regolazione

Dettagli

Università di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali

Università di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Informatica (classe 23/S: Informatica) Corso di Laurea Specialistica in Tecnologie Informatiche (classe 23/S: Informatica)

Dettagli

VERAK S-MAX Armadio standard 19 per alloggiamento server

VERAK S-MAX Armadio standard 19 per alloggiamento server Armadio standard 19 per alloggiamento server 1 2 Sommario Specifiche materiali Profilati verticali: acciaio 1.5 mm Intelaiature terminali: acciaio 1.5 mm Montanti 19 : acciaio 2.0 mm Supporti laterali

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automatici PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

CONTROLLORI STANDARD PID. Guido Vagliasindi Controlli Automatici A.A. 06/07 Controllori Standard PID

CONTROLLORI STANDARD PID. Guido Vagliasindi Controlli Automatici A.A. 06/07 Controllori Standard PID ONTROLLORI STANDARD PID Guido Vagliasindi ontrolli Automatici A.A. 6/7 ontrollori Standard PID MODELLO DEI REGOLATORI PID Tra le ragioni del vastissimo utilizzo dei regolatori PID nella pratica dell automazione

Dettagli

Festo Mobile Process Automation

Festo Mobile Process Automation Festo Mobile Process Automation Caratteristiche dei prodotti Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento elettrico Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento pneumatico

Dettagli

Teoria ed esercitazioni di Automazione Industriale

Teoria ed esercitazioni di Automazione Industriale POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Automatica e Informatica Fabio Balduzzi Teoria ed esercitazioni di Automazione Industriale Diploma Universitario a Distanza in Ingegneria Logistica e della Produzione

Dettagli

Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia.

Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia. Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia. Lucca, 21 ottobre 2010 Le fasi della valorizzazione STRATEGICA PROGRAMMATICA GESTIONALE La fase strategica

Dettagli

Isolamento acustico. Andrea Nicolini

Isolamento acustico. Andrea Nicolini Isolamento acustico Andrea Nicolini Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale, sezione di Fisica Tecnica nicolini.unipg@ciriaf.it ISOLAMENTO ACUSTICO Strutture fonoisolanti

Dettagli

Motori Motore passo-passo Stadio di potenza PWM Sincrono Stadio di potenza del motore passopasso. Blocchi funzionali. Set point e generatore PWM

Motori Motore passo-passo Stadio di potenza PWM Sincrono Stadio di potenza del motore passopasso. Blocchi funzionali. Set point e generatore PWM RC1 Blocchi funzionai Motori a corrente continua Generatori Circuiti per il controllo dei motori in CC Motori a corrente alternata Circuiti per il controllo dei motori in CA Motori passo-passo Circuiti

Dettagli

Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni

Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni 5 - EGALI DIGITALI E A IMPULI I BADA BAE Prof. Mario Barbera [parte ] Codifica La fase di codifica prevede che venga fatta una associazione tra il livello del segnale

Dettagli

Soluzioni per la riduzione dell impatto acustico dei rotabili ferroviari

Soluzioni per la riduzione dell impatto acustico dei rotabili ferroviari Soluzioni per la riduzione dell impatto acustico dei rotabili ferroviari Ing. Steven Cervello Conferenza "Ferrovia e Ambiente 2 Aprile 2014 L attenzione verso il problema del rumore Il progresso e lo sviluppo

Dettagli

Analisi dei modi di vibrazione

Analisi dei modi di vibrazione Analisi dei modi di vibrazione Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXVI N. 8, agosto 1999, Tecniche Nuove) Una descrizione di un potente mezzo di indagine del comportamento dinamico

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA

POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA 1 POLITECNICO DI MILANO CORSO DI LAUREA ON LINE IN INGEGNERIA INFORMATICA ESAME DI FISICA Per ogni punto del programma d esame vengono qui di seguito indicate le pagine corrispondenti nel testo G. Tonzig,

Dettagli

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2

Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Centralina di acquisizione dati e telecontrollo ECO2 Fascicolo centralina Eco2 Revisione: GG.01.05-04 Autore: Giorgio Gentili Centralina elettronica ECO2 La centralina ECO2 offre una ampia flessibilità

Dettagli

RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI. Fondamenti di Acustica e Psicoacustica

RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI. Fondamenti di Acustica e Psicoacustica RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI Fondamenti di Acustica e Psicoacustica 1 2 Riccardo Santoboni Anna Rita Ticari Fondamenti di Acustica e Psicoacustica 3 Terza edizione (2008) 4 Sommario 5 6 Sommario

Dettagli

Distribuire l energia: la rete tra presente e futuro. ASSOLOMBARDA Milano, 9 marzo 2009

Distribuire l energia: la rete tra presente e futuro. ASSOLOMBARDA Milano, 9 marzo 2009 Distribuire l energia: la rete tra presente e futuro ASSOLOMBARDA Milano, 9 marzo 2009 gli albori: prime applicazioni locali e industriali dell energia elettrica cenni sulla distribuzione di energia elettrica

Dettagli

Criteri di valutazione PRIMA FASE

Criteri di valutazione PRIMA FASE Valutazione delle proposte Criteri di valutazione PRIMA FASE Qualità ed innovatività dell idea progettuale Esperienza dei partecipanti Applicabilità e potenzialità sul mercato Impatto sui driver di prodotto

Dettagli

CURRICULUM VITAE COMPRENSIVO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA

CURRICULUM VITAE COMPRENSIVO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA CURRICULUM VITAE COMPRENSIVO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA 1. Informazioni generali Nome e cognome: Occupazione attuale: Tel.: +39 0432 558258 E-mail: giovanni.totis@uniud.it Giovanni

Dettagli

Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia

Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia Romeo Danielis Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche Università degli Studi di Trieste Scaletta di oggi Introduzione

Dettagli

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Elettrotecnica Tipologie di segnali Unità di misura delle grandezze elettriche Simbologia

Dettagli